Archivi Blog

Lo strano caso di Paz de la Huerta e del suo (ormai chiuso) account Instagram

Paz de la Huerta è passata dall’essere una “grande celebrità di Hollywood” ad una “folle a piede libero” nel giro di pochi anni. E le cose sono peggiorate dopo aver accusato Harvey Weinstein di molteplici crimini. Tuttavia, uno sguardo ravvicinato ai suoi inquietanti post sui social media rivela un’altra storia: è stata abusata e controllata dall’élite occulta per decenni.

Paz de la Huerta è un’attrice e modella americana famosa soprattutto per il suo ruolo nella serie della HBO Broadwalk Empire e per i suoi innumerevoli servizi fotografici sulle riviste. Tra il 2005 e il 2010, al culmine della sua carriera, de la Huerta ha lavorato con celebrità di alto livello e fatto festa con le persone più potenti di Hollywood. Tuttavia, dopo una serie di eventi bizzarri e traumatizzanti, la carriera di de la Huerta si interruppe bruscamente.

Oggi, de la Huerta è conosciuta perche` appare nei video dei paparazzi in condizioni pietose, intossicata da alcool e sostanze negli eventi sociali. È stata anche spesso oggetto di scherno da siti di gossip di celebrità che documentano da anni il suo bizzarro comportamento.

Mentre è stata dichiarata “pazza” dai media molto tempo fa, i centinaia di post di de la Huerta sui social media raccontano una storia più oscura, che riassume perfettamente il lato disgustoso e nascosto dell’élite occulta e dell’industria dell’intrattenimento. Prima di guardare quell’account Instagram (ora eliminato), ecco una rapida occhiata al suo passato.

PASSATO TRAVAGLIATO

I genitori di Paz de la Huerta sono Ricardo Ignacio de la Huerta y Ozores (nobile spagnolo e diciassettesimo duca di Mandas e Villanueva) e Judith Bruce (autorità nel controllo delle nascite nei paesi del terzo mondo e consulente delle Nazioni Unite).

Paz ha ottenuto il suo primo ruolo a 12 anni nel film del 1998 L’oggetto del mio affetto con Jennifer Aniston e Paul Rudd. Ha quindi salito costantemente le scale verso la celebrità fino a quando le cose hanno preso una svolta orribile.

Nel 2011, de la Huerta è stata quasi uccisa da una ambulanza guidata da uno stant man sul set del film Nurse 3D. L’evento era altamente sospetto, soprattutto quando si guarda il video.

In questo video inquietante, sembra che l’ambulanza abbia effettivamente sterzato a sinistra all’ultimo secondo per colpire violentemente Paz. Inoltre, l’ambulanza era guidata da uno stant man che è letteralmente addestrato per eseguire acrobazie in auto pericolose. Si e` trattato in realta` di tentato omicidio? Come vedremo più avanti, la storia che circonda questo incidente e le sue conseguenze è estremamente bizzarra.

Qualunque sia il caso, l’incidente ha quasi ucciso Paz. La donna ha sporto denuncia con una causa da $ 55 milioni contro la Liongate sostenendo che l’incidente le ha richiesto di sottoporsi a oltre 20 interventi chirurgici e di averla lasciata incapace di lavorare. Il caso è stato archiviato.

Nel novembre 2018, de la Huerta ha intentato una causa da 60 milioni di dollari contro Harvey Weinstein, accusando il regista di averla violentata in due diverse occasioni nel 2010 e poi di aver intrapreso una campagna di molestie che avrebbe danneggiato la sua carriera.

Paz de la Huerta con Harvey Weinstein al Soho Grand Hotel nel 2010.

Contrariamente alle altre figure di Me Too come Rose McGowan, le accuse di de la Huerta hanno generato scarso sostegno e simpatia da parte dei mass media e dell’industria dell’intrattenimento. La squadra di difesa di Weinstein ha definito le sue accuse “assurde e, sfortunatamente, il prodotto di una personalità instabile con una vivida immaginazione”.

Nel maggio 2019, mentre de la Huerta stava lavorando alla causa contro Weinstein, è stata ricoverata in ospedale per “grave disagio emotivo”.

Durante questi tempi difficili, de la Huerta è rimasta attiva su Instagram. La maggior parte dei suoi post erano in realtà richieste di aiuto mentre accusava “donne malvagie” di averla maltrattata e torturata, spingendola costantemente al suicidio.

Per motivi sconosciuti, l’account IG è stato eliminato nelle ultime settimane. Fortunatamente, dal momento che stavo lavorando su un articolo prima dell’eliminazione, ho salvato alcuni screenshot e copiato il contenuto di alcune didascalie. Ora, più che mai, credo che questi debbano essere condivisi perché spiegano il “perché” del comportamento di de la Huerta mentre fanno luce sul lato oscuro e inquietante dell’industria dell’intrattenimento.

L’ACCOUNT INSTAGRAM CANCELLATO

A prima vista, l’account Instagram di Paz de la Huerta sembrava consistere in centinaia di selfie mescolati con alcune foto dei suoi giorni di gloria. Tuttavia, quando si prende il tempo di leggere le didascalie associate a queste foto, le cose sono diventate molto scure. Quasi ogni immagine era accompagnata da un muro di testo in cui Paz descriveva il suo costante abuso e trauma da parte di “donne malvagie”

Un tipico post IG di Paz che combina una “foto di moda” con una didascalia preoccupante sulle donne malvagie che cercano di distruggerla.

Sebbene le didascalie di Paz suonassero spesso come le incoerenze di una persona pazza, in realtà raccontavano una storia coerente e precisa di abusi sistematici da parte di persone specifiche, in particolare sua madre. In un post scrive:

Sono sempre stata incredibilmente generosa anche con la mia malvagia madre che se avesse voluto che fossi sana e di successo non avrebbe fatto le inconcepibili cose che mi ha fatto in Spagna se sopravvivo, scrivero` un libro sulla sindrome di Maunchhausen.

In diverse occasioni, la Paz accusa la madre della sindrome di Munchausen. Ecco una definizione:

La sindrome di Munchausen per procura (MSP) è un problema di salute mentale in cui un curatore compensa o provoca una malattia o un infortunio in una persona sotto la sua responabilita`, come un bambino, un adulto anziano o una persona con disabilità. Poiché le persone vulnerabili sono le vittime, MSP è una forma di abuso di minori o di abusi sugli anziani.

Nota: poiché la maggior parte dei casi di MSP è tra un curatore (di solito una madre) e un bambino, il resto di questo argomento descriverà quella relazione. Ma è importante ricordare che MSP può coinvolgere qualsiasi persona vulnerabile e un curatore.

Il curatore con MSP può:

Mentire sui sintomi del bambino.

Modificare i risultati del test per far sembrare un bambino malato.

Danneggiare fisicamente il bambino per produrre sintomi.

Le vittime sono spesso bambini piccoli. Potrebbero sottoporsi a test medici dolorosi di cui non hanno bisogno.

Possono persino ammalarsi o ferirsi gravemente o possono morire a causa delle azioni del curatore.

I bambini che sono vittime di MSP possono avere problemi fisici ed emotivi per tutta la vita e possono avere la sindrome di Munchausen da adulti. Questo è un disturbo in cui una persona causa o riporta falsamente i propri sintomi.
– Michigan Medicine, Sindrome di Munchausen per procura

Sebbene fosse sotto il rigoroso controllo di sua madre sin dalla nascita, Paz afferma che le cose sono peggiorate dall’incidente in ambulanza del 2011. In un altro post ha scritto:

Dall’incidente sono stata circondata da queste donne malvagie che cercavano di convincermi che ero malata, in modo che potessero rinchiudermi per il resto della mia vita per invidia e paura per la loro reputazione, ma quando ho incontrato Mika quella notte la mia tortura psicologica si e` come interrotta.

In un altro post ha scritto:

Piango da mesi … è disumano quello che questi mostri mi hanno fatto. A causa loro non ho ottenuto giustizia contro Lionsgate. Stavo per sposare un uomo e hanno rovinato tutto. Il ragazzo da cui sono fidanzata da 15 anni non mi parla perché dice che sono stata così ingenua e ha paura che mi toglierò la vita. Avevo una carriera a Parigi prima che facessero l’inconsciabile. Un mio vecchio assistente abbastanza coraggioso da fare un passo avanti ha salvato tutte le loro e-mail donandomele negli ultimi anni. Hanno cercato di convincermi a impegnarmi per il resto della mia vita solo perché ho segreti di anni di abusi inconcepibili. Non avrei mai parlato fino a quando e` successo quello che e` successo in Spagna, l’unico paese in cui potevano cavarsela. Tutto quello che ho fatto è stato piangere dopo che questo violentatore mi ha detto cose cattive e stavo parlando con Micheal Rebel, il famoso terapista che mi ha detto di scappare da loro anni fa prima che cercassero di uccidermi. Stanno cercando di portarmi al suicidio, lo fanno da anni.(…)

Voglio che i miei amici famosi leggano questo e mi aiutino ad allontanarmi da questi maltrattamenti che mi hanno tenuta prigioniera in una città. Ho pochi cari e stanno cercando di mettermi in gabbia per il resto della mia vita perché ne so troppo. Parlerò con questo assistente che è stato abbastanza coraggioso da farsi avanti.

Come detto sopra, Paz ha affermato di essere stata stuprata in Spagna nel 2018. Secondo quanto riferito, ha trascorso sei mesi “rinchiusa in una gabbia” mentre era sottoposta a un intenso trauma per mano di “donne malvagie”.

Un post su Paz

In un altro post ha scritto:

Stavo facendo i soldi facendo la modella e stavo per firmare con la migliore agenzia fino a quando non sono arrivata stupidamente su quell’aereo per la Spagna, dove il male che non sapevo nemmeno esistesse mi aspettava. Cosa posso dire? Incidente stradale, stupro, concussione quasi fatale, e non sono mai stata una colpevole e non mi è mai importato fare causa perché a memoria sono una donna molto positiva, ma questa è la più grande ingiustizia che abbia mai sopportato nella mia vita e non ho mai visto quanto crudele sia l’umanità.

Non ho fatto nulla per giustificare la mia incarcerazione in una gabbia in un paese straniero per sei mesi mentre stanno ancora cercando di impedirmi di avere le cure mediche adeguate e mia madre malvagia ha persino espresso che non vuole che io lavori e che dovrei essere considerata una invalida.

In un altro post ha spiegato che ciò che le è successo poteva accadere solo in Spagna, forse a causa delle connessioni di suo padre.

L’unica ragione per cui sono riusciti a cavarsela con quello che hanno fatto è stato perché in Spagna i miei farmaci erano illegali e non so come siano riusciti a tenermi lì per così tanto tempo, si sono accordati rendendo il mio malvagio violatore il mio custode che da allora ho legalmente cambiato: mi proibiva di parlare con i miei due uomini, il mio avvocato e il mio migliore amico, che avevano il potere di tirarmi fuori da quell’inferno in un giorno. Ho provato a suicidarmi nove volte quando ero in Spagna.

In un altro post, de la Huerta confronta la sua situazione con Rosemary Kennedy che è stata lobotomizzata dalla sua stessa famiglia.

conosci la storia della Kennedy? Era molto bella, sexy e vivace, sua madre era così mortalmente invidiosa di lei come uno dei miei principali maltrattatori, che la hanno lobotomizzata in modo che trascorresse il resto della sua vita a fissare un muro …

In diverse occasioni, de la Huerta menziona un’assistente che è disposta a farsi avanti e testimoniare gli abusi subiti negli anni passati. In un post di Instagram, l’assistente ha scritto una lunga didascalia riassumendo la situazione (puoi dire che il testo è stato scritto da un’altra persona a causa della presenza di frasi con punteggiature).

Mi chiamo Kimberly M., scrivo per conto di Paz poiché ero sua amica nel 2016-17, durante quel periodo ho assistito a un trattamento molto bizzarro da parte dei suoi custodi. Prima che Paz lasciasse Los Angeles per Parigi, diventai la sua assistente per un breve periodo di tempo, al fine di cercare di aiutarla in una situazione che sembrava disperata. Dall’esterno, sembrava che stesse diventando sempre più frustrata dal modo in cui i suoi custodi la stavano gestendo ed era sospettosa delle loro cure. Dal mio punto di vista, aveva bisogno di essere attorno a persone importanti per lei come, amici e persone che si prendevano cura di lei per poter trovare la propria stabilità e, infine, ricominciare a recitare e fare la modella. Quando ho iniziato il lavoro ho pensato che questa sarebbe stata anche l’intenzione dei suoi custodi, ma presto ho scoperto che non era così. Le mie principali interazioni arrivano nel trattare con chi era il mio capo, Kimberly. I primi segni che Kimberly aveva cattive intenzioni per Paz derivavano dal fatto che stava cercando molto duramente di scoraggiarmi ad assumermi il compito di aiutare Paz. Dicendomi che non avevo idea di cosa stavo andando incontro e dicendomi cose negative su Paz, spesso tenendomi al telefono per ore durante la notte, cercando di convincermi che Paz non era una brava persona e non poteva essere aiutata. Non riuscivo a capire perché stesse cercando di influenzarmi in questo modo e presto ho iniziato a fare domande perché ero incredula. Alcune delle cose che mi hanno detto includono che Paz non era curabile e che ogni tentativo di aiuto era inutile. Poi mi ha detto che nessun trattamento ha funzionato su Paz per anni e che è diventata più un peso per loro (Kimberly, Judith) di quanto valesse la pena impegnarsi. Un giorno, in cui non erano ancora riuscite a convincermi che Paz fosse incurabile, ho affrontato Kimberly che si è molto agitata e mi ha rivelato che pensano che fosse cosi` incurabile, che hanno rinunciato e hanno attivamente ritardato o sabotato alcune delle cose che Paz stava chiedendo. La cosa più inquietante che mi e` stata rivelata e` che stavano cercando di farla impazzire o che causasse abbastanza problemi con la polizia / legge da metterla in un’istituzione a vita.

Mi disse anche che, poiché la madrina di Paz (la sua cliente) era l’unica a contribuire alla sua stabilità finanziaria, e che si era presa la responsabilità di trasmettere informazioni negative alla madrina, inviando cattive notizie (sapendo che non aveva tentato di facilitarne i rapporti) e convincendola che Paz sarebbe stato un peso così grave dal punto di vista finanziario, che avrebbe dovuto accettarla come una causa persa, e risparmiare denaro e problemi, facendola anche sembrare un pericolo per gli altri. Mai nella mia vita ho pensato che sarebbero stati effettivamente in grado di seguire tali piani in quanto non penso che Paz sia pazza, ma un artista in particolare che ha attraversato molti traumi e ha bisogno di tempo sufficiente per far crescere la propria stabilità e trovare la felicità a modo suo. Potrei non conoscere la portata di ciò che la ha portata nella sua situazione, ma so che ciò a cui ho assistito era sbagliato a livello morale e credo che potrebbe aver contribuito al loro tentativo di rinchiudere Paz in Spagna.

Come ha scritto l’assistente, Paz è stata sottoposta a “molti traumi”. E sotto i dettagli sui suoi account sui social media si punta al controllo mentale basato sul trauma.

CONTROLLO MENTALE BASATO SUL TRAUMA?

Per coloro che conoscono il lato oscuro dell’industria dell’intrattenimento, Paz de la Huerta mostra segni di controllo mentale basato sul trauma. I suoi primi inizi nel settore dell’intrattenimento, i suoi abusi da parte di persone potenti e la sua storia di comportamenti bizzarri (un risultato tipico dopo la rottura della programmazione MK) sono tutti sintomi visibili.

Come spiegato in questo articolo, il controllo mentale basato sul trauma (noto anche come programmazione Monarch) riguarda la sottomissione di uno schiavo a un trauma così intenso da provocare una dissociazione che porta alla programmazione di nuovi alter personas. In diversi post di Instagram, Paz si riferisce in realtà a un alter ego chiamato Malificient.

Un post su Instagram sul suo alter ego.

Come molte altre vittime del controllo mentale basato sul trauma (come Kim Noble), Paz ha anche un debole per la creazione di dipinti estremamente simbolici.

Un dipinto di Paz de la Huerta che è pieno di immagini MK. Raffigura una figura simile a una Vergine Maria con un bambino bendato che sembra essere sottoposto a tutti i tipi di trattamenti disgustosi. Fatto strano: in uno dei suoi post, Paz ha scritto che ha sostituito i ricordi di sua madre con la Vergine Maria.

CONCLUDENDO

Sebbene possa essere facilmente liquidabile come una persona pazza che dice cose folli (i media lo fanno da anni), Paz de la Huerta ha effettivamente documentato la sua storia di abusi e controllo in modo molto dettagliato. Attraverso i suoi numerosi post sui social media (l’unico sbocco che ha avuto fino a tempi molto recenti), de la Huerta ha fornito un resoconto in prima persona della sua sistematica distruzione da parte delle persone a lei più vicine.

È davvero pazza o l’abuso la ha resa cosi`? In una famigerata intervista su Hollywood, Dave Chappelle una volta disse:

“La cosa peggiore e` chiamare qualcuno pazzo. È sprezzante. Non capisco questa persona, quindi e` pazza. È una cazzata. Queste persone non sono pazze, sono persone forti. Forse quell’ambiente (Hollywood) è un po ‘malato. “

Hollywood non è solo “un po ‘malato”. È molto malato Distrugge completamente menti, corpi e anime. Trasforma persone forti, intelligenti e di talento in zombi che sembrano essere totalmente folli. Ci vuole un’incredibile quantità di forza per riprendersi dal controllo mentale per mano dell’élite occulta – e molti non fanno mai ritorno.

In breve, se succede qualcosa di sospetto a Paz de la Huerta, la vera causa è probabilmente contenuta in questo articolo.

Fonte
 

“In my bed” di Sabrina Carpenter: Un video sul controllo mentale…fatto dalla Disney

Attraverso un simbolismo inquietante, il video “In My Bed” della star Disney Sabrina Carpenter è una palese celebrazione dell’MKULTRA e della cultura malata dell’élite occulta.

Sabrina Carpenter è una delle tante piccole stelle che sono cresciute all’interno del sistema Disney, avviandosi in una carriera da solista che è definita dall’agenda degradata dell’élite occulta. Non diversamente da altre ex star della Disney come Miley Cyrus, Selena Gomez e innumerevoli altre, Sabrina Carpenter aveva una grande base di fan composta da bambini che guardavano il Canale Disney. La sua transizione in una pop star solista ha fatto si che anche i suoi fan “passassero” ad un livello più profondo di contenuti inquietanti.

La carriera di Sabrina è iniziata all’età di 12 anni quando ha interpretato il ruolo di una giovane vittima di stupro nella serie NBC 2011 Law & Order: Special Victims Unit. È stata poi reclutata dalla Disney per interpretare il ruolo di Maya Heart nella serie Girl Meets World e di Jenny Parker in Adventures in Babysitting, un film originale di Disney Channel.

La Disney ha anche reclutato la Carpenter per le sue abilità nel canto. Ha firmato un contratto con l’Hollywood Records di proprietà della Disney, insieme ad altre ex star Disney come Demi Lovato e Bea Miller.

Bea Miller (a sinistra) e Demi Lovato (a destra) fanno il segno dell’occhio che tutto vede, il che significa che sono di proprietà dell’élite occulta.

Dal momento che la Carpenterha firmato con la stessa etichetta, è quasi scontato che debba mostrare lo stesso simbolismo.

La copertina del singolo Why della Carpenter presenta un chiaro segno dell’occhio che tutto vede. Il disegno generale è un cenno alla divisione della personalità degli schiavi del controllo mentale.

Sulla copertina del suo ultimo album, uno dei suoi occhi è abilmente nascosto dall’ombra

Al di là del simbolo dell’occhio che tutto vede, l’intero atto della Carpenter è infuso dell’agenda dell’élite occulta. La prova più ovvia di questo fatto è il suo video In My Bed, che mostra chiaramente la cantante come una schiava del controllo mentale (per comprendere appieno ciò che sta per essere spiegato, leggi prima il mio articolo sulla programmazione Monarch).

IN MY BED

A giudicare dai commenti su YouTube, la maggior parte dei suoi giovani fan interpretano In My Bed non ha capito il vero significato del video. Ogni fotogramma è carico di simbolismo che si riferisce direttamente al mondo MKULTRA. Attraverso queste immagini, questo simpatico video finisce per raccontare una storia inquietante, che viene raccontata troppo spesso nei mass media.

Sin dall’inizio, gli spettatori sono esposti ai concetti chiave del controllo mentale.

All’inizio del video Sabrina è sdraiata a letto. Inizia quindi a “levitare”.

La base del controllo mentale è indurre un trauma, che porta alla dissociazione, che porta a una sensazione di stordimento e vertigine. Questa prima scena descrive simbolicamente l’inizio del processo di controllo mentale.

Sabrina si ritrova quindi in un’altra stanza ed e` vestita in modo diverso. È in un mondo di dissociazione e tutto ciò che la circonda allude a questo fatto.

La stanza di Sabrina è piena di simboli relativi al controllo mentale.

C’è molto da scoprire qui, specialmente quando si ha familiarità con il simbolismo del controllo mentale Monarch.

Innanzitutto, la stanza è piena di farfalle di tutte le forme e dimensioni. Il controllo mentale Monarch prende il nome dalla farfalla monarca a causa della sua metamorfosi da un bruco a un bozzolo, a una farfalla. Anche gli schiavi MK attraversano un periodo di metamorfosi che li trasforma metaforicamente in una farfalla… una farfalla molto triste e traumatizzata.

Sopra la testa di Sabrina ci sono diversi orologi, tutti con tempi diversi. Questo si riferisce al completo disorientamento nel tempo e nello spazio degli schiavi MK a causa di traumi e dissociazione.

Sul comodino accanto a Sabrina ci sono diversi telefoni, incluso uno che non è agganciato. Come visto negli articoli precedenti (come quello su Telephone di Lady Gaga), le menti degli schiavi MK sono spesso rappresentate dai telefoni. Il telefono che è disconnesso è la persona che è attualmente “attivata”. Non e` possibile raggiungere quella persona quando e` in funzione il suo alterego.

L’outfit di Sabrina è estremamente simbolico.

Il motivo a contrasto bianco e nero sul pigiama, sulle unghie e sugli stivali di Sabrina sottolinea un concetto estremamente importante nel controllo mentale: la dualità. Usando le profonde forze occulte e psicologiche alla base di questo antico concetto, la dualità gioca un ruolo intricato nel crollo e nella ricostruzione degli schiavi MK.

L’outfit di Sabrina è sorprendentemente simile a quelli trovati nei dipinti di Kim Noble, una sopravvissuta al controllo mentale basato sul trauma.

Il dipinto di Kim Noble “Waiting Rose” fa parte di una serie che descrive i suoi abusi da parte di un handler. Il concetto di dualità è ampiamente presente in tutti questi dipinti.

Pertanto, la stanza e l’arredamento di Sabrina rappresentano simbolicamente lo stato mentale di uno schiavo dissociato

Quando la telecamera mostra più spazio nella stanza di Sabrina, gli spettatori possono osservare luci al neon da night club.

La stanza di Sabrina è piena di giocattoli e orsacchiotti che si possono trovare nella camera da letto di una ragazza. Sebbene Sabrina Carpenter abbia in realtà 20 anni, tutto nel video è fatto per associarla all’infanzia, il che fa appello alla sua base di fan. Tuttavia, a destra, ci sono due neon con sagome di donne nude, quella che si potrebbero trovare in uno squallido strip club. La combinazione dei giocattoli per bambini con i neon da “adulti” indica un concetto inquietante: la sessualizzazione dei minori.

Attraverso queste immagini, il video si riferisce sottilmente all’abuso violento dei bambini durante la programmazione MK per causare traumi e dissociazione. È anche un riferimento alla programmazione Beta Kitten – la programmazione MK utilizzata per creare schiave sessuali. Pensi che stia sovra analizzando? Continua a leggere.

Sabrina è circondata da farfalle (controllo mentale Monarch) e gatti (programmazione Beta Kitten). Inoltre, dietro di lei, ci sono immagini di una specie di malvagio gatto demone. O qualcosa del genere. Gli occhi di Sabrina si muovono a spirale per illustrare il suo stato controllato dalla mente.

Anche il testo della canzone allude ai concetti di MK. Questo è il secondo verso:

L’obiettivo del controllo mentale: la creazione di più alterego. Questo concetto è rappresentato in vari punti durante il video.

Quindi il video ci porta in un posto in cui non vogliamo davvero andare.

Sabrina si dirige all’interno di una classica spirale ipnotica dualistica. Puro controllo mentale.

Controllo mentale ancora piu` puro.

Sabrina si ritrova in una camicia di forza con gli occhi ancora a spirale. E` chiaramente una schiava. È intrappolata in una stanza ossessivamente “decorata” con foto di lei in varie età, tra cui foto di quando era bambina. È sotto il “loro” controllo sin dalla nascita.

Intorno a lei ci sono quattro uomini più anziani in completo che la osservano, prendono appunti e, a un certo punto, la scherniscono. Questi sono i gestori di Sabrina, quelli che gestiscono la sua programmazione MK.

Sabrina fa mosse sexy attorno ai suoi gestori MK – un altro riferimento alla programmazione Beta Kitten.

In breve, il video sfrutta una narrazione che si trova spesso nell’intrattenimento ispirato al MK. La prima parte del video (nella sua stanza simbolica) rappresenta il luogo in cui la sua mente va dopo la dissociazione. La seconda parte rappresenta il suo stato attuale, una schiava MK controllata e programmata dai gestori MK. La stessa narrativa può essere trovata in film come il molto inquietante Ritorno ad Oz (anch’esso realizzato dalla Disney).

CONCLUSIONE

In My Bed è una chiara e ovvia celebrazione del controllo mentale Monarch e della cultura malata che lo circonda. Non c’è assolutamente modo di interpretare completamente questo video senza affrontare gli ovvi elementi MK disseminati dappertutto. Voglio dire, è letteralmente in una camicia di forza con gli occhi che ruotano a spirale mentre gli uomini in giacca e cravatta la osservano. Quanto più palese possono essere?

Sabrina Carpenter è un’altra stella della Disney la cui carriera è stata indirizzata verso l’agenda inquietante dell’élite occulta. Ciò non dovrebbe sorprendere: Disney è una fabbrica di schiavi del settore, che sforna regolarmente nuovi “animatori” con contratti a prova di proiettile che consentono un contributo creativo minimo o nullo. Sotto il controllo di una squadra di gestori e registi video, queste star sono costrette a recitare e cantare per propagandare l’agenda dell’élite occulta.

Fonte

L’ex attrice Disney, Bella Thorne, dice di essere stata molestata sessualmente dai 6 ai 14 anni

L’ex bambina prodigio della Disney Bella Thorne ha discusso, in una intervista, il fatto che è stata molestata dall’eta` di 6 anni per un periodo di 8 anni ovvero fino ai 14 anni.

Thorne ha discusso delle molestie mentre promuoveva il suo nuovo libro The Life of a Wannabe Mogul: Mental Disarray on BUILD Series.

Nell’intervista, la starlet, che ha interpretato il ruolo di CeCe Jones in Shake It Up, è stata interrogata da un membro del pubblico sulla transizione tra l’essere strettamente controllata dalla Disney e quanto ora possa esprimersi liberamente.

La Thorne ha dichiarato:

“La transizione, è decisamente dura. È come qualsiasi altra cosa nella mia vita. Se leggerai il libro penserai, ‘Haha la transizione da Disney a tutto questo è stata f ****** facile.’ Non lo so. Essere molestata da quando avevo sei anni a quando ne avevo quattordici sembra molto più difficile. Sei abusata fisicamente tutto il tempo. Sembra una situazione molto più difficile di quella di avere i paparazzi che ti seguono da quando avevi dodici anni. Um, non lo so. Mi stavanano ancora molestando quando i paparazzi mi presero di mira. Quindi mi è piuttosto difficile pensare a quei grandi obiettivi fotografici, e a tutti coloro che pensano di conoscermi, ma non hanno idea del tipo di maltrattamento a cui ero sottoposta in quel momento. Che tutti intorno a me vedessero e non facessero nulla. Quindi, dimmi tu cosa ritieni essere difficile. Perche ‘ per me, e` stato molto piu’ difficile sopportare quello che ogni altra cosa di cui mi occupo quotidianamente. “

 

In precedenza a Thorne è stato chiesto quale fosse la cosa più oscura inclusa nel libro. A cui ha risposto: “Le molestie sono piuttosto oscure”. La donna continua parlando della morte di suo padre.

Bella Throne non solo ha affermato di essere stata abusata sessualmente in giovane età mentre lavorava per la Disney. Ma afferma anche nella sua dichiarazione che la gente sapeva cosa stava succedendo e che non ha fatto nulla per fermare l’abuso.

La Thorne avrebbe anche discusso del suo tempo alla Disney in un’intervista con BuzzFeed News.

“Venendo dall’essere un’attrice bambina … Disney ha il suo modello perfetto e specifico di protagonista, tuttavia non sono mai stata quel tipo di ragazza … Ero sempre la piccola sfigata. Costringendomi ad agire come volevano loro mi ha reso la vita difficile … Sto solo cercando di arrivare alla normalità, qualunque sia la mia normalità, perché questa persona che amate così tanto non sono letteralmente io. Non so chi sia e non voglio esserla.

Per quanto riguarda Disney, la società ha avuto una storia travagliata quando si tratta del trattamento dei suoi giovani attori. Lo scorso dicembre la compagnia ha licenziato l’attore “Andi Mack” Stoney Westmoreland dopo essere stato arrestato e accusato di aver fatto sesso con un ragazzo di 13 anni.

Proprio di recente un ex dirigente della Disney, Michael Laney, è stato condannato a quasi 7 anni di prigione per aver abusato sessualmente di una bambina di 7 anni.

Bella Throne non è l’unica ex star della Disney a fare coming out sul suo abuso. Jordan Pruitt ha descritto le sue esperienze su Facebook lo scorso dicembre. Ha precisato che era stata controllata da una figura maschile senza nome.

L’industria dell’intrattenimento è ancora piena di problemi legati alla protezione e alla cura dei bambini. Corey Feldman è stato uno dei primi a rivelare l’ampiezza dell’abuso di bambini a Hollywood quando ha scoperto il suo stesso abuso come attore bambino negli anni ’80 e ’90. Elijah Wood ha anche commentato il problema dei pedofili di Hollywood affermando: “Voglio essere chiaro: questo argomento è un argomento importante che dovrebbe essere discusso e adeguatamente studiato”, ha aggiunto, “Ma come ho chiarito in modo scritto, non ho esperienza diretta o osservazione dell’argomento, quindi non posso parlare con nessuna autorità al di là degli articoli che ho letto e dei film che ho visto. ”

Fonte

La polizia italiana scopre un network elitario dove si faceva il lavaggio del cervello ai bambini

La polizia italiana ha scoperto una rete elitaria che includeva un sindaco, rinomati psicoterapeuti, avvocati e assistenti sociali. Il gruppo ha fatto il lavaggio del cervello ai bambini usando tecniche come l’elettroshock vendendoli a persone benestanti.

La polizia italiana ha arrestato 18 persone che facevano il lavaggio del cervello ai bambini facendo loro pensare che i loro genitori li avessero abusati per venderli a “genitori adottivi” (abusatori). La rete comprendeva il sindaco di Bibbiano, i medici, gli psicoterapeuti e gli assistenti sociali. Secondo i media italiani, le transazioni che coinvolgono bambini ammontavano a centinaia di migliaia di euro. Inoltre, è stato scoperto che alcuni genitori adottivi abusavano sessualmente dei bambini che compravano.

La rete utilizzava tecniche orribili per il lavaggio del cervello dei bambini, tutte utilizzate nella programmazione Monarch.

“Per fare il lavaggio del cervello ai bambini, gli accusati modificavano i disegni dei fanciulli aggiungendo connotazioni sessuali e usando la terapia dell’elettroshock come una “piccola macchina della memoria” per creare falsi ricordi di abuso, mentre i terapeuti sono accusati di travestirsi dai personaggi cattivi delle fabie per bambini” cattivi “. ”
France24, l’Italia arresta 18 per preseunto  lavaggio del cervello e vendita di bambini

Dopo aver venduto i bambini, la rete archiviava i regali e le lettere inviate ai bambini dai loro genitori biologici in un magazzino scoperto dalla polizia.

Con il nome in codice “Angeli e Demoni”, l’indagine è iniziata nel 2018 e ha rivelato che la rete operava con il pretesto di aiutare i bambini in situazioni difficili mettendoli in famiglie affidatarie. Tuttavia, lo schema era essenzialmente un fronte per il traffico di bambini. Un articolo sul giornale Corriere della Sera spiega come venisse usata ogni scusa per rimuovere i bambini dalle loro famiglie in modo da giustificare il loro rapimento e lavaggio del cervello:

“Li hanno rimossi dalle loro famiglie usando un provvedimento di emergenza, supportato da segni di sofferenza ma quasi mai da abusi reali. Qualsiasi disagio espresso dai minori era sufficiente ad allontanarli dai loro genitori. Era sufficiente un pretesto, un semplice sospetto, come i gemiti di un bambino mentre era in bagno, avrebbe portato l’assistente sociale ad accusare i genitori di abusi sessuali “.

La polizia ha rifiutato di dire quanti bambini sono stati coinvolti, o di quale età.

SISTEMA ELITARIO

Il municipio di Bibbiano e il sindaco Andrea Carletti.

L’epicentro della rete era la struttura pubblica della città di Bibbiano. Infatti, veniva gestito da Cura di Bibbiano – il servizio regionale che dovrebbe effettivamente aiutare i bambini abusati. Tra gli ideatori ci sono Claudio Foti e sua moglie Nadia Bolognini – psicoterapeuti “rinomati” che sono anche i fondatori dell’organizzazione no profit Hansel e Gretel. Altri sospettati includono Fausto Nicolini, un avvocato e direttore generale dell’Ospedale di Reggio,

Il sindaco di Bibbiano Andrea Carletti è accusato di aver coperto i crimini dei vari assistenti sociali e impiegati cittadini coinvolti negli schemi.

Mentre la sfera politica italiana afferma che la rete era il prodotto di “elementi canaglia” all’interno del sistema, è, in realtà, solo la punta di un iceberg estremamente disgustoso.

Fonte

Nxivm: Un testimone fa i nomi di vip e politici al poligrafo

Il testimone ha fatto nomi importanti al poligrafo i cui risultati sono stati pubblicati giovedi mattina presto.

Steven D. Hamre, Esaminatore certificato del poligrafo, ha firmato il test. Ben Skemkus, ha fatto alcuni grossi nomi sui partecipanti ad uno degli incontri NXIVM del 2007.

Fonte

Miley Cyrus schiava del controllo mentale in Black Mirror – Non e` finzione

Nell’episodio Black Mirror “Rachel, Jack e Ashley Too”, Miley Cyrus interpreta il ruolo di una pop star sotto controllo mentale con un altrego, che è strettamente controllato e medicato da spietati gestori. Niente di tutto questo è “fantascienza”

Dal 2011, la serie Netflix Black Mirror e` stata seguita da milioni di telespettatori. Mentre la serie è considerata “fantascienza”, i suoi episodi si basano comunque su tendenze e prodotti reali che fanno già parte della società di oggi. Il segreto di Black Mirror: dimostrare chiaramente come siamo ad un passo da un incubo orwelliano.

La quinta stagione della serie e` leggermente diversa: include un episodio un po ‘ insolito, adottando un tono un po’ diverso ed essendo caratterizzato da una star un po ‘ inattesa: Miley Cyrus.

Nell’episodio intitolato Rachel, Jack e Ashley Too, Miley interpreta il ruolo di Ashley O, una pop star estremamente popolare tra i giovani. Scopriamo tuttavia che Ashley O è in realtà una schiava del controllo mentale con un alteregi che è strettamente controllato da una squadra di spietati manipolatori che la tengono sotto farmaci costantemente. Se hai letto altri articoli su questo sito, sai che niente di questo è finzione. Diverse pop star in realtà vivono in questo modo. Compresa Miley Cyrus che è stata una pedina del settore dell’intrattenimento fin da un’età molto giovane.

Da un’attrice bambina della serie Disney Hannah Montana, Miley si è trasformata in una pop star ipersessualizzata quando ha iniziato la sua carriera da solista. Ci sono diversi articoli su NV che spiegano esattamente come Miley è stata utilizzata dall’industria per spingere l’agenda. Il fatto che interpreti questo ruolo in un episodio di Black Mirror è … raccapricciante. Soprattutto se si considerano alcuni eventi nel passato di Miley.

Sebbene Black Mirror descriva una versione del controllo mentale igienizzata e romantica, ci sono diversi elementi di base. Ecco uno sguardo all’episodio.

POP STAR SOTTO CONTROLLO MENTALE

Ashley O nel suo video musicale Head Like a Hole. Il titolo della canzone e` simbolico.

All’inizio dell’episodio, Ashley O viene presentata come una pop star con un “empowerment vibe” che parla costantemente dell’importanza di controllare il proprio destino. Ironia della sorte, non diversamente dalla maggior parte delle pop star, non è “libera” e non ha assolutamente alcun controllo sul proprio destino.

In effetti, tutta la sua vita e la sua carriera sono controllate da sua zia Catherine, che in realtà è il suo gestore MK. Mentre lei si comporta come una figura materna calda e premurosa, Catherine fa sempre in modo che Ashley sia obbediente e produttiva attraverso pesanti interventi farmacologici.

Durante un’intervista, Catherine istruisce Ashley su cosa dire.

Mentre, di fronte alla telecamera, Ashley è divertente e sorride, ci rendiamo subito conto che è fondamentalmente una prigioniera in casa sua e della sua personalità da pop star.

Mentre è nella sua stanza, Ashley scrive segretamente canzoni oscure sulla sua situazione.

Quando Catherine sente Ashley cantare “Animal in a cage” (un modo appropriato di descrivere uno schiavo MK), le chiede se sta prendendo le sue medicine.

Negli articoli precedenti, abbiamo visto come le pop star controllate a volte tentassero di uscire dalla loro programmazionn per scrivere canzoni oneste che descrivono ciò che stanno attraversando. Ad esempio, la canzone di Kesha Dancing With the Devil, che è stata scritta mentre era sotto il controllo del produttore Dr. Luke, parla di come lei “abbia venduto la sua anima” e che “non si può tornare indietro”. Inspiegabilmente, la canzone non è mai stata pubblicata.

In un incontro con il “dottore” di Ashley, Catherine si preoccupa che sua nipote scriva “canzoni che nessuno comprera`”. La conclusione: le sue medicine devono essere cambiate.

Mentre segretamente riprende Ashley, Catherine scopre che non stava prendendo le sue medicine.

Dopo aver scoperto che Ashley voleva più controllo sulla sua vita e carriera, Catherine fa quello che qualsiasi zia premurosa farebbe: la droga abbastanza da metterla in coma.

Mentre Ashley è stata appositamente drogata dal suo gesotre, le notizie riportano che è stata ricoverata in ospedale a causa di una “reazione allergica ai molluschi”.

Una situazione simile è effettivamente accaduta a Miley Cyrus nel 2014

Uno screenshot di un vero notiziario del 2014 in cui Miley Cyrus veniva ricoverata in ospedale a causa di una “reazione allergica”. Miley in realtà ha pubblicato un’immagine sui social media di lei che stava facendo il segno dell’occhio che tutto vede, mentre era in ospedale. Un modo simbolico per dire: “Sono qui perché sono una pedina del settore”.

Ancora più strano: Miley ha filmato un video musicale inquietante MENTRE era ricoverata in ospedale.

Uno screenshot dal video Blonde SuperFreak Steals the Magic Brain raffigurante Miley Cyrus drogata con un sacco di pillole. Le viene anche rubato il cervello da una “superfreak” – una metafora per il controllo mentale. 

Black Mirror sta insinuando che la “reazione allergica” del 2014 di Miley era, in effetti, qualcos’altro?

Le scene sopra ricordano anche la situazione della vita reale di Britney Spears. Come spiegato nel mio articolo sul movimento Free Britney, Britney è stata detenuta con la forza in un centro di salute mentale dopo essersi rifiutata di prendere le sue medicine. La storia fu coperta per la prima volta dai suoi conduttori che sostenevano che stava “prendendosi una pausa a causa della cattiva salute del padre”.

Anche se ospedalizzata, Ashley O è sotto stretto controllo.

Mentre è in ospedale, il personale di “sicurezza” di Ashley impedisce ai medici di controllarla.

Tornata a casa, Ashley viene tenuta in uno stato vegetativo mentre le canzoni vengono “estratte” dai suoi sogni.

Mentre Ashley è in coma, sua zia lancia Ashley Eternal, una versione olografica del cantante, completa di una voce completamente sintetizzata.

Catherine rivela Ashley Eternal.

Anche questa scena non è fantascienza. In realtà e` successa gia` anni fa.

Nel 2014, una versione olografica di Michael Jackson si è esibita ai Billboard Awards. Non sorprendentemente, la performance è stata intrisa di agenda dell’élite occulta.

Fortunatamente per Ashley O, esce dal suo coma ed e` stata in grado di liberarsi dal controllo dei suoi handler. Alcuni critici non hanno approvato il “lieto fine” di questo episodio perché non si adattava alla visione solitamente desolante della serie Black Mirror.

Ma il finale e` stato veramente “felice”?

IL FINALE

Quando Ashley uscì dal suo coma indotto dalla droga, l’episodio si e` trasformato rapidamente in un episodio di Hannah Montana, con Miley Cyrus che scherzava con una versione robotica di se stessa. VIene poi coinvolta in un ridicolo inseguimento da parte della polizia che termina magicamente proprio davanti a Catherine, che stava ancora presentando Ashley Eternal a una folla di persone.

Nel finale surreale dell’episodio, Ashley (che è ancora in camice) esce dall’auto e mostra il dito medio a sua zia (che è ancora sul palco).

Quindi, Catherine si volta direttamente alla telecamera e dice “Oh, Fuck it”.

Cosa significa questo? Di solito, quando un personaggio rompe il quarto muro, significa che trasmette un messaggio specifico.

Durante i titoli di coda, vediamo che la carriera di Ashley ha preso una nuova direzione.

Ashley ha un nuovo look e sound grunge.

A giudicare dalla scena sopra, Ashley sembra finalmente suonare la musica che ama. Per molti, questo è un “lieto fine” che rompe con la tradizione del Black Mirror.

Tuttavia, ci sono alcuni dettagli che devono essere indicati. Innanzitutto, la canzone che esegue è una cover di Head Like a Hole dei Nine Inch Nails’. Anche il suo singolo di successo ascoltato all’inizio dell’episodio era Head Like a Hole. L’unica differenza: questa nuova versione è pop-rock anziché electro-pop. La sua vita ha effettivamente preso una nuova direzione? O è stata semplicemente manipolata?

I fan della “vecchia” Ashley O lasciano il concerto. Immagino che non si relazionassero con la sua “nuova musica”. Sopra di loro, notiamo che Ashley O ha mantenuto il suo nome. Ha solo aggiunto una parolaccia nel mezzo. Così cool…

Considerando questi fatti, uno si può chiedere: Catherine ha detto “F * ck it” perché ha deciso di lasciare andare Ashley? O ha detto “F * ck it”, la trasformero` in un nuovo personaggio (pur mantenendo il controllo su di lei)?

Andando oltre, considerando il finale stravagante dell’episodio, ci si può chiedere: Ashley O ha davvero sognato tutto questo? È ancora in coma?

CONCLUDENDO

Mentre è considerato “fantascienza”, Black Mirror ha conquistato un pubblico accanito grazie al suo fattore “wow, questo potrebbe veramente accadere”. L’episodio Rachel, Jack e Ashley Too non fa eccezione. Come visto sopra, l’episodio rappresenta Miley Cyrus – una vera pop star sotto controllato mentale – come una … pop star sotto controllo mentale. Mentre il vero controllo mentale basato sul trauma è ampiamente diverso da quello che è rappresentato in Black Mirror, il concetto di base di uno schiavo pop star è lì, portando effettivamente questa “teoria della cospirazione” alle masse.

Detto questo, Black Mirror sta tentando di esporre la verità alle masse o la sta normalizzando attraverso la programmazione predittiva? Lo stesso può essere chiesto riguardo all’intera serie: sta avvisando gli spettatori dei pericoli della tecnologia o li sta preparando a ciò che verrà?

Una cosa è certa, tutto cio` che e` prodotto da Netflix è perfettamente in linea con l’agenda delle élite. In questo episodio, hanno usato la loro pedina preferita per mettere in scena la propria schiavitu` per mero intrattenimento.

Fonte

 

Nxivm – Keith Raniere: “Alcuni bambini sono felici di fare sesso con gli adulti”

Keith Raniere insegnava ai piu` importanti discepoli di NXIVM che alcuni bambini piccoli sono “perfettamente felici” nell’avere esperienze sessuali con adulti e che è “la società” che lo considera un abuso, secondo un video mostrato venerdì al processo.

Raniere, 58 anni, sostenva anche “precetti” che affermano che molte donne sentivano “una inaspettata esperienza di libertà durante lo stupro”.

L’uomo noto come “Vanguard” affermava con sicurezza che gli standard che definiscono l’abuso – e l’abuso sessuale dei bambini – variano molto a seconda di dove e quando si vive. Esistono diverse eta` del consenso, a New York e` 17 anni.

“In alcuni stati, è 17 anni, in altre parti del mondo e` 12”, ha detto Raniere con la barba lunga, vestito con una giacca nera, ad un gruppo di accoliti inclusa l’attrice Allison Mack, un membro di spicco del suo club segreto “padrone / schiavo” all’interno di NXIVM.

“Quello che e` considerato abuso in un posto non lo e` in un altro. E di che cosa si tratta veramente?” Chiedeva Ranière. “E` da considerarsi persona un individuo adulto o anche un bambino? Coloro che consideriamo persone adulte hanno forse un certo tipo di cognizione, o moralità particolari per fare una tale scelta?”

Le osservazioni di Raniere, eseguite durante la testimonianza dell’agente dell’FBI Michael Weginer, rappresentano l’ultima prova che i pubblici ministeri hanno presentato durante il processo al co-fondatore di NXIVM nel tribunale distrettuale degli Stati Uniti a Brooklyn.

I commenti della difesa sulla pedofilia e sullo stupro potrebbero costituire un potente punto esclamativo in un caso in cui i pubblici ministeri hanno dipinto Raniere come un narcisista e un predatore sessuale.

Durante lo scambio di video-chat, Ranière ha proclamato che molte persone che “urlano all’abuso” non capiscono di cosa stanno parlando. Ha suggerito che solo perché le norme classificano qualcosa come abuso non significa che sia un abuso.

“Abusano dell’abuso”, ha detto.

Ranière ha parlato autorevolmente sul tema dell’abuso sessuale.

“Spesso quando consigli persone che erano, per esempio, figli di ciò che chiamiamo abuso … alcuni bambini piccoli sono perfettamente contenti”, ha detto Raniere, “finché non scoprono cosa è successo più tardi nella vita e poi c’e` la società che abusa di loro ben piu` che i genitori perché nelle società del passato, come a Roma o in qualsiasi altro luogo, gli standard erano estremamente diversi, ma noi non siamo a Roma e dovremmo saperlo. ”

Procuratori e testimoni affermano che il guru dell’auto-aiuto ha avuto una relazione sessuale con una ragazza messicana di 15 anni e ha conservato immagini pornografiche di lei in una casa a schiera su Hale Drive.

Durante il controinterrogatorio, Marc Agnifilo, procuratore di Raniere, ha osservato nel suo interrogatorio che i commenti sullo stupro e l’abuso sessuale erano una parte minuscola del curriculum generale di NXIVM.

Il venerdì precedente, il giudice Nicholas Garaufis ha programmato gli argomenti di chiusura per lunedì, che segneranno l’inizio della settima settimana del processo.

L’assistente procuratore statunitense Moira Penza ha anche mostrato un video del presidente della NXIVM, Nancy Salzman, durante un incontro presso l’ex ristorante Apropos su Halfmoon. Nel video, Salzman ha ripetuto ciò che Ranière aveva precedentemente affermato. Salzman ha fatto le osservazioni durante un incontro di Jity, un gruppo di donne all’interno di NXIVM.

Salzman, che si è dichiarata colpevole a marzo di reati federali connessi alle indagini federali di NXIVM, ha suggerito che la colpa nei casi di abusi sessuali su minori dovrebbe, in alcuni casi, dovrebbe essere qualcosa su cui gli studenti NXIVM “dovrebbero riflettere”

Penza ha mostrato un documento di NXIVM descritto come “The Human Experience”.
“Se qualcuno viene da un paese in cui gli adulti stimolano per via orale i bambini e scoprono che, secondo la cultura americana, sono stati abusati.” Di chi e` l’abuso? ” ci si chiedeva nel documento.

“L’aggressore è la nostra cultura, la nostra società”, la risposta.

Raniere è accusato di racket, traffico sessuale, lavoro forzato e cospirazione. Le accuse di racket includono atti di possesso di pornografia infantile, sfruttamento sessuale di un bambino, estorsione, furto d’identità e frode.

Oltre al video, Penza ha mostrato ai giurati una copia della biografia di Raniere dal sito web di NXIVM ormai chiuso. Descriveva Ranière come uno studente prodigio e specialista di tre materie al Rensselaer Polytechnic Institute di Troy.

Il pubblico ministero ha poi mostrato copie dei voti di Raniere che mostravano una media di 2,26 punti (uno studente da C) che ha fallito il test in fisiologia generale, meccanica quantistica e fisica teorica, è stato messo in libertà vigilata e ha affrontato il licenziamento accademico nel 1988.

Fonte

Nxivm: Jay ka “seduttrice” di Raniere

Una donna di Los Angeles che apparteneva al gruppo segreto “maestro / schiavo” di Keith Raniere ha testimoniato Martedì dicendo di aver accuratamente progettato la fuga dal “culto” dopo essere stata inorridito da un ordine di sedurre e fare sesso con il leader spirituale di NXIVM.

La donna di 29 anni, identificata in tribunale come “Jay”, ha detto che come sopravvissuta agli abusi sessuali durante l’infanzia è stata sconvolta quando l’attrice Allison Mack e India Oxenberg le hanno dato il “compito” di sedurre Raniere.

Ha detto che la Mack, ex star dello show televisivo “Smallville”, e la Oxenberg, figlia dell’ex attrice di “Dynasty” Catherine Oxenberg, erano i suoi rispettivi “gran maestro” e “maestro” nel gruppo oscuro noto come The Vow o Dominus Ossequious Sororium (DOS), che è il latino per “Signore / Maestro delle obbediente femmine accompagnatrici”.

Jay, il quarto membro del DOS a testimoniare contro Raniere, è stato coinvolto inizialmente con NXIVM nell’estate 2016 attraverso un amico; è entrata a far parte di DOS in novembre. Ha detto di essere rimasta indignata quando Mack le ha detto nella primavera del 2017 che sedurre Raniere l’avrebbe aiutata a superare tutto il suo trauma passato.

“Era fondamentalmente il mio peggior incubo che prendeva vita”, ha testimoniato Jay. “La cosa peggiore è che era una setta e qualcuno avrebbe dormito con me – ed è quello che è stato.”

Jay, una modella e attrice, ha dichiarato di non essere mai stata attratta sessualmente da Raniere e non sarebbe entrata a far parte del DOS se avesse saputo che un uomo gestiva quello che pensava fosse un gruppo per l’empowerment delle donne. La testimone ha detto che si è trasferita da Los Angeles perché Raniere l’ha convinta che l’avrebbe aiutata a fondare un’azienda di t-shirt. Non è mai decollata.

Sotto interrogatorio da parte dell’assistente avvocato americano Mark Lesko, Jay ha descritto la Mack come emotivamente abusiva e vendicativa. Quando ha detto ala Mack che non voleva fare sesso con Raniere perché amava ancora il suo ex ragazzo. Mack ricordò a Jay che in un precedente incarico per DOS, aveva fatto voto di celibato. Mack le disse: “Cos’è una persona? … Ti do il permesso di godertelo”, ha testimoniato Jay.

“Scusa il mio francese, ma avevo bisogno di andare fuori dai c…ì”, ha testimoniato. “Ho deciso prima di tutto che dovevo uscire da Albany.”

La testimonianza di Jay arrivò quando il processo a Raniere, noto come “Vanguard”, continua nella sesta settimana nel Tribunale distrettuale degli Stati Uniti a Brooklyn. L’ex residente di Halfmoon, 58 anni, è accusato di racket, traffico sessuale, lavoro forzato e cospirazione.

Ranière, con indosso un maglione blu su una camicia elegante, ha scarabocchiato appunti e li ha consegnati ai suoi avvocati, come ha testimoniato Jay martedì. Altre volte, sembrava fisso su ogni parola che lei diceva.

Jay ha detto che era tenuta a partecipare a regolari partite di pallavolo tenute in una struttura sportiva a Halfmoon. Ha detto che la Mack una volta l’ha punita per aver perso una partita perché era malata – Mack l’ha definito “maleducato e irrispettoso”. Durante le pause dei giochi, Jay ha testimoniato, i membri femminili e maschili di NXIVM si mettevano in fila per baciare Raniere sulle labbra riempiendolo di regali come il cioccolato.

Ha testimoniato che alle donne nel DOS veniva ordinato di aderire a diete da 500 calorie al giorno, che ad alcune donne ha provocato l’interruzione dei loro cicli mestruali e causato la caduta dei capelli. Come punizione per una presunta violazione, doveva chiedere il permesso per mangiare. Jay ha detto che le è stato anche detto di non depilare i suoi peli pubici – una preferenza di Ranière sostenuta da diversi testimoni precedenti. Ha detto che le è stato detto che la ceretta brasiliana era “propaganda dell’industria del porno e … violenza contro le donne”.

Jay, come altri membri del DOS, ha dichiarato che era tenuta a prendere parte a esercitazioni di “preparazione”. In qualsiasi momento della giornata, ha spiegato, riceveva un messaggio di testo crittografato che le chiedeva di rispondere entro 60 secondi al suo “padrone”. Se non avesse risposto in quel momento, lei e altri “schiavi” sarebbero stati puniti.

E Jay ha testimoniato che a lei e ad un altro schiavo DOS è stato chiesto di compilare un questionario che chiedeva loro dettagli sui loro interessi sessuali.

Dopo aver preso la decisione di rompere con NXIVM, Jay pianificò la sua fuga in silenzio. Ha inviato note d’amore a Raniere e si è comportata come se avesse seguito l’incarico per sedurlo. Ha detto che Oxenberg le ha detto che avere un incarico simile con Raniere era “sorprendente”.

Jay non aveva intenzione di avere un incontro sessuale con Raniere. Ha detto che come tutti i membri del DOS, doveva dare “garanzie” al suo padrone sotto forma di foto imbarazzanti o sessuali. Disse che in seguito reclutò la sua “schiava”, una donna di nome Val, che le diede una garanzia che falsamente faceva sembrare che stesse sniffando cocaina in video – e che sua sorella fosse un terrorista.

Jay ha detto di aver fatto screenshot di informazioni sulle garanzie che sono state mantenute online su Dropbox.

“L’ho fatto per proteggermi come assicurazione”, ha detto, “per avere una leva se provavano a ricattare (Val).”

Jay ha detto che voleva uscire da DOS, ma aveva lasciato la sua auto a San Diego, dove la Mack aveva un appartamento. Ha detto che lei e Oxenberg erano in città per vedere uno spettacolo interpretato dalla Mack. Sulla via del ritorno all’appartamento di Mack, Jay ha detto di aver chiesto a Oxenberg: “Se voglio lasciare (DOS), non accadrà nulla alla mia garanzia, giusto? ”

Ha detto che Oxenberg le ha ricordato di aver preso un impegno per tutta la vita nel gruppo.

“Mi stai minacciando? Mi sento come se fossi stato minacciato in questo momento”, ha detto Jay rispondendo alla Oxenberg.

In seguito disse alla Mack che era “davvero scioccata” dal compito di sedurre Ranière. Disse alla Mack che aveva informazioni su Google su di lui ed era preoccupata.

Ha detto che la Mack ha iniziato a piangere e le ha chiesto: “Stai dicendo che ero complice di un molestatore di bambini?” – un possibile riferimento alla serie del 2012 Times Union “Secrets of NXIVM”, che includeva le accuse secondo cui Ranière aveva rapporti sessuali con donne minorenni.

“Sì, è quello che pensavo,” rispose Jay.

Ha detto che la Mack le ha detto che l’aveva “delusa” e ha cercato di convincerla a rimanere. Ha detto che in seguito avrebbe detto alla Mack di “fare marcia indietro”.

Jay ha detto di aver invocato un’espressione NXIVM, dicendo alla Mack che se voleva sentirsi come se avesse fallito, era “autorizzata” a sentirsi in quel modo. Non hanno mai parlato di nuovo, ha detto.

Ad aprile la Mack si è dichiarata colpevole di cospirazione per racket. Altri quattro membri di NXIVM si sono dichiarati colpevoli nel caso, lasciando Ranière ad affrontare il processo da solo.

Jay ha detto che in seguito ha convinto il suo “schiavo” e un’altra donna del gruppo a lasciare il DOS. Erano stati tutti convocati per volare ad Albany per una cerimonia presumibilmente importante a HalfMoon. Mentre lei e il suo “schiavo” facevano un’escursione in California, la madre della Oxenberg continuava a chiamarla, avvertendola di non salire sull’aereo per Albany. L’anziana Oxenberg ha detto che una attività illegale e pericolosa si stava svolgendo all’interno dell’NXIVM.

“L’ho preso come un segno di Dio”, disse Jay.

Jay disse che in seguito apprese che altri membri del DOS venivano marchiati con le iniziali di Raniere. Jay disse che non era mai stata marchiata con quello che le era stato proposto come un “piccolo tatuaggio” che simboleggiava gli elementi della natura. In seguito apprese che il processo, che prevedeva l’applicazione di uno strumento di cauterizzazione, era estremamente doloroso.

India Oxenberg ha lasciato NXIVM dopo l’arresto di Raniere nel marzo 2018 in Messico.

Ha detto che l’ex primo membro dell’NXIVM Mark Vicente – uno dei primi testimoni dell’accusa – e la moglie di Vicente, Bonnie Piesse, l’hanno aiutata assieme ad altre donne a lasciare NXIVM. Ha detto che in seguito ha ricevuto una lettera minatoria da un avvocato in Messico che l’ha costretta a smettere di disturbare le operazioni di NXIVM in Messico.

“Hai avuto qualche connessione con NXIVM Messico?” Lesko chiese a Jay.

“No”, rispose lei.

“Sai perché hai ricevuto la lettera?”

“Una tattica intimidatoria”, ha detto.

Nel controinterrogatorio, l’avvocato di Raniere Marc Agnifilo ha chiesto a Jay del suo matrimonio fittizio con un amico per permettergli di rimanere nel paese. Ha detto che divorziarono un anno dopo.

Più tardi martedì, un investigatore criminale dell’IRS in pensione specializzato in casi di riciclaggio di denaro ha testimoniato che la carta di credito e il conto in banca della fidanzata di Raniere e della collega NXIVM Pamela Cafritz sono stati incriminati per più di $ 328.000 dopo che Cafritz era morto di cancro, compresi $ 15.000 addebitati il ​​7 novembre , 2016 – il giorno in cui è morta.

Fonte

NXVIM: I dettagli piu` inquietanti

NXIVM, un’organizzazione che ha fatto il lavaggio del cervello e ricattato molte donne trasformandolei n “schiave del sesso”, si è sgretolata nell’ultimo anno.

Nel marzo 2018, il suo fondatore, Keith Raniere, è stato arrestato e accusato di traffico sessuale per il suo ruolo nel gruppo, che ha poi scatenato un effetto domino: nei mesi successivi, i procuratori federali avrebbero continuato ad accusare sempre più persone per il loro presunto coinvolgimento, alcuni dei quali hanno iniziato a dichiararsi colpevoli. L’immagine dipinta da NXIVM nei resoconti dei media è perturbante, a dir poco: la presunta “organizzazione di auto-aiuto” era  in realta` un fronte per un culto sessuale in cui le piu` alte adepte venivano marchiate con le iniziali di Raniere instaurando un rapporto di “padrone-schiava”.

Negli ultimi mesi sono emersi alcuni dettagli veramente aberranti riguardo al caso: dalla schiavitù alla pornografia infantile. Le cinque donne che erano co-imputate di Raniere si sono dichiarate colpevoli di varie accuse nelle ultime settimane; come parte del loro patteggiamento, tutti possono essere chiamati a testimoniare contro di lui. Martedì 7 maggio è iniziato il tanto atteso processo di Raniere.

“Ha affermato di essere un leader, ma in realta` era un truffatore”, ha detto alla giuria l’avvocato Tanya Hajjar. “Ha affermato di essere un mentore, ma ha solo sfruttato a suo vantaggio questo titolo… NXIVM era un’organizzazione criminale e Keith Raniere era un boss del crimine”.

Ecco tutto ciò che sappiamo finora.

Secondo Keith Raniere, le donne erano controllate dal suo sperma.

In particolare, un ex membro ha detto a THR che Raniere credeva che le donne con cui aveva fatto sesso fossero tutte collegate tramite il suo sperma, e questo era un altro modo di controllare quelle nel suo harem. “Se una donna ha un problema, fa male a Keith, e se fa male a lui, ti fara` del male “, ha spiegato un ex membro. “Quindi se fai qualcosa che non gli piace, ottieni un esercito di donne, sorelle mogli, che ti inseguono. Sei di intralcio. Nessuno vuole socializzare con te a meno che non ti rimetta in riga”.

Keith Raniere avrebbe usato case dei membri come tane per le sue orge.

Nella testimonianza del grand jury ottenuta dal New York Post, ex membri hanno affermato che Ranière ha fatto sesso con “schiave del sesso” in case appartenenti a persone come la co-fondatrice Nancy Salzman e l’attrice Allison Mack.

Keith Raniere avrebbe voluto che un candidato politico emergesse dal DOS.

Secondo una testimonianza di Lauren Salzman, Raniere “immaginava che ci sarebbero stati migliaia o milioni di persone nel [DOS], potremmo essere in grado di avere un candidato, per ufficio politico. ”

Le punizioni NXIVM e DOS erano presumibilmente violente.

“Le punizioni includevano l’essere costretti a stare in pose dolorose, stare a piedi nudi nella neve, fare docce fredde e frustarsi a vicenda sul sedere ha detto la signora Salzman”, ha scritto il New York Times. “Una volta il signor Ranière ha chiamato per assicurarsi che le percorsse fossero inflitte in modo da provocare il massimo dolore.”

La co-fondatrice Nancy Salzman ha ammesso in tribunale di aver monitorato e spiato le donne all’interno di NXIVM.

Nancy Salzman, che è stata la prima persona coinvolta nel caso a dichiararsi colpevole della sua unica accusa di cospirazione per racket, ha confessato in lacrime in tribunale il 13 marzo che monitorava le schiave e rubava i nomi utente e le password delle “talpe” sospette all’interno gruppo per assicurarsi che non si facessero sfuggire dettagli sui meccanismi interni del gruppo. Ha anche ammesso di aver ordinato ad altri di “distruggere video” che documentavano gli “insegnamenti” di Raniere.

“Voglio che voi sappiate che mi sto dichiarando colpevole perché sono, di fatto, colpevole”, disse singhiozziandp. “Accetto che alcune delle cose che ho fatto non fossero solo sbagliate, ma a volte criminali”.

I pubblici ministeri credono che il fondatore Keith Raniere abbia fatto sesso con una ragazza di 15 anni, che in seguito sarebbe diventata la sua prima “schiava”.

In un tribunale di Brooklyn il 14 marzo, Raniere – che stava già affrontando le accuse per lavoro forzato, cospirazione per frode, traffico di esseri umani e traffico sessuale – è stato anche accusato di pornografia infantile. Secondo i pubblici ministeri, Raniere ha documentato se stesso mentre stava avendo un rapporto sessuale con una ragazza di 15 anni, che diventerà la sua prima “schiava”. Mentre queste accuse sono state rigettate all’inizio di aprile, il 7 maggio, i pubblici ministeri hanno annunciato che intendo mostrare foto esplicite della ragazza nel letto di Raniere durante il processo. I pubblici ministeri hanno anche accusato Raniere di aver avuto una relazione sessuale con almeno un’altra bambina e di possedere pornografia infantile tra il 2005 e il 2018.

E, secondo i documenti di tribunale, il New York Post riporta che diverse persone hanno testimoniato che Ranière aveva un covo nella casa di Salzman nello stato di New York, dove aveva fatto sesso con alcune delle sue “schiave” in una stanza stranamente organizzata. “Il letto era sollevato e sotto c’era una vasca idromassaggio”, ha testimoniato l’ex membro di NXIVM, Mark Vicente, secondo i documenti.

La figlia di Nancy Salzman Lauren ha ammesso di aver tenuto una  donna segregata come schiava.

Il 2 aprile, Lauren Salzman si è dichiarata colpevole di cospirazione per racket, rivelando di aver “consapevolmente e intenzionalmente ospitato” una donna senza nome in una stanza chiusa da marzo 2010 ad aprile 2012; quando la donna “non ha voluto svolgere il lavoro [richiesto]”, Salzman ha confessato di aver minacciato di deportarla in Messico. (Per i pubblici ministeri, una donna messicana di nome Daniela – la cui storia si allinea con quella della donna senza nome – testimoniera` durante il processo di Raniere. Le notizie non hanno confermato se le due donne sono effettivamente la stessa persona .)

Salzman ha anche ammesso di essere un membro del DOS, la sorellanza interna di NXIVM che i pubblici ministeri dicono essere un circolo sessuale. (Il gruppo avrebbe anche marchiato donne con le iniziali di Raniere.)

L’attrice Allison Mack “ha assunto la piena responsabilità” per il suo coinvolgimento in NXIVM, e in particolare in DOS.

Una persona di alto profilo coinvolta nel caso, l’attrice di Smallville Allison Mack, si è dichiarata colpevole l’8 aprile delle accuse di racket.

“Sono giunta alla conclusione che devo assumermi la piena responsabilità della mia condotta, ed è per questo che mi sto dichiarando colpevole oggi”, ha detto tra le lacrime. Ha continuato ad ammettere che era un membro del DOS, e ha detto che aveva tentato di reclutare altre donne nel gruppo. Ha anche detto che ha costretto le donne a darle libero accesso alle loro informazioni piu` imbarazzanti alle loro fotografie, il tutto per renderle ricattabili.

Sono molto dispiaciuta per chi ho ferito attraverso la mia errata adesione agli insegnamenti di Keith Raniere. “

L’ereditiera di Seagram, Clare Bronfman, ha ammesso di ospitare una persona priva di documenti e di aiutare Raniere a utilizzare la carta di credito di una donna deceduta.

Il 19 aprile, Claire Bronfman si è dichiarata colpevole di cospirazione per nascondere e ospitare uno straniero illegale per ottenere un guadagno finanziario, riporta il The Guardian. (Secondo i pubblici ministeri, Bronfman ha usato la sua immensa ricchezza per finanziare le attività di NXIVM).

“Sono veramente pentita”, ha detto in tribunale. “Ho cercato di fare del bene nel mondo e di aiutare le persone. Tuttavia, ho commesso degli errori “.

E` probabile che emergeranno nuovi dettagli dalle testimonianze delle cinque donne.

Le cose non sembrano così gravi per Raniere, che si sta dichiarando non colpevole. Secondo l’Albany Times-Union, Mack ed i Salzman hanno tutti firmato accordi di cooperazione con Raniere, il che significa che ci sono buone probabilità che vengano chiamati al banco per testimoniare contro di lui; e anche Kristen Keeffe, madre del figlio di Raniere, potrebbe testimoniare. Come Frank Parlato, un ex membro di NXIVM il cui tenace reportage indipendente sull’organizzazione ha aiutato a portare alla luce la sua presunta attività criminale, ha detto a Rolling Stone, la probabilità che la difesa di Raniere funzioni è “molto piccola”.

Fonte

Fonte

La vita segreta di Marylin Monroe, il prototipo di schiava del controllo mentale (Parte 2)

Nella seconda parte di questa serie divisa in due parti, vedremo la fine della carriera di Marilyn Monroe e le circostanze della sua morte – che sono le stesse circostante di una vittima del controllo mentale. 
Esamineremo anche la sua eredita` nel mondo del controllo mentale diventando un simbolo della programmazione Monarch.

La prima parte di questa serie di articoli ha descritto il lato poco conosciuto dell’ infanzia di Marilyn Monroe e le sue origini nel settore dello spettacolo. Mentre la Monroe proiettava l’immagine di una sex symbol glamour, in realtà la sua vita giorno per giorno era praticamente l’opposto. Era controllata, abusata, sfruttata e anche traumatizzata da vari “gestori”, vivendo in condizioni simili ad una prigione. 
La sua difficile situazione l’ha portata lentamente ad un crollo mentale totale e, quando ha apparentemente perso la sua utilità per coloro che la controllano, ha perso la vita in circostanze molto strane.

 L’eredità della Monroe vive ancora ai giorni nostri, e in qualche modo lei è oggi più attuale che mai nel mondo dello spettacolo … ma per le ragioni sbagliate. 
Ora, ci sono un gran numero di schiavi del “controllo mentale” a Hollywood e quelli dietro le quinte hanno reso Marilyn Monroe il simbolo piu` grande della Programmazione Beta. 
Ci sono diverse Marilyn Monroe a Hollywood attualmente tutte che proiettano un’immagine attraente pur essendo sottoposte allo stesso controllo e alle stesse difficoltà della Monroe. E tutte loro vengono associate alla Monroe una volta o l’altra nella loro carriera. È una coincidenza? Se hai guardato la raccolta di immagini “subliminal verses” nel mio gruppo facebook, probabilmente sai che l’uso dell’immagine della Monroe viene spesso ripetuto su un tipo specifico di celebrità … troppo spesso per essere semplicemente una coincidenza.

Diamo un’occhiata alla fine della carriera della Monroe, alle circostanze della sua morte e di come la sua immagine viene sfruttata dall’industria degli “Illuminati” di oggi.

MODELLO PRESIDENZIALE

Al culmine della sua carriera, Marilyn è rimasta coinvolta con la figura più potente del mondo: il Presidente degli Stati Uniti, John F. Kennedy. 
Mentre alcuni storici classificano la loro relazione come una “scappatella“, i ricercatori del controllo mentale Monarch pensano in realtà che ;a donna fosse una modella presidenziale – cioè il più alto “livello” di schiavi nella Programmazione Beta che sono utilizzati per “servire” i Presidenti.

Se fosse vero, l’esistenza di modelli presidenziali è un concetto piuttosto inquietante, che dimostra la potenza e l’importanza del controllo mentale Monarch nei circoli d’elite.

“Modelli presidenziali” sono stati / sono presumibilmente utilizzati da grandi “intrattenitori” e politici come giocattoli sessuali; burattini controllati mentalmente e programmati per compiere atti perversi agli ordini dei loro “gestori”.

Presumibilmente Marilyn Monroe fu la prima schiava del sesso “Monarch” che ha raggiunto lo status di “celebrità”. Per chi non conosce il termine “modello presidenziale”, io farò riferimento al controllo di Candy Jones da Donald Bain e Long John Nebel. Come dice la storia, Long John Nebel-una personalità radiofonica di New York degli anni ’50-’70-ha scoperto attraverso l’ipnosi, che la moglie, Candy Jones, è stata vittima di questo tipo di progetto di controllo mentale, uno dei tanti schiavi mentali dell’ MK-ULTRA, programmati da “psichiatri” della CIA e utilizzato da alti dignitari per soddisfare i loro capricci sessuali perversi o, tra gli altri compiti, essere usati come corrieri della droga e come corrieri di messaggi per questa vasta rete di mediatori di potere moralmente carenti. Molto è venuto alla luce in questo senso negli ultimi anni, per mezzo di accuse simili pubblicate su libri controversi e Internet, come Trance Formation In America di Mark Phillips e Kathy O’Brien, in cui la signora O’Brien riferisce suoi racconti preoccupanti di abusi del progetto MK-ULTRA e Monarch. 

– Adam Gorightly, “Una interpretazione di Eyes Wide Shut di Kubrick”

Secondo i ricercatori del controllo mentale, Marilyn è stata la prima modella presidenziale “di alto profilo”, una situazione che ha richiesto ad i suoi gestori di esercitare un controllo estremo su quello che diceva e faceva in pubblico.

“Hanno spogliato Marilyn di qualsiasi contatto con il mondo esterno per assicurare che il loro controllo mentale avrebbe funzionato. Avevano paura che qualcosa potesse andare storto con il primo schiavo presidenziale a cui è stato permesso di essere ben visibile al pubblico “
– Fritz Springmeier, la formula degli Illuminati per creare uno schiavo del controllo mentale

Marilyn cantando “Happy Birthday Mr. President” a JFK il 19 maggio 1962. In questo momento iconico della storia degli Stati Uniti, la Monroe canta per il presidente in una voce sensuale mentre indossa un abito attillato con niente sotto. 

Gli schiavi Monarch di “alto livello” sono spesso identificati con gemme e pietre per identificare il loro stato. I Modelli presidenziali sono identificati con diamanti.

“Per la “bona fides”e come segnali di riconoscimento, gli schiavi Monarch indossano diamanti per simboleggiare che sono modelli presidenziali. (…)
Gli smeraldi rappresentano la droga, i rubini rappresentano la prostituzione, i diamanti il lavoro del Modello Presidenziale “.
– Ibid.

Nel film “Gli uomini preferiscono le bionde”, la Monroe esegue notoriamente la canzone “Diamonds are a Girl’s Best Friend“. La canzone aveva un doppio significato?

Fatto rilevante: L’abito indossato dalla Monroe mentre cantava “Happy Birthday Mr. President” conteneva più di 2500 strass. Era un modo per identificarla come un modello presidenziale? Una cosa è certa, dietro i sorrisi ed i diamanti, le cose erano molto aspre per Marilyn durante quel periodo di tempo. Più informazioni sul suo passato nella prima parte.

IL LENTO ESAURIMENTO NERVOSO

Gli ultimi mesi di vita di Marilyn sono stati caratterizzati da un comportamento irregolare/eccentrico, strani aneddoti e diversi rapporti “intimi” con individui di grande potere.  
Mentre lei mostrava , sempre di più, segni di grave disagio mentale, ha anche avuto relazioni con diversi uomini (JFK, suo fratello Bobby Kennedy, Marlon Brando, ecc) e secondo una biografia Marilyn Monroe: My Little Secret di Tony Jerris, anche con alcune donne.
Come schiava Beta, è stata utilizzata anche sessualmente da persone del settore. Nel libro di DiMaggio Marilyn, Joe e me l’autore descrive come è stata costretta a “servire” uomini vecchi e che ha dovuto dissociarsi completamente dalla realtà (un aspetto importante della programmazione MK) per superare gli atti disgustosi a cui era sottoposta.
( Questri traumi servono proprio a creare questa dissociazione su cui poi lavorare )

“Marilyn non poteva permettersi di provare emozioni quando doveva dormire con rugosi vecchi per sopravvivere nel business. Doveva proteggere se stessa, disattivando le emozioni durante quei momenti – come se stesse recitando una parte al fine di rimuovere se stessa dall’orrore della situazione.  Ci sono stati momenti, mi ha detto, quando tornava a casa esausta dalle riprese e qualche potente vecchio bislacco le avrebbe telefonato e di come rabbrividiva. Dopo alcuni degli orrori si metteva nella doccia  per un’ora o più. Voleva lavare via la terribile esperienza che aveva dovuto sopportare “.
– June DiMaggio, Marilyn, Joe and Me

Negli ultimi mesi della sua vita, è stato molto difficile lavorare con Marilyn e il suo comportamento ha causato varie preoccupazioni agli osservatori. Durante le riprese del suo ultimo film completo, The Misfits, la Monroe ebbe “una grave malattia” che non è mai stata divulgata, ma, che secondo molti rapporti era collegata alla sfera psichica.

“La Monroe era spesso malata e non era in grado di lavorare nel mondo dello spettacolo, e lontana dall’influenza del dottor Greenson, aveva ripreso il suo consumo di pillole del sonno e alcol. Una visitatrice del set, Susan Strasberg, poi ha  descritto Monroe come “mortalmente ferita in qualche modo,” e nel mese di agosto, la Monroe è stata ricoverata a Los Angeles per dieci giorni. I giornali hanno riferito che si era trovata in punto di morte, anche se la natura della sua malattia non è stata comunicata. Louella Parsons scrisse nella sua colonna di giornale che la Monroe era “una ragazza molto malata, molto più malata di quanto in un primo momento si era creduto”, e ha rivelato che era in cura da uno psichiatra “.
– Wikipedia, “Marilyn Monroe”

Nel 1962, Marilyn ha iniziato le riprese di Something’s Got to Give, ma era così malata e inaffidabile che in definitiva è stata licenziata e citata in giudizio dallo studio 20th Century Fox per mezzo milione di dollari. Il produttore del film Henry Weinstein ha dichiarato che il comportamento di Marilyn durante le riprese era raccapricciante:

“Pochissime persone provano il Terrore. Abbiamo tutti esperienza dell’ ansia, infelicità, strazi, ma questo era puro terrore primordiale. “
– Anthony Summers, “Goddess

Weinstein ha osservato che Marilyn non aveva i normali “giorni brutti” o sbalzi d’umore che tutti abbiamo. 
Sentiva “terrore primordiale puro” – qualcosa che i prodotti del controllo mentale basati sul trauma spesso finiscono per vivere.

L’ULTIMA SEDUTA

Alla fine di giugno del 1962, Marilyn poso` da modella per un servizio fotografico con il fotografo Bert Stern per la rivista Vogue. 
Sei settimane dopo, è stata trovata morta. 
 C’è qualcosa di inquietante in quelle immagini in quanto mostrano un sensuale ma invecchiata Monroe, “ubriaca” e con occhi che hanno perso un po ‘della loro scintilla. Se sia stato intenzionale o no, questo photoshoot è simbolico per diversi motivi.

Nel libro di Stern The Last Sitting, il fotografo ha scelto di includere le immagini che sono state rifiutate da Marilyn, perché erano ritenute insoddisfacenti. Ora, sapendo che sarebbe stata “eliminata” qualche settimana più tardi, probabilmente perché è stata ritenuta insoddisfacente dai suoi gestori, c’è qualcosa di profetico in queste immagini?

Sapendo cosa le sarebbe successo qualche settimana dopo questa sparatoria, questo velo rosso sul suo viso e questi occhi chiusi possono simbolicamente rappresentare il sacrificio di Marilyn.

Il servizio fotografico ha avuto luogo presso il Bel Air Hotel e, come riferito, c’era un sacco di alcol nell’aria. Si dice anche che Marilyn e il fotografo siano diventati “intimi” durante la sessione

Questo servizio fotografico, scattato nel momento più difficile della sua vita – dopo un “aborto spontaneo”, un divorzio, un viaggio forzato in un reparto psichiatrico, e ogni tipo di abuso, sarà ricordato anche come il suo book fotografico più rivelatore ed intimo. Più la vita di Marilyn diventava  più difficile, più lei diventava sempre “più sessuale” – che è ciò che gli schiavi della programmazione Beta sono programmati per fare. Tuttavia, come altri schiavi MK, non e` vissuta molto a lungo.

LA SUA MORTE

Marilyn Monroe è stata trovata morta dal suo psichiatra Ralph Greenson nella sua camera da letto il 5 agosto 1962.Mentre la sua morte è stata classificata come “probabile suicidio” a causa di “acuto avvelenamento da barbiturici”, è ancora una delle più dibattute teorie della cospirazione di tutti i tempi. 

Ci sono infatti un gran numero di fatti che puntano verso l’omicidio, ma la verità sulla sua morte non è mai stata ufficialmente riconosciuta. Dal momento della morte di Marilyn, un gran numero di altre celebrità hanno perso la vita in circostanze simili. Per coloro che sono a conoscenza del lato oscuro del mondo dello spettacolo, il modus operandi dell’elite occulta è diventato abbastanza chiaro.
 
Nel caso di Marilyn, la prova è abbastanza sorprendente. Dono infatti state distrutte cosi` tante prove che è difficile non credere in una cover-up. Jack Clemmons, il primo ufficiale di polizia di Los Angeles che ha indagato la scena della morte, ha dichiarato nel verbale che lui crede che sia stata uccisa. Molti altri investigatori hanno detto la stessa cosa, ma nessuna accusa di omicidio è stata mai presentata.
 
Tre persone erano presenti nella casa di Marilyn, al momento della sua morte: la sua governante Eunice Murray, il suo psichiatra Dr. Ralph Greenson, e il suo internista dottor Hyman Engelberg. L’indagine intorno alla morte di Marilyn ha rivelato che il dottor Greenson ha chiamato la polizia più di un’ora dopo da quando il dottor Engelberg l’aveva pronunciata morta. 
Il comportamento dei tre presenti alla scena è stato descritto come “irregolare”. 

Qui ci sono le parti della linea temporale ufficiale degli eventi di quella notte fatale.

  • 7-7:15 pm: Joe DiMaggio Jr., figlio del giocatore di baseball Joe DiMaggio (e quindi ex figliastro della Monroe) le telefona per dirle di aver lasciato una ragazza di San Diego. DiMaggio Jr. ha detto ,quando e` stato intervistato, che la Monroe sembrava allegra e ottimista. In servizio con i marines in California, DiMaggio è stato in grado di risalire al’ora della chiamata perché stava guardando il settimo inning di Baltimore Orioles-Los Angeles Angels giocatosi a Baltimora. Il settimo inning ha avuto luogo tra le 10 e le 10:15 Eastern Daylight Time, quindi, la Monroe ha ricevuto la chiamata intorno 07:00 ora della California.

  • 7:30-07:45: Peter Lawford (il fratellastro del presidente Kennedy) telefona alla Monroe per invitarla a cena a casa sua, un invito che aveva rifiutato in precedenza quel giorno. Secondo Lawford, il discorso della Monroe era impastato e stava diventando sempre più indecifrabile. Dopo avergli detto addio la conversazione terminò bruscamente. Lawford provo` a chiamare di nuovo, ma il segnale dava occupato. I tabulati telefonici dimostrano che questa è l’ultima telefonata sulla linea principale della Monroe di quella notte.

  • 08:00: Lawford telefona ad Eunice Murray, che sta trascorrendo la notte in una guest house della Monroe, su una linea diversa chiedendo alla cameriera di andare a controllarla. Dopo pochi secondi, Murray torno` al telefono dicendo a Lawford che lei sta bene. Non convinto, Lawford cercherà per tutta la notte di entrare in contatto con la Monroe. Lawford telefona al  suo amico e avvocato Milton A. “Mickey” Rudin, ma gli consiglia di stare lontano dalla casa della Monroe per evitare qualsiasi imbarazzo pubblico che potrebbe derivare dalla Monroe eventualmente sotto sostanze stupefacenti.

  • 10:00: La governante Eunice Murray passa davanti alla porta della camera della Monroe dicendo di aver visto una luce accesa sotto la porta, ma di non voler  disturbare la Monroe.

  • 03:00: Eunice Murray chiama lo psichiatra personale di Marilyn, il dottor Greenson, sulla seconda linea telefonica, non riesce a svegliare la Monroe. E` sicura che c’è qualcosa che non và dopo avere sbirciato nella sua camera da letto dalla finestra sbarrata.

  • 03:40: Il dottor Greenson arriva e cerca di sfondare la porta, ma non ci riesce. Guarda attraverso le finestre fuori e vede la Monroe sdraiata sul letto mentre teneva il telefono e apparentemente morta. Rompe il vetro per aprire dalla porta chiusa a chiaveChiama il dottor Hyman Engelberg. Vi è una certa speculazione circa un’ambulanza che potrebbe essere stata chiamata a casa della Monroe, ma che poi e` stata rimandata indietro.

  • 04:30: La polizia viene chiamata e arriva poco dopo. I due medici e Murray discutono e indicano il tempo della morte all’incirca verso le 12:30.  La polizia nota che la camera è estremamente ordinata e il letto sembra avere lenzuola appena lavate. Sostengono che  Murray stesse lavando le lenzuola quando sono arrivati. La polizia nota che il comodino ha diverse bottigliette con pillole, ma la stanza non contiene alcun mezzo per mandare giu’ le pillole come un bicchiere o dell’acqua. Più tardi un bicchiere viene trovato sul pavimento accanto al letto, ma la polizia sostiene che non c’era quando la stanza è stata perquisita.

  • 05:40: Il becchino Guy Hockett arriva e prende atto che lo stato di rigor mortis indica che il momento della morte risale alle 9:30-23:30 L’ora viene in seguito modificata per soddisfare le dichiarazioni dei testimoni.

  • 06:00: Murray cambia la sua storia e ora dice che è andata a letto a mezzanotte e ha chiamato solo il dottor Greenson, quando si svegliò alle 03:00 e notò la luce ancora accesa. Anche i 2 medici cambiano le loro storie e ora pretendono che la Monroe morì intorno alle 03:50. La Polizia nota che la Murray appariva abbastanza evasiva ed estremamente vaga e avrebbe cambiato la sua storia più volte. Pur essendo un testimone chiave, la Murray si reca in Europa e non viene piu` interrogata
    – Wikipedia, “La morte di Marilyn Monroe”

Per riassumere alcuni strani eventi accaduti quella notte: la polizia fu chiamata più di un’ora dopo che la Monroe fu trovata morta; la stanza è stata ripulita dalla cameriera e la biancheria è stata cambiata DOPO che è stata trovata morta; c’erano molte bottiglie di pillole nella sua stanza, ma niente acqua; un bicchiere fu poi trovato sul pavimento, ma non c’era quando la stanza fu perquisita; il tempo della morte dato dai testimoni è cambiato più volte. Infine, la prima testimone (e una possibile sospettata), Eunice Murray lascia il paese e non viene mai più interrogata.

L’autopsia della Monroe è stata anch’essa estremamente sospetta, come la conclusione delle relazioni più importanti che mostrano chiaramente che le pillole non sono state la causa della sua morte. Inoltre, sembra che vi sia un chiaro sforzo per sopprimere tutte le prove che potrebbero portare alla vera causa della morte della Monroe. 

“Il patologo, il dottor Thomas Noguchi,non riusciva a trovare traccia di capsule, polvere o della decolorazione tipica causata da Nembutal nello stomaco o nell’intestino della Monroe, il che indica che le droghe che l’avrebbero uccisa non sono state ingerite. Se la Monroe le aveva prese per un periodo di tempo (che potrebbe spiegare la mancanza di residui), sarebbe morta prima di ingerire la quantità trovata nel suo sangue. La Monroe è stata trovata distesa a faccia in giù. C’era anche la prova di cianosi, l’indicazione che la morte era stata molto rapida. Noguchi ha chiesto al tossicologo gli esami del sangue, fegato, reni, stomaco, urine e intestino, che avrebbe rivelato esattamente come le droghe fossero entrate nel sistema della Monroe. Tuttavia, il tossicologo, dopo aver esaminato il sangue, non ha ritenuto necessario controllare gli altri organi, per cui molti degli organi sono stati distrutti senza essere esaminati. Noguchi ha poi chiesto i campioni, ma le fotografie mediche, le diapositive di quegli organi che sono stati esaminati e il modulo di esame che mostravano i  lividi sul corpo erano scomparsi, rendendo impossibile indagare la causa della morte.
Il rapporto tossicologico mostra alti livelli di Nembutal (38-66 capsule) e cloralio idrato (14-23 compresse) nel sangue della Monroe. Il livello trovato era sufficiente per uccidere più di 10 persone. Un esame del corpo esclude iniezioni endovenose come fonte dei farmaci. Il Coroner Dr. Theodore Curphey ha supervisionato la autopsia. A parte la causa della morte, come indicato sul certificato di morte, i risultati non sono mai stati resi pubblici e non è stata fatta alcuna registrazione”
– Ibid.

Nel 1985, il giornalista inglese Anthony Summers indago sulle circostanze della morte della Monroe. È riuscito ad ottenere un colloquio con la cameriera Eunice Murray per un servizio della BBC. Ha inavvertitamente ammesso alcuni fatti schiaccianti.

“Per il programma della  BBC Eunice Murray ha inizialmente ripetuto la stessa storia che aveva raccontato a Robert Slatzer nel 1973 e alla polizia nel 1962. Quando la troupe inizio` fare i bagagli per andarsene disse: “Perché, alla mia età, devo comunque coprire questa cosa?” A sua insaputa, il microfono era ancora acceso. La Murray ha continuato ad ammettere che la Monroe aveva conosciuto i Kennedy. Ed aggiunse‘, “Quando il medico è arrivato, lei non era morta.” La Murray è morta nel 1994 senza rivelare ulteriori dettagli. “
– Ibid

Nonostante tutti questi fatti, la verità sulla morte di Marilyn non è ancora stata scoperta. Come nel caso di molte altre morti celebrità, c’è un’aura di mistero che circonda e un sacco di domande senza risposta. In altre parole, si adatta al profilo di un tipico assassinio occulto dell’élite che ha il potere di impedire alle forze dell’ordine di rivelare la verità.

Alcuni ricercatori hanno tentato di individuare chi ha istigato l’omicidio. Alcuni citano i Kennedy, la CIA, i suoi psicologi o altri individui. Forse è più saggio fare un passo indietro e guardare al quadro più ampio: la maggior parte delle persone intorno alla Monroe faceva parte dello stesso sistema. Non era una singola persona che ha deciso di ucciderla, era una schiava MK che doveva essere scaricata dal “treno del successo”. Come molti altri dopo di lei, era una celebrità che veniva sfruttata quando era utile ed eliminata quando la sua programmazione falliva.

“Il significato più profondo qui è che tutti gli schiavi Monarch sono sacrificabili se superano la linea, e molte di queste vittime sono state” scartate “in questo modo dopo che raggiungono una certa età e non sono più desiderabili come prostitute / schiave, o se in qualche modo si liberano dalla programmazione e sono considerati un “rischio”. “

– Op. Cit. Gorightly

SIMBOLI DELLA PROGRAMMAZIONE MONARCH AL GIORNO D’OGGI

Oggi, più che mai, molte giovani starlette allevate nel settore dello spettacolo seguono le orme di Marilyn – come se fosse stato tutto pianificato per loro. Manipolate dai gestori, sono portate a fama e fortuna, tuttavia vengono sottoposte a traumi abusi controllo mentale e sfruttamento.
 In tutti i casi, queste celebrità vengono programmate er incarnare Marilyn Monroe e il suo archetipo in una fase della loro carriera, come se fosse un requisito per i burattinai MK. 

Molte icone , foto e video ci riportano a quella stessa scenografia. Troppi per essere una coincidenza. In alcuni casi, la somiglianza è non solo estetica. Ecco alcuni esempi.

BRITNEY SPEARS 

Uno dei casi più ovvi di controllo mentale nell’industria dell’intrattenimento di oggi è Britney Spears. Dalla sua infanzia come Mouseketeer alla sua età adulta vivendo sotto la tutela del padre e del fidanzato (ovvero i suoi gestori), Britney è sempre stata attentamente monitorata da personaggi potenti. Come tanti altri schiavi, ha abusato  di sostanze e viene spesso descritta come uno “zombi drogato” da quelli più vicini a lei

Britney “canalizza” Marilyn Monroe, con un look biondo platino. Le sue mani sono legate che possono rappresentare il suo stato nell’industria dell’intrattenimento

In questa performance, Britney ricrea l’iconica scena della Monroe e dell’abito che si alza.

Britney è “ossessionata” dalla Monroe. Secondo Wonderwall, Britney richiede che una collezione di DVD di Marilyn Monroe sia disponibile in tutte le sue stanze d’albergo. Inoltre visita regolarmente la tomba di Marilyn e vuole essere sepolta nello stesso cimitero. Gli schiavi Beta sono programmati per adulare Marilyn?

ANNA NICOLE SMITH

La vita di Anna-Nicole Smith era molto simile a quella della Monroe, fino alla tragica fine. Famosa per le sue curve e il suo personaggio che stereotipava la figura della “bionda stupida” resa popolare da Monroe, la sua vita sotto i riflettori era quella tipica di uno schiavo Beta. Negli ultimi anni della sua vita, era in una relazione con il suo avvocato Howard K. Stern – che ha svolto piu` il ruolo di handler MK che quello di marito.

Anche Anna-Nicole ha dovuto vivere eventi incredibilmente traumatici. Ad esempio, nel 2006, proprio dopo aver dato alla luce sua figlia, suo figlio di 20 anni è venuto a farle visita … e misteriosamente è morto proprio nella sua stanza d’ospedale. La causa della sua morte non è mai stata chiara ma, come al solito, il motivo dato dai mass media è la “droga”.Si e` trattato di un sacrificio dell’élite occulta per traumatizzare Anna-Nicole Smith, la schiava Beta? Una cosa è certa, l’evento ha completamente cambiato la sua vita. (Si noti che Monroe ha perso due bambini non ancora nati).

Meno di tre settimane dopo la morte di suo figlio, Anna-Nicole “sposo" il suo gestore Howard. K. Stern in una cerimonia non ufficiale. Cinque mesi dopo, la Smith fu trovata morta in una stanza d'albergo in Florida. Ha perso la vita a 39 anni a causa di una "combinazione di droghe". In breve, la somiglianza della Smith con la Monroe non era solo fisica, e stata programmata per rivivere la vita di Monroe.

Anna-Nicole Smith in una ricreazione del film della Monroe “Gli uomini preferiscono le bionde”.

Le fanno apparire come MM

ALTRE CELEBRITA` SOTTO PROGRAMMAZIONE BETA

Ecco altre personalità con alterego Beta associati a Marilyn Monroe:

Lindsay Lohan ha ricreato The Last Sitting servizio fotografico CON LO STESSO FOTOGRAFO Bert Stern.

Come la Monroe, la Lohan è una sex symbol I cui viaggi in centri di riabilitazione (aka centri di riprogrammazione) e il comportamento erratico frequente ricordano la situazione della Monroe. STESSA FOTO

Megan Fox posa con un libro su Marilyn Monroe mentre mostra il suo tatuaggio Monroe.

Da allora la  Fox ha comunque rimosso quel tatuaggio. Ha dichiarato in un’intervista: “La sto rimuovendo. È un personaggio negativo, poiché soffriva di disturbi della personalità ed era bipolare. Non voglio attirare questo tipo di energia negativa nella mia vita. “Ha appreso la verità su Monroe e ciò che rappresenta nell’industria dello spettacolo MK Ultra?

Katy Perry è sicuramente utilizzata per spingere l’agenda – tra simbolismo della Programmazione Beta. Qui lei è in posa come la Monroe con un motivo a scacchiera massonico in background

Come affermato in precedenti articoli, Courtney Stodden ha tutti i sintomi di una schiava Beta. Ha sposato il suo “gestore” quando lei aveva 16 anni e lui ne aveva 51. I suoi video online sono tutti in stile Beta Kitten in cui e` possibile notare le sue personalita` multiple.

Nicki Minaj spesso imita l’aspetto di Marilyn Monroe

Nel suo video “National Anthem”, Lana del Rey ricrea “Happy Birthday Mr. President” della Monroe. L’immaginario in molti dei suoi video alludono alla programmazione Beta.

Lana Del Rey in piedi di fronte a una immagine di Marilyn Monroe

Mentre è normale che le celebrità siano ispirate da una stella iconica come Marilyn Monroe, la sua immagine viene sistematicamente usata sulle stelle che spingono l’Agenda degli Illuminati. Come altri simboli descritti in questo sito, il simbolo della Monroe viene utilizzato per rappresentare la presenza della programmazione Beta nella cultura popolare.

CONCLUDENDO

In questa serie di articoli in due parti, abbiamo esaminato la giovinezza, la carriera, la morte e l’eredità di Marilyn Monroe. In tutte queste fasi, la vita della Monroe è stata caraterrizzata da traumi, abusi e controllo mentale. Come vittima della programmazione Beta, quando non stava lavorando a un progetto, veniva letteralmente utilizzata per i suoi “servizi intimi”. Verso la fine della sua vita, Marilyn era la modella presidenziale di JFK, una situazione che avrebbe potuto essere esplosiva se rivelata al pubblico. Entrambi moriranno poco dopo in circostanze che rimangono estremamente ombrose e sospettose.

Anche dopo la morte della Monroe, la sua immagine continua ad essere usata alla nausea per identificare coloro che seguono le sue orme dallo stesso sistema che ha controllato tutta la sua vita. Perché le figure più iconiche della nostra cultura pop finiscono spesso per vivere vite tragiche? È perché c’è qualcosa di terribilmente sbagliato nell’industria dell’intrattenimento? Lascerò che Marilyn Monroe riassuma la situazione.

“Hollywood è un posto dove ti pagano 50.000 dollari per un bacio e 50 centesimi per la tua anima”

– Marilyn Monroe

Fonte