Archivi Blog

La chiesa di Svezia inaugura la nuova pala dell’altare in cui sono raffigurate coppie gay e il serpente tentatore transgender

Una chiesa di Malmo ha una nuova pala dell’altare destinata a celebrare l’inclusività sostituendo Adamo ed Eva in paradiso con coppie gay in pose suggestive e raffigurando il serpente tentatore come un trans.


La controversa opera d’arte non è nuova. La fotografa e artista Elisabeth Ohlson Wallin l’ha dipinta nel 2012 e ha provato a donarla alla Cattedrale di Skara poco prima che la chiesa si apprestasse a condurre il primo matrimonio omosessuale nella sua storia millenaria.

L’artista apertamente lesbica, che ha come tratto caratteristico quello di fondere immagini religiose con attivismo sociale, ha dichiarato al momento che voleva testare se la Chiesa di Svezia fosse cosi` gay-friendly come sosteneva quando abbraccio` il matrimonio tra persone dello stesso sesso nel 2009. La Cattedrale di Skara ha rifiutato educatamente il dono, dicendo che si trattava di attivismo politico e non di fede.

Ma sono trascorsi più di sette anni e ora Wallin e` riuscita nel suo intento, anche se non si trova nella sua città natale. La chiesa di St. Paul a Malmo ha accettato il dipinto chiamato “Paradise” come nuova pala d’altare e lo ha rivelato domenica, il primo giorno dell’Avvento. Helena Myrstener, pastore, ha affermato che “si stava scrivendo la storia” introducendo la “pala dell’altare LGBT” mentre twittava una foto del dipinto.

La reimmaginazione del paradiso della Wallin è stata ispirata da una delle opere del maestro del Rinascimento Lucas Cranach il Vecchio. L’artista / attivista ha dichiarato di voler dimostrare che, fin dall’inizio dei tempi, il posto dei gay era in paradiso piuttosto che all’inferno.

L’interpretazione moderna sembra stranamente più prudente in termini di nudità rispetto agli originali del 16 ° secolo poiché entrambe le “Eva lesbiche” hanno il seno coperto da foglie piuttosto che averle solo a protezione dei genitali, come tradizione vuole.

Probabilmente non è perché l’artista ha problemi con la nudità. Dopotutto, la sua mostra fotografica più famosa – l’Ecce Homo ispirata alla Bibbia del 2012 – presentava un’immagine raffigurante il battesimo di Gesù con il modello che rappresenta Cristo che ha il pene completamente esposto.

La Chiesa di Svezia, la chiesa di stato del paese scandinavo fino al 2000, segue ogni tipo di corrente “woke”. Nonostante ciò, gli svedesi hanno recentemente lasciato la Chiesa in numeri record, secondo i sondaggi.

A giudicare da alcuni commenti sui social media, la nuova pala d’altare non aiuterà molto a fermare l’esodo. “La politicizzazione è andata troppo oltre i limiti”, ha commentato una persona dicendo anche di voler lasciare la Chiesa. Un altro ha detto che mentre c’erano molti preti illuminati nella Chiesa di Svezia, i radicali Politically Correct la hanno trasformata nella loro arena.

Fonte

 

Drag Queen “mostra il pacco” durante un evento per bambini

Una drag queen ha “accidentalmente” mostrato il pacco durante la “Drag Queen Story Hour” nella Contea di Hennepin, Minnesota.

L’artista, noto come Sasha Sosa, stava leggendo ai bambini della Biblioteca della Contea di Hennepin quando l’incidente è stato catturato dalla telecamera.

La Child Protection League Action ha pubblicato una serie di immagini dell’evento in cui si afferma che rappresentano “dissolutezza e toelettatura sessuale” finanziati dalle tasse dei cittadini.

Secondo il gruppo, Sosa ha 18 o 19 anni e si esibisce regolarmente negli strip club insieme a “Gemini Valentine”, che era anche presente in biblioteca indossando un body rivelatore.

Secondo quanto riferito, la Biblioteca della Contea di Hennepin non è riuscita a effettuare un controllo preliminare sulla coppia prima dell’evento.

L’esposizione dei bambini a temi sessuali in tali eventi ha causato rabbia in molti conservatori.

All’inizio di quest’anno abbiamo riferito di foto che mostravano bambini piccoli sdraiati su una drag queen durante un evento “Drag Queen Story Time” a Portland.

Uno dei partecipanti a un evento Drag Queen Story Time a Houston, il trentaduenne Albert Garza, si è poi rivelato essere un predatore sessuale registrato che è stato condannato per aver aggredito un bambino di 8 anni nel 2008.

Tuttavia, secondo l’editorialista neo-con David French, Drag Queen Story Time è “una delle benedizioni della libertà”.

Fonte

 

Drag Queen fa finta di pugnalare il suo ventre estrarre il “feto” e bere sangue

Il video girato a New York mostra una drag queen che simula l’estrazione di un bambino dal suo grembo materno con un coltello, consumarne il sangue e staccargli la testa mentre gli spettatori si divertono in un bar.

La clip mostra Blair Back durante un’esibizione in un drag show in un bar senza nome a New York.

Back usa un coltello per aprire una sacca nei suoi vestiti pensata per assomigliare a un grembo prima di sventrarlo e bere un po ‘ di sangue

Beck procede quindi a tirare fuori la testa di plastica del bambino prima di leccargli la faccia.

La musica riprodotta in sottofondo durante l’intera “performance” è “Cannibal” di Ke $ ha.

Alcuni testimoni sembravano scioccati ma molti applaudono in sottofondo.

Dopo che il video è diventato virale su Facebook e ha provocato un contraccolpo, Back ha cercato di difendersi affermando: “Nessun bambino è stato ferito in questo video. Il bambino è fatto di PLASTICA !!! Indosso un costume con una pancia incinta che ho messo online !!! Il sangue è falso !!! E anche gli organi sono falsi !!!!! ”

Tuttavia, la maggior parte di coloro che hanno commentato non è rimasta impressionata, commentando che lo spettacolo era “malato” e “disgustoso” mentre un altro ha affermato che Back era “totalmente posseduto da un demone”.

Fonte

Insegnanti spinti ad usare il “Pupazzo di Neve di Genere” nelle classi di educazione sessuale

Gli insegnanti sono stati incoraggiati a utilizzare un “pupazzo di neve di genere” durante le lezioni di educazione sessuale.

Sì davvero.

Teacher2Teacher, una comunità di risorse che fornisce piani di lezioni e altri strumenti per gli educatori, ha twittato l’immagine con le parole “Usando questo “pupazzo di neve di genere “, impara a conoscere identità e linguaggio!”

Johnny Cole e` la fonte dell’immagine, un ufficiale per la “diversità” nelle scuole pubbliche di Lexington.

L’immagine mostra un “pupazzo di neve” senza un genere definito ed è accompagnato da note scritte su post-it, tra cui quella che recita: “Identità di genere – Ragazza, Ragazzo, Entrambi o nessuno dei due – chi sei e come ti senti come persona”.

Le risposte al tweet non sono state esattamente entusiaste.

“Possiamo smettere di inculcare idee di sessualita` almeno fino a quando i bambini saranno piu` grandi?” Ha chiesto Brett Fenderson. “O gli insegnanti sono solo un mucchio di pervertiti assetati di sesso in questi giorni? Sono un insegnante di scuola materna e sono felice di non aver mai incontrato questo problema con bambini di 3-5 anni. Li proteggerei da persone come te. ”

“Ogni insegnante che pensa che questa sia una buona idea dovrebbe essere licenziato immediatamente”, ha commentato un altro utente. “E qualsiasi genitore che desidera che il proprio figlio sia normale e sano mentalmente dovrebbe ritirare il proprio figlio da questa scuola il prima possibile.”

Forse il prossimo passo sara` quello di far vestire le drag queen come “pupazzi di neve di genere” e permettere loro di insegnare ai bambini.

A questo punto, tutto è possibile

Fonte

Una giuria si pronuncia a sfavore di un padre che voleva bloccare la transizione del figlio di *7 ANNI* (voluta dalla madre)

Una giuria a Dallas, in Texas, ha deciso lunedì contro un padre che cercava di bloccare il piano della sua ex moglie di sottoporre il figlio di sette anni a bloccanti della pubertà e, in definitiva, ad ormoni sessuali per facilitare la transizione di genere.

La giuria ha deciso che la madre di James, la dottoressa Anne Georgulas, pediatra, ha la piena autorità per continuare la “transizione” di James che e` stato ribattezzato “Luna”, ha riferito LifeSiteNews.

Secondo il rapporto, un consenso di 11 su 12 giurati ha deciso che l’attuale gestione congiunta sui figli gemelli della Georgulas e del padre dei ragazzi, Jeffrey Younger, dovrebbe essere cambiata lasciando solo alla Georgulas l’effettiva responsabilita` sui bambini.

Si prevede che il giudice Kim Cooks leggerà la sua sentenza sul possesso, il mantenimento dei figli e altre questioni mercoledì.

La battaglia tra Younger e Georgulas si è intensificata l’anno scorso quando la madre di James ha minacciato Younger con l’accusa di abuso di minori perché non avrebbe affermato che il figlio fosse un bambino transgender.

La Georgulas ha presentato una petizione per modificare la relazione genitore-figlio mentre si riferiva a James come ad un “figlio dal gender espanso o transgender” che “per scelta, ora si chiama Luna”.

La madre di James ha cercato di porre fine ai diritti genitoriali di Younger perché James si comportava da ragazzo quando era con suo padre. La Georgulas voleva anche che Younger pagasse la consulenza del figlio con un terapista il quale confermera` la sua identità transgender e il suo bisogno di trattamenti ormonali transgender, che potrebbero iniziare all’età di otto anni.

La Georgulas aveva diagnosticato a James una “disforia di genere”, un disturbo psicologico che è caratterizzato dall’affermazione “persistente, coerente e insistente” di un bambino dei loro comportamenti cross gender”.

Tuttavia, quando James era con suo padre, agiva e si comportava da maschio per sua scelta.

Il tribunale ha proibito a Younger di vestirlo da ragazzo o di condividere insegnamenti scientifici sulla sessualità o basati sulla biologia, anche se gli amici di famiglia che hanno osservato James quando è sotto le cure di suo padre affermano che si veste e si comporta da ragazzo per sua scelta.

Secondo quanto riferito, il “terapista transizionale” di James ha continuato a identificarlo come “Luna” e a metterlo sulla buona strada per la transizione di genere.

Secondo il The Texan, Younger e Georgulas si sono sposati nel 2010 e hanno deciso di avere figli attraverso la fecondazione in vitro (FIV).

“Hanno richiesto figli maschi attraverso il processo di fecondazione in vitro che ha avuto successo e i loro gemelli sono nati nel 2012”, ha riferito il Texan e ha aggiunto:

A causa della tradizione familiare di nominare i figli maschi con le iniziali “J.D.Y.”, e a causa del riferimento biblico ai fratelli di Gesù, Younger e la Georgulas decisero di nominare i figli James e Jude. All’epoca, entrambi i genitori erano membri della Chiesa ortodossa.

Secondo quanto riferito dalla Georgulas, James ha iniziato a imitare i personaggi femminili di Frozen. Chiese un giocattolo per bambine da McDonald e chiese di indossare abiti femminili.

Secondo quanto riferito, la madre ha contattato la clinica GENecis del Centro ospedaliero per bambini. È stata quindi deferita a Rebekka Ouer per la consulenza, che ha raccomandato un processo di “affermazione” e ha pensato che una “transizione sociale” per James dovrebbe iniziare con il bambino che va a scuola vestito come una ragazza di nome “Luna”.

Secondo quanto riferito, la battaglia si intensificò tra i due genitori quando Younger apprese che la Georgulas stava “spostando/cambiando socialemente” James.

Fonte

Il co-fondatore di Extinction Rebellion: Le proteste climatiche servono a mettere fine all’idea che l’eterosessualita` e` normale

Lo ammette: “non riguarda il clima”.

Il co-fondatore di Extinction Rebellion scrive che la protesta climatica “non riguarda il clima” e in realtà riguarda il rovesciamento della civiltà europea e la conclusione dell’idea che l’eterosessualità sia “normale”.

Fermi tutti! Cosa?

In un lungo articolo per Medium intitolato “‘Extinction Rebellion isn’t about the Climate“, Stuart Basden rivela i veri obiettivi del gruppo d’azione ambientalista di estrema sinistra.

Basden afferma che qualunque problema climatico esistesse non può essere risolto e che il movimento dovrebbe invece concentrarsi sull’abbattimento dell’intero sistema del capitalismo occidentale (la Cina, il più grande inquinatore del mondo, non viene menzionata una volta).

Afferma che “la civiltà europea” è la causa della diffusione della “crudeltà” e della “violenza” in tutto il mondo negli ultimi 600 anni e di aver portato “tortura, genocidio, carneficina e sofferenza ai confini della terra”.

Cita quindi numerose “baggianate” che sono da biasimare per questa situazione, tra cui la “supremazia bianca”, il “patriarcato” e la “gerarchia di classe” (strano dato che la maggior parte dei manifestanti di extinction rebellion sono snob della classe medio-alta che non fanno altro che danneggiare la classe operaia).

“Le falsita` dell’eterosessismo / eteronormatività propagano l’idea che l’eterosessualità sia” normale “e che altre espressioni della sessualità siano devianti”, scrive Basden.

Quindi non si tratta di cambiamenti climatici, si tratta di porre fine all’idea che l’eterosessualità è l’impostazione biologica predefinita per l’umanità.

Ok….

Alla fine dell’articolo, Basden ammette di aver molestato la sua stessa famiglia al fine di inviare riparazioni a famiglie nere in America che condividono lo stesso nome per compensare del periodo in schiavitu` dei loro antenati.

Come abbiamo sottolineato in precedenza, il grande pubblico ha respinto con veemenza Extinction Rebellion, culminando oggi in un incidente in cui alcuni manifestanti posh sono stati trascinati giu` dal tetto di un treno da pendolari arrabbiati furiosi di essere in ritardo.

Fonte

Centinaia di transgender si pentono della transizione

“Centinaia” di persone che credevano di essere transgender vogliono tornare al loro sesso di nascita, secondo il fondatore della nuova rete britannica di sensibilizzazione.


Il 28enne Charlie Evans, che ha vissuto come maschio per quasi dieci anni dopo essere transizionato nella sua adolescenza, ha detto a Sky News di essere stata contattata da “centinaia” di persone trans che, come lei, hanno rimpianto la loro decisione.

“Sono in comunicazione con ragazzini di 19 e 20 anni che hanno subito un intervento chirurgico di riassegnazione di genere che desiderano non averlo fatto e la loro disforia non è stata alleviata, non si sentono meglio per questo”, ha detto al broadcaster.

“Non sanno quali sono le loro opzioni adesso.”

La Evans ha suggerito che le persone trans che l’hanno contattata con rimpianti tendevano ad avere “20-25 anni, sono per lo più donne e per lo più attratte dallo stesso sesso, e spesso anche autistiche”.

Ciò segue la pubblicazione della ricerca della Boston University che ha mostrato che circa il 78% delle persone che si identificano come trans, non binarie o “genderqueer” soddisfano i criteri per uno o più disturbi mentali.

La cosa più preoccupante per la sig.ra Evans, tuttavia, è il fatto che non sembra esserci una rete di supporto di cui parlare per le persone che sentono di aver “sbagliato”, con una donna biologica che le si è avvicinata dicendo che si era “sentita giudicata dalla comunità LGBT che la considerava una traditrice ”quando si è saputo che desiderava tornare al suo sesso biologico.

A tal fine, la Evans ha fondato la Detransition Advocacy Network, che terrà il suo primo incontro nella città settentrionale di Manchester verso la fine di ottobre.

Il raro esame di Sky sulle persone transgender che si rammaricano della transizione fa seguito a una sentenza del tribunale del lavoro secondo cui il Dipartimento del lavoro e delle pensioni (DWP) del governo aveva il diritto di licenziare un medico cristiano che affermava che non avrebbe “chiamato “signora” un uomo barbuto alto 2 metri” .

La corte ha decretato la convinzione del dottor David Mackereth che “Dio ha creato l’uomo a sua immagine; a immagine di Dio maschio e femmina “era” incompatibile con la dignità umana “e quindi non coperto dall’Equality Act – usato da molte minoranze religiose e culturali per sfidare i tentativi di rendere il loro comportamento conforme alle norme sociali britanniche – o le limitate protezioni della libertà di parola che esistono nella Regno Unito.

Fonte 

 

Rapporto FDA: I medicinali che bloccano la puberta` hanno ucciso 6730 bambini transgender

Nuovi dati diffusi dalla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti rivelano che dal 2012, oltre 40.000 persone hanno sofferto di reazioni avverse a causa dell’assunzione del Lupron (leuprolide acetato), mentre dal 2014 almeno 6.370 persone sono morte a causa dell’assunzione del farmaco.

Comunemente prescritto ai bambini che sono stati manipolati facendo loro credere di essere “transgender” e i quali necessitano di un “cambiamento sessuale” chimico, il Lupron ha causato più di 25.500 reazioni “gravi” nei pazienti negli ultimi cinque anni, secondo la FDA. Molte di queste reazioni avverse sembrano essersi verificate in pazienti a cui era stato prescritto il farmaco per usi off-label, come nella “terapia” transgender.

Mentre il Lupron è clinicamente approvato per l’uso nel trattamento della “pubertà precoce” o della pubertà anormalmente precoce che potrebbe causare altri problemi di salute, non è approvato per l’uso nei bambini con disforia di genere. Tuttavia il Lupron viene ora ampiamente prescritto anche per questi casi, mettendo seriamente a rischio la salute dei bambini con disforia di genere.

Anche la versione pediatrica del farmaco è in gran parte etichettata erroneamente, in quanto viene fornita con avvertenze minime sugli effetti collaterali a lungo termine, alcuni dei quali potrebbero essere irreversibili. Tali effetti collaterali irreversibili includono danni permanenti al sistema endocrino, che è responsabile della produzione degli ormoni sessuali che sostengono la vita.

“È una condizione grave che gli endocrinologi normalmente diagnosticano e curano perché interferisce con lo sviluppo, ma in casi di [disforia di genere] stanno inducendo questo stato di malattia”, afferma Michael Laidlaw, endocrinologo con sede a Rocklin, California, come citato dal Registro cattolico nazionale.

Se la FDA ha davvero lanciato una revisione della sicurezza del Lupron nel 2017, perché due anni dopo non è stato fatto nulla?

La FDA sa da almeno due anni che il Lupron non è necessariamente sicuro, specialmente per i bambini piccoli. L’agenzia ha annunciato nel 2017 che stava “conducendo una revisione specifica del sistema nervoso e degli eventi psichiatrici in associazione con l’uso di agonisti del GnRH, [una classe di farmaci] incluso il Lupron, in pazienti pediatrici”.

Tuttavia, finora nulla è emerso da questa presunta inchiesta, che è nata per la prima volta a seguito di domande sollevate da Kaiser Health News and Reveal dal Center for Investigative Reporting, incluso il motivo per cui così tanti bambini a cui viene somministrato Lupron ora soffrono di persistenti convusioni.

Mentre gli attivisti transgender affermano che il Lupron e farmaci simili funzionano semplicemente come un “pulsante di pausa” sulla vita e sono quindi completamente sicuri, i dati suggeriscono il contrario. Inibendo il flusso di testosterone alla prostata, riducendolo a livelli bassi o non rilevabili, Lupron è un pericoloso distruttore endocrino, specialmente nei bambini.

Poiché Lupron è stato progettato pensando al cancro alla prostata, questo è ciò per cui dovrebbe essere prescritto in via di esclusività – e non per il trattamento di condizioni psicologiche come la disforia di genere privando i bambini degli ormoni di cui hanno bisogno per vivere.

“La disforia di genere non è una condizione endocrina, ma è una condizione psicologica e, pertanto, dovrebbe essere trattata con un’adeguata assistenza psicologica”, afferma Laidlaw. “Ma diventa una condizione endocrina quando inizi a utilizzare i bloccanti della pubertà e a dare ormoni incrociati ai bambini”.

Solo negli Stati Uniti nel 2017, le prescrizioni del Lupron, prodotto dal colosso farmaceutico AbbVie, hanno fatto incassare alla societa` circa 669 milioni di dollari. E con la disforia di genere in aumento a causa del dilagante indottrinamento transgender, è probabile che quel numero aumenti ancora di più.

Fonte

Un professore della John Hopkins sul trend dei bambini transgender: Molti se ne pentiranno

Uno psichiatra della Johns Hopkins University ha puntato il dito contro le industrie mediche e psichiatriche per quello che dice essere un trattamento sconsiderato e irresponsabile dei pazienti che dichiarano di essere transgender.

Paul McHugh, un noto psichiatra della Johns Hopkins University, ha detto a College Fix che le persone transgender sono cavie da laboratorio perché i medici che trattano i pazienti transgender con ormoni “non hanno prove che (il trattamento) sia quello giusto”. ha anche criticato i trattamenti riservati a molti bambini che dichiarano di essere transgender.

“Molte persone stanno facendo “esperimenti” su questi giovani senza dire loro a cosa veramente stanno andando incontro”, ha detto a The Fix via telefono.

“Sono necessarie prove concrete per questi interventi perche` si tratta di trattamenti molto seri. È come se facessero lobotomie frontali. “

Un recente studio pubblicato sull’American Journal of Preventive Medicine ha scoperto che l’80% degli studenti che non si identifica nel genere binario riferisce di avere problemi di salute mentale, quasi il doppio del tasso di studenti “cisgender”. McHugh ritiene che in molti casi la disforia di genere del paziente sia scatenata da una malattia mentale.

“Penso che i loro problemi mentali, come la depressione, vadano curati”, non la disforia di genere.

“Non sono sicuro di questo. È un’ipotesi, ma è un’ipotesi molto plausibile e spiegherebbe perché molte persone che continuano a sottoporsi ai trattamenti di cambio di genere scoprono di essere comunque depresse, scoraggiate e problematiche poiche` non affrontato il problema principale “, ha aggiunto.

POSSIBILE “EFFETTO CONTAGIO”

“Credo che queste confusioni di genere siano principalmente guidate da problemi psicologici e psicosociali che queste persone hanno. Ciò spiega il rapido aumento della disforia di genere che Lisa Littman ha spiegato “, ha detto McHugh.

Lisa Littman a cui il professore si riferiva è una ricercatrice della Brown University, che l’anno scorso ha pubblicato un rapporto che suggerisce che alcuni bambini che si identificano come transgender potrebbero soffrire di “disforia di genere a insorgenza rapida”, un fenomeno in cui “un singolo, molti o addirittura tutti gli amici [in un gruppo] sono diventati disforici di genere e si identificano come transgender nello stesso momento. ”

Ci fu un forte contraccolpo dopo la pubblicazione dello studio della Littman, successivamente la Brown University censurò il rapporto. Lo studio è stato infine validato con i suoi risultati invariati.

Effetti a lungo termine del trattamento transgender infantile

Alla domanda sulle possibili conseguenze a lungo termine della crescente pratica di aiutare i bambini a sviluppare la loro identità transgender, anche con gli ormoni, McHugh ha espresso pessimismo.

“Saranno nelle mani dei dottori per il resto della loro vita, molti di loro saranno sterilizzati non in grado di avere i propri figli, e molti se ne pentiranno”, ha detto McHugh.

“Riesci a immaginare di avere una vita in cui devi sempre essere supportato da dottori? Controllare i tuoi ormoni, controllare tutto. Questo è qualcosa che i medici dovrebbero voler risparmiare alle persone “, ha aggiunto.

McHugh pensa che alla fine la nostra società vedra` questa mania come qualcosa di cui ci dovremo vergognare storicamente. “Credo che fara` la stessa fine dell’eugenetica. Ce ne pentiremo quando scopriremo quanti dei giovani sottoposti a cambio genere rimpiangeranno la loro decisione “, ha detto a The Fix.

Il medico ha sottolineato che i professionisti medici dovrebbero attenersi a uno standard più elevato quando si considera il trattamento per le persone che rivendicano un’identità transgender.

“Puoi pensare quello che vuoi senza prove. Puoi pensare tutto quello che vuoi, se ti fa stare bene. Ma non chiedermi come medico di prescrivere ormoni se cio` va contro il tuo benessere “, ha detto.

Fonte

Regno Unito: Il servizio sanitario nazionale offre interventi di cambio genere a bambini di 3 anni

Una divisione del National Health Service (NHS) del Regno Unito offre ora servizi di transizione di genere a bambini di età compresa tra tre e quattro anni.

Il Gender Identity Development Service tratta i bambini con presunta disforia di genere su Internet, offrendo loro terapia, diagnosi e persino farmaci che alterano gli ormoni.

Va da sé che diagnosticare un bambino di cinque anni come transgender è ridicolo. La decisione del SSN di adottare tali pratiche probabilmente porterà a problemi psicologici duraturi per migliaia di bambini.

Più di 2.500 bambini sono già stati indirizzati alla divisione servizi transgender del programma sanitario nazionale.

I “professionisti” medici stanno diagnosticando i bambini con disforia di genere su Skype e altri servizi software di teleconferenza.

I principali endocrinologi hanno denunciato i tentativi di elementi politicamente corretti della comunità medica di estendere il trattamento di transizione di genere ai bambini, ma sono stati per lo più respinti come bigotti di destra dalle istituzioni mediche dell’establishment.

In alcuni casi, ai bambini di età inferiore ai dieci anni vengono somministrati ormoni che bloccano l’inizio della pubertà. I medici ritengono che ritardare la pubertà darà ai bambini più tempo per decidere sul proprio genere. Normalmente dovrebbe essere ovvio che affrontare la pubertà stessa aiuta le persone a comprendere e abbracciare la loro identità di genere data naturalmente, ma tale nozione viene ignorata da elementi radicali della comunità medica.

Fonte