Archivi categoria: Nibiru

ELEnin: Dissonanze di sistema

Ieri mi sono imbattuto in questo nuovo video su Elenin, dove vengono analizzate, le informazioni che si hanno su Elenin, sul suo scopritore e su tante altre curiosità. Il quadro che se ne delinea non è molto confortante, visto che il video è in Inglese e la carne al fuoco parecchia, cercherò di riportare quello che viene detto in maniera chiara.

Inizialmente si parla di un articolo molto interessante del dottor Hale uno degli scopritori della cometa Hale Bopp, dove però vengono omesse tante piccole considerazioni e fatti. Prima di tutto però cominciamo con l’analizzare l’impatto mediatico scaturito dalla cometa Elenin sui giornali: Nè la Cnn, nè la Bbc, nè il Times Magazine (che addirittura suggerisce di cercare “Comet Lenin”) hanno scritto articoli su questo argomento. Forse però i parametri di ricerca sono errati, si prova quindi scrivendo il nome del suo scopritore: Leonid ELEnin: L’Associated Press da zero risultati, come d’altronde il New York Times (quest’ultimo si interessò del perielio della cometa Hale Bopp già da un anno prima, il perielio di Elenin è fra meno di 2 mesi). Tornando per un attimo all’articolo di Hale, quest’ultimo descrive Elenin come una possibile Grande Cometa, anche il nome dovrebbe suscitare interesse perchè è l’opposto di 9/11, data importante 10 anni fa, quanto ora, dato il fatto che sarà il giorno del Perielio di ELEnin (punto di minor distanza dal sole).

Fatta questa considerazione e cioè che il perielio di ELEnin cadrà proprio nel decimo anniversario della caduta delle torri gemelle, la notizia non sarebbe stata degna di copertura mediatica? Ancora più inquietante è che la cometa stessa venne “profetizzata” più di 10 anni fa nel film deep impact (i cui dettagli coincidono quasi tutti con quelli di ELEnin).

Deep impact: Viene scoperta la cometa

Il ministro del tesoro americano si dimette a causa di una fantomatica amante chiamata ELE

Dopo la visita al’ex ministro da parte della giornalista ficcanaso, quest’ultima viene seguita e trattenuta dai servizi segreti, parlando addirittura con il presidente…l’amante è chiaramente una cover up messa su per nascondere il reale significato di ELE e cioè Extinction Level Event

Ci sono anche altre curiosità all’interno del film (nel cast e nella storia) che potrebbero destare sospetti ma mi limiterò qui con la spiegazione del film, una su tutte il presidente di colore.

Ora vi proporrò la traduzione dell’articolo di Hale, così da poterci capire meglio:

Questa è, indubbiamente, una delle comete più attese degli ultimi anni. Venne scoperta il 10 dicembre 2010 da Leonid Elenin, un astronomo di Lyubertsy, Russia (affiliato con l‘Istituto di Matematica Applicata di Keldysh a Mosca), un grande osservatore del cielo che nel passato abbastanza recente ha condotto diversi studi sulle comete, questa è la sua prima cometa scoperta. Leonid stava osservando in remoto con un telescopio di 45 cm (18 pollici) (dotato di un CCD) presso l’osservatorio scientifico internazionale Optical Network in New Mexico, al momento della sua scoperta la cometa era un oggetto piuttosto debole, tra la diciannovesima e ventesima magnitudine e si trovava a 4,2 UA dal sole.

Le orbite della Cometa Elenin calcolate in precedenza suggerirono che sarebbe rimasta un oggetto distante, ben presto però divenne chiaro che stava viaggiando su un’orbita con una inclinazione molto bassa (1,8 gradi) e che si sarebbe portata abbastanza vicino sia al sole che alla Terra. Inoltre, a causa del fenomeno di deflezione in avanti della luce solare – e quindi un aumento della sua luminosità – dovrebbe essere abbastanza favorevole in questo periodo. Tutti questi dati portarono a realizzare che la Cometa Elenin possedesse il potenziale per diventare un oggetto relativamente luminoso – teoricamente anche una “Grande Cometa” – per il breve periodo di tempo in cui passerà per il perielio e vicino alla Terra.

Dopo la sua scoperta, la cometa Elenin, ha iniziato lentamente ad illuminarsi mentre si avvicinava al sole e alla Terra, passando in opposizione a metà marzo di quest’anno. Verso la fine del mese ruppi il telescopio Earthrise, con il sistema CCD (che venne messo da parte per alcuni anni, a causa di tutti gli spostamenti dell’Earthrise e miei) riuscii ad ottenere alcune immagini della cometa che si presentava come un oggetto debole, vicino a magnitudine 15 1 / 2 o 16.

La cometa è attualmente un oggetto notturno, che si trova nella parte occidentale della costellazione del Leone a circa sei gradi sud-est della brillante stella di Regolo e di due gradi a sud-ovest della stella Rho Leonis. […]

Entro la fine della prima settimana di ottobre, la Cometa Elenin emergerà nel cielo del mattino, viaggiando rapidamente verso ovest-nord-ovest attraverso Leo e passando sei gradi a nord di Regolo l’11 ottobre. Il suo massimo avvicinamento alla Terra (0,23 UA) avverrà il 16 ottobre viaggiando rapidamente attraverso Cancro e Gemelli durante questo periodo (passando di un solo grado a nord della brillante stella Polluce il 22 ottobre), poi entrerà in Auriga poco prima della fine di ottobre per poi andare a nord verso il Toro alla fine della prima settimana di novembre. La cometa è in opposizione poco dopo la metà di quel mese, passando poi attraverso le regioni settentrionali dell’ammasso stellare delle Pleiadi il 23 novembre. Alla fine di quel mese attraverserà la parte orientale della costellazione dell’ariete, dove rimarrà fino alla fine di gennaio 2012.

Le previsioni sulla luminosità per qualsiasi cometa potenzialmente luminosa, come questa, sono sempre problematiche. Purtroppo, le notizie ottenute finora riguardo quella della Cometa Elenin non sono particolarmente buone, la luminosità è già sotto le aspettative. Inoltre, i calcoli mostrano ora chiaramente che la cometa Elenin sta facendo la sua prima visita al sistema solare passando all’interno della Nube di Oort, questo tipo di comete tende ad essere relativamente luminoso quando si trova distante dal sole, ma ad affievolirsi in procinto del perielio . (Il più famoso, o famigerato, esempio è la cometa Kohoutek 1973f (n. 10), ma rispetto ad alcune comete della Nube di Oort non è stata la peggiore.)

Con tutto questo in mente, uno scenario cautamente ottimistico suggerisce che la cometa Elenin potrebbe raggiungere la magnitudine 10 ad inizio agosto, e pfino ad arrivare a magnitudo 6 quando passerà attraverso il perielio. Può ancora essere vicina a questa luminosità, quando ricomparirà nel cielo nelle mattine dei primi di ottobre, dovrebbe poi svanire lentamente, arrivando a dimezzare la magnitudine rispetto al periodo in cui era vicina alla Terra. Potrebbe esserci una rapida dissolvenza in seguito, con una magnitudine di circa 10 o 11 della cometa opposizione quando vicino a novembre, e non più brillanti della magnitudine 13, forse entro la fine dell’anno. […]

Questa è solo una guida, naturalmente, la cometa potrebbe facilmente essere di una, o due, o più volte luminosa, o meno, rispetto ai dati che abbiamo. In teoria, potrebbe frammentarsi al momento del passaggio per il perielio ed essere più brillante che in precedenza, d’altro canto, potrebbe anche disintegrarsi completamente passando attraverso il perielio. C’è un precedente per entrambi gli scenari, così come vi è un precedente per un comportamento “normale” della cometa. Non ci resta che aspettare e vedere come realmente si comporterà la cometa.

Purtroppo, alcuni elementi della nostra società hanno preso la notizia sulla cometa Elenin e hanno cominciato a promulgare vari scenari apocalittici a suo riguardo. Alcuni di questi si sono spinti fino a mettere in discussione l’esistenza di Leonid Elenin. (Posso assicurare che è una persona reale, non lo ho mai incontrato (chissà perchè…n.d.r.), ma ho mantenuto con lui una corrispondenza abbastanza regolare.) Molti di questi scenari sono quasi identici a quelli proposti per la cometa Hale -Bopp (n. 199) all’incirca 14 anni fa –  alcuni, fatti dalle stesse persone! – Inutile dirlo, siamo tutti ancora qui. Non vi è, infatti, nulla di insolito nella Cometa Elenin, ha solo il potenziale per diventare più luminosa, avvicinandosi parecchio alla Terra (almeno altre 3 comete si sono avvicinate alla Terra negli ultimi anni), ma non c’è niente di cui preoccuparsi. Godiamoci solo lo spettacolo che ci verrà fornito.

Fonte

ANALISI:

1) Questa è, indubbiamente, una delle comete più attese degli ultimi anni: Più attesa? Sembra invece un segreto da mantenere dato che nessun media ne parla. Effettivamente la credibilità dell’autore e della storia in se, diminuisce già dall’incipit.

2) Venne scoperta il 10 dicembre 2010 da Leonid Elenin, un astronomo di Lyubertsy: Ci viene detto il giorno in cui è stata scoperta, da chi, addirittura anche il giorno della distanza minima dalla Terra (16 ottobre). Non viene però fornito il dato più importante e cioè la data esatta del suo Perielio (distanza minore dal sole), che cade l’11/9/11 (a 10 anni dagli attentati).

Successivamente, riguardo sempre la data del perielio, viene fatto notare come la Nasa abbia cambiato la data in cui viene rotta l’eclittica, spostandola di qualche giorno avanti rispetto all’undici settembre. In ogni caso, la distanza dal sole rimane minore, 482 unità astronomiche l’11/9.

3) Tutti questi dati portarono a realizzare che la Cometa Elenin possedesse il potenziale per diventare un oggetto relativamente luminoso – teoricamente anche una “Grande Cometa” – per il breve periodo di tempo in cui passerà per il perielio e vicino alla Terra: Ancora, quale è la data del perielio?

Il discorso prosegue, Hale ci fornisce tutte le date possibili degli allineamenti e dei passaggi di Elenin, ma sembra ignorare il dato più importante per una cometa e cioè il suo Perielio.

Continua dicendo che la cometa potrebbe frammentarsi/distruggersi completamente al suo più vicino passaggio al sole, ancora perchè non viene fornita nessuna data sul perielio? (11/9)

Nella parte finale parla di famigerate news (quali??????) le quali parlerebbero di scenari apocalittici…

Molta gente si è chiesta se Leonid Elenin, sia una persona reale…non sembra affatto strano, dato che nessun media ha mai parlato di lui/della sua scoperta.

Il dottor Hale, non parla neppure dei terremoti collegati agli allineamenti con Elenin (due su tutti quello in Cile e quello in Giappone)…

Annunci