Archivi categoria: Bushehr

Stuxnet: La Russia avverte, pericolo di una Chernobyl Iraniana

Funzionari nucleari, russi hanno messo in guardia il mondo riguardo il pericolo di un altro disastro “Stile Chernobyl” che potrebbe colpire il controverso reattore nucleare di Bushehr, a causa dei danni causati dal virus Stuxnet,
stando agli ultimi rapporti delle intelligence occidentali.

Gli scienziati nucleari russi hanno sollevato molti dubbi riguardo gli estesi danni causati dal virus Stuxnet, ai sistemi di controllo computerizzati.

Gli scienziati nucleari russi stanno fornendo assistenza tecnica agli addetti ai lavori iraniani nel tentativo di attivare il primo impianto nucleare nel porto del Golfo.
Ma gli stessi scienziati hanno sollevato serie preoccupazioni circa gli estesi danni provocati ai sistemi informatici dell’impianto dal misterioso virus Stuxnet, scoperto lo scorso anno, si pensa sia il frutto di un cyber attacco congiunto USA-Israele.
Secondo i rapporti delle intelligence occidentali, gli scienziati russi hanno avvertito il Cremlino della probabilità di trovarsi di fronte ad “un’altra Chernobyl”, se fossero costretti a rispettare la scadenza molto ravvicinata (questa estate) per attivare il complesso.
Dopo decenni di ritardi, la prima commissione è di Shah nel 1970, i leader iraniani stanno chiedendo che gli scienziati si attenghino ai tempi stabiliti l’anno scorso. Essi sostengono che ogni ritardo sarebbe un duro colpo al prestigio internazionale dell’Iran.

Bushehr comincerà a produrre elettricità per la rete nazionale dell’Iran questa estate dopo il lavoro dei tecnici russi iniziato ad ottobre 2010.

Annunci

Israele ha 8 giorni per colpire l’Iran

L’ex ambasciatore Usa alle Nazioni Unite John Bolton ha espresso il suo giudizio sulla situazione tra Iran e Israele, lunedì, invitando Israele ad attaccare militarmente l’Iran prima che possa entrare in funzione la centrale nucleare di Bushehr entro i prossimi otto giorni. Le osservazioni sono state effettuate in un colloquio con il Fox Business Network.

La Russia, che fornisce il combustibile di uranio per l’impianto, ha annunciato la scorsa settimana che inizierà il caricamento del reattore di Bushehr il 21 agosto.

Bolton ha messo in guardia Israele sul fatto che una volta che l’impianto di Bushehr sarà operativo, sarà troppo tardi per un attacco aereo militare contro l’Iran, perché un tale attacco diffonderebbe le radiazioni per tutto il paese e  contaminerebbe i civili iraniani.

“Quindi, se Israele dovesse voler intervenire contro la centrale di Bushehr dovrebbe muoversi nei prossimi otto giorni”.

Sebbene Bolton non pensi che un attacco israeliano contro l’Iran sia molto probabile, ha espresso comunque la convinzione che senza un simile attacco sia Israele che gli Stati Uniti saranno in difficoltà.

“L’Iran otterrà qualcosa che nessun altro avversario di Israele o nessun altro nemico degli Stati Uniti in Medio Oriente possiede e questa cosa è un reattore nucleare funzionante.”

Bolton ha criticato la Russia per aiutare l’Iran nel rifornimento del reattore nucleare.

“I russi sono, come spesso accade, doppiogiochisti. L’idea di essere in grado di infliggere una sconfitta all’America è sempre stato allettante per Mosca.”, ha concluso poi Bolton.

Bastardi, che non pensano a come evitare la guerra, ma a come fare la prima mossa. La guerra è necessaria e gradita per questi strateghi del denaro.