Archivio mensile:settembre 2010

9 film che l’elite non vorrebbe guardassimo

Ci sono, una decina di film (ma ce ne saranno anche di più!) che farebbero cambiare idea a molti riguardo questioni come: la guerra, le coorporazioni e il nuovo ordine mondiale.

FILM 1: WHY WE FIGHT

Genere: Documentario/Storico

Trama: La politica estera americana è volta alla supremazia militare? I militari sono diventati fondamentali per gli USA? Jareki con la sua polemica scaltra ed intelligente da delle risposte a queste domande

Trailer:

FILM 2: THE FOG OF WAR: LA GUERRA SECONDO ROBERT MCNAMARA

Genere: Documentario/Biografia

Trama: Un film sull’ex ufficiale della difesa McNamara e sulle difficili e varie lezioni che ha dovuto apprendere sulla gestione e la natura della guerra.

Trailer:

FILM 3: THE END OF SUBURBIA: OIL DEPLETION AND THE COLLAPSE OF THE AMERICAN DREAM

Genere: Documentario

Trama: Fin dalla fine della seconda guerra mondiale i nord americani hanno investito molte delle loro nuove ricchezze in suburbia.

FILM 4: FROM FREEDOM TO FASCISM

Genere: Documentario

Trama: Documentario che descrive le privazioni di libertà personali perpetrate nei confronti dei cittadini statunitensi

Guarda:

FILM 5:LOOSE CHANGE


Genere: Documentario

Trama: Un punto di vista diverso sull’11 settembre. E’ stato un autoattacco? (Si)!

Guarda:

FILM 6: 1984

Genere: Drammatico/Romantico/Fantascienza/Thriller

Trama: George Orwell ci descrivere un futuro mondo totalitario…

Trailer:

FILM 7: V PER VENDETTA

Genere: Azione/Fantascienza/Drammatico/Thriller

Trama: V un ex esperimento scientifico, si ribella al potere totalitario dell’Inghilterra di un vicino futuro.

Trailer:

FILM 8: IRAQ FOR SALE

Genere: Documentario

Trailer:

FILM 9: THE CORPORATION


Genere: Documentario/Storico

Trama: Documentario che esplica il concetto di corporazione e dell’egemonia mondiale di queste entità.

Trailer

Ufo distruggono testate nucleari americane e inglesi: La conferenza

Un missile Minuteman nella base dell’aviazione statunitense Malmstrom nel 1960

Per informazioni riguardo la conferenza visitare questo post:

Qualcuno ha detto Ufo? Lunedì 27, 6 ex ufficiali dell’Air Force Usa parleranno

6 ex militari dell’aviazione americana e inglese + un altro membro delle forze militari che ha scandagliato, alla ricerca di prove, le vicende di 120 ex militari hanno accusato il governo di mentire nei confronti dell’intervento di Ufo nella distruzione di basi atomiche e missili nucleari.

Le informazioni raccolte indicano che gli alieni sarebbero sbarcati sulla Terra non più tardi di sette anni fa.

L’obiettivo degli ex miliari è quello di premere sui due governi perchè ammettano che le visite extraterrestri siano un fatto e non mera fantasia.

Queste prove sono state presentate sta mattina, a una riunione a Washington.

Uno degli uomini, il Capitano Robert Salas, ha dichiarato: “La US Air Force sta mentendo circa le implicazioni sulla sicurezza nazionale di oggetti non identificati presso le basi nucleari e possiamo dimostrarlo”.

E’ stato testimone di prima mano il 16 marzo 1967, alla base dell’air force di Malmstrom in Montana che possedeva i missili Minuteman.

Il Capitano Salas ha continuato: “Ero in servizio quando un oggetto si avvicinò e si librò direttamente sul sito.”

“10 missili Minuteman si guastarono. E la stessa cosa successe in un altro sito, una settimana dopo. C’è un forte interesse per i nostri missili da parte di questi oggetti, da qualunque parte vengano. Personalmente ritengo che non vengano da questo pianeta.”

Altri affermano di aver visto attività simili nel Regno Unito.

Il colonnello Charles Halt ha detto di aver visto un UFO presso la ex base militare Bentwaters della RAF, nei pressi di Ipswich, 30 anni fa, durante il quale vide fasci di luce sparati nella base e dalla radio sentiva i colleghi dare l’allarme per l’intrusione di extraterrestri nella zona di stoccaggio nucleare.

“Credo che i servizi di sicurezza sia degli Stati Uniti che del Regno Unito abbiano tentato – sia ieri che oggi – di cambiare il significato di ciò che è accaduto alla base della RAF con metodi collaudati di disinformazione”.

Il sito è diventato poi la base della 81a Tactical Fighter Wing USA.

Il Capitano Bruce Fenstermacher, un ex ufficiale della US Air Force, sostiene che anche lui avrebbe visto un Ufo a forma di sigaro sopra una base nucleare nel Wyoming nel 1976.

Significato esoterico del film Il Labirinto del Fauno

“Il labirinto del fauno” è un film profondo che racconta la storia di una ragazza che cerca di sfuggire alle crudeltà del fascismo spagnolo. Il film contiene anche una grande quantità di simboli occulti e archetipici che ci raccontano un’altra storia: quella di una iniziazione esoterica attraverso delle prove per la protagonista e una iniziazione rituale. Daremo una occhiata al simbolismo occulto che è possibile trovare per tutto il film e il suo rapporto con la storia di Ofelia.

Il labirinto del fauno è un film fantasy spagnolo scritto e diretto da Guillermo del Toro, regista di The Devil’s Backbone, Hellboy e Blade II. L’avvincente trama del film, il suo ricco sfondo mitologico e il mondo strano e fantastico in cui è ambientato il film hanno indotto i critici a considerarlo come il miglior film del 2006.

Come molte fiabe, il labirinto del fauno è un racconto allegorico che può essere interpretato in molti modi e su molti livelli. Ci sono molte interpretazioni del film il labirinto del fauno, ma quasi nessuna è relativa al simbolismo occulto che permea il lavoro e non vi è nessuna spiegazione del rito di iniziazione presente nel film. Ciò risultà essere sorprendente dato che lo stesso Del Toro ha descritto il film come una “parabola”e in effetti, i simboli presenti nel film confluiscono tutti in questa sua affermazione. Analizzeremo ora il simbolismo mistico e archetipico trovato nel film e vedremo come essi si inseriscano in questa racconto di una iniziazione esoterica.

Uno dei motivi per cui il film colpisce profondamente i suoi spettatori è probabilmente la presenza di miti e simboli archetipici che risuonano profondamente nell’inconscio collettivo e personale:

“Infatti, il “C’era una volta” è buon punto di partenza per un film come Il labirinto del fauno. Si tratta di una fiaba soprattutto, una di quelle tenebrose che contiene tutti quei classici archetipi mitici dell’inconscio collettivo di Jung. Pensiamo, per esempio, come vengono ritratti nella storia il re malvagio, l’eroina in pericolo, gli universi paralleli, le creature chimeriche, e alla costante battaglia tra bene e male. Questi sono tutti temi universali, modelli e tipologie di personaggi che vediamo nelle fiabe classiche più e più volte, e hanno portato l’analista Jungiano Donald Kalsched ad affermare che “quando le risorse umane non sono disponibili, le risorse archetipiche si presenteranno.” Lo stesso si può dire della nostra principessa, Ofelia. Una ragazza priva di umanità, schiacciata dalla realtà cupa e costretta a ricorrere a miti archetipici dell’immaginario collettivo umano “.
– Psycho-Critical Analysis of “Pan’s Labyrinth”: Myth, Psychology, Perceptual Realism, Eyes & Traumatic Despondency

PANORAMICA DEL FILM

Il fauno protegge Ofelia dalle crudeltà del mondo

Il film è ambientato nelle montagne in un campo militare della Spagna fascista che sta combattendo contro i ribelli. Ofelia, una giovane ragazza con una fervida immaginazione, ossessionata dai libri e dalle fiabe, è in viaggio con la madre incinta e debole, per incontrare il suo nuovo patrigno, un capitano spietato dell’esercito spagnolo. Al suo arrivo, scopre un labirinto, e incontra un fauno, che le dice che lei è una principessa dell'”Underworld”. Lui le promette che potrà ricongiungersi con il padre a patto che lei assolvi tre compiti per lui. Nel tentativo di completare questi incarichi, Ofelia è costretta ad affrontare la realtà della mortalità, l’assurdità della guerra e il significato del sacrificio di se stessi.

Il racconto ruota intorno alla giustapposizione della natura aspra e opprimente del mondo reale con il mondo magico e a volte inquietante della bambina. Il fauno (Pan è la traduzione in inglese) è una bestia cornuta che guiderà Ofelia attraverso il suo processo di iniziazione e le mostrerà la strada per abbandonare le assurdità del mondo materiale e rientrare nella gloria del piano spirituale, dove vivono gli esseri illuminati : l’Underworld.

AVERE “OCCHI CHE VEDONO”

Ofelia risistema l’occhio mancante del fauno

All’inizio del film, Ofelia è quasi istintivamente trascinata fino ad un misterioso monumento raffigurante il fauno con un occhio mancante. La ragazza trova l’occhio e lo rimette al suo posto. Un insetto magico / fata appare all’improvviso: il magico viaggio di Ofelia può iniziare. C’è una grande importanza attribuita agli occhi e alla vista in generale nel film e questa scena racconta ai telespettatori, fin dall’inizio,che la ricerca di Ofelia riguarderà l’occulto e non tutti possiedono “occhi per vedere” il mondo invisibile che sta affrontare.

“Dopo aver citato la vista, il film ha molto da dire a proposito. Guillermo Del Toro sembra quasi presupporre che lo spettatore abbia bisogno di un terzo occhio “Zen” per catturare le verità sepolte nel profondi margini archetipici del film. Come postulò Derrida, i significati più importanti non sono nel testo stesso, ma “ai margini”, o sottointesi. In altre parole, gli scienziati e i laici dovranno lasciare il cinema. Quando Ofelia restituisce l’occhio della statua al posto che gli spetta, il suo fantastico viaggio ha inizio immediatamente. I suoi occhi le permettono di vedere le cose visibili e invisibili, il reale e l’irreale, che contrasta fortemente con il malvagio fascista, il capitano Vidal, uno che tortura gli altri con punture sugli occhi e non crede in ciò che non può essere visto “.

L’importanza degli occhi è della massima importanza nel simbolismo occulto e risale all’antico Egitto con il mito dell’occhio di Horus “ricostruito” da Toth. Mentre l’occhio destro è associato con la percezione di informazioni concrete  (lato maschile del cervello), l’occhio sinistro di Horus percepisce il mistico, lo spirituale e l’intuizione (il lato femminile del cervello). Rimettendo l’occhio al suo posto, Ofelia ristabilisce l’equilibrio necessario per avventurarsi nella sua trasformazione alchemica.

Ofelia si rende conto ben presto, tuttavia, che gli adulti intorno a lei sicuramente non credono in ciò che non può essere visto, rendendo la sua ricerca, solitaria.

IL PADRE DITTATORE/OPPRESSIVO E IL COMPLESSO DI CRONO

Il capitano Vidal mentre insulta Ofelia

Una volta arrivata all’accampamento, Ofelia incontra il suo nuovo patrigno, il crudele e sadico capitano Vidal. Il personaggio è una rappresentazione del fascismo spagnolo e, a livello filosofico, del mondo materiale oppressivo dove la maggior parte delle persone rimane senza mettere in discussione chi vieta la piena emancipazione dell’essere. Questo fenomeno è conosciuto come il “Complesso di Crono”, Crono è la figura mitologica greca che rappresenta il tempo, la morte e la raccolta.

Crono, mentre divora suo figlio -Goya-

“Il complesso di Crono non è una mera tendenza omicida, dato che Crono non solo si è sbarazzato della sua prole, ma ha anche avviato un processo distruttivo ingestivo che annulla la capacità del bambino di esistere separatamente e autonomamente dal genitore. Consumando il suo bambino, Crono non ha solo lo scopo di annientarlo ma lo fa rendendolo parte di sé. Secondo Bolen, fin dai tempi antichi, il complesso di Crono è una tendenza attraverso la quale le culture patriarcali hanno mantenuto il loro potere. Ciò è evidenti in sistemi come il fascismo, una delle mutazioni più radicali del patriarcato “.
– John W. Crandall, il complesso di Crono

Crono è anche conosciuto come il “padre del tempo”. Il Capitano Vidal è spesso inquadrato mentre guarda e aggiusta il suo orologio, il tempo è la limitazione più schiacciante del mondo materiale. Ofelia, e tutti intorno a lei, sono terrorizzati dal capitano Vidal, ma, al fine di completare la sua iniziazione, Ofelia dovrà emancipare se stessa da questa figura paterna opprimente e, soprattutto, entrare in contatto con il suo lato femminile oppresso e magico. Ripristinare l’equilibrio della dualità è un passo necessario nella trasformazione alchemica.

IL FAUNO E IL SUO LABIRINTO

Disgustata dalla sua nuova vita, Ofelia è guidata da una fata in un labirinto dove il Fauno si mostra dall’oscurità. Quando lei gli chiede “Chi sei?”, Lui risponde “Sono stato chiamato con così tanti nomi che solo il vento e gli alberi possono saperlo. Io sono la montagna, il bosco, la terra. . … Io sono un fauno” Poi continua:” E’ stata la luna a portarti qua. E il tuo vero padre è in attesa del tuo ritorno, ma per prima cosa, dobbiamo essere sicuri che tu non sia diventata mortale.

Nella mitologia antica, fauni, satiri e il dio greco Pan erano in qualche modo simili, possedendo, le gambe, e le corna di una capra. Pan è un prototipo dell’energia naturale ed è senza dubbio una divinità fallica, che rappresenta il potere infinito del sole. Il fauno diventa una sorta di guida spirituale per Ofelia, aiutandola attraverso il labirinto figurativo e reale che deve attraversare. Nonostante l’aspetto mostruoso del fauno, che porta gli spettatori a pensare che sia cattivo, in realtà è l’unico essere nella vita di Ofelia che capisce il suo desiderio di “essere qualcosa di più” e la aiuta ad esprimere il suo massimo potenziale. Il vero “cattivo” nel film non è l’orribile creatura, ma il crudele patrigno.

IL LABIRINTO

“I labirinti erano i luoghi favoriti per l’iniziazione tra molti dei culti antichi. Resti di questi labirinti mistici sono stati trovati tra gli indiani d’America, gli indù, i persiani, gli egiziani e i greci “-. Mainly P. Hall, Secret teachings of all ages

Trovati nei riti di iniziazione di molte antiche civiltà, i labirinti erano il simbolo dei coinvolgimenti e delle illusioni del mondo sotterraneo attraverso il quale si aggira l’anima dell’uomo nella sua ricerca della verità. Il labirinto del fauno è per Ofelia un percorso in cui deve fronteggiare i pericoli e i vicoli ciechi del mondo materiale al fine di ricongiungersi con il suo vero padre.

IL PRIMO COMPITO: TROVARE LA PROPRIA FEMMINILITA’

Il primo compito dato dal Fauno a Ofelia è quello di recuperare una chiave da un rospo gigante che sta succhiando la vita da un antico albero di fico. Qui inizia l’avventura del “ritorno al grembo materno” e vi è il riaccendersi della oppressa femminilità. L’interno della struttura è  molto umido, a simboleggiare ancora una volta il principio del grembo portatore di vita. L’albero sembra un utero.

Ofelia indossa una versione nera dell’abito indossato da Alice nel paese delle meraviglie. L’immagine di utero se vi foste dimenticati come è fatto.

Il trauma/fascino di Ofelia per il principio femminile è espresso più volte nel film, soprattutto attraverso la madre debole e gravida che dovrà infine dare la sua vita per darne alla luce un’altra. In una scena inquietante, Ofelia vede nel suo libro dei crocevia il profilo di un utero che diventa rosso, prevedendo le complicazioni della madre.

IL SECONDO COMPITO: L’UOMO PALLIDO

Dopo aver completato con successo il primo compito, Ofelia riceve una seconda missione del fauno, cioè il recupero di un pugnale posseduto dall’uomo pallido. Vi è tuttavia una condizione importante: Lei non può mangiare nulla.

L’uomo pallido immobile con gli occhi su un piattino davanti a se

L’uomo pallido, è una creatura grande e flaccida seduta di fronte a un gran banchetto. Guardandosi intorno, Ofelia vede pile di scarpe e raffigurazioni dell’Uomo Pallido che mangia dei bambini, un riferimento, ancora una volta, all’opera di Goya. L’uomo pallido, è una rappresentazione macabra delle potenze oppressive del mondo di Ofelia – Il Capitano Vidal, il fascsimo spagnolo e la Chiesa cattolica. Per portare avanti questo confronto, nel film viene mostrata in parello una scena di Vidal a cena con i suoi ospiti, in cui vi partecipava anche un sacerdote cattolico, in cui nessuno osa mettere in discussione le motivazioni crudeli del Capitano.

Ofelia riesce a recuperare il pugnale, ma mentre sta uscendo, non riesce a resistere alla tentazione di mangiarsi un grappolo enorme d’uva, simboleggiante la ricchezza accumulata dalle figure di Crono. Questo fa svegliare l’Uomo Pallido, che mettendosi gli occhi sui palmi delle mani comincia ad inseguire Ofelia.

L’uomo pallido, ha gli occhi nelle sue mani, ciò rappresenta il fatto che egli può vedere solo ciò che è palpabile.

Ofelia riesce a scappare dall’uomo pallido, ma a quale prezzo?

IL TERZO COMPITO: IL SACRIFICIO FINALE

Il fauno è furioso con Ofelia perchè è caduta alle tentazioni del mondo materiale e ha messo in discussione la sua dignità per diventare un vero immortale. La Lascia quindi nella freddezza del mondo materiale, dove Ofelia deve affrontare la guerra, il tormento e la tristezza. Poco dopo la morte della madre di Ofelia, però, il fauno riappare, con grande gioia della ragazza. Egli le permette di completare la sua iniziazione, ma esige la completa obbedienza. Per il suo ultimo compito, il Fauno chiede a Ofelia di portare il suo nuovo fratellino al labirinto di notte durante la luna piena, perfetto per completare una trasformazione spirituale nell’occultismo.

Ofelia deve quindi sottrarre il bambino dal capitano Vidal e drogarlo e correre verso il labirinto dove il fauno la aspetta.

Il fauno aspetta Ofelia impugnando un pugnale

Il fauno chiede a Ofelia di dargli il bambino, così da poter pungerlo con il pugnale e ottenere una goccia di sangue. Ofelia rifiuta. Il fauno perde la pazienza e le ricorda che le ha richiesto la piena obbedienza, ma Ofelia rifiuta ancora. A questo punto, il capitano Vidal trova Ofelia, che, dal suo punto di vista, sta parlando con se stessa (visto che non può vedere il fauno). Le prende il bambino e poi le spara.

Il corpo di Ofelia giace al suolo dopo che Vidal le ha sparato

Gocce di sangue di Ofelia cadono nel labirinto, in questo modo viene completato il terzo compito della protagonista, il sacrificio.

L’INIZIAZIONE

Mentre vediamo Ofelia che sanguina a terra, viene mostrata anche un’altra realtà, il mondo sotterraneo, dove Ofelia può incontrare i suoi veri genitori.

Ofelia riunita ai suoi genitori, il rito di iniziazione ha funzionato

L’intero palazzo reca la forma di una vescica piscis, un simbolo occulto antico che rappresenta la vulva, l’ingresso al grembo materno, e la porta d’ingresso ad un altro mondo. In piedi su tre pilastri, il padre, la madre e il terzo posto dove siederà la principessa per completare la trinità. Il fauno festeggia Ofelia, dicendole che ha fatto bene andando contro i suoi ordini e sacrificando la sua vita per proteggere il suo fratello innocente. Infatti, una forte volontà, il sacrificio e la rinascita sono necessari per il completamento di una iniziazione ai misteri occulti.

Ofelia è poi mostrata ancora una volta, sul pavimento insanguinato, spingendo gli spettatori a chiedersi: è tutto reale o è solo avvenuto nell’immaginazione della ragazza?

CONCLUDENDO

Il labirinto del fauno descrive la storia di una ragazza incapace di affrontare la durezza del mondo fisico, dove la disumanizzazione e la repressione schiacciano il suo spirito innocente e giocoso. E ‘stato dimostrato che i bambini spesso rispondono psicologicamente ad una realtà insopportabile dissociandosi in un mondo fantastico, dove la magia, l’avventura e la meraviglia la fanno da padrona. Il mondo magico sembra però  esistere al di là dell’immaginazione di Ofelia. Un esempio è la pianta mistica proposta dal fauno, la mandragora, che ha guarito la madre di Ofelia dai suoi mali, finché non la ha scoperta sotto il letto e disgustata da essa la ha bruciata.

Ofelia con la mandragora, “la pianta che voleva diventare uomo”. La mandragora vuole essere un “reminder” sulla magia: essa non appartiene alle fiabe ma è presente fin dai tempi più antichi e può avere applicazioni nella vita reale.

La mandragora è una pianta importante nella tradizione occulta principalmente perchè le sue radici hanno spesso forma di corpo umano, con braccia e piedi.

La mandragora in antiche documentazioni

“Le proprietà occulte della mandragora,anche se sono poco conosciute, sono state responsabili dell’adozione della stessa come talismano in grado di aumentare il valore o la quantità dell’oggetto a cui è associata. Fù considerata una cura infallibile contro la sterilità. E’ stata una dei simboli Priapei per cui i cavalieri templari furono accusati. La radice della pianta assomiglia molto a un corpo umano e spesso porta i contorni della testa umana, assieme alle braccia o alle gambe. Questa sorprendente somiglianza tra il corpo dell’uomo e la mandragora è uno degli enigmi della scienza naturale ed è la base reale per cui la pianta viene venerata. Nell’Iside Svelata, la signora Blavatsky rileva che la Mandragora sembra occupare sulla terra il punto in cui i regni vegetale e animale si incontrano. Questo pensiero apre un vasto campo di speculazione sulla natura di questa pianta/animale “.

Questo film è un insieme di opposti e contrapposizioni: la realtà contro la finzione, il bene e il male, innocenza contro età adulta, femminile contro maschile, mondo contro Underworld, ecc. Anche il finale può essere interpretato in due modi opposti:Ofelia ha creato un mondo di fiaba nella sua testa per sfuggire alla vita reale e alla fine si è suicidata o semplicemente si è svegliata e ha visto le discrepanze e le ingiustizie del mondo e cerca di completare le varie prove per diventare un vero essere immortale. La storia è anche una inversione del paradigma dell’auto-realizzazione: la trasformazione di Ofelia avviene nell’ombra e nel buio mentre l’illuminazione, come dice il nome, è associata con la luce, l’illuminazione di Ofelia avviene negli Inferi, mentre la trasformazione spirituale è di solito associata con “i cieli”, lo stesso iniziatore, Pan, è una divinità nota per ubriacarsi nei boschi e amoreggiare con le ninfe, mentre l’illuminazione è basata sulla padronanza dei propri impulsi più bassi, il completamento dell’iniziazione di Ofelia le richiede di strisciare nel fango, essere inseguiti da un uomo pallido e infine versare il suo sangue. Nel percorso abituale per l’illuminazione è prevista la padronanza delle proprie virtù e l’incorruttibilità. Quindi qual è il vero destino di Ofelia? Gli indizi per la risposta possono essere trovati da coloro che hanno occhi per vedere.

Fonte

 

 

Cia: Il Global Governance 2025

Da quanto si evince da questa relazione vengono apparentemente discussi temi sulla cooperazione internazionale, perché allora, non viene utilizzato un termine più appropiato come appunto “Cooperazione Internazionale” invece di “Governo Globale?”

“Global Governance” – nel caso non abbiate bene capito.

Scarica Pdf

Ecco un interessante e contraddittorio disclaimer a pagina 1:

Il termine “Global Governance” come utilizzato nel presente documento comprende tutte le istituzioni, i regimi, i processi, i partenariati e le reti che contribuiscono ad azioni collettive e di problem solving a livello internazionale. Questa definizione sussume disposizioni formali e informali. La cooperazione regionale può anche essere considerata come un elemento del Global Governance, nella misura in cui contribuisce agli sforzi. Governance si differenzia da Governament, il quale implica prerogative di sovranità e d’autorità gerarchica. Il Global Governance non equivale a un governo mondiale, poichè sarebbe praticamente impossibile da applicare nel prossimo futuro.

Ci stanno quindi suggerendo, sottovoce, che il termine “Governance” differisce da “Governament” …. Quindi il Global Governance non equivalrebbe al governo mondiale …. Ma chi vogliono prendere in giro???

Come potrebbe sussistere, in maniera logica, il Global Governace se quest’ultimo non avesse poteri governativi?

E ‘un fatto naturale e logico che il “Global Governance” per essere coordinato in modo efficace, abbia bisogno di un organo di coordinamento di qualche tipo. Ma, ci stanno dicendo che non dobbiamo chiamare il suddetto organo “Governo”.

E qual è la differenza, ancora una volta, tra questi termini? In che modo esattamente la parola “globo” differisce dalla parola “mondo”, o United States National Intelligence Council (NIC) differisce dall’European Union Institute for Security Studies (ISS)? Di che colore è il cielo nel vostro mondo, ehm, globo?

Allora, caro lettore, c’è un pensiero che comincia a rimbalzarti per la testa?”Orwell,Orwell,Orwell…? Il termine Global Governance può anche essere considerato, come un compromesso hegeliano (e marxista), tra tesi: la cooperazione internazionale e la sua antitesi: il governo mondiale. Per coloro che desiderano una sintesi della filosofia hegeliana e le implicazioni in Karl Marx, diciamo che è un modo per iniziare una rivoluzione, sommato ad un modo di osservare la realtà, si sostiene quindi l’impossibilità, successivamente si  influenzano le persone a credere di poter “progredire” passo dopo passo, verso qualcosa di irreale e impossibile.

Esattamente quali sono gli enti che hanno organizzato tutto questo? Solo l’attuale amministrazione statunitense e quella dell’Unione europea? Il CFR, il Bilderberg, la commissione trilaterale?

Qualcuno ha detto Ufo? Lunedì 27, 6 ex ufficiali dell’Air Force Usa parleranno

Secondo degli ex ufficiali dell’aviazione statunitense alcuni UFO avrebbero monitorato e probabilmente manomesso armi nucleari americane. I suddetti renderanno pubbliche le loro affermazioni la prossima settimana a Washington DC, in una conferenza stampa.

“Mentre la maggior parte degli incidenti risultano essere banali errori di sorveglianza, in alcuni casi, un numero significativo di missili nucleari hanno improvvisamente e simultaneamente smesso di funzionare o sono stati danneggiati, mentre i poliziotti della sicurezza USAF riferivano di aver visto navi a forma di disco svolazzare lì vicino,” ci riferisce Robert Hastings, autore di “UFO and Nukes: Extraordinary Encounters at Nuclear Weapons Sites “.

Lunedi’, al National Press Club, Hastings presenterà sei ex ufficiali dell’Air Force che romperanno il silenzio e divulgheranno al pubblico le esperienze drammatiche vissute in prima persona con gli Ufo nei siti degli armamenti atomici….

Un oggetto volante non identificato è stato fotografato da un dipendente del governo sulla Holloman Air Development Center in New Mexico nel 1964. Foto come questa offrono una delle prove più convincenti per chi crede che gli extraterrestri abbiano visitato il nostro pianeta.

In un comunicato, Hastings ha detto: “Finalmente, tutti questi testimoni si stanno facendo avanti dicendo che, per quanto incredibile possa sembrare ad alcuni, gli UFO hanno da tempo monitorato e, a volte, manomesso le nostre armi nucleari”.

Co-ospite di Hastings durante la conferenza stampa,il Capitano Robert Salas, testimone di un incidente UFO nel 1967 che, a quanto dice, ha provocato un malfunzionamento del missile nella base dell’Air Force, Malmstrom in Montana, gli fu ordinato di tacere sull’intera questione.

“L’Air Force sta mentendo circa le implicazioni della sicurezza nazionale per quanto riguarda gli oggetti non identificati volanti presso le basi nucleari, e possiamo provarlo”, ha detto Salas.

Un altro ufficiale che apparirà durante la conferenza di Lunedi, sarà il colonnello Charles Halt, testimone di alcuni oggetti volanti che sparavano proiettili di luce nella base aerea anglo/americana Bentwaters della RAF in Inghilterra nel 1980. I colpi puntavano, nei pressi dell’area di stoccaggio delle armi nucleari.

“Credo che i servizi di sicurezza di Stati Uniti e del Regno Unito abbiano tentato – sia ieri che oggi – di cambiare il significato di quanto accaduto a Bentwaters  con l’uso di metodi ben noti di disinformazione”.

Insieme con gli altri ufficiali che sosterranno queste tesi straordinarie sugli Ufo, Hastings ha riferito che si discuteranno le implicazioni sulla sicurezza nazionale di questi e di altri incidenti UFO, e inviterà il governo a far chiarezza sull’argomento.

Oltre ai documenti declassificati del governo USA che saranno offerti durante l’evento, il gruppo affronterà le seguenti questioni:

* Perchè continuano ad apparire gli UFO presso i siti di armi nucleari, decennio dopo decennio?
* Che cosa potrebbero indicare queste incursioni sulle intenzioni e sugli obiettivi di coloro che presumibilmente pilotano tali veicoli?
* Perché il governo americano ha scelto di tenere il pubblico americano, e la gente nel mondo, all’oscuro di questi drammatici sviluppi?

Un filmato sull’argomento:

I nuovi dollari

Il passaggio all’Amero sembra più vicino che mai e gli Stati Uniti per prepararsi all’evento decidono di rinnovare il look all’obsoleto dollaro. Il Boston Globe ha scritto un pezzo su questo evento definendolo una teoria della cospirazione. Questo look “accattivante” si pensa serva a rendere più simile il dollaro alla moneta del blocco messicano, che è in definitiva molo sgargiante. La riflessione di un autore:

“In pratica, con la NAU, le multinazionali avranno a che fare con una moneta (l’Amero), un solo ente di controllo (governo) e una serie di regole uguali per tutti. E il beneficio dove sta? Semplice. Mettere in moto la vendita, l’acquisto e la circolazione delle merci attraverso la ex tre nazioni senza fatica e con poca spesa. E non dimentichiamo la creazione di una forza lavoro super-economica e la distruzione finale della classe media (che sta già accadendo).

Il dollaro americano ha bisogno di un profondo rinnovamento. Grazie al Dollar ReDe$ign Project, abbiamo delle opzioni.

Organizzato da Richard Smith, il Dollar ReDe$ign Project sollecità la mente dei creativi per i dollari del futuro. “Il nostro grande ‘rivale’, l’euro, sembra così forte in confronto, l’unica maniera per uscire da questa recessione globale è quella di ridisegnare il dollaro”, si può leggere dal suo sito web.

Fisher ha iniziato il progetto con l’intento di “cercare di trovare un catalizzatore per riavviare la nostra economia” ha detto a Fox News. Il concoroso è ormai chiuso, e il termine per le votazioni sarà il 30 settembre.

Il progetto che ha ricevuto + voti arriva dal duo britannico Duncan Dowling, notare il design verticale:


It was claimed a while back that this is all part of a push into the NAU (North American Union) in an effort to remake America they would push a colorful new currency to get us warmed up for the switch to the Amero. The Boston Globe wrote a piece about it calling it a Conspiracy theory.   It was also thought that by making our currency more colorful it would make it more appealing to the South American block whose money is similarly designed. One author at the time described it as..

“Basically, with the NAU, multinationals are dealing with one currency (the Amero), one controlling entity (government) and one set of rules for all. And the benefit? Simple. To enable the sale, purchase and movement of goods across the former three nations effortlessly and cheaply. And let’s not forget the creation of a super-cheap workforce and the eventual destruction of the middle class (which is already happening).

As you can tell, I’m clearly not a supporter of the NAU. But I’m not a supporter of any policy that seeks to make the rich even richer, and make a profit at the expense of the public. As Tom DeWeese wrote in his article for the American Policy Center, “The SPP is not about free trade. Its use of public/private partnerships creates an elite of certain, chosen global corporations which basically become part of government at the expense of their competition and our national independence.”

If that is truly the case then it looks likes things are moving right along as planned.  snippet

The American dollar is in bad need of a makeover. Thanks to the Dollar ReDe$ign Project, we may now have some options.

Organized by creative strategy consultant Richard Smith, the Dollar ReDe$ign Project is soliciting ideas for the dollar bill of the future. “Our great ‘rival’, the Euro, looks so spanky in comparison it seems the only clear way to revive this global recession is to rebrand and redesign,” the project notes on its website.

Fisher started the project in with the intent of “trying to find a catalyst to restart our economy” he told Fox NewsThe recent competition is now closed, and voting ends on September 30. “This has touched people’s hearts,” Fisher said, and “people feel the dollar touches their lives.”

The leading vote-getter for this year’s competition (pictured below) was submitted by British duo Dowling Duncan, which features a unique vertical design.

11 Settembre 2001: Le connessioni nascoste

La seguente è una compilation di rapporti di ricerca e di indagini disponibili sul web e nei media convenzionali.(Vedi anche Paul Thompson, The Terror Timeline, 2004) Molte delle seguenti sono indizi, che raramente sono stati divulgati e soprattutto collegati:

– Il World Trade Centernecessitava di riparazioni dal 1980, una cosa come 200 milioni di dollari in ristrutturazioni e miglioramenti, soprattutto necessari alla rimozione e / o sostituzione di materiali da costruzione dichiarati rischiosi per la salute dopo che le torri vennero costruite. Il WTC è stato etichettato una “bomba di amianto”. In effetti, il WTC veniva valutato un “dinosauro”, e più volte si è cercato di ottenere i permessi per demolire gli edifici, per motivi di pericolosità. La proposta fù respinta. Il problema amianto non era un segreto. La sola ragione per cui il complesso era ancora in piedi l’11/9/2001 fù per il costo che occorreva a demolire le torri piano per piano. Fonte

– Larry Silverstein, un magnate di proprietà di New York ha firmato un contratto di 99 anni per l’intero complesso del WTC solo 6 mesi prima dell’attaco dell’11 settembre. Quella era la prima volta nei suoi 33 anni di vita, che il complesso cambiava di proprietà. Mr. Silverstein, che doveva essere a conoscenza del problema amianto, effettuò un acconto di 124 milioni dollari su questo complesso da 3,2 miliardi dollari, assicurandolo prontamente per 3,6 miliardi di dollari. L’assicurazione copriva anche da eventuali “attacchi terroristici”. Nel contratto di Mr. Silverstein è stato anche specificamente concesso il diritto di ricostruire le strutture, se fossero state distrutte.Il primo ordine di Mr. Silverstein come nuovo proprietario fù quello di cambiare la società responsabile della sicurezza del complesso. La nuova società di sicurezza assunta era la Securacom (ora Stratasec). Il fratello di George W. Bush, Marvin Bush, era nel suo consiglio di amministrazione, e il cugino di Marvin, Wirt Walker III, è stato suo CEO. Secondo i registri pubblici, non solo la Securacom fornì i dispositivi elettronici per il World Trade Center, ma era anche responsabile della sicurezza al Dulles International Airport e al United Airlines – entrambi coinvolti nel disastro dell’11 settembre. A seguito degli attacchi, il signor Silverstein presentò due richieste di assicurazione per l’importo massimo concesso dalla polizza (7.2 miliardi di dollari), a causa dei due – a parere di Mr. Silverstein – attacchi separati che colpirono le torri gemelle. La compagnia assicurativa Swiss Re, pagò a Mr. Silverstein 4,6 miliardi di dollari, cifra principesca a confronto dei 124 milioni di dollari di investimento. Per inciso, vale la pena notare che uno dei più stretti amici di Mr. Silverstein, una persona con la quale parla ogni giorno al telefono, non è altro che il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu. Signor Netanyahu, che nel 1986 coniò la frase “guerra al terrorismo”…Fonte

– Tornando indietro al mese di ottobre 2000, circa 11 mesi prima del 11 settembre 2001, un ex membro della Difesa israeliano e veterano della guerra del Yom Kippur del 1973  ascoltò una conversazione in ebraico nel New Jersey, “Gli americani impareranno che cosa significa vivere con i terroristi dopo che gli aerei colpiranno le torri gemelle nel mese di settembre … Gli arabi sono così stupidi. Non immaginano nemmeno che li stiamo usando. ” Fonte

– L’11 settembre 2001 almeno due dipendenti Israeliani del servizio di messaggistica istantanea Odigo ricevettero avvertimenti di un imminente attacco a New York più di due ore prima che il primo aereo colpisse gli edifici. Odigo aveva il suo quartier generale negli USA a due isolati dal World Trade Center. I dipendenti della Odigo, tuttavia, non trasmisero l’avvertimento alle autorità di New York City. (Washington Post, 27/9/01). La Odigo, come molte società di software israeliane, si basa e ha il suo centro di Ricerca e di Sviluppo a Herzliya, la cittadina a nord di Tel Aviv, che risulta essere la sede del Mossad, il servizio di Intelligence Israeliano.

– Sempre l’11/09/2001 cinque “uomini del Medio Oriente”, sono stati arrestati nel New Jersey dall’FBI dopo che furono trovati a festeggiare il crollo del WTC. “Sembrava che sapessero quello che stava per accadere.” (Bergen Record,12/09/01) Si è poi confermato che i cinque uomini arrestati erano in realtà agenti dell’intelligence militare israeliana, cioè del Mossad. In una società di trasporti chiamata Urban Moving Systems, un dipendente riferì che la maggior parte dei suoi collaboratori erano israeliani ed erano felici il giorno dell’attentato. Le parole del dipendente: ‘Io ero in lacrime, e questi ragazzi ci scherzavano sopra, e ciò mi dava fastidio.’ I colleghi Israeliani sembravano voler dire: “Ora l’America sa che quello che facciamo.” Fonte

Dominic Suter, il proprietario israeliano di Urban Moving Systems, fuggì in fretta dopo l’attentato dell’11/9/2001, o gli è stato permesso di farlo, in Israele prima che gli agenti dell’FBI potessero interrogarlo. (Forward, 15/03/02)

I cinque israeliani arrestati furono rilasciati dopo aver trascorso 71 giorni sotto custodia. Il procuratore generale incaricato delle indagini penali, al tempo era Michael Chertoff, l’attuale capo del Dipartimento della Homeland Security. Chertoff, figlio di alcuni dei primi agenti del Mossad israeliano, facilitò l’insabbiamento delle prove sull’11 settembre, si pensa possieda la doppia nazionalità. Fonte

Uno degli agenti israeliani rilasciato disse alla radio israeliana che era stato inviato per documentare “l’evento” …
(ABC News, 1/06/02)

– Carl Cameron della Fox News, scrisse una relazione dettagliata in 4 parti sulla Urban Moving Systems e sui cinque israeliani. Mentre non è più disponibile presso il sito della Fox, è stato salvato in vari archivi sul web. Fonte

Gli fù riferito da un anonimo funzionario degli Stati Uniti che “le prove che collegano questi israeliani all’ 11 settembre sono classificate. Non posso parlarti delle prove raccolte. Sono informazioni classificate”.

– Il senatore Bob Graham (D-FL) dichiarò: “Penso che ci siano prove molto convincenti che almeno alcuni dei terroristi sono stati assistiti e non solo nel finanziamento,tutto ciò diverrà pubblico ad un certo punto quando verrano svuotati gli archivi fra 20 – 30 anni. ”
Fonte

– Gli investigatori all’interno della DEA, dell’ FBI e dell’INS hanno detto a quelli di Fox News che, perseguire o anche suggerire che vi sia stato dello spionaggio israeliano … è considerato un suicidio per la carriera ‘… (Fox News, 12/12/01)

– Un altro funzionario dell’FBI ha detto a Cameron: “Pur essendo d’accordo con te, non posso dire nulla sugli interessi geopolitici degli Stati Uniti con Israele, se lo facessi potrei anche dire addio alla mia scrivania”. Infatti, Carl Cameron di Fox News stesso, non è più disposto ad affrontare il problema, commentare o anche parlare di questi argomenti

Quanto al video sulla “confessione” di Osama Bin Laden, Hani Sebai, uno specialista di elettronica britannico ha rilasciato delle dichiarazioni alla BBC, definendolo un falso evidente, un lavoro classico di “taglia e incolla” con un video del matrimonio di Osama. In un’intervista concessa al giornale pakistano Umat poi trasmessa dalla BBC, Bin Laden negò qualsiasi coinvolgimento negli attacchi dell 11 settembre. Ci sarebbero davvero pochi motivi nello sconfessare un atto di questa portata, poichè verrebbero intessute lodi a una persona in grado di compiere un simile gesto (Ralph Schoenmann,Taking Aim, 12/7/2005)

L’inchiesta ufficiale sotto il controllo del neoconservatore Philip Zelikow ha contrastato ogni tentativo per scoprire la verità dietro gli attacchi. Qualsiasi domanda sulla versione ufficiale, sia che essa provenisse dai parenti delle vittime, o dagli architetti, o dagli ingegneri, o dai fisici o di altri americani patriottici vennero semplicemente messe a tacere etichettandole come teorie della cospirazione.
(www.911truth.org, patriotsquestion911.com, www.ae911truth.org)

L’implicazione degli arabi negli attacchi dell’11 settembre, attraverso il pieno appoggio dei mass media sionisti controllati gli israeliani hanno dato l’occasione ideale per imprimere l’immagine del ‘terrorista arabo’ nella psiche degli americani.

Il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, fù interrogato, il giorno dopo l’attentato, su cosa avrebbe significato tutto ciò per le relazioni USA-Israele. Ha detto: “E’ positivo”. Poi si corresse, aggiungendo: “Beh, non è una cosa buona, ma genererà immediatamente simpatia per Israele” … (New York Times, 12/9/01)

Il movente per l’attentato fù correttamente identificato da Neil Mackay il 2 Novembre 2003 dopo una intervista della Sunday Herald:

“Imprigionare l’America nel sangue e nella sofferenza reciproca per la causa israeliana”.

Questo è esattamente il motivo per cui non vedrete questi collegamenti nei media, questa è la cruda verità…

(Nota: Essere critici nei confronti di Israele non è anti-semita o addirittura anti-ebraico, fate un giro per http://www.jewsnotzionists.org, molti Israeliani credono che lo sionismo sia contrario agli insegnamenti della vera Torah)

Irresponsible Team: Phantom x + Tystnaden + Scarecrown (Special Guest Endangered Pirates)

Si torna al deposito giordani, per una serata che lascerà il segno!Ecco le band:

Phantom x

Maggior informazioni: www.phantom-x.net
www.myspace.com/phantomxmetal

Tystnaden 

www.tystnaden.com
www.myspace.com/tystnaden
www.udine20.it/tystnaden-la-videoscheda-della-band/

Scarecrown

www.myspace.com/scarecrown
www.udine20.it/scarecrown-la-videoscheda-della-band

Data/ora evento: L’evento è programmato per Sabato 25 settembre alle ore 20.30.
Luogo:


Scienziati russi vicini all’elisir di lunga vita

Uno scienziato russo dice di aver sconfitto il problema dell’invecchiamento e che, in pochi anni il farmaco sarà in vendita.

Il professor Vladimir Skulachev dice di aver trovato un anti-ossidante che arresta il progressivo deterioramento della salute causato dall’età.

Sembra complicato e lo è certamente. Per Vladimir Skulachev è un lavoro di quasi una vita. Ancora due anni di test e il medico è fiducioso sul fatto che l’enigma dell’invecchiamento sarà risolto.

A quanto pare gira tutto attorno a come reagisce l’ossigeno nel corpo.

“Il 99% delle volte l’ossigeno si trasforma in acqua innocua, ma c’è quell uno per cento che si trasforma in un super-ossido che si trasforma poi in elementi molto velenosi,” ci rivela, Vladimir Skulachev, docente di Bioenergetica. “Quindi il punto su cui focalizzarsi è stato quello di trovare un anti-ossidante che arresti tale processo.”

Questo implica, secondo il professore che verrà interrotto l’invecchiamento.

Ha lavorato per perfezionare il suo trattamento per più di 40 anni. La parte difficile del processo è stata quella di cercare di prevenire eventuali effetti collaterali, egli osserva.

I colleghi di tutto il mondo pensano che il dottor Skulachev si arrivato a scoprire qualcosa.

Il Premio Nobel Gunter Blobel alla Rockefeller University, ritiene che le teorie di Skulachev siano molto realistiche.

“E ‘stato dimostrato che il danno ossidativo è enorme. Ma noi non possediamo un anti-ossidante del tipo che Skulachev ha sviluppato. Ha coniato il termine bioenergetica. Skulachev è chiaramente il migliore bio-chimico e scienziato bio-energetico del mondo “, ha detto Blobel.

Il composto è già oggetto di sperimentazione sugli animali ed i risultati sembrano promettenti.

I topi che hanno ricevuto il farmaco sono molto più vivaci di quelli non trattati.

“Infine, speriamo di riuscire a convincere la gente che una singola pillola tratti molte delle minacce dell’invecchiamento. ” Maksim Skulachev Cand. Sc. (Biologia), spiega. “Quindi, se le autorità accetteranno questa logica, forse potremmo commercialo come farmaco anti invecchiamento”.

Dopo il successo con gli animali, l’inventore ha testato la medicina sulla propria cataratta.
Sei mesi dopo, il suo medico li disse che la cataratta non c’era più.

Migliaia di persone sono in fila per partecipare alla sperimentazione clinica, che è appena iniziato. Ma ci vorranno ancora anni prima che la scoperta del dottor Skulachev raggiunga gli scaffali di una farmacia media.

Alcuni hanno già soprannominato il farmaco una panacea. Se le promesse verranno mantenute, il trattamento avrà effetto sulle malattie dell’invecchiamento e porterà con sé la prospettiva di una più lunga e migliore qualità della vita.

Il bello, il brutto ed il (C)attivissimo

Lui non ve le rivelerà perché, spesso, sono le sue. Inganni, censure e mozzarelle nell’allevamento di bufale più linkato d’Italia.

Intorno ad Attivissimo si sta creando una sorta di “setta di opinione”: Attivissimo è diventato il sacerdote, a volte fin troppo autoritario, di una setta di opinione seguita fideisticamente da un gran numero di utenti di Internet. Non è certo l’unico, intendiamoci. Il suo è un destino comune a molti altri blogger che, grazie ai loro scritti, sono riusciti a guadagnarsi autorevolezza.

Tuttavia nei suoi siti si può notare una leggera dissonanza tra gli intenti dei suoi blog – di smascherare i guru “new age” e “next age” – ed il suo status quasi di guru dell’anticomplottismo, condizione che egli coltiva con un certo compiacimento.

Se il suo scopo è di smascherare le “autorità” più stravaganti, i capi carismatici delle fisime più incredibili e antiscientifiche, stranamente i suoi blog sono frequentati in buona parte da adulatori accondiscendenti che spesso leggono i suoi scartafacci in modo acritico e sovente sembrano riporre in lui una fede smisurata. Nei blog di Attivissimo, nonostante si discutano temi caldi e controversi, fra i commenti non sempre trovano spazio le opinioni in disaccordo, i dibattiti o le analisi contrastanti con le sue.

Il bello è che questo non avviene solo sui suoi blog, ma perfino in quello spazio “libero” che spesso è Wikipedia, dove la sua pagina personale è di volta in volta rigorosamente purgata da qualunque possibile accenno di critica, quand’anche provenga da professori universitari (vedi nota a questo articolo).

Dopo l’11 settembre 2009, probabilmente Attivissimo ha iniziato ad accorgersi che il numero degli utenti in disaccordo con lui stava crescendo e che gli creavano un po’ troppi problemi e reazioni colleriche. Un po’ come quella volta in cui un utente scomodo fu caldamente invitato dallo Sbufalatore Capo ad andarsene dal suo blog, anche se non aveva offeso nessuno, non si era macchiato di veri e propri abusi della netiquette considerata “normale”, ma semplicemente perché dissentiva, senza aver prima fatto conoscere a tutti le sue credenziali professionali. Attivissimo, probabilmente sempre più intimorito da quest’ondata crescente di dissidenti che commentavano sul suo sito, poco dopo l’11 settembre 2009, ha optato per una “democraticissima” scelta già operata da alcuni grandi testate giornalistiche online, affezionate alla facoltà di monologare tipica dei mass media: ha optato, dicevamo, per la scappatoia di chiudere definitivamente i battenti e di impedire qualunque commento. Gli unici autorizzati a proferire parola da allora in poi sarebbero stati i gran sacerdoti della Setta “sbufalatrice”.

Uno penserebbe che uno “sbufalatore”, uno “smascheratore” abbia a cuore anzitutto la trasparenza ed abbia in odio tutto ciò che è oscuro, nascosto e censurato. Ebbene, con Attivissimo si sbaglia: lui è uno smascheratore che non vuole che sui suoi siti si dibattano i suoi scritti, neanche fra i suoi adepti, neanche fra i suoi scodinzolanti utenti di fiducia… Un caso davvero insolito, questo di un “CICAPino” sedicente demistificatore che sembra considerare i propri scritti come tavole mosaiche e sembra aspirare all’infallibilità papale…

Non potrebbe semplicemente moderare i commenti, cancellando eventualmente quelli che presentano offese gratuite e mantenendo tutti gli altri? Non dovrebbe essere cosa troppo impegnativa con gli strumenti che offre Blogger nel 2010…

Fonte: bufalattivissimo.splinder.com