Archivio mensile:settembre 2014

Aggiornamento Georgia Guide Stone: “2014” rimosso dal monumento. MM, 16, 20, 14, 8, JAM

geoguide

In un nuovo video pubblicato oggi dall0 youtuber copperheadrr1, si apprende che il 25 settembre l’uomo incaricato con la manutenzione delle Guidestones Georgia ha rimosso la nuova pietra di granito che riportava il numero 2014. Si scopre che è un cubo con numeri e lettere in ogni faccia.
Oltre a 2014, il cubo di granito contiene anche le seguenti incisioni: MM, 16, 8, JAM
Il “codice” sul cubo dunque: MM, 16, 20, 14, 8, JAM.

Ecco il video:

A breve approfondimenti. Stay Tuned

Annunci

I troll sono narcisisti psicopatici e sadici

Internet Troll

 

Nel numero di Personality and Individual Differences di questo mese, uno studio è stato pubblicato il quale conferma ciò che tutti sospettavamo: i troll di internet sono persone orribili.

Cominciamo definendoli chiaramente. Un troll internet è qualcuno che entra in una discussione e posta commenti volti a turbare o interrompere la conversazione. Spesso, sembra che non vi si alcun vero scopo dietro le loro osservazioni, ad eccezione di sconvolgere tutti gli altri coinvolti. I trolls sanno mentire, esagerare, e offendere per ottenere una risposta.

Che tipo di persona farebbe questo?

Ricercatori canadesi hanno deciso di scoprirlo. Hanno condotto due studi su internet con oltre 1.200 persone. Hanno dato test di personalità ad ogni soggetto con un sondaggio sul loro comportamento quando si tratta di commentare sul web. Erano alla ricerca di prove che collegavano il trolling alla Tetrade oscura della personalità: narcisismo, machiavellismo, psicopatia, e personalità sadica.

Hanno scoperto che i punteggi relativi alla Tetrade oscura erano più alti tra le persone le quali ammettevano che il trolling era la loro attività virtuale preferita. Per avere un’idea di tutto ciò date un’occhiata a questo grafico:

160044-164454

Guardate come i punteggi sono bassi per tutti, tranne che per i troll di internet! I loro punteggi sono alti rispetto i quattro tratti di personalità presi in esame. Il rapporto tra questa Tetrade oscura e il trolling è così significativo, che gli autori scrissero quanto segue nel loro articolo:

“… Le associazioni tra sadismo e il GAIT (Global Assessment of Internet Trolling) sono stati così forti che si potrebbe dire che il troll online è il prototipo del sadico.” [enfasi aggiunta]

I trolls godono veramente nel farti stare male. Per citare ancora una volta gli autori:

“Entrambi i troll e i sadici provano gioia dalla sofferenza altrui. I sadici vogliono solo divertirsi … ed Internet è il loro parco giochi!”

Così la prossima volta che incontrate un troll on-line, ricordare alcune cose. (1) Questi troll sono persone veramente incasinate e (2) è la tua sofferenza che li procura piacere, quindi la cosa migliore che puoi fare è ignorarli.

Riferimenti

Buckels, Erin E., Paul D. Trapnell, and Delroy L. Paulhus. “Trolls just want to have fun.” Personality and Individual Differences 67 (2014): 97-102.

Fonte

Noah: Un racconto biblico riscritto per spingere un’Agenda

Dalla sua uscita nelle sale, nei primi mesi del 2014, il colossal “Noah” ha causato polemiche in quanto ha il difetto di non ricalcare il racconto biblico. Questo è assolutamente vero, ma il film non si limita a prendersi delle libertà con la Bibbia: “Noah” spinge dei messaggi che non hanno nulla a che fare con la Bibbia. Tali messaggi sono di matrice politica e provengono direttamente dal mondo élite. Il messaggio principale? L’umanità ha bisogno di essere purificata … di nuovo.

leadnoah

Nel corso della sua carriera di film-maker, Darren Aronofsky ha girato un bel po’ di film controversi con un messaggio di fondo potente (vedi il mio articolo sul film Black Swan qui). Nessuno dei suoi lavori può essere considerato “idiota” e, nonostante quello che dicono i critici, Noah non è una cazzata. Certo, in esso possiamo notare giganti mostri di pietra, bazooka primitivi e Noah che fa fuori un sacco di povere anime, tuttavia il film è abbastanza intelligente per comunicare in modo efficace alcuni dei suoi messaggi fondamentali, torcendo uno dei più antichi racconti del mondo per spingere un ordine del giorno molto attuale.

Mentre molti spettatori sono rimasti sconvolti riguardo le svariate reinterpretazioni della storia dell’Arca di Noè – un racconto che esiste nella letteratura ebraica, cristiana, e musulmana – i messaggi aggiunti alla storia dovrebbero suscitare ancora più scalpore. Noah ri-definisce questo antico racconto per descrivere la premessa di base di una nuova religione. Basandosi sull’agenda elitaria che vuole la drastica depopolazione terrestre, questa nuova religione ha come cardini l’ambientalismo radicale, la svalutazione (e persino odio) della vita umana, e il riallineamento della morale verso un nuovo asse.

Attraverso il suo strano racconto, il film trasforma la storia dell’Arca di Noè in un’avventura assurda e inquietante che porta gli spettatori a chiedersi: Perché Dio è così malvagio? Perché Noè fa il coglione? Quando la moglie di Noè gli chiede se “il Creatore” (che è il nome di Dio nel film) li aiuterà a sopravvivere, la risposta di Noè è strana, quasi come stesse descrivendo un super-antagonista:

“Ha intenzione di distruggere il mondo”.

Mentre la Bibbia spiega che il Diluvio Universale è stato causato da una misteriosa razza di giganti la quale ha corrotto e “infettato” l’umanità, il film non segue questa narrativa. Ci dice invece, ripetutamente, che gli esseri umani sono il male e meritano di morire.

UN NOE’ MODERNO

Prima di entrare nella storia vera e propria, ho bisogno di sottolineare un dettaglio che è apparentemente banale, ma che racconta molto sul vero obiettivo del film: Perché tutti sono vestiti come se avessero comprato i loro vestiti da Zara?

noah4

Anche se vive in una sterile terra dimenticata da Dio (senza attrezzature da cucito in vista) Noah trova sempre il modo di essere elegante. Sia che indossi un bel cappotto con bottoni, zaini con tutti i tipi di cinghie e tasche, polo o pantaloni che somigliano agli attuali jeans, Noah non è la tipica figura biblica vestita di stracci. Somiglia più ad un hipster che si beve un caffè da Starbucks. Anche sua moglie ha un vestiario moderno, con il pantalone e la maglietta attillati.

Questi abiti che strizzano l’occhio al mondo odierno fondamentalmente ci dicono che Noè non fa riferimento ai tempi biblici- bensì dell’età moderna. E’ un messaggio per l’umanità che vive in questi anni, direttamente dalla elite.

Mentre Noah si basa sul racconto biblico dal libro della Genesi, i creatori hanno inventato personaggi, sottotrame, simboli, immagini e messaggi per ridisegnare completamente la storia, dando un significato contorto, inquietante e del tutto “non spirituale”. Anche se si guarda il film aspettandosi una “rivisitazione creativa” dell’Arca di Noè, è difficile non essere disturbati dalla sanguinosa e violenta caratterizzazione del personaggio principale. Voglio dire, Noah uccide un sacco di persone nel film! Come può lontanamente avere senso nel contesto divino della storia? Beh, in realtà c’ha senso … se comprendiamo che il film è destinato a vendere una nuova religione dettata dalle elite mondiali composta di valori che le masse dovranno adottare. Uno di questi valori, è che la vita umana è un cancro sulla Terra il quale deve essere sradicato. In altre parole, vogliono che gli uomini credano sinceramente di essere un male per giustificare lo spopolamento. Naturalmente, come il film ci racconta, la maggior parte degli esseri umani muore … TRANNE quelli della stirpe prescelta. Questo è ciò che l’elite vuole farci pensare. Dobbiamo tutti morire per salvare la Terra … tranne loro.

Noah è sorprendentemente simile ad un altro film: 2012. 2012 è un film catastrofico nel quale essenzialmente solo le persone ricche e potenti (l’elite) sopravvive ad un gigantesco diluvio mentre tutti gli altri muoiono. Il film era pieno di riferimenti alla storia dell’Arca di Noè e mostra persino elicotteri i quali trasporto vari animali in navi giganti. I poster dei film Noah e 2012 sono sorprendentemente simili.

noah20121

Noah e 2012 raccontano la stessa storia, ma in diversi periodi di tempo. Il risultato è lo stesso: Le masse muoiono mentre “pochi eletti” sopravvivono. Sembra che all’elite occulta piaccia molto la storia dell’Arca di Noè.

Noah è quindi una ricostruzione di una storia biblica su misura per adattarsi all’Agenda elitaria… e, come al solito, l’agenda è piuttosto sconvolgente. Promuove l’idea di un massiccio spopolamento della Terra e ce lo serve sotto le mentite spoglie di una battaglia ecologica. L’ambientalismo estremo è la nuova religione, venduta alle masse attraverso la paura.

Questa religione non è soltanto promossa nelle opere di narrativa, si trova anche in monumenti reali. Il Georgia Guidestones è una gigantesca collezione di pietre (soprannominata la Stonehenge Americana) su cui sono disposti dieci nuovi comandamenti.

Il primo “comandamento” delle Guidestones: “Mantenere l’umanità sotto i 500.000.000 in perpetuo equilibrio con la natura”. Dei 7 miliardi di persone sulla Terra oggi, il 93% dell’umanità dovrebbe morire per raggiungere 500 milioni.
Nell’articolo che ho scritto circa le Guidestones, spiego che è stato costruito da membri di società segrete occulte. L’ultimo comandamento delle pietre riassume il messaggio principale del film Noè:

“Non essere un cancro sulla Terra – Lascia spazio alla natura – Lascia spazio alla natura”.

In Noah, si spiega che l’umanità ha bisogno di estinguersi perché è irrispettosa verso la natura. Questo non è ciò che viene detto nella Bibbia, tuttavia è ciò che l’elite vuole portarvi a pensare.

SCHERNIRE L’UMANITA’ PER GIUSTIFICARE IL DEPOPOLAMENTO

Fin dalle prime scene del film, Noah (vestito nel suo completo acquistato da Zara) parla ai suoi figli riguardo l’ambiente, ovvero l’ultima cosa che passava per la testa alle persone di un’epoca così antica. Quando il figlio di Noè vede un bel fiore e cerca di prenderlo, Noah lo blocca per fermare questa distruzione insensata.

noah5

Noah dice a suo figlio: “Vedi come i fiori sono attaccati al suolo? E’ quello il loro posto. Hanno uno scopo.” Ummm, Noah … Ti dai una calmata?

Questa piccola scena annuncia il tratto estremamente ambientalista di Noè. Un po’ più avanti, Noah vede “uomini” (un termine peggiorativo nel film) cacciare un animale per mangiarlo. Noah corre in soccorso dell’animale e pugnala uno degli uomini in una gamba. Infine chiama il suo atto di violenza “giustizia”. E’ forse Noah un vegano estremista che accoltella le persone che mangiano carne?

Quando il figlio di Noè gli chiede perché questi uomini malvagi credono che mangiare carne dia loro forza, egli risponde:

“Dimenticano che la forza viene dal Creatore”.

Questo, naturalmente, non si trova nella Bibbia. E’ parte del messaggio del film che in pratica dice “Animali>Uomini”. Durante tutto il film, Noah si riferisce agli animali come agli “innocenti”, mentre gli esseri umani sono percepiti come feccia che merita di morire. Noah però sembra dimenticare che molti animali sono bestie carnivore che spendono una grande quantità di tempo a cacciare e divorare altri animali. Ecco come funziona la natura.

noah6

Noah ha un sogno in cui tutti gli esseri umani muoiono annegati, gli animali tuttavia riescono a nuotare . Odia davvero gli esseri umani.

A un certo punto Noah dice ai suoi figli:

– Abbiamo scelto di salvare gli innocenti. Gli animali.

– Perché sono innocenti?

– Perché vivono come facevano nel Giardino.

Durante tutto il film, Noè, l'”eroe del film” ha un odio assoluto per l’umanità e la evita a tutti i costi. Ogni volta che vede “uomini” o strutture create dall’uomo, comincia a preoccuparsi.

MANIPOLANDO IL RACCONTO BIBLICO SUI GIGANTI

Per promuovere il suo messaggio anti-umanità, il film torce in modo significativo il racconto su una misteriosa razza,  quella dei giganti, presente nella Genesi. Nella Bibbia, i Giganti sono discendenti di un gruppo di 200 “Figli di Dio” che è disceso sulla Terra per mescolarsi con gli esseri umani. Si dice che insegnarono all’uomo competenze avanzate, come la metallurgia, la lavorazione dei metalli, la cosmesi, la stregoneria, l’astrologia, l’astronomia e la meteorologia. Poiché i giganti disobbedirono a Dio, vennero chiamati Angeli Caduti. (Nota interessante: Lucifero è un angelo caduto che portò le conoscenze proibite all’uomo).

noah8

Noah è aiutato da un gruppo di grandi mostri fatti di roccia chiamato Giganti. Molti spettatori sono rimasti stupiti da questo spin off in stile Signore degli Anelli.
Nel libro della Genesi, si dice che i Giganti (chiamati anche Nephilim), era una razza ibrida (Figli di Dio e femmine umane).

Quando gli esseri umani cominciarono a moltiplicarsi sulla terra, i figli di Dio videro che le figlie degli uomini erano belle e ne presero per mogli quante ne vollero. ”
– Genesi 6: 1-4

I Nephilim sono descritti nella Bibbia (e in altri testi apocrifi) come una razza di giganti che vivevano tra gli esseri umani. Divennero una presenza distruttiva tanto da consumare “tutte le acquisizioni degli uomini”. Al fine di eliminare questi esseri dalla Terra (insieme agli esseri umani ibridi) Dio provocò il Diluvio Universale.

La Bibbia descrive quindi i Giganti come la causa principale della corruzione dell’umanità. Il film però ritrae l’esatto contrario. In Noah, i Giganti sono descritti come insegnanti gentili, venuti sulla Terra con lo scopo di aiutare gli esseri umani, cadendo in ultima istanza vittime della crudeltà umana. In un secondo momento, i giganti aiutarono  effettivamente Noè a costruire l’arca! In breve, il film ha invertito parti importanti della Bibbia per dire che l’umanità è l’unica responsabile della sua stessa morte, in quanto evolutasi in uno stato al di la di qualsiasi redenzione. Il film rende chiaro anche che il suo messaggio anti-umanità è ancora oggi applicabile.

In una parte significativa del film, Noah racconta la sua famiglia “la prima storia che abbia mai sentito”. Si inizia con la prima riga della Bibbia “In principio c’era la luce”, ma poi devolve in un discorso triste sui mali dell’umanità.

 

noah9

La storia di Noè sull’umanità è un’inframmezzarsi di immagini di soldati moderni che uccidono uomini. Si tratta di un modo piuttosto chiaro di comunicarci il fatto che il desiderio di Noè di liberare la Terra dell’umanità vale ancora oggi.

Il film quindi spinge gli spettatori a concludere che l’umanità è, ancora una volta, al di là di ogni speranza. Un massivo depopolamento non è dunque una catastrofe terribile, ma un necessario “processo di purificazione”. Noah stesso dice:

“Il fuoco consuma tutto. L’acqua purifica. Si separa il peccaminoso dal puro. I malvagi dagli innocenti. E ciò che sprofonda da ciò che si innalza. Egli distrugge tutto, ma solo per ricominciare. “

Questa frase non è dalla Bibbia. Proviene dalle menti di psicopatici che vogliono spopolare la Terra descrivendolo come un “processo di purificazione”. Lo spopolamento è buono. Morte= pulizia.

Alla fine, Noah si rende conto che non tutta l’umanità ha bisogno di morire dopo il diluvio: La sua famiglia sopravvive. Troviamo dunque un altro importante messaggio del film: Lo spopolamento non si applica a tutta l’umanità. Si applica solo a coloro che non fanno parte della linea di sangue “scelta”. Questo è il tipo di messaggio che l’elite occulta ci vuol fare assimilare in quanto son convinti di far parte di una linea di sangue prescelta.

E’ TUTTA UNA QUESTIONE DI LINEA DI SANGUE

Spoiler alert: Noè e la sua famiglia sopravvivono al Diluvio Universale. Il resto della popolazione muore. Fin dall’inizio del film, ci viene detto che la sopravvivenza dell’umanità deve passare attraverso una linea di sangue specifica. Gli spettatori apprendono immediatamente che Noè discende da Seth, mentre i cattivi discendono da Caino – un fatto, apparentemente molto importante.

noah10

In una delle prime scene del film, vediamo un giovane Noah ricevere la sua eredità da suo padre. Intorno al braccio del padre di Noè è la pelle del serpente del Giardino dell’Eden, che rappresenta la continuazione della linea di Adamo.

noah11

Noè poi tocca il dito di suo padre, che è illuminato dalla pelle del serpente. Questa scena “magica” rappresenta il passaggio della linea di sangue da una generazione all’altra.
Naturalmente, niente di tutto questo è menzionato nella Bibbia. Si tratta di una delle tante invenzioni aggiunte alla storia per dargli un angolo specifico: Dio favorisce una linea di sangue.

Più avanti nel film, il padre di Noè, Matusalemme, è raffigurato come un essere solitario, ma soprannaturale, che guida magicamente Noè attraverso il piano del Creatore. Mentre Matusalemme, secondo la Bibbia, non ha un ruolo nella costruzione dell’Arca, questa aggiunta rafforza l’idea della linea di sangue.

Ci sono altre strane aggiunte “non bibliche” al film che ci fanno, infine, pensare che Noè non è un “uomo di Dio”, ma un coglione che vuole solo vedere la sua linea di sangue sopravvivere. Esempio: Noè uccide un bel pò di persone.

noah12

Quando un gruppo di uomini cerca di raggiungere l’arca, Noè si arrabbia e comincia ad uccide, tagliando loro la testa e trafiggendoli.

noah13

Abbiamo anche visto i giganti prendere a calci dozzine di umani, come se fossero scarafaggi. Ma loro sono i “bravi ragazzi”.

In un’altra scena macabra (e completamente inventata), Noah permette di proposito che la fidanzata del figlio venga calpestata da centinaia di persone.

noah14

Noè avrebbe potuto salvare quella ragazza. Anche se Ham assicurò il padre che la ragazza era “buona e innocente”, Noè la lascia morire di una morte orribile.

Come può un uomo che si suppone scelto dal Creatore permettere la morte di una ragazza innocente? Perché tale scena è stata aggiunta al film? Perché ci vogliono comunicare un messaggio: che tu sia buono o cattivo è irrilevante. La ragazza non faceva parte della linea di sangue. Pertanto, doveva morire. Non si tratta di essere una brava persona. Si tratta di retaggio.

Dopo il diluvio, Noè si trasforma in un psicopatico depresso. Quando viene a sapere che la figliastra è incinta, si convince che deve uccidere la nipote per evitare un ripopolamento umano.

noah15

In un’altra scena mai avvenuta nella Bibbia, Noè ha un coltello puntato al viso di sua nipote per ucciderla.

Noah tuttavia realizza qualcosa di incredibile: Non ha voglia di pugnalare sua nipote in faccia. Anche se crede in primis di aver deluso il Creatore non uccidendo la ragazza, capisce alla fine di essere stato “misericordioso”. Ma che dire degli innumerevoli esseri umani uccisi? Non c’era alcuna pietà per loro? No. Perché non erano parte della linea di sangue. Il Creatore ha permesso a Noè di uccidere le persone perchè non facevano parte dei “prescelti”. Per inciso, questo è ciò che l’elite occulta crede.

noah16

Il film si conclude nel modo in cui è iniziato: un giuramento sacro per l’ultima aggiunta alla linea di sangue.

Il film descrive la “divina” missione di Noè come un processo crudele e violento effettuato da un uomo che si sta trasformando in un psicopatico. Mentre sta viaggiando sull’Arca, la sua famiglia comincia a lamentarsi di lui in quanto è ossessionato dal fatto che tutti devono morire. Sembra quasi animato da un profondo odio nei confronti dell’umanità, che lascia gli spettatori con una sensazione molto sgradevole. Vi è tuttavia un personaggio che controbilancia Noè: Tubal-Cain.

TUBAL-CAIN L’ALTRA VIA:

noah20

 

Tubal-Cain è il “cattivo” del film e discende da Caino (a differenza di Noè che discende da Seth).

Tubal-Cain è il “leader degli esseri umani”, e, quindi, mortale nemico di Noè. Mentre Tubal-Cain è il “cattivo”, è ironicamente il personaggio che dice le frasi più attente e sensibili, facendo si che gli spettatori vi si identifichino. Contrariamente a Noè, egli non si vergogna di essere umano ed è fiero delle realizzazioni dell’umanità. Inoltre, si sente un po’ abbandonato dal Creatore che ha lasciato vagare la sua razza in una landa desolata. Egli cerca di emanciparsi dal dominio del Creatore attraverso i propri mezzi. In questo senso, egli è un rappresentante del gnosticismo che percepisce nel Creatore un demiurgo – un dio minore che ha imprigionato l’umanità in un mondo materiale. Questo è il motivo per cui Dio è chiamato “il Creatore” nel film. Si riferisce al concetto gnostico del demiurgo, creatore quasi malevolo del mondo materiale.

Tubal-Cain è brevemente menzionato nella Bibbia come un “costruttore di tutti gli strumenti di bronzo e di ferro” e “maestro di ogni artefice in ottone e ferro”. Tuttavia, egli non è mai menzionato nella storia del Diluvio Universale e non ha alcun legame con Noah. Allora perché i creatori del film scelgono questo personaggio biblico oscuro per diventare l’arci-nemesi di Noè? Perché, mentre Tubal-Cain è una figura oscura nella Bibbia, egli è una figura estremamente importante nella più diffusa Scuola dei Misteri gnostica sulla Terra:  la Massoneria.

KGrHqVHJE4FH3HUUfuFBSGk1so9ng60_35

Un emblema massonico raffigurante due palle e un bastone (two ball and a cane). Un codice per … Tubal-Cain.

Non diversamente da Hiram Abiff (una figura di spicco nella tradizione massonica e rituale), Tubal-Cain è una figura biblica oscura che riveste una grande importanza negli insegnamenti esoterici. Come produttore esperto di armi, egli rappresenta il potenziale dell’umanità di costruire il proprio potere – senza il Creatore. Varie fonti massoniche descrivono il significato esoterico di Tubal-Cain.

“Fu l’inventore di molte tecnologie, introdusse molte arti nella società che tendevano al miglioramento della società. Tubal Cain è il Vulcano dei pagani, e si pensa fosse strettamente connesso con l’antica Massoneria. Faber disse che “tutti i più notevoli edifici antichi della Grecia, Egitto e Asia Minore, sono stati attribuiti a massoni ciclopici,” i discendenti di Vulcano, Dhu Balcani, il dio Balcani, o Tubal Cain.

Per queste ragioni Tubal Cain è stato consacrato tra i massoni di oggi come un antico fratello. Introducendo le arti della civiltà diede valore a ciò che definiamo proprietà. Tubal Cain è stato considerato tra i massoni come simbolo dei beni terreni.
– Albert Mackey, “Un Lessico della Massoneria”

Ne “Le Chiavi perdute della Massoneria” di Manly P. Hall, Tubal-Cain è descritto come il “progenitore” dei massoni.

“È arrivato il giorno in cui gli artigiani devono conoscere e applicare le loro conoscenze. La chiave perduta al loro grado è la padronanza delle emozioni, che pone l’energia dell’universo a loro disposizione. L’uomo può desiderare di avere un grande potere solo  dimostrando la sua capacità di utilizzarlo in modo costruttivo e in maniera disinteressata. Quando il massone apprende che la chiave è la corretta applicazione della dinamo della forza vitale, ha compreso il mistero del suo Mestiere. Le ribollenti energie di Lucifero sono nelle sue mani e, prima che possa fare un passo in avanti e verso l’alto, egli deve provare la sua capacità di applicare correttamente l’energia. Egli deve seguire le orme del suo antenato, Tubal-Cain, che con la potente forza del dio della guerra ha incastonato la sua spada in un vomere.

– Manly P. Hall, “Le Chiavi perdute della Massoneria”

Le Scuole dei Misteri amano i personaggi biblici che non si affidano a Dio per acquisire conoscenza e potere. Tubal-Cain è un ottimo esempio. In Noè, Tubal-Cain tenta di comunicare con il Creatore – non come un servo, come Noè, ma da pari a pari.

“Io sono un uomo. Fatto q vostra immagine. Perché non vuoi parlare con me? Io do la vita. Prendo la vita. Io sono come te! Non è vero? Parla con me! “

Anche se Tubal-Cain si rende conto che l’umanità sta per essere spazzata via, trova una persona inaspettata a portare avanti la sua eredità: Cam, figlio di Noè.

 

 

noah17

Tubal-Cain mostra una spada a Ham. Gli sta dando l’opportunità di “diventare un uomo”, dandogli il potere di togliere la vita.

Durante la ricerca di Noè, Ham si sente ignorato, rifiutato e infantilizzato. Sente che non può diventare un uomo senza avere una donna – un diritto che viene negato lui dal padre. Stanco di essere punito e umiliato, Ham lascia l’Arca e si mescola con gli umani “cattivi”. Lì, trova una “brava ragazza” che vuole sposare. Tuttavia, Noah la lascia morire e trascina Ham all’interno dell’Arca.

Quando Ham incontra Tubal-Cain, trova la sorta di figura paterna che tanto cercava. Invece di una vita di cieca servitù, Tubal-Cain offrì ad Ham i mezzi per essere un uomo “vero”. Durante l’alluvione, Tubal-Cain trovò un modo per intrufolarsi dentro l’Arca e, nascosto tra gli animali, “iniziò” Ham alla sua filosofia.

“Tuo padre ha riempito questa nave di bestie, mentre bambini annegano. Egli ti sminuisce dicendoti che li devi servire. No. loro ci servono. Questa è la grandezza degli uomini. Quando il Creatore finì di fare il cielo, la terra, il mare e queste bestie, non era soddisfatto. Aveva bisogno di qualcosa di più grande. Qualcosa che prendesse il dominio sulla Creazione e la soggiogasse. Così ci fece a sua immagine”.

Anche se queste parole sono state dette dal “cattivo”, sta citando reali versi biblici. Questo aggiunge solo confusione generale al film e messaggi contrastanti.

“E Dio disse: Facciamo l’uomo a nostra immagine, a nostra somiglianza, e abbia dominio sui pesci del mare e sugli uccelli del cielo, sul bestiame e su tutta la terra, e sopra tutti i rettili che strisciano sulla terra. ”
– Genesi 1:26, KJV

Tubal-Cain esorta infine Ham ad uccidere suo padre:

“Un uomo non è governato dai Cieli. Egli è governato dalla sua volontà. Quindi ti chiedo. Sei un uomo? Bene. Perché se sei un uomo, allora puoi uccidere “.

Ham però non uccide suo padre … uccide Tubal-Cain. Tuttavia, questo atto fatale non sembra preoccupare Tubal-Cain. Al contrario, egli sa che, uccidendolo, Ham ha completato con successo la sua iniziazione. Mentre muore, Tubal-Cain dice ad Ham:

“Ora sei un uomo”.

noah21

Nei suoi ultimi momenti, Tubal-Cain dà ad Ham la pelle di serpente del Giardino dell’Eden. Ciò significa che Ham è il successore di Tubal-Cain – non di Noè.

Dopo essere sopravvissuto al diluvio, Ham non si reintegra con la famiglia di Noè. Egli li lascia e parte per la sua strada.

noah19

Ham lascia la sua famiglia: rappresenta la sopravvivenza del percorso gnostico al Diluvio Universale.

Non sappiamo se Ham sia riuscito a riprodursi (probabilmente no). Tuttavia sappiamo che, nella Bibbia, la storia che segue immediatamente l’Arca di Noè è la storia della Torre di Babele – una torre gigantesca costruita da esseri umani per “combattere Dio”. Sembra che il Diluvio Universale non abbia “ripulito” nulla e che la discendenza di Tubal-Cain sia sopravvissuto al Diluvio, dopo tutto.

CONCLUDENDO

Nella Bibbia, la storia dell’Arca di Noè è raccontata in pochi versi semplici ed è piena di pezzi enigmatici che non vengono mai spiegati (ad esempio cos’erano i giganti esattamente?). Il film Noah riempie le risposte ad alcune di queste domande a suo modo aumentando il racconto biblico con storie e personaggi fabbricati, dando a questa antica storia un tocco molto moderno. Allo stesso modo gli abiti sgargianti di Russell Crowe sono stati fatti su misura per un pubblico del 2014, come i messaggi proposti dal film.

Il film presenta fondamentalmente due visioni filosofiche: Una che ha significato per le masse ignoranti e una rivolta a “coloro che sanno”. Alle masse ignoranti viene detto di seguire un ambientalismo radicale che porta all’odio di sé: Poichè l’umanità è la forza del male dietro la guerra, la sofferenza e la distruzione della natura, ha bisogno di essere “purificata”. Questo messaggio si adatta all’Agenda per lo spopolamento ed è incarnata da Noah. All’altra estremità dello spettro, Tubal-Cain rappresenta gli esseri umani che cercano la divinità, acquisendo gli strumenti fisici e mentali per raggiungere lo stesso status del Creatore. Questa è la filosofia gnostica adottata dalla elite occulta. Sebbene venga incarnata dal “cattivo”, è comunque presentata come alternativa alla assurdità del Creatore che crea l’umanità per poi distruggerla.

In breve, Noah è ben lungi dall’essere un film “idiota” (come alcuni utenti hanno dichiarato). Riesce a vendere una religione New Age basata sull’odio di sé strizzando l’occhio all’elite occulta nella rappresentazione di Tubal-Cain. L’elite occulta non crede nell’ambientalismo radicale e non ci tiene alla vita umana. Sono quelli che stanno dietro tutte le nostre grandi guerre e la loro avidità è la causa principale della distruzione della natura. Attraverso film come Noè, stanno cercando di mettere il peso delle proprie malefatte sulle masse ignare che di solito fanno come gli viene detto. Vogliono che accogliamo l’idea di una “grande purificazione”.

Nella Bibbia, dopo il Diluvio Universale, Dio stesso afferma:

“Io stabilisco la mia alleanza con voi: mai più la vita sarà distrutta dalle acque del diluvio, mai più ci sarà un diluvio per distruggere la terra. ”
– Genesi 9:11

Quindi, che si creda nella Bibbia o no, sappi che se vi sarà un’altra grande “pulizia” sulla Terra, non sarà opera del “Creatore”, ma di coloro che da anni ti fanno il lavaggio del cervello, convincendoti a credere che sei un cancro per la Terra.

Fonte

Interpretazione occulta e riflessione sullo show-business del film “IL CIGNO NERO”

“Black Swan”è un intenso thriller psicologico che descrive la metamorfosi di una ballerina in un “Cigno Nero” (Black Swan). Dietro alla facciata “strana” del film vi è un profondo commento sul costo della fama, il sacrificio degli artisti e le forze nascoste dietro l’oscuro mondo dell’intrattenimento ai massimi livelli. Prenderemo in esame il simbolismo occulto del film e i temi riguardanti il lato oscuro del mondo dello spettacolo.

Diretto da Darren Aronofsky, Black Swan segue le vicende di una timida ballerina, Nina, lungo il percorso, attraverso l’esigente mondo del balletto professionale. Black Swan può essere considerato un film “gemello” del precedente lavoro di Aronofsky, The Wrestler, che descrive oltretutto gli alti e  i bassi di una persona con difficoltà lavorative in un poco noto campo delle arti dello spettacolo: il wrestling. Sebbene entrambi i film affrontino temi simili (ad esempio sacrificare se stessi per il bene della performance),il mondo in cui Nina si evolve e gli ostacoli che dovrà superare sono diametralmente opposti a quelli di “The Wrestler”. Randy “The Ram” Robinson è un ragazzo che lavora come operaio, che vive in una città operaia e che deve far fronte al dolore fisico causato dalla condizione faticosa a cui è sottoposto. Nina, dall’altro lato, si esibisce nel raffinato mondo del balletto e le sue ansie sono psicologiche, emotive e anche spirituali.

Spesso mi viene in mente il fatto che le grandi opere d’arte possono essere interpretate in molti modi, a seconda della conoscenza e delle esperienze di ogni spettatore. Questo film non fà eccezione … ci sono veramente tanti modi di interpretare la trama del film. Attraverso l’uso di significati e di simboli, però, il film allude chiaramente a molti temi discussi in precedenza in questo sito: il lato oscuro e occulto della fama,  la dualità il controllo mentale basato sul trauma, la creazione forzata di uno o più alter ego. La protagonista, Nina, compie un cambiamento metafisico – entrando in contatto con il suo ” lato oscuro”- al fine di diventare una ballerina migliore. Questo cambiamento le è stato imposto dal suo “mentore”, in questo caso, il regista del suo balletto. Il film utilizza sottili riferimenti al controllo mentale basato sul trauma per spiegare la creazione di un alter ego indipendente nella psiche di Nina.

Sebbene Black Swan sia una finzione, esplora comunque realtà nascoste delle arti e delle performance ad alto livello. Vi sono numerosi esempi di artisti che hanno abbracciato il loro alter ego più oscuro per portare la loro arte ad “un altro livello” e molti che in ultima analisi, ne sono stati consumati. Analizzeremo le simbologie occulte e gli elementi sul controllo mentale di Black Swan e vedremo come esse si riferiscano ad alcune delle realtà
del mondo dello spettacolo professionale.

SOMMARIO DEL FILM

Black Swan è una rivisitazione moderna del balletto classico di Pyotr Ilyich Tchaikovsky, Il lago dei cigni. Nel film, il regista del balletto, Leroy Thomas (interpretato da Vincent Cassel), descrive ai suoi ballerini la trama di base del balletto:

“Conosciamo tutti la storia. Una fanciulla vergine, pura e dolce, intrappolata nel corpo di un cigno. Lei vuole la libertà, ma solo il vero amore può spezzare l’incantesimo. Il suo desiderio le sta per essere concesso sotto forma di un principe. Ma, prima di poter dichiarare il suo amore, il gemello lussurioso, il Cigno Nero, lo seduce e lo inganna. Devastato, il cigno bianco salta giù da una rupe, uccidendosi, trovando così nella morte la libertà “.

Nina, una giovane donna timida e fragile viene scelta per interpretare il ruolo di regina dei cigni e deve quindi incorporare nel suo ruolo sia il cigno bianco puro sia il cigno nero malvagio. La ricerca della perfezione come ballerina la conduce a sperimentare, nella sua vita quotidiana, la trasformazione vissuta dal cigno bianco nella storia del balletto. Gli eventi della vita quotidiana di Nina rispecchiano quindi la storia del personaggio, che interpreta come ballerina,che, in ultima analisi la confondono, facendo sfumare la linea che divide realtà da finzione, fino ad arrivare alla apparente pazzia.

Il massivo uso che il regista fa, di specchi e riflessi, in numerose scene, sono un costante richiamo alla percezione alterata di Nina. Gli specchi nel film sono spesso fuorvianti e i riflessi di Nina sembrano avere una “vita propria”. Non appena Nina diventa ossessionata dal cigno nero, questi alter ego assumono vita propria e agiscono all’infuori del controllo cosciente di Nina. Spiegheremo più avanti come questo si riferisca al controllo mentale basato sul trauma.

Se non avete letto altri articoli su questo sito, il controllo mentale basato sul trauma – noto anche come Programmazione Monarch – è il processo in cui un individuo viene sottoposto ad un trauma intenso e disumanizzante, al fine di provocare una dissociazione mentale. Questo provoca una frammentazione della personalità della vittima e consente a chi ha praticato questa tecnica di creare un alter ego alternativo, che può essere programmato a piacimento. Alcuni ricercatori sostengono che vi sia una presenza di simboli occulti all’interno di questo processo.

“Il progetto MONARCH potrebbe essere descritto al meglio come una forma di dissociazione strutturata e di integrazione occulte, al fine di compartimentare la mente in personalità multiple all’interno di un quadro sistematico. Durante questo processo, un rito satanico, che di solito include il misticismo cabalistico, viene svolto, con lo scopo di associare un demone o un gruppo di demoni ai corrispettivi alter ego. Certo, i più scettici riterranno che questo sia semplicemente un mezzo per intensificare il trauma all’interno della vittima, negando così ogni credenza irrazionale per la quale la possessione demoniaca accada effettivamente.
– Patton Ron, Monarch Project

Un poster promozionale di Black Swan. Nina (Natalie Portman) viene mostrata con una crepa sul volto, che simboleggia la frattura della sua personalità, un importante concetto e simbolo del controllo mentale.

Andiamo ora ad analizzare alcuni dei temi centrali del film.

NINA E IL SUO TRAUMA

Nina vive in un piccolo appartamento di New York con la madre, Erica,una persona a dir poco prepotente. Molte allusioni al controllo mentale basato sul trauma si possono trovare nell’ambiente casalingo di Nina e nel comportamento oppressivo della madre.

La camera da letto di Nina. Notare le farfalle sul muro, sono un riferimento alla programmazione Monarch. Accanto alla finestra c’è un grande coniglio bianco, simbolo del controllo mentale con riferimento ad Alice nel paese delle meraviglie – una fiaba utilizzata per la programmazione delle vittime dell’Mk Ultra. Seguendo il Coniglio Bianco, Alice ha attraversato lo specchio, che, in termini di controllo mentale, si riferisce allo stato dissociativo della vittima.

La madre di Nina, è una ballerina in pensione che non è riuscita a diventare una star, si comporta più come una maestra del controllo mentale che come una madre. Ha ovviamente problemi affettivi e mantiene uno stretto controllo su tutti gli aspetti della vita di Nina. Le vittime reali del programma Monarch,  spesso hanno iniziato la loro difficile vita come vittime di abusi all’interno delle stesse mura domestiche. I simboli relativi al controllo mentale all’interno della casa di Nina probabilmente riflettono questa triste realtà, inclusa la sua rosa e infantile camera da letto.

Ogni notte, Erica Sayers fa partire il carillon di  Nina per far danzare la piccola ballerina. Questo fatto è piuttosto simbolico per quanto riguarda il controllo mentale subito da Nina.

Erica Sayers, la madre di Nina, forza sua figlia a spogliarsi.Questa scena inquietante rappresenta la totale sottomissione di Nina a sua madre e un accenno anche ad una malsana “familiarità” sessuale tra le due

Altre persone nella vita di Nina, apparentemente sfruttano la sua debolezza e il suo vittimismo, approfittando di lei sessualmente.

Un vecchio pervertito fa gesti osceni a Nina durante la corsa del treno. Questa scena inquietante la dice lunga sul rapporto di Nina con la sua sessualità. I predatori sessuali a volte hanno la malata capacità di fiutare e cacciare le vittime di abusi sessuali.

La madre di Nina ha, pertanto, sottoposto la figlia a controllo mentale basato sul trauma, al fine di fare di lei una donna sottomessa, che potrebbe realizzare i suoi sogni non realizzati. Questo ha allenato Nina a dissociarsi per rendere sopportabile la sua esistenza, che a sua volta rende Nina il soggetto perfetto per la creazione di un alter ego oscuro: il cigno nero.

TIRANDO FUORI IL CIGNO NERO

 

 

Tornando alla trama, Thomas, il direttore del balletto, è alla ricerca di una nuova stella del balletto per svolgere il ruolo di Regina dei cigni. La danza meticolosa di Nina è perfetta per interpretare il ruolo del Cigno Bianco, ma deve anche essere in grado di interpretare il cigno nero,un ruolo che richiede alla ballerina di essere frenetica, sessuale e pericolosa. Lo stile frigido di Nina non è adatto per il Cigno Nero, ma Thomas la sceglie come Regina dei cigni comunque. Lui lo sa che è in lei, e glielo tirerà fuori.

Thomas mentre cerca di far emergere il cigno nero da Nina

 

Ad un certo punto, Thomas racconta a Nina:“La perfezione non è solo questione di controllo. Si tratta anche di lasciarsi andare. Sorprendete voi stessi in modo da poter sorprendere il pubblico. Trascendenza. Pochissimi ne sono in possesso “. Guardando Nina danzare, dirà più tardi:

“Sapevo che il cigno bianco, non sarebbe stato un problema. Il lavoro vero sarebbe stato la tua metamorfosi nel suo gemello cattivo ”.

Al fine di ottenere la perfezione, o in termini alchemici, per realizzare la Grande Opera, Nina deve padroneggiare sia il bene che il male – la luce e le tenebre. Il concetto di dualità occulto diventa quindi estremamente importante (di più in seguito).

Il lavoro di Thomas è quello di creare in Nina un nuovo, aggressivo e sessuale alter-ego. Egli diventa quindi il nuovo “manipolatore” di Nina. Considerando che la madre ”programmava” la figlia ad essere una ballerina sottomessa, che non fa mai domande a sua madre / manipolatrice, Thomas chiede lei il contrario. Egli rappresenta  il successivo livello di programmazione Monarch.

Dopo il suo incontro con Thomas, Nina, vestita di bianco, incrocia un’altra Nina, vestita di nero. Questo rappresenta simbolicamente la venuta di un nuovo oscuro alter ego

 

Per diventare un cigno nero, Nina deve poter essere in qualche modo a suo agio con il sesso, provare piacere da esso. Così Thomas dà i compiti per casa a Nina: deve “toccarsi”. Pronta a fare di tutto per diventare una ballerina migliore, Nina tenta di masturbarsi ma la madre le provoca un blocco nel piacere Il piacere sessuale diventa così una forma di emancipazione dal controllo della madre e la sua iniziazione al “grande cambiamento”. Quando il cigno nero cresce in potenza, Nina inizia allucinanti mutazioni fisiche sul suo corpo. L’unica L’unica persona che può vedere queste mutazioni è la madre di Nina, che, essendo una manipolatrice, ha la “chiave “ per la sua psiche. La madre è consapevole della progressiva trasformazione di Nina e cerca di reprimerla, sapendo che essa comporterà la perdita della sua “bambina”.

Nina ha delle  allucinazioni su strane mutazioni in tutto il suo corpo. Esse stanno a rappresentare la graduale uscita del Cigno Nero.

Questa situazione riflette la brutta verità che sta dietro l’abuso rituale nella vita reale. I bambini, che sono già dissociati a causa di abusi da parte dei genitori, sono consegnati a delle “istanze superiori” che continuano il processo di programmazione. In questo caso, Nina è stata consegnata al mondo dello spettacolo (noto per l’uso della programmazione Monarch sulle celebrità) in modo di creare in lei un alter ego destinato ad essere una star di fama mondiale.

Thomas presenta la nuova regina dei cigni, Nina.

 

 

BETH MACINTYRE: LA STAR ATTEMPATA CHE E’ STATA MESSA DA PARTE

 

Beth MacIntyre alla cerimonia di incoronazione di Nina. Ha appena saputo che non è più la regina dei cigni. Ovviamente non è felice di tutto ciò.

 

Beth MacIntyre (interpretata da Winona Ryder) è la precendete star della compagnia di danza. Tuttavia, sta invecchiando e sta “perdendo lucentezza”. Come veterana, Beth è già passata attraverso il “processo di Black Swan”, e, come qualcuno potrebbe dire, ha “venduto l’anima al diavolo”. Anche se questo accordo ha permesso anni costellati di prestazioni eccellenti, alla fine, il processo la ha completamente distrutta. E ‘diventata una persona amara, presuntuosa e odiosa, che non è in grado di esistere senza essere il cigno nero.Ci sono molti casi nella vita reale dove le celebrità hanno subito la stessa sorte. Dopo essere state assunte, programmate ed attivate dal settore per diventare superstar, vengono improvvisamente abbandonate e dimenticate.Psicologicamente danneggiate, e prive della conoscenza di se stesse, le stelle cadute, affondano nella depressione, nella droga, nell’alcolismo e anche nel suicidio.

Thomas, che era il capo di Beth (lui la chiamava “la mia piccola principessa”, un attivatore del controllo mentale) non ha più bisogno dell’alter-ego che ha creato in lei. E’ comunque impossibile “deprogrammarla”, così Beth perde completamente il senno. Il giorno successivo, la compagnia del balletto apprende che è stata investita da una macchina. Thomas pronunciandosi sull’evento dice:

“Sai cosa, sono sicuro che l’abbia fatto apposta. Tutto quello che Beth fa viene da dentro, da qualche oscuro impulso. Direi che è ciò che la rende così eccitante da guardare … così pericolosa … anche perfetta, a volte. Ma anche così dannatamente distruttiva “.

Quindi lo “spirito”, l’alter ego che ha consumato e distrutto Beth, è stata anche la forza nascosta dietro alle sue grandi prestazioni. Il pubblico è sempre stato affascinato dagli artisti intensi e ispirati che li riescono a toccare ad un livello primordiale e viscerale. A seconda della performance, questa fonte di trascendenza artistica è stata attribuita al divino o al diavolo. I performers controversi e rivoluzionari camminavano tra genialità e follia – attingendo a una forza misteriosa, fonte di grandezza artistica, e dall’altra parte, si prefigurava l’imminente autodistruzione. Le persone religiose potrebbero dire che questa forza è niente di meno che la possessione spiritica; gli scienziati potrebbero dire che il tormento psicologico porta alla creatività. Non importa il termine che si usa per definire questa “forza”, esiste certamente e i più influenti artisti del mondo attingono a piene mani da essa. Beth ha ospitato questa forza che la ha completamente distrutta … e adesso è libera di passare a Nina.

IL CIGNO NERO PRENDE IL SOPRAVVENTO (ALI NERE E SPECCHI)

 

Un poster simbolico. Dalla piccola ballerina si staglia, come una fenice dalle sue ceneri, un gigantesco e minaccioso cigno nero.

 

Il cigno nero è la forza artisticamente brillante ma allo stesso tempo spiritualmente distruttiva che Thomas vuole vedere nascere in Nina. Ovviamente lui sa, dei devastanti poteri del Cigno Nero, ma non se ne è mai curato e mai lo farà: lui cerca sempre la migliore prestazione. Una volta che Nina verrà “usata” dallo Swan, dovrà trovare un’altra ballerina per sostituirla. E ‘una rappresentazione del mondo dello spettacolo, che manipola gli artisti per farli diventare cigni neri e, alla fine li scarica, quando gli effetti del “cigno nero” cominciano a svanire.

ALI NERE

 

La forza del cigno nero è simbolizzata in diverse scene del film

Poco dopo essere stata incoronata Regina dei cigni, Nina viene affascinata da questa inquietante statua. Non sospetta minimamente che essa sta a rappresentare ciò che sarebbe diventata.

 


Ali nere sulla schiena di Lily (interpretata da Mila Kunis) mentre “fa godere” Nina.Le ali nere rappresentano la “forza” che sta trasformando Nina. La sta penetrando, provocandole orgasmi, ma anche sottraendole vita.

 

 


Nina, alla fine della sua prestazione ”perfetta” da cigno nero. Viene brevemente mostrata con delle ali nere, simbolo che è diventata “tutt’uno” con il cigno nero.

 

Un altro poster simbolico. Il fallico beco nero del cigno è qui mostrato penetrare la psiche

 

SPECCHI

Gli specchi sono usati durante tutto il film per rappresentare il vero stato psichico di Nina

L’inquietante riflesso sullo specchio ha una mente propria. Nina si rende conto che una entità completamente separata vive dentro di lei. E
agisce al di fuori del suo controllo. Nel simbolismo sul controllo mentale i
riflessi allo specchio rappresentano l’alter ego della persona controllata mentalmente che è programmato e manipolato da un maestro/manipolatore.

Giusto prima della sua grande performance come cigno nero, Nina combatte contro se stessa nel suo camerino. Durante la lotta tra Nina e il Cigno Nero, si rompe un specchio, che rappresenta il crollo del legame psicologico che separa le due entità. Con la rottura dello specchio, Nina diventa il Black Swan.

LA GRANDE OPERA E IL SACRIFICIO

 

Alla premiere dello show, Nina si esprime con una performance stellare. Interpreta con successo il cigno bianco dolce e timido, e, quando viene il momento, viene posseduta dalla ”forza” per diventare il malvagio, eppure emozionante, Cigno nero. Sposando il bianco e il nero, il bene e il male, la luce e il buio, Nina ha compiuto la Grande Opera alchemica, il percorso occulto di illuminazione. Il processo, però, la ha consumata. Consentendo al Cigno Nero di possederla completamente, Nina ha fatto la performance della vita, ma è diventata una persona diversa. Thomas e il pubblico si sono innamorati di Nina, come è successo con il cigno nero – allo stesso modo in cui il principe del balletto si innamora del gemello malvagio del Cigno Bianco. Ma Questa non è la “vera” Nina. Il cigno nero è una forza distruttiva con cui non può vivere: la sta tormentando ad un livello fisico e psicologico. Non in grado di continuare così, l’unico modo che Nina ha per liberarsi, è di suicidarsi. Ed è questo quello che fa.

Nina morente alla fine della sua performance. Le sue ultime parole a Thomas “Ero perfetta!”

 

Questo fatto non vi ricorda una performance di qualcun altro?

Il “sacrificio” di Lady Gaga nella sua performance ai WMA 2009

CIGNI NERI DEL MONDO REALE

Beyoncè e Sasha Fierce, un equivalente nella musica pop del cigno bianco e del cigno nero

Ci sono reali (e tragici) esempi di artisti brillanti che sono stati consumati da un ruolo intenso. O si sono auto distrutti o hanno dovuto morire in un sacrificio rituale. Black Swan è un commento a questo misterioso fenomeno?

Un esempio recente di un ruolo auto-distruttivo è stato quello di Heath Ledger  che ha interpretato il Joker in The Dark Knight.

Persone vicine a Ledger dicono che sia stato il ruolo di Joker la sua rovina

Jack Nicholson avvertì Heath Ledger sul ruolo di ‘Joker’

Heath Ledger avrà pensato che ottenere il difficile ruolo da Joker sia stato un sogno diventato realtà – ma col senno di poi qualcuno pensa che sia stato un incubo che lo ha portato alla sua tragica morte.

Jack Nicholson, che interpretava il Joker nel 1989 – e che
era furioso di non essere stato consultato in merito al particolare ruolo –
quando seppe della morte di Ledger la commento in maniera criptica:

“Beh”, disse Nicholson ai giornalisti, “L’ho avvertito.”

 

Ledger ha recentemente dichiarato ai giornalisti di aver “dormito una media di
due ore a notte” mentre interpretava uno psicopatico, killer di massa , clown schizofrenico con zero empatia …

“Non riuscivo a smettere di pensarci. Il mio corpo era esaurito, e la mia
mente continuava a elaborare le informazioni “.

I farmaci prescritti non ha aiutato, ha detto.

– NY Daily News, Fonte

Un altro esempio di un attore che muore in circostanze misteriose dopo aver interpretato un ruolo diabolico e contorto è Brandon Lee nel Corvo.

Brandon Lee morì misteriosamente durante le riprese di “The Crow”. La storia ufficiale della sua morte è ancora oggi molto controversa.La scena in cui morì fu altamente simbolica.

IN CONCLUSIONE

Attraverso la metamorfosi di Nina da una timida nullità ad una superstar posseduta, gli spettatori sperimentano il lato oscuro dell’intrattenimento. Il controllo mentale, la manipolazione e l’immoralità si scontrano con successo e riconoscimento. Gli impulsi oscuri, le dipendenze e l’auto-distruttività nascono con il genio artistico e la genialità creativa. Coloro che sono ”gli addetti al lavoro” dello spettacolo conoscono perfettamente le tecniche per far uscire il Cigno Nero dai giovani artisti emergenti … e sanno benissimo che li distruggerà nel lungo periodo. Ma sono d’accordo con questo. Lo stesso modo in cui Beth è stata messa da parte per accogliere una nuova regina dei cigni, il pubblico darà sempre il benvenuto ad una nuova stella dell’élite con applausi e consensi. Perché, come si dice, the show must go on.

Fonte

Georgia Guidestones: 2014

Un nuovo blocco di pietra, su cui è inciso “2014”, è stato recentemente aggiunto ai Georgia Guidestones. Questo monumento lugubre e misterioso è appena diventato ancora più inquietante e misterioso.

georgia-guidestones-2014-block-e1411483403342

Nel mio articolo sui Georgia Guidestones, si parla in maniera approfondita dei Georgia Guidestones e del loro inquietante messaggio per l’umanità. In breve, si tratta di un massiccio spopolamento, un governo mondiale, una sola lingua e una sola religione. Mentre questo monumento è stato costruito nel 1980, i suoi “comandamenti” hanno sempre maggiore rilevanza in quanto l’élite mondiale sta dirigendo le masse verso un Nuovo Ordine Mondiale.

Nella recente aggiunta leggiamo il numero 2014 – collocato tra la lastra in inglese e quella in spagnolo. Mentre potrebbe sembrare una banalità, questo blocco, dimostra che le Guidestones sono costantemente aggiornate e il loro messaggio è, più che mai, rilevante nel 2014.

Perché il numero 2014 è inciso su quel blocco? Accadrà un evento, nel 2014, che rispecchierà uno dei 10comandamenti del nwo? Considerando il fatto che il primo comandamento è quello di mantenere la popolazione mondiale sotto i 500 milioni, ciò fa riflettere non poco.

Un altra recente aggiunta ai monumenti sono le telecamere per la videosorveglianza.

30329_1210067630211_1784351392_390326_658797_n-e1411485629753

 

30329_1210065030146_1784351392_390319_6629138_n-e1411485676643

I Georgia Guidestones non sono quindi abbandonati, ma vivi e vegeti. Il monumento è mantenuto, aggiornato e monitorato. In breve, i comandamenti incisi sulle pietre non sono una fantasia filosofica sognata da strane persone 34 anni fa, si tratta di un piano concreto a cui le elite si attengono.

Fonte

Il lato oscuro dei Kennedy: La dinastia elitaria che venne decimata (Parte 3)

La morte di John F. Kennedy è una delle cospirazioni più importanti della storia americana. L’uccisione di suo fratello Robert F. Kennedy è stata portata a termine da un uomo schiavo del controllo mentale. “John John”, il famoso figlio di JFK è morto in un misterioso incidente aereo. La “maledizione” Kennedy era in realtà un modo per togliere il potere alla famiglia?

leadkennedy3b

Questa è la terza e ultima parte della serie di articoli sui Kennedy. Si suggerisce di leggere la prima e la seconda parte.

Come discusso nella seconda parte della serie, la breve presidenza di John F. Kennedy fu piena di scontri con gruppi di potere, tra cui la Federal Reserve, la CIA, e le grandi compagnie petrolifere. Molte delle mosse di Kennedy sembrano essere stati sforzi coscienti per portare il potere e l’influenza di nuovo nelle mani di un governo democraticamente eletto.

La famiglia Kennedy, una dinastia americana rapidamente in crescita dal punto di vista economico e del potere, aveva il potenziale e il sostegno popolare per rimanere al potere a Washington per un lungo periodo di tempo. Tuttavia, una lunga lista di strani eventi e morti  hanno continuamente ostacolato il regno dei Kennedy ‘in America. La famigerata “maledizione Kennedy” comprende molti omicidi misteriosi e “incidenti” sospetti, il più infame tuttavia è stato l’omicidio di JFK.

JFK UCCISO DA UN  BURATTINO

John F. Kennedy fu assassinato a Dallas, in Texas, alle 12:30 Venerdì, 22 novembre 1963, fu colpito una volta in gola, una volta nella parte superiore della schiena e una volta in testa. Lee Harvey Oswald, un impiegato del Texas School Book Depository sospettato dell’omicidio venne arrestato. Oswald negò di aver preso parte all’attentato  dicendo di essere un capro espiatorio. Ecco un breve video dove fa la dichiarazione:

Dopo la morte di JFK, Lyndon B. Johnson, mise in piedi la commissione Warren per investigare l’assassinio. E’ importante notare che Johnson si oppose di continuo alle politiche di Kennedy cambiandole sin dall’inizio del suo insediamento. Inoltre, una delle figure principali della Commissione, Allen Dulles, era l’ex capo della CIA, licenziato da JFK. Per questi ed altri motivi, la credibilità e le conclusioni della Commissione Warren sono oggi, altamente contestabili.

La Commissione concluse che l’assassino di JFK fu Lee Harvey Oswald, un killer solitario con problemi psicologici (e comunista).

E’ evidente, tuttavia, che Oswald fosse mosso da un’ostilità insita nell’ambiente. Non sembrò essere in grado di stabilire significative relazioni con altre persone. Era perennemente scontento del mondo che lo circondava. Molto prima dell’assassinio espresse il suo odio nei confronti della Società americana e protestò contro di essa. La Ricerca di Oswald della società perfetta fu la sua condanna fin dall’inizio. Cercò di costruirsi un posto nella storia, un “grande uomo” con idee in anticipo rispetto al suo tempo. L’impegno nel comunismo e nel marxismo sembrò un altro importante motivo per le sue azioni. Dimostrò la capacità di agire con sicurezza e senza tenere conto delle conseguenze. Da questi e da molti altri fattori che hanno plasmato il carattere di Lee Harvey Oswald emerse un uomo capace di assassinare il Presidente Kennedy.
– Relazione della Commissione Warren, Capitolo 7: Domande Senza risposta

Il passato di Oswald è estremamente torbido e alcuni aspetti potrebbero essere pura invenzione. Negli anni precedenti l’assassinio, la Commissione stabilì che ebbe alcuni lavori a bassa retribuzione, i quali non durarono più di 2 mesi. Tuttavia, riuscì a partire dal’America per andare a vivere in Russia, dove imparò la lingua e si sposò per poi tornare in Usa. Tornato in America, Oswald abbracciò le idee marxiste e tra un cambio di lavoro e l’altro comprò un fucile ed uccise il Presidente degli stati uniti.

Dopo la Commissione Warren, emersero nuove informazioni su Oswald, le quali affermano che l’assassino era in realtà un agente governativo. Diverse fonti rivelarono che Oswald era in costante contatto con agenti dell’FBI e della CIA. Fu anche scoperto che prese parte ad un’organizzazione “pro-Comunista” nello stesso edificio dove erano ubicati uffici del governo.

Uno dei volantini “Fair Play for Cuba” di Oswald aveva l’Indirizzo “544 Camp Street” stampato a mano, apparentemente da Oswald Stesso. Si trattava dell’indirizzo della “Newman Building”, la quale, dall’ottobre 1961 al febbraio del 1962, ospitò il Gruppo militante anti-Castro, il Consiglio Rivoluzionario Cubano. Dietro l’angolo, ma situato nello stesso edificio, vi era il 531 Lafayette Street, ovvero la “Guy Banister Associates”, un’agenzia di detective privati gestita dall’ex Agente dell’FBI Guy Banister. L’ufficio era coinvolto nell’indagine anti Castro nella zona di New Orleans.
– 544 Camp Street and Related Events, House Select Committee on Assassinations – Appendix to Hearings, vol. 10, 13, pp. 123–4.

Si scoprì che Oswald era in contatto con il socio di Guy Banister, David Ferrie. Secondo Victor Marchetti, Assistente Esecutivo del ViceDirettore della CIA, Ferrie aveva connessioni con la CIA. Pochi giorni dopo che iniziarono le investigazioni atte a scoprire i collegamenti tra David Ferrie e Lee Harvey Oswald, fu trovato morto nel suo appartamento in circostanze misteriose.

Come molti altri capri espiatori controllati dall’elite, Oswald fu “messo a tacere” ancora prima di andare al processo. Venne ucciso da un uomo che aveva collegamenti alla mafia di nome Jack Ruby (abbreviazione di Jacob Leon Rubenstein).

lee-harvery-oswald-shot

La leggendaria immagine in cui Ruby spara ad Oswald. Tale video venne trasmesso in televisione e visto da milioni di persone

La prima spiegazione data da Ruby per l’omicidio fu che la morte di Oswald avrebbe risparmiato a “Mrs. Kennedy la pena di ritornare al processo. “Tuttavia, col passare del tempo, le informazioni emerse suggerirono che Jack Ruby fosse in realtà un agente assunto per “terminare” Lee Harvey Oswald, in  quanto il suo lavoro da capro espiatorio  era stato portato a termine. La “The House Select Committee”, messa a punto nel 1976 per investigare l’assassinio di JFK e di Martin Luther King, osservò che vi furono diverse violazioni della sicurezza autorizzate da Ruby per accedere e sparare facilmente ad Oswald.

Il comitato fu turbato dal fatto che le porte erano aperte presso la scalinata e riguardo la rimozione delle guardie di sicurezza dalla zona del garage vicino alla scena del crimine… Ci sono anche prove che il Dipartimento di Polizia di Dallas trattene informazioni pertinenti della Commissione Warren relative all’ingresso di Ruby durante il trasferimento di Oswald.

Nel marzo del 1965, un anno dopo la sua condanna, Jack Ruby  venne intervistato ed affermò:

“La verità su ciò che sta accadendo non è mai venuta a galla. Il mondo non saprà mai come sono andate realmente le cose, le mie motivazioni. Le persone che avevano così tanto da guadagnare, e avevano un ulteriore motivo per mettermi nella posizione in cui mi trovo, non riveleranno mai  i fatti per come sono avvenuti. “

Quando è stato chiesto da un giornalista, “si tratta di personalità di alto livello, Jack?”, il  killer rispose “Sì”.

Secondo un articolo del Sunday Times, poco prima di morire, Ruby disse allo psichiatra Werner Teuter che l’assassinio fu “un atto per rovesciare il governo” e che sapeva aggiunse “chi aveva ucciso il presidente Kennedy.”: “Io sono condannato. Io non voglio morire. Ma non sono pazzo. Sono stato incastrato per uccidere Oswald. ”

Ruby morì di cancro ai polmoni, poco dopo queste dichiarazioni. Secondo il vice sceriffo di  Dallax Al Maddox, Ruby era stato contaminato con delle cellule tumorali.

Anche se i dettagli specifici che circondano l’assassinio di JFK e coloro che sono coinvolti probabilmente rimarranno per sempre secretati, facendo un passo indietro e contemplando l’intero quadro, le cose possono diventare un po’ più chiare. Dopo decenni di nuovi dati e rivelazioni, è abbastanza evidente dalle prove disponibili, che l’assassinio di JFK è stato sponsorizzato da figure di alto livello che utilizzano capri espiatori per portare a termine i propri piani. Alla fine, ogni singolo individuo coinvolto con l’assassinio è morto poco dopo gli eventi.

I veri colpevoli dell’assassinio, le élite occulte, quelli che controllano il paese attraverso un governo ombra, non sono mai stati nemmeno accusati. Tuttavia, diversi ricercatori hanno dimostrato che la morte di JFK era più che un assassinio politico: E’ stato un rituale occulto destinato a consolidare il potere dell’ elite occulta e traumatizzare le masse iniziando una nuova era nella storia americana.

L’UCCISIONE DEL RE

Quando guardiamo l’assassinio di JFK attraverso gli occhi dellesocietà segrete occulte – che attribuiscono grande importanza al rituale, al simbolismo e alla numerologia – fatti potenti e innegabili emergono. Secondo i ricercatori occulti, la morte di JFK era una rievocazione estrema e su larga scala di una mitologia importante della Massoneria: L’uccisione di Hiram Abiff.

hiram

Raffigurazione di Hiram Abiff, a volte amalgamato con Hiram, re di Tiro, nella sua bara circondata dai tre assassini.

In Massoneria, le iniziazioni per il Terzo Grado comportano la rievocazione drammatica rituale dell’uccisione della sua figura più importante, Hiram Abiff, da tre “delinquenti”. Come Hiram Abiff, JFK è stato colpito per tre volte – alla gola, al torace e alla testa. Durante l’iniziazione dei candidati al terzo grado, i massoni mettono in scena un dramma rituale in cui il candidato svolge il ruolo di Hiram Abiff che viene ucciso da tre furfanti. Ecco una trascrizione del rituale.

“Il nostro Gran Maestro, Hiram Abiff!”, esclama il furfante; “Lui è l’uomo che volevo vedere.” [Il candidato viene preso per la gola, e allo stesso tempo strattonato con violenza.] “Rivelami la parola del Maestro Massone o ti ucciderò!” Abiff risponde: “non posso dirtela ora, ma se attenderai fino alla riunione della Gran Loggia a Gerusalemme, se sarai considerato degno, potrai riceverla, altrimenti non è possibile.” il furfante quindi gli sferra un colpo al collo. Abiff va quindi al cancello ovest, dove viene avvicinato dal secondo furfante, Jubelo, che, dopo l’ovvio rifiuto, gli da con violenza un colpo al petto. Il massone si rifugia al cancello est, dove viene avvicinato da terzo furfante, Jubelum, che, con ancora più violenza, gli da un colpo con un martello sulla fronte, che lo fa cadere a terra; uno di loro esclamò: “Che cosa dobbiamo fare? Abbiamo ucciso il nostro Gran Maestro, Hiram Abiff! ”
– William Morgan, Illustrazioni della Massoneria

La sparatoria ha avuto luogo a Dallas, nella Dealey Plaza, a pochi chilometri dal grado di latitudine 33 °. Questo fatto geografico è primordiale nel simbolismo massonico, visto che il 33 ° Grado è il più alto grado raggiungibile nel rito scozzese della massoneria. Probabilmente è per questo motivo che il vicino fiume si chiama Trinity.

Dealey_3D_Map-e1406833550706

Una vista 3D della Dealey Plaza. L’intero design si basa sul numero 3.

Considerato il “luogo di nascita di Dallas”, la Dealey Plaza dispone di un obelisco (un monumento massonico) coronato da una torcia dell’illuminazione.

11745dc96bd15240ee86d6aa8ec661d7-e1406834010573

Mentre in molti considerano il monumento un omaggio a JFK,  l’obelisco venne eretto nel 1940

2971523933_affabdb7d9

 

La targa in fondo afferma che la Dealey Plaza è il sito della  prima “Loggia Fraterna” di Dallas.

Il sito dell’uccisione di JFK fu quindi estremamente importante nel simbolismo massonico. Si trovava al 33 grado di latitudine, nei pressi del fiume Trinity, nella Dealey Plaza – un sito ornato con un obelisco massonico. (Fatto degno di nota: La prima bomba nucleare fu esplosa esattamente al 33 ° di latitudine.) La posizione è stata chiamata Trinity Site … e un obelisco massonico ora identifica l’area.

Trinity_Site_Obelisk_National_Historic_Landmark

Il Trinity Site Obelisk è situato al 33 grado di latitudine

Il rito dell’uccisione del Re è stato compiuto in un altro Trinity Site situato a circa dieci miglia a sud del 33 ° grado di latitudine tra il fiume Trinity e il Triplice Sottopassaggio nella Dealey Plaza a Dallas, in Texas. La Dealey Plaza è stata l’ubicazione del primo Tempio massonico a Dallas. In questo luogo, conosciuto durante l’epoca dei cowboy come “Bloody Elm Street”, il leader mondiale noto anche come “Re di Camelot,” il presidente John Fitzgerald Kennedy, è stato colpito a morte.

Un’immagine ampiamente pubblicizzata che è diventata forse il simbolo chiave dell’enigma del Kennedy, è emersa immediatamente sulla scia dell’assassinio: una fotografia di tre “vagabondi” in custodia ufficiale, che vennero poi rilasciati e inspiegabilmente mai identificati.

Questa fotografia è un accompagnamento rituale della messa nera riguardante l’immolazione cerimoniale di un re, il biglietto da visita inconfondibile il quale sancisce l’omicidio massonico, la comparsa di Jubela, Jubelo e Jubelum, i tre “artigiani” indegni”. “Questo simbolismo rituale è necessario per il compimento di ciò che James Shelby Downard descrisse nella prima edizione di Apocalypse Culture, come l’intenzione alchemica di uccidere il ‘re di Camelot’.:

“… Lo scopo ultimo di tale assassinio non fu politico o economico, ma magico: si tratta del controllo della mente sognatrice e del controllo delle sue forze. Qualcosa è morto nel popolo americano il 22 novembre 1963, lo chiamano idealismo, l’innocenza o la ricerca dell’eccellenza morale. E’ la trasformazione degli esseri umani la ragione autentica e il movente per l’omicidio di Kennedy … ”

Il massacro apparentemente casuale e senza senso di un Presidente, la settimana prima del Ringraziamento, in cui vediamo la testa esplodere grazie agli infami fotogrammi del film di Zapruder, è il cartello di entrata dell’umanità in quello che David Cronenberg nel suo Videodrome chiamò, “Savage New Times. ”

La ricerca dei tre assassini è diventato un viaggio su e giù per la scala di Tim Finnegan, una scaletta dove si fa “un passo falso dopo l’altro.” E’ un enigma massonico anni luce ciò che possono concepire, CIA-mafia-anti-Castro-Castro-KGB .
– Michael Hoffman III, società segrete e guerra psicologica

E’ importante notare che alcuni dei capi più importanti della Commissione Warren, erano massoni di alto livello.

E’ interessante notare che il Chief Justice della Corte Suprema, Earl Warren, era un massone di 33 ° grado, Gran Maestro della California dal 1935 al 1936. Fu anche Potentate dell’Aahmes Shrine, e un ufficiale in due logge a rito scozzese a Oakland, in California. Era inoltre un membro del Bohemian Club che si trova a nord di San Francisco, nel piccolo paese boscoso di Monte Rio, in California. La sua Commissione Warren era piena di Massoni. Gerald R. Ford, J. Edgar Hoover, e Allen Dulles erano tutti massoni di 33 ° grado. Abraham Zapruder stesso, era un massone di 32 ° grado, e dopo l’assassinio, fu elevato al 33 ° grado, per la sua parte nel piano dell’assassinio. Altri massoni di alto livello direttamente coinvolti nell’omicidio di JFK sono Lyndon Baines Johnson e George Bush Sr., che erano entrambi massoni di 33 ° grado.
Kentroversy Papers, “Dealey Plaza: Esoteric Freemasonic Symbolism in the Death of JFK”

JFK_grave-e1407965250905

La pietra tombale di JFK si trova di fronte ad una torcia dell’illuminazione un simbolo delle elite occulte

DISTRUGGERE L’EREDITA’

Dopo la morte di JFK, c’erano ancora membri della famiglia Kennedy in grado di mantenere la famiglia reale al potere in America. Il primo era il fratello di JFK, Robert F. Kennedy. Aveva il nome, l’aspetto, l’esperienza, e lo slancio per diventare facilmente presidente degli Stati Uniti. Tuttavia, la sua ascesa al potere venne stroncata più velocemente di quella del fratello.

Robert F. Kennedy

RFK17-e1406851049564

Anche se visse all’ombra di suo fratello, Robert F. Kennedy (noto anche come Bobby o RFK) era una parte importante della presidenza di JFK. Come 64 ° procuratore generale, RFK era il più stretto consigliere del presidente esercitando potere su ogni gabinetto. L’Associated Press lo soprannominò “numero 2 di Washington”.

Pochi anni dopo l’assassinio di JFK, Bobby Kennedy entrò nella corsa per diventare il candidato presidenziale del partito democratico. I temi e le politiche promosse da RFK non erano solo una continuazione del lavoro di suo fratello, furono un passo in avanti. RFK era per la giustizia razziale ed economica, una politica estera di non aggressione, il decentramento del potere e il miglioramento sociale. Era particolarmente popolare tra le comunità nere e dei nativi americani e spesso parlava degli “scontenti” dei poveri e degli esclusi.

Il 5 giugno del 1968, poco dopo aver vinto le primarie della California, RFK fu colpito tre volte da Sirhan Sirhan, un 24enne palestinese.

vlcsnap2537440rp0-e1406852969653

Sirhan Sirhan

Lawrence Teeter, avvocato di Sirhan Sirhan, dichiarò che Sirhan era sotto l’influenza dell’ipnosi quando sparò a Robert F. Kennedy nel 1968. Teeter affermò che Sirhan era un prodotto del programma MKULTRA della CIA e che le tecniche di controllo mentale vennero utilizzate per controllare Sirhan. L’avvocato di Sirhan Sirhan ha inoltre aggiunto che era stato ipno-programmato per essere un diversivo per il vero assassino e che Sirhan sarebbe stato un ottimo capro espiatorio perhè era arabo. Secondo i documenti del tribunale:

Sirhan “fu un partecipante involontario dei crimini commessi perché è stato sottoposto a sofisicate tecniche di ipnosi e ad impianti di memoria che lo resero incapace di controllare coscientemente i suoi pensieri e le azioni al momento in cui i crimini vennero commessi.”

Sirhan, 67 anni, è ancora dietro le sbarre e rimane uno dei più evidenti capri espiatori MK utilizzati dalla elite occulta per portare a termine l’ordine del giorno.

John F. Kennedy, Jr.

The-48th-anniversary-of-JFKs-assassination_3_1-e1406854384622

Il saluto di John F. Kennedy Jr. al suo defunto padre è un’immagine iconica che è rimasta impressa nella storia americana.
.

Gli americani si innamorarono di John F. Kennedy Jr. (noto anche come John-John), fin da quando era un bambino che giocava nell ufficio del padre. Come un uomo adulto, John-John era una celebrità vera e propria, con una popolarità paragonabile solo alla famiglia reale britannica. In un breve periodo di tempo, riaccese la Kennedy Mania degli anni 60.

John-F.-Kennedy-Jr.

Ambizioso, bello e a suo agio sotto i riflettori, John-John è stato identificato da molti come l’uomo che avrebbe portato i Kennedy alla Casa Bianca. Diverse volte, a Kennedy fu chiesto pubblicamente se fosse interessato a seguire le orme del padre; egli rispose con un no, ma non ne escludeva la possibilità per il futuro. Nel 1999, Kennedy fu considerato in pole position per il seggio  vacante lasciato libero da Daniel Patrick Moynihan, senatore anziano dello stato.

Poco dopo questa svolta politica, John-John morì in un incidente aereo, insieme a sua moglie. Molti osservatori hanno affermato che gli eventi che circondano l’incidente furono sospetti e che vi erano indicazioni di una cover up. Ecco un articolo del 2001 che descrive come importanti filmati e fotografie del disastro aereo sono misteriosamente “scomparsi”:

Il filmato dell’incidente aereo di Kennedy Jr scompare

Video e prove fotografiche dal sito del disastro aereo che ha ucciso John F. Kennedy Jr. sono state distrutte o misteriosamente scomparse.

La US Navy ha distrutto fino a otto ore di filmati video ripresi dai subacquei che hanno recuperato i corpi di Mr Kennedy, sua moglie, Carolyn Bessette, e sua sorella, Lauren Bessette, nelle acque al largo dell’isola di Marthas Vineyard nel luglio 1999.

Allo stesso tempo, una grande quantità di fotografie è stata apparentemente perduta tra la marina e l’organizzazione abilitata a indagare sugli incidenti aerei, la National Transportation Safety Board (NTSB).

Gli sviluppi indicano che la famiglia Kennedy usando la sua influenza politica abbia distrutto le immagini prima che fossero di pubblico dominio.

La famiglia deve già sopportare la frequente ritrasmissione dei filmati amatoriali dell’assassinio del padre di Mr Kennedy, il presidente John F. Kennedy.

I familiari non volevano subire lo stesso dolore per la morte di John Jnr.

I sommozzatori della Marina riempirono quattro cassette VHS da 120 minuti con riprese durante l’operazione.

Il film mostrava il corpo del signor Kennedy, incastrato dalla vita in giù tra il pannello del sedile e il piano della strumentazione con le braccia che penzolavano avanti e indietro per la corrente. Il video mostrava anche i corpi della signora Carolyn Bessette e di sua sorella che si trovavano schiacciati e parzialmente oscurati dietro Mr Kennedy.

Ai giornali degli Stati Uniti che cercavano di accedere al film la marina disse di aver bruciato i nastri “in segno di rispetto per la famiglia”.

Tuttavia, l’NTSB affermò di aver detto alla marina di non aver bisogno dei filmati perché era stato in grado di recuperare quasi tutti i rottami e determinare la causa dell’incidente.

Gli avvocati della famiglia Bessette ritengono che i video sarebbero stati cruciali per le loro azioni giudiziarie pendenti.

Sydney Morning Herald, 13 feb 2001

LA MALEDIZIONE DEI KENNEDY

Di seguito è riportato un elenco dei principali eventi considerati parte della “Maledizione Kennedy”. Mentre è improbabile che ogni singolo eventi sia il risultato di una cospirazione contro la famiglia, è difficile ignorare il forte modello di sincronicità, aka “coincidenze significative”, connesso ai Kennedy.

1941-Rosemary Kennedy fu considerata mentalmente instabile. Alcune fonti sostennero che soffrisse di malattie mentali, come depressione e schizofrenia. A causa dei suoi sbalzi d’umore sempre più violenti e gravi, suo padre, Joe, Sr., organizzò in segreto per lei una lobotomia. La lobotomia compromesse ulteriormente le sue capacità  cognitive, e, di conseguenza, Rosemary rimase istituzionalizzata fino alla sua morte nel 2005.

12 agosto 1944-Joseph P. Kennedy, Jr. è morto quando il suo aereo esplose sopra l’Est Suffolk, in Inghilterra, nell’ambito del Progetto Anvil.

13 Maggio 1948-Kathleen Cavendish, marchesa di Hartington, è morta in un incidente aereo in Francia.

23 agosto 1956-Jacqueline Bouvier Kennedy ha dato alla luce una figlia nata morta, Arabella.

9 ago 1963-Patrick Bouvier Kennedy è morto due giorni dopo la sua nascita prematura.

22 Novembre 1963-U.S. Il presidente John F. Kennedy fu assassinato a Dallas, in Texas. Lee Harvey Oswald fu accusato del crimine, ma venne ucciso da Jack Ruby due giorni dopo, prima che un processo potesse aver luogo. L’FBI e la Commissione Warren ufficialmente conclusero che Oswald fu l’unico assassino. Tuttavia, la (HSCA) ha concluso che tali indagini erano gravemente lacunose e che Kennedy fu assassinato, probabilmente come risultato di una cospirazione.

19 giugno 1964-U.S. Il senatore Edward M. “Ted” Kennedy è stato coinvolto in un incidente aereo in cui uno dei suoi collaboratori e pilota sono stati uccisi. Venne tirato fuori dal collega senatore Birch Bayh E. II e trascorse settimane in un ospedale riprendendosi da una frattura alla schiena, da un polmone perforato, costole rotte, ed emorragie interne.

5 giugno 1968-U.S. Il senatore Robert F. Kennedy fu assassinato da Sirhan Bishara Sirhan a Los Angeles subito dopo la sua vittoria nelle primarie presidenziali della California. Sirhan è stato condannato per l’omicidio di Kennedy e sta scontando una condanna a vita presso l’impianto di Richard J. Donovan Correctional.

18 Luglio 1969-Nell’incidente Chappaquiddick, Ted Kennedy accidentalmente uscì di strada uccidendo, Mary Jo Kopechne. In una dichiarazione televisiva, Kennedy dichiarò che la notte dell’incidente si chiese “se qualche maledizione terribile stesse effettivamente uccidendo i Kennedy.”

13 Agosto 1973-Joseph P. Kennedy II è vittima di un incidente auto in cui il passeggero, Pam Kelley, rimane paralizzato.

25 APRILE 1984-David Anthony Kennedy morì di overdose di cocaina e Demerol in una stanza d’albergo di Palm Beach, in Florida.

31 Dicembre 1997-Michael LeMoyne Kennedy muore in un incidente di sci ad Aspen, in Colorado. Kennedy era sospettato di stupro dopo aver avuto una relazione di tre anni con una baby sitter di 14 anni.

16 luglio 1999, John F. Kennedy, Jr. morì quando il velivolo Piper Saratoga si schiantò nell’Oceano Atlantico al largo della costa di Martha Vineyard a causa di un errore del pilota. La moglie e la sorellastra vennero uccisi.

CONCLUDENDO

Questa serie sui Kennedy ha ripercorso l’ascesa della dinastia al potere, la sua direzione politica, la sua immensa popolarità e la sua violenta caduta. Rivisitare l’ascesa e la caduta di questa potente famiglia rivela anche molte caratteristiche chiave della élite occulta, il suo modus operandi, e l’estensione del suo potere. Imparando la verità su i Kennedy, possiamo vedere come l’elite occulta utilizza capri espiatori e assassini controllati mentalmente per portare a termine omicidi; influenzando forze dell’ordine, politici e commissioni federali; manipolando i media per confondere le masse.

Perché l’elite occulta ha distrutto la famiglia Kennedy? Erano estranei alla cabala dell’elite di sangue? Era La loro ascesa al potere era un incidente che non doveva succedere? I Kennedy si sono rivoltati contro i loro burattinai cercando di imporre la loro ideologia di governo?

Qualunque sia il caso, il vero antagonismo tra la famiglia Kennedy e coloro che li hanno sterminati è avvenuto ad un livello superiore. Nonostante i loro difetti, c’era qualcosa nei Kennedy che portava luce calore e speranza nelle masse. In questo senso, essi rappresentavano l’esatto opposto delle élite occulta che gioisce nell’oscurità nel dolore e nel caos. Per questo motivo, i Kennedy – insieme a tanti altri che hanno portato luce e speranza nelle masse – sono stati uccisi.

Oggi, tutto ciò che rimane della dinastia Kennedy è la Fiamma Eterna della tomba di JFK, una fonte di luce che in realtà rappresenta l’oscurità di chi è al potere.

Fonte