Archivio mensile:maggio 2010

Simmons: Soluzione Atomica per tappare il pozzo di petrolio

Oggi Matt Simmons, uno dei banchieri che più ha investito nel settore energetico, è apparso su Bloomberg. Il presidente di Simmons & Co. INTL  ha riportato più volte che la fuoriuscita di petrolio è molto maggiore di quella riportata dai reportage bp. Domenica scorsa, è stata confermata la notizia di seconda fessura distante circa 5-7 miglia dalla originale. Questa nuova fessura ha una fuoriuscita grande come ilDelaware e il Maryland combinati. Ha continuato affermando che “il pennacchio dal montante è minore cosa … la migliore stima è di circa 120.000 barili di petrolio al giorno”.

Simmons continua dicendo che “Obama potrebbe rimuovere BP dalle sue funzioni oggi stesso … è il momento di lasciare”. Alcune questioni vanno gestite con la massima priorità riferendosi al fatto che sarebbe pronta una squadra militare con il compito di portare un ordigno nucleare a 18000 piedi profondità.

Aggiornamento 08/06/2010

MEDIA BLOCCATI/CENSURATI E ARRESTI:

Intervista a James Fox:

(Inglese)

Annunci

Israele schiera sottomarini atomici sulle coste dell’Iran

Tre sottomarini Israeliani di produzione tedesca dotati di missili da crociera nucleari saranno impiegati nel Golfo vicino alle coste iraniane.

Il primo è stato inviato in risposta ai timori israeliani che i missili balistici sviluppati dall’Iran, Siria e Hezbollah, un’organizzazione politica e militare in Libano, potrebbe colpire importanti siti in Israele, comprese basi aeree e lanciamissili.

I sommergibili della flottiglia 7 – Dolphin, Leviathan e Tekuma – hanno visitato il Golfo. Il piano prevede che almeno un sottomarino sia sempre operativo nella zona.

Il comandante della flottiglia, identificato solo come “il colonnello O”, ha detto a un giornale israeliano: “Siamo una forza d’assalto subacqueo. Siamo operativi nelle profondità e lontano, molto lontano, dai nostri confini “.

Ciascuno dei sottomarini ha un equipaggio di 35 /50 persone, comandato da un colonnello in grado di lanciare un missile nucleare da crociera.

Le navi possono rimanere in mare per circa 50 giorni e restare sommerse fino a 1150 m sotto la superficie per almeno una settimana. Alcuni dei missili da crociera sono dotati delle più avanzate testate nucleari negli arsenali israeliani.

Questa mobilizzazione è progettata per agire come deterrente, raccogliere informazioni e potenzialmente portare a terra agenti del Mossad. “Siamo una solida base per la raccolta di informazioni sensibili, possiamo rimanere a lungo in un posto”, ha detto un ufficiale flottiglia.

I sommergibili potrebbero essere usati se l’Iran continua il suo programma per produrre una bomba nucleare. “I  missili cruise dei sottomarini ‘possono raggiungere qualsiasi destinazione in Iran”, ha detto un ufficiale di marina.

A quanto pare la risposta all’attività israeliana non si è fatta attendere e un ammiraglio iraniano ha detto: “Chi vuole fare un atto malvagio nel Golfo Persico riceverà una risposta forte da parte nostra.”

L’ urgente necessità di Israele è di scoraggiare l’alleanza Iran-Siria-Hezbollah come è stato dimostrato il mese scorso. Ehud Barak, il ministro della Difesa, ha  dimostrato al presidente Barack Obama, con delle  immagini satellitari ufficiali,di un convoglio di missili balistici lasciare la Siria sulla strada per Hezbollah in Libano.

Binyamin Netanyahu, il primo ministro, metterà in risalto il pericolo per Obama a Washington questa settimana.

Tel Aviv, centro degli affari e della difesa di Israele, rimane la città più a rischio nel mondo, ha detto un esperto. “Ci sono più missili puntati su Tel Aviv di qualsiasi altra città”.

Bp:Il sistema Top Kill è inutile

Parlando ad una conferenza stampa nella Fourchon Beach in Louisiana, Doug Suttles, Capo dell’ufficio operativo della BP, ha detto che i tentativi di collegare la perdita d’olio con un misto di fango e detriti non aveva fatto nulla per arginare il flusso. Il tentativo fu poi abbandonato.

Non credo che la quantità di olio proveniente dalla falla sia cambiato“, ha detto il sig Suttles. “Anche solo guardandola, non credo che sia cambiato nulla.”

Ha aggiunto: “dopo tre giorni di continui sforzi, non siamo stati in grado di fermare i flussi. Non crediamo che saremo in grado di raggiungere il successo in questa operazione. Abbiamo la decisione di passare alla successiva opzione “.

Nel frattempo, un forte temporale ha colpito la zona, sollevando timori che più petrolio potrebbe fuoriuscire.

Una fonte della compagnia ha detto al Telegraph che la tecnica “top kill” era la migliore prospettiva per porre fine alla devastante perdita – la bp ne è uscita tramortita ed ora avrà bisogno di tempo per studiare una nuova tattica. “Sembra che in questa fase, il top kill nn ha funzionato, ha detto la fonte. Ciò significa che la crisi sta entrando in una nuova fase,visto che BP, non sa più che pesci pigliare.
La società la scorsa notte ha inviato un robot subacqueo con una sega nel tentativo di tagliare via il tubo che perde e di sistemare un coperchio che sigilli l’apertura – una manovra estremamente complicata.

In pratica, sembra ormai quasi certo che la maggior fuoriuscita di petrolio della storia americana è probabile che continui a uscire fino a che non si sia trovata una soluzione definitiva – una operazione della durata di diverse settimane.

Notizie delle ultime ore confermano inoltre che i dirigenti della Bp potrebbero essere perseguiti penalmente per ciò che hanno fatto.

Un team di alto livello Dipartimento di Giustizia sta valutando se la società può aver infranto le norme di sicurezza prima del disastro.

BP deve già affrontare una miriade di azioni legali a seguito dell’esplosione del 20 aprile che ha ucciso 11 lavoratori della piattaforma di perforazione Deepwater Horizon.

I ricercatori hanno condotto interviste in Louisiana e hanno avvertito gli avvocati della BP e della Transocean, proprietarie della piattaforma, che devono conservare tutti i documenti e le registrazioni interne rilevanti per la fuoriuscita.

La società è stata informata dell ‘inchiesta, che è nella fase preliminare prima che i pubblici ministeri decidano se avviare una indagine penale.

Il momento di fare o di affondare si sta avvicinando velocemente per Bp la rabbia del pubblico aumenta rapidamente. Se il petrolio continua a riversarsi in mare al ritmo attuale per molte settimane, sarà devastante per la società.

Ma la rabbia con il governo Usa è elevata – costringendo il presidente Barack Obama a visitare la costa Venerdì. Obama, nella località assediata di Grand Isle, si è messo su una spiaggia chiusa al pubblico e ha promesso la sua solidarietà con i residenti, dicendo che ordinerà una triplicazione delle risorse umane nelle aree colpite dalla catastrofe.

BP sta combattendo la chiazza di petrolio di 130 miglia per 70 miglia con sotanze chimiche, ma il petrolio è giunto ormai a colpire il fragile ecosistema delle Bayou (paludi costiere).

Luogo di decine di piattaforme petrolifere in mare, la baia di norma sarebbe anche costellata di grandi navi adibite alla pesca dei gamberetti e decine di imbarcazioni munite di pescatori sportivi pronti a celebrare il weekend del Memorial Day, il tradizionale inizio della stagione estiva.

Ma le acque sono chiuse alla pesca. Facendosi un giro per le coste si può notare un paesaggio innaturale le uniche altre navi erano quelle utilizzate dal gigante del petrolio BP nella battaglia per contenere la fuoriuscita.

Dalla barca, a 60 miglia a sud di New Orleans, gli unici segni di vita erano pochi uccelli marini. Vi era un insopportabile odore di sostanze chimiche che pungeva la gola.

“Queste acque dovrebbero brulicare di pesci e gamberetti, e non c’è proprio nulla,” ha detto l’onorevole Lensmyer, 55 anni. “Ho svolto attività di pesca qui per 25 anni e non avevo mai visto niente del genere. E ‘molto, molto triste.Da qui normalmente vedresti decine di pescatori. Ora ci siamo solo noi».

“Questo è un disastro su molti livelli”, ha affermato Larry Schweiger, presidente della National Wildlife Federation (NWF). “Circa il 90 per cento del pesce del golfo dipende da queste zone umide. Qui vengono allevate uova di pesce, granchi blu e vi sono anelli importantissimi della catena alimentare che rischiano di scomparie a causa del petrolio.

La scomparsa di Bayou mette in allerta  perche serviva da protezione contro gli uragani per comunità come New Orleans che si devono ancora riprendere da Katrina.

Qui il danno è molto insidioso e devastante per il sostentamento e gli stili di vita degli abitanti del golfo. La mancanza agghiacciante di vita che è così evidente per l’occhio umano si spiega con il fatto che i pesci più grandi, le focene e gli uccelli sono scappati dal puzzo e dall’inquinamento della marea.

BP ha gettato migliaia di chilometri di aste assorbenti in un’operazione comandata dalla US Coast Guard. Ma in molti casi, le barriere sono già impregnate di olio e sono state apparentemente posate troppo tardi per proteggere le paludi.

La US Geological Survey  stima che sono stati riversati tra i 12.000 e i 19.000 barili nel golfo ogni giorno dopo l’esplosione del 20 aprile. La cifra è significativamente superiore rispetto alla precedente stima di 5.000 barili al giorno segnalate da BP. In tutto fanno tra i 18 e i 28 milioni di galloni – superiore agli 11 milioni di galloni che sgorgarono della petroliera Exxon Valdez sulle coste dell’Alaska nel 1989.

L’amministratore delegato di BP, Tony Hayward, fu costretto ad ammettere  Venerdì che la perdita è stata una “catastrofe ambientale”. In precedenza era stato aspramente criticato dai media americani per minimizzare i danni di questa catastrofe.

SITUAZIONE 30/05/2010

Il 1 giugno inizia la stagione degli uragani

La medicina in Egitto

L’antico Egitto possedeva indubbiamente una scienza medica di alto livello. Delle conoscenze degli Egizi abbiamo un’impressionante testimonianza nelle mummie dei faraoni e dei notabili delle più antiche dinastie, perfettamente conservate dopo anche 4000 anni. Per poter giungere a questi risultati era necessaria un’approfondita conoscenza dell’anatomia e di quei processi che oggi fanno parte della biochimica e che soli consentono di effettuare un’imbalsamazione.

La medicina degli antichi Egizi era una medicina empirica (gr. empeirikós, da empeiría, esperienza) che curava cioè le malattie basandosi solo sui dati forniti dall’esperienza, senza rigore scientifico: La ricerca empirica di farmaci portò alla scoperta del valore terapeutico di certe piante, della pericolosità di altre, dell’azione benefica del calore, dell’acqua, ecc. dando così l’avvio alla medicina empirica, che sopravvive tuttora nei popoli primitivi. Questa, pur venendo esercitata non di rado dai medici maghi tendenti a esoterizzare al massimo le nozioni mediche, rese possibile l’acquisizione di pratiche importantissime. Il patrimonio magico-religioso e quello empirico si fusero quindi nella pratica medica e condizionarono a lungo la medicina, sino a che dalla continua osservazione dei malati, dei loro sintomi e delle modalità terapeutiche dei vari rimedi, emerse l’esigenza di una sistemazione delle nozioni e delle attività mediche. Così nacquero i primi libri di medicina.

Oggi siamo a conoscenza di diversi papiri di contenuto medico. Due in particolare, i papiri Ebers e Smith, ci hanno fornito notizie importanti. Il cosiddetto “Papiro Edwin Smith”, un documento di 4,68 x 0,35 m, fu tradotto dall’egittologo americano J.H. Breasted che lo pubblicò nel 1930. Gli egittologi sono del parere che il testo fu redatto fra il 3000 e il 2600 a.C., anche se il papiro stesso risale al 1600 a.C. Si tratta dell’inizio di un libro intitolato “Le ferite”, che si potrebbe chiamare: “Il più antico libro di chirurgia del mondo”. Si occupa infatti di 48 casi di chirurgia. Insieme con descrizioni di riti religiosi e magici, vi si trovano notizie molto precise sull’incisione degli ascessi, sul trattamento di fratture ossee, contusioni e lussazioni e riguardo alla cura delle ustioni. Apprendiamo che gli Egiziani, tra l’altro, praticavano la riduzione delle fratture che sapevano distinguere dalle distorsioni, avevano intuito i rapporti delle fratture craniche con l’emiplegia e riconoscevano i casi di tetano. Si parla anche dell’impiego di varie piante medicinali. Inoltre viene formulata una concezione unitaria dell’uomo incentrata sulla presenza del cuore in ogni parte del corpo. Questo probabilmente significava che gli Egizi attribuivano un’importanza fondamentale ai polsi arteriosi periferici, che appunto come il cuore pulsano.

Il “Papiro Ebers”, prese il nome dall’Egittologo tedesco Georg Ebers, che l’aveva scoperto nel 1873 a Tebe, curandone poi la prima edizione. Questo papiro, che misura 20 x 0,30 m, fu scritto probabilmente intorno al 1800 a.C. ed è giunto a noi in ottimo stato, cioè completo e intatto. Un po’ meno della metà del testo viene dedicato alle malattie interne e alle loro cure. Si parla di analisi, diagnosi, terapie e probabilità di guarigione. Era una specie di guida per il medico generico con 877 prescrizioni relative a 250 sindromi, di cui 95 rimedi per curare le malattie degli occhi, 40 per malattie della pelle e circa 50 per trattare le conseguenze delle ustioni. Inoltre contiene un intero libro sui tumori e gli ascessi e due trattati sui vasi e sul cuore, descritto nella sua posizione e nei disturbi funzionali (il cuore era considerato il centro dell’organismo, punto d’arrivo e di partenza di tutti i vasi).

Le varie medicine prescritte dai medici egizi venivano preparati sia con materie prime vegetali che animali. Diversamente dalle abitudini moderne, non si usava pesare i componenti, ma misurarli in volumi. La più piccola unità era un “ro” che corrisponde a circa 14 millilitri. Alcuni fra questi rimedi ci sorprendono, ma bisogna andare al di là del dato puro e semplice per comprendere l’intenzione e la dimensione scientifica. Per esempio, l’uso del miele per medicare e cicatrizzare le ferite è sembrato semplicistico. E tuttavia uno studio recente, condotto da scienziati americani, ha dimostrato la straordinaria efficacia di questo prodotto naturale. Certi escrementi di animali, per fare un esempio ancora più stupefacente, furono usati per medicare le bruciature: essi contengono, in effetti, degli antibiotici.

La difficoltà nello studio della medicina egizia è di ordine lessicografico: i termini che non riusciamo a tradurre ed i rimedi che ci è ancora impossibile identificare sono numerosi – cosa che ci priva di tante scoperte terapeutiche dovute agli Egizi. Alcune piante, del resto, sono certamente scomparse. Possiamo solo apprezzare, in molti casi, la varietà delle medicazioni proposte.

Di fronte al modo egizio di “fare scienza” conviene adottare una mentalità meno meccanicista e ammettere che ricercatori antichissimi siano stati in grado di fare delle scoperte che noi attribuiamo a epoche più recenti. Basti pensare all’estratto di scorza di salice, usato contro i reumatismi: e la nostra moderna aspirina. E anche l’impiego di certe muffe per curare le piaghe infette (la nostra penicillina) risale agli antichi Egizi.


Fed:E’ ora di cagarsi addosso

Il deputato Ron Paul apparso ieri nell’Alex Jones Show di ieri, ha rivelato che, attraverso le sue fonti all’interno ha capito che le persone che controllano la Federal Reserve sono nel panico per il fatto che gli americani si stanno svegliando riguardo al fatto che gli Stati Uniti sono controllati dalla banca centrale .

“Ho ricevuto qualche informazione privata, informazioni privilegiate, qualcuno che conosceva qualcuno che ben all’interno della Federal Reserve- e risulta che siano davvero preoccupati per il nostro movimento contro la Fed e contro quello che sta facendo, “ha dichiarato Paul, aggiungendo:” Quello per cui sono sconvolti e preoccupati  è il fatto che sempre più persone sono consapevoli della Federal Reserve come mai prima d’ora “, spiegando che questa consapevolezza porterà al cambiamento e una riforma della Federal Reserve.


Paul ha attribuito il successo del movimento di liberazione alla crescente consapevolezza del potere che la Federal Reserve esercita in America.

“Anche coloro che difendono la Fed sono molto spaventati per questo”, ha aggiunto Paul, notando che un numero crescente di americani sono stati informati circa la banca centrale nonostante il fatto che il soggetto è raramente coperto dal sistema di istruzione.

Host Jones ha fatto riferimento a un recente Consiglio sulle Foreign Relations da parte della Commissione Trilaterale e l’abituè del gruppo Bilderberg Zbigniew Brzezinski, in cui ha avvertito che un “risveglio politico globale”, in combinazione con lotte interne tra le élite, minaccia di far deragliare la transizione verso una governo mondiale.
“Mi auguro che abbia qualche motivo reale per essere preoccupato,” ha risposto il consigliere nazionale.

Nonostante il voto del Senato stabilisce dell’audit di Ron Paul, il disegno di legge emedato all’inizio di questo mese, ne è stata approvata una versione più soft, attraverso questo emendamento la Fed sarà costretta a divulgare i nomi dei soggetti a cui ha prestato denaro per uscire dall crisi, cosa che la Fed ha disperatamente cercato di evitare da sempre.

Paul esprime il suo disappunto proprio per questo disegno di legge annacquato, ma il suo collega deputato Alan Grayson ha espresso fiducia che le disposizioni più incisive  potrebbero essere aggiunte in sede di commissione, assicurando che la Federal Reserve verrà tenuta d’occhio, come il deputato Paul ha avvertito.

Paul ha suggerito che la gente dovrebbe guardare i senatori che non hanno votato per l’audit iniziale del disegno di legge Fed, che hanno sostenuto il disegno di legge più soft in vista di “Un piano di salvataggio per il sistema e per la Federal Reserve.”

Paul ha aggiunto che andò a cercare di influenzare il disegno di legge in conferenza con l’aggiunta di disposizioni più rigorose.

“Credo che adesso siamo nell’occhio del ciclone, ma abbiamo intenzione di continuare a lottare perché più attenzione vi è e più la gente si incuriosisce e conosce, possiamo essere orgogliosi di quanto abbiamo già ottenuto”, ha detto Paul.

Sulla crisi Europea:Le mosse per distruggere l’economia globale

Una clausola segreta scritta nel contratto di salvataggio europeo, garantirà la creazione di un debito più alto in Europa,un peggioramento dell’economia mondiale, e una decimazione degli Stati nazionali, permettendo ad una ristretta elite di avere il potere.

Il maggiore quotidiano tedesco Bild afferma di aver ottenuto una copia del contratto dei prestiti e ha annunciato di voler “esporre” una serie delle clausole segrete.

La più rivelatrice di tali clausole stabilisce che se un paese ritiene di non poter raccogliere i fondi per i prestiti a tassi d’interesse al di sotto del 5 per cento concordato per la Grecia, si può scegliere di salvarlo del tutto, lasciando il resto dei paesi della zona euro a pagare la differenza.

Se succederà questo, ci sarà un effetto domino spiega Ambrose Evans Pritchard del Telegraph di Londra:

BNP Paribas ha spiegato come questo possa portare rapidamente ad una crisi sistemica, se la Spagna sarà in tale posizione, perché gli altri paesi non possono portare un carico di debito in continua ascesa. La banca ha avvertito che il progetto euro inizierà a disintegrarsi rapidamente se queste disposizioni di soccorso saranno duramente messe alla prova.

Come analista finanziario Tyler Durden di Zero Hedge, spiega, che questo significa una cattiva notizia per i contribuenti americani poiché gli Stati Uniti sono stati essenzialmente utilizzati come motore per il consolidamento globale:

A seguire Portogallo, Spagna e Italia quando saranno trascinati in basso dalle banche, la loro partecipazione al piano di salvataggio con 1.000 miliardi di dollari finirà. E quando questo accadrà, l’intero costo del piano di salvataggio economico sarà sulle spalle  degli altri stati di cui il più ricco “membro” sono  gli Stati Uniti.

La clausola segreta essenzialmente crea un enorme incentivo per i paesi della zona euro più deboli per far saltare i loro debiti, che però dovranno essere pagati da quelli più ricchi, indebolendo quest ultimi fino a farli crollare.

Tyler Durden di nuovo:

In una ottica di crisi non assolvere il debito, è un vantaggio che è di gran lunga maggiore rispetto a qualsiasi aspetto negativo. Molti si sono chiesti come gente dalla discutibile intelligenza abbia potuto creare un piano di salvataggio per la Grecia che prevedesse che la stessa Grecia fosse il perno per l’uscita dalla crisi economica. Ora sappiamo che questa era la tattica da sempre.

Come abbiamo continuato ad esporre, nel cuore della centralizzazione in corso delle economie nazionali è una confusione nel settore economico a permettere un consolidamento più forte dell’elite economica.

Le super-elite sono delle sanguisughe che cercano di mettere le mani in ogni ricchezza disponibile sul territorio, tenendo il popolo di quelle nazioni in ostaggio attraverso i loro governi eletti, mentre lentamente risucchiano ogni cosa che queste nazioni possiedono.
L’esposizione e la comprensione di questa agenda e che cosa significa per le masse è fondamentale perché al momento la gente continua a permettere ai loro governi di farsi prendere in giro mostrando loro un piano per raggiungere una utopica armonizzazione quando la realtà è ben diversa.

Cia:Ammette di aver falsato un filmato di Bin Laden

Due ex ufficiali della CIA hanno ammesso di aver creato un video falso in cui gli agenti segreti dell’intelligence furono travestiti da Osama Bin Laden e da i suoi amici nel tentativo di diffamare il capo del terrorismo in tutto il Medio Oriente.

I dettagli sono sottolineati in un articolo del Washington Post dal reporter investigativo ed ex dipendente dell’Intelligence dell’esercito U.s.a. Jeff Stein.

Le fonti di Stein spiegarono che durante la pianificazione per l’invasione dell’Iraq nel 2003, la CIA nel “Gruppo per le operazioni in Iraq” ha considerato di creare un video falso di Saddam Hussein impegnato in atti sessuali con un adolescente, per poi inondare l’ Iraq con le copie del nastro.

Kryptos

Questa idea, insieme a quella di falsare i bollettini dei notiziari iracheni, non è stata realizzata secondo gli ex funzionari della CIA, perché un accordo sui progetti non poteva essere raggiunto tra il Gruppo Iraq e l’ufficio tecnico della Cia.

Tuttavia, le due fonti rivelano che l’agenzia aveva in precedenza inventato almeno un falso video su Bin Laden:

L’agenzia effettivamente ha fatto vedere un video che pretende di mostrare Osama bin Laden e i suoi compari seduti intorno ad un falò a tracannare bottiglie di liquore e assaporare le loro conquiste con i commilitoni, uno degli ex ufficiali della CIA ricorda ridendo. Gli attori sono stati selezionati tra chi di noi aveva la pelle più scura.

Questa nuova rivelazione rafforza la prova che le agenzie di intelligence, e forse più significativamente , i militari sono stati impegnati nella creazione di falsi video di Bin Laden in passato.

IntelCenter è il gruppo che monitorizza le attività in medio oriente e rilascia abitualmente i filmati o gli audio di Osama Bin Laden, molti dei quali hanno dimostrato di essere filmati ritoccati, vecchi o addirittura falsi.

IDefense è fortemente costituita da ex ufficiali di lungo servizio dei servizi segreti militari, come il militare di alto livello dell’intelligence l’ufficiale Jim Melnick, che ha servito per 16 anni l’esercito USA e la Defense Intelligence Agency (DIA) in operazioni studiate sul piano psicologico. Melnick ha anche lavorato direttamente per l’ex segretario alla Difesa Donald Rumsfeld.

IntelCenter ha rilasciato il famoso video dei dirottatori che ridono e ha sostenuto che il nastro apparteneva ad Al-Qaeda, nonostante il fatto che il filmato fosse stato ottenuto da una “agenzia per la sicurezza” in un discorso del 2000 di Bin Laden.

IntelCenter è stato anche catturato aggiungendo il proprio logo su un nastro al tempo stesso braccio cosiddetta Al-Qaeda, As-Sahab media ha aggiunto il suo logo, dimostrando le due organizzazioni erano la stessa cosa.

Potrebbe esserci il gruppo CIA dietro il video dove Osama Bin Laden ha un naso spropositato e che si trovava magicamente in una casa di Jalalabad dopo che le forze anti-talebani si trasferirono lì?

Il nastro è caratterizzato da un Osama sovrappeso che ride e scherza a proposito di come si era svolto 11/9. Il video è stato tradotto male anche al fine di manipolare l’opinione dei telespettatori e anche mentre “Bin Laden”, loda due dei dirottatori, sbaglia il loro nome! Questo Osama utilizzata anche la mano sbagliata per scrivere e portava anelli d’oro, una pratica totalmente in opposizione alla fede mussulmana.

Nonostante il fatto che l’uomo nel video nulla ha a che vedere con Bin Laden, la CIA,  ha dichiarato che era ufficialmente la confessione dell’attentato del 11/9.

Le ultime rivelazioni hanno anche messo in luce un video rilasciato in passato da Bin Laden – un nastro in cui si è dichiarato ridicolmente in combutta con Saddam Hussein nelle settimane prima dell’invasione dell’Iraq.

Monsanto: La spazzatura dell’industria alimentare

«Un nuovo terremoto” è come il leader degli agricoltori Chavannes Jean-Baptiste del Movimento Contadino di Pápay (MPP) definisce la notizia che la Monsanto donerà 60 mila sacchi di sementi (475 tonnellate) di semi di mais ibridi e semi di ortaggi, alcuni dei quali trattati con pesticidi altamente tossici. Il PMP si è impegnato a bruciare i semi della Monsanto, e ha chiesto una marcia per protestare contro la presenza della società ad Haiti il 4 giugno, per la Giornata Mondiale dell’Ambiente.

In una lettera aperta inviata il 14 maggio Chavannes Jean-Baptiste, il direttore esecutivo della PMP e il portavoce del Movimento nazionale dei contadini del Congresso dei Pápay (MPNKP), ha chiamato l’ingresso dei semi della Monsanto ad Haiti “un attacco molto forte alla piccola agricoltura, agli agricoltori, alle biodiversità   e su ciò che resta il nostro ambiente ad Haiti. “I movimenti sociali Haitiani sono stati ascoltati nella loro opposizione alle importazioni agro-alimentari di sementi e alimenti, che mette a rischio la produzione locale. Essi hanno espresso particolare preoccupazione circa l’importazione di organismi geneticamente modificati (OGM).

Fino ad ora, senza una legge che disciplina l’uso degli OGM in Haiti, il Ministero dell’Agricoltura ha respinto l’offerta della Monsanto Roundup Ready per i semi OGM. In uno scambio di email, di un rappresentante di Monsanto, quest’ultimo ha assicurato il ministero dell’Agricoltura che i semi non sono OGM .

Elizabeth Vancil, direttore della Monsanto delle iniziative e dello sviluppo, ha chiamato la notizia che il ministero haitiano dell’Agricoltura ha approvato la donazione dei semi “un favoloso regalo di pasqua” in una email aprile. La Monsanto è famosa per come aggressivamente spinge nella vendita dei semi, in particolare le sementi OGM, sia nel  Nord che nel Sud del mondo, anche attraverso accordi tecnologici altamente restrittivi con gli agricoltori che non sono sempre pienamente consapevoli di ciò che stanno firmando. Secondo le interviste di questo scrittore messicano con i rappresentanti delle organizzazioni di piccoli contadini, essi si trovano costretti ad acquistare sementi Monsanto ogni anno, alle condizioni che trovano onerose e con costi che a volte non possono permettersi.

I semi ibridi di mais che Monsanto  ha donato ad Haiti sono trattati con il fungicida XO Maxim, ed i semi di pomodoro calypso sono trattati con tiram . Il Tiram appartiene ad una classe di sostanze chimiche altamente tossiche chiamate bisdithiocarbamates etilene (EBDCs). Risultati delle prove di EBDCs su topi e ratti hanno causato preoccupazione per la US Environmental Protection Agency (l’EPA), che ha poi ordinato una revisione speciale. L’EPA ha determinato che le piante trattate con l’ EBDC  sono così pericolose per i lavoratori agricoli che devono indossare speciali indumenti protettivi per  poterli manipolare. I pesticidi contenenti nel tiram devono contenere un’etichetta di avvertimento speciale,  ha dichiarato l’EPA. L’EPA ha inoltre vietato la commercializzazione dei prodotti chimici utilizzati in molti prodotti per il giardino di casa, perché hanno giustamente presupposto che la maggior parte dei giardinieri non avesse adeguatati indumenti protettivi. Monsanto quando menzionò l’uso dei semi trattati con il tiram ai funzionari del ministero dell’Agricoltura in una e-mail, essa non conteneva alcuna spiegazione dei pericoli, né alcuna offerta di capi di abbigliamento speciali o di formazione per coloro che avrebbero coltivato con i semi tossici.

La preoccupazione dei movimenti sociali haitiani ‘non è solo sui pericoli delle sostanze chimiche e la possibilità di future importazioni di OGM. Essi sostengono che il futuro di Haiti dipende dalla produzione locale di cibo per il consumo locale, in quello che si chiama sovranità alimentare. l’arrivo della Monsanto in Haiti, dicono, è una minaccia ulteriore per questo.

“La gente negli Stati Uniti deve aiutarci a produrre, non darci gli alimenti e le sementi. Stanno rovinando la nostra possibilità di sostenere noi stessi”, ha detto il contadino Jonas Deronzil di una cooperativa contadina nella regione rurale di Verrettes.

La storia della Monsanto  da tempo fomenta le ire degli ambientalisti, i difensori della salute e dei piccoli agricoltori, tornando a produrre l’ “Agente arancione” durante la guerra del Vietnam.L’esposizione all’ AgenteArancione ha causato il cancro in un numero incalcolabile di veterani statunitensi e il governo vietnamita sostiene che 400.000 persone vietnamite sono state uccise o rese disabili dall’ Agente arancione,  500.000 bambini sono nati con difetti alla nascita a causa della loro esposizione a esso.

Il motto della Monasanto: “Senza prodotti chimici, la vita stessa sarebbe impossibile,” è stato sostituito da “Imagine”. Il suo sito web afferma che gli agricoltori di tutto il mondo, con i semi Monsanto producono di più e i loro prodotti si conservano più a lungo. Aiutiamo gli agricoltori ad avere una resa sostenibile in modo che possano avere successo, produrre cibi più sani … ma non si fa voce di diminuire l’impatto ambientale.

Insieme con Syngenta, Dupont e Bayer, Monsanto controlla più della metà di semi del mondo. La società detiene circa 650 brevetti sulle sementi, la maggior parte di essi per il cotone, mais e soia, e quasi il 30 per cento della quota di tutta la ricerca biotecnologica e lo sviluppo.Monsanto è venuta a possedere un ampia offerta con l’acquisto di grandi ditte sementiere per soffocare la concorrenza, acquistando i brevetti per le modificazioni genetiche di varietà vegetali e hanno denunciato i piccoli agricoltori. Monsanto è anche uno dei principali produttori di OGM.

Dal 2007, la Monsanto aveva depositato 112 cause contro gli agricoltori statunitensi per presunte violazioni dei brevetti sulla tecnologia OGM, coinvolgendo 372 agricoltori e 49 piccole imprese agricole in 27 Stati diversi. Da queste, la Monsanto ha vinto più di 21,5 milioni dollari nei giudizi. La multinazionale sembra indagare 500 agricoltori l’anno, a stime basate su documenti della stessa Monsanto e resoconti dei media.

“Gli agricoltori sono stati denunciati dopo che i campi sono stati contaminati da polline o semi da qualcun altro [colture geneticamente modificate] .
In Colombia, la Monsanto ha ricevuto ben $ 25 milioni dal governo degli Stati Uniti per la fornitura di Roundup Ultra durante gli sforzi messi in atto per fermare il traffico di droga. Roundup Ultra è una versione molto concentrata dell’erbicida glifosato Monsanto, con ingredienti aggiuntivi per aumentare la letalità. le comunità colombiane e le organizzazioni dei diritti umani hanno accusato il diserbante della società, colpevole di aver distrutto le loro produzioni agricoli, inquinato fonti idriche e delle aree protette, e ha portato incidenti e l’aumento dei difetti congeniti e dei tumori.

Vía Campesina, la più grande confederazione del mondo degli agricoltori con organizzazioni affiliate in oltre 60 paesi, ha chiamato la Monsanto uno dei “principali nemici dei contadini che sono per un’agricoltura sostenibile e per la sovranità alimentare che hanno di diritto i popoli.” Essi sostengono come la Monsanto e altre multinazionali controllo una quota sempre più grande del terreno e dell’agricoltura, che costringono i contadini a coltivare con le loro sementi. Essi affermano inoltre che i giganti dell’agribusiness contribuiscono al cambiamento climatico e ad altri disastri ambientali, una conseguenza dell’agricoltura industriale.
La coalizione Vía Campesina ha lanciato una campagna globale contro la Monsanto lo scorso 16 ottobre durante la Giornata mondiale dell’alimentazione, con proteste, occupazioni di terre e scioperi della fame in più di 20 paesi. Hanno effettuato una seconda giornata di azione globale contro la Monsanto, il 17 aprile di quest’anno, in onore della Giornata della Terra.

Le organizzazioni non governative negli Stati Uniti sono impegnati nelle pratiche Monsanto.L’Organic Consumers Association ha guidato la campagna “milioni contro Monsanto”, invitando l’azienda a interrompere le intimidazioni alle piccole famiglie di agricoltori, stop al marketing di prodotti non testati e non etichettati, di cibi geneticamente modificati e di smettere di usare miliardi di dollari di denaro provenienti dai contribuenti statunitensi che vanno a sovvenzionare le colture OGM.

Il Centro per la sicurezza alimentare ha guidato una battaglia legale di quattro anni contro la Monsanto, che si è appena concluso. Dopo aver vinto il processo contro la Monsanto ha vinto anche quello contro il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti per promozione illegale di erba medica modificata geneticamente

“Combattere le sementi ibride e OGM è un dovere per salvare la nostra diversità e la nostra agricoltura”, ha detto Jean-Baptiste in un’intervista a febbraio. “Abbiamo il potenziale per rendere le nostre terre abbastanza produttive per sfamare tutta la popolazione e anche per esportare determinati prodotti. La politica di cui abbiamo bisogno perché questo avvenga è la sovranità alimentare, in cui la regione ha il diritto di definire le proprie politiche agricole per produrre cibo sano in un modo che rispetti l’ambiente e la Madre Terra. ”

I miliardari più potenti del 2010

Sergey Brin e Larry Page
Fonte di potere: Google
I ragazzi di Google di recente hanno rivelato che intendono vendere la maggior parte delle proprie azioni nei prossimi cinque anni; Il duo avrà ancora il controllo del voto per quanto riguarda
la squadra di ricerca di massa, che comanda un valore di mercato di oltre
180 miliardi dollari.
I guadagni sono aumentati del 90% in un anno. Recentemente ha tolto il famoso motore di ricerca dalla Cina.
Ha rilasciato il Nexus One uno smart phone di ultima generazione e da qualche tempo ha rilasciato il broswer per il web Chrome, prossimamente il sistema operativo Chromium e le nuove tablets che andranno a fare concorrenza a quelle ormai note della Apple.
browser.

Lakshmi Mittal

Fonte di potere: ArecelorMittal
E’ il capo della più grande compagnia al mondo che produce acciaio, la ArcelorMittal. È la seconda persona più ricca dell’India. Il Patrimonio netto è sostenuto da ingenti investimenti in Borsa della società; le azioni sono salite del 90% rispetto all’inverno scorso. La famiglia ha iniziato la scalata all’industria dell’acciaio nel 1970, ma ce la facero solo nel 1994. Ha comprato un palazzo di 12 camere da letto a Kensington per più di $ 100 milioni nel 2004, era la casa più costosa di Londra al momento.

Famiglia Walton

Fonte di potere: Wal-Mart
Coloro che fanno shopping con moneta cartacea hanno fatto la fortuna di questa famiglia. I prezzi bassi di Wal Mart attirano sempre nuovi clienti, soprattutto in periodi di recessione. Le azioni sono quasi il 20% in più rispetto all’inverno scorso. Le fortue di Christy, Jim, Alice e di Robson ammontano a quasi 80 miliardi dollari. Il padre di Sam Walton ha iniziato come impiegato nella J. C. Penney. Oggi, Wal-Mart Stores ha 401 miliardi dollari di vendite annuali, 2,1 milioni di dipendenti e oltre 8.000 negozi al dettaglio. Christy è la più ricca dei Waltons grazie all’eredità del defunto marito che lavorava per la First Solar.

Bill Gates

Fonte di potere: Microsoft, filantropia

Filantropo e sultano del software. Nonostante abbia perso 18 miliardi dollari, Gates ha riconquistato la corona di uomo più ricco del mondo all’inizio del 2009. I dividendi della Microsoft sono aumentati del 60%; hanno pubblicato windows 7 per far finire la delusione per Vista. La Gates Foundation, dà miliardi per l’ istruzione nazionale, lo sviluppo di vaccini e la lotta contro la fame nei paesi in via di sviluppo.Recentemente si è iscritto a Twitter, ottenendo l’attenzione internazionale.

Edward e Abigail Johnson

Fonte di potere: Fidelity Investments

Padre e figlia sono a capo della Fidelity Investments, il più grande fondo comune delle società Americane: 1.300 miliardi dollari in gestione, 3.200 miliardi di dollari in amministrazione
– Pari a circa il 22% del PIL degli Stati Uniti nel 1998. La famiglia possiede il 49% della società.
La loro fortuna combinata ammonta a: 19,5 miliardi dollari.

Li Ka-shing

Fonte di potere: immobiliare; spedizione

E’ la persona più ricca dell’Asia. Fornitore di elettricità per Hong Kong, sviluppatore immobiliare, il più grande operatore mondiale di terminali per container e di salute e bellezza. Il figlio maggiore, Victor, lo aiuta la gestione delle imprese; Il figlio Richard è un miliardario che si è fatto da solo.

Mukesh Ambani

Fonte di potere: Reliance Industries


E’ il magnate dell’energia e detta le regole alla Reliance Industries, la più grande azienda del settore privato indiano. E’ la persona più ricca dell’ India; stima del patrimonio netto: 33 miliardi dollari. Con il fratello Anil, ha ereditato l’impero industriale del padre di Dhirubhai del 2002. I fratelli hanno combattuto per il potere, e infine diviso beni. Mukesh controlla tutto ciò che riguarda l’energia; Anil conduce le aziende delle telecomunicazioni e bancarie.

Warren Buffett

Fonte di potere: Berkshire Hathaway

L’ Oracolo dell’ Omaha  non mostra segni di invecchiamento a 78 anni. Chiuso il più grande affare della carriera lo scorso novembre: ha acquistato Burlington Northern Santa Fe Railroad per $ 40 miliardi. .Approfittando astutamente della crisi finanziaria globale; ruba la partecipazione alla Goldman Sachs,e la General Electric visse i suoi giorni più oscuri del 2008;

Saad Hariri

Fonte di potere:E’ il primo ministro del Libano, l’edilizia, le telecomunicazioni

E’ il miliardario libanese che è stato nominato primo ministro nel giugno scorso. Segue le orme del padre Rafic Hariri, il due volte primo ministro e imprenditore assassinato nel 2005 dai bombardamenti.Saad gestisce anche l’edilizia,  le telecomunicazioni e l’impero immobiliare  Saudi Oger, che ha ereditato con il resto della sua famiglia  quattro anni fa. Primo ministro progressista, sta cercando di ripararea i danni del paese delle guerre civili e le interferenze straniere.popolazione del Libano: 4 milioni; PIL: $ 44 miliardi.

Carlos Slim Helu

Fonte di potere: America Movil, infrastrutture, investimenti

Il terzo uomo più ricco del mondo consolida i suoi possedimenti, ha recentemente annunciato i suoi piani per il gigante delle telecomunicazioni America Movil per comprare altre tre società che controllerà, con la conseguente idea di creare un enorme colosso delle telecomunicazioni. La sua fortuna personale è pari al 2% del PIL messicano. Aumentando la sua beneficenza, lo scorso gennaio ha promesso 65 milioni dollari per la ricerca nelle malattie genetiche. E’ anche capo del gruppo dedicato al miglioramento delle strade Messicane , le infrastrutture energetiche e l’approvvigionamento idrico.

Vagit Alekperov

Fonte di potere: Lukoil

Controlla la seconda società più grande del mondo indipendente di estrazione del petrolio; produce oltre il 2% della fornitura mondiale di petrolio. Lukoil è il maggiore contribuente della Russia. Nato da una famiglia numerosa nella città petrolifera di Baku, ha lavorato nell’istituto di chimica dell’ Azerbaigian. Nel 1972 ha iniziato come trapanatore ed estrattore nel Mar Caspio. Nel 1990 è stato vice ministro dell’industria petrolifera sovietica. Nel 1991poteva controllare tre grandi  giacimenti di petrolio statali a Langepas, Urai e Kogalym (LUK) e impostare Lukoil, che fu presto privatizzata a favore della gestione Alekperov. Personalmente possiede più del 20% della società; aumentato la sua quota di anno in anno.

Silvio Berlusconi

Fonte di potere: Primo ministro italiano, mezzi di comunicazione, banche


Il primo ministro italiano ha una reputazione pessima. Nel dicembre 2009 un uomo ha rotto  naso e denti del miliardario con una statua del Duomo di Milano. Media monopolista detiene partecipazioni di grandi dimensioni a titolo definitivo in tre reti televisive, ne controlla altre tre attraverso di Stato. Inoltre possiede riviste, giornali, agenzie di pubblicità. Ama lo sport, il suo Milan è una delle squadre di calcio più importanti del mondo. Ha una stravagante vita privata, accuse di corruzione, è considerato come il buffone d’Europa. Impassibile: si definisce “il Gesù Cristo della politica italiana”.


Il teletrasporto quantistico

Il teletrasporto quantistico ha raggiunto una nuova pietra miliale, o, si dovrebbe dire, 10 nuove pietre miliali! gli scienziati hanno recentemente avuto successo nel teletrasporto di informazioni tra fotoni su una distanza di spazio libero di quasi venti chilometri, una lunghezza senza precedenti. I ricercatori che hanno realizzato questa impresa fanno notare che questo ci avvicina alla comunicazione delle informazioni senza bisogno di un segnale tradizionale, e che i 18 kilometri che hanno raggiunto potrebbero, fra poco, diventare  di più e coprire tutte le distanze.

Il “teletrasporto quantistico” è molto diverso da come le persone immaginano il teletrasporto. Invece di prendere una cosa e farla comparire da qualche altra parte, il teletrasporto quantistico
coinvolge due cose, come i fotoni o ioni, i loro stati sono dipendenti l’uno dall’altro e ciascuno può essere influenzato dalla misura dell’altro. Quando uno degli elementi viene inviato ad una distanza, la connessione tra i due elementi (fotoni o ioni) garantisce che al cambio di stato di uno degli elementi anche l’altro cambi, permettendo il teletrasporto di informazioni quantistiche, se non di materia. Il teletrasporto su distanze di poche centinaia di metri è stato realizzato solo con i fotoni contenuti in fibre ottiche per aiutare a preservare il loro stato. In questo particolare esperimento, i ricercatori hanno fatto interagire 2 fotoni e hanno inviato quello con più carica energetica per 18 km in uno spazio aperto. Hanno trovato che il fotone distante era ancora in grado di rispondere ai cambiamenti di stato del fotone che hanno tenuto con loro.

Tuttavia, il teletrasporto a distanza di un fotone è solo un piccolo passo verso lo sviluppo di applicazioni per la procedura. Mentre i fotoni sono buoni per trasmettere informazioni, essi deficiano a differenza  degli ioni nel permettere la manipolazione, un avanzamento di cui avevamo bisogno per la crittografia. I ricercatori sono stati anche in grado di mantenere la fedeltà del teletrasporto a lungo raggio dell’ 89 % abbastanza decente per le informazioni, ma ancora troppo pericoloso per il teletrasporto dll’intero corpo umano.