Archivi categoria: Uncategorized

Un politico francese afferma che la quarantena non dovrebbe essere imposta sulle zone ad alta concentrazione di migranti per evitare sommosse

“Non è una priorità imporre la chiusura totale in determinati quartieri”.

Un alto funzionario del governo in Francia ha ammesso che le misure di blocco draconiane imposte al resto della popolazione non dovrebbero essere attuate nei ghetti ad alta concentrazione di migranti al fine di prevenire le rivolte.

In una lettera trapelata alla rivista Le Canard Enchaine, il Segretario di Stato francese presso il Ministero degli Interni, Laurent Nunez consiglia: “Non è una priorità imporre la chiusura di alcuni quartieri e fermare le riunioni”.

In una videochiamata separata, Nunez ha detto ad altri funzionari che limitare i movimenti e chiudere negozi nelle famigerate banlieue francesi rischia di innescare violenti disordini sociali.

Un prefetto della zona di difesa regionale che era presente alla chiamata ha convenuto che le imprese che erano state chiuse in altre aree della Francia dovrebbero rimanere aperte nei quartieri più poveri al fine di aiutare con la “mediazione sociale”.

“Questo indebolimento delle leggi che Macron ha dichiarato essenziali, questo evidente disprezzo per la popolazione nel suo insieme, arriva in un momento in cui la polizia, le ambulanze e i vigili del fuoco affrontano livelli record di ostilità quando si avventurano nei sobborghi dove le bande danno fuoco alle auto attaccandole quando arrivano per aiutare ”, scrive Damian Wilson.

Come illustrato nella clip qui sotto, ogni volta che la polizia tenta di imporre misure di quarantena, o qualsiasi altro atto di applicazione della legge, nelle aree a forte presenza di migranti, viene immediatamente circondata e intimidita da bande di migranti. Non è raro che camion dei pompieri e ambulanze vengano attaccati in queste aree “sensibili”

Un’altra clip mostra i migranti che reagiscono ai tentativi della polizia di imporre una quarantena saltando sul loro veicolo.

Come riporta Breitbart, i migranti nelle città europee in tutto il continente semplicemente non rispettano il blocco o gli agenti di polizia che cercano di imporlo.

La polizia nell’area migrante della Senna-Saint-Denis a Parigi afferma di essere sopraffatta dal numero di persone che si rifiutano di rimanere in casa.

“Non ci arrenderemo. Ma sappiamo anche dove vivono queste persone e come vivono. Il contenimento, per loro, è semplicemente impossibile “, ha spiegato un ufficiale.

Fonte

Secondo un gruppo di esperti inglesi la Cina sta nascondendo i dati sul CoronaVirus

Il governo ritiene che lo stato comunista “cerchi di costruire il suo potere economico durante la pandemia con offerte predatorie di aiuto”

Secondo quanto riferito, i consiglieri scientifici del governo britannico hanno riferito al primo ministro Boris Johnson che la Cina sta coprendo l’intera estensione della pandemia di coronavirus e che le cose potrebbero essere 40 volte peggiori di quanto lo Stato comunista ammetta.

Il Daily Mail riporta che “Il sig. Johnson è stato avvertito dai consulenti scientifici che le statistiche dichiarate ufficialmente dalla Cina sul numero di casi di coronavirus potrebbero essere” minimizzate da 15 a 40 volte “.”

“È in corso una disgustosa campagna di disinformazione ed è inaccettabile”, ha detto a The Mail una fonte governativa anonima. “Loro [il governo cinese] sanno di aver sbagliato e piuttosto che rimediare stanno diffondendo bugie”.

Il governo britannico “crede anche che la Cina stia cercando di costruire il proprio potere economico durante la pandemia con “offerte predatorie di aiuto “[ai] paesi di tutto il mondo”, continua il rapporto.

La Cina ha consegnato centinaia di migliaia di kit di test e maschere alle nazioni di tutto il mondo. Il problema, tuttavia, è che non funzionano.

“In Spagna, che al momento ha il quarto numero più alto di casi di coronavirus al mondo, il governo ha acquistato 640.000 kit di test rapidi dalla Cina e dalla Corea del Sud mentre combatte la pandemia”, ha riferito il Free Beacon questa settimana.

“Gli esperti hanno presto scoperto, tuttavia, che i test acquistati dalla società cinese Bioeasy identificavano correttamente i casi di coronavirus solo il 30 percento delle volte, secondo El Pais in Spagna”. il rapporto osserva.

“La Repubblica Ceca ha inoltre acquistato 150.000 kit di test rapidi dalla Cina e anch’essa ha riscontrato problemi”. il rapporto continua, aggiungendo che “Un medico che ha utilizzato i test ha riscontrato che l’80 percento dei kit era difettoso ed è tornato ai test di laboratorio convenzionali, che sono significativamente più lenti da elaborare”.

Altri paesi come la Turchia, la Georgia e l’Olanda hanno segnalato problemi con i test e le maschere.

Da quando lo scoppio è iniziato a dicembre, è stato riconosciuto che la Cina ha mentito sui numeri reali.

Uno studio scientifico dell’Università di Southampton nel Regno Unito ha scoperto che la Cina aveva agito prima per combattere il proprio coronavirus, quindi l’ulteriore diffusione avrebbe potuto essere quasi del tutto evitata e non sarebbe diventata una pandemia globale.

È diventato chiaro che i primi casi di virus cinese sono stati segnalati a metà novembre inoltrato e all’inizio di dicembre, con gli scienziati che hanno persino stimato che il primo salto del virus dagli animali agli umani probabilmente si è verificato ad ottobre nella città di Wuhan.

Invece di agire immediatamente, il governo cinese ha atteso fino al 23 gennaio prima di emettere ordini di quarantena per gli 11 milioni di persone che vivono a Wuhan.

Lo stato comunista stava inoltre lavorando attivamente per reprimere e punire i dottori e gli scienziati che cercavano di mettere in guardia riguardo al pericolo e mentiva al mondo sostenendo che “non c’erano prove” della trasmissione da uomo a uomo.

Mentre lo stato comunista ha allentato gli ordini di blocco e riaperto questa settimana, sono state sollevate ulteriori domande. È stato riferito che migliaia di urne nelle case funebri di Wuhan, insieme alle statistiche sulle cremazioni, non coincidono con il numero di nuovi casi e morti registrati dal governo cinese.

La Cina ha precedenti di menzogne sulle crisi sanitarie. Nel 2003, il New York Times ha riferito che la Cina ha ammesso di sotto-riportare il numero totale di casi di SARS.

Fonte

Lockdown/Covid-19: Un esperimento su scala mondiale

Indipendentemente dall’origine del COVID-19, la risposta a questo virus ha portato ad una serie di cambiamenti drastici e senza precedenti a livello globale. Il futuro distopico è adesso. Ecco come questa pandemia ha creato il più grande esperimento nella storia dell’uomo.

La risposta alla pandemia di COVID-19 ha lanciato il più grande esperimento umano nella storia del mondo. Al momento di scrivere queste righe, oltre un terzo della popolazione umana è costretta al confino. Inoltre, l’economia globale ha subito una brusca frenata poiché diversi governi hanno ordinato la chiusura di tutte le attività non essenziali. Mai nella storia del mondo abbiamo visto misure così draconiane e di vasta portata che riguardano ogni individuo a un livello così profondo. Nel giro di poche settimane, la capacità di miliardi di muoversi liberamente e guadagnarsi da vivere è completamente svanita.

Mentre si dice che queste misure siano temporanee, rimane un fatto importante: sono diventate realta`. E questo significa che possono facilmente essere riapplicate in qualsiasi momento in futuro.

Sebbene sia confortante pensare che i nostri governi abbiano a cuore la nostra salute e i nostri migliori interessi, è piuttosto ingenuo credere che le persone più potenti del mondo non vedano questa pandemia come un’opportunità straordinaria. Uno dei detti preferiti dell’élite è “non lasciare che una buona crisi vada sprecata”. E questa crisi sicuramente non sara` sprecata. Questa pandemia ha permesso di “testare” varie misure autoritarie che sono esattamente in linea con i piani a lungo termine dell’élite mondiale. In effetti, è difficile immaginare un piano migliore per terrorizzare, isolare, sottomettere, impoverire e demoralizzare contemporaneamente una società nel suo insieme, creando il contesto perfetto per rimodellarla per adattarsi a interessi specifici.

In breve, il futuro distopico è adesso. Per anni, questo sito ha messo in guardia sui piani per un governo mondiale che si basa su un intenso indottrinamento dei mass media e sulla sorveglianza da stato di polizia iper tecnologico. Stiamo vivendo tutto questo ora – a un livello che molti di noi non immaginavano neanche qualche settimana fa.
Se questo blocco globale durera` alcune settimane, il mondo potrebbe riprendersi e riguadagnare una sorta di normalità (fino alla prossima crisi). Tuttavia, se ciò dovesse protrarsi per mesi (come prevedono alcuni esperti), l’impatto sulla società avrà proporzioni bibliche.

Ecco uno sguardo alle molte sfaccettature di questo blocco e al suo possibile impatto a lungo termine sull’umanità nel suo insieme.

I MASS MEDIA

I mass media preparano le masse ad una lunga crisi.

Il primo “sintomo” di COVID-19 fu la propaganda mediatica a livello globale. Quasi tutte le fonti media, indipendentemente dal pubblico di destinazione o dall’interesse di nicchia, sono passate alla copertura del COVID 24/7. Tutti gli altri argomenti di notizie sono diventati irrilevanti e sono stati scansati dal discorso pubblico. Quasi tutte le forme di intrattenimento – in particolare gli sport professionistici – sono state sospese, costringendo le persone a concentrarsi esclusivamente sulla pandemia.

Sui giornali, i tabelloni segnapunti che mostrano i risultati sportivi sono stati sostituiti da un tabellone segnapunti “morti e casi confermati”, creato su misura per generare paura. Ogni giorno miliardi di umani seguono ansiosamente questi “dati”, sapendo che la loro libertà e mezzi di sostentamento dipendono esclusivamente da questi numeri emessi dal governo. Se i numeri non diminuiscono, il travaglio prosegue.

Mentre il COVID-19 ha preso il controllo dei mass media, la cultura popolare nel suo insieme si è immediatamente trasformata in un deserto arido. Non ci sono nuovi prodotti culturali e artisti che rilasciano materiale che potrebbe alleviare le menti, offrire intrattenimento o, forse, fornire informazioni necessarie. La maggior parte degli artisti si riduce a “influencer” sui social media che ripetono gli ordini orwelliani ascoltati in tutto il mondo: “Resta a casa e lavati le mani”.

In breve, quasi tutte le forme di distrazioni sociali e culturali sono state sostituite con una copertura COVID a 360 gradi. Mentre le persone subiscono un flusso costante di notizie spaventose, i livelli di ansia continuano a salire, creando un contesto ideale per l’introduzione di misure da stato di polizia. E queste misure sono state accolte da quasi tutti con un fragoroso applauso.

STATO DI POLIZIA AD ALTA TECNOLOGIA

I cittadini cinesi devono mostrare un codice QR emesso dal governo sul proprio telefono per utilizzare i mezzi pubblici.

La minaccia di una pandemia mortale è il contesto perfetto per introdurre tattiche aggressive da stato di polizia. Le persone hanno paura e vogliono vedere i governi adattare misure decise. Tuttavia, una volta detto e fatto tutto ciò, la società recupererà il 100% delle sue libertà? O tornerà gradualmente a circa il 50%, celebrando ogni percentuale come una vittoria?

La prima vittima della pandemia sono stati i viaggi in aereo. In poche parole, non si vola piu. Tutti i voli sono stati cancellati e alle persone all'estero e stato detto di tornare a casa il prima possibile. Una volta che tutti sono tornati a casa, a tutti è stato detto di rimanere a casa. Quindi, nel giro di pochi giorni, i governi sono passati dal vietare i “ritrovi di gruppo” al divieto di riunioni di “2 o + persone”.

Queste restrizioni senza precedenti sul contatto umano hanno generato un clima di paura e paranoia quando le persone hanno iniziato ad allertare le autorità su raduni illegali. Mentre questi “spioni” sosterrebbero che “più velocemente viene sradicata l’epidemia, più velocemente torniamo tutti alla normalità”, vengono stabiliti dei precedenti.

La polizia in India picchia con dei bastoni chi viola la quarantena.

La pandemia ha anche giustificato l’uso della sorveglianza ad alta tecnologia a un livello mai visto prima. Ecco alcuni esempi da tutto il mondo:

In Cina, le telecamere a circuito chiuso installate dal governo sorvegliano la porta dell’appartamento di coloro che sono sotto quarantena per assicurarsi che non se ne vadano. I droni dicono alle persone di indossare le maschere. Codici a barre digitali sulle app dei cellulari evidenziano lo stato di salute delle persone.

A Singapore, il governo ha lanciato un’app chiamata TraceTogether. Usa il segnale Bluetooth tra i telefoni cellulari per vedere se i potenziali portatori del coronavirus sono stati in stretto contatto con altre persone.

Ad Hong Kong, alcuni residenti sono stati costretti a indossare un braccialetto collegato a un’app per smartphone, in grado di avvisare le autorità se una persona lascia la propria casa quando e` in quarantena.

In Corea del Sud, il governo ha utilizzato documenti quali transazioni con carta di credito, dati sulla posizione dello smartphone e video CCTV, nonché conversazioni con persone, per creare un sistema in cui venivano rintracciati casi confermati. Il risultato fu una mappa che poteva dire alle persone se si erano avvicinate a qualcuno che aveva il coronavirus.

Giovedì, il governo sudcoreano ha lanciato uno strumento potenziato che può aiutare a rintracciare i pazienti ancora più da vicino in tempo quasi reale, al fine di vedere dove si stava muovendo la malattia.

Nel frattempo, l’agenzia di sicurezza israeliana Shin Bet sta utilizzando i dati sulla posizione del cellulare dei cittadini per rintracciare dove sono stati in modo che possano applicare i controlli di quarantena e monitorare i movimenti di coloro che sono infetti. Controversamente, i dati sono stati raccolti negli ultimi anni e destinati a scopi antiterrorismo, secondo il New York Times. Il giornale ha affermato che questa serie di dati e la loro raccolta non erano stati precedentemente segnalati.

In alcune parti dell’India le persone che arrivavano negli aeroporti venivano accolte da dal personale che diceva loro per quanto tempo dovevano essere messe in quarantena, secondo quanto riferito da Reuters. I dati sulle prenotazioni delle compagnie aeree e dei treni venivano monitorati per assicurarsi che quelle persone non viaggiassero, ha aggiunto il rapporto. Nello stato del Kerala, nell’India meridionale, le autorità hanno utilizzato una combinazione di registri delle chiamate telefoniche, filmati delle telecamere di sorveglianza e dati sulla posizione del telefono per rintracciare le persone che potrebbero essere state in contatto con pazienti affetti da coronavirus.

Negli Stati Uniti, il governo sta parlando con Facebook, Google e altre società tecnologiche della possibilità di utilizzare i dati sulla posizione e sui movimenti degli smartphone americani per combattere il coronavirus.
– CNBC, Use of surveillance to fight coronavirus raises concerns about government power after pandemic ends

Albert Fox Cahn, direttore esecutivo del Surveillance Technology Oversight Project, ritiene che la maggior parte di queste misure sia destinata a rimanere. Ha dichiarato:

“Non abbiamo assolutamente motivo di credere che gli enti governativi desiderosi di espandere il loro potere in risposta al COVID-19 saranno disposti a vedere scadere quelle autorità una volta sradicato il virus”.

Il post-panediamia porterà ad un’altra grande preoccupazione: l’economia.

L’ECONOMIA

Insurance claim per la disoccupazione negli Stati Uniti. Dal 2010 al 2020, un costante declino … fino a un picco improvviso e storico.

Il COVID-19 ha spronato i diversi governi a mettere in atto una misura controversa: la chiusura di tutte le attività non essenziali. Ciò ha portato milioni di lavoratori a perdere immediatamente il posto di lavoro. Ha anche portato ad alcuni mirabolanti rapporti per determinare quali imprese fossero ritenute essenziali o meno.

Mentre la maggior parte delle grandi aziende resisterà alla tempesta e assumerà dipendenti, un gran numero di piccole e medie imprese non sopravviverà alla chiusura.

La situazione crea anche chiari vincitori: importanti catene come Walmart, Costco, Walgreens, McDonald’s e Amazon. In effetti, a causa di un incredibile balzo delle vendite, Amazon ha recentemente annunciato l’assunzione di oltre 100.000 dipendenti per far fronte alla domanda. Tuttavia, non diversamente dalla maggior parte dei lavori disponibili in queste grandi catene, la retribuzione offerta si avvicina al salario minimo.

Se il blocco persiste, possiamo aspettarci un grande cambiamento nell’economia globale: le piccole e medie imprese lotteranno e moriranno mentre entità gigantesche prospereranno mentre si trasformano in “centri di distribuzione” monolitici di beni essenziali.

Per prevenire un crollo completo dell’economia globale, i governi hanno annunciato trilioni di dollari in aiuti finanziari a coloro che sono stati colpiti dalla chiusura. Tuttavia, questi soldi non provengono dal nulla: comporteranno debiti ingenti e, molto probabilmente, tasse più elevate. Nei paesi più poveri, gli aiuti finanziari sono rari o inesistenti, una ricetta per il caos.

Alla fine, tutte le crisi economiche finiscono sempre per favorire l’élite. Il risultato netto del crollo finanziario del 2008 (e dei suoi salvataggi) ha portato all’incanalamento di decine di trilioni di dollari dalle tasche della classe media verso l’élite mondiale. Molto probabilmente questa crisi COVID si concluderà con risultati simili.

CONCLUDENDO

Mentre la valutazione che avete appena letto potrebbe sembrare triste, è un’analisi obiettiva di un pianeta in pausa. Nel giro di poche settimane, il mondo è passato dalla normalità alla paura, al panico, alla paranoia, al confinamento, alla disoccupazione, alla sorveglianza da stato di polizia e all’estremo allontanamento sociale. Milioni di cittadini che prosperavano nella libertà e nella libera impresa sono ora agli “arresti domiciliari” e devono fare affidamento sul governo per sopravvivere.

Sebbene l’assoluta necessità di queste misure sia oggetto di dibattito, non è possibile discutere sulla loro necessità una volta che il virus è scomparso. E dobbiamo assicurarci che l’incubo distopico che stiamo vivendo ora non diventi permanente. Perché, in questo momento, alcune persone affamate di potere stanno salivando e ne vorranno sempre di piu`.

In questi tempi critici, dobbiamo tenere traccia dei molti modi in cui la società viene modificata e dobbiamo assicurarci che, una volta sparito il virus, la libertà sia completamente ripristinata. Perché, come diceva Thomas Jefferson: “Il prezzo della libertà è un’eterna vigilanza”.

Fonte

Ex Primo Ministro britannico chiede la formazione di un governo globale per combattere il Coronavirus

Gordon Brown vorrebbe che gli organismi internazionali avessero nuovi poteri per far fronte alla pandemia.

L’ex primo ministro britannico Gordon Brown ha invitato i leader mondiali a creare “una forma temporanea di governo globale” per combattere l’epidemia di coronavirus.

Brown vuole che alle organizzazioni internazionali come l’OMS e le Nazioni Unite vengano conferiti poteri esecutivi che sostituiscano la sovranità nazionale come parte di un nuovo sistema supervisionato da leader mondiali ed esperti di salute.

“Questo non è qualcosa che può essere affrontato da un paese solo”, ha detto. “Deve esserci una risposta globale coordinata”.

Una task force internazionale “si assicurerebbe che gli sforzi delle banche centrali fossero coordinati”, aiutando a trovare un vaccino ed impedire di fare profitto sulla malattia secondo Brown, che vorrebbe dare più soldi e potere alla Banca mondiale e al Fondo monetario internazionale.

“Abbiamo bisogno di qualcuno che diriga i lavori”, ha detto Brown. “Se potessi, renderei il G20 un’organizzazione più ampia perché nelle circostanze attuali è necessario ascoltare i paesi più colpiti, i paesi che stanno facendo la differenza e i paesi in cui esiste il potenziale per un enorme numero di persone colpite, come in Africa. ”

Come abbiamo ampiamente documentato, è stato innanzitutto il globalismo a contribuire a diffondere la pandemia.

Anche se il virus infuriava in Cina, l’Organizzazione mondiale della sanità ha ripetutamente insistito sul fatto che i paesi non dovevano imporre alcun controllo alle frontiere.

Quando molte nazioni occidentali, alla fine, hanno chiuso i loro confini settimane dopo, era ormai, troppo tardi.

Fonte

Extinction Rebellion: Il Coronavirus e` la cura gli esseri umani sono la malattia

Extinction Rebellion ha prodotto adesivi che affermano che il coronavirus è una “cura” per la “malattia” che è l’umanità.

“La Terra sta guarendo. L’aria e l’acqua si stanno purificando ”, ha twittato Extinction Rebellion East Midlands. “Corona è la cura. Gli umani sono la malattia! ”

Il post mostra adesivi con lo stesso messaggio e il logo Extinction Rebellion affisso sui lampioni.

Quando un altro ramo di Extinction Rebellion si e` opposto dicendo che tutto questo “non segue i principi di XR”, la sezione East Midlands ha rilanciato.

“Stiamo sottolineando che dal punto di vista della Terra, gli umani si comportano come una malattia, hanno risposto.

Mentre Extinction Rebellion East Midlands potrebbe rappresentare poco più che i deliri di un idiota, l’idea che l’umanità in qualche modo meritasse il coronavirus e che sia un bene per il pianeta è stata ampiamente condivisa da ambientalisti e celebrità.

Dopo che l’attore Idris Elba si è dimostrato positivo al coronavirus, ha affermato che il COVID-19 era il pianeta che stava “reagendo alla razza umana” come vendetta per il cambiamento climatico.

Nonostante le numerose affermazioni secondo cui la natura sta “fiorendo” e gli animali prosperino grazie al coronavirus, si e` scoperto che la maggior parte di queste “favole” sono solo fake news.

Fonte

Chiamare “idiota” chi si oppone alle draconiane misure contro il coronavirus e` il modo con cui i “capo-gregge” vogliono bloccare il dialogo

Le persone che sollevano dubbi sulla costituzione di uno stato di polizia in risposta al Covid-19 vengono additate come idiote irresponsabili. Tuttavia, coloro che vogliono a tutti i costi essere rinchiusi in casa non hanno il monopolio della saggezza, dobbiamo resistere a questa censura del dibattito.

All’inizio non potevo credere a quello che stavo leggendo! Questo era il titolo dell’articolo : “Lock Us Down: Suspend Habeas; Save the nation ” il quale implorava lo stato di mettere in lockdown la nazione. L’autore Michael Dorf, professore della Cornell University, stava esortando il governo degli Stati Uniti a sospendere lo stato di diritto.

Dorf ha riconosciuto che sospendere l’habeas corpus – caratteristica fondamentale di una società libera – era una “misura estrema”, ma riteneva che fosse un piccolo prezzo da pagare per far sentire le persone al sicuro.

Sfortunatamente, questo desiderio di chiudere la società non si limita a un ristretto numero di professori di diritto con mentalità autoritaria. L’intero conglomerato mediatico occidentale e` dell’idea che, a meno che i governi non adottino misure estreme, l’umanità dovrà affrontare l’estinzione. Chiunque ascolti i media o legga la stampa non ha dubbi sul fatto che se il Primo Ministro britannico non avesse imposto il lockdown, sarebbe stato scaricato dai suoi ministri o dalle pressioni popolari.

In tutte le recenti conferenze stampa di Boris Johnson, giorno dopo giorno e` stato invitato a chiudere il Regno Unito. Larisa Brown del Daily Mail e` riuscita a malapena a contenere la sua rabbia, quando ha sbottato: “le persone non agiscono in modo responsabile, quando, allora, farai intervenire la polizia?”

Purtroppo, la richiesta della mandria di rinunciare a libertà duramente combattute, è accompagnata da un intenso livello di ostilità nei confronti di chiunque non sia d’accordo con il desiderio popolare ovvero uno stato di polizia. Quelli di noi che sollevano dubbi sulla chiamata a chiudere la nazione vengono denunciati come idioti irresponsabili, pronti a giocare con la vita delle altre persone. Sono, secondo le parole del “ministro del panico”, Piers Morgan, i covidioti, che devono essere tenuti a distanza dagli altri membri della comunità.

L’emergenza sanitaria pubblica che sta affrontando il mondo ha permesso agli intolleranti di puntare il dito su chiunque metta in dubbio la saggezza di alcune delle misure messe in atto dal governo. Chiunque leggesse il twitterstorm rivolto a giornalisti come Peter Hitchens o Brendan O’Neill potrebbe immaginare che invece di sollevare domande sulla chiusura dei pub, i due stessero chiedendo l’istituzionalizzazione dell’omicidio di minori.

Com’era prevedibile, in un clima di insicurezza causato dal COVID-19 molte persone si spaventano e la loro ansia può essere facilmente sfruttata da gruppi di imprenditori della paura. Negli ultimi giorni, i media hanno fatto di tutto per evidenziare ogni esempio di comportamento antisociale nei supermercati. Hanno puntato il dito contro i genitori che hanno deciso di portare i loro figli ai parchi o al mare in una domenica soleggiata. Le foto di persone che si godono una giornata all’aria aperta sono state ritratte come il comportamento di irresponsabili zombi COVID che minacciano la nostra stessa esistenza.

Nonostante il fatto che in realtà ci sia stato pochissimo comportamento irresponsabile da parte del pubblico, in un’atmosfera febbrile di colpa e recriminazione molte persone sono state influenzate dalla retorica della paura. Nei siti Web e nelle conversazioni della comunità locale c’è troppa gente che punta il dito verso le persone che si comportano in modi non approvati dai cosiddetti opinion maker. In queste circostanze anche le persone che sanno che c’è qualcosa di profondamente sbagliato nella retorica demagogica di persone come Piers Morgan, trovano difficile esprimere il loro dissenso.

Tuttavia, dobbiamo sollevare le nostre preoccupazioni e domande quando sentiamo che la società sta andando nella direzione sbagliata. Invece di spegnere il dissenso, abbiamo bisogno di un atteggiamento maturo e adulto verso coloro con cui non siamo d’accordo. Proprio perché nessuno ha la risposta a tutti i problemi sollevati in questa pandemia, dobbiamo ascoltare tutti i punti di vista. Coloro che vogliono starsene rinchiusi non possiedono il monopolio della saggezza. Dobbiamo resistere alla censura del dibattito e della discussione. Al contrario, è proprio in un’emergenza che dobbiamo aprire tutti i canali di comunicazione, in modo che ogni membro del pubblico senta che la sua voce conta ancora.

Fonte

Foto simboliche del mese (Marzo 2020)

In questa edizione di Fsdm: Tom Hanx (nessun errore di battitura) e il suo guanto inquietante, Lady Gaga infetta di nuovo il mondo e la simbolica performance dell’Eurovision di Madonna.

Non appena il Coronavirus ha avuto l’attenzione dei mass media globali, Tom Hanks è diventato il loro “portavoce”. Per annunciare che lui e sua moglie erano infetti, ha pubblicato la foto di un guanto in un cestino. A causa della natura inquietante dei precedenti post di Instagram di Hank, l’immagine ha fatto sollevare qualche sopracciglio.

Pochi giorni prima di quel post, Hanks ha pubblicato una foto di un singolo calzino per bambini. Per anni, Hanks ha pubblicato bizzarre foto di singoli oggetti trovati in luoghi casuali, sempre accompagnati da una strana didascalia e dalla firma “Hanx”. Da quando Isaac Kappy ha accusato Hanks di essere un predatore ad Hollywood, molti credono che queste strane immagini siano una specie di codice che rappresenta i bambini dispersi.

Questa foto di un ciuccio perso è particolarmente inquietante. I commenti su quasi tutte le foto accusano Hanks di ogni genere di cose, ma le immagini continuano ad essere caricate

Anche il figlio di Tom Hanks, Chet, sta caricando cose strane sui social media. In un recente post su Instagram, Chet ha detto sarcasticamente di essere parte degli Illuminati e che ha preso parte a sacrifici umani. Non solo, ha scritto: “ti stiamo guardando” mentre faceva il segno dell’occhio che tutto vede prima di aggiungere “quelli che dicono cazzate su Internet saranno i primi ad essere inviati a un campo FEMA “.

Apparentemente, uno dei sintomi del Coronavirus sono celebrità trasandate che pubblicano banalità su Instagram. Sia che cantino pateticamente Imagine o che parlino dei “lati positivi” dell’essere in isolamento, le celebrità stanno ancora una volta dimostrando la loro irrilevanza.

Lady Gaga sta attualmente promuovendo un nuovo album, quindi ha dovuto pubblicare qualcosa riguardo al virus. Mentre il suo messaggio contiene molte parole calde e confortanti, il vero messaggio viene comunicato dal segno dell’occhio che tutto vede.

Lady Gaga è stata recentemente la protagonista di un servizio fotografico sulla rivista Paper. Nella foto di copertina, è raffigurata come un robot collegato ai fili mentre viene monitorata da dozzine di telecamere. Il suo cervello è pieno di fili elettrici. In breve, si tratta di controllo mentale di Monarch.

Un bot “nasce” dal corpo della “vera” Gaga. Un modo perfetto per rappresentare la programmazione di un nuovo alter usando il controllo mentale.

Il messaggio: i tuoi “idoli” sono in realtà dei robot programmati dall’élite.

In una strana mostra d’arte chiamata “L’ansia”, Willow Smith si è chiusa in un box per 24 ore. Durante quel periodo, Willow si e` rasata la testa – una classica mossa degli schiavi MK (vedi Britney Spears).

Si e` messa quindi delle orecchie da coniglio – un’altra mossa da schiavo MK. Nella programmazione Monarch, lo script di “Alice nel Paese delle Meraviglie” indica agli schiavi di “seguire il coniglio bianco” fino alla dissociazione. Su una scala più ampia, la mostra d’arte ha stranamente prefigurato il confinamento forzato di miliardi di persone che sarebbe accaduto solo pochi giorni dopo.

Ovviamente, il segno dell’occhio che tutto vede era dappertutto lo scorso mese. Questo è l’attore Lakeith Stanfield nella rivista Bustle

Maluma pubblica una foto con l’occhio che tutto vede sul suo account Instagram ai suoi milioni di fan, principalmente ragazze adolescenti.

Il nuovo romanzo My Dark Vanessa è stato pubblicato con molta attenzione e polemiche da parte dei media. Si tratta di una “relazione” tra un professore di 42 anni e uno studente di 15 anni. La copertina: una farfalla che nasconde un occhio. L’agenda dell’élite occulta è presente anche nel mondo letterario.

Harry Styles continua ad apparire nei mass media indossando abiti da donna, spesso in un contesto umiliante (vedi il mio articolo sul MET Gala). In questo servizio fotografico di Beauty Papers, Styles indossa calze a rete con uno sguardo sul viso che dice “Odio tutto questo”

Un sottile simbolo dell’occhio che tutto vede mentre del trucco viene applicato su Harry. L’obiettivo: esporre l’agenda di sfocatura di genere agli ex fan dei One Direction.

Il figlio transgender Zaya di Dwyane Wade ha recentemente realizzato, come dicono i media, “il suo debutto sul tappeto rosso”. Perché dovremo celebrare Zaya? Nel frattempo, i suoi genitori indossavano strani abiti a tema dualistico.

Questo screenshot riassume la completa follia dei mass media oggi.

L’anno scorso ho analizzato la performance di Madonna all’Eurovision perché era altamente occulta e simbolica. Durante lo spettacolo, Madonna è stata circondata da persone che indossavano maschere antigas mentre cantava: “Non tutti vengono nel futuro / Non tutti imparano dal passato / Non tutti possono venire nel futuro / Non tutti quelli che sono qui dureranno” . Profetico?

Verso la fine, Madonna soffia un “vento di morte”, uccidendo le persone mascherate mentre sullo sfondo viene mostrata una Statua della Libertà spezzata. La “Gran Sacerdotessa” dell’industria musicale ha previsto la pandemia del 2020?

Fonte

 

La Germania chiude i confini agli Europei ma i migranti possono ancora entrare

La Germania ha chiuso le sue frontiere ai visitatori dall’Europa a causa del coronavirus, ma i migranti che chiedono asilo dal Medio Oriente e dall’Africa sono ancora autorizzati ad entrare nel paese.

Oltre alle esenzioni per le persone provenienti da Francia, Lussemburgo e Svizzera che forniscono servizi essenziali, la scorsa settimana le autorità tedesche hanno chiuso il confine del paese a tutti i cittadini stranieri.

Tuttavia, secondo il Ministero degli Interni tedesco, i cosiddetti “richiedenti asilo”, un termine generico che sostanzialmente descrive i migranti economici in fuga dal Medio Oriente e dall’Africa, sono ancora i benvenuti.

“Alle frontiere esterne dell’UE [aeroporti e porti marittimi] della Germania, non vi è stato alcun cambiamento nella procedura di [asilo]”, ha detto un rappresentante del Ministero degli Interni a Junge Freiheit.

Ciò significa che gli europei che in precedenza avevano il diritto di entrare in Germania vengono trattati come cittadini di seconda classe rispetto ai migranti del terzo mondo, che devono semplicemente pronunciare la parola “asilo” per entrare in Germania nel bel mezzo di una mortale pandemia globale.

“In pratica, ciò significa che se un migrante dovesse entrare illegalmente nella zona Schengen dell’Unione europea attraverso l’Italia o la Grecia e raggiungere la Francia o la Svizzera, potrebbe ancora chiedere asilo in Germania, e quindi gli verrebbe permesso di attraversare questi paesi per poterlo richiedere formalmente nel territorio tedesco “, riferisce Voice of Europe.

La situazione è simile in Svezia, dove i richiedenti asilo continueranno a essere ascoltati e potranno rimanere nel paese nonostante una pandemia globale.

Dato che i migranti in Germania hanno gia` mostrato segni di ribellione mostrando bandiere dell’ISIS quando gli è stato detto che il loro campo profughi doveva essere messo in quarantena, ci si chiede se i richiedenti asilo appena arrivati ​​obbediranno alle regole di blocco.

Come evidenzia Breitbart, i tentativi di imporre una quarantena nelle aree fortemente abitate da migranti a Parigi si stanno dimostrando “impossibili” perché i migranti ignorano la legge e si riuniscono in grandi gruppi se affrontati dalla polizia. Le autorità non possono fare multe ai migranti a causa del timore di un violento “contraccolpo”.

Un sondaggio Ipsos pubblicato la scorsa settimana ha mostrato che la maggioranza delle persone in 12 paesi diversi sostiene la chiusura dei confini fino a quando l’epidemia di coronavirus non sara` contenuta.

Fonte

Lo Youtuber che ha leccato il water e` ora positivo al Coronavirus

Uno YouTuber che ha leccato il water di un bagno pubblico per “sensibilizzare” la popolazione riguardo il coronavirus ora afferma di essere risultato positivo al coronavirus.

Chi avrebbe mai potuto prevederlo?

Shawn Mendes ha pubblicato un video su Twitter in cui lecca una sostanza marrone, che si ritiene essere il fondamento, dal sedile del water prima di dire “sfida al coronavirus”.

https://twitter.com/GAYSHAWNMENDES/status/1241192396282646529?ref_src=twsrc%5Etfw

“Sono risultato positivo al Coronavirus”, afferma.

In precedenza Mendes e` stato al centro delle polemiche quando da un negozio di alimentari, ha preso un barattolo di gelato, lo ha leccato, richiuso e sistemato di nuovo in congelatore.

Mendes in seguito dichiarò di aver ricevuto una visita di polizia. Altri che hanno fatto la stessa cosa sono stati arrestati.

Certo, c’e` anche la forte probabilità che Mendes abbia leccato il sedile del water per poi dire di aver preso il COVID-19 come modo per attirare l’attenzione.

La donna che ha iniziato la “sfida coronavirus” leccando un sedile del water su un aereo ha successivamente affermato che il coronavirus “uccide chiunque sia abbastanza grande da avere ancora Facebook” e che “i gay sono immuni al virus”.

Fonte

Secondo un virologo italiano la risposta al Coronavirus e` stata rallentata dalla preoccupazione di essere “razzisti”

Un virologo italiano afferma che il tentativo del paese di non apparire “razzista” nei primi tempi dell’epidemia di coronavirus ha paralizzato la capacità di rispondere adeguatamente alla pandemia.

Il professor Giorgio Palù, professore di virologia e microbiologia all’Università di Padova, ha dichiarato alla CNN che le misure per imporre restrizioni sui viaggi e i controlli alle frontiere sono state prese troppo tardi a causa del politically correct.

“C’era una proposta per isolare le persone provenienti dall’epicentro, provenienti dalla Cina”, ha detto Palù alla CNN. “Poi e` stato considerato razzista, ma erano persone provenienti dal centro dell’epidemia”.

L’Italia è ora il paese più colpito al mondo in termini di decessi per coronavirus, con migliaia di persone che hanno perso la vita.

La necessità di minimizzare il potenziale “razzismo” e “stigmatizzazione” in risposta al coronavirus e` una politica approvata dalla stessa Organizzazione mondiale della sanità in numerose occasioni e adottata dal governo italiano di sinistra.

All’inizio di febbraio il sindaco di Firenze ha lanciato una campagna nazionale per incoraggiare gli italiani ad abbracciare i cinesi per strada per “arginare l’odio”.

Il filmato mostra persino degli italiani che rimuovono fisicamente la maschera di un uomo cinese mentre lo abbracciano.

Il sindaco ha persino pubblicato un video su Twitter di se stesso mentre abbracciava un cinese dall’aspetto imbarazzante per promuovere la campagna, che è stata lanciata per “esprimere solidarietà con la comunità cinese”.

Ora gli ospedali italiani in alcune aree sono completamente sopraffatti e l’intero paese è in stato di blocco.

Ciò sottolinea ancora una volta come la correttezza politica, che spesso la sinistra definisce come “l’essere gentile con le persone”, può spesso avere conseguenze mortali.

Fonte