Archivi categoria: Mk-Ultra

Kesha fa causa al suo produttore/handler il Dr. Luke, per abusi che la hanno portata “vicina alla morte”

Dopo vari tentativi di liberarsi dal Dr. Luke, Kesha finalmente è riuscita a portare in tribunale il produttore, accusandolo di abuso sessuale, fisico e mentale. La causa descrive anche come Dr. Luke abbia controllato la sua vita da quando aveva 18 anni.

dr-luke-kesha-abuse-600x450-e1413389531623

Kesha, che ha recentemente tolto la $ dal suo nome, è stata menzionata più volte su questo sito a causa del fatto che si trattava di una delle maggiori pedine del settore musicale MK. L’esempio più evidente è il video Die Young, pieno di simbolismo degli Illuminati e realizzato con un messaggio malato alla vigilia di Sandy Hook.

Anche se era ancora saldamente sotto il controllo di Dr. Luke, Kesha ha mostrato segni di “risveglio” e di voler prendere il controllo della sua carriera. Dopo l’uscita di Die Young, Kesha ha postato un tweet dove affermava di essere stata costretta a scrivere quella canzone.

tweet

Il Dr. Luke è attualmente una figura di spicco nel settore della musica, producendo brani per artisti del calibro di Katy Perry, Britney Spears, Jessie J, Nicki Minaj, Rihanna e molte altre pop star. Alcuni dei suoi singoli sono stati analizzati in questo sito, come Hold it against me di Britney Spears, Price Tag di Jessie J e Part of me di Katy Perry. In breve, è una delle persone che dice alle marionette dell’industria dell’intrattenimento cosa cantare – e ciò che cantano fa parte di un Ordine del giorno.

Nel 2012-2013, Kesha ha registrato una canzone intitolata Dancing With the Devil, che ben descrive il suo rapporto con il suo gestore il Dr. Luke e l’industria della musica in generale. Ecco una parte del testo.

I keep on dancing with the Devil
I keep on dancing with the Devil
I sold my soul, ain’t no turning back
I keep on dancing with the Devil

You and I made a deal
I was young and shit got real
Weaving through Heaven and back
Whoaaa

Your love is made of dirty gold
But I’m the one who sold my soul
So go ahead and take my hand
Whoaaa

I keep on dancing with the Devil
I keep on dancing with the Devil
I sold my soul, it’s a dead-end road
But there ain’t no turning back
I keep on dancing with the Devil

Come potete vedere, i testi trasmettono un senso di impotenza nei confronti di un settore che descrive come “il Diavolo”.

LA CAUSA

La querela descrive un tipico gestore MK e il rapporto con lo schiavo, basato su continui abusi, droghe che alterano la mente e il controllo totale sulla sua vita. L’introduzione della querela afferma:

“A diciotto anni, la signora Sebert fu indotta da LUKASZ SEBASTIAN GOTTWALD (alias” Dr. Luke “), un produttore musicale di successo, ad abbandonare la scuola superiore, lasciarsi alle spalle la sua famiglia, la casa, e la vita a Nashville, Tennesse , e venire a Los Angeles per intraprendere una carriera glamour nel settore della musica.

Negli ultimi dieci anni, il Dr. Luke ha sessualmente, fisicamente, verbalmente ed emotivamente abusato della signora Sebert al punto in cui la signora Sebert ha quasi perso la vita. Il Dr. Luke abusò la signora Sebert al fine di distruggere la sua fiducia in se stessa, nell’immagine di sé e nell’autostima in modo da poter mantenere il controllo completo sulla sua vita e carriera. “

La causa fornisce dettagli inquietanti circa l’abuso subito da Kesha.

“Ms. Sebert prese le pillole e si svegliò il pomeriggio seguente, nuda nel letto del Dr. Luke, dolente e malata, senza alcun ricordo di come ci fosse arrivata. La signora Sebert ha immediatamente chiamato la madre lamentandosi e dicendole che era nuda nel letto del Dr. Luke, non sapeva dove erano i vestiti, che il dottor Luke l’aveva violentata, e che aveva bisogno di andare al pronto soccorso. (…)

L’azione legale sostiene inoltre che, a un certo punto, Luke fece sniffare una sostanza prima di imbarcarsi su un aereo e, in volo, la ragazza venne aggredita sotto effetto di droghe. Descrive anche la presa psicologica che il Dr. Luke aveva su Kesha.

Il Dr. Luke minacciò ripetutamente che se, avesse mai parlato di questi incidenti, avrebbe distrutto sia la signora Sebert che tutta la sua famiglia. (…)

“Avrebbe detto alla signora Sebert che lei non era altro che la sua pedina, e che se non avesse obbedito ai suoi ordini, avrebbe posto un fine alla sua carriera”

L’azione legale sostiene, infine, che i medici di Kesha:

“Conclusero che il Dr. Luke aveva fisicamente e psicologicamente danneggiato la signora Sebert al punto in cui sarebbe stata ‘in pericolo di vita’”

Questo è solo uno scorcio degli abusi, del controllo e della manipolazione che va avanti nel settore dello spettacolo. Quindi, riflettete, quando Kesha e altri artisti vanno in giro in questo modo:

article-0-19AA2D7900000578-177_634x857-e1413392072107

Kesha indossa un vestito ricoperto di occhi che tutto vedono + occhio sulla sua mano.

… Non è perché è “cool”. Si tratta di un modo malato di dirci che è una schiava del settore, che lei è “di loro proprietà”. Speriamo che sarà in grado di terminare il suo “ballo con il diavolo”.

Fonte

Annunci

Obama nel paese delle meraviglie

Alice nel paese delle meraviglie è uno script utilissimo ai fini della programmazione (possiamo osservare il simbolo dell’occhio che tutto vede e un riferimento alla programmazione beta, osservando l’abito di di Michelle Obama)

Dalle news è recentemente emerso che gli Obama, nel 2009, hanno organizzato un halloween con tema Alice nel paese delle meraviglie (nello specifico rappresentando il famoso “tea – party”) alla Casa Bianca, completamente arredato dal regista Tim Burton con la presenza del cappellaio matto stesso, cioè Johnny Depp.

Sembra un evento importante. Come mai ne sentiamo parlare solo adesso?

La risposta è che è stato mantenuto segretissimo, al tempo, quando il tasso di disoccupazione aveva raggiunto il 10%, la spesa federale era salita alle stelle e con il movimento del “Tea Party” che stava guadagnando consensi nella lotta per fermare lo scempio della riforma sanitaria fatta da Obama.

In altre parole, una festa sontuosa sarebbe stata recepita in maniera negativa, mentre si chiedeva al pubblico di fare sacrifici.

L’altarino è stato svelato dalla corrispondente del New York Times Jodi Kantor, che nel suo nuovo libro “The Obamas”, scrive della festa:

” I Funzionari della Casa Bianca erano così nervosi su come questa festa “hollywoodiana” potesse essere recepita dal popolo senza lavoro – o dai membri del congresso che presto avrebbero votato la riforma sanitaria – che l’evento non venne discusso in pubblico e i compensi di Deep e Burton mai resi noti.

Fonte

Lady Gaga – Marry The Night: Interpretazione occulta (Black)

Dopo aver rischiarato i ricordi di una Lady Gaga fortemente traumatizzata, dall’impossibilità di raggiungere i suoi obiettivi, ci apprestiamo ora a dare un significato più chiaro alla “seconda” parte del video. La cantante ha perso tutto e cerca ora conforto negli Illuminati. In questo secondo spezzone l’artista descrive simbolicamente il processo “ri-educativo” a cui le elite sottopone gli schiavi della programmazione Monarch.

Notare sul polso sinistro, la croce di Nerone, un simbolo che è stato camuffato fin dagli anni ’60 come “simbolo della pace”. In realtà esso rappresenta uno scherno alla croce di San Pietro. Funge inoltre a riferimento ideale al tridente di Nettuno, le quali energie influenzano i sogni, l’ipnosi, l’inconscio e più in generale tutto ciò che riguarda l’inganno e la manipolazione. Il concetto è riflesso nella materialità dalla gabbia che circonda la Gaga ormai intrappolata nel sistema degli Illuminati.

SPOSANDO LA NOTTE

La seconda parte del video inizia con la Gaga che si decolora i capelli dopo essere “rinata” nella vasca da bagno. La metafora qui è abbastanza chiara, la cantante si è lasciata alle spalle la sua vecchia vita e come simbolo di questo grande cambiamento ha deciso di cambiare tinta (ha lo stesso valore del tagliarsi i capelli).

La sua sfera psichica è devastata dal  trauma subito

Sta nascendo una nuova Lady Gaga

Nelle scene seguenti vediamo la cantante entrare in una specie di tempio/loggia. Disegnato sul pavimento, vi è uno strano sigillo/stemma, di difficile identificazione (le immagini non ne forniscono una immagine chiara). Da quello che ho capito, dovrebbe essere una stella a 8 punte, associata al culto di Inanna/Ishtar (divinità Sumero/Babilonesi da cui discende il culto di Venere, la stella dela mattino che nel mondo occulto rappresenta lucifero il portatore di luce):

Oltre alla stella a 8 punte sul pavimento possiamo osservarne anche una a 5 rovesciata sulla gamba destra della Gaga, provate a ingrandire!

Dopo aver scrutato con attenzione la location la Gaga si volta verso i personaggi disposti a semicerchio in un piano superiore al suo:

Togliendosi gli occhiali (interessante il pattern)

Il “simbolo della pace” che la Gaga ha sul polso destro è in realtà “la croce di Nerone” simbolo fortemente anticristiano. Anche qui il paradigma degli opposti è stato rispettato, infatti esso è presente anche sul soffitto della loggia.

Il tridente/simbolo della pace presente sul polso della Gaga è speculare a quello presente nel soffitto della loggia

“Nel corso degli ultimi 2.000 anni questo simbolo ha rappresentato l’odio per i cristiani. Nerone, che gli disprezzava, crocifisse l’apostolo Pietro a testa in giù. La croce al contrario somigliava ad una croce teutonica e divenne una insigna pagana popolare. In seguito, questa segno divenne noto come la ‘croce Neronica.’  “L’origine del simbolo nella storia dimostra che esso sia il carattere visivo mistico per ‘Aum’ (una ‘Y’ divisa). Questa è la parola sacra per gli indù. Pronunciare ‘Aum’ dovrebbe contribuire a risvegliare ‘il potere del serpente Brahma’ alla base della spina dorsale umana. L’occultista Albert Pike identifica questo simbolo come mistico nel suo libro sulla Massoneria “Morals and Dogma”.

Il simbolo della pace (chiamato anche “croce spezzata”, “zampa di gallina”, “piede della strega”, “Croce di Nerone” e il “simbolo del ‘anti-Cristo”’ ) è in realtà una croce con le braccia rotte. Rappresenta anche il “segno della disperazione” e della “morte dell’uomo.”
“Le tribù germaniche che lo usavano attribuirono strane e mistiche proprietà al segno. Come ‘runa’ venne usato dai ‘maghi neri’ negli incantesimi pagani e nelle condanne …. Ai giorni nostri la croce invertita è identica al simbolo della pace socialista – ed è conosciuta in Germania come ‘todersrune’ o runa della morte. Non solo il partito politico di Hitler volle che la runa comparisse nei necrologi tedeschi, ma che essa rientrasse nelle iscrizioni per le lapidi degli ufficiali nazisti delle SS. il simbolo nazista era perfettamente adatto all’enfasi posta sul misticismo pagano dai tedeschi dell’epoca.”
Con le braccia della croce sollevata in posizione verticale, è “un emblema pitagorico del corso della vita, sotto forma di un percorso di crescita con le strade forchetta di Bene e Male.”Significa anche la fertilità, ma con le braccia rivolto verso il basso, denota il male e la morte.Fonte

RITUALE DI INIZIAZIONE

Una giovane e dissoluta Lady Gaga, si presenta al cospetto di diverse figure rappresentati gli “invocatori” della divinità necessari in questi rituali per incanalare le forze occulte, in una strana location, somigliante ad un tempio/loggia. Sul soffitto si staglia un affresco di Mercurio/Hermes (ai giorni nostri Lucifero) dalla quale testa si innalza un caduceo. Sopra di esso vi è un’ancora con un uccellino poggiatovi sopra. Sotto il ritratto di Hermes vi è una sfera che emana raggi riconducibile visivamente alla luna. Sotto ad essa, si può leggere, al contrario, la scritta “The Cross Is My Anchor”.

Mercurio, Gran Maestro della Loggia, con il caduceo donatogli da Apollo, simbolo della congiunzione degli opposti, delle energie maschili e femminili che si incontrano.

Ci troviamo di fronte ad un vero e proprio rito iniziatico, condotto da Hermes. Molti di voi avranno familiarità con il termine “alchimista”. Ai più questo termine evocherà l’immagine dei primi sperimentatori che tentavano di trasformare i metalli vili o il piombo in oro, ricercando allo stesso tempo l’elisir di lunga vita. Questi sperimentatori sono effettivamente esistiti, il loro lavoro fu precursore della chimica moderna. Assieme agli alchimisti “operativi”, vi erano anche quelli “speculativi”. Questi ultimi sono spesso associati alla filosofia ermetica, e impiegano i simboli dei metalli, degli elementi, dei pianeti, e dei processi chimici per descrivere e comprendere il processo spirituale di miglioramento personale. Il fondatore della filosofia ermetica fu un saggio egiziano chiamato Ermete Trismegisus. Per gli egiziani credevano fosse l’inventore di tutte le arti e le scienze. Deificato da diverse culture, venivava chiamato Thot dagli egiziani, Mercurio dai Romani ed Hermes dai Greci. Mentre con tutta probabilità esista di fatto un grande saggio di nome Hermes, è impossibile districare l’uomo storico dalla massa dei racconti leggendari narrati di lui. Uno dei famosi scritti di Ermete fu la Tavola di Smeraldo, che contiene tredici frasi che riassumono il pensiero ermetico.

“Ermete è il nome greco del latino Mercurio. Nebo, Ermes, Mercurio, Lucifero, Spirito Santo sono sinonimi dello stesso stato di essere della intelligenza umana le cui leggi secrete ancora agli uomini sono occluse.Tutte le forme più divine sono possibili se con allenamento graduale questa lucente stella del nostro mondo mentale si scovre dalle nuvole che tutte le nostre imperfezioni disquilibranti fanno più dense. Può arrivare allo stato di genio, come nella forma del demone di Socrate; di Nume, come in Apollonio di Tiana; di Dio Padre, come nel tipo solare del Cristo.” Fonte

All’insaputa della maggior parte dei massoni, molti dei simboli presenti nella massoneria della “Loggia Blu” proviene dall’alchimia. Nel suo libro, “Il simbolismo dei Gradi Blu della Massoneria”, Albert Pike descrive queste relazioni e afferma che “Attraverso questa e molte altre prove sappiamo che i simboli della Massoneria vennero introdotti dai filosofi ermetici Inglesi … ” Manly P. Hall nella sua opera, Gli Insegnamenti Segreti di tutte le età, afferma: “Egli [Ermete] fu l’autore dei rituali iniziatici massonici … Quasi tutti i simboli massonici sono ermetici…” Nonostante questo, sono rimasto sorpreso nel trovare poco materiale a riguardo del ​​rapporto tra alchimia e massoneria.

A partire dal quarto grado della massoneria si viene introdotti agli insegnamenti cabalistici. Nel 5° grado il tema fondamentale è quello della morte, un concetto molto importante nell’alchimia, secondo essa infatti se  gli elementi prima non muoiono la Grande Opera di trasformazione spirituale non potrà avvenire. Questo stato viene anche chiamato di putrefazione, il cui colore simbolico è il nero.

Nel 6° grado viene concesso un gioiello particolare: una piastra d’oro triangolare suddivisa in tanti triangoli. Nel centro di un triangolo si trova il simbolo del sole (destra), e della luna (sinistra) e mercurio sopra entrambi. A prima vista questo simbolo sembra rappresentare tradizionalmente il sole la luna e il maestro della loggia blu. Mercurio per Pike è il Maestro della Loggia. Mercurio era il messaggero delle buone nuove oltre che il buon pastore che pascola il suo gregge da prati terreni a prati celesti.

Il gioiello del Sesto Grado

Qualche ulteriore interpretazione è necessaria per capire uno dei possibili significati di questi simboli. Il sole e la luna hanno dei significati specifici in alchimia. Dalla “Tavola di Smeraldo” di Ermete leggiamo apprendiamo che il Padre è il sole, la Madre è la luna. Per l’alchimista questo rappresenta il quarto grande principio ermetico, il principio di polarità, due aspetti, due poli, una coppia di opposti. Può anche rappresentare il fatto che ogni cosa ha il suo principio maschile e quello femminile. Vediamo questi due principi equilibrati dal calice sostenuto da Mercurio (nel video rappresentato dal tridente in equilibrio sopra la testa di Hermes). Per un alchimista Mercurio simboleggia l’azione, il movimento. Qui possiamo percepire Mercurio in uno stato attivo, per aiutare l’unione del sole e della luna, guidandoli assieme delicatamente nel processo (Marry the Night).

Il tempio in cui si trova la cantante è proprio una rappresentazione simbolica della Tavola di Smeraldo di Ermete: Abbiamo Mercurio al centro, la Luna in basso e il Sole in Alto:

Il sole rappresentato nella meridiana della cupola. Rappresenta anche il simbolo dell’occhio onniscente

La scritta sotto la Luna “La croce è la mia ancora” è al contrario. Mentre la frase indica l’assoluta obbedienza a Dio, ponendola al contrario, assume un significato satanico. La Lady Gaga “rinata” (la scena dove si butta nella vasca da bagno per poi riapparire mentre si colora i capelli è molto simbolica) non ha più valori religiosi/morali, la sua ambizione e fame di successo sono al primo posto. Più volgarmente, questa dissolutezza è rappresentata dalla scena in cui la Gaga mima il sesso orale: il vizio è la legge, con la quale si può ambire al successo.

Lady Gaga non ha alcun legame/ancora che le impediscano di diventare la regina dei mainstream media

“E ho fatto quello che ogni ragazza avrebbe fatto”

SCEGLIERE IL CAVALLO (L’AUTO) VINCENTE

Lo spezzone successivo rappresenta  simbolicamente la scelta fatta dalla Gaga di “entrare”  nel mondo della musica che conta, eliminado qualsiasi altra possibilità. Vede bruciare le passate occasioni o meglio, i passati fallimenti, il suo “matrimonio con la notte” le assicura di non soffrire mai più.

Lady Gaga monta sul carro dei vincenti

Il simbolo dell’aquila caratterizza il sole nella sua fase materiale oltre che all’immutabile
Legge demiurgica sotto il quale tutte le creature mortali devono piegarsi. L’aquila viene anche considerata il simbolo ermetico dello zolfo e sta a significare “il misterioso fuoco dello scorpione” – il segno dello zodiaco più significativamente profondo e la Porta del Grande Mistero. Essendo uno dei tre simboli dello Scorpione, l’aquila, come la Capra di Mendes, fu un emblema dell’arte teurgica e dei processi segreti con cui venne tramutato il fuoco infernale dello scorpione
nella luce/fuoco spirituale degli dei. (Hall – The Secret Teachings Of All Ages)

L’esagono è molto presente nel mondo dell’intrattenimento illuminato in quanto simbolo importante della massoneria. Ne abbiamo già discusso nell’articolo su Bones.

Le auto in fiamme rappresentano gli insuccessi e i fallimenti del suo passato

ADATTAMENTO AL MODELLO STANDARD

In questa scena possiamo vedere la Gaga mentre si allena e perfeziona il suo stile per entrare a far parte delle pop star internazionali e commerciali. Il gruppo con cui balla è formato dalla sua crew ed alcuni episodi presenti nel video si riferiscono a dei reali vissuti della Gaga (Quando butta a terra la ballerina con il tutu, vi è un richiamo ad un suo concerto quando effettivamente la colpì facendola andare al suolo). Vi sono anche parecchi elementi simbolici:

Le borse leopardate sono un richiamo alla programmazione Beta/Sex Kitten

Come possiamo vdere dalle immagini del video, la Gaga indossa i tacchi al posto delle scarpe da ginnastica: il suo talento va smussato e calibrato in modo da essere compatibile con le richieste del pubblico e degli Illuminati. In questi primi allenamenti è molto in difficolta e sembra amalgamarsi difficilmente con il resto del gruppo.

I simbolismi  dell’occhio che tutto vede si sprecano in queste scene…La toppa che ha sul seno sinistro assomiglia ad una piramide con raggi che fuoriescono dalla punta

Ha difficoltà nel ballare in gruppo scontrandosi spesso con gli altri ballerini 

Con il tempo le cose migliorano, il gruppo si fa più compatto e la Gaga è accettata e sostenuta da tutti, interessante, ancora una volta il contrasto con la quale si vuole sottolineare visivamente la dottrina degli opposti:

Sposando, simbolicamente, la notte

Il video prosegue con altre scene, tratte dalla vita della Gaga, possiamo vedere le difficoltà che ha avuto e come le ha superate (handler), il periodo in cui ha dovuto smussare gli angoli più acuminati del suo carattere/comportamento (stop sigarette/droga) che avrebbero potuto compromettere il suo successo.

Il successo tanto desiderato è finalmente arrivato

LA FENICE

L’ultima scena del video è molto simbolica. Possiamo vedere rievocata in chiave simbolica, il simbolo della fenice. E’ un simbolo universale del sole, della rinascita mistica, della resurrezione e dell’immortalità, questo leggendario “uccello di fuoco” rosso si credeva morisse periodicamente nelle sue fiamme (ogni cento anni, secondo alcune fonti) per poi risorgere dalle sue stesse ceneri . Legata al culto delle divinità solari, come Quetzalcoatl in Messico, venne chiamato “dio della Fenicia” dai Fenici. Per gli alchimisti, simboleggia la distruzione e la creazione di nuove forme verso la strada per la trasformazione finale: fisicamente (trasformare il piombo in oro) e spiritualmente (immortalità – una alternativa occulta alla “salvezza” cristiana).

La fenice che rinasce dalle sue ceneri il parallellismo con l’artista è ovvio. Essa sorge, rinasce dalle sue stesse ceneri, rappresentando il processo alchemico di morte e rinascita. La fenice è un simbolo molto usato in alchimia, ad indicare il fuoco purificatore e trasformatore. La fenice ci ricorda la capacità di rigenerare internamente noi stessi e il nostro potere di trasformazione. La testa coperta da un copricapo blu che le nasconde completamente il viso è il simbolo del controllo da parte degli Illuminati (il blu è fondamentale nella massoneria)

“Per i mistici antichi la fenice era uno dei più appropiati simboli per indicare l’immortalità dell’anima umana, proprio come la fenice rinasce dalla sua stessa morte sette volte sette, così la natura spirituale rinasce sempre trionfante dal suo corpo fisico morto.
Gli ermetici medievali consideravano la fenice il simbolo del completamento della trasmutazione alchemica, un processo equivalente alla rigenerazione umana.[…] Nelle scuole misteriche era consuetudine fare riferimento agli iniziati come “Fenici” o “uomini che erano nati di nuovo”: allo stesso modo nella quale la nascita da conoscenza del mondo fisico al neonato, così il neofita, dopo nove gradi nel grembo dei Misteri, rinasce nel mondo spirituale. Questo è il mistero iniziatico a cui Cristo si riferì quando disse: «Se un uomo non rinasce, non potrà vedere il regno di Dio “(Giovanni III. 3). La fenice è un simbolo appropriato di questa verità spirituale.” Hall – The Secret Teachings Of All Ages

CONCLUSIONE

Il video rappresenta una ennesima interpretazione del trauma basato sul controllo mentale. Qui forse ci troviamo di fronte ad uno dei traumi più forti subiti dalla cantante. La talentuosa e giovane Germanotta, si impegnò al massimo per “farcela”. Era strana, ingestibile, la sua fame di successo era incontenibile. Ai vertici della sua giovane carriera però, accade quel fenomeno che mi piace definire “Cigno Nero” (cit. The Secret), un evento così improbabile da sembrare impossibile, che sconvolge completamente la tua vita. Alzando il velo, si capisce che questo “imprevisto” è stato creato ad arte dagli Illuminati per infrangere definitivamente una personalità imponente come quella della Germanotta pre trattamento. Dopo un periodo di disperazione, non avendo più nulla da perdere, decide di “sposarsi con la notte” cioè con gli Illuminati. Attraverso un lavoro di perfezionamento e di conoscenza delle dottrine occulte è stato possibile trasformare il talento grezzo della Gaga in diamanti. Gli illuminati hanno inoltre “placato” quella sofferenza dovuta al precedente trauma….Ordo ab Chaos. La fenice simbolo di morte e rinascita è la rappresentazione della vita della Gaga, che morendo interiormente ha potuto risorgere nelle dottrine misteriche gestite dagli Illuminati.

Lady gaga – Marry The Night: Interpretazione occulta (White)

Marry the Night, è un video strutturato in 2 parti. La prima si apre con il “Prelude Pathetique” e si chiude con il fallimento dei sogni di gloria della Gaga. La seconda, rappresenta lo sposalizio tra la cantante e gli Illuminati. Il preludio nasconde in se una parte della chiave interpretativa: Le scene non sono ricordi reali ma elaborazioni dovute a traumi. Attraverso la sua “arte” la cantante impedisce ai ricordi negativi di affiorare. Non ci troviamo di fronte ad un semplice video, c’è una storia narrata sottilmente con metafore e simbologie che alludono al mondo occulto e in particolare alla dottrina degli opposti.  Questi spunti di riflessione si intrecciano perfettamente con la vicenda della Gaga, dando ulteriore rindondanza al messaggio complessivo del video.

THE PRELUDE PATHETIQUE (REAGIRE AL TRAUMA DISSOCIANDOSI)

“Quando ripenso alla mia vita, non è che non voglio rivedere le cose esattamente come sono accadute, è solo che preferisco ricordarle in un modo artistico. E a dire il vero, la bugia di tutto ciò è molto più onesta, perché me la sono inventata. La psicologia clinica ci dice che forse il trauma è l’assassinio finale. I ricordi non vengono riciclati come gli atomi e le particelle nella fisica quantistica, possono essere persi per sempre. E’ un po’ come se il mio passato fosse un dipinto incompiuto e come artista di quel dipinto, io debba riempire tutti i brutti buchi e renderlo di nuovo bello. Non è che sono stata disonesta, è solo che io aborro la realtà. Per esempio le infermiere, che indossano la prossima collezione di Calvin Klein, e lo sto facendo anch’io. E le scarpe, marca Giuseppe Zanotti. Rovesciavo loro i cappellini di garza di lato come fossero berretti Parigini perché pensavo che fosse romantico, e credo anche che la menta andrà molto di moda la prossima primavera. Guardate l’infermiera a destra, ha un bel culo. BAM! La verità è, tornando alla clinica, che tutti indossano quei buffi cappelli perché vogliono tenere il sangue lontano dai loro capelli. E guardate quella ragazza a sinistra, lei ha chiesto orsetti gommosi e un coltello. Le hanno dato solo gli orsetti gommosi. Vorrei avessero dato anche a me solo gli orsetti gommosi”.

In questa sorta di introduzione Lady Gaga mette in luce alcuni aspetti del condizionamento mentale basato sul trauma. I ricordi di eventi traumatrici vengono rimossi attraverso l’uso di ipnosi e droghe. Il dipinto rappresenta la sua psiche e i buchi i traumi subiti. Per evitare che i ricordi riaffiorino la cantante utilizza la sua “arte” e crea versioni alternative degli eventi in modo da stabilizzare la psiche e la programmazione ricevuta.

“Il controllo mentale assoluto, viene chiamato dagli Illuminati “controllo mentale basato sul trauma” poichè alla vittima vengono inferti traumi in modo sistematico, calcolato e inumano. Dopo una dura sessione di programmazione la mente della vittima sarà terrorizzata, in stato di shock e dissociativo e frammentata. La psiche della vittima non può più reggere, il programmatore si trova di fronte al potenziale pericolo di una suddivisione incontrollata della personalità dell’individuo che comporterebbe un collasso mentale e una distruzione della programmazione (perdita del controllo sullo schiavo)’. L’Handler farà allora riposare mente e corpo della vittima in modo da far sedimentare la programmazione, senza che si verifichino nel frattempo eventi destabilizzanti. Per esempio, dopo una massiccia seduta di WaterBoarding (annegamento) il gestore innesterà la programmazione (script ipnotico)  e darà al soggetto seconal (aka Secobarbital) per indurre un sonno profondo. Il sonno sovviene entro 10 o 15 minuti. A volte il cuore della vittima, viene spinto fino ai suoi limiti durante un trauma, rendendo necessario sedare il corpo con un anestetico per permettere alla vittima di riposare. Il Seconal è il farmaco specifico utilizzato per il processo. Il seconal viene somministrato negli ospedali o nei luoghi della programmazione in cui del personale addestrato sa come dare il farmaco. Coloro che somministrano il Seconal alle loro vittime sono gli psichiatri corrotti, che capiscono il rapporto tra l’uso di droghe e il comportamento umano o gli handler stessi. Deeper Insights Into Illuminati Formula Fritz Springmeier/Cisco Wheeler

Il preludio prosegue, abbandonando progressivamente la sua razionalità (Riflessioni sui suoi ricordi, associazioni con la meccanica quantistica, metafore artistiche) verso un delirio che rappresenta il loro stato dissociativo (quando non riescono a reggere il trauma gli schiavi del controllo mentale si creano la loro “Wonderland” per fuggire dalla realtà).

L’ultima frase è il ricordo poetico di come si comportò la sua prima casa discografica, la Island Def Jam, che al posto di darle il successo e le attenzioni meritate, ad un certo punto la scaricarono (il coltello può essere il simbolo della “separazione” avuta con la casa discografica)

Il 20 novembre di quest’anno, la Gaga fu ospite del programma Chatty Man di Alan Carr dove spiegò il significato del video. Secondo la stessa cantante il video, descriverebbe uno dei momenti più terribili della sua vita:

“”So come ci si sente quando si viene rifiutati dal mondo del business. Ho firmato, mi hanno scaricata, ho firmato ancora. “Marry the Night” parla più o meno di questo. Uno dei giorni più terribili della mia vita fu quando la mia prima etichetta discografica mi scaricò. “Fonte

Lady Gaga in questa introduzione descrive pienamente il momento in cui la sua personalità venne definitivamente distrutta da una quantità eccessiva di traumi (descritti tra l’altro benissimo in video come You And I). Siamo nella fase che precede l’album Fame, che lancerà definitivamente Lady Gaga nello star system elevandola al grado di regina del pop.

Vi consiglio di salvare la foto e ingrandirla, scoprirete moltissimi ricordi!;)

NEL REPARTO PSICHIATRICO

Lady Gaga viene trasportata su di un lettino, all’interno di un istituto psichiatrico. Durante il percorso passa davanti a una donna, malata di cancro:

Una donna malata di cancro ai polmoni che fuma con una mano e con l’altra tiene in mano il respiratore. Un controsenso paradossale, a rappresentare metaforicamente il vizio e la dipendenza

La scena è una rappresentazione mentale della Gaga, a significare come possano essere distruttivi vizio e dipendenza nei confronti di qualcuno o qualcosa. La forte dipendenza provata dalle vittime del controllo mentale nei confronti dei loro Handler è fortissima e creata con ipnosi, droghe e manipolando i sentimenti. La rottura con un Handler è vissuta in maniera terribile dagli schiavi del controllo mentale, soprattutto le prime volte quando la personalità non è poi così frammentata.

La parte dove la donna fuma e poi respira dal boccaglio è ulteriormente simbolica. Il fumo (vizi/condizionamenti) rappresenta gli abusi dell’handler, ciò che la danneggia, di cui ha necessita come dell’aria pompata dal respiratore, cioè ciò che la fa vivere. Il legame con l’handler era quasi simbiotico tanto che la Gaga tentò disperatamente ogni giorno per mesi di vedere il suo produttore, che la scaricò all’improvviso. Un ulteriore prova di questo linguaggio simbolico ci viene da una parte poco successiva: la cantante si sta per accendere una sigaretta ma la sua “nuova” handler glielo vieta nettamente.

Meglio smettere per un pò…

Il trauma è stato troppo intenso, la mente e il corpo della Gaga hanno bisogno di riposare per sedimentare il trauma.

CULLATA DA BAPHOMET

Il video segue perfettamente il preludio, la tela viene ridipinta e resa bella con la sua arte, il trauma non viene affrontato direttamente, ma viene mascherato da simbolismi figurati (l’esempio della sigaretta e dell’ossigeno) ed espliciti (le croci sul letto).

Come Sopra

Così sotto

Le due croci sono opposte nella posizione e nei colori a rappresentare il dualismo racchiuso in una delle maggiori rappresentazioni simboliche degli Illuminati, il Baphomet:

Commentare questa figura richiederebbe un articolo intero…infatti se vuoi informazioni a riguardo leggi qui

In questa scena Lady Gaga metaforicamente trova ristoro e conforto nelle dottrine degli Illuminati e ne sposa gli ideali perchè, come lei stessa dice nel video, non le è rimasto più nulla.

La Gaga viene poi accompagnata dal suo nuovo medico/handler, che la chiama “Miss Morphine”, un altro riferimento all’assenza di dolore sia psicologico che fisico.La cantante le mostra le ferite sulla schiena, a rappresentanza degli abusi e delle violenze, metaforicamente possiamo collegarlo all’ultima frase del preludio: Lady Gaga si è sentita pugnalata alle spalle, dal suo produttore. La chiave interpretativa sta nella dottrina degli opposti, che ricorre in tutto il video.

Violenze fisiche/Pugnalate alle spalle, ancora una volta il fisico viene traslato in concettuale.

La dottoressa/handler le misura la pressione consigliandole di riposarsi. Come ulteriore segno del suo passaggio agli Illuminati vediamo che indossa una cuffietta simile a quella delle altre infermiere. Un collegamento a questo gesto può essere trovato in un precedente articolo: Lady Gaga la Marionetta degli Illuminati. In un breve sketch pubblicitario per il Monster Ball Tour:

In poche parole ha ottenuto la fama vendendo mente corpo e anima al mondo dell’intrattenimento, come gesto per sancire il tutto indossa un copricapo formato da capelli. Potrebbe essere un riferimento trasversale al controllo mentale?

The Fame!

La scena si conclude con Lady Gaga che si addormenta in uno stanzone ospedaliero con diversi letti in schiera e altrettante pazienti con disturbi mentali. L’immagine metaforica qui non poteva essere più chiara, la personalità principale è nel letto centrale mentre le sue frammentazioni fuori controllo sono rappresentate dalle altre pazienti, i posti letto rappresentano i compartimenti a tenuta stagna delle varie personalità.. La “vera” personalità di Lady Gaga si è spenta/distrutta permettendo ai vari alterego creati dalla programmazione di insediarsi nella sua psiche.

Psicologicamente e fisicamente stremata dalla programmazione

In queste ultime scene possiamo inoltre osservare le 2 colonne massoniche ai lati della Gaga. Ci sono inoltre 2 ancore in alto che hanno una precisa valenza esplicativa in massoneria. L’immaginario evocato da questa scena ricorda molto l’Iside descritta nei testi occulti:

“La Vergine a volte viene rappresentata in piedi tra i due grandi pilastri della massoneria, Jachin e Boaz – che simboleggiano il fatto che la natura produce i suoi frutti attraverso la polarità. Come saggezza personificata, Iside si trova tra i pilastri degli opposti, a rappresentare il fatto che la comprensione si trovi al giusto punto di equilibrio e che la verità è spesso crocefissa tra 2 apparenti contraddizioni. La lucentezza dorata nei capelli scuri, indica che nonostante sia lunare deve il suo splendore ai raggi del sole. Come La luna viene investita dai raggi riflessi del sole, così Iside, come la Vergine della Rivelazione, viene rivestita nella gloria della luminosità solare. Apuleio, affermò che durante il sonno vide la venerabile dea uscire dall’acqua.” M.P. Hall- The Secret teachings of all ages

“La lucentezza dorata nei capelli scuri, indica che nonostante sia lunare deve il suo splendore ai raggi del sole.” Le colonne sono presenti nell’immagine sopra

Per quanto riguarda l’ancora, esso è un simbolo massonico forse ancora poco discusso. Le prime incisioni di ancore si possono trovare nelle catacombe romane. E’ un simbolo cristiano associato alla fermezza di spirito e alla speranza. Nella massoneria viene associato all’arca che metaforicamente trasporta l’individuo da una meta ad un’altra in maniera del tutto sicura:

“Nel terzo grado, i cui gli insegnamenti riguardano tutti il rapporto tra vita e morte, “L’Ancora e l’Arca sono simboli di una speranza fondata e di una vita ben spesa ‘.
Rappresentano inoltre l’arca divina che ci trasporta in maniera sicura attraverso questo mare di guai e l’ancora che ci garantisce l’attracco in un porto sicuro dove i malvagi cessano di essere una preoccupazione e lo stanco trova ristoro”. Fonte

Simbologia massonica

Huff Apron Anchor – Arte massonica, oltre all’ancora possiamo osservare diverse simbologie massoniche

L’IMPREVEDIBILITA’ DEL SUCCESSO

Ci spostiamo dall’ospedale psichiatrico per immergerci nei ricordi della Gaga. La vediamo mentre si esercita in alcuni passi di danza classica mentre delle silfidi le svolazzano attorno.

I riflettori sono puntati su di lei, un nuovo astro sta per nascere

Nell’antica mitologia le silfidi/fate erano delle creature che abitavano nelle cime delle montagne, erano solitamente benevole con l’uomo e lo aiutavano, vivendo nell’etere, a modificare gli equilibri del suo corpo eterico (influendo indirettamente anche sul sistema nervoso) in modo che dalla mente umana scaturisse la cosiddetta genialità.

In merito a queste creature si possono trovare interessanti spiegazioni anche nei testi di di Hall, che chiariscono la metafora allusiva che la Gaga ha voluto rappresentare:

Gli antichi assegnarono alle sifilidi il compito di modellare i fiocchi di neve e di radunare le nuvole.. Il vento era il loro mezzo specifico e gli antichi si riferiscono a loro come “gli spiriti dell’aria”. Sono uno scalino sopra tutti gli altri elementali, essendo il loro elemento nativo il più vibratoriamente alto. Vivono centinaia di anni, spesso raggingono il migliaio di anni e sembrano non invecchiare mai. Il leader delle silfidi è chiamato Paralda, il quale, secondo le leggende risiederebbe nella montagna più alta della Terra.
Le silfidi a volte assumo forma umana, per un breve periodo di tempo. La loro dimensione varia, solitamente non sono più grandi dell’essere umano anzi spesso sono molto più piccole. Si dice che le silfidi permettano a certi esseri umani di veivere nelle loro comunità per un periodo di tempo considerevole. Da alcuni, le famose Muse dei Greci vengono considerate silfidi, in quanto questi spiriti si riuniscano attorno alla mente del sognatore, del poeta e dell’artista, e lo ispirino con la loro profonda conoscenza delle bellezze e del funzionamento della Natura. Il loro temperamento è allegro, mutevole, ed eccentrico. Le qualità peculiari comuni negli uomini di genio, sono il risultato della collaborazione tra le silfidi. Il loro lavorare con il corpo eterico e indirettamente con il sistema nervoso, mentre in luce ancor di più la loro inconsistenza. Non hanno fissa dimora, girovagano da un posto all’altro – elementali nomadi, invisibili ma sempre attivi e presenti nell’intelligente disegno dell’universo. Mainly P. Hall The Secret Teachings Of All Ages

Una Silfide. Schizzo di Howard Wookey. Le entità chiamate silfidi erano mutevoli, comparivano e scomparivano alla velocità del lampo. Lavoravano sui gas e sull’etere terrestri ed erano ben disposti verso gli esseri umani. Vengono da sempre rappresentate alate, avolte come piccoli Cherubini altre volte come delicate fate.

Questa parte del video simboleggia gli sforzi della cantante che le hanno permesso di ottenere il successo. Allo stesso tempo però ne vengono messe in luce impevedibilità e momentaneità (la natura delle silfidi).

Proseguendo nel video la Gaga viene accompagnata in braccio dentro casa, svestita e messa a letto, come se fosse priva di qualsiasi volontà propria. Come nelle scene iniziali ci troviamo di fronte ai momenti successi una intensa programmazione, ma qui, il dipinto assume toni positivi, descrivendo una situazione quasi “famigliare” con un handler gentile che la aiuta. Vi sono alcuni simbolismi degni di merito da segnalare: la pavimentazione che poi rispecchia i tasti del pianoforte è di colore rosso/ciano (colori opposti che acquisicono quindi la stessa valenza del bianco/nero), che rispecchia perfettamente il principio degli opposti rappresentato in primis dall'”As Above So Below”.  Sopra il comodino vicino al letto c’è uno specchio, trigger del controllo mentale, che successivamente la Germanotta frantumerà.

Lo specchio, il pavimento tutte simbologie che richiamano gli opposti.

Come abbiamo evidenziato sopra, il successo va e viene,vediamo infatti in un frame simbolico, come la fama (ovvero viene scaricata dalla Island Def Jam) abbandoni “momentaneamente” la Gaga:

Sembra che la musa abbia abbandonato la Gaga!

La giovane cantante riceve una telefonata, è il suo direttore che la avviserà di averle stracciato il contratto. Qui avviene il trauma.

Il suo handler non la vuole più vedere, successo e fama sembrano svaniti nel nulla.

La personalità principale della cantante è stata distrutta, immagine simbolicamente evocata dalla rottura dello specchio

Anche nello spettacolo, le cose vanno male, non riesce più a primeggiare, è una tra le tante, senza particolari aspetti che la contraddistinguono tranne il desiderio incrollabile di fama. La scena è metafora dei fallimenti occorsi nei primi tempi della carriera della Gaga.

Lady Gaga non riesce più a competere con le ballerine di alto livello, le sue capacità seppur ragguardevoli non spiccano in nessun campo particolare

UNA CONCLUSIONE PER QUESTA PRIMA PARTE

In questa prima parte la Gaga descrive la sua vita da “nubile”,  gli sforzi e il talento impiegati per ambire al vertice. Il successo però è una cosa molto evanescente, che tende a dissolversi senza un’apparente motivazione. Il trauma subito dalla Gaga la ha distrutta psicologicamente e fisicamente trovando, come unica via di fuga, il patto con gli Illuminati.

Seguirà: Lady Gaga – Marry The Night: Interpretazione Occulta (Black). La seconda e ultima parte

Programmazione Monarch Step 2: Il trauma di una nascita prematura

Un parto prematuro è fondamentale poichè il naturale complesso di eventi che lo attornia assicuri che il bambino rimanga traumatizzato. Ricerche (come quella di Fenaroff, nel 1972) dimostrarono che solo
il 7-8% dei neonati vivi erano prematuri, ma che la percentuale saliva al 25 – 40% (circa un terz0) sei i bambini venivano seviziati in età prenatale. Alcune delle nascite premature indotte dagli Illuminati hanno fatto notizia tanto dall’essere riportate nei giornali (i bambini nati prematuramente erano incredibilmente piccoli). Il fatto che avvenga un parto prematuro non è naturale, purtroppo però i traumi subiti dal neonoato sono comunque presenti. Farmaci mirati (non solo l’ossitocina endogena normalmente utilizzata per indurre il travaglio) vengono utilizzati per indurre la madre in uno stato di trance profondo. (Ricordate, che il fegato e i reni sottosviluppati del preoce nascituro rendono molto più difficile l’eliminazione di tali sostanze). La madre comincerà il parto in questo momento. Bisogna tuttavia far uscire la madre da questa trance/sonno profono in modo che spinga fuori il bambino. Il pargolo è troppo debole per rendersi utile in questo processo. Questo è il più difficile tipo di parto che ci sia, perché il bambino non è minimamente in grado di aiutare la madre. Lo sforzo sul cuore della madre è estremo. Gli Illuminati impararono che una madre può portare a termine circa 2 o 3 nascite premature prima di rischiare la morte. Se questo
tipo di parto si ripetesse troppo spesso il cuore della donna non resisterebbe. Questo è il motivo per cui gli Illuminati forniscono ai programmatori 2 -3 figli prematuri mentre il resto della progenie “normale” fungerà da vittima sacrificale.
Per descrivere le metodologie con cui vengono allevati i bambini dobbiamo necessariamente parlare in termini generali, in quanto ogni linea di sangue, ogni bambino ed ogni madre sono un
caso a parte. Tuttavia, ci sono alcuni modelli che dovrebbero essere sottolineati. Solitamente la linea di sangue pretende che il primogenito maschio venga sacrificato al loro sistema di credenze; viene impartita la programmazione Lilith agli alterego contenuti nella struttura dell’albero della vita kabalistico che viene costruito durante la programmazione Mengel utilizzata per creare i livelli più stratificati (alterego nascosti in profondità) che conoscono la magia nera degli Illuminati. (Questo argomento verrà trattato in seguito.) I tutori che allevano i figli degli Illuminati possono essere donne nate esse stesse premature. Alcuni di
questi tutori fanno parte di linee di sangue eccellenti, ma che, durante la prematura nascita, hanno subito danni al cervello, non ottenendo così la super-intelligenza che gli Illuminati richiedono al fine della programmazione. Quando gli illuminati vogliono programmare dei bambini utilizzano dei tutori, che sono a loro volta donne con una programmazione multipla. Vengono utilizzate come “levatrici”, perché geneticamente possiedono buoni geni dell’intelligenza, anche se non sono così brillanti come i fratelli ben riusciti. Queste donne di minore intelligenza inizieranno dal livello di sacerdotessa potendo a volte raggiungere anche il rango di “Alta Sacerdotessa”. A tutte queste donne, non importa la loro situazione, viene fatto credere che offrire i propri bambini a Satana sia l’onore più alto, in modo da eliminare i normali scrupoli che potrebbero affiorare durante il processo. E’ importante sottolineare che gli Illuminati sono Luciferini ma credono sia in lucifero che in satana. I satanisti sono organizzativamente un gruppo separato, con una storia separata, ma entrambi i gruppi hanno molte pratiche in comune, tra cui il sacrificio di bambini. (Gli Illuminati sono pienamente consapevoli dei gruppi sanguigni rari e delle altre particolarità del DNA umano presenti nelle linee di sangue, incrociano individui per far risaltare certi tratti e prendono in considerazione anche alcuni
punti deboli, come coloro con il cuore debole o come quelli con il gruppo sanguigno AB- senza il fattore RH.)

I criteri per i precettori non-Illuminati sono molto meno rigidi. Spesso queste congreghe rappresentano i culti formati dagli scarti. Questa è la differenza sostanziale tra la discendenza “regolare” degli Illuminati e il pensiero satanico degenerato dei gruppi satanici aperti al pubblico. Una delle organizzazioni di questo tipo è quella del Ku Klux Klan., in cui le donne vengono tenute sotto chiave per essere utilizzate a piacimento come allevatrici. A queste ultime viene solitamente impedito di acquisire competenze che potrebbero servir loro nel mondo esterno. Alcune non sono autorizzate ad avere una patente di guida.

Come riuscirebbero queste metodologie occulte a funzionare all’interno di un ambiente ospedaliero? I culti satanici indipendenti spesso non prevedono l’utilizzo degli ospedali. Ho avuto modo di consultare abbastanza informazioni di prima mano da avere familiarità con alcuni dei culti che prevedono il parto in casa seguito da una ostetrica personale . Un esempio è il culto satanico professato nelle contee di Seminole & Garvin dell’Oklahoma dove nelle case di loro proprietà sono avvenute nascite non registrate per anni. Dalle informazioni che ho ottenuto è possibile confermare che che gli ospedali a Tacoma, Vancouver, Portland e San Francisco vengono utilizzati dagli Illuminati per le nascite premature. Per estensione, si può capire che molti ospedali in giro per gli Stati Uniti hanno una buona parte del personale infermieristico e medico fedele al credo occulto (il cosiddetto “Network”), guidato dagli Illuminati. I bimbi prematuri vengono seguiti da streghe/infermiere, molte volte esse stesse levatrici. Se il mondo occulto vuole che la madre veda il suo bimbo, l’infermiera nel turno notturno (facente parte anch’essa del culto) permetterà alla madre di creare un legame con il neonato. C’è anche un sacco di corruzione che va avanti inosservata. Questi medici e infermieri hanno avuto tra le mani un sacco di neonati prematuri che utilizzarono per la programmazione. Se la madre è povera, i massoni le permetteranno di usare la loro rete di ospedali gratuitamente.

Alcune volte il personale medico fa credere alle madri che questi bambini prematuri siano morti, dicendo che “non respirano più”. Vengono poi utilizzati per sperimentare la programmazione. Gli Illuminati, lavorando in collaborazione con altri gruppi occulti, studiano schemi per sottrarre altri bimbi. Questo permette dloro di avere più materiale di lavoro. Concedendo alle madri con un basso reddito l’uso degli ospedali massonici, il mondo occulto può successivamente escogitare qualche stratagemma per strappare alla neomamma la tutela del bambino.

Le madri di diversi animali sono esempi di quanto sia importante in contatto con il neonato. Una mucca o un cane stimoleranno da subito la loro prole. Inizieranno anche ad impartire insegnamenti al cucciolo subito dopo la nascita. Gli studi hanno messo in luce che la maggior parte dei mammiferi leccano il loro neonato, fondamentale per un sano sviluppo fisico del piccolo animale. Gli Illuminati vogliono lo stesso sviluppo per la loro prole. Diverse ricerche hanno dimostrato che accarezzando e cullando i bambini prematuri essi riusciranno a sviluppare le capacità motorie e respiratorie più facilmente. Tutto ciò in sostituzione alla pratica di “leccare” tipica degli animali. Le carezze aiutano anche le funzioni cardiache (cuore) durante il sonno di questi bambini prematuri. Stimolando una parte del cervello essa si svilupperà. Anche se il bambino prematuro non può parlare, pretende attenzione. Anche se fa male, il bambino vuole – anzi necessita – di essere abbracciato. Il bambino può venir toccato e lo desidererà, anche se ciò gli farà male. Qui ha inizio il processo di ridefinizione delle sensazioni di amore/dolore. La pelle dei bambini prematuri è sottile e sensibile al tocco tanto da poter essere danneggiata anche da un leggero sfregamento. Una nascita prematura creerà uno spirito combattente nel bambino. Se il bambino non possiede un forte istinto per la sopravvivenza e non lotta per la sua sopravvivenza alla nascita prematura, allora non potrà resistere durante le torture della programmazione. Con le nascite premature si avvia già il processo di selezione. Quale bambino diventerà un combattente? I neonati prematuri verrano privati del latte materno e alimentati con un contagocce o con un biberon. Spesso viene formato un team interdisciplinare in ospedale che si farà carico del bambino. Verranno eseguite una serie di valutazioni, come ad esempio la Neonatal Behavioral Assessment Scale (NBAS) o la Bayley Scale of Infant Development. Verranno poi stilati degli obiettivi a breve e a lungo termine in base alle esigenze individuate per ogni bambino. La NBAS andrà ad analizzare: la capacità di escludere gli stimoli negativi, la risposta agli stimoli visivi e auditivi, il tono muscolare e le capacità motorie, l’irritabilità,  il colore della pelle, i riflessi. Ogni parte del corpo del bambino prematuro verrà violata. Viene inserito un catetere nella vescica, perché i condotti urinari dei neonati prematuri tendono a chiudersi oltre a questo bisogna evitare che si formino piaghe da decubito. Generalmente vengono usate delle iniezioni endovenose. Questo aumenterà il carico di lavoro dei reni, ma aiuterà i prematuri a svilupparli e a mantenerli in salute. Tuttavia, ciò fà parte anche del naturale processo di traumatizzazione. Ad alcuni verrà fornito dell’ossigeno. I loro cuori presenteranno dei problemi e spesso saranno in difficoltà anche a livello polmonare.

Appena nasce il bambino, gli Illuminati si assicurano che le prime persone che vedrà saranno anche quello che lo programmeranno. Spesso si tratta di una “Grande Dame” all’interno della gerarchia, ma potrebbe anche essere un programmatore di sesso maschile. Nei mesi successivi, la figura del programmatore interagirà spesso con il neonato in toni amorevoli. In questa fase il bambino crea naturalmente legami con il programmatore. Mengele era il migliore in questo tipo di operazioni. I programmatori vedono il bambino come un pezzo di creta che hanno il compito di plasmare secondo la loro volontà. Quando nasce il bambino prematuro affronta il dolore dissociandosi. La voce suadente del programmatore viene proferita attraverso toni ipnotici. Le tecniche ipnotiche vengono addirittura utilizzate sul feto.

Ronald Shor, un rispettato ipnologo, scrisse nel Amer. Journal of Psychotherapy, vol. 13, 1959, pp 582-602,

“Solo nel feto si può concepire uno stato idealmente puro di trance, cioè uno stato in cui vi è una totale assenza di orientamento nella realtà. Nell’organismo che si sta sviluppando vengono fatte le prime esperienze, indipendente da qualsiasi contesto strutturato di esperienze. L’unica organizzazione che può avvenire in un primo momento è quella geneticamente determinata”

In altre parole, se si vuole ipnotizzare qualcuno, l’ideale è quando è ancora nel feto. Da notare anche la consapevolezza da parte di Shor, che vi sia una certa strutturazione tramandata geneticamente. Questo sottolinea ancora una volta l’importanza della scelta di vittime generazionali poiché queste ultime trasmettono attraverso la genetica alcune delle strutturazioni mentali necessarie per la regolare programmazione della prossima generazione. Guardando negli occhi il bambino prematuro e parlandogli, il programmatore inizia ad istruire al bambino. Il bimbo prematuro capisce che il suo custode primario è anche il suo handler. Quest’ultimo controlla l’accesso del bambino al biberon e a tutto quello che lo riguarderà nella sua vita. Gli Illuminati stanno insegnando al bambino di considerare il suo gestore come un dio fin dal primo istante. Vogliono che il bambino adori il suo programmatore. Gli handler sviluppano la mente del bambino fin da subito. Le due o tre persone che controllano la vita del bambino nei primi anni, utilizzando una voce ipnotica, cominciano ad impartire insegnamenti fin da subito. Vengono utilizzate registrazioni con parti subliminali per fissare da subito certi concetti nella mente del bambino. L’obiettivo è quello di insegnare al bambino a leggere e a parlare molto prima degli altri i bambini. Nell’ambiente controllato della programmazione Monarch, i bambini impareranno a leggere a sei mesi, potendo esser programmati anche con competenze sociali. In un ambiente non controllato, i bambini tenderanno a sviluppare le loro capacità intelletuali a discapito di quelle sociali, trovandosi ad affrontare seri problemi con i loro coetanei e durante il periodo scolastico. I bambini possono essere ipnotizzati più facilmente rispetto agli adulti, ma in maniera diversa, soprattutto se il bambino è preverbale. Accarezzandogli la testa e coccolandolo si tenderà a rilassarlo. L’ipnotista non deve aver rapidi cambiamenti tonali nella sua voce. Questa è una delle ragioni per cui gli Illuminati utilizza delle donne dai modi gentili in questa fase. Al neonato viene insegnata l’obbedienza. Per un certo periodo gli è consentito piangere in modo da sviluppare i suoi polmoni, ma poi gli viene proibito. Ottengono l’approvazione dell’handler solo se non piangono. Questo tipo di programmazione viene chiamata modificazione del comportamento che verrà trattata nei capitoli successivi.

Fonte

Illuminati: Labyrinth, un modello per il controllo mentale

Nel film del 1986, Labyrinth, interpretato da David Bowie e Jennifer Connelly, lo spettatore viene immerso in un mondo di fantasia e meraviglia. Come molti altri racconti fantastici, il film nasconde all’interno del suo simbolismo un significato di fondo che, in questo caso, è piuttosto inquietante. Labyrinth descrive la programmazione di una vittima del controllo mentale nelle mani di un handler perverso. Prenderemo in esame il significato occulto del simbolismo riscontrato in Labyrinth.

Labyrinth è un famosissimo film degli anni ’80 contenente tutto ciò che più amiamo di quel decennio: la musica synth, gli effetti CGI e un David Bowie con una pettinatura che all’epoca, era molto in voga…nel mondo femminile. Un capovaloro insomma! Il film, infatti, è diventato un “cult” ed è ancora molto apprezzato dai bambini.

Purtroppo, come spesso accade, con questi deliziosi e intricati film di fantascienza, Labyrinth nasconde diversi strati interpretativi. Comprendendo il simbolismo occulto e le allusioni di Labyrinth, il film diventa una grande allegoria del controllo mentale, in cui ogni scena si riferisce ad un particolare aspetto del processo. Ciò che sembra essere la ricerca di una sorella preoccupata per il suo fratellino diventa la metafora del mondo interno di una vittima del controllo mentale, che viene “educato” da un gestore. Gli ostacoli che Sarah, l’eroina della storia, dovrà affrontare rappresentano il calvario che sono costretti a subire gli schiavi del controllo mentale affinche avvenga la dissociazione (se non avete idea di cosa stia parlando, leggetevi l’articolo dal titolo Origini e Tecniche del controllo mentale Monarch). C’è un allusione, attraverso un velato simbolismo, ai giochetti mentali, alla tortura, alle droghe e all’abuso sessuale, fornendo a “coloro che sanno” una storia completamente diversa da quella narrata nella trama. Labyrinth è quindi costruito come la maggior parte delle opere esoteriche: utilizzano il simbolismo per nascondersi dalle masse pur rivelandosi agli iniziati.

Non servono molte conoscenze occulte per comprendere il significato sotteso del film Labyrinth. Il film venne definito da alcuni autori come uno dei film in cui veniva messa maggiormente in evidenza la programmazione Monarch. Fritz Springmeier affermò addirittura che Labyrinth venisse utilizzato dai reali “Handler”, come uno script di programmazione per la creazione di schiavi. Ciò è molto plausibile dato che il film presenta molte somiglianze ad Alice nel paese delle meraviglie e al Mago di Oz – due film, noti anche per essere utilizzati nelle procedure di controllo mentale. L’unica differenza è che Labyrinth venne probabilmente realizzato appositamente a questo scopo, esponendo allo stesso tempo le masse a tale simbolismo.

Dato che Labyrinth è un modello utilizzato nel controllo mentale, quadra perfettamente che la star dello show, sia un artista che ha servito da “archetipo” alle moderne pop star: David Bowie. Durante la sua lunga ed eclettica carriera, Bowie toccò molte tematiche occulte e ritualistiche che vengono costantemente rimarcate dalle pop star dei giorni nostri. Per qualche ragione, inolte, molti di coloro che trattano questi argomenti, integrano all’interno delle loro opere anche riferimenti al controllo mentale. Probabilmente perchè il controllo mentale si basa fortemente sui rituali di magia nera e sugli insegnamenti cabalistici. Quindi, prima di analizzare il simbolismo del film, daremo un breve sguardo ad alcuni dei simbolismi utilizzati da David Bowie.

DAVID BOWIE: COLUI CHE TUTTI IMIATORONO

Molti articoli su questo sito citano le pop star famose e il simbolismo occulto incorporato nelle loro opere. Era solo una questione di tempo prima che David Bowie fosse mezionato in quanto fonte di ispirazione di parecchi musicisti odierni. David Bowie è davvero il prototipo dell’icona pop-star/occulta le cui opere integrano concetti provenienti dalle società segrete. Dagli strani alter-ego, al concetto occulto di androginia, senza dimenticare i riferimenti ad Aleister Crowley e alla sua opera,  Thelema, Bowie fece decenni fa quello che le star fanno oggi.
“Un alterego di Bowie, Ziggy Stardust, che rappresentava l’idea di “uomo illuminato” giunto al massimo livello iniziatico: l’androginia. Notare anche il riferimento all’occhio che tutto vede.
David Bowie mentre disegna l’albero della vita della cabala
Bowie vestito in stile egiziano (come usava fare Crowley), mostra con le mani  il simbolismo del “come sopra così sotto”
La differenza tra Bowie e le pop star odierne è che il protagonista di Labyrinth era piuttosto aperto circa le influenze occulte nei suoi film/video e nella musica. In un’intervista del 1995, Bowie dichiarò: “I miei interessi principali sono per la Cabala e per il Crowleysmo. Quell’oscuro e temibile non-mondo della parte sbagliata del cervello” Nel 1971 nella canzone Quicksand, Bowie, intonò queste parole:

“I’m closer to the Golden Dawn
Immersed in Crowley’s uniform of imagery”

(Golden Dawn è il nome di una società segreta che annoverava Crowley tra i suoi membri). Questi sono solo alcuni esempi dell’influenza occulta presente nei lavori di Bowie, potrebbe infatti essere scritto un intero libro sull’argomento.

Dal momento che il principale antagonista in Labyrinth è uno stregone a cui piace improvvisare canzonette pop, David Bowie risulta perfetto per il suo ruolo. Sapeva che avrebbe recitato nei panni di un Handler?

LABYRINTH
Il poster del film Labyrinth è pieno di attivatori del controllo mentale
Pubblicato nel 1986, Labyrinth fu il risultato dello sforzo congiunto di George Lucas, Jim Henson (il suo ultimo film) e David Bowie. Utilizzando degli effetti speciali allo stato dell’arte, il film divenne rapidamente un classico. La trama della pellicola è semplice: una ragazza di nome Sarah deve attraversare uno strano labirinto magico per recuperare il suo fratellino, che è stato rapito da uno stregone di nome Jareth e dal suo esercito di goblin.Alcuni critici non hanno apprezzato la natura casuale degli eventi del film. Robert Ebert dichiarò che questi tipi di film “non raggiungono un grande livello di suspense, in quanto non seguono nessuna logica. Può accadere di tutto o viceversa, nulla è come sembra e le regole cambiano in continuazione.” Dipingendo il film in questo modo, Ebert descrive inconsapevolmente il mondo interiore di uno schiavo del controllo mentale, che è esattamente ciò che il labirinto rappresenta. Attraverso un trauma, la psiche dello schiavo viene riprogrammata dall’handler che da vita ad una situazione dove “può accadere di tutto o viceversa, nulla è come sembra e le regole cambiano in continuazione.”

L’avventura di Sarah alla ricerca del fratellino è, infatti, una missione per recuperare il suo vero sè, che le è stato “tolto” dal suo Handler. I vari eventi che accadono a Sarah sono riflessi distorti di un vero e proprio controllo mentale basato sul trauma – nascosto dietro un velo di fantasia e di immaginazione.

LA PREMESSA

La trama del film ricorda molto il Mago di Oz e Alice nel paese delle meraviglie, due storie che vengono utilizzate nella programmazione mentale. Una giovane ragazza, annoiata e turbata dalla sua vita , si ritrova in un luogo di fantasia, dove tutto può accadere. Per riuscire a tornare a casa, la ragazza intraprende una missione pericolosa che le permetterà di raggiungere un grande castello (la trama non si differenzia molto da quella del Mago di Oz con la sua città di Smeraldo). Lungo il percorso, la coraggiosa ragazza utilizza l’intelligenza, il coraggio e la forza per superare gli ostacoli in un mondo dove non esiste nessuna regola.

Labyrinth è estremamente simbolico dall’inizio alla fine. La primissima scena mostra Sarah in un parco, vestita come una principessa, mentre sta giocando sotto l’occhio vigile di un gufo, in piedi in cima ad un obelisco.

Un gufo in piedi sopra un obelisco mentre osserva Sarah

Impariamo da subito che il gufo è Jareth, il Re dei goblin (interpretato da David Bowie). Il fatto che Jareth assuma la forma di un gufo, nel “mondo reale” e che si sieda in cima ad un obelisco ci da molte informazioni su cosa in realtà rappresenta: le elite occulte. Il gufo rappresenta il simbolo principale degli Illuminati bavaresi e viene ancora utilizzato dai gruppi elitari come il Bohemian Grove. Esso rappresenta “coloro che agiscono sotto il manto delle tenebre”.

Simbolo della Chiesa Minervale degli Illuminati bavaresi.

Il gufo è in cima ad un obelisco, un monumento che è costantemente visibile per tutto il film. L’obelisco è stato, per secoli, uno dei maggiori simboli dell’elite occulta. Essi sono presenti nei luoghi di potere più importanti. Questi alti monumenti provengono dall’antico Egitto e si dice rappresentino il fallo mancante di Osiride – in altre parole, l’energia maschile. L’obelisco è dunque un simbolo fallico e il fatto che questa ragazza ne incontri molti durante la sua ricerca potrebbe essere un ricordo del suo “handler” che la domina mentalmente e sessualmente (attraverso l’abuso).

Il gufo osserva Sarah, che è vestita come una principessa e si sta esercitando per interpretare un ruolo in un’opera teatrale, mostrando la sua naturale tendenza a dissociarsi dalla realtà e ad assumere altre personalità, una caratteristica che i gestori del MK cercano quando vanno a caccia di potenziali schiavi. Sarah viene quindi “prescelta” per l’ombroso sistema di controllo mentale degli Illuminati .

A casa di Sarah, troviamo diversi indizi relativi alla sua predisposizione al controllo mentale. E’ circondata da giocattoli, libri e poster che preannunciano l’avventura dissociativa che sta per intraprendere. Molti dei giocattoli di Sarah prenderanno vita nella sua avventura, cosa che ci suggerisce che tutto è frutto della sua immaginazione, alimentata dagli oggetti che le sono più famigliari.

Tra le cose di Sarah troviamo una versione giocattolo del labirinto in cui sta per entrare e i libri del Mago di Oz e di Alice nel paese delle meraviglie. Entrambe queste fiabe vengono utilizzate per incoraggiare le vittime a dissociarsi dalla realtà. Il labirinto ha un ruolo simile e viene probabilmente usato nell’odierna programmazione.

Sopra il letto di Sarah vi è il famoso dipinto di Escher chiamato “Relatività”.

La “Relatività” di Escher (il dipinto con le scale che vanno in tutti i sensi) proprio sopra il letto di Sarah.

Le sbaloriditive immagini di Escher contengono caratteristiche talmente contorte che la mente non riuscirà mai ad elaborare in toto. Per questo motivo, i suoi dipinti vengono utilizzati nei reali programmi di controllo mentale. Questo particolare dipinto diventerà molto importante nel proseguo del film.

     “Se [il bambino] ha tendenze artistiche, allora il gestore utilizzerà opere d’arte nella programmazione. Le opere d’arte dell’artista europeo M.C. Escher sono eccezionalmente adatte alla programmazione. Per esempio, nel suo dipinto del 1947, “Another World”, il piano al centro funge da muro in relazione all’orizzonte […]. Le inversioni, le immagini speculari, l’illusione, e molte altre qualità appaiono nelle opere d’arte di Escher che le rendono eccelenti per la programmazione. “
     – – Fritz Springmeier, The Illuminati Formula to Create a Mind Control Slave

Tornando al film, Sarah è arrabbiata con i suoi genitori, specialmente con la matrigna, perché deve rimanere a casa a fare da babysitter a suo fratello, Toby, mentre loro escono. A causa degli incessanti pianti del bambino, Sarah desidera che il Re dei Goblin se lo porti via. Nella stanza entra poi un gufo che si trasformerà in Jareth, il Re dei Goblin.

Jareth offre a Sarah dei “doni” rappresentati dalla sfera di cristallo

Jareth rapisce Toby portandolo nel suo mondo, poichè vuole trasformarlo in un goblin. In termini di controllo mentale, Toby rappresenta il nucleo della personalità di Sarah, ora in possesso di Jareth, il suo gestore. Finché Jareth avrà potere sul nucleo della sua peronalità, sarà anche in grado di farle attraversare il labirinto – che rappresenterà la sua programmazione.

Quando Sarah chiede a Jareth di restituirle Toby, il Re dei Goblin usa le sue abilità di manipolazione e di persuasione. Mostra a Sarah una sfera di cristallo e le dice che essa contiene “tutti i suoi sogni”. La avverte però che “non è un regalo per una per una ragazza normale che si prende cura di un neonato in lacrime”. In altre parole, il dono è solo per le ragazze che hanno perso il bambino – cioè le vittime del controllo mentale. Jareth, l’handler, ha il potere di aiutare Sarah a sfuggire dalla vita che detesta ma deve permettergli di possedere la sua personalità di base – per controllare la sua mente. Quando Sarah rifiuta l’offerta di Jareth, che è l’equivalente faustiano di vendere la propria anima al Diavolo, la sfera di cristallo si trasforma magicamente in un serpente. Jareth esclama allora minaccioso: “Non sfidarmi”. Vedendo che la ragazza non lascia perdere il bambino, Jareth le dice che Toby è al suo castello e che ha 13 ore di tempo per trovarlo. Vengono entrambi trasportati nel Labirinto, una metafora che rappresenta il mondo interiore di Sarah, sotto il controllo del suo gestore.

DENTRO IL LABIRINTO

Sarah deve attraversare un enorme labirinto per raggiungere il castello, che rappresenta il nucleo compartimentalizzato della sua peronalità. L’intero labirinto è il mondo interiore di Sarah e Jareth è l’indiscusso padrone di tutto ciò che accade in esso. Può anche modificarlo a suo piacimento. In tutto il labirinto si trovano degli Obelischi, dei simboli fallici che ricordano il controllo sessuale che i gestori hanno sulle proprie vittime.

All’interno del labirinto, Sarah si rende conto rapidamente che esso non obbedisce alle regole della realtà. Si ritrova a camminare in sentieri senza fine che la portano dritta verso il nulla.

Il Labirinto sembra essere un percorso infinito verso il nulla.

Sarah impara poi che solo immaginando mentalmente un’entrata per il castello essa apparirà. Dovrà quindi crearsi la strada con la sua mente.

Strane piante, con gli occhi, sui muri del Labirinto, ci ricordano che Sarah è strettamente monitorata dal suo handler durante l’intero processo. Il simbolo dell’occhio che tutto vede è molto utilizzato nella reale programmazione per il controllo mentale.

Attraversando il labirinto, Sarah si rende conto che tutto intorno a lei, cambia in continuazione. Incontra strane creature che le propongono indovinelli incoerenti e confusi. Il suo slogan (di Sarah) sembra essere: “Non è giusto”, il quale viene ripetuto numerose volte durante il film. Questa frase si riassume abbastanza bene la vita di uno schiavo MK. Non ci sono regole e può accadere loro ogni genere di ingiustizia.

Nel frattempo, Jareth è nel castello con Toby, mentre osserva i progressi di Sarah.

Jareth nel suo trono con tanto di corna

LE PROVE

Nel cammino verso il castello, Sarah affronta innumerevoli ostacoli, molti dei quali rappresentano simbolicamente traumi reali, vissuti dalle vittime del controllo mentale.

Nella prima prova, Sarah, cade in una fossa piena di “mani che cercano aiuto”.

Sarah viene catturata e trattenuta da innumerevoli mani. Questa scena potrebbe riferirsi alle vittime che vengono manipolate ed abusate da degli handler

Successivamente, Sarah si ritrova in una foresta circondata dalla Fire Gang, un gruppo di creature che possono, a comando, rimuovere parti del proprio corpo. Il concetto dello smembramento di parti del corpo è fondamentale nella programmazione.

Le performance della Fire Gang si trasformano presto in un incubo, quando decidono di scaraventarsi contro Sarah con il fine di staccarle la testa.

La Fire Gang mentre cerca di rimuovere la testa di Sarah dal corpo, la scena rappresenta la  dissociazione dello schiavo MK dalla realtà.

Dopo essere sfuggita dalla Fire Gang, Sarah si ritrova in un posto ancora peggiore, la Pool of Eternal Stench.

La Pool of Eternal Stench è fondamentalmente un grande stagno gassoso pieno di feci. Emette costantemente rutti e flatulenze risultando quindi un posto molto “corporale”.

Sara ed i suoi amici sono costretti ad attraversare il nauseante stagno per continuare la ricerca. Questa strana scena può fare riferimento alla reale tecnica di controllo mentale, che consiste nell’immergere gli schiavi nelle feci e nelle urine e / o mangiarle/berle. La nostra naturale repulsione per gli escrementi e per il loro cattivo odore è il modo con cui il nostro corpo ci dice di stare lontano da loro in quanto sono infestati da ogni sorta di vermi e parassiti che sono tossici per il nostro corpo. Il nostro organismo è talmente ben fatto che proviamo istintivamente repulsione per le cose che lo danneggerebbero. Il consumo forzato di escrementi è quindi particolarmente traumatico in quanto va contro gli istinti più basilari del corpo umano. Il passaggio nella Pool of Eternal Stench è un modo “fantasioso” per descrivere l’esperienza traumatica di Sarah come schiava MK.

Dopo aver attraversato lo stagno, a Sarah viene dato un dono – avvelenato natualmente…

Sarah riceve una pesca che le provoca allucinazioni – un’allusione appena velata alle droghe che vengono date agli schiavi Monarch durante la programmazione.

Quando Sarah morde la pesca, si sente stordita e inizia ad avere allucinazioni. Agli schiavi Monarch vengono constantemente somministrate droghe per amplificare gli effetti della programmazione e per incitare paura e terrore. Stesa per terra, Sarah vede una sfera di cristallo con una immagine simbolica che la rappresenta.

Sarah vede una bambola vestita da principessa circondata da sbarre – un modo classico per rappresentare gli schiavi del controllo mentale.

Sarah compare poi ad un ballo eccentrico, con gli ospiti che indossano maschere da capra, da maiale e da uccello (aka ballo degli illuminati) e trova Jareth, il suo gestore, che la sta aspettando.

Jareth mentre aspetta Sarah nascosto da una maschera cornuta al ballo degli Illuminati.

Jareth e Sarah si incontrano e iniziano a ballare un valzer insieme. La scena ritrae simbolicamente la forzata unione Satanica tra uno schiavo e il suo gestore. Le parole delle canzoni di David Bowie durante il ballo possono essere interpretate come una “canzone d’amore” rivolta da un gestore al suo schiavo controllato mentalmente.

As the pain sweeps through
Makes no sense for you
Every thrill has gone
Wasn’t too much fun at all
But I’ll be there for you
As the world falls down …

… It’s falling down”

Il ballo si trasforma poi rapidamente in un incubo, in cui tutti gli ospiti mascherati cominciano ad inseguirla (è in bad trip?). Sarah comincia a correre, frantuma uno specchio e lo attraversa, un altro classico simbolo del controllo mentale.

Per scappare dal ballo, Sarah deve rompere uno specchio – una immagine simbolica che rappresenta la frattura della sua personalità.

AFFRONTANDO JARETH

Nonostante tutte queste difficoltà, Sarah finalmente raggiunge il castello. Si ritrova all’interno di un quadro di Escher con Toby che ci gattona al suo interno. Jareth appare magicamente in ogni parte della scena, allo stesso modo nel quale gli handler si muovono nel mondo interno di uno schiavo Monarch.

Sarah nell’opera di Escher

Dopo di che l’intero mondo attorno a Sarah va in frantumi, lasciandola faccia a faccia con il suo handler. Sarah chiede a Jareth di restituirle il bambino (la sua anima innocente). Jareth come risposta le propone un tipico gioco di parole – una frase a doppio senso che viene spesso usata dagli handler del controllo mentale. Il re dei goblin afferma:

“Ho riordinato il tempo … ho messo sotto sopra il mondo … ho fatto di tutto per te. Sono esausto di vivere all’altezza delle tue aspettative. Non è generoso? ”

Le offre di nuovo la sfera di cristallo.

Jareth chiede a Sarah di vendergli la sua anima in cambio dei suoi sogni

Jareth continua:

“Guarda quello che ti sto offrendo. I tuoi sogni. Per così poco poi. Devi solo ubbidirmi, e potrai avere qualunque cosa tu desideri. Temimi, amami, fai come ti dico, e sarò il tuo schiavo “.

Questo è il classico “patto con il diavolo” di matrice faustiana, dove Jareth afferma di “voler così poco”, mentre in realtà sta chiedendo tutto a Sarah: La sua mente, il suo corpo e la sua anima.

Sarah inizia allora a recitare il copione su cui si stava esercitando all’inizio del film dicendo: “Non hai nessun potere su di me”. Tutto si sbriciola ancora una volta, Sarah lascia il suo mondo interiore ritrovandosi di nuovo nel mondo esterno, nella sua casa. Toby è tornato nella sua culla e tutto è apparentemente tornato alla normalità.

All’interno della sua camera, vede alcune delle creature che ha incontrato nel labirinto e sembra essere felice nel rivederle. Dice loro:

“Non so il perché, ma … ogni tanto nella mia vita, avrò bisogno di voi, senza una ragione in particolare.”

In altre parole, Sarah ha accettato il mondo interno che il suo handler le ha programmato. Potrà essere attivato dal suo gestore a piacimento.

Sarah e il suo gruppo di amici, sotto l’occhio vigile di un gufo, Jareth, che non ha mai perso il controllo della sua vita. Il re dei Goblin in realtà è il vincitore del duello con Sarah. La sua programmazione è ora completa.

Il film si chiude con la canzone di David Bowie “Underground”. La canzone sembra quasi religiosa (con un forte coro gospel che la accompagna) e parla di un luogo “privo di dolore”. Quel luogo non è il paradiso, ma è l'”Underground”, che può essere equiparato all’inferno, che, in termini di controllo mentale, è la vita costellata di traumi dello schiavo controllato mentalmente.

Così, continuando coerentemente il messaggio del film, Bowie lascia gli spettatori con un’ultima inversione/confronto tra bene e male, paradiso e inferno, piacere e dolore, con questa canzone:

“No one can blame you
For walking away
Too much rejection (na na)
No love injection
Life can be easy
It’s not always swell
Don’t tell me truth hurts, little girl
‘Cause it hurts like hell
But down in the underground
You’ll find someone true
Down in the underground
A land serene
A crystal moon, ah, ah

It’s only forever
Not long at all
Lost and lonely
That’s underground
Underground

Daddy, daddy, get me out of here
Ha ha I’m underground
Heard about a place today
Nothing ever hurts again
Daddy, daddy, get me out of here
Ah ha I’m underground
Sister sister, please take me down
Ah ah I’m underground
Daddy, daddy, get me out of here

Mentre la maggior parte degli spettatori interpreta la storia di Labyrinth come un racconto sull’ “importanza della fantasia”, o qualcosa del genere, il simbolismo del film dà un significato più profondo. Mentre la storia potrebbe essere interpretato in molti modi (potrebbe essere scritto un altro articolo nel quale il percorso di Sarah è metafora dell’iniziazione esoterica) i riferimenti al controllo mentale sono sicuramente presenti. Una volta che l’immaginario e i trigger relativi al controllo mentale vengono compresi, il film diventa una vivida descrizione del mondo interno di uno schiavo Monarch durante la programmazione. Totalmente in balia del suo Handler e del mondo contorto creatosi nella sua mente, lo schiavo tenta di tornare alla realtà, dove le cose hanno un senso. Il compito è difficile in quanto l’handler controlla il tempo (pensate al tempo di 13 ore dato da Jareth a Sarah) e lo spazio (i passaggi segreti nel labirinto). Durante la ricerca, lo schiavo incontra amici che sembrano accorrere in suo aiuto, ma che sono, in realtà, mezzi che il gestore utilizza per portare lo schiavo esattamente dove vuole. Infatti, l’avventura di Sarah non è altro che una manipolazione atta all’accettazione della sua programmazione. Attraversando il Labirinto, Sarah ha attraversato tutti i traumi necessari per programmarla. Quello che sembra essere la sconfitta di Jareth è in realtà una vittoria.

CONCLUDENDO

Come il Mago di Oz e Alice nel paese delle meraviglie, Labyrinth è una favola fantasiosa la cui storia può essere utilizzata come uno script nella programmazione per il controllo mentale. A differenza dei vecchi racconti tuttavia, Labyrinth potrebbe essere stato specificamente costruito ai fini del controllo mentale. La storia, il simbolismo e la musica del film formano un coeso sovraccarico sensoriale, in cui gli spettatori sono totalmente immersi nello strano mondo del controllo mentale. C’è però un intoppo: come avviene per le vittime della programmazione, la maggior parte degli spettatori vengono ingannati dal film e dal suo messaggio. Mentre sembra descrivere il trionfo della mente e della fantasia di una ragazza sul male, in realtà si tratta dell’esatto opposto: la vittoria del male sulla mente di una giovane ragazza. Nelle parole di Bowie, Don’t tell me truth hurts, little girl, ‘Cause it hurts like hell.

Fonte

Ema 2011: L’alterego di Selena Gomez

Anche quest’anno si sono tenuti gli Mtv European Music Awards. Come i lettori di questo sito sanno, eventi come questo, non sono altro che rituali occulti seguiti da milioni di persone. Quest’anno la presentatrice delle premiazioni è stata Selena Gomez. In questo articolo analizzeremo lo spot introduttivo alla serata, dove, la giovane star, presenta il suo nuovo alterego.

Negli ultimi tempi, nel fittizio mondo dell’industria dell’intrattenimento, sembrano andare di moda gli Alterego. Come abbiamo visto in diversi articoli precedenti, seguendo i dettami della programmazione Monarch si può arrivare a “frantumare” la personalità di un individuo. I vari pezzi, vengono poi plasmati e riprogrammati in modo da ottenere nuove personalità utilizzabili nei più disparati contesti. Come abbiamo visto nel precedente articolo sui Video music award Lady Gaga mise in scena “Joe Calderone” un suo alterego maschile. Anche Katy Perry si è lasciata sedurre da questa moda, vestendo i panni di una adolescente imbranata.

Joe Calderone assieme a Terry Richardson (un handler molto importante nel giro degli Illuminati)

L’alterego sfigato di Katy Perry

Il sistema sta spingendo sempre più il tema della multipersonalità, mostrandoci in maniera “amichevole e divertente” il risultato delle terribili sedute di programmazione che sono costrette a seguire queste stelle della musica.

SELENA GOMEZ, LE ORIGINI DEL NOME

Venne chiamata ‘Selena’ dopo la morte della  famosa cantante texana che portava lo stesso suo nome. Selena Quintanilla Pérez era una testimone di Geova [religione manipolata per la programmazione Monarch dove dilagano gli abusi sui bambini] ed iniziò, nel mondo dello spettacolo, all’età di 9 anni finendo a 23 (suo padre la utilizzò come una vacca da mungere fin dalla più giovane età) La sua fu una morte traumatica (le sparò la presidentessa del suo fan club probabilmente controllata mentalmente). Risulta significativo che GW Bush [in quel momento governatore del Texas] dichiarò il giorno del suo compleanno il “Selena Day “. Il suo secondo album si chiamò ‘Alpha’, il termine usato per la programmazione Monarch base [trigger / comandi]. Ad onor di cronaca ecco alcune immagini che la rappresentano com simbologie illuminati.

Scacchiera massonica

Pattern bianco/nero dualismo

L’abbigliamento tigrato si riferisce alla programmazione beta

IL PROMO PER GLI EMA 2011

Sleena Gomez, classe 92, inizia la sua carriera giovanissima, passando per la disney e  diventando poi una stella della musica pop (avremo modo di parlare in un altro articolo della giovane ed “illuminata” vita della Gomez). Selena è seduta davanti ad uno specchio (classico attivatore del controllo mentale), mentre, parlando da sola, si congratula del fatto che presenterà gli Ema del 2011.

Lo specchio, come abbiamo visto in molti articoli è simbolico della dissociazione.


I bambini vengono messi di fronte a specchi deformanti che li rendono più alti o più bassi a seconda della programmazione desiderata.
Sotto droghe e ipnosi, i bambini non si renderanno conto della realtà fittizia che li circonda rendendo reale, la “favola” scritta all’interno della programmazione. Il programmatore può ipnoticamente creare delle allucinazioni visive, o può supportare l’illusione creata dando in mano alla piccola vittima una bambola, facedogli in realtà credere che sia un bimbo, o consegnare al bambino una matita che nell’illusione diventa un fiore. Durante la programmazione si recita molto e vi è una grande quantità di oggetti di scena. Quale bambino potrebbe riconoscere l’oro vero da quello falso? Illuminati formula to create an undetectable total mind control slave

L’alterego di Selena, dall’aspetto di una scomposta e provocatoria rapper, in pesante contrapposizione con la Selena “normale”, timida e naive.

Lo spot pubblicitario qui entra nel vivo con le 2 Selena che cominciano a cantare “Congratulations to me”, canzone scritta dalla Gomez per l’occasione:

Uh, Guess I did it
Finally I get to host the EMA’s
Wow
Seriously?
Shut your face. Who else could it be?!

(Verse 1)
Who else better then me to be hosting the show.
People know who the eff I is. I’m a pro!
The right time and place for me to be
Yeah I’ll say it — congratulations to me!
So here we go another page in my legacy.
Belfast waiting until they get a load of me.
EMAs that’s where all the stars are gonna be!
But most importantly — congratulations to me!
Who’s the hostess with the mostest? Right
I’m gonna be the focus only.
Congratulations to me yeah!
S-E-L-E-N-A to the Gomez!
Yeah you know I’m a dopest!

(Verse 2/Bridge)
Listen up, listen up
It’s *** crazy growing up in this industry,
I was still a baby when I hustled up into the scene.
*** you if you dare stand in front of me,
but that’s okay you see cause now I’m the queen.
No, no no I don’t wanna be misunderstood,
I hope you haters know I’ve always done the best I could.
Don’t listen to her Selena don’t let her get in your head,
but then again I wish you *** would.
I dedicate this song to everyone in me.
Selena G I’m known for my modesty.
I dedicate this song to everyone in me.
You got the gitz of the song now sing along.
Congratulations to me!!
Who’s the hostess with the mostest? Right
I’m gonna be the focus only.
Congratulations to me yeah!
S-E-L-E-N-A to the Gomez!
Yeah you know I’m a dopest!

Canzone vomitevole, una autosviolinata, probabilmente aveva bisogno di autostima dopo il distacco da Bieber!

LA STANZA ROSA

Il simbolismo nel video è quasi assente, il problema è che gli illuminati sanno sempre come nascondersi alla luce del sole. Ciò che colpisce è la forte presenza del rosa:

Una ottima scena per sottolineare l’impressionate quantità di rosa e dall’apparente paradosso continuo rappresentato dalle 2 Selena (Vestiario, postura, posizioni delle gambe indicano chiaramente la dottrina degli opposti utilizzata dagli illuminati).

Le 2 Selena anche se completamente diverse nel modo di porsi, sono accumunate da quello che provano: entrambe si sentono le migliori. Da una parte c’è la straffotenza della rapper da una parte la fastidiosa presunzione di una rampolla snob.

In un sistema standard 13x13x13 (numero massimo di personalità creabili) per la creazione di multipersonalità , vengono utilizzati 13 colori. Questi sono rosa, arancio, giallo, bianco, rosso, marrone, blu, verde, nero, viola, argento, oro e
platino, e chiaro:

– Rosa. Rappresentano gli alterego in stretto collegamento con il nucleo centrale residuo della personalità. Mantengono i reali sentimenti del “vero io” distaccati dalla programmazione trasmessa all’interno della famiglia e del culto. Questi alter ego vengono considerati deboli, perché molto emozionali e facilmente deprimibili. Sono altresi emotivamente fragili.Illuminati formula to create an undetectable total mind control slave

SEX KITTEN (Ovvero come fare diventare una donna, una sottomessa schiava del sesso)

Reggiseno leopardato, simbolo della programmazione beta

Come ho detto poco fa, la simbologia tipica, è quasi assente, apparte per questo dettaglio che ci rivela che su di lei è stata eseguita della programmazione Monarch nel dettaglio quella beta (per la creazione di sex kitten, più avanti vedremo che nella giovane carriera della Gomez sono apparsi più volti segni di questa simbologia).

CONCLUSIONE

Gl illuminati stanno decidendo di uscire allo scoperto, il bombardamento mediatico con cui stanno “educando” la popolazione al loro linguaggio simbolico e alle loro “pratiche” è preoccupante. Con il passare del tempo si asssisterà ad una dimunizione dell’età di queste star, nell’intento di normalizzare la sessualizzazione infantile. Questo è un obiettivo conclamato dell’agenda degli illuminati. Questa nuova moda serve nell’obiettivo di spingere le persone a dissociarsi e a non concentrarsi sulla propria personalità (in parole fiaccandoci la volontà). Finisco citando le parole della stessa Selena sul suo Alterego:

“Essere lo strumento per interpretare questo personaggio è inequivocabilmente divertente. Infatti non ho mai davvero avuto il controllo artistico su questo genere di cose. […] Lo abbiamo scelto perché ci sarebbe piaciuto fingere che fossi povera. […] selenagomezwiki.info/selena-gomez-news/681-selena-gomez-shows-off-wardrobe-for-gangsta-rap-ema-promo-video/

E’ proprio divertente essere poveri!

Donatella Versace: Controllo mentale nella nuova pubblicità di H&M

Questa pubblicità di Versace per H&M nella quale partecipano le modelle Lindsey Wixson e Daphne Groeneveld, è piena di “attivatori” del controllo mentale e simbolismo. Diretto da Jonas Akerlund (che è stato il regista di diversi video descritti in questo sito), lo spot ritrae Donatella Versace come una “Handler” che controlla tutto e manipola le modelle disorientandole, in ogni tipo di situazione costrittiva. Ecco lo spot:

Alcune scene della pubblicità:

Alterego escono dal nastro trasportatore sotto l’occhio onniveggente di Donatella Versace.

La Versace controlla le modelle come fossero manichini viventi

La modella viene ritratta in una scena ispirata alla pittura di Escher, chiamata “Relativity” – nota per essere utilizzata nella programmazione mentale. Una mano oscura (l’handler) afferra la modella dall’alto.

Gli alterego delle modelle camminano con sguardo vuoto attorno ad una gabbia. Gli schiavi del controllo Monarch vengono rinchiusi in gabbie come degli animali.

Vi è anche la presenza di un labrinto (classico trigger del controllo mentale), la ruota di un criceto e molti altri simboli relativi all’impotenza e alla confusione degli schiavi MK.

Donatella a fine spot si gira e dice: “La mia casa, le mie regole, il mio piacere”. La stessa cosa che avrebbe detto un handler del controllo mentale.

Fonte

Britney Spears: Tour con controllo mentale

Britney Spears è stata menzionata un paio di volte su questo sito, in particolare nell’articolo intitolato Britney Spears: Controllo mentale e “Hold it against me” , che la collega al controllo mentale Monarch. Da allora, alcuni articoli pubblicati mettono in luce la completa mancanza di controllo nella sua vita e nella sua carriera. Molti fanno riferimento al suo “sguardo vuoto” e ai suoi strani comportamenti. Il “fidanzato” è anche il suo manager, fatto il quale lo rende molto probabilmente anche il suo handler. Ecco un recente articolo che descrive il controllo esercitato dai suoi handlers.

SEMBRA FINGERE, E’ IN UNO STATO LETARGICO, CI SONO CENTINAIA DI BIGLIETTI INVENDUTI E I GENITORI SI SPARTISCONO I GUADAGNI, IL NUOVO UMILIANTE TOUR DI BRITNEY SPEARS

    Ci troviamo a Londra presso l’Hotel Sanctum a Soho, i partecipanti all’evento sono una miscela di celebrità di serie D, giornalisti e uomini d’affari. Tutti gli occhi sono puntati su Britney Spears, che mostra un sorriso così forzato che sembra quasi star male.

    Al suo fianco possiamo riconoscere il suo agente/fidanzato Jason Trawick. I due sono circondati da una massa di PR, guardie del corpo, avvocati, e da dirigenti della casa discografica. Nessun altro può avvicinarsi. Lei è lì per essere guardata, come un animale raro in una gabbia.

    Con il suo nuovo tour (lontano dall’essere sold out), arrivato in Inghilterra questa settimana, la cantante, che ebbe un esaurimento nervoso tre anni fa, è pronta ad annunciare il suo ritorno. Sono infatti iniziate diverse apparizioni televisive e interviste giornalistiche per promuovere l’artista.

    ‘Sto scoprendo lo scopo della mia vita’ è una delle frasi bizzarre che recentemente continuano ad uscirle di bocca.

    Dopo l’esaurimento nervoso – in cui si rase la testa, venne portata in ospedale e perse la custodia dei suoi bambini (avuti dal suo matrimonio con il ballerino Kevin Federline) – è bello vedere che sta di nuovo bene.

    Sicuramente è tornata a fare i milioni. Il suo ultimo album è volato subito in cima alle classifiche del Billboard Usa. Solo l’anno scorso ha guadagnato £ 30.000.000.

    Non tutto però fila liscio. Quando perse il controllo della sua vita nel 2008 – a causa dei problemi di droga e alcol, delle strane vicessitudini con i fotografi e a causa delle indagini degli assistenti sociali atte a verificare se veramente trascurasse i figli – al padre di Britney, Jamie Spears,  venne affidata la ‘tutela dei beni’ della figlia. Questo gli diede il pieno controllo sui suoi affari; gli amministratori di sostegno vengono normalmente concessi, quando una persona anziana sviluppa demenza senile o quando qualcuno soffre di una lesione cerebrale.

    La tutela dei beni doveva essere temporanea, ma i suoi genitori riuscirono a convincere un giudice ad estenderla a tempo indeterminato. Quest’anno, gli stessi, hanno ottenuto che la star fosse considerata ‘mentalmente incapace’ di testimoniare.

    La Spears è coinvolta in diverse cause legali: una di esse coinvolge una ex guardia del corpo che vuole $ 10 milioni (£ 7.000.000) per molestie sessuali. Un’altra coinvolge il suo ex-manager Sam Lufti, che ha citato in giudizio la madre della cantante, Lynne, per diffamazione.
Tornando a guadagnare milioni: L’ultimo album di Britney è schizzato dritto al vertice delle classifiche Billboard in America

   I genitori di Britney sostengono che, mentre in superficie sembra andare tutto bene – tanto da poterle permettere di ritornare a lavorare nel mondo della musica – mentalmente è ancora estremamente fragile.

    Da indiscrezioni si viene a conoscenza che Britney abbia intenzione di sposare il suo fidanzato, Jason, la realtà delle cose, però è molto diversa. Anche se volesse sposari, non potrebbe farlo fino a quando non risultasse abbastanza stabile mentalmente da non aver più bisogno di un tutore – chissà quando e se capiterà!

    Lo scrittore George Rush afferma perentoriamente:’ Non penso sia in grado di prendersi cura di se stessa ‘. ‘Probabilmente però anche i genitori non vogliono perdere la gallina dalle uova d’oro.’

    Sarebbe ingiusto affermare che la tutela dei beni sia puramente una questione di soldi. Ogni genitore capisce il perché la madre e il padre di Britney siano voluti intervenire e cioè per salvarla da se stessa. Il fattore monetario comunque è presente in quantità impressionanti.

    All’inizio del mese è stata posta davanti al giudice che segue il suo caso una richiesta di 900 mila dollari (circa £ 500.000) in spese legali – solo per sistemare la tutela dei beni.

    Quei soldi verranno tutti dai fondi di Britney. Nessuna meraviglia allora che stia lavorando ancora così duramente, nonostante i suoi problemi. ‘Lei ama spettacolo,’ dice una fonte vicina a Britney ‘, è altamente improbabile però che avrebbe portato a termine il tipo di impegni per cui il suo tutore ha firmato, se fosse stata lasciata a se stessa.’

    Ci sono inoltre segni che mostrano come la cantante non apprezzi più fare tour. Una fan che la vide esibirsi in Dublino, questa settimana, ha scritto sul suo blog: ‘La cantante, una volta focosa, ha perso il suo ritmo – tanto che per nasconderlo è stata fatta girovagare per lo stage a cavallo di strani e fatiscenti macchinari.’ Altri hanno scritto di come avesse uno sguardo vuoto. Non c’è da stupirsi se ci sono ancora centinaia di biglietti invenduti del suo tour.

    Britney stessa non ha accesso a tutti i soldi che guadagna, riceve infatti un assegno e deve chiedere a suo padre se vuole altri soldi. Infatti, ogni elemento della vita di Britney è strettamente controllato.

    ‘Chiunque vuole socializzare con lei deve essere controllato da suo padre’, aggiunge la fonte. ‘Quando è fuori non può nemmeno andare in bagno da sola perché suo padre ha ingaggiato una specie di pedinatore che le sta sempre col fiato sul collo. Anche il suo ragazzo è stato essenzialmente scelto dai suoi genitori. ‘

    Jason divenne l’agente di Britney proprio quando la sua vita iniziò a cadere a pezzi. Lo stesso si impegnò molto per riportarla sulla retta via. ‘Sta dimostrando a Britney come essere un adulto responsabile e un genitore,’ riferisce un amico. ‘La sta aiutando a tornare la Britney che guadagnava $ 2 milioni al giorno’.

    Britney ha ammesso che le sarebbe piaciuto avere un altro figlio e sposare Jason, “quando sarà il momento giusto”. Il problema è che non sarà lei a deciderlo – ma le persone che gestiscono la vita.
    – Daily Mail, She’s miming, lethargic, there are hundreds of unsold tickets – and her parents get all the cash. Britney’s humiliating new tour

Come tutti gli artisti sotto controllo mentale, le sue performance contengono  riferimenti alla sua condizione di pedina degli Illuminati.

Britney Spears imprigionata come un animale

Posare in stile Marilyn Monroe: un requisito fondamentale per le schiave del controllo mentale.

La Performance viene eseguita sotto una piramide illuminata con ai lati dei pilastri massonici

Britney viene condotta da due agenti stile Gestapo (riferimenti allo stato di polizia) verso una sedia elettrica dove finge di ricevere scariche elettriche (riferimento alla tortura dell’elettro-shock nel controllo mentale).

Fonte

Illuminati: Brown Eyed Girls – Sixth Sense

Sostenuto da un sacco di soldi e da milioni di fan, l’industria pop coreana (K-Pop) ha guadagnato il controllo delle frequenze radio dell’Asia e di tutto il mondo. Anche se i gruppi come le Brown Eyed Girls non cantano in inglese, sicuramente mostrano alle masse lo stesso simbolismo degli Illuminati promulgato dalle pop star occidentali. Il video di “sesto senso” è un vero e proprio manifesto dell’élite, che descrive come si controllano gli intrattenitori del mondo dello spettacolo e li si utilizzino per indottrinare le masse. Questo articolo analizza il significato del simbolismo nel video “Sixth Sense” delle Brown Eyed Girls.

Nell’articolo dell’anno scorso: Narsha e SHINee:Illuminati nella musica K-pop, esaminai il simbolismo di due popolari video K-pop e di come essi si inseriscano nel piano mondiale degli Illuminati. Da allora, il pop coreano è solo cresciuto, attraverso etichette discografiche come NegaNetwork e SM Entertainment che sfornano boy band e girl band  ad un ritmo frenetico. Queste etichette producono quasi “musica pop clandestina”, da quando sorsero dei sospetti di maltrattamento nei confronti delle stelle del K-pop e dei loro contratti da schiavitù. Queste etichette sono, a loro volta, possedute e controllate dalla stessa elite globale che possiede le etichette americane e britanniche e le relative pop star. In questo contesto, sarebbe così sorprendente che i video di musica K-Pop mostrino i loro protagonisti sottomettersi ad un potere totalitario?

Il video di “Sixth Sense” della popolare girl band “Brown Eyed Girl”, non poteva meglio rappresentare il controllo dell’elite sui mezzi di comunicazione e di intrattenimento. Più di una semplice carrellata di simbolismo degli Illuminati, il video presenta il sistema attraverso cui, figure popolari possono essere usate per comunicare un messaggio specifico incentivandolo attraverso il sesso e la musica. Ognuna delle membre del gruppo viene mostrata in una diversa posizione di sottomissione, che rappresenta i diversi modi con cui l’elite controlla le stars. Mentre Myrio, Narsha, Ga-In e Jea sembravano quasi ribellarsi ad uno stato di polizia, questo in realtà è la rappresentazione della cosiddetta “ribellione controllata” (guarda occupy wall street), che fa scattare la dialettica hegeliana. Sì, tutti questi complessi concetti si trovano nei video di queste stars K-Pop guardati e riguardati da bambini e adolescenti. Che vengano avvertiti o indottrinati del messaggio del video? Guarderemo ora il simbolismo del video e i messaggi che vuole trasmettere al pubblico.

LA PREMESSA DI SIXTH SENSE

Il video si svolge nel contesto di uno stato di polizia totalitario, in cui i media e le persone vengono strettamente controllati.

Il video inizia mostrando la polizia in tenuta antisommossa e alcune videocamere, immergendo quindi lo spettatore in uno stato di polizia controllato dal Grande Fratello.

Il regime è controllato da un figura mascherata chiamata “l’Assoluto” (secondo un’intervista con lo scrittore dei testi del gruppo), che potrebbe essere facilmente associata all’elite occulta “mascherata”.

L’Assoluto mentre osserva il suo esercito di poliziotti antisommossa. Ancora una volte un video musicale che abitua i giovani all’idea di uno stato di polizia oppressivo.

Sembra che vi siano alcune resistenze al regime dell’Assoluto cioè le Brown Eyed Girls. Vengono mostrate in opposizione ai poliziotti antisommossa e in contrasto all’oppressione dell’Assoluto. Come ultimo gesto di sfida, il gruppo inizia a cantare. Intonano canzoni sulla libertà e sui movimenti di liberazione? Quelle che tutti conoscono o quelle che verrebbe in mente di cantare in una situazione del genere? No, non proprio. Gli ascoltatori vengono sommersi dalle stesse sciocchezze pseudo-sessuali con le quali le normali canzoni pop ci intorpidiscono il cervello. Ecco una traduzione del primo verso:

Il tuo volto assetato comincia a bagnarsi
E la tua carne è sulla punta delle mie dita affilate

La bolla nello champagne esplode
Non c’è bisogno di preoccuparsi, l’amore è solo un gioco

Che cosa ha a che fare con la resistenza? Non molto. In realtà, la canzone parla dell’esatto opposto: non bisogna resistere ma cedere al “Sixth Sense”. Le B.E.G. sono veramente contro alla polizia anti-sommossa o sono in realtà dalla loro parte? La stella a sei punte sulle divise della polizia rappresenta il “sesto senso”….sembra quindi che stiano parlando della stessa cosa!

La polizia antisommossa indossa una stella con la punta rivolta verso il basso rossa, che simboleggia il sesto senso. Nel simbolismo occulto, i triangoli capovolti rappresentano la vulva, l’energia femminile e la riproduzione.

Cos’è esattamente il “sesto senso”? A giudicare dalle parole della canzone e dal simbolismo del video, è l’energia sessuale – gli istinti più elementari e primordiali degli esseri umani. E’ il modo più semplice per catturare e mantenere l’attenzione di un pubblico, viene poi utilizzato ad-nauseam nella musica pop per generare interesse nelle canzoni altrimenti insipide. Le belle ragazze possono rendere di tendenza idee come uno stato di polizia fascista. A livello esoterico, gli organi riproduttivi fanno parte del chakra di base, ciò può spiegare il motivo per cui nel video il “Sixth Sense” viene associato alla punta rivolta in basso dell’esafala. Mentre gli altri cinque sensi inviano informazioni al cervello per essere elaborate ed analizzate, l’impulso carnale negli esseri umani bypassa tutto questo e va a sollecitare i nostri bisogni primari. Per questo motivo, la sessualità può essere (con successo) usata, per vendere qualsiasi cosa, inclusi i video musicali.

All’inizio del brano, Ga-In immediatamente mette in evidenza il suo di triangolino rovesciato, cantando “Touch Touch”. Direi che è tutto quello che c’è bisogno di sapere sul “Sixth Sense”.

Le B.E.G. stanno quindi cantando quanto sia grande il “Sixth Sense”, di fronte ad uno squadrone di poliziotti anitisommosssa che indossa un simbolo rappresentante il sesto senso. Stanno davvero dalla stessa parte? E’ ancora presto per dirlo, ma il video prosegue mostrando i retroscene di ogni membro del gruppo. Nella narrazione del video, ognuno di loro è stato usato dall’Assoluto in modi diversi, ognuno dei quali rappresenta un aspetto del controllo degli Illuminati nel mondo dello spettacolo.

SFACCETTATURE DEL CONTROLLO DEGLI ILLUMINATI

Nel proseguo del video ogni elemento del B.E.G. viene mostrato in un contesto diverso, ma in una situazione simile: vengono tutte controllate e monitorate dall’Assoluto, costrette ad essere complici della sua agenda. Il personaggio interpretato da ogni membro rappresenta un aspetto del controllo degli Illuminati nel mondo dello spettacolo.


Miryo, la rapper del gruppo come la “messaggera”.

Miryo viene mostrata in piedi di fronte al lussuoso palazzo dell’Assoluto. E’ quindi una sua “proprietà” e parla per lui (la doppia “S” sul palazzo sta per sesto senso). Miryo sembra essere forte e sicura ma, con uno sguardo più approfondito, ci si rende conto che in realtà è controllata. E’ costretta a parlare ai microfoni (che rappresentano i media) e a trasmettere il messaggio dell’Assoluto. Questa immagine rappresenta il fatto che gli artisti vengono usati come portavoci dall’elite, che utilizzano la loro popolarità e carisma per recapitare i loro messaggi. Quando Miryo firmò il contratto discografico con la quale divenne una cantante professionista, divenne anche proprietà dell’elite.

Narsha qui rappresenta il controllo mentale e la programmazione sex kitten

Il personaggio di Narsha è molto animalesco, mentre sensualmente gattona a 4 zampe per la stanza. Indossa dei pants leopardati, che, come i lettori di questo sito sanno, rappresentano la programmazione beta/sex kitten (vedi l’articolo dal titolo Origini e tecniche del controllo mentale Monarch per avere maggiori informazioni). E’ anche circondata da gabbie per animali, a rappresentare la disumanizzazione e la prigionia degli schiavi del controllo mentale. Si dice che gli schiavi Mk vengano spesso rinchiusi in gabbie per creare dei traumi Nonostante il suo stato di cattività, Narsha sembra godere nell’essere guardata, allo stesso modo nel quale le Beta Kitten vengono programmate ad agire.

Narsha viene mostrata in contrapposizione ad un gatto che si aggira nei pressi del palazzo dell’élite, sottolineando l’associazione con la programmazione Kitten.

In un’intervista, il paroliere del gruppo Kim Eana, spiega il ruolo di Narsha:

“Narsha rappresenta il ‘sesto senso’ stesso e incarna i testi animaleschi della canzone. Poiché vi è il tema ricorrente di un ‘gatto della giungla’, venne detto a Narsha di comportarsi il più selvaggiamente possibile durante il video. Le luci dentro le gabbie sono torce, simbolo dell’essere costantemente guardato e osservato. La cosa curiosa è che il suo personaggio, anche se appare intimorito dall’idea, sembra allo stesso tempo godere nel venir osservato “.

Jea rappresenta il sacrificio

A prima vista, la scena con Jea sembra aver toni poetici, con il suo galleggiare nell’acqua e quant’altro. Con uno sguardo più approfondito, ci si accorge che è stata legata al pezzo di legno e lasciata a morire, in una rappresentazione vagamente simile a quella del cristo in croce. Ci rendiamo conto che la scena si svolge nella piscina del palazzo dell’élite. In altre parole, l’hanno messa lì per sacrificarla.

Jea, quindi, rappresenta il sacrificio rituale delle élite occulte. Più di semplici dipendenti, i personaggi pubblici che fanno parte del settore degli Illuminati a volte diventano parti riluttanti dei rituali degli Illuminati. Il paroliere del gruppo conferma che

“Jea rappresenta l’immagine del sacrificio. E’ legata ai rami dell’albero, un’idea che deriva dalla religione. Anche se la scena sembra bella da lontano, lo spettatore è in grado di vedere che Jea è stata bloccata e incatenata. “
     – Kim Eana

Ga – in la traditrice
Il personaggio di Ga-in sembra essere stato picchiato e umiliato dal regime dell’Assoluto, come pena per l’essere un traditore. Nella scena è legata ad una sedia, tra dei pilastri massonici. Rappresenta l'”esempio”, che mostra agli altri ciò che accade a chi tenta di andare contro all’Assoluto.
LA RIVOLTA
Ad un certo punto, tutto questo cantare e ballare fa irritare tutti provocando una sommossa/rivoluzione. Le BEG che, come mostrato in precedenza, venivano monitorare e controllate, diventano aggressive e ribelli (sempre e comunque nei limiti della loro programmazione). La polizia anti-sommossa sembra nutrirsi da questa energia ribellandosi a sua volta. Vengono mostrarti levarsi l’elmetto mentre si interrogano su se stessi. Questi soldati non sono semplici pedine, sono uomini giovani con emozioni e tutto ciò che ne consegue.

A quel punto, la maschera dell’Assoluto viene mostrata mentre cade in terra.

La maschera d’oro, che rappresenta l’elite nascosta e senza volto viene mostrata per terra, suggerendo agli spettatori che la rivolta abbia avuto successo.
La scena torna poi alla realtà e dimostra ancora una volta la polizia anti-sommossa che sta per caricare le BEG
Non c’è nessuna rivolta la polizia è lì dove dovrebbe essere
La ribellione incitata dalle ragazze è stata solo una grande fantasia immaginata dalle BEG e dall’esercito. Ora sono entrambi ripiombati nella dura e fredda realtà: non è possibile combattere l’Assoluto.
SIGNIFICATO DEL VIDEO
Con la scusa dell’intrattenimento, il video di Sixth Sense offre ai suoi spettatori una lezione piuttosto dura sul potere e sulla politica. Una analisi basilare della storia, che va a rispondere a semplici domande come “chi ha vinto la battaglia?” E “qual è la morale della storia?”, rivela che è l’elite che ha vinto e che la resistenza è inutile. In realtà, non c’è mai stata alcuna resistenza reale in quanto le BEG sono state manipolate per tutto il tempo dall’Assoluto. La rivolta non era altro che una mera illusione, dimostrando ai telespettatori che possono essere spinti a credere a tutto ciò che vedono.

Presentate come eroine del popolo, le B.E.G. vengono mostrate mentre incitano una rivolta vestendo i panni di agenti di liberazione. L’unica cosa però, che sono riuscite ad ottenere è una distrazione una fuga temporanea in un mondo pieno di gente coraggiosa e determinata, pronta a combattere per la libertà. Questo è ciò che i mass media compiono su base giornaliera: pongono al centro dell’attenzione artisti che sono, in apparenza, ribelli e senza compromessi, che però seguono comunque alla lettera l’ordine del giorno degli illuminati. In termini di teoria della comunicazione, gli spettatori sono sottoposti a una dialettica hegeliana, in cui vengono proposte una tesi e un’antitesi, fornendo una sintesi come soluzione, la quale altro non è che un avanzamento nell’ordine del giorno. Ecco una breve descrizione di come funziona:

    “Per l’elite del suo tempo e per l’élite monetaria di oggi, la dialettica hegeliana fornisce strumenti che consentono di manipolare la società.

    Per spostare il pubblico dal punto A al punto B, basta trovare un portavoce di un certo argomento e metterlo in una posizione di autorità. Esso costituisce il “punto 1”. Un altro portavoce viene posizionato al lato opposto della precedente tesi, a rappresentare il “Punto 2”.

    L’argomento A e B potranno essere poi utilizzati per manipolare una data discussione sociale. Se si vuole, per esempio, promuovere l’idea C, bisognerà semplicemente promuovere gli argomenti del “punto 1” (che tendono a promuovere l’idea C) più efficacemente rispetto agli argomenti del “punto 2”. In questo modo si verifica uno slittamento del “Punto 2”.  Alla fine, il “punto 2” occuperà la posizione originaria del “punto 1″. Gli argomenti'”anti-C” occupano ora le posizioni pro-C. In questo modo tutte le conversazioni sociali vengono spostate da, diciamo, un dibattito tra  “libero mercato contro socialismo” ad un dibattito sul grado di socialismo auspicabile.

    La dialettica hegeliana è una tecnica potente per influenzare le conversazioni di culture e nazioni, soprattutto se uno già controlla (è proprietario) di gran parte dei più importanti media. Si può allora, come l’élite monetaria tipicamente fa, sottolineare un argomento a spese degli altri, spostando di fatto la posizione del “punto 1” e del “punto 2. “
    – Daily Bell, dialettica hegeliana

Le pop star spesso rivestono il ruolo del “punto 2” nei loro video, il ricco simbolismo presente nel video però dimosta come esse stiano lavorando per un governo occulto.

La scena finale dal video di Beyoncé “Run the World (Girls)”, in un saluto alla polizia anti-sommossa. Mentre, in un primo momento, Beyonce sembrava essere a capo di una resistenza o un movimento di liberazione, questa scena finale dice agli spettatori che, indipendentemente da quello che hanno appena visto, lei obbedisce sempre agli ordini del potere. Come per “Sixth Sense”, il video enfatizza anche il potere della sessualità per controllare le masse con testi come “”My persuasion can build a nation/ Endless power, the love we can devour/ You’ll do anything for me.”
Sebbene le quattro componenti delle B.E.G. hanno dimostrato di essere un po’ ribelli, il nucleo del loro messaggio è stato che, alla fine, l’elite ha fatto comunicar loro ciò che voleva. L’appello di Sixth Sense si riferisce al concetto di spegnere qualsiasi funzione intellettiva e cognitiva, di “arrendersi” all’effetto ipnotico della lussuria nei mass media. E’ durante questo stato un po’ ipnotizzato e un po ‘eccitato che i messaggi possono raggiungere efficacemente il cervello dello spettatore con la massima efficacia.
CONCLUDENDO
Analizzando il messaggio politico di Sixth Sense, ci si dimentica che questo video si rivolge principalmente a bambini e adolescenti. Mentre ascoltano la musica e ammirano i loro idoli ballare, gli spettatori vengono esposti ad una forte lezione che si attacca alla loro mente subconscia: La resistenza è inutile. Ancora peggio, la resistenza non esiste neppure in quanto coloro che sembrano resistere sono solo altri pupazzi che portano avanti i piani dell’elite. Questi tipi di video esistevano sotto le dittature, ma vengono fatti oggi passare con il titolo di “intrattenimento”. Ottengono una massicia messa in onda su MTV e milioni di visite su YouTube. In realtà, nessuno è costretto a guardare questi video, ma sono comunque molto popolari. C’è una ragione per cui le persone volontariamente si sottopongono a questo tipo di propaganda d’élite? Sì. Questi video fanno appello al loro sesto senso … e alla gente questo piace.