Human Rights Watch: La Cina e` un pericolo per la liberta` globale

L’agenzia avverte di “un futuro distopico in cui nessuno è al di fuori della portata dei censori cinesi”

L’organizzazione non governativa Human Rights Watch ha avvertito mercoledì che se la Cina continua a non essere controllata, minaccia di schiavizzare l’intera popolazione mondiale e distruggere la liberta` cosi` come la conosciamo.

Nel suo rapporto annuale, il think tank ha avvertito che il governo comunista cinese sta usando la tecnologia, la censura e la repressione violenta in misura così efficace da minacciare di minare i diritti umani fondamentali per sempre.

“Pechino ha a lungo represso la critica interna. Ora il governo cinese sta cercando di estendere tale censura al resto del mondo “, ha concluso il rapporto di 652 pagine.

HRW ha dichiarato che la Cina è ora impegnata nell’attacco più intenso di sempre alla libertà e che il governo del presidente Xi Jinping sta eseguendo “l’oppressione più brutale e pervasiva che la Cina ha visto da decenni”, inclusa l’implementazione di un “sistema di sorveglianza da incubo” “Nella provincia dello Xinjiang”.

Il rapporto sottolinea come la Cina stia usando la sua potenza per mettere a tacere sistematicamente dissidenti politici, gruppi religiosi e minoranze etniche.

Il rapporto è così dannoso che Pechino ha vietato al direttore esecutivo di HRW, Kenneth Roth, di recarsi a Hong Kong per partecipare a un evento.

Il rapporto ha anche criticato l’ONU, altri paesi e le multinazionali per non aver fatto abbastanza per resistere alla Cina, accusandoli di essere “complici disponibili”, di “abilitare” la repressione e chiudere un occhio su “un futuro distopico in cui nessuno è al di fuori della portata dei censori cinesi. ”

“Lungi dall’essere respinto come un paria globale, il governo cinese è corteggiato in tutto il mondo, il suo presidente non eletto riceve trattamenti da tappeto rosso ovunque vada, e il paese ospita eventi prestigiosi, come le Olimpiadi invernali del 2022”, ha osservato Roth.

“L’obiettivo è quello di rappresentare la Cina come aperta, accogliente e potente, anche se si sta trasformando in una autocrazia sempre più spietata”, ha aggiunto.

“Mentre altri governi commettono gravi violazioni dei diritti umani, nessun altro governo flette i suoi muscoli politici con tale vigore e determinazione per minare le norme e le istituzioni internazionali sui diritti umani”, ha affermato Roth.

Il rapporto ha anche criticato gli Stati Uniti, ma ha ammesso che “l’amministrazione Trump è un governo che è stato disposto a resistere alla Cina”.

Gli avvertimenti arrivano mentre Trump continua a spingere per le restrizioni sulla tecnologia cinese, tra cui l’esclusione di Huawei Technologies dall’accordo commerciale e la messa a terra di oltre 1.000 droni civili, a causa dei timori di spionaggio perché usano la tecnologia cinese.

Continuano anche a emergere dettagli riguardo alle affermazioni di un ex appaltatore Microsoft anonimo secondo cui il governo cinese è in grado di accedere e ascoltare le conversazioni su Skype e l’audio di Cortana.

“I loro conti bancari esteri dovrebbero essere congelati. Dovrebbero temere di essere perseguiti per i loro crimini. ” Chiede il rapporto HRW.

“Le società cinesi che costruiscono e aiutano a gestire i campi di detenzione nello Xinjiang e qualsiasi azienda che sfrutti il ​​lavoro dei prigionieri o fornisca l’infrastruttura di sorveglianza e l’elaborazione di grandi quantità di dati, dovrebbe essere esposta e costretta a fermarsi”, conclude il rapporto.

Fonte

La polizia britannica chiude un occhio su una banda di stupratori musulmani per non “creare tensioni”

La polizia britannica a Manchester non è riuscita a fermare il network di uomini pakistani che stuprava dozzine di ragazze, nonostante sapesse ogni dettaglio dell’attivita, perche avrebbe potuto creare “tensioni nella comunità”.

In un altro scandalo che coinvolge prevalentemente uomini pakistani i quali hanno abusato sessualmente di ragazze bianche, un nuovo rapporto rivela che la polizia di Manchester “non è riuscita a intraprendere azioni appropriate più di 15 anni fa, nonostante avesse ottenuto i dettagli di quasi 100 “persone di interesse” che utilizzavano i ristornati take away come base per violentare e abusare bambini di eta` compresa tra gli 11 e i 17 anni nonostante il fatto che i colpevoli stessero operando “in bella vista”.

Tutte le vittime erano “giovani femmine bianche” di età compresa tra gli 11 e i 17 anni, mentre gli autori dei crimini erano tutti “quasi esclusivamente maschi adulti asiatici, molti dei quali associati ad attivita` di ristorazione asiatica”, secondo il rapporto.

L’operazione di polizia ha identificato 57 ragazze che erano state stuprate, tra cui una che era morta dopo che il suo aggressore le aveva iniettato eroina, ma il caso è stato chiuso nel 2005 e “pochissimi” criminali sono stati assicurati alla giustizia.

“Il rapporto include storie scioccanti”, riferisce Fox News. “Si dice che una bambina abbia supplicato i suoi accompagnatori di portarla via da Manchester perché era troppo coinvolta con uomini asiatici e che uno “le ha fatto fare cose che non voleva”. Un altra ha parlato di come fosse stata portata per case dove le venivano somministrate vodka ed eroina e veniva costretta a “fare qualunque cosa volessero che facesse”. Il rapporto rileva che i bambini non erano protetti da agenzie appropriate “.

Uno dei motivi per cui la polizia non è riuscita a intraprendere azioni adeguate e` stato il risultato delle preoccupazioni relative a possibili “tensioni della comunita`” perché gli uomini coinvolti erano “prevalentemente uomini asiatici adulti appartenenti a comunità etniche minoritarie locali nell’area”.

Anche un caso separato non correlato che coinvolgeva il popolo curdo aveva “creato tensioni comunitarie” e questi fattori “dovevano chiaramente essere considerati dal gruppo di pakistani”.

Alla polizia fu anche ordinato di cercare colpevoli bianchi per nascondere il fatto che la questione della banda di criminali fosse un problema musulmano / pakistano.

“Ci hanno detto di cercare altre etnie da accusare”, ha detto un ufficiale.

In altre parole, la polizia non è venuta in aiuto delle vittime di abusi sessuali, pur sapendo ogni dettaglio su questa attivita` illegale, in quanto le forze dell’ordine avevano paura di essere etichettate come razziste o xenofobe.

Ciò rispecchia altri casi simili in tutto il paese in cui giovani ragazze bianche sono state maltrattate e trafficate da uomini pakistani e del Bangladesh, come a Rotherham dove 1500 vittime, violentate e picchiate, sono state ignorate dalle autorita` a causa dei timori derivanti dal “politically correct”.

Le statistiche del think tank della Quilliam Foundation mostrano che l’84% dei governanti condannati nel Regno Unito sono uomini musulmani.

Ricorda; I liberali affermano che la correttezza politica è “solo essere gentile con le persone”, tuttavia negli anni il politically correct ha e sta generando mostri sempre piu` terribili.

Fonte

Un uomo di 45 anni, arrestato per pornografia infantile, sostiene di identificarsi in una bambina di 8 anni

Un uomo di 45 anni arrestato per possesso di pedopornografia si e` inventato una particolare e vergognosa difesa in tribunale; ha affermato di identificarsi in una bambina di 8 anni.

Di fronte ad una condanna a 20 anni di carcere, Joseph Gobrick ha detto a un giudice del Michigan che il primo emendamento gli avrebbe consentito di guardare pornografia infantile sul suo computer e che in realtà era una bambina di 8 anni, quindi non importava comunque .

“Sono sempre stata una bambina di 8 anni e anche nei miei disegni e fantasie sono sempre una bambina di 8 anni”, ha detto Gobrick.

Dopo che le sue affermazioni non hanno impressionato il giudice, Gobrick ha iniziato a dire che i suoi accusatori si stavano comportando come nazisti.

“Secondo la legge, Auschwitz era legale”, ha detto, sostenendo, “Quello che state facendo qui è sbagliato, proprio come ad Auschwitz”.

“Se Gobrick può identificarsi come femmina, perché non potrebbe identificarsi come una femmina di una qualunque eta`?”, Chiede Matt Walsh.

“Almeno un uomo che si sente un bambino può giustamente sottolineare che una volta era un bambino, e quindi ha una certa familiarita` con determinati atteggiamenti e sensazioni. Almeno ha senso, nel caso di alcune disabilità mentali, dire che un adulto “ha il cervello di un bambino”.

“Niente di tutto serve a giustificare le ignobili azioni di Gobrick, ma il mio punto è che il transageismo (cambiare eta` a piacimento) è in realtà più credibile e ha più senso del transgenderismo. Come quest’ultimo e` un frutto della fantasia, ma e` leggermente piu` credibile. L’età cambia, dopo tutto. Non sarò un uomo di 33 anni per sempre. Ma sarò un uomo per sempre. Se il mio sesso è una caratteristica fluida, quanto più sara` fluida la mia eta`? ”

Per come stanno andando le cose nella società occidentale, la scusa di Gobrick potrebbe essere accettata dai tribunali tra 5-10 anni.

Se Rachel Dolezal può identificarsi come nera e Caitlyn Jenner può identificarsi come una donna dopo essere stato uomo per 50 anni, perché no?

Fonte

Stephen King insultato dal gregge “woke” per aver detto che l’arte deve essere giudicata in base alla qualita`, non alla diversita`

L’autore Stephen King sta rischiando di essere cancellato dalla massa “woke” dopo aver detto che l’arte dovrebbe essere giudicata in base alla qualità, non alla “diversità” dei suoi creatori.

King stava rispondendo alla controversia secondo cui le nomination agli Oscar erano troppo “bianche” e a prevalenza “maschile”.

Vogue riporta che le scelte erano “una rappresentazione piuttosto scadente per … beh, chiunque non fosse un bianco etero”, lamentandosi del fatto che nessuna donna era stata nominata come miglior regista e che “zero interpreti di colore sono stati nominati nelle migliori categorie come attori e attrici non protagonisti “.

King ha risposto su Twitter osando suggerire che i potenziali vincitori dovrebbero essere giudicati in base ai loro meriti e non ai genitali o al colore della pelle.

“Come scrittore, mi è permesso di essere nominato in sole 3 categorie: Miglior film, Migliore sceneggiatura adattata e Migliore sceneggiatura originale”, ha twittato King.

Per aver osato suggerire che i film dovrebbero essere giudicati solo in base al fatto che siano ben fatti o no, King ha subito un contraccolpo immediato da parte degli utenti “woke” su Twitter.

“Quando i film creati da persone di colore, indipendentemente dalla qualità, vengono costantemente trascurati da istituzioni che sono prevalentemente costituite da uomini bianchi, possiamo affermare che vi sia un pregiudizio”, ha risposto Morgan Jerkins.

“Signore, con tutto il rispetto, come uomo bianco non hai il diritto di dirlo. Hai avuto più vantaggi e opportunità di una persona di colore. Sono stati ingiustamente bloccati in così tanti modi solo a causa della loro pelle colorata ”, ha twittato David Weissman.

“Con tutto il rispetto, temo che una meritocrazia potrebbe funzionare solo se il gioco non fosse truccato”, ha risposto Laura Lippman

Il contraccolpo inflitto dalla folla “woke” è particolarmente divertente dato che King asseconda loro il 99% delle volte con le sue infinite diatribe anti-Trump.

Ma il 99% non è abbastanza – a meno che non mostri una devozione totale al culto – verrai cancellato.

Fonte

 

 

Emerse nuove foto di Clinton nel “Lolita Express” di Epstein

Bill visto in posa con la “schiava sessuale”

È stato ben documentato che Bill Clinton ha volato sul jet privato del pedofilo Jeffrey Epstein circa 26 volte, ora sono emerse foto che mostrano l’ex presidente a bordo e in posa con una presunta schiava sessuale.

Le immagini, ottenute dal The Sun, mostrano Clinton che si rilassa sul cosiddetto “Lolita Express”, il Boeing 727 che si pensa sia stato usato per traffici sessuali.

In una foto, Clinton è in posa con Ghislaine Maxwell, la compagna di Epstein.

In un’altra foto, Clinton posa con il braccio attorno alla massaggiatrice Chauntae Davies, una delle cosiddette “schiave del sesso”.

Le immagini sono state scattate durante un viaggio in Africa del 2002 in connessione con la Clinton Foundation, secondo il rapporto.

Davies ha affermato di essere stata violentata e aggredita sessualmente per mano di Epstein, ma non ha accusato in tal senso Clinton.

Davies ha affermato che “Clinton e` stato un vero gentleman durante il viaggio. Lo vediamo sull’aereo con un sigaro in bocca, mentre gioca a carte “.

“Ho scritto sul mio diario che desideravo fosse di nuovo presidente. Era carismatico, divertente, gentile e simpatico.” ha aggiunto.

“Guardando queste immagini sorgono molte domande sul perché Bill Clinton stava usando l’aereo e su cosa Jeffrey volesse ottenere”, ha detto ai giornalisti.

Sebbene non ci siano prove incriminanti contenute nelle immagini e nessuna indicazione che Clinton fosse a conoscenza delle attività di Epstein, certamente aggiungono benzina alle teorie che puntano il dito sulla pedofilia dilagante tra l’elite.

Fonte

Il parco dei ghiacciai in Montana rimuove il cartello “I ghiacciai spariranno entro il 2020”

Il parco nazione dei ghiacciai del Montana è stato costretto a rimuovere i cartelli che indicavano che “i ghiacciai sarebbero spariti entro il 2020”, dopo che lo scenario da giorno del giudizio, descritto dai famigerati “scienziati del clima” non si e` avverato.

Alcuni dei cartelli erano già stati rimossi l’anno scorso, quando divenne chiaro che la previsione non si sarebbe compiuta.

Ora anche il resto dei cartelli dovrà essere rimosso.

La portavoce del Glacier National Park Gina Kurzmen “ha detto a MTN News che le ultime ricerche mostrano una riduzione, ma in un modo molto più complesso di quanto previsto. Per questo motivo, il parco dovra` aggiornare tutti i cartelli”, riferisce 8KPAX.

Alla fine degli anni ’90 e all’inizio degli anni 2000, gli scienziati predissero che il riscaldamento globale causato dall’uomo avrebbe provocato lo scioglimento dei ghiacciai, portando a un rapido aumento del livello del mare che avrebbe fatto affondare le città costiere.

Le previsioni più terribili si sono dimostrate totalmente inaccurate e alcuni ghiacciai stanno invece crescendo.

A giugno, la NASA ha riferito che il ghiacciaio Jakobshavn nella Groenlandia occidentale si era ispessito “crescendo per il terzo anno consecutivo”.

La previsione sui ghiacciai non e` l’unica previsione che gli allarmisti del riscaldamento globale hanno cannato in modo spettacolare.

Alla fine degli anni ’70, gli esperti del clima hanno affermato che stava arrivando una nuova era glaciale. Non è successo.

La previsione di Paul Erlich secondo cui centinaia di milioni di persone sarebbero morte di fame a causa del fallimento delle colture negli anni ’80 non è avvenuta.

La previsione del 2004 che le principali città europee sarebbero state sommerse dall’acqua e che la Gran Bretagna sarebbe precipitata in un clima siberiano entro il 2020 non è avvenuta.

Nemmeno l’avvertimento apocalittico di Al Gore secondo cui l’Artico avrebbe avuto estati senza ghiaccio entro il 2013 non è accaduto.

Forse dal momento che questi “esperti” sono stati sgamati più e più volte, dovremmo smettere di ascoltarli.

Fonte

Bayer/Monsanto: Assunto un lobbista “green” per dire che il roundup non e` cancerogeno e utile alla lotta contro i cambiamenti climatici

Mentre la Bayer sprofonda ulteriormente in una massa di cause incentrate sul suo micidiale erbicida Roundup, la società sta cercando di cambiare immagine assumendo un apostata del Partito Verde che e` determinato a spingere il roundup come antidoto al cambiamento climatico.


La società, afflitta da azioni legali di clienti colpiti da cancro, sin dall’acquisizione della Monsanto lo scorso anno, ha assunto l’ex deputato tedesco del Partito Verde Matthias Berninger come vice presidente senior per gli affari pubblici e governativi a gennaio. L’ex ambientalista non ha perso tempo elevando Bayer a risposta contro il cambiamento climatico. Spostando la discussione dagli effetti potenzialmente mortali di Roundup sugli esseri umani, Berninger e` apparso su svariati media per promuovere i benefici ambientali dell’erbicida.

Quali benefici ambientali?

“I dati dimostrano” che il glifosato – la sostanza chimica principale di Roundup – fa bene al clima, Berninger ha detto all’outlet tedesca Handelsblatt la scorsa settimana, spiegando che sebbene “la produzione di glifosato sia esosa in termini di CO2”, il suo “uso fa risparmiare tre volte più CO2” rispetto a modalita` di coltivazione come aratro o trattore, un processo spiega, che emetterebbe CO2 attraverso i motori a combustione interna.

“Sarebbe un’illusione credere che l’agricoltura americana o brasiliana torni all’aratro”. Né l’agricoltura biologica sosterrebbe un mondo affamato di carne – per lui, l’umanità dovrebbe o espandere in modo drammatico i terreni agricoli a spese della biodiversità, o riporre fiducia nella scienza delle colture (Bayer).

I benefici del glifosato sono enormi sia per gli agricoltori che per l’ambiente.

Gli agricoltori colpiti da cancro dopo un uso prolungato di RoundUp potrebbero vedere la questione in modo diverso. Mentre un minor numero di esseri umani viventi significherebbe una minore impronta di carbonio per la specie e un minor numero di agricoltori viventi in particolare una riduzione delle emissioni prodotte dall’agricoltura, ci vorrebbe un vero sociopatico per chiamare “beneficio” una minore concorrenza di mercato per gli agricoltori i cui vicini sono deceduti per linfomi indotti dal Roundup. Non si sa se sia questo cio` che Berninger ha in mente quando descrive i nebulosi “benefici” del glifosato per gli agricoltori e il pianeta – nonostante abbia ripetutamente fatto riferimento a prove scientifiche riguardo le virtù del glifosato, l’ex politico è rimasto in silenzio quando interrogato sui presunti benefici che la chimica avrebbe sull’ambiente, insistendo semplicemente sul fatto che “autorità di regolamentazione indipendenti” hanno valutato il glifosato “sicuro in tutto il mondo per oltre 40 anni”.

Quali autorità indipendenti? In passato la Monsanto è stata sorpresa a scrivere recensioni “indipendenti” per pubblicizzare la sicurezza dei suoi prodotti. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che il glifosato era “probabilmente cancerogeno” nel 2015, mentre lo stato della California ha dichiarato la sostanza chimica “nota per causare il cancro” nel 2017. E la US Environmental Protection Agency, che ha recentemente ribadito che “il glifosato non è cancerogeno” nonostante i verdetti del tribunale dicano il contrario, e` praticamente affiliata alla Monsanto – anche scienziati precedentemente impiegati dall’agenzia, sostengono che abbia piegato le regole per dare il via libera al popolare erbicida. I regolatori non hanno valutato se il glifosato fosse tossico per le piante perché questo è lo scopo di un erbicida – in effetti, la Monsanto ha realizzato miliardi vendendo semi “predisposti per il roundup” geneticamente modificati in modo che gli agricoltori possano coltivare colture che non moriranno quando sono spruzzate con l’erbicida. Ci vorrebbe una seria ginnastica logica da parte di Berninger per dipingere questa assenza di condanna normativa come sigillo di approvazione.

Ma l’ex Verde vuole che il mondo sappia che Bayer è molto più del semplice glifosato. Sfruttando il “potenziale unico dell’azienda per aiutare a raggiungere gli obiettivi di sostenibilità delle Nazioni Unite”, Berninger ha lasciato intendere che “promuovendo la digitalizzazione globale dell’agricoltura”, la società potrebbe alla fine spostarsi verso l’uso di un minor numero di “prodotti per la protezione delle colture”. Ma non troppo pochi, ha sottolineato – “speriamo anche che i politici siano aperti all’approvazione della prossima generazione di prodotti per la protezione delle colture che sono efficaci in quantità ancora minori”.

“Non dobbiamo scusarci perche` abbiamo fatto i soldi”, Berninger – una volta il più giovane membro del Bundestag – ha detto all’inizio del mese al Kölner Stadt-Anzeiger, insistendo che Bayer potrebbe espiare i peccati ambientali passati attraverso il raggiungimento di “obiettivi di sostenibilità”. La presentazione di questi obiettivi sul suo sito Web dell’azienda è enormemente vaga, promettendo che la sostenibilità ambientale è una priorità (il suo CEO assumerà il titolo aggiuntivo di Chief Sustainability Officer a gennaio!) e promettendo che Bayer alla fine raggiungerà il 100% di carbon neutrality. La società si è inoltre impegnata a fornire a 100 milioni di “piccoli agricoltori nei paesi a basso e medio reddito” soluzioni “olistiche” per “coltivare i raccolti in modo più sostenibile” aumentando sia i raccolti che i redditi.

Quest’ultima parte sembra piuttosto nobile, ma bisogna chiedersi: come si adattano i prodotti agrochimici (carbon neutral) ai metodi di coltivazione olistici o sostenibili? Tra i piccoli agricoltori indiani, dove la Monsanto è stata incolpata di centinaia di migliaia di suicidi innescati da debiti dovuti all’alto prezzo dei semi e dei pesticidi dell’azienda, al Brasile, dove l’azienda fa terno raccogliendo royalties dalla vendita di colture coltivate con i suoi semi fortemente regolati, con gli agricoltori che si stanno sforzando di allontanarsi dai prodotti Monsanto. Bayer potrebbe pensare che la sua assistenza “aiuterà più persone a prosperare all’interno dei confini planetari”, ma anche i suoi PR sono consapevoli che il nome Monsanto è tossico quanto i suoi prodotti – “le partnership con organizzazioni pubbliche, private e locali sono fondamentali per affrontare i bisogni dei piccoli agricoltori in modo olistico “, Ammette.

Sotto la direzione di Berninger, Bayer si e` unita ad un’alleanza di oltre 200 aziende chiamata la coalizione brasiliana per il clima, la foresta e l’agricoltura, concentrandosi sulla foresta amazzonica (forse per distrarre dai mormori di malcontento tra gli agricoltori brasiliani, che il mese scorso hanno perso $ 2 miliardi dopo che un tribunale ha annullato una sentenza contro Monsanto). Questo gruppo eterogeneo ha fatto appello al governo brasiliano per gestire la crisi dell’Amazzonia, sostenendo che circa il 90 percento del disboscamento è illegale. Tuttavia, Bayer non è lontanamente interessata a porre fine all’abbattimento della foresta pluviale per far posto alla coltivazione di soia che alimenta il consumo globale di carne. Secondo Berninger, il ruolo di Bayer sara` quello di guida all'”innovazione” e all'”intensificazione sostenibile” – vale a dire alla coltivazione di più semi di soia per ettaro sui territori della foresta pluviale, presumibilmente con l’aiuto del glifosato, nella speranza che alla fine sia necessaria meno terra.

Le foreste pluviali non sono l’unica cosa che Bayer ha promesso di salvare con i suoi metodi “particolari”. Dopo essere stata sorpresa a finanziare segretamente due studi tedeschi sul glifosato in ottobre, la società ha annunciato una campagna per la trasparenza delle attività di lobby. Berninger da allora ha chiesto una legge sulla trasparenza della lobby “come quella che esiste negli Stati Uniti” – il paese in cui il lobbismo è disastrosamente sregolato.

Fonte

L’Iran si rifiuta di consegnare la scatola nera dell’aereo che e` caduto a Teheran

L’Iran si rifiuta di consegnare i dati della scatola nera del Boeing 737 che si e` schiantato su Teheran, poiché si ipotizza che l’aereo sia stato abbattuto da un missile iraniano.

Il jet dell’Ukraine International Airlines è caduto mercoledì, uccidendo tutti i 167 passeggeri e i nove membri dell’equipaggio. La maggior parte dei passeggeri proveniva dall’Iran e dal Canada. L’incidente è avvenuto poche ore dopo che l’Iran ha attaccato due basi aeree statunitensi in Iraq.

Secondo la compagnia, il Boeing 737-800 era uno dei migliori aerei della flotta, era “in ottime condizioni” e aveva subito una manutenzione programmata solo due giorni prima dell’incidente.

I piloti e l’equipaggio di volo sono stati descritti come altamente esperti e competenti, con il direttore di volo UIA Ihor Sosnovsky che ha affermato: “Data la loro esperienza, è molto difficile dire che qualcosa e` andato storto.”

Al Hadath Dubai News ha riferito che l’aereo era stato abbattuto da un missile, twittando: “I dati sulla velocità dell’aereo ucraino hanno subito una brusca frenata all’improvviso, il che significa che è esploso”, e ” dalle Immagini preliminari dell’aereo ucraino si sospetta che sia stato colpito da un missile iraniano “.

Ora l’Iran si rifiuta di consegnare i dati vitali della scatola nera dall’aeromobile, suggerendo che stanno cercando di supervisionare le indagini.

“L’Iran afferma che non consegnerà la scatola nera dell’aereo precipitato alla Boeing”, riporta lo Spectator Index.

“La possibilità di un attacco terroristico o di un attacco missilistico può attualmente essere esclusa”, ha detto l’ambasciata ucraina a Teheran, ribaltando una precedente dichiarazione non verificata che l’aereo è caduto a causa di “un’avaria del motore”.

La speculazione che l’aereo sia stato abbattuto da un missile iraniano è dilagante.

Le immagini sembrano mostrare danni da schegge su ali e fusoliera dell’aeromobile.

“I relitti dell’aereo sono molti, il che significa che c’è stato un forte impatto sul terreno o qualcosa è successo il cielo”, ha detto alla BBC l’analista dell’aviazione Todd Cu

 

Gli utenti di Twitter hanno sottolineato che la piattaforma di lancio del missile iraniano Malard è direttamente sulla traiettoria di volo dell’aereo.

“Un guasto al motore / incendio non permetterebbe a questo aereo di continuare a salire di 2800 piedi / minuto a 318 miglia all’ora “, ha affermato un altro utente.

 

“Gli aerei di linea non cadono tutti i giorni. Quindi quali sono le probabilità che questo aereo di linea prenda fuoco in cielo 4 ore dopo che l’Iran ha lanciato una dozzina di missili balistici in Iraq? ”, Ha chiesto un commentatore.

Se si scopre che l’Iran ha abbattuto accidentalmente un aereo passeggeri principalmente pieno dei suoi stessi cittadini, ciò non solo rappresenterà una tragica catastrofe, ma un totale imbarazzo.

Fonte

Il CAPPIO di Epstein contraddice la versione ufficiale sul suo “suicidio”

Il cappio non mostra segni di sangue e non e` stato tagliato con una forbice.

La prima immagine del cappio che Jeffrey Epstein avrebbe utilizzato per impiccarsi contraddice la storia ufficiale del suo presunto “suicidio”.

Un’immagine del cappio è stata trasmessa da CBS News ieri sera.

“Le prove forensi rilasciate finora, inclusa l’autopsia, indicano che si sia trattato di un omicidio … [ma] non formulero` un’opinione finale, fino a quando tutte le prove non saranno presenti.”

Il Dr. Michael Baden, un rinomato patologo forense, sta indagando sulla morte per conto del fratello di Epstein. pic.twitter.com/rVO73WhH5P

– 60 minutes (@ 60 minutes) 6 gennaio 2020

Mostra un panno pulito senza nessuna macchia di sangue nonostante il collo di Epstein fosse insanguinato.

Il cappio è anche orlato alle due estremità, non vi e` alcun segno di taglio, contraddicendo la spiegazione ufficiale secondo la quale la guardia carceraria lo avrebbe tagliato per sistemare il corpo di Epstein.

“Le guardie normalmente, e specialmente in una prigione, non dovrebbero spostare un cadavere.”

Il protocollo della prigione federale non è stato seguito dopo che Jeffrey Epstein è stato trovato privo di conoscenza nella sua cella. https://t.co/uhobs7dnNn pic.twitter.com/dwVI3TFjcK

– 60 minutes (@ 60 minutes) 6 gennaio 2020

“Sembra che nessuno lo abbia sfiorato con le forbici”, ha detto Sharyn Alfonsi di 60 minutes.

“La domanda e`: si tratta del cappio giusto?”

Il dottor Michael Baden, il patologo forense che ha osservato l’autopsia di Epstein per conto del fratello di Epstein Mark, continua ad affermare che Epstein è stato assassinato.

Le circostanze in cui Jeffrey Epstein e` stato messo sotto la protezione del suicide watch dopo un presunto tentativo di togliersi la vita sono in discussione. Epstein disse ai suoi avvocati che non aveva tentato di suicidarsi, ma che fu attaccato da un compagno di cella. https://t.co/WPETR6hWZl   pic.twitter.com/3e8Zbiydkz

– 60 minutes (@ 60 minutes) 6 gennaio 2020

“Ci sono state fratture della cartilagine tiroidea destra e sinistra e dell’osso ioide sinistro”, ha detto Baden. “Non ho mai visto tre fratture come questa in un’impiccagione suicida.”

“Ci sono state oltre mille impiccagioni suicide nelle carceri dello stato di New York City negli ultimi 40-50 anni, nessuno ha avuto quelle tre fratture”, ha aggiunto.

Rimangono altre domande senza risposta; Perché Epstein è stato tolto dal suicide watch? Perché le sue guardie carcerarie non sono riuscite a tenerlo sotto controllo e perché le telecamere di sorveglianza che riprendevano la sua cella si sono rotte?

“Non ho mai visto tre fratture come questa in un’impiccagione suicida.”

Il Dr. Michael Baden espone le ragioni forensi per cui è scettico sulla sentenza del medico legale riguardo al fatto che Jeffrey Epstein si è ucciso. ** Questo video contiene immagini grafiche. ** https://t.co/rZDRtPchod pic.twitter.com/sAkIch7sBF

– 60 minutes (@ 60 minutes) 6 gennaio 2020

Australia: 200 persone arrestate per gli incendi boschivi che hanno devastato il paese

Le autorità australiane hanno arrestato circa 200 persone per aver deliberatamente appiccato il fuoco che ha provocato gli incendi che stanno devastando il paese, ma i media e le celebrità continuano a incolpare i “cambiamenti climatici” per il disastro.

Gli incendi hanno causato almeno 18 morti, distrutto migliaia di case, milioni di ettari di terra e ucciso centinaia di milioni di animali.

Un totale di 183 persone sono state arrestate dalla polizia nel Queensland, nel Nuovo Galles del Sud, a Victoria, nell’Australia meridionale e in Tasmania per aver acceso incendi negli ultimi mesi, dati ottenuti dall’agenzia di stampa AAP.

Nel Nuovo Galles del Sud, 24 persone sono state arrestate per incendio doloso, rischiando una pena detentiva fino a 25 anni.

Nel Queensland, la polizia ha concluso che 103 degli incendi erano stati deliberatamente accesi, da 98 persone, 67 delle quali minorenni, identificate come colpevoli.

“Il fatto che la natura degli incendi che devastano l’Australia ogni estate sia dolosa è ben noto e ben documentato, con il tasso di incendi appiccati deliberatamente in rapido aumento durante il periodo delle vacanze scolastiche”, riferisce Simon Kent di Breitbart.

Circa l’85% degli incendi boschivi è causato da esseri umani che li appiccano deliberatamente o accidentalmente, secondo il dott. Paul Read, condirettore del National Center for Research of Bushfire and Arson.

 

Le nuove politiche ambientali che limitano la “combustione controllata”, in cui i proprietari di terreni bruciano le zone piu` facilmente infiammabili nei mesi più freddi in modo controllato cosi` da non contribuire agli incendi boschivi, hanno anche aggravato il problema.

Il fatto che gli incendi boschivi siano stati deliberatamente iniziati e non abbiano nulla a che fare con i cambiamenti climatici causati dall’uomo non ha impedito che quest’ultima fosse la narrativa dominante.

La scorsa settimana, Bernie Sanders ha incolpato coloro che “stavano ritardando l’azione sui cambiamenti climatici” per “il cielo rosso sangue e l’aria irrespirabile in Australia”.

Le celebrità a cui piace mostrare quanto virtuose sono hanno spinto ovviamente il loro dogma climatico, ai Golden Globe ieri notte quando Cate Blanchett, nata in Australia, ha affermato: “Quando un paese affronta un disastro climatico, tutti affrontiamo un disastro climatico”.

Fonte