Archivi categoria: Hold it Against Me

Britney Spears: Controllo mentale e “Hold it against me”

Britney Spears è un’icona pop che incarna allo stesso tempo il fascino della fama e il lato distruttivo della stessa. Ha raggiunto le vette delle super-celebrità e i bassi delle umiliazione dei tabloid. Il suo comportamento erratico ha fatto nascere numerose questioni sulla sua stabilità mentale, ma la maggior parte della gente non è consapevole di un fatto molto importante: La Spears è il prodotto del controllo mentale degli Illuminati. In realtà, il video “Hold It Against Me” ritrae simbolicamente le manipolazioni e il controllo mentale che è stata costretta a subire. In questo articolo esamineremo gli eventi significativi nella vita di ​​Britney Spears e il significato nascosto del video “Hold It Against Me”.

Britney Spears è il prototipo della moderna pop star: giovane, sexy, controversa e completamente manipolata dall’industria dell’intrattenimento. Venne letteralmente curata fin dall’infanzia per diventare una pop star dal meglio dell’industria dell’intrattenimento. Dal primo impiego a 8 anni a Broadway, passando per il Mickey Mouse Club a 12, divenne una pop star di fama mondiale a 17 anni…Britney è veramente una “figlia dello spettacolo”. Oggi, la maggior parte della gente concorda sul fatto che è diventata una icona del pop. La rivista Rolling Stone ha scritto che Britney è “una delle cantanti più controverse e di successo del 21 ° secolo”, e “ha guidato la nascita del movimento giovanile pop del nuovo millennio”.

Nonostante i suoi sette album di successo e il suo status da icona del pop, la maggior parte di noi, non si ricorderà di Britney Spears per la musica, ma per il dramma che circonda la sua vita personale. E ‘stata infatti coinvolta in una lunga lista di polemiche e voci che riguardavano la sua vita amorosa, il suo passato, la sua verginità, l’uso di droghe, la sua stabilità mentale e anche le sue capacità genitoriali. Mentre alcuni ritengono che Britney meriti questo pubblico ludibrio a causa del fatto che è una cantante “priva di talento” e per il suo stile di vita decadente, altri vedono in Britney i classici sintomi di una giovane interprete che ha subito la devastante esperienza del controllo mentale e che ora ne sta pagando le conseguenze. Britney infatti porta con se molti dei classici sintomi di una vittima della programmazione Monarch. Inoltre, il video di “Hold It Against Me” contiene molti indizi visivi che suggeriscono la prigionia mentale di Britney. Noi, daremo un primo sguardo ad alcuni eventi significativi occorsi nella vita di Britney e di come essi siano connessi con il controllo mentale basato sul trauma, poi analizzeremo il significato occulto del video “Hold It Against Me”.

CRESCIUTA NELL’INDUSTRIA DELL’INTRATTENIMENTO DEGLI ILLUMINATI

Anche se è difficile determinare quali celebrità abbiano effettivamente subito un controllo mentale basato sul trauma, Britney Spears ne mostra i sintomi più evidenti. Cresce in una zona rurale della Louisiana, in una famiglia afflitta dall’abuso di sostanze e dalla violenza domestica, facendo di lei una candidata ideale per l’industria dell’intrattenimento. All’età di otto anni, Britney e sua madre Lynne si recano ad Atlanta per sostenere un provino del revival del Mickey Mouse Club nel 1990. Il direttore del casting, Matt Cassella, respinse la bambina a causa della giovane età, ma il suo contatto venne girato all’agente per talenti, Nancy Carson. Britney venne poi introdotta a ciò che Springmeier definisce “Il Network”. Si trasferì poi con la madre a New York e frequentò la Professional Performing Arts School. Poco dopo, ebbe una parte nel musical di Broadway, Ruthless! assieme ad un’altra “figlia” dell’industria dell’intrattenimento, Natalie Portman.

All’età di 13 anni, Britney venne finalmente lanciata nel Mickey Mouse Club della Disney diventando vittima del controllo mentale .

Britney Spears assieme agli altri elementi del Mickey Mouse Club. Nella foto si possono osservare altre future stelle: Christina Aguilera, Justin Timberlake e Ryan Gosling

Il Mickey Mouse Club è uno dei tanti progetti della Disney che mira a reclutare e plasmare giovani stelle. La corporazione intende, ovviamente, fare soldi investendo su questi giovani, ma c’è anche un lato molto più sinistro che emerge. La Disney venne utilizzata dalle elite occulte fin dalla sua fondazione nel 1930 e lavorò a stretto contatto con il governo in numerose occasioni. La Disney venne assunta dal governo per produrre numerosi film di propaganda e Walt Disney stesso partecipò a progetti segreti della CIA. Secondo alcuni ricercatori, Disney faceva parte del programma MK-ULTRA della CIA: le sue proprietà sono state utilizzate per esperimenti di controllo mentale e molti dei suoi prodotti erano intrisi di simbolismo e di “attivatori” del controllo mentale.

“Questo autore teorizza che la ragione per la quale l’FBI e la CIA siano stati così attenti nel non far trapelare che Walt Disney lavorò per il governo, è che “Il Network” sa che l’FBI e la CIA fecero squadra per procurarsi i bambini destinati al controllo mentale. Poichè Disney e Disneyland hanno giocato un ruolo enorme nel controllo mentale, il collegamento tra la Disney e i suddetti, anche se in superficie appare come qualcosa di insignificante, nasconde un terribile segreto. “
Fritz Springmeier, Deeper Insights Into the Illuminati Formula

“Molti dei film Disney vengono utilizzati per la programmazione e alcuni script della Disney, pensati appositamente per gli schiavi Monarch. In Peter Pan è possibile utilizzare la nave come “attivatrice” della programmazione. La programmazione satanica può utilizzare i castelli. Avvengono un numero impressionante di programmazioni – specchio a Disneyland e a Disneyworld. Vi è anche la programmazione Magic Mountain, la programmazione di Around the World Dolls, e della sua sigla. Alcune delle programmazioni all’interno del Mago di Oz e di Cenerentola vennero attuate, nelle rappresentazioni a Disneyland, attraverso i costumi. Bambini in età preverbale vengono scritturati dalla Disney per prepararli agli script. “
– Fritz Springmeier, The Illuminati Formula to Create a Mind Control Slave

Il coinvolgimento della Disney nel controllo mentale si riflette anche nel Mickey Mouse Club e il marchio di fabbrica, cioè le orecchie da topolino, è diventato un simbolo del controllo mentale.

“Nel 1955, Walt Disney creò il personaggio dei cartoni animati, Mickey Mouse, costituendo un vero e proprio fan club -il Mickey Mouse Club- mandato in onda per 5 giorni alla settimana, proprio quando i bambini tornavano da scuola. Ventiquattro bambini chiamati Mouseketeers dovevano aiutare Mickey, ballando, cantando e realizzando delle scenette. Il Mickey Mouse Club adorava l’unico, piccolo, grazioso cappellino di Mickey Mouse con le grandi orecchie montate su ciascun lato del berretto. Negli anni 50, la maggior parte dei piccoli ascoltatori voleva le famigerate “Orecchie da topolino” e diventare un Mouseketeer, soprattutto i bambini che ricevevano gli script della programmazione mentale.
– Springmeier, op. Cit.

Una volta diventato Mouseketeer, rimani per sempre Mouseketeer

Secondo il programmatore “ex-illuminato”, Svali, molti dei cantanti pop vengono utilizzati dagli Illuminati, per promuovere i loro messaggi e perpetuare l’idea del controllo mentale. In un’intervista, Britney Spears e il Mickey Mouse Club vengono specificamente menzionati:

“Credo che Britney Spears, e altri vengano utilizzati dagli Illuminati per cantare i testi che a quest’ultimi piacciono. (…) In effetti, molte delle maggiori pop star provengono da un passato nel “Mickey Mouse Club” e sono convinto che in cambio del successo abbiano garantito la loro fedeltà a queste associazioni. “
– “Exclusive Interview with an Ex-Illuminati Programmer/Trainer” Fonte

PROGRAMMAZIONE SEX KITTEN

Nel 1998, la Spears firmò con la Jive Records e pubblicò il suo primo album da solista … Baby One More Time. Come nel caso di quasi tutte le star adolescenti della Disney, l’immagine di Britney si è concentrata su una miscela tra innocenza infantile e sessualità – la sessualizzazione dell’infanzia è ormai un tema ricorrente nella cultura pop. E’ anche l’obiettivo delle Sex Kitten (coloro che hanno subito programmazione beta) essero dipinte mediaticamente come sex symbol dei teen agers. Nel suo primo video, Britney è vestita come una ragazza della scuola cattolica, mentre canta un testo sessualmente molto carico: “hit me baby one more time“. Alcuni dei suoi primi photoshoots hanno sfruttato lo stesso tema, provocando polemiche.

Una cover del magazine Rolling Stone Nella sua prima copertina, Britney posa in un abito sexy e stringe una bambola dei Teletubbies. L’AFA disse che è “una miscela preoccupante tra innocenza infantile e sessualità adulta”.

Una foto di Dave Lachapelle (non estraneo al simbolismo del controllo mentale) miscela innocenza e sesssualità. Le molte bambole rappresentano anche il riferimento alla programmazione Monarch e alle molteplici personalità.

Per quanto riguarda la foto qui sopra, Britney (che aveva 16 anni all’epoca) sostenne che Lachapelle la avesse ingannata:

“La sexy superstar Britney Spears è contenta delle foto sexy scattatele da David LaChapelle per la rivista Rolling Stone – ma insiste che il suo leggendario fotografo la abbia ingannata.

La ragazza aveva solo 16 anni quando LaChapelle la immortalò, nella sua camera da letto circondata da bambole, il prodotto finito diede adito a parecchie polemiche.

Ma Britney – che è ora fiera di quelle immagini – insiste sul fatto che non ebbe la minima idea, che tali scatti, alla fine, risultassero tanto provocanti.

La stessa afferma: “E’ arrivato ha fatto le foto ingannandomi. Sono venute veramente bene, ma non sapevo veramente cosa stessi facendo. E, per essere totalmente sincera con te, all’età di 16 anni, non le avrei mai fatte.

“Ero tornata nella mia camera da letto, indossando il mio piccolo maglione e David mi diceva: “Solleva il tuo magliore un pò di più.” Ero ingenua e non capivo, così immersa nel mio mondo di bambole.

“Ricordandomi del passato mi viene da dire, ‘Oh mio Dio, che diavolo è?’ Ha comunque fatto un ottimo lavoro nel ritrarmi in quel modo. ”
– Fonte

I tatuaggi sono spesso significativi nella programmazione Monarch. Uno dei primi tatuaggi di Britney Spears – è una farfalla (la Monarch è un tipo di farfalla), mentre lascia un vitigno – simboleggia lo schiavo che emerge dal sistema di lignaggio delle elite. I tatuaggi sono il modo preferito degli Illuminati per identificare gli schiavi Monarch (vedi il primo tatuaggio della ex-bambina Disney Vanessa Hudgens).

Il primo tatuaggio della Spears, una farfalla che lascia una vigna

“Va fatto un appunto, sul fatto che le agenzie di intelligence americane tatuano alcuni dei loro schiavi con farfalle Monarch blu, uccelli azzurri, o rose per fini di identificazione. (…) “.
– op cit. Springmeier.

Dopo un paio di album, dove è passata dal cantare “I’m not so innocent” ad “I’m a slave 4 U” (si può essere meno sottili?), Britney è diventata una donna adulta e una veterana del settore. La sua “consacrazione” nel settore degli Illuminati è stata celebrata da Madonna in una performance simbolica nel corso dei VMA del 2003, insieme alla collega Mouseketeer Christina Aguilera.

Vestite con abiti da sposa, Britney e Christina vengono sposate con “Hollywood” dall’Alta Sacerdotessa cabalistica, Madonna. Entrambe le stelle hanno tatuaggi ispirati alla Kabbalah.

ESAURIMENTO NERVOSO

E’ stato osservato, che anni di programmazione Monarch, spesso si traducono in un collasso nervoso all’età di 30 anni. L’abuso insopportabile che questi schiavi sono costretti a subire non può essere sostenuto per decenni, soprattutto quando si è sotto il costante controllo del pubblico. Le celebrità che fanno esperienza di questo tipo di vita quasi inevitabilmente soccombono grazie all’abuso di droghe e a comportamenti autodistruttivi. Quando la loro programmazione comincia a fallire, spesso muoiono in circostanze misteriose. Guardate la vita di schiavi della programmazione Monarch come Marilyn Monroe, Judy Garland e Anna Nicole Smith e certamente vedrete delle somiglianze. Speriamo che questo non accada alla Spears.

Britney nei panni di Marilyn Monroe (l’originale “sex kitten” dell’industria dell’intrattenimento). Le sue mani sono legate, a simboleggiare costrizione e mancanza di controllo. Si sarà ormai notato come la maggior parte delle Sex Kitten dell’industria dell’intrattenimento poseranno, o faranno riferimento, a Marilyn Monroe in un punto o nell’altro della loro carriera.

Negli ultimi anni, numerosi eventi che circondano Britney Spears hanno fatto emergere la discussione sul suo stato mentale. Molti episodi strani, documentati da varie fonti, indicano che Britney spesso presenta gli stessi sintomi di uno schiavo Monarch. Uno di loro è avere personalità multiple.

Gli schiavi Monarch sono addestrati a dissociarsi, e assumere nuove identità, ognuna delle quali con le proprie caratteristiche e addirittura con accenti diversi. Persone vicine a Britney hanno descritto questi sintomi precisi:

“Le fonti stanno dipingendo un quadro molto inquietante di Britney Spears, o di chi in realtà sia in un dato momento.

Ci è stata comunicata la questione sull’accento britannico – beh, è ben ​​più di un accento. Britney ha personalità multiple, tra cui,”la bambina britannica”, riprendendo lo stesso termine che le persone a lei vicino usano per definirla. Ci è stato detto che quando la Spears perde la personalità “britannica”, non ha assolutamente idea delle azioni svolte durante il tempo in cui ha assunto quella personalità.

Fonti dicono che Brit ha un certo numero di altre identità, può diventare: “la ragazza piagnucolosa, la diva, la ragazza incoerente”, e così via.

Fonti dicono che Britney abbia acquisito la personalità della “ragazza britannica” il giorno in cui non si è presentata a deporre e non ha alcun ricordo dell’evento. ”
– Fonte

E’ stato affermato che i recenti comportamenti bizzarri di Britney Spears possono essere ricondotti al disturbo di personalità multipla.

L’identità preferita della travagliata cantante sembra comprendere l’uso dell’accento britannico, ispirata dal suo ultimo fidanzato, il paparazzo, nato a Birmingham, Adnan Ghalib.

Fonti sostengono che la cantante, ventiseienne, sia affetta dal disturbo dissociativo di identità, che porta i malati a creare varie personalità dissociandosi dalla realtà.
– Fonte

Durante il periodo turbolento passato con Kevin Federline, emersero molti resoconti che riguardarono le sue tendenze suicide e la sua presunta bisessualità – altre caratteristiche di una Sex Kitten.

Probabilmente il momento più infame della vita pubblica di Britney è quando si rasò a zero i capelli. L’evento si verificò il giorno dopo che la star ammise di essere in riabilitazione (rehab) – “rehab”, spesso è una parola in codice per dire “programmazione”. Uno sguardo più in profondità mostra chiaramente i dettagli di questo incidente bizzarro mostrando tutti i segni di uno schiavo controllato mentalmente che cerca di liberarsi dal controllo del suo “handler”.

Britney mentre si rade i capelli

In un video girato da persone vicine a Britney, quest’ultima afferma di essere stanca di “avere cose inserite nella sua testa” e “di non voler essere toccata da nessuno”. Si sta per caso riferendo agli abusi dei suoi handler? L’atto radicale di Britney Spears di radersi la testa potrebbe essere un disperato tentativo di “liberarsi del suo vecchio se” e ricominciare da capo. A cosa fece riferimento, Britney, quando citò ” le cose ​​inserite nella sua testa”? Uno degli unici casi in cui qualcosa venga inserito nella testa di qualcuno è durante la terapia con gli elettroshock, una delle tecniche base della programmazione Monarch (anche se dovrebbe essere chiamata la tortura dell’elettroshock non la terapia).

Una donna mentre subisce la terapia dell’elettroshock. Usato ad alti livelli, l’elettroshock diventa un metodo di tortura che provoca un trauma negli schiavi della programmazione Monarch

“L’elettroshock viene utilizzato per creare la dissociazione da trauma durante la programmazione, e successivamente viene utilizzato per rimuovere i ricordi dopo che lo schiavo ha effettuato una missione, o per instillare la paura e l’obbedienza in uno schiavo riluttante. Gli schiavi generalmente portano i segni della tortura su tutto il corpo. Quando gli schiavi inizieranno un processo terapeutico di deprogrammazione recupereranno questi ricordi orribili, per non parlare di tanti altri ricordi dolorosi “.
– Springmeier, op. Cit

Nonostante i molteplici tentativi di Britney di liberarsi, è ancora sotto il controllo degli Illuminati. La prova della fedeltà di una celebrità spesso può essere trovata nelle sue opere. Le celebrità vengono effettivamente utilizzate per propagandare il simbolismo in materia di controllo mentale e di nascondere in bella vista il modus operandi degli Illuminati. Hold it Against Me è un altro esempio lampante di questa Agenda, il video infatti dipinge simbolicamente Britney, controllata mentalmente dall’industria dell’intrattenimento.

HOLD IT AGAINST ME

Hold it against Me venne diretto da Jonas Akerlund, regista di spicco per i video sul controllo mentale (vedi l’articolo Lady Gaga: Il significato occulto di Telephone). Non diversamente da Telephone, il video non ha assolutamente nulla a che fare con il testo della canzone. Mentre la canzone parla apparentemente del fare sesso con uno sconosciuto incontrato in un locale (promuovere la promiscuità tra gli adolescenti fa SEMPRE parte dell’Agenda), nel video non c’è il ragazzo, nessun club e il sesso non si vede. Vediamo solo Britney, intrappolata in un gigante incubo cilindirico modernista,collegata per via endovenosa a dei cavi mentre indossa un abito da sposa. Il video da al brano un altro significato: controllo mentale e i vari alter ego di Britney. E’ la classica storia dell’industria degli Illuminati, “Good Girl Gone Bad”, i simboli rituali e i codici di colore descritti negli articoli precedenti risultano del tutto evidenti.

Dispositivi ad alta tecnologia controllano e programmano Britney nella sua prigione mentale.

All’inizio del video, Britney viene inquadrata in una grande cilindro composto di monitor televisivi e videocamere. Questo spazio simboleggia la “prigione mediatica” di Britney. Come tutti gli schiavi del controllo mentale, è costantemente monitorata dai suoi handler utilizzando telecamere. Viene anche “programmata”, mentre sui monitor scorrono le immagini dei suoi vecchi video. E’ imprigionata rispetto al mondo esterno e può solo vedere le immagini che vengono trasmesse dai monitor, le immagini rappresentano lei, dal punto di vista dei suoi aguzzini (handler).

Britney indossa un abito bianco da sposa che allude all’aspetto rituale del video. L’abito bianco simboleggia la purezza e l’innocenza di Britney, all’inizio del processo. Questo, naturalmente, cambierà.

A sottolineare ulteriormente il controllo mentale di Britney, viene mostrata collegata per via endovenosa a dei cavi.

Britney collegata per via endovenosa a dei cavi

La terapia endovenosa è la somministrazione di sostanze direttamente in vena. E’ utilizzata negli ospedali per fornire farmaci, per fare trasfusioni di sangue e iniezioni letali. Viene anche usata nella programmazione Monarch.

“Quello che segue è una lista parziale di queste forme di tortura (basate sul trauma): (…)

16. Droghe per creare illusioni, confusione e amnesia, spesso somministrate per iniezione o per via endovenosa.
17. L’ingestione o l’iniezione per via endovenosa di sostanze chimiche tossiche per creare dolore o malattie, compresi gli agenti chemioterapici. “
– Ellen P. Lacter, Ph.D, Kinds of Torture Endured in Ritual Abuse and Trauma-Based Mind Control

“Se un alter ego fatica a cooperare quando vi si accede, può essere bloccato immediatamente, somministrandoli in seguito un farmaco ad azione rapida che induce l’ipnosi. Un farmaco che è stato importante per la programmazione è stato il Demerol, che viene somministrato per via endovenosa (e intravenosa). Ci vogliono circa 5-7 minuti perchè la sostanza abbia pieno effetto, il dosaggio può essere suddiviso affinchè l’effetto possa durare fino a fine sessione “.
– Springmeier, op. Cit.

Durante il ritornello della canzone, Britney levita magicamente.

Notare la testa semi nascosta del Baphometto, che enfatizza l’aspetto rituale occulto del video.

Nel video, avviene durante il ritornello la dissociazione di Britney infatti levita simbolicamente. Nel controllo mentale reale, lo schiavo dissociato avverte una sensazione di vertigine, come se stesse fluttuando. Le liriche del ritornello enfatizzano il concetto della fuga dalla realtà, o in altre parole, della dissociazione:

If I said my heart was beating loud
If we could escape the crowd somehow
If I said I want your body now
Would you hold it against me

Cause you feel like paradise
I need a vacation tonight
So if I said I want your body now
Would you hold it against me

A causa del dolore e del tormento vissuto dalla vittima del controllo mentale, la dissociazione fa “sentire come in paradiso”, proprio perchè lo schiavo cessa di sentire dolore fisico. Le vittime vengono incoraggiate dai loro “handler” a fuggire in un “luogo felice”. In altre parole, “hanno bisogno di una vacanza”.

Mentre Britney lievita, degli strani ballerini senza occhi emergono da sotto la gonna.

Strani esseri senza occhi appaiano dalla gonna di Britney

La mancanza di occhi di questi ballerini dà loro una qualità non umana. Rappresentano forse gli spiriti / demoni assegnati dagli “handler” durante i rituali occulti agli schiavi controllati mentalmente?

Dopo la scena di dissociazione, viene simbolicamente raffigurata la fase successiva della programmazione Monarch: la creazione di un alter ego. Questo accade in un grande rituale, molto confuso, nel quale l’abito verginale di Britney comincia a sporcarsi e a consumarsi.

Questa scena, di un occhio con 2 pupille viene mostrata per circa mezzo secondo. E’ comunque molto significante: rappresenta la presenza di 2 personalità nello stesso individuo

Un terrificante sorriso di Britney, giusto prima la trasformazione

Durante la fase successiva della canzone, dai cavi endovenosi di Britney comincia a fuoriuscire vernice colorata (al posto del sangue?) andando a sporcarle l’abito bianco e i monitor alle sue spalle mostrano le immagini della sua giovinezza.

Una Britney sporca e consumata

Mentre tutto cil accade, si sovrappone un’altra scena in cui due Britney stanno combattendo – una rappresentazione visiva di ciò che accade nella psiche dello schiavo: la battaglia tra due personalità.

Le due Britney mentre combattono, indossano diversi colori, a rappresentare la differente natura delle 2 personalità

Alla fine della battaglia, una nuova Britney emerge dal processo. Dalla pura e innocente Britney vestita con un abito da sposa bianco viene creata ua Sex kitten, che è la versione cattiva di Britney. E’ vestita con un completo BDSM in pelle e circondata da uomini che indossano delle maschere.

La nuova Britney

La trasformazione di Britney è completa sfruttando il metodo del “Good Girl Gone Bad attraverso il controllo mentale” – un tema che tutti le pop star femminili sembrano dover sperimentare. La metamorfosi rituale dalla purezza alla promiscuità viene ritratta da altre star tra cui Rihanna (Umbrella), Lady Gaga (Bad Romance), Christina Aguilera (Not Myself Tonight), Mariah Carey (It’s Like That) e molte altre. I giovani spettatori sono ancora testimoni di un altro rituale che è subliminale nascosto nei simboli e nei codici di colore.

CONCLUSIONE

Britney è, senza dubbio, una icona del pop moderna, che porta con se, sia il lato stimolante sia quello ripugnante della fama. Ha realizzato il suo sogno di diventare una cantante di successo, ma questo successo ha richiesto lei di entrare a far parte di un sistema occulto e manipolativo. Tra le molte stelle pop che promuovono l’agenda degli Illuminati sul controllo mentale, Britney rappresenta uno dei casi più eclatanti di controllo Monarch. Abbiamo analizzato alcuni degli eventi in cui Britney ha mostrato i tipici sintomi di uno schiavo controllato mentalmente, ma molti altri se ne sarebbero potuti aggiungere. Mentre è facile ridicolizzare il comportamento e il lavoro della pop star, molte persone non hanno assolutamente idea del dolore e del trauma che questa gente deve soffrire per starsene sotto i riflettori. Il motivo per cui alcune stelle sono in grado di rimanere popolari ed essere messe in onda è perché fanno parte del Sistema. Britney è parte di esso e, non credo che a questo punto le restino molte alternative. Come altre marionette dell’industria dell’intrattenimento, è anche costretta a ritrarre le proprie esperienze di controllo mentale nei suoi video.

Il video diretto da Akerlund Hold it Against Me raffigura simbolicamente il processo di controllo mentale e trasformazione occulto in modo semi-subliminale. L’uso costante di questo concetto nella cultura pop ha molti obiettivi, tra cui: istupidire gli spettatori con il simbolismo di questo sistema, costringendo gli interpreti a passare attraverso dei mega-rituali di fronte a milioni di spettatori, nascondendo così in piena vista la vera natura dell’industria dell’intrattenimento. Secondo la filosofia occulta degli Illuminati, è loro dovere karmico rivelare le loro azioni (che sia in maniera subliminale o meno): nascondere e rivelare è il loro gioco.

I critici di Hold it Against Me dicono che “Britney non sembra essere coinvolta nel video e non sembra che si stia divertendo”. Ti divertiresti a portare in scena un trauma che stai subendo da gran parte della tua vita?

Fonte

Annunci