Archivi categoria: Parnassus

Illuminati: Heath Ledger

In questo blog si è già parlato di Heath Ledger, soprattutto per quanto riguarda i suoi ultimi film e la sua misteriosa dipartita. Vorrei, in questo articolo, approfondire ulteriormente il tema Heath Ledger, mostrandovi in dettaglio la sua paternship con gli Illuminati….bene partiamo subito:

IL VIDEO DI CAUSE AND EFFECT

Cercando nel web ho scoperto che Ledger è stato il regista del seguente video di Cause And Effect. Ovviamente il video è intriso del solito simbolismo occhio che tutto vede, contrasto duale tra nero / bianco (+ rosso fuoco / sangue), il trucco simbolico / maschere e roba simile. Diresse il video ‘Cause and Effect’ (dal nome abbastanza dualistico di per se) per i londinesi ‘No Fixed Abode‘ poco prima di diventare il ‘Joker’ nel cavaliere oscuro per scomparire prematuramente durante le riprese del film strasimbolico Parnassus l’uomo che voleva ingannare il diavolo

MODEST MOUSE

“Il video diretto per Modest Mouse è meno simbolico, perché serve a trasmettere un messaggio politico (il video è contro la caccia alle balene) ci sono comunque dei momenti di simbolismo abbastanza distinti (come il sole che tramonta definitivamente dopo aver simbolicamente mostrato un solo occhio [occhio di Horus / Ra /]. Nel video i ruoli si invertono così le balene agiscono come gli esseri umani scuoiandoli prima di trasformarli in cibo per i loro leoni di mare domestici.”

IL CAPITOLO DEL CAVALIERE OSCURO

MKULTRA

“Notare la camicia a tema esagonale di Ledger (l’esagono dà l’illusione del cubo, simbolismo simile a The Bones + risonanza del sigillo di Salomone).”

Vetri in frantumi, il cerchio, il pipistrello, l’ascia, la luce.

Il film inizia con la telecamera in movimento verso un edificio di vetro, con le finestre che creano un modello a griglia (personalità multiple), una di queste finestre di vetro va in frantumi poichè un uomo mascherato armato di una pistola a forma fallica spara contro la vetrata. Vediamo allora Heath Ledger per la prima volta (di cui non si conosce ancora l’identità perchè mascherato) mentre trasporta una sacca rettangolare/cuboide e una maschera (multipersonalità). Entrano nella banca (GNB = 23) il Joker vuole rubare (tutti i suoi scagnozzi vengono fatti fuori senza pensarci due volte), la banca ha il pavimento con pattern a scacchiera bianco nero, come ci si aspetterebbe dalla nuova era del palese lavaggio del cervello massonico.

Il film prosegue, con il tizio di Prison Break che inizia ad aprire il fuoco con un fucile da caccia, colpendo assurdamente le finestre davanti a lui (non sarebbe stato più sensato sparare un colpo pulito?) Ciò si va ad aggiungere al già presente simbolismo dei vetri infranti (frammentazione mentale). Il direttore viene buttato a terra e il joker comincia a porli domande sulla moralità dei ladri (da sottolineare, il joker e il suo folle anarchismo sono attraenti) in questo momento Ledger si toglie la maschera, solo per rivelarne un altra, l’ormai famigerata faccia truccata del joker. Appena se la leva cita Nietzsche dicendo (dopo il tizio PB chiede “perché?”) “Quello che non ti uccide ti rende semplicemente … diverso “. Appena prima di questo, uno scuolabus giallo (con il segnale dello stop ottagonale) va a colpire la porta frontale in vetro che agginge altra simbologia della frammentazione, fugge poi con lo stesso veicolo.

WHY SO SERIOUS?

“Why So Serious?” è un riferimento ad un reale omicidio/sacrificio rituale: Il corpo di Elizabeth Short (Probabile vittima dell’Mkultra) venne ritrovato il 15 gennaio 1947, in un terreno abbandonato nel Leimert Park, Los Angeles, gravemente mutilato, tagliato a metà [divisa in due!], dissanguata [ in un rituale del sangue]. Il suo viso venne sfigurato dagli angoli della bocca verso le orecchie (come il Joker), ed era riposto con le mani sopra la testa e i gomiti piegati ad angolo retto. (fa tutto parte del rituale)]

IL RECLUTAMENTO

Il Joker tenta di reclutare altri truffatori per la sua causa, finge di essere morto, all’interno di un sacco nero e infine racconta una storia interessante su un pavimento a pattern bianco/nero massonico (trascritto di seguito).

“Vuoi sapere come ho avuto queste cicatrici? … Mio padre era un bevitore e un demonio. Poi, una notte era più folle del solito, Mamma prende il coltello da cucina per difendersi. Questo non li piace…neppure un pò, allora mi guarda, mentre prende il coltello dalle mani di mia madre, si gira verso di me e dice: “Perchè sei così triste?” si avvicina a me con il coltello .. . “Perchè sei così triste?” Mi infila la lama in bocca e mi dice “Mettiamo un sorriso su questa faccia!”. Non so voi, ma a me questo sembra proprio il genere di torture alle quali un padre ubriacone e traumatizzante farebbe al proprio figlio, è il tipico abuso traumatico / confusione che le vittime del condizionamento mkultra hanno vissuto I “Jokers” / “mostri” non nascono, le loro menti vengono plasmate da anni di abuso / programmazione.

LA VERSIONE “ALTERNATIVA”

Vi è anche una versione alternativa a come il Joker si sia procurato quelle ferite (che dimostra ancora una volta come le vittime del condizionamento basato sul trauma possiedano diverse “storie” riguardo a certi momenti traumatici della loro vita [programmazione con falsi ricordi]  [il che lì rende meno credibili, nonostante le evidenze fisiche del trauma]. In questa scena si vede la telecamera ruotare intondo ad entrambi (entrambi schiavi MK). “Ebbi una moglie, bella come te. Che mi diceva, che mi preoccupavo troppo. Che mi diceva, che dovevo sorridere di più . Giocava d’azzardo e si mise in brutte acque con gli strozzini. Un giorno la sfigurarono, e non avevamo i soldi per la chirurgia, non potevo sopportarlo. volevo solo vederla sorridere di nuovo, volevo solo che capisse che non mi interessava nulla delle sue cicatrici. Così, mi infilai il rasoio in bocca. .. e me le feci anche io. Sai una cosa? Lei non riuscì mai più a guardarmi! Se ne andò … ora vedo il lato buffo … ora sorrido sempre! ”

LEDGER E LE VARIE FRAMMENTAZIONI DELL’IO

Ci sono altre scene del film che sottolineano quanto sia frammentata la personalità del Joker (e di riflesso anche quella di Heath):

Spesso durante il film il Joker muove la lingua similmente ad una lucertola (parte della programmazione per creare l’aterego del joker)

Scatto simbolico della frammentazione (l’immagine nel film compare e scompare a scatti)

LA PIRAMIDE E L’OCCHIO CHE TUTTO VEDE

Il Joker nelle scene seguenti è in piedi su una piramide di denaro (ricordiamoci cosa c’è stampato sui dollari:)), questa parte del film è una metafora per descrivere il fatto che le marionette degli illuminati, che sembrano essere al vertice della piramide scivolino inesorabilmente da in cima, bruciando tutto quello che “apparentemente” avevano creato, anche se stessi (è proprio questo caso).
IL JOKER INFERMIERA
Dopo la scena della piramide di denaro in fiamme, il Joker si reca in ospedale dove appare in tenuta androgina (notare la parrucca metafora del controllo mentale) e fa un interessante discorso: “Sai cosa sono io? sono un cane che insegue auto, non saprei cosa fare se la raggiungessi. Le persone affette da condizionamento mkultra spesso compiono le loro azioni senza una base logico/razionale.
La mafia ha dei piani, i poliziotti hanno dei piani, Gordon ha dei piani. Sai, sono opportunisti … opportunisti che cercano di controllare i loro piccoli mondi. Non sono un opportunista, cerco di dimostrare come gli opportunisti siano patetici nei loro tentativi di controllare le cose …. Sono gli opportunisti che ti hanno messo dove sei adesso, eri anche tu un opportunista, avevi dei piani, guarda un pò adesso dove sei hahaha…. Nessuno va in panico quando le cose vanno secondo i piani, anche se il piano è orribile … Se dico ai giornali che un carico di soldati verrà fatto saltare in aria, nessuno va in panico, perché fa tutto parte del piano [il piano verso la realizzazione di un NWO]. Ma quando dico che un vecchio sindaco morirà, beh, allora tutti PERDONO LA TESTA. Introduci un po ‘di anarchia, SCONVOLGE L’ORDINE STABILITO e tutto diventa CHAOS … Sono un agente del caos … Oh, e la sai una cosa del CAOS? E’ equo.
Il Joker esce poi dall’edificio e lo fa saltare in aria (l’edificio demolito, è un riferimento all’11 settembre [e forse anche alla struttura psichica di Ledger, distrutta dall’interno], si noti il pattern a scacchiera rosso / bianco + le strisce pedonali + la stella a 6 punte  con all’interno 1 serpente caduceo).
L’APPESO
Heath e la carta dell’appeso hanno avuto un legame indissolubile (guarda anche in parnassus), nel film il joker viene inquadrato mentre si butta da un edificio, appeso a testa in giù. Sono riprese che disorientano lo spettatore dando ancor più l’idea della confusione mentale di Lodger. L’illuminazione in questa scena è stata impostata consapevolmente in modo che la faccia di Heath sia per metà illuminata e mezza in ombra (principalmente).
Qui il Joker sembra soffrire molto (l’ultima scena in cui si vede)
“Ho preso il cavaliere bianco di Gothman [Dent], e lo ho portato giù al nostro livello. Non è stato difficile, vedi la follia .. è come la gravità, basta una piccola spinta [programmazione] … AHAHAHAHAHAHAHAHA!”
Annunci

Illuminati: Il pavimento massonico

Il pavimento a scacchiera bianco e nero, fù presente nei templi fin dai tempi dell’antico Egitto. Più che un semplice elemento decorativo, il pavimento a mosaico porta con se un profondo significato esoterico. Oggi è uno dei simboli più riconoscibili della Massoneria ed è il pavimento rituale di ogni loggia massonica. Il pavimento è l’area dove avvengono le iniziazioni e “simboleggia la vita umana, una scacchiera dove bene e male si combattono di continuo”.

“Il pavimento a mosaico è un vecchio simbolo dell’Ordine. Lo si può trovare nei primi riti del secolo scorso. E’ classificato tra gli ornamenti della loggia insieme al fegio a dentelli e la stella fiammeggiante. Le sue pietre di due colori, bianco e nero, sono state prontamente e adeguatamente interpretate come simboli del male e del bene presenti nella vita umana. “1

Secondo i ricercatori dell’occulto, il pavimento a scacchi ha storicamente rappresentato la Casa dei Misteri e le sue origini si possono far risalire all’antico Egitto e ai riti dionisiaci.

“Il pavimento a scacchiera su cui sorge la moderna Loggia non è che la vecchia “tracing board” degli Architetti dionisiaci, e, mentre l’organizzazione segreta moderna non è più limitata a gilde di operai essa conserva ancora nei suoi simboli le dottrine metafisiche della società antica di cui è presumibilmente l’escrescenza “2.

Al grado di candidato apprendista, i pavimenti a mosaico rappresentano il piano terra del Tempio di Re Salomone. Nel racconto del Tempio di Re Salomone della Bibbia, viene descritto che il piano terra è composto da legno di pino o di abete, a seconda della traduzione della Bibbia (1 Ki 6:15).

Mentre la pavimentazione della maggior parte delle logge è costituita da un pattern a scacchi bianco e nero, i colori potrebbero variare leggermente in altre logge. Il pavimento al posto di essere formato da quadri, potrebbe essere composto di rombi.

Pavimento a mosaico della loggia della stella d’oriente

Pavimento con pattern a scacchiera all’interno di Notre Dame de Paris, una cattedrale costruita dai Cavalieri Templari, gli antenati spirituali dei massoni

“La Papessa”è la seconda carta dei tarocchi, un numero simbolico della dualità. Si noti il ​​simbolo dello Ying e dello Yang sul libro che regge in mano, rappresentante lo stesso principio dualistico del pavimento a mosaico.

LA DUALITA’

La giustapposizione di colori opposti sul pavimento a mosaico è una rappresentazione visiva di un principio importante nell’ermetismo: la dualità.

“Il pavimento, bianco e nero, simboleggia, il Bene e il Male principi del credo egiziano e persiano. E’ la guerra tra Michele e Satana, tra gli Dei e i Titani, tra Balder e Lok, tra luce e ombra, che è tenebra, tra il giorno e la notte, tra libertà e dispotismo, tra la libertà religiosa e i dogmi arbitrari di una Chiesa che pensa solo a chi la sostiene e il cui Pontefice afferma di essere infallibile, ed utilizza i decreti del suo Concilio per costituire un vangelo. “3

“Il pavimento, o base della Loggia, è una scacchiera di quadrati bianchi e neri, che denota la qualità duplice di tutto ciò che riguarda la vita terrestre e le basi fisiche della natura umana – il corpo mortale, i suoi appetiti e i suoi affetti. “La rete della nostra vita è formata da un gomitolo in cui bene e male sono intrecciati”, scriveva Shakespeare. Tutto il mondo materiale è caratterizzato da un inscindibile fusione tra bene e male, luce e ombra, gioia e dolore, positivi e negativi. Che cosa è bene per me può essere male per te, il piacere è generato dal dolore e degenera in ultima analisi, di nuovo nel dolore, ciò che è giusto fare in un momento può essere sbagliato il momento successivo, io sono intellettualmente esaltato, oggi e domani potrei essere confuso e depresso: Il dualismo di questi opposti ci governa in tutto, e faremo in esso esperienza fino al momento in cui, avendo imparato e superato positivamente la lezione, saremo pronti per l’avanzamento in una condizione più elevata dove il dualismo perderà senso e gli opposti cesseranno di essere percepiti come tali, ma si sarà realizzata in essi l’idea di unità. Per trovare quell’unità bisogna conoscere la pace che va oltre la comprensione che supera la nostra attuale esperienza, perché in essa l’oscurità e la luce sono uguali, ed i nostri attuali concetti di bene e male, gioia e dolore, sono trascesi e si trovano sublimati in una condizione che unisce entrambe le cose. Questa condizione viene rappresentata dal bordo frastagliato o tassellato che costeggia la pavimentazione a mosaico, come se la Presenza Divina e la Provvidenza circondassero e abbracciassero il nostro organismo temporale nel quale sono presenti gli opposti. “4

Inoltre, il pavimento a scacchi è rappresentativo della terra, del mondo materiale ed è contrasto dal soffitto, che è rappresentativo del cielo e della sfera spirituale.

“La copertura della Loggia viene rappresentata in netto contrasto con il suo pavimento bianco e nero e viene descritto come “una calotta celeste di vari colori, anche quello del cielo.”

Se il pavimento simboleggia la natura sensibile dell’uomo, il soffitto caratterizza la sua natura eterea, il suo “cielo” e le proprietà che esso contiene. L’uno è il contrario e il polo opposto dell’altro. Il suo corpo materiale è visibile e densamente composto. Il corpo etereo che lo circonda, o “aura”, è tenue e invisibile, è come il profumo emanato da un fiore. La sua esistenza potrebbe essere messa in dubbio da quelli impreparati ad accettare ciò che non è fisicamente dimostrabile, ma lo studente massonico, che sarà chiamato ad accettare molte verità, in via provvisoria, fino a che esse non diverranno certezza, ha il compito di riflettere sul fatto che è entrato nel “Mestiere” con l’obiettivo dichiarato di ricevere lumi sulla natura del proprio essere, (2) che l’Ordine si impegna ad aiutare colui che è alla ricerca della luce in merito a questioni di cui è dichiaratamente ignorante, che i suoi insegnamenti e simboli vennero creati da saggi e compententi maestri in materia e (3) che è consigliato mantenere un un atteggiamento mentale umile, docile e ricettivo verso questi simboli e il loro significato.”5

PAVIMENTO CERIMONIALE

Il pavimento a mosaico è uno spazio esotericamente carico su cui sorge l’altare cerimoniale, il centro della maggior parte dei rituali. La cerimonia per il grado di apprendista prende posto simbolicamente in questa posizione. Secondo il terzo grado Rituale, il pavimento a scacchiera è costituito perchè il Sommo Sacerdote ci cammini sopra.

    “Perché al pavimento a scacchiera viene data così tanta importanza nell’arredamento di una loggia? La risposta è da ricercare in una affermazione presente nel terzo grado del rito: “La pavimentazione a scacchiera è costituita affinchè il Sommo Sacerdote ci cammini sopra”. Ora, qui non si sta parlando solo del sommo sacerdote ebreo di molti secoli fa, citato nel testo, ma del singolo membro del “Mestiere”. Questo perchè ogni massone è il Sommo Sacerdote del suo tempio personale e dovrà renderlo un luogo dove lui e la Divinità, un giorno, potranno incontrarsi. Per il solo fatto di esistere in questo mondo dualistico ogni essere vivente, sia esso un massone o no, cammina sul pavimento a scacchiera mescolando bene e male in ogni azione della sua vita, il pattern del pavimento è quindi il simbolo di una elementare verità filosofica comune a tutti noi. Ma, per noi, le parole “camminarci sopra” implicano molto di più. Questa affermazione significa che colui che aspira ad essere padrone del proprio destino e signore della propria anima deve “camminare” su questi opposti, nel senso di trascenderli e di dominarli, di porre freno alla sua natura inferiore sensibile calpestandola sotto i suoi piedi in soggezione e controllo. Egli dovrà essere in grado di elevarsi al di sopra della miscellanea tra bene e male, essere superiore ed indifferente agli alti e bassi della fortuna, alle attrazioni e alle paure che disciplinano gli uomini e confondono i loro pensieri. Lo scopo è lo sviluppo delle sue potenzialità spirituali innate, impossibili da sviluppare normalmente dato che egli normalmente è governato dalle sue tendenze materiali e dalle emozioni fluttuanti di piacere e di dolore che esse partoriscono. E’ elevandosi dalle precedenti, raggiungendo la serenità e l’equilibrio mentale in ogni momento e caso che la vita gli propone, che un massone “cammina” veramente sul pavimento a scacchiera dell’esistenza e sulle tendenze contrastanti della sua natura più materiale. “6

Alcuni dicono che il pavimento a mosaico serva da “cerchio magico” per i viaggi inter-dimensionali e la comunicazione. Il significato più profondo del mosaico è quello di trascendere i limiti del mondo materiale.

Una tavola da “The Hidden Life of Freemasonry” di Charles W. Leadbeater raffigurante un candidato mentre è introdotto agli “spiriti della natura”, evocati sul pavimento a scacchi.

Un esempio formidabile, di quanto detto appena sopra (6), lo si può ritrovare nel telefilm di Dadiv Lynch “Twin Peaks” che fa del dualismo il suo cavallo di battaglia. Particolarmente nella red room o Loggia Nera, un luogo astratto, al di fuori dello spazio e del tempo, dove coesistono forze della natura, archetipi sottoforma di spiriti. Si può accedervi, se il proprio spirito controlla il bene e il male, altrimenti l’anima dell’ospite sarà schiava degli spiriti che vi abitano.

Un posto di potere quasi inimmaginabile, pieno di forze oscure e segreti maligni. Nessuna preghiera osa entrare in questo luogo spaventoso. Gli spiriti non badano alle invocazioni religiose. Possono strapparti la carne dalle ossa o salutarti allegramente. E se vengono imbrigliati, gli spiriti di questa terra nascosta di urla soffocate e cuori spezzati offrono un potere così vasto che chi lo detiene potrebbe riordinare la terra a suo piacimento. Windom Earle

La loggia nera: un richiamo evidente ad un tempio massonico, notare il pavimento, le due lampade a mo di colonne massoniche, il nano in rosso (uno degli spiriti della loggia). E’ un luogo multidimensionale, di difficile accesso le cui conoscenze e poteri sono pressochè infinite. (Guardatevi Twin Peaks nella sezione Red Room

NELLA CULTURA POPOLARE

Che la ragione sia propagandare l’agenda massonica, o rappresentare un archetipo riflesso, in moltissime scene in cui avviene una trasformazione rituale metafisica vengono spesso raffiguarati pavimenti a scacchiera.

Un pattern a scacchiera porta verso lo specchio magico del Dottor Parnassus, un passaggio verso il piano spirituale

Un crop circle tridimensionale dove il pavimento a scacchiera porta verso un passaggio dimensionale

Michael Jackson vestito con indumenti rituali rossi su un pavimento a scacchiera cerimoniale.

Fonte

Illuminati:Parnassus l’uomo che voleva ingannare il diavolo

L’ultimo film di Heath Ledger è veramente sbalorditivo. Dalla sua trama enigmatica ai misteri che circondano la sua produzione, “Parnassus l’uomo che voleva ingannare il diavolo”, merita di essere adeguatamente studiato. Un’interpretazione del suo ricco simbolismo rivela agli spettatori verità senza tempo e simboli esoterici in uso tutt’oggi dagli Illuminati. Questo articolo analizza il significato mistico di “Parnassus l’uomo che voleva ingannare il diavolo” e la natura sacrificale della morte di Heath Ledger.

Una visione del trailer di Parnassus l’uomo che voleva ingannare il diavolo è stato sufficiente a convincermi di sfumature esoteriche profonde nel film. Le produzioni di Terry Gilliam hanno spesso trattato temi dell’occulto, ma questa sembra estremamente simbolica.  Il film inizia con un uomo (Antonio) vestito come Mercurio (“Hermes” dei greci e “Thoth” degli egiziani) che annuncia il Dr. Parnassus, che è vestito come un monaco, in possesso di un fiore di loto, simbolo del misticismo orientale. Procederò prima nell’esaminare il significato di fondo del film e a seguire analizzerò  i simboli strani relativi alla morte di Heath Ledger.

IL SIGNIFICATO ESOTERICO DELLA STORIA

La premessa del film cela un significato per coloro che, nelle parole di Anton che interpreta Mercurio, hanno “occhi per vedere e orecchie per sentire”. Ecco un breve riassunto del film.

“Parnassus l’uomo che voleva ingannare il diavolo è un racconto morale fantastico, ambientato nel presente. Racconta la storia del dottor Parnassus e del suo straordinario ‘Imaginarium’, uno spettacolo itinerante in cui i membri del pubblico hanno l’opportunità irresistibile di scegliere tra luce e gioia o oscurità e tristezza. Benedetto con il dono straordinario di guidare l’immaginazione degli altri, il Dr. Parnassus è maledetto con un oscuro segreto. Molto tempo fa fece una scommessa con il diavolo, Mr. Nick, in cui vinse l’immortalità. Molti secoli dopo, incontrando il suo unico vero amore, il dottor Parnassus fece un altro patto con il demonio, il baratto della sua immortalità per la giovinezza, a condizione che quando il suo primogenito avrebbe raggiunto il suo sedicesimo compleanno lui o lei sarebbero diventati di proprietà di Mr. Nick.

Valentina si sta rapidamente avvicinando a questa importante età e il Dr. Parnassus è disperato nel proteggerla dal suo destino imminente. Mr Nick arriva a riscattarla, ma sempre desideroso di fare scommesse, la rinegozia. Ora, il vincitore di Valentina sarà determinato da chi seduce cinque anime. Il Dr. Parnassus promette la mano di sua figlia in sposa a colui che lo aiuta a vincere. In questa affascinante, esplosiva e meravigliosamente fantasiosa corsa contro il tempo, il Dr. Parnassus deve combattere per salvare la figlia in un paesaggio infinito con ostacoli surreali – e annullare gli errori del suo passato una volta per tutte “.

La trama ruota attorno ad un tema classico faustiano, in cui il Dr. Parnassus fa varie scommesse con il diavolo (interpretato da Tom Waits) durante il corso della sua vita. Guardando più a fondo nel simbolismo della storia, il Dr. Parnassus e il suo spettacolo itinerante sono una metafora per gli insegnamenti esoterici trasmessi attraverso i secoli attraverso le scuole dell’  Occulto. Lui è una manifestazione umana del “sentiero verso l’illuminazione” dei buddisti o “Cristo-interno” degli gnostici. Invitando le persone nello specchio magico, li trasporta sul piano spirituale, in cui possono scegliere tra appagamento spirituale e l’illuminazione (rappresentato da una piramide o una scala, a seconda della persona), o l’ignoranza e il materialismo (rappresentato da un pub o un sleazy Motel). Il dottor Parnassus dice “ci trasmette la storia che sostiene l’universo”, che è un modo poetico per dire che egli è il veicolo per l’insegnamento segreto che portava alla illuminazione. Egli fornisce il percorso che permette la comunione tra umanità e divinità. Il simbolismo che circonda l’intero teatro Paranassus ‘si ispira agli insegnamenti esoterici degli antichi egizi, dei greci, dei buddisti e di altre scuole esoteriche. Lo stadio contiene molti simboli occulti interessanti.

Da Giano, il dio romano a 2 volti ai due pilastri gemelli simbolo massonico e l’occhio onniscente, il palco del Dr. Paranassus ‘rivela la natura spirituale del teatro.

Parnassus è anche un riferimento all’iniziazione all’occulto. Il suo nome deriva dal monte Parnaso, la montagna sacra a Dioniso, il dio greco dei riti religiosi (conosciuto anche come Bacco a Roma). Il Monte Parnaso conteneva anche il famoso oracolo di Delfi, il luogo mistico dove la gente poteva ottenere rivelazioni spirituali.

TRATTARE CON IL DIAVOLO

Come già detto, la storia dell’immortale dottor Parnassus  è analoga all’evoluzione dei Misteri nel corso della storia. C’è uno scambio continuo nel film tra il Dr. Parnassus e il Diavolo e diventa infine evidente che essi abbiano effettivamente bisogno l’uno dell’altro per esistere e per rimanere pertinenti. Attraverso i loro avanti e indietro, rimettono in scena l’antico principio di dualità, la lotta costante del bene contro il male della la luce contro buio. Questo concetto è visivamente rappresentato dal motivo a scacchi bianco e nero di chiara origine massonica. Pur spiegando i suoi rapporti con il Diavolo a sua figlia, il dottor Parnassus spiega in termini codificati la natura della sua essenza. Si può trovare all’interno dei monaci buddisti, in Gesù Cristo e anche nella massoneria. Egli descrive la sua prima scommessa con il diavolo, come una competizione per vedere chi riusciva prima ad attirare i dodici discepoli. Il dottor Parnassus mostra alla figlia un libro contenente immagini simboliche.

Il diavolo è qui evidenziato dagli ecclesiastici. Parnassus dice che usa la “necessità del pericolo, la paura e la leggendaria beatitudine dell’ignoranza” per attirare discepoli.

Parnaso insegna ” il potere dell’ immaginazione per trasformare e illuminare la nostra vita”. Egli è qui raffigurato come Gesù Cristo con il suo terzo occhio aperto, fluttuante sotto gli occhi del grande architetto. Si noti sulla sinistra un simbolo che è molto simile alla squadra e il compasso massonico.

Parnassus ha vinto la prima scommessa, ma è stato ingannato: il Diavolo lo ha lasciarlo vincere. Il diavolo sapeva che, a tempo debito, “nessuno avrebbe voluto sentire le storie di Parnassus”. In altre parole, il diavolo sapeva che il mondo sarebbe ritornato nuovamente in una spirale di ignoranza, in ultima analisi, trovandosi nello stato spirituale in cui ci troviamo oggi. Lo spettacolo di Parnassus (una metafora per il cammino verso l’illuminazione) è ora una novità strana, una curiosità a bordo strada che viene ignorata da molte persone che nella vita di tutti i giorni sono troppo impegnati a riflettere sui suoi insegnamenti. Poi arriva Tony.

TONY LIAR

Viene trovato dalla compagnia di Parnassus impiccato sotto un ponte, Tony Liar (il cui nome si basa sul primo ministro britannico Tony Blair)potrebbe come no essere stato inviato dal diavolo. Nonostante il suo misterioso passato, Tony è perfetto per lo spettacolo e usa  i suoi modi affascinanti ma disonesti per attirare più persone per lo spettacolo. Tuttavia è concentrato nel fare soldi e non è interessato alla salvezza spirituale delle persone. Egli convince finalmente Parnassus a modificare lo stile dello show per renderlo più moderno e quindi adatto ad un pubblico diverso.

Tony dice a Parnassus di non nascondere la sua abilità nel “controllo mentale”, ma di essere coraggioso e di raggiungere il giusto tipo di pubblico. Questo è il risultato:

Una scacchiera tri-dimensionale massonica apre la strada per lo “specchio magico”, la porta al piano spirituale. La massoneria ha “riconfezionato” i misteri antichi, in un modo interessante per la classe dei ricchi?

Tony stesso sperimenta finalmente le gioie del piano spirituale e si ritrova lui stesso a scalare la scala per l’illuminazione

La sua scalata è fermata però dal suo passato problematico (la mafia russa), che lo ha raggiunto, rompendo così anche la scala. L’ illuminazione spirituale non può essere ottenuta da chiunque. Ha però gustato la sensazione di “essere come un dio”.

IL SACRIFICIO DI HEALT LEDGER

Mentre L’Imaginarium del dottor Parnassus comunica un messaggio di ispirazione spirituale, c’è un lato piuttosto triste per il filmato che si riferisce alla morte di Heath Ledger. Il concetto di dualità è presente all’interno dello stesso film in cui si mescolano le storie di illuminazione con riferimenti alla magia nera e alle morti sacrificali. Il bene e il male in lotta ancora una volta. I numerosi riferimenti alla morte durante la visione del film potrebbero essere interpretati come un omaggio a Heath Ledger, ma, come afferma Terry Gilliam, nessuno degli script è stato riscritto dopo la tragedia. Ecco un estratto di intervista al regista di Last Broadcast:

E’ un film terribilmente commovente da vedere ora, a causa della perdita di Heath.
I riferimenti alla morte erano tutti nella sceneggiatura originale, ma la gente non capisce. Tutti pensavano che  avessimo scritto questa roba dopo che Heath era morto…no, non abbiamo cambiato una parola. Questo per me è inquietante e mi fa paura – perché era così attinente a cosa sarebbe in futuro successo?

Non solo ci sono molti riferimenti alla morte, ci sono molti riferimenti alla morte sacrificale. Conoscere le circostanze strane in cui Ledger ha perso la vita,potrebbe, la sua morte essere il risultato di un sacrificio rituale? Esistono dei codici all’interno del film che lo riguardano? Questo potrebbe sembrare improbabile per una persona media, ma, per coloro che sono iniziati alle pratiche occulte nel business del cinema e della musica, è qualcosa di probabile. Le osservazioni qui presentate potrebbero essere coincidenze o segni messi di proposito. Una cosa è certa: ci sono. La prima persona che sembrava fuori di testa per questi simboli era lo stesso regista, che era apparentemente un amico di Ledger. Nella sua intervista con Sun Media, Gilliam ha dichiarato:

“Ci sono forze al lavoro su questo film, che non mi permettono di entrare nella mia fase mistica … ma il film è stato fatto ed è stato co-diretto da Heath Ledger!”

Perché dice che altre forze erano al lavoro durante la creazione di questo film?

L’IMPICCATO

Poco prima che la compagnia trovasse Tony appeso sotto un ponte, il dottor Parnassus tira fuori la carta dei Tarocchi dell’impiccato. Ha previsto che cosa stava per accadere, ma il significato occulto della carta è ancora più rilevante:

“Esotericamente, l’impiccato è lo spirito umano, che è sospeso nel cielo da un unico filo. La saggezza, non la morte, è la ricompensa per questo sacrificio volontario, durante il quale l’anima umana, sospesa sopra il mondo dell’illusione,medita sulla sua inconsistenza e viene ricompensato colraggiungimento della auto-realizzazione “.
– Sala P. Manly, gli insegnamenti segreti di tutte le età

L’Appeso si riferisce in realtà al mito del dio morente che sta commettendo l’estremo sacrificio per raggiungere l’immortalità.

“Nei rituali sono presenti somiglianze di concetti. Nella tradizione antica si credeva che tramite la connessione del corpo e del sangue del Dio Ucciso si potesse diventare un tutt’uno con la divinità. Nell “Ultima Cena” Gesù dichiara che il pane e il vino erano il suo corpo e il suo sangue, che Egli ha consegnato per la salvezza del popolo. Il sangue si credeva contenesse la forza vitale. La morte del re ha liberato il suo spirito interiore. Attraverso la distribuzione del suo corpo e del sangue, cielo e terra erano uniti e la sua energia vitale rinnovava il suo regno.

Le apparizioni del Dio Ucciso hanno assunto vari aspetti attraverso i secoli. Le sue immagini possono essere viste in Jack-in-the-Green, l’uomo incappucciato, l’Appeso dei Tarocchi, il Signore della vegetazione, il raccolto, e l’aspetto libero e selvaggio della foresta. ”

Anton e Valentina poi trovano Tony appeso sotto il Blackfriars Bridge.

Il precedente film di Ledger è stato Il cavaliere oscuro in cui interpretava il Joker – Il Matto dei Tarocchi. Il matto è stata la via per la trasformazione successiva cioè l’Impiccato?

Questa scena è ispirata alla reale impiccagione del 1982 di Roberto Calvi (soprannominato “banchiere di Dio” per i suoi rapporti con il Vaticano). L’impiccagione è avvenuta sotto lo stesso ponte. Anche se mai confermato pubblicamente, esistono teorie forti che la morte di Roberto Calvi è stata un omicidio simbolico e rituale effettuata dalla loggia massonica chiamata Propaganda Due, nota anche come P2. Il nome del ponte è molto significativo:

“L’indagine sul signor Calvi  indica che suo padre è stato strangolato, prima che il suo corpo fosse appeso sotto il Blackfriars Bridge, probabilmente da sicari che si trovavano in una piccola barca. La scelta del ponte potrebbe essere stato significativo: i membri della P2 si facevano chiamare frati neri (che è lo stesso nome del ponte)

La fronte di Tony reca una marcatura occulta strana, come per sottolineare l’ omicidio rituale nella mente degli spettatori.

Phi è una lettera greca che rappresenta il rapporto aureo, una proporzione matematica che è estremamente importante per la massoneria.

MORIRE GIOVANI

In una scena inquietante in cui Tony (interpretato da Johnny Depp), guida una donna ricca attraverso il suo mondo di fantasia, tre barche sembrano avere la foto di Rodolfo Valentino, James Dean e la principessa Diana, tre figure pubbliche che morirono prematuramente.

Tony esorta la donna ricca a seguire il suo percorso e di imbarcarsi su una gondola recante la testa di Anubi, il dio dei morti. La donna vede le foto e dice:

“Tutte queste persone … sono tutti morti”.

Tony risponde:

“Sì … ma comunque sono immortali. Essi non saranno vecchie o grasse. Essi non si ammaleranno o saranno deboli. Sono oltre la paura, perché sono … per sempre giovani. Sono gli dei … e tu puoi stare con loro”.

Poi aggiunge:

“Il tuo sacrificio deve essere puro.”

Tutto questo è detto da Johnny Depp, l’attore che ha sostituito Heath Ledger  dopo la sua morte prematura. Il minimo che posso dire è questo: strana coincidenza. Il significato esoterico della scena allude alla morte del vecchio sé per dare vita al nuovo sè spirituale. Spiritualmente, comunque, questa metamorfosi è comunque ottenuta attraverso il sacrificio ed il lavoro personale, non morendo giovani. Tutti i personaggi pubblici sulle barche sono morte in circostanze misteriose.

La morte di Ledger era quindi un mega rituale massonico?

CONCLUDENDO:

Molti film nella carriera di Heath Ledger hanno ruotato intorno a temi occulti,come: l’ordine, I fratelli Grimm o l’ultimo film sul dottor Parnassus. Nonostante la lezione morale positiva di questo ultimo film, sembra quasi essere stato scritto sapendo che doveva morire. C’è una precisa aura che circonda questo attore e le circostanze misteriose della sua morte mistificano ancora di più la sua figura. Terry Gilliam ha detto di Heath:

“Tutti dicono che è morto giovane, ma credevo avesse all’incirca 150 quando morì. Questo non era un ragazzino. C’era saggezza in lui. Non sapevo da dove veniva questa saggezza – nessuno di noi lo sapeva – ma  tutti coloro che li erano vicino dicevano la stessa cosa. ”

Persone vicine a Ledger hanno osservato una strana trasformazione in lui durante le riprese di Batman: The Dark Knight. Poco prima della sua morte, egli ha commissionato questa opera d’arte dipinta dal suo amico Vincent Fantauzzo.

L’artista rappresentata Heath circondato da due ‘spiriti della mente’ che li parlano nelle orecchie. Vincent ha detto che gli spiriti che stanno sussurrando a Heath rappresentano i pensieri interiori. Che cosa stava succedendo nella sua testa? Era vittima di controllo mentale? Era stato sacrificato da una fratellanza occulta? Nessuna risposta positiva può essere data a questo punto.

Fonte