Archivi categoria: Neanderthal

Ozzy Osbourne un discendente dei Neanderthal

Ha sempre sostenuto che i suoi geni “sovrumani” lo tenessero in vita, nonostante i suoi eccessi durante la sua carriera da rockstar.

Ora sembra che la scienza dia in parte ragione a Osbourne grazie allo studio del suo albero genealogico.

I ricercatori hanno studiato il suo DNA scoprendo che il cantante è il discendente di un uomo di Neanderthal.

Egli è anche un lontano parente del bandito Jesse James, dell’ultimo zar russo Nicola II e di re Giorgio I – oltre a possedere qualche gene degli antichi romani.

Lo scatenato 61enne, che è sopravvissuto ad anni di abuso di droga e di alcol, ha scherzato sulla notizia dell’eredità genetica dei Neanderthal dicendo che sua moglie Sharon e la polizia di molti stati non ne sarebbero rimasti stupiti.

E’ famoso per molte controverse vicende, come quella del pipistrello a cui ha staccato la testa, mentre era ubriaco sul palco, o di quella volta che si è quasi rotto l’osso del collo in un incidente con i quad nel 2003 ammettendo che non c’è motivo plausibile per cui sia ancora in vita.
Gli scienziati hanno fatto la scoperta prelevando un campione di sangue del cantante nella sua casa di Buckinghamshire e inviandolo a un laboratorio nel New Jersey negli Stati Uniti. Utilizzando un test  ad-hoc £ 12.000 sterline , sono stati in grado di studiare il suo codice genetico.

I ricercatori hanno scoperto che la star, possiede alcune parti del DNA  degli antichi abitanti uccisi a Pompei, quando il Monte Vesuvio eruttò nel 79 dC.

Osbourne ha detto: ‘Questo significa che probabilmente sono legato ad alcuni dei sopravvissuti, il che avrebbe un senso.

‘Se uno qualsiasi degli Osbournes romani avessero bevuto quanto facevo io, non avrebbero nemmeno sentito la lava. Se ne sarebbero semplicemente andati. ‘

I ricercatori hanno anche esaminato il gene che l’organismo utilizza per abbattere alcool e hanno scoperto una ‘variante insolita’ che potrebbe avere aiutato Osbourne a sopravvivere durante gli anni in cui ha bevuto fino a quattro bottiglie di cognac al giorno.

‘Data la piscina di alcol che avevo trangugiato nel corso degli anni – per non parlare di tutte le droghe – non c’è davvero alcun motivo medico plausibile perchè io sia ancora in vita’.

Ma anche se la genetica ha dato ad Osbourne qualche indizio sul perchè della sua buona salute, gli scienziati hanno anche detto che deve ringraziare la moglie paziente, che ha saputo negli anni arginare i suoi eccessi più devastanti.

Annunci