Archivi Blog

Foto Simboliche del mese (Maggio 2020)

In questa edizione di FSDM: Madonna, Lady Gaga, Billie Eilish, Darren Barnet e altre prove che nemmeno una pandemia può fermare il simbolismo dell’élite occulta.

 

La pandemia ha creato un ambiente culturale molto controllato. In effetti, solo poche pop star selezionate ottengono la luce dei riflettori mentre altre celebrità sembrano deprimersi a casa. Quelle che sono sotto la luce dei riflettori mostrano con orgoglio il simbolismo dei loro padroni elitari. Questa è Lady Gaga nel numero di maggio di InStyle. Un grande, occhio che tutto vede.

Qui, indossa un velo da sposa mentre uno scheletro dorato e` attaccato alla sua testa. Questa è una strana celebrazione della morte nel mezzo di una pandemia.

Qui, guarda verso il suolo mentre indossa un abito da funerale. Non c’è da stupirsi che sia stata selezionata per essere il volto dell’evento “Insieme a casa” dell’OMS.

Madonna ha pubblicato un post su Instagram annunciando il fatto di supportare la Fondazione Gates. Indossava una maglietta con Satana sulla croce. Il giorno di Venerdì Santo. Vi serve altro simbolismo?

A Pasqua, Madonna ha pubblicato un video con i suoi figli adottivi mentre indossava delle orecchie da coniglio. Portava anche la benda sull’occhio di Madame X che la trasforma in un occhio che tutto vede ambulante. Perché indossa quella toppa a casa con i suoi figli?

In un altro post IG, anche il ragazzo di 25 anni di Madonna, Ahla Malik, indossa la toppa. Didascalia di Madonna: “I Eye You”. O Meglio… “I Own You” (Ti possiedo).

Un’altra immagine nella stessa storia di IG. Malik disegna  un occhio sulla sabbia . Controllo elitario

Billie Eilish in Vogue China. Ennesimo segno dell’occhio che tutto vede associato a questa giovane pedina del settore.

Un’altra foto dello stesso servizio fotografico. I suoi capelli sono stati accuratamente posizionati per nascondere un occhio.

Questa è l’immagine utilizzata da un sito di notizie sudafricano per promuovere la sua copertura mediatica sul coronavirus. Un grande e grasso segno dell’occhio che tutto vede. Questo dice molto di tutta questa frenesia mediatica. Ancora peggio, non dovresti toccarti il viso (ancor meno gli occhi) mentre indossi i guanti perché va contro il senso stesso di utilizzali per proteggerti.

Darren Barnet è diventato una star grazie al suo ruolo nella popolare serie Netflix Never Have I Ever. Di recente ha pubblicato un servizio fotografico con il famoso fotografo Brad Everett Young. Ovviamente c’e` un occhio che tutto vede

Qui, nasconde un occhio (di nuovo) mentre indossa le manette. Un ottimo modo per dimostrare di essere incatenato al settore.

Questo è il poster promozionale per la nuova stagione di Homecoming, una serie prodotta da Amazon. Il segno di un occhio indica che in quella serie si sta spingendo l’ordine del giorno. Ecco la premessa della seconda stagione: il personaggio interpretato da Janelle Monae si sveglia in una barca a remi alla deriva di un lago, senza alcun ricordo di come ci sia arrivata, o addirittura di chi sia. La sua successiva ricerca di identità la condurrà nel cuore del Gruppo Geist, la società di benessere non convenzionale dietro la Homecoming Initiative. In altre parole: MKULTRA.

Questa è una serie realizzata da Apple TV. Azienda diversa, stesso segno dell’occhio che tutto vede

Kacey Musgraves è la cantante country preferita dell’élite. La copertina del suo ultimo singolo presenta il classico simbolismo della programmazione Monarch: un occhio che tutto vede, un felino con un occhio solo e una farfalla monarca.

Nel bizzarro video musicale, Musgraves è coperta da occhi onniveggenti. lecca-lecca e diamanti a spirale – tutti simboli che hanno un significato profondo nel simbolismo MK

A proposito di programmazione Monarch, questa è la copertina della giovane attrice-cantante Jordyn Jones. La combinazione di farfalle monarca, la parola “BLIND” e il suo essere seminuda sembra dire a gran voce che e ` una schiava MK 

Questa è l’entrata alla dimora di Drake. Ci sono due strane statue simili a Topolino che sembrano morte con le loro viscere in bella mostra.

Questo è un Moschino Moschino con una giovane modella che sembra piuttosto infelice. Guarda il triangolo a spirale e confrontalo con l’immagine qui sotto

Un file dell’FBI sui simboli utilizzati per identificare gli “amanti dei bambini”. Nessuna meraviglia che quella ragazza sembri infelice.

Strani manifesti sono apparsi in Romania raffiguranti medici e infermieri come Gesù e Maria. In questa immagine, il “segno della benedizione” è stato sostituito con il tenere in mano lo stetoscopio. L’alone (che rappresenta la santità) è stato sostituito con il … coronavirus? Non ha nemmeno senso. Il dottore non sta combattendo quel virus? Perché si crogiola nella sua gloria? Non sarebbe meglio evitare di imbastardire il cristianesimo per spingere l’isteria del coronavirus? Non sorprende che la chiesa ortodossa romana abbia dichiarato che i manifesti erano blasfemi e un insulto all’iconografia cristiana.

Fonte

 

Una scuola a Brooklyn distribuisce adesivi con la scritta “Drag Queen In Training” a bambini di 4 anni

Secondo quanto riferito, una scuola di Brooklyn ha distribuito adesivi ai bambini di 4 anni durante un evento “drag queen story time” che dicevano “drag queen in training”.

Secondo l’utente di Twitter @beyondreasdoubt, gli adesivi sono stati distribuiti dalla scuola privata senza nome durante un “giorno di famiglia” che includeva l’aspetto delle drag queen.

https://twitter.com/beyondreasdoubt/status/1234236882697015298?ref_src=twsrc%5Etfw

Mentre la sinistra continua a negare che il “drag queen story time” è di natura sessuale, nonostante i drag queen siano simili a ballerine di  burlesque, continuano a emergere esempi che dimostrano che è sessuale.

Come abbiamo visto, un videoclip dal Regno Unito mostrava un drag queen che insegnava ai bambini come twerkare, una danza sessuale in cui il partecipante muove ripetutamente il sedere in aria.

Come abbiamo sottolineato la scorsa settimana, molti drag queen si sono impegnati in comportamenti sessualmente espliciti, tra cui “Flowjob” che ha visitato una scuola elementare in Scozia dopo aver pubblicato le sue foto su Twitter mentre usava un dildo e simulava atti sessuali.

Un video che ha causato polemiche la scorsa settimana mostrava un drag queen ballare in modo suggestivo di fronte a una bambina mentre gli adulti nella stanza applaudivano e ridevano.

L’anno scorso, durante un discorso davanti al Board of Control della Biblioteca Lafayette in Louisiana, il drag queen Dylan Pontiff ha ammesso candidamente il vero scopo del drag queen story time.

“Cosi` conquisteremo la prossima generazione”, ha detto.

Un pedofilo dichiarato e un venditore ambulante di porno, condannato, ha anche scritto un articolo in cui descrive “Desmond is Amazing” – il ragazzo dodicenne drag queen – come “hot”.

Reagendo alle preoccupazioni sull’esibizione di Desmond in un night club gay di New York, dove i partecipanti hanno lanciato soldi contro il bambino, sua madre ha difeso la decisione, dicendo a un programma televisivo australiano: “Non capisco quale sia la controversia”.

Desmond era stato precedentemente coinvolto nei “drag queen story time” – in cui le drag queen visitano le scuole e le biblioteche di tutta America per leggere storie ai bambini.

Si e` scoperto che uno dei partecipanti a un drag queen story time a Houston, il 32enne Albert Garza, e` un maniaco sessuale che è stato condannato per aver aggredito un bambino di otto anni nel 2008.

Fonte

Il figlio dodicenne transgender di Dwyane Wade e la sua promozione mediatica

L’ex star della NBA Dyane Wade ha partecipato a diversi spettacoli televisivi per parlare di suo figlio che ora si identifica come una ragazza di nome Zaya. Nel seguente articolo vedremo come  questo “tour mediatico” fa parte della più ampia agenda di sfocatura di genere.

Sebbene Dwyane Wade si sia ritirato dall’NBA nel 2019, e` ancora sotto la luce dei riflettori. Nelle ultime settimane, Dwyane Wade è stato ovunque: interviste multiple sui principali programmi TV, innumerevoli articoli di importanti notiziari, un imminente documentario ESPN e ogni tipo di attenzione sui social media. Recentemente ha anche registrato una canzone con il rapper Rick Ross.

Perché in questo periodo il proverbiale “riflettore” brilla costantemente su di lui? È a causa dei suoi successi con i Miami Heat? Ovviamente no. È perché sta promuovendo un punto dell’agenda.

All’inizio di questo tour mediatico, Wade ha annunciato che suo figlio di 12 anni, Sion, si identificava in una ragazzina di nome Zaya. Sebbene questa informazione personale poteva essere mantenuta privata, questo non e` stato il caso. Al contrario, il cambio di genere di Sion, con tanto di pronomi “she / her”, viene attualmente “promosso” con un massiccio tour mediatico.

Perché un padre dovrebbe andare in una televisione nazionale per discutere della sessualità del suo bambino in eta` pre-puberale? Perché i programmi TV dovrebbero dedicare del tempo anche a discutere della sessualità di un dodicenne? Perché viene promossa un’agenda: l’agenda di sfocatura di genere.
Questa agenda specifica è stata identificata su questo sito diversi anni fa e continua a essere riproposta periodicamente. La parte più insidiosa di tutto: colpisce attivamente e in modo aggressivo i giovani e i loro genitori.

Il tour multimediale di Dwyane Wade è stato attentamente pianificato ed è stato calcolato per raggiungere un pubblico specifico: i neri che sono cresciuti ascoltando il rap (e la sua glorificazione del forte archetipo maschile) e che ora stanno per diventare genitori.

Come previsto, questo tour mediatico è stato accolto con forti reazioni dalla comunità nera e hip-hop.

UN ENORME TOUR MEDIATICO

Dwyane Wade da Ellen.

Il tour mediatico iniziò quando Wade rivelò da Ellen che Sion si identificava come femmina. Ha detto:

“Siamo orgogliosi genitori di un bambino della comunità LGBTQ + e siamo anche orgogliosi alleati. Prendiamo molto sul serio i nostri ruoli e responsabilità come genitori. Quindi, quando un bambino torna a casa con una domanda, quando un bambino torna a casa con un problema, quando un bambino torna a casa con qualsiasi cosa, è nostro compito di genitori ascoltarlo, dare loro le migliori informazioni possibili, il miglior feedback che possiamo. Anche se adesso la sessualita` e` coinvolta questo non cambia. ”
Ha anche spiegato che Zaya è destinato a diventare un leader.

“Una volta Sion tornò a casa e disse: “Chiamami Zaya” e “Sono pronto per affrontare la situazione”, lo guardai e dissi:” Sei un leader. È la nostra opportunità per permetterti di essere una voce, “In questo momento, attraverso di noi, perché ha solo 12 anni, ma alla fine, sara` lei stessa a parlare”.

Apparentemente, ci sono grandi progetti per Zaya.

Il tour mediatico è proseguito in un altro televisivo: Good Morning America

Wade a GMA.

Durante quell’intervista, Wade parlò di Zaya spiegandogli la sua identità.

“Ha detto:” Non credo di essere gay “. lesse l’elenco e disse: “Questa è la mia identità di genere, è così che mi identifico. Mi identifico come una giovane donna. Penso di essere una trans eterosessuale perché mi piacciono i ragazzi “.

Wade ha anche partecipato a spettacoli meno popolari come Watch What Happens Live with Andy Cohen, dove ha sottolineato l’importanza di usare i pronomi corretti.

Wade a Watch What Happens Live with Andy Cohen.

Zaya fece anche un’apparizione sul jumbotron nell’AmericanAirlines arena per la cerimonia di pensionamento di Wade.

L’apparizione di Zaya sul jumbotron e` stata accolta da uno scrosciante applauso.

Anche la moglie di Wade, Gabrielle Union, promuove fortemente Zaya e gli LGBQ + sui social media (ha partecipato alla parata del Pride con Zaya l’anno scorso).

View this post on Instagram

As a family, we believe inclusion and equality are two essential pillars needed to move towards growth and progressive thinking and action in our society. We have created a Limited Edition T shirt to help create a more inclusive space with our platform. The Wade family and @yngdna have decided to donate $50k and 50% of the proceeds of sales of the Pride shirts to The GLSEN organization whose mission strives to ensure safe schools for all students, regardless of sexual orientation as well as gender identity. For 25 years GLSEN has been the leading national organization focused on ensuring safe and affirming schools for LGBTQ+ students #StopKillingBlackTransWomen #StopKillingTransWomen #TransWomenAreWomen #SupportingEachOtherWithPride PS @kaaviajames has a very cool @yngdna Pride piece coming soon 👼🏾👼🏾👼🏾

A post shared by Gabrielle Union-Wade (@gabunion) on

Da questi spettacoli mediatici premeditati e` ovviamente nata una raffica di articoli che hanno plasmato la narrazione. In altre parole, hanno detto alla gente cosa pensare della situazione.

Un titolo di Vox che riassume la ricezione mediatica della notizia

HuffPost ha pubblicato un articolo nella sua sezione “genitorialità” su Zaya e ha incluso un paragrafo sui bambini che conoscono il loro “vero” genere a … tre anni.

I bambini conoscono la loro identità di genere fin da piccoli
Uno studio congiunto britannico e americano pubblicato lo scorso anno ha scoperto che i bambini trans di appena tre anni erano in grado di comprendere la loro identità di genere.

“Uno dei punti più ricorrenti è che ad un certo punto, a volte già dai tre ai cinque anni, si ha la sensazione che l’individuo faccia parte di un altro genere”, ha affermato Charlotte Tate, psicologa alla San Francisco State University e lei stessa una donna trans.

Quando gli viene detto che sono parte del genere assegnato,” diranno “No, non è giusto. Non mi va bene. ‘Hanno una conoscenza di sé che è privata e che stanno cercando di comunicare.
– HuffPost, Zaya Wade, Dwyane Wade And Gabrielle Union’s Daughter, Talks About Her ‘True’ Gender

Come previsto, questo annuncio ha generato alcune risposte forti in tutta la comunità nera. È stata l’occasione perfetta per inquadrare il dibattito e ritenere “transfobico” chiunque esprima preoccupazioni per questa situazione.

CRITICI PUNITIVI

Alcune fonti mediatica non stavano aspettando altro che emergessero opinioni dissenzienti per distruggerle. Difficile. È una lezione per le altre celebrità: non criticare o verrai distrutto.

Il 20 febbraio, il rapper Boosie Badazz ha caricato un post su Instagram per condividere il suo punto di vista su Zaya.

Il rapper ha detto:

“Devo dire qualcosa su questa merda, fratello. Dwyane Wade, stai facendo tutto troppo in fretta. E` un maschio. Un bambino di 12 anni. A 12 anni non sanno nemmeno quale sarà il loro prossimo pasto. Non hanno ancora capito. Potrebbe incontrare una donna, a 16 anni e innamorarsi di lei. Ma il suo c***o e` sparito – datti una calmata.

“Non tagliarli il c***o, amico. Tipo, davvero, se sarà gay, lascia che sia gay. Ma non tagliargli il cazzo, bruh. Non vestirlo da donna, amico. Ha 12 anni. Non è ancora maturo. Non ha ancora preso le sue decisioni finali. Non tagliarglielo, Dwyane Wade, bruh.”

La reazione e` stata rapida: Boosie viene accusato di essere “transfobico” dai mass media. Viene anche bandito dalla sua palestra per questo motivo.

Un titolo di giornale chiama Boosie transfobico.

Anche Young Thug, un rapper ironicamente noto per travestirsi, ha espresso la sua opinione in merito. Ed e` stato “distrutto”. Pesantemente.

Sebbene il tweet fosse breve e conciso, ha generato pagine di risposte. Certo, è stato bombardato dai mass media e si e` anche parlato di “cancellarlo”.

Un titolo di E! News che accusa Young Thug di transfobia linciandolo per aver usato un pronome maschile mentre si riferiva a Zaya.

Anche l’attrice e cantante Serayah ha espresso la sua opinione sulla situazione.

La star di “Empire” Serayah McNeill.

In una serie di video IG, ha detto:

“Penso che sia tutto un po ‘ troppo prematuro. Non mi importa se sei un ragazzo o una ragazza, per me, ci sono altre cose di cui dobbiamo preoccuparci in questo momento. Ci sono così tante altre cose nella società che spingono i genitori e i bambini ad essere in un certo modo. Riprendiamo le redini, va bene? Ma adesso, fermati un attimo. Aspetta di invecchiare un po ‘, tanto da sapere che questo è esattamente ciò che vuoi essere e fare per il resto della tua vita “.

La risposta è stata immediata:

La parola “transfobico” viene nuovamente utilizzata in questo titolo di Billboard.

Naturalmente, altri sono volati in soccorso di Zaya e sono stati immediatamente elogiati per questo.

Un titolo di NBC News.

In un video di Instagram, Cardi B ha dichiarato:

“Mi sento come se la gente stesse dicendo che questo ragazzo è troppo giovane per la transizione. Ma mi domando, quando si e` troppo giovani per cambiare? Qual è il limite di età per sapere quello che vuoi essere?

Se sei nato così, allora sarai per sempre così. Qual è il punto di transizionare da vecchi e poi rimpiangere il fatto di non averlo fatto prima.

Lascia che le persone trovino la loro felicità, specialmente i bambini, che si sentano a loro agio. “

CONCLUDENDO

Questo tour mediatico sul cambiamento di genere di Zaya non è stato casuale né spontaneo. E` stato un blitz mediatico attentamente pianificato che aveva un paio di obiettivi chiari. In primo luogo, si e` trattato di “educare” i genitori sul modo corretto di affrontare le questioni di genere dei bambini. I media ci dicono che i bambini di tre anni sanno di appartenere ad un genere diverso. Pertanto, i genitori devono approvare il cambio di nome, il cambio di pronome e, infine, gli ormoni e la chirurgia che bloccano il genere biologico. Il secondo obiettivo di questo blitz era di innescare critiche per poi etichettarle immediatamente come “transfobiche”.

Attraverso questo blitz, l’intera narrazione sul genere dei bambini (che non hanno nemmeno raggiunto la pubertà) è correttamente inquadrata. Le risposte “corrette” sono elogiate mentre quelle “errate” sono punite, il che incoraggia altri critici a tacere.

In breve, l’intero episodio è stato l’ennesimo capitolo dell’agenda molto pervasiva di sfocatura di genere. L’obiettivo finale di tutto ciò? Un’intera generazione di giovani confusi riguardo al proprio genere e di genitori che alimentano quella confusione.

Fonte

Jon Stryker: Il miliardario che finanzia il movimento LGBT

Jon Stryker, 62 anni, è l’erede dell’omonima Stryker Corp., produttorice di dispositivi e apparecchiature mediche. Ha donato quasi 250 milioni di dollari della sua personale ricchezza a gruppi a sostegno dei diritti dei gay e dei coloni ebrei nella Gerusalemme araba.

Non c’è nulla di spontaneo nel movimento LGBT. Gli ebrei cabalisti usano la disforia di genere per destabilizzare la società.

Grazie a loro, l’agenda dei diritti LGBT – nota l’aggiunta di “T” – è diventata una forza potente e aggressiva nella società occidentale. I suoi sostenitori controllano i media, il mondo accademico, le professioni di spicco e, soprattutto, le grandi imprese e la grande filantropia.

Non molto tempo fa, il movimento per i diritti degli omosessuali era un piccolo gruppo di persone che facevano fatica a seguire le proprie disposizioni all’interno di una più ampia cultura eterosessuale. I gay e le lesbiche erano sfavoriti, a volte soggetti a discriminazione e abusi. La loro storia è stata tragica, la loro sofferenza drammatizzata dall’AIDS e da Rock Hudson, da Brokeback Mountain e da Matthew Shepard.

Jon Stryker è il nipote di Homer Stryker, un chirurgo ortopedico che ha fondato la Stryker Corporation. Con sede a Kalamazoo, nel Michigan, la Stryker Corporation ha venduto $ 13,6 miliardi in forniture chirurgiche e software nel 2018.

Stryker con il marito / moglie Slobodan Randjelović)

Jon, erede della fortuna, è gay. Nel 2000 ha creato la Arcus Foundation, un’organizzazione no profit al servizio della comunità LGBT, nata grazie alla sua esperienza da omosessuale. Arcus ha donato oltre $ 58,4 milioni a programmi e organizzazioni che svolgono attività connesse con LGBT solo tra il 2007 e il 2010, rendendolo uno dei maggiori finanziatori LGBT al mondo. Stryker ha donato più di $ 30 milioni a Arcus stesso in quel periodo di tre anni, attraverso le sue azioni nella Stryker Medical Corporation.

Stryker fondò Arcus proprio quando l’epidemia di AIDS fu messa sotto controllo negli Stati Uniti. Prima di fondare Arcus, fu presidente di Depot Landmark LLC, una società di sviluppo specializzata nella riabilitazione di edifici storici. Questo gli sarebbe tornato utile quando in seguito avrebbe rinnovato lo spazio per Arcus a Kalamazoo. È stato anche membro del consiglio di fondazione di Greenleaf Trust, una società di gestione patrimoniale privata.

La sorella di Jon, Ronda Stryker, è sposata con William Johnston, presidente di Greenleaf Trust. È anche vicepresidente dello Spelman College, dove Arcus ha recentemente concesso una sovvenzione di 2 milioni di dollari in nome della femminista lesbica Audre Lorde. Il denaro è destinato a un programma di studi queer. Ronda e Johnston hanno donato a Spelman complessivamente $ 30 milioni di dollari, la piu` grande donazione nella sua storia di 137 anni. È anche membro fiduciario del Kalamazoo College (dove Arcus ha concesso una sovvenzione di leadership per la giustizia sociale di $ 23 milioni nel 2012), nonché membro del Board of Fellows della Harvard Medical School.

Pat Stryker, un’altra sorella di Jon, ha lavorato a stretto contatto con Tim Gill. Gill gestisce una delle più grandi organizzazioni non profit LGBT in America ed è stato vicino alla famiglia Stryker da quando Jon ha creato Arcus. Nel 1999, Tim Gill ha venduto le sue partecipazioni a Quark, la sua società di software, e ha iniziato a lavorare con la Gill Foundation in Colorado. Lavorando a stretto contatto con Pat Stryker e altri due ricchi filantropi, che insieme divennero noti come i quattro cavalieri a causa delle loro spietate strategie politiche, decisero di cambiare il Colorado, uno stato rosso, in blu. Hanno proceduto a versare mezzo miliardo di dollari in piccoli gruppi a sostegno delle agende LGBT. Gill ha notato nella sua introduzione iniziale per Jon Stryker ai GLSEN Respect Awards 2015 che, dal momento che si conoscono, lui e Jon hanno “complottato, tramato, camminato insieme”, “punendo i malvagi e premiando il bene”.

Prima del 2015, Stryker aveva già costruito l’infrastruttura politica per guidare l’ideologia dell’identità di genere e il transgenderismo in tutto il mondo, donando milioni a piccole e grandi entità. Questi includevano centinaia di migliaia di dollari a ILGA, un’organizzazione LGBT per l’uguaglianza in Europa e in Asia centrale con 54 paesi partecipanti, e Transgender Europe, una voce per la comunità trans in Europa e in Asia con 43 paesi partecipanti (Transgender Europe ha anche finanziato minori organizzazioni come TENI, Transgender Equality Network Ireland).

Nel 2008 Arcus ha fondato la Arcus Operating Foundation, un braccio della fondazione che organizza conferenze, programmi di leadership e pubblicazioni di ricerca. In una riunione del 2008 a Bellagio, in Italia, 29 leader internazionali si sono impegnati ad espandere la filantropia globale per sostenere i diritti LGBT. All’incontro, insieme a Stryker e Ise Bosch, fondatore del Fondo Dreilinden in Germania, c’era Michael O’Flaherty, uno dei relatori per i principi di Yogyakarta sull’applicazione del diritto internazionale dei diritti umani in relazione all’orientamento sessuale e all’identità di genere ( principi delineati in Indonesia nel 2006). Con i Principi di Yogyakarta, i semi sono stati piantati per introdurre e collegare l’ideologia dell’identità di genere alle nostre strutture legali. O’Flaherty è stato eletto membro del Comitato dei diritti umani delle Nazioni Unite dal 2004.

Dall’incontro di Bellagio, Arcus ha creato MAP, il progetto di avanzamento del movimento LGBT, per tracciare il complesso sistema di patrocinio e finanziamento che promuoverebbe l’identità di genere / transgenderismo nella cultura. Allo stesso tempo, il Core Group LGBTI è stato formato come un gruppo interregionale informale dei paesi membri delle Nazioni Unite per rappresentare le questioni LGBTI sui diritti umani per i membri del Core Group delle Nazioni Unite finanziate da Arcus, tra cui Outright Action International e Human Rights Commission. I paesi membri del Core Group includono Albania, Australia, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Croazia, El Salvador, Francia, Germania, Israele, Italia, Giappone, Montenegro, Messico, Nuova Zelanda, Norvegia, Spagna, Regno Unito, Stati Uniti Stati, Uruguay e Unione Europea, nonché l’Ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani.

Queste iniziative promuovono l’identità di genere e il transgenderismo formando leader nell’attivismo politico, nella leadership, nella legge transgender, nella libertà religiosa, nell’istruzione e nei diritti civili. Ecco le principali organizzazioni supportate da Arcus: il Victory Institute, il Center for American Progress, l’ACLU, il Transgender Law CenterProgetto di finanziamento Trans Justice, OutRight Action International, Human Rights Watch, GATE, Parliamentarians for Global Action (PGA), The Council for Global Equality, U.N., Amnesty International e GLSEN. Il Consiglio di educazione e informazione sulla sessualità degli Stati Uniti (SIECUS), in collaborazione con Advocates for Youth, Answer, GLSEN, la Fondazione Human Rights Campaign (HRC) e Planned Parenthood Federation of America (PPFA), ha avviato una campagna per rimodellare le narrazioni culturali della sessualità e della salute riproduttiva. Altre sessantuno organizzazioni hanno firmato una lettera a sostegno di una revisione degli attuali curricula.

Nel 2013 Adrian Coman, un veterano delle Open Society Foundations di George Soros (un motore dell’ideologia transgender che ha creato iniziative per normalizzare i bambini transgender), è stato nominato direttore del programma internazionale per i diritti umani presso la Fondazione Arcus, per guidare l’ideologia dell’identità di genere a livello globale. In precedenza, Coman è stato direttore del programma dell’International Gay and Lesbian Human Rights Commission. E nel 2015, Arcus ha lavorato a stretto contatto con e finanziato i programmi della NoVo Foundation per il transgenderismo. NoVo è stata fondata da Peter Buffett, figlio del miliardario Warren Buffett.

Questi programmi e iniziative promuovono l’ideologia dell’identità di genere supportando varie organizzazioni religiose, associazioni sportive e culturali, formazione del dipartimento di polizia e programmi educativi nelle scuole elementari, scuole superiori (GLSEN, il cui fondatore è stato portato ad Arcus nel 2012 nel consiglio di amministrazione, ha influenzato molti curricula scolastici K-12 ) e università e istituzioni mediche – inclusa la American Psychological Foundation (APF). I fondi Arcus aiutano APF (la principale organizzazione psicologica negli Stati Uniti) a sviluppare linee guida per stabilire pratiche psicologiche transaffermative. Gli psicologi sono “incoraggiati” da quei soldi a modificare la loro comprensione del genere, ampliando la gamma della realtà biologica per includere identità mediche astratte.

Allo stesso tempo, Arcus guida l’ideologia dell’identità di genere e il transgenderismo sul mercato incoraggiando le aziende a investire in cause LGBT. Per non dimenticare, Stryker è l’erede di una società medica da $ 13,6 miliardi. Basta guardare le corporazioni che supportano gliLGBT durante il mese del pride di quest’anno per accertare il successo che Arcus ha avuto in questo campo.

Come mostra l’esempio della Arcus Foundation, il movimento per i diritti civili LGB di un tempo si è trasformato in un implacabile colosso, che ha forti legami con il complesso industriale medico e i corporativisti globali. La lobby farmaceutica è la più grande entità di lobby del Congresso. Sebbene gli attivisti presentino il movimento LGBT come un gruppo debole e impotente che soffre di oppressione e discriminazione, in verità esercita un potere e un’influenza enormi – potere che usa sempre più per riplasmare le nostre leggi, scuole e società.

Fonte

 

Perche` Justin Bieber tagga foto di bambini con l’hashtag “Yummy” su Instagram? La risposta e` inquietante

Per promuovere il suo nuovo singolo “Yummy”, Justin Bieber ha pubblicato strane foto di bambini con l’hashtag “Yummy”. Ci sono, inoltre, molti riferimenti alla pizza e, il video musicale “Yummy” ha un messaggio nascosto.

Justin Bieber ha pubblicato un nuovo singolo chiamato Yummy e sembra fatto apposta per far incazzare la gente. Per iniziare, l’hook della canzone è in qualche modo esasperante. È come se fosse stato scritto per dei bambini.

Yeah, you got that yummy-yum
That yummy-yum, that yummy-yummy
Yeah, you got that yummy-yum

Tuttavia, il resto dei versetti chiarisce che l’argomento trattato nella canzone è molto adulto e sessuale.

Un titolo dell’Elite Daily sul testo della canzone.

Ecco un esempio:

That jet set, watch the sunset kinda, yeah, yeah
Rollin’ eyes back in my head, make my toes curl, yeah,

Here’s another barely veiled sexual verse:

Standin’ up, keep me on the rise
Lost control of myself, I’m compromised
You’re incriminating, no disguise (No disguise)
And you ain’t never runnin’ low on supplies

Sebbene Bieber non sia chiaramente il primo artista a pubblicare una canzone pop con allusioni sessuali, la promozione che circonda il singolo rende le cose estremamente strane e inquietanti. Chi gestisce l’account Instagram di Bieber avra` pensato che sarebbe stata una buona idea pubblicare foto di bambini con l’hashtag “Yummy”.

L’account IG di Bieber contiene molte più foto di bambini. Per rendere le cose ancora più strane, Bieber ha anche pubblicato il titolo della canzone con un font ch richiama la pizza.

È ormai risaputo che “pizza” è una parola in codice usata nei circoli pedofili. È persino diventato un meme nei forum su Internet come 4Chan. Per coloro che comprendono i codici malati di queste persone, è difficile ignorare la combinazione dei testi della canzone con le foto dei bambini e la parola “Yummy” scritta in quel modo.

Un altro meme ampiamente associato a questi pervertiti è il pedobear. Ecco un altro post sull’account IG di Bieber nel bel mezzo della campagna promozionale di Yummy.

Per rendere le cose ancora più strane, il video musicale aggiunge un altro livello di orrore al tutto

IL VIDEO MUSICALE DI YUMMY

Il video musicale si svolge in un ristorante elegante a cui partecipano persone dall’aspetto elegante. È il tipo di posto in cui andrebbero i membri dell’élite.

All’inizio del video, la telecamera si sofferma su dei bambini che stanno suonando.

Gli unici bambini nel ristorante sono i musicisti. In altre parole, i bambini sono l'”intrattenimento” della serata.

Mentre i bambini suonano, Bieber mangia del cibo strano con alcune persone dall’aspetto altrettanto strano

Cenando con l’élite occulta?

Considerando l’argomento della canzone, si può facilmente interpretare che questa orgia di cibo è in realtà destinata a rappresentare un’orgia di persone. I primi piani delle persone che mangiano suggestivamente cibo non vanno molto per il sottile.

Quest’uomo anziano viene nutrito con una fragola da questa donna anziana. Suggestivo.

Il fotogramma finale del video spiega cosa rappresenta effettivamente il cibo nel video. Quel frame è così simbolicamente importante che è stato anche pubblicato sull’account Instagram di Bieber.

Qualcuno sta mangiando una fetta di torta e sul fondo del piatto vediamo il volto di un giovanissimo Justin Bieber … con la parola “Yummy” scritta sotto.

Il fotogramma finale dice sostanzialmente che i piatti rappresentano i bambini. Vengono “assaggiati”. E Bieber è vittima del sistema stesso che sta celebrando nel video.

COSA STA SUCCEDENDO A BIEBER?

Qualcuno potrebbe chiedersi perché Bieber partecipi a questa raccapricciante setta di pedofili quando potrebbe benissimo farne a meno. La risposta breve è: non ha scelta. Sin dall’inizio della sua carriera, Bieber è sempre stato un pedone del settore, con poco o nessun controllo sulla sua carriera. Come sembra dire l’ultimo frame di Yummy, lo stesso Bieber potrebbe essere stato maltrattato da pervertiti nell’industria musicale.

Altri si chiedono perché Bieber – che è un cristiano devoto e schietto – sta prendendo parte a questa roba occulta d’élite. In effetti, ci sono molti post relativi a Gesù sul suo account IG (anche se stranamente mescolati con immagini inquietanti, legate a Yummy). Tuttavia, per avere un quadro migliore di ciò che sta accadendo qui, dobbiamo guardare alla chiesa di Bieber: la potente chiesa, costellata di stelle dell’industria di Hillsong.

La chiesa di Hillsong è passata dall’essere una piccola chiesa locale in Australia a un “movimento internazionale”.

La chiesa è notoriamente frequentata da varie star come Selena Gomez, Kylie e Kendall Jenner, Kourtney Kardashian, Vanessa Hudgens, Nick Jonas, Hailee Steinfeld e Bono. Tutti loro sono pedine dell’élite occulta.

Anche il fondatore della chiesa Brian Houston ha stretti legami con l’élite politica australiana.

Hillsong Church ha attirato il sostegno di politici di alto profilo, in particolare del Partito liberale australiano. Nel 1998, Brian Houston ha incontrato l’allora Primo Ministro dell’Australia, John Howard, e la maggior parte del suo gabinetto, presso la sede del parlamento di Canberra prima di condividere le preghiere. Nel 2002, John Howard ha aperto l’Hillsong Convention Center nella località di Baulkham Hills. Nel 2004 e nel 2005, l’allora tesoriere australiano, Peter Costello, parlò li` alle sue conferenze annuali.
– Wikipedia, Hillsong Church

Tutta questa approvazione da parte dell’élite è avvenuta nonostante il fatto che la Chiesa abbia un oscuro segreto: il padre del fondatore della Chiesa Frank Houston ha ammesso di aver abusato di molti giovani ragazzi in Australia e Nuova Zelanda. E la direzione della Chiesa ha fatto tutto il possibile per nascondere questa sordida vicenda.

Frank Houston, padre del fondatore della Hillsong Church Brian Houston, era un pastore in Nuova Zelanda e Australia che ha abusato di ben nove ragazzi nel corso del suo ministero. Negli anni ’60 e ’70, una vittima è stata abitualmente soggetta ad abusi sessuali dai 7 ai 12 anni. Nel 1999, sua madre ha denunciato l’abuso in chiesa. Sebbene Brian Houston fosse legalmente obbligato a denunciare il crimine, non lo fece. La vittima in seguito ha testimoniato alla Royal Commission into Institutional Responses to Child Sexual Abuse che Frank Houston gli offri` 10.000 dollari australiani come compenso presso un McDonald in presenza dell’anziano Nabi Saleh della chiesa di Hillsong. Durante un’indagine interna della chiesa, Frank Houston alla fine confesso` il crimine. La commissione ha anche scoperto che era coinvolto nell’abuso sessuale di altri bambini in Nuova Zelanda. Frank Houston si è dimesso dalla sua chiesa nel 2000, che poi si è fusa con la Hillsong Church. Contrariamente a quanto affermato nella lettera di dimissioni di Frank Houston, si ritirò dalla carica di pastore senior del Sydney Christian Life Centre nel maggio 1999 e non fu mai assunto dalla Hillsong Church. Un’ulteriore indagine interna condotta dalle Assemblee di Dio in Australia, in collaborazione con le Assemblee di Dio in Nuova Zelanda, ha riscontrato sei ulteriori accuse di abuso sessuale di minori, che sono state ritenute credibili.

Nel 2015, la commissione reale ha esaminato le accuse che incolpavano Brian Houston di aver nascosto i crimini di suo padre. Nel novembre 2018, 60 Minutes ha trasmesso un segmento che rivisita lo scandalo degli abusi sessuali, perché la documentazione recentemente ottenuta rivela che Brian Houston era profondamente coinvolto in un insabbiamento e che il comportamento offensivo di Frank Houston era peggiore di quanto inizialmente pensato. Brian Houston avrebbe usato la sua posizione all’interno delle assemblee di Dio nella denominazione australiana per nascondere l’abuso sessuale infantile seriale di suo padre. La questione è stata deferita alla polizia del Nuovo Galles del Sud, che ha confermato che Brian Houston era sotto inchiesta penale per non aver denunciato un reato grave. Dopo la storia dei 60 minuti, Hillsong ha rilasciato una dichiarazione in risposta alle accuse.
– Ibid.

CONCLUDENDO

Quindi, per tornare al titolo dell’articolo: Perché Justin Bieber ha taggato dei bambini con l’hashtag “Yummy” su Instagram? Perché è una pedina dell’industria dell’intrattenimento che è controllata da alcune persone molto malate.

Dall’inizio della sua carriera, Bieber è stato coinvolto in un turbine infinito di eventi strani e umilianti e ha spesso mostrato comportamenti bizzarri. È sempre stato un “capro espiatorio” del settore e il volto della musica pop piu` becera. Con Yummy, lo schema continua. I suoi gestori hanno volutamente trasformato Yummy in una sorta di inno “pedofilo” associandolo a immagini esplicite e post inquietanti su Instagram.

In breve, Bieber è stato utilizzato per promuovere uno dei programmi preferiti dell’élite: la normalizzazione e la celebrazione degli abusi sui minori.

Fonte

Un uomo di 45 anni, arrestato per pornografia infantile, sostiene di identificarsi in una bambina di 8 anni

Un uomo di 45 anni arrestato per possesso di pedopornografia si e` inventato una particolare e vergognosa difesa in tribunale; ha affermato di identificarsi in una bambina di 8 anni.

Di fronte ad una condanna a 20 anni di carcere, Joseph Gobrick ha detto a un giudice del Michigan che il primo emendamento gli avrebbe consentito di guardare pornografia infantile sul suo computer e che in realtà era una bambina di 8 anni, quindi non importava comunque .

“Sono sempre stata una bambina di 8 anni e anche nei miei disegni e fantasie sono sempre una bambina di 8 anni”, ha detto Gobrick.

Dopo che le sue affermazioni non hanno impressionato il giudice, Gobrick ha iniziato a dire che i suoi accusatori si stavano comportando come nazisti.

“Secondo la legge, Auschwitz era legale”, ha detto, sostenendo, “Quello che state facendo qui è sbagliato, proprio come ad Auschwitz”.

“Se Gobrick può identificarsi come femmina, perché non potrebbe identificarsi come una femmina di una qualunque eta`?”, Chiede Matt Walsh.

“Almeno un uomo che si sente un bambino può giustamente sottolineare che una volta era un bambino, e quindi ha una certa familiarita` con determinati atteggiamenti e sensazioni. Almeno ha senso, nel caso di alcune disabilità mentali, dire che un adulto “ha il cervello di un bambino”.

“Niente di tutto serve a giustificare le ignobili azioni di Gobrick, ma il mio punto è che il transageismo (cambiare eta` a piacimento) è in realtà più credibile e ha più senso del transgenderismo. Come quest’ultimo e` un frutto della fantasia, ma e` leggermente piu` credibile. L’età cambia, dopo tutto. Non sarò un uomo di 33 anni per sempre. Ma sarò un uomo per sempre. Se il mio sesso è una caratteristica fluida, quanto più sara` fluida la mia eta`? ”

Per come stanno andando le cose nella società occidentale, la scusa di Gobrick potrebbe essere accettata dai tribunali tra 5-10 anni.

Se Rachel Dolezal può identificarsi come nera e Caitlyn Jenner può identificarsi come una donna dopo essere stato uomo per 50 anni, perché no?

Fonte

Emerse nuove foto di Clinton nel “Lolita Express” di Epstein

Bill visto in posa con la “schiava sessuale”

È stato ben documentato che Bill Clinton ha volato sul jet privato del pedofilo Jeffrey Epstein circa 26 volte, ora sono emerse foto che mostrano l’ex presidente a bordo e in posa con una presunta schiava sessuale.

Le immagini, ottenute dal The Sun, mostrano Clinton che si rilassa sul cosiddetto “Lolita Express”, il Boeing 727 che si pensa sia stato usato per traffici sessuali.

In una foto, Clinton è in posa con Ghislaine Maxwell, la compagna di Epstein.

In un’altra foto, Clinton posa con il braccio attorno alla massaggiatrice Chauntae Davies, una delle cosiddette “schiave del sesso”.

Le immagini sono state scattate durante un viaggio in Africa del 2002 in connessione con la Clinton Foundation, secondo il rapporto.

Davies ha affermato di essere stata violentata e aggredita sessualmente per mano di Epstein, ma non ha accusato in tal senso Clinton.

Davies ha affermato che “Clinton e` stato un vero gentleman durante il viaggio. Lo vediamo sull’aereo con un sigaro in bocca, mentre gioca a carte “.

“Ho scritto sul mio diario che desideravo fosse di nuovo presidente. Era carismatico, divertente, gentile e simpatico.” ha aggiunto.

“Guardando queste immagini sorgono molte domande sul perché Bill Clinton stava usando l’aereo e su cosa Jeffrey volesse ottenere”, ha detto ai giornalisti.

Sebbene non ci siano prove incriminanti contenute nelle immagini e nessuna indicazione che Clinton fosse a conoscenza delle attività di Epstein, certamente aggiungono benzina alle teorie che puntano il dito sulla pedofilia dilagante tra l’elite.

Fonte

L’accusatrice di Epstein e del Principe Andrea posta un tweet inquietante: “Non ho manie suicide”

Virginia Giuffre ha accusato Jeffrey Epstein di traffico sessuale e il principe Andrew di avere avuto rapporti con lei mentre era minorenne. Di recente ha pubblicato un tweet che afferma: “Sto facendo sapere pubblicamente che in nessun modo o forma ho manie suicide”.

Virginia Giuffre è l’accusatrice più visibile e di spicco nei casi di Jeffrey Epstein e del Principe Andrea. E` andata per tribunali in diverse occasioni ed è apparsa in interviste televisive per rendere pubblica la sua storia

Virginia Guiffre con il principe Andrew quando aveva 17 anni. Sulla destra c’è Ghislaine Maxwell, la “fidanzata” di Epstein, che si dice sia la Gran Dama nella sua organizzazione di traffici sessuali.

L’11 dicembre, Giuffre ha pubblicato un tweet agghiacciante nel quale avvisa il mondo che non ha tendenze suicide. Ecco il tweet completo:

Sto rendendo pubblico che in nessun modo o forma ho tendenze suicide. L’ho fatto sapere al mio terapeuta e al mio medico di famiglia. Se succede qualcosa a me, per il bene della mia famiglia, non ignorarlo e aiutami a proteggerli. Troppe persone malvagie vogliono farmi stare zitta.

Il tweet è stato pubblicato in risposta a un altro tweet che diceva:

L’F.B.I. la ucciderà per proteggere gli ultra ricchi…

Guiffre ha anche ritwittato un post dicendo:

Non hai  tendenze suicide e se muori in un “incidente”, non è stato veramente un incidente.

Le paure della Guiffre sono piuttosto comprensibili. Jeffrey Epstein – che avrebbe dovuto affrontare un processo che avrebbe messo in ginocchio l’élite occulta – è morto “suicidato” nella sua cella di prigione. E, come hanno osservato le persone, tutto riguardo a quel caso era sospetto

Guiffre ora vive in Australia e recentemente ha rilasciato un’intervista al programma della BBC Panorama, dove ha affermato di essere stata costretta a fare sesso con Prince Andrew negli Stati Uniti, nel Regno Unito e sull’isola di Epstein. Ha anche spiegato il suo primo incontro con il principe Andrew, che ha avuto luogo nel nightclub Tramp di Londra:

“È il ballerino più orribile che abbia mai visto in vita mia. Il suo sudore era ovunque come se praticamente piovesse dappertutto. In macchina Ghislaine mi dice che dovevo fare per Andrew quello che facevo per Jeffrey ”.

Più tardi quella sera, fece sesso con il principe Andrew a casa della Maxwell in Belgravia.

L’intervista si è conclusa con un appello al pubblico:

“Imploro le persone nel Regno Unito di alzarsi di fianco a me, di aiutarmi a combattere questa lotta, di non farselo andare bene. Questa non è una sordida  storia di sesso. Questa è una storia di traffico di esseri umani. Questa è una storia di abusi e questa è una storia di come e` la nobilta` inglese “.

Il principe Andrew e Ghislaine Maxwell hanno categoricamente smentito tutte le accuse. Andrew ha persino affermato di essere stato in un “ristorante pizzeria” la notte del presunto abuso. Strano.

ESATTAMENTE COME NATASHA JAITT

Lo strano tweet della Guiffre ricorda molto il tweet pubblicato dall’informatrice anti pedofili Natasha Jaitt … pochi mesi prima della sua morte.

Natacha Jaitt, ex modella di Playboy e concorrente del “Grande Fratello Spagna”.

Nel 2018, la modella argentina ha accusato un certo numero di personaggi pubblici noti – tra cui politici, giornalisti, animatori e star dello sport – di essere stati coinvolti nella prostituzione minorile in diretta TV. Si crede che nel presunto anello pedofilo vi sia anche una persona molto vicina a papa Francesco.

Nell’aprile 2018, Jaitt ha pubblicato su Tweeter un avviso:

“ATTENZIONE: non mi suiciderò, non mi faro` di cocaina e affogherò in un bagno o mi sparerò. Quindi, se ciò accade, NON ERA IO. Salva questo tweet “

Tweet di Natacha Jaitt pubblicato il 5 aprile 2018.

Il 23 febbraio 2019, Jaitt è stata trovata morta e nuda dopo una festa in casa a Buenos Aires. I media locali hanno rapidamente riferito che Jaitt aveva consumato “quantità eccessive di cocaina, LSD e champagne”. I risultati dell’autopsia hanno mostrato che Jaitt ha sofferto di insufficienza multipla di organi senza alcun segno di violenza. Ha effettivamente previsto la propria morte e il fatto che sarebbe stata causata da droghe.

In breve, l’abuso e il traffico di minori è la pratica più orribile dell’élite occulta. È dilagante, coinvolge molte persone potenti e ancora più bambini che vengono profanati oltre ogni immaginazione. Coloro che tentano di portare alla luce questo orrore vengono uccisi e messi a tacere. Quando ciò accade, la struttura di potere corrotta si assicura che tutte le prove vengano sepolte.
Fonte

L’attivista trans che ha denunciato le estetiste che non volevano fargli la ceretta ai genitali, ora si lamenta perche` il ginecologo non vuole riceverlo

Un’altra causa in arrivo?

L’attivista transgender Jessica Yaniv, che ha perso una causa contro i saloni di bellezza che avevano rifiutato di fargli la ceretta alle palle, ora si lamenta dei ginecologi che si rifiutano di vederlo.

A ottobre, Yaniv ha perso il suo caso ed è stato costretto a pagare $ 6.000 in danni dopo aver accusato tre donne di “discriminazione” quando si sono rifiutate di fargli la ceretta ai genitali.

Ora l’attivista trans è arrabbiato con i ginecologi che si rifiutano di servire i pazienti transgender.

“Un ginecologo da cui sono andato ha letteralmente detto che “non serve pazienti transgender “, ha twittato Yaniv.

“Sono rimasto confuso, shockato … e ferito. Sono autorizzati a farlo legalmente? Non va contro i principi del loro lavoro? ” Ha chiesto

I ginecologi fanno parte del team multidisciplinare che si occupa di pazienti transgender e non binari, sia come parte della fase di transizione sia di quella pre e post.- Jessica Yaniv (@trustednerd) 3 dicembre 2019

La ginecologia è descritta come “la pratica medica che si occupa della salute dei sistemi riproduttivi femminili (vagina, utero e ovaie) e del seno”.

Yaniv, come ormai tutti sappiamo, possiede ancora un pene e delle palle e non ha un sistema riproduttivo femminile.

Resta da vedere se Yaniv utilizzera` la stessa tattica utilizzata contro le estetiste.

Come precedentemente riportato, Yaniv, che è stato accusato di essere un predatore sessuale, aveva tentato di organizzare una sessione di nuoto in topless per ragazze di 12 anni in cui i genitori non avrebbero potuto essere presenti.

La controversia iniziale che circonda Yaniv ha spinto il comico Ricky Gervais ad affrontare il dibattito.

“Come siamo arrivati ​​al punto in cui le donne devono lottare per il diritto di scegliere se fare la ceretta o meno ad un vecchio grosso cazzo peloso? Non è un diritto umano la depilazione del tuo coso ”, ha twittato Gervais, il quale e` stato accusato di “transfobia” per aver difeso il diritto di una donna di non depilare i genitali maschili.

Fonte

Ex spia israeliana: Epstein era un agente del Mossad utilizzato per ricattare i politici americani

Secondo una ex spia israeliana, Jeffrey Epstein era una risorsa del Mossad che veniva utilizzata dall’intelligence israeliana per ricattare i politici americani.

Ari Ben-Menashe, ex spia israeliana e presunto “handler” di Robert Maxwell, ha detto agli autori di un nuovo libro, Epstein: Dead Men Tell No Tales, che Epstein condusse una “complessa operazione di intelligence” per volere del Mossad.

Credendo che Epstein avesse pianificato di sposare sua figlia, Maxwell, presentò lui e Ghislaine Maxwell alla cerchia del Mossad di Ben-Menashe.

“Maxwell ha iniziato ad apprezzarlo, e la mia teoria è che Maxwell pensasse che Jeffrey sposasse sua figlia”, ha detto Ben-Menashe.

I capi dell’intelligence israeliana hanno dato il via libera e Epstein è quindi diventato una risorsa del Mossad.

“Erano agenti dei servizi segreti israeliani”, ha detto Ben-Menashe.

Quando divenne chiaro che Epstein non era molto competente, il suo ruolo principale divenne “ricattare i politici americani e altre figure importanti”.

“Il sig. Epstein era l’utile idiota che forniva ragazze ai politici negli Stati Uniti “, ha detto Ben-Menashe. “Vedi, fare sesso non e` un crimine. Certo forse potrebbe essere imbarazzante, ma non è un crimine. Ma scoparsi una ragazza di quattordici anni è certamente un crimine. Ed Epstein fotografava politici mentre facevano sesso con ragazzine di quattordici anni. Il suo lavoro e quello della Maxwell era quello di ricattare le persone importanti. ”

C’è anche una connessione del Mossad con un diverso tipo di molestatore sessuale; Harvey Weinstein.

Secondo quanto riferito, Weinstein ha assunto ex agenti del Mossad per reprimere le accuse mosse contro di lui. Lavorando per un’azienda israeliana chiamata Black Cube, questi agenti fecero pressioni sui testimoni e cercarono di intimidire il giornalista Ronan Farrow per “seppellire la verità” sull’attività di Weinstein.

Fonte