Archivi categoria: Antichi astronauti

Divinità Aliene: Huang-Di, Figlio del cielo

Coloro i quali propongono la teoria degli antichi astronauti spesso sostengono che gli esseri umani sono o i discendenti o le creazioni di esseri che atterrarono sulla Terra migliaia di anni fa. La teoria più diffusa è che la conoscenza umana, la religione e la cultura ci fossero state tramandate da visitatori extraterrestri in tempi remoti. Gli antichi astronauti sono stati ampiamente utilizzati come espediente narrativo nella fantascienza, ma l’idea che fossero realmente esistiti, non viene presa sul serio dalla maggior parte degli accademici.

Gli argomenti che sostengono le teorie degli antichi astronauti sono da ricercare nelle lacune storiche e archeologiche. Le prove includono reperti archeologici che vanno ben al di la delle capacità tecniche e tecnologiche dell’epoca. Queste includono anche opere d’arte e leggende che vengono interpretate come un primo contatto con razze aliene.

Nonostante queste affermazioni, diciamo che vi è un assioma nelle teorie degli antichi astronauti. Dobbiamo chiederchi, chi erano questi esseri? Che cosa rappresentano per gli abitanti della terra? In quali casi erano gli “dei” nelle antiche culture?

Huang-Di (2697-2598 aC) è considerato il primo imperatore della Cina e l’antenato di tutti i cinesi. Huang Di, o l’Imperatore Giallo, viene indicato come il “creatore della cultura cinese” e tutte le persone di razza cinese si considerano discendenti di Di Yan e Huang Di. Secondo molte fonti è stato uno dei leggendari ‘Tre Sovrani e Cinque Imperatori’. Gli studiosi cinesi hanno cercato di capire se Huang-Di fosse un personaggio “reale” o “mitico”. A seconda della fonte che si sceglie è stato descritto come un dio-re, un re mitologico, un vero re, un dio fatto re, un “figlio del cielo” o un semi-dio. La storia cinese suggerisce che fosse esistito, ma che non fosse stato umano.

Nell’immagine un aquilone a forma di drago vola sopra la cerimonia commemorativa di ‘Huang Di’, o l’Imperatore Giallo, il leggendario antenato della nazione cinese presso il Mausoleo Di Huang il 5 aprile 2005 a Xian nella provincia dello Shaanxi, Cina.

Molte culture antiche hanno re e governanti che sono discesi dal cielo, si sono fatti chiamare “Dei” e hanno prodotto una prole con gli esseri umani chiamata semi dei. I resoconti cinesi non sono diversi in questo senso. Secondo la leggenda, prima della nascita di Huang-Di vi fù “una luce proveniente dalla grande stella Chi e dalla costellazione del Carro (Orsa Maggiore)”. Il concetto dell’evento porta con se un tratto particolare: “un rombo di tuono in una giornata dai cieli limpidi”. Huang-Di inizia poi la sua unificazione della Cina ed ha anche il merito di essere stato un eroe della cultura, avendo portato la medicina tradizionale cinese (compresa l’agopuntura) nel paese. Sua moglie ha insegnato ai cinesi come fare seta. Si dice vivesse nei monti Kunlun, nel cuore del Tibet. Dopo aver vissuto e governato per oltre 100 anni si dice avesse preparato il suo “ritorno al cielo”. Poi un Drago “discese dal cielo e portò via Huang-Di “. Alcune fonti dicono che non è morto ma avrebbe poi vissuto altri 200 anni nelle stelle Yuan Syuan (la costellazione del Leone).

Huang-Di è anche l’autore di un libro “Bai Ze Tu” che descrive 11.520 tipi di “mutaforma, mostri, spiriti, esseri” nell’Universo. Questo libro è considerato perso. Alcune fonti riportano anche che Huang-Di abbia istruito Lao Tzu … il creatore del taoismo.

Le antiche testimonianze di Huang-Di si riferiscono a lui come ad un inventore di strani apparecchi meccanici. Una macchina chiamata “il carro che punta a sud”, lo ha aiutato a vincere varie battaglie. Un altro strano dispositivo, che si suppone abbia inventato Huang-Di  viene descritto come “un tripode”. Questo “tripode”era alto 4 metri, con una grande quantità di energia nel suo centro e si dice producesse uno strano rumore. Secondo la leggenda questo “tripode” raffigurava “draghi che volano tra le nuvole”. Inoltre, il “tripode” fu eretto presso il “Summit Lake Mountain” e “doveva essere puntato verso la stella Syuan Yuan” (la stella più brillante in questa costellazione è Regulus). Questa è anche la stella di provenienza di Huang-Di. A quanto pare questo “tripode” era anche in grado di memorizzare i dati ed ha registrato la vita e i tempi di Huang-Di. Il “drago” di Huang-Di non è descritto come una creatura mitologica, ma come un dispositivo per ascendere ai “soli” … un mezzo di trasporto più di tremila anni fa.

Le opere scritte da Huang-Di dicono che il drago di nome ‘Changhuan’ copre una distanza estrema in un solo giorno e che ogni uomo che lo cavalca può raggiungere l’età di duemila anni … un concetto coerente con le altre leggende in tutto il mondo e con i documenti sulla dilatazione gravitazionale del tempo per quanto riguarda questi “veicoli degli Dei”.

Quando Huang Di raggiunse poco più di cento anni, organizzò gli affari con i suoi ministri, e si preparò per il suo viaggio di ritorno verso il Cielo. Il termine del suo lungo regno fù glorificato dalla comparsa di una fenice e di un animale misterioso, il Qilin, come simboli della sua amministrazione. La vita di Huang-Di viene festeggiata annualmente dal popolo cinese.

Annunci

Divinità Aliene: Ra

Coloro che propongono la teoria degli antichi astronauti spesso sostengono che gli esseri umani sono o i discendenti o le creazioni di esseri che atterrarono sulla Terra migliaia di anni fa. La teoria più diffusa è che la conoscenza umana, la religione e la cultura ci fossero state tramandate da visitatori extraterrestri in tempi remoti. Gli antichi astronauti sono stati ampiamente utilizzati come espediente narrativo nella fantascienza, ma l’idea che fossero realmente esistiti, non viene presa sul serio dalla maggior parte degli accademici.

Gli argomenti che sostengono le teorie degli antichi astronauti sono da ricercare nelle lacune storiche e archeologiche. Le prove includono reperti archeologici che vanno ben al di la delle capacità tecniche e tecnologiche dell’epoca. Queste includono anche opere d’arte e leggende che vengono interpretate come un primo contatto con razze aliene.

Nonostante queste affermazioni, diciamo che vi è un assioma nelle teorie degli antichi astronauti. Dobbiamo chiederchi, chi erano questi esseri? Che cosa rappresentano per gli abitanti della terra? In quali casi erano gli “dei” nelle antiche culture?

P’TAH (Dio del cielo venuto sulla Terra dal disco celeste) Mise come capo supremo (e divino) suo figlio RA. Conosciuto inizialmente come Atum, è probabilmente la più importante delle divinità egizie e naviga attraverso il cielo nella sua barca solare. La leggenda vuole che l’umanità si sia formata dalle lacrime di RA. Hai bisogno di una conferma? Guarda il sole che splende in alto nel cielo quello è il suo occhio onnipotente che scruta tutto dall’alto.

Le antiche leggende narrano di Tep Zepi, o dell’Inizio. Nella leggenda possiamo leggere che questa è un’epoca in cui gli “dei del cielo” scesero sulla terra e fecero emergere il terreno dal fango e dall’acqua. Si suppone che percorressero il cielo attraverso “barche” e portassero leggi e saggezza all’uomo attraverso una linea reale di faraoni.

Dalle antiche scritture si deduce che Ra avesse un rapporto “singolare” con la sua compagna, Nut la dea del cielo. Durante la notte,Ra, doveva navigare attraverso la sua bocca e doveva poi combattere contro gli incubi che risiedevano al suo interno (nella Via Lattea). RA percorre il suo cammino attraverso dodici cancelli al ritmo di uno all’ora evitando i mostri maligni, tra cui il Dio Serpente APEP che cerca di distruggerlo al suo passaggio. Una volta superati questi periocoli, si dirige verso il canale del parto di NUT per salutare il nuovo giorno. Non è solo nel suo viaggio. Altri dèi – THOTH, Maat, Hathor, Horus fanno parte delle divinità superiori e assieme a ABTU, ANET e Khepri cercano di coprirli le spalle da eventuali pericoli. L’imbarcazione notturna si chiama Mantchet la notte, mentre quella diurna si chiama Semketet, nella quale si imbarcano per fare i loro viaggi. Nut diede vita ad Osiride. Al momento della nascita di Osiride, si sentì una voce in tutto il momento,che disse: “il Signore di tutta la terra è nato.”

Molti dei cercarono di emulare RA, aggiungendo il suo nome al proprio per acquisire gloria. Il più importante di questi è stato Amon-Ra.

RA è l’unico Dio, a parte Osiride, il quale non risiede sulla Terra. RA, viene descritto come un dio molto vecchio, si potente, ma troppo vecchio per gestire ancora i suoi figli, così si è trasferito in cielo per osservare il mondo. Horus regna sulla terra e sugli dei al suo posto, dimostrando il diritto divino regale.

Nel Nuovo Regno il dio Amon è diventanto molto importante, fondendosi con RA e diventando così Amon-Ra. Durante il periodo di Amarna, Akhenaton soppresse il culto di RA a favore di un’altra divinità solare, Aton, il disco solare deificato, ma dopo la morte di Akhenaton il culto di RA venne restaurato.

Il succo della vicenda è che nonostante la costruzione di elaborate strutture come la Grande Piramide o la profonda conoscenza tecnlogica prima ancora della scoperta della ruota, gli egiziani furono una civiltà straordinaria, con una storia ricca e vivace. Anche se fossero stati aiutati da cosidetti antichi astronauti, ciò non avrebbe in ogni caso cancellato la loro grandezza intrinseca.

Immagini sulle travi di un soffitto di un tempio del Nuovo Regno 3000 anni fa circa,
è stato trovato a diverse centinaia di miglia a sud del Cairo e dalla Piana di Giza, ad Abydos

Da questa immagine possiamo vedere molte “imbarcazioni” che assomigliano alle moderne macchine moderne

Chariots of the Gods

Ora che possediamo una conoscenza migliore della scienza riuscendo quindi a comprendere l’universo un pò meglio, è possibile dare un occhio a ciò che i nostri antenati ci hanno lasciato e ri-analizzare le cose. C’è da mettere in discussione la versione “ufficiale” della storia perchè sempre più dati sono incongruenti. Questo non è un concetto campato per aria, questa è scienza. Ciò che i nostri antenati chiamavano dio, potrebbe essere in realtà un alieno? Entità certamente superiori scambiate per divinità da uomini che non conoscevano neppure le proprietà degli elementi.

SCULTURE

La figura di un dio con un casco, si trova presso il Museo Antropologico di Città del Messico, foto scattata da Tatjana Ingold.Fonte

Mentre vive a Cuenca in Ecuador, un uomo conosciuto come Padre Carlo Crespi ha ricevuto molti doni dalla gente del posto. Ci sono notevoli somiglianze tra queste statuette e una moderna tuta spaziale dei giorni nostri. La gente del posto sostiene che provenivano da un sistema di caverne sotterranee nella giungla.Fonte

Anche queste figurine di argilla trovate in Ecuador hanno una notevole somiglianza a delle tute spaziali. Per fare un confronto, accanto alla figura c’è un vero astronauta.Fonte

Questa figura molto strana, sembra indossare una tuta ed è stata trovata a Kiev. Apparentemente risale al 4.000 aC. Fonte

Un disegno trovato nel Tempio di Abydos, sembra rappresentare un elicottero, un sottomarino e altri mezzi aerei. Ha 3000 anni. Fonte

Ritrovate in Iraq, queste sculture sembrano avere le teste simili a quelle di rettili. Sono datate 5ooo-4.000 aC. Fonte

Incisioni raffiguranti l'”uomo lucertola” Fonte

Il piatto di Lolladoff, scoperto in Nepal, sembra raffigurare un umanoide simile ad un “grigio”, con un Ufo al centro. 7.000 aC. Fonte

Poiché questi piccoli oggetti sono in oro, sono difficili da datare, ma è certo che abbiano almeno 1000 anni. Sono stati trovati in giro per l’America centrale e nelle zone costiere del Sud America. Per chi sa qualcosa sull’aeronautica questi oggetti risultano semplicemente pazzeschi. Raffigurano una indubbia conoscenza del settore aeronautico. Nell’ultima foto che vedete su modelli in scala di queste figure, tre appassionati di modellismo tedesco, Eenboom, Belting e Lubbers, hanno costruito modelli in scala di queste figure, che volarono splendidamente. La fonte di queste foto è la serie Ancient aliens 2010.

Naturalmente si devono menzionare anche i famosi “teschi di cristallo”, perché potrebbero essere una forma d’arte, e sono certamente un tipo di scultura. Questi stupefacenti teschi avrebbero richiesto centinaia di anni per essere creati a mano, la scienza è impotente di fronte ad essi anche perché non ci sono segni di alcuna lavorazione. Ci sono molte notizie su di essi, per farvi qualche idea più approfondita sull’argomento vi consiglio questi siti:1 2

PITTURE E DIPINTI

Questo disegno raffigura un avvistamento UFO AD Amburgo, in Germania il 4 novembre 1697. Questi oggetti misteriosi sono stati descritti come “due ruote incandescenti”. Fonte

Questa è una illustrazione tratta da un libro intitolato “Theatrum Orbis Terrarum” di Admiral Blaeu. Raffigura un avvistamento UFO fatto da due navi olandesi nel Mare del Nord nel 1660. Fonte

Questa foto di Samuel Cocciu ritrae in bianco e nero Ufo sferici di grandi dimensioni a Basilea, in Svizzera nel 1566. Notare la reazione della gente. Fonte

Un esempio tratto da un libro intitolato “Ume No Chiri (Le ceneri di Apricot)” pubblicato nel 1803. Lo strano oggetto sotto si dice essere di ferro con strane lettere all’interno. Fonte

Questa illustrazione mostra una peculiare forma sferica tipo UFO nel cielo, proviene dal libro francese “Le Livre Des Bonnes Moeurs” di Jacques Legrand, datato 1338. Fonte

Questi due quadri di crociati vengono da un manoscritto del 12 ° secolo “Annales Laurissenses”, e raffigurano un avvistamento UFO nell’anno 776, durante l’assedio del castello di Sigiburg, in Francia. Fonte

Questo arazzo è intitolato “Summer’s Triumph”, creato a Bruges, nel 1538, situato al Bayerisches National Museum. Qui vediamo alcuni ufo circolari nel cielo sopra l’orizzonte. Fonte

Questa Crocifissione si trova nella Cattedrale di Svetitskhoveli di Mtskheta, in Georgia, da un lato della tomba di Sidonia. Altre varianti della crocifissione fatte in stile bizantino mostrano questi oggetti come il Sole e la Luna. Fonte

Questo dipinto del 14 ° secolo si trova nel monastero di Visoki Decani in Kosovo. I due oggetti ai lati sembrano rappresentare oggetti volanti di qualche tipo, con persone al loro interno. Fonte

Questo si intitola “La Tebaide” di Paolo Uccello dipinto tra il 1460 e il 1465. Ancora un altro esempio di oggetti non identificati presenti nell’arte. Si trova all’Accademia di Firenze. Fonte

Il dipinto è chiamato “L’annunciazione” di Carlo Crivelli ed è esposto al National Geographic di Londra. Si può vedere un raggio di luce partire da un Ufo per raggiungere Maria. Fonte

Da una serie di arazzi del 15 ° secolo situati nella chiesa collegiata di Beaune (Francia), si può chiaramente distinguere tra le nuvole,l’UFO in questione. Fonte

In questo famoso dipinto del 15 ° secolo di Maria, possiamo vedere ciò che sembra un UFO in alto a destra, con un uomo e il suo cane che lo guardano con curiosità. Fonte

Dipinto nel 1710, “Il Battesimo di Cristo”, di Aert de Gelder. Fonte

Questo dipinto è intitolato “Il Miracolo della Neve” di Masolino da Panicale (1383-1440), si trova presso la chiesa di Santa Maria Maggiore, a Firenze, Italia. Fonte

PETROGLIFI/DISEGNI NELLE CAVERNE

Questo dipinto trovato in una grotta della Tanzania,ha all’incirca 29000 anni, possiamo vedere quelli che sembrano “dischi volanti”. Inoltre, sembrano essere cadute qualcosa, o forse sono i segni lasciati dalla propulsione. Fonte

 

Questi dipinti sono iniziati a comparire 5.000 anni fa, nelle caverne degli aborigeni di  Kimberly in Australia: mostrano esseri molto strani, con teste molto strane.

Questo dipinto delle caverne è datato intorno al 10.000 aC e proviene dalla Val Camonica, in Italia. Ancora una volta vediamo la tuta e il casco. Inoltre, sembrano anche tenere in mano degli oggetti. Fonte

Nel deserto del Sahara, in Nord Africa, si trovano le prossime pitture risalenti a 6000 anni fa. Come sempre si possono vedere caschi e ufo. Fonte