Archivi Blog

Pubblicita` della Wolkswagen bloccata nel Regno Unito perche` mostra una donna che si prende cura di suo figlio

L’annuncio presenterebbe stereotipi di genere “dannosi”.

Una pubblicità della Volkswagen è stata bandita nel Regno Unito per aver violato gli “stereotipi di genere” in quanto mostrava una donna che si prendeva cura di un bambino.

Sì davvero.

La pubblicità mostra una scena in cui una donna e un uomo in una tenda su una scogliera, due astronauti maschi in assenza di gravita` su un’astronave e un para-atleta maschio con una gamba protesica che fa il salto in lungo.

Alla fine della clip, una donna è seduta su una panchina accanto a una carrozzina.

Lo spot è stato bandito dalla UK Advertising Standard Authority (ASA) dopo che solo tre persone si sono lamentate, con l’ASA che ha affermato che lo spot violava le norme sugli stereotipi di genere.

“Accostando immagini di uomini in ambienti particolari mentre svolgono attività avventurose contrapposte a immagini di donne che sembrano passive o impegnate in un ruolo di assistenza stereotipato, abbiamo ritenuto che l’annuncio ponesse direttamente in contrasto i ruoli e le caratteristiche stereotipate di uomini e donne in un modo che dava l’impressione che fossero associati esclusivamente a un genere “, ha affermato l’ASA. “Abbiamo concluso che l’annuncio presentava stereotipi di genere in modo tale da causare danni e quindi violare il Codice”.

Volkswagen ha cercato di spiegare il significato dietro l’annuncio, ma è stato inutile.

“Il messaggio centrale della pubblicita` era incentrato sulla capacità dello spirito umano di adattarsi alle sfide e ai cambiamenti causati dalle circostanze. Attraverso una serie di scenari diversi in cui sono presenti vari personaggi si vuole puntare ad un pubblico il più diversificato possibile in modo che si identifichi con il messaggio “.

“Hanno incluso nella scena finale della donna nel parco come esempio comprensibile di adattamento al cambiamento, poiché credevano che accogliere un neonato in una famiglia fosse un’esperienza che avrebbe cambiato la vita e che sarebbe stata condivisa da molti spettatori, indipendentemente dal sesso. La scena aveva uno scopo secondario ovvero quello di illustrare la riduzione del rumore del motore in un veicolo elettrico. “

Nel frattempo, le pubblicità che rafforzano gli stereotipi di genere negativi sugli uomini sono perfettamente accettabili, vero Gillette?

Pubblicità che mostrano una donna attraente in bikini sono vietate nella metropolitana di Londra, tuttavia le pubblicità che promuovono il paese omofobico del Brunei, in cui si lapidano i gay, vanno bene.

L’ASA ha anche vietato una pubblicita` con un meccanico donna sexy dopo una singola lamentela perché poteva risultare “offensivo” ed era sessualmente suggestivo.

Quindi sono vietate sia le pubblicità che mostrano donne impegnate in ruoli tipicamente femminili sia le pubblicità che mostrano donne impegnate in ruoli tipicamente maschili.

Viviamo proprio in un mondo patetico.

Fonte

 

 

Proctor & Gamble perde 5 miliardi di dollari dopo la campagna pubblicitaria “woke” di Gillette

Procter & Gamble ha perso $ 5,24 miliardi, creando speculazioni sul fatto che sia in atto un boicottaggio dei prodotti della società Gillette dopo la famosa campagna pubblicitaria “woke”.

La pubblicita`, intitolata “We Believe”, è stata rilasciata a gennaio. Chiedeva agli uomini di “radere via la loro mascolinità tossica”, incolpando un intero genere delle azioni di una piccola percentuale di stupratori e pervertiti sessuali.

Lo spot alternava echeggianti discorsi femministi a uomini violenti, presentando anche una clip presa dal canale youtube di sinistra The Young Turks.

La pubblicita` è stata così disprezzata, che è diventata uno degli annunci più odiati nella storia di Internet.

È stato ora rivelato che Procter & Gamble ha subito una svalutazione di $ 8 miliardi grazie a Gillette, contribuendo a “una perdita netta di circa $ 5,24 miliardi, o $ 2,12 per azione, per il trimestre conclusosi il 30 giugno.”

P&G afferma che la svalutazione è “dovuta principalmente alle fluttuazioni dei cambi, all’aumento della concorrenza e al mercato delle lamette e dei rasoi, poiché i consumatori nei mercati sviluppati si radono meno frequentemente”.

Ma quanto di quella “maggiore concorrenza”, tra cui troviamo artisti del calibro di Harry e Dollar Shave Club, ha veramente influito?

Le vendite erano già in declino ad aprile, ma il mese seguente Gillette ha pubblicato l’ennesimo spot pubblicitario in cui un padre insegnava a suo figlio transgender a radersi per la prima volta.

Se P&G vuole fermare tutto questo, potrebbe dover riconsiderare seriamente l’alienazione di una grossa fetta della sua base di clienti causata dall’assurdità delle politiche identitarie.

Psicoreato: Mario Lopez forzato a scusarsi dopo i commenti sui bambini transgender

In un’intervista Mario Lopez ha dichiarato che i bambini di 3 anni sono troppo piccoli per decidere di cambiare sesso. La reazione è stata furiosa, cosa che ha spinto Lopez a scusarsi con la minaccia di essere “cancellato”. Ha commesso un psicoreato.

Mario Lopez non è noto per esprimere le sue opinioni sociali e politiche. E l’unica volta che lo ha fatto, e` stato quasi “cancellato” dai mass media. Perché? Perché ha avuto il coraggio di esprimere preoccupazioni per quanto riguarda i bambini che cambiano genere. In effetti, il padre di tre figli 45enne, che è noto soprattutto per essere un presentatore di gossip show, ha provocato un’estrema indignazione.

La rabbia è iniziata quando è riapparsa un’intervista svoltasi il mese scorso nei principali media, in cui Lopez ha osato dire che i bambini di tre anni sono troppo giovani per scegliere il loro genere. I due minuti di un’intervista di quaranta minuti sono bastati a provocare la buona vecchia indignazione della sinistra, seguita da minacce di essere “cancellato”. Sì, ha commesso un crimine e ha dovuto pagare per questo.

Per lo meno, e` servito da esempio.

L’INTERVISTA

Mario Lopez nello show di Candace Owens.

Lo scorso giugno, Mario Lopez ha partecipato a un’intervista con la figura conservatrice Candace Owens, dove si discuteva di vari argomenti. Lopez ha iniziato descrivendo la sua filosofia che ruota attorno alle “cinque F”: Famiglia, fede, cibo (food), forma fisica e divertimento (fun). Ha poi aggiunto che aveva difficoltà a capire perché essere aperti su argomenti come la fede o i valori della famiglia fosse ora fortemente contrastato, specialmente a Hollywood. Non sapeva che stava per essere pesantemente criticato qualche settimana dopo.

Durante l’intervista, Owens ha chiesto a Lopez la “strana tendenza di Hollywood” in cui le celebrità cambiano il genere dei loro figli. Ad esempio, ha citato l’attrice Charlize Theron.

Charlize Theron ha allevato il figlio adottivo come una bambina per anni.

Lopez ha risposto:

“Senti, non sono uno che dice ai genitori come allevare i propri figli, ovviamente, e penso che se vieni da un luogo d’amore, non puoi davvero sbagliare. Ma allo stesso tempo, mio ​​Dio, se hai 3 anni e stai dicendo che ti senti in un certo modo, o pensi di essere un ragazzo o una ragazza o qualunque sia il caso, penso sia pericoloso come genitore  decidere di appoggiare i bambini e far loro cambiare sesso. È un po ‘ allarmante, penso solo alle ripercussioni in seguito.
Penso che i genitori debbano permettere ai bambini di essere bambini, ma allo stesso tempo devi essere l’adulto nella situazione e fermarti. ”.

Quindi Lopez ritiene che i bambini di 3 anni siano troppo piccoli per prendere una decisione che gli cambia la vita, come rifiutare il genere con cui sono nati. Caspita, un’affermazione così controversa. Come osa dire qualcosa che ha perfettamente senso?

Nonostante l’intensa propaganda dei mass media, la maggior parte delle persone è d’accordo con la sua opinione. Chiunque abbia trascorso del tempo con i bambini sa che le loro vite ruotano attorno al mangiare crocchette di pollo e alla ricerca attiva di nuovi modi di farsi del male. Non sono cognitivamente pronti a prendere questo tipo di decisione. Non sono nemmeno cognitivamente pronti a allacciarsi le scarpe.

Tuttavia, esprimere questo tipo di opinione è ora uno psicoreato.

GRAVE CONTRACCOLPO

La risposta ai commenti di Lopez è stata intensa, organizzata e spinta immediatamente dai mass media. Era una risposta tipica a tutto ciò che va contro l’attuale agenda di ingegneria sociale. Ovviamente, la carriera di Lopez è stata minacciata di “cancellazione”, la bella parola che ora viene usata per descrivere l’immediata distruzione della carriera di una persona che ha osato commettere uno psicoreato.

NBC News ha pubblicato un articolo che attacca Mario Lopez. La sua opinione è descritta come “pericolosa”.

L’organizzazione di monitoraggio dei media GLAAD (Gay & Lesbian Alliance Against Defamation) ha inviato alla rivista PEOPLE questa dichiarazione:

“Esperti in medicina e psicologia e genitori di bambini transgender hanno screditato da tempo le idee condivise da Mario Lopez il mese scorso. La vera “azione pericolosa” è quando qualcuno con una piattaforma pubblica usa la scienza errata per parlare contro un gruppo emarginato e vulnerabile di bambini. Abbiamo parlato con Extra ed è chiaro che gli showrunner non supportano o condividono la sua opinione. Stasera affronteranno questo problema nello show. Lopez ha chiaramente bisogno di un recap sulle questioni trans. Abbiamo contattato la sua squadra per vedere se e come correggerà il suo errore (ma quali psicologhi? Quale scienza??? Roba da matti n.d.r.). “

In breve, GLAAD ha contattato i datori di lavoro di Lopez, spingendo per la sua “rieducazione” e scuse.

La star di Queer Eye Karamo Brown ha twittato:

“Sono deluso nel leggere i commenti di @MarioLopezExtra sulle opinioni dei genitori che sostengono l’apertura dei loro figli sulla loro identità di genere. Come assistente sociale sono addestrato per identificare abusi o abbandono di un bambino. Il dialogo sano e sicuro con i bambini non è né offensivo, negligente o “pericoloso”.

Ancora una volta, viene usata la parola “pericoloso”.

Ha aggiunto:

“Non credo che @MarioLopezExtra debba essere” cancellato “. Ma credo che dovrebbe avere l’opportunità di imparare perché i suoi commenti sono dannosi per i giovani trans e i loro genitori. Mario, sono pronto a parlare quando lo sei tu. “

Sebbene Brown abbia scritto che non pensava che Lopez dovesse essere “cancellato”, l’idea è stata lanciata come una minaccia velata.

La cantautrice e scrittrice del The Guardian Holly Figueroa O’Reilly ha detto sostanzialmente a Lopez di tacere.

“Dei nostri 5 bambini, 2 sono queer. Entrambi fecero coming out nella loro adolescenza, ma sapevamo chi erano molto, molto prima di allora.

I genitori possono notare la differenza tra un bambino di 3 anni che finge di essere di un altro genere per divertimento e uno che sente di vivere nel corpo sbagliato. Taci Mario Lopez ”

Wade Davis – un ex giocatore della NFL che ora è un “attivista”, vice presidente dell’inclusione presso Netflix e una “femminista”, ha detto a Lopez di leggere. Tuttavia, non ha specificato cosa leggere. Probabilmente propaganda.

#MarioLopez dovrebbe leggere di più – essere #Trans significa IDENTITÀ e non sesso. E le persone trans capiscono che vengono trattate in modo diverso da come si identificano tra l’età di 3 e 5 anni e gli adulti impongono il sesso ai bambini dalla nascita. @MarioLopezExtra quando tutto il resto fallisce – LEGGI

E c’erano molti tweet che chiedevano che la sua carriera terminasse.

Probabilmente temendo la “cancellazione” della carriera, Mario Lopez ha prontamente chiesto scusa per i suoi “commenti ignoranti”.

“I commenti che ho fatto sono stati ignoranti e insensibili, e ora ho una comprensione più profonda di quanto fossero pericolosi. Sono stato e sarò sempre un fervente sostenitore della comunità LGBTQ e userò questa opportunità per educare meglio me stesso. Andando avanti sarò più informato e riflessivo. “

PSICOCRIMINE

Nel romanzo di George Orwell, 1984, la parola “psicocrimine” descrive i pensieri politicamente non ortodossi di una persona, come credenze non dette e dubbi che contraddicono i principi di Ingsoc (socialismo inglese). I Thinkpol (Thought Police) sono responsabili del rilevamento e dell’eliminazione del crimine di pensiero e del controllo sociale delle masse mediante la sorveglianza audiovisiva e la profilazione dei criminali.

Lo stiamo vivendo ora. In un paese in cui la libertà di parola è presumibilmente garantita dalla costituzione, le persone che osano andare contro l’agenda radicale dell’ingegneria sociale vengono immediatamente evitate e attaccate. Ulteriori inadempienze possono facilmente comportare l’annullamento e ciò può avvenire nel giro di poche ore. I commenti di Mario Lopez non erano né odiosi né incendiari, erano le sue opinioni personali come genitore di tre figli.

Coloro che lo hanno attaccato amano usare parole come “esperti medici” per giustificare le loro opinioni. Tuttavia, questi “esperti” sono finanziati dall’agenda.

L’AGENDA GENERALE

C’è una tendenza preoccupante e non riguarda solo la scelta dei genitori di vestire i loro figli con abiti del sesso opposto. Alcuni genitori stanno effettivamente somministrando ai loro figli ormoni e farmaci che bloccano la pubertà per facilitare il cambiamento sessuale. Nel Regno Unito, alcune cliniche NHS finanziate dal governo (come il Tavistock Centre) hanno prescritto bloccanti ipotalamici a bambini di appena nove anni.

Nel 2016, la BBC finanziata dal governo ha lanciato uno spettacolo televisivo per bambini chiamato Just a Girl in cui un ragazzo di nome Ben diventa una ragazza di nome Amy. Tra le altre cose, lo spettacolo insegnava ai bambini l’assunzione di ormoni e farmaci che bloccano la pubertà.

I genitori che danno ai bambini potenti farmaci e ormoni che modificano la loro chimica corporea non sono solo sconsiderati, ma rasentano anche l’abuso su minore. Sono loro che dovrebbero essere considerati “pericolosi”, non Mario Lopez che parla in un video su YouTube.

Fonte 

Pediatri avvertono il Chirurgo Generale USA: Le terapie ormonali e gli interventi di chirurgia danneggiano i bambini confusi sul genere

I dirigenti dell’American College of Pediatrician hanno avvertito il chirurgo generale degli Stati Uniti dell’uso di “interventi ormonali e chirurgici” nei bambini che sono confusi riguardo al loro sesso.

Indirizzata al chirurgo generale Jerome M. Adams, M.D., la lettera e` stata firmata dal dott. Michelle Cretella e Quentin Van Meter dell’American College of Pediatricians (ACP), tra gli altri (5 in totale), affermando che il Royal College of General Practitioners nel Regno Unito ha diffuso un “monito senza precedenti per il pubblico” sulle “dannose terapie ormonali e sugli interventi chirurgici ”, i cui effetti sui minori non sono stati sottoposti a studi a lungo termine.

La lettera afferma che questi interventi sono “regolarmente prescritti ai giovani con disforia di genere” come standard attuale della cura “in barba all’etica psicoterapica”.

La disforia di genere è definita dall’American Psychiatric Association come “un conflitto tra il genere fisico o assegnato di una persona e il genere con cui si identifica”. Era noto come “disturbo dell’identità di genere” fino al 2013. Oggi, alcuni attivisti trans sostengono che la disforia di genere non dovrebbe affatto essere considerata un disturbo psichiatrico e dovrebbe essere vista come una normale variazione  della sessualita` umana.

La lettera della ACP affermava che il 61-98% dei bambini avrebbe superato la disforia di genere “se gli fosse stato permesso di progredire attraverso la pubertà naturale”. Ha osservato che alcuni stati consentono persino ai bambini di “acconsentire” a questi “interventi” talvolta irreversibili senza il coinvolgimento dei genitori. La lettera avvertiva che vengono somministrati agonisti ormonali che bloccano gli ormoni o rilasciano gonadotropine per prevenire la normale crescita degli organi sessuali e altri attributi durante la pubertà. “Questo è in genere seguito dalla somministrazione di ormoni sessuali incrociati con dosi gradualmente aumentate per raggiungere livelli di ormoni sessuali adulti appropriati per il sesso opposto.”

Inoltre, la lettera diceva che prima di raggiungere la maggiore età, alcuni interventi comportano la rimozione di gonadi e seni, mentre la chirurgia viene eseguita per “simulare i genitali del sesso opposto”. I firmatari avvertono: “Le conseguenze deleterie di questi interventi includono, ma non si limitano a sterilità, disfunzione sessuale, complicanze chirurgiche, malattie tromboemboliche e cardiovascolari, osteoporosi, tumori maligni e tassi di suicidio persistentemente elevati.”

Ha affermato che, sebbene non esistano test psicologici o medici per “distinguere la maggioranza dei giovani che supereranno la “disforia di genere, “ai professionisti della salute è quasi proibito di indagare su fattori psicosociali che possono contribuire” a mettere in discussione l’identita` di genere dei bambini. Agli operatori sanitari, si dice, viene richiesto di “rafforzare la scelta dei bambini nell’identificarsi come qualcosa di diverso dalla realtà del loro sesso biologico” spingendoli verso gli “interventi” sopra descritti.

I firmatari della lettera della ACP hanno invitato il chirurgo generale a dare un avvertimento agli operatori sanitari in merito ai “rischi sanitari gravi e irreversibili” posti da “interventi medici per la disforia di genere”, chiedendo nel contempo che tali preoccupazioni siano incluse nei rapporti della sanità pubblica. Copie della lettera sono state inviate al segretario della sanità e dei servizi umani Alex M. Azar e all’avvocato Roger Severino, che ricopre il ruolo di direttore dell’HHS Office for Civil Rights.

Nessuna prova a supporto della transizione medica di genere

Nel Regno Unito, il Royal College of General Practitioners ha promulgato un monito senza precedenti sugli effetti a lungo termine dei bloccanti della pubertà prescritti dal Servizio sanitario nazionale del paese. In una dichiarazione, il Collegio afferma che mancano “prove concrete” sugli effetti a volte irreversibili degli interventi che includono la terapia ormonale e la chirurgia. Sono necessarie molte più ricerche, afferma la dichiarazione, compresi gli studi su un approccio “aspetta e vedi” per l’adattamento chirurgico degli organi sessuali.

Il documento afferma che i medici sono sottoposti a pressioni per fornire procedure di “riassegnazione” del sesso che “non rientrano nelle competenze di un generalista del [medico di medicina generale”. Chiede inoltre al SSN di registrare il “sesso biologico” dei pazienti oltre al loro “identità di genere” scelta per prevenire disastrosi errori medici.

In Inghilterra, c’è stato un enorme aumento di bambini in cerca di procedure mediche per farli sembrare membri del sesso opposto. Nell’unica clinica di identità di genere infantile del paese, le richieste dei bambini di 13 anni sono aumentate del 30% in un anno; i referral per i quattordicenni sono aumentati del 25%. Esiste anche un gruppo emergente di “detrattori”, o persone che si rammaricano di aver subito procedure per cambiare il loro sesso.

La psicologa Kirsty Entwistle ha scritto una lettera aperta al Dr. Polly Carmichael, il direttore del Tavistock Centre con sede a Londra, che offre procedure di transizione sessuale per i minori, in cui ha affermato di avere serie “preoccupazioni” sui servizi di sviluppo dell’identità di genere. Ha affermato che alcuni medici sono stati disonesti sull’impatto che queste procedure possono avere sui minori. “Penso che sia un problema che i medici GIDS prendano decisioni che avranno un impatto importante sui bambini e sui corpi dei giovani e sulla loro vita, potenzialmente il resto della loro vita, senza una solida base di prove”, ha scritto Entwistle.

Entwistle ha affermato che, nonostante le rassicurazioni dei medici per bambini e genitori sul fatto che gli effetti dei bloccanti della pubertà sono reversibili, ha scritto che i loro effetti non sono stati completamente compresi. “I medici GIDS dicono ai bambini e alle famiglie che i bloccanti della pubertà / i blocchi ormonali sono” completamente reversibili “, ma la realtà è che nessuno sa quali sono gli impatti sul cervello dei bambini, quindi come è possibile fare questa affermazione?”, Ha scritto Entwistle.

Alcuni membri del personale hanno paura di essere etichettati come “transfobici”, ha scritto Entwistle. Ha anche scritto di essere stata ridicolizzata per aver messo in dubbio il regime terapeutico: “Poco dopo aver iniziato al GIDS ero presente ad un incontro con altri tre clinici del GIDS. Ho detto che era curioso per me che ci fosse stata così poca discussione sull’identità di genere nel campo della psicologia “.

Entwistle ha scritto che la mancanza di ricerca sull’identità di genere è preoccupante, data l’importanza attribuita alla questione degli ultimi tempi.

Ha espresso preoccupazione per le segnalazioni fatte da “Mermaids” – un gruppo di pressione con sede nel Regno Unito che fa pressioni per la diffusione delle pratiche di cambio di genere nei bambini. Ha scritto che “I Mermaid continuano a ricevere supporto finanziario e sponsorizzazioni da persone di alto profilo pur non essendo sottoposti ad alcun controllo adeguato riguardo alla loro pratica”.

Il potere esercitato dai Mermaid è stato recentemente messo in mostra quando il Rev. John Parker, vicario anglicano e governatore scolastico della Chiesa d’Inghilterra, è stato costretto a rassegnare le dimissioni quando Mermaid non ha consentito a Parker di condividere il suo punto di vista cristiano sul mondo LGBT. Il Rev. Parker ha dichiarato a Christian Concern: “Credo che vi sia una minaccia reale per le scuole derivante da organizzazioni come Mermaid. Attuano una nuova tirannia ideologica – e qualsiasi disaccordo è, nella migliore delle ipotesi, messo a tacere e, nella peggiore delle ipotesi, punito. ”

Fonte

Bambini distesi su un uomo travestito da donna ad un evento drag

Una delle famigerate “letture drag per bambini” tanto popolari negli Stati Uniti e appena sbarcate in Italia si è evoluta al di là della semplice narrazione permettendo ai bambini di giocare sul pavimento e sdraiarsi sopra un uomo vestito da donna.

L’evidenza fotografica di bambini che hanno avuto contatti inappropriati con la drag queen Carla Rossi a Portland, nella St. John’s Library dell’Oregon, lo scorso ottobre, è stata portata all’attenzione di LifeSiteNews. Ecco le foto pubblicate sull’account Flickr della Biblioteca della contea di Multnomah.

Un bambino si rotola sul “pancino” della drag queen. Biblioteca della contea di Multnomoah / Flickr

“Non permetterei ai miei figli di mettersi a gattonare su di sconosciuti, non importa come siano vestiti”, ha commentato Kaeley Triller Harms su Facebook.

Ragazzini e ragazzine sopra la drag queen. Biblioteca della contea di Multnomoah / Flickr

“Anche come consigliere del camp diurno 15 anni fa, ero stato addestrato con cura nel non fare sedere sulle ginocchia i bambini o di portarli in groppa”, ha continuato Harms. “E se chiedevano abbracci, adottavo l’approccio dell’abbraccio laterale”.

Le foto pubblicate dalla biblioteca rivelano anche che i bambini erano vestiti con boa di piume durante l’evento.

I più piccoli si travestono da drag queen. Biblioteca della contea di Multnomoah / Flickr

“L’obiettivo è di normalizzare comportamenti omosessuali anormali e sessualmente devianti, suggerendo ai bambini di mettere in discussione la loro sessualità”, ha recentemente detto a LifeSiteNews l’attivista profamiliare Georgia Kijesky. “Più i bambini vedono gli uomini vestirsi da donne, più diventerà normale”.

Fonte

 

Pedogate Italia: Un approfondimento sul caso “Angeli e Demoni”

Negli ultimi giorni l’Italia e` stata profondamente sconvolta da un terribile fatto di cronaca: la rete dei servizi sociali della Val d’Enza e` coinvolta in operazioni illecite che coinvolgono minori allontanati dalle famiglie di origine.

Come avete potuto leggere nell’articolo La polizia italiana scopre un network elitario dove si faceva il lavaggio del cervello ai bambini ai minori venivano impiantati falsi ricordi attraverso elettrodi in modo da manipolare le loro testimonianze davanti ai giudici.

Scavando nella vicenda e facendo luce sui protagonisti della vicenda si puo` osservare un quadro piu` ampio che sembra coinvolgere trasversalmente gran parte delle istituzioni politico-religiose italiane (e internazionali).

GLI AFFIDAMENTI IN ITALIA – IL PIU` OSCENO BUSINESS ITALIANO

Il magistrato Francesco Moncavallo ha raccontato a Panorama le sue vicende gettando luce su un sistema che deve essere riformato il piu` presto possibile. Giudici onorari che gestiscono istituti e si ritrovano coinvolti come tutori legali degli stessi bambini coinvolti, creando insanabili conflitti di interesse< giudici, csm che ignorano tutto questo e un inesistente registro nazionale degli affidati (presente in quasi tutte le nazioni occidentali)

Tra le cause di allontanamento, però, ci sono anche le denunce di abusi sessuali in famiglia. In quei casi non è bene usare ogni possibile cautela?
Dove si trattava di presunte violenze, una quota comunque inferiore al 5 per cento, io a Bologna ho visto che molti casi si aprivano irritualmente a causa di lettere anonime. Era il classico vicino che scriveva: attenzione, in quella casa molestano i figli. Non c’era nessuna prova. Ma i servizi sociali segnalavano e il tribunale allontanava. Un arbitrio e un abuso grave, perché una denuncia anonima dovrebbe essere cestinata. Invece bastava a giustificare l’affido. Del resto, se si pensa che molti giudici onorari erano e sono in conflitto d’interesse, c’è di che capirne il perché.

Che cosa intende dire?
Chi sono i giudici onorari? Sono psicologi, sociologi, medici, assistenti sociali. Che spesso hanno fondato istituti. E a volte addirittura le stesse case d’affido che prendono in carico i bambini sottratti alle famiglie, e proprio per un’ordinanza cui hanno partecipato.

Possibile?
A Bologna mi trovai in udienza un giudice onorario che era lì, contemporaneamente, anche come «tutore» del minore sul cui affidamento dovevamo giudicare.

Ma sono retribuiti, i giudici onorari?
Sì. Un tanto per un’udienza, un tanto per ogni atto. Insisto: certi fanno 20-30 udienze a settimana e incassano le parcelle del tribunale, ma intanto lavorano anche per gli istituti, le cooperative che accolgono i minori. È un business osceno e ricco, perché quasi sempre bambini e ragazzi vengono affidati ai centri per mesi, spesso per anni. E le rette a volte sono elevate: ci sono comuni e aziende sanitarie locali che pagano da 200 a oltre 400 euro al giorno. Diciamo che il business è alimentato da chi ha tutto l’interesse che cresca.

Fonte: Panorama – Li chiamano affidi ma troppo spesso sono scippo

Vi consiglio di leggervi l’intero articolo, il magistrato Moncavallo ha dovuto subire diversi attacchi a causa di questa “intromissione” in fatti che non lo dovevano interssare.

Si puo` concludere che in Italia la situazione degli affidamenti ha delle evidenti falle che possono dare (e hanno dato) vita a scenari orribili in cui bambini vengono traumatizzati ulteriormente da questi “centri” fiore all’occhiello della regione.

LA ONLUS HANSEL E GRETEL

1 – Supporto politico religioso ed economico

La Onlus Hansel e Gretel di Torino, al centro dell’inchiesta che ha sconvolto la rete di servizi sociali della provincia di Reggio Emilia, oltre che ad utilizzare i suoi psicologhi per risolvere le problematiche di bambini vittime di violenze, svolgeva anche un ruolo di modello per la formazione degli operatori. Il fondatore della Onlus Claudio Foti, ora ai domiciliari, era stato giudice onorario del Tribunale dei minori.

La Onlus era cosi rinomata dall’organizzare sotto l’egida della Pontificia facolta` delle scienze dell’educazione Auxilium, dei master che secondo il manifesto dell’organizzazione avrebbero portato il candidato a:

“Comprendere e rispettare a pieno le emozioni arricchendo e rivoluzionando la pratica educativa, la pratica clinica e la pratica sociale, umanizzando la relazione di cura in ambito sanitario, trasformando la dinamiche dei gruppi e i processi organizzativi” Manifesto cshg.it

Claudio Foti parla all’Auxilium

Sostenitori Politici:

La senatrice del PD Iori Vanna con il sindaco di Bibbiano, entrambi collegati con le attivita` della Onlus

Il Pd e` pesantemente coinvolto in queste attivita`/organizzazioni.

Il Pd non e` la sola istituzione politica ad aver sostenuto la Onlus. Anche l’M5s ha fatto una donazione a questa perversa organizzazione.

L’associazione coinvolta nello scandalo degli affidi illeciti era stata scelta dal Movimento 5stelle come destinataria del fondi ricavati dalle restituzioni che ogni anno i consiglieri regionali sottraggono dal loro stipendio

C’è infatti anche l’associazione di Moncalieri tra le 11 che lo scorso maggio erano state scelte dal Movimento 5stelle del Piemonte come destinatarie del 195 mila euro ricavati dalle restituzioni che ogni anno i consiglieri regionali sottraggono dal loro stipendio per versarle a realtà del territorio – La Repubblica – M5S rivuole indietro il contributo assegnato un mese fa ad Hansel e Gretel

Possibile che non sapessero nulla?

Tra i sostenitori troviamo anche una delle famiglie elitarie italiane ovvero gli Agnelli con la loro fondazione Giovanni Agnelli.

Dopo i fatti scoperti, affidereste l’insegnamento dell’educazione sessuale ad organizzazioni come queste?

2 – La favola di Hansel e Gretel

Hansel e Gretel è una famosa fiaba tedesca scritta dai fratelli Grimm e pubblicata nel 1812. Hansel e Gretel sono un giovane fratello e una sorella rapiti da una strega cannibale che vive in una foresta, in una casa costruita con dolci, confetti, caramelle e molti più dolcetti di quanto si possa immaginare.

Hänsel e Gretel sono due bambini, figli di un povero taglialegna rimasto vedovo. Visto che l’uomo non riesce più a sfamare la famiglia, la sua nuova moglie lo persuade a disfarsi dei bambini, sicché egli, con la scusa di farsi aiutare nel lavoro, li conduce nel bosco e li abbandona. I due però, avendo origliato la sera prima la conversazione dei genitori, si sono premuniti e hanno segnato il percorso con dei sassolini bianchi, e così, seguendo la scia, riescono a ritrovare la strada di casa. La matrigna però non demorde e ordina al taglialegna di portare Hänsel e Gretel ancora più in profondità nel bosco. Stavolta ai fratellini i sassolini non bastano e devono usare le briciole di pane, che però vengono mangiate dagli uccelli; così, una volta che il padre li ha lasciati, i bambini si smarriscono. Vagando per la foresta, Hänsel e Gretel raggiungono una radura in cui sorge una piccola casa, che con meraviglia scoprono essere fatta interamente di dolci, in particolare di marzapane. Spinti dalla fame, i due ne staccano dei pezzi per mangiarne, finché non vengono sorpresi da una vecchietta, che fa capolino da una finestra. Molto affabile, questa li invita a entrare e i bambini accettano con gratitudine, venendo sfamati con un’ottima cena e fatti coricare in morbidi letti. Al risveglio però la vecchia svela la sua vera natura: si tratta di una strega, che, sfruttando come esca la sua casa di marzapane, cattura bambini per poi divorarli – Wikipedia

La fiaba ha degli incredibili punti in comune con le vicende di cronaca avvenute in questi giorni: bambini provenienti da famiglie povere o da situazioni difficili (o presunte tali) vengono allontanati dalle famiglie e spostati in centri di reclusione e tortura per essere poi “divorati” dall’elite.

La storia di Hasel e Gretel richiama il culto di Moloch e i suoi cerimoniali nei quali bambini innocenti vengono sacrificati nel fuoco per propiziare il futuro. Allo stesso modo la vicenda di Bibbiano denota connotazioni sataniche, in cui i bambini vengono privati della loro innocenza e dati in pasto all’elite.

FEDERICA ANGHINOLFI – LA STREGA CATTIVA E LA LOBBY LGBT

Secondo gli inquirenti Federica Anghinolfi sarebbe uno dei vertici del sistema malato in cui venivano gestiti i minori.

La donna omosessuale era una attivista LGBT e secondo le carte delle indagini sono state le sue profonde convinzioni a dare linfa vitale al suo metodo operativo:

No un padre e una madre sani di mente possono formare un ambiente famigliare sano dove il bambino puo` crescere. Amore non e` un passpartout che giustifica e rendee inattaccabile qualsiasi azione

“Sono state la sua stessa condizione personale e le sue profonde convinzioni – si legge nelle carte dell’inchiesta – ad averla portata a sostenere con erinnica perseveranza la “causa” dell’abuso da dimostrarsi ‘ad ogni costo'”. Il Giornale, La paladina dei diritti gay “regista” degli affidi dell’orrore

Il denaro certo, era molto importante, ma c’era anche una componente ideologica dietro questi crimini. La lobby LGBT attraverso Federica, stava portando avanti la sua agenda di denigrazione ed eliminazione progressiva della famiglia tradizionale. La Anghinolfi era una forte sostenitrice delle adozioni gay come possiamo vedere dal suo profilo facebook.

Dale carte dell’inchiesta spunta anche una famiglia arcobaleno formata da due donne cui era stata consegnata una bambina. Nell’ordinanza il giudice sottolinea i “collegamenti stretti tra le affidatarie e operatrici e dirigenti del servizio sociale”. In alcuni casi, le donne affidatarie sono ex compagne della Anghinolfi. L’affido dei bambini alle coppie Lgbt, in fondo, é una battaglia che Federica porta avanti da diverso tempo. -Ibid

Nel 2014 il Corriere dedica un lungo articolo alla prima famiglia omosessuale affidataria e a curarlo non c’e` altro che Federica Anghinolfi per il suo lavoro nella genitorialita` gay

Nel 2014 viene invitata al circolo arci colombofili di Parma per discutere del tema delle famiglie arcobaleno

In un video pubblicato nel 2013 da Rosso Parma, Federica Anghinolfi parla del sistema degli affidi. “Andiamo oltre al tema dell’identità di genere nella relazione genitoriale”, la si sente dire nell’intervento.

A maggio 2018 compare tra le protagoniste di un’iniziativa organizzata dall’Arcigay a Mantova in occasione della “Giornata di contrasto all’omofobia, alla bifobia e alla transfobia”. La Anghinolfi è tra le relatrici dell’evento – guarda caso – sull’affido alle coppie omosessuali, un seminario dal titolo “affidarSI. Uno sguardo accogliente verso l’affido LGBT

Infine, nell’estate del 2018 Federica è relatrice alla Festa dell’Unitá al Parco Nord a Bologna, anche se in quell’occasione il focus é un altro: “Cura dell’infanzia, maltrattamenti e prostituzione minorile”

Questa signora è legata a quel mondo, nessuno mi toglie dalla testa che in fondo, dietro a tutto questo, ci sia la teoria gender. Vogliono i bambini senza famiglie, senza identità. Come corpi eterei

Se diamo un’occhiata al profilo Facebook della Anghinolfi noteremo diverse immagini a sostegno del mondo LGBT oltre che a molte immagini simboliche dove e` spesso presente l’occhio che tutto vede.

Mi ha dato quasi l’impressione che attraverso parte della sua arte voglia esprimere il fatto di essere controllata costantemente…ecco alcuni esempi:

Spirali (un simbolo di riconoscimento tra i pedofili), occhi che tutto vedono e molti altri simbolismi sono presenti nell’album fotografico di Facebook della Anghinolfi

Guardando le “opere” della Anghinolfi non puo` non venire in mente la storia di Kim Noble la famosa ex schiava del controllo mentale con 13 personalita`.

E` possibile che Federica Anghinolfi fosse a sua volta vittima del controllo mentale?

CONCLUSIONE

La vicenda di Bibbiano e` terribile e inquietante. Scavando la superficie si possono notare i legami con il vaticano e il mondo politico e le falle nel sistema giuridico che regola l’affidamento dei minori.

Ovviamente i media hanno gia` cominciato a “ridimensionare” il caso focalizzandosi sulle “fake news” (elettroshock e sindaco come uomo nero) tralasciando le vere vittime, ovvero i bambini. Questa e ` la risposta che ci si attende da un sistema ormai divorato dal cancro in cui si difendono con forza e molto spesso strafottenza crimini ignobili, al fine di salvare il salvabile.

Ci sono persone tuttavia che non accettano la risposta dei media e delle autorita` e non smetteranno mai di mettere in luce lo sporco lavoro dell’elite.

Snapchat per il Pride Month: Il filtro “Love Has No Age” e` pura promozione della pedofilia

Una società tecnologica  ha fatto una mossa inquietante durante il “Pride Month” promosso dalla sinistra mondiale.

Per Snapchat, il gruppo LGBTQ dovrebbe includere anche i pedofili. Nella campagna per “Love Has No Labels” (L’amore non ha etichette) di Snapchat, una delle opzioni era un filtro “Love has no age” (L’amore non ha eta`). Mentre questo filtro sembra essere stato bloccato il 3 giugno, i conservatori su Twitter hanno denunciato la vicenda nel weekend del 1-2 giugno. L’utente di Twitter Ashley St. Clair ha pubblicato un video di se stessa con il filtro “Love has no age”.

Il filtro aveva diverse opzioni tra cui l’amore non ha gender, razza o religione, come parte del Pride Month, scatenato con furore dai social media. L’opzione “eta`” tuttavia non ha senso, a meno che non si intendesse giustificare la pedofilia.

Big League Politics ha riferito che “i pedofili continuano ad insistere al fine di unirsi ai ranghi dell’accettazione concessa alla comunità LGBT”. Nelle notizie, i bambini vestiti da drag queen hanno fatto notizia dalla NBC all’Huffington Post.

L’amore ha un’età, e nel mondo occidentale e` regolata da leggi simili. Qualunque cosa al di sotto di quell’età è considerata stupro. In generale, se vi sono coinvolti adulti di una certa` eta`, si va sul penale.

Snapchat è un’app progettata per gli adolescenti. Il 90 percento dei 190 milioni di utenti giornalieri dell’azienda oscilla tra i 13 e i 24 anni. L’azienda è una delle poche piattaforme di social media che stabilisce un’età minima di 13 anni in conformità con la legge sulla protezione della privacy online dei bambini (COPPA).

Snapchat, ha la reputazione di permettere l’accesso ai pedofili sull’app. Fortune ha riferito nel 2017 che i messaggi che si auto cancellano sono il marchio di Snapchat e cio` rende piu` facile per i pedopornografi sfruttare le loro vittime. Il 41% delle vittime minorenni è stato preso di mira tramite Snapchat nel 2016.

Fonte

Gilette alla deriva: La storia del padre che insegna alla figlia transgender a farsi la barba

L’ultima pubblicità di Gillette mostra una donna che e` in fase di “transizione” per diventare un uomo enfatizzando i prodotti da barba maschili utilizzati.

La pubblicità riecheggia la campagna femminista per offuscare le differenze biologiche tra uomini e donne suggerendo che le donne possono diventare uomini con l’aiuto di alcuni prodotti di rasatura Gillette.

Il personaggio principale dice:

Crescendo, cercavo sempre di capire che tipo di uomo volevo diventare, e sto ancora cercando di capire che tipo di uomo voglio diventare … Sono contento di essere arrivato al punto in cui Sono in grado di radermi … Sono ad un punto dove sono davvero felice. Non è solo la mia transizione, tutto intorno a me sta transizionando.

Lo scenario va dissolvendosi, mostrando la frase scalda cuore: “Whenever, wherever, however, it happens your first shave is special”

La pubblicità cerca di smentire la visione del pubblico secondo cui gli uomini dovrebbero essere all’altezza della loro mascolinità naturale basata sulla biologia come complemento naturale alla femminilità naturale della donna basata sulla biologia.

Invece di associare i loro prodotti di rasatura alla preziosa idea della mascolinità, i manager di Gillette associano i loro prodotti con l’affermazione femminista che la mascolinità degli uomini non è correlata alla biologia ed è invece un “costrutto sociale” formato da forze vaghe nella società.

Questo slogan femminista il quale sostiene che i due sessi maschili e femminili siano un “costrutto sociale” è una base politica vitale per il movimento transgender, che ora esorta molte adolescenti e ragazze – tra cui ragazze depresse e ragazzi gay – a ricostruire i loro corpi con l’aiuto di ambulatori, droghe e ormoni.

Ma queste decisioni adolescenziali hanno conseguenze a vita. Ad esempio, le ragazze adolescenti che iniziano a prendere il testosterone ormone maschile rapidamente e irreversibilmente cambiano il tono della loro voce. Un piccolo ma significativo numero di ragazze si toglie il seno, nonostante il rischio di dolore e rimpianti.

Un numero crescente di donne che hanno fatto la “transizione” sta rimpiangendo il fatto di aver cambiato sesso e sta protestando contro la mancanza di cautela nell’industria medica. “C’è fretta di ottenere ormoni … anche se non sei sicuro al 100 percento di essere trans”, sostiene una giovane donna nel suo canale Twitter, @gnc_centric:

Le sinistre occidentali appoggiano pienamente questa affermazione ideologica e affermano che le leggi dovrebbero aiutare le persone a liberarsi dai loro corpi per scegliere la “identità di genere” che preferiscono.

I sondaggi mostrano che il pubblico si oppone a questa tendenza transgender e si oppongono anche alla richiesta femminista di confondere i sessi.

La pubblicità di Gillette non spiega perché desidera associare i suoi prodotti con una idea cosi` impopolare, tuttavia la stessa idea potrebbe essere popolare tra i leader nella professione pubblicitaria. In tal caso, l’annuncio potrebbe aggiudicarsi premi per lo staff pubblicitario della società, riducendo allo stesso tempo il valore economico dell’azienda per i suoi azionisti.

L’annuncio pro-transgender segue una pubblicità del Superbowl del 2019 di Gillette che suggerisce che gli uomini sono violenti e e senza freni.

Le relazioni finanziarie della società dopo la pubblicità del Superbowl hanno mostrato una crescita minima delle entrate derivanti dai prodotti di rasatura della società.

FATTI E CIFRE SULL’IDEOLOGIA TRANSGENDER

In generale, l’ideologia transgender dice che il sesso di una persona è determinato dalla sua “identità di genere”, non dalla loro biologia.

L’ideologia insiste sul fatto che i corpi di uomini e donne sono più o meno identici e si oppone alla visione del pubblico dei due sessi come simultaneamente differenti, complementari e eguali. I sostenitori del transgender vogliono imporre la loro ideologia all’America (e all’Europa) stabilendo leggi sui “diritti transgender”, che richiederebbero al Dipartimento di giustizia di penalizzare individui e gruppi che insistono sul fatto che donne e ragazze sono biologicamente diverse e hanno priorità diverse rispetto a uomini e ragazzi.

I sostenitori dell’ideologia transgender sostengono che due milioni di americani dicono di essere transgender in misura maggiore o minore.

Ma pochissime persone che si descrivono come transgender subiscono un intervento chirurgico di transizione dei genitali. Solo 4.188 americani hanno alterato chirurgicamente i loro corpi negli ospedali dal 2000 al 2014 per apparire come membri del sesso opposto, secondo uno studio medico pro-transgender. Un rapporto del Pentagono del 2018 commissionato dall’ex Segretario alla Difesa James Mattis ha detto che “le percentuali per la chirurgia genitale sono estremamente basse – il 2% degli uomini transgender e il 10% delle donne transgender”.

Il movimento transgender è vario, quindi le diverse fazioni hanno obiettivi e priorità in competizione.

Comprende le femministe che desiderano offuscare le distinzioni tra i due sessi, persone che glamorizzano le distinzioni tra i due sessi, uomini i quali seguono il transuessualismo di Blanchard che chiedono sesso da lesbiche, così come compagnie farmaceutiche e fornitori di servizi medici in cerca di guadagni. Comprende ricchi donatori, politici ambiziosi e difensori professionisti. Il movimento include anche liberazionisti sessuali e molti progressisti che sono desiderosi di liberare persone dai loro corpi, persone non politiche che stanno cercando di vivere come membri del sesso opposto, bambini di alto profilo, ragazze adolescenti in difficoltà che cercano di fuggire dalla turbolenza adolescenziale, più alcuni genitori che sono desiderosi o disposti a sostenere le richieste dei transgender.

I sondaggi mostrano che l’ideologia transgender è profondamente impopolare, specialmente tra donne e genitori. Nel 2017, l’ex presidente Barack Obama ha detto a NPR che la sua promozione dell’ideologia transgender ha reso più facile per Donald Trump vincere la presidenza.

Più sondaggi mostrano che la maggior parte degli americani desidera aiutare e confortare le persone che pensano di essere membri del sesso opposto, anche se respingono l’affermazione dell’ideologia transgender che la sessualita` delle persone è determinata dalla loro  “identità di genere”, non dalla biologia . Un sondaggio del Regno Unito mostra un simile mix di simpatia per le persone che affermano di essere transgender accanto a un’opposizione asimmetrica all’ideologia.

Eppure l’ideologia di genere sta rapidamente guadagnando potere, aiutata da enormi donazioni da parte di persone facoltose e aziende mediche. In Ohio, ad esempio, nel febbraio 2018, un giudice ha costretto i genitori di un’adolescente ad abbandonare la custodia per poter iniziare una vita di trattamenti farmacologici e interventi chirurgici che le consentiranno di apparire come un maschio.

La spinta progressista a piegare gli atteggiamenti degli americani e la loro società civile maschile e femminile intorno all’idea di “identità di genere” ha già attaccato e rotto molte delle regole sociali popolari che aiutano gli americani a gestire la cooperazione e la competizione tra uomini e donne.

Queste affermazioni a favore del genere hanno un impatto sui rifugi per donne maltrattate, sui campionati sportivi per ragazze, sui gruppi di escursionisti per ragazzi, sullle, libertà religiose, sulla libertà di parola, sullo stato sociale delle donne, sui diritti dei genitori in fatto di educazione dei figli, sulla sicurezza dei bambini, sulle pratiche per aiutare adolescenti, sui risultati sanitari, sugli ideali femminili di bellezza, cultura e società civile, sulla ricerca scientifica, sulla sicurezza carceraria, sulle cerimonie civiche, sulle regole scolastiche, sul senso della mascolinità, sulle forze dell’ordine, sulla cultura militare, e sulla la privacy sessuale dei bambini.

Fonte

Un nuovo video di Teen Vogue afferma: “L’idea che il corpo e` maschile o femminile e` completamente sbagliata”

Teen Vogue, una rivista commercializzata direttamente ai giovani, ha pubblicato un video su YouTube in cui diversi relatori respingono la scienza che differenzia i maschi dalle femmine. È ancora un altro esempio sfacciato del programma per sfumare la differenza tra sessi.

Teen Vogue ha recentemente pubblicato un video su YouTube intitolato 5 Common Misconceptions About Sex and Gender ed è … abbastanza surreale. La descrizione di YouTube dice: “7 attivisti e persone LGBTQIA + sfatano pregiudizi comuni sul sesso e sul gender`”. Nel video, vari oratori (nessuno di loro nel campo della scienza) respinge fatti scientifici sul corpo umano per sostituirli con costrutti artificiali.

Ad essere onesti, e` difficile da guardare. Perché NON riguarda il diritto delle persone a vivere la propria vita sentendosi felici e a proprio agio. Va ben oltre, in uno strano territorio pieno zeppo di fantasie e ingegneria sociale. Si tratta di sostituire la scienza con un’agenda radicale e estrema che nega l’esistenza di due sessi. E questo è pubblicato da una rivista che si rivolge ai giovani.

Ecco il video.

Ecco alcuni tra le scene piu` scadenti:

Il video inizia con la modella belga Hanne Gaby Odiele che dice:

“Binary is Bullshit.”

Poi, Maria Trida, produttrice di Teen Vogue, dice:

“Questa idea che il corpo sia maschio o femmina è totalmente sbagliata!”

Quindi, il video aggiunge uno spesso strato di “fatti” non scientifici e confusi per spiegare il sesso.

“Tutti noi abbiamo caratteristiche tipicamente maschili e tipicamente femminili, e si tratta in realtà di scelte politiche, fattori sociali, scelte ideologiche, che assegniamo significato a diverse parti del nostro corpo. Molti di noi hanno imparato che se hai una vagina, sei una ragazza; o se hai un pene, sei un ragazzo. “

Quindi il video attacca il fatto che i cromosomi determinano il sesso di un essere umano.

“Dire che una persona con cromosomi XY è solo maschio è un modo riduttivo per guardare la gamma di differenze cromosomiche che possiamo avere come persona”.

“Troppe persone credono ancora che ci sia qualcosa come un vero sesso e che provenga dai tuoi cromosomi. Non è cosi. La scienza lo sa da decenni, e c'e un consenso unilaterale incontrovertibile “.

Poi il video spiega che una donna trans (un uomo che ha deciso di diventare una donna) è in realtà una donna biologica. Il video insiste che tutte le parti del corpo di una donna trans sono in realtà parti del corpo femminile. Una donna trans nel video dice:

“La mia biologia è la biologia di una donna, indipendentemente dal fatto che i medici siano o meno d’accordo.”

In breve, il video vuole che ignoriate ciò che i vostri occhi possono chiaramente vedere e abbracciare un programma complesso e confuso che nega sesso e genere.

Quello a cui stiamo assistendo e` detto Lysenkoismo:

“Il lysenkoismo può essere usato metaforicamente per descrivere la manipolazione o la distorsione del processo scientifico come un modo per raggiungere una conclusione predeterminata come dettata da un pregiudizio ideologico, spesso legato a obiettivi sociali o politici”.
– Wikipedia, Lysenkoismo

Come la maggior parte dei tentativi dei mass media di sfumare la differenza tra i sessi, il video non è stato ben accolto. Ecco i primi commenti che si leggono sotto il video.

Se scendete i commenti negativi continuano

Purtroppo, questo non è il primo tentativo da parte dei mass media di indottrinare i giovani con questa agenda. Ecco un segmento dello show di Netflix, Bill Nye Saves the World.

CONCLUDENDO

L’agenda per sfumare il genere è forte ed è in attivita` da anni. Il fatto che sia spinta dai principali media del mondo ci dice che proviene direttamente dall’élite. Perché? Per molte ragioni. La principale: vogliono che le persone vengano svilite e allontanate il più possibile da tutto ciò che li rende radicati e in armonia con la vita e la natura. Vogliono che i giovani siano confusi riguardo all’essere maschio o femmina – un elemento fondamentale (facilmente osservabile) della vita umana.

Ecco cosa stanno cercando di creare: una popolazione che è persa, confusa e depressa. Perché queste persone sono le più facili da controllare e manipolare.

Fonte

Nelle scuole del Regno Unito sara` insegnata “educazione sessuale gay e trans” ai bambini di 5 anni e la presenza sara` obbligatoria

Il governo conservatore britannico annuncera` piani per l’introduzione di lezioni sull’omosessualità e sul transgendererismo per gli studenti delle scuole primarie, nonostante una petizione ufficiale contro il movimento, firmata da oltre 100.000 persone.
Il Sunday Times riporta che il nuovo curriculum è stato finalizzato dopo una consultazione di sei mesi con il Dipartimento dell’Istruzione e sarà implementato in tutte le scuole del Regno Unito a partire dall’anno scolastico 2020-21.

Sarà insegnato agli alunni dall’età di cinque anni, e sarà illegale per i genitori non far partecipare i figlie alle lezioni nella scuola secondaria, il che significa che almeno un semestre di educazione sessuale – ma probabilmente di più – sara` frequentato da ogni studente.

Una petizione popolare al Parlamento che chiede di poter dare la possibilita` ai genitori di far saltare la lezione ai propri figli sarà discussa lunedì alla Camera dei Comuni, anche se non è previsto che ciò influisca sul programma di attuazione della legislazione.

La proposta ha incontrato resistenza da parte di comunità conservatrici, inclusi alcuni musulmani ed ebrei. In una lettera che esprime opposizione, eminenti rabbini hanno espresso il timore che alcuni genitori preferiranno escludere i propri figli dal sistema scolastico – cosa che e` permesso loro fare – piuttosto che sottoporli al nuovo curriculum.

Le domande discusse durante le lezioni, come elencato nelle attuali proposte per il curriculum, includeranno: “Quando è giusto lasciare che qualcuno mi tocchi?” Per bambini di 3 anni, e “Perché siamo tutti diversi? Va bene essere diversi? “All’età di sette anni. A 11 anni, i bambini discuteranno “Qual è la differenza tra transessuali e transessuali?” E a 16 anni verrà detto “come rivelare il fatto che hai l’HIV a un partner sessuale, alla famiglia e agli amici”.

Tra i materiali didattici per i bambini delle scuole elementari che sono attualmente in fase di sperimentazione in una scuola prevalentemente musulmana a Birmingham sono “Tango Makes Three”, un libro su due pinguini gay che si prendono cura di un uovo preso da un’altra famiglia e “My Princess Boy”. che celebra un bambino dalla pelle scura che ama travestirsi.

Gli altri obiettivi del curriculum includono educare gli studenti su questioni che sono diventate più frequenti in Gran Bretagna negli ultimi due decenni, come la mutilazione genitale femminile, il sexting, le porno revenge e il potenziale squilibrio di potere tra i sessi nelle relazioni.

Fonte