Archivi categoria: Vendola

Silvio, il Bilderberg non ti sopporta!

In un documento reso pubblico dai magistrati il 17 gennaio si dichiara che “Un numero significativo di giovani donne si sono prostituite con il nostro primo ministro Silvio Berlusconi “. Il noto 74enne vive una vita da Playboy, lo scandalo di Arcore rivaleggia facilmente con quello che ha visto coinvolto Bill Clinton.

Ma il più grande magnate italiano delle comunicazioni, in possesso di televisioni e case editrici, oltre che di riviste e giornali e proprietario dell’AC
Milano, una delle squadre di calcio più importanti al mondo, non sembra essere in affinità con il Bilderberg o, per lo meno, la cricca segreta dei magnati dei media, dei banchieri mondiali, dei titani aziendali e governativi di alto livello
che si riunisce a porte chiuse ogni anno non va molto d’accordo con il presidente.

Si può dire quindi, che l’attuale bufera mediatica che sta esplodendo qui in Italia è in realtà una mossa politica oculata proprio per far cadere il suo governo?

Le opinioni politiche di Berlusconi non sono mai state popolari per l’elite della classe dirigente globale.

Nel frattempo, i partecipanti del Bilderberg si sono lamentati poichè le azioni di Berlusconi rischiavano di minare l’euro. Il Washington Post, controllato dal Bilderberg, ha
definito Berlusconi “la più grande sfida per l’ancora giovane valuta dell’euro”.

Berlusconi, anche se molto ricco, sembra essere distante dal Bilderberg e dalla sua agenda. È interessante notare come egli mantenga una stretta amicizia con la Russia di Vladimir Putin, che  rende i globalisti molto nervosi, nella misura in cui Putin è effettivamente non coinvolto con l’associazione elitaria.

Considerando l’atteggiamento più tollerante dell’Italia nei confronti del sesso, con la prostituzione legale e l’età del consenso a 14 anni, sembra che i nemici di Berlusconi lo vogliano tirar giù per un “cavillo” (confrontato a tutto quello che ha fatto).

Da parte sua, Berlusconi, che non sta cercando di nascondere il suo stile di vita, continua a fare il verso ai globalisti. Berlusconi nega ogni accusa, e quando gli viene chiesto se ha intenzione di dimettersi per lo scandalo,dichiara tranquillamente alla stampa, “Siete folli? Io mi sto divertendo “.

In una Italia che sembra essere stata trasformata in un reality show stile hollywoodiano, il principale rivale politico di Berlusconi, è Nichi Vendola, apertamente
omosessuale ed ex comunista. Vendola indossa un orecchino di diamanti, luccicanti scarpe nere
con chiusura a velcro e una sciarpa paisley. Parla con una pronuncia blesa e ha un ragazzo di nome Ed.


Vendola ha accusato Berlusconi di essere “un viscido borghese” e in aggiunta di  “raccontare barzellette anti-semite e omofobe”.

Berlusconi ha risposto: “Meglio le belle donne che essere gay “.

I suoi presunti “scherzi” anti semiti hanno anche probabilmente alimentato la vendetta
intrapresa dai suoi nemici.

Tra le altre cose, durante una festa in una sua villa, Berlusconi è stato registrato
mentre raccontava una barzelletta su un vecchio Ebreo, il quale ammise che “durante il tempo dei
campi di concentramento “, accettò di nascondere un altro Ebreo nella sua cantina, ma lo costrinse
a pagare 4.000 dollari al giorno, perché “noi siamo ebrei”.

Lo scherzo si conclude con il padrone di casa che chiede alla sua famiglia se fosse il caso di dire all’uomo nella cantina che Hitler era morto e che la guerra era finita.

Annunci