Archivi categoria: hfcs

Vaccini CONTRO gli esseri umani

I media corrotti e la dittatura scientifica stanno promuovendo vaccini che  lobotomizzano le persone e riprogrammano le loro menti ad uno stato di totale sottomissione. In questo modo la rabbia e la ribellione nei confronti dell’autorità svaniscono rendendoci schiavi di tutti gli abusi sui nostri diritti, sulle nostre libertà e sul nostro libero arbitrio.

“Gli studiosi dicono di essere vicini a sviluppare il primo vaccino per lo stress – una dose e si riuscirà a rilassarsi senza rallentare i ritmi di vita”, riferisce il Daily Mail.

Il Dr. Robert Sapolsky, professore di neuroscienze all’Università di Stanford in California, dice che il vaccino è stato creato per imporre uno stato di “calma concentrata” alterando la chimica del cervello.

I propositi sembrano rifarsi minacciosamente alla pellicola di George Lucas del 1971 THX 1138, in cui la popolazione è controllata e sottomessa attraverso l’uso di farmaci speciali che servono a reprimere le emozioni.

La sensazione di stress, l’arrabbiarsi, l’esprimere le emozioni e le passioni sono tutte caratteristiche innate, naturali e sono dei vitali aspetti del comportamento umano. Reagire con lo stress alle situazioni di pericolo o di disagio è una risposta essenziale e sana, ed è condiviso da praticamente ogni essere vivente sul pianeta.

Gli scienziati ci stanno dicendo ora che arrabbiarsi, essere sconvolti o passionali è anormale e ciò deve essere “trattato” attraverso una nuova dose di farmaci e iniezioni ci lobotomizzano in esseri conformi alle regole e sottomessi. Questo è palesemente una parte del piano di attacco per danneggiarci la mente, il nostro corpo e il nostro sistema nervoso attraverso la contaminazione del cibo e dell’acqua.(Per maggiori informazioni sull’argomento consiglio questi articoli Fanno marcire la società parte 1:Cibi,bevande e medicinali Fanno marcire la società parte 2: Il mercurio nei cibi e nei vaccini Fanno marcire la società: Italia Fanno marcire la società parte 3: Invertire il processo di avvelenamento)

La nuova ricerca sui vaccini per l’alterazione delle funzioni mentali si affianca alla proposta di aggiungere litio alla rete idrica, al fine di trattare i “disturbi dell’umore”.

Moltissime persone nel mondo sono già vittime del fluoruro di sodio, una neurotossina che causa il cancro, attraverso l’acqua del rubinetto, i dentifrici, e molti cibi.

Il primo caso di fluoro trovato nell’acqua potabile è stato scoperto nei campi di prigionia della Germania nazista. La Gestapo aveva poca preoccupazione sugli effetti del fluoruro sui denti dei bambini, il motivo per cui hanno fatto ciò è stato quello di sterilizzare e rendere docili i prigionieri.

Poichè un numero crescente di persone in tutto il mondo comincia a educarsi ad una buona alimentazione e riflette su ciò che sta introducendo nei loro corpi e su come essi siano sotto un continuo attacco chimico e biologico a causa degli alimenti che mangiano, l’enstablishment tenta con questo metodo disperato di mantere il controllo su una popolazione debole e ammalata, anche dicendo apertamente che una iniezione di mercurio è benefica per la nostra salute.

Lo sforzo di lobotomizzare chimicamente il popolo è parte del progetto dell’elite per creare una sottospecie di schiavi deboli e che non hanno l’intelligenza o la forza di resistere alle misure di controllo imposte dall’elite.
Fonte

Annunci

Fanno marcire la società parte 3: Invertire il processo di avvelenamento

Nelle prime due parti di questa serie vengono descritti gli effetti negativi, sul corpo e sul cervello, di alcune sostanze chimiche, assunte quotidianamente. Questa terza ed ultima parte mostra alcune vie “naturali” per mantenere il cervello sano e fornisce consigli per liberare il corpo dalle sostanze pericolose. In altre parole, come combattere l’avvelenamento a cui siamo sottoposti.

Le parti I e II di questa serie di articoli hanno individuato alcune sostanze tossiche che si trovano negli alimenti comuni e nelle medicine; sono poi stati descritti alcuni dei loro effetti sul cervello umano. Le principiali sostante discusse sono state: l’aspartame, il mercurio, il fluoro e lo sciroppo di mais ad alto fruttosio (HFC). Se queste sostanze sono lesive per il sistema nervoso, diminuiscono le funzioni cognitive, alterano il giudizio, o influenzano la memoria, il risultato è che siamo di fronte a una cospirazione atta a farci marcire.

Tutta via non tutto è male. La natura, con la sua tendenza a ristabilire il suo meraviglioso equilibrio, fornisce all’uomo la cura per quasi qualsiasi genere di danno potrebbe sviluppare. Gli antichi guaritori credevano che la natura avesse insegnato all’uomo come curarsi in modi sottili e misteriosi:

“La pianta può  essere considerata degna di venerazione, poichè dalle sue foglie schiacciate, dai petali, dagli steli, o dalle sue radici possono essere estratte unzioni guaritive, essenze, o farmaci che incidino sulla natura e sull’l’intelligenza degli esseri umani – come il papavero e le antiche erbe divinatorie. E’ efficace anche nella cura di molte malattie, perché i suoi frutti, le foglie, i petali, o le radici somigliano per forma o per colore a parti o organi del corpo umano. Per esempio, il succo distillato di alcune specie di felci, o anche il muschio che cresce sulle querce, o il cardo si dice abbiano la capacità di far crescere i capelli più in fretta, la dentaria, che ricorda un dente nella forma, veniva utilizzata per curare il mal di denti; la palma Christi, per la sua forma, curava le malattie delle mani. “

Dopo aver analizzato come certi cibi e certi medicinali danneggino gravemente la nostra salute passiamo ora a capire come possiamo difenderci e mangiare sano.

FERMARE L’INTOSSICAZIONE

Avvertenza: Questo articolo fornisce suggerimenti per disintossicare il corpo naturalmente. Se hai bisogno di un serio programma di disintossicazione, si prega di consultare un professionista.

Il primo passo per liberare il corpo da tossine e veleni è ovviamente non ingerirne ulteriormente. Sembra abbastanza semplice, ma questo passaggio è probabilmente il più difficile, poichè molte tossine si trovano negli alimenti di ogni giorno e anche nell’acqua del rubinetto. E’ necessaria una maggiore attenzione nella vita quotidiana, devono essere prese misure, spesso faticose e noiose, per mantenere le tossine fuori dal nostro corpo. Tuttavia, una volta che il vostro corpo e la vostra mente saranno guariti sarete orgogliosi dello sforzo fatto.

Prima di esaminare i modi per evitare tossine specifiche, ecco alcune linee guida generali che una persona attenta alla salute dovrebbe applicare in ogni momento: evitare cibi molto lavorati e le bevande artificiali. Al contrario, consumate cibi biologici locali o, ancora meglio, se ne avete la possibilità, fate crescere la vostra frutta e verdura. In questo modo, automaticamente eviterete molte sostanze nocive, tra cui l’MSG, l’HFC, i pesticidi, il fluoruro di sodio e il mercurio. Si risparmia pure denaro, il che è piacevole. Quando fate la spesa, leggete sempre le etichette e, come si dice, se non riuscite a leggere l’etichetta, non fidatevi del prodotto.

EVITARE IL FLUORO

Ci sono due tipi di fluoro: il fluoruro di calcio e il fluoruro di sodio. Il fluoruro di calcio si trova in natura, nelle fonti d’acqua, mentre il fluoruro di sodio è un prodotto di scarto delle industrie del nucleare, del sintetico, dell’alluminio e dei fertilizzanti. Indovinate quale dei 2 tipi si trova nella nostra acqua? Esatto, quello più pericoloso. I filtri per l’acqua, fanno un buon lavoro nell’eliminare il gusto ferroso e dei prodotti chimici contenuti nell’acqua ma non filtrano il fluoro. Purificare l’acqua per osmosi inversa è il modo più efficace per rimuovere il fluoruro di sodio dall’acqua.

Sistema standard per l’osmosi inversa

Anche altri alimenti contengono elevate concentrazioni di fluoruro di sodio, compresi il tè in polvere, il succo d’uva e il latte di soia per neonati, lo ripeto evitate i cibi lavorati. Inoltre, scegliete  un dentifricio senza fluoro (o almeno cercate di non ingerire il dentifricio Colgate che avete preso al supermercato).

Cercate di consumare cibi ricchi di calcio e magnesio che aiutano a prevenire l’intossicazione da fluoro, in quanto impediscono al veleno di intaccare il corpo.

“Il magnesio è un minerale molto importante ma in molti è carente. Oltre ad essere così importante per il metabolismo e la sintesi delle sostanze nutritive all’interno delle cellule, inibisce anche l’assorbimento del fluoro da parte delle cellule! Insieme al magnesio, il calcio sembra aiutare a preservare ossa e denti dal fluoro, permettendo al corpo di eliminare le tossine. Durante la disintossicazione dal fluoro, è essenziale che si includa una sana dose supplementare di calcio assorbibile / magnesio come parte della dieta “.
Alcuni alimenti trasformati contengono anche elevate concentrazioni di fluoruro di sodio, compresi il tè istante, prodotti di succo d’uva e latte di soia per neonati, così, ancora una volta, evitare cibi elaborati. Inoltre, passare a un dentifricio al fluoro-free (o almeno cercare di non ingerire il 0,93 dollari Colgate che hai comprato a Walmart).

Consumare cibi ricchi di calcio e magnesio aiutare a prevenire l’intossicazione di fluoro, in quanto impediscono il veleno di attaccarsi al corpo.

“Il magnesio è un minerale molto importante che molti mancano. Oltre ad essere così importante per il metabolismo e la sintesi delle sostanze nutritive all’interno delle cellule, inibisce anche l’assorbimento di fluoro nelle cellule! Insieme al magnesio, il calcio sembra aiutare attirare i fluoruri lontano da ossa e denti, permettendo al corpo di eliminare le tossine. Così durante gli sforzi di disintossicazione con fluoro, è essenziale che si includa una sana dose supplementare di calcio assorbibile / magnesio come parte del protocollo “.
– Paul Fassa, How to Detox Fluoride from Your Body

EVITARE IL MERCURIO

Evitare il pesce e i  prodotti pescherecci con un elevato tasso di mercurio; i pesci con alti livelli di mercurio sono: il marlin, il pesce specchio,atlantico, lo squalo, il pesce spada, il tonno e il tile gibboso. Alcuni prodotti della pesca hanno bassi livelli di mercurio, quindi risultano più adatti al consumo umano, come: le acciughe, il pesce gatto, le vongole, i granchi, i gamberi, il rombo, il salmone, le sardine, la tilapia e le trote. Come regola generale, più grande è il pesce più è facile che contenga mercurio in dosi elevate in quanto si ciba di pesci più piccoli e assorbe tutto il loro mercurio, oltre a questo i pesci che vivono più  a lungo contengono mercurio in quantità più abbondanti

Come si è visto nella seconda parte di questa serie, alcuni cibi che contengono anche l’HFC sono contaminati con il mercurio. Ecco il grafico prodotto dalla EPA:

EVITARE L’ASPARTAME

Leggere sempre le etichette ed evitarei prodotti “senza zucchero”. L’aspartame si trova nelle bibite, nei farmaci da banco e nei farmaci da prescrizione (molto spesso, indicato sotto la voce “eccipienti”), nelle vitamine e negli integratori alle erbe, nello yogurt, nelle caramelle, nei cereali, nelle gomme da masticare senza zucchero, nelle miscele di cacao, nelle bevande col caffè, nelle colazioni pronte, nei dolci con la gelatina, nei  dessert surgelati, nei succhi di frutta, nei lassativi, nelle bevande al latte, negli edulcoranti da tavolo, nel  tè e nel caffè istantaneo.

EVITARE L’HFCS

Se leggete nelle etichette sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio riponete il prodotto nello scaffale e cercatene un altro che non abbia HFCS al suo interno.

Passiamo ora a dare un’occhiata ad alcuni metodi, del tutto naturali, per la disintossicazione del corpo dalle sostanze nocive.

IL CORIANDOLO

La procedura standard per la rimozione dei metalli pesanti dal proprio corpo è chiamata “la chelazione.” Tutto è compiuto con la somministrazione di un agente chelante – solitamente l’acido dimercaptosuccinico (DMSA) – che si lega ai metalli pesanti del corpo e li induce ad essere eliminati naturalmente. Questo tipo di trattamento è abbastanza faticoso, ha molti effetti collaterali e deve essere fatto solo sotto controllo medico.

Se, tuttavia, ritenete che liberare il corpo da una sostanza dura con un’altra sostanza dura potrebbe essere controproducente,non posso che essere d’accordo con voi. Fortunatamente ci sono delle erbe e delle spezie che agiscono naturalmente come agenti chelanti: il coriandolo è ottimo per questo tipo di intervento.

Le erbe aromatiche e le spezie più largamente usate e amate in tutto il mondo derivano dalla stessa pianta, il Coriandrum sativum. Le foglie di questa pianta sono spesso indicate con il nome di cilantro, mentre i semi sono più comunemente chiamati coriandolo. Oltre a rendere il piatto delizioso, questo tipo di pianta ha il potere esclusivo di neutralizzare il mercurio.

“Questa erba da cucina ha il potere di spostare il mercurio, il cadmio, il piombo e l’alluminio sia dalle ossa che dal sistema nervoso centrale. È probabilmente l’unico agente efficace nel spazzar via il mercurio immagazzinato nello spazio intracellulare e nel nucleo della cellula (invertendo il danno causato dal mercurio al DNA). ”
– Dietrich Klinghardt, MD, PhD,  Chelation: How to remove Mercury, Lead, & other Metals

Gli studi hanno tuttavia suggerito che il coriandolo sposta solo il problema in altre parti del corpo è quindi necessario utilizzare un altro agente per completare il processo di disintossicazione.

CHLORELLA, UN ALLEATA ASSIEME AL CORIANDOLO

La Chlorella,oltre ad essere conosciuta per le sue funzioni di riparazione e disintossicazione del corpo, si lega a tutti i metalli tossici noti e alle tossine del corpo per facilitare l’evacuazione. Ciò la rende un perfetto aiutante  del coriandolo.

“Poichè il coriandolo smuove più tossine di quante possa effettivamente eliminarne dal corpo, alcuni metalli potrebbero invadere il tessuto connettivo.
Questo processo è chiamato re-intossicazione. Si può facilmente evitatare assumendo contemporaneamente un agente che assorba le tossine intestinali. La scelta definitiva è l’alga chiamata Clorella. Uno studio recente ha dimostrato che negli animali, promuove una rapida eliminazione dell’ alluminio dallo scheletro superiore e di qualsiasi altro agente intossicante.

Se non viene utilizzata la clorella molte tossine verranno riassorbite dal tessuto connettivo durante la discesa verso l’intestino.

L’AGLIO

Non sappiamo se l’aglio respinga effettivamente i vampiri, ma possiamo essere sicuri che respinge le tossine dal corpo.

“L’aglio contiene numerosi componenti di zolfo, compresi i Solfiti-Idrati, che ossidano il mercurio, il cadmio e il piombo rendendo questi metalli solubili in acqua. L’aglio contiene anche il minerale più importante, che protegge dalla tossicità del mercurio, il selenio bioattivo “.

Così, l’aglio scompone il mercurio e il piombo aiutando il corpo a evacuare i metalli dal corpo.

LA CURCUMA

Questa pianta della famiglia dello zenzero è ampiamente usata nel sud est asiatico come spezia e i suoi poteri disintossicanti sono noti da secoli. La curcuma è ritenuta, dalla medicina ayurvedica, come la regina delle spezie. La spezia amara aiuta a ripulire il fegato, purifica il sangue, e aiuta nella digestione e nell’eliminazione. Possiede forti proprietà anti-infiammatorie, ma nessuno dei spiacevoli effetti collaterali dei farmaci anti-infiammatori. È stata usata per la pulizia della pelle, per valorizzare certi colori e per la  conservazione degli alimenti.

La Curcuma stimola la produzione di tre enzimi: l’aril-idrocarburo-idrossilasi, il glutatione-S-transferasi, e l’UDP-glucuronil-transferasi. Questi sono “coltelli” chimici che distruggono le sostanze potenzialmente nocive nel fegato. La curcuma garantisce una protezione analoga per le persone che stanno assumendo farmaci come il metotressato e altre forme di chemioterapia, che sono metabolizzati da, o che sono diretti verso il fegato.
– James A. Dukes, Ph D., Dr. Duke’s Essential Herbs

Studi scientifici hanno scoperto recentemente che la miscelazione tra la curcuma e il pepe nero aumenta in modo esponenziale le sue proprietà curative. Non vi è nessuna meraviglia che nelle ricette tradizionali dell’Asia meridionale spesso si mischiassero le due spezie. Quindi non trattenetevi … macinate del pepe nero in quella curcuma!

OMEGA 3

Non è un segreto che il consumo di acidi grassi presenti nel pesce apporti molti benefici salutari. Questi acidi grassi fanno miracoli per il nostro cervello. In effetti, l’Omega-3 è letteralmente il carburante del nostro cervello, contribuendo a mantenerne attive le funzioni principali. Il nostro organo più importante dipende fortemente dall’acido eicosapentaenoico (EPA) e dall’acido docosaesaenoico (DHA),acidi grassi che il nostro corpo non può produrre da solo. L’unico modo per ottenere tali acidi è attraverso la dieta.

“La maggior parte dei professionisti sanitari ritiene che il DHA sia l’acido grasso più importante per un sano sviluppo del cervello e per la vista è altresì  fondamentale che ci sia abbastanza DHA nella dieta durante la gravidanza e nei primi anni di vita di un bambino. L’EPA d’altro canto, è essenziale per un sano funzionamento del cervello giorno per giorno, il che significa che dovrebbe esserci un rifornimento costante di EPA durante tutta la vita “.
– David McEnvoy, Why Fish Oil is Brain Fuel

Ecco alcuni fatti sull’Omega-3 che sono di particolare interesse nel contesto di questi articoli:

* La ricerca della University of Western Australia ha scoperto che le donne che avevano assunto una maggiore quantità di olio di pesce durante l’ultima parte della gravidanza partorivano neonati più coordinati e inoltre a 2 anni e mezzo erano in grado di capire più cose di quanto facessero i bambini a cui in gravidanza era stato dato olio di oliva.
* Uno studio della Aberdeen University, guidato dal professor Lawrence Whalley, scoprì che l’olio di pesce aiuta il cervello a lavorare più velocemente, aumenta il QI e rallenta il processo di invecchiamento.
* Gli esperimenti di Durham condussero la Dott.sa Madeleine Portwood a osservare che l’olio di pesce migliora il comportamento, la concentrazione e l’apprendimento a scuola.
* La ricercatrice Natalie Sinn in Australia ha scoperto che l’olio di pesce è più più efficace del Ritalin per l’ADHD.
* Hibbeln osservando la dieta di 22 paesi scoprì un significativo collegamento tra consumo di pesce e tra la depressione post parto, capendo che maggiori quantità di olio aiutavano a diminuirla.
* Il dottor Malcolm Peet ha scoperto che l’etil-EPA, una forma altamente concentrata di Omega 3, riduce drasticamente la depressione.

L’olio di pesce ha un ruolo importante nell’eliminare dal cervello le sostanze indesiderate:

“I complessi di acidi grassi EPA e DHA nell’olio di pesce rendono i globuli rossi e bianchi più flessibili, migliorando la microcircolazione del cervello, del cuore e di altri tessuti. Tutte le funzioni di disintossicazione dipendono dall’apporto ottimale di ossigeno e dal flusso sanguigno.L’ EPA e la DHA proteggono il cervello dalle infezioni virali e sono necessarie per lo sviluppo dell’intelligenza e della vista. L’organello cellulare più vitale per la disintossicazione è il perossisoma. Queste strutture di piccole dimensioni sono anche responsabili del lavoro specifico di ogni cellula.

Nella ghiandola pineale la melatonina viene prodotta nel perossisoma, nei neuroni la dopamina e la noradrenalina, ecc È qui, dove il mercurio ed altri metalli tossici attaccano e inibiscono il lavoro cellulare. ”
– Dietrich Klinghardt, MD, PhD,  Chelation: How to remove Mercury, Lead, & other Metals

Fin qui tutto bene, ma quali sono le migliori fonti di olio di pesce? Il consumo di grandi quantità di pesce sarebbe la scelta più logica, ma sapendo che molte specie contengono alti livelli di mercurio, ciò potrebbe effettivamente causare ulteriori danni al cervello. Per questo motivo, gli integratori di Omega-3 sono probabilmente il modo migliore per mantenere il corpo ben fornito di EPA e DHA.

Quando si seleziona un supplemento Omega-3, è necessario assicurarsi che sia molecolarmente distillato e vi sia un alto contenuto di DHA ed EPA, di DHA in particolare. La distillazione molecolare è un processo speciale che rimuove tutte le tossine dall’olio (compreso il mercurio), rendendolo sicuro per il consumo umano. Evitate i prodotti di bassa qualità. Spesso contengono bassi livelli di acidi grassi e sono pieni di altri oli e conservanti.

CONSIGLIO FINALE: DORMIRE, SUDARE, STIMOLARE

*Un sonno adeguato è fondamentale per mantenere il corpo e il cervello in buone condizioni. Al contrario, la privazione del sonno pregiudica la capacità di pensare e gesire lo stress, i avere un sistema immunitario sano e uno stato emozionale equilibrato.

* L’esercizio fisico regolare è estremamente importante per la disintossicazione. Consente infatti l’evacuazione delle tossine attraverso la pelle, migliorando il metabolismo intero.
* Stimolare il cervello: leggere, pensare, meditare e metterlo alla prova continuamente.

PER CONCLUDERE

Questo articolo esamina i modi per evitare le sostanze nocive contenute nei prodotti di uso quotidiano e indica una manciata di metodi del tutto naturali  per liberare il corpo dal suo carico di veleni. Oltre che fornirci un aiuto per evacuare le tossine, le sostanze naturali descritte in questo articolo aiutano anche a mantenere la salute in generale. Il regolare consumo di coriandolo,aglio, curcuma e Omega-3 stimola il sistema immunitario, migliora il pensiero razionale e aumenta la memoria. Le proprietà sorprendenti di questi semplici ingredienti che solo adesso (lentamente) la scienza sta documentando, sono conosciute da secoli da molte civilità estranee alla nostra.

Siamo condizionati a trattare i disturbi causati da prodotti artificiali con altri prodotti artificiali, che, a loro volta, possono causare altri disturbi. È solo spezzando questo circolo vizioso che si può reclamare la proprietà del nostro cervello e raggiungere il nostro pieno potenziale.

Fanno marcire la società parte 2: Il mercurio nei cibi e nei vaccini

Il mercurio è causa di degenerazione celebrale nello specifico elimina i neuroni oltre a danneggiare il sistema nervoso centrale, nonostante questo si trova ancora negli alimenti lavorati e nei vaccini obbligatori. In questa seconda parte della serie esamineremo l’intenzionale avvelenamento della popolazione e si discutera della presenza di mercurio nei cibi convenzionali e nei vaccini.

Il primo articolo di questa serie – Fanno marcire la società parte 1:Cibi,bevande e medicinali – ha descritto gli effetti dell’aspartame, del fluoro e delle pillole su prescrizione, sul cervello umano. Tutte queste sostanze causano una diminuzione della capacità cognitiva e, su larga scala,  comportano un instupidimento generale della popolazione esposta. Questo secondo articolo si concentra su un altro prodotto tossico che si trova negli alimenti di ogni giorno e  nei vaccini obbligatori: il mercurio.

Il mercurio è un metallo pesante naturalmente presente nell’ambiente. Tuttavia, non è adatto al consumo umano, in quanto è estremamente dannoso per il corpo, soprattutto per il cervello. Mentre alcuni sostengono che qualsiasi cosa possa essere consumata con moderazione, molti esperti concordano sul fatto che nessuna quantità di mercurio è sicura per il corpo umano. Nonostante questo e ai numerosi studi relativi agli effetti negativi del mercurio, il metallo pesante è costantemente aggiunto ai vaccini obbligatori e  agli alimenti lavorati.

Il mercurio provoca la degenerazione dei neuroni del cervello e interferisce con il sistema nervoso centrale. L’esposizione diretta al metallo provoca effetti immediati e violenti:

“L’esposizione a elevati livelli di mercurio, inorganico o organico può causare danni permanenti al cervello, ai reni e allo sviluppo del feto. Gli effetti sul funzionamento del cervello possono variare tra: irritabilità, timidezza, tremori, ofuscamento della vista, modificazione dell’udito e problemi di memoria. ”
– Fonte

La maggior parte delle persone non entra in diretto contatto con il mercurio, ma ne viene esposta a piccole dosi, con un conseguente avvelenamento lento ma costante del cervello. Mentre gli anni passano, gli effetti della sostanza danneggiano l’area del giudizio e del pensiero razionale, diminuiscono la memoria e disturbano la stabilità emotiva. In altre parole: Rende più stupidi.

Il mercurio ha anche la sfortunata capacità di trasferirsi da una donna incinta al feto. Secondo l’Environmental Protection Agency, il mercurio trasmesso al feto durante la gravidanza può avere conseguenze durature, tra cui disturbi della memoria, diminuzione delle capacità linguistiche e altre complicanze cognitive.

E ‘stato pubblicizzato molto il fatto che il mercurio si trovi in quantità pericolose nel pesce commestibile, come il tonno, il pesce spada. Ciò crea una situazione un po’ ironica: invece di farvi diventare intelligenti con tutti gli Omega 3 che contengono, i pesci vi avvelenano il cervello.

Purtroppo, il mercurio si trova anche in altri prodotti: nei vaccini e nello sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio.

I VACCINI

“Penso che sia assolutamente criminale dare del mercurio ad un bambino”.
– Boyd Haley, Ph.D., Presidente Dipartimento di Chimica, Università del Kentucky

Il mercurio si trova, in grandi quantità, nei vaccini obbligatori. Prima di entrare nei dettagli della questione, ecco alcuni fatti sui vaccini in America osservati dal Dr. Sherri Tenpenny:

* Il governo degli Stati Uniti è il maggior acquirente di vaccini nel paese. Infatti, quasi il 30 per cento del budget annuale dei Centers for Disease Control (CDC) viene speso per l’acquisto di vaccini e per garantire a tutti i bambini una vaccinazione completa.

* Le compagnie di assicurazione private, che portano avanti i migliori studi sulla responsabilità penale, hanno completamente tolto la copertura  per danni alla vita e alle proprietà per i seguenti eventi: Atti di Onnipotenza, guerra nucleare, incidente ad una centrale nucleare e … per la vaccinazione.

* Leggi sono state approvate per proteggere il vaccino, mentre allo stesso tempo, le leggi dello stato impongono ai genitori di iniettare ai propri figli fino a 100 antigeni prima di iniziare le scuole. Se dopo la vaccinazione si manifestano effetti collaterali, che variano molto provocando anche la morte , i genitori non possono citare in giudizio il medico, l’azienda del farmaco o il governo, sono  tenuti a presentare una petizione alla “Vaccine Court” per il risarcimento danni, che significa un processo lungo, che può durare anni e spesso che si conclude con una archiviazione del caso.

* Ogni stato ha leggi che richiedono la vaccinazione in età prescolastica, i bambini di una certa età vengono vaccinati per evitare la trasmissione di molte malattie contagiose. La legge di stato sulla vaccinazione impone che i bambini siano vaccinati prima di essere autorizzati a frequentare le scuole pubbliche o private. La mancata vaccinazione dei bambini non solo proibisce loro di frequentare la scuola, ma anche i loro genitori o tutori vengono coinvolti diventato soggetti di multe civili e penali. Le scuole non hanno l’abitudine di dire ai genitori che è così in ogni Stato, esiste però una deroga che consente ai genitori di rifiutare legalmente i vaccini pur consentendo ai loro figli di frequentare la scuola.

*L’industria dei medicinali sostiene i vaccini, i dottori consigliano spesso i genitori di vaccinare la prole anche nella speranza di aumentare la clientela del proprio studio medico . Una parte considerevole del reddito di un pediatra è derivato dal rimborso assicurativo per le vaccinazioni. La continua espansione del piano per le  vaccinazioni che include la produzione di vaccini sempre più costosi è una fonte di entrate molto grande  per i medici.

IL THIMEROSAL

In America un bambino riceve circa 21 vaccini prima dell’età di sei anni e almeno altri 6 entro i 18 anni, per un totale di 27 iniezioni durante l’infanzia. Molte di queste vaccinazioni contengono thimerosal, un conservante, composto per il 49% da mercurio. L’uso senza precedenti di mercurio sui bambini ha creato una generazione cognitivamente deteriorata.

“I sintomi vissuti dai bambini esposti al mercurio sono reali e possono essere direttamente collegati ai vaccini che hanno assunto. E ‘ironico che i vaccini, dati a questi giovani, con lo scopo di proteggerli, influiscano in realtà  negativamente sul loro sviluppo neurologico “.
– Fonte

L’uso di thimerosal nei vaccini è stato collegato da molti scienziati alla crescita impressionante dell’autismo negli ultimi due decenni. Si è spinta così lontano l’iniziativa per avvelenarci e instupidirci tutti?

“I bambini che sono completamente vaccinati, dal sesto mese di vita hanno ricevuto più mercurio (dai vaccini) di quello raccomandato dall’EPA. Ci sono molte somiglianze tra i sintomi di tossicità da mercurio e l’autismo, tra cui il deficit sociale, il deficit al linguaggio, i comportamenti ripetitivi, le alterazioni sensoriali, i deficit cognitivi, i disturbi del movimento, e i problemi comportamentali. Ci sono anche similitudini nei sintomi fisici, compresi quelli biochimici, quelli gastrointestinali, quelli del tono muscolare, nella neurofisiologia, nelle misurazioni EEG, e nel sistema immunitario. ”
– Fonte

A causa del legame sospetto fra vaccini e autismo, più di 5.000 famiglie americane hanno presentato ricorso in un tribunale federale per i vaccini contro le società che li producono. Nella maggior parte dei casi, coloro che hanno tentato il ricorso non hanno ricevuto nessun compenso e ogni correlazione tra vaccini e malattia è stata negata dalla difesa. E’ in corso da anni una guerra sulle pubbliche relazioni, da quando sono apparsi studi e contro studi, a dimostrazione o a confutazione dei legami tra vaccini e autismo, a seconda di dove queste ricerche venissero fatte. Gli studi che sostengono che i vaccini sono sicuri sono stati spesso finanziati dalla società stesse che li producono.

Nonostante le smentite, il Thimerosal, gradualmente e silenziosamente, è stato tolto dai vaccini per i bambini.
Subito dopo questo graduale ritiro, i casi di autismo sono nettamente diminuiti nel paese.

Nel Journal of American Physicians and Surgeons pubblicato il 10 marzo si mostrano i dati raccolti dopo il ritiro del mercurio dai vaccini per l’infanzia, non solo il tasso di bambini autistici e con disturbi neurologici non aumentava più, ma in realtà risultava nettamente diminuito – di ben il 35 per cento. Utilizzando il database del governo stesso, ricercatori indipendenti hanno analizzato i rapporti sui disturbi neurologici infantili, tra cui l’autismo, prima e dopo la rimozione dei conservanti a base di mercurio.

Secondo una dichiarazione della Association of American Physicians & Surgeons,, o AAPS, i dati della California mostrano che il tasso di autisimo ha toccato un picco di 800 nel maggio 2003. Se questo trend fosse continuato, i rapporti avrebbero registrato il picco di 1.000 entro l’inizio del 2006. Ma il numero effettivamente scese a 620, con una diminuzione reale del 22 per cento, e una diminuzione sulle proiezioni del 35 per cento.
– Fonte

La graduale eliminazione del thimerosal dai vaccini destinati ai bambini, è positiva, ma il conservante si trova ancora in molti vaccini destinati agli adulti. Il mercurio nonostante gli scarsi e controproducenti effetti ottenuti sui bambini, risulta perfetto per l’essere umano adulto. La classe dirigente non cerca di creare una generazione di persone autistiche che avrebbero bisogno di cure costanti, ma una massa di “utili idioti” che possano svolgere attività ripetitive e noiose, accettando senza discutere ciò che li viene detto.

Ad oggi, il timerosal si trova ancora  nei vaccini influenzali. Questo tipo di vaccinazione è stagionale, il che significa che i pazienti vengono incoraggiati a tornare ogni inverno per ottenere il loro vaccino annuale / dose di mercurio.

I creatori del vaccino influenzale sostengono che non provochi effetti collaterali, in altre parole non sembra causare malattie osservabili. Quello di cui non si è mai discusso, però, è la lenta e graduale degenerazione dei neuroni del cervello cui la maggior parte delle persone va incontro, anno dopo anno, a causa del costante avvelenamento da mercurio. Questo processo di rallentamento delle funzioni cerebrali, non è facilmente osservabile né quantificabile, ma sta avvenendo su scala globale. Se il mercurio può danneggiare completamente le menti fragili dei bambini portandoli forse all’autismo,esso probabilmente sarà pericoloso anche per il cervello adulto.

Quasi come fossero create per generare richieste di vaccini, le nuove malattie appaiono periodicamente in tutto il mondo e attraverso campagne di terrore mediatico inducono la gente a richiedere a gran voce ai propri governi il vaccino.

L’H1N1, nota anche come influenza suina, è stata l’ultima di queste “spaventose malattie” che ha terrorizzato la gente per mesi. Quando si rese disponibile il vaccino,fù fortemente promosso in tutto il mondo e presero atto vere e proprie campagne di vaccinazione. Un “dettaglio” di cui nessuno ha parlato: L’ Influenza suina, è facilmente curabile, e non è molto diversa dalla “normale influenza”. Un altro fatto taciuto: la maggior parte delle vaccinazioni  influenzali conteneva Thimerosal.

DEPOPOLAZIONE?

Oltre che a instupidire la popolazione, i vaccini potrebbero aiutare negli sforzi verso il depopolamento. In un discorso tenuto nel mese di aprile del 2010, Bill Gates ha citato l’uso dei vaccini come mezzo per ridurre la popolazione mondiale.

“Gates ha detto la sua alla conferenza del TED2010 a Long Beach, California, in un discorso dal titolo “Innovazione Zero” Oltre all’assurdità dell’idea di ridurre le emissioni umane di CO2 a zero entro il 2050, Gates dichiara: “Per prima cosa abbiamo la popolazione. Il mondo oggi è composto da 6,8 miliardi di persone. Di questo passo aumenteremo fino a circa 9 miliardi. Ora, se realizziamo un ottimo lavoro su nuovi vaccini, nelle cure sanitarie, nei servizi per la salute riproduttiva potremo ridurla del 10-15 %.

In parole povere, uno degli uomini più potenti del mondo sostiene chiaramente il fatto che i vaccini vengano utilizzati per la depopolazione. Quando Bill Gates parla di vaccini lo fa con autorità. Nel gennaio 2010 al Davos World Economic Forum, Gates ha annunciato lo stanziamento di 10 miliardi dollari nei prossimi dieci anni per sviluppare e fornire nuovi vaccini ai bambini dei paesi in via di sviluppo. ”
– Fonte

LO SCIROPPO DI MAIS AD ALTO CONTENUTO DI FRUTTOSIO

Un veleno è una “sostanza che causa malattia o morte, soprattutto in termini chimici.” Con tale definizione si può affermare che lo sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio (HFC) è un vero veleno. L’HFCS è un dolcificante altamente lavorato a base di mais che viene utilizzato dal 1970. Continua a sostituire lo zucchero bianco e il saccarosio negli alimenti lavorati ed è attualmente presente nella maggior parte dei prodotti alimentari in vendita nei supermercati . Gli studi hanno stabilito che gli americani consumano una media di 12 cucchiaini al giorno di questo  dolcificante. Ecco un grafico che raffigura l’ascesa dell’HFCS nella dieta americana:

Grazie alla sua proprietà dolcificante, l’ HFCS è, ovviamente, da ritrovarsi nei prodotti contenenti zuccheri, come le marmellate,le bibite e i cibi preconfezionati da forno. Tuttavia, molte persone non si rendono conto che si trova anche in numerosi altri prodotti, come le minestre, il pane, i sughi per la pasta, i cereali, i primi piatti surgelati, i prodotti con carne, nell’insalata e nei condimenti. L’HFCS si trova anche nei “cosiddetti” prodotti per la salute, tra cui le barrette proteiche, negli alimenti “a basso contenuto di grassi” e nelle bevande energetiche.

Come può qualcosa di così dolce essere così pericoloso? Ecco alcuni fatti sull’HFCS:

* Le ricerche collegano l’HFCS all’accrescimento dei tassi di obesità e diabete nel nord America, specialmente tra i bambini. Il fruttosio si converte in grasso molto più degli altri zuccheri. Essendo un liquido, passa molto più rapidamente nel flusso sanguigno.

* Le bevande contenenti HFCS hanno livelli più elevati di composti reattivi (carbonili), che sono collegati ai danni che portano al diabete.

* Ci sono prove che il fruttosio di mais venga lavorato in maniera diversa dallo zucchero di canna, in modo che esso riduca il senso di sazietà e si vengano così a creare, più facilmente, le condizioni per un suo consumo eccessivo.
* Gli studi dei ricercatori della UC Davis e dell’Università del Michigan hanno dimostrato che il consumo di fruttosio, che è più facilmente convertibile in lipidi nel fegato, aumenta i livelli di grasso nel sangue sotto forma di trigliceridi.

* A differenza di altri tipi di carboidrati costituiti dal glucosio, il fruttosio non stimola il pancreas a produrre insulina. Peter Havel, un ricercatore nutrizionalista presso l’UC Davis, che studia gli effetti metabolici del fruttosio, ha anche dimostrato che il fruttosio non riesce ad aumentare la produzione di leptina, un ormone prodotto dalle cellule lipidiche del corpo. Sia l’insulina che la leptina agiscono come segnali per comandare  al cervello di abbassare l’appetito e controllano il peso corporeo. Dalla ricerca di Havel emerge anche che il fruttosio non sembra sopprimere la produzione di grelina, un ormone che aumenta la fame e l’appetito.

* Perché il corpo elabora il fruttosio dell’ HFCS in modo diverso di quanto non faccia con quello dello zucchero di canna o di barbabietola,altera la funzione regolatrice degli ormoni del metabolismo. Costringe anche il fegato a introdurre più grasso nella circolazione sanguigna. Il risultato finale è che i nostri corpi sono essenzialmente tratti in inganno nel voler mangiare di più, mentre, in realtà, vengono prodotti molti più grassi .

* Uno studio nel Journal of National Cancer Institute ha suggerito che le donne la cui dieta era ricca in carboidrati complessi e fruttosio rischiavano maggiormente di contrarre il cancro colonrettale.

*L’ HFCS interferisce con l’uso che il cuore fa di minerali essenziali quali il magnesio, il rame e il cromo.

*L’ HFCS è colpevole di indebolire/eliminare il sistema immunitario inibendo l’azione dei globuli bianchi. In queste condizioni il corpo non è più in grado di difendersi dagli agenti esterni.

* La ricerca suggerisce che il fruttosio causa malattie più facilmente del glucosio. Il glucosio viene metabolizzato in ogni cellula del corpo, mente il fruttosio può essere metabolizzato solo nel fegato.Il fegato degli animali usati per i test con il fruttosio rivelano la comparsa di cumuli di grasso e cirrosi nel fegato, risultati simili a quelli che si sarebbero ottenuti da un fegato di un alcolista

*L’HFCS viene raffinato molto, anche più dello zucchero bianco.

* Il grano da cui è derivato l’ HFCS è quasi sempre geneticamente modificato, come lo sono gli enzimi utilizzati nel processo di raffinazione.

* Ci sono crescenti preoccupazioni sulla politica che circonda l’economia della produzione di mais (sovvenzioni, le tariffe e i regolamenti), così come sugli effetti sull’ambiente della sua coltivazione estensiv.

Molti studi hanno osservato una forte correlazione tra l’avvento dell’HFC degli ultimi anni e l’aumento dell’obesità durante lo stesso periodo di tempo.

L’obesità, oltre ad essere dannosa per il corpo, influenza direttamente le funzioni cerebrali. Alcuni ricercatori si sono interrogati sul ruolo dell’obesità nella degenerazione del cervello.

I ricercatori hanno a lungo sospettato che esistesse una relazione tra l’obesità e il calo delle capacità cerebrali. Nuovi studi confermano ora la tesi per cui l’essere sovrappeso è dannoso per il cervello. I ricercatori dell’Università della California in un articolo pubblicato nell’ “Archives of Neurology” hanno dimostrato una forte correlazione fra l’obesità  e il restringimento di una parte del cervello (l’ippocampo), fondamentale per la memoria (come misurato nelle scansioni MRI).
– Fonte

Questo non significa che le persone obese siano rincoglionite, vuol dire semplicemente che il loro cervello non lavora così efficacemente come dovrebbe.

Ma anche se l’HFCS non facesse ingrassare, potrebbe ancora rovinarvi il cervello. Studi recenti hanno dimostrato che il famoso dolcificante contiene… dai che lo sapete… mercurio!

“Uno studio – pubblicato sulla rivista Environmental Health – mostra che nove prodotti commerciali su venti, conteneti sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, contengono anche mercurio.

Il secondo studio – dall’Istituto per le politiche agricole e commerciali (IATP) – scopre che quasi 1/3 di 55 prodotti alimentari di marca contiene mercurio, soprattutto i latticini, le salse e i condimenti. Le marche includono grandi nomi quali Quaker, Hershey’s, Kraft and Smucker’s “.
– Fonte

Qui sotto è riportata la tabella che trovate nello studio dello IATP chiamato Not So Sweet: Missing Mercury and High Fructose Corn Syrup che specifica la quantità di mercurio presente nei prodotti di tutti i giorni che si trovano comunemente nei supermercati.

Naturalmente, le aziende che producono l’HFCS negano i risultati di tali studi, sostenendo che il dolcificante è “naturale”. Queste parole sono di chi VENDE il prodotto, intendiamoci… I raffinatori di mais hanno anche creato alcune strane pubblicità per incoraggiare le persone a continuare a consumare queste sostanze tossiche.

CONCLUDENDO

Nonostante l’esistenza di molti studi che descrivono l’impatto negativo del mercurio sul cervello umano, i governi spingono ancora per l’aumento delle vaccinazioni tra la popolazione, che contengono Thimerosal. Inoltre, organi direttivi hanno protetto le case farmaceutiche che producono i vaccini e gli alimenti che contengono l’HFCS contro ogni tipo di causa legale. Il fatto che molti dirigenti di queste imprese ricoprano posizioni chiave all’interno del governo, potrebbe fornire una spiegazione. Ci sono infatti poche persone che occupano posizioni elevate, nel settore pubblico e nel privato. Queste persone si trovano a formare ciò che comunemente si intende per elite o classe dirigente.” La maggior parte di questi individui non è mai stato eletto in posizioni governative, eppure hanno creato politiche pubbliche che hanno promosso la loro agenda, a prescindere dal partito politico al potere. Guardate la composizione del Gruppo Bilderberg, il Comitato dei 300 o del Council of Foreign Relations e troverete i direttori generali delle aziende che producono cibo e medicinali … che sono anche le stesse persone che approvano le leggi sull’alimentazione e sui vaccini.

Dal momento che nessun funzionario pubblico si arrischierà di tradire i suoi colleghi o i suoi finanziatori per diventare un informatore, spetta a ciascuno di noi conoscere ciò che consumiamo. Il clichè di dire “leggere le etichette” è abbastanza vero, ma se non avete idea di che cosa significhi “glutammato monosodico”, leggela non vi aiuterà. Questa serie di articoli, mira a dare delle informazioni di base sulle sostanze più pericolose presenti nei prodotti di tutti i giorni in modo da assumere un atteggiamento più critico di fronte a ciò che consumiamo ogni giorno.