Archivi categoria: Nwo

La copertina dell’Economist “World in 2015”: una miscela di simbolismo criptico e terribili predizioni

L’importante rivista The Economist ha pubblicato una edizione speciale chiamata “The World in 2015”. Sulla copertina ci sono delle immagini strane: un fungo atomico, la Federal Reserve in un gioco chiamato “Panic” e molto altro.

leadeconomist

Normalmente non dedico un intero articolo all’analisi di una copertina, ma, in questo caso, non si tratta di una pubblicazione qualsiasi. E’ contenuta nel The Economist ed è direttamente correlata all’elite mondiale. E’, in parte, di proprietà della famiglia di banchieri Rothschild inglesi e del suo redattore capo, John Micklethwait, il quale ha partecipato più volte alla Conferenza Bilderberg – la riunione segreta in cui le figure più potenti del mondo, dal mondo della politica, della finanza aziendale e dei media discutono di politiche globali. Il risultato di questi incontri è totalmente segreto. E’ quindi giusto dire che chi lavora al The Economist sa cose che la maggior parte di noi ignora. Per questo motivo, la “previsione per il 2015” contenuta nella copertina è piuttosto sconcertante.

La tetra e cupa copertina mostra personalità politiche, personaggi di fantasia e icone della cultura pop che sicuramente faranno notizia nel 2015. Tuttavia, la cosa più importante, è la presenza di una serie di immaginari estremamente simbolici i quali alludono a concetti importanti e ad eventi mondiali. Ecco la copertina:

economist_magazine_jan2015

A prima vista, notiamo personaggi politici come Obama e Putin, riferimenti alla Rugby Cup e il nuovo film di Spider-Man. Ma uno sguardo più attento rivela una pletora di concetti importanti. Eccone alcuni.

IL GLOBO A DUE FACCE

world

Un lato del globo guarda stoicamente verso l’Occidente, mentre l’altro lato appare iracondo. Rappresenta forse un confronto tra l’Oriente e l’Occidente? La copertina presenta un paio di altri simboli che si riferiscono alla “rivolta dell’Oriente”. Ciò che inquieta di più tuttavia, è che immediatamente sotto quel globo arrabbiato vi sono raffigurati un fungo atomico e il lancio di un satellite spia nello spazio.

mushroom

Sorveglianza Hi-tech e guerra nucleare. Il The Economist non è molto positivo

IL COLORE DEI VOLTI

Date un’occhiata più da vicino ai volti dei personaggi presenti sulla copertina. Alcuni sono a colori e altri sono in bianco e nero. Perché?

faces

Tra quelli in bianco e nero vi sono Putin, la Merkel, Obama, Hillary Clinton, David Cameron, Hollande e Renzi. Tra quelli a colori vediamo David Blaine, un giovane con in mano uno striscione recante la scritta “Singapore” (a Singapore si terranno i South Asian Games nel 2015). Un altro ragazzo indossa dispositivi per la realtà virtuale. Una rapida raccolta di questi dati rivela che quelli in bianco e nero sembrano essere parte dell’elite (compreso il ragazzo dell’ISIS che probabilmente lavora per loro) e quelli di colore sono “estranei”. È così che l’elite percepisce il mondo?

IL PIFFERAIO MAGICO

piper2

La presenza del Pifferaio Magico su questa copertina “del 2015” è decisamente inquietante. Il Pifferaio di Hamelin è una leggenda tedesca basata su un uomo che utilizzava il suo flauto magico per portare via i bambini dalla città di Hamelin.

800px-Pied_Piper2-e1420662741656

Il pifferaio magico conduce i bambini fuori da Hamelin. Illustrazione di Robert Browning “The Pied Piper of Hamelin

Questa figura folkloristica risalente al Medioevo si dice rappresenti la massiccia morte per peste e catastrofi, o a causa di un movimento di massiccia immigrazione. E’ inoltre una perfetta rappresentazione di come gli odierni giovani vengano “attirati” e disorientati dalla “musica” dei mass media. In maniera quasi scontata possiamo vedere un ragazzino proprio sotto il flauto del Pifferaio.

IL RAGAZZO INETTO

boy

Proprio sotto il pifferaio magico si vede un ragazzo con uno sguardo sbalordito. Sta guardando un gioco chiamato “Panic”. Le parole “Federal Reserve” e “Chi” (che probabilmente sta per China) sono in cima, mentre le parole “luce verde” e “sis!” (Che probabilmente stanno per “Iside” o “crisi”) sono sul fondo. Questo ragazzino guarda imperterrito lo svolgersi del gioco come le masse impotenti vengono a conoscenza degli eventi tramite i mass media. L’obiettivo finale del gioco è quello di causare panico in tutto il mondo attraverso delle crisi generate casualmente da coloro che controllano il gioco. Ricordo che si tratta di una copertina di una rivista Rothschild.

CROP-O-DUST

Untitled-1

Di fronte a Putin vi è un piccolo elicottero su cui è scritto Crop-O-Dust. Sembra far riferimento a  “quel processo di irrorazione delle colture con insetticidi in polvere o fungicidi da un aereo.” Proprio sotto l’elicottero c’è un ragazzino che sta mangiando. Inquietante.

kid

Seduto proprio sotto l’elicottero, questo bambino sta mangiando un pacchetto di noodles pesantemente lavorato. Sta ingurgitando il veleno diffuso dal velivolo?

CINA

china-e1420664430567

Un panda indossa una bandiera della Cina – mentre flette i muscoli, è un modo piuttosto chiaro per mostrare come la Cina stia guadagnando potere. Accanto ad essa c’è un lottatore di sumo in possesso di un grande batteria in cui le polarità (+ e -) sono chiaramente indicate. Sta alludendo a uno switch nella polarità delle potenze mondiali da Ovest ad Est?

IL FANTASMA

ghost

Da dietro la gamba di Obama vediamo emergere un fantasma che legge una rivista dal titolo “Holiday”. Perché questo fantasma, che rappresenta una persona morta, sta pianificando una vacanza? Significa forse che le masse saranno così impoverite da poter pensare alle vacanze solo una volta morte? Potrebbe rapportarsi alle innumerevoli persone che sono morte in viaggio negli ultimi mesi? Sconcertante.

LA TARTARUGA

turtle

In piedi di fronte a tutto il resto, guardandoci fissi vi è una tartaruga con delle linee che ne circondano il guscio. Cosa rappresenta? Ci sarà un grande aumento delle tartarughe nel 2015? Probabilmente no.

Una tartaruga arrabbiata è il simbolo della Fabian Society, un’organizzazione estremamente potente che ha lavorato per oltre un secolo verso la formazione di un unico governo mondiale.

when-i-strike-i-strike-hard

Il motto della Fabian Society è “Quando colpisco, colpisco duro”.

La filosofia dietro il socialismo Fabiano è fondamentalmente il modello di quello che oggi chiamiamo il Nuovo Ordine Mondiale.

La Fabian Society è un gruppo molto antico il quale ebbe origine in Inghilterra nel 1884, con lo scopo di formare uno stato unico socialista, globale. Il loro nome deriva dal nome dal generale romano Fabio, che pianificò attentamente le strategie per portare lentamente i suoi nemici alla sconfitta. Il “Socialismo Fabiano” utilizza il cambiamento incrementale per un lungo periodo di tempo in modo da trasformare lentamente uno stato anziché utilizzare una rivoluzione violenta. Si tratta essenzialmente di socialismo occulto. Il loro stemma originale era uno scudo con un lupo travestito da agnello in possesso di una bandiera con le lettere FS. Oggi il simbolo internazionale della Fabian Society è una tartaruga, con il seguente motto: “Quando colpisco, colpisco duro.”
– La Fabian Society, The Weather Eye

La Fabian Society sosteneva apertamente una società scientificamente programmata e l’eugenetica attraverso la sterilizzazione. Il suo logo originale era un lupo travestito da agnello … non credo tuttavia fosse il modo migliore per nascondere il lupo alle masse.

Fabian_Society_Logo

Il logo originale della Fabian Society

Portare avanti un sistema globale attraverso piccoli cambiamenti incrementali è esattamente ciò che l’elite mondiale sta facendo. Questo è probabilmente il motivo per cui c’è una tartaruga arrabbiata sulla copertina di questa pubblicazione Bilderberg friendly.

11.3 E 11.5

dirt

La parte in basso a destra della copertina presenta alcuni simboli più criptici. C’è un mucchio di immondizia a terra e due frecce in cui leggiamo 11,5 e 11,3. Si tratta di date da ricordare? Perché sono vicino ad un mucchio di immondizia? Se si guarda a queste figure come a coordinate, puntano da qualche parte in Nigeria. In altre parole, la presenza di 11,5 e 11,3 è un po’ inquietante, soprattutto considerando il fatto che chi ha fatto la copertina non ha voluto far capire alla gente di cosa stesse realmente parlando.

In piedi di fronte alla spazzatura vi è Alice nel paese delle meraviglie, la quale sta guardando in alto verso lo stregatto.

cat

Questo iconico gatto è noto per scomparire del tutto, lasciando visibile solo il suo inquietante sorriso. Abbiamo quindi un’altra allusione ad un mondo di fantasia, illusione e inganno, percepito da Alice – le masse. Insieme all’inclusione piuttosto inutile di David Blaine – il mago – la copertina mescola eventi del mondo reale con simboli che alludono all’inganno.

Altri simboli di rilievo su questa copertina sono un salvadanaio volante che esce dalle tasche di James Cameron; Un modello che porta una creazione di Alexander McQueen (stilista preferito della elite che morì in circostanze strane) e un ufficiale asiatica che porta una maschera per proteggerla da una malattia mortale.

Il 2015 sembra proprio fantastico!

CONCLUSIONE

L’Economist non è un giornaletto che pubblica eccentriche previsioni sul 2015 per vendere una manciata di copie in più. E’ collegato direttamente a coloro che danno forma alle politiche globali e che ne garantiscono l’attuazione. Il giornale è in parte proprietà della famiglia di banchieri Rothschild di Inghilterra e il suo editore partecipa regolarmente alle riunioni del Bilderberg. In altre parole, The Economist è collegato a coloro che hanno i mezzi e il potere per fare “predizioni” della realtà.

La copertina della rivista riflette essenzialmente l’Agenda globale delle élite ed è disseminata di simboli criptici che sembrano essere inclusi per “coloro che sanno”. E le masse, come Alice guarderanno lo stregatto scomparire, rimanendo confuse dalle illusioni, mentre il lupo travestito da agnello colpirà … e colpirà duro.

Fonte

Annunci

Kesha fa causa al suo produttore/handler il Dr. Luke, per abusi che la hanno portata “vicina alla morte”

Dopo vari tentativi di liberarsi dal Dr. Luke, Kesha finalmente è riuscita a portare in tribunale il produttore, accusandolo di abuso sessuale, fisico e mentale. La causa descrive anche come Dr. Luke abbia controllato la sua vita da quando aveva 18 anni.

dr-luke-kesha-abuse-600x450-e1413389531623

Kesha, che ha recentemente tolto la $ dal suo nome, è stata menzionata più volte su questo sito a causa del fatto che si trattava di una delle maggiori pedine del settore musicale MK. L’esempio più evidente è il video Die Young, pieno di simbolismo degli Illuminati e realizzato con un messaggio malato alla vigilia di Sandy Hook.

Anche se era ancora saldamente sotto il controllo di Dr. Luke, Kesha ha mostrato segni di “risveglio” e di voler prendere il controllo della sua carriera. Dopo l’uscita di Die Young, Kesha ha postato un tweet dove affermava di essere stata costretta a scrivere quella canzone.

tweet

Il Dr. Luke è attualmente una figura di spicco nel settore della musica, producendo brani per artisti del calibro di Katy Perry, Britney Spears, Jessie J, Nicki Minaj, Rihanna e molte altre pop star. Alcuni dei suoi singoli sono stati analizzati in questo sito, come Hold it against me di Britney Spears, Price Tag di Jessie J e Part of me di Katy Perry. In breve, è una delle persone che dice alle marionette dell’industria dell’intrattenimento cosa cantare – e ciò che cantano fa parte di un Ordine del giorno.

Nel 2012-2013, Kesha ha registrato una canzone intitolata Dancing With the Devil, che ben descrive il suo rapporto con il suo gestore il Dr. Luke e l’industria della musica in generale. Ecco una parte del testo.

I keep on dancing with the Devil
I keep on dancing with the Devil
I sold my soul, ain’t no turning back
I keep on dancing with the Devil

You and I made a deal
I was young and shit got real
Weaving through Heaven and back
Whoaaa

Your love is made of dirty gold
But I’m the one who sold my soul
So go ahead and take my hand
Whoaaa

I keep on dancing with the Devil
I keep on dancing with the Devil
I sold my soul, it’s a dead-end road
But there ain’t no turning back
I keep on dancing with the Devil

Come potete vedere, i testi trasmettono un senso di impotenza nei confronti di un settore che descrive come “il Diavolo”.

LA CAUSA

La querela descrive un tipico gestore MK e il rapporto con lo schiavo, basato su continui abusi, droghe che alterano la mente e il controllo totale sulla sua vita. L’introduzione della querela afferma:

“A diciotto anni, la signora Sebert fu indotta da LUKASZ SEBASTIAN GOTTWALD (alias” Dr. Luke “), un produttore musicale di successo, ad abbandonare la scuola superiore, lasciarsi alle spalle la sua famiglia, la casa, e la vita a Nashville, Tennesse , e venire a Los Angeles per intraprendere una carriera glamour nel settore della musica.

Negli ultimi dieci anni, il Dr. Luke ha sessualmente, fisicamente, verbalmente ed emotivamente abusato della signora Sebert al punto in cui la signora Sebert ha quasi perso la vita. Il Dr. Luke abusò la signora Sebert al fine di distruggere la sua fiducia in se stessa, nell’immagine di sé e nell’autostima in modo da poter mantenere il controllo completo sulla sua vita e carriera. “

La causa fornisce dettagli inquietanti circa l’abuso subito da Kesha.

“Ms. Sebert prese le pillole e si svegliò il pomeriggio seguente, nuda nel letto del Dr. Luke, dolente e malata, senza alcun ricordo di come ci fosse arrivata. La signora Sebert ha immediatamente chiamato la madre lamentandosi e dicendole che era nuda nel letto del Dr. Luke, non sapeva dove erano i vestiti, che il dottor Luke l’aveva violentata, e che aveva bisogno di andare al pronto soccorso. (…)

L’azione legale sostiene inoltre che, a un certo punto, Luke fece sniffare una sostanza prima di imbarcarsi su un aereo e, in volo, la ragazza venne aggredita sotto effetto di droghe. Descrive anche la presa psicologica che il Dr. Luke aveva su Kesha.

Il Dr. Luke minacciò ripetutamente che se, avesse mai parlato di questi incidenti, avrebbe distrutto sia la signora Sebert che tutta la sua famiglia. (…)

“Avrebbe detto alla signora Sebert che lei non era altro che la sua pedina, e che se non avesse obbedito ai suoi ordini, avrebbe posto un fine alla sua carriera”

L’azione legale sostiene, infine, che i medici di Kesha:

“Conclusero che il Dr. Luke aveva fisicamente e psicologicamente danneggiato la signora Sebert al punto in cui sarebbe stata ‘in pericolo di vita’”

Questo è solo uno scorcio degli abusi, del controllo e della manipolazione che va avanti nel settore dello spettacolo. Quindi, riflettete, quando Kesha e altri artisti vanno in giro in questo modo:

article-0-19AA2D7900000578-177_634x857-e1413392072107

Kesha indossa un vestito ricoperto di occhi che tutto vedono + occhio sulla sua mano.

… Non è perché è “cool”. Si tratta di un modo malato di dirci che è una schiava del settore, che lei è “di loro proprietà”. Speriamo che sarà in grado di terminare il suo “ballo con il diavolo”.

Fonte

Isis: Una creazione della CIA per giustificare la guerra all’estero e repressione in territorio americano

Attraverso titoli terrificanti e video scioccanti, l’ISIS viene utilizzata come strumento per giustificare la guerra in Medio Oriente e per provocare paura e panico in tutto il mondo. No, questa non è una “teoria della cospirazione”, è semplicemente il più vecchio trucco utilizzato dall’elite. L’ISIS è stata creata dalle forze che la combattono.

leadisi2

Fin dalla creazione delle nazioni democratiche – quando ancora l’opinione pubblica contava – la classe politica era posta di fronte ad un dilemma: La guerra è necessaria per ottenere il potere, la ricchezza, e il controllo, ma il pubblico ha la tendenza ad essere contrario ad essa. Cosa fare? La risposta è stata trovata decenni fa ed è ancora utilizzata con successo oggi: Creare un nemico così terrificante che le masse implorino il governo di andare in guerra.

Questo è il motivo dell’esistenza dell’ISIS. Questo è il motivo per cui i video delle decapitazioni sono così “ben prodotti” e pubblicizzati in tutto il mondo attraverso i media mainstream. Questo è il motivo per cui le fonti di notizie riportano regolarmente titoli allarmistici circa l’ISIS. Essi sono utilizzati per servire al meglio gli interessi delle élite mondo. Gli obiettivi sono: influenzare l’opinione pubblica per favorire l’invasione dei paesi del Medio Oriente, fornire un pretesto per l’intervento di una “coalizione” internazionale e produrre una minaccia nazionale che verrà utilizzata per togliere i diritti e aumentare la sorveglianza. In breve, l’ISIS è un altro esempio della tattica secolare utilizzata per creare un nemico terribile in modo spaventare le masse.

“Inoltre, mentre l’America diventa una società sempre più multi-culturale, potrebbe essere più difficile costruire un consenso su questioni di politica estera, tranne in circostanze di una minaccia esterna diretta.”
– Zbigniew Brzezinski, La Grande Scacchiera

Circa un decennio dopo l’invasione dell’Iraq (che è ancora una zona pericolosamente caotica), la maggior parte concorda sul fatto che la guerra si basò su false premesse. Il pubblico alla fine riconobbe che le “armi di distruzione di massa” abbondantemente propagandate da George W. Bush e Donald Rumsfeld erano una totale invenzione. Nonostante questo fatto, gli Stati Uniti ed i suoi alleati (insieme con il Consiglio delle Relazioni Estere e ad altri gruppi di opinione internazionali elitari) stanno ancora cercando di spingere la guerra in Medio Oriente, con la Siria come uno degli obiettivi primari. Mentre il pubblico in tutto il mondo occidentale fosse decisamente contro l’invasione non provocata della Siria, un unico evento mediatico ha cambiato completamente le carte in gioco: un breve video in cui un jihadista mascherato decapita un giornalista americano.

5666270-e1412710468348

Titoli allarmistici e immagini drammatiche aiutano a fomentare sentimenti di rabbia nel mondo occidentale.

La protesta è stata immediata. Come potrebbe non esserlo stato? Girato in alta definizione, con una perfetta illuminazione cinematografica, i video delle decapitazioni sono messi a punto per generare una sensazione viscerale di orrore e terrore. Vestito con un abito arancione che ricorda quelli utilizzati nelle prigioni di Guantanamo Bay, un giornalista occidentale indifeso viene giustiziato da un fanatico barbaro vestito di nero, mentre agita in aria un coltello. Non esiste idea migliore per manipolare l’opinione pubblica al fine di scatenare una guerra. Come effetto “bonus”, il video suscita isteria anti-islamica in tutto il mondo, un sentimento che viene costantemente sfruttato dall’élite mondiale.

Poco dopo, viene dichiarata guerra all’ISIS, quasi come se fosse stato pianificato da mesi. In un’intervista con USA Today, l’ex direttore della CIA Leon Panetta ha dichiarato che gli americani stessi dovrebbero prepararsi per una guerra di 30 anni che si estenderà ben oltre la Siria:

“Penso che ci troviamo davanti ad una guerra di 30 anni,” , che dovrà estendersi oltre lo Stato islamico per includere minacce emergenti in Nigeria, Somalia, Yemen, Libia e altrove.
– USA Today, Panetta: ’30-year war’ and a leadership test for Obama

In sostanza, nel giro di pochi mesi, un gruppo terroristico letteralmente spuntato fuori dal nulla, causando caos nelle regioni che gli Stati Uniti e i loro alleati cercano di attaccare da anni. Il suo nome: Stato islamico siriano, o ISIS. Il nome stesso è simbolico e rivelatore. Perché un gruppo “islamico”, prende il nome da un’antica dea egizia? Forse perché è una delle figure preferite dell’elite occulte – i veri colpevoli dietro gli orrori del’ISIS.

CONTINUAZIONE DELLA STORIA

L’idea della CIA che finanzia un gruppo islamico per favorire i propri interessi politici non è esattamente “inverosimile”. In realtà, ci sono diversi casi evidenti nella storia recente in cui gli Stati Uniti hanno apertamente sostenuto i gruppi islamici estremisti (soprannominati “combattenti per la libertà” nei mass media). L’esempio più flagrante e ben documentato è la creazione dei mujaheddin in Afghanistan, un gruppo che è stato creato dalla CIA per attirare l’URSS in una “trappola afghana”. Il termine mujaheddin descrive “musulmani che lottano sul sentiero di Allah” e deriva dalla parola “jihad”. Il “grande nemico” di oggi era l’amico del passato. Un importante architetto di questa politica fu Zbigniew Brzezinski uno degli statisti più influenti nella storia degli Stati Uniti. Da JFK a Obama, Brzezinski è stato una figura importante che ha plasmato la politica degli Stati Uniti in tutto il mondo. Creò anche la Commissione Trilaterale con David Rockefeller. Nel seguente estratto da un’intervista del 1998, Brzezinski spiega come i mujaheddin sono stati utilizzati in Afghanistan:

Domanda: L’ex direttore della CIA, Robert Gates, ha dichiarato nelle sue memorie [“From the Shadows”], che i servizi segreti americani cominciarono ad aiutare i Mujahadeen in Afghanistan sei mesi prima dell’intervento sovietico. In questo periodo tu eri il consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Carter. Hai quindi giocato un ruolo in questa vicenda. E ‘corretto?

Brzezinski: Sì. Secondo la versione ufficiale della storia, l’aiuto della CIA nei confronti dei Mujahadeen è iniziato nel corso del 1980, vale a dire, dopo che l’esercito sovietico invase l’Afghanistan, il 24 dicembre 1979. La realtà, segretamente custodita fino ad ora, è completamente diversa, infatti, fu il 3 luglio del 1979 la data in cui il presidente Carter firmò la prima direttiva per aiutare segretamente gli oppositori del regime filo-sovietico di Kabul. E quel giorno, ho scritto una nota al presidente in cui spiegai che a mio parere questi aiuti avrebbero provocato un intervento militare sovietico.
– Le Nouvel Observateur, l’intervento della CIA in Afghanistan

Reagan_sitting_with_people_from_the_Afghanistan-Pakistan_region_in_February_1983-e1412698874993

Il presidente Regan seduto con dei combattenti per la libertà Afghani e Pakistani

Pochi decenni dopo, questi “combattenti per la libertà” si sono trasformati in terroristi talebani, tra i quali Osama bin-Laden, inizialmente un agente della CIA e successivamente nemico pubblico n ° 1. Il gruppo è stato poi usato per giustificare la guerra in Afghanistan. Si tratta di uno dei numerosi esempi in cui è stato creato un gruppo islamico, finanziato e utilizzato per promuovere gli interessi degli Stati Uniti. Gli Stati Uniti hanno anche sostenuto la Fratellanza Musulmana in Egitto, il Sarekat Islam in Indonesia, il Jamaat-e-Islami in Pakistan, e il regime islamico di Arabia Saudita per contrastare la Russia.

“L’America non ha amici o nemici permanenti, solo interessi”
– Henry Kissinger

DETTAGLI DISCUTIBILI DELL’ISIS

L’ISIS è la nuova Al-Qaeda, completamente adattata ai tempi moderni. Spuntando dal nulla nel giro di pochi mesi, l’ISIS apparentemente si è assicurata un gran numero di risorse, armi, attrezzature multimediali high-tech e specialisti in propaganda. Da dove provengono i soldi e il know-how?

La storia del leader dell’ISIS, Abu Bakr al Baghdadi, è estremamente torbida. Secondo alcuni rapporti, al Baghdadi è stato arrestato dagli americani a Camp Bucca in Iraq per un certo numero di anni. Alcuni ipotizzano che è durante questo periodo che iniziò a collaborare con la CIA.

“Fu catturato dagli americani nel 2005 e venne trattenuto a Camp Bucca nel soffocante sud dell’Iraq per anni, anche se è difficile individuare le circostanze e la tempistica della sua liberazione. In ogni caso, fu libero dal 2010 e fu talmente attivo nel movimento jihadista che assunse il controllo del ramo iracheno di al Qaida dopo la morte dei due superiori “.
– Miami Herald, Who is Iraq’s Abu Bakr al Baghdadi, world’s new top terrorist?

Poco dopo il suo rilascio, al Baghdadi salì rapidamente tra i ranghi di Al-Qaeda, accumulò una fortuna, fu espulso da Al-Qaeda, e ora conduce l’ISIS. Venne supportato da forze esterne?

footage-al-baghdadis-friday-speech-which-he-appears-be-wearing-rolex-twitter

Durante la sua prima apparizione pubblica come capo dell’ISIS, al Baghdadi ha ordinato ai musulmani di obbedire a lui come “il leader al vostro comando.” E’ stato anche visto indossare un orologio costoso, probabilmente un Rolex, un Sekonda o un Omega Seamaster – tutti costano un paio di migliaia di dollari. Una scelta di moda strana per un leader che ha giurato di comabattere la “decadenza occidentale”

I video delle decapitazioni hanno fatto discutere molto.

vg541b66be-e1412799570575

Un propagandista di guerra non poteva chiedere uno strumento migliore per generare consenso.

Configurati per il massimo effetto teatrale, i video hanno dettagli discutibili. In primo luogo, perché le vittime prossime alla decapitazione sono così calme e tranquille? Inutile dire che una persona in procinto di essere sgozzata è in stato di panico e terrore. Perché non sgorgava sangue quando il coltello ha tagliato la gola della vittima? E, infine, perché il boia è mascherato? Perché si è preoccupato di indossarla? Perché, inoltre, parla con un accento inglese? Soprannominato “Jihadist John” dai giornali di scarsa qualità occidentali, è un modo per dire al pubblico che gli estremisti possono provenire da occidente in modo da essere dubbiosi anche del proprio vicino di casa.

hc541bc67c-e1412874224311

Il materiale di propaganda utilizzato dall’ISIS è moderno e prodotto con attrezzature sofisticate e realizzato da produttori stagionati. La loro qualità è un gradino sopra la solita “propaganda islamica” che si trova in circolazione nel Medio-Oriente.

Naomi Wolf, l’autore ed ex consigliere di Bill Clinton ha attirato una valanga di critiche, quando ha espresso scetticismo riguardo l’ISIS chiedendo rigore giornalistico.

1412570529383_wps_17_image001_png-e1412870522170

Il post venne cancellato

Naomi Wolf ha buone ragioni per parlare dell’ISIS. Nel suo libro del 2007, “The End of America”​​, la  Wolf ha delineato 10 passi necessari ad un gruppo fascista (o governo) per distruggere il carattere democratico di uno stato-nazione e sovvertire le libertà sociali e politiche precedentemente esercitate dai suoi cittadini.

  • Creare un nemico interno ed esterno terrificante
  • Creare prigioni segrete in cui ha luogo la tortura
  • Sviluppare una casta delinquente o forza paramilitare che non risponde ai cittadini
  • Impostare un sistema di sorveglianza interno
  • Molestare gruppi di cittadini
  • Impegnarsi nella detenzione arbitraria e nel rilascio
  • Avere come obiettivo individui chiave
  • Controllare la stampa
  • Trattare tutti i dissidenti politici come traditori
  • Sospendere lo Stato di diritto

Mentre il pubblico nel mondo occidentale si affretta a etichettare chiunque metta in discussione una storia ufficiale come un “teorico della cospirazione”, il pubblico in Medio Oriente è molto scettico sull’ISIS e sulla sua cosiddetta “Jihad”. Ad esempio, in Libano e in Egitto, l’idea che l’ISIS sia una creazione degli Stati Uniti era così diffusa (funzionari di alto grado lo sostengono), che l’ambasciata americana a Beirut dovette negare tali voci.

957181-1bedb5d4-228c-11e4-b035-3276a1bc3645-e1412871138381

Post facebook dell’ambasciata degli Stati Uniti a Beirut.

Per molti abitanti del Medio Oriente, le azioni e il modus operandi dell’ISIS sono sospetti. Il gruppo infatti sembra essere fatto su misura per aiutare gli Stati Uniti e la coalizione a raggiungere i suoi obiettivi militari in Medio Oriente.

map

Questa mappa mostra le attuali roccaforti ISIS. Come potete vedere, si trovano esattamente dove la coalizione ha cercato per anni di mettere le sue sporche mani.

Quando la minaccia ISIS si diffonderà ai paesi vicini, ciò consentirà attacchi militari non provocati contro varie nazioni. E’ solo una questione di tempo prima che gli attacchi aerei saranno considerati inefficaci e le truppe di terra diverranno necessarie. Alla fine, queste operazioni potranno completare un piano a lungo termine per ri-organizzare il Medio Oriente, eliminando eventuali minacce per Israele e aumentando significativamente la pressione sull’Iran, rimanendo l’unica forza islamica della regione.

L’ISIS UTILIZZATO PER LA REPRESSIONE INTERNA

Disgustati dai video delle decapitazioni, la maggior parte degli occidentali è a favore dell’annientamento dell’ISIS. Naturalmente, non si rendono conto che questo stesso fervore li porterà a diventare vittime dei loro stessi governi.

leadisi2

Dal protestare per la pace a protestare per la guerra. Un po’ di propaganda può essere efficace nel manipolare le idee del pubblico.

Nelle ultime settimane, l’ISIS ha emesso diverse minacce a paesi specifici, causando il panico in ogni uno di loro, spingendo i governi ad “agire”. Purtroppo, “agire” significa ridurre la libertà di parola aumentando la sorveglianza. Il Canada sta già utilizzando l’ISIS come un motivo per spiare i cittadini e sta lavorando su nuove leggi che permettono una maggiore sorveglianza.

“Il capo della agenzia di spionaggio del Canada ha detto che non ci sono segni di un attacco terroristico imminente contro il paese, ma le autorità stanno monitorando 80 sospetti terroristi canadesi che sono tornati a casa da violenti hot spot in tutto il mondo.

Coulombe ha detto che gli 80 sospetti non sono stati imputati a causa della difficoltà in corso nel raccogliere prove concrete contro di loro.

Il Ministro della Pubblica Sicurezza Steven Blaney ha detto che introdurrà nuovi strumenti legislativi nelle prossime settimane per aiutare le forze dell’ordine nel rintracciare i terroristi”

Blaney non ha fornito dettagli su ciò che queste nuove misure comporteranno.
– Toronto Sun, CSIS keeping watch on 80 Canadian terror suspects nationwide

Nel Regno Unito, i conservatori hanno presentato l'”Extremist Disruption Orders”, un elenco di regole senza precedenti che avranno gravi implicazioni sulla libertà di parola.

“I messaggi degli estremisti su Facebook e Twitter dovranno essere approvati preventivamente dalla polizia in base alle regole radicali previste dai conservatori.

Potrà essere impedito loro anche di parlare in occasione di eventi pubblici se rappresentano una minaccia per “il funzionamento della democrazia”.

Theresa May, il ministro degli Interni, getterà i piani per permettere ai giudici di vietare trasmissioni o proteste in alcuni luoghi, così come l’associazione a persone specifiche. ”
– The Telegraph, Extremists to have Facebook and Twitter vetted by anti-terror police

CONCLUDENDO

L’ISIS ha tutte le caratteristiche di un gruppo jihadista sponsorizzato dalla CIA, creato per facilitare la guerra all’estero e la repressione in patria. Se guardiamo la storia del “divide et impera” nel Medio-Oriente o i dettagli sospetti riguardanti l’ISIS e le ripercussioni della sua esistenza nel mondo occidentale, si può facilmente vedere come l’ISIS è la continuazione di un modello evidente. La domanda più importante da porsi è questa: Chi trae vantaggio dalla presenza dell’ISIS e del terrore che genera? Che cosa ci guadagna l’ISIS creando un video che provoca i più potenti eserciti del mondo? Gli attacchi aerei? D’altra parte, che cosa la classe dominante del mondo occidentale ha da guadagnarci? Ovviamente il denaro da guerra ed armi, il controllo del Medio Oriente, il sostegno ad Israele, l’aumento dell’oppressione e la sorveglianza sulle popolazioni nazionali e, infine, il mantenimento delle masse in un costante stato di terrore.

In breve, è stato ritenuto necessario alimentare il panico in tutto il mondo, attraverso il caos in Medio Oriente per arrivare ad un nuovo ordine mondiale. ‘Iside’, la dea egizia e madre di Horus, è il nome di una delle figure più importanti per l’elite massonica. Il loro motto? Ordo ab Chao … ordine dal caos.

Fonte

Lobby Gay e implicazioni sulla società moderna

Il seguente articolo avrà come scopo, lo spiegare, il rapporto che esiste tra le elite occulte e i rappresentanti internazionali di quei movimenti a difesa dei diritti gay che, con sempre maggior visibilità e rilevanza, vengono mostrati nei telegiornali e nei giornali (corrotti).

Il mondo dell’intrattenimento e della moda, spalleggiano questi gruppi, fornendo supporto economico, ma soprattutto di immagine, proponendo film, musica, stampa e pubblicità che strizzano l’occhio ad un idea distorta di omosessualità.

LLGcarre_400x400

Lobby:

Gruppo di persone che sono in grado di influenzare a proprio vantaggio l’attività del legislatore e le decisioni del governo o di altri organi della pubblica amministrazione.

Bisogna osservare il sistema come ad un insieme omogeneo di elementi con delle “minoranze” delle “sfaccettature” le quali meritano, ovviamente, la nostra accettazione e comprensione. I poteri forti agiscono attivamente su queste minoranze per indebolire e frammentare l’omogeneità del sistema di partenza. Siamo d’accordo tutti che il sistema va cambiato, è ormai un monolite morente, inaccettabile sotto ogni punto di vista, tuttavia se il caos del cambiamento è controllato dall’elite, per i propri fini, è necessario combattere affinchè gli illuminati non abbiano successo nei loro piani.

Il motivo per cui l’elite manipola le minoranze è la facilità con cui esse possono essere gestite. Spesso tali gruppi nascono dall’insoddisfazione e della frustrazione verso un sistema malato e incompleto. Essi sono legittimi, in ogni caso, per il sistema, è necessario limitarli poichè rischiano di frastagliare lo status quo in cui gli illuminati basano il loro dominio.

Dato che la repressione, non è efficace, gli illuminati si infiltrano e prendono il controllo di questi gruppi in modo da dirigere le proteste e gli scopi affinchè tornino utili alla loro agenda. Non è originale nè sensato pensare che i movimenti per i diritti gay non siano controllati dal sistema (la stessa cosa vale per la chiesa), purtroppo è il ragionamento di molti che, pervasi da decenni di condizionamento e sentimentalismo liberale fanno occhi e orecchie da mercanti.

UN PO’ DI STORIA

Nambla

 

Cio che mi lascia scosso e sorpreso è che pure i cosiddetti teorici del complotto (gran parte) hanno idee superficiali e banali rispetto all’argomento e somigliano alle masse nelle loro insensate proteste. Combattono il vaticano, diffidano e sconsigliano i movimenti politici popolari, deridono le varie rivoluzioni e proteste portando tesi e prove dettagliate rispetto all’influenza americana, ma quando si tratta di omosessualità le uniche cose che sanno dire sono: “Omofobo” “Fascista” “Amore Libero”, trasformandosi in hippie.

Ecco per loro e per tutto il pubblico un pò di storia:

Ci sono parecchi casi in cui organizzazioni omosessuali di spicco sono state permissive nei confronti della pedofilia o la hanno attivamente promossa. Ad esempio, il Journal of Homosexulity è una rivista accademica caratterizzata dal fatto che nei suoi testi si parla in maniera “amichevole” di pedofilia.

Ad esempio, un articolo del Dr. Brongersma afferma che i genitori non dovrebbero vedere un pedofilo ” come un rivale o un concorrente, non come un ladro, ma come un partner nell’educazione del ragazzo, qualcuno che dovrebbe essere accolto in casa… ”

L’Associazione gay e lesbica internazionale (ILGA) è stata fondata nel 1978 ed è una rete mondiale di gruppi nazionali e locali omosessuali che conta 620 micro organizzazioni al suo interno. Nel 1993 l’ILGA ha ottenuto lo status consultivo al Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC) ma nel 1994 le è stato tolto a causa di alcuni gruppi come la North American Man / Boy Love Association (NAMBLA) e Vereniging Martijn, i quali sostenevano o esprimevano solidarietà nei confronti dei gruppi pro-pedofilia.

L’ILGA espulse i gruppi associati alla pedofilia, ma le fu negato l’accesso all’ECOSOC sia nel 2002 che nel gennaio 2006. La NAMBLA fu membra dell’ILGA per un decennio prima di essere espulsa. NAMBLA si autodefinisce un’organizzazione omosessuale.

Il Comitato delle ONG del Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite ha costantemente respinto l’ILGA fino a quando il Consiglio economico e sociale, guidato da paesi europei, ha annullato la loro decisione.

Tra i requisiti per l’accreditamento delle ONG delle Nazioni Unite vi è che “la maggior parte dei fondi dell’organizzazione dovrebbero derivare dai contributi affiliati nazionali, da singoli membri, o altri componenti non governative.”

L’ONU sostiene che se il loro denaro provenisse in gran parte dai governi esse andrebbero considerate come entità governative.

Von Krempach ha scoperto che, la Commissione europea, un’entità intergovernativa, provvede al 68% del bilancio dell’ILGA. Il governo olandese ha fornito un supplemento di € 50.000 portando il finanziamento governativo dell’ILGA al 71%. Il resto del finanziamento dell’ILGA proviene da donatori di sinistra come George Soros (si SOROS), Sigrid Rausing, e un donatore anonimo.

george-soros

Soros finanzia tutti i falsi movimenti rivoluzionari dagli occupy alle femen…oltre a ciò sostiene anche le lobby gay come l’ILGA (complottisti omosessuali/ liberali fatevene una ragione)

L’AGENDA OMOSESSUALE

L’agenda omosessuale è un insieme centralistico di credenze e di obiettivi volti a promuovere l’ideologia omosessuale. Gli obiettivi e gli strumenti di questo movimento sono l’indottrinamento degli studenti nella scuola pubblica, limitare la libertà di parola, ottenere un trattamento speciale e interferire con la libertà di associazione.

I sostenitori dell’agenda omosessuale cercano diritti speciali per gli omosessuali che gli altri non hanno, come l’immunità dalla critica (discorso di odio/ crimini di odio). Tali diritti speciali andranno necessariamente a scapo della maggior parte della popolazione. L’agenda omosessuale è la più grande minaccia al diritto di libertà di parola oggi.

Nel 2014, una delle principali priorità dell’agenda omosessuale è quella di vietare e proibire terapia di conversione, soprattutto tra gli adolescenti. La California e il New Jersey sono stati gli unici ad aver adottato tali leggi (il governatore Chris Christie ha firmato la legge mentre stava preparando la sua campagna di rielezione) La sinistra sta spingendo leggi simili in tutti gli stati americani.

In un discorso il 10 dicembre 2013, ad una manifestazione a favore della famiglia in Giamaica, Brian Camenker del Mass Resistance ha delineato l’approccio step-by-step dell’agenda omosessuale: [1]

  • legalizzare l’omosessualità
  • promuovere il gay pride
  • chiedere leggi contro la discriminazione
  • insistere sull’adozione di bambini omosessuali ‘
  • spingere l’agenda omosessuale nelle scuole
  • forzare il “matrimonio gay” nella società
  • richiedere finanziamenti pubblici per affrontare i maggiori problemi sociali legati all’omosessualità
  • promuovere l’agenda transgender
  • imporre una perdita, su larga scala, della libertà di parola
  • divieto di consulenza per i bambini confusi da questioni omosessuali

in-our-mothers-house

La copertina di uno dei tanti libri utilizzati negli asili e nelle elementari per normalizzare l’idea di omosessualità…Si tratta forse di un lavaggio del cervello dei fanciulli?

stonewall-advert

La Stonewall, associazione pro diritti gay è onnipresente, con le sue pubblicità, nei trasporti londinesi….un ottimo modo per condizionare il pubblico. 

PIENO SUPPORTO DALLA SINISTRA

gay_communist_2_by_rls0812-d2zddo5

Vi siete mai chiesti perché praticamente tutte le elite sostengono l’omosessualità? Dopo tutto, che cosa ha a che fare la dottrina politico / economica del “da a ciascuno secondo le sue capacità, a ciascuno secondo i suoi bisogni” con il sostegno dell’omosessualità?

Il collegamento non è casuale. Queste dottrine in realtà si completano a vicenda molto bene. Vedete, una nazione che abbandona il suo fondamento morale, e svilisce l’istituzione della famiglia, degenererà al punto in cui sarà completamente alla mercè del tiranno. Distrutte psicologicamente, indulgenti, materialiste, malate per il sesso, alcoliste, tossicodipendente, femminizzate, moralmente depravate (o anche solo moralmente neutre) le persone non potranno mai resistere al male. Al contrario, la plebe edonista abbraccerà i malvagi, perché i “bravi ragazzi” in realtà innescano in loro un complesso di inferiorità.

Una nazione che è stata così corrotta nel suo giudizio e nella sua morale, che non può più distinguere tra la merda di Picasso e i capolavori di Rembrandt, tra la poesia di Kipling e le farneticazioni incoerenti di Maya Angelou, o tra le corde angeliche di Julie Andrews e l’ansimare di Beyonce – è una nazione che non sarà mai in grado di distinguere tra gli alti ideali degli uomini buoni e la demagogia ingannevole dei tiranni.

Inoltre, se alcuni sono effettivamente in grado di discernere la differenza, probabilmente saranno troppo vili e moralmente neutri per fare qualcosa. Samuel Adams lo ha sintetizzato meglio: “è facilmente osservabile, che coloro i quali cercano di distruggere le libertà del popolo, praticano ogni stratagemma per inquinare la loro morale.”

Ecco perché la sinistra promuove la degenerazione morale e il “relativismo” di tutti i tipi. E’ per questo che sentiremo di parlare di “lotte” per i diritti gay fino a che tutto ciò non verrà “normalizzato”. Raggiunto l’obiettivo (e ci siamo quasi), i pedofili cominceranno ad essere rappresentati in maniera simpatetica. Entro 10-15 anni, la pedofilia sarà accettata come uno “stile di vita alternativo”, e guai a chi osa esprimere una opinione che è “pedofobica”. Questo è quello che sta arrivando gente.

LA SITUAZIONE IN ITALIA

img_archivio1362014112336

I contestatori LGBT in una delle iniziative meno dannose…se volete approfondiamo insieme la violenza verbale, gli sputi e le varie ingiurie arrecate a anziani e bambini…Non so tuttavia se capireste il paradosso delle vostre azioni

In Italia la situazione si sta evolvendo rapidamente, con tutti i partiti, da destra a sinistra, favorevoli all’implementazione del ddl Scalfarotti che andrà a limitare la libertà di opinione, per tutelare l’ideologia gay.

In Italia le Sentinelle in Piedi sono nate in difesa della libertà di espressione messa in discussione dal ddl Scalfarotto, già approvato dalla Camera e ora al Senato. Presentato come necessario per fermare atti di violenza e aggressione nei confronti di persone con tendenze omosessuali, il testo è invece fortemente liberticida in quanto non specifica cosa si intende per omofobia lasciando al giudice la facoltà di distinguere tra un episodio di discriminazione e una semplice opinione.

«In questo modo – spiegano i referenti delle “sentinelle” – faremo capire che c’è ancora un popolo che difende principi fondamentali per una società più umana e autentica: quali la libertà di espressione e la famiglia composta da padre, madre e figlio/figli». Perché questa iniziativa? Spiegano i promotori, un gruppo di associazioni religiose e laiche che hanno ottenuto la “benedizione” della Curia torinese: «Si sta forzando la mano per fare accettare/subire ai cittadini l’ideologia di genere (gender), nata negli Stati Uniti negli anni ’70, che afferma, in sintesi, l’assenza di identità sessuale naturale nell’uomo. La sessualità totalmente slegata dalla procreazione e intesa come gioco, la conseguente perdita di valore originario del matrimonio e, quindi, della famiglia, la perdita di definizione dell’identità dell’individuo ridotto a mera unità di conto, funzionale ai progetti totalitari della finanza e dell’economia».

In Italia il disegno di legge “Scalfarotto” (n. 1052) sull’incriminazione dell’omofobia «è presentato all’opinione pubblica come atto necessario per fermare le discriminazioni contro le persone con tendenze omosessuali. Introduce, tuttavia, norme penali non necessarie perché il nostro ordinamento già punisce qualunque atto di violenza o di aggressione nei confronti di qualsiasi persona, a prescindere dal suo orientamento sessuale. Non solo: gli atti compiuti contro le persone con tendenze omosessuali sono già puniti con maggior severità di quelli compiuti contro le persone eterosessuali, perché integrano l’aggravante dei motivi abbietti (art. 61, n. 1 c.p.), applicabile ad ogni reato. Con il ddl Scalfarotto, però, può essere considerato “omofobo” e, quindi, autore di un delitto: chiunque affermi pubblicamente che la famiglia naturale è fondata sull’unione tra uomo e donna; chiunque si esprima pubblicamente come contrario al matrimonio tra persone dello stesso sesso; chiunque sia contrario all’adozione di un bambino da parte di coppie formate da persone dello stesso sesso».

Nelle scuole di ogni ordine e grado (quindi dalla scuola primaria), con l’approvazione del Ministero dell’Istruzione, circolano i manuali UNAR. «Cosa insegnano ai nostri figli? Ad esempio: “Non usare analogie che facciano riferimento a una prospettiva eteronormativa (cioè che assuma che l’eterosessualità sia l’orientamento “normale”, invece che uno dei possibili orientamenti sessuali). Tale punto di vista, ad esempio, può tradursi nell’assunzione che un bambino da grande si innamorerà di una donna e la sposerà”. Oppure: “Un pregiudizio diffuso nei paesi di natura fortemente religiosa è che il sesso vada fatto solo per avere bambini […] potremmo ribaltare la domanda chiedendoci: i rapporti sessuali eterosessuali sono naturali?”».

Le sentinelle hanno vegliato in silenzio, leggendo un libro. Nessun simbolo né vessillo era ammesso, a sottolineare che la proposta è per tutti. L’ora di testimonianza pubblica ha coinvolto i partecipanti, che alla fine si sono salutati con un fragoroso applauso spontaneo, e ha sorpreso i passanti, anche stranieri, non pochi dei quali si sono fermati a vegliare, anche solo per pochi minuti.

In una nota si legge: “Le Sentinelle non giudicano né tantomeno sono contro alcuna persona – ha detto il portavoce nel discorso iniziale -. Le sentinelle non sono “anti-gay”, come qualcuno vorrebbe far credere. Le Sentinelle sono contro la minaccia del carcere per chi si oppone all’ideologia del gender. Secondo l’ideologia gender, la differenza di sesso e la famiglia sarebbero invenzioni culturali – cioè non legate intrinsecamente alla natura umana – ed ogni bambino dovrebbe sperimentare a scuola qualsiasi tipo di esperienza sessuale. Il recente caso del liceo Giulio Cesare di Roma, con la lettura obbligatoria di brani pornografici, è un segnale che deve far riflettere. E non è un segnale isolato, specie dal mondo della scuola. L’agenda del gender contempla la sostituzione dei termini “padre” e “madre” con i termini “genitore 1” e genitore 2 e l’istituzione di nozze e adozioni per persone dello stesso sesso”.

La nota prosegue:“La legge Scalfarotto prevede fino a un anno e mezzo di carcere per chi sia giudicato responsabile di atti di discriminazione o istigazione alla discriminazione per motivi fondati sull’omofobia o la transfobia. Questo mette a rischio ogni opposizione pubblica all’ideologia del gender. Le Sentinelle rispettano ogni persona e difendono la libertà di espressione e di educazione, per tutti. Si tratta di libertà garantite dalla Costituzione e conquistate dopo il ventennio fascista e la Seconda guerra mondiale”.

tweet luxuria_MGTHUMB-INTERNA

Anche il centro destra è favorevole alle adozioni gay

CONCLUSIONE

La popolazione mondiale è stata talmente manipolata e distrutta a livello psicologico che non riesce ad affrontare la realtà e le responsabilità che da essa ne derivano. Il buonismo liberale, è valido per le fiabe e per dei film di fantascienza, ma non per la concretezza in cui viviamo. La natura ha creato l’uomo e la donna affinchè potessero procreare (per unione di opposti, legge universale e oggettiva) al fine di creare una società dinamica e in continua evoluzione.

Attualmente vogliono farci accettare l’idea che si tratti di una convenzione sociale e culturale, priva di basi scientifiche, arrivando a snaturare totalmente l’idea di famiglia (genitore1 e genitore2) in modo da rendere sempre più effettiva ed efficace l’agenda comunista che ci sta traghettando verso un nuovo ordine mondiale.

Alla fine di questo percorso, l’uomo e la donna non avranno più identità, i figli non verranno più cresciuti in un ambiente famigliare e protetto ma in centri statali dove verranno scelti e testati per ricoprire determinate posizioni pre-scelte dal sistema.

Nel giro di qualche anno saremo ridicolizzati quando parleremo di famiglia formata da uomo donna e bambini, saremo perseguiti ed arrestati per muovere critiche (se ancora potremo farlo) al concetto di adozioni/famiglia gay…

Dopo questo sarà il turno dei pedofili…Un’altra forma di amore, chi siamo noi per giudicare due persone che si amano? PEDOFOBICI

 

ILGA: La lobby omosessuale finanziata con soldi dell’unione europea (i nostri) e con collegamenti alla pedofilia, sottoposta ad interrogazione parlamentare

I membri del Parlamento europeo (MEP) hanno cominciato a fare domande sul perché i contribuenti dell’Unione europea (UE) sono costretti a finanziare una gigantesca lobby omosessuale con antichi legami ad organizzazioni che promuovono la pedofilia. Gli attivisti gay e lesbiche hanno risposto alle preoccupazioni scatenando un’ondata di attacchi.

I ricercatori utilizzando i dati disponibili pubblicamente hanno scoperto che la International Lesbian, Gay, Bisexual, Trans and Intersex Association (ILGA) riceve più di due terzi dei suoi finanziamenti direttamente dai contribuenti tramite la Commissione europea. Quando si è andato ad aggiungere anche il denaro previsto dal governo olandese la quota è salita al 70%. Il resto proviene dal miliardario George Soros, e da due altri importanti donatori.

“Sembra essere una organizzazione burattino nelle mani di un gruppo molto ristretto di donatori, di cui la Commissione è il più importante”, ha osservato l’avvocato per i diritti umani JC von Krempach, che ha puntato, lo scorso anno, la luce dei riflettori sulla questione in una serie di suoi articoli. “Si tratta davvero di una organizzazione non governativa?’ O è un’agenzia non ufficiale dell’Unione europea?”

Nonostante gli stretti legami con i governi, il gruppo lobbistico ha un passato molto controverso, a detta dei critici. Nel 1990, ad esempio, dopo forti pressioni internazionali e lo scoppiò di uno scandalo mondiale, l’ILGA fu costretta ad eliminare diversi gruppi dai suoi ranghi in quanto la loro principale “Mission” era la promozione della pedofilia. Tra i membri più controversi vi fu la famigerata North American Man / Boy Love Association (NAMBLA), un gruppo che cerca di normalizzare e legalizzare la pedofilia.

L’ILGA combatte una dura battaglia con le Nazioni Unite per ottenere il titolo di “organizzazione non governativa”. Naturalmente, venne respinta molte volte per i suoi legami a miriadi di sostenitori della pedofilia. Alla fine la pressione da parte dei governi europei costrinse le Nazioni Unite a concedere l’accreditamento.

Le domande sulla sua ammissibilità come ONG stanno riprendendo a fare notizia proprio in questi giorni, e alcuni analisti si aspettano che lo stato dell’organizzazione venga rivisto in un futuro non troppo lontano. Infatti, l’ILGA non riesce a soddisfare i criteri stabiliti dalle Nazioni Unite, una parte dei quali afferma che le ONG non possono ricevere gran parte dei finanziamenti dal governo.

“Si può parlare di ventriloquismo politico”, ha osservato von Krempach, parlando della ILGA e del fatto che promuova un'”agenda estremista” che include il mettere a tacere cristiani e musulmani, chiedendo a gran voce il riconoscimento del “matrimonio omosessuale” e il diritto di adottare bambini.

Al Parlamento europeo – un numero abbastanza folto di parlamentari ha posto interrogativi sul finanziamento. Dalla Polonia al Regno Unito, i deputati erano preoccupati che i contribuenti fossero costretti a finanziare una lobby quantomai discutibile.

“In realtà, l’UE non ha competenze per quanto riguarda il riconoscimento del matrimonio o del diritto alla famiglia,” ha fatto notare il deputato polacco Konrad Szymanski dei Conservatori e Riformisti europei (ECR) in una dichiarazione alla Commissione. “Su quale base giuridica la Commissione concede sovvenzioni ad associazioni le cui principali attività vanno al di fuori delle competenze dell’Unione europea?”

Nella sua richiesta scritta di risposte, presentata alla fine dell’anno scorso, Szymanski ha anche chiesto perché l’UE abbia anche finanziato gruppi che volevano cambiare le leggi interne degli Stati membri – “questo è riscontrabile in paesi come la Polonia, dove questo tipo di lobby cercò di modificare le leggi sul matrimonio e si dichiarò “indipendente” in tale ambito legislativo dal resto del paese. ”

Szymanski cercò anche di scoprire se la Commissione avrebbe riconosciuto che tutto ciò viola gli accordi sanciti nei trattati europei (finanziare il gruppo). La Commissione ha risposto all’inizio di questo mese, sostenendo che possedeva veramente l’autorità per finanziare le attività della lobby omosessuale perché ha il potere di “adottare misure per combattere la discriminazione fondata sulle tendenze sessuali.”

Più di recente, il deputato Godfrey Bloom del UK Independence Party (UKIP) ha chiesto alla Commissione europea di spiegarsi. Indicò direttamente le informazioni prese dal sito web ILGA-Europe mettendo in luce che oltre il 70 per cento del bilancio del gruppo lobbistico viene riscosso dai contribuenti.

Bloom ha chiesto ai commisari europei:”Data la percentuale del suo contributo al finanziamento della ILGA-Europe, la Commissione ritiene che la ILGA-Europe possa essere descritta come una ‘organizzazione non governativa’ o come parte della ‘società civile’?”

Bloom ha anche sollevato preoccupazioni circa la potenziale influenza dei donatori ricchi, come il miliardario George Soros sui gruppi che stanno sovvenzionando. “C’è il rischio che persone come George Soros possano ‘comprarsi” una o più organizzazioni non governative che dipendono economicamente dalle loro donazioni?” “Come valuta la Commissione l’impatto di questo particolare tipo di ‘filantropia’ sulla democrazia?”

Non appena si sono fatte sentire le prime preoccupazione la lobby e  i suoi alleati erano già sul piede di guerra. I deputati che facevano domande venivano CALUNNIATI con epiteti quali “INTOLLERANTE”, “OMOFOBICO”, mentre organizzazioni quali la C-Fam vennero derise definendole “ultra-conservatrici”, “medievali”, e altro ancora. Anche i parlamentari favorevoli al pagamento delle lobby da parte dei contribuenti si sono lanciati all’attacco.

“Il tentativo di Mr Bloom, atto a minare i finanziamenti europei non meriterebbe commenti. Dovrebbe concentrarsi sulla questione sostanziale, che è l’uguaglianza e la non discriminazione “, ha dichiarato il parlamentare Michael Cashman, co-presidente dell’European Parliament’s “Intergroup on LGBT Rights. Anche Ulrike Lunacek, co-presidente dell’Intergroup, ha silurato Bloom affermando che quest’ultimo fosse “un modello per i bulli e i prepotenti in Europa”.

Nel frattempo, la cosiddetta “Corte Europea dei Diritti dell’Uomo” ha recentemente dichiarato che i governi degli Stati membri sono autorizzati a tiranneggiare e perseguitare chi esprime intolleranza verso la propaganda governativa pro-omosessualità. La libertà di parola, a quanto pare, non è da considerarsi un “diritto umano” se lo stato disapprova.

Il controverso caso vedeva coinvolti quattro giovani svedesi, giudicati colpevoli di “agitazione” contro un “gruppo” per aver distribuito dei volantini in una scuola secondaria – un crimine che può significare una pena di 2 anni in Svezia. I detenuti dissero che stavano semplicemente cercando di suscitare un dibattito sulla mancanza di obiettività sul tema nelle, scuole statali, ma i tribunali svedesi e la Corte europea respinsero tale difesa.

Gli opuscoli sulla “propaganda omosessuale”, mettevano in luce che in pochi decenni, l’omosessualità “e altre devianze sessuali” erano passati dall’essere rifiutati dalla società ad essere benevolmente accolti. “I vostri insegnanti sanno bene che l’omosessualità ha un effetto moralmente distruttivo sul nucleo della società ma cercano di mostrarvela come qualcosa di normale e giusto”, afferma uno dei volantini in questione, dicendo che i gruppi di pressione omosessuali stavano cercando di minimizzare il loro sostegno alla pedofilia e che gli studenti dovevano sfidare la “propaganda ufficiale”.

La Corte europea ha confermato le condanne penali. Nella sua sentenza, ha detto che il governo svedese si è impegnato con “ingerenza legittima e proporzionata”, contro la libertà di parola, per proteggere la “reputazione e i diritti degli altri”, LifeSiteNews.

Martin Christensen, della ILGA ha prontamente celebrato il verdetto, applaudendo il fatto che gli individui e le organizzazioni non si sarebbero più permesse di criticare l’omosessualità, invocando il diritto alla libertà di parola. Ha anche avvertito che la sentenza serve da monito agli europei che pensano di poter fare “dichiarazioni offensive” sull’omosessualità, senza timore di essere puniti.

“Questo è un giudizio veramente importante ed un punto di riferimento”, ha affermato Christensen in un comunicato stampa, sostenendo che gli omosessuali sono stati sottoposti ad “attacchi” e a “retoriche diffamatorie” per decenni. “Per troppo tempo chi faceva tali dichiarazioni sosteneva il diritto alla libertà di parola e di pensiero”.

Fonte

Illuminati: La famiglia Li

David Rockefeller con il suo amico Li Chiang,

         Quest’ultimo era uno dei funzionari governativi del commercio della Cina Rossa.

Qui sotto il carattere cinese per la famiglia Li scritto in 2 stili differenti.

COMPRENDERE COME VENGONO COSTITUITI I NOMI CINESI

Il nome di un cinese è composto da un nome di famiglia (il cognome), che viene scritto per primo e a seguire c’è il nome della persona. In stile cinese il mio nome sarebbe Springmeier Fritz. I cognomi sono di solito composti da un carattere ciascuno, anche se ci sono eccezioni, come Ouyong e Situ. Ci sono oltre 6.000 cognomi cinesi per circa 1 miliardo di cinesi (all’epoca). I cognomi cinesi più frequenti nei paesi di lingua inglese come gli Stati Uniti, il Regno Unito, e l’Australia sono Chan, Lin, Li, Wong, Huang, Mei, Yang, Chin, e Fong. In Cina le 5 famiglie maggiori sono i Chen, i Li, gli Zhang, gli He, e gli Huang.

I COGNOMI DI FAMIGLIA SONO PIU’ IMPORTANTI PER I CINESI (IN CINA) CHE PER GLI AMERICANI

Il cognome cinese Li è molto popolare in Cina, forse non così diffuso come Smith negli stati uniti, ma certamente utilizzato quanto il cognome Brown. I cinesi ripongono molta  più fiducia in coloro che hanno il loro stesso cognome. Per esempio, se due cinesi con il cognome Li si incontrassero per la prima volta si considererebbero parenti piuttosto che sconosciuti. Anche se due persone non conoscevano i legami di sangue, se avessero avuto lo stesso cognome lo sposarsi tra loro sarebbe stato considerato incestuoso. Il cognome Li ha una lunga storia che risale ad una determinata persona: l’imperatore Zhuanzu fu il primo Li e visse prima del 2000 aC. Questo secondo il dizionario cinese dei cognomi scritto da Zuan Xing. La famiglia Li è storicamente importante in Cina ed è coinvolta in molte vicende. Durante la dinastia Tang, circa 15 cognomi diversi ebbero l’onore di avere il cognome Li. Li Yuan è stato il fondatore della dinastia Tang, che durò dal 618 al 906 dC Suo figlio, che governò dopo di lui, fu Li Shimin. Nella loro dinastia, venne introdotta la stampa e il denaro cartaceo. (E’ interessante notare come i Li siano collegati all’introduzione della carta moneta…)

TRA I DIVERSI LI C’E’ UN COLLEGAMENTO?

Nella storia recente tre Li spiccano come giganti.

Il miliardario e il governante “de facto” di Hong Kong Li Ka-shing
Li Peng il sovrano della Cina Comunista
Lee Kuan Yew presidente (e dittatore) di Singapore

Non so quali Li siano sianostrettamente correlati e quali non lo siano. So che i Li controllano la Cina comunista, Hong Kong e Singapore e hanno posizioni importanti a Taiwan. Se i vari Li, che controllano queste varie nazioni sono collegati, allora stiamo di certo analizzando una delle famiglie più potenti del mondo. In termini di potere, eguaglierebbe i Rockefeller. Hanno anche connessioni alle società occulte, ma l’influsso dei Li si fa sentire prevalentemente su quelle cinesi.

QUALI FANNO PARTE DEGLI ILLUMINATI?

Ho appreso da una fonte che Li Ka-shing e i potenti di Hong Kong Li fanno sicuramente parte della parte “illuminata” della dinastia Li. Non ho prove certe che colleghino gli illuminati alla cina rossa. Tuttavia, ci sono indizi degli importanti indizi su cui riflettere. Per esempio, perché i Rockefeller e i Rothschild hanno un rapporto così benevolo con questi Li della Cina comunista? Perché la visita del Premier (o primo ministro) della Repubblica popolare CInese, Li Peng, a New York City, accompagnato dai Rockefeller e da altri capitalisti se era un integerrimo comunista? I comunisti non hanno definito i capitalisti il loro nemico principale? Quando poi guardiamo agenti degli Illuminati come il Skull & Bones George Bush trattare con simile benevolenza il cinese Li, anche sapendo che Li Peng aveva ucciso persone innocenti in Piazza Tiennamen, meraviglia ancora di più. Infatti, assieme agli altri pezzi del puzzle che sono riuscito a sistemare, so che la Cina rossa sta già cooperando come parte del Nuovo Ordine Mondiale. L’unico modo in cui la Cina potrebbe essere segretamente già parte del Nuovo Ordine Mondiale è che i leader stessi cioè i Li siano a favore del Nuovo Ordine Mondiale. Questo suggerisce che anche la famiglia Li in Cina sia parte degli Illuminati. Da quello che so la gamma di possibilità vanno dall’essere semplici simpatizzanti dell’elite del NWO all’essere membri ufficiali degli Illuminati. Propendo verso la seconda ipotesi.

C’è poi Singapore. Uno della famiglia Li il cui cognome veniva pronunciato Lee, Lee Kuan Yew, un avvocato istruito a Cambridge, fu dittatore di Singapore per decenni. Ebbe legami con l’elite britannica. Come esempio della sua dittatura, Lee non apprezzava gli uomini con i capelli lunghi, perciò ai maschi che entravano a Singapore con i capelli lunghi veniva sequestrato il passaporto, se si rifiutavano di tagliarsi i capelli venivano spediti in prigione. Nel 1959, quando la Gran Bretagna concesse l’indipendenza a Singapore, la famiglia Li (anche in questo caso Lee) controllava il Partito d’Azione Popolare che governò il paese. Nel 1976, il Partito d’azione popolare monopolizzò la politica, tanto che ottenne tutti i 69 seggi del Parlamento. Lee Kuan Yew venne messo nell’onnipotente posizione di Presidente, nel 1965, dove rimase fino al 1991 credo. I leader di Singapore resero il paese anti comunista durante la guerra fredda, nel periodo in cui Nixon cominciò i suoi viaggi per corteggiare la Cina. Nel 1975, il ministro degli esteri di Lee, S. Rajaratnam andò in Cina e si incontrò con Chou En-lai. Chou En-lai ful mentore e amico di Li Peng.

I PRIMI ANNI DI VITA DI LI PENG

In realtà, per essere più precisi dopo che il padre di Li Peng, che era un leader comunista, venne ucciso dai nazionalisti nel 1931, Chou Enlai adottò Li Peng e lo crebbe. Chou Enlai riuscì a far entrare Li Peng nel sistema scolastico moscovita, nel quale, quando i russi finalmente realizzarono il suo potenziale lo vollero tenere per utilizzarlo ai loro scopi, Li dovette quindi fuggire ed andare in Cina. Per queste ragioni Li Peng fu un fautore dell’economia in stile sovietico. Prima di essere messo nella posizione di primo piano che oggi ricopre, Li Peng gestì l’economia cinese per molti anni.

LEE INCONTRA MAO

Nel 1976, Lee Kuan Yew si incontrò con Mao Tse-Tung (allora il leader della Cina rossa). Mao Tse-tuag stesso era strettamente legato alla famiglia Li. Li Ta-chao era il capo del partito comunista nel nord della Cina durante gli scontri con i nazionalisti. La guardia del corpo di Mao era un membro della famiglia Li Li Yinqiao. Il mentore di Mao fu Li Ta-chao, che aveva legami con la Società Segreta Red Spears. Altri comunisti della prima ora di alto rango come Chu Teh, Ho Lung, e Liu Chib-tan appartenevano alla Red Spears Secret Society e Li Ch’l-han uno dei primi leader comunisti era un membro della Green Gang Secret Society. Ci occuperemo delle relazioni tra la famiglia Li e le società segrete più avanti, concentrandosi anche su queste potenti confraternite. Potrebbe benissimo essere stata la guida di Li Ta-chao che portò Mao Tse-tung a scrivere il primo tentativo sistematico da un marxista cinese di caratterizzare le basi delle società segrete e sottolineandone l’importanza per la rivoluzione. Mao collaborò con il Ko-Ino Hui, una società segreta, che aiutò la sua rivoluzione, stranamente però la raccolta ufficiale delle opere di Mao trascura di includerla all’appello. (Questa negligenza è nota a pag. 4 di Popular Movements & Secret Societies in China. 1840-1950) Mao Tse-Tung è anche un prodotto della corrotta chiesa cristiana. Mao da ragazzo volle apprendere su Cristo e frequentare una scuola missionaria, ma quando ci andò, lo buttarono fuori brutalmente perchè era cinese . Mao non dimenticò mai il cattivo trattamento ricevuto per mano dei cristiani. Questo spiega in parte il suo odio per il cristianesimo.

UNO SGUARDO PIU’ APPROFONDITO ALLA FAMIGLIA LI DI HONG KONG

Le famiglie deI Rothschild e dei Rockefeller hanno un grande rispetto per il popolo cinese e giapponese. Questo è uno dei motivi per cui alla Cina e al Giappone venne data la possibilità di divenire attori importanti del Nuovo Ordine Mondiale.

La potente famiglia Li di Hong Kong fa parte degli Illuminati. La dinastia mantiene ottime relazioni pubbliche. Sono dei filantropi. Il miliardario Li Ka-shing ha donato dei soldi per creare una Università a Shantou nel sud della Cina. Il costo dell’Università e si attesta a circa 85 milioni di dollari da Fortune Magazine 7/13/92, p. 107.

Il seguente grafico mostra l’impero finanziario di Li Kashing, che si estende in tutto il mondo.

60 Broad Street

New York City Li’s share

Valore stimato della costruzione $100 milioni

 -STAR TV, Hong Kong Capitalizzazione della Star Tv: $300 milioni

 –HUSKY OIL, Calgary Valore: $1.3 miliardi

-CANADIAN IMPERIAL BANK OF COMMERCE Valore di mercato $4,3 miliardi

– PACIFIC PLACE, Vancouver: valore $2 miliardi

-SUNTEC CITY Singapore: Valore $1 miliardo

Secondo il Fortune Magazine, del 13/7/92 a pag 106, Li Ka-shing varrebbe 4 miliardi di dollari. Un altro articolo segnala che il magnate avrebbe guadagnato ben 13,4 miliardi dollari dalle vendite immobiliari solo nel 1991.

Li Ka-shing visse nella stessa casa su una collina di Hong Kong per 30 anni. Li Ka-shing possedeva una scarsa educazione formale. Fu un autodidatta. I suoi figli vennero però educati a Stanford. Victor divenne un ingegnere, e l’altro figlio Richard laureatosi in informatica è ora a capo della Star TV di Hong Kong.

Alcuni ricchi amici di Li Ka shing si riunivano regolarmente con lui per giocare a poker. Li Ka Shing fu direttore o capo dell’esecutivo delle sue 4 grandi compagnie ad Hong Kong. Assunse dirigenti sia cinesi che occidentali per la gestione dei business. Simon Murray, che servì  nella Legione straniera francese, è uno dei manager di fiducia di Li. Murray lavorò per Jardine Matheson, un business di proprietà di un membro del Comitato dei 300. Li costruì alleanze globali con le aziende britanniche, e possedeva una parte della Pearson, una società finanziaria britannica che a sua volta ha interesse per il braccio bancario di Lazard a New York e a Londra. Come si può vedere Li Ka-shing fece affari con i grandi del sistema bancario internazionale. Li ha anche delle joint venture con MTV, AT & T, Motorola, e Time-Warner. la Star TV trasmette 5 canali a spettatori che vanno da Israele all’Indonesia. La programmazione viene dalla BBC,  MTV, e da alcuni soci minori. Sta portando Madonna e il resto di Hollywood nelle tv degli asiatici.

L’elite ha permesso a Li Ka-shing di acquistare la Husky Oil del Canada. Non avrebbe mai potuto comprare la società senza il consenso degli illuminati. L’Oil and Gas Journal, il 18 novembre ’91, p. 36 dichiara che Li possiede ora l’86% della Husky.

IL RESTO DEL CLAN LI AD HONG KONG

L’enorme Banca dell’est Asia (BEA) è gestita da Li Kwok-po. La BEA ha stipulato partnership con società collegate agli illuminati come la G. Warburg. Li Kwok.po (noto anche come David Li) serve anche nella legislatura di Hong Kong come l’assessore rappresentante la comunità bancaria. Fu anche vice-presidente del comitato che avrebbe redatto la regione amministrativa di Hong Kong che da li a poco sarebbe stato riconsegnato dai britannici. Li sollecitò la popolazione di Hong Kong a fidarsi del governo comunista cinese. David Li non commentò la strage di piazza Tienamen quando richiesto. David Li possiede un passaporto britannico e può andare ovunque li pare. La maggior parte delle persone di Hong Kong hanno solo un passaporto che non consente loro di viaggiare. Lo zio di David Li è Simon Li, che era un giudice di appello di Hong Kong, selezionato anche per il BLDC.

L’altro su zio Ronald Li fu l’ex presidente della Hong Kong Stock Exchange e membro della Basic law Consultative Committee. Ronald Li e suo figlio vennero perseguiti per reati di corruzioni e portati in giudizio. Non so come ne sono usciti. Un altro zio Li Fook-Kow venne eletto nel settembre ’88 per rappresentare la comunità finanziaria di Hong Kong nel governo. Quando scoppiò lo scandalo della BCCI, la filiale di Hong Kong- la Banca di Credito e Commercio di Hong Kong (BCCHK) fu al riparo dalle indagini. Il capo dell’esecutivo della BCCHK, Tariq Jamil, avrebbe potuto essere chiamato a rispondere a delle domande ma lasciò il paese. Le autorità di Hong Kong non cercarono di fermarlo. David Li invece fu coinvolto e suggerì che il Fondo di Scambio veniva utilizzato per aiutare l’acquisizione della BCCHK da parte della BEA.

Un’altra figura chiave nella BCCHK, fu Louis Saubolle, che era già il contatto principale della Banca D’america con la Cina rossa. Louis Saubolle viaggiò in Cina regolarmente sin dal 1940. Si dice che ebbe concluso alcune dubbie pratiche con il presidente della BCCHK, ma lasciò subito dopo il paese con destinazione sconosciuta.

Un Li era a capo della American Express della zona.

Li. Pel Wu fu uno dei cinque dirigenti maggiormente pagati del settore bancario nel 1990.

Richard Li divenne un magnate dei media in Asia.

Victor Li era a capo del East-West Center alle Hawaii.

CINA COMUNISTA

‘Le vere decisioni che riguardano il sistema politico cinese si svolgono nel Politburo e in particolare tra i sette membri del suo comitato permanente, in consultazione con gli anziani in pensione del partito.’ (The Cina Business Review, gennaio-febbraio 1993, p. 22 ) Il cerchio interno dei sette uomini comprende due membri della famiglia Li: Li Peng, che è il capo di questa ristretta cercgua, e Li Ruihuan, che è a capo della Propaganda del Partito Comunista. Li Ruihuan è membro di questo cerchio interno dal 1989. Gli altri uomini del cerchio interno sono Jiang Zemin, Qiao Shi, Hu Jintao, Liu Huaqing, e Zhu Rongji. Come premier o primo ministro cinese Li Peng ha incontrato un gran numero di leader mondiali, e molti degli uomini degli Illuminati. Ecco un campionario degli incontri di Li Peng:

28 aprile ’90 – Leaders Sovietici
15 Agosto, 91 – Il primo ministro giapponese Toshiki Kaifu
3 settembre, ’91- Il primo ministro britannico  John Major
16 novembre ’91-Segretario di Stato James A. Baker
12-14 dicembre, ’91 – Il primo ministro dell’India P.V. Narasiaha Rao
1 febbraio ’92 – Pres. George Bush
3 febbraio, ’92- Il top dei capitalisti degli Stati Uniti (membri degli Illuminati)
10 febbraio ’92-Eltsin in Russia

I leader mondiali conferiscono tra loro così agevolmente?

Li Peng non è l’unico membro importante della famiglia Li ad essere stato presidente della Cina:

Li Xlannian fu coinvolto nella lotta per il potere dopo la morte di Mao e divenne Presidente della Cina. Per un certo numero di anni Li. Xiannian venne considerato uno dei quattro più alti dirigenti della Cina Rossa. Per molti anni Li Xiannian fece parecchi viaggi in luoghi come l’Africa dove tenne riunioni ad alto livello con gli altri leader.
Li Desheng era un membro del Politburo, Comitato Centrale del Partito Comunista, e ha ricoperto incarichi chiave nell’esercito.
Li Qiang è stato membro del Comitato Centrale del Partito Comunista, ed è stato nominato Ministro del Commercio Estero nel 1978.

CONTATTO / COOPERAZIONE TRA GLI ILLUMINATI & I LI

Il generale Li Mi fuggì nel Triangolo d’Oro supportato dagli agenti della cia. Lo stesso Li avrebbe dato il via alle coltivazioni di papavero per la produzione di droga che sarebbe stata poi commercializzata dalle altre famiglie di Illuminati. Non fu un caso che Li iniziò la produzione di oppio. L’intera faccenda è stata un evento attentamente calcolato dagli Illuminati, che si sono arricchiti per secoli dalla produzione di droga. Nel 1960, un altro Li succedette a Li Mi nel frattempo deceduto. Il suo nome era Li Wen-Huan.

Dopo che Bush divenne ambasciatore in Cina, Carter selezionò Thomas S. Gates (membro della Pilgrim Society) a rappresentare gli Stati Uniti in Cina. David Rockefeller diede il suo O.K. alla scelta di Gates, che venne trasferito direttamente dalla JP Morgan & Co. a Pechino. I banchieri illuminati hanno erogato prestiti per anni alle banche della cina comunista. In un articolo di giornale del  The China Business che lessi per capire cosa Clinton stesse andando a fare nella cina rossa nel ’93 si può vedere nella copertina una foto di Clinton e di Li Peng, con sotto la domanda “Una nuova era?” Come molti altri articoli scritta dall’elite si può trovare in loro una forte retorica e propaganda. ecc L’idea che si cerca di “inserire” è che la Cina si stia muovendo sempre più verso posizioni simili a quelle occidentali per creare assieme a loro un nuovo ordine mondiale.

Struttura del Partito Comunista Cinese

LA FAMIGLIA LI E LE SOCIETA’ SEGRETE

Nella mia indagine sulle Triadi ho scoperto che la famiglia Li è una delle principali famiglie a condurle e dirigerle. La Triade è una società segreta cinese, una sorta di incrocio tra massoneria e mafia – qualcosa riferibile alla P2 italiana – ma molto più grande. Le varie Triadi non sono ben conosciute in occidente, ma sono molte volte più potenti della mafia. E’ noto che la mafia venne invitata a lavorare con le Triadi nel 1970, ma, al tempo l’arroganza delle Triadi non piacque mollto alla Mafia. Tuttavia, a mio parere, le Triadi non furono arroganti, considerando quanto potenti erano al tempo.  Per ragioni di completezza, voglio elencare alcuni dei Li che ricoprirono nel passato e nel presente posizioni da leaders nella Triade.

I Li controllavano Hong Kong e i leader erano i suoi gestori. C’è un legame tra la famiglia Li e le Triadi? Sì,  ma è molto segreto.

LEADERS LI DELLE TRIADI

Li Chi-Tang – leader all’estero
Li Hslen – chih
Li Hsiu-ch’eng – Hunan
Li Hung – Honan
K’ai Li-Chen – Triade, Shanghai
Lap Li Ting – Kwangsi
Li Ping-ch’ing – Triade, Shanghai
Li Shih-chin
Li Wen-mao – a nord di Pechino, Fatshan
Li Yuan-fa – Hunan
Li Chol Fat-Hong Kong
Li Jarfar Mah – Gran Bretagna

LA FAMIGLIA LI E LA GENETICA

La famiglia Li ha fornito anche alcuni dei più grandi scienziati nel campo della ricerca genetica. La ricerca genetica rappresenta un grande interesse per la Gerarchia satanica.

SOCIETA’ SEGRETE CINESI

Da qui in poi parleremo di Triadi, un gruppo dai molti nomi. Uno di essi fu Heaven and Earth Society. Tra gli altri nomi importanti possiamo citare Hung League, Three United Association. I massoni erano molto interessati alle Triadi e molti di loro approfondirono gli studi su queste entità, uno di essi fu G. Schlegel (The Hung League. 1866), JSM Ward (The Hung Society), WG Sterling (The Hung Society 1925) La storia della Cina è una storia di dinastie autoritarie e di società segrete che a loro si oppongono. Nel corso della storia cinese, vi è stato solo una ricorso all’opposizione all’enstablishment, attuato attraverso le società segrete. Le società segrete furono un modo per coloro che non avevano potere, di lottare contro ciò che credevano essere la causa della loro miseria.

Le reclute per le società segrete non mancarono mai, le motivazioni per unirsi a tali logge non mancarono di certo! Non sembra esserci fine alla fornitura di uomini disposti ad aderire alle società segrete. Sono a conoscenza di oltre 250 società segrete cinesi, alcuni delle quali non esistono più. Ovviamente, non le copriremo tutte in questo articolo. Su quali criteri mi sono basato per la scelta delle società segrete da trattare: In primo luogo, desidero mostrarvi la compatibilità delle società segrete cinesi con quelle occidentali. Questa compatibilità è la ragione per cui le Triadi possono lavorare con la mafia, la CIA e gli Illuminati. Questi punti di compatibilità spiegano come la Massoneria può lavorare con alcune delle società segrete cinesi.

Per esempio, ho una copia della rivista The New Age, del settembre 1964, a p. 38,  pubblicato dal Consiglio supremo 33 º in cui si afferma, “La società segreta Wootsu viene comparata dal fratello Morris B. un trentatresimo grado, Maestro di Kadosh del rito scozzese a Pechino, nella sua relazione annuale, includendo le seguenti interessanti storie riguardo la Wootsu Society. ‘Durante lo scorso anno ho avuto il piacere di incontrare un “Old China Hand“, ‘egli stesso un massone di Rito Scozzese, il quale, apprendendo della mia esperienza in Cina, mi ha chiesto se ero a conoscenza di una vecchia organizzazione simile alla Massoneria. Ero certo che aveva in mente la ‘Wootsu Society’ (Woo significa 5, e Tsu  significa ‘antenato’) o, in inglese, ‘la Società dei Cinque Antenati., “… Alcuni stranieri che vivono in Cina … erano del parere che la Società dei Cinque Antenati era il ramo orientale di quel movimento che si sviluppò nei paesi occidentali col nome di Massoneria …. I principi della Società Wootsu hanno molto in comune con quelli della Massoneria.

Essi omaggiano Buddha, che essi accettano come l’incarnazione di una divinità suprema, credono nell’immortalità, insegnano la ‘fedeltà sino alla morte’; e la segretezza delle loro pratiche. La Società si differenzia da Massoneria in quanto non vi è una contropartita del Volume della Legge Sacra come parte indispensabile del loro credo; … ed è era aperta a uomini e donne. Forse nessuno meglio incarna le connessioni e sovrapposizioni tra le società segrete Orientali e Occidentali come Sun-Yat-Sen. Sun-Yat-Sen guidò la Cina nel rovesciamento della monarchia e nell’istaurazione di una repubblica. Sun-Yat-Sen fu un leader in diversi gruppi di triade, come in quella di Hong Kong, la Chung Wo Tong Society e la Kwok On Wui Society a Honolulu e a Chicago.

Poco dopo il suo arrivo alle Hawaii formò il Luk Tai Shan, un nuovo gruppo triadico. Sun-Yat-Sen svolse anche il ruolo chiave nella creazione di 268 altre branche triadiche. In Giappone instituì il T’ung Meng Hui. Anche a Singapore e in Malesia fondò delle triadi. Era un massone di alto rango, e frequentò una scuola anglicana di Hong Kong. Sun-Yat-Sen e il milionario Chang Chang Ching mercante d’arte internazionale lavorarono insieme. Sun-Yat-Sen viaggiò negli Stati Uniti. e in Europa per trovare un sostegno alla sua rivoluzione. Molti altri grandi leader cinesi non-comunisti aderirono sia alle Triadi che alla massoneria.

RITUALI DELLE TRIADI

I rituali triadici sono molto elaborati, ma hanno continuato a essere tramandati nel corso degli anni. L’iniziazione rituale attinge da 3 fonti religiose: Taoismo (magia), il buddismo, e quello che potrebbe essere chiamato il confucianesimo. Con il Taoismo viene sottolineata l’importanza della discendenza di sangue, della magia e dell’alchimia. L’iniziazione tradizionale, dura circa otto ore, e comprende una danza rituale, strette di mano segrete, un sacrificio di sangue, e il pungere un dito di ogni nuovo iniziato.

Le Triadi hanno una storia molto lunga e un sacco di eredità. Al fine di cercare di riassumere quello che sono si deve guardare a ciò che stavano facendo in un momento particolare della storia. A volte sono delle confraternite segrete come i massoni, altre volte hanno più l’aspetto di un esercito rivoluzionario, e altre volte appaiono come una sorta di mafia. Sono tutte queste cose allo stesso tempo. Sono quindi un gruppo molto più complesso da capire rispetto ad alcune delle altre società segrete che si fregiano di questa “piacevole” etichetta. A volte lavorano come dei sicarii. La loro eredità e la storia li rendono quasi una sub-cultura, difficile da penetrare anche per le forze dell’ordine. I loro legami di sangue e i loro giuramenti li legano insieme.

ORIGINI

La società del loto bianco si amalgamò nei secoli alla Società Hung che a sua volta si trasformò nel gruppo triadico conosciuto anche come la Three United Society. Alcune persone continuarono a chiamarla Hung Society. La Hung Society ebbe molti nomi a livello locale, allo stesso modo nel quale la massoneria si nasconde dietro le corporazioni commericali.

INFILTRAZIONE NEI BOXERS

Le Triadi si infiltrarono nei Boxers e si associarono addirittura con loro, ma crollarono di fronte alle nuove forze.

COSTRUIRE SUCCURSALI NEGLI STATI UNITI

Durante i giorni della corsa all’oro californiano molti cinesi si trasferirono in america. Le logge triadiche si diffusero a San Francisco. Nel 1854, la società Triadica chiamata ‘Five Companies” aveva 35.000 membri in California. Negli Stati Uniti le logge Triadiche erano note come Tongs, che significa ‘luogo di incontro.’ Dove si stabilirono i cinesi fiorirono le logge abbiamo quindi quella di Laramie, Cheyenne, Kansas City, Seattle, Vancouver, California, New York, Boston, e Klondike. Le Triadi d’oltremare passarono sotto la giurisdizione della Hung Mun Society a Canton. Questo gruppo Triadico era a sua volta sotto al gruppo di Chi Kung Tong. Cominciarono a sorgere gruppi anche in Australia e Malesia.

TRIADI E HONG KONG

Quando gli inglesi iniziarono a governare Hong Kong, l’area aveva già la reputazione di essere un rifugio per i pirati, e le Triadi stabilirono qui le loro logge cominciando segretamente ad imporre il loro volere. Nel 1845, il governo britannico rende illegale l’adesione alle triadi, e negli anni successivi i membri di tali associazioni vennero deportati nella Cina comunista. Tuttavia, le Triadi avevano le redini del comando e gli inglesi non riuscirono mai a far rispettare quella legge fatta eccezione per alcuni arresti sparsi. Ad esempio nel 1970, il 35% della polizia di Hong Kong era affiliata con le Triadi. In effetti, al britannico Ernest Taffy, il sovrintendente di polizia del Bureau Thad della colonia di Hong Kong vennero pagate tangenti per 18 anni che andavano da circa $ HK700.ooo, all’ HK $ 1.2oo.ooo all’anno a partire dal 1955. Ogni tanto i giornali di Hong Kong segnalano i raid della polizia contro le Triadi, ma ci si deve chiedere quanto conti la rivalità tra i gruppi triadici, la spettacolarizzazione, e quanto  davvero si siano danneggiate le Triadi.

Le condizioni di vita delle aree sotto il controllo della Triade di Hong Kong erano letteralmente inferni sulla terra. Le Triadi costringevano le persone a vivere raggruppate in spazi piccolissimi, non rispettavano alcuna norma igenica, la sporcizia era travolgente, e la corruzione dello spirito umano completa. Non c’è dubbio su che tipo di vita, le Triadi avevano in serbo per le persone, la degenerazione totale nella totale corruzione morale e nella sporcizia. Le triadi pretendevano estorsioni da quasi tutti ad Hong Kong. La storia delle loro estorsioni e minacce ecc è lunghissima. In breve, l’intera economia commerciale di Hong Kong era sotto il loro potere.  Vari scandali nel corso dei decenni hanno largamente dimostrato che le Triadi hanno completamente infiltrato il governo di Hong Kong e le forza di polizia. Dove esiste etnia cinese esistono anche le triadi.  La gente di Hong Kong che hanno visto le Triadi compiere atti illegali si sentirono spesso frustrati dalla mancanza di risposte da parte della polizia.

LE TRIADI E LA CINA

Prima della presa di potere del comunismo, la Cina era guidata dalle Triadi. Per esempio, nel 1917, si è scoperto che le Triadi insieme al Vice-Presidente della Repubblica di Cina rubavano fondi pubblici per acquistare oppio da spacciare nel mercato della droga. I leader di Free Cina sono stati i leader della Triade. Molti di loro sono stati massoni.

Dopo che i comunisti presero il potere, le Triadi dovettero “occultarsi”. I comunisti non sono mai riusciti a fermare le Triadi, le hanno in compenso rese molto più segrete. Forse vi ricordate quando avvenne il massacro di piazza Tiananmen, i giornali hanno tranquillamente riferito che le Triadi avevano portato i leader del partito democratico fuori dalla Cina rossa. Come è stato appena detto, i comunisti non sono mai intervenuti sul potere delle Triadi. In realtà, non solo il governo comunista non è riuscito a fermarle ma neppure le polizie di tutto il mondo. Le Triadi sono il più potente gruppo criminale in tutto il mondo, fatta eccezione per gli Illuminati e le famiglie che compongono il Comitato dei 300. La mafia sfigura rispetto alle Triadi.

Le Triadi operano negli Stati Uniti da oltre 100 anni, e sono i principali gestori di droga che lavorano in collaborazione con i capi degli Illuminati, senza che il pubblico americano lo intuisca minimamente.

DIVERSI GRUPPI TRIADICI

Ci sono parecchi gruppi triadici. Nel 1931, c’erano otto gruppi principali i quali si divisero Hong Kong in aree geografiche e gruppi etnici che ricadevano sotto la responsabilità dei vari gruppi. Gli otto principali a quel tempo erano i Wo, i rung, i Tung, i Chuen, gli Shing, i Fuk gli Yee Hing, gli Yee On, e i Luen. Ognuno aveva la propria sede, le proprie sotto-società, e le sue coperture pubbliche. La copertura della Fuk Yee Hing consisteva nella sua registrazione di società per i lavoratori. Aveva 12 filiali e una adesione di 10.000 persone. Quella di Yee On  era la Yee On Commercial and Industrial Guild.  Trovarono sempre qualcosa dietro cui nascondersi. La maggior parte delle palestre di Arti Marziali servivano come mezzi per l’affiliazione alle triadi, e continuano a svolgere la stessa funzione, non solo a Hong Kong, ma in una certa misura anche in altri paesi.

Uno dei gruppi triadici che andò a braccetto con gli Illuminati è quello di Yee Sun On . Dom Vee On fu il controllore principale della città di Kowloon che produceva giocattoli sessuali per il mercato internazionale. Oltre alla Wo Wo Shing Yee e il Sun On, la terza grande società segreta dei tempi moderni è la 14K. Probabilmente Chiang Kai-shek e il suo mentore Big-Eared Tu furono i responsabili della creazione di una lega per supervisionare tutti i gruppi della Triade vari chiamata Five Continents Overseas Chinese Hung League. Fu istituita nel 1945, quando i cinesi operavano in Asia, Nord America, Sud America, Europa e Africa.

Tattoo che identifica i membri del gruppo triadico “1 08” di Singapore

CERIMONIE PUBBLICHE

Le Triadi celebravano pubblicamente la Dea della Misericordia e il Dio della Terra ogni anno in un grande festival. Al Tin Hau Festival 1982. due gruppi della Triade 14K e 500 membri della società di Wo Shing Wo indossarono apertamente magliette della triade in pubblico. Questo va contro la legge che impedisce la pubblicità alle triadi, ma l’atto ovviamente è rimasto impunito.

ESECUZIONE

Le armi tradizionali delle triadi ‘sono la mannaia e un affilato coltello da macellaio che usano per aprire in 2 le persone.

IL RAPPORTO CON GLI ALTRI GRUPPI

Oltre che a lavorare con la CIA, con la mafia, che lavorano per gli Illuminati, lavorano anche con gli Illuminati stessi. Le Triadi lavorano con le bande di strada, gruppi giovanili, e qualsiasi altro gruppo di criminalità organizzata. Lavorarono anche con tutti i tipi di gruppi segreti fraterni tra cui i massoni. Storicamente parlando hanno collaborato numerose volte con altre società segrete cinesi. Le Triadi si accordarono anche con la  Yakusa giapponese, e con i gruppi filippini della criminalità organizzata. La Yakusa spostò anche la droga negli Stati Uniti principalmente attraverso le Hawaii. Questo sta avvenendo grazie alla cooperazione Yakusa / Triade . Le Società Triadiche Taiwanesi lavorano più a stretto contatto con la Yakusa, in particolare le società dei Four Seas e del United Bamboo.

TRIADI E BANCHE

Le Triadi hanno i propri commercialisti, le triadi finanziarie diventano così ottime per il riciclaggio di denaro. Le imitazioni quasi uguali sono prodotti delle industrie triadiche. Le Triadi hanno anche i loro avvocati, che sono membri delle loro società. Oltre a falsificare le borse di Gucci, le Triadi sono abili a falsare passaporti.

Fonte

Il ritorno allo standard aureo è imminente

Lo standard aureo ci farà precipitare in una massiccia deflazione. Il caos provocato aiuterà Loro, ad inaugurare il tanto bramato nuovo ordine mondiale ed una nuova moneta globale.

Quello che era scritto nelle carte da decenni sta per essere pienamente realizzato: il ritorno allo standard aureo. L’oro come moneta è un’arma. Si tratta di un trasferimento di ricchezza a coloro che possiedono oro, i quali non fanno parte sicuramente del 99%, che ci farà precipitare in una massiccia deflazione. Il caos aiuterà gli Illuminati ad inaugurare il tanto ambino Nuovo ordine Mondiale assieme ad una Nuova valuta Mondiale.

Di recente molti fatti riguardanti l’oro sono comparsi nelle pagine di cronaca. Solo nell’ultima settimana sono successi questi fatti: L’India pagherà in oro le importazioni di petrolio provenienti dall’Iran. In un altro sviluppo, Cina, Giappone, Russia, Francia e alcuni Stati Arabi effettueranno tra loro pagamenti tramite un ventaglio di valute, oro compreso.

Ancora, un altro fatto riguarda il presidente della Banca Mondiale Robert Zoellick, che ha promosso lo standard aureo per anni: afferma che il crollo del dollaro riflette ‘un mutato equilibrio di potere’ mondiale. Anche Newt Gingrich ha sfruttato il “tormentone” oro.

Queste vicende vengono dipinte come una protesta/resistenza contro l’egemonia del dollaro, ma naturalmente questa, è solo una parte della storia. Si tratta infatti dell’ennesima dialettica, gli Stati Uniti contro il resto del mondo.

Se queste nazioni avessero agito in maniera indipendente, avrebbero utilizzato il baratto, basandosi sulla contabilità dei conti correnti, eliminandosi praticamente a vicenda tutto il debito. Questo avrebbe risparmiato loro ingenti quantità di valuta e i costi di capitale associati. Sarebbe necessaria la moneta solo per i saldi negativi.

Naturalmente, quando queste direttive cominceranno a funzionare attivamente ciò avrà un effetto devastante sul dollaro, in quanto vorrebbe dire migliaia di miliardi di dollari verrebbero rimpatriati dall’estero in quanto non più utilizzati per finanziare il commercio internazionale.

Questo aiuta il Potere Monetario ad indebolire ulteriormente gli Stati Uniti,  passo indispensabile per dare il via ad un Governo Mondiale.

Ma il declino del dollaro è solo una parte della storia. Il dollaro è solo l’attuale veicolo che il Potere Monetario utilizza per governare la finanza internazionale. Questo potere non si preoccupa del veicolo, fintanto che esso avrà un degno successore, l’oro.

Anche negli stessi Stati Uniti la propaganda verso lo standard aureo si fa sentire.

Viene in mente l’assalto dell’economia Austriaca ai media alternativi. Economia Austriaca che è anche il cavallo di battaglia di Ron Paul. Quest’ultimo chiede apertamente l’oro come valuta. A questo proposito, risulta essere chiaramente il perfetto candidato internazionalista. Questo contrasta nettamente con il suo patriottico ‘costituzionalismo’.

Quando è necessario scegliere tra costituzione e politica monetaria è chiaro quali siano le sue priorità. Ron Paul mente sul ‘denaro costituzionale’, quando dice che la Costituzione afferma che gli Stati Uniti dovrebbero avere l’oro come valuta. Non è vero, l’oro è solo una delle opzioni disponibili.

Questo ‘piccolo dettaglio’ è davvero molto significativo. E’ tipico degli agenti di cambio del Potere Monetario. Si nascondono dietro un motivetto simpatico e credibile, sabotando o addirittura sostenendo attivamente l’attuazione di un ordine del giorno peggiore del precedente.

Tutto ciò ci ricorda anche come opera il Potere Monetario a livello internazionale. Non dobbiamo permettere che le nostre priorità nazionali oscurino il contesto internazionale.

AUSTERITA’ E DEFLAZIONE

Lo standard aureo sarebbe un disastro. Ci condurrà ad una deflazione straziante. La deflazione è un incubo per i debitori, che vedono i loro debiti e l’interesse che ci pagano sopra aumentare sensibilmente.

Winston Churchill, che fu coinvolto nella reintegrazione dello standard aureo in Gran Bretagna, negli anni venti, testimoniò alla Camera dei Comuni nel 1935, quando la deflazione della Grande Depressione aveva reso l’oro insostenibile:

“Guardate il volume enormemente maggiore di merci che devono essere create al fine di saldare il debito, mutuo o prestito stesso. Fluttuazioni minori potrebbero essere ignorate, ma dico seriamente, che questa convulsione monetaria ha ormai raggiunto un picco, che i produttori di nuova ricchezza non tollereranno a lungo…. “

La deflazione distrugge l’economia, perché la gente ha un incentivo per accumulare denaro, invece di usarlo per produrre e consumare.

La “Fratellanza Bancaria” è ben consapevole della disastrosa deflazione che accompagna l’oro. Per esempio, i Protocolli nel loro programma finanziario dicono (protocollo 20): ‘Siete consapevoli che lo standard aureo fu la rovina degli stati che lo adottarono, perché non è stato in grado di soddisfare le richieste di denaro, tanto più che che abbiamo rimosso per quanto possibile l’oro dalla circolazione. ‘

Questa citazione conferma inoltre che sono in grado, disposti e consapevoli di poter trattenere grandi quantità di oro dal mercato. Quindi l’idea che l’oro è una scommessa sicura perchè  “non può essere stampato”‘non sta in piedi: il suo volume può essere manipolato, perché la maggior parte è nelle mani del Potere Monetario, che possono gonfiarlo e sgonfiarlo a loro piacimento.

La devastazione sociale ed economica che crearono attraverso la Grande Depressione ha portato alla nascita del fascismo. È molto probabile che l’arma dell’oro venga utilizzata per scopi simili anche stavolta.

Naturalmente, dobbiamo anche considerare il trasferimento di ricchezza dovuto al ripristino dell’oro come valuta:  il prezzo dovrebbe salire di 10 o 20 volte forse per riuscire a sostituire tutta la moneta a corso forzoso del mondo. Il 99% non avendo molto oro, come al solito è nei guai.

CONCLUSIONE

Lungi dall’essere una ‘soluzione’, lo standard aureo in arrivo è il logico passo successivo del Potere Monetario nel piano per scatenare il caos da cui si estrapolerà il nuovo ordine. Avremo una depressione lunga e dolorosa.

Anche se non è certo che l’oro sostituirà completamente la carta, è ovvio che subiremo una forte contrazione economica.

L’austerità e la deflazione che gli agenti del Potere Monetario nell’ FMI, nella Bank of International Settlements e nelle banche (centrali) stanno promuovendo, porranno le basi per grandi sconvolgimenti e per il solito meccanismo di problema-reazione-soluzione, dialetticamente guidato verso un Governo Mondiale.

C’è bisogno di un governo che rivendichi il proprio monopolio concesso ad un cartello privato della Banca Centrale. L’obiettivo finale però non è la  “Fine della Fed’. L’obiettivo è DENARO MIGLIORE.

Il governo deve stampare moneta senza debito, preferibilmente Credito Sociale. Dal momento che questo non accadrà in tempi brevi, dobbiamo costruire valute libere, in grado di competere attivamente con le monete nazionali.

Dovremmo tirar fuori i nostri soldi dalle banche. Perché dovremmo proteggere un business che ci sta schiavizzando con il credito, schiaffandoci interessi e creando intenzionalmente crisi economiche?

Anthony Migchels è una attivista per una valuta senza interessi e fondatore della Gelre, la prima valuta regionale dei Paesi Bassi. Potete leggere tutti i suoi articoli sul suo blog Real Currencies

Costa Concordia: Un disastro simbolico?

Con le tensioni che aumentano in Iran, è possibile che quello della Costa Concordia non sia stato un semplice incidente.Potrebbe essere un segnale.

Siamo tutti passeggeri della nave da crociera chiamata Vita. Il concetto non ci è molto chiaro ma non importa, ci vorremmo solo godere il viaggio.

Abbiamo fiducia nei nostri leader, diamo per scontato che i cosiddetti “capitani”, non facciano scontrare la nave contro gli scogli. Ma sembrano farlo quasi volutamente, su base regolare. Mi riferisco alla guerra, naturalmente.

Poi ci mentono. Dicendoci di tornare alle nostre cabine, che non c’è motivo per essere allarmati, che è solo un guasto elettrico, che verrà riparato a breve.

Infine il capitano abbandona la nave e ci lascia soli con noi stessi. “Sauve qui peut!” Si salvi chi può!

Nel caso della Costa Concordia, i paralleli sono impressionanti. La nave, battezzata nel 2006, venne chiamata “Concordia” a significare l’armonia internazionale. Ai ponti corrispondono i nomi di vari stati europei. E’ curioso il fatto che, quando l’Unione Europea si è incagliata negli scogli così è successo anche alla nave.

Il capitano Francesco Schettino è stato criticato per aver trasgredito alle sue responsabilità. Ha abbandonato la nave, invece di aiutare i suoi 3200 passeggeri e i 1000 membri dell’equipaggio.

SIMBOLO DEI TRAGUARDI DELL’ESSERE UMANO

Era veramente bella la Costa Concordia! Circa 300 metri di lunghezza, 114.000 tonnellate di peso, per un costo di $ 570 milioni e 101.000 cavalli di potenza!Secondo Wikipedia, “Costa Concordia possiede una delle aree sportive in mare aperto più grandi al mondo, la Samsara Spa, su due livelli, 65.000 m² un centro fitness con palestra, una piscina per talassoterapia, una sauna,  un bagno turco e un solarium. La nave dispone di quattro piscine, due con coperture retrattili, cinque jacuzzi e cinque centri termali. “”Ci sono cinque ristoranti a bordo e tredici bar,tra cui un bar “sigari e cognac” una caffetteria ed una cioccolateria. Le opzioni di intrattenimento comprendono un teatro su tre livelli, casinò e una discoteca. C’è un’area dedicata ai bambini, attrezzata con prodotti PlayStation. ”

Polonia

Austria

Spagna

Germania

Francia

Portogallo

Irlanda

Gran Bretagna

Italia

Grecia

Belgio

Svezia

Olanda

Così tanto splendore si trova adesso capovolto sulle coste dell’isola del Giglio, come fosse un promemoria di ciò che potrebbe accadere alla nostra società così ben ordinata.

PARALLELI CON IL TITANIC?
Ci sono prove che l’affondamento del Titanic il 14 Aprile 1912 non sia stato un incidente. La prima nave al mondo “Inaffondabile” potrebbe essere stata affondata dagli Illuminati per demoralizzare l’umanità, e come un presagio di una futura guerra.Allo stesso modo, Bruno Leporatti, l’avvocato del capitano Schettino, ha
affermato che
mentre il suo cliente accetta di accollarsi una parte delle responsabilità per l’incidente, sono stati coinvolti anche “terzi” per i quali sarebbe necessario un approfondimento nelle indagini.”Le autorità italiane sono alla ricerca del personal computer del capitano, dopo le notizie riguardanti una misteriosa donna bionda che se lo sarebbe portato via poche ore dopo il disastro”.

Secondo quanto riferito ebbe il tempo di recuperare il portatile dalla sua cabina portandolo a riva, nonostante la scorsa settimana abbia raccontato agli inquirenti che le condizioni a bordo erano talmente caotiche che cadde in una scialuppa di salvataggio.

Dopo aver raggiunto il litorale roccioso del Giglio nelle prime ore di Sabato 14 gennaio, prese un taxi per l’Hotel Bahamas, l’unico hotel aperto. I proprietari dissero che il capitano era in possesso di un sacchetto di plastica rosso contenente un oggetto rettangolare bianco che sembrava la custodia di un portatile.

Venne intervistato dal tgcom, quando una donna di mezza età bionda, elegantemente vestita che diceva di essere l’avvocato di Costa Crociere cercò di bloccare la messa in onda dell’intervista. Si tratta della stessa donna che si sarebbe appropiata del pc.

CONCLUSIONE

L’elegante e lussuosa Costa Concordia rappresenta i picchi di perfezione raggiunti dal genere umano. La nave che affonda simboleggia il fatto che i nostri capitani che da sempre ci tradiscono. Sono al soldo di un culto satanico vizioso, gli Illuminati, che vuole giocare a fare Dio.

Quale sarà la prossima “opera di distruzione” degli Illuminati? Con le crescenti tensioni in Iran, questo evento potrebbe essere il segnale del collasso economico e della fine della “Concordia”.

Fonte

Perchè gli Illuminati “smascherano” la cospirazione

Gli Illuminati non vogliono solo i vostri figli, la persona che amate, dei beni materiali o la vostra libertà.

Il vostro diritto di nascita non è sufficiente per questi “satanisti”.  Vogliono la tua anima.

Ci parlano di cospirazioni perché vogliono comprometterci. Così come i massoni di ragno inferiore o gli ebrei ordinari o gli americani o gli europei sono compromessi dal loro sostegno alla guerra. Vogliono privarci completamente dell’energia che ci rende immortali.

Nei loro atti lasciano deliberatamente vistosi segnali . Non vogliono che si dica: “Eh, ma noi non lo sapevamo”.

C’è una “scommessa” in ballo. Possono soggiogarci a Lucifero. Ma devono permettere il libero arbitrio, la possibilità di compiere una scelta.

Questa è la ragione per cui ci rivelano il loro complotto. Per esempio, i Rockefeller ha sponsorizzato la John Birch Society. La loro pubblicazione, “The New American” è ancora ad oggi una delle migliori fonti di informazioni sulla cospirazione delle elite. Questa opposizione “controllata” ha altre funzioni. Sono abili ad addossare le colpe assicurandosi che non si formi mai una vera resistenza.

È per questo che molti siti web cospirazioni come quello di David Icke, Jeff Rense e Makow svolgono la loro funzione con poche difficoltà. Vogliono che tutti sappiano. Molti di questi siti “cospirazionisti” sono addirittura supportati dagli Illuminati.

Ralph Epperson, autore de La mano invisibile (1985) ha insegnato il Nuovo Ordine Mondiale dal 1980. Mi disse che non ebbe mai difficoltà con l’elite.

La loro sciatteria rientra perfettamente nel quadro del contesto. Chiunque può vedere che nessun aereo ha colpito il Pentagono o si è schiantato a Shanksville. Vogliono farci scendere a compromessi, accettando queste storielle e abbandonando le vittime. Diventando così complici dei loro crimini.

Nel film, L’avvocato del diavolo, basato sul romanzo di Andrew Niederman e prodotto da Arnon Milchan e Arnold Kopelson, il diavolo (Al Pacino) dice a Kevin Lomax, l’ambizioso avvocato interpretato da Keanu Reeves:
“Ho solo preparato la scena, i fili te li tiri da solo!”

Il diavolo mostra a Kevin che l’unica persona che può incolpare è se stesso. Kevin si è fatto trascinare dal proprio egoismo e dalla propria venalità. Nel film abbandona la moglie nel momento del maggior bisogno e alla fine si suicida. Riuscì a far assolvere molti colpevoli perchè lui “non perdeva mai”.

Il diavolo ci fornisce il manifesto di Lucifero: Essenzialmente è la convinzione che l’uomo sia definito dai suoi appetiti carnali e desideri (avidità, potere, lussuria), piuttosto che dagli ideali della sua anima e del suo spirito (Verità, giustizia, bellezza). L’uomo serve Lucifero cedendo a queste tentazioni, diventando complice della sua stessa distruzione. Gli Illuminati da sempre hanno promosso l’indulgere negli istinti base, chiamandolo in diversi modi tipo “liberazione sessuale” e “matrimonio aperto”. Questo mina la famiglia. Il loro credo è sempre stato contro la “repressione” (cioè l’autodisciplina.) Questa visione che l’uomo è Dio e che i suoi desideri sono la misura di tutte le cose, si chiama “umanesimo laico” aka “culto di Lucifero”.

John Milton (il diavolo): Dio? È così? Dio? Ti voglio dare una piccola informazione confidenziale a proposito di Dio: a Dio piace guardare! È un guardone giocherellone! Riflettici un po’: lui dà all’uomo gli istinti… ti concede questo straordinario dono e poi che cosa fa? Te lo giuro che lo fa per il suo puro divertimento, per farsi il suo bravo, cosmico, spot pubblicitario del film! Fissa le regole in contraddizione! Una stronzata universale! Guarda, ma non toccare… tocca, ma non gustare… gusta, ma non inghiottire! E mentre tu saltelli da un piede all’altro lui che cosa fa? Se ne sta lì a sbellicarsi dalle matte risate! Perché è un moralista, un gran sadico! È un padrone assenteista! Ecco che cos’è! E uno dovrebbe adorarlo? NO, MAI!

Kevin Lomax: “Meglio regnare all’Inferno che servire in Paradiso, è così?”

John Milton: Perché no? Io sto qui col naso ben ficcato nella terra e ci sto fin dall’inizio dei tempi, ho coltivato ogni sensazione che l’uomo è stato creato per provare. A me interessava quello che l’uomo desiderava e non l’ho mai giudicato e sai perché? Perché io non l’ho mai rifiutato nonostante le sue maledette imperfezioni! Io sono un fanatico dell’uomo, sono un umanista… probabilmente l’ultimo degli umanisti. Chi, sano di mente Kevin, potrebbe mai negare che il ventesimo secolo è stato interamente mio? Tutto quanto Kevin! Ogni cosa! Tutto mio! Sono all’apice Kevin! È il mio tempo questo! È il nostro tempo!

Il diavolo rivela che è il padre di Kevin e richiede a Kevin di fare del sesso con la sua seducente sorellastra al fine di allevare un successore. Piuttosto che soccombere a questa tentazione, Kevin si uccide.

Un semplice “no” sarebbe stato sufficiente. Non saremo complici della nostra stessa distruzione. Non perderemo la nostra anima.

 

 

 

 

Fonte

Gli Illuminati programmano la figura femminile per l’autodistruzione

“E’ tv educativa mamma, la rossa con il bikini color lime, ha una laurea da insegnate”

La mia generazione come quella di qualsiasi persona nata dopo gli anni 80 non è stata cresciuta dai genitori, ma dai media. I nostri genitori, hanno subito un lavaggio del cervello dal  movimento liberal-femminista-ateo-estetico, sacrificandoci sull’altare della correttezza politica. Venne detto loro di non essere ‘oppressivi’ o ‘invadenti’ come successe ai loro genitori, concedendoci le nostre libertà e lasciandoci autonomia nella scelta del nostro personale cammino.

Molto Political Correct….Ma concretamente che successe? Siamo stati letteralmente gettati in pasto ai lupi (“travestiti da pecore”, aka la Fabian Society).

In mancanza di una guida o di un sistema di valori e con il disperato bisogno di averne uno, tipico di tutti i bambini, ci legammo all’unica forza che sembrò prendersi cura di noi – I media illuminati. Quindi, fin dalla nostra più tenera età, abbiamo assorbito incessantemente un messaggio: “‘Donne assatanate + uomini arrapati + sesso sfrenato = felicità”. Questo è l’unico messaggio che abbiamo ricevuto da mamma tv e sarà l’unico messaggio che le generazioni future riceveranno.

Se si prende una generazione e la si priva di tutti i valori morali di tutte le linee guida e del supporto, di tutta la spiritualità e dell’umanità, bombardandola con esplicite, deumanizzanti immagini sessuali è questo ciò che si ottiene.

Le donne di oggi si giudicano, non come madri, nutrici, o compagne, ma dalla velocità con cui gli uomini le umiliano e le degradano . Quello che 50 anni fa veniva considerato un trattamento degradante da parte degli uomini, ora è considerato un complimento.

Recentemente una mia amica mi ha riferito, raggiante di orgoglio, come era riuscita ad ottenere il suo nuovo posto di lavoro con le sue gambe: “Il boss mi disse chiaramente che non ero in grado di svolgere il lavoro richiesto” “Ma pensò che sarebbe stato bello vedere ogni giorno quel paio di gambe”.

UNA RAPPRESENTAZIONE CINEMATOGRAFICA

17 Again – Ritorno al liceo con protagonista Matthew Perry è un raro esempio di come i film dovrebbero essere. Il personaggio di Matthew Perry, uomo di mezza età, viene trasportato indietro nel tempo per rivivere la sua adolescenza, ai giorni nostri. Nella pellicola fraternizzerà con gli amici della figlia adolescente, rimanendo sconvolto dalla loro forte carica sessuale e dalla mancanza di limiti nei loro comportamenti.

In una scena si siede con tre di loro e li dice: “Dovete smetterla di comportarvi in questo modo. Se non rispettate voi stessi, chi altro lo farà?”

Tutti si guardano l’un l’altro sbigottiti, facendo intuire allo spettatore che “forse” il messaggio è arrivato … purtroppo non è così, infatti uno dei giovani risponde:

“Non devi rispettarmi!”

Oltraggiata e non contenta di esserre da meno, una delle ragazze presenti aggiunge:

“Beh, puoi rispettarmi ancora meno!”

Prima dell’uscita trionfante dell’ultimo amico:

“Non devi neppure ricordarti come mi chiamo!”

Egli li guarda, senza parole, prima di scuotere la testa e dichiarare:

“Questo è un problema degli altri papà.”

I GENITORI SONO ALTROVE

Il problema di fondo consiste ovviamente, nel fatto che nessun papà – o mamma – se ne interessano.

Sono tutti troppo disperati per apparire ‘fighi’ ed essere gli ‘amici’ dei propri figli. L’idea di fornire un solido quadro morale ai figli, assumendosi la responsabilità per il loro sviluppo, piuttosto che lasciarli ad amici e Facebook, è un anatema.

A titolo di esempio, questo Natale, sono andata a casa di mio zio e di mia zia. Hanno una figlia di 13 anni, tipicamente ossessionata dal suo telefonino e da facebook.

Sua madre mi confessò di aver dei problemi nei rapporti con la giovane e mi chiese se io, prima dei 16 anni, avessi mai mandato a fanculo i miei genitori”. Rimasi scioccata. Le dissi che non avevo ancora mandato a quel paese nessuno dei due e che mai mi sarei sognata di farlo.

A quanto pare però, questa è la tipica risposta che ottengono i miei zii.

Tenete a mente che non ci sono ‘problemi familiari’, i genitori sono sposati con buoni posti di lavoro e con entrambi i figli che vanno a scuole private -nonostante ciò la prole è già “persa”.

Le giovani ragazze, come mia cugina e come le fanciulle di tutto il mondo, vengono lasciate sole ed allevate dai media – i quali ripetono costantemente che tutto quello che hanno da offrire al mondo è l’involucro all’interno del quale vivono – di quanto arrapanti siano.

Il loro valore nella vita, viene misurato a seconda di quante persone riescono ad accalappiare con la loro sensualità. Il vantarsi delle proprie ‘conquiste’ è un comune argomento di conversazione tra le giovani ragazze.

FINGENDO DI ESSERE GIOVANI DONNE

Questo lavaggio del cervello è talmente ampio che molte delle mie amiche – solari, attraenti, gentili e premurose – hanno cominciato ad avere rapporti non protetti con sconosciuti fin dall’adolescenza.

Molte hanno abortito (i dati ufficiali nel Regno Unito mostrano che circa il 30% delle donne che desidera l’aborto non ha utilizzato alcun metodo di contraccezione), portandosi dentro un fardello per tutta la vita.
Può questa quantità di sofferenza e di dolore essere giustificata da 5 minuti di sesso anestetizzato con qualcuno di cui probabilmente si dimenticherà presto il nome? Purtroppo, in qualche modo, generazioni di ragazze sono state convinte che fosse fattibile.

Probabilmente potrei andare avanti con questo argomento per anni, descrivendo tutti gli avvenimenti deumanizzanti accaduti ai meie amici – che tutte le donne intelligenti e ben istruite si facciano avanti per combattere questo scempio!

Fonte

Come conclusione all’articolo vorrei proporvi un commento di una visitatrice del mio blog, Claudia AnnaMaria:

Il sesso è comunicazione, è un incontro di corpi e anime e se non vuoi includere l’anima ( anche se non prendere in considerazione questo aspetto è da stolti) è comunque un incontro di corpi…ma i corpi sono pur sempre vivi, pulsanti, e hanno una loro saggezza. Chiamiamo sesso, impropriamente, l’usarsi a vicenda senza alcun rimorso, chiamiamo sesso ciò che mira di fatto a ridicolizzare donne e uomini, chiamiamo sesso una scimmiottatura di un rito sacro. Ci comportiamo come se l’altro fosse il cesso dei nostri bisogni e non un individuo a cui stiamo dicendo qualcosa e da cui riceviamo qualcosa di prezioso. Chiamiamo sesso l’azione vile e gretta di deturpare, con negligenza insopportabile, la bellezza dell’altro, uomo o donna che sia. Il sesso è un momento estremamente importante perché avvicina, unisce, lega…anche se solo per una notte presuppone una consapevolezza essenziale: una volta che hai condiviso l’eterno con qualcuno quel qualcuno lo porti dentro per sempre e porti dentro di te la conoscenza cui siete approdati per mezzo del sesso, insieme, e non divisi come vorrebbero farci credere questi distributori automatici di idiozie.[…]

Essere contro al modello sessuale attuale, non significa essere preti, suore, monache di clausura, segaioli ecc… bensì vivere questa sacra esperienza in maniera completa.