Archivi categoria: Jessie J

Vma 2011: Celebrare l’industria musicale odierna degli illuminati

Gli MTV Video Music Awards assegnano il trofeo “moon man” agli artisti musicali che hanno maggiore successo durante l’anno precedente. In esso però c’è molto di più dell’ambito trofeo. I VMAs sono una celebrazione degli Illuminati, di quelli che spingono la loro agenda e uno strumento promozionale per pubblicizzare la prossima generazione di “iniziati”. Analizzeremo ora i VMAs 2011, le stelle che vi hanno partecipato e il materiale che le ha portate fino a qua.

L’MTV Video Music Awards è considerato come una miscellanea, di un paio d’ore, di esibizioni, di discorsi durante il ritiro dei premi, conditi da  alcuni momenti scioccanti che servono a generare pubblicità. Questo mega evento mediatico, trasmesso in tutto il mondo, serve a diversi scopi: in primo luogo, è un importante strumento di promozione che consente a un gruppo selezionato di artisti di ottenere visibilità e riconoscimento, ignorando gli altri, in secondo luogo, è una celebrazione rituale dell’industria degli Illuminati, che mette in luce gli artisti che hanno spinto la sua agenda l’anno precedente. L’articolo del 2009 sui VMAs descrisse gli elementi rituali e simbolici in evidenza durante lo spettacolo – si arrivò alla conclusione che vi era un distinto elemento occulto sottostante che rifletteva anche lo stato mentale del settore.

Nel VMAs del 2011 probabilmente si sono riscontrati molto meno elementi rituali, ma ha rappresentato ancora una volta un spettacolo altamente coreografico con un numero selezionato di artisti. Questi pochi attori si sono alternati, nella performance, nella presentazione e nella premiazione. In altre parole, i VMAs possono essere paragonati ad uno spettacolo burlesque dove pochi attori appaiono a turno sul palco per interagire tra di loro. A volte, vengono introdotti nuovi personaggi, mentre altri vengono “uccisi“.

Quasi tutti gli artisti che sono stati riconosciuti ai VMAs hanno un articolo su questo sito, non sorprende dato che nelle loro canzoni e video viene spinta l’agenda degli Illuminati. I principali attori di questo spettacolo sono: Lady Gaga (ovviamente), Katy Perry, Jessie-J, Jay-Z, Kanye West, Nicki Minaj, Beyonce e Odd Future. Indossando dei costumi stravaganti e assumendo il ruolo di personaggi teatrali, molti degli artisti presenti alla rappresentazione non erano essi stessi, ma interpretavano dei personaggi. Lo spettacolo è infatti iniziato con un lungo discorso di Lady Gaga mentre interpretava un rozzo ragazzo italiano degli anni 50.

Diamo un occhio ai vari “atti” del VMA 2011 e del loro significato nel contesto degli Illuminati.

Gli artisti e i presentatori emergono da una specie di grembo prima di arrivare al palcoscenico. Letteralmente usciti dal “ventre della bestia”.;)

L’ATEREGO DI LADY GAGA

L’alterego di Lady Gaga apre i VMA 2011

Lo show si apre con l’ultima trovata della Gaga: Un alter ego maschile che è un rozzo tipo proveniente da New York. Molti dei singoli della Gaga sono accompagnati da una configurazione complicata, tra cui personaggi e oggetti di scena teatrale (ricordiamo le corna sulla sua testa?) – Ognuno dei quali riesce a generare pubblicità su diversi media, tra cui la TV e le riviste.

Per il singolo You and I, la Gaga ha introdotto Joe Calderone, un suo alter-ego maschile. Come per la maggior parte delle sue performance, il più delle persone non ha assolutamente capito il motivo per cui la Gaga ha fatto quello che ha fatto. Perché era vestita come un tizio italiano mentre suonava una canzone “country rock”? Qual è il punto? Come per la maggior parte delle stranezze di Lady GaGa, il significato occulto di questa farsa può essere trovata nel video musicale.

Mentre il video avrebbe potuto essere oggetto di un intero articolo, posso riassumerlo in 2 parole: controllo mentale. Più specificamente, si tratta di programmazione Monarch e della creazione di un alter-ego attraverso l’utilizzo di un trauma indotto da certe tecniche. Nel video, Gaga viene ritratta legata e torturata da un handler crudele che la sottopone ai più comuni metodi di controllo mentale: elettroshock, abusi sessuali, iniezioni di droga e tortura fisica. Sì, tutte queste cose sono state ritratte in un video, insieme alla presenza di diversi alter-ego creati durante il processo. (Se non avete idea di cosa stia parlando, vi consiglio di leggere l’articolo intitolato Origini e Tecniche del controllo mentale Monarch).

Così Lady Gaga, che è già un alterego di Stefanie Germanotta (la persona reale) ha un altro alter-ego che è praticamente l’esatto opposto di Lady Gaga: Maschio, vestito con abiti di tonalità spente, assolutamente non glamour, sconosciuto, ecc. Nel lungo discorso di Calderone, all’inizio dei VMA, Joe dice di aver lasciato la Gaga e che vuole ricongiungersi con lei. Dal punto di vista occulto, l’unione degli opposti è chiamato il “matrimonio alchemico” ed è spesso rappresentato dalla figura del Baphomet – un androgina divinità dalla testa di capra. Il titolo You And I rappresenta l’unione di due personaggi opposti, la Gaga e Joe Calderone, e, dato che sono fondamentalmente la stessa persona, questo crea in definitiva un soggetto androgino, non diversamente da Baphomet. Nella tradizione cabalistica, l’androginia è percepita come il più alto livello di avanzamento occulto e il concetto di dualità è fortemente instillato nelle vittime del controllo mentale. In altre parole, la presenza di Joe Calderone ai VMAs è un grande omaggio al controllo mentale. Buon modo per iniziare uno spettacolo. Ma Lady Gaga non si è fermata qui. Ha interpretato il ruolo di Calderone durante l’intero spettacolo.

ALTRI OSPITI ALTRI ALTEREGO

L’alterego della Gaga è stato fortemente sponsorizzato per tutto i Vma. Anche gli altri ospiti, a loro modo, interpretavano alterego diversi nei loro “atti”.

NICKI MINAJ

Anche Nicki Minaj è un alterego, molto diverso dalla persona reale che è Onika Tanya Maraj. La personalità fortemente scompensata, malata per la moda, migliorata chirurgicamente che è la Minaj è perfetta per impersonificare il ruolo di star delle industrie musicali controllate dagli illuminati. Un altro importante altergo della cantante,è Roman Zolanski, un alter ego maschile che è apparso su alcune delle sue canzoni e che probabilmente apparirà molto di più in futuro. Roman Zolanski è ovviamente basato su Roman Polanski, il produttore cinematografico che è stato accusato di stupro sotto effetti di sostanze stupefacenti e comportamento lascivo su una ragazzina di meno di 14 anni.

Nel corso dei VMA 2011, Nicki indossava un abito di ispirazione Harajuku con frammenti di specchio (simbolo Monarch rappresentante la frammentazione della personalità). La combinazione di accessori “infantili” con la sensualità del taglio del vestito ‘(rivelatorio per usare un eufemismo) è un po’ discutibile.

KATY PERRY

Anche Katy Perry è stata una delle “protagoniste” dei VMA di quest’anno. Il suo ultimo singolo dal titolo Friday Night ha introdotto i fan di Katy al suo strano alter-ego: una ragazza nerd di 13 anni.

La giovane alter ego di Katy Perry si sveglia accanto ad alcuni sconosciuti

Per riassumere l’ultimo video di Friday Night, questa imbarazzante adolescente riesce ad ottenere un make-over da Rebecca Black per assomigliare ad ua puttana, poi si ubriaca e infine si applica in un menage a trois. Grande messaggio per le ragazze tra i 10 e i 14 anni!

Uno dei quattro abiti indossati da Katy Perry era caratterizzato da un grande cubo luminoso sulla testa, come se i suoi pensieri fossero controllati da quel coso. In realtà, potrebbe essere un riferimento all’icona che vedete sopra la testa del giocatore in The Sims.

Quando il segnalino verde comincia a fluttualre sopra la testa del giocatore, si può far fare lui praticamente tutto quello che si vuole … un po ‘ come l’industria musicale che può fare praticamente ciò che vuole con i suoi artisti.

TRIBUTI VERGOGNOSI

Ogni spettacolo sugli awards rende omaggio ad artisti che hanno avuto una carriera straordinaria e per i grandi che hanno lasciato questo mondo. I VMAs non fanno eccezione, ma questi tributi stanno diventando sempre più strani, insinceri e dedicati alle vittime del settore. Nell’articolo del 2009 sui VMAs, ho descritto il tributo a Michael Jackson, che venne messo in scena da Madonna – qualcuno che non ha mai avuto un particolare “feeling” con MJ. L’omaggio comprendeva anche un bizzarro montaggio video con lui travestito da zombie – che è uno strano modo per onorare un morto.

I Vma del 2011 hanno presentato due omaggi che non sono stati solamente strani, ma quasi beffardi per l’artista in questione.

BRITNEY SPEARS

Britney è stata la destinataria del Premio Michael Jackson Video Vanguard per l'”influenza nei video musicali e nella danza” … anche se non ha mai diretto uno dei suoi video, né concepito una qualsiasi delle sue coreografie … ma lasciamo perdere questo dettaglio. Per sottolineare la non sincerità del tributo e per assicurarsi di chiarire bene che “questo è tutta una commedia”, il premio viene assegnato da Joe Calderone … un personaggio immaginario. Britney, una vera e propria vittima del controllo mentale, che ha spesso dimostrato il desiderio di lasciare tutto, viene premiata da un alter-ego che è fondamentalmente un omaggio al controllo mentale.

L’omaggio procede poi mostrando un mix dei video più popolari di Britney i cui costumi e coreografie sono stati indossatti e riprodotte da giovani ragazze.

L’omaggio alla carriera di Britney è stato eseguito da giovani ragazze in abiti succinti, ricordandoci il “contributo” di Britney al capitolo dell’agenda degli Illuminati riguardo la sessualizzazione dei bambini.

Quando Britney arriva finalmente sul palco per ritirare il suo premio, un imbarazzante Joe Calderone le ruba quasi la scena.

Mi dispiace, ma non mi metto a fare una lesbicata con una travestita…grazie ancora per avermi rovinato il tributo.

Dopo aver ricevuto il suo premio, invece di fare il discorso di ringraziamento e avere “il suo momento”, Britney procede a presentare … Beyonce , mentre Joe Calderone continua ad elogiarla sul fatto di quanto grande sia. Non è forse questo l’omaggio meno sincero di tutti i tempi?

AMY WINEHOUSE

Avendo perso la vita un paio di settimane prima della premiazione, era giusto che anche Amy Winehouse avesse un tributo per il suo grande talento. Tuttavia, come abbiamo visto nell’articolo intitolato Amy Winehouse e il Club dei 27, la sua morte avrebbe potuto essere il risultato di un sacrificio rituale e il tributo è stato strano, alla pari di quello fatto per Michael Jackson, un altro grande che morì in circostanze strane.

Russell Brand è stato scelto per onorare Amy Winehouse. Alludeva alla sua grande voce, ma ha parlato di lei come se fosse una “pazza, puzzolente di alcol che girovagava per Londra”. Ha poi continuato a dire che era afflitta da una “malattia” che colpisce un sacco di gente, l’alcolismo e la tossicodipendenza, anche se nessuna traccia di droga è stata trovata sulla Winehouse, né nella sua casa al momento della morte. Perché non concentrarsi sull’essere umano e sui suoi risultati?

Le perfomance del tributo che ne seguì presentarono diverse immagini di Amy Winehouse con un occhio nascosto che, come i lettori di questo sito sanno, è un simbolo del controllo degli Illuminati.

Nella raccolta di video poco prima della performance di Bruno Mars, vediamo la Winehouse nascondere un occhio, poi l’altro.

Un’immagine di Amy con un occhio nascosto durante la performance

Un’altra foto di Amy con un occhio che sembra nascosto col photoshop

LA COPPIA REALE E IL GRANDE ANNUNCIO

Come per la scorsa volta ai VMA, Jay-Z e Beyonce sono stati praticamente il re e la regina delle cerimonie. In primo luogo, Jay-Z e Kanye West hanno eseguito il primo singolo dal loro album Watch the Throne. Questo album si apre con una canzone dal titolo rivelatore No Church in the Wild (con Frank Ocean degli Odd Future). La canzone descrive una filosofia che è simile a quella del “Thelema” di Aleister Crowley. La strofa di Kanye West fa così:

Coke on her black skin made a stripe like a zebra
I call that jungle fever
You will not control the threesome
Just roll the weed up until I get me some
We formed a new religion
No sins as long as there’s permission
And deception is the only felony
So never f-ck nobody wit’out tellin’ me

Il motto di Aleister Crowley era “Fai Ciò Che Vuoi”, al quale Kanye sembra fare eco dicendo: “Abbiamo formato una nuova religione / Nessun peccato finché c’è permesso”. Crowley era anche noto per aver ampiamente sperimentato droghe e sesso in un contesto spirituale – un altro concetto che si riflette nei suoi versi. Più tardi nella canzone, Kanye sembra riferirsi a rapporti con una Sex Kitten.

Thinkin’ ’bout the girl in all-leopard
Who was rubbin’ the wood like Kiki Shepard
Two tattooes, one read “No Apologies”
The other said “Love is cursed by monogamy”

La canzone fa inoltre eco a concetti espressi da altre pop star (come la Gaga) – che è in finale l’idea promossa dall’industria dell’intrattenimento.
Tornando allo spettacolo, la prima coppia di MTV ha fatto un importante annuncio ai suoi fedeli sudditi: la first lady è incinta e darà alla luce il successore del re.

Beyoncè stringe il suo ventre con alle spalle l’entrata del palco a forma di grembo

Dimostrando l’importanza della coppia, questo annuncio di gravidanza ha infranto tutti i record precedenti di Twitter con più di 8.000 tweet al secondo. Questo tipo di attenzione mi ha ricordato i versi quasi profetici di Jay-Z  del nuovo singolo New Day, dall’album rilasciato circa 2 settimane prima dei VMAs:

Sorry junior, I already ruined ya
‘Cause you ain’t even alive, paparazzi pursuin’ ya
Sins of a father make yo’ life ten times harder
I just wanna take ya to a barber
Bondin’ on charters, all the shit that I never did
Teach ya good values, so you cherish it
Took me 26 years to find my path
My only job is cuttin’ the time in half
So at 13 we’ll have our first drink together

Chi parlerebbe male di un bambino appena nato. Spero solo che lui / lei non diventi un’altra Willow Smith.

PRESENTANDO LA NUOVA GENERAZIONE

I VMAs non solo celebrano la corrente degli artisti Illuminati, li “iniziano”, una nuova generazione di artisti che porteranno la torcia degli Illuminati nel futuro.

Jessie J, che ha già pubblicato alcuni video musicali simbolici (guarda l’articolo Jessie J e la sua “Price Tag”), ha goduto di grande visibilità durante quella notte, occupando il Trono, dove si è esibita un dozzina di volte.

Jessie J sul trono dei Vma come iniziata

L’artista che ha ottenuto più pubblicità è stato tuttavia Tyler The Creator, fa un genere alternative-rap, shock-rap, lo-fi rap, rap horrorcore, qualsiasi cosa li vogliate etichettare e fa parte degli Odd future. Considerato (dalle persone che non sanno nulla di rap), i “nuovi Wu-Tang Clan”, gli Odd Future hanno ottenuto grandi elogi da artisti come Kanye West, che hanno ritenuto Yonkers la canzone dell’anno, mentre sono stati criticati da altri, come Chris Brown, che ha twittato: “Tutta questa è musica demoniaca! Non ho mai preteso di essere un santo ma non per questo sto cercando di promuovere la morte, la violenza e la distruzione con la mia musica! “.

Qualunque sia la vostra opinione su Tyler The Creatore, è ovvio che il suo talento teatrale, il suo atteggiamento, il suo promuovere l’auto distruzione e le croci rovesciate lo renderanno un perfetto schiavo del settore musicale degli Illuminati. Aspettatevi molto di più da lui in futuro.

CONCLUDENDO

I VMAs non sono semplicemente uno spettacolo concepito per dare premi. Essi definiscono chi è ok e chi no. Celebrano in una cerimonia rituale la “creatività” che è apprezzata dall’industria – cioè valori terribilmente superficiali. Come abbiamo visto in questo articolo, quasi tutti gli artisti che hanno ottenuto visibilità durante i VMA hanno pubblicato album e video direttamente in linea con l’agenda degli Illuminati e che contengono elementi come la promozione del controllo mentale, l’auto-distruzione, il materialismo , la superficialità, la sessualizzazione dei bambini e il degrado delle religioni. Spingere questo tipo di messaggi attraverso testi e simboli è un requisito per essere nelle “grazie” di questo settore – che è una, gigantesca macchina di controllo, che funziona con codici e rituali e che calcola e filtra i messaggi inviati alle masse .

Anche se molti degli artisti presenti nello show sono “eccentrici” e “originali”, il messaggio centrale rimane lo stesso ed è straordinariamente omogeneo, indipendentemente dal genere musicale. Gli aspiranti artisti che sognano di ottenere questo livello di celebrità, capiscano che questa è una “forma di adattamento” al fine di ottenere il successo. I VMAs sono una creazione artificiale che promuove artificialmente gli artisti a crea del clamore artificiale. Si tratta di uno spettacolo finto, pieno di personaggi finti che cantano con voci false, indossando parrucche finte e mostrano falsi sorrisi, dando falsi tributi ad altri falsi che sono stati falsi più di loro. Ci sono ancora veri, autentici artisti che cantano con il cuore e non spingono i messaggi “approvati dal settore”? Sì, ma non li troverete guardando i VMAs. Quindi spegnete la TV e guardate cosa il mondo ha in realtà da offrire!

Fonte

Annunci

Illuminati: Jessie J e la sua “Price Tag”

Jessie J è una nuova artista pop proveniente dall’Inghilterra, la quale ha pubblicato un nuovo singolo chiamato “Price Tag”. Mentre la canzone sembra ruotare attorno al rifiuto del materialismo, il simbolismo presente nel video ne descrive un significato molto più profondo: L’industria della musica non ha più come principale obiettivo la produzione di un profitto, il suo scopo è l’indottrinamento. Prenderemo in esame i significati nascosti della canzone e del video.

In meno di un paio di mesi, Jessie J è passata dall’anonimato virtuale alla cima alle classifiche con il suo singolo Price Tag. Acclamata come il “nuovo volto del pop”, la cantante di origine britannica ha sicuramente “quello che serve” per essere una pop star: l’aspetto, lo stile, il talento e, soprattutto, la volontà di giocare con le regole del settore.

Anche se Jessie J è un nuova arrivata come cantante pop non è assolutamente nuova in questo settore . Ha lavorato dietro le quinte, scrivendo canzoni per artisti pop come Miley Cyrus (“Party in the USA “), Justin Timberlake e Christina Aguilera. Come performer, la sua biografia la descrive come segue: “Mescola un pò di Rihanna con Gwen Stefani, aggiungi il carisma di Pink, e inizierai a farti un’idea di che tipo di ragazza Jessie J è.” In altre parole: per gli Illuminati rappresenta la perfetta pop star.

Il suo primo singolo dal titolo “Do it Like a Dude” (un brano che era stato previsto inizialmente per Rihanna) contiene elementi che si trovano nei video di altre stelle femminili del pop: un ambiente sporco/decadente, la bisessualità che fa moda ecc. E ‘comunque con Price Tag, il secondo singolo di Jessie J realizzato con il rapper BOB, in cui vediamo la piena portata del simbolismo degli Illuminati – più specificamente il controllo mentale tramite MK ULTRA – associata a Jessie J.

Sottolineare il simbolo dell’occhio onnisciente con uno sguardo vuoto è un ottimo modo per essere originali. Oh, aspetta, no, è il simbolo delle pedine degli Illuminati!

Indossare le orecchie di Mickey Mouse, un simbolo classico associato alla programmazione per il controllo mentale. Altri artisti che utilizzano le orecchie di Topolino? Cercate gli articoli precedenti sulle marionette degli illuminati.

Queste immagini danno una indicazione abbastanza precisa sui datori di lavoro di Jessie J. Nel caso in cui qualcuno avesse ancora dei dubbi, Price Tag rende il concetto cristallino … ovviamente se si comprende il significato dei suoi simboli.

PRICE TAG

A prima vista, la canzone trasmette un messaggio nobile: l’amore per la musica vince sull’amore per il denaro. Quale modo migliore per trasmettere questo messaggio rivoluzionario se non attraverso i mass media, ingannevoli che mettono assieme una canzone per la radio reclutando strategicamente uno dei migliori rapper della scena mondiale? Anche se il messaggio della canzone è sulla non-importanza del denaro e sull’individualità, il singolo è ovviamente calcolato in modo da ottenere i massimi ascolti possibili alla radio, mentre costantemente l’artista viene raffigurata come un pupazzo o come un giocattolo. Diamo un’occhiata al video.

 

Potreste aver riconosciuto alcuni simboli discussi in altri articoli su questo sito, come nei post su Rihanna e Lady Gaga. Ma ci sono altre scene che mostrano oggetti fanciulleschi semi distrutti. Che cosa significano? Secondo il direttore Emil Nava:

“Semplicemente è uscita l’idea di rappresentare gli oggetti più grandi che nella vita reale, è una sorta di mondo giocattolo con Jessie J che porta una punta di stile.”
– Fonte

Sei stato abbastanza eloquente, Emil Nava. Quando vengono interrogati su questi tipi di video, i registi, sono estremamente vaghi e poco coerenti. D’altra parte, non si può dire al Teen Bop Magazine “Beh, si tratta di controllo mentale degli Illuminati, dove Jessie J è una schiava del programma Monarch manipolata da potenze superiori”.

Tuttavia questo, è esattamente ciò che il video trasmette ed è necessaria solo una leggerissima infarinatura sulla programmazione Monarch per capirlo. Vedere un simbolo associato al controllo mentale in un video potrebbe essere il risultato di una coincidenza, ma vedere numerosi simboli che puntano fortemente verso uno stesso concetto rende la coincidenza molto improbabile. Ecco alcuni dei simboli del video.

L’ORSACCHIOTTO CON UN OCCHIO SOLO

Fin dall’inizio, il video propone una immagine forte e simbolica, che riassume l’intero significato di questo pezzo: un orsacchiotto con un occhio mancante e un braccio strappato. La combinazione di più elementi di questa scena puntano fortemente verso il controllo mentale basato sul trauma (un concetto che è stato trattato in articoli precedenti).

L‘orsacchiotto senza un occhio e senza un braccio

In primo luogo, un orsacchiotto mutilato allude ad un’infanzia corrotta e alla perdita di innocenza. Esso simboleggia la distruzione di qualcosa di molto caro per un bambino. Nel campo della programmazione Monarch, gli orsacchiotti senza arti hanno il significato specifico dell’impotenza delle vittime del controllo mentale nei confronti dei loro manipolatori.

“Molte delle cose comuni nella nostra vita quotidiana vengono utilizzate dai manipolatori poichè contengono significati nascosti utili al controllo mentale. L’orsacchiotto dato dal “Papà” alla bambina serve per ricordarle quanto lei sia impotente nel dissuaderlo dal stuprarla.

(…)

I “programmatori” e i genitori degli schiavi sovente danno loro animali di peluche. L’orsacchiotto, senza mani, rappresenta l’impotenza della vittima. “

–  Fritz Springmeier, The Illuminati Formula Used to Create an Undetectable Total Mind Controlled Slave

Per tirare acqua ancora al nostro mulino, l’orsacchiotto è senza un occhio, un simbolo che rappresenta costantemente il controllo degli Illuminati.

IL CARILLON CON LA BALLERINA

Jessie interpreta una ballerina all’interno di un carillon

In un’altra scena, Jessie J è ritratta come una ballerina all’interno di un carillon, quelli che hanno bisogno di essere caricati prima che inizino a muoversi. La ballerina ha bisogno di una forza esterna per potersi esibire, un’altra metafora per lo stato mentale dell’artista che lavora per l’industria musicale ed è controllato a livello mentale. La stessa metafora rappresenta il tema del film Black Swan (articolo completo sul film qui).

MARIONETTA

Marionetta

Ritrarre le pop star come burattini manipolati dall’alto da forze invisibili, è uno dei modi preferiti che gli Illuminati hanno, per mostrare il loro controllo del settore. Quale modo migliore per mostrare come l’elite sfrutti le pop star, per programmare ed indottrinare le masse?

Nella programmazione Monarch, il simbolo del burattino viene spesso usato per descrivere lo stato di uno schiavo controllato mentalmente.

“Per ottenere un burattino, al corpo viene somministrata un farmaco che paralizza il bambino. Viene poi applicato l’elettro-shock a certi muscoli su comando del programmatore. L’effetto è che il bambino non ha alcun controllo sul suo corpo, e il programmatore può fare muovere il bambino come vuole tramite gli shock elettrici. Il bambino diventa in realtà il burattino del programmatore. E’ un programma molto potente. Uno dei nomi connessi con la programmazione Monarch è Programmazione Marionetta. Il bambino diventa letteralmente un burattino. Questo concetto sembra essere stato inventato dai tedeschi sotto Hitler. I muscoli vengono messi sotto elettro-shock, in modo da sfruttare i riflessi naturali. Quando vengono fatte partire le scariche, le parti del corpo della vittima si muovono  in base al capriccio del programmatore, dimostrando alla vittima di essere un burattino. A questo punto vengono dettate le regole e la regola numero 8 è i burattini sono proprietà dei programmatori- Ibid

LA CASA DELLE BAMBOLE

Dentro la casa delle bambole

In un’altra scena, Jessie J è seduta all’interno di una casa delle bambole, che è un alto contesto significativo in termini di controllo della mente. A causa di un trauma intenso, gli schiavi della programmazione Monarch sono invitati a dissociarsi dalla realtà per sfuggire dal dolore e dalle torture che devono sopportare. La casa delle bambole è una rappresentazione del mondo fittizio dove le vittime fuggono quando si verifica la dissociazione. Inoltre, le case delle bambole vengono effettivamente utilizzati come giocattoli per la programmazione nell’infanzia.

LA BAMBOLA CON UN OCCHIO SOLO

La bambola con un occhio solo

Questa scena viene mostrata per meno di un secondo. E’ tuttavia estremamente significativa. Si tratta di una rappresentazione visiva della psiche fratturata di una vittima di un trauma psichico. Nel simbolismo del controllo mentale, le bambole rappresentano l’alter ego creato e programmato dal gestore dello schiavo. Nel video, la testa della bambola ha un occhio in meno, alludendo al controllo mentale degli Illuminati. L’occhio di Jessie è dove l’occhio mancante dovrebbe essere, effettivamente qui viene rappresentata la fusione della vittima con il suo alter ego.

LA GAMBA FRATTURATA E I PANTALONI CON STAMPE STILE FELINO

Gamba fratturata

In questa scena Jessie è senza una gamba, un altro richiamo allo stato mentale “fratturato” della vittima. Analizzando con più profondità, si può osservare la cantante indossare leggings con stampe stile felino, che, come spesso abbiamo visto, è un simbolo della programmazione Sex-Kitten.

Jessie non è l’unica ad essere ritratta in posizioni particolari. Il rapper B.O.B è inquadrato in mezzo ai soldati:

B.O.B. in mezzo a dei soldatini giocattolo. E’ la rappresentazione dell’impotenza dell’artista di fronte alla volontà del manipolatore

 

SIGNIFICATO DELLA CANZONE

 

A conti fatti quanti di questi simboli hanno a che fare con Price Tag e il “non preoccuparsi soldi”? Non molti. Abbiamo visto però che Jessie è costantemente raffigurata come una marionetta controllata da gestori invisibili. Potrebbe essere che stia cantando a nome dei suoi manipolatori, l’elite del settore della musica?Negli ultimi dieci anni, l’industria della musica ha attraversato una grande metamorfosi.

L’effetto combinato di Internet, la disponibilità di singole tracce invece che di album, più l’accesso alla musica on-line e senza licenza ha ridotto i ricavi dell’azienda musicale del 50%

Fatturato dell’industia musicale dal 1999 al 2009. Fonte CNN

Anche se l’industria della musica non fà più tanti soldi come una volta, ha ancora una funzione importante: è un potente strumento per l’indottrinamento di massa. Oggi, nonostante la mancanza di entrate, l’industria continua a spendere milioni per lo sviluppo e la promozione di nuove stelle. Perché? Perché non vi sono più in gioco i soldi. La musica pop è uno strumento per un indottrinamento capillare a livello della scuola o delle notizie quotidiane. Forma e plasma i giovani ad assumere atteggiamenti e valori. Gli artisti pop, naturalmente, generano ricavi per le loro etichette, ma prima ancora di poter iniziare a realizzare questo, devono “scoprire quanto è fonda la tana del bianconiglio”. Devono rappresentare personaggi specifici, glorificare valori specifici ed essere solidali con un ordine del giorno specifico. Se avete letto altri articoli del genere, siete già a conoscenza dell’ordine del giorno che le star attuali promuovono. Sapete anche che sono pedine intercambiabili che spingono tutte verso la stessa direzione. Se una stella perde la sua “magia”, un nuovo volto e una nuova energia riuscirà a riconquistare l’attenzione del pubblico e riorientarlo verso l’ordine del giorno.

Salutata come il “volto nuovo del pop”, Jessie J porta nuova energia al programma degli Illuminati, ma ostendando ripetutamente il simbolo dell’occhio onniscente come tanti altri artisti pop, dimostra di essere un’altra pedina del sistema. Canta il punto di vista delle élite: quest’ultima non ha bisogno del vostro denaro, visto che già possiede la maggior parte delle risorse mondiali. Vuole far ballare il mondo al suo ritmo. Vuole modellare le menti dei giovani in modo da far pensar loro ciò che vuole. Stiamo assistendo a un importante movimento di omogeneizzazione della cultura popolare in cui i media più importanti mandano in scena artisti “pre-approvati”, che sostengono un ordine del giorno “pre-approvato”. C’è un maggiore investimento in gioco: le menti dei giovani. Naturalmente, ci sono delle eccezioni nel settore. Gli artisti ribelli, anti-establishment, hanno sempre attirato tonnellate di tifosi e alcuni riescono ancora ad ottenere qualche successo … ma non con l’aiuto dei mass media. Non più. Il denaro non è l’unica cosa che crea il business.

CONCLUSIONE

Jessie J, “volto nuovo del pop”, non apporta nulla di nuovo nello scenario pop (a parte il viso). Il suo video Price Tag incorpora numerosi simboli legati al controllo mentale degli Illuminati, segni che in precedenza sono stati sfruttati da altri artisti pop. Quanti artisti sono stati beccati da questo sito mentre facevano il simbolo dell’occhio? Decine. Il fatto che gli stessi significati e simboli appaiono in tanti video musicali, a prescindere dall’artista, è la prova definitiva di una struttura di potere nascosta. Il simbolo di sottomissione dell’occhio onnisciente non è il problema principale, comunque. E’ il messaggio che viene promosso e i valori che vengono glorificati che dobbiamo guardare da vicino. Nel caso di Price Tag, gli spettatori sono sottoposti a dei simboli associati alla programmazione Monarch, un metodo di controllo mentale orribile basato sul maltrattamento dei bambini, mentre viene fatta suonare una canzone divertente e orecchiabile in sottofondo. Quindi, credo sia una buona cosa che non si preoccupino del prezzo sul cartellino … perche non se la beve (compra) nessuno!

Fonte