Archivi categoria: Bin Laden è già morto

1 maggio, Beltane: Bin Laden sacrificio rituale occulto

Dopo l’annuncio della morte di Bin Laden, centinaia di persone si sono radunate davanti alla Casa Bianca cantando “USA! USA! “.

E ‘in momenti come questi che si traccia una linea tra i pensatori critici e quelli che si fanno ingannare dai mucchi di stronzate propinate dai media, tra quelli che capiscono la complessità di una situazione e di chi preferisce non sapere, tra coloro che comprendono i motivi di fondo delle élite e quelli che vannno per le strade a cantare “USA! USA! “.

La sera del 1 ° maggio 2011, la dichiarazione di Barak Obama fù trionfale e festosa. Sostenne che, con la morte di Osama Bin Laden, “giustizia è stata fatta”. Il coro dei media fù altrettanto celebrativo: “E ‘un grande giorno per l’America e il mondo” … “La più grande notizia dall’11 settembre ” … “Ricorderemo tutti esattamente dove eravamo quando abbiamo sentito questa notizia “… L’intero “evento” è stato artificiosamente gonfiato, esagerato e glorificato.

Dovrebbe, la morte di un uomo, scaturire tale felicità e festosità? Da quando siamo caduti in una tale barbarie? Perchè è stato lui a perpetrare il piano dell’11 settembre? Anche perchè ha fatto implodere il WTC 7? Accidenti a te Osama e alla tua squadra di ingegneri!

Vi risparmierò l’intero discorso sul fatto che l’11 settembre è stato un inside job, che io sappia la maggior parte dei lettori di questo sito ne sono fin troppo consapevoli. E allora perché dovremmo preoccuparci se Bin Laden è morto o no? È davvero morto? È morto nove anni fa? Chi lo sa veramente? Stiamo vivendo in un’epoca di eventi generati dai media, artificiosamente, completamente inscenati e calcolati. Perchè, allora annunciare la sua morte la sera del 1 maggio? Perché era il sacrificio richiesto, nel “periodo più magico dell’anno”.

BELTANE

Falò durante il Festival di Beltane nel 2004

L’1 maggio (o in americano anche May Day), è stato considerato da diverse culture come una festa importante – soprattutto nei circoli occulti a causa degli allineamenti celesti. Nella tradizione degli Illuminati, è considerato come il secondo giorno più importante dell’anno. Infatti, l’Ordine degli Illuminati di Baviera venne fondato il 1 ° maggio 1776.

In Europa, è chiamata la festa di Beltane, una celebrazione antica gaelica della sessualità, della fertilità … e dei sacrifici di sangue.

  “Presumibilmente, i sacrifici degli animali sarebbero avvenuti ogni Beltane per assicurare la fertilità dei raccolti, tuttavia, ogni cinque anni i Celti delle Highland avrebbero sacrificato gli esseri umani, il gruppo di sacrificati era costituito da criminali condannati e da prigionieri di guerra. Essi avrebbero dovuto essere stati sacrificati dai Druidi, anche se le modalità della loro morte varierebbero. Molti sono stati presumibilmente uccisi dalle frecce, ma le descrizioni dei Celti Gallici descrive grandi falò dove venivano bruciati all’interno di giganteschi uomini di vimini “.
    – Fonte

Le origini della festa di Beltane si può far risalire alla celebrazione del Dio sumero Enlil – che è noto a noi come Baal. Il nome di Beltane (pronunciato “B’yal-t’n”) si dice provenire dalla parola Baal. Le celebrazioni della festa di Beltane sono molto simili agli antichi riti che celebravano Baal.

    “Nella tradizione medio-orientale, Baal venne ucciso e scese negli inferi, dopo di che fù riportato in vita da parte dei poteri della sua sorella-amante, Anat. Baal è dunque associato con i cicli stagionali e l’arrivo della primavera e dei raccolti. Ciò si è riflesso nel festival di Beltane, culminato con il matrimonio simbolico del Dio inverno e Dea primavera (o il re dell’inverno e la regina di maggio). La regina di Maggio, nei festival, rappresentava la figura di madre terra. La parola Baal significa signore o marito. In inverno nell’accoppiamento di Re e Regina di Maggio, terra e cielo vengono riuniti, la fertilità e la vita vengono simbolicamente riaccese negli animali, nelle persone e nella natura “.

– Jane Adams, The Selected Papers di Jane Adams

    “Attraverso l’analogia e attraverso la convinzione che si possano controllare o farsi aiutare le forze della natura grazie alla pratica della magia, particolarmente la magia di tipo simpatetico, la sessualità potrebbe caratterizzare una parte del culto di Baal e di Ashtart. Allusioni post-esiliche al culto di Ba ʿ al Pe’or suggeriscono che prevalevano le orge. Sulle cime di colline e montagne fiorì il culto dei donatori dell’accrescimento, e “sotto ogni albero verde” veniva praticato il libertinaggio necessario a garantire l’abbondanza dei raccolti. Il sacrificio umano, bruciare l’incenso, esercizi violenti ed estatici, gli atti cerimoniali di inchinarsi e baciare, la preparazione dei dolci sacri (vedi anche Asherah), appaiono tra i reati denunciati dai profeti dopo l’esilio, e mostrano che il culto di Ba’Al (e ʿ Ashtart) includono elementi caratteristici del culto semitico (e non semitico) nel mondo, anche se collegati ad altri nomi “.
    – W. Smith Robertson e George F. Moore, Baal

Le antiche credenze e i rituali sono una parte intricata delle pratiche occulte degli Illuminati di oggi. Da quando il loro simbolismo e modus operandi, si stanno lentamente infondendo nella società, i loro rituali segreti vengono condotti su scala mondiale. La popolazione in generale diventa partecipe sorpresa delle loro feste occulte.

CONCLUDENDO

I Mujaheddin sono stati reclutati e formati alla fine degli anni ’70 da Zbigniew Brzezinski, dall’United States National Security Advisor di Jimmy Carter (Brzezinski è oggi il principale consigliere per la politica di Obama). Il gruppo militare fu addestrato dagli Stati Uniti al fine di respingere le forze russe dall’Afghanistan. Bin Laden è stato addestrato dalla CIA per combattere i comunisti e
i talebani che sono un prodotto secondario di questo “movimento” creato dagli Usa.

Dalla caduta dell’Unione Sovietica, Bin Laden e i suoi talebani sono stati a servizio di una nuova agenda: l’invasione dei principali paesi del Medio Oriente con il pretesto di una “guerra al terrore “. Nel 2001, circa 15 minuti dopo che il secondo aereo colpì il WTC, l’immagine di Bin Laden venne mostrata in televisione. Divenne la marionetta ideale e il perfetto boogey-man dell’amministrazione Bush. Questo capro espiatorio ha permesso l’indiscussa invasione dell’Afghanistan, dell’Iraq e anche l’emanazione dell’aberrazione chiamata Patriot Act.

Nel 2011, l’utilità di Bin Laden per l’Agenda ha fatto il suo corso e l’amministrazione Obama aveva bisogno di un exploit per incrementare i propri rating di sondaggio fino alle prossime elezioni. Di conseguenza, il 1 ° maggio 2011, è stata annunciata la morte di Bin Laden con toni di trionfo e giubilo. Attraverso il network formato da CNN, l’NBC, la CBS, l’ABC e  FOX, milioni di telespettatori hanno gioito per la morte di uomo nella stessa maniera in cui le culture antiche si rallegravano per l’offerta di sacrifici umani a Baal. In una versione semplicistica, politicizzata e “Illuminati-friendly” del Festival di Beltane, le masse hanno celebrato il sacrificio rituale di un uomo e, senza nemmeno rendersene conto, partecipavano a una delle feste più importanti degli Illuminati.

Beltane Festival del fuoco 1 maggio

Urrà! Osama è morto, 1 maggio

Fonte

Annunci

Bin Laden, vivo morto X

Winston Churchill espresse giustamente un concetto “la bugia fa a tempo di percorrere mezzo mondo prima che la verità riesca ad infilarsi i pantaloni”. Lo disse prima dell’invenzione della televisione. Sicuramente prima della tv via cavo 24/24 h e della moderna tecnologia globale in grado di comunicare quasi istantaneamente le notizie.

Il proverbio sopra si applica all’ultima bugia di Obama, annunciata alle 11:35 PM EDT riguardo bin Laden, dicendo:

“Stanotte, posso riferire al popolo americano e al mondo che gli Stati Uniti hanno condotto una operazione che ha portato alla morte di Osama bin Laden, il leader di al Qaeda, oltre che un terrorista responsabile della morte di migliaia di uomini, donne, e bambini “.

Mettendo in luce l’11 settembre, ha discusso minuziosamente di tutto, tranne che della verità. Folle in festa davanti alla Casa Bianca, al Times Square e al “ground zero” si rallegrano nella mezzanotte, credendo tranquillamente ad una bugia.

Il 1 ° maggio, i giornalisti del New York Times, Peter Baker, Helene Cooper e Mark Mazzetti titolano, “Bin Laden è morto”

Sempre nello stesso articolo troviamo riportate le parole di Obama: “la mente del più devastante attacco sul suolo americano nell’epoca moderna e l’uomo più braccato del mondo”, l’annuncio della morte è stato dato domenica sera, con il motto “giustizia è fatta”.

Più che da reporter, da cheerleaders, Baker, Cooper e Mazzetti esprimono il loro parere scrivendo che la sua morte è “un momento cruciale nella lotta americana contro il terrorismo, un colpo simbolico essendo d’accordo sulla necessità della persecuzione di di coloro i quali hanno attaccato New York e Washington settembre 11, 2001. ”

Il capodanno è arrivato in anticipo quest’anno in america, festeggiando una bugia, il “gregge disorientato” è stato nuovamente sedotto dall’inganno presidenziale.

Un editoriale dell’USA Today intitolato, “Alla fine, bin Laden è morto”, dice:

“Potrebbero esserci parole più soddisfacenti?”

Il Boston Globe ha evidenziato “un momento di unità” dopo quasi un decennio di guerra, definendo l’annuncio di Obama una “la rivendicazione di una caccia all’uomo che ha coinvolto due amministrazioni presidenziali, oltre che numerose agenzie e innumerevoli agenti dei servizi segreti”.

AP cita Bill Clinton dicendo:

“Mi congratulo con il presidente, il team di sicurezza nazionale e con i membri delle nostre forze armate che hanno condotto Osama bin Laden alla giustizia, dopo più di un decennio di attacchi micidiali organizzati da Al Qaeda”.

John Boehner (R. OH) annuncia: “una grande notizia …”

Nancy Pelosi lo ha definito “storico”.

Il leader democratico in senato, Harry Reid, “(ri)afferma la nostra determinazione a sconfiggere le forze del terrorismo colpevoli degli omicidi dell’11 settembre (9 / 11 vittime) e di migliaia di altri in tutto il mondo.”

Aspettatevi altre cheerladers scatenate, con reportage manipolati dai media, mentre fanno ciò che sanno fare meglio: fornire una notizia sterilizzata e manipolata, non la verità.

SEPARARE LA REALTA’ DALLA FINZIONE

Dopo l’11 settembre 2001, bin Laden è diventato il “Nemico Numero Uno”, la più grande “minaccia alla sicurezza” americana. Infatti, se non fosse esistito, lo avrebbero inventato per vantaggio politico.

Nel marzo del 1985, dopo che Ronald Reagan ha firmato la National Security Decision Directive (NSDD) 166 arma i Mujahideen afghani, l’Inter Services Intelligence (ISI) assume bin Laden per combattere le forze afghane sovietiche come risorsa della CIA. Venne chiamato “Nemico Numero Uno”, usandolo vantaggiosamente in entrambe le occasioni.

David Ray Griffin ha scritto dei libri sull’11 settembre, tra cui “The New Pearl Harbor”, “The 9 / 11 Commission Report”, “9 / 11 e American Empire”, “9 / 11 contradictions”, “Mysterious Collapse of World Trade Center 7, e “Osama Bin Laden: Dead of Alive?”

In un articolo del 2009 sul Global Research, porta argomenti per 2 prove:

(1) Prove obiettive della sua morte:

Dopo il 13 dicembre 2001, i suoi messaggi intercettati regolarmente si sono interrotti.

Il 26 dicembre 2001, secondo un articolo del “giornale pakistano di riferimento”, un funzionario di primo piano dei talebani ha detto di aver partecipato al suo funerale.

Bin Laden, infatti, era malato gravemente ai reni. Nel settembre 2001, il giornalista della CBS News, Dan Rather riferì che fù ricoverato in un Rawalpindi, un ospedale pakistano, il 10 settembre 2001, inolte il giornale Le Figarò dichiara:

“Dubai …. era il luogo di un incontro segreto tra Osama bin Laden e l’agente locale della Cia in luglio (2001). Un partner dell’amministrazione dell’Ospedale americana sostiene che …. (bin Laden) rimase (nell’ospedale di Dubai ) tra il 4 e 14 luglio (e) ricevette visite da molti membri della sua famiglia, così come da sauditi ed Emirati di primo piano. (Durante lo stesso periodo), l’agente locale della Cia, noto a molti a Dubai, è stato visto prendere (nell’ospedale), l’ascensore principale dirigendosi verso la stanza di bin Laden. ”

Nel luglio del 2002, la CNN riferì che le (sue) guardie del corpo erano state catturate nel febbraio dello stesso anno, aggiungendo: ‘Fonti ritengono che se le guardie del corpo fossero state catturate, bin Laden, l’uomo più ricercato del mondo, sarebbe ormai cadavere. ”

Infine, nonostante Washington offrisse $ 25 milioni di ricompensa per informazioni che portassero alla sua cattura o alla sua uccisione, nessuno si fece avanti.

(2) Testimonianze della sua morte:

Nel 2002, “persone influenti” sapevano che era morto inclusi:

– Il presidente Musharraf in Pakistan;

– Il Capo dell’antiterrorismo dell’FBI Dale Watson;

– Oliver North dicendo: “Sono certo che Osama è morto …. e con lui tutti gli altri ragazzi con cui ero in contatto”;

– Il presidente Karzai in Afghanistan;

– L’intelligence israeliana dicendo che i supposti messaggi di Bin Laden fossero falsi

– L’ISI” pakistana conferma, la morte di Osama bin Laden …. e imputa la volontà di nascondere la verità (da parte degli Americani) al fatto di voler usare la questione di al Qaeda e del terrorismo internazionale per invadere l’Iraq. ”

Altri elementi probatori includono un’ex agente della CIA, Robert Baer, che disse alla National Public Radio (NPR): “Certo che è morto!”

Successivamente, nel marzo 2009, ” Un ex funzionario del Foreign Service, Angelo Codevilla, pubblicò un saggio nell’American Spectator dal titolo ‘Osama bin Elvis'”, dicendo:

“Sette anni dopo l’ultima prova che (bin Laden) sia ancora in vita, ci sono più prove dell’esistenza di Elvis”.

Griffin ha anche affrontato l’argomento dei falsi messaggi video, dicendo che la tecnologia avanzata di oggi può ingannare gli esperti, ma non tutti.

Per anni, i nastri di bin Laden sono emersi in momenti strategicamente giusti. Si consideri quello di Venerdì 7 Settembre 2007 sorpresina pre 6° anniversario dell’11 settembre. Neal Krawetz della Hector Factor , un esperto di immagine digitale forense, ha detto che era pieno di difetti audio video e di scarsa qualità, un falso probabile.

Colpisce anche la barba di bin Laden, che era grigia nelle immagini recenti…in questa, diventa nera. Inoltre, vestiva con una camicia ed un cappello bianco, cosi come con un maglione giallo, lo stesso abbigliamento del video del 29 Ottobre 2004. Inoltre, l’angolazione della scrivania della telecamera e dell’illuminazione erano la stessa.

Krawetz osservò che “se si sovrappongono i volti nei video del 2004 e del 2007, di Bin Laden sono identici (non è quindi invecchiato).” Solo la sua barba era più scura, e il contrasto dell’immagine più adeguato. Vi sono state modifiche che mostano nel video giunzioni, almeno sei in tutto il video. Sembrava anche che l’audio fosse una composizione di più tracce mescolate ad hoc, rendendo Krawetz sospettoso del fatto che fosse stato usato un imitatore vocale.

UN COMMENTO FINALE

Chiare evidenze dimostrano che bin Laden è morto anni fa, probabilmente nel dicembre del 2001. Tuttavia, la vera informazione è stata nascosta per perseguire la “guerra al terrore”.

Come risultato, il “Nemico Numero Uno” è stato utilizzato per alimentare la paura come pretesto per le guerre imperiali in Afghanistan, Iraq, Pakistan, Libia, forse programmandone altre ancora, assieme a numerose “collaborazioni” in Somalia, Yemen, Bahrain, Palestina, Africa Centrale, Colombia , e altrove.

Griffin scrisse il suo libro su Bin Laden, nella speranza di accorciare queste inutili guerre. Ha anche portato allo scoperto “I nastri falsi di Bin Laden (usati come) una parte di una vasta operazione di propaganda …. favorendo la militarizzazione dell’America e la sua politica estera”, mentre le esigenze popolari sono state abbandonate nel dimenticatoio.

L’ultima bugia di Obama lascia invariata l’agenda imperialista della sinistra. Infatti, il suo annuncio tenta di rafforzare un improbabile sostegno pubblico per ciò che è chiaramente oggi impopolare, dicendo:

“Pensate di nuovo al senso di unità che prevaleva l’11 settembre”, esorta la gente a mostrarsi di nuovo a vivere la sua vità felicemente ignorando i danni che il militarismo ha provocato al benessere, alla libertà e al futuro della popolazione.

Aspettiamoci invece, nuovi finanziamenti per la guerra, Obama è indifferente ai bisogni del suo popolo come i repubblicani estremisti. Ed è pure un bugiardo incallito.

Fonte