Archivi Blog

Un approfondimento sui pilastri della cattedrale di St. John the Divine

Il precedente articolo pubblicato su questo sito, dal nome Cattedrale di Saint John The Divine, descrive il simbolismo occulto dell’edificio e il suo ruolo negli sforzi per promuovere una religione mondiale unica. Probabilmente, la parte più scioccante di questo articolo sono le immagini delle colonne, concepite nel 1997, le quali raffigurano la distruzione della città di New York (tra cui le Torri Gemelle). La Chiesa fu intitolata a San Giovanni, l’autore del Libro dell’Apocalisse.

Le colonne sono piazzate sotto figure di Santi vicino all’entrata

L’articolo originale mostra solo 2 di queste colonne (le altre non erano visibili al momento degli scatti). Da allora, tuttavia, gli altri pilastri sono visibili e il loro simbolismo è fortemente esoterico e misterioso. Eccole (in nessun ordine particolare).

Pubblicato nell’articolo precedente, questo pilastro raffigura una New York apocalittica che sta per essere travolta da enormi onde (L’Uragano Sandy?)

Anche questa immagine è stata pubblicata nell’articolo originale e mostra la distruzione del ponte di Brooklyn. Sotto c’è la Borsa di New York e persone che commerciano in beni. Si tratta di un riferimento alla Babilonia della Rivelazione?

I cavalieri dell’apocalisse?

Una scena raffigurante la nascita di un qualche tipo di fiore, circondata da mummie e, soprattutto, da un agnello con le zampe legate. Chi sta nascendo? È l’anti-Cristo dell’apocalisse il quale salirà dalla Terra e avrà due corna come un agnello”? Sotto c’è un vortice a spirale (a simboleggiare il cambio di coscienza?) E delle persone che apparentemente lodando o adorano la figura

Il pilastro che simboleggia la morte con la “ruota in mezzo ad un’altra ruota, con occhi tutto intorno” dalla visione di Ezechiele.

Il pilastro con l’Albero della Vita cabalistico. L’Apocalisse è stata codificata con la numerologia cabalistica per nascondere il suo significato esoterico.

Anche l’uomo al di sopra dell’Albero della Vita è insolito per una cattedrale. Mostra l’occhio che tutto vede e indossa un enorme amuleto di quarzo, che si dice abbia proprietà magiche e metafisiche.

 

Annunci

Il mistero di due culture gemelle: Gli Egizi e gli Inca

Gli antichi egizi (in Africa) e gli antichi pre-Incas/Incas (in Sud America) sono due civilità che si sono sviluppate ed evolute ai lati opposti del mondo e non sono mai entrate in contatto tra loro, eppure, entrambe le culture, possedevano misteriosamente la stessa arte, architettura, simbolismo, mitologia e religione. Gli studiosi di epoca vittoriana, di fronte a questo enigma, conclusero che entrambe le culture sono figlie, di quel periodo aureo in cui vissero gli Atlantidei. Oggi le analogie tra Egizi ed Inca non solo vengono ignorate dagli studiosi americani e occidentali, ma sono pure soppresse.

Molte analogie sconcertanti e irrisolte collegano gli antichi Egizi ai pre-Incas/Incas -anche se entrambe le culture si sono evolute ai lati opposti del pianeta, separate dagli oceani.

Gli studiosi di epoca vittoriana, di fronte a questo enigma, ritennero che entrambe le culture ereditarono la stessa saggezza da una fonte estremamente vecchia, una “civilità madre” comune, di cui la storia si è quasi dimenticata del tutto. Per i vittoriani questa ipotesi spiegherebbe bene i paralleli presenti tra questi due popoli. Gli studiosi vittoriani hanno chiamato questo genitore comune “Atlantide”.

Oggi, gli studiosi mainstream rifiutano categoricamente la teoria di Atlantide, mostrando pure un certo grado di ostilità. I paralleli continuano infatti a rimanere ignorati.

Tuttavia non vennero ignorati in epoca vittoriana. In effetti, le menti dei più brillanti studiosi del passato credevano che Atlantide fosse reale, ecco il perché:

PIRAMIDI

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas… costruirono piramidi di pietra e piramidi a gradoni nel deserto lungo i fiumi e in linea con i punti cardinali. In entrambi i casi, i defunti venivano sepolti all’interno.

MUMMIE

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…mummificavano i loro morti, a simboleggiare la vita oltre la morte. Le mummie furono sepolte dentro le piramidi, spesso con offerte di cibo e oggetti personali. Entrambe le culture credevano nella vita oltre la morte.

MUMMIE CON LE BRACCIA INCROCIATE

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…incrociavano le braccia dei loro morti mummificati. Questo serviva per simboleggiare lo stato di “equilibrio” nella morte, raggiunto grazie ad una vita equilibrata. Le due braccia indicano gli opposti in equilibrio.

LE MASCHERE FUNERARIE D’ORO

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…ponevano maschere d’oro sopra i volti dei loro morti, a simboleggiare il ritorno all’eternità, “all’altra parte” del velo, alla più alta casa nei cieli, la quale è eterna e spirituale, a differenza della terra, che è temporanea e fisica. Si trasmette anche, in senso alchemico, l’idea che, mentre erano qui, queste anime eterne abbiano preso il controllo della loro forma umana trasformandola in oro.

COLLANE CON ANIMALI ANTITETICI

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…ornavano i loro morti con collane d’oro le cui estremità sono formate da animali a due teste rivolte verso l’esterno, a simboleggiare l’equilbrio tra la nostra natura umana e quella animale. Questo stato d’”equilibrio” è il risultato della trasformazione alchemica, ecco il perchè dell’oro.

SIMILITUDINI NELLA LAVORAZIONE DELLA PIETRA

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…lavoravano in maniera molto simile la pietra, anche nei minimi dettagli. Come può essere spiegato?

LIVELLO DI PRECIONE NEL SCOLPIRE LE PIETRE

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…tagliavano la pietra in maniera straordinariamente precisa, tanto che a tutt’ora è difficile inserire un foglio di carta in mezzo alle pietre. Spesso non venne utilizzata malta. Questo simboleggia il tentativo di ottenere la perfezione o di avvicinarsi ad essa, elevandosi verso lo spirituale, l’eterno, la nostra casa celeste.

PORTE TRAPEZIOIDALI

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…costruivano porte trapezoidali, che significano il progresso spirituale. Il trapezio è simile a un triangolo, che denota l’ascensione e la trascendenza spirituale. La porta trapezoidale venne utilizzata da molte culture antiche. Essa riguarda una sorta di stato futuro dell’umanità verificatosi già in un lontano passato, quando la gente era tranquilla e aveva raggiunto il nirvana. Questa porta è il simbolo della grande saggezza, una volta posseduta dai nostri antenati.

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…disegnarono due serpenti simmetrici sopra l’ingresso delle porte trapezoidali. Qui vi è l’idea di bilanciare le energie opposte, tramite questi animali gemelli in equilibrio simmetrico. Questa immagine dell’”opposto equilibrato” sembra essere l’”ideale” che veniva insegnato accedendo ai templi di cui queste porte erano le entrate.

TESCHI ALLUNGATI

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…… allungavano i teschi dei loro figli per affinare i sensi e migliorare la visione spirituale. Questa pratica, apparentemente bizzarra non ha destato neppure il minimo scalpore tra gli studiosi.

OBELISCHI (CON GEROGLIFICI)

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…… costruirono ed eressero obelischi sacri come simbolo del potere maschile, della fertilità, della nascita, della longevità e della forza. Gli obelischi erano molto rispettati: erano tra i punti di riferimento più venerati.

TEMPLI A PROVA DI TERREMOTO

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…costruirono edifici antisismici utilizzando lo stesso tipo di design (inclinazione verso l’interno), che ha resistito alla prova del tempo.

RELIGIONE SOLARE

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…utilizzarono il simbolismo solare come parte distintiva della loro religione, che era sostanzialmente identica. In Egitto la divinità solare era Ra, in Perù la divinità solare era Inti. In entrambe le culture, tu sei la divinità solare, il sole è il tuo simbolo, la tua anima. Tu sei un sole. Tu sei un sole eterno divino. L’essere umano si è incarnato volontariamente nella materia, ma ora ha dimenticato il suo Sé spirituale, perdendo la via per casa.

SIMBOLOGIE SOLARI PARALLELE

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…usavano divinità animali in pose simmetriche le quali fiancheggiavano un emblema solare posto al centro. Proprio come il sole equilibria perfettamente l’inverno e l’estate, ovvero le stagioni estreme… è di vitale importanza, per i nostri soli interiori (il sole simboleggia la nostra anima eterna o Sé) di bilanciare le nostre energie positive e negative gemelle come gli istinti, appetiti, ecc, al fine di rimanere in equilibrio e in armonia con la natura.

UN ANIMALE IN FRONTE

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…ponevano sulla fronte un animale per evocare il potere del Terzo Occhio. Entrambe le culture capirono che siamo in grado di creare uno stato di trance in cui è possibile “risvegliare” “l’occhio della mente”, il nostro cosiddetto “occhio interiore”, o “Terzo Occhio”, un simbolo di illuminazione spirituale che si trova in fronte, sopra e tra i due occhi, esattamente dove l’animale si trova nell’immagine qui sopra.

SIMBOLO DELLA CROCE (CHAKANA/ANKH)

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…utilizzarono il design a gradini, che simboleggia l’ascesa graduale dell’iniziato da uomo comune ad essere umano asceso. Roma non fu costruita in un giorno, non si trova il proprio “Cristo interiore” o “Buddha interiore” in un solo giorno. L’ascensione richiede tempo e impegno.

TRITTICO – I TEMPLI A 3 PORTE

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…costruirono gli stessi templi a trittico. Il design a Trittico è un fenomeno presente in tutto il mondo architettonico e che simboleggia la stessa religione universale praticata in tutto il mondo antico. La religione si basa sull’”equilibrio degli opposti”. Le porte doppie esterne simboleggiano gli opposti (la nostra natura inferiore suddivisa in parte sinistra e destra ), mentre la porta di mezzo simboleggia il punto centrale dell’eternità (il Sé superiore). Il Trittico venne poi ereditato dai costruttori delle cattedrali gotiche, i massoni.

CHIUSURE IN METALLO

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…scolpivano pietre che venivano poi unite insieme grazie all’utilizzo di fermagli metallici. Quali sono le possibilità che questa tecnica si sia evoluta, dopo milioni di anni di evoluzione umana, nello stesso esatto tempo (più o meno 1000 anni) ai lati opposti del globo?

ICONE DELLA DIVINITA’ CON IL BASTONE

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…veneravano l’icona di un dio con la staffa che non è altro che il crocifisso perduto dell’antica religione universale. Non ancora documentato dagli studiosi, l’icona del dio con la staffa si trova ovunque in tutto il mondo antico e simboleggia l’uomo perfetto.

BARE ANTROPOMORFE

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…progettarono bare antropomorfe per i defunti e somigliavano agli dei o agli eroi locali che hanno sconfitto la morte e hanno vissuto per raccontarlo. Questo è l’esempio che le masse dovevano seguire: noi tutti dobbiamo sfidare la morte (alla fine) e cercare di trovare la vera eternità al nostro interno.

CERCHIO SOLARE/TERZO OCCHIO IN FRONTE

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas..disegnavano un cerchio in fronte per indicare la posizione del terzo occhio.

UN’IMMAGINE SOLARE A DECORAZIONE DEL TERZO OCCHIO

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas..decoravano il terzo occhio con immagini del sole. Il sole è un occhio nel cieli, molte antiche civiltà raffigurarono il sole come un occhio, non solo gli egiziani e gli Inca.

SIMBOLO DELL’OCCHIO

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas..raffiguravano il “simbolo dell’occhio solare”, sia associando il sole all’occhio e viceversa. Entrambe le culture sapevano che l’occhio (l’occhio della mente o Terzo Occhio) vede il sole interiore (l’anima interna).

ARCHITETTURA MEGALITICA

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas..costruirono i loro templi più importanti utilizzando pietre massicce dal peso di centinaia di tonnellate.

BARCHE COSTRUITE CON CANNE

ia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas… costruirono imbarcazioni di canne

DIVINITA’ FLUTTUANTI

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…dipinsero divinità fluttuanti

SIMBOLI FALLICI

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…scolpirono simboli fallici e gli associarono alla fertilità.

SPIRALI

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…raffigurarono spirali per simboleggiare il nostro ingresso / uscita da / per il mondo materiale / spirituale.

TEMPLI ELABORATI

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…costruirono templi simili.

SERPENTI SIMMETRICAMENTE BILANCIATI

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…utilizzarono la simmetria nella maggior parte della loro arte, bilanciando idealmente i due opposti della natura umana.

ARTE SIMMETRICA

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…crearo opere artistiche molto simili tra loro, raffiguranti simbolismo esoterico e una forte dose di simmetria.

GEROGLIFICO DI ATEN (UN CERCHIO CON UN PUNTINO ALL’INTERNO)

Sia gli antichi Egizi che gli antichi Pre – Incas/Incas…raffigurarono la loro divinità solare come un cerchio con un punto all’interno, ovvero un simbolo del Sè in entrambe le culture.

INDIZI DI ATLANTIDE

Gli Incas e gli egiziani sono due civilità profondamente simili. Dopo aver scoperto molti di questi paralleli, gli studiosi vittoriani credettero che le due culture erano figle della stessa cultura madre ancestrale o Cultura dell’età dell’oro “Atlantidea”.

Seguendo Platone e alcuni degli storici classici, pensarono che Atlantide sprofondò nell’oceano Atlantico a seguito di una sorta di alluvione/catastrofe, ma crearono degli avamposti su entrambi i lati dell’Oceano Atlantico in modo da preservare la loro cultura.

Né gli egiziani né gli Inca entrarono mai in contatto tra loro, tuttavia condividono una comune patrimonio culturale.

Gli studiosi occidentali e le istituzioni accademiche stanno grossolanamente ignorando Atlantide. Peggio ancora, sopprimono le prove e il mistero che circonda questi bizzarri parallellismi culturali tra Inca ed Egizi (forse perché sanno che questi paralleli conduranno dritto ad Atlantide).

Dobbiamo ricordare che questi parallelismi egizi / Inca erano chiari come il sole all’epoca degli studiosi vittoriani. Dal beneficio di questa prospettiva possiamo dunque vedere come queste somiglianze molto profonde non vengono solo ignorate, vengono pure soppresse.

Perché gli studiosi vogliono infangare queste prove?

L’INSABBIATURA ACCADEMICA

Questi studiosi/storici/archeologi mainstream, sono persone fondamentalmente oneste e laboriose che svolgono il compito straordinariamente complesso di dissotterrare reperti del nostro antico passato.

Il problema è che sono bloccati in un particolare paradigma che vede la nostra società come se fosse il vertice e il culmine della storia umana. Considerano la storia come un semplice processo evolutivo, dall’uomo delle caverne alla civiltà altamente tecnologica di oggi, che nella loro mente è la “migliore”.

Sono bloccati al 100% su questa idea “evolutiva” riguardo il funzionamento della storia e quindi, è molto difficile per loro accettare che nel profondo del passato esisteva una civiltà o Età dell’Oro, molto più avanzata della nostra, spiritualmente, psicologicamente , tecnologicamente e che era in grado di fare cose di cui noi non siamo più capaci.

L’evoluzione culturale è la lente attraverso cui loro guardano la realtà: respingeranno quindi, qualsiasi prova anomala o troveranno spiegazioni plausibili per qualsiasi fatto discordante dalla loro idea di realtà.

Inoltre, essere uno “studioso” o un “accademico” è un lavoro, una professione, che fa parte di una struttura più grande. Se si desidera ottenere un lavoro come “studioso” o come “accademico” e se volete essere pubblicati o vincere borse di studio o fare carriera è assolutamente necessario adeguarsi a tale mentalità, il che significa arrendersi al paradigma evolutivo.

Ma chi è che controlla il flusso delle informazioni?

IL GOVERNO INVISIBILE

Controllando le principali istituzioni accademiche e mediatiche, un gruppo elitario notevolmente ricco di potenti famiglie sta nascondendo con successo la verità sul nostro passato. L’obiettivo di questo gruppo è quello di mantenere un sistema segreto globale di tirannia economica e politica che i loro antenati fondarono più di un secolo fa, chiamato “governo invisibile” dai leader americani.

Più in particolare, questa élite sta cercando di nascondere il fatto che una volta, nella più remota preistoria esisteva una civilità altamente sofisticata. Questa civiltà terminò bruscamente, ma si lasciò alle spalle una dottrina fortemente spirituale, che venne poi ereditata dalle prime civiltà conosciute al mondo.

Le prime culture del mondo che ereditarono e misero in pratica questa dottrina spirituale, o “Religione Universale,” tramite il processo considerato accademicamente un tabù, denominato “Iperdiffusionismo”, un termine peggiorativo del 20 ° secolo recentemente inventato dai media dell’establishment e del mondo accademico:

“Iperdiffusionismo – la teoria secondo cui tutte le culture hanno avuto origine da una singola civilità. Gli iperdiffusionisti negano che vi siano state notevoli evoluzioni parallele o invenzioni indipenti nel corso della storia, essi sostengono che … tutte le culture possono essere ricondotte ad una sola. ”

– Wikipedia

Denunciando e quindi indebolendo, qualsiasi studio accademico anche lontanamente legato al cosiddetto modello “iperdiffusionista”, un modello che è stato ampiamente accettato dagli studiosi dei secoli passati, l’élite è riuscita a mantenere la Religione Universale fuori dalla nostra portata. In questo modo ci hanno impedito di accedere ad una profonda saggezza, che avrebbe il potenziale di risvegliare l’umanità e di conseguenza, di abbattere gli illuminati.

Il presente articolo ha presentato un solo esempio di iperdiffusionismo. Si tratta di una analisi della cultura egiziana, una civiltà altamente avanzata, che fiorì lungo il fiume Nilo in Africa, in maniera molto simile ad un’altra cultura presente dall’altra parte del globo, ovvero quella pre-Inca e Inca, che fiorì nella regione andina del moderno Perù.

Quello che avete visto è la prova che la religione universale era presente presso le due sponde opposte dell’Oceano Atlantico, apparentemente instillata dalla stessa cultura Atlantidea. La cosa più importante, da sottolineare ancora una volta, è che la religione universale non è una finzione, essa infatti comprende verità spirituali profonde ed eterne che spiegano chi siamo, da dove veniamo, dove stiamo andando e il significato della vita stessa.

Fonte

 

La Religione Universale nella Massoneria

L’occhio con il triangolo, posto sopra una piramide tronca, sul retro della banconota da $ 1, è una testimonianza massonica di una antica “religione universale” che fiorì in tutto il mondo. I resti di questo culto sono ancora visibili nelle rovine piramidali e nei simboli dell’occhio di svariate civilità. Le piramidi erano templi dove i credenti praticavano un potente rituale mistico chiamato “Risveglio del terzo occhio”, censurato dalla Chiesa per lungo tempo, ma protetto e tramandato dalle società segrete occidentali.

A sinistra: Il massone George Washington indossa un grembiule massonico con il Terzo Occhio al centro. 
A destra: Un occhio in un triangolo luminoso è parte del Gran Sigillo statunitense

I padri fondatori americani, erano massoni o conoscevano i principi dell’ordine ed impressero il “Segreto Perduto” dell’Ordine, all’interno del gran sigillo. Questo “Segreto perduto” è un’antica religione universale, ormai persa nel tempo, ma ancora visibile nelle rovine delle prime civiltà, dove vediamo un chiaro e coerente modello tra piramidi e simboli di occhi:

Foto delle rovine della piramide del sole + un occhio incavato in un muro, TEOTIAHUACAN, MESSICO

Piramidi egiziane + rappresentazione dell’occhio Saqqara, Egitto

Rovine di una piramide + rappresentazione artistica di un’occhio, cultura Mound, OHIO, USA

Rovine di una piramide + occhio, Nazca, Perù

Rovine della piramide di El Castillo + simbolo dell’occhio, Chichén Itzá, Messico

Rovine di una piramide + gigante con terzo occhio, Sicilia, Italia

Rovine della piramide del sole + terzo occhio, Trujillo, Perù

Come esseri umani “postdiluviani” abbiamo ancora accesso a questo organo atrofizzato, che venne identificato da alcuni scienziati del 19° e del 20° secolo con il nome di ghiandola pineale:

“Una piccola … appendice conica presente nel cervello di tutti i vertebrati craniati che in alcuni rettili ha la struttura essenziale di un occhio … è ritenuta un terzo occhio rudimentale, un organo endocrino, o la sede dell’anima …” (Webster’s Ninth New Collegiate Dictionary)

Il filosofo francese René Descartes (1596-1650) descrisse la ghiandola pineale come la “sede dell’anima”, definendola il ponte che collega l’anima al corpo dell’uomo.
I lettori che hanno familiarità con le religioni orientali si ricorderanno che il Terzo Occhio era anticamente presente in India, in Cina e nel Sud-Est Asiatico, dove l’induismo, il buddismo e il taoismo la facevano da padrone.
Più di un idea “religiosa”, il Terzo Occhio è un’arcaica tradizione “spirituale”.

IL PUNTINO BINDI NELLE FRONTI DEGLI INDU

Il Terzo Occhio, chiamato “Urna” o “Trinetra”, viene contrassegnato da un punto nel mezzo della fronte.

Chiudendo gli occhi, è possibile aprire il terzo occhio, così da poter osservare e conoscere la propria anima. In Oriente, il risveglio del terzo occhio è possibile attraverso lo Yoga, in particolare grazie al Kundalini Yoga, che insegna l’esistenza del cosiddetto ajna chakra o chakra del terzo occhio. Kundalini in sanscrito antico significa “illuminazione” e si riferisce alla luce derivante dal risveglio del vostro Terzo Occhio e dal ricordo di se stessi (vale a dire, essere in comunione con la propria anima).
Questa “unione con Dio” venne considerata blasfema dalla cristianità occidentale per circa un migliaio di anni diventando, durante l’inquisizione, un peccato punibile con la morte.

Sopra a sinistra: Il risveglio del Terzo Occhio attraverso il Kundalini Yoga. In alto a destra: Il Caduceo, popolare in tutta l’Europa medievale, è un simbolo arcano del Kundalini Yoga.

La tradizione vuole che il modo corretto per attivare il terzo occhio sia quello di “equilibrare” due canali “opposti” (ida e pingala) attorno ad un asse centrale e verticale chiamato sushumna. Questo equilibrio degli opposti crea una terza forza che gli unisce e risveglia il Terzo Occhio permettendoci di vedere la nostra vera essenza, chi siamo veramente.

“Non hai un’anima, sei un anima. Hai un corpo.” (C. S. Lewis)

Questa terza forza “centrale” e “equilibrata” è il numero tre, il suono Aum, intonato dai mistici orientali. Il simbolo Aum somiglia ad un 3, a sottolinare l’equilibrio degli opposti:

Sopra: Il simbolo dell’Aum simile al numero 3, risulta di estrema importanza anche nella massoneria. 

Il numero 3 è fondamentale in massoneria:

“… Nella massoneria il numero tre è il più importante … e lo troviamo in ogni nostro rituale…” (Jeremiah How, The Freemason’s Manual, 1881)

“Ovunque tra gli antichi il numero tre fu ritenuto il più sacro dei numeri … In tutti i misteri, dall’Egitto alla Scandinavia, troviamo un rispetto reverenziale per il numero tre … In Massoneria, la terna è il più sacro di tutti i numeri mistici.“ (Albert Mackey, Enciclopedia della Massoneria, 1879)

Il Terzo Occhio viene ampiamente utilizzato in Oriente, appare in varie discipline (Yoga, Buddismo Ch’an, Karate, Qigong e Aikido). L’idea del Terzo Occhio, però, è del tutto estranea all’Occidente. Nonostante viviamo nell’ ”era dell’informazione” della globalizzazione, viene considerato come qualcosa di strano e diverso dalla nostra cultura, un enigma che riguarda unicamente le religioni orientali. Come è possibile? Che dietro vi sia l’ennesimo sforzo da parte dell’elite di censurare un simbolo ricco di informazioni e saggezza?

IL GRANDE SEGRETO MASSONICO DEL TERZO OCCHIO

L’immagine di un occhio è comune tra le società segrete occidentali. L’occhio è uno dei simboli chiave della massoneria. E’ visibile inciso o disegnato nei templi massonici e sui grembiuli, tuttavia, non sta a simboleggiare Dio; è un riferimento al Terzo Occhio nascosto in mezzo alla fronte di ogni essere umano.

L’occhio è presente anche sulle “Tracing Boards” massoniche, secolari disegni didattici presenti in tutte le logge, utilizzati per formare gli iniziati (vedi sotto). Risalente a più di due secoli, la “Tracing Board” è una delle ultime vestigia di autentica intatta e inalterata saggezza massonica.

Sopra: il “Masters Carpet”, in una illustrazione del Masonic Monitor del 1820, include i simboli fondamentali della Massoneria: il Sole, la Luna e l’Occhio Mistico.

Il nostro sguardo viene subito attratto dall’occhio in alto e al centro della raffigurazione. In pochi però fanno caso ai due lati, in cui si possono vedere una coppia di pilastri su cui svettano il sole e la luna, nel Kundalini Yoga, sono i canali Ida Pingala.

Non significa forse che possediamo un Terzo occhio nascosto? E che lo possiamo risvegliare?

L’OCCHIO ALL’INTERNO DEL TRIANGOLO

Il simbolo massonico dell’occhio all’interno di un triangolo sopra una piramide tronca non è forse una riminescenza delle antiche piramidi e del simbolo del Terzo Occhio, le cui tracce si possono ritrovare in quasi tutte le antiche rovine delle civiltà passate?

Sopra: Il lato posteriore del Gran Sigillo mostra come “Risvegliare il terzo occhio” fosse il concetto fondamentale della religione universale praticata dagli antichi popoli piramidali.

I massoni chiamano l’occhio “Occhio che tutto vede”, senza capirne a fondo il reale significato. Altri, in maniera semplicistica, lo chiamano “Occhio di Dio”, in entrambi i casi, queste moderne descrizioni ci forniscono ben pochi indizi sul suo reale valore. Più di una manciata di autori e ricercatori sostengono la tesi che l’occhio che tutto vede rappresenta il terzo occhio presente in ogni uomo e in ogni donna.
Il famoso scrittore e massone americano Mark Twain, scrivendo nel 1899, sull’occhio che tutto vede, non lo descrisse come l’occhio di qualche entità distante, ma come un dono tangibile che chiunque può utilizzare:

“L’occhio comune vede solo la parte esteriore delle cose, e giudica in base ad essa, l’occhio che tutto vede invece, attraversa le cose leggendo cuore e anima, trovando lì capacità che all’esterno non sono percepibili e non rilevabili da chi sprovvisto di questo dono. “ (Mark Twain, famoso scrittore e massone americano, 1899)

Il Dr. Buck fornì anche una descrizione fisica del Terzo Occhio e collegò l’abilità di “controllarlo” al terzo grado della Massoneria:

“Venne chiamato “Terzo Occhio”. Gli antichi indu lo chiamarono Occhio di Shiva… E’ atrofizzato e quindi latente nell’individuo medio… L’occhio di Shiva è, infatti, un occhio che tutto vede; attraverso quest’ultimo è possibile annullare i concetti di spazio e tempo sul piano fisico… Un vero Maestro [Massone], quindi, ha l’Occhio di Shiva. La ghiandola pineale, dormiente in altri, in lui è attiva… “ (Dr. J.D. Buck, Mystic Masonry)

Se Buck affermasse il vero e cioè che praticare una dottrina occulta orientale, fosse parte dell’insegnamento massonico, risulterebbe anche chiara la forzata segretezza a cui è stata costretta la massoneria in Europa. A causa del potere e della brutalità dell’Inquisizione, così come per il suo obiettivo dichiarato di distruggere gli eretici, i massoni non ebbero altra scelta che nascondersi, al fine di preservare le loro tradizioni conoscenze e riti sul terzo occhio.
Nel suo libro del 1918, Le meraviglie del corpo umano, il dottor George Washington Carey ci dice:

“… L’occhio che tutto vede … Questo è l’occhio della massoneria, il terzo occhio. Mentre so per certo che ben pochi massoni capiscano il significato dei loro stessi simboli, resta il fatto che li usano… “

L’idea che il cosiddetto “Occhio che tutto vede” sia in realtà il Terzo Occhio continua ancora oggi.
Nella loro libro, The Uncommon Vision of Sergei Konenkov, 1874-1971,, pubblicato dalla Rutgers University Press nel 2000, gli studiosi John BowltWendy Salmond, e Marie Turbow spiegarono:

“La Grande Piramide è un simbolo occulto centrale che viene spesso raffigurato assieme all’”occhio che tutto vede” o “terzo occhio”al suo interno. In questa forma è il simbolo della massoneria mistica.”

Nel suo libro del 2006, Eden, l’autore ed esoterista contemporaneo, Dr. Jeffries Joye Pugh, spiega:

“L’Ordine della Massoneria riconosce l’ Occhio che tutto vede come L’occhio della grande saggezza. Si narra, che questa grande saggezza, conceda a coloro che cercano i sacri misteri, l’illuminazione, la visione del proprio Sé e la conoscenza intuitiva. Il contatto con questa grande saggezza avviene attraverso il Terzo Occhio (ghiandola pineale) situato all’interno della fronte.”

CONCLUDENDO Oggi, purtroppo, la Massoneria deride e si dissocia da queste idee. Il terzo occhio e i relativi concetti mistico/esoterici vengono scartati e negativamente etichettati come “occultismo”. Perché? La risposta è semplice: queste dottrine sembrano eliminare il Dio dell’antico testamento dall’equazione, migliorando l’uomo attraverso la forza della sua stessa divinità interiore. Questo non sta bene a molti massoni moderni, ma, come sappiamo, nel passato, alcuni massoni altamente educati ed addestrati, tra cui diversi noti autori e studiosi, erano convinti che tali idee sul terzo occhio fossero parte integrante del loro ordine e che il moderno sistema massonico fosse di fatto corrotto.

Fonte

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

That Poppy: La Youtuber sotto controllo mentale degli Illuminati

Il canale di YouTube di un artista chiamato “That Poppy” ha mistificando per anni gli spettatori. Dietro la stranezza dei suoi video vi è una storia inquietante: il controllo mentale di una giovane pop star.

Dopo aver ricevuto diverse e-mail che mi chiedevano di analizzare il canale di That Poppy, mi sono seduto e mi sono guardato decine di video sul suo canale YouTube. L’esperienza e` stata, a dir poco, sconolgente. Passare più di un paio di minuti a guardare questa ragazza che parla in un tono infantile e robotico, ripetendo parole e frasi specifiche, porta rapidamente a pensieri come: “Che cosa sto facendo della mia vita?” e “Ho di meglio da fare”.

Ma That Puppy non è una personalità casuale di YouTube che sta semplicemente cercando successo. È un artista musicale reale sotto contratto con la Island Records (di proprietà di Universal). I suoi singoli Lowlife and Money sono stati fortemente promossi dall’etichetta e hanno ottenuto ascolti significativi sia in radio che in Tv.

Mentre il suo canale ufficiale VEVO contiene i pochi video musicali che ha pubblicato con la Island Records, That Poppy ha anche un canale YouTube separato dove vengono caricati regolarmente video bizzarri e assurdi. Ad esempio, questo video è “That Poppy” che ripete “I’m Poppy” per oltre 4 minuti.

Molti di questi video sembrano satirizzare sulle stelle di YouTube che cercano in tutti i modi di ottenere likes e subscribers utilizzando la loro fama per vendere i loro prodotti. Tuttavia, progredendo nel video, i temi associati al controllo mentale Monarch e all’elite occulta satanica cominciano ad emergere. Attraverso sottili indizi tracciati in tutti i suoi video, vediamo che Poppy viene introdotta al lato oscuro dell’industria … mentre viene spogliata di ogni vestige della sua umanita`. La sua voce robotica e la costante ripetizione di parole chiave specifiche ricordano le pratiche di programmazione neuro-linguistica (PNL), che portano lo spettatore a chiedersi: “Mi sto facendo fare il lavaggio del cervello da That Poppy?”.

Quello che rende questi video ancora più inquietanti è che stanno diventando più oscuri, col progredire di That Poppy – l’artista musicale – nelle profondita` dell’industria musicale.

Guardiamo ai temi più importanti del video – che sono i temi preferiti del settore dello spettacolo. Certo, non analizzero` le decine di video visti … sarebbe come fare un video di 30 minuti di una ragazza che suona un piccolo xilofono.

CONTROLLO MENTALE

Nei suoi primi video, That Poppy era un po` ‘”umana”, espressiva e parlava della musica e di se stessa come artista. Progredendo indizi sul suo controllo mentale cominciano ad apparire nei video.

In My Phone is Not Plugged In, That Poppy parla attraverso un telefono che chiaramente non e` collegato, un simbolo classico nel controllo mentale Monarch che rappresenta uno schiavo controllato da un gestore.

“Hello, my phone is not plugged in”.

Poppy dice poi:

“I need to be a new person. I need to change my clothes”.

Questo è un riferimento all’obiettivo finale della programmazione Monarch: La creazione di una nuova personalita` gestita dall’handler.

Nel video 3:36, That Poppy e` ossessionata dal numero 3:36.

That Poppy guarda l’orologio e continua a ripetere “It’s 3:36” e “3 + 6 = 6”. E` stata programmata per reagire a quel numero. In seguito diventera` piu` rilevante e chiaro.

In Am I OK ?, That Poppy allude di nuovo al processo di creazione di un alterego MK ULTRA:

“Do you ever wish you could just restart? What if you could reboot yourself like a computer?”

Il video finisce con questa frase:

“I believe that everything’s gonna be OK”

Poi il naso le comincia a sanguinare.

Il sangue dal naso suggerisce che di fatto NULLA va bene.

In They Have Taken Control, le cose diventano piuttosto chiare.

Poppy non sembra in se stessa. Indossa un maglione a tema arcobaleno.

Gli schiavi MK sono incoraggiati ad andare “oltre l’arcobaleno”, a dissociarsi, quando vengono programmati. Sullo sfondo una voce robotica dice:

“You will pledge allegieance to Poppy. You will do everything Poppy says

Il video termina con la voce del robot che dice:

“Prepare yourself for programming sequence 2 … Programming complete”.

Naturalmente, il titolo del video “They have taken control” spiega tutto.

Il seguente video, intitolato Oh No!, Descrive il risultato della programmazione.

Compare un’altra That Puppy. La prima comincia a sanguinare dalla bocca

La seconda That Poppy rappresenta la creazione di un alterego MK. Il fatto che il primo sanguini dalla bocca e` un riferimento ai traumi e agli abusi subiti durante la programmazione. Il sangue lega anche la storia di That Poppy con un artista che in qualche modo è sparito misteriosamente dalla scena: Marte.

MARS ARGO AND TITANIC SINCLAIR

Tra il 2009 e il 2015, la band Mars Argo ha pubblicato della musica, alcuni video virali e ha goduto un po` di fama. Il duo consisteva nel cantante Mars che, come That Poppy, era una giovane cantante indie bionda e Titanic Sinclar, il “mastermind” dietro tutto.

Mars Argo

La carriera di Mars, però, subi` una clamorosa fermata quando la band si sciolse e diversi video furono cancellati da Internet. Un bizzarro video di lei continua ad essere cancellato e riuplodato, dove la vediamo parlare e fare cosse strane attraverso una webcam.

Ad un certo momento la vediamo puntarsi una pistola alla testa dicendo: “Ma perche` stiamo facendo tutto questo?”

Poi la sentiamo dire: “Io volevo tutto” e del sangue comincia ad uscirle dalla bocca

Verso la fine del video, sentiamo le sue parole ma al contrario:

“If you want it all, you cannot be distracted by the illusion you have created. Only when your mind is silent you can see clear enough to enjoy your life and forget about your desires. Your desires are irrelevant.”

Fatto interessante, questo video dura esattamente 3:36 – l’ossessione di That Poppy

Dopo questo video, Mars è fondamentalmente scomparso da Internet, facendo si che molti seguaci si chiedessero “Dove e` Mars?” Si penso` che fosse scappata o addirittura morta.

Da allora, Titanic Sinclair divento` l’uomo dietro That Poppy. In molti modi, lei e` la continuazione di Mars, un altro fantoccio attraverso il quale Titanic Sinclair spingeva la sua visione. Mars è scomparsa dopo aver provato in prima persona il lato occulto del controllo mentale? Beh, non importa quale sia il caso, That Poppy e` coinvolta totalmente. Il video dove le esce sangue dalla bocca la collega direttamente a Mars.

Tornando ai video di That Poppy.

PIU` A FONDO NEL CONTROLLO MENTALE

In “Sunglasses“, il discorso di That Poppy viene interrotto da un bizzarro glitch MKULTRA. A un certo punto dice:

“My favorite thing about my sun glasses is that they allow me to see things that aren’t usually there.”

Quando That Poppy si mette gli occhiali da sole, vediamo Titanic Sinclair nel riflesso … indossa una strana maschera bianca

Con questo “dietro le quinte”, capiamo che Titanic Sinclair è l’Handler e That Poppy la schiava.

Mentre i video proseguono, That Poppy si trasforma in un drone senza anima che è chiaramente sotto il controllo di persone oscure.

In Charlotte Interview Poppy, That Poppy risponde alle domande di Charlotte, una giornalista (o qualcosa del genere) impersonata da un manichino.

Nel simbolismo MK, i manichini rappresentano gli schiavi programmati. Charlotte finisce per essere ossessionata da That Poppy e vuole prendere il suo posto.

L’intervistatrice ha notato un cambiamento in That Poppy, che coincide con i suoi eventi connessi al Mk.

Charlotte chiede:

“I have troubles understanding your videos lately. Is everything OK?”

That Poppy risponde in modo robotico:

“I love my fans, my record label, and my handler.”

“Handler” è un termine utilizzato nel controllo mentale per descrivere la persona responsabile della programmazione.

Quando Charlotte chiede:

“Poppy, I want to know what is going on”

That Poppy risponde:

“I’d love to tell you. But you aren’t ready for the truth”.

Nei video successivi, vediamo diversi indizi del controllo mentale a cui e` sottoposta: chiede a qualcuno off-camera “cosa vuoi che dica”, ed e` presubimilmente sotto l’influenza di droghe (che vengono utilizzate dai gestori per programmare i loro schiavi) ed e` addirittura minacciata di morte.

In Step 1, That Poppy, guida gli spettatori mentre vengono apparentemente semi lobotomizzati da delle frequenze sonore. In breve, questo schiavo MK viene utilizzato per programmare i propri fan – non a differenza di altre stelle nel settore dell’intrattenimento.

In Certain Words, That Poppy allude ad un concetto importante nel controllo mentale Monarch: l’uso di parole Trigger. That Poppy dice:

“Have you ever been triggered by a word?”

In seguito afferma:

“Maybe one day, when I’ll be a real girl, I’ll be a real artist”..

Trasmette l’idea che sia un robot programmato per rispondere a parole specifiche.

In What Do Dreams Feel Like, , That Poppy dice:

“I had a dreams where I could breathe for the first time. My sun was in my eyes and it feels so good”.

Come in molti altri video, That Poppy sembra alludere al fatto che è intrappolata e imprigionata da persone oscure – come uno schiavo MK. Un altro fatto strano su questo video: le sue caviglie sembrano essere ferite.

Le ferite alle caviglie sono forse un richiamo alle violenze subite durante la programmazione Monarch?

In My Past, That Poppy dice di non ricordare molto del suo passato – allo stesso modo in cui gli schiavi MK perdono la loro vera personalita` e diventano “pagine bianche”.

“My past is riddled with mystery and confusion. Sometimes I think about my past and it feels foggy … almost as if it doesn’t exist. If my past doesn’t exist, does that mean that I don’t exist?”

Pertanto, un gran numero di video di That Poppy alludono direttamente o indirettamente a concetti specifici del controllo mentale. I video sono anche pieni di simbolismo associato al controllo mentale Monarch.

In “Butterflies”, That Poppy continua a chiedersi “Dove sono andate le farfalle?” Possiamo vedere degli adesivi a forma di farfalla proprio sul viso. Le farfalle sono usate dall’elite occulta per rappresentare il controllo mentale Monarch in quanto “Monarch” è un tipo di farfalla.

In molti video vediamo That Poppy nascondersi un occhio, facendo effettivamente il segno dell’occhio che tutto vede . In questo screenshot, sta tenendo in mano della droga.

Molti abiti e accessori indossati da That Poppy sono dotati di occhi e di bulbi oculari – ancora una volta sta indicando che è controllata dall’elite occulta.

Se hai letto altri articoli su questo sito, hai probabilmente riconosciuto tutti questi simboli. Altri video di That Poppy fanno riferimento ad un altro concetto molto caro all’elite: il satanismo.

SOTTILMENTE SATANICO

Alcuni video alludono alla religione, alla magia nera, ai rituali e al satanismo.

In A Microphone, That Poppy parla attraverso un microfono che produce un eco bizzarro.

Ha un bulbo oculare tra i capelli.

Dice:

“My favorite part of Monster Energy Drink is the logo.”

Probabilmente si riferisce alla popolare “cospirazione” del logo Monster che significa 666 in ebraico.

 

Poi fa delle domande agli spettatori e si aspetta la loro risposta (come se fosse Dora l’Esploratorice):

“What else should we say? … ooo I like that … the devil.

Le piace il diavolo.

In Pink Outfit, That Poppy dice:

“Somebody gave me this pink outfit to wear. It is very comfortable and I feel pretty in it.”

Poi ripete più volte “abito rosa” e altre frasi, in quello che sembra PNL (programmazione neuro-linguistica). Quando la fotocamera scompare, dice:

“Please admire my pink outfit.”

Vediamo poi l’abito

Sul vestito è il contorno di una croce invertita – un simbolo del satanismo. L’abito rosa la ha praticamente trasformata in una croce al contrario vivente… e vuole che i suoi spettatori la ammirino.

In Poppy Reads The Bible, That Poppy, tiene in mano un microfono e legge la Bibbia.

That Poppy legge la Bibbia per 49 minuti di fila, senza fare mai una pausa.

Non c’è niente di “religioso” riguardo la lettura della Bibbia di That Poppy. Mentre si sforza di leggere le insolite parole frasi e nomi della Bibbia, con la sua voce robotica, il processo diventa un esercizio di assurdità. Mentre passano i minuti e That Poppy si stanca di leggere, si percepisce un bizzarro elemento di voyeurismo, come se si guardasse un film snuff dove la prolungata lettura della Bibbia è la tortura di scelta.

In breve, alcuni video di That Poppy incorporano riferimenti sottili e chiari al satanismo. Nella programmazione Monarch, rituali satanici e immagini vengono utilizzate per corrompere e traumatizzare gli schiavi. Sapendo che è diretta da Satanic Sinclair – mi dispiace, intendevo Titanic Sinclair – capiamo che è una schiava MK che è costretta a celebrare il “lato oscuro” come parte della sua programmazione. In alcuni dei suoi video, dice che vuole fuggire, ma non sembra succedere mai.

L’altro canale YouTube “ufficiale” di Poppy conta alcuni video musicali. Il loro simbolismo è abbastanza chiaro: l’essere schiava dell’industria dell’intrattenimento.

LOWLIFE

Il piu` grande successo di Poppy, intitolato Lowlife, è una piuttosto chiara ode all’industria degli Illuminati.

La prima scena del video mostra That Poppy mentre fa il simbolo del “Come in alto Cosi` in Basso”

La scena e` un chiaro riferimento al Baphomet uno dei simboli preferiti dall’elite

Vediamo poi That Poppy divertirsi con il diavolo in persona

Durante l’intero video il diavolo vestito di rosso segue That Poppy

Il diavolo si siede al tavolo di Poppy mentre mangia….ossa umane? Notare la maglietta di lei

Infine That Poppy fa le cose che ci si aspettano da lei come firmare autografi con vernice (rossa come il diavolo) e fare festa in una limousine.

Considerando le immagini del video e il contesto generale di tutto ciò che e` That Poppy, i testi della canzone assumono un significato specifico. Si tratta dell’industria degli Illuminati che ribadisce il concetto che senza di “Loro” Poppy non ce la avrebbe mai fatta.

Old suitcase, clean getaway
I’m the one who takes the blame again
New day but the same lines,
I Feel like a victim of the dollar sign

All these years on my own
Fight my fight all alone
‘Til you came, don’t you know
Don’t you know

Baby, you’re the highlight of my lowlife
Take a shitty day and make it alright, yeah, alright
Oh, in every circumstance
Yeah, you make the difference
Baby, you’re the highlight of my lowlife, lowlife

In questi testi, That Poppy parla di voler far denato e dell’industria (rappresentata dal diavolo) che “fa la differenza”. Il versetto successivo è piuttosto inquietante, sembra riferirsi a degli abusi.

This bad taste, these headaches
Wake up on the floor again, ah, yeah
My torn dress, this failed test
Soon they will be erased

Questo versetto si riferisce a un trauma che verrà “cancellato” attraverso la dissociazione?

CONCLUDENDO

That Poppy sta facendo rabbrividire un numero sempre crescente di seguaci, facendo nascere tutti i tipi di “teorie” cercando di spiegare cosa le stia succedendo. Tentare di interpretare ogni “indizio” posizionato in questi video può diventare un compito inutilmente necessario in termini di tempo, tuttavia, come visto in precedenza, è evidente una tendenza. Attraverso l’assurdità, i commenti sociali e la stranezza generale di questi video, troviamo il tema ricorrente del controllo mentale degli Illuminati – la formula provata e vera per trasformare una giovane stella in un burattino dal cervello vuoto, che a sua volta, fara` il lavaggio del cervello ai suoi fan.

Detto questo, That Poppy è sotto controllo mentale o è una messa in scena? Titanic Sinclair è un handler MK o sta semplicemente sfruttando l’onda della cospirazione? Stiamo assistendo al controllo effettivo della mente o ad una intelligente strategia di marketing? Difficile da dire. Una cosa è certa: That Poppy è legato ad un’etichetta di alto livello in cui le persone fanno sul serio. Inoltre, e soprattutto, Vogliono che questo simbolismo del controllo mentale degli Illuminati sia cool, virale, trendy, sperimentale e così via. Mentre alcuni potrebbero vedere That Poppy come una cosa innovativa, sta ripetendo la stessa storia che è stata raccontata da Umbrella di Rihanna quasi 10 anni fa – e da innumerevoli altri dopo. L’unica cosa che è cambiata è il tono generale e il formato, che è stato adattato alle abitudini multimediali dei giovani di oggi che amano video brevi, virali e assurdi. Tuttavia, alla fine, il messaggio è lo stesso: Gli Illuminati vengono celebrati come “la cosa piu` importante” nella vita di questi “artisti”  … finché l’elite non se ne dimentica…

Fonte

Kesha (Praying) e` ancora una schiava dell’elite

Mentre in molti considerano Praying una canzone “liberatoria” che affronta il doloroso passato di Kesha con il suo produttore Dr. Luke, il video racconta tutta un;altra storia. Infatti, attraverso il simbolismo, il video dimostra come Kesha sia ancora una schiava dell’industria musicale …

Per anni Kesha ha mostrato tutti i “sintomi” riscontrabili in uno schiavo dell’industria musicale. In giovane età, la cantante ha firmato un contratto con Sony Music, sotto l’etichetta di Dr. Luke Kemosabe. Da allora, ha avuto poco/nessun controllo sulla sua carriera professionale e sulla sua vita personale.

Come la maggior parte degli schiavi dell’industria, il lavoro di Kesha è stato pieno di simbolismo elitario e infuso da una fallace agenda deumanizzante. Ad esempio, il video Die Young del 2012 (analizzato in questo articolo), mostrava la cantante ripetere “Moriremo giovani” in un tripudio di immagini sataniche. L’intera cosa era così appariscente che anche le riviste mainstream come Billboard dovettero ammettere che il video riguardava il simbolismo Illuminato:

“Secondo Billboard, il video è una ode agli Illuminati. I simboli occulti connessi con la società segreta come l’occhio di Horus, le croci invertite, i pentagrammi e i triangoli pervadono il video “.
– Wikipedia, Die Young

Strana coincidenza, Die Young venne rilasciata solo pochi giorni prima dell’attentato di Sandy Hook, rendendo la canzone, la cosa piu` inadeguata da trasmettere in radio in quel momento. Poco dopo il divieto generalizzato di far trasmettere la canzone, Kesha ha postato un tweet estremamente rivelatore (che è stato eliminato poco dopo):

Kesha scrisse in lettere maiuscole che era stata COSTRETTA a cantare quei testi.

Questo singolo tweet è stato il preludio di una grande battaglia tra Kesha e il Dr Luke – l’uomo che la possiede (letteralmente).

DANCING WITH THE DEVIL

Nel 2012, Kesha ha registrato una canzone inedita intitolata Dancing With the Devil, chiaramente indirizzata al Dr. Luke. I testi descrivono l’impotenza di un cantante che “ha venduto la sua anima al diavolo” per “dell’oro sporco”.

I keep on dancing with the Devil
I keep on dancing with the Devil
I sold my soul, ain’t no turning back
I keep on dancing with the Devil

You and I made a deal
I was young and s**t got real
Weaving through Heaven and back
Whoaaa

Your love is made of dirty gold
But I’m the one who sold my soul
So go ahead and take my hand
Whoaaa

I keep on dancing with the Devil
I keep on dancing with the Devil
I sold my soul, it’s a dead-end road
But there ain’t no turning back
I keep on dancing with the Devil

Due anni dopo, nel 2014, Kesha ha presentato una denuncia altamente pubblicizzata contro il Dr. Luke, in cui lo ha accusato di abuso mentale, fisico e persino sessuale.

“A diciotto anni, la sig.ra Sebert è stata indotta dal DIFENSORE LUKASZ SEBASTIAN GOTTWALD (aka” Dr. Luke “), un produttore di musica di successo, ad abbandonare la scuola superiore, lasciare alle spalle la famiglia, la casa e la vita a Nashville, Tennesse , E venire a Los Angeles per perseguire una carriera nell’industria musicale.

Da dieci anni, il dottor Luke ha sessualmente, fisicamente, verbalmente ed emotivamente abusato della signora Sebert fino al punto in cui la signora Sebert ha quasi perso la vita. Il Dr Luke ha abusato della signora Sebert per distruggere la sua fiducia in se stessa, la propria immagine e l’autostima per mantenere il controllo completo della sua vita e della sua carriera.

La causa ha fornito dettagli sommessanti sul presunto abuso subiti da Kesha.

“La signorina. Sebert prese delle pillole e si svegliò il pomeriggio seguente, nuda nel letto del Dr. Luke, senza alcun ricordo su come ci fosse arrivata. La signora Sebert chiamò immediatamente sua madre, dicendole che era nuda nella stanza del Dr. Luke, che non sapeva dove erano i suoi vestiti, che il dottor Luke l’aveva violentata e che aveva bisogno di Andare al pronto soccorso. (…)

Dopo anni di battaglia legale, Kesha ha perso la causa per mancanza di prove. Ancora oggi è costretta a lavorare sotto il Dr.Luke fino a quando il suo contratto non sara` terminato.

“Kornreich ha ascoltato le argomentazioni del Dr. Luke secondo il quale aveva investito un importo notevole – 60 milioni di dollari nella sua carriera – e che il produttore aveva accettato di consentire a registrare senza il suo coinvolgimento. Il giudice ha detto a Geragos che queste prove “minimizzavano il tuo argomento”, aggiungendo: “Il mio istinto è quello di scegliere una soluzione commercialmente ragionevole”. Kornreich ha parlato della mancanza di prove mediche come i record ospedalieri per corroborare le accuse di assalto sessuale. “Non capisco perché devo prendere la misura straordinaria di concedere un ingiunzione”, ha detto.
– Hollywood Reporter, “Judge Won’t Let Kesha Escape Dr. Luke Contract”

Un anno dopo questa sconfitta, Kesha sta rilasciando un nuovo album dal titolo Rainbow. La prima canzone, “Praying”, è considerata una canzone “potente” in cui Kesha si libera dal malvagio Dr. Luke. Ne siamo proprio sicuri? Forse, su un piano personale, speriamo.

PRAYING

La canzone è stata scritta da Kesha insieme a Andrew Joslyn, Ben Abraham e Ryan Lewis (noto per il suo lavoro con il rapper Macklemore). I suoi testi alludono agli abusi passati e alla ricerca di spiritualità per andare avanti.

‘Cause you brought the flames and you put me through hell
I had to learn how to fight for myself”

Kesha spera anche di vedere Luke cambiare nei suoi modi:

“I hope you’re somewhere prayin’, prayin’
I hope your soul is changin’, changin’
I hope you find your peace
Falling on your knees, prayin’”

Poco dopo che la canzone venne pubblicata, Kesha pubblico` un saggio su Lenny Letter nel quale descrive la motivazione dietro la canzone.

Esce oggi,”Praying”, il mio primo singolo dopo quasi quattro anni. Ho canalizzato i miei sentimenti di forte disperazione e depressione, ho superato gli ostacoli, e ho trovato la forza in me stessa anche quando pensavo fosse impossibile. Ho trovato la pace. Il messaggio che voglio trasmettere con questa canzone e` quello di provare empatia verso qualcuno anche se ti ha spaventato o fatto del male. È una canzone che insegna ad essere orgogliosi delle persone che siamo anche nei momenti peggiori quando ci sentiamo soli.”
– Lettera di Lenny, Kesha combatte nel suo nuovo singolo, “Pregare”

Mentre alcune fonti media celebrano la canzone di Kesha come una sorta di vittoria femminista – la situazione attuale di Kesha non è diversa da quando ha iniziato. È ancora bloccata in quel tanto odiato contratto che la costringe a lavorare per il dottor Luke. Infatti, dopo il rilascio di Praying, l’etichetta del Dr. Luke ha pubblicato una dichiarazione piuttosto secca:

“Non c’e` stata alcuna modifica negli obblighi contrattuali di Kesha – non è riuscita ad ottenere alcuna rivendicazione giuridica per evitarli. Invece, e` stata sempre libera di registrare ma si e` rifiutata di farlo. Ora, come, legalmente richiesto, l’album è stato pubblicato con l’approvazione del Dr. Luke/Kemosabe (che è una joint venture del Dr. Luke e di Sony) “.

Si può comprendere, da questa affermazione, che il Dr. Luke “ha permesso” di pubblicare questa canzone. E, come al solito, l’etichetta si è occupata di fare il video musicale. E, quel video, ha fatto del suo meglio per contraddire il messaggio originale della canzone, attraverso un intenso simbolismo. Per farlo, hanno assunto il regista (di video musicali) preferito dell’élita occulta: Jonas Akerlund.

Per anni, Akerlund, ha diretto video che sono fortemente infusi con simbolismo del controllo mentale come “Telephone” di Lady Gaga e “Hold it Against Me” di Britney Spears, quest’ultimo aveva come tema principale Britney e il suo essere soggetta alla programmazione MKULTRA.

Anche Praying parla del fatto che Kesha e` una schiava dell’industria musicale. Basta semplicemente leggere il simbolismo. Guardiamo il video.

IL VIDEO

Il video prende il controllo sul tema principale della canzone e aggiunge un triste strato simbolico. Finisce per raccontare la storia di una pop star che cerca disperatamente di liberarsi, ma è ancora sotto stretto controllo. Per fare una brutta analogia, è come un animale che sfugge da una gabbia credendo di essere libero … per scoprire, poi, di trovarsi in uno zoo. Questo è il messaggio trasmesso simbolicamente dal video.

Il video inizia con una scena diretta.

Kesha si trova in un cassone simile ad una bara sotto una croce rossa. Due ragazzi la guardano. Oh, e indossano teste di maiale.

Nonostante alcuni elementi in questa scena possano sembrare sacri, altri elementi alludono al genere di desacrazione che si trova nelle messe nere sataniche. Inoltre, i satanisti amano indossare teste di animali (probabilmente per celebrare il lato animale degli esseri umani).

Questa è la prima immagine che accoglie i visitatori del sito ufficiale della Chiesa di Satana. Oh, e indossano una testa di maiale.

Chi sono questi tipi con la testa di maiale che guardano Kesha? Rappresentano il Dr Luke ei suoi compagni?

Kesha sembra morta, i suoi occhi sono coperti. Nella sua mano vediamo la testa di una bambola – un simbolo del controllo mentale.

Sentiamo quindi Kesha recitare un monologo molto deprimente.

“Am I dead? Or is this one of those dreams? Those horrible dreams that seem like they last forever?”

Vediamo poi Kesha bloccata in mare.

Kesha bloccata nell’acqua = e` una schiava dell’industria con nessuna possibilita` di salvezza.

Kesha continua:

“If I am alive, why? If there is a God or whatever, something, somewhere, why have I been abandoned by everyone and everything I’ve ever known? I’ve ever loved? Stranded. What is the lesson? What is the point? God, give me a sign, or I have to give up. I can’t do this anymore. Please just let me die. Being alive hurts too much.”

Nel momento esatto, in cui Kesha dice “Dio dammi un segno”, vediamo un primo piano di un tatuaggio sulla sua mano.

Il tatuaggio all’interno della mano di Kesha e` il pianeta Saturno.

Dall’alba del tempo e per la maggior parte delle civiltà, c’è stata una forte associazione esoterica tra Saturno e Satana. Esplorare la profondità di questa affermazione potrebbe riempire un libro, ma qui è in breve il concetto: Saturno è il pianeta dominante del segno astrologico del Capricorno, rappresentato da una testa di capra. A seconda della cultura, Saturno è associato con il dio Pan, con il padre del tempo Kronos (che divora i suoi figli) e con la morte personificata. Saturno è associato alle limitazioni del regno fisico contro l’infinito del regno spirituale.

“Nella tradizione greca, il Capricorno è Pan, il dio capra, il dio delle colline selvagge e della montagna, sovrintendente di pastori e delle primizie della natura. Nella tradizione cristiana, il segno del Capricorno viene demonizzato insieme al suo pianeta dominante Saturno (che diventa Satana) e Pan (insieme al piacere della carne che invoca) diventa sinonimo del Diavolo. Il Capricorno, infatti, è sempre stato un segno tradizionalmente venerato, temuto e fatto “capro espiatorio” in misura piu` o meno uguale “.
– The Alchemical Journey, Capricorn: Taking a Stand

Il dio Pan esotericamente associato a Saturno.

In breve, considerando la conoscenza del simbolismo di Akerlund, mostrare una raffigurazione di Saturno mentre Kesha menziona Dio non è un caso. Pensate che sia pazzo? Ecco l’attuale profilo Twitter di Jonas Akerlund.

Dopo tutto questo simbolismo, la canzone finalmente comincia. E il simbolismo continua a diventare più chiaro.

Kesha cammina con un velo sulla testa su cui sono appese diverse farfalle Monarch.

Se hai letto i miei precedenti articoli, sai che queste farfalle simboleggiano la programmazione Monarch (leggi qui). Il velo con le farfalle, infatti, rappresenta Kesha nel suo stato di schiava del controllo mentale.

Questa singola scena contiene un pesante simbolismo MK. Oltre al velo Monarch, c’è un manichino con la testa tagliata, un modo tipico di rappresentare gli schiavi MK. Sulla destra, il cartello dice “Welcome to Kitty’s”, che può fare riferimento alla programmazione Beta Kitten. A sinistra è un bizzarro simbolo a spirale.

Il simbolo sembra essere una combinazione dei loghi utilizzati dagli “amanti del bambini” per identificarsi (i loghi sulla destra provengono da file dell’FBI). Perché questo simbolo appare nel suo video? È questo un modo per dire che è costretta a far parte della cultura pedofila dell’elite occulta?

Alcune scene alludono a Kesha e al suo tentativo di liberarsi.

Kesha e` intrappolata sotto una rete, un buon modo per rappresentare il suo stato da schiava del controllo mentale e dell’industria

Kesha sta combattendo sul letto con i tipi dalla testa di maiale. Che intenzioni hanno?

Nonostante sia fisicamente trattenuta in vari modi, Kesha cerca la salvezza attraverso la spiritualità. Non solo Kesha dimostra di pregare Dio, ma sta anche diventando una figura simile a Cristo. Diverse scene alludono a questo.

Kesha indossa una corona di spine come Gesu prima della crocefissione

Il vestito di Kesha mostra un “cuore sacro” che si puo` trovare in molte rappresentazioni di Cristo

Alla fine del video, Kesha cammina sull’acqua. Il suo diventare come Cristo l’ha salvata dall’essere bloccata in mezzo al nulla.

Pertanto, il video descrive una pseudo salvezza gnostica dove Kesha  trova il suo “Cristo interiore”. Considerando il simbolismo MK nel video, possiamo concludere che il viaggio spirituale di Kesha sta accadendo sotto gli occhi vigili dei suoi gestori che ancora controllano la sua vita terrena?

Beh, una singola scena riassume tutto il video.

Kesha prega Dio su un banco di preghiera su cui è stato dipinto l’occhio che tutto vede … il simbolo preferito dell’élita occulta.

Questa scena è piuttosto triste. Descrive Kesha che cerca la pace interiore attraverso la spiritualità mentre il simbolismo dell’élite occulta la imprigiona proprio sul banco di preghiera. Se c’è un simbolo che rappresenta lo status di schiava di Kesha, è sicuramente l’occhio che tutto vede.

Le e` stato detto di mostrare quel simbolo per tutta la sua carriera

Il video finisce in maniera curiosa

Mentre Kesha cammina sull’acqua, la parola “Inizio” appare in un carattere che ricorda il sanscrito – il linguaggio liturgico primario dell’induismo.

Kesha apparentemente sta iniziando una nuova  vita … come pop star femminile Gnostica/Hindu/Cristica … o qualcosa del genere … nessuno sembra davvero saperlo.

CONCLUDENDO

La storia dietro Praying e il video musicale riflettono una triste verità dell’industria musicale. Il prodotto finale è il risultato di due lati in conflitto: un disperato artista e un’industria che lo sta quasi prendendo in giro nei video .

Da un lato c’è Kesha, un artista bloccata da un contratto terribile, che sta combattendo da anni per liberarsene. Come la maggior parte degli artisti che erano sotto contatto con il lato oscuro dell’industria, Kesha si sente attaccata su un livello profondamente spirituale. Il lato oscuro dell’industria è satanico – nel senso più vero e cattivo della parola. Reclutano giovani stelle aspiranti e le abusano finché non si esauriscono completamente. Di fronte a questo orrore, molti “sopravvissuti” cercano rifugio nella spiritualità. Tutto questo processo è l’ispirazione dietro Praying.

Dall’altra parte, c’è l’intero settore musicale che ancora possiede Kesha. Il Dr. Luke e` ancora in controllo del suo lavoro. Jonas Akerlund, un maestro nel simbolismo occulto dell’elite, e` stato apparentemente assunto per interferire con il significato di questa canzone con immagini che raccontano un’altra storia. Coerentemente con il trend dell’industria, il simbolismo infuso da Akerlund è ingannevole e manipolativo: tocca il tema spirituale della canzone, aggiungendo immagini sufficienti per raccontare a  “coloro che sanno” che Kesha è ancora una schiava dell’elite.

La storia di Kesha non è ancora finita e sarà interessante vedere come le cose si evolveranno. Probabilmente ha ancora molto da dire sull’industria, ma quello che vuole veramente è uscirne:

And we both know all the truth I could tell
I’ll just say this is “I wish you farewell”

Fonte

I protocolli di Sion: Gli eventi confermano la loro autenticita`

C’è un collegamento diretto tra i piani delineati oltre 100 anni fa nei protocolli di Sion e la distruzione dell’istruzione superiore e della religione nel mondo occidentale moderno. Questa è la quarta ed ultima parte della sinossi dei Protocolli degli Anziani di Sion.

PROTOCOLLO 16

“Dobbiamo introdurre nella loro educazione tutti quei principi che hanno brillantemente spezzato il loro ordine, ma quando saremo al potere, rimuoveremo ogni tipo di tema inquietante dal corso dell’educazione e ne otterremo figli obbedienti all’autorità, Ameranno colui che si erge a sostegno e a speranza della pace e della tranquillità “.

“Elimineremo dalla memoria degli uomini tutti i fatti dei secoli precedenti che potrebbero farci assumere connotati negativi e lasciermo solo quelli che descrivono gli errori del governo dei goyim”.

“Aboliremo ogni tipo di libertà di istruzione … gli insegnanti leggeranno testi da noi redatti” … Queste teorie saranno elevate allo stato di dogma della fede come fase transizionale verso la nostra fede”.

“Dovremo sequestrare a nostro vantaggio l’ultima scintilla di pensiero indipendente … [trasformeremo] i goyim in imbarazzanti bruti sottomessi che aspettano passivamenti di essere informati. ”

“Abbiamo passato molto tempo a screditare il sacerdozio dei goyim per rovinare la loro missione sulla terra, che in questi giorni potrebbe ancora essere un grande ostacolo… Per quanto riguarda altre religioni, avremo ancora meno difficoltà nel trattare con loro … “(State pensando agli abusi sessuali da parte dei sacerdoti cattolici?)

“Il re degli ebrei sarà il vero Papa dell’universo, patriarca di una Chiesa internazionale”. “… combatteremo contro le [chiese esistenti] con critiche progettate per causare un scisma …” (State pensando al matrimonio gay?)

“Nel nostro programma, un terzo dei nostri soggetti terra` sotto controllo il resto, sul principio del servizio volontario allo Stato”.

“Proprio come i nostri fratelli [i nostri ebrei] sono costretti a denunciare al khal [concilio ebraico] gli apostati all’interno della propria famiglia … così nel nostro regno in tutto il mondo sarà obbligatorio per tutti i nostri soggetti adempiere al dovere nei confronti dello Stato … “(Pensate a KGB, Stazi o Gestapo?)

PROTOCOLLO 17

“… abbiamo distrutto il prestigio dei re goy con frequenti attentati alla loro vita attraverso i nostri agenti, pecore cieche del nostro gregge, che sono facilmente mosse da alcune frasi liberali a compiere reati.”

[Ad esempio,  Alessandro II fu assassinato da una bomba nel 1881. Il ministro degli affari interni von Plehve fu assassinato nel luglio del 1904. Peter Stolypin, primo ministro fu assassinato nel settembre 1911.]

PROTOCOLLO 20

Questo riguarda il “programma finanziario” “il punto di coronamento e decisivo dei nostri piani”. L’esperienza dell’autore in questi argomenti suggerisce che fosse un banchiere. “Quando il nostro regno iniziera`, elimineremo il peso delle tasse per le masse, ricordando loro la nostra parte di padre protettore”.

Sarà introdotta una tassa progressiva sul capitale. “Una tassa che aumenta in percentuale al capitale posseduto darà un guadagno molto più elevato rispetto all’imposta individuale o sulla proprietà, che è utile, a noi, adesso, perche` suscita scontenti e problemi tra i goyim”.

“Le crisi economiche sono state prodotte da noi per i goyim, semplicemente ritirando denaro dalla circolazione”. “L’immissione di denaro dovrebbe corrispondere alla crescita della popolazione …”

“Lo standard aureo è stato la rovina degli Stati Uniti: lo adottarono, perché non furono in grado di soddisfare le richieste di denaro, abbiamo infatti tolto la maggior parte dell’oro dalla circolazione”.

I governi Goy possono creare la propria valuta. “Quanto e` chiara l’immaturita` cerebrale dei goyim, i soldi li stanno prendendo in prestito da noi … senza mai pensare che questo denaro, assieme agli interessi, ci deve essere restituito. Cosa c’e` di più semplice che prendere i soldi che volevano dal proprio popolo? ”

PROTOCOLLO 22

“Nelle nostre mani è il più grande potere… l’oro … Certamente non c’è bisogno di cercare ulteriori prove a sostegno della nostra predestinazione divina. Sicuramente non falliremo con tale ricchezza a dimostrare che tutto quel male che per così molti secoli abbiamo dovuto commettere e` servito in finale, al vero benessere dell’umanita`. ”

“Il nostro Ordine sarà perfetto, e in esso viene inclusa la totale felicita` dell’uomo: l’aurea di questa autorità farà ispirare una mistica sottomissione e una paura riverente in tutti i popoli. Il vero potere non scende a condizioni neppure con Dio “.

PROTOCOLLI 23/24

Il “re degli ebrei” erede dinastico del re Davide sarà il re del mondo. Sostituirà tutti i regnanti esistenti. In caso contrario, i protocolli terminano con una nota curiosamente benigna, promettendo un governo benevolo che assicura la pace e l’ordine in cambio della totale sottomissione.

Ci sono molti nostrum come: “La disoccupazione è una cosa pericolosissima per un governo, essa cessera` al momento in cui saliremo al potere. Anche l’ubriachezza sara` punita dalla legge …”

“Il re degli ebrei non deve cadere vittima delle sue passioni … il seme santo di Davide deve sacrificare al suo popolo tutte le inclinazioni personali. Il nostro supremo signore deve essere esemplare”.

Fonte

I protocolli di Sion: La massoneria al servizio dei Savi (12-15)

I Protocolli di Sion ci mostrano come la massoneria sia al servizio dei Savi. Se si crede, tuttavia, al dictum di Voltaire sul fatto che non sia possibile criticare i “veri padroni”, perche` allora, i fatti sulla massoneria sono ancora poco conosciuti, mentre abbiamo la possiblita` di criticare gli ebrei? Sospetto che i satanisti – non ebrei e ebrei – si siano uniti sotto l’egida degli Illuminati, contro gli ebrei non sionisti e i “goyim”. Che ci crediate o no, come nella Germania nazista, l’ebreo assimilato verra` utilizzato di nuovo come potenziale capro espiatorio.

PROTOCOLLO 12

“La maggioranza del pubblico non ha la minima idea di cosa viene pubblicato dalla stampa”. [Dopo la nostra rivoluzione] nessuno potra` mettere in discussione l’infallibilità del nostro governo … tra coloro che ci attaccheranno ci saranno anche organi creati da noi, tuttavia essi si concentreranno su argomenti e punti che avremo pre calcolato e modificato per tempo. Non una singola notizia arriverà al pubblico senza il nostro controllo “.

“… creeremo la nostra opposizione [stampa] che … presenterà un’alternativa la quale sembrera` agli antipodi rispetto a noi. I nostri veri avversari accetteranno passivamente questa opposizione simulata e mostreranno le loro carte”. “Avremo un trionfo sicuro sui nostri avversari poiché non avranno a loro disposizione gli organi della stampa dove possono esprimere le proprie idee e definire il loro punto di vista”.

PROTOCOLLO 13

“La necessità di portare quotidianamente il pane a casa, costringe i goyim a restare in silenzio ed essere nostri umili servitori”. “Distogliamo ulteriormente l’attenzione delle masse con divertimenti, giochi, arte e sport … in modo che non facciano domande troppo scomode. Crescendo, non abituati a riflettere e a formare opinioni proprie, le persone cominceranno a parlare utilizzando i nostri stessi toni e logiche, perché solo noi offriremo nuove direzioni di pensiero. “Chi mai sospetterà che tutti questi popoli fossero gestiti da noi secondo un piano politico che nessuno sospetto’ nel corso di vari secoli?”

PROTOCOLLO 14

“Quando il nostro regno avra` inizio, sara` indesiderabile avere un’unica religione, la nostra… Dobbiamo quindi spazzare via tutte le altre forme di credenza”. Mostreremo al mondo anche la follia dei governi goy che hanno perseguito “false e mirabolanti teorie politiche [cioè il socialismo e il comunismo] senza mai notare che questi schemi continuavano a produrre governi fallimentari”

“I nostri filosofi discuteranno tutti i difetti delle diverse credenze dei goyim, ma nessuno metterà mai in discussione la nostra fede dal suo vero punto di vista, poiché questo sarà appreso solamente da noi, che non oseremo mai tradire la nostra causa “. “I nostri saggi saranno educati nel diventare capi dei goyim creando materiali che serviranno ad influenzare le menti dei goyim, dirigendoli, verso un livello culturale determinato da noi”.

PROTOCOLLO 15

Dopo la rivoluzione tutte le società segrete si scioglieranno, tuttavia, fino ad allora, “creeremo e moltiplicheremo le loggie massoniche”: cosi` facendo “istituiremo il nostro principale ufficio di intelligence e mezzo di influenza … oltre che a legare e a connettere tutti gli elementi rivoluzionari e liberali “.

J. Edgar Hoover

Grazie alla Massoneria: “Conosceremo i segreti piu` nascosti della politica, in questo modo potremo utilizzarli a nostro vantaggio fin dal giorno della loro concezione. Tra i membri … vi saranno quasi tutti agenti della polizia internazionale e nazionale. Saranno in una posizione in cui potranno utilizzare le proprie particolari misure contro l’insubordinato, ma serviranno anche ad esaminare le nostre attività [cioè agiranno per nostro conto senza farci subire alcuna conseguenza] a fornire pretesti per malcontenti ecc. [Provocazioni] Ecco quindi lo scopo della polizia e delle Agenzie di Intelligence nella nostra società. Se mai complotteranno contro di noi “troveranno dal lato opposto uno dei nostri piu` affidabili e fedeli alleati”.

I massoni goy sono totalmente manipolati. “I goyim entrano nelle loggie nella speranza di afferrare un briciolo dalla torta”. “Queste tigri in apparenza, hanno un animo da pecora e il vento soffia liberamente tra i loro crani”.

“Non è questa la prova che la mente dei goyim è poco sviluppata rispetto alla nostra? E` questo a garantire il nostro successo”.

Uccidiamo chi “ostacola i nostri affari”.

“Uccidiamo i massoni in modo tale che nessuno tranne la fratellanza possa sospettare qualcosa, neppure le vittime stesse … tutti muoiono quando richiesto. Conoscendo questo, anche la fratellanza non protesta, per mezzo di tali metodi abbiamo estratto la radice di ogni vera rivoluzione dalla massoneria “.

L’intelligenza superiore del popolo scelto conferma che “la natura stessa ci ha voluto come guide e dominatori del mondo”. Descrive un dispotismo paternalistico basato sulla sottomissione dell’umanità al potere del piu` forte. In relazione a questo potere, i popoli del mondo e anche i loro governi sono “solo bambini”.

Fonte

 

I protocolli di Sion: La Strage degli Innocenti (5-11)

I goyim sono un gregge di pecore, e noi siamo i loro lupi. Sapete cosa succede quando i lupi si impadroniscono del gregge?

PROTOCOLLO 5

L’autore afferma che il despotismo è necessario per il mondo che sta creando, uno “dove i sentimenti verso la fede e la comunità sono cancellati da convinzioni cosmopolitiche”.

Di seguito è mostrata l’esatta logica su cui si basa il comunismo e la guerra al terrore. “Creeremo un’intensificata centralizzazione del governo per prendere in mano tutte le forze della comunità, regoleremo meccanicamente tutte le azioni della vita politica dei nostri soggetti con nuove leggi. Queste leggi cancelleranno una per una tutte le indulgenze e le libertà consentite dai goyim e il nostro regno sara` distinto da un dispotismo di tali proporzioni, da essere in ogni momento, e in ogni luogo, in grado di eliminare ogni goyim che ci si opponga.”

L’unione dei goyim avrebbe potuto ostacolare gli Illuminati, ma ” gli abbiamo messi uno contro l’altro nelle questioni nazionali, internazionali, religiose e razziale, influenzandoli nel corso dei venti secoli passati. .. Siamo troppo forti, il nostro potere e` inevitabile, le nazioni non possono stipulare un contratto privato senza che la nostra organizzazione lo venga a sapere “.

“È attraverso me che le nazioni regnano. I profeti dicono che siamo il popolo scelto da Dio stesso per dominare la Terra … Gli ingranaggi della macchina degli Stati sono alimentati dalla forza del motore che è nelle Nostre mani, e quel motore è … l’oro … il capitale … “.

“L’obiettivo principale del nostro direttorato è quello di ridurre l’attivita` mentale del pubblico … distrarlo da una riflessione seria, calcolata, che spesso sfocia in atti di resistrenza, distogliere le forze della mente in una lotta di vuota eloquenza”. “Diventeremo l’immagine del liberalismo e gli daremo una voce attraverso oratori che parleranno tanto da esaurire la pazienza dei loro ascoltatori …”

PROTOCOLLO 6

Stiamo creando “monopoli enormi” su cui dipendono anche le grandi fortune dei goyim, in modo che “andranno a fondo con lo Stato quando questultimo andra` in bancarotta …”

“Dobbiamo in ogni modo sviluppare il concetto del nostro super governo rappresentandolo come protettore e benefattore di tutti coloro che si sottomettono volontariamente”. “Vogliamo che l’industria attraverso le speculazioni, trasferisca nelle nostre mani tutto il denaro del mondo e getti tutti i goyim nelle fila del proletariato. I goyim si dovranno cosi` inginocchiare davanti a noi per ottenere il diritto ad esistere “.

Comunismo. “Affinché il vero significato delle cose non venga rivelato ai goyim prima del tempo, lo maschereremo sotto un preteso ardente desiderio di servire le classi lavoratrici …”

PROTOCOLLO 7

“L’aumento delle forze di polizia è essenziale … oltre a noi stessi ci dovrebbero essere solo le masse del proletariato, alcuni milionari dedicati ai nostri interessi, la polizia e i soldati …”

“Dobbiamo costringere il governo dei goyim” ad attenersi al nostro piano, imponendo loro di obbedire all’opinione pubblica che controlliamo attraverso quel grande potere che e` la stampa il quale ovviamente e` già nelle nostre mani.

“In una parola, per mantenere sotto controllo il governo dei goyim in Europa, mostreremo la nostra forza ad uno di loro con attacchi terroristici e a tutti, se dovessero tentare di rivoltarsi in gruppo.”.

PROTOCOLLO 8

“Nei momenti in cui, sara` impossibile affidare posti di responsabilita` ai nostri fratelli negli States, metteremo il potere nelle mani di persone il cui passato e la cui reputazione sono tali che … se non rispetteranno le nostre istruzioni, dovranno affrontare ritorsioni penali o scomparire”.

PROTOCOLLO 9

“De facto abbiamo già eliminato ogni tipo di regola, tranne le nostre … Oggi se alcuni Stati muovono una protesta contro di noi, è solo pro forma a nostra discrezione, e per nostra direzione, perché il loro antisemitismo è indispensabile per la gestione dei nostri fratelli meno importanti “.

“È da noi che nasce il terrorismo: abbiamo a nostro servizio persone di tutte le opinioni, di tutte le dottrine, dai restauratori della monarchia, ai demagoghi, ai socialisti, ai comunisti e ai sognatori utopici. Non avremo pace finché [tutti gli stati] non riconosceranno apertamente il nostro Super-governo internazionale sottomettendosi “.

“Per continuare uno scontro politico bisogna avere i soldi e tutti i soldi sono nelle nostre mani”. Abbiamo preso il controllo delle “istituzioni dei goyim” usando la “licenza caotica del liberalismo”. Ci sono le nostre mani nell’amministrazione della legge, nella conduzione delle elezioni, nella stampa, nella libertà della persona, ma principalmente nell’educazione e nella formazione come pietre angolari di un’esistenza libera “.

“Abbiamo ingannato, sconvolto e corrotto la giovinezza dei goyim, costringendoli a studiare per lungo tempo principi e teorie che sappiamo falsi , nonostante siamo stati noi ad introdurli”.

PROTOCOLLO 10

“Come possono i goyim percepire il significato sottostante delle cose quando i loro rappresentanti non fanno altro che godersi la vita?”

“Inculcando in tutto un senso di importanza del sé, distruggeremo il concetto di famiglia e il suo valore educativo e toglieremo la possibilità di separare le menti individuali, perché la folla, gestita da noi, soffochera` ogni idea alternativa.

“In questo modo creeremo una cieca e potente forza che non sarà mai in grado di muoversi senza la guida dei nostri agenti … Le persone si sottometteranno a questo regime perché sapranno che e` da questi leader che dipenderanno i loro guadagni, le loro gratificazioni e la ricezione di tutti i tipi di prestazione “.

“Quando abbiamo introdotto nell’organismo statale il veleno del liberalismo tutto ha subito un cambiamento: gli stati sono stati contagiati da una malattia mortale, tutto quello che resta è attendere la fine della loro agonia. Il liberalismo ha creato gli Stati costituzionali che hanno sostituito l’unica protezione dei goyim, vale a dire il dispotismo ….

“Il riconoscimento del nostro despota … verrà quando i popoli, completamente stanchi dalle irregolarità e dall’incompetenza – una questione che noi forniremo – dei loro governanti diranno:” Andatevene e dateci un re che ci unira` e annienterà le cause delle discordie – frontiere, nazionalità, religioni, debiti statali – che ci darà pace e tranquillità che non possiamo trovare sotto i nostri governanti e rappresentanti “.

Dobbiamo quindi portare l’umanita` al tracollo con disprezzo, odio, lotta, invidia e utilizzare anche la tortura, la fame, l’inoculazione di malattie, affinché i goyim non vedano altra soluzione che concederci l’assoluta sovranità sul denaro e su tutto il resto. Se tuttavia concederiamo alle nazioni del mondo uno spazio per respirare, non vedremo mai la coronazione della nostra opera”.

PROTOCOLLO 11

“Attraverso l’eliminazione del diritto alla libertà di stampa, del diritto di associazione, della libertà di scienza, del principio di voto e di molti altri “I goyim saranno un indifeso gregge di pecore , E noi siamo i loro lupi. E sapete cosa succede quando i lupi si impadroniscono del gregge? ”

“… continueremo a prometter loro di restituire tutte le libertà che abbiamo portato via non appena avremo zittito i nemici della pace…Non c’e` motivo di discutere sul quanto i goyim dovranno stare senza le loro preziose liberta` … “Questo programma è destinato a far guadagnare, in modo indiretto, agli ebrei, ciò che non sarebbe possibile altrimenti. “Dio ha concesso, al suo popolo scelto, il dono della dispersione”, che ci ha ora portato alla soglia della sovranità planetaria”.

Fonte

I protocolli di Sion: Introduzione e Sinossi (1-4)

Molte persone pensano che “I protocolli degli anziani di Sion” siano letteratura anti-semitica e in generale, una frode.

Il vincitore del premio Nobel Alexander Solzhenitsyn scrisse che il libro mostra “la mente di un genio”. Un libro un po` troppo curato per essere una truffa o sbaglio?

Solzhenitsyn prosegui` inoltre dicendo che

” e` presente un pensiero profondo, forte e una straordinaria intuizione … La sua struttura … ( crescenti liberta` e liberalismo, i quali si concludono nel cataclisma sociale) … è ben al di sopra delle abilità di una mente ordinaria … È più complicato di una bomba nucleare “.

Credo che i protocolli siano autentici. Si tratta di conferenze rivolte ai Massoni ebraici (probabilmente alla loggia Mizraim a Parigi) che descrivono un piano incredibile atto a rovesciare la civiltà occidentale, sottomettere l’umanità e concentrare tutta la ricchezza del mondo … “nelle nostre mani”. Venivano dati come una serie di workshop ai massoni di Parigi. L’autore li descrive come “esposizione del nostro programma” e spesso inizia dicendo: “Oggi discuteremo …”

Coloro che pensano che i protocolli siano emersi al primo Congresso sionista a Basilea nel 1897 sono nel torto. Questa non è un’informazione di cui l’ebreo medio era a conoscenza. C’erano più di 200 delegati in quella conferenza insieme a 26 membri della stampa.

Rabbi Ehrenpreis, (1869-1951) il capo rabbino svedese dal 1910 al 1951, scrisse nel 1924:

“E` da molto tempo che sono a conoscenza del contenuto dei protocolli, da molti anni prima che venissero pubblicati dalla stampa cristiana. I protocolli degli anziani di Sion non erano affatto i protocolli originali, ma un estratto compresso degli stessi. Sono solo dieci gli uomini a conoscenza di questo in tutto il mondo “.

Possiamo trovare la conferma di questo “estratto compresso” dal diffuso utilizzo di ellissi – ovvero dal fatto che diverse parole non sono state riportate. I ricercatori hanno ipotizzato che Adam Weishaupt, Theodore Herzl o Asher Ginzberg abbiano scritto i protocolli. In un primo momento pensavo fosse Meyer Amschel Rothschild (1744-1844). Più tardi pensavo fosse Lionel Nathan Rothschild (1809-1879) o James de Rothschild (1792-1868) o Adolphe Cremieux (1796-1880). È difficile identificare il vero autore perche` il documento e` stato editato da diverse persone.

I protocolli 20-23, il “programma finanziario … il coronamento e il punto decisivo dei nostri piani” è la ragione per cui penso che l’autore fosse un banchiere e probabilmente un Rothschild. Queste lezioni richiedono una conoscenza approfondita della finanza e una profonda comprensione psicologica. Inoltre l’autore afferma che tutto il potere, in ultima analisi, risiederà nelle mani del “re degli ebrei”, allo stesso modo in cui i Rothschilds erano conosciuti. Mentre state leggendo questo articolo, probabilmente gran parte del piano avra` gia` avuto inizio.

SINOSSI

PROTOCOLLO 1

Si riferisce al piano come “al nostro sistema”. Dice che gli uomini sono governati “dalla forza”: “La legge del piu` forte”.

La maggior parte degli uomini è disposta a tradire il proprio collega per un profitto. La promessa di “libertà” (vale a dire il liberalismo, il riformismo, la rivoluzione) viene utilizzata per trasferire il potere dal Vecchio Ordine (Monarchia, Aristocrazia, Chiesa, Esercito) nelle Loro mani”.

Lo Stato dipende da noi, o “crolla”. Se uno stato può essere spietato nel sottomettere un nemico esterno, un “nemico interno” (cioè gli ebrei massonici, che sono “i distruttori della societa` e della comunita’), e', allora, giusticato nell'utilizzare qualsiasi forma di sotterfugio. La moralità è un ostacolo alla conquista del successo e un punto debole di ogni guida politica.

L’obiettivo è quello di “distruggere tutti i poteri di ordine e regolamentazione esistenti” e diventare “signori” di coloro che sono stati così stupidi da aver ceduto i loro poteri ed essere caduti nelle trappole del liberalismo. Il loro potere è tanto “più invincibile” quanto piu` “rimangono invisibili”. Si tratta di un “piano strategico” da cui non possiamo deviare in quanto rischieremo di vedere sfumare il lavoro di molti secoli”.

“Il nostro contrassegno è “Costringi e Fai credere”, cioè inganna. Lo scrittore sottolinea che l’obiettivo è quello di “confiscare la proprieta` altrui” e “portare tutti i governi sotto il controllo del nostro super governo”.

Le parole “libertà, uguaglianza e fraternita" erano "specchi per le allodole" usati dagli ebrei massonici fin "dai tempi antichi" per rovesciare "l'aristocrazia genealogica dei goyim", che era l'unica difesa dei popoli. Verra' sostituita dall’aristocrazia del denaro.

Durante la storia hanno giocato sull’avidità, sulla lussuria e sulla vanità degli uomini per ricattare i loro agenti. In altre parole, la “democrazia” è uno strumento perfetto per il loro controllo segreto. I monarchi erano molto più difficili da spodestare. La democrazia, ovvero la periodica “sostituzione dei rappresentanti del popolo” li ha “messi a disposizione” e “ci ha dato il potere di nominali”.

PROTOCOLLO DUE:

“Le guerre per quanto possibile non dovrebbero portare a guadagni territoriali”, ma dovrebbero dimostrare a entrambe le parti la loro dipendenza dalla “nostra agenzia internazionale” [Agenti] i quali “possiedono milioni di occhi e non sono limitati da alcun ostacolo”.

Ciò implica che controllano l’esito delle guerre e dispongono di milioni di spie (massoni, ebrei?). “Il nostro diritto internazionale cancellerà i diritti nazionali …”, in quanto la legge civile degli stati governa i propri soggetti. I leader gentili (“amministratori”) saranno scelti per la loro severa obbedienza e saranno gestiti da “consulenti”. I goyim “potranno divertirsi finche` non giunge l’ora…”

Abbiamo impiantato false dottrine “attraverso la nostra stampa, suscitando fiducia cieca in tali teorie”. “Pensa con attenzione ai successi che abbiamo ottenuto con il Darwinismo, il Marxismo, il Nietzchismo. A noi Ebrei, in ogni caso, dovrebbe essere chiaro che effetto deleterio queste direttive abbiano avuto sulle menti dei goyim”.

La Stampa è caduta nelle nostre mani. Modella il pensiero della gente. Il suo ruolo è quello di esprimere e creare il malcontento. Grazie alla stampa, abbiamo l’Oro nelle nostre mani anche se abbiamo sacrificato molte delle nostre persone. Ognuno di essi … alla vista di Dio vale “mille goyim”.

PROTOCOLLO 3

“Abbiamo creato un abisso tra il potere Sovrano e quella forza cieca che e` il popolo, in modo che entrambi perdessero di significato, perché come avviene per l’uomo cieco e il suo bastone, presi singolarmente sono impotenti”.

“Abbiamo trasformato gli Stati in arene dove i gladiatori si contendono numerose e confuse questioni…” “Entriamo in scena come i presunti salvatori del lavoratore … e gli suggeriamo di entrare nelle fila delle nostre forze da combattimento – – Socialisti, Anarchici, Comunisti – a cui diamo sempre sostegno attraverso la nostra massoneria sociale. L’aristocrazia … era interessata a mantenere i lavoratori ben nutriti, in buona salute e forti. A noi interessa l’opposto – vogliamo la loro diminuzione, che vengano sterminati».

PROTOCOLLO 4

“Chi e cosa è in grado di rovesciare una forza invisibile? E questo è proprio ciò che la nostra forza è. La massoneria gentile e` solo un mezzo per noi, il piano e il luogo da dove deriva il nostro Potere, restano per il popolo un mistero sconosciuto “. La libertà sarebbe possibile se fosse riposta “sulla base della fede in Dio, sulla fraternità dell’umanità, non legata alla concezione di uguaglianza, che è negata dalle stesse leggi della creazione …” “Questa è la ragione per cui È indispensabile minare ogni fede, per strappare dalle menti dei goyim il principio stesso di Dio e dello spirito e mettere al suo posto … le necessità materiali “. I Goyim non devono avere il tempo di pensare ma essere occupati costantemente nel lavoro.

“Tutte le nazioni saranno alla febbrile ricerca del guadagno, senza prendere atto del loro nemico comune”. Questo irrefrenabile impulso ha gia` creato “comunità disincantate, fredde e senza cuore”. Questo materialismo ci permetterà di dirigere le classi inferiori dei goyim contro i nostri rivali  “i privilegiati e gli intellettuali tra i goyim”.

Fonte

Ragazzo brasiliano scompare lasciando una stanza ricoperta di codici cifrati e simbolismo occulto

Uno studente brasiliano è scomparso misteriosamente, lasciando, come unico indizio, una stanza chiusa a chiave ricoperta di testi crittografati, 14 libri scritti a mano e una statua enorme dell’occultista Giordano Bruno.

Bruno Borges, uno studente brasiliano di 24 anni, è scomparso, secondo quanto riferito, il 27 marzo dopo aver completato un progetto segreto composto da migliaia di pagine di testi crittografati combinati con simboli misteriosi. Oltre ai riferimenti alla Bibbia, all’alchimia, alla demonologia e al Leonardo da Vinci, Borges ha lasciato un bizzarro dipinto di lui con un alieno – spingendo alcune persone a concludere che è stato … rapito da alieni.

Da quanto ci e` dato sapere, Borges ha chiesto ripetutamente alle persone di investire nel suo progetto segreto senza pero` divulgare alcuna informazione. Disse a sua madre che stava scrivendo 14 libri che avrebbero cambiato l’umanità per il meglio. Dopo aver ricevuto $ 6500 dal cugino, riusci` a completare il suo progetto.

Ecco le immagini di questa stanza misteriosa.

Borges ci ha lasciato 14 libri pieni di testi crittografati e diagrammi occulti / scientifici.

Tutto il testo nei libri e nell’intonacato sulle pareti è scritto in codice.
Al centro della stanza possiamo osservare una statua di Giordano Bruno dal valore di diverse migliaia di dollari
La statua si regge su un complesso diagramma che assomiglia al simbolo alchemico della trasmutazione
Un mini santuario con la Vergine Maria
Una raffigurazione di Bruno Borges con un alieno
In un’altra bizzarra pittura vediamo una figura nascosta con lo stesso simbolo che abbiamo appena visto negli occhi di Borges e dell’alieno. Il personaggio tiene in mano una croce ansata (nota anche come croce egiziana Ankh). Una croce cristiana e` appesa al muro. La stanza sembra combinare l’immaginario cattolico a quello occulto.
Qui sotto un video della stanza in questione:

Il punto centrale di questa stanza, la statua di Giordano Bruno, ci fornisce una visione del significato di questo intero impianto.

Giordano Bruno era un frate domenicano, filosofo, matematico, poeta e teologo cosmologico italiano del XVI secolo. È conosciuto soprattutto per la sua unica combinazione di conoscenze esoteriche tratte dall’ermetismo, dalla magia egiziana e dalla Kaballah con teorie sul cosmo e sulla vita extra-terrestre.

“Giordano Bruno (1548-1600) è considerato un occultista, un secolare, e un martire del libero pensiero. Nato a Napoli, Bruno era un prete cattolico, monaco dominicano, filosofo, ermetista, cabalista, matematico e astronomo. Influenzato da Lucretius, la sua cosmologia andò ben al di là del modello copernicano proponendo che il sole era semplicemente una stella tra le tante e, inoltre, che l’universo contenesse un numero infinito di mondi popolati da esseri extraterrestri intelligenti. Interessandosi profondamente di conoscenza occulta, Bruno preferiva il ragionamento magico a quello matematico. La fede di Bruno è stata descritta come “un incoerente panteismo materialistico”. Inoltre, Bruno, sosteneva che le sue credenze non contraddicevano le Scritture o la vera religione. Questo ci fa sorgere una domanda: che cosa considerava “vera” religione?

Bruno definiva la magia come “la conoscenza della scienza della natura”. All’interno della visione del mondo rinascimentale, era comune unire la magia e la scienza perché entrambi esplorano e cercano di acquisire padronanza sulla struttura dell’universo. Allo stesso modo, la religione e la magia furono conflati perché entrambi rispondevano alle domande ultime e offrirvano la comunione con il divino. Di conseguenza, per Bruno, la magia era lo strumento per realizzare  i fini ultimi della scienza e della religione.
– Cris D. Putnam, Giordano Bruno

Il lavoro di Frances Yates Giordano Bruno e la Tradizione Ermetica descrivono ulteriormente la singolare miscela di magia esoterica e cosmologia che contraddistingue Bruno.

“Bruno era un intenso religioso ermetista, credente nella magica religione degli egiziani, come descritto nell’Asclepio, del quale profetizzo` l’imminente ritorno in Inghilterra. Elogio` Copernico perché capi` la sua teoria solo come matematico, mentre lui (Bruno) vide i suoi significati religiosi e magici più profondi.

Da qui viene quel meraviglioso lampo di genio immaginativo con il quale Bruno estese il suo Copernicanismo ad un universo infinito popolato da mondi innumerevoli, tutti moventi e animati dalla vita divina. Venne inteso dall’occultista – attraverso i suoi errori di interpretazione di Copernico e Lucrezio – come una vasta estensione della gnosi ermetica, della conoscenza del mago della vita divina della natura.

L’egizianesimo di Giordano Bruno era demoniaco e rivoluzionario, richiedendo il pieno restauro della religione egiziana-ermetica “.
Frances A. Yates, Giordano Bruno e la Tradizione ermetica

L’autore Karen Silvia de León-Jones credeva che Bruno fosse soprattutto un cabalista e conclude:

“Bruno sta implementando quelle “sovrastrutture angeliche “attraverso le quali i demoni sono controllati, e questa è magia demoniaca”.
– Karen Silvia de León-Jones, Giordano Bruno e la Kabbalah

La stanza di Borges è chiaramente un santuario deil lavoro di Giordano Bruno con, forse, qualche ulteriore dettaglio importante.

DOVE E ` BORGES?

Bruno Borges

La famiglia di Borges è apparentemente scossa dalla scomparsa dello studente di psicologia di 24 anni.

Il padre, uomo d’affari, e` scosso e disse di aver visto per l’ultima volta suo figlio quando lascio` la famiglia a Rio Branco, Acre, senza soldi dopo pranzo il 27 marzo.

Riporto` inoltre che la famiglia ricevette alcune informazioni, ma senza ancora sapere quello che e` successo veramente.

Disse a G1.Globe.com: “Abbiamo cercato di chiamarlo sul suo cellulare, ma è spento.

“Non se ne era mai andato prima. Non ha preso nulla e l’ultima volta che l’abbiamo visto stava uscendo di casa “.

La madre di Borges, Denise Borges, disse al giornale Gaucho che la famiglia pranzo` insieme e che tutto sembrava apposto.

Disse: “Era intelligente. A scuola spiccava – un leader nato con un alto poteri di persuasione.

“È un ragazzo così gentile.”

Mr and Mrs Borges erano appena tornati da un viaggio di un mese prima della sua scomparsa.

Mentre erano in vacanza, la sorella di Borges, Gabriela, disse che suo fratello si era isolato nella sua camera da letto.

Gabriella afferma di credere che suo fratello abbia un “piano” e stia lavorando alla pubblicazione di 14 libri scritti a mano.

Ha detto: “Siamo molto preoccupati. Ora pensiamo che sia tutto okay. Ha un progetto, che è la pubblicazione di questi 14 libri. Credo che doveva farlo in questo modo “.

I 14 manoscritti, ognuno con un numero romano, sono stati trovati nella stanza e sono scritti con lo stesso codice ritrovato nelle pareti della stanza “.
– The Mirror, Alien enthusiast mysteriously disappears

The Criminal Investigation Department (DIC) sta indagando sulla scomparsa di Borges. Secondo l’investigatore principale, Fabrizzio Sobreira, il caso rimane riservato, ma tutte le possibilità sono da considerarsi.