Archivi Blog

Transgender: Un curioso episodio di manipolazione dei media

Il report della corte è sempre stato molto apprezzato nel giornalismo tradizionale perché apre una finestra su parti della nostra società che potrebbero altrimenti rimanere sconosciute.

Evie Amati entra nello store

Finché i resoconti dei procedimenti dei tribunali sono equi e precisi, è abbastanza implicito che i giornalisti scrivano impunemente su ciò che viene divulgato.

E l’interesse del pubblico per le notizie dei tribunali è forte.

A prescindere dall’interesse, i tribunali dovrebbero essere aperti in modo che siano trasparenti sia nel processo che nelle sentenze in linea con le aspettative della comunità.

C’è un caso giudiziario in corso a Sydney che sembra uscito da una rubrica di un giornale scandalistico – una persona e` entrata in un minimarket con una ascia e ha attaccato due clienti i quali hanno ricevuto ferite mortali.

Ciò che ha reso l’episodio ancora più salace è che il presunto aggressore è una giovane donna.

Nei termini dei media tradizionali, questa è una storia che si vende da sola.

E` presente un video delle CCTV camera, in esso l’accusato entra nel negozio e si interrompe quando l’ascia sta per colpire la testa della prima vittima.

È una visione agghiacciante e in definitiva terrificante.

Nei primi 21 dei 28 paragrafi deo rapporto possiamo trovare una descrizione piuttosto standard in cui e` possibile capire come si è svolto l’incidente. Si noti che Amati non ha contestato l’attacco ma si è dichiarato non colpevole per il fatto che era malata di mente all’epoca.

Il 22 ° paragrafo riporta le parole del pubblico ministero in cui diceva alla giuria che Amati aveva precedentemente parlato di fantasie riguardo l’uccisione di persone.

Due paragrafi più tardi, il difensore Charles Waterstreet – sul quale si era basata la serie televisiva ABC Rake – introduce una questione che è stata sepolta in modo sorprendentemente profondo nella relazione:

“Aggiunse di essere in uno stato di psicosi al momento dell’attacco, causato dalla sua malattia mentale e da una “miscela tossica “di farmaci ormonali di transizione, cannabis, anfetamine e alcol”.

Il 26 ° paragrafo conteneva l’unica altra menzione transgender:

“La signora Amati ha pianto quando la giuria ha parlato del suo dismorfismo di genere, della depressione e della difficoltà che ha avuto dopo un intervento chirurgico di riassegnazione di genere da uomo a donna”.

E` possibile che il fulcro del problema e del caso in generale venisse sepolto cosi` brutalmente?

In altre parole, le cose che interesserebbero di più ai lettori e in particolare le cose che erano al centro del problema in questione richiedevano di risaltare.

Un tradizionale esempio di quella storia potrebbe essere stato:

“Una donna transgender sotto gli effetti dei suoi farmaci ormonali per la transizione ha attaccato due persone con un’ascia in un minimarket di Sydney, il tribunale distrettuale del NSW è stato informato oggi.”

Ho iniziato a chiedermi se le sensitività fuori luogo del pubblico avesse impedito allo stesso di beneficiare di una più completa comprensione dei complicati fattori in gioco.

Quando il gender è cosi` pubblicizzato ed e` al centro di dibatti politici, perché in questo caso è stato così chiaramente minimizzato?

In questo mondo fatato LGBT, gli svantaggi del transgenderismo saranno ignorati grazie al politically correct?

Realizzando che questo era il secondo giorno dell’udienza, ho cercato il rapporto precedente dell’ABC.

Il giornalista ha nuovamente depositato 28 paragrafi con la questione della “disforia di genere”, sollevata per la prima volta in una citazione di un passaggio dall’accusa nel tredicesimo.

Nel 22 ° paragrafo è chiaro che la menzione di Waterstreet di una “miscela tossica” che includeva farmaci ormonali transizionali di genere proveniva dal suo discorso di apertura.

Quindi il reporter ovviamente sapeva fin dall’inizio del processo che la disforia di genere e il farmaco ormonale sarebbero stati in parte incolpati per l’attacco con ascia, ma ha scelto di seppellire quelle informazioni fondamentali alla fine della storia.

Si trattava forse di un caso isolato dell’ABC? Il giornalista del Sydney Morning Herald ha depositato 24 paragrafi il primo giorno del processo, cominciando a menzionare la tematica transgender solo al 19esimo paragrafo, dove ha riferito i commenti di Waterstreet:

“Ha detto che la signora Amati, che è nata uomo, ha iniziato a prendere ormoni nel 2012 per diventare una donna, tuttavia i farmaci hanno avuto un effetto significativo sul suo stato mentale.

“Ha detto che lo stato mentale della signora Amati è peggiorato nel 2015, quando è stata operata in Tailandia per completare la transizione a donna, e ha iniziato a sperimentare visioni, allucinazioni e idee suicide ed omicide”.

La versione online della storia di News Ltd, anch’essa legata al video, arriva a ben 92 paragrafi. Ma è soltanto negli ultimi sei vengono citate le difficolta di Amati durante la sua riassegnazione di genere, con molti dettagli non presenti nelle relazioni ABC o SMH.

Il transgenderismo non e` una questione che i media ignorano tutt’oggi

Piuttosto il contrario.

Ma sembra rilevante solo quando si parla di calde spiaggie e location da sogno, quando ci sono le Kardashians…

C’è ovviamente un altro lato, uno scuro e raccapricciante. Questo caso offre l’opportunità di esaminarlo, tuttavia bisogna avere la forza di leggerselo fino in fondo, altrimenti non si capirebbe la tragedia umana contenuta all’interno di questo caso.

La correttezza politica uccide il giornalismo.

Fonte

Annunci

Tedx: Parlatrice sostiene che la pedofilia e` un orientamento sessuale

“Dovremmo distinguere tra abusi sessuali su minori e pedofilia”.

Durante un TEDx Talk, Mirjam Heine dell’Università di Würzburg ha affermato che “la pedofilia è un naturale orientamento sessuale, proprio come l’eterosessualità”.

“Secondo la ricerca attuale, la pedofilia è un orientamento sessuale immutabile”, ha sostenuto Heine. “Proprio come, per esempio, l’eterosessualità. Nessuno sceglie di essere un pedofilo. Nessuno può smettere di esserlo. ”

“La differenza tra pedofilia e altri orientamenti sessuali è che, vivere questo orientamento sessuale significa avere finito con la propria vita … È nostra responsabilità superare i nostri sentimenti negativi sui pedofili. E trattarli con lo stesso rispetto con cui trattiamo gli altri “.

“Dovremmo accettare che i pedofili sono persone che non hanno scelto la loro sessualità … Dovremmo accettare che la pedofilia è una preferenza sessuale, un pensiero, un sentimento e non un atto. Dovremmo distinguere tra abusi sessuali su minori e pedofilia. Non dovremmo aumentare la sofferenza dei pedofili escludendoli, incolpandoli e deridendoli “.

Dai un occhio:

Fonte

Cio` che sfugge a questa millennial e` che la pedofilia e` una malattia e va tratta come tale.

Se non fosse chiaro i bambini non sono, per antonomasia, in grado di prendere decisioni cosi` importanti e distinguere il bene dal male, come un adulto.

Perche` allora non diamo il porto d’armi ai bambini o gli facciamo votare alle elezioni???

Come le armi o la politica il sesso non interessa ai bambini, non sono abbastanza maturi per prendere decisioni.

Che merda….

Le organizzazioni che promuovono la pedofilia/pederastia

Un logo della NAMBLA. La M maiuscola e la b minuscola rappresentano un uomo e un bambino

Fonte:Wikipedia

NEL MONDO

IPCE (precedentemente International Pedophile and Child Emancipation, ha cambiato nome nel 1998 per dissociarsi dal nome originale). Fondata nei primi anni ’90; nel 2005 contava 79 membri in 20 paesi. [1] [2] [3] L’organizzazione è attiva e ha siti Web disponibili in inglese, [4] francese, [5] tedesco, [6] e spagnolo. [7]

AUSTRALIA

Australian Man/Boy Love Association (AMBLA). [8]
Australian Paedophile Support Group (APSG). Fondato nel 1980 o nel 1983; venne succeduto dal Boy Lovers and Zucchini Eaters (BLAZE), che è stato smantellato dalla polizia [9].

BELGIO

Dokumentatiedienst Pedofilie. [10]
Centre de recherche et d’information sur l’enfance et la sexualité (fr), 1982-1986. Fondato da Philippe Charpentier. Il gruppo ha pubblicato la rivista L’Espoir. [11]
Fach Und Selbsthilfegruppe Paedophilie. Fondato nei primi anni 1970 [10].
Stiekum. [10]
Studiegroep Pedofilie. [10] Defunto.

CANADA

Coalition Pédophile Québécois. [8]
Fondation Nouvelle. Defunta. [1]

DANIMARCA

Danish Pedophile Association (DPA), 1985-2004. Una delle associazioni pedofile più importanti in Europa. [10] [12]

FRANCIA

Groupe de Recherche pour une Enfance Différente (GRED), 1979-1987. Il gruppo ha pubblicato il bollettino Le Petit Gredin (The Little Rogue). [10]

GERMANIA

AG-Pado. Fondata nel 1991 dall’associazione Arbeitsgruppe des Bundesverbandes Homosexualität. [8] [13]
Aktion Freis Leben (AFL). [8]
Arbeitskreis Päderastie-Pädophilie (APF). Attivo nei primi anni ’80. [10]
Arbeitsgemeinschaft Humane Sexualität (de) (AHS).
Arbeitsgemeinschaft “Schwule, Päderasten und Transsexuelle” (“Gruppo di lavoro” gay, pederasti e transessuali “). Una fazione del partito verde tedesco di sinistra coinvolta nell’attivismo pro-pedofilo. [14] [15] [16] [17] Vedi de: Pädophilie-Debatte (Bündnis 90 / Die Grünen) (“Dibattito pedofilia (Alleanza ’90 / I Verdi”).
Deutsche Studien- und Arbeitsgemeinschaft Pädophilie (DSAP). 1979-1983. [8]
Fach und Selbsthilfegruppe Paedophilie. [8]
Indianerkommune. Attivo dagli anni ’70 alla metà degli anni ’80. [10] Auto-definitosi come comune di liberazione dei bambini, con una identita` fortemente pedofila, attiva tra gli anni ’70 e la fine degli anni ’80; secondo alcuni autori ci sono diversi gruppi locali indipendenti attivi oggi in Germania. [18]
Kanalratten. Offshoot dell’Indianerkommune per pedofili di sesso femminile. [19]
Kinderfrühling. [20]
Krumme 13 (K13), 1993-2003. [21] [22]
Pädoguppe, Rat und Tat-Zentrum. [8]
Pädophile Selbsthilfe- und Emanzipationsgruppe München (SHG). [23] Fondata nel 1979. [24] A partire dal 2003, la polizia ha iniziato a perquisire i suoi membri, trovando oltre mezzo milione di articoli pedopornografici la qual cosa porto` ad arresti multipli [25].
Verein für sexuelle Gleichberechtigung. Fondato a Monaco di Baviera. 1973-1988 [26]

ITALIA

Gruppo P. Fondato nel 1989 da Francesco Vallini. [27] Vallini ha trascorso tre anni in prigione per aver gestito un’associazione criminale. Nonostante ciò, la consolidata rivista gay Babilonia continua a impiegare Vallini, e a sostenere le sue idee, anche se il Gruppo P in quanto tale potrebbe non esistere piu` Il gruppo ha pubblicato il bollettino Corriere del pedofili. [28]

OLANDA

Enclave Kring. Fondata negli anni ’50 dallo psicologo Frits Bernard. [29]
Jon. Fondata nel 1979 dalla Società olandese per la riforma sessuale. [8]
Party for Neighborly Love, Freedom and Diversity, 2006-2008. Partito politico olandese che sosteneva di abbassare l’età legale del consenso a 12 anni e legalizzare la pedopornografia [30].
Vereniging Martijn. Fondata nel 1982. L’associazione pedofili più importante in Europa. Il 27 giugno 2012, un tribunale olandese ha stabilito che il gruppo era illegale e ha ordinato di scioglierlo immediatamente, [31] ma la decisione è stata annullata da un tribunale superiore nell’aprile 2013, giustificando che il club non aveva commesso reati e aveva il diritto alla libertà di associazione [32]. Il gruppo pubblica il bollettino OK Magazine. [33]
Werkgruppe Pedophilie. [34]

NORVEGIA

Norwegian Pedophile Group. [34]
Amnesty for Child Sexuality [34].

SVIZZERA

Schweizerische Arbeitsgemeinschaft Pädophile. [10]

SVEZIA

Pedofila Arbetsgruppen. Defunto. [35]

REGNO UNITO

Pedophile Action for Liberation (PAL), 1974, fusa con il PIE nel 1975. [10]
Pedophile Information Exchange (PIE), 1974-1984. Fu affiliato al National Council for Civil Liberties (ora noto come Liberty) dal 1978 al 1983 quando si fuse con PAL. [36] PIE ha pubblicato le riviste Magpie, Understanding Pedophilia and Childhood Rights. [10] [37]

STATI UNITI

Childhood Sensuality Circle (CSC). Fondata nel 1971 a San Diego (California) da uno studente di psicoanalisi Wilhelm Reich. [10]
North American Man/Boy Love Association. 1978-presente. Nel 1997, NAMBLA era il più grande gruppo nell’organizzazione internazionale di attivisti pedofili IPCE. [6] Da allora, l’organizzazione si è ridotta a poche persone, con molti membri che si uniscono a reti pedofile online come DanPedo, BoyChat e Annabelleigh.
Pedophile Information Society. [40]
Project Truth. Una delle organizzazioni che è stata espulsa dall’ILGA nel 1994 come organizzazione pedofila. [3] Defunta
René Guyon Society. Il suo slogan: “sesso prima degli otto altrimenti e` troppo tardi [34]

Fonte

Anthony Bourdain: Un’altra celebrita` “impiccata”

Anthony Bourdain è stato trovato morto impiccato nella sua camera d’albergo in Francia, aggiungendosi alla lunga e sconcertante lista di celebrità che hanno perso la vita in questo modo triste.

Anthony Bourdain è stato trovato morto venerdì mattina dal suo amico e chef francese Eric Ripert nella sua stanza in un hotel di lusso nel nord della Francia. Secondo le autorità, Bourdain si è ucciso impiccandosi. La causa esatta della morte deve essere ancora accertata.

Per molti, il suicidio di Anthony Bourdain è difficile da accettare. Era ricco, famoso e amato da molti. Aveva un lavoro da sogno: viaggiare per il mondo e mangiare ottimo cibo. Infatti, Bourdain era nel bel mezzo delle riprese di un episodio del suo programma televisivo CNN “Anthony Bourdain: Parts Unknown” quando è stato trovato morto. Bourdain era estremamente motivato e aveva sempre diversi progetti in cantiere. Il suo editore ha recentemente rivelato che stava effettivamente lavorando a un nuovo libro “personale”.

Bourdain aveva anche una figlia di 11 anni che spesso citava come causa della sua felicità. Sembrava anche essere infatuato della sua ragazza Asia Argento e aveva mostrato un grande sostegno nelle cause che portava avanti. Solo pochi giorni prima della sua morte, Bourdain stava dicendo a IndieWire quanto fosse orgoglioso della sua ragazza e che amasse girare un film con lei.

In effetti, tutto ciò che riguarda Bourdain trasudava positività, che era unita a una sete inesauribile di nuovi obiettivi e progetti. Il fatto che abbia abbandonato la figlia traumatizzandola per tutta la vita e abbia rinunciando a tutti i suoi progetti in corso sembra fuori luogo.

Una fonte vicina a Bourdain ha detto a People:

“Sono ancora sotto shock, naturalmente. Non riesco a crederci e non posso credere che sarebbe successo mentre era nel mezzo del lavoro. Se c’era una cosa particolare in lui, era la sua capacità di gettarsi nel suo lavoro – non era felice se non quando intraprendeva una qualche avventura o era nel bel mezzo di un progetto, quindi è strano per me.
– People, Anthony Bourdain’s Dark Side ‘Finally Overtook Him’: ‘He’d Always Managed to Outrun It,’ Says Source

Naturalmente, come al solito, a poche ore dalla morte, fonti pubblicavano storie sui suoi problemi di dipendenza da eroina e da crack negli anni ’80 … ovvero oltre 30 anni fa. Inoltre, come al solito, alcune storie sono emerse sui suoi “demoni” e sul suo “lato oscuro”.

“Immagino che l’oscurità abbia finalmente preso il controllo,” aggiunge la fonte. “Avrebbe dovuto dirlo – il suo lato oscuro era sempre lì, ma era come se l’oscurità fosse sempre 3 passi indietro, era come se fosse riuscito a superarla, letteralmente, con questa vita di avventure. Tuttavia era sempre li` in agguato. ”
– Ibid.

Inoltre, come al solito, sono venute fuori storie su come stesse lottando contro la depressione.

LE ULTIME INTENSE GIORNATE

Nelle scorse settimane, Bourdain è stato particolarmente attivo mentre è diventato un esplicito sostenitore del movimento #metoo, insieme alla sua ragazza Asia Argento. Durante la presentazione del premio come migliore attrice al Festival di Cannes, la Argento ha fatto un discorso scottante su Harvey Weinstein.

Asia Argento a Cannes.

La Argento ha detto:

“Nel 1997, sono stata violentata da Harvey Weinstein a Cannes. Avevo 21 anni. Questo festival era il suo terreno di caccia. Voglio fare una previsione: Harvey Weinstein non sarà mai più accolto qui. Vivrà in disgrazia, evitato da una comunità che una volta lo accoglieva e copriva per i suoi crimini.

Anche stasera, seduti in mezzo a voi, ci sono quelli che devono ancora essere ritenuti responsabili per la loro condotta contro le donne, per un comportamento che non appartiene a questo settore, non appartiene a nessuna industria. Voi sapete chi siete. Ma soprattutto, noi sappiamo chi siete. E non vi permetteremo di farla franca a lungo. “

Dopo l’arresto di Weinstein, Bourdain ha twittato un menu della prigione.

Meno di una settimana prima della sua morte, Bourdain acquistò un dipinto dall’artista John Lurie con un titolo agghiacciante: “Il cielo sta cadendo, sto imparando a conviverci”.

Nelle ore che hanno preceduto la morte di Bourdain, Argento ha postato una storia criptica su Instagram:

Asia ha pubblicato una foto di una maglietta che diceva “F *** Everyone” e le parole “Sai chi sei”. Il post è stato quindi cancellato.
A chi si riferiva?

QUALCOSA NELL’ARIA

La morte inaspettata di Bourdain è avvenuta durante una settimana bizzarra che è iniziata con la morte scioccante di Kate Spade in circostanze bizzarre. La famosa designer ha lasciato una figlia adolescente.

Durante la stessa settimana, il CDC ha pubblicato uno studio allarmante che indica che i tassi di suicidio sono aumentati del 25% tra il 1999 e il 2016. Solo nel 2016, 45.000 americani si sono suicidati e il numero è ancora in aumento. Lo studio afferma che il suicidio è ora nelle prime 10 cause di morte negli Stati Uniti in questo momento e sta diventando un problema di salute pubblica.

Forse informazioni più rilevanti su Bourdain emergeranno nei prossimi giorni. Per il momento, verrà aggiunto alla crescente lista di celebrità che sono morte impiccate recentemente: Alexander McQueen, L’Wren Scott, Robin Williams, Chester Bennington, Chris Cornell, Kate Spade e … Anthony Bourdain.

Fonte

Le inquietanti somiglianze tra le morti di Kate Spade, Alexander McQueen e L’Wren Scott

Kate Spade è la terza major fashion designer a morire per asfissia dal 2010. In effetti, le circostanze della sua morte sono stranamente simili a quelle di Alexander McQueen e L’Wren Scott. Inoltre, tutti e tre erano vicini all’élite occulta.

Il 5 giugno, la famosa stilista Kate Spade è stata trovata morta da una governante nel suo appartamento di New York. Era appesa a una sciarpa rossa attaccata a un gancio.

Secondo fonti giornalistiche, Spade ha lasciato una nota suicida indirizzata a sua figlia di 13 anni, Frances Valentine, dicendole che non è stata colpa sua.

 “Bea – ti ho sempre amato. Non è colpa tua chiedi a papà!”

Vari dettagli sulla vita della Spade sono emersi per spiegare la sua morte prematura. E, come spesso accade nelle bizzarre morti delle celebrità, molti di questi dettagli sono in conflitto.

TMZ ha riferito che Spade “beveva molto ed era depressa per problemi derivanti la separazione e di business”. L’articolo ipotizzava che Spade fosse depressa a causa del marito da cui voleva divorziare.

Kate e Andy Spade – una “coppia benestante di New York”.

L’articolo di TMZ afferma:

“La sua nota e` particolarmente interessante e possibilmente rivelatrice. Ha scritto a sua figlia tredicenne, Frances Beatrix, “Bea – Ti ho sempre amato. Non è colpa tua chiedi a papà! “Non è chiaro cosa intendesse Kate con le parole” Chiedi a papà! “. Una interpretazione è che il genitore sa perché la donna si sia suicidata.”

Poco dopo la morte della Spade, sua sorella Reta Saffo ha inviato una e-mail a diversi media con una teoria totalmente diversa. Saffo ha scritto che credeva che Spade soffrisse di un disturbo bipolare e che “avesse tentato numerose volte di ottenere il suo aiuto”.

“La mia sorellina Katy era una piccola persona preziosa. Genuina in quasi tutti i modi. Era circondata da YES men, per troppo tempo, quindi non ha potuto ricevere le cure adeguate per quello che io credo essere Disturbo bipolare … derivante dalla sua immensa celebrità. Non se lo sarebbe mai aspettato, né era adeguatamente preparata. Purtroppo, non trattato, ha finalmente preso il suo pedaggio su di lei. “

La famiglia di Spade reagì prontamente alle affermazioni di Saffo, affermando che non la conosceva affatto.

“La famiglia è disgustata e rattristata dal fatto che in questo momento di grande dolore, la sorella di Kate che è stata allontanata da tutta la famiglia per più di 10 anni avrebbe scelto di affiorare con commenti non comprovati”, . “Le sue dichiarazioni dipingono un’immagine di qualcuno che non la conosceva affatto.”
– People, Kate Spade’s Family ‘Disgusted’ After Designer’s Sister Claims Suicide ‘Wasn’t Unexpected’:

Mallis incontrò per la prima volta la Spade nei primi anni ’90, quando decollò il marchio Kate Spade.
Mallis ha anche aggiunto che la coppia Spade è apparsa felice ed “era nella corsia principale dell’universo della moda”.

“Facevano parte della prima fila dell’universo della moda. Sembravano essere una coppia perfetta, molto felici insieme “, ha detto. “Erano adatti l’uno per l’altro. Il mio cuore va solo ad Andy e alla loro figlia. “

Andy Spade ha rilasciato una dichiarazione al New York Times sulla morte di sua moglie, affermando che “Non c’erano indicazioni e nessun avvertimento che lo avrebbe fatto. E ‘stato uno shock completo. E chiaramente non era lei. C’erano demoni personali che stava combattendo. ”

Kate ha sofferto di depressione e ansia per molti anni. Stava attivamente cercando aiuto e lavorando a stretto contatto con i suoi medici per curare la sua malattia, una che ha tolto fin troppe vite. Siamo stati in contatto con lei la sera prima e sembrava felice. Non c’era nessuna indicazione e nessun avvertimento che avrebbe fatto questo. E ‘stato uno shock completo. E chiaramente non era lei. C’erano demoni personali che stava combattendo.

Negli ultimi 10 mesi abbiamo vissuto separatamente, ma a pochi isolati l’uno dall’altro. Bea viveva con entrambi e ci vedevamo o parlavamo ogni giorno. Abbiamo mangiato molti pasti insieme come una famiglia e abbiamo continuato a passare le vacanze insieme come una famiglia. Nostra figlia era la nostra priorità. Non eravamo separati legalmente e non abbiamo mai nemmeno discusso del divorzio. Siamo stati i migliori amici che cercavano di risolvere i nostri problemi nel modo migliore in cui sapevamo. Siamo stati insieme per 35 anni. Ci amavamo molto e avevamo semplicemente bisogno di una pausa.

Questa è la verità. Tutto il resto che è là fuori in questo momento è falso. Stava attivamente cercando aiuto per la depressione e l’ansia negli ultimi 5 anni, vedendo un medico su base regolare e assumendo farmaci sia per la depressione che per l’ansia. Non c’era sostanza o abuso di alcool. Non ci sono stati problemi di business. Ci è piaciuto creare insieme le nostre attività. Eravamo co-genitori della nostra bellissima figlia.
– Bazaar, il marito di Kate Spade ha appena rilasciato una dichiarazione straziante sulla sua morte

Le persone più vicine a Spade, a quanto pare, non possono credere al suo suicidio. Ci potrebbe essere di piu`? A parte il modo in cui sono morti, Kate Spade, Alexander McQueen e L’Wren Scott hanno condiviso un altro punto in comune: erano molto vicini all’élite occulta.

ELITE OCCULTA

Come ha detto la sua amica Mallis, Spade era nella “prima fila dell’universo della moda”. Il suo marchio è diventato nientemeno che iconico ed e` rapidamente stato adottato dall’élite.

Esempi di tweet provenienti da entrambi i lati dello spettro politico.

Nonostante abbia venduto le sue quote di proprietà nel 2007, è ancora attiva nel settore. Nel settembre 2016, Spade ha lanciato un nuovo marchio di accessori, Frances Valentine, e ha cambiato legalmente il suo nome in Kate Valentine Spade per abbinare la sua nuova etichetta.

Nel frattempo, il marchio Kate Spade pubblicò campagne pubblicitarie simboliche che riflettevano la vera natura dei suoi proprietari.

Una campagna pubblicitaria per le festività di Kate Spade con un occhio che tutto vede.

La campagna pubblicitaria che promuove la collaborazione di Kate Spade con Gap mette in evidenza i bambini che fanno simboli che tutti conosciamo

Un altra pubblicita` con l’occhio che tutto vede.

La morte di Kate Spade è stranamente simile a quella di altri due designer che erano anch’essi nella “prima linea dell’universo della moda”: Alexander McQueen e L’Wren Scott.

ALEXANDER MCQUEEN

Alexander McQueen. Il simbolismo di questa foto è ovvio.

Nel febbraio 2010, Alexander McQueen è stato trovato morto appeso nel guardaroba del suo appartamento di Londra. Ha lasciato un messaggio suicida ma i funzionari non hanno mai rivelato il suo contenuto.

McQueen era in prima linea nel mondo della moda, vestendo celebrità come Sarah Jessica Parker, Nicole Kidman, Rihanna, Lady Gaga e membri della famiglia reale inglese. Era spesso presente in Neovitruvian perché le sue opere erano spesso permeate di un pesante simbolismo occulto. E la tendenza è continuata dopo la sua morte.

Un occhio che tutto vede in questa creazione di Alexander McQueen.

Un sacco di creazioni di Steve McQueen alludono al controllo mentale Monarch come questo cappello fatto di farfalle monarca.

Alcune sfilate di moda di Alexander McQueen non erano altro che veri e propri rituali occulti.

L’WREN SCOTT

 

 

 

 

L’Wren Scott e suo marito Mick Jagger.

Nel marzo 2014, la stilista L’Wren Scott è morta nella stessa identica maniera di Kate Spade: appesa a una sciarpa nel suo appartamento di New York.

Scott ha iniziato la sua carriera come modella per poi diventare stilistTa. Le sue creazioni sono state indossate da una lunga lista di celebrità tra cui Julia Roberts, Michelle Obama, Carla Bruni-Sarkozy (l’ex first lady di Francia), Sarah Jessica Parker, Angelina Jolie, Nicole Kidman e molti altri. Forse la creazione più riconoscibile di Scott è l’abito “Head Mistress” (appropriatamente chiamato) che ha creato per Madonna.

CONCLUDENDO

Nel 2010, Alexander McQueen è stato trovato morto per impiccagione. Quattro anni dopo, L’Wren Scott fu trovata morto per impiccagione. Quattro anni dopo, Kate Spade è stata trovata morta appesa. C’è un bizzarro schema che coinvolge alcuni tra i creatori di moda più famosi e influenti del mondo.

Tutti e tre i designer avevano legami con l’élite mondiale e tutti e tre hanno perso la vita in circostanze simili. Non si può ignorare il cupo simbolismo associato a queste morti: McQueen è stato trovato all’interno del suo guardaroba mentre Scott e Spade sono stati trovati appesi a sciarpe (un accessorio di moda). C’è un messaggio che ci viene comunicatoi? Provenendo da un’industria che è incline alla cultura della morte, ai rituali oscuri e al simbolismo occulto, non sarebbe sorprendente.

Fonte

Ariana Grande: Il palese simbolismo Monarch del video No Tears Left To Cry

No Tears Left to Cry di Ariana Grande si svolge in un mondo a parte in cui nulla ha senso. È un tributo contorto alla pratica più malata dell’élite: Il Controllo Mentale Monarch.

Ariana Grande ha iniziato la sua carriera come Cat Valentine nello show Nickelodeon Victorious, da li è diventata rapidamente un idolo per milioni di bambini. Una volta “diplomata” nella sua carriera di cantante solista, non ci volle molto prima che i suoi fan venissero introdotti alla sessualizzazione intensa e al simbolismo elitario. È così che funziona l’industria.

No Tears Left to Cry è il primo singolo pubblicato da Ariana Grande dall’attacco terroristico di Manchester, che si è svolto immediatamente dopo il suo concerto il 22 maggio 2017. In questo giorno, il mondo del terrore si è scontrato violentemente con il mondo dell’intrattenimento rivolto ai teenager.

L’attacco di Manchester è avvenuto durante il tour di “Dangerous Woman”.

Una settimana dopo l’attacco, Ariana Grande ha diretto il concerto di Manchester One, che ha visto presente le marionette preferite di altri bambini come Katy Perry e Justin Bieber. Come ho affermato nel mio articolo Attentato a Manchester: Radunare la gioventu` attorno all’elite occulta, questo intero evento puzzava di simbolismo MK.

Quasi tutti gli artisti che si sono esibiti al Manchester One sono stati citati in questo sito per la loro correlazione con gli illuminati.

Ora, un anno dopo l’attacco, Ariana Grande ha rilasciato No Tears Left to Cry. Come a confermare quanto detto sopra, il video è pieno di evidente simbolismo MK. Diamo un’occhiata.

NO TEARS LEFT TO CRY

La canzone si riferisce alle conseguenze di un evento triste e traumatico, talmente difficile da non lasciare “lacrime da versare”. Mentre è molto probabile che ci sia un riferimento all’attacco di Manchester, il video aggiunge un livello più profondo di interpretazione. Infatti, attraverso un chiaro simbolismo, la Grande interpreta il ruolo di uno schiavo MK che si perde e rimane intrappolato in uno stato dissociativo per sfuggire dal trauma. La canzone inizia con queste parole:

“Right now, I’m in a state of mind
I wanna be in, like, all the time
Ain’t got no tears left to cry”

L’obiettivo della programmazione Monarch è quello di causare un trauma così intenso da costringere lo schiavo a dissociarsi dalla realtà come meccanismo di difesa. Durante questo stato, l’handler può “modellare” il mondo interiore dello schiavo e persino cambiare le “regole” di questo mondo quando necessario.

C’è un motivo per cui i film Alice nel paese delle meraviglie, Il mago di Oz e Labyrinth sono usati come strumenti di programmazione MK: sono tutti basati sulla stessa struttura. Ogni film presenta una ragazza che viene trascinata in un mondo fantastico in cui tutto può accadere, dove nulla ha senso e dove tutto può cambiare in qualsiasi momento. Questo descrive lo stato mentale della dissociazione mentre l’handler controlla il loro mondo interno.

Il video di No Tears Left to Cry è una rappresentazione simbolica di questo stato dal punto di vista dello schiavo che deve navigare in un mondo interiore creato dal suo handler.

Fin dall’inizio, abbiamo la sensazione che il video si svolga in un mondo completamente immaginario. È anche molto disorientante (alcuni commenti di YouTube sconsigliano di guardare questo video mentre si e` ubriachi).

Nell’introduzione, tutto gira intorno in un mondo in cui non vi è alcuna parte superiore o inferiore.

In tutto il video, la telecamera ruota per rivelare che Ariana è seduta o in piedi su un muro che si trasforma in un soffitto, non c’è gravità e le regole di base della fisica non si applicano – è tutta una costruzione della mente.

Ariana non è sul pavimento. Inoltre, se si applica la fisica, i suoi capelli dovrebbero essere rivolti verso il terreno. Ma è tutto finzione.

Quindi Ariana cade attraverso un muro e finisce in un altro luogo.

In un mondo completamente creato da un handler, i muri e le barriere possono essere trapassati in qualsiasi momento.

Arianna si ritrova intrappolata e sospesa in una stanza surreale – un modo appropriato per raffigurare visivamente lo stato di dissociazione.

Anche se Ariana volesse “fermarsi”, non sarebbe in grado di farlo. Non ha il controllo del suo corpo o del mondo interiore in cui naviga.

Quando Ariana si lascia cadere nel vuoto, la telecamera ruota e lei atterra in piedi. Non può sfuggire a questo mondo

Il video prende una piega bizzarra e passa all’inconfondibile simbolismo Monarch.

Ariana si siede sul soffitto di una stanza, rappresentando, ancora una volta, il suo stato dissociativo.

Appendere gli schiavi Monarch a testa in giù è una tecnica effettiva utilizzata durante la programmazione.

“Semplicemente appendere una persona a testa in giù per una o due ore causera` strani scherzi al cervello. La mente inizierà a dissociarsi e comincerà a invertire le funzioni primordiali del cervello, come dolore/piacere. La mente della persona riorganizza. Questo viene spesso fatto con alterego Beta o modelli Beta per convincerli a pensare che il dolore dello stupro sadico sia un piacere. ”
– Fritz Springmeier, The Illuminati Formula to Create a Mind Control Slave

Le cose da qui in poi si fanno veramente sfacciate.

Ariana letteralmente si toglie la faccia.

L’obiettivo della programmazione Monarch è programmare l’alter-ego che l’handler potra` attivare a piacimento. Questa scena rappresenta Ariana che cambia alterego.

Di fronte ad Ariana ci sono maschere che rappresentano altre personalita`.

La scena sopra contiene anche diversi oggetti che si riferiscono alla programmazione Monarch come pezzi di puzzle (che rappresentano il frazionamento della personalità di base), occhi (segno dell’occhio che tutto vede) e labirinti (che rappresentano la mappa di programmazione interna). Uno dei labirinti è disegnato su carta nera e ricorda alcuni dei lavori della pittrice Kim Noble – una sopravvissuta al controllo mentale che ha 13 alter ego.

Kim Noble ha prodotto una serie di dipinti su tela nera che descrivono simbolicamente il processo occulto e traumatico della programmazione Monarch. Lo stile artistico è simile al labirinto nel video.

Stranezza: nel video del dietro le quinte, Ariana descrive il processo di creazione della maschera utilizzata nel video come “la cosa più traumatizzante che abbia mai fatto”. Scelta interessante di parole, considerando il fatto che il video è segretamente basato sul controllo mentale basato sul trauma.

Questa scena con più Ariane enfatizza il concetto di più personalita`

Il video termina con la prima apparizione di un cielo – suggerendo che le cose potrebbero migliorare. Tuttavia, scopriamo che Ariana è seduta su un muro, suggerendo che è ancora dissociata.

A destra, un’ape vola via. Uno dei simboli che rappresentano Manchester è l’ape operaia.

COME SE NON FOSSE ABBASTANZA OVVIO

No Tears Left to Cry è stato spinto da una campagna di marketing basata sul concetto di rappresentare tutto sotto sopra.

Tutto sul sito Web di Ariana è capovolto.

Ancora una volta, questo si riferisce al metodo di dissociazione “capovolto” descritto sopra.

Questo murale che promuove la performance di Ariana ai Billboard Awards presenta testi invertiti e capovolti su uno sfondo di nuvole.

Il murale è sorprendentemente simile a questo:

Questo è un invito a un ballo mascherato elitario organizzato da Marie-Hélène de Rothschild il 12/12/1972. Il testo era al contrario e serviva uno specchio per leggere l’invito (materiale pseudo-satanico). L’intera faccenda era un rituale cannibale elitario, a tema MK. Il murale di Ariana Grande era un riferimento a questo evento?

Quando Ariana ha cantato la canzone sul Tonight Show, il set era puro immaginario MK.

Ariana suona su un set fatto per assomigliare ad un disegno di MC Escher..

“Convex and Concave” di MC Escher.

I lavori di Escher sono usati nella programmazione MK.

“L’opera dell’artista europeo M.C. Escher è eccezionalmente adatto per scopi di programmazione. Ad esempio, nel suo disegno del 1947 “Un altro mondo”, il piano posteriore nel centro funge da muro in relazione all’orizzonte, da pavimento in relazione alla prospettiva dall’alto e un soffitto rispetto alla prospettiva al basso. Le inversioni, le immagini speculari, l’illusione e molte altre qualità compaiono nell’opera di Escher che rende tutte le 76 o più delle sue opere principali eccellenti per la programmazione. ”
– Ibid.

Il lavoro di Escher è anche una parte complessa del film Labyrinth, che riguarda la programmazione Monarch.

CONCLUDENDO

Sebbene No Tears Left to Cry sia ampiamente interpretato come un “inno edificante”, c’è molto di piu` su cui speculare. La canzone, il video e la campagna di marketing che lo circonda sono completamente intrisi del simbolismo dell’élite occulta in quanto ritraggono la cantante come una schiava del controllo mentale che si è dissociata dalla realtà.

Il fatto che questo tipo di immagini sfacciate sia stato utilizzato in un video che si suppone essere un inno ad un anno dall’attentato di Manchester. Anche se all’inizio potrebbe non essere ovvio, i mondi del terrore e dell’intrattenimento hanno in comune il controllo mentale. Infatti, coloro che effettuano attacchi terroristici sono spesso prodotti del controllo mentale (programmazione Delta) mentre l’industria dell’intrattenimento è piena di schiavi MK (programmazione Beta). Per l’elite, entrambi i mondi hanno lo stesso scopo: controllare la cultura ambientale, dettare una specifica narrazione e dirigere la nostra attenzione collettiva verso atti, eventi e simboli specifici.

Nello stesso modo in cui Ariana tenta di navigare in un mondo in cui nulla ha senso, l’élite usa i media per confondere e disorientare le masse, facendole guardare loro gli schiavi del settore per “risollevarle” dopo eventi traumatici. È ora di svegliarsi e uscire da questo dipinto di Escher.

Fonte

I Gesuiti

L’ordine dei gesuiti venne inizialmente fondato nel giorno dell’ “Assunzione” il 15 agosto 1534, in una cerimonia segreta nella cripta della cappella di St. Denis da Ignazio di Loyola (Inigo Lopez de Loyola) Francisco Xavier, Alfonso Salmeron, Diego Lainez, e Nicolás Bobadilla (Spagna), da Peter Faber (Savioia/Francia) e da Simao Rodrigues (Portogallo).

Altri Nomi Società di Gesù, La compagnia di Gesù, La compagnia

Anno di origine 1540 Bolla Papale Regimini militantis ecclesiae (“Sulla supremazia della Chiesa militante”)

Fondatori Francesco Borgia & Ignazio di Loyola

Sede Chiesa del Gesù (Roma)

Capo dell’organizzazione Superiore Generale

Leader corrente Adolfo Nicolás

Numero membri 18,815 (2008)

La formazione della Compagnia di Gesù venne approvata da Francesco Borgia, Duca di Grandia, nipote di papa Alessandro VI e patrono di Ignazio di Loyola. Francesco Borgia fu il principale finanziere e “architetto” nella costituzione del primo ordine militare di monaci della Chiesa cattolica. Lo si ricorda anche per aver contribuito positivamente nell’approvazione della Bolla Regimini militantis (27 settembre 1540) da parte dell’amico della famiglia Borgia, Alessandro Farnese, Papa Paolo III, che per primo conferì ai gesuiti lo status di ordine.
Ignazio di Loyola attirò, per la prima volta, l’attenzione del giovane duca di Grandia nel 1529, dopo che Loyola venne nuovamente arrestato dall’Inquisizione per le sue estreme pratiche di devozione religiosa. Borgia vide del potenziale nell’estremo rigore religioso, predicato da Ignazio di Loyola e nel suo desiderio di stabilire un ordine di monaci militari. Fu il giovane Borgia a salvare la vita di Ignazio dall’Inquisizione.
Alla morte di Ignazio nel 1557, Francesco Borgia avrebbe dovuto essere il secondo Superiore Generale. Tuttavia, le sue ambizioni vennero ostacolate in primo luogo dall’acerrimo nemico Giovanni Pietro Carafa come Papa Paolo IV (1555-1559). Carafa fu uno dei più grandi nemici di papa Alessandro VI e nominò subito Diego Laynez come Superiore Generale.
Papa Paolo IV morì nell’agosto del 1559 e fu sostituito da Giovanni Angelo de’ Medici (Papa Pio IV). In entrambi i casi, il Superiore Generale dei gesuiti Diego Laynez si schierò dalla parte dei papi rendendoli virtualmente intoccabili.
Tuttavia, dopo che Papa Pio IV torturò e uccise Benedetto Accolti e altri membri delle famiglie papali in un presunto complotto, il cardinale Borgia fece la sua mossa e Pio IV venne avvelenato, morendo il 9 dicembre 1565. Pochi giorni dopo, il Superiore Generale Diego Laynez subì la stessa sorte. Il suo successore fu il cardinale Francesco Borgia, eletto all’unanimità, terzo Superiore Generale.

LE CARATTERISTICHE UNICHE DELL’ORDINE MILITARE GESUITA

Borgia rafforzò i già sostanziali poteri del Superiore Generale dei Gesuiti in modo da essere più potente di qualsiasi altro Ordine nella storia della Chiesa cattolica.
Anche se tecnicamente monaci, la Costituzione dell’Ordine era unica nel suo genere, in quanto esentava gli appartenenti dell’ordine dalla regola della clausura (ossia del vivere nei monasteri). I gesuiti erano abitanti “del mondo”. Solo i sacerdoti domenicani, che erano i principali carnefici dell’Inquisizione e della Chiesa Cattolica, hanno goduto di simili libertà.
Tuttavia, la Costituzione dei Gesuiti si spinse oltre fin da subito, in quanto consentì e addirittura incoraggiò i sacerdoti a non indossare l’abito (il tradizionale vestito da monaco) in modo da potersi “amalgamare” meglio con la popolazione.
Borgia assicurò ai Gesuiti, per mezzo di una bolla di Papa Paolo III nel 1545, il potere di predicare, confessare, dispensare i sacramenti e celebrare la messa, senza dover fare riferimento a un vescovo, ponendoli effettivamente fuori il controllo del clero regionale.
Un ulteriore rafforzamento della Costituzione dell’Ordine Militare dei Gesuiti si ebbe quando il Superiore Generale aumentò i suoi poteri, divenendo, di fatto l’uomo più potente dopo il papa. Con la sua costituzione del 1565 (tutt’ora in vigore), il Superiore Generale può assolvere i sacerdoti e le nuove leve da tutti i loro peccati, anche dal peccato di eresia e di scisma e dalla falsificazione di scritti apostolici. Inoltre, i Superiori Generali a partire dall’epoca di Borgia ebbero “ufficialmente” (Bolla Papale) il potere di invertire le sentenze di scomunica, sospensione o interdizione e anche assolvere i sacerdoti gesuiti colpevoli di omicidio e bigamia.
Una delle vittorie più straordinare del Superiore Generale Borgia avvenne nell’anno della sua dipartita, quando si assicurò sotto il pontificato di Gregorio XIII nel 1572 che i gesuiti avessero il diritto di intraprendere attività commericali e finanziarie – un diritto che non veniva concesso ad un ordine religioso della Chiesa cattolica da ben 400 anni (Cavalieri Templari).
Furono queste leggi contenute nella Costituzione dell’Ordine dei Gesuiti che garantirono al Superiore generale l’appellativo di Papa nero.

I GESUITI E L’ISTRUZIONE

Mentre, fin dal principio, l’Ordine Militare dei gesuiti venne progettato per essere in grado di completare tutti i tipi di missioni pericolose come omicidi, propaganda, contraffazione, furto, la loro missione primaria era e rimane ancora oggi la sconfitta completa di tutte le forze che si oppongono all’autorità del Papa Cattolico – in particolare del movimento protestante.
Anche nel 16 ° secolo, la Chiesa cattolica cercò di reprimere e controllare gli scambi e l’educazione attraverso la combinazione del diritto pontificio, dei fatti e occasionalmente della forza. Al contrario, gli stati che avevano rifiutato la supremazia del Papa come l’Inghilterra e parti di Germania, Francia, e Nord Europa erano liberi di portare avanti le loro attività commerciali in tranquillità e fornire una educazione senza restrizioni ai propri figli.
Di tutte le conseguenze della Riforma, la più pericolosa per la Chiesa cattolica era (ed è ancora) quella dell’istruzione. Ecco perché i gesuiti adottarono una posizione così marcata nel campo dell’istruzione. Usando i loro grandi poteri, i gesuiti stabilirono un contro movimento educativo, sfruttando come arma l’inestimabile possibilità di accedere agli archivi segreti del Vaticano, i gesuiti si dedicarono a manipolare ogni scienza e filosofia mainstream a svantaggio degli intellettuali protestanti, sovvertendone anche le società segrete.
Il reclutamento e la promozione dell’istruzione portò anche altri benefici, l’Ordine infatti ebbe la possibilità di migliorare il livello delle sue reclute rendendosi allo stesso tempo “attraente”  al mondo cattolico. I gesuiti divennero ben presto noti come l’Ordine dedicato all’eccellenza nell’istruzione presso i paesi cattolici, un concetto perverso se si pensa alla sua concezione originaria, ovvero essere il braccio armato della Chiesa Cattolica.

I GESUITI E I PRIMI SCAMBI COMMERCIALI

Un’altra area in cui i Gesuiti cercarono di competere con gli Stati protestanti nominati in precedenza erano le rotte commerciali. Grazie a Papa Gregorio XIII, i gesuiti divennero l’unico Ordine religioso con il potere di condurre transazioni commerciali e bancarie.
Il Superiore Generale dei gesuiti Claudio Acquaviva (1581 – 1615) utilizzò bene tale privilegio quando nel 1580, ordinò a Vilela di acquistare il porto di Nagasaki da un signore della guerra locale giapponese. Il Generale Acquaviva inviò poi Alessandro Valignano a consolidare la nuova missione commerciale.
I gesuiti promossero fortemente la crescita del loro porto di Nagasaki, rendendolo uno dei porti commerciali più redditizi del mondo. La proprietà di questo porto diede alla società un monopolio concreto sulla tassazione di tutte le merci importate che entravano in Giappone.
I gesuiti sotto Pietro Claver divennero anche uno strumento per lo sviluppo del commercio degli schiavi dall’Africa al Sud America allo scopo di utilizzarli nelle miniere d’oro.  In seguito, i gesuiti trasformarono Claver da uno dei peggiori mercanti di schiavi della storia al loro santo patrono.
Tuttavia, sia la Spagna che il Portogallo, in particolare, erano inferociti a causa delle crescenti ricchezze e influenza dei Gesuiti le quali derivavano dai proventi del traffico di schiavi e dalla monopolizzazione del commercio.
In risposta al tentativo portoghese, di limitare i gesuiti in Giappone, armando i loro nemici, il generale Claudio Acquaviva formò un’alleanza nel 1595 con gli olandesi sostenendo le loro navi mercantili e commerciali. In risposta alla nuova alleanza, il Parlamento inglese pubblicò una carta nel 1600 che garantiva all’alleanza della Compagnia delle Indie Orientali il monopolio sui traffici commerciali.
Nel 1602, il generale Claudio Acquaviva supportò i mercanti gesuiti nel percorso che permise loro di ottenere una carta da parte degli Stati generali dei Paesi Bassi che garantì loro il monopolio per 21 anni e la formazione della Vereenigde Oostindische Compagnie o VOC in olandese, letteralmente “Compagnia Unita delle Indie Orientali” (Dutch East IndiaCompany).
Attraverso il privilegio unico dei gesuiti nel poter condurre attività finanziare e commerciali, la Dutch East India Company divenne una delle aziende più redditizie della storia grazie al controllo di spezie, medicine, schiavi e piantagioni. I gesuiti controllarono questo avamposto commerciale fino al 1773 quando l’Ordine venne sciolto.

LO SCIOGLIMENTO DELL’ORDINE

Mentre l’argomento iniziale che giustificava la presenza gesuita nel commercio era quello di corrompere e ostacolare le attività commerciali protestanti, furono in realtà le nazioni cattoliche a subire i danni maggiori. In aggiunta alle disgrazie provocate dai gesuiti, un pericolo proveniva anche dall’interno dell’ordine, ovvero dai suoi assassini. Ogni volta che un nuovo re o regina moriva sotto la loro vigilanza, le famiglie nobili d’Europa entravano in uno stato di forte agitazione.
Fu tuttavia lo stesso sistema di controllo, istruzione e soppressione del liberalismo gesuita che portò al loro scioglimento. Mentre le nazioni protestanti facevano passi avanti nel commercio, nell’industria e nell’istruzione, gli Stati cattolici continuarono a perdere il controllo. Spagna, Portogallo, gli stati italiani e anche la Francia rimasero a guardare con disgusto e frustrazione l’Inghilterra, la Germania, la Russia e gli altri Stati europei del Nord crescere nella ricchezza e nel prestigio.
Nel 1758 il ministro di Giuseppe I del Portogallo (1750-1777), il Marchese di Pombal, espulse i Gesuiti dal Portogallo, e li spedì in massa a Civitavecchia, come un “dono per il Papa”. Nel 1764, il re Luigi XV di Francia espulse i Gesuiti.
Nel 1769, il movimento per espellere i gesuiti era talmente cresciuto da rappresentare un pericolo per lo stesso Papa. Papa Clemente XIII convocò un concistoro, al fine di sciogliere i gesuiti, con annessa una bolla papale. Il 2 febbraio 1769, però, la notte prima che la bolla venisse promulgata, il generale Lorenzo Ricci riuscì a far assassinare il Papa.
Il suo successore, Papa Clemente XIV, allievo gesuita, risultò decisamente più strategico. Nel luglio del 1773, Papa Clemente XIV firmò l’ordine Dominus ac Redemptor per smantellare i gesuiti, le loro chiese e sequestrarne i beni. In cambio, Papa Clemente ottenne la restituzione di Avignone e Benevento allo Stato della Chiesa per i “servizi” resi alle case reali.
La soppressione colse il generale Ricci completamente spiazzato e, prima che potesse reagire, venne arrestato il 17 agosto e imprigionato a Castel Sant’Angelo a Roma. Il 22 settembre 1774, tuttavia, Ricci, riuscì a far uccidere Papa Clemente XIV. Ricci rimase imprigionato e morì il 24 Novembre 1775 dopo 15 anni da generale.

IL CONTRATTACCO DEI GESUITI

La prigionia e la morte di Ricci, la bolla di soppressione, non segnarono la fine dei gesuiti. La lettera era valida solo nei paesi in cui venne ufficialmente promulgata.
Federico di Prussia riconobbe il valore dei Gesuiti come educatori e rifiutò di promulgare l’editto. Allo stesso modo, anche Caterina II di Russia proibì la sua promulgazione. In un primo momento, alcuni gesuiti divennero sacerdoti della parrocchia e continuarono ad insegnare nei collegi dei gesuiti come un tempo.
Dal momento che vennero riconosciuti legalmente come gesuiti in quei due paesi, i Padri nella Russia Bianca organizzarono una Congregazione, la prima in Russia. Elessero come Vicario Generale Padre Stanislao Czerniewicz (53 anni). Era un gesuita leader della Provincia ed era Rettore al Collegio di Polotsk.
Stanislaus Czerniewicz morì il 7 luglio 1785, i Padri allora, organizzarono la seconda congregazione della Russia Bianca per eleggere un successore. Elessero come Vicario Generale, il 27 settembre, Padre Gabriel Lenkiewicz.
Due anni dopo la sua elezione, Gabriel Lenkiewicz colse l’occasione per vedicarsi su una delle case reali europee che contribuirono alla caduta dei gesuiti. Durante la Riforma Re Luigi XVI di Francia convocò un’assemblea di notabili – un gruppo di alcuni nobili, borghesi e burocrati selezionati al fine di bypassare il Parlamento, dominato dalle famiglie nobili.
Al fine di migliorare il tenore di vita dei più poveri e fermare la fame crescente, il Re francese chiese il bene stare dell’Assemblea nel suo piano di tassare, per la prima volta, le famiglie nobili e la Chiesa cattolica. Il piano oltraggiò i Vescovi cattolici e i Gesuiti vennero chiamati dalla Russia per fornire assistenza su come sovvertire i piani del “buon” re.
I gesuiti sfruttarono subito il piano del re per by-passare il Parlamento, completamente corrotto, diffondendo opuscoli anti-monarchia in cui si dimostrava che il re in realtà stava contro la gente comune, in quanto per legge un terzo del Parlamento francese doveva essere rappresentato dalla gente comune.
Anche in questo caso, sfruttando il desiderio del re di apportare cambiamenti significativi, i gesuiti promossero rivolte aperte e un movimento di opposizione, sostenendo che le vere persone che volevano il cambiamento era il popolo non il re. Per terminare il caos, nel 1791, re Luigi XVI promulgò una nuova Costituzione con cui la Francia sarebbe diventata una monarchia costituzionale – fornendo una reale libertà politica e democratica, per la prima volta nella storia dell’Europa continentale.
In risposta, Papa Pio VI (1775-1799) ordinò all’imperatore del Sacro Romano Impero, Leopoldo II d’Austria, di attaccare suo cognato. Nel 1792, i giacobiti controllati dai gesuiti catturarono il re e per i successivi due anni, durante il “regno del terrore” gesuita, vennero giustiziate oltre 40.000 persone, per lo più senza nemmeno un processo.
La rivoluzione non avvantaggiò, inizialmente, la causa dei gesuiti (ovvero la loro riammissione). Diede invece rinnovata fiducia alla loro capacità di rovesciare, anche la più antica delle monarchie, che infine li portò ad ideare il piano per catturare il Papa e la ricchezza della Chiesa cattolica.
In una delle più grandi mistificazioni della storia, il leale agente dei Gesuiti Gilbert du Môtier, marchese de La Fayette conosciuto semplicemente ai più come “La Fayette” non abbandonò le sue fedeli truppe e l’influenza nascondendosi nella regione oscura di Liegi in Belgio, dove venne tenuto “prigioniero” per 5 anni. La Fayette, invece, fu incaricato dai gesuiti di prendere le vaste riserve d’oro della Francia e trasferirle in America.
A New York, l’oro francese è stato posto con cura nella Bank of New York (fondata nel 1784) e nella Bank of the Manhattan Company (ora JP Morgan Chase Bank).
L’agente gesuita Antoine Christophe Saliceti curò con attenzione la carriera del compagno Napoleone Bonaparte per diversi anni. Nel 1795, pur servendo a Parigi, Napoleone riuscì a schiacciare una rivolta di monarchici e contro-rivoluzionari e venne supportato dal leader del nuovo regime Paul François Jean Nicolas, visconte de Barras (Paul Barras).
Dopo il suo matrimonio con Joséphine de Beauharnais, Saliceti si assicurò che a Napoleone venisse affidato il comando dell’esercito francese in Italia nel marzo 1796 dando l’ordine di invaderla, in particolare per catturare il Papa a Roma.
Nello stesso periodo, i gesuiti in Svizzera costituirono le banche private Darier Hentsch & Cie e Lombard Odier Darier Hentsch che avrebbero custodito l’oro e i tesori sequestrati durante la campagna.
Papa Pio VI, tuttavia, costituì un proprio trattato di pace con Napoleone (Tolentino) il 19 febbraio 1797. Sono stati i gesuiti ad organizzare l’assassinio del generale di brigata francese Mathurin-Léonard Duphot a Roma, per permettere a Napoleone di arrestare, finalmente, il papa. Sei settimane dopo il trasferimento del Papa presso la cittadella di Valence, morì il 29 agosto 1799.
Tornati a Roma, gli agenti del Superiore Generale dei Gesuiti Gabriel Lenkiewicz catalogarono tutti i buoni del Tesoro Vaticano e altre informazioni riguardo le posizioni dei tesori della Santa Sede, inviandole in Svizzera. A sua volta, la Banca continuò per un certo tempo a finanziare Napoleone per le sue continue campagne di conquista.
Nel novembre del 1798, Gabriel Lenkiewicz morì e il 1 ° febbraio Padre Franz Xavier Kareu fu eletto Vicario Generale.

Luoghi occulti: La sede dell’IRS in Maryland

La sede dell’IRS a New Carrollton, in Maryland, è un edificio governativo che, pur essendo costruito con fondi pubblici, contiene riferimenti alle società segrete elitarie. Ancora più importante, l’arte che troviamo al suo interno, trasmette uno strano messaggio sulla Costituzione degli Stati Uniti e sul popolo americano in generale. Daremo un’occhiata al significato simbolico dell’arte e dell’architettura visibili nella parte frontale dell’IRS.

L’IRS è probabilmente l’istituzione più odiata in America – soprattutto perché il suo ruolo primario è quello di costringere le persone a consegnare i loro sudati risparmi. Si tratta dell’equivalente moderno del proverbiale esattore delle tasse, raccoglie infatti i soldi dai lavoratori americani per darli al governo che, a sua volta, utilizza questo denaro per inviare droni all’estero o per costruire sovrastrutture per monitorare meglio questi stessi lavoratori. Cosa c’è che non va?

L’IRS venne originariamente creato come una “misura temporanea” in tempo di guerra (strano come l’Agenzia delle Entrate canadese fosse anch’essa “temporanea”), ma è tutt’ora attivo. Il gigantesco complesso dell’IRS a New Carrollton, Maryland è stato costruito nel 1997 e sta ancora crescendo, suggerendo come la suddetta istituzione abbia orimai piantato radici ben fisse sul territorio. Questo moderno edificio possiede molte caratteristiche interessanti, ma è la curiosa arte/architettura, visibile pubblicamente all’esterno, a suscitare la nostra attenzione. Come nel caso di molti edifici governativi, le masse non capiranno assolutamente nulla di quanto rappresentato, ma gli esperti di simbolismo, noteranno che le implicazioni sono molteplici e profonde. In realtà, la piena comprensione delle origini e del significato dei simboli, che si trovano davanti al palazzo dell’IRS, significa: capire veramente chi è al potere in America (e in tutto il mondo), quello in cui credono e quello che veramente pensano di noi, le masse.

LAYOUT GENERALE

L’ingresso alla sede dell’IRS è decorato da due pilastri bianco/neri realizzati in marmo di alta qualità, coronati da due mani. Tra i due pilastri vi è una piramide nera con una punta metallica dove leggiamo la scritta “We the People”. Che cosa significa tutto questo? Ecco una descrizione “ufficiale”:

 

“Gli elementi più notevoli sono le enormi mani di marmo bianco in cima ad ogni colonna. Ogni mano punta verso il cielo, una con l’indice esteso, l’altra è una mano aperta, con le dita leggermente a coppa.

L’opera del 1997, è intitolata “Vox Populi”, che in latino significa “La voce del popolo.” La mano con il dito indice alzato rappresenta, l’argomento, il gesticolare di un commentatore che da la sua opinione. La mano con il palmo aperto rappresenta l’atto di votare o di fare un giuramento. ”
– Il Washington Post, “Le Grandi Mani della legge”

Tutto buono e giusto ma cosa ha a che fare la “Vox Populi” con l’IRS? I cittadini hanno in qualche modo a che fare con l’IRS? Perché i pilastri sono bianchi e neri? Perché c’è una piramide nel mezzo? Come nel caso della maggior parte dei simboli occulti, c’è una interpretazione basilare (e insoddisfacente) per le masse e un significato “reale” riservato a coloro che sanno. Per gli iniziati, l’arte rappresenta una strizzata d’occhio ai più alti gradi della Massoneria, la vera fonte del potere in America.

Di fronte alla sede dell’IRS troviamo una piramide con la punta metallica, tra due pilastri. Le strisce in bianco e nero si riferiscono al concetto ermetico di dualità.

Questo monumento massonico a Israele possiede esattamente gli stessi elementi: Una piramide tra due pilastri. Le strisce a terra rappresentano la dualità.

I DUE PILASTRI

Il simbolismo dei pilastri gemelli è antico e molto significativo, in quanto si riferisce al nucleo dell’ermetismo, la base degli insegnamenti per le società segrete. In breve, i pilastri rappresentano la dualità e l’unione degli opposti:

“La tavola destra della legge rappresenta anche Jachin – la colonna di luce bianca, la tavola di sinitra, Boaz – il pilastro oscuro delle tenebre. Erano alti diciotto cubiti ed erano splendidamente decorati con ghirlande, melograni e trame varie. Sulla parte superiore di ogni colonna vi erano delle grandi coppe  – oggi erroneamente chiamati sfere o globi – una delle coppe conteneva il fuoco e l’altra l’acqua. Il globo celeste (originariamente la coppa di fuoco), che sormonta la colonna di destra (Jachin), è il simbolo dell’uomo divino, mentre il globo terrestre (la coppa di acqua), che sormonta la colonna di sinistra (Boaz), significa l’uomo terreno . Questi due pilastri, connotano anche rispettivamente, le espressioni attive e passive dell’energia divina, il sole e la luna, lo zolfo e il sale, bene e male, luce e oscurità. Tra di loro la porta che conduce alla Casa di Dio, la loro presenza alle porte del Santuario è un ricordo anche del fatto che Geova  sia androgino e una divinità antropomorfa. Le due colonne parallele indicano anche i segni zodiacali del Cancro e del Capricorno, collocati nella stanza delle iniziazione per rappresentare la nascita e la morte – gli estremi della vita fisica. Di conseguenza, esse significano l’estate ed i solstizi invernali.

“Nella misteriosa struttura dell’albero della vita cabalistico, questi due pilastri simboleggiano la Misericordia e la Giustizia. Quando interpretate cabalisticamente, i nomi dei due pilastri significano “Nella forza sarà stabilità la mia dimora”.”Nello splendore dell’illuminazione mentale e spirituale, il sommo sacerdote, si erge in piedi tra i pilastri, come un testimone muto alla virtù perfetta dell’equilibrio – quell’ipotetico punto equidistante da tutti gli estremi. Ha così personificato la natura divina dell’uomo tra gli opposti di cui è costituita la natura umana – la misteriosa monade pitagorica in presenza della diade. Da un lato si ergeva la stupenda colonna dell’intelletto, dall’altro, il pilastro di bronzo della carne. A metà strada tra questi due si trova l’uomo saggio glorificato, che prima di raggiungere questo stato di estasi ha dovuto provare la sofferenza creatasi incrociando le 2 colonne. Gli ebrei, agli inizi, rappresentavano le due colonne, Jachin e Boaz, come le gambe di Geova. Il significato di tutto ciò è che la Sapienza e l’Amore, nel loro senso più alto, sostengono l’intero ordine della creazione.La colonna di destra, che si chiama Jachin, ha il suo fondamento su Chochmah, l’effusione della sapienza di Dio, i tre globi sospesi sono tutte potenze maschili. La colonna a sinistra si chiama Boaz. I tre globi su di essa sono potenze femminili e recettive,perché fondata nella comprensione; è una potenza ricettiva e materna. La Sapienza, si noterà, viene considerata radiante o effusiva, mentre la Comprensione, ricettiva, o comunque come qualcosa che viene riempito dallo scorrere della Sapienza. I tre pilastri sono in ultima analisi, uniti in Malchuth, in cui tutti i poteri dei mondi superiori si manifestano. ”7

– Manly P. Hall, Gli Insegnamenti Segreti di tutte le età

Come i due pilastri custodiscono l’entrata dei templi massonici, così due colonne si erigono all’ingresso del palazzo IRS

Arte massonica raffigurante i due pilastri di nome Jachin e Boaz all’ingresso di un tempio massonico.

Anche se non tutti i pilastri sono necessariamente massonici, quelli di fronte al palazzo dell’IRS contengono altre caratteristiche che non lasciano dubbi in merito alla loro connessione con la società segreta.

I pilastri dell’IRS possiedono esattamente 13 righe bianche e nere, la posizione delle mani è inoltre molto significativa.

In netto contrasto con il resto della costruzione, i pilastri sono a strisce bianco/nere, un modello che richiama la dualità, un concetto che è rappresentato, visivamente, nel pavimento massonico.

Probabilmente la caratteristica più importante nelle logge massoniche, il motivo a scacchiera bianco/nero vuole essere una rappresentazione visiva del concetto di dualità.

Per rendere le cose ancora più esplicitamente massoniche (o per coloro che sanno) ogni pilastro è costituito da 13 righe, un numero che è della massima importanza nella tradizione massonica (ricerca l’onnipresenza del numero 13 sulla banconota americana da un dollaro). Considerando la costante attenzione alla numerologia occulta nell’arte massonica, questo fatto, da solo, risulta molto significativo.

Sopra ogni pilastro vi sono delle mani di marmo bianco. E’ interessante sapere che l’abbigliamento massonico formale richieda guanti bianchi. Una delle mani punta un dito verso l’alto. Mentre l’interpretazione ufficiale sostiene che si riferisca all’atto di discutere pubblicamente, quel segno, nel contesto esoterico dell’opera d’arte, assume un significato molto più antico e mistico.

Chiamata la “mano di Dio”, il “segno della protezione” o la “mano dei Misteri”, il segno della mano con il dito rivolto verso l’alto può essere trovato in molte opere d’arte esoteriche. Sembra essere costantemente associato a figure che possiedono “la conoscenza degli dei”.

La raffigurazione classica di Hermes lo mostra sempre con il dito puntato al cielo. Conosciuto come il “messaggero degli dei”, Hermes è una figura centrale nella tradizione massonica. E’ considerato un maestro nella scienza teurgica, aiutando quindi l’umanità ad elevarsi allo stato di divinità (l’ermetismo deriva dalla parola Hermes).

“Platone, un iniziato ad uno di questi ordini sacri, fu duramente criticato perché nei suoi scritti rivelò al pubblico molti dei principi filosofici segreti dei Misteri.” – Manly P. Hall. In questa rappresentazione classica di Platone(Raffaello), ha il dito puntato verso l’alto – probabilmente perché ha “iniziato” il mondo ad alcuni insegnamenti segreti delle scuole misteriche)..

Questo oggetto massonico, presenta lo stesso segno che troviamo di fronte al palazzo dell’IRS.

Nel contesto degli insegnamenti esoterici, un uomo che punta verso Dio può rappresentare l’obiettivo finale dei Misteri: Ascendere dallo stato di semplici mortali per raggiungere la divinità.

La mano sopra l’altro pilastro non punta verso il cielo, ma è invece aperta. Mentre un dito che punta è solitamente associato all’indicazione di una specifica direzione, il palmo aperto è tradizionalmente associato allo “stop” o ad una “battuta d’arresto”. Nel simbolismo massonico, i due pilastri sono spesso sormontati da simboli contrastanti (il sole e la luna o globi che rappresenta terra e cielo). Potrebbero, le mani bianche sopra le colonne, rappresentare le stesse nozioni opposte di divinità (che punta verso Dio) e di materialità terrena (segnale d’arresto)?

Su questi pilastri massonici sono incise varie citazioni relative alla Costituzione degli Stati Uniti e al Bill of Rights. Alcune sono piuttosto strane nell’attuale contesto, come questa di Barbara Jordan:

“La Carta dei Diritti non è stata prodotta dalla Natura o da Dio. E’ molto umana, molto fragile. “Hmmm, e’ un pò inquietante…”

Considerando il fatto che un gruppo di leggi palesemente in violazione della Carta dei Diritti (in particolare rispetto al Primo e al Quarto Emendamento) furono emanate poco dopo l’erezione di questo edificio, una persona non può che chiedersi se queste citazioni non sono state una sorta di avvertimento. Vedendo l’emergere di uno stato di polizia con leggi che violano la privacy e la libertà di parola possiamo sicuramente concludere che il punto di vista elitario sul Bill of Rights è quello di un qualcosa “molto umano, molto fragile”, che può essere facilmente violato. Mentre la citazione sopra può essere interpretata come un promemoria per non prendere la Carta dei Diritti come qualcosa di scontato, veicola anche un inquietante messaggio su come possa essere facilmente manipolata e addirittura scomparire.

LA PIRAMIDE

Tra i due pilastri vi è il simbolo più riconoscibile dell’elite occulta: Una piramide con la cuspide lucida. Nella piramide è scritta la Costituzione degli Stati Uniti, che inizia con la celebre “We the People”. Guardando più da vicino queste sculture, viene da porsi alcune domande.

In primo luogo, perché è la Costituzione degli Stati Uniti è incisa in un simbolo associato alle società segrete i cui più alti gradi sono riservati agli “uomini d’elite”? Non c’è una contraddizione? In secondo luogo, è piuttosto chiaro che la base della piramide color carbone rappresenta le masse, mentre la lucida e illuminata cuspide rappresenta l’élite “. Non è una rappresentazione elitaria? Che la cuspide sopra la piramide e la Costituzione degli Stati Uniti significhi forse che l’élite è al di sopra della legge? Infine, perché non c’è la Carta dei Diritti sulla piramide? Forse perché è “molto umana, molto fragile”? L’elite la considera forse troppo datata? Come nel caso degli altri luoghi oscuri analizzati in questo sito, molte costruzioni nascondono implicazioni molto profonde.

CONCLUDENDO

In questo articolo sulle location oscure degli illuminati, abbiamo visto una quantità relativamente piccola di materiale che comunque trasporta una massiccia quantità di simbolismo. Lungi dall’essere meramente decorativa, l’arte/architettura che si trova di fronte al palazzo dell’IRS nel Maryland descrive in chiave simbolica la vera fonte del potere dietro il governo americano (e il mondo), la sua filosofia spirituale e politica, la sua percezione delle masse e così via. Mentre, però, il simbolismo massonico è inequivocabile, i locali di fronte non hanno niente a che fare con l’elite occulta. Chi è al potere fa parte dei livelli più elevati e nascosti dell’ordine – ovvero quelli che chiamiamo comunemente Illuminati.

Mentre l’IRS non si tira indietro dal raccogliere soldi da ogni singolo lavoratore americano negli Stati Uniti, i simboli occulti davanti alla sua sede non sono sicuramente destinati ad ogni singolo lavoratore americano. Sono pensati per essere compresi da un numero molto limitato di persone. Perché ci sono simboli associati a gruppi segreti ed elitari presso edifici che sono presumibilmente pubblici? Non è una contraddizione?

Mentre alcuni potrebbero dire che il vero, significato mistico dietro questi simboli non è di per sé malvagio, ciò che sconvolge è che coloro nella “cuspide” ci stanno chiaramente dicendo che, per chi è alla base della piramide, non è importante la comprensione di tali simboli. Hanno lo scopo di distrarre e confondere al fine di finanziare l’elite senza causare troppi danni … e questo è tutto. L’IRS è parte dell’equazione.

Contrariamente al significato “ufficiale” della mano che indica, nessun cittadino ha voce in capitolo sulle politiche di queste istituzioni e neppure di quello che mostrano di fronte ai propri edifici. Sono piuttosto coloro che stanno nella cuspide che dettano ciò che succede a “We the People” … anche se questo significasse eliminare il Bill of Rights.

Fonte

 

2013: La Fortezza – Interpretazione e simbolismo occulto

Spesso le persone che visitano questo sito o altri blog simili, non si rendono conto della portata del complotto mondiale perpetrato ai nostri danni. In molti, dicono che è una moda, che non esiste alcuna associazione tra simbolismo e mass media. Prendendo spunto da un interessante film, segnalato dal mitico Gabriel, proverò (per l’ennesima volta) come il progressivo condizionamento simbolico esista da decenni e come esso segua una agenda ben determinata

Attraverso i film, i video musicali, le pubblicità e i grandi eventi, l’elite condiziona le masse tramite l’inserimento di simbolismo, posizionato ad hoc, in modo da fissare nel subconscio delle persone determinati modelli, spesso in contrasto con il senso comune. Andremo ora ad analizzare questo film, che già nel 1992 conteneva importanti punti dell’agenda per un Nuovo Ordine Mondiale. Alcuni sono già una realtà, come vedremo…

La primissima immagine del film è un codice a barre, ovvero una metafora per indicare il “marchio della bestia”: Tutti gli umani nel film hanno tatuato un codice a barre che ne permette l’identificazione

Le tecnologie si sono evolute (microchip) ma il concetto resta uguale, controllarci come degli animali

Zombi chippati

E’ solo questione di tempo prima che venga introdotto l’RFID Chip, le forze sataniche, tuttavia, vogliono che le masse lo accettino di spontanea volontà, un concetto che risuonerà spesso nel film e che viene applicato sistematicamente nel mondo reale.

In America ormai è iniziata da tempo la campagna per innestare il chip. Da chi si parte? Dai bambini! La propaganda (serve per la tua sicurezza e quella di tuo figlio n.d.r.). Spaventando le madri, le si porta ad accettare di buon grado una tecnologia così spaventosa

TSA E CONTROLLO DELLE NASCITE

Nelle prime scene del film possiamo vedere i due protagonisti, una coppia che sta fuggendo in Messico, attraversare la frontiera, venendo sottoposta ad un controllo minuzioso, simile a quanto accade attualmente con gli scanner TSA presenti negli aereoporti americani (sempre per la sicurezza delle persone)

Le forze di polizia svolgono un lavoro minuzioso, quasi maniacale nel controllo delle persone che attraversano il confine

In questo mondo globalizzato, le sbarre della prigione non si vedono

Ritornando al discorso dei TSA, la scena che più mi ha colpito riguarda l’ispezione di una donna chiamata “vacca” perchè “positiva” (è incinta).

E’ necessario il controllo delle nascite per poter vivere in questo “delicato” pianeta…

Anche se non siamo arrivati ai livelli del film, il senso di intrusività del sistema TSA rispecchia molto quello della pellicola

Come si è spiegato in questo articolo uno dei principali obiettivi degli illuminati è quello di ridurre la popolazione a circa 500.000.000 di unità per ricostituire il fragile equilibrio con la natura

L’elite ha bisogno di un sostanziale abbassamento della popolazione in modo da poterla controllare più efficacemente. L’equilibrio con la natura è solo un’altra balla, costruita ad hoc, per farci sentire in colpa. Sono le multinazionali e le corporazioni che sfruttano l’ambiente e le popolazioni povere a loro vantaggio…

LA MENTEL CORPORATION

Il pianeta è in mano alle corporazioni che gestiscono ogni aspetto della vita umana. Questo controllo viene effettuato, per la maggiore, da un sistema cibernetico, il cui obiettivo è quello di far rispettare le regole ad ogni costo. La caratteristica fondamentale [ed estremamente cinica per un computer (mi è venuto in mente HAL 9000 di 2001: Odissea nello spazio)] è quella di sfruttare avanzatissime tecniche di controllo mentale, a base di proiezioni olografiche, torture fisiche, privazione sensoriale e ipnosi.

Il protagonista (Brennick) viene scortato con altri prigionieri, in una struttura detentiva di massima sicurezza, in mezzo al deserto. Sentiamo la voce femminile del robot (Zeta), applicare una sorta di iniziale e blando controllo mentale, instillando il panico in alcuni dei passeggeri, rispetto alla loro condizione di segregazione.

“La Fortezza è situata in pieno deserto dove nessuna forma di vita resiste, la fuga è impossibile”Notare il logo della Mentel, un esagono con un occhio al centro…Tale forma geometrica ritornerà moltissime volte nel film, a simboleggiare il culto di Saturno.

Brennick, per non aver rispettato la legge sul controllo delle nascite, dovrà scontare ben 31 anni nel carcere di massima sicurezza chiamato la Fortezza.

In uno stile del tutto simile a quello utilizzato nei campi di concentramento nazisti, i prigionieri vengono fatti spogliare nudi. E’ un altro modo per scardinare la personalità e la volontà dell’individuo, che si trova nudo, in un posto sconosciuto e pericoloso, in una sorta di spettacolino voyeur per le guardie, che osservano gli anim…i prigionieri sfilare nudi.

La deumanizzazione dei detenuti è cominciata non appena hanno varcato la soglia della prigione

I detenuti sono infatti diventati proprietà della Mentel la quale gli utilizza come schiavi per ampliare la struttura detentiva. Continua il subdolo controllo mentale, questa volta è lo stesso direttore a “spiegare” la situazione ai prigionieri.

Poe, il direttore della prigione, comunica ai detenuti che lavoreranno 24 ore al giorno, con turni stabiliti dal computer. Anche i pensieri e i sogni verrano controllati, in modo che il prigioniero sia ricattabile e incapace di un reale pensiero proprio…incoraggiante

IL DEFIBRILLATORE GASTRICO

Per mantenere i prigionieri calmi e ordinati la Mentel ha inventato il Defibrillatore Gastrico, una sorta di Chip che causa, a comando, forti dolori allo stomaco e morte se si attraversa la linea rossa.

Il defibrillatore gastrico, viene inserito nel corpo del detenuto tramite un oggetto (e con una modalità) molto “fallica”. La “fellatio” imposta dalla macchina al nostro protagonista, evidenzia forse la sottomissione degli esseri umani alle macchine?

Immagini e parole sono attentamente calcolate per instillare terrore e insicurezza nei prigionieri

Nel 2012 abbiamo già raggiunto la tecnologia che ci permette di sfruttare un microchip per uccidere a distanza: ciò che nel 1992 era solo fantasia, ora è una realtà. Potete leggere a riguardo questo articolo

Come detto in precedenza l’esagono ha un ruolo simbolico permeante e importante nel film (culto di Saturno)

Nella gnosi l’archetipo e il pianeta di Saturno sono il punto focale per la manifestazione del Demiurgo. Il Demiurgo è identificato con Lucifero, il Portatore di Luce – come l’ottava superiore di Saturno. In tale veste è il “Guardiano della Soglia” dell’iniziazione. Secondo gli antichi insegnamenti, Saturno è il grande Giudice che si manifesta nella giustizia, è anche patrono della religione dell’intelligenza e governa tutti gli standard di pesi, misure e numeri. E’ il signore dei 7 geni planetari, del mondo tangibile, della vita e della morte oltre che della luce e delle tenebre. Saturno è visto come colui che interrompe l’ordine e l’unita cosmica – così istituì la morte, facendo in modo che il concetto di cambiamento venisse in essere.

SCENDENDO NELLA FORTEZZA

Mentre la “confortante” voce di Zeta continua a descrivere la prigione di massima sicurezza, possiamo cogliere un dettaglio significativo in numerologia: la fortezza è formata da 33 piani, un numero molto importante nelle società segrete e in generale nella cultura umana.

Si consideri ad esempio il numero 33. Il primo tempio di Salomone rimase intatto per 33 anni. Alla fine di quel periodo venne saccheggiato dal Re egiziano Sisach, e, infine, (588 aC) fu completamente distrutto da Nabucodonosor e gli abitanti di Gerusalemme furono condotti in cattività a Babilonia. (Vedi Storia generale della Massoneria, di Robert Macoy.) Anche il re Davide governò Gerusalemme per 33 anni, l’Ordine Massonico è diviso in 33 gradi simbolici;
ci sono 33 segmenti nella colonna vertebrale umana, e Gesù fu crocifisso nel suo trentatreesimo anno d’età. – Manly P. Hall Gli insegnamenti segreti di tutte le età

… nella numerologia spirituale, il ’33 ‘simboleggia la più alta coscienza spirituale raggiungibile dall’essere umano. – Elizabeth van Buren Il segreto degli Illuminati,  pag. 161-2

Si è scoperto che il 33 ° parallelo attraversava l’Arizona, in particolare, la piccola città di Florence. Il Dipartimento Correttivo di Massima Sicurezza dell’Arizona è proprio situato in questa location. Investigando potrete trovare altre curiosità estremamente significative rispetto a questo numero.

Come per ogni opera satanista degna di nota, il simbolismo deve essere invertito: Mentre il 33 rappresenta il massimo livello spirituale raggiunto dall’uomo, nel film i 33 piani della struttura penitenziaria assumono il significato del massimo livello di materialismo raggiunto dall’uomo. Il controllo assoluto del comportamento e dei pensieri, la degradazione dell’essere umano a simil-bestia e la costante ossessività nel PRODURRE e COSTRUIRE sono tutti aspetti importanti nel processo di schiavizzazione della razza umana.

CONTROLLO DEI SOGNI

Un altro spaventoso sistema di controllo mentale è quello della privazione del sonno (che normalmente fa insorgere psicosi e nevrosi), la MENTEL corp. tuttavia si è spinta oltre, riuscendo a “spiare” i sogni dei detenuti.

I sogni dei detenuti vengono analizzati da dei droni

Le registrazioni vengono poi valutate da Poe che autorizza Zeta ad adottare determinate misure di contenimento

L’intera scena ha qualcosa di decisamente malato: il direttore in particolare sembra provare un piacere perverso nell’osservare tali scene erotiche (il sogno di Brennick), ma Zeta è pronta a riportare la “normalità” suggerendo un intervento punitivo, tradotto: una scarica dal defibrillatore gastrico. I prigionieri non possono sognare perchè tramite essi l’uomo è in grado di coltivare le sue aspirazioni, di immaginare una realtà alternativa a quella della galera o più semplicemente, nel contesto del film, la libertà.
Il sogno inoltre serve per scaricare le tensioni accumulate durante la giornata, senza di essi, la condizione psichica del soggetto degenera rapidamente.

FORZARE IL CONSENSO

Proseguendo nel film, Brennick si trova a difendere un compagno di cella dagli abusi subiti da un particolare prigioniero: 187

187 è un termine gergale utilizzato per il reato di omicidio. Si riferisce alla sezione 187 del Codice Penale Californiano, il quale definisce il reato di omicidio. Il numero è comunemente pronunciato leggendo le cifre separatamente come “uno-otto-sette” o “1-8-7″, piuttosto che “187″.Wikipedia

Il 187 stampato in fronte ricorda molto il marchio che Dio tatuò in fronte a Caino dopo che quest’ultimo uccise Abele

Il detenuto 187, come detto in precedenza, ha tentato di violentare con la forza un altro detenuto, ma grazie all’intervento del protagonista e successivamente del defibrillatore gastrico, le sue intenzioni sono miseramente fallite.
Possiamo tracciare un parallelo molto interessante tra questo comportamento (utilizzare la superiorità fisica per ottenere un determinato obiettivo) e il sistema, molto più efficace utilizzato dall’elite.

Dopo essere stati richiamati (Brennick, 187 e il ragazzo), il protagonista viene portato al cospetto del direttore, Poe.

Poe, si fa fare la barba da Abraham, che definisce il migliore promettendogli una prospettiva di libertà vigilata. Come accade nella vita reale, l’elite è molto brava ad illudere e mistificare le masse con belle parole e con la concessione di determinati privilegi. Tuttavia, si tratta solamente di un sistema di coercizione per mantenere l’ordine.

Per far “abbassare la cresta” a Brennick, il direttore, sfrutta il ricatto, mostrandogli la moglie, anch’essa detenuta nel carcere di massima sicurezza.

Grazie al totale controllo della mente dei detenuti, Poe, il direttore del penitenziario, è riuscito a scoprire il punto debole del protagonista, ovvero la moglie. Una tecnica molto più efficace della semplice e barbara violenza fisica

“La legge è chiara, un bambino per ogni donna, perchè abitiamo in un piccolo e fragile pianeta, dobbiamo mantenere la popolazione in equilibrio.”

OBBLIGARE AL CONSENSO

Il film ci ripropone un interessante parallelo, 187 e Brennick, continuano nel loro scontro fisico. Alla fine è Lambert ad avere la meglio ma decide di non uccidere l’avversario (anche se gli viene ordinato da Paul). 187 viene ucciso comunque da uno dei droni di Zeta e il nostro protagonista viene scortato nella camera del lavaggio del cervello: una tale dimostrazione di libero arbitrio non poteva rimanere impunita.

Notare il pavimento massonico (sacrificio, dualità della vita), la donna in rosso (distrazione/sacrificio) e i due “tecnici” che assieme alle pareti dietro di loro rappresentano le colonne massoniche

La tortura consiste nell’innestare falsi ricordi attraverso dei sistemi di ologrammi, facendo perdere al soggetto ogni stabilità psicologica residua e ogni cognizione di tempo e spazio (tramite la rotazione degli anelli), in questo modo si andrà a distruggere completamente la personalità del prigioniero, trasformandolo, in un fantasma. Tecniche di tortura simili vengono utilizzati per creare schiavi del controllo mentale, infrangendo la personalità principale ed innestando una serie di alterego attivabili a comando (trigger).

Il direttore, dopo 3 giorni di tortura, mostra a Karen il marito ormai moribondo: in cambio della sua salvezza, la donna avrebbe dovuto rinunciare al marito e trascorrere il resto della sua esistenza in una gabbia dorata, ovvero l’ufficio di Poe.

Ciò che possiamo desumere da questo passaggio è come l’elite metta in piedi eventi e situazioni in modo da portare la gente ad un determinato obiettivo. L’11 settembre, gli Stati Uniti, hanno creato il pretesto per andare in Afghanistan e Iraq (per il petrolio) e far approvare leggi più ristrettive per le masse.

Questo terribile e subdolo sistema, permette agli illuminati di “convertire” le masse al culto luciferino, un film che sottolinea questo aspetto è l’Avvocato del Diavolo, di cui ho trattato in precedenza. Accettando le direttive dell’elite luciferina, si diventa automaticamente complici “involontari” del culto.

Il risultato delle torture: un guscio vuoto, privo di qualsiasi personalità

Molto interessante è la modalità di recupero della personalità di Brennick: Karen, dopo aver preso il controllo di Zeta, scansiona la mente di suo marito, mostrandoci un bambino nascosto sottoterra.

Brennick è nascosto nel suo inconscio

La personalità principale è stata ripristinata

L’immagine è una rappresentazione simbolica del subconscio e della personalità principale del protagonista, regredita a stato infantile, tramite appunto la tortura subita. Karen, lo aiuta facendolo uscire e ripristinando finalmente la personalità di Brennick. La donna sembra vestire i panni di un HANDler buono, porgendogli la mano e aiutandolo ad uscire dal burrone o meglio, dal suo subconscio.

Vi viene in mente nulla?:)

GESTIONE DELL’INFANZIA

Come Poe afferma, in questa società l’aborto è vietato. I bambini indesiderati, perciò, vengono cresciuti dalla Mentel Corporation, trasformandoli in ibridi uomo-macchina.

Poe è uno dei primi figli del nuovo mondo, qui si sta nutrendo

Questi individui “perfetti” non hanno bisogno di dormire e non sprecano risorse, assorbendo amminoacidi. Quando avranno raggiunto la maggioranza, soppiantando i comuni esseri umani, non vi saranno più problemi ambientali o di sovrappopolazione. Tuttavia, non possono fare all’amore e sembrano privi di reali emozioni.

E’ proprio questo uno degli obiettivi del transumanesimo in cui, quei pazzi illuminati, vogliono fondere l’uomo con la macchina in modo da renderlo sempre meno umano e sempre più efficente. Vi consiglio la lettura di questo articolo per approfondire il tema.

LA FUGA E IL PARTO

Dopo una serie di vicessitudini Brennick e Karen riescono a fuggire dal penitenziario di massima sicurezza, rifugiandosi in una casa abbandonata appena dopo il confine con il Messico

La scena somiglia molto alla nascita di Gesù nella grotta. Sta per iniziare una nuova era dove l’uomo finalmente si libererà dal dominio dell’elite?

Nello scontro finale vediamo la Mentel Corp prendere il controllo dell’automezzo utilizzato dai due protagonisti per fuggire dal carcere di massima sicurezza. Si tratta probabilmente di una metafora atta a rappresentare la lotto uomo – macchina.

CONCLUSIONE

L’industria dell’intrattenimento ci mostra da parecchi decenni pratiche e “utopie” illuminate in modo da farci accettare progressivamente la loro discesa in campo. Si tratta di ciò che Alice Bailey definì l’esternalizzazione della Gerarchia. Oggi alla fine del 2012 troviamo molti di questi aspetti “fantascientifici” applicati comunemente alla società. Se negli anni 90 apparivano spaventosi e improbabili, oggi, attraverso una adeguata manipolazione mediatica,  sembrano quasi indispensabili per la nostra “sicurezza”. Il mondo sta rapidamente degenerando in un vortice di violenza e materialismo senza precedenti, quel “giusto chaos” invocato a gran voce dagli illuminati da cui scaturirà un Nuovo Ordine Mondiale.

La battaglia finale è vicina

 

 

Illuminati: RIvoluzioni nella Storia

Le guerre costano un sacco di soldi. E’ molto più economico mettere in scena una rivoluzione nel paese prescelto. Basta lasciare fare ai traditori del paese e ai tanti utili idioti. Non c’è bisogno di pagare per eserciti permanenti e per le pensioni militari, basta fornire alcuni soldati mercernari professionisti, proiettili e tangenti.

“Non si tratta di quale esercito vince, ma di quale storia vince.”
  ~ Joseph Nye, presidente della Commissione Trilaterale e co-fondatore del neoliberismo.

Gli storici massonici vogliono farci credere che gli Illuminati fossero un complotto venuto male, per rovesciare il governo bavarese, inventato da un professore universitario che non aveva alcun nesso con la rivoluzione in Francia…

Il fatto è che la Rivoluzione francese fu progettata molti anni in anticipo per essere il perno di una ondata di rivoluzioni in ogni nazione del Sacro Romano Impero. [1].

Se vi è stato insegnato che la Guerra d’indipendenza americana ne ha condiviso le stesse ideologie e gli stessi obiettivi, siete stati male informati. La Rivoluzione francese fu in realtà un colpo di stato proto-comunista, segretamente assistito a distanza dall’appena creato Foreign Office a Londra.

Fu un test per testare la formula degli Illuminati per il cambiamento sovversivo dei regimi e dell’ordine sociale, progettato per soffocare la libertà alla sua radice. Una rivoluzione comunista come lo è stata la rivoluzione francese serviva a ristrutturare la società. Nulla è cambiato nella società americana, tranne la libertà dal dominio britannico. Non ci sono state epurazioni durante o dopo che le colonie americane ottennero l’indipendenza. Fu una guerra di un esercito continentale, guidato da militari professionisti con precedenti esperienze nei teatri di guerra della guerra dei Sette Anni combattuta in Europa e in Canada.

Gli inglesi non massacrarono i civili e nessuno venne macellato per la sua appartenenza religiosa. Quando Cornwallis si arrese a Washington, gli americani semplicemente lasciarono che le truppe inglesi tornassero a casa ritornando agli ufficiali persino le spade e le armi bianche.

Lo scopo della rivoluzione in Europa, era un’altra faccenda. L’obiettivo dei giacobini era quello di distruggere sacerdozio e impero, in rotta verso la resurrezione della Repubblica di Platone.

LA FORMULA IN 4 PASSI PER UNA RIVOLUZIONE ILLUMINATA

La Rivoluzione francese fu la prima rivoluzione degli “illuminati” ad utilizzare questa procedura. Venne trovato dalla polizia bavarese un “manuale” per una rivoluzione “Illuminata” addosso ad un messaggero.

“Rivoluzione” significa letteralmente il “rovesciamento” delle strutture organizzative per provocare un cambiamento di potere chiamato, in questi ultimi tempi ‘cambio di regime’.

L’innovativo Jeramey Bentham e amici escogitarono una formula per sovvertire degli stati bersaglio, mascherando il tutto da “rivoluzione del popolo”. Questo fu un aggiornamento del cavallo di Troia dell’antica Grecia.

La formula per il “rovesciamento” si compone di 4 fasi:

1. Demoralizzazione
2. Destabilizzazione
3. Crisi
4. Normalizzazione

Ai “Freedom Fighters” ribelli può anche essere ordinato di fare ciò che in una situazione di guerra, verrbbe chiamato «crimine di guerra”. L’esercito “ribelle” può quindi anche mettere in atto delle epurazioni.

La “normalizzazione” porta con sé l’epurazione. Perché? Perché la normalizzazione è un termine cinico per imporre una ‘nuova normalità’ nella correttezza politica che viene sostenuta dalla forza. Questo è quello che succede quando i vicini scompaiono nella notte o vengono uccisi da tiratori scelti o cecchini.

Sono finiti i vecchi metodi di epurazione fatti di gulag o plotoni di esecuzione. Epurazioni, sono in corso quotidianamente in tutto il mondo sotto i nostri occhi. Si cerca però di evitare di usare metodi “rozzi” come i campi di concentramento, i plotoni d’esecuzione e le fosse comuni. E’ più facile far cadere accidentalmente un paio di missili tomahawk o sganciare bombe a grappolo al fosforo in zone residenziali e dire che è stato un errore.

Le rivoluzioni giacobina e comunista si sono portate dietro due epurazioni. La prima ondata eliminò l’establishment. Non solo i leader, ma anche i “portatori di cultura” della società – obiettivo. Questi includono gli intellettuali, cioè gli insegnanti, i giornalisti, i medici, i sindacalisti, gli avvocati e i ministri di culto. La soppressione di una guida spirituale e di ogni religione fu di particolare importanza per la rivoluzione comunista.

La seconda epurazione avviene quando il regime si è assicurato il potere. Si tratta di una ‘pulizia della casa’ all’interno della stessa cricca rivoluzionaria. Prima di una rivoluzione, gruppi di interesse diversi, formano una coalizione per avere la forza di rovesciare l’establishment. I radicali anarchici sono un ottimo strumento contro il sistema ma risultano inutili una volta eliminato l’antico regime. I bolscevichi purgarono l’aristocrazia russa, Trotsky eliminò i bolscevichi, Stalin eliminò i trotzkisti, e tutti elimianono il clero.

LA FALSA “NORMALIZZAZIONE” DELL’IRAQ

Ciò venne fatto in Iraq sotto il naso degli americani dal 2003-2005, prima che gli iracheni rispondessero all’attacco, e pochi americani sapessero che la classe dirigente fosse stata eliminata da squadre di assassini.. Il pubblico non ha mai chiesto perché il governo degli Stati Uniti improvvisamente decise di combattere con un esercito privato di mercenari chiamato Blackwater.

Dopo che finì la guerra nessuno si lamentò per la conta dei morti iracheni. I militari cercarono di far passare inosservate le morti dei civili al pubblico statunitense. Il numero era circa 30. Quando vennero resi noti i dati sulle morti civili in Iraq le cifre erano sempre abbastanza vicine ai 29/30 iracheni…..”

Tripoli le vittime accidentali furono riportate a gruppi di 30 al colpo.

Gli attacchi aerei non sono casuali come lo erano all’epoca del Vietnam. Hanno già una lista di persone da uccidere in Libia e hanno quotidianamente dati dell’intelligence su dove queste persone sono. Quando un intero quartiere viene ‘accidentalmente’ bombardato mentre le famiglie sono addormentate, probabilmente l’intera comunità era nella lista dei “nemici”.

Gli omicidi mirati da parte dei droni “Predator” hanno sostituito gli elicotteri nel 2006. Questo video dice che il nuovo ricambio hi-tech risparmi la vita ai civili. Ma perché allora continuiamo a sentire report di 30 civili che vengono fatti saltare in aria?

I droni della cia uccidono civili  – NYT 17 mar 2011

ISLAMABAD, Pakistan – Diversi missili sparati da un aereo drone americano hanno colpito, Giovedi, un’assemblea locale nel nord-ovest del Pakistan tenutasi con i mediatori talebani per risolvere una disputa su una miniera di cromite. L’attacco, ha detto un funzionario dell’intelligence pakistana, ha ucciso dalle 26 alle 32 persone presenti, alcuni dei quali combattenti talebani, ma la maggior parte degli anziani e della popolazione locale non era collegato ai militanti.

Sono stati uccisi più civili iracheni dopo la liberazione che durante tutto il regime di Saddam.

LA FALSA NARRATIVA DELLA RIVOLUZIONE LIBICA

I media hanno già messo in piedi la storia che il popolo libico sia composto da decine di tribù che si odiano a vicenda. Questo serve a giustificare l’epurazione che presto avverrà.

CONOSCI I TUOI NUOVI ALLEATI IN LIBIA

Abdel Hakim Belhadj alias Abu Abdullah Assadaq alias Abdel-Hakim al Hasidi alias Abdel Hakim al-Hasadi alias Abdel Hakim al-Hasady, identificato qui come comandante terrorista di al Qaeda in un articolo del 3 aprile 2011.

Sembra che Obama abbia speso un altro trilione di dollari per aiutare la NATO a creare una nuova base di Al Qaeda per le operazioni sul Mediterraneo, nel cuore del Medio Oriente.

 

LA FALSA NARRATIVA SULL’11 SETTEMBRE

Questo mese è il decimo anniversario di una delle storie più false mai dette dal governo americano, cioè quella dell’11 settembre.

I Leader di al Qaeda sostituisce Gheddafi, i preti non potranno partecipare al 10 ° anniversario delll’11 settembre – ma verrà ufficiato da Obama, Bush, Bloomberg, Giuliani eccc

“Il sindaco di New York Michael Bloomberg dice di no al clero – di qualsiasi fede  e non ci sarà nessuna preghiera per commemorare l’anniversario del 9 / 11″.

I mass media monopolizzati dagli Illuminati hanno perpetuato il loro falso racconto del ‘chi è stato’ per dieci anni interi. Milioni di persone sono state uccise a causa di esso, soprattutto in Iraq e in Afghanistan, e ora ne sono morti 50.000 in più in Libia perché la rivoluzione Libica e le svariate rivoluzioni primaverili in giro per il mondo sono solo uno spin off di quanto avvenuto l’11 settembre, giorno il quale, ripeto, tutto è cambiato.

Per miliardi di persone, i resoconti degli eventi che accadono al di fuori dei loro confini territoriali vengono raccontati dai media, che negli ultimi 30 anni sono stati completamente monopolizzati dalla mano globalista.

Quante persone invece sanno come probabilmente tu che stai leggendo questo articolo, che “le rivoluzioni dei popoli ‘” sono state tutte sponsorizzate dai banchieri centrali e progettati dall’MI-5/CIA/Mossad  in modo da rimuovere gli ostacoli nazionalisti alla loro tirannia NWO?

Fonte