Archivi Blog

Un videogioco utilizzera` i no vax per diffondere malattie

Un popolare videogioco ha annunciato l’aggiunta dei “no vax” come entità che diffonde una malattia virale.

I creatori di Plague Inc. hanno dichiarato questa settimana che uno scenario “no vax” verrà aggiunto come buff in un nuovo aggiornamento dopo che una petizione di Change.org ha ricevuto oltre 10.000 firme.

“ICYMI: Va bene, va bene! Hai parlato, abbiamo ascoltato. Neurie è molto felice di sapere che presto implementeremo gli anti vaxx. Sta morendo dalla voglia di provare a entrare nella loro testa “, hanno detto i creatori del gioco in un tweet martedì.

Il gioco, di Ndemic Creations, è incentrato sullo sviluppo e sulla diffusione di un agente patogeno che può infettare tutti sul pianeta.

“Il tuo agente patogeno ha appena infettato il ‘Paziente Zero’. Ora devi terminare l’umanita` evolvendo una piaga mortale e globale, mentre ti devi adattare a tutto ciò che l’umanità provera` a fare per difendersi “, si legge nella descrizione del gioco sviluppata nel 2012.

L’idea di aggiungere persone che sono diffidenti nei confronti dei vaccini è iniziata con una petizione di Change.org del giocatore Eduard Gabrian, il cui motivo per richiedere l’aggiunta si riduce a “Gli anti-vaxxer sono stupidi”.

Quindi, sì – creeremo alcuni contenuti anti-vaxxer per Plague Inc! È bello vedere così tante sostenere la scienza “, ha scritto il fondatore di Ndemic James Vaughan in un recente post sul blog intitolato” Standing up for Science “.

Vaughn rileva che gli “anti-vaxxer” erano stati inclusi in un precedente scenario di “Rifiuto scientifico”, ma che “le notizie recenti rendono l’intera questione ancora più importante”.

“Al momento stiamo lavorando su come gli Anti-Vaxxer funzioneranno effettivamente nel gioco. Abbiamo alcune idee che stiamo provando e gestendo attraverso i nostri algoritmi. (La sfida più grande è che se tutti nella simulazione globale di Plague Inc. improvvisamente smettessero di vaccinarsi, sarebbe un gioco molto facile da vincere!). ”

Al momento non è chiaro quando verrà rilasciato l’aggiornamento.

Il modello di diffusione della malattia di Plague Inc è ritratto in maniera così precisa che Vaughan è stato invitato a parlare al Center for Disease Control di Atlanta.

Fonte

Un nuovo studio mostra che l’aspartame diminuisce i neurotrasmettitori nel cervello, rendendolo vulnerabile ai danni chimici di cibo e vaccini

Un nuovo studio scientifico rivela che l’aspartame può essere uno dei vettori più dannosi per il diffuso “instupidimento” dell’umanità. Pubblicato da AJTCAM (African Journal of Traditional, Complementary and Alternative Medicine), lo studio è intitolato “IMPATTO DEL CONSUMO DI ASPARTAME SUI NEUROTRASMETTITORI NEL CERVELLO DEI RATTI”. (Fonte)

L’esperimento consisteva nel nutrire ratti con aspartame per 10 – 40 giorni, per poi decapitarli ed analizzare il loro cervello. “Il sangue e il tessuto cerebrale sono stati raccolti per l’analisi biochimica. L’analisi biochimica del tessuto cerebrale comprendeva neurotrasmettitori (acetilcolina, epinefrina, noradrenalina, acido α-aminobutirrico e serotonina). Il siero per la determinazione della perossidazione lipidica (MDA), glutatione ridotto e superossido dismutasi (SOD). ”

I risultati scioccanti mostrano i neurotrasmettitori cerebrali sviscerati dall’aspartame. I risultati dello studio hanno trovato una relazione tra il consumo di aspartame e la distruzione dei neurotrasmettitori – e delle sostanze chimiche del cervello necessarie per la funzione dei neuroni.

“I livelli di neurotrasmettitori del cervello (serotonina, GABA e dopamina) sono stati ridotti significativamente rispetto al gruppo di controllo”, dice lo studio. Inoltre, i livelli di antiossidanti cerebrali che proteggono il tessuto cerebrale dai danni all’ossidazione – spesso causati dall’esposizione chimica – sono stati nettamente impoveriti. “… I dati ottenuti hanno dimostrato che le attività antiossidanti (SOD e GSH) sono state ridotte in modo significativo”, riporta lo studio.

La conclusione dello studio ha rilevato che “il consumo di [aspartame] ha a lungo accresciuto lo stress ossidativo nel tessuto cerebrale e la distruzione dei neurotrasmettitori che influiscono sulle funzioni fisiologiche”.

Lo studio ha rilevato che i livelli di serotonina erano ridotti di quasi il 74% (con un margine di errore) nei ratti che consumavano 125 mg di aspartame rispetto ai ratti alimentati senza aspartame. Allo stesso tempo, i livelli di epinefrina erano sostanzialmente aumentati di quasi il 500%.

Ciò che questi risultati mostrano è assolutamente sbalorditivo: l’aspartame riduce nettamente i neurotrasmettitori nel cervello mentre aumenta aggressivamente le sostanze chimiche associate alla paura e al pericolo.

Inoltre, l’aspartame rende il cervello più vulnerabile ai danni ossidativi, che significa che le cellule cerebrali sono più inclini a danni degli ingredienti contenuti nei vaccini (Thimerosal), sostanze chimiche tossiche alimentari, pesticidi o anche potenzialmente reti wireless 5G che causano l’alterazione elettromagnetica delle cellule cerebrali.

Il pubblico americano, che consuma enormi quantità di aspartame, viene sempre più identificato come “stordito” e pieno di paura, odio e violenza. Il loro cervello viene alterato da sostanze chimiche che trasformano gli esseri umani in organismi più animali che mancano di una funzione cognitiva superiore.

Questo studio dimostra, che l’aspartame può contribuire alla caduta della civiltà umana alterando il cervello degli esseri umani, trasformandoli attraverso deterioramento cognitivo, in organismi chimicamente alterati incapaci di comportamento razionale. Ci ricorda anche che quando si tratta di ingredienti alimentari, gli umani sono i topi da laboratorio che sono abitualmente esposti a sostanze chimiche pericolose e tossiche che hanno effetti a lungo termine sconosciuti.

Tuttavia sono tutti “approvati” dalla FDA, spesso basandosi su studi scientifici fraudolenti forniti dagli stessi produttori di sostanze chimiche.

Fonte