Archivi categoria: Programmazione Theta

Whitney Houston e il Mega Rituale dei Grammy Awards 2012

I Grammy Awards del 2012 hanno avuto luogo in un contesto orribile: sono seguiti alla morte improvvisa e misteriosa di Whitney Houston. The Show Must Go On … ma non senza una grande quantità di strani simboli ed eventi che rendono chiaro un semplice fatto: c’è un lato oscuro nel mondo dello spettacolo. Prenderemo in esame i fatti riguardanti la morte di Whitney Houston, gli elementi simbolici dei Grammy Awards 2012 (compresa la performance ritualistica di Nikki Minaj) e come la cerimonia fosse un altro rituale satanico

Qualche tempo fa ebbi la sensazione che l’agenda degli illuminati, nel 2012 avrebbe ricevuto una sostanziale accellerata. Avevo ragione: Nel giro di una settimana, la notte più importante dello sport (il Superbowl – vedere l’articolo a riguardo qui) e la notte più importante della musica (i Grammy) sono stati infusi con elementi rituali e guardati da milioni di telespettatori. Mentre lo spettacolo del SuperBowl è durato solo 13 minuti, il rituale che circonda il Grammy è durato per giorni e le sue conseguenze si fanno sentire ancora adesso dato che spuntano sempre nuovi strani particolari sulla morte di Whitney Houston.

In questo articolo vengono elencati diversi fatti ed eventi che hanno avuto luogo prima, durante e dopo i Grammy Awards che hanno un significato simbolico nel grande schema delle cose. Mentre alcuni dei fatti menzionati potrebbero essere il risultato di coincidenze, si accordano tutte in un unico classico caso di sincronicità. In altre parole, a volte delle apparenti coincidenze nascondono un modello comune negli eventi.

“Carl Jung descrisse la sincronicità come l’esperienza di due o più eventi che apparentemente non sono correlati, che si verifichino insieme per caso, venendo però percepiti correlati in maniera significativa. Gli eventi sincronici rivelano un disegno sottostante, un quadro concettuale che comprende, ma è più grande, di ognuno dei sistemi che mostrano sincronicità. Eventi concomitanti che prima sembravano essere una coincidenza, ma che poi si riveleranno casualmente correlati vengono definiti non coincidenti “.

Quando guardiamo i fatti e gli eventi che circondano la morte di Whitney Houston insieme agli elementi simbolici del Grammy Awards 2012, l’intero “evento” ha l’aspetto di un rituale occulto, con tanto di sacrificio di sangue, assieme addirittura alla celebrazione di una “ri -nascita “. Alcune delle cose descritte di seguito sono state pre-pianificate, mentre altre potrebbero forse essere solo strane coincidenze. Comunque, l’energia travolgente e quasi palpabile emanata da questa edizione dei Grammy ha fatto certamente allineare molte cose in modo “sincronico”. Guardiamo i fatti più significativi accaduti durante quel fatale week-end.

STRANI EVENTI CIRCONDANO LA MORTE DELLA HUSTON

Se vi siete letti altri articoli di questo sito, probabilmente avrete notato come le circostanze della morte della Huston somiglino sorprendentemente agli altri “sacrifici” di stars musicali. Resoconti di strani avvenimenti prima della morte, comportamento ambiguo delle forze dell’ordine, notizie contrastanti, vaghezza sulle cause della morte e, per finire, una preoccupante “risposta” da parte dell’industria musicale attraverso i Grammy. Il suo caso segue lo stesso modello di molte altre morti di celebrità accusate di aver fatto abuso di sostanze stupefacenti nonostante le molte notizie contrastanti. Come nel caso di queste altre celebrità , i media hanno quasi automaticamente lanciato una campagna raffigurante una Whitney Huston tossica e priva di speranze. Forse era un tossicodipendente, ma questa potrebbe essere solo la punta dell’iceberg … un sintomo della malattia vera che ha ucciso Whitney: il business della musica.

STRANI EVENTI

Come nei casi di Michael Jackson, Amy Winehouse, Heath Ledger, Brittany Murphy e molti altri, degli eventi bizzarri hanno preceduto e seguito la morte di Whitney Houston. Dopo aver esaminato tutti questi reconti, non si può fare a meno di chiedersi: la morte di Whitney è stato davvero un incidente o un sacrificio deliberato, progettato da delle “forze invisibili”? Mentre la maggior parte dei resoconti dei media inculcano nella testa delle persone il concetto “Whitney Houston = droga”, alcune fonti rivelano altri dettagli che potrebbero portare a teorie ben diverse. Ecco il resoconto di Roger Friedman su ciò che avvenne al Beverly Hilton l’11 febbraio:

La morte di Whitney: è accaduta il giorno prima ?

La cena dei Grammy di Clive Davis doveva procedere senza intoppi al piano di sotto nella sala da ballo, con 800 ospiti già presenti, Withney è rimasta per diverso tempo nella sua suite al quarto piano. Venne rimossa solo a fine festa, poco dopo la mezzanotte. Sarebbe stata trovata nella vasca da bagno priva di vita. C’erano però molte persone con lei alle 03:50 di pomeriggio quando ciò accadde, compresa la figlia Bobbi Kristina, suo fratello Gary, la cognata Pat Houston, e un altro attore in questa storia – un amico di “vita notturna” che le faceva da guida in giro per la città durante i suoi ultimi giorni, come se fosse stata interdetta.

Quello che non sapete è che intorno alle 11, i paramedici vennero chiamati di nuovo al quarto piano. Richiamo esteso alle forze di sicurezza e di polizia. Venne portata dentro l’hotel dall’entrata posteriore, una sedia a rotelle con tanto di restrizioni. Bobbi Kristina era “fuori di testa”, beh, stando ore con il cadavere della madre nella stanza accanto. È comprensibile. I paramedici pensarono che dovessero portarla in ospedale. La calma era però tornata. Per dieci minuti, però la sicurezza interna dell’hotel ripulì la lobby dell’hotel, mentre il concerto nella sala da ballo proseguiva indisturbato. Ero lì fuori in quel momento, ed è stata una delle cose più strane che abbia mai visto.

C’è poi la strana vicenda di una perdita verificatasi la sera prima nel gruppo di suite riservate a Whitney. Un uomo al terzo piano proprio sotto la suite della Houston ha subito una forte infiltrazione di acqua nel bagno alle 2:30 di mattina . Non era un semplice gocciolio. L’uomo ha chiamato quindi la sicurezza, ed è poi salito al quarto piano per vedere cosa stava succedendo.Mi giurò che fosse la vasca da bagno della Huston che straboccava di acqua . Afferma anche di aver visto un televisore con lo schermo a pezzi. Le mie fonti in albergo dicono che la fuga c’era ma non nella camera di Whitney “Loro [il suo gruppo] hanno un sacco di camere” continua la fonte dell’hotel. L’uomo da me intervistato, insiste sul fatto che li venne riferito che era la stanza di Whitney Houston. In ogni caso sembra che la stanza incriminata facesse parte del gruppo delle stanze della Huston.

Sembrano esserci parecchi misteri. Nessuno di loro sembra esser stato risolto da quei tabloid piagnucolosi. Conosco l’uomo che ha dovuto tirare fuori Whitney dalla vasca, ieri, effettuandole un massaggio cardiaco. Mi ha detto: “Era già morta. Non c’era niente che io potessi fare. ”

Altre informazioni sulla morte di Whitney nel prossimo post. E credetemi, cari lettori, non è facile. Conoscevo Whitney Houston e la sua famiglia da oltre 25 anni. Era una bella ragazza con un grande cuore. Era piena di ottimismo. Sua madre è una delle più belle persone che abbia mai conosciuto. Coloro che hanno lavorato per e con lei le erano devote. Quando lo shock si trasforma in rabbia ci saranno un sacco di dita puntate.
– Fonte: Forbes

Io non sono un investigatore criminale e non riesco a risolvere tutti i misteri che circondano la morte di Whitney, ma il fatto che il suo corpo rimase lì per ore, mentre al piano di sotto c’era una festa pre-Grammy è un pò scostante. Perché non è stata semplicemente annullata? La presenza del cadavere di una leggendaria cantante nello stesso luogo della festa non è un motivo sufficiente per cancellarla? Forse ha suscitato qualche emozione perversa festeggiare sotto il corpo morto della Huston?

In un altro articolo, Roger Friedman sottolinea la presenza di uno strano “Hollywood Insider” costantemente appresso di Whitney Houston, lo stesso tipo che girovagava attorno a  Michael Jackson durante i suoi periodi “difficili”. Chi è questo ragazzo?

L’amico misterioso di Whitney Houston fu amico stretto di Michael Jackson

Ecco l’unica persona nella storia di Whitney Houston di cui non avete sentito parlare, e che è rimasta un mistero: un uomo olandese, di Amsterdam, che si fa chiamare Raffles van Exel. E’ noto – nei registri del tribunale, anche come Raffles Dawson e Raffles Benson. Era al quarto piano del Beverly Hilton Hotel in una delle suite della Houston quando morì. Apparve al piano di sotto nella hall poco dopo, con indosso occhiali da sole aviator, singhiozzando vistosamente.

Come al solito, aveva un entourage al suo seguito, tra cui Quinton Aaron, l’attore che interpretava il giocatore di football in “The Blind Side”. Raffles, in una delle sue tante conferenze stampe per Newswire, ha recentemente annunciato che sta producendo un film con Aaron. E’ solo una delle tante iniziative che annuncia regolarmente. Si possono trovare anche filmati dove intervista amici di Michael Jackson. Si presume che venda storie ai tabloid. Nei suoi tweet include regolarmente nomi di giornalisti dei tabloid, come Kevin Frazier di “The Insider”.

Nonostante lo shock per la morte di Whitney, Raffles era tornato di sotto alla festa di Clive Davis. Vestiva con un abbigliamento formale, aveva i biglietti di Whitney in mano, e doveva sedersi al suo tavolo. Appena dentro la sala da ballo venne confortato dalle celebrità a cui raccontò la sua storia – “Ho trovato Whitney”. Gayle King lo abbracciò. Quincy Jones ascoltò pazientemente la sua storia. Una guardia di sicurezza mi disse più tardi: “Beh, lui era lassù.” Venne visto insieme alla Houston per tutta la settimana prima della sua morte. Martedì scorso, quando la ex cantante uscì da un nightclub, con i capelli completamente arruffati, Raffles venne immortalato su una foto di TMZ. Le stava appresso con un abito celeste. Su Twitter, scrisse: “dovete smetterla di leggere quei blog stupidi… Whitney era in gran forma. Non c’era nulla di cui preoccuparsi, faceva solo dannatamente caldo in quel club “.

Ma chi è Raffles van Exel? E’ uno dei misteri di Hollywood. Lo conobbi nel 2005 durante il processo a Jackson che lo vedeva implicato in abusi su minori. In questo periodo Raffles venne spesso visto con il padre di Michael, Joseph Jackson. Nessuno sa veramente chi sia, ma è sempre dove c’è azione e celebrità. Su Internet afferma di possedere un certo numero di aziende tra cui la Raffles Entertainment. Venne anche citato in giudizio un paio di volte, una volta da un partner di una società chiamata Max Records Inc., e un’altra volta da una compagnia aerea privata di Los Angeles. Ho parlato con la compagnia aereo e hanno detto che non posso commentare perché la situazione è in corso. Ci sono un sacco di immagini di Raffles con celebrità. Potete vederlo con tutti, da Magic Johnson a Sandra Bullock.

Non è una sorpresa che Raffles fosse partecipe nella triste vicenda di Whitney Houston. Lo scorso ottobre, lui, Whitney e altri viaggiarono in North Carolina con la sorellastra di Whitney, Patricia Houston per andare al “Teen Summit”. Venne annunciato come uno degli eventi della Patricia Huston Foundation, un’organizzazione per la quale non vi è alcuna registrazione ufficiale 501 c3. Pat Houston, si sposò con il fratello di Whitney, Gary, che fu per anni manager di Whitney. (La fondazione per bambini di Whitney cessò le attività poco tempo fa). Possiede anche una ditta di spedizioni in North Carolina, e una società chiamata Marion P. Candles., con Whitney.

Domani provate a cercare Raffles al funerale della Huston. Ai vecchi tempi era solito indossare una giacca gialla piena di punti di domanda come l’enigmista. Sabato sera, alla festa pre Grammy, indossava uno smoking simile a quelli che indossava Micheal Jackson. Ora vive a West Hollywood, ma il suo domicilio ufficiale e dove è stato citato in giudizio, è Chicago. Non ha ancora risposto alle innumerevoli e-mail e messaggi telefonici che gli sono state mandati.
– Fonte: Forbes

Questo uomo fu determinante nel sacrificio di Whitney? Whitney non era più nelle grazie dell’elite dell’industria musicale? Stava diventando difficile da manipolare? Venne sacrificata in modo da introdurre il suo successore? Difficile a dirsi, Whitney però sembrò avere premonizioni sulla sua morte. Alcuni report la descrissero in uno stato “maniacale” e agitata, mentre altri affermano che Whitney riteneva di aver “i giorni contati”. Poco prima della sua morte, Whitney venne vista consegnare alla cantante Brandy un messaggio il cui contenuto rimane tutt’ora un mistero.

Che c’era scritto nella nota segreta a Brandy?

La cantante Brandy possiede uno degli ultimi messaggi scritti da Whitney Houston – ma non ha detto a nessuno quello che c’è scritto.

Il 9 febbraio a Los Angeles, la Houston si avvicinò alla giovane cantante mentre lei, la sua spalla Monica e il mentore Clive Davis stavano per farsi intervistare da E!

Un post su RyanSeacrest.com afferma che la Huston ha rovinato l’intervista, andando oltre si può leggere “Whitney sembrava un po’ maniacale, dopo aver parlato con Monica, consegnato una vistosa nota a Brandy e abbracciato Davis.”
Quando E! in seguito chiese direttamente a Brandy cosa vi fosse scitto sulla nota, rispose “Non dirò nulla di quello che c’è scritto per mie ragioni personali.” Aggiungendo “Whitney significava tutto per me … Lei è la ragione per cui io canto. ”

Brandy e la Houston recitarono nel remake di Cenerentola di Rodgers e Hammerstein nel 1997. Brandy è anche la sorella maggiore della cantante Ray J, il quale è uscito più volte con la Huston in questi ultimi 2 anni. Ray J acquisì notorietà nel 2003 quando trapelò un suo video erotico con Kim Kardashian.

E! ha il video della Huston mentre consegna la nota a Brandy e di quest’ultima che non ne rivela il contenuto.
– Fonte: MSNBC

IL NUMERO 11

Quando si tratta di riti occulti, la numerologia assume un’importanza primordiale. Nel caso di Whitney Houston, il numero 11 è sicuramente un fattore importante. Nei circoli occulti delle élite, il numero 11 è un “numero maestro” (non può essere ridotto) e, poichè supera il numero 10 (il numero della perfezione) di 1, di solito è associato al cattivo presagio e alla magia nera. I cabalisti associano il numero 11 alla trasgressione della legge, alla ribellione, alla guerra, al peccato, alla stregoneria e al martirio.

Per questo motivo, l’elite occulta associa ai mega rituali che prevedono un sacrificio il numero 11. Un esempio di mega rituale? L’11 settembre – che coinvolse le Torri Gemelle. In America, quando si  “ricordano” i soldati della prima guerra mondiale che hanno sacrificato la loro vita per i loro governanti? nell’undicesima ora dell’undicesimo giorno dell’undicesimo mese – Il giorno dei veterani ovvero la giornata alla memoria.

Andando oltre la data della sua morte, un altro collegamento associa Whitney e la sua morte con Lady Gaga e i precendenti Grammy. Come alcuni sanno, Lady Gaga ebbe stretti legami con lo stilista Alexander McQueen, che utilizzava spesso il simbolismo occulto nei suoi lavori. McQueen è morto l’11 febbraio, 2010.

Durante i Grammy Awards del 2011, la Gaga affermò questo circa la sua canzone “Born This Way”:

“Ho bisogno di ringraziare Whitney Houston. Volevo ringraziarla, perché quando scrissi ‘Born This Way,’ immaginavo che la cantasse lei – perché non ero abbastanza sicura in me stessa da sentirmi una superstar. Così, Whitney, la scrissi immaginando che fossi tu a cantarla.”

“Born This Way” venne rilasciato l’11 febbraio, 2011. Esattamente un anno dopo, Whitney Houston muore. La Gaga (o i suoi handler) conoscevano qualcosa di cui noi non sappiamo nulla?

Gli abiti degli artisti che partecipano a manifestazioni quali i Grammy vengono selezionati e preparati con largo anticipo. A quanto pare, il tema mortuorio era già nella mente della Gaga (o del suo handler).

DICHIARAZIONI DEI VETERANI DEL SETTORE

Chi meglio degli artisti che hanno lavorato nel settore della musica per anni potrebbe fornirci dati rilevanti riguardo la morte di Whitney Houston? Ovviamente non sono depositari della verità ultima e potrebbero voler solo dare un senso a tutto ciò come il resto di noi, ma conoscono per esperienza personale le dinamiche del mondo dell’industria musicale.

Durante un’intervista a Good Morning America, una stella del settore, Celine Dion, senza mezzi termini ha accusato il mondo dello spettacolo di aver avuto una “influenza negativa” nei riguardi della morte di Whitney. Ha dichiarato inoltre di “aver paura” dello show business.

“È davvero peccato che la droga, le persone cattive o le influenze negative prendano il sopravvento. Le hanno rubato i sogni. Assieme al suo amore e al suo essere mamma. Quando si pensa ad Elvis Presley a Marilyn Monroe a Michael Jackson e a Amy Winehouse, si può anche riflettere sul loro abuso di droghe. Avviene a causa delle cattive influenze e dello stress? Cosa succede quando si ha tutto? Cosa succede quando si ha l’amore, il sostegno, la famiglia, un figlio? Si hanno responsabilità di madre ma poi succede qualcosa che ditrugge tutto. Ecco perchè non faccio parte dello show business.  Dobbiamo averne paura. Ho sempre detto che bisogna divertirsi e fare musica evitando di entrare nello show business, perché non si sa a cosa si va incontro.”
– Fonte: Vancouver Sun

Il fatto che Celine Dion eviti il mondo dello spettacolo le garantisce una relativa protezione dagli scandali?

Un’altra leggendaria diva, Chaka Khan, è stata ancora più diretta quando spiegò la vera causa della morte di Whitney. Durante un’intervista con Piers Morgan, ha dichiarato:

“Penso che tutti noi, come artisti, dato che siamo persone molto sensibili, e questa macchina costantemente puntata su di noi, la cosiddetta ‘industria della musica’, sia qualcosa di demoniaco. Si tratta di sacrificare la vita delle persone e delle loro essenze … avevo un manager, che una volta mi disse: ‘Sai, tu vali più denaro da morta che da viva.’

Voglio dire, ho pianto molto per lei nel corso degli anni. In un certo senso piangevo, perché sentivo che qualcosa sarebbe successo. ”
– Fonte: Eonline

Chaka Khan esagera quanto utilizza i termini “demoniaco” e “sacrificio” per descrivere l’industria musicale? A giudicare dal simbolismo trovato ai Grammy Awards, ha probabilmente fatto centro.

IL MEGA RITUALE DEI GRAMMY AWARDS 2012

I Grammy Awards sono stati soprannominati “la più grande notte della musica” e, dal momento che l’industria musicale è governata da un’élite occulta, “la più grande notte della musica” riflette il codice e i modelli di questa élite. A causa della morte di Whitney Houston, l’edizione 2012 dei Grammy Awards è stata permeata da un aura magica quasi palpabile anche dagli schermi tv. Intenzionalmente o no, la morte di Whitney è legata con le cerimonie di premazioni e con il simbolismo che da esse traspariva.

La cerimonia è iniziata in un modo molto particolare, soprattutto considerato il contesto della morte di Whitney. Bruce Springsteen urlò verso la folla “Sei ancora viva?”, ha poi cantanto la canzone Take Care of Our Own, un mantra che si è poi ripetuto per tutta la serata. Beh, so che qualcuno certamente non è più in vita – la stessa persona che ha bazzicato nella testa degli spettatori sin dall’inizio dello spettacolo. Negli ultimi anni della sua vita, non stava proprio benissimo. Come possiamo vedere in questo articolo, credo che sia successo qualcosa di terribile a Whitney Houston che va ben oltre l’abuso di droghe. Era mentalmente, psicologicamente e spiritualmente scompensata. Era sotto l’influsso del controllo mentale o era il soggetto di una sorta di riti oscuri? Difficile da dire. Ma, con Springsteen che cantava We Take Care of Our Own come se fosse l’inno ufficiale del settore, non ho potuto fare a meno di pensare che Whitney non fosse probabilmente “una di loro”. La sua sostituta “approvata dal settore”, tuttavia, è “una di loro”.
Via il vecchio, dentro il nuovo?

Il magnate Clive Davis con Whitney Houston e Jennifer Hudson.

Un giorno prima della morte di Whitney, Clive Davis disse a Piers Morgan che Jennifer Hudson era “la prossima Whitney”. Mentre la Huston veniva costantemente umiliata mediaticamente, la Hudson stava preparandosi a diventare la prossima diva del settore. Dopo essere stata scoperta su American Idol, la carriera della Hudson è decollata … subito dopo i violenti omicidi della madre e del fratello nel 2008. La sua prima apparizione pubblica dopo l’evento traumatico la ha fatta cantando Star-Spangled Banner durante il XLIII Superbowl.

Ai Grammy Awards 2012, chi credi sia stato scelto per rendere omaggio all’artista deceduta cantando la sua più grande hit “I Will Always Love You”?

Nel suo omaggio alla Houston, la Hudson venne letteralmente messa “sotto i riflettori”, mentre una foto della Houston fluttuava sopra di lei.

Un altro artista del calibro di Whitney riemerse trionfante, quasi come una rinascita dopo un periodo di silenzio: Adele. Tuttavia, la cerimonia simbolica dei Grammy Awards 2012 non poteva essere completa se non attraverso un rituale con il reame spirituale. Di questo se ne occupò Nikki Minaj.

LA MESSA NERA
Nicki Minaj arriva ai Grammy con un abito rituale rosso, il colore del sacrificio e dell’iniziazione. Un riferimento al sacrificio di sangue di Whitney?
La cerimonia dei Grammy Awards sarà iniziata con una preghiera toccante in onore di Whitney Houston, ma si è conclusa con una vera e propria messa satanica Nero Dalla sua apparizione sul “red carpet” alla sua performance musicale, Nikki Minaj ha interpretato il ruolo di una donna posseduta da un demone di nome “Roman Zolanski”. I Grammy Awards 2012 sono stati scelti apparentemente per “esorcizzare” il demone di Nikki e presentarla al mondo con il suo nuovo alter-ego. Nei Grammy Awards dello scorso anno, anche Lady Gaga aveva mostrato un nuovo personaggio: una Gaga con le corna sulla fronte. In un’industria musicale permeata dal concetto di controllo mentale, gli alterego completamente separati dalla personalità originale sono la norma. Come discusso nell’articolo Origine e Tecniche del Controlo Mentale Monarch, l’obiettivo della programmazione Monarch è quello di creare nuovi personaggi all’interno di una vittima, attraverso violenti traumi e rituali spaventosi. I personaggi che vengono creati sono programmabili dai loro handlers e possono addirittura parlare con accenti diversi, come nel caso dell’altego della Minaj. Il coro della canzone di Roman Holiday sembra riferirsi al processo di controllo mentale:Take your medication, Roman
Take a short vacation, Roman
You’ll be okay
You need to know your station, Roman
Some alterations on your clothes and your brain
Take a little break, little break
From your silencing
There is so much you can take, you can take
I know how bad you need a Roman holidayGli schiavi del controllo mentale vengono imbottiti di farmaci, il loro cervello e il loro modo di apparire vengono modificati radicalmente dai loro handlers. Questo si ottiene costringendo la vittima a dissociarsi dalla realtà attraverso degli intensi traumi e attraverso il dolore.

L’alterego della Minaj  si chiama Roman Zolanski. Ha il suo accento strano ed è evidentemente il prodotto di rituali diabolici. Il nome di questo alter ego si ispira al regista Roman Polanski, che produsse ROSEMARY’S BABY, un film sulla nascita dell’Anti-Cristo (si veda l’articolo a riguardo qui). Polanski è famoso anche per essere stato accusato di stupro sotto sostanze stupefacenti, perversione, sodomia, azioni lascive e oscene su di un bambino di neppure 14 anni, nel 1977. Uno strano tipo a cui ispirarsi. Questo “omaggio” della Minaj tuttavia non dovrebbe riservare sorprese dato che il suddetto regista ha rivestito un ruolo di primo piano nell’industria dell’intrattenimento occulta.

La programmazione Monarch sfrutta l’immaginario satanico per traumatizzare la vittima. Nel caso della performance della Minaj, il suo alter ego è stato esorcizzato in una messa nera satanica – che è, in sostanza, una beffa e una profanazione di una convenzionale messa cristiana.

La Minaj inizia la sua performance legata in quella che sembra essere una chiesa cattolica. La forza che la possiede è apparentemente troppo poderosa per mantenerla bloccata, ad un tratto esplodono le vetrate ed è in quel momento che viene posseduta. La Minaj scende poi dalle scale ritrovandosi in una chiesa completamente cambiata, con delle spogliarelliste che si strusciano sulla faccia dei giovani preti che tentano di pregare.Poi, dopo che il coro si è fatto beffa dell’inno cristiano O Come All Ye Faithful, una figura papale entra e fa levitare la Minaj.
Un apparente messa cristiana trasformata in un fiero rituale di magia nera
In breve, la performance della Minaj è servita a presentare al mondo il suo nuovo alter-ego presente nel suo prossimo album. La sua performance ha chiarito che Roman Zolanski è niente meno che un demone creato con Minaj ed esorcizzatole attraverso un rituale di magia nera. Se la performance da sola è bastata per turbare molti spettatori, quando essa viene messa nel contesto della morte di Whitney Houston accaduta circa 24 ore prima (una cantante che non si vergognò mai della sua fede cristiana), il tutto assume una connotazione ancora più preoccupante. Gli antichi maghi attingevano il loro potere dai sacrifici di sangue per portare avanti i loro rituali di magia nera. Con la notizia della morte di Whitney ancora fresca nella mente di tutti, la Messa Nera che venne orgogliosamente presentata ai Grammy Awards 2012, poteva contare sulla energia di milioni di spettatori in tutto il mondo.
CONCLUDENDO
In questo articolo vengono presentati un gran numero di fatti e di simboli: tutti puntano verso la conclusione che la morte di Whitney Houston potrebbe essere stato un sacrificio di sangue e che i Grammy Awards 2012 contenevano elementi rituali al loro interno. Anche se tutti questi eventi non fossero stati deliberatamente pianificati da chi gestisce il settore, contribuiscono a fornirci un quadro inquietante dell’industria musicale.

Mentre la vita di Whitney Houston si stava spegnendo in circostanze alquanto bizzarre e con i media che la dipingevano come una tossica senza speranza, una nuova generazione di artisti  “Illuminati” venivano messi sotto i riflettori. Hanno volontariamente partecipato al rituale occulto in atto ai Grammy Awards e hanno interpretato la loro parte nella tragi-commedia del settore musicale, anche se ciò avrebbe significato perdere la loro essenza e la loro anima. Che cosa succede a coloro che non stanno alle regole del sistema o che si ribellano ad esso? Scompaiono dai riflettori e, talvolta, spariscono da questa terra in circostanze meno che dignitose. Perché, come il mantra dei Grammy Awards 2012 ci indica: L’elite si prende cura dei “suoi”. E di nessun altro.

Fonte

Annunci

Obama nel paese delle meraviglie

Alice nel paese delle meraviglie è uno script utilissimo ai fini della programmazione (possiamo osservare il simbolo dell’occhio che tutto vede e un riferimento alla programmazione beta, osservando l’abito di di Michelle Obama)

Dalle news è recentemente emerso che gli Obama, nel 2009, hanno organizzato un halloween con tema Alice nel paese delle meraviglie (nello specifico rappresentando il famoso “tea – party”) alla Casa Bianca, completamente arredato dal regista Tim Burton con la presenza del cappellaio matto stesso, cioè Johnny Depp.

Sembra un evento importante. Come mai ne sentiamo parlare solo adesso?

La risposta è che è stato mantenuto segretissimo, al tempo, quando il tasso di disoccupazione aveva raggiunto il 10%, la spesa federale era salita alle stelle e con il movimento del “Tea Party” che stava guadagnando consensi nella lotta per fermare lo scempio della riforma sanitaria fatta da Obama.

In altre parole, una festa sontuosa sarebbe stata recepita in maniera negativa, mentre si chiedeva al pubblico di fare sacrifici.

L’altarino è stato svelato dalla corrispondente del New York Times Jodi Kantor, che nel suo nuovo libro “The Obamas”, scrive della festa:

” I Funzionari della Casa Bianca erano così nervosi su come questa festa “hollywoodiana” potesse essere recepita dal popolo senza lavoro – o dai membri del congresso che presto avrebbero votato la riforma sanitaria – che l’evento non venne discusso in pubblico e i compensi di Deep e Burton mai resi noti.

Fonte

Lady Gaga – Marry The Night: Interpretazione occulta (Black)

Dopo aver rischiarato i ricordi di una Lady Gaga fortemente traumatizzata, dall’impossibilità di raggiungere i suoi obiettivi, ci apprestiamo ora a dare un significato più chiaro alla “seconda” parte del video. La cantante ha perso tutto e cerca ora conforto negli Illuminati. In questo secondo spezzone l’artista descrive simbolicamente il processo “ri-educativo” a cui le elite sottopone gli schiavi della programmazione Monarch.

Notare sul polso sinistro, la croce di Nerone, un simbolo che è stato camuffato fin dagli anni ’60 come “simbolo della pace”. In realtà esso rappresenta uno scherno alla croce di San Pietro. Funge inoltre a riferimento ideale al tridente di Nettuno, le quali energie influenzano i sogni, l’ipnosi, l’inconscio e più in generale tutto ciò che riguarda l’inganno e la manipolazione. Il concetto è riflesso nella materialità dalla gabbia che circonda la Gaga ormai intrappolata nel sistema degli Illuminati.

SPOSANDO LA NOTTE

La seconda parte del video inizia con la Gaga che si decolora i capelli dopo essere “rinata” nella vasca da bagno. La metafora qui è abbastanza chiara, la cantante si è lasciata alle spalle la sua vecchia vita e come simbolo di questo grande cambiamento ha deciso di cambiare tinta (ha lo stesso valore del tagliarsi i capelli).

La sua sfera psichica è devastata dal  trauma subito

Sta nascendo una nuova Lady Gaga

Nelle scene seguenti vediamo la cantante entrare in una specie di tempio/loggia. Disegnato sul pavimento, vi è uno strano sigillo/stemma, di difficile identificazione (le immagini non ne forniscono una immagine chiara). Da quello che ho capito, dovrebbe essere una stella a 8 punte, associata al culto di Inanna/Ishtar (divinità Sumero/Babilonesi da cui discende il culto di Venere, la stella dela mattino che nel mondo occulto rappresenta lucifero il portatore di luce):

Oltre alla stella a 8 punte sul pavimento possiamo osservarne anche una a 5 rovesciata sulla gamba destra della Gaga, provate a ingrandire!

Dopo aver scrutato con attenzione la location la Gaga si volta verso i personaggi disposti a semicerchio in un piano superiore al suo:

Togliendosi gli occhiali (interessante il pattern)

Il “simbolo della pace” che la Gaga ha sul polso destro è in realtà “la croce di Nerone” simbolo fortemente anticristiano. Anche qui il paradigma degli opposti è stato rispettato, infatti esso è presente anche sul soffitto della loggia.

Il tridente/simbolo della pace presente sul polso della Gaga è speculare a quello presente nel soffitto della loggia

“Nel corso degli ultimi 2.000 anni questo simbolo ha rappresentato l’odio per i cristiani. Nerone, che gli disprezzava, crocifisse l’apostolo Pietro a testa in giù. La croce al contrario somigliava ad una croce teutonica e divenne una insigna pagana popolare. In seguito, questa segno divenne noto come la ‘croce Neronica.’  “L’origine del simbolo nella storia dimostra che esso sia il carattere visivo mistico per ‘Aum’ (una ‘Y’ divisa). Questa è la parola sacra per gli indù. Pronunciare ‘Aum’ dovrebbe contribuire a risvegliare ‘il potere del serpente Brahma’ alla base della spina dorsale umana. L’occultista Albert Pike identifica questo simbolo come mistico nel suo libro sulla Massoneria “Morals and Dogma”.

Il simbolo della pace (chiamato anche “croce spezzata”, “zampa di gallina”, “piede della strega”, “Croce di Nerone” e il “simbolo del ‘anti-Cristo”’ ) è in realtà una croce con le braccia rotte. Rappresenta anche il “segno della disperazione” e della “morte dell’uomo.”
“Le tribù germaniche che lo usavano attribuirono strane e mistiche proprietà al segno. Come ‘runa’ venne usato dai ‘maghi neri’ negli incantesimi pagani e nelle condanne …. Ai giorni nostri la croce invertita è identica al simbolo della pace socialista – ed è conosciuta in Germania come ‘todersrune’ o runa della morte. Non solo il partito politico di Hitler volle che la runa comparisse nei necrologi tedeschi, ma che essa rientrasse nelle iscrizioni per le lapidi degli ufficiali nazisti delle SS. il simbolo nazista era perfettamente adatto all’enfasi posta sul misticismo pagano dai tedeschi dell’epoca.”
Con le braccia della croce sollevata in posizione verticale, è “un emblema pitagorico del corso della vita, sotto forma di un percorso di crescita con le strade forchetta di Bene e Male.”Significa anche la fertilità, ma con le braccia rivolto verso il basso, denota il male e la morte.Fonte

RITUALE DI INIZIAZIONE

Una giovane e dissoluta Lady Gaga, si presenta al cospetto di diverse figure rappresentati gli “invocatori” della divinità necessari in questi rituali per incanalare le forze occulte, in una strana location, somigliante ad un tempio/loggia. Sul soffitto si staglia un affresco di Mercurio/Hermes (ai giorni nostri Lucifero) dalla quale testa si innalza un caduceo. Sopra di esso vi è un’ancora con un uccellino poggiatovi sopra. Sotto il ritratto di Hermes vi è una sfera che emana raggi riconducibile visivamente alla luna. Sotto ad essa, si può leggere, al contrario, la scritta “The Cross Is My Anchor”.

Mercurio, Gran Maestro della Loggia, con il caduceo donatogli da Apollo, simbolo della congiunzione degli opposti, delle energie maschili e femminili che si incontrano.

Ci troviamo di fronte ad un vero e proprio rito iniziatico, condotto da Hermes. Molti di voi avranno familiarità con il termine “alchimista”. Ai più questo termine evocherà l’immagine dei primi sperimentatori che tentavano di trasformare i metalli vili o il piombo in oro, ricercando allo stesso tempo l’elisir di lunga vita. Questi sperimentatori sono effettivamente esistiti, il loro lavoro fu precursore della chimica moderna. Assieme agli alchimisti “operativi”, vi erano anche quelli “speculativi”. Questi ultimi sono spesso associati alla filosofia ermetica, e impiegano i simboli dei metalli, degli elementi, dei pianeti, e dei processi chimici per descrivere e comprendere il processo spirituale di miglioramento personale. Il fondatore della filosofia ermetica fu un saggio egiziano chiamato Ermete Trismegisus. Per gli egiziani credevano fosse l’inventore di tutte le arti e le scienze. Deificato da diverse culture, venivava chiamato Thot dagli egiziani, Mercurio dai Romani ed Hermes dai Greci. Mentre con tutta probabilità esista di fatto un grande saggio di nome Hermes, è impossibile districare l’uomo storico dalla massa dei racconti leggendari narrati di lui. Uno dei famosi scritti di Ermete fu la Tavola di Smeraldo, che contiene tredici frasi che riassumono il pensiero ermetico.

“Ermete è il nome greco del latino Mercurio. Nebo, Ermes, Mercurio, Lucifero, Spirito Santo sono sinonimi dello stesso stato di essere della intelligenza umana le cui leggi secrete ancora agli uomini sono occluse.Tutte le forme più divine sono possibili se con allenamento graduale questa lucente stella del nostro mondo mentale si scovre dalle nuvole che tutte le nostre imperfezioni disquilibranti fanno più dense. Può arrivare allo stato di genio, come nella forma del demone di Socrate; di Nume, come in Apollonio di Tiana; di Dio Padre, come nel tipo solare del Cristo.” Fonte

All’insaputa della maggior parte dei massoni, molti dei simboli presenti nella massoneria della “Loggia Blu” proviene dall’alchimia. Nel suo libro, “Il simbolismo dei Gradi Blu della Massoneria”, Albert Pike descrive queste relazioni e afferma che “Attraverso questa e molte altre prove sappiamo che i simboli della Massoneria vennero introdotti dai filosofi ermetici Inglesi … ” Manly P. Hall nella sua opera, Gli Insegnamenti Segreti di tutte le età, afferma: “Egli [Ermete] fu l’autore dei rituali iniziatici massonici … Quasi tutti i simboli massonici sono ermetici…” Nonostante questo, sono rimasto sorpreso nel trovare poco materiale a riguardo del ​​rapporto tra alchimia e massoneria.

A partire dal quarto grado della massoneria si viene introdotti agli insegnamenti cabalistici. Nel 5° grado il tema fondamentale è quello della morte, un concetto molto importante nell’alchimia, secondo essa infatti se  gli elementi prima non muoiono la Grande Opera di trasformazione spirituale non potrà avvenire. Questo stato viene anche chiamato di putrefazione, il cui colore simbolico è il nero.

Nel 6° grado viene concesso un gioiello particolare: una piastra d’oro triangolare suddivisa in tanti triangoli. Nel centro di un triangolo si trova il simbolo del sole (destra), e della luna (sinistra) e mercurio sopra entrambi. A prima vista questo simbolo sembra rappresentare tradizionalmente il sole la luna e il maestro della loggia blu. Mercurio per Pike è il Maestro della Loggia. Mercurio era il messaggero delle buone nuove oltre che il buon pastore che pascola il suo gregge da prati terreni a prati celesti.

Il gioiello del Sesto Grado

Qualche ulteriore interpretazione è necessaria per capire uno dei possibili significati di questi simboli. Il sole e la luna hanno dei significati specifici in alchimia. Dalla “Tavola di Smeraldo” di Ermete leggiamo apprendiamo che il Padre è il sole, la Madre è la luna. Per l’alchimista questo rappresenta il quarto grande principio ermetico, il principio di polarità, due aspetti, due poli, una coppia di opposti. Può anche rappresentare il fatto che ogni cosa ha il suo principio maschile e quello femminile. Vediamo questi due principi equilibrati dal calice sostenuto da Mercurio (nel video rappresentato dal tridente in equilibrio sopra la testa di Hermes). Per un alchimista Mercurio simboleggia l’azione, il movimento. Qui possiamo percepire Mercurio in uno stato attivo, per aiutare l’unione del sole e della luna, guidandoli assieme delicatamente nel processo (Marry the Night).

Il tempio in cui si trova la cantante è proprio una rappresentazione simbolica della Tavola di Smeraldo di Ermete: Abbiamo Mercurio al centro, la Luna in basso e il Sole in Alto:

Il sole rappresentato nella meridiana della cupola. Rappresenta anche il simbolo dell’occhio onniscente

La scritta sotto la Luna “La croce è la mia ancora” è al contrario. Mentre la frase indica l’assoluta obbedienza a Dio, ponendola al contrario, assume un significato satanico. La Lady Gaga “rinata” (la scena dove si butta nella vasca da bagno per poi riapparire mentre si colora i capelli è molto simbolica) non ha più valori religiosi/morali, la sua ambizione e fame di successo sono al primo posto. Più volgarmente, questa dissolutezza è rappresentata dalla scena in cui la Gaga mima il sesso orale: il vizio è la legge, con la quale si può ambire al successo.

Lady Gaga non ha alcun legame/ancora che le impediscano di diventare la regina dei mainstream media

“E ho fatto quello che ogni ragazza avrebbe fatto”

SCEGLIERE IL CAVALLO (L’AUTO) VINCENTE

Lo spezzone successivo rappresenta  simbolicamente la scelta fatta dalla Gaga di “entrare”  nel mondo della musica che conta, eliminado qualsiasi altra possibilità. Vede bruciare le passate occasioni o meglio, i passati fallimenti, il suo “matrimonio con la notte” le assicura di non soffrire mai più.

Lady Gaga monta sul carro dei vincenti

Il simbolo dell’aquila caratterizza il sole nella sua fase materiale oltre che all’immutabile
Legge demiurgica sotto il quale tutte le creature mortali devono piegarsi. L’aquila viene anche considerata il simbolo ermetico dello zolfo e sta a significare “il misterioso fuoco dello scorpione” – il segno dello zodiaco più significativamente profondo e la Porta del Grande Mistero. Essendo uno dei tre simboli dello Scorpione, l’aquila, come la Capra di Mendes, fu un emblema dell’arte teurgica e dei processi segreti con cui venne tramutato il fuoco infernale dello scorpione
nella luce/fuoco spirituale degli dei. (Hall – The Secret Teachings Of All Ages)

L’esagono è molto presente nel mondo dell’intrattenimento illuminato in quanto simbolo importante della massoneria. Ne abbiamo già discusso nell’articolo su Bones.

Le auto in fiamme rappresentano gli insuccessi e i fallimenti del suo passato

ADATTAMENTO AL MODELLO STANDARD

In questa scena possiamo vedere la Gaga mentre si allena e perfeziona il suo stile per entrare a far parte delle pop star internazionali e commerciali. Il gruppo con cui balla è formato dalla sua crew ed alcuni episodi presenti nel video si riferiscono a dei reali vissuti della Gaga (Quando butta a terra la ballerina con il tutu, vi è un richiamo ad un suo concerto quando effettivamente la colpì facendola andare al suolo). Vi sono anche parecchi elementi simbolici:

Le borse leopardate sono un richiamo alla programmazione Beta/Sex Kitten

Come possiamo vdere dalle immagini del video, la Gaga indossa i tacchi al posto delle scarpe da ginnastica: il suo talento va smussato e calibrato in modo da essere compatibile con le richieste del pubblico e degli Illuminati. In questi primi allenamenti è molto in difficolta e sembra amalgamarsi difficilmente con il resto del gruppo.

I simbolismi  dell’occhio che tutto vede si sprecano in queste scene…La toppa che ha sul seno sinistro assomiglia ad una piramide con raggi che fuoriescono dalla punta

Ha difficoltà nel ballare in gruppo scontrandosi spesso con gli altri ballerini 

Con il tempo le cose migliorano, il gruppo si fa più compatto e la Gaga è accettata e sostenuta da tutti, interessante, ancora una volta il contrasto con la quale si vuole sottolineare visivamente la dottrina degli opposti:

Sposando, simbolicamente, la notte

Il video prosegue con altre scene, tratte dalla vita della Gaga, possiamo vedere le difficoltà che ha avuto e come le ha superate (handler), il periodo in cui ha dovuto smussare gli angoli più acuminati del suo carattere/comportamento (stop sigarette/droga) che avrebbero potuto compromettere il suo successo.

Il successo tanto desiderato è finalmente arrivato

LA FENICE

L’ultima scena del video è molto simbolica. Possiamo vedere rievocata in chiave simbolica, il simbolo della fenice. E’ un simbolo universale del sole, della rinascita mistica, della resurrezione e dell’immortalità, questo leggendario “uccello di fuoco” rosso si credeva morisse periodicamente nelle sue fiamme (ogni cento anni, secondo alcune fonti) per poi risorgere dalle sue stesse ceneri . Legata al culto delle divinità solari, come Quetzalcoatl in Messico, venne chiamato “dio della Fenicia” dai Fenici. Per gli alchimisti, simboleggia la distruzione e la creazione di nuove forme verso la strada per la trasformazione finale: fisicamente (trasformare il piombo in oro) e spiritualmente (immortalità – una alternativa occulta alla “salvezza” cristiana).

La fenice che rinasce dalle sue ceneri il parallellismo con l’artista è ovvio. Essa sorge, rinasce dalle sue stesse ceneri, rappresentando il processo alchemico di morte e rinascita. La fenice è un simbolo molto usato in alchimia, ad indicare il fuoco purificatore e trasformatore. La fenice ci ricorda la capacità di rigenerare internamente noi stessi e il nostro potere di trasformazione. La testa coperta da un copricapo blu che le nasconde completamente il viso è il simbolo del controllo da parte degli Illuminati (il blu è fondamentale nella massoneria)

“Per i mistici antichi la fenice era uno dei più appropiati simboli per indicare l’immortalità dell’anima umana, proprio come la fenice rinasce dalla sua stessa morte sette volte sette, così la natura spirituale rinasce sempre trionfante dal suo corpo fisico morto.
Gli ermetici medievali consideravano la fenice il simbolo del completamento della trasmutazione alchemica, un processo equivalente alla rigenerazione umana.[…] Nelle scuole misteriche era consuetudine fare riferimento agli iniziati come “Fenici” o “uomini che erano nati di nuovo”: allo stesso modo nella quale la nascita da conoscenza del mondo fisico al neonato, così il neofita, dopo nove gradi nel grembo dei Misteri, rinasce nel mondo spirituale. Questo è il mistero iniziatico a cui Cristo si riferì quando disse: «Se un uomo non rinasce, non potrà vedere il regno di Dio “(Giovanni III. 3). La fenice è un simbolo appropriato di questa verità spirituale.” Hall – The Secret Teachings Of All Ages

CONCLUSIONE

Il video rappresenta una ennesima interpretazione del trauma basato sul controllo mentale. Qui forse ci troviamo di fronte ad uno dei traumi più forti subiti dalla cantante. La talentuosa e giovane Germanotta, si impegnò al massimo per “farcela”. Era strana, ingestibile, la sua fame di successo era incontenibile. Ai vertici della sua giovane carriera però, accade quel fenomeno che mi piace definire “Cigno Nero” (cit. The Secret), un evento così improbabile da sembrare impossibile, che sconvolge completamente la tua vita. Alzando il velo, si capisce che questo “imprevisto” è stato creato ad arte dagli Illuminati per infrangere definitivamente una personalità imponente come quella della Germanotta pre trattamento. Dopo un periodo di disperazione, non avendo più nulla da perdere, decide di “sposarsi con la notte” cioè con gli Illuminati. Attraverso un lavoro di perfezionamento e di conoscenza delle dottrine occulte è stato possibile trasformare il talento grezzo della Gaga in diamanti. Gli illuminati hanno inoltre “placato” quella sofferenza dovuta al precedente trauma….Ordo ab Chaos. La fenice simbolo di morte e rinascita è la rappresentazione della vita della Gaga, che morendo interiormente ha potuto risorgere nelle dottrine misteriche gestite dagli Illuminati.

Poland’s Next Top Model: Una scarica impressionante di simbolismo

Il promo della seconda stagione della serie Poland’s Next Top Model riesce a comprimere in poco più di un minuto una grande quantità di simbolismo riferibile all’immaginario del controllo mentale. Non diversamente dallo spot della Versace per H&M (descritto in questo articolo), il video si apre con la figura di un Handler – ruolo interpretato, dalla top model Joanna Krupa. Vestita di un abito bianco e nero a scacchi, che prolungandosi diventa un pavimento massonico, guarda verso le modelle, che vagano per un labirinto manipolandole a comando. Ha il controllo su tutti gli aspetti del labirinto, compreso il tempo (non diversamente da Jareth in Labyrinth, analizzato qui).

Basandosi (ovviamente) su Alice in Wonderland, la sequenza comprende una quantità innumerevole di simboli e attivatori del controllo mentale quali: riflessi distorti allo specchio, tazze di thè “drogate”, farfalle, ecc. In breve, questa sequenza rappresenta il controllo degli Illuminati sul mondo della moda.

Fonte

Lady gaga – Marry The Night: Interpretazione occulta (White)

Marry the Night, è un video strutturato in 2 parti. La prima si apre con il “Prelude Pathetique” e si chiude con il fallimento dei sogni di gloria della Gaga. La seconda, rappresenta lo sposalizio tra la cantante e gli Illuminati. Il preludio nasconde in se una parte della chiave interpretativa: Le scene non sono ricordi reali ma elaborazioni dovute a traumi. Attraverso la sua “arte” la cantante impedisce ai ricordi negativi di affiorare. Non ci troviamo di fronte ad un semplice video, c’è una storia narrata sottilmente con metafore e simbologie che alludono al mondo occulto e in particolare alla dottrina degli opposti.  Questi spunti di riflessione si intrecciano perfettamente con la vicenda della Gaga, dando ulteriore rindondanza al messaggio complessivo del video.

THE PRELUDE PATHETIQUE (REAGIRE AL TRAUMA DISSOCIANDOSI)

“Quando ripenso alla mia vita, non è che non voglio rivedere le cose esattamente come sono accadute, è solo che preferisco ricordarle in un modo artistico. E a dire il vero, la bugia di tutto ciò è molto più onesta, perché me la sono inventata. La psicologia clinica ci dice che forse il trauma è l’assassinio finale. I ricordi non vengono riciclati come gli atomi e le particelle nella fisica quantistica, possono essere persi per sempre. E’ un po’ come se il mio passato fosse un dipinto incompiuto e come artista di quel dipinto, io debba riempire tutti i brutti buchi e renderlo di nuovo bello. Non è che sono stata disonesta, è solo che io aborro la realtà. Per esempio le infermiere, che indossano la prossima collezione di Calvin Klein, e lo sto facendo anch’io. E le scarpe, marca Giuseppe Zanotti. Rovesciavo loro i cappellini di garza di lato come fossero berretti Parigini perché pensavo che fosse romantico, e credo anche che la menta andrà molto di moda la prossima primavera. Guardate l’infermiera a destra, ha un bel culo. BAM! La verità è, tornando alla clinica, che tutti indossano quei buffi cappelli perché vogliono tenere il sangue lontano dai loro capelli. E guardate quella ragazza a sinistra, lei ha chiesto orsetti gommosi e un coltello. Le hanno dato solo gli orsetti gommosi. Vorrei avessero dato anche a me solo gli orsetti gommosi”.

In questa sorta di introduzione Lady Gaga mette in luce alcuni aspetti del condizionamento mentale basato sul trauma. I ricordi di eventi traumatrici vengono rimossi attraverso l’uso di ipnosi e droghe. Il dipinto rappresenta la sua psiche e i buchi i traumi subiti. Per evitare che i ricordi riaffiorino la cantante utilizza la sua “arte” e crea versioni alternative degli eventi in modo da stabilizzare la psiche e la programmazione ricevuta.

“Il controllo mentale assoluto, viene chiamato dagli Illuminati “controllo mentale basato sul trauma” poichè alla vittima vengono inferti traumi in modo sistematico, calcolato e inumano. Dopo una dura sessione di programmazione la mente della vittima sarà terrorizzata, in stato di shock e dissociativo e frammentata. La psiche della vittima non può più reggere, il programmatore si trova di fronte al potenziale pericolo di una suddivisione incontrollata della personalità dell’individuo che comporterebbe un collasso mentale e una distruzione della programmazione (perdita del controllo sullo schiavo)’. L’Handler farà allora riposare mente e corpo della vittima in modo da far sedimentare la programmazione, senza che si verifichino nel frattempo eventi destabilizzanti. Per esempio, dopo una massiccia seduta di WaterBoarding (annegamento) il gestore innesterà la programmazione (script ipnotico)  e darà al soggetto seconal (aka Secobarbital) per indurre un sonno profondo. Il sonno sovviene entro 10 o 15 minuti. A volte il cuore della vittima, viene spinto fino ai suoi limiti durante un trauma, rendendo necessario sedare il corpo con un anestetico per permettere alla vittima di riposare. Il Seconal è il farmaco specifico utilizzato per il processo. Il seconal viene somministrato negli ospedali o nei luoghi della programmazione in cui del personale addestrato sa come dare il farmaco. Coloro che somministrano il Seconal alle loro vittime sono gli psichiatri corrotti, che capiscono il rapporto tra l’uso di droghe e il comportamento umano o gli handler stessi. Deeper Insights Into Illuminati Formula Fritz Springmeier/Cisco Wheeler

Il preludio prosegue, abbandonando progressivamente la sua razionalità (Riflessioni sui suoi ricordi, associazioni con la meccanica quantistica, metafore artistiche) verso un delirio che rappresenta il loro stato dissociativo (quando non riescono a reggere il trauma gli schiavi del controllo mentale si creano la loro “Wonderland” per fuggire dalla realtà).

L’ultima frase è il ricordo poetico di come si comportò la sua prima casa discografica, la Island Def Jam, che al posto di darle il successo e le attenzioni meritate, ad un certo punto la scaricarono (il coltello può essere il simbolo della “separazione” avuta con la casa discografica)

Il 20 novembre di quest’anno, la Gaga fu ospite del programma Chatty Man di Alan Carr dove spiegò il significato del video. Secondo la stessa cantante il video, descriverebbe uno dei momenti più terribili della sua vita:

“”So come ci si sente quando si viene rifiutati dal mondo del business. Ho firmato, mi hanno scaricata, ho firmato ancora. “Marry the Night” parla più o meno di questo. Uno dei giorni più terribili della mia vita fu quando la mia prima etichetta discografica mi scaricò. “Fonte

Lady Gaga in questa introduzione descrive pienamente il momento in cui la sua personalità venne definitivamente distrutta da una quantità eccessiva di traumi (descritti tra l’altro benissimo in video come You And I). Siamo nella fase che precede l’album Fame, che lancerà definitivamente Lady Gaga nello star system elevandola al grado di regina del pop.

Vi consiglio di salvare la foto e ingrandirla, scoprirete moltissimi ricordi!;)

NEL REPARTO PSICHIATRICO

Lady Gaga viene trasportata su di un lettino, all’interno di un istituto psichiatrico. Durante il percorso passa davanti a una donna, malata di cancro:

Una donna malata di cancro ai polmoni che fuma con una mano e con l’altra tiene in mano il respiratore. Un controsenso paradossale, a rappresentare metaforicamente il vizio e la dipendenza

La scena è una rappresentazione mentale della Gaga, a significare come possano essere distruttivi vizio e dipendenza nei confronti di qualcuno o qualcosa. La forte dipendenza provata dalle vittime del controllo mentale nei confronti dei loro Handler è fortissima e creata con ipnosi, droghe e manipolando i sentimenti. La rottura con un Handler è vissuta in maniera terribile dagli schiavi del controllo mentale, soprattutto le prime volte quando la personalità non è poi così frammentata.

La parte dove la donna fuma e poi respira dal boccaglio è ulteriormente simbolica. Il fumo (vizi/condizionamenti) rappresenta gli abusi dell’handler, ciò che la danneggia, di cui ha necessita come dell’aria pompata dal respiratore, cioè ciò che la fa vivere. Il legame con l’handler era quasi simbiotico tanto che la Gaga tentò disperatamente ogni giorno per mesi di vedere il suo produttore, che la scaricò all’improvviso. Un ulteriore prova di questo linguaggio simbolico ci viene da una parte poco successiva: la cantante si sta per accendere una sigaretta ma la sua “nuova” handler glielo vieta nettamente.

Meglio smettere per un pò…

Il trauma è stato troppo intenso, la mente e il corpo della Gaga hanno bisogno di riposare per sedimentare il trauma.

CULLATA DA BAPHOMET

Il video segue perfettamente il preludio, la tela viene ridipinta e resa bella con la sua arte, il trauma non viene affrontato direttamente, ma viene mascherato da simbolismi figurati (l’esempio della sigaretta e dell’ossigeno) ed espliciti (le croci sul letto).

Come Sopra

Così sotto

Le due croci sono opposte nella posizione e nei colori a rappresentare il dualismo racchiuso in una delle maggiori rappresentazioni simboliche degli Illuminati, il Baphomet:

Commentare questa figura richiederebbe un articolo intero…infatti se vuoi informazioni a riguardo leggi qui

In questa scena Lady Gaga metaforicamente trova ristoro e conforto nelle dottrine degli Illuminati e ne sposa gli ideali perchè, come lei stessa dice nel video, non le è rimasto più nulla.

La Gaga viene poi accompagnata dal suo nuovo medico/handler, che la chiama “Miss Morphine”, un altro riferimento all’assenza di dolore sia psicologico che fisico.La cantante le mostra le ferite sulla schiena, a rappresentanza degli abusi e delle violenze, metaforicamente possiamo collegarlo all’ultima frase del preludio: Lady Gaga si è sentita pugnalata alle spalle, dal suo produttore. La chiave interpretativa sta nella dottrina degli opposti, che ricorre in tutto il video.

Violenze fisiche/Pugnalate alle spalle, ancora una volta il fisico viene traslato in concettuale.

La dottoressa/handler le misura la pressione consigliandole di riposarsi. Come ulteriore segno del suo passaggio agli Illuminati vediamo che indossa una cuffietta simile a quella delle altre infermiere. Un collegamento a questo gesto può essere trovato in un precedente articolo: Lady Gaga la Marionetta degli Illuminati. In un breve sketch pubblicitario per il Monster Ball Tour:

In poche parole ha ottenuto la fama vendendo mente corpo e anima al mondo dell’intrattenimento, come gesto per sancire il tutto indossa un copricapo formato da capelli. Potrebbe essere un riferimento trasversale al controllo mentale?

The Fame!

La scena si conclude con Lady Gaga che si addormenta in uno stanzone ospedaliero con diversi letti in schiera e altrettante pazienti con disturbi mentali. L’immagine metaforica qui non poteva essere più chiara, la personalità principale è nel letto centrale mentre le sue frammentazioni fuori controllo sono rappresentate dalle altre pazienti, i posti letto rappresentano i compartimenti a tenuta stagna delle varie personalità.. La “vera” personalità di Lady Gaga si è spenta/distrutta permettendo ai vari alterego creati dalla programmazione di insediarsi nella sua psiche.

Psicologicamente e fisicamente stremata dalla programmazione

In queste ultime scene possiamo inoltre osservare le 2 colonne massoniche ai lati della Gaga. Ci sono inoltre 2 ancore in alto che hanno una precisa valenza esplicativa in massoneria. L’immaginario evocato da questa scena ricorda molto l’Iside descritta nei testi occulti:

“La Vergine a volte viene rappresentata in piedi tra i due grandi pilastri della massoneria, Jachin e Boaz – che simboleggiano il fatto che la natura produce i suoi frutti attraverso la polarità. Come saggezza personificata, Iside si trova tra i pilastri degli opposti, a rappresentare il fatto che la comprensione si trovi al giusto punto di equilibrio e che la verità è spesso crocefissa tra 2 apparenti contraddizioni. La lucentezza dorata nei capelli scuri, indica che nonostante sia lunare deve il suo splendore ai raggi del sole. Come La luna viene investita dai raggi riflessi del sole, così Iside, come la Vergine della Rivelazione, viene rivestita nella gloria della luminosità solare. Apuleio, affermò che durante il sonno vide la venerabile dea uscire dall’acqua.” M.P. Hall- The Secret teachings of all ages

“La lucentezza dorata nei capelli scuri, indica che nonostante sia lunare deve il suo splendore ai raggi del sole.” Le colonne sono presenti nell’immagine sopra

Per quanto riguarda l’ancora, esso è un simbolo massonico forse ancora poco discusso. Le prime incisioni di ancore si possono trovare nelle catacombe romane. E’ un simbolo cristiano associato alla fermezza di spirito e alla speranza. Nella massoneria viene associato all’arca che metaforicamente trasporta l’individuo da una meta ad un’altra in maniera del tutto sicura:

“Nel terzo grado, i cui gli insegnamenti riguardano tutti il rapporto tra vita e morte, “L’Ancora e l’Arca sono simboli di una speranza fondata e di una vita ben spesa ‘.
Rappresentano inoltre l’arca divina che ci trasporta in maniera sicura attraverso questo mare di guai e l’ancora che ci garantisce l’attracco in un porto sicuro dove i malvagi cessano di essere una preoccupazione e lo stanco trova ristoro”. Fonte

Simbologia massonica

Huff Apron Anchor – Arte massonica, oltre all’ancora possiamo osservare diverse simbologie massoniche

L’IMPREVEDIBILITA’ DEL SUCCESSO

Ci spostiamo dall’ospedale psichiatrico per immergerci nei ricordi della Gaga. La vediamo mentre si esercita in alcuni passi di danza classica mentre delle silfidi le svolazzano attorno.

I riflettori sono puntati su di lei, un nuovo astro sta per nascere

Nell’antica mitologia le silfidi/fate erano delle creature che abitavano nelle cime delle montagne, erano solitamente benevole con l’uomo e lo aiutavano, vivendo nell’etere, a modificare gli equilibri del suo corpo eterico (influendo indirettamente anche sul sistema nervoso) in modo che dalla mente umana scaturisse la cosiddetta genialità.

In merito a queste creature si possono trovare interessanti spiegazioni anche nei testi di di Hall, che chiariscono la metafora allusiva che la Gaga ha voluto rappresentare:

Gli antichi assegnarono alle sifilidi il compito di modellare i fiocchi di neve e di radunare le nuvole.. Il vento era il loro mezzo specifico e gli antichi si riferiscono a loro come “gli spiriti dell’aria”. Sono uno scalino sopra tutti gli altri elementali, essendo il loro elemento nativo il più vibratoriamente alto. Vivono centinaia di anni, spesso raggingono il migliaio di anni e sembrano non invecchiare mai. Il leader delle silfidi è chiamato Paralda, il quale, secondo le leggende risiederebbe nella montagna più alta della Terra.
Le silfidi a volte assumo forma umana, per un breve periodo di tempo. La loro dimensione varia, solitamente non sono più grandi dell’essere umano anzi spesso sono molto più piccole. Si dice che le silfidi permettano a certi esseri umani di veivere nelle loro comunità per un periodo di tempo considerevole. Da alcuni, le famose Muse dei Greci vengono considerate silfidi, in quanto questi spiriti si riuniscano attorno alla mente del sognatore, del poeta e dell’artista, e lo ispirino con la loro profonda conoscenza delle bellezze e del funzionamento della Natura. Il loro temperamento è allegro, mutevole, ed eccentrico. Le qualità peculiari comuni negli uomini di genio, sono il risultato della collaborazione tra le silfidi. Il loro lavorare con il corpo eterico e indirettamente con il sistema nervoso, mentre in luce ancor di più la loro inconsistenza. Non hanno fissa dimora, girovagano da un posto all’altro – elementali nomadi, invisibili ma sempre attivi e presenti nell’intelligente disegno dell’universo. Mainly P. Hall The Secret Teachings Of All Ages

Una Silfide. Schizzo di Howard Wookey. Le entità chiamate silfidi erano mutevoli, comparivano e scomparivano alla velocità del lampo. Lavoravano sui gas e sull’etere terrestri ed erano ben disposti verso gli esseri umani. Vengono da sempre rappresentate alate, avolte come piccoli Cherubini altre volte come delicate fate.

Questa parte del video simboleggia gli sforzi della cantante che le hanno permesso di ottenere il successo. Allo stesso tempo però ne vengono messe in luce impevedibilità e momentaneità (la natura delle silfidi).

Proseguendo nel video la Gaga viene accompagnata in braccio dentro casa, svestita e messa a letto, come se fosse priva di qualsiasi volontà propria. Come nelle scene iniziali ci troviamo di fronte ai momenti successi una intensa programmazione, ma qui, il dipinto assume toni positivi, descrivendo una situazione quasi “famigliare” con un handler gentile che la aiuta. Vi sono alcuni simbolismi degni di merito da segnalare: la pavimentazione che poi rispecchia i tasti del pianoforte è di colore rosso/ciano (colori opposti che acquisicono quindi la stessa valenza del bianco/nero), che rispecchia perfettamente il principio degli opposti rappresentato in primis dall'”As Above So Below”.  Sopra il comodino vicino al letto c’è uno specchio, trigger del controllo mentale, che successivamente la Germanotta frantumerà.

Lo specchio, il pavimento tutte simbologie che richiamano gli opposti.

Come abbiamo evidenziato sopra, il successo va e viene,vediamo infatti in un frame simbolico, come la fama (ovvero viene scaricata dalla Island Def Jam) abbandoni “momentaneamente” la Gaga:

Sembra che la musa abbia abbandonato la Gaga!

La giovane cantante riceve una telefonata, è il suo direttore che la avviserà di averle stracciato il contratto. Qui avviene il trauma.

Il suo handler non la vuole più vedere, successo e fama sembrano svaniti nel nulla.

La personalità principale della cantante è stata distrutta, immagine simbolicamente evocata dalla rottura dello specchio

Anche nello spettacolo, le cose vanno male, non riesce più a primeggiare, è una tra le tante, senza particolari aspetti che la contraddistinguono tranne il desiderio incrollabile di fama. La scena è metafora dei fallimenti occorsi nei primi tempi della carriera della Gaga.

Lady Gaga non riesce più a competere con le ballerine di alto livello, le sue capacità seppur ragguardevoli non spiccano in nessun campo particolare

UNA CONCLUSIONE PER QUESTA PRIMA PARTE

In questa prima parte la Gaga descrive la sua vita da “nubile”,  gli sforzi e il talento impiegati per ambire al vertice. Il successo però è una cosa molto evanescente, che tende a dissolversi senza un’apparente motivazione. Il trauma subito dalla Gaga la ha distrutta psicologicamente e fisicamente trovando, come unica via di fuga, il patto con gli Illuminati.

Seguirà: Lady Gaga – Marry The Night: Interpretazione Occulta (Black). La seconda e ultima parte

L’assassino di Robert Kennedy afferma di esser stato sotto controllo mentale

Sirhan Sirhan

Abbiamo visto nei precedenti articoli (in particolare in Origini e Tecniche del controllo mentale Monarch) che ci sono diversi tipi di programmazione per il condizionamento mentale tra cui la Programmazione Delta, che viene anche chiamata “programmazione killer”. Sirhan Sirhan, il “folle solitario” che uccise RFK afferma di esser stato sotto il controllo mentale quando commise l’omicidio. Questi fantocci purtroppo vengono usati molto più spesso di quanto si pensi nel portare a termine, senza fiatare, missioni di alto livello e programmati addirittura, per confessare tutto. Se qualcosa va storto, il suicidio fa parte della loro programmazione. Ecco un articolo proveniente da Yahoo News sul caso di Sirhan Sirhan.

L’assassino di RFK, Sirhan Sirhan sostiene la teoria del complotto, cerca la scarcerazione

Gli avvocati di Sirhan Sirhan, l’uomo che ha assassinato Robert Kennedy nel 1968, hanno chiesto che venisse rilasciato dalla prigione, sostenendo il fatto che fosse stato vittima del “controllo mentale”.

Dopo meno di una settimana dall’anniversario dell’assassinio del presidente John F. Kennedy, gli avvocati di Sirhan hanno presentato la loro teoria del complotto su Kennedy, sostenendo che nel processo a Sirhan nel 1969 vennero ignorate le prove che vi fossero due tiratori presenti durante l’assassinio di RFK. Il team legale di Sirhan sostiene anche che il revolver trovato addosso al loro cliente, non sarebbe l’arma con cui è stato ucciso Kennedy.

“Anche se la pratica della programmazione/controllo mentale tramite ipnosi non è affatto nuova, il pubblico è ignorante riguardo al lato oscuro di questa pratica”, si legge dalla documentazione processuale di Sirhan. “La persona media non è a conoscenza che l’ipnosi può e viene usata per indurre una condotta anti sociale negli esseri umani.”

Gli avvocati William F. Pepper e Laurie D. Dusek sostengono che Sirhan meriterebbe per lo meno un nuovo processo, affermando che, quello originale, nel 1969 fu una frode in quanto la corte permise che venisse utilizzato un proiettile sostitutivo al posto del proiettile originale, rimosso dal collo di Kennedy .

Gli avvocati di Sirhan dicono inoltre di aver recentemente scoperto le registrazioni audio che dimostrano che vennero sparati ben 13 colpi al momento dell’attentato a Kennedy. Come spiega la CNN, i dettagli risultano ancora più intricati:

Gli avvocati sostengono inoltre che Sirhan venne ipno-programmato per fungere da diversivo al vero assassino, il fatto che sia arabo avrebbe poi facilitato anche la propensione al giudizio di colpevolezza. Sirhan, 67 anni, è un palestinese cristiano nato a Gerusalemme che nel 1950 assieme alla famiglia emigrò negli States.

    Sirhan “fu un partecipante involontario dei crimini commessi in quanto venne sottoposto a sofisticate programmazioni ipnologiche e tecniche per impiantare memorie che lo resero incapace di controllare coscientemente i suoi pensieri e azioni al momento in cui i crimini vennero commessi”.

L’ufficio del procuratore generale della California si è finora rifiutato di commentare alle affermazioni di Sirhan.

Sirhan Sirhan da tempo va avanti a dire di non ricordare il momento dell’assasinio. Daniel Brown esperto di ipno-programmazione alla Harvard Medical School ha recentemente lavorato con Sirhan, dicendo di averlo aiutato con successo a ricordare l’assassinio. Brown afferma che Sirhan nel 69, a causa del controllo mentale, pensava di trovarsi in un poligono di tiro.

Pepe e Dusek hanno rappresentato Sirhan anche durante il suo recente tentativo (fallito), di ottenere la condizionale.

Fonte

Fonte

Programmazione Monarch Step 3: Bombardamento affettivo fino ai 18 mesi

La terza fase consiste nel soffocare d’affetto il bambino. Viene fornita una dose massiccia d’amore così che la stessa possa essere tolta nella 4a fase. Questa è una parte importante in quanto senza di essa non si otterrebbe il trauma. I bambini degli Illuminati non vengono mai sculacciati nel primo anno e mezzo di vita. Vengono, eufemisticamente parlando, controllati amorevolmente. (Questo modello, che implica una saturazione affettiva del bambino, viene chiamato “love bombing” e viene utilizzato per creare quel sentimento d’affetto che sarà poi rimosso per ottenere l’obbedienza del bambino.) I bambini degli illuminati cominciano a scoprire il proprio corpo. Le loro viscere vengono messe in condizione di funzionare correttamente e vengono mantenuti meticolosamente puliti. Viene insegnato loro ad apprezzare il proprio corpo, prima che il trauma li privi di tutto ciò che per loro ha valore. La dissociazione non viene insegnata al bambino, perché hanno un’affinità genetica verso di essa e la nascita prematura ha già insegnato loro a dissociarsi. A conti fatti, al bambino è stato consentito solo di costruire un rapporto con il suo programmatore(i). Il bambino ha imparato a fidarsi, obbedire e adorare l’handler durante i primi 18 mesi della sua vita. La sua mente è condizionata da suggestioni ipnotiche ed è abituata ad obbedire.

Fonte

Florence + The Machine: Significato esoterico di “Shake it out” e “No light No light”

Florence + The Machine è riuscita ad ottenere il successo commerciale e della critica rilasciando musica con un suond ben distinto e particolare. Sebbene le sue opere vengano spesso pubblicizzate dai mass media, un aspetto delle sue pubblicazioni viene raramente menzionato: il simbolismo esoterico presente nei video e nelle canzoni. Prenderemo in esame il significato del video “Shake it Out” e “No Light No Light”, due video enigmatici dall’album Ceremonials.

Florence + The Machine è diversa dalla maggior parte dei cantanti citati su questo sito. In primo luogo, sono evidenti il talento e la maestria presenti nelle sue opere, che le rendono le più profonde nel panorama pop. In secondo luogo, vi è un’influenza occulta ben determinata, che non viene nascosta o celata. In un’intervista alla rivista Nylon, Florence ha dichiarato:

    “Volevo essere una strega, quando ero una bambina. Ero ossessionata dalla stregoneria. A scuola, io e i miei due amici possedavamo dei grimori, ho sempre desiderato vivere in una realtà più magica. Avevo un piccolo santuario in casa e una volta lanciai un incantesimo perchè il bambino nella classe vicino alla mia si innamorasse di me. “

Nonostante questo fatto sia noto, non ho mai trovato alcun lavoro che analizzasse le opere di Florence da un punto di vista occulto, un campo in cui evidentemente Florence Welch è ben formata. I video del suo primo album “The lungs” hanno infusi in loro alcuni concetti occulti. Per esempio, la hit Dog Days are Over allude alla stella Sirio nella costellazione del cane maggiore, un corpo celeste importantissimo negli insegnamenti esoterici.

I video di “Shake it Out” e “No Light No Light” contengono entrambi immagini enigmatiche (vedi i commenti confusi su YouTube) che si riferiscono ad antichi concetti occulti. Analizzati da un punto di vista esoterico, entrambi i video possono essere considerati delle “cerimonie”, in cui i simboli e i colori descrivono una storia di profonda trasformazione. Le immagini di “Shake it Out” raccontano la storia di un rito di iniziazione in una strana società segreta mentre “No Light No Light” descrive un profondo cambiamento spirituale nel contesto della dualità. Vedremo il significato esoterico di entrambi i video.

SHAKE IT OUT

Il video è girato durante uno strano ballo in maschera – che ricorda molto le orgie delle elite segrete in “Eyes Wide Shut” – “Shake it Out” segue l’evoluzione di Florence. Dall’essere timida e riservata, diventa dissennata ed estatica. In un’intervista, Welch ha descritto così il setting del video:

“Pensate a una festa psichedelica negli anni ’20 con un tocco demoniaco. La possessione incontra “Il grande Gatsby”. (…) Volevamo fare una sorta di “Gatsby alla West Egg”, con l’aggiunta di elementi satanici e rituali “.

In questo strano ambiente, ci sono diverse Florence, con personalità differenti che indossano abiti dai colori simbolici. Ognuna di esse racconta una parte diversa della storia dell’iniziazione di Florence e dei suoi risultati. Come abbiamo visto nei precedenti articoli, il tema dell’iniziazione si trova spesso nei video pop moderni, con una cosa che gli accomuna tutti: un focus sui colori bianco, rosso e nero. Questo video non fa eccezione visto che il colore degli abiti di Florence ci dice molto sulle personalità che la cantante interpreta .

All’inizio del video, Florence indossa un vestito color perla/oro e sembra timida, quasi reticente mentre si avvicina alla sala da ballo. E’ ovviamente l'”ospite d’onore”, ma non è sicura di ciò a cui sta andando incontro.

Florence timidamente si avvicina alla sala da ballo

Non appena arriva al balletto, viene accolta da strane figure mascherate. Alcune di loro sono molto strane ma allo stesso tempo interessanti.

Una maschera che rappresenta Hypnos, il dio greco del sonno – da cui deriva il termine “ipnosi”. E’ il gemello di Thanatos, il dio della morte. Il suo palazzo era una grotta buia dove il sole non splende mai. All’ingresso venivano posti dei papaveri e altre piante ipnagogiche.

Questa maschera con più facce sembra essere una delle favorite nei balli dell’elite …

Il Barone Alexis de Rede (a destra) indossa una maschera simile ad un ballo dei Rothschild nel 1972.

La cerimonia è incentrata attorno a Florecene per una buona ragione: è il suo rito di iniziazione. Uno dei partecipanti al ballo benda Florence.

Florence viene bendata da un uomo con un mantello rosso

Il bendaggio dei nuovi inziati è una parte intricata dei rituali massonici, che porta con se un significato molto simbolico: rappresenta la precedente cecità e ignoranza del candidato.

Un’immagine tratta dal Rituale della Massoneria di Duncan in cui viene descritta l’iniziazione di un nuovo massone. E’ bendato e viene fatto girare per la loggia.

Il testo della canzone è in linea con il contesto generale di questo tipo di iniziazioni che verte sull’abbandono di un passato oscuro e l’abbraccio di una nuova vita. Alcune parti della canzone sono particolarmente interessanti in quanto sembrano alludere ad aspetti specifici delle iniziazioni massoniche. Il seguente passo si riferisce al “buio” spirituale e mentale in cui il candidato si trova prima del completamento dell’iniziazione.

It’s always darkest before the dawn (…)
And I’ve been a fool and I’ve been blind

Altri passaggi della canzone ricordano stranamente i giuramenti che si recitano durante le iniziazioni massoniche. Ad esempio:

I am done with my graceless heart
So tonight I’m gonna cut it out and then restart

che può essere correlata a questa parte della cerimonia di iniziazione massonica:

“Oh! that my breast had been torn open, my heart plucked out, and placed upon the highest pinnacle of the Temple, there to be devoured by the vultures of the air …”

Un’altra parte del brano si riferisce a diversi aspetti di una iniziazione:  il concetto di buio (la maggior parte dei candidati viene messa in stanze buie per un determinato periodo di tempo in modo da rappresentare la morte e la rinascita) e la  preparazione alla sofferenza (durante il rito di iniziazione)

And I’m damned if I do and I’m damned if I don’t
So here’s to drinks in the dark at the end of my road
And I’m ready to suffer and I’m ready to hope
It’s a shot in the dark and right at my throat

Questa ultima frase è simile a una parte del giuramento massonico.

  “I arose, and on my passage around the Lodge was accosted by three Fellow Crafts, who thrice demanded of me the secrets of a Master Mason; and, on being refused, the first gave me a blow with the twenty-four-inch gauge, across my throat”

Che tali allusioni alle società segrete fossero intenzionali o meno, danno sicuramente un senso al concetto di “rinascita spirituale” presente nel brano.

In un’altra scena in cui Florence interpreta il ruolo di “nuova iniziata”, viene ritratta mentre partecipa ad una seduta spiritica per interpellare gli spiriti, confermando la natura occulta del raduno.

Florence partecipa alla seduta spiritica

La versione di Florence vestita in rosso è completamente diversa, quasi come se fosse stata posseduta da uno spirito

In un’altra parte del video, Florence è vestita di rosso – il colore del sacrificio e dell’iniziazione – e sembra avere un atteggiamento completamente diverso. E’ disinibita, danza freneticamente e sembra essere posseduta. Sembra però allo stesso tempo disturbata e consumata da ciò che sta avvenendo dentro di lei.

Un’altra Florence sembra essere il risultato diretto dell’iniziazione: Pura, angelica e vestita di bianco simbolo di purezza e di innocenza.

Florence in un abito verginale bianco

La Florence in rosso è dunque l’opposto della timida e innocente Florence vestita di bianco. Questi due personaggi rispecchiano il concetto occulto di dualità, che si riflette anche nel testo della canzone:

Cause looking for heaven, for the devil in me
Looking for heaven, for the devil in me
Well what the hell I’m gonna let it happen to me

Nel video viene mostrato anche un quarto alterego: una calma e carismatica Florence vestita in modo formale – a simboleggiare la completa appartenenza alla società segreta.

Florence, vestita di nero, danza assieme a due uomini mascherati

L’iniziazione di Florence sembra avere prodotto due risultati: una Florence vestita di rosso, ubriaca e completamente abbandonata al mondo degli istinti sessuali e una Florence vestita di bianco che lascia il ballo per arrampicarsi su un albero (simbolicamente vuol dire lasciare il mondo materiale per abbracciare quello spirituale). L’equilibrio tra queste due forze opposte è alla base del concetto ermetico di dualità. Questo importantissimo tema sembra anche essere al centro del secondo video di Florence, “No Light No Light”.

NO LIGHT, NO LIGHT

“No Light No Light” non va tanto per il sottile come “Shake it Out”. Il video è piuttosto la rappresentazione dello scontro di due forze diametralmente opposte che lottano niente meno che per l’anima di Florence. Le immagini del video si basano su contrasti e opposizioni, usando concetti come luce e oscurità, bene e male, bianco e nero, civiltà e tribalismo, chiesa e stregoneria e avanti in questo modo. Le due scene principali del video risultano clichè quasi caricaturali: uno stregone voodoo in stato di trance mentre pratica della magia nera su degli innocenti ragazzi del coro di una chiesa. L’opposizione è vivida, ma entrambi i mondi sembrano essere parte dell’esperienza di Florence (nella sua gioventù faceva parte del coro, ma si dilettava anche nell’occultismo). Le due scene hanno un senso quasi archetipico della lotta tra bene e male, rappresentando così la lotta tra opposti che sta avvenendo nell’anima di Florence.

La prima scena mostra un uomo mascherato, seduto al buio, davanti a delle candele accese e ad una bambola voodoo.

Lo stregone voodoo mentre sta per lanciare un incantesimo su Florence

Lo sciamano si trova all’interno di una loggia massonica. Anche se è buio, possiamo notare il trono massonico, la stella fiammeggiante sopra di esso e l’importantissimo pavimento con motivo a scacchiera.

Lo sciamano infila un ago all’interno di una bambola voodoo. Il pavimento a scacchiera è lo spazio su cui si svolgono rituali e cerimonie occulte. Il pattern in bianco e nero rappresenta la coesistenza del bene e del male in uno schema ripetuto all’infinito ed è quindi una rappresentazione visiva del concetto di dualità.

Come nel caso della scacchiera, il video mostra visivamente l’eterna lotta tra due forze opposte nel regno spirituale, utilizzando però figure umane. In opposizione allo sciamano voodoo vi è un altra immagine suggestiva: i giovani ragazzi del coro all’interno di una chiesa.

Il coro di ragazzi a rappresentare la forza opposta allo sciamano

Florence si trova in piedi sulla cima di un grattacielo, con sguardo confuso, sapendo che dovrà fare una scelta. Questo senso di incertezza si riflette nel testo:

“I was disappearing in plain sight
Heaven help me, I need to make it right
You want a revelation, You want to get it right
But it’s a conversation, I just can’t have tonight”

Florence sembra essere sotto l’incantesimo dello sciamano dato che quest’ultimo le provoca dolore infilando gli aghi dentro la bambola voodoo. Ad un certo punto, Florence si lascia cadere dalla cima di un alto edificio. Si schianta contro le vetrate del soffitto della chiesa.

Florence entra nella chiesa, non dalla porta principale, bensì dal soffitto.

Florence entra nella chiesa dall’alto, galleggia a mezz’aria e assume una posizione simile a quella di Cristo. Questa immagine simbolica si riferisce al concetto gnostico di “Cristo – interiore”, dove la salvezza e la divinità vengono ottenute grazie all’illuminazione interiore. Florence viene poi catturata dai ragazzi del coro e portata da qualche parte. Il suo abbraccio al “bene” uccide apparentemente lo stregone voodoo che ha le convulsioni. Bandendo il male che aveva il controllo sulla sua mente, Florence raggiunge la Gnosi e diventa quindi “come Cristo”.

Questo video ha scatenato polemiche in quanto ritenuto razzista. I critici sostengono che il “cattivo” è un stereotipo dello sciamano tribale, che di fatto è di pelle scura. Ad un certo punto durante il video, si vede Florence, una donna bianca dai capelli rossi in fuga dal male che è rappresentato da un ragazzo nero. Si segnala inoltre che viene salvata da un coro europeo composto esclusivamente da ragazzi bianchi. Detto questo, possiamo veramente dire che il video è volutamente razzista? Onestamente i dati sono scarsi e comunque non è questo il tema dell’articolo. Si può però dire che il contrasto di colori viene effettivamente utilizzato in modo simbolico per sottolineare il concetto occulto di dualità e per sviluppare ulteriormente il senso di contrapposizione tra le due scene.

Come detto sopra, gli esseri umani sono stati usati in questo video per dipingere il concetto astratto di lotta tra forze opposte, similmente a ciò che rappresenta il simbolo di Ying e Yang. La battaglia sta avvenendo all’interno di Florence, a livello spirituale, da qui l’immaginario spirituale del video. Tutto ciò che riguarda queste forze si oppone, compreso il colore della pelle – bianco e nero – come se diventassero proiezioni del pavimento a scacchiera. Il bianco è tradizionalmente associato con il bene e il nero con il male. Quando questo concetto viene traslato nel colore della pelle si rischia, come è successo a questo video,  di essere additati di razzismo, il regista ha comunque deciso di fare questa scelta coraggiosa.

Il testo della canzone accentua ulteriormente il concetto di lotta tra il bene e il male. Mentre può essere interpretato come una dedica ad un amante, il vocabolario che viene utilizzato, insieme alle immagini del video, fanno capire che si allude ad una lotta spirituale. L’entità di cui sta parlando sembra avere una qualità eterea. Detto questo di chi o cosa sta parlando? A Dio (che porta la rivelazione)? Al diavolo (che si dice abbia gli occhi blu)?

“No light, no light in your bright blue eyes
I never knew daylight could be so violent
A revelation in the light of day
You can’t chose what stays and what fades away
And I’d do anything to make you stay”

C’è un preciso senso di ambiguità che pone l’accento sul concetto di dualità, dove le forze opposte sono parte di un tutto più grande. In altre parole, il bene e il male, Dio e Satana sono considerati come “due facce della stessa medaglia”.

CONCLUDENDO

I video di Florence + The Machine estratti dall’album Cerimonials includono una grande quantità di cerimonie e rituali. Attraverso il simbolismo e i codici di colore trovati nel video, “Shake it Out” e “No Light No Light” si può evincere che entrambi raccontano storie che si svolgono sul piano esoterico, che coinvolgono principalmente l’importantissimo concetto di dualità. Il primo video è incentrato sul concetto di iniziazione nel contesto di un ballo in maschera di una società segreta (un riferimento ai reali balli in maschera degli illuminati ). Il secondo video pone in contrasto figure spirituali che rappresentano il bene e il male che rasentano la caricatura, in cui Florence, un’anima in pericolo, si libera dall’incantesimo di uno sciamano voodoo per essere salvata da un coro della chiesa, che rappresenta il suo lato buono e oscuro. Detto questo, si può sostenere che è stato lo sciamano (il suo lato oscuro) che ha spinto Florence verso l’illuminazione. È quindi da considerarsi come il male assoluto o come qualcosa che fa parte di un piano più grande? Questo è il mistero della dualità e questi sono i concetti esoterici che traspaiono dalle opere di Florence + The Machine. Ciò rende il suo messaggio buono o cattivo? Citando le sue parole: “Looking for heaven, for the devil in me“.

Fonte

Programmazione Monarch Step 2: Il trauma di una nascita prematura

Un parto prematuro è fondamentale poichè il naturale complesso di eventi che lo attornia assicuri che il bambino rimanga traumatizzato. Ricerche (come quella di Fenaroff, nel 1972) dimostrarono che solo
il 7-8% dei neonati vivi erano prematuri, ma che la percentuale saliva al 25 – 40% (circa un terz0) sei i bambini venivano seviziati in età prenatale. Alcune delle nascite premature indotte dagli Illuminati hanno fatto notizia tanto dall’essere riportate nei giornali (i bambini nati prematuramente erano incredibilmente piccoli). Il fatto che avvenga un parto prematuro non è naturale, purtroppo però i traumi subiti dal neonoato sono comunque presenti. Farmaci mirati (non solo l’ossitocina endogena normalmente utilizzata per indurre il travaglio) vengono utilizzati per indurre la madre in uno stato di trance profondo. (Ricordate, che il fegato e i reni sottosviluppati del preoce nascituro rendono molto più difficile l’eliminazione di tali sostanze). La madre comincerà il parto in questo momento. Bisogna tuttavia far uscire la madre da questa trance/sonno profono in modo che spinga fuori il bambino. Il pargolo è troppo debole per rendersi utile in questo processo. Questo è il più difficile tipo di parto che ci sia, perché il bambino non è minimamente in grado di aiutare la madre. Lo sforzo sul cuore della madre è estremo. Gli Illuminati impararono che una madre può portare a termine circa 2 o 3 nascite premature prima di rischiare la morte. Se questo
tipo di parto si ripetesse troppo spesso il cuore della donna non resisterebbe. Questo è il motivo per cui gli Illuminati forniscono ai programmatori 2 -3 figli prematuri mentre il resto della progenie “normale” fungerà da vittima sacrificale.
Per descrivere le metodologie con cui vengono allevati i bambini dobbiamo necessariamente parlare in termini generali, in quanto ogni linea di sangue, ogni bambino ed ogni madre sono un
caso a parte. Tuttavia, ci sono alcuni modelli che dovrebbero essere sottolineati. Solitamente la linea di sangue pretende che il primogenito maschio venga sacrificato al loro sistema di credenze; viene impartita la programmazione Lilith agli alterego contenuti nella struttura dell’albero della vita kabalistico che viene costruito durante la programmazione Mengel utilizzata per creare i livelli più stratificati (alterego nascosti in profondità) che conoscono la magia nera degli Illuminati. (Questo argomento verrà trattato in seguito.) I tutori che allevano i figli degli Illuminati possono essere donne nate esse stesse premature. Alcuni di
questi tutori fanno parte di linee di sangue eccellenti, ma che, durante la prematura nascita, hanno subito danni al cervello, non ottenendo così la super-intelligenza che gli Illuminati richiedono al fine della programmazione. Quando gli illuminati vogliono programmare dei bambini utilizzano dei tutori, che sono a loro volta donne con una programmazione multipla. Vengono utilizzate come “levatrici”, perché geneticamente possiedono buoni geni dell’intelligenza, anche se non sono così brillanti come i fratelli ben riusciti. Queste donne di minore intelligenza inizieranno dal livello di sacerdotessa potendo a volte raggiungere anche il rango di “Alta Sacerdotessa”. A tutte queste donne, non importa la loro situazione, viene fatto credere che offrire i propri bambini a Satana sia l’onore più alto, in modo da eliminare i normali scrupoli che potrebbero affiorare durante il processo. E’ importante sottolineare che gli Illuminati sono Luciferini ma credono sia in lucifero che in satana. I satanisti sono organizzativamente un gruppo separato, con una storia separata, ma entrambi i gruppi hanno molte pratiche in comune, tra cui il sacrificio di bambini. (Gli Illuminati sono pienamente consapevoli dei gruppi sanguigni rari e delle altre particolarità del DNA umano presenti nelle linee di sangue, incrociano individui per far risaltare certi tratti e prendono in considerazione anche alcuni
punti deboli, come coloro con il cuore debole o come quelli con il gruppo sanguigno AB- senza il fattore RH.)

I criteri per i precettori non-Illuminati sono molto meno rigidi. Spesso queste congreghe rappresentano i culti formati dagli scarti. Questa è la differenza sostanziale tra la discendenza “regolare” degli Illuminati e il pensiero satanico degenerato dei gruppi satanici aperti al pubblico. Una delle organizzazioni di questo tipo è quella del Ku Klux Klan., in cui le donne vengono tenute sotto chiave per essere utilizzate a piacimento come allevatrici. A queste ultime viene solitamente impedito di acquisire competenze che potrebbero servir loro nel mondo esterno. Alcune non sono autorizzate ad avere una patente di guida.

Come riuscirebbero queste metodologie occulte a funzionare all’interno di un ambiente ospedaliero? I culti satanici indipendenti spesso non prevedono l’utilizzo degli ospedali. Ho avuto modo di consultare abbastanza informazioni di prima mano da avere familiarità con alcuni dei culti che prevedono il parto in casa seguito da una ostetrica personale . Un esempio è il culto satanico professato nelle contee di Seminole & Garvin dell’Oklahoma dove nelle case di loro proprietà sono avvenute nascite non registrate per anni. Dalle informazioni che ho ottenuto è possibile confermare che che gli ospedali a Tacoma, Vancouver, Portland e San Francisco vengono utilizzati dagli Illuminati per le nascite premature. Per estensione, si può capire che molti ospedali in giro per gli Stati Uniti hanno una buona parte del personale infermieristico e medico fedele al credo occulto (il cosiddetto “Network”), guidato dagli Illuminati. I bimbi prematuri vengono seguiti da streghe/infermiere, molte volte esse stesse levatrici. Se il mondo occulto vuole che la madre veda il suo bimbo, l’infermiera nel turno notturno (facente parte anch’essa del culto) permetterà alla madre di creare un legame con il neonato. C’è anche un sacco di corruzione che va avanti inosservata. Questi medici e infermieri hanno avuto tra le mani un sacco di neonati prematuri che utilizzarono per la programmazione. Se la madre è povera, i massoni le permetteranno di usare la loro rete di ospedali gratuitamente.

Alcune volte il personale medico fa credere alle madri che questi bambini prematuri siano morti, dicendo che “non respirano più”. Vengono poi utilizzati per sperimentare la programmazione. Gli Illuminati, lavorando in collaborazione con altri gruppi occulti, studiano schemi per sottrarre altri bimbi. Questo permette dloro di avere più materiale di lavoro. Concedendo alle madri con un basso reddito l’uso degli ospedali massonici, il mondo occulto può successivamente escogitare qualche stratagemma per strappare alla neomamma la tutela del bambino.

Le madri di diversi animali sono esempi di quanto sia importante in contatto con il neonato. Una mucca o un cane stimoleranno da subito la loro prole. Inizieranno anche ad impartire insegnamenti al cucciolo subito dopo la nascita. Gli studi hanno messo in luce che la maggior parte dei mammiferi leccano il loro neonato, fondamentale per un sano sviluppo fisico del piccolo animale. Gli Illuminati vogliono lo stesso sviluppo per la loro prole. Diverse ricerche hanno dimostrato che accarezzando e cullando i bambini prematuri essi riusciranno a sviluppare le capacità motorie e respiratorie più facilmente. Tutto ciò in sostituzione alla pratica di “leccare” tipica degli animali. Le carezze aiutano anche le funzioni cardiache (cuore) durante il sonno di questi bambini prematuri. Stimolando una parte del cervello essa si svilupperà. Anche se il bambino prematuro non può parlare, pretende attenzione. Anche se fa male, il bambino vuole – anzi necessita – di essere abbracciato. Il bambino può venir toccato e lo desidererà, anche se ciò gli farà male. Qui ha inizio il processo di ridefinizione delle sensazioni di amore/dolore. La pelle dei bambini prematuri è sottile e sensibile al tocco tanto da poter essere danneggiata anche da un leggero sfregamento. Una nascita prematura creerà uno spirito combattente nel bambino. Se il bambino non possiede un forte istinto per la sopravvivenza e non lotta per la sua sopravvivenza alla nascita prematura, allora non potrà resistere durante le torture della programmazione. Con le nascite premature si avvia già il processo di selezione. Quale bambino diventerà un combattente? I neonati prematuri verrano privati del latte materno e alimentati con un contagocce o con un biberon. Spesso viene formato un team interdisciplinare in ospedale che si farà carico del bambino. Verranno eseguite una serie di valutazioni, come ad esempio la Neonatal Behavioral Assessment Scale (NBAS) o la Bayley Scale of Infant Development. Verranno poi stilati degli obiettivi a breve e a lungo termine in base alle esigenze individuate per ogni bambino. La NBAS andrà ad analizzare: la capacità di escludere gli stimoli negativi, la risposta agli stimoli visivi e auditivi, il tono muscolare e le capacità motorie, l’irritabilità,  il colore della pelle, i riflessi. Ogni parte del corpo del bambino prematuro verrà violata. Viene inserito un catetere nella vescica, perché i condotti urinari dei neonati prematuri tendono a chiudersi oltre a questo bisogna evitare che si formino piaghe da decubito. Generalmente vengono usate delle iniezioni endovenose. Questo aumenterà il carico di lavoro dei reni, ma aiuterà i prematuri a svilupparli e a mantenerli in salute. Tuttavia, ciò fà parte anche del naturale processo di traumatizzazione. Ad alcuni verrà fornito dell’ossigeno. I loro cuori presenteranno dei problemi e spesso saranno in difficoltà anche a livello polmonare.

Appena nasce il bambino, gli Illuminati si assicurano che le prime persone che vedrà saranno anche quello che lo programmeranno. Spesso si tratta di una “Grande Dame” all’interno della gerarchia, ma potrebbe anche essere un programmatore di sesso maschile. Nei mesi successivi, la figura del programmatore interagirà spesso con il neonato in toni amorevoli. In questa fase il bambino crea naturalmente legami con il programmatore. Mengele era il migliore in questo tipo di operazioni. I programmatori vedono il bambino come un pezzo di creta che hanno il compito di plasmare secondo la loro volontà. Quando nasce il bambino prematuro affronta il dolore dissociandosi. La voce suadente del programmatore viene proferita attraverso toni ipnotici. Le tecniche ipnotiche vengono addirittura utilizzate sul feto.

Ronald Shor, un rispettato ipnologo, scrisse nel Amer. Journal of Psychotherapy, vol. 13, 1959, pp 582-602,

“Solo nel feto si può concepire uno stato idealmente puro di trance, cioè uno stato in cui vi è una totale assenza di orientamento nella realtà. Nell’organismo che si sta sviluppando vengono fatte le prime esperienze, indipendente da qualsiasi contesto strutturato di esperienze. L’unica organizzazione che può avvenire in un primo momento è quella geneticamente determinata”

In altre parole, se si vuole ipnotizzare qualcuno, l’ideale è quando è ancora nel feto. Da notare anche la consapevolezza da parte di Shor, che vi sia una certa strutturazione tramandata geneticamente. Questo sottolinea ancora una volta l’importanza della scelta di vittime generazionali poiché queste ultime trasmettono attraverso la genetica alcune delle strutturazioni mentali necessarie per la regolare programmazione della prossima generazione. Guardando negli occhi il bambino prematuro e parlandogli, il programmatore inizia ad istruire al bambino. Il bimbo prematuro capisce che il suo custode primario è anche il suo handler. Quest’ultimo controlla l’accesso del bambino al biberon e a tutto quello che lo riguarderà nella sua vita. Gli Illuminati stanno insegnando al bambino di considerare il suo gestore come un dio fin dal primo istante. Vogliono che il bambino adori il suo programmatore. Gli handler sviluppano la mente del bambino fin da subito. Le due o tre persone che controllano la vita del bambino nei primi anni, utilizzando una voce ipnotica, cominciano ad impartire insegnamenti fin da subito. Vengono utilizzate registrazioni con parti subliminali per fissare da subito certi concetti nella mente del bambino. L’obiettivo è quello di insegnare al bambino a leggere e a parlare molto prima degli altri i bambini. Nell’ambiente controllato della programmazione Monarch, i bambini impareranno a leggere a sei mesi, potendo esser programmati anche con competenze sociali. In un ambiente non controllato, i bambini tenderanno a sviluppare le loro capacità intelletuali a discapito di quelle sociali, trovandosi ad affrontare seri problemi con i loro coetanei e durante il periodo scolastico. I bambini possono essere ipnotizzati più facilmente rispetto agli adulti, ma in maniera diversa, soprattutto se il bambino è preverbale. Accarezzandogli la testa e coccolandolo si tenderà a rilassarlo. L’ipnotista non deve aver rapidi cambiamenti tonali nella sua voce. Questa è una delle ragioni per cui gli Illuminati utilizza delle donne dai modi gentili in questa fase. Al neonato viene insegnata l’obbedienza. Per un certo periodo gli è consentito piangere in modo da sviluppare i suoi polmoni, ma poi gli viene proibito. Ottengono l’approvazione dell’handler solo se non piangono. Questo tipo di programmazione viene chiamata modificazione del comportamento che verrà trattata nei capitoli successivi.

Fonte

Illuminati: Labyrinth, un modello per il controllo mentale

Nel film del 1986, Labyrinth, interpretato da David Bowie e Jennifer Connelly, lo spettatore viene immerso in un mondo di fantasia e meraviglia. Come molti altri racconti fantastici, il film nasconde all’interno del suo simbolismo un significato di fondo che, in questo caso, è piuttosto inquietante. Labyrinth descrive la programmazione di una vittima del controllo mentale nelle mani di un handler perverso. Prenderemo in esame il significato occulto del simbolismo riscontrato in Labyrinth.

Labyrinth è un famosissimo film degli anni ’80 contenente tutto ciò che più amiamo di quel decennio: la musica synth, gli effetti CGI e un David Bowie con una pettinatura che all’epoca, era molto in voga…nel mondo femminile. Un capovaloro insomma! Il film, infatti, è diventato un “cult” ed è ancora molto apprezzato dai bambini.

Purtroppo, come spesso accade, con questi deliziosi e intricati film di fantascienza, Labyrinth nasconde diversi strati interpretativi. Comprendendo il simbolismo occulto e le allusioni di Labyrinth, il film diventa una grande allegoria del controllo mentale, in cui ogni scena si riferisce ad un particolare aspetto del processo. Ciò che sembra essere la ricerca di una sorella preoccupata per il suo fratellino diventa la metafora del mondo interno di una vittima del controllo mentale, che viene “educato” da un gestore. Gli ostacoli che Sarah, l’eroina della storia, dovrà affrontare rappresentano il calvario che sono costretti a subire gli schiavi del controllo mentale affinche avvenga la dissociazione (se non avete idea di cosa stia parlando, leggetevi l’articolo dal titolo Origini e Tecniche del controllo mentale Monarch). C’è un allusione, attraverso un velato simbolismo, ai giochetti mentali, alla tortura, alle droghe e all’abuso sessuale, fornendo a “coloro che sanno” una storia completamente diversa da quella narrata nella trama. Labyrinth è quindi costruito come la maggior parte delle opere esoteriche: utilizzano il simbolismo per nascondersi dalle masse pur rivelandosi agli iniziati.

Non servono molte conoscenze occulte per comprendere il significato sotteso del film Labyrinth. Il film venne definito da alcuni autori come uno dei film in cui veniva messa maggiormente in evidenza la programmazione Monarch. Fritz Springmeier affermò addirittura che Labyrinth venisse utilizzato dai reali “Handler”, come uno script di programmazione per la creazione di schiavi. Ciò è molto plausibile dato che il film presenta molte somiglianze ad Alice nel paese delle meraviglie e al Mago di Oz – due film, noti anche per essere utilizzati nelle procedure di controllo mentale. L’unica differenza è che Labyrinth venne probabilmente realizzato appositamente a questo scopo, esponendo allo stesso tempo le masse a tale simbolismo.

Dato che Labyrinth è un modello utilizzato nel controllo mentale, quadra perfettamente che la star dello show, sia un artista che ha servito da “archetipo” alle moderne pop star: David Bowie. Durante la sua lunga ed eclettica carriera, Bowie toccò molte tematiche occulte e ritualistiche che vengono costantemente rimarcate dalle pop star dei giorni nostri. Per qualche ragione, inolte, molti di coloro che trattano questi argomenti, integrano all’interno delle loro opere anche riferimenti al controllo mentale. Probabilmente perchè il controllo mentale si basa fortemente sui rituali di magia nera e sugli insegnamenti cabalistici. Quindi, prima di analizzare il simbolismo del film, daremo un breve sguardo ad alcuni dei simbolismi utilizzati da David Bowie.

DAVID BOWIE: COLUI CHE TUTTI IMIATORONO

Molti articoli su questo sito citano le pop star famose e il simbolismo occulto incorporato nelle loro opere. Era solo una questione di tempo prima che David Bowie fosse mezionato in quanto fonte di ispirazione di parecchi musicisti odierni. David Bowie è davvero il prototipo dell’icona pop-star/occulta le cui opere integrano concetti provenienti dalle società segrete. Dagli strani alter-ego, al concetto occulto di androginia, senza dimenticare i riferimenti ad Aleister Crowley e alla sua opera,  Thelema, Bowie fece decenni fa quello che le star fanno oggi.
“Un alterego di Bowie, Ziggy Stardust, che rappresentava l’idea di “uomo illuminato” giunto al massimo livello iniziatico: l’androginia. Notare anche il riferimento all’occhio che tutto vede.
David Bowie mentre disegna l’albero della vita della cabala
Bowie vestito in stile egiziano (come usava fare Crowley), mostra con le mani  il simbolismo del “come sopra così sotto”
La differenza tra Bowie e le pop star odierne è che il protagonista di Labyrinth era piuttosto aperto circa le influenze occulte nei suoi film/video e nella musica. In un’intervista del 1995, Bowie dichiarò: “I miei interessi principali sono per la Cabala e per il Crowleysmo. Quell’oscuro e temibile non-mondo della parte sbagliata del cervello” Nel 1971 nella canzone Quicksand, Bowie, intonò queste parole:

“I’m closer to the Golden Dawn
Immersed in Crowley’s uniform of imagery”

(Golden Dawn è il nome di una società segreta che annoverava Crowley tra i suoi membri). Questi sono solo alcuni esempi dell’influenza occulta presente nei lavori di Bowie, potrebbe infatti essere scritto un intero libro sull’argomento.

Dal momento che il principale antagonista in Labyrinth è uno stregone a cui piace improvvisare canzonette pop, David Bowie risulta perfetto per il suo ruolo. Sapeva che avrebbe recitato nei panni di un Handler?

LABYRINTH
Il poster del film Labyrinth è pieno di attivatori del controllo mentale
Pubblicato nel 1986, Labyrinth fu il risultato dello sforzo congiunto di George Lucas, Jim Henson (il suo ultimo film) e David Bowie. Utilizzando degli effetti speciali allo stato dell’arte, il film divenne rapidamente un classico. La trama della pellicola è semplice: una ragazza di nome Sarah deve attraversare uno strano labirinto magico per recuperare il suo fratellino, che è stato rapito da uno stregone di nome Jareth e dal suo esercito di goblin.Alcuni critici non hanno apprezzato la natura casuale degli eventi del film. Robert Ebert dichiarò che questi tipi di film “non raggiungono un grande livello di suspense, in quanto non seguono nessuna logica. Può accadere di tutto o viceversa, nulla è come sembra e le regole cambiano in continuazione.” Dipingendo il film in questo modo, Ebert descrive inconsapevolmente il mondo interiore di uno schiavo del controllo mentale, che è esattamente ciò che il labirinto rappresenta. Attraverso un trauma, la psiche dello schiavo viene riprogrammata dall’handler che da vita ad una situazione dove “può accadere di tutto o viceversa, nulla è come sembra e le regole cambiano in continuazione.”

L’avventura di Sarah alla ricerca del fratellino è, infatti, una missione per recuperare il suo vero sè, che le è stato “tolto” dal suo Handler. I vari eventi che accadono a Sarah sono riflessi distorti di un vero e proprio controllo mentale basato sul trauma – nascosto dietro un velo di fantasia e di immaginazione.

LA PREMESSA

La trama del film ricorda molto il Mago di Oz e Alice nel paese delle meraviglie, due storie che vengono utilizzate nella programmazione mentale. Una giovane ragazza, annoiata e turbata dalla sua vita , si ritrova in un luogo di fantasia, dove tutto può accadere. Per riuscire a tornare a casa, la ragazza intraprende una missione pericolosa che le permetterà di raggiungere un grande castello (la trama non si differenzia molto da quella del Mago di Oz con la sua città di Smeraldo). Lungo il percorso, la coraggiosa ragazza utilizza l’intelligenza, il coraggio e la forza per superare gli ostacoli in un mondo dove non esiste nessuna regola.

Labyrinth è estremamente simbolico dall’inizio alla fine. La primissima scena mostra Sarah in un parco, vestita come una principessa, mentre sta giocando sotto l’occhio vigile di un gufo, in piedi in cima ad un obelisco.

Un gufo in piedi sopra un obelisco mentre osserva Sarah

Impariamo da subito che il gufo è Jareth, il Re dei goblin (interpretato da David Bowie). Il fatto che Jareth assuma la forma di un gufo, nel “mondo reale” e che si sieda in cima ad un obelisco ci da molte informazioni su cosa in realtà rappresenta: le elite occulte. Il gufo rappresenta il simbolo principale degli Illuminati bavaresi e viene ancora utilizzato dai gruppi elitari come il Bohemian Grove. Esso rappresenta “coloro che agiscono sotto il manto delle tenebre”.

Simbolo della Chiesa Minervale degli Illuminati bavaresi.

Il gufo è in cima ad un obelisco, un monumento che è costantemente visibile per tutto il film. L’obelisco è stato, per secoli, uno dei maggiori simboli dell’elite occulta. Essi sono presenti nei luoghi di potere più importanti. Questi alti monumenti provengono dall’antico Egitto e si dice rappresentino il fallo mancante di Osiride – in altre parole, l’energia maschile. L’obelisco è dunque un simbolo fallico e il fatto che questa ragazza ne incontri molti durante la sua ricerca potrebbe essere un ricordo del suo “handler” che la domina mentalmente e sessualmente (attraverso l’abuso).

Il gufo osserva Sarah, che è vestita come una principessa e si sta esercitando per interpretare un ruolo in un’opera teatrale, mostrando la sua naturale tendenza a dissociarsi dalla realtà e ad assumere altre personalità, una caratteristica che i gestori del MK cercano quando vanno a caccia di potenziali schiavi. Sarah viene quindi “prescelta” per l’ombroso sistema di controllo mentale degli Illuminati .

A casa di Sarah, troviamo diversi indizi relativi alla sua predisposizione al controllo mentale. E’ circondata da giocattoli, libri e poster che preannunciano l’avventura dissociativa che sta per intraprendere. Molti dei giocattoli di Sarah prenderanno vita nella sua avventura, cosa che ci suggerisce che tutto è frutto della sua immaginazione, alimentata dagli oggetti che le sono più famigliari.

Tra le cose di Sarah troviamo una versione giocattolo del labirinto in cui sta per entrare e i libri del Mago di Oz e di Alice nel paese delle meraviglie. Entrambe queste fiabe vengono utilizzate per incoraggiare le vittime a dissociarsi dalla realtà. Il labirinto ha un ruolo simile e viene probabilmente usato nell’odierna programmazione.

Sopra il letto di Sarah vi è il famoso dipinto di Escher chiamato “Relatività”.

La “Relatività” di Escher (il dipinto con le scale che vanno in tutti i sensi) proprio sopra il letto di Sarah.

Le sbaloriditive immagini di Escher contengono caratteristiche talmente contorte che la mente non riuscirà mai ad elaborare in toto. Per questo motivo, i suoi dipinti vengono utilizzati nei reali programmi di controllo mentale. Questo particolare dipinto diventerà molto importante nel proseguo del film.

     “Se [il bambino] ha tendenze artistiche, allora il gestore utilizzerà opere d’arte nella programmazione. Le opere d’arte dell’artista europeo M.C. Escher sono eccezionalmente adatte alla programmazione. Per esempio, nel suo dipinto del 1947, “Another World”, il piano al centro funge da muro in relazione all’orizzonte […]. Le inversioni, le immagini speculari, l’illusione, e molte altre qualità appaiono nelle opere d’arte di Escher che le rendono eccelenti per la programmazione. “
     – – Fritz Springmeier, The Illuminati Formula to Create a Mind Control Slave

Tornando al film, Sarah è arrabbiata con i suoi genitori, specialmente con la matrigna, perché deve rimanere a casa a fare da babysitter a suo fratello, Toby, mentre loro escono. A causa degli incessanti pianti del bambino, Sarah desidera che il Re dei Goblin se lo porti via. Nella stanza entra poi un gufo che si trasformerà in Jareth, il Re dei Goblin.

Jareth offre a Sarah dei “doni” rappresentati dalla sfera di cristallo

Jareth rapisce Toby portandolo nel suo mondo, poichè vuole trasformarlo in un goblin. In termini di controllo mentale, Toby rappresenta il nucleo della personalità di Sarah, ora in possesso di Jareth, il suo gestore. Finché Jareth avrà potere sul nucleo della sua peronalità, sarà anche in grado di farle attraversare il labirinto – che rappresenterà la sua programmazione.

Quando Sarah chiede a Jareth di restituirle Toby, il Re dei Goblin usa le sue abilità di manipolazione e di persuasione. Mostra a Sarah una sfera di cristallo e le dice che essa contiene “tutti i suoi sogni”. La avverte però che “non è un regalo per una per una ragazza normale che si prende cura di un neonato in lacrime”. In altre parole, il dono è solo per le ragazze che hanno perso il bambino – cioè le vittime del controllo mentale. Jareth, l’handler, ha il potere di aiutare Sarah a sfuggire dalla vita che detesta ma deve permettergli di possedere la sua personalità di base – per controllare la sua mente. Quando Sarah rifiuta l’offerta di Jareth, che è l’equivalente faustiano di vendere la propria anima al Diavolo, la sfera di cristallo si trasforma magicamente in un serpente. Jareth esclama allora minaccioso: “Non sfidarmi”. Vedendo che la ragazza non lascia perdere il bambino, Jareth le dice che Toby è al suo castello e che ha 13 ore di tempo per trovarlo. Vengono entrambi trasportati nel Labirinto, una metafora che rappresenta il mondo interiore di Sarah, sotto il controllo del suo gestore.

DENTRO IL LABIRINTO

Sarah deve attraversare un enorme labirinto per raggiungere il castello, che rappresenta il nucleo compartimentalizzato della sua peronalità. L’intero labirinto è il mondo interiore di Sarah e Jareth è l’indiscusso padrone di tutto ciò che accade in esso. Può anche modificarlo a suo piacimento. In tutto il labirinto si trovano degli Obelischi, dei simboli fallici che ricordano il controllo sessuale che i gestori hanno sulle proprie vittime.

All’interno del labirinto, Sarah si rende conto rapidamente che esso non obbedisce alle regole della realtà. Si ritrova a camminare in sentieri senza fine che la portano dritta verso il nulla.

Il Labirinto sembra essere un percorso infinito verso il nulla.

Sarah impara poi che solo immaginando mentalmente un’entrata per il castello essa apparirà. Dovrà quindi crearsi la strada con la sua mente.

Strane piante, con gli occhi, sui muri del Labirinto, ci ricordano che Sarah è strettamente monitorata dal suo handler durante l’intero processo. Il simbolo dell’occhio che tutto vede è molto utilizzato nella reale programmazione per il controllo mentale.

Attraversando il labirinto, Sarah si rende conto che tutto intorno a lei, cambia in continuazione. Incontra strane creature che le propongono indovinelli incoerenti e confusi. Il suo slogan (di Sarah) sembra essere: “Non è giusto”, il quale viene ripetuto numerose volte durante il film. Questa frase si riassume abbastanza bene la vita di uno schiavo MK. Non ci sono regole e può accadere loro ogni genere di ingiustizia.

Nel frattempo, Jareth è nel castello con Toby, mentre osserva i progressi di Sarah.

Jareth nel suo trono con tanto di corna

LE PROVE

Nel cammino verso il castello, Sarah affronta innumerevoli ostacoli, molti dei quali rappresentano simbolicamente traumi reali, vissuti dalle vittime del controllo mentale.

Nella prima prova, Sarah, cade in una fossa piena di “mani che cercano aiuto”.

Sarah viene catturata e trattenuta da innumerevoli mani. Questa scena potrebbe riferirsi alle vittime che vengono manipolate ed abusate da degli handler

Successivamente, Sarah si ritrova in una foresta circondata dalla Fire Gang, un gruppo di creature che possono, a comando, rimuovere parti del proprio corpo. Il concetto dello smembramento di parti del corpo è fondamentale nella programmazione.

Le performance della Fire Gang si trasformano presto in un incubo, quando decidono di scaraventarsi contro Sarah con il fine di staccarle la testa.

La Fire Gang mentre cerca di rimuovere la testa di Sarah dal corpo, la scena rappresenta la  dissociazione dello schiavo MK dalla realtà.

Dopo essere sfuggita dalla Fire Gang, Sarah si ritrova in un posto ancora peggiore, la Pool of Eternal Stench.

La Pool of Eternal Stench è fondamentalmente un grande stagno gassoso pieno di feci. Emette costantemente rutti e flatulenze risultando quindi un posto molto “corporale”.

Sara ed i suoi amici sono costretti ad attraversare il nauseante stagno per continuare la ricerca. Questa strana scena può fare riferimento alla reale tecnica di controllo mentale, che consiste nell’immergere gli schiavi nelle feci e nelle urine e / o mangiarle/berle. La nostra naturale repulsione per gli escrementi e per il loro cattivo odore è il modo con cui il nostro corpo ci dice di stare lontano da loro in quanto sono infestati da ogni sorta di vermi e parassiti che sono tossici per il nostro corpo. Il nostro organismo è talmente ben fatto che proviamo istintivamente repulsione per le cose che lo danneggerebbero. Il consumo forzato di escrementi è quindi particolarmente traumatico in quanto va contro gli istinti più basilari del corpo umano. Il passaggio nella Pool of Eternal Stench è un modo “fantasioso” per descrivere l’esperienza traumatica di Sarah come schiava MK.

Dopo aver attraversato lo stagno, a Sarah viene dato un dono – avvelenato natualmente…

Sarah riceve una pesca che le provoca allucinazioni – un’allusione appena velata alle droghe che vengono date agli schiavi Monarch durante la programmazione.

Quando Sarah morde la pesca, si sente stordita e inizia ad avere allucinazioni. Agli schiavi Monarch vengono constantemente somministrate droghe per amplificare gli effetti della programmazione e per incitare paura e terrore. Stesa per terra, Sarah vede una sfera di cristallo con una immagine simbolica che la rappresenta.

Sarah vede una bambola vestita da principessa circondata da sbarre – un modo classico per rappresentare gli schiavi del controllo mentale.

Sarah compare poi ad un ballo eccentrico, con gli ospiti che indossano maschere da capra, da maiale e da uccello (aka ballo degli illuminati) e trova Jareth, il suo gestore, che la sta aspettando.

Jareth mentre aspetta Sarah nascosto da una maschera cornuta al ballo degli Illuminati.

Jareth e Sarah si incontrano e iniziano a ballare un valzer insieme. La scena ritrae simbolicamente la forzata unione Satanica tra uno schiavo e il suo gestore. Le parole delle canzoni di David Bowie durante il ballo possono essere interpretate come una “canzone d’amore” rivolta da un gestore al suo schiavo controllato mentalmente.

As the pain sweeps through
Makes no sense for you
Every thrill has gone
Wasn’t too much fun at all
But I’ll be there for you
As the world falls down …

… It’s falling down”

Il ballo si trasforma poi rapidamente in un incubo, in cui tutti gli ospiti mascherati cominciano ad inseguirla (è in bad trip?). Sarah comincia a correre, frantuma uno specchio e lo attraversa, un altro classico simbolo del controllo mentale.

Per scappare dal ballo, Sarah deve rompere uno specchio – una immagine simbolica che rappresenta la frattura della sua personalità.

AFFRONTANDO JARETH

Nonostante tutte queste difficoltà, Sarah finalmente raggiunge il castello. Si ritrova all’interno di un quadro di Escher con Toby che ci gattona al suo interno. Jareth appare magicamente in ogni parte della scena, allo stesso modo nel quale gli handler si muovono nel mondo interno di uno schiavo Monarch.

Sarah nell’opera di Escher

Dopo di che l’intero mondo attorno a Sarah va in frantumi, lasciandola faccia a faccia con il suo handler. Sarah chiede a Jareth di restituirle il bambino (la sua anima innocente). Jareth come risposta le propone un tipico gioco di parole – una frase a doppio senso che viene spesso usata dagli handler del controllo mentale. Il re dei goblin afferma:

“Ho riordinato il tempo … ho messo sotto sopra il mondo … ho fatto di tutto per te. Sono esausto di vivere all’altezza delle tue aspettative. Non è generoso? ”

Le offre di nuovo la sfera di cristallo.

Jareth chiede a Sarah di vendergli la sua anima in cambio dei suoi sogni

Jareth continua:

“Guarda quello che ti sto offrendo. I tuoi sogni. Per così poco poi. Devi solo ubbidirmi, e potrai avere qualunque cosa tu desideri. Temimi, amami, fai come ti dico, e sarò il tuo schiavo “.

Questo è il classico “patto con il diavolo” di matrice faustiana, dove Jareth afferma di “voler così poco”, mentre in realtà sta chiedendo tutto a Sarah: La sua mente, il suo corpo e la sua anima.

Sarah inizia allora a recitare il copione su cui si stava esercitando all’inizio del film dicendo: “Non hai nessun potere su di me”. Tutto si sbriciola ancora una volta, Sarah lascia il suo mondo interiore ritrovandosi di nuovo nel mondo esterno, nella sua casa. Toby è tornato nella sua culla e tutto è apparentemente tornato alla normalità.

All’interno della sua camera, vede alcune delle creature che ha incontrato nel labirinto e sembra essere felice nel rivederle. Dice loro:

“Non so il perché, ma … ogni tanto nella mia vita, avrò bisogno di voi, senza una ragione in particolare.”

In altre parole, Sarah ha accettato il mondo interno che il suo handler le ha programmato. Potrà essere attivato dal suo gestore a piacimento.

Sarah e il suo gruppo di amici, sotto l’occhio vigile di un gufo, Jareth, che non ha mai perso il controllo della sua vita. Il re dei Goblin in realtà è il vincitore del duello con Sarah. La sua programmazione è ora completa.

Il film si chiude con la canzone di David Bowie “Underground”. La canzone sembra quasi religiosa (con un forte coro gospel che la accompagna) e parla di un luogo “privo di dolore”. Quel luogo non è il paradiso, ma è l'”Underground”, che può essere equiparato all’inferno, che, in termini di controllo mentale, è la vita costellata di traumi dello schiavo controllato mentalmente.

Così, continuando coerentemente il messaggio del film, Bowie lascia gli spettatori con un’ultima inversione/confronto tra bene e male, paradiso e inferno, piacere e dolore, con questa canzone:

“No one can blame you
For walking away
Too much rejection (na na)
No love injection
Life can be easy
It’s not always swell
Don’t tell me truth hurts, little girl
‘Cause it hurts like hell
But down in the underground
You’ll find someone true
Down in the underground
A land serene
A crystal moon, ah, ah

It’s only forever
Not long at all
Lost and lonely
That’s underground
Underground

Daddy, daddy, get me out of here
Ha ha I’m underground
Heard about a place today
Nothing ever hurts again
Daddy, daddy, get me out of here
Ah ha I’m underground
Sister sister, please take me down
Ah ah I’m underground
Daddy, daddy, get me out of here

Mentre la maggior parte degli spettatori interpreta la storia di Labyrinth come un racconto sull’ “importanza della fantasia”, o qualcosa del genere, il simbolismo del film dà un significato più profondo. Mentre la storia potrebbe essere interpretato in molti modi (potrebbe essere scritto un altro articolo nel quale il percorso di Sarah è metafora dell’iniziazione esoterica) i riferimenti al controllo mentale sono sicuramente presenti. Una volta che l’immaginario e i trigger relativi al controllo mentale vengono compresi, il film diventa una vivida descrizione del mondo interno di uno schiavo Monarch durante la programmazione. Totalmente in balia del suo Handler e del mondo contorto creatosi nella sua mente, lo schiavo tenta di tornare alla realtà, dove le cose hanno un senso. Il compito è difficile in quanto l’handler controlla il tempo (pensate al tempo di 13 ore dato da Jareth a Sarah) e lo spazio (i passaggi segreti nel labirinto). Durante la ricerca, lo schiavo incontra amici che sembrano accorrere in suo aiuto, ma che sono, in realtà, mezzi che il gestore utilizza per portare lo schiavo esattamente dove vuole. Infatti, l’avventura di Sarah non è altro che una manipolazione atta all’accettazione della sua programmazione. Attraversando il Labirinto, Sarah ha attraversato tutti i traumi necessari per programmarla. Quello che sembra essere la sconfitta di Jareth è in realtà una vittoria.

CONCLUDENDO

Come il Mago di Oz e Alice nel paese delle meraviglie, Labyrinth è una favola fantasiosa la cui storia può essere utilizzata come uno script nella programmazione per il controllo mentale. A differenza dei vecchi racconti tuttavia, Labyrinth potrebbe essere stato specificamente costruito ai fini del controllo mentale. La storia, il simbolismo e la musica del film formano un coeso sovraccarico sensoriale, in cui gli spettatori sono totalmente immersi nello strano mondo del controllo mentale. C’è però un intoppo: come avviene per le vittime della programmazione, la maggior parte degli spettatori vengono ingannati dal film e dal suo messaggio. Mentre sembra descrivere il trionfo della mente e della fantasia di una ragazza sul male, in realtà si tratta dell’esatto opposto: la vittoria del male sulla mente di una giovane ragazza. Nelle parole di Bowie, Don’t tell me truth hurts, little girl, ‘Cause it hurts like hell.

Fonte