Archivi categoria: Alexander Mcqueen

Lady Gaga, Alexander McQueen e controllo mentale

Penso che la maggior parte di voi abbia già letto su questo sito molti riferimenti a Lady Gaga e alla programmazione Monarch. Una foto dall’ultimo numero dell’Haper’s Bazaar Magazine, scattata da Terry Richardson, contiene un altro riferimento ad essa.

Tenuta da programmazione Monarch

Il “vestito da farfalla” è di Alexander McQueen, una stilista di moda che è morto tragicamente (e misteriosamente) lo scorso anno. Il suo lavoro potrebbe essere oggetto di un intero articolo, dati i temi di controllo occulto e mentale di cui sono mandide le sue creazioni. Ecco alcuni esempi delle sue opere simboliche:

Farfalle Monarch circondano la testa

Farfalla Monarch evidenzia il simbolo dell’occhio onnisciente

McQueen interpreta il coniglio bianco, un tema importante nella programmazione Monarch riferito ad Alice nel Paese delle Meraviglie

Scatto fotografico con tema il controllo mentale per McQueen da Nick Knight, regista di Born this way di Lady Gaga (cominciate ad intravedere le connessioni?). Un occhio mancante, sguardo perso nel vuoto, il cervello è kaput.

Spot pubblicitario Primavera 2011. I temi sulla programmazione Monarch continuano ad apparire

Approposito delle “corna” di Lady Gaga e McQueen:

“Prima di tutto, non sono protesi”, afferma.”. Sono le mie ossa … Sono sempre state dentro di me, ma ho aspettato il momento giusto per rivelare al mondo chi veramente io sia ” La cantante afferma che le si alzano le corna quando ha l’ispirazione – e che non è da sola. “Abbiamo tutti queste ossa! Sono la luce dentro di noi. ”

Interrogata più vigorosamente, la Gaga ammette che le corna del viso fanno parte di un “della performance art”.Nega però l’uso di un qualsiasi intervento di chirurgia plastica, e non fa menzione di impianti sottocutanei. “Sono un artista, e ho la capacità e la libertà di scegliere il modo in cui il mondo mi immagina”, ha detto.

Gaga sostiene inoltre che il defunto stilista Alexander McQueen è il compositore del suo ultimo singolo, uscito l’11 febbraio. “Subito dopo la sua morte, ho scritto Born This Way.” Fui particolarmente colpita quando scoprii che la data di uscita della canzone era la stessa  dell’anniversario della morte di McQueen. “Quando me ne accorsi, lo capii: non fui io a scrivere quella canzone! Lo ha fatto lui! ”

“Penso che abbia progettato il tutto”, ha continuato. “He’s up in heaven with fashion strings in his hands, marionetting away”.

Interessante la scelta delle parole.

Fonte

Annunci