Archivi categoria: Moneta debito

Ron Paul: Una Nuova Speranza, Un Nuovo Inganno

Ron Paul. Non fa differenza se una valuta viene o meno sostenuta dall’oro. Finché si pagano gli interessi, si tratta ancora di una economia Illuminata/Sionista. L’alternativa reale è una moneta senza interessi.

Come ben sappiamo, a chi detiene il potere sull’economia Illuminata/sionista piace sfruttare la dialettica haegeliana e controllare quindi entrambi gli schieramenti del conflitto. Naturalmente, avranno la risposta pronta quando la moneta legale (moneta senza un controvalore) arriverà alla sua fine.

Questa risposta potrebbe essere l’economia austriaca. Ecco perché:

Murray Rothbard era figlio di poveri immigrati ebrei provenienti dalla Polonia. Ludwig von Mises proviene da una ricca famiglia di finanzieri ebrei Ucraini. Quando von Mises venne negli Stati Uniti, venne sponsorizzato da un finanziamento Rockefeller.

L’economia austriaca identifica correttamente la manipolazione della massa monetaria come causa del meccanismo boom / crisi (aka ciclo economico. Questa è la piccola parte di verità necessaria per rendere il resto della disinformazione credibile. Tuttavia, si ignora completamente il trasferimento di ricchezza che avviene attraverso gli interessi, che è di importanza molto maggiore.

LA MORSA DELL’INTERESSE

L’interesse è sempre stato il principale strumento del Potere Monetario. Hanno guadagnato ricchezze e potere creando guerre, finanziando entrambi gli schieramenti per poi affondare i governi nei debiti.

Questa è la questione chiave: l’interesse è un trasferimento di ricchezza che parte dall’80% dei poveri arrivando in tasca al 10% dei più ricchi.

I numeri su scala globale non sono noti, in Germania un miliardo di dollari al giorno è pagato dall’80% dei poveri, ciò significa che la plutocrazia guadagna, con questo sistema tra i 5.000 miliardi di dollari e i 10 trilioni di dollari all’anno.

Il Governo degli Stati Uniti perde fino a $ 700 miliardi all’anno a causa del debito. Vuol dire una TARP ogni anno. Ma L’economia austriaca ‘risolverà’ il problema: il debito si pagherà per una valuta in base aurea.

Per aggiungere al danno la beffa: il ciclo boom / crisi non cambierà, con l’introduzione dell’oro. L’oro, infatti è stato lo standard per molto tempo e non ha impedito al Potere Finanziario di creare bolle speculative e crisi.

Anche in un sistema bancario a piena riserva è abbastanza facile manipolare il volume del denaro in circolazione quando si controllano gran parte delle riserve auree del mondo.

Risulta corretto dire che l’economia austriaca è economia Illuminata/sionista.

RON PAUL

Tutto ciò risulta importante alla luce di quanto sostiene Ron Paul. Il candidato premier americano non è il patriota che tutti pensano. Nel 2001, disse:

Non c’è niente da temere dalla globalizzazione, dal libero commercio e da una moneta unica in tutto il mondo …. Lo sforzo negli ultimi decenni è statto quello di unificare la sorveglianza governativa su tutto il commercio mondiale e sulle transazioni finanziarie internazionali attraverso l’ONU, il FMI, la Banca mondiale, il WTO, l’ICC, l’OCSE e la Banca dei regolamenti internazionali non potranno mai sostituire un mondo di pace fondato sul vero libero mercato, sulla libertà di movimento, su una moneta unica, e da contratti volontari con diritti sulle proprietà…. La soluzione definitiva arriverà solo con il rifiuto della moneta legale in tutto il mondo, e il ripristino della moneta-merce. La moneta merce se volontariamente e universalmente accettata potrebbe darci una moneta unica mondiale che non richiederà banchieri, manipolatori che orchestrano un ciclo economico creato artificialmente con un’inflazione rampante dei prezzi”-. Ron Paul, Congressional Record, 13 Marzo 2001 Fonte2

Paul afferma che l’oro terrà la spesa pubblica sotto controllo. Vuole tagliare le spese del governo, ma non è in grado di spiegare come questo possa portare a risultati diversi da quello che abbiamo visto in Grecia: il risultato prevedibile è una implosione economica con una forte tassazione e un deficit anche maggiore.

Nel dibattito si vede la dialettica Austriaco/Keynesiana: Spesa contro Austerità. Entrambe ignorano l’interesse, che è il terreno comune nascosto.

Persone come Webster Tarpley e Paul Krugman vogliono rilanciare l’economia. Una mossa corretta, ma pericolosa in quanto rischia di uccidere il paziente che è già sottoposto ad un debito intollerabile. Tesi e Antitesi evitano abilmente il sistema economico, togliendo l’attenzione dall’interesse.
Se l’economia venisse rilanciata con denaro senza debito, o senza interessi il problema cesserebbe all’istante.

La sua ascesa e il supporto incondizionato (quasi servile) che riceve dai suoi fan è stranamente simile a quello di Barack Obama nel 2008.

Finché però non capiamo il denaro e la grande importanza dell’interesse, la gente come Obama e Paul continuerà a prenderci in giro con le loro ricette economiche sioniste.

CONCLUSIONE

Nel corso della storia moderna i finanzieri dietro le quinte del mondo hanno sottomesso i governi. Non hanno bisogno dello Stato. Per loro è un concorrente, molto agguerrito tra l’altro.

Nel frattempo, la storiella dell’oro contro la moneta legale è una distrazione che permette loro di sabotare ogni significativa riforma monetaria. Abbiamo bisogno di una valuta senza debito, senza interessi che libererebbe la politica e rimetterebbe l’umanità sulla strada verso il suo destino divino.

Fonte

Annunci