Archivi categoria: Vogue

Superbowl Halftime Show: Una celebrazione per la Grande Sacerdotessa dell’industria musicale

 

Quando sono venuto a sapere che Madonna – alias Gran Sacerdotessa del settore musicale – si sarebbe esibita nella pausa del primo tempo del Superbowl, pensai: “Dev’essere interessante”. Ed infatti lo era. Mentre la maggior parte delle persone sono rimaste stupite nel vedere una cinquantenne ballare assieme ai LMFAO e ad altri artisti, personalmente ero interessato a qualcos’altro: la raffica di simbolismo percepita da milardi di spettatori al mondo. Mentre in molti considerano la performance di Madonna, un intermezzo divertente, tra i 2 tempi del match di football più importante dell’anno, coloro che sanno leggere i simboli saranno d’accordo con la seguente affermazione: lo show di Madonna è stata una “faraonica” (è proprio il caso di dirlo) celebrazione all’industria degli illuminati e alla sua Gran Sacerdotessa.

Una settimana prima del Superbowl, Madonna spiegò ad Anderson Cooper l’importanza spirituale che attribuiva al suo prossimo show:

“The Superbowl is kind of like the Holy of Holies in America. I’ll come at halfway of the “church experience” and I’m gonna have to deliver a sermon. It’ll have to be very impactful.”

Madonna, una iniziata alle dottrine cabalistiche, riferendosi al SuperBowl con “Holy of Holies” ha fatto probabilmente riferimento al luogo più sacro del Tempio di Salomone. A nessuno è stato mai permesso di entrare nel “Santo dei Santi” tranne che al Sommo Sacerdote. Questo privilegio veniva concesso solo nel Giorno dell’Espiazione, per offrire il sangue del sacrificio e l’incenso. L’analogia di Madonna ci racconta quindi il significato “nascosto” della sua performance. Vediamo le parti principali del suo show.

VOGUE O L’ENTRATA DELLA SACERDOTESSA

L’entrata di Madonna è una elaborata processione degna di una Grande Sacerdotessa o addirittura di una dea.

Spinta da centinaia di soldati romani e accolta da centinaia di donne, il glorioso ingresso di Madonna è un riflesso del suo status nel mondo dello spettacolo.

La sua prima performance è stata fortemente influenzata da un immaginario Egiziano-Sumero-Babilonese e il suo costume ricorda una antica dea babilonese.

Le decorazioni della prima performance di Madonna combinano elementi dell’antico Egitto, della Sumeria e di Babilonia. La cantante è vestita in un modo che ricorda molto uno antica divinità sumero / babilonese Inanna-Ishtar.

Ishtar con un piede su un leone ruggente. Indossa un copricapo caratteristico che ricorda la corona cornuta di Madonna. Ishtar è spesso raffigurata con delle ali, una caratteristica che viene richiamata dal suo “gruppo di trasporto”.

Ishtar era una dea potente e assertiva le cui aree di influenza e controllo comprendono: la guerra, l’amore, la sessualità, la prosperità, la fecondità e la prostituzione. Cercò di vivere la stessa esistenza degli uomini, godendo per le glorie della battaglia e alla costante ricerca di esperienze sessuali. Il parallelo tra Madonna e Ishtar risulta quindi molti interessante, dato che si può tranquillamente sostenere che la cantante pop ha incarnato, nel corso della sua carriera, le stesse qualità assertive ma allo stesso tempo molto “sessuali” di Ishtar, raggiungendo anche, condizioni di potere che solitamente nell’industria dell’intrattenimento sono riservate agli uomini. A livello esoterico, Ishtar è associata al pianeta Venere, conosciuto come la Stella del Mattino e la Stella della Sera – un nome attribuito anche a Lucifero nelle scuole occulte.

In questo contesto mitologico-pagano, Madonna si appresta a cantare Vogue. Durante lo spettacolo, vengono mostrate copertine di Vogue Magazine, una pubblicazione che è in prima linea nella propaganda del simbolismo illuminato nella moda (Potete osservarne molti esempi Qui Qui Qui Qui e Qui).

Vogue termina con un simbolo che è coerente con il tema egiziano-babilonese della performance, che è di massima importanza nelle società segrete occulte come la Massoneria, i Rosacroce e gli Illuminati: il disco solare alato.

 La canzone si conclude con la rappresentazione di un disco solare alato.
“‘Emblematico dell’elemento dell’aria, questo simbolo è costituito da un cerchio o disco di tipo solare racchiuso da una coppia di ali. Nella magia rituale viene sospeso sopra l’altare in direzione est e utilizzato quando si invoca la protezione e la cooperazione delle silfidi “.
-Hope, Murry, “Amori & incantesimi egiziano”

Il sole alato viene ancora oggi utilizzato da gruppi come i massoni, i teosofi e i Rosacroce.

“Il Globo Alato è preminentemente un simbolo dei Rosacroce, anche se gli Illuminati potrebbero reclamarne l’origine e può essere certamente retro datato all’epoca dell’antico egitto. Il globo alato è il simbolo dell’anima perfezionata nel suo volo verso la sorgente della sua creazione, oltre i campi Elisi “.
-Swinburne, Clymer, “I Rosacroce, i loro insegnamenti”

 Il simbolo del globo alato all’interno di una loggia massonica
La visualizzazione di questo simbolo, anche se apparentemente banale e meramente estetica, sottolinea la dimensione spirituale/occulta che sottostà all’intera performance di Madonna.
GIVE ME ALL YOUR LUVIN’ O LE SEX KITTENS DI MADONNA
Andando avanti nello show, Madonna ha eseguito il suo nuovo singolo Give Me All Your Luvin ‘. La canzone presenta due nuovi “preferiti” del settore: Nikki Minaj e MIA. Nel video musicale del brano e durante l’esecuzione al Superbowl, queste due rapper sono state ritratte in modo specifico: invece di essere presentate come vere e proprie artiste che contribuiscono alla canzone di Madonna, vengono rappresentate come delle sue “scagnozze” che fanno il tifo per la Grande Sacerdotessa. Questo “rapporto” dove Madonna è al potere – ed è quindi l’handler – è intrisa di simbolismo del controllo mentale, nello specifico della programmazione beta, conosciuta anche come programmazione Sex Kitten.
Nel video di Give me your Luvin ‘, Madonna, Nikki Minaj e MIA sono travestite da Marilyn Monroe, il prototipo finale di programmazione Sex Kitten.
Un altro simbolo associato alla programmazione Sex Kitten è l’abbigliamento molto presenti accessori con fantasie feline.
LIKE A PRAYER O IL SERMONE FINALE
Madonna ha chiuso lo show di intermezzo con uno dei suoi più grandi successi: Like a Prayer. Il video di questa canzone è sempre stato controverso per la mescolanza di temi religiosi a tematiche di natura sessuale. Mentre la canzone inzia, lo spettacolo assume un atmosfera molto solenne e spirituale. Le figure religiose sono solitamente vestite di bianco per rappresentare la purezza e la pietà. I due cantanti, indossavano invece vesti nere, utilizzate solitamente nelle…messe nere.
All’inizio della canzone, viene visualizzato un enorme occhio sul pavimento schermo, accennando all’influenza degli illuminati in questa performance “spirituale”.
La performance di Madonna finisce in maniera tanto drammatica quanto evocativa:
Alla fine della performance, il pavimento si apre sotto i piedi di Madonna facendola “cadere nell’oblio”.
Mentre Madonna sembra venir risucchiata in ciò che sembra “il mondo sotterraneo”, si sente l’artista cantare “I hear you call my name, And it feels like home”. Questa è un’altra inversione della tradizionale simbolismo religioso che come “casa” intenderebbe i cieli.

Lo spettacolo si conclude con un messaggio che mette tutti d’accordo:

 Le parole “Pace Mondiale” appaiono sulla scena, uno slogan friendly utilizzato da coloro che vogliono un  Nuovo Ordine Mondiale controllato da un unico governo mondiale.
CONCLUSIONE
Quando presi singolarmente, i simboli sopra descritti possono essere semplicemente considerati come “alla moda”. La maggior parte dei telespettatori del Superbowl non ha rivolto loro molta attenzione. Questo minestrone di simboli inseriti in una performance di 13 minuti non possono tuttavia essere liquidati come “immagini casuali”. Al contrario, la combinazione di tutti questi simboli formano un tutt’uno e definiscono con grande profondità la filosofia e l’Agenda di chi detiene il potere – gli Illuminati. L’adozione, da parte di Madonna del simbolismo degli Illuminati discussi in questo sito coincide con la sua firma con la Interscope Records, uno dei principali fornitori di simbolismo degli Illuminati nel settore della musica. La sua performance può quindi essere considerata come il “lancio” del suo nuovo rapporto con l’etichetta che include tre-album (e 40 milioni di dollari). La performance di Madonna al Superbowl ha dimostrato che, nonostante il fatto che sia una icona dell’industria e che abbia fatto da apri strada a moltissime pop star moderne, deva adattarsi alla richieste degli illuminati e adottare lo stesso simbolismo delle comuni pop star.

Imbottita di profondi significati, la performance di Madonna era un rituale di massa degli Illuminati. In questo “Giorno dell’Espiazione” del Superbowl, Madonna, la Papessa del settore degli Illuminati, è entrata nel Santo dei Santi d’America e ha dato voce ad un sermone di 13 minuti che è stato sentito da tutti … ma capito da pochi.

Annunci