Archivi Blog

Autrice tedesca suggerisce di non avere piu` figli per scongiurare i cambiamenti climatici

L’autrice femminista Verena Brunschweiger ha invitato i tedeschi a smettere di avere bambini per salvare il pianeta, nonostante il fatto che il tasso di fertilità nativa del paese sia già di appena 1,4 bambini per donna.

In un’intervista a Neue Osnabrücker Zeitung, Brunschweiger avverte “siamo sull’orlo del collasso ecologico” e che l’unica soluzione è “rinunciare a riprodursi”.

Affermando che questo argomento viene tenuto nascosto nella “Germania pro-natalista”, la Brunschweiger, lei stessa senza figli, ha osservato, “È … soprattutto a causa della grande quantita` di popolazione che abbiamo problemi ambientali del genere. Siamo troppi e quasi nessuno vuole limitarsi. Se fossimo in meno e ci limitassimo, potremmo salvare qualcosa ”.

Brunschweiger ha affermato di sentirsi come “in Arabia Saudita nel 14 ° secolo” quando ha cercato di esprimere il suo messaggio, ma che aveva ricevuto il sostegno di molte donne.

La femminista sta indirizzando il suo messaggio ai tedeschi nonostante il fatto che il tasso di fertilità nativo del paese sia di circa 1,4 figli per donna, ben al di sotto del necessario tasso di sostituzione 2,1.

“Dal 1972, la Germania non ha visto un solo anno in cui il numero di neonati ha superato il numero di morti”, riferisce Arutz Sheva.

Nonostante la sua passione per la riduzione della popolazione, il messaggio della nostra paladina non ha ancora raggiunto il continente africano “, riferisce Free West Media. “La popolazione infantile dell’Africa raggiungerà il miliardo entro il 2055, rendendola la più grande popolazione infantile tra tutti i continenti”.

In effetti, l’Africa sub-sahariana produrrà il maggior numero di nascite, quindi se la Brunschweiger si preoccupasse davvero di abbassare la popolazione globale per salvare il pianeta, avrebbe detto agli africani di smettere di riprodursi, cosa che ovviamente sarebbe ritenuta razzista.

Dopo tutto, per i progressisti è meglio essere morti che razzisti!

Fonte

L’agenzia ONU per i diritti delle donne twitta “la maternita` e` uno svantaggio” – il giorno di Natale

Mentre 1,3 miliardi di cattolici di tutto il mondo riflettono sul miracolo di una ragazza umile che ha dato alla luce il Salvatore poco più di 2000 anni fa, l’agenzia delle Nazioni Unite che protegge i diritti delle donne, ironicamente responsabile dell’uguaglianza di genere e dell’emancipazione femminile, ha twittato un messaggio che elenca gli svantaggi della maternità come una sorta di programma politico.

In un messaggio che ha la stessa caratura di quelli che si potrebbero leggere in una pagina facebook femminista, la nota elenca gli svantaggi della maternità. Partendo dall’inizio “Aumento dei lavori domestici e assistenziali non retribuiti”, che in parole povere significa fare i genitori.

Proseguendo troviamo “lavoro irregolare” e “meno assunzioni” . Ancora una volta, questi sono i compromessi che milioni di persone in tutto il mondo fanno per crescere i loro figli.

L’essenza di questo argomento sono le priorità, che spetta all’individuo decidere, non allo stato sociale o ai datori di lavoro che cercano una forza lavoro stabile e affidabile.

E poi abbiamo ulteriori imposizioni, “limitate agevolazioni per la maternità” (ogni paese ha condizioni diverse) e le succose questioni della “segregazione occupazionale basata sul genere” e dei “divari retributivi di genere”.

Aspetta un momento, cosa hanno a che fare queste due cose con la maternità? Molto probabilmente si potrebbe sostenere che tutte le donne, indipendentemente dal fatto che abbiano o meno figli, devono confrontarsi con questo problema. Per quanto riguarda il punto finale “tassi di povertà più elevati durante la vecchiaia”, sì, questo è un problema, ma ancora una volta molto variabile tra le varie nazioni del mondo.

Una madre africana single con quattro figli avrà difficoltà a costruire un futuro, non solo per la sua famiglia, ma per se stessa, una volta che quei bambini diventeranno adulti con le loro famiglie a carico. Ma queste donne non sono interessate alla “segregazione occupazionale basata sul genere”. Per loro, quel linguaggio e il concetto che esprime sarebbero totalmente senza senso.

In che modo le Nazioni Unite associano questo tipo di atteggiamento politico a cio` per cui dovrebbero lottare, come ad esempio la riduzione dei tassi di mortalità infantile nei paesi in via di sviluppo o garantire che le donne non muoiano per il parto?

La maternità non è un problema che necessita di un messaggio post-ironico condiviso da UN Women con i suoi follower del primo mondo sui social media. Sicuramente ha i suoi svantaggi, ma come qualsiasi madre o padre ti dirà, sono di gran lunga superiori i vantaggi.

Quindi, scegliere il giorno di Natale, tra i 365 disponibili, insultando la credenza cattolica della santità della Vergine Maria e di tutto ciò che lei, come madre, ha sacrificato non è solo ridondante, ma è ignorante, sciocco e offensivo.

Fonte

NBC News: L’eterosessualita` e` innaturale, una cospirazione globale per tenere le donne oppresse

NBC News ha affermato in un articolo del 16 agosto che l’eterosessualità è innaturale e che e` in atto una cospirazione globale (maschile) che ha il fine di programmare le donne ad essere oppresse.

Si hai letto bene.

Nel pezzo, la critica femminista Marcie Blanco si sofferma su una moltitudine di storie che hanno fatto tendenza nell’ultimo periodo – il suicidio di Jeffrey Epstein, gli attentati di Dayton ed El Paso e persino la separazione di Miley Cyrus dall’attore Liam Hemsworth – esponendo le “fatiche di un patriarcato americano sull’orlo dell’esaurimento nervoso. ”

“Come status quo, l’eterosessualità non funziona”, scrive Blanco, la quale afferma che l’assortimento di storie da lei proposto dipinge un quadro sorprendente del maschio americano medio come predatore misogino che “forza, molesta, violenta e uccide ragazze e donne”.

Non importa il fatto che alcuni di questi uomini siano, indipendentemente, valori anomali dello status quo. Non importa il fatto che la ragione per cui questi uomini – predatori e assassini – sono nelle notizie è a causa del comportamento aberrante che presentano. Non importa che gli uomini rappresentino il 49,2 per cento della popolazione degli Stati Uniti.

Blanco sostiene che gli uomini hanno bisogno dell’eterosessualità per mantenere il dominio sociale sulle donne e che le donne “sono state condizionate a credere che l’eterosessualità sia naturale o innata”. Tuttavia, secondo il pezzo, le donne “stanno progressivamente realizzando non solo di non aver bisogno dell’eterosessualità, ma che spesso è anche il fondamento della loro oppressione generale. ”

È femminismo corrotto, un argomento per la forte wymyn (come le femministe scrivono la parola woman (donna)) indipendente che non ha bisogno di un uomo nella sua vita. È un esperimento che è stato ripetuto più volte dall’avvento della seconda ondata del femminismo dagli anni ’60, che non ha prodotto altro che fallimento dopo fallimento, poiché il concetto di famiglia nucleare continua ad essere eroso, e forse anche il motivo per cui così tante sparatorie di massa sono diventate endemiche nella società americana nel 21 ° secolo.

I fatti potrebbero non essere evidenti per la Blanco e altre femministe come lei, ma esiste un filo conduttore tra la maggior parte dei tiratori di massa e persino alcuni terroristi domestici: la maggior parte proviene da famiglie senza padre. I terroristi di Sandy Hook, Las Vegas, Parkland, Christchurch e quelli responsabili dell’attentato alla Maratona di Boston nel 2013 – solo per citarne alcuni – provenivano da famiglie distrutte. Questo non è vero in ogni caso, ma ci si potrebbe fermare e riflettere sul fatto che le loro esperienze domestiche potrebbero aver influenzato le loro terribili azioni.

Il resto dell’articolo della Blanco mette in campo le solite argomentazioni femministe che definiscono il patriarcato come una forza oppressiva la quale insegna alle donne ad abbracciare la sottomissione consensuale agli uomini nella loro vita.

Per quanto riguarda la separazione della Cyrus e di Hemsworth? È rilevante per la Blanco citare solo i tentativi della cantante pop di divergere dal suo orientamento sessuale (la Cyrus si identifica come “gender fluid”) come esempio della sua indipendenza dalle norme sociali eterosessuali – la sua Volontà di Potere, in termini nietzscheani.

La Blanco non menziona, tuttavia, che Friedrich Nietzsche considerava le donne allo stesso tempo incomprensibili e riprovevoli. Per lo meno, il vecchio tedesco era disposto a riflettere sulle perplessità della femminilità. Blanco, al contrario, respinge del tutto gli uomini, e così facendo non è in grado di fornire una visione reale dell’eterosessualità, che è – dopotutto – una realta` biologica.

Fonte

Il contorto significato di “Mother’s Daughter” di Miley Cyrus

In “Mother’s Daughter”, Miley Cyrus canta, dicendo di essere “cattiva e malvagia” mentre afferma di essere “Femminista AF (as fuck)”. Ecco uno sguardo al significato distorto di questo bizzarro video.

Miley Cyrus è ciò che chiamo un “artista  barometro”. Questo perché le sue canzoni e i suoi atti in generale rispecchiano invariabilmente qualsiasi agenda debba essere spinta dai mass media in quel particolare momento. In effetti, Miley non ha mai avuto un particolare tipo di sound, una sua immagine o un suo messaggio. Il suo intero atto è sempre stato dettato dai suoi handler fin da quando era una bambina interpretando il ruolo di Hannah Montana.

In modo abbastanza appropriato, Miley è apparsa di recente in un episodio di Black Mirror in cui interpretava il ruolo di una pop star controllata mentalmente che non ha assolutamente alcun controllo sulla sua carriera e sul suo messaggio. Mentre il suo personaggio (di nome Ashley O) continua a parlare di “empowerment” ai suoi fan, è in realtà una schiava pesantemente medicata che fa come le viene detto dai suoi handler.

Solo poche settimane dopo l’uscita di quell’episodio di Black Mirror, Miley Cyrus ha rilasciato Mother’s Daughter – un video musicale NSFW caricato con un mucchio di messaggi calcolati rivolti ai giovani. In effetti, il video è essenzialmente uno spot pubblicitario sponsorizzato da potenti gruppi, lobby e gruppi di riflessione per diffondere messaggi sociali specifici.

Poco prima dell’uscita del suo video, Miley ha pubblicato un servizio fotografico su Instagram realizzato in collaborazione con Planned Parenthood e il fotografo Marc Jacobs. In questa foto, Miley lecca una torta che dice “Abortion is Healthcare”. Il fatto che i dolci siano usati per festeggiare i compleanni è piuttosto inquietante.

Secondo fonti dei media, Mother’s Daughter è “una dichiarazione fatta a sostegno dell’uguaglianza di genere, della libertà e della lotta contro la discriminazione e le molestie sessuali”. Ovviamente, il video è stato subito elogiato da tutti nel mondo dello spettacolo perché questo è l’ordine del giorno e nessuno può opporsi.

Tuttavia, c’è molto di più in questo video di quanto non sembri. Diamo un’occhiata.

MOTHER’S DAUGHTER

Il concetto del video è piuttosto semplice: un sacco di apparizioni di ospiti attivisti e altre persone che supportano un programma specifico. Al centro di tutto: Miley Cyrus indossa un completo in lattice rosso con un “accessorio” simbolico.

La tuta di Miley presenta una “vagina dentata” – denti attorno ai genitali femminili. Questo simbolo antico e archetipico può essere trovato in varie culture ed è solitamente associato a racconti popolari sui pericoli della copulazione con donne sbagliate e il rischio di danni e di evirazione.

Al di là dei racconti popolari, la vagina dentata rappresenta giustamente un aspetto importante dell’agenda dei mass media di oggi: l’arma della femminilità. Si tratta di usare il “femminismo” (una versione distorta di esso) per ingegnerizzare socialmente la popolazione. Si tratta di trasformare il corpo femminile (con tutte le sue qualità calde, ricettive e nutritive) contro la sua stessa natura. Si tratta di radicalizzare i sessi e di alimentare l’odio tra maschi e femmine. Si tratta di trasformare la triste realtà dell’aborto in una sorta di mossa femminista.

In tutto il video, molti messaggi vengono visualizzati sullo schermo. Hanno tutti una strana qualità orwelliana.

“Ogni donna è una rivolta” – lo slogan del gruppo femminista femminista radicale ucraino Femen.

Una rivolta è “una forma di disordine civile comunemente caratterizzata da un gruppo che si scaglia in un violento disordine pubblico contro autorità, proprietà o persone”. Ogni donna è davvero una sommossa? Ovviamente no. Alcune donne sono persone calde, gentili e amorevoli che non sentono il bisogno di essere arrabbiate con tutto e con tutti. Cercando di essere “femministe”, queste persone effettivamente riducono e generalizzano le donne per adattarle alla propria visione forzata.

Questo prossimo messaggio è anche peggio.

“La verginità è un costrutto sociale”.

Il messaggio è seguito dalla un primo piano ad una bambina.

Secondo l’Instagram di Miley, questa è una bambina di 11 anni di nome Mari di Flint, Michigan.

Quindi, cerchiamo di analizzare la frase “la verginità è un costrutto sociale”. Che cosa vuol dire? C’è una tendenza preoccupante nei mass media che spinge i giovani a negare fatti verificabili per abbracciare una agenda radicale ed estrema.

Ecco un estratto da un articolo che giustifica questa linea di pensiero:

“La verginità non è reale. È un fenomeno socialmente costruito che funziona per sorvegliare i nostri corpi e farci sentire in colpa per la nostra esperienza sessuale (sia essa abbondante o inesistente). Mette continuamente il potere nelle mani di uomini eterosessuali, soggiogando il potere dalle donne eterosessuali e negando l’esistenza di corpi sessuali non-etero “.
– Lauren Forster, perché la verginità è un costrutto sociale

Il fatto che il video faccia seguire l’immagine di una bambina alle parole “la verginità e` un costrutto sociale” è strano. Credono che i bambini non siano vergini?

Il video continua quindi con immagini più strane

Lo stomaco di una donna che ha subito un cesareo è paragonato alla cerniera di una borsa. Questo è il genere di cose a cui solo uno psicopatico potrebbe pensare.

Il prossimo messaggio nel video e` spirituale

“Il peccato è nei tuoi occhi”. Questo è il genere di cose che uno psicopatico direbbe.

I testi della canzone vanno nella stessa direzione pseudo-satanica del messaggio precedente. Il primo versetto è il seguente:

Hallelujah, I’m a freak, I’m a freak, hallelujah
Every day of the week, I’ma do ya like I want ya
I’m a Nile crocodile, a piranha

Come forse sapete, alleluia significa “Lodate il Signore” ed è teologicamente la più alta forma di lode che si possa dare a Dio. Combinare questa parola con “I’m a Freak” e “I’ma do ya” è fondamentalmente una forma di mancanza di rispetto e di blasfemia.

Nel secondo verso, iniziamo a capire che tipo di psicopatico potrebbe sognare questo tipo di messaggi degradanti.

Hallelujah, I’m a witch, I’m a witch, hallelujah

Come si vede nel mio articolo su “Le terrificanti avventure di Sabrina”, c’è una chiara ed evidente spinta dei mass media per associare le streghe al femminismo.

In tutto il video, questo coro è ripetuto ad-nauseam:

Don’t f**k with my freedom
I came up to get me some
I’m nasty, I’m evil
Must be something in the water or that I’m my mother’s daughter

Miley dice che è cattiva perché c’è “qualcosa nell’acqua”. Questa è una teoria cospirativa interessante. La sua altra teoria è che è cattiva perché è come sua madre. Questo è veramente un messaggio edificante per i giovani.

Parlando del diavolo, la madre di Miley Tish Cyrus fa un’apparizione nel video.

La madre di Miley appare nel video in numerose occasioni. Qui indossa un abito con stampe feline. Nella programmazione Monarch, le stampe feline vengono utilizzate per identificare gli schiavi Beta Kitten … e Miley Cyrus è un prodotto di quel sistema. È questo il motivo per cui Miley descrive sua madre come “vile e malvagia”?

Tish Cyrus vestita con Chanel. Ricchezza materiale temporanea in cambio dell’anima di sua figlia.

Il video presenta anche altri “ospiti”.

Lo Skateboarder Lacey Baker indossa una maglietta con scritto “They / Them”. In un mondo senza genere, l’uso di lui / lei è considerato offensivo

Casil McArthur, un attivista trans che ha subito un intervento chirurgico per rimuovere il seno.

Aaron Phillips è descritto come una “ragazza nera su una sedia a rotelle a cui e` capitato di essere trans”.

Questo video celebra la “diversità” o la sfrutta? Come affermato innumerevoli volte negli articoli precedenti, ognuno ha il diritto assoluto di vivere in qualsiasi modo che lo renda felice e a proprio agio. Ma c’è una linea sottile tra l’accettazione delle persone e la caccia alle persone più “diverse” per sfruttarle nei video come se animali da circo al fine di ottenere il “massimo dei voti” per quanto riguarda la presenza LGBT nel mondo dell’intrattenimento.

Ecco cosa probabilmente è successo dietro le quinte:

– Ragazzi. Non crederete a quello che mi e` successo” Ho trovato la minoranza della minoranza: nera, trans e in sedia a rotelle!

– OMG, è fantastico! Le abbiamo sottoscritte tutte le caselle diversita! Prendila nel video adesso! E su tutto l’Instagram di Miley!

Mentre chiedono a gran voce “inclusività”, video come questo in realtà riducono le persone ad attributi come “trans” o “disabile”.

Questa immagine finale riassume l’intero video.

Miley nei panni del cosplay di Giovanna D’Arco.

Questa immagine trasmette potere? O l’esatto opposto? Miley si siede su un cavallo di una giostra che è destinato a girare in tondo. Indossa oggetti di scena falsi come un’armatura. Miley non guida nessuno da nessuna parte. È una pop star altamente controllata in uno studio che sta prendendo ordini da un regista (che in ogni caso e` un tanto odiato maschio bianco).

Il coro potrebbe dire “Don’t f*ck with my freedom”. Tuttavia, a quelli che la possiedono non gliene frega niente.

CONCLUDENDO

Mother’s Daughter non è arte. È propaganda e indottrinamento. In pochi minuti, questo video riesce a mescolare l’ossessione dell’élite occulta con l’aborto, il gender e il satanismo. Non dimentichiamo che credono che la verginità sia un “costrutto sociale”.

Alla fine, dietro a tutti i segnali di virtù e le parole d’ordine, questo video celebra in realtà solo una cosa: la corruzione di tutto ciò che è puro e sacro.

Fonte
 

Gilette alla deriva: La storia del padre che insegna alla figlia transgender a farsi la barba

L’ultima pubblicità di Gillette mostra una donna che e` in fase di “transizione” per diventare un uomo enfatizzando i prodotti da barba maschili utilizzati.

La pubblicità riecheggia la campagna femminista per offuscare le differenze biologiche tra uomini e donne suggerendo che le donne possono diventare uomini con l’aiuto di alcuni prodotti di rasatura Gillette.

Il personaggio principale dice:

Crescendo, cercavo sempre di capire che tipo di uomo volevo diventare, e sto ancora cercando di capire che tipo di uomo voglio diventare … Sono contento di essere arrivato al punto in cui Sono in grado di radermi … Sono ad un punto dove sono davvero felice. Non è solo la mia transizione, tutto intorno a me sta transizionando.

Lo scenario va dissolvendosi, mostrando la frase scalda cuore: “Whenever, wherever, however, it happens your first shave is special”

La pubblicità cerca di smentire la visione del pubblico secondo cui gli uomini dovrebbero essere all’altezza della loro mascolinità naturale basata sulla biologia come complemento naturale alla femminilità naturale della donna basata sulla biologia.

Invece di associare i loro prodotti di rasatura alla preziosa idea della mascolinità, i manager di Gillette associano i loro prodotti con l’affermazione femminista che la mascolinità degli uomini non è correlata alla biologia ed è invece un “costrutto sociale” formato da forze vaghe nella società.

Questo slogan femminista il quale sostiene che i due sessi maschili e femminili siano un “costrutto sociale” è una base politica vitale per il movimento transgender, che ora esorta molte adolescenti e ragazze – tra cui ragazze depresse e ragazzi gay – a ricostruire i loro corpi con l’aiuto di ambulatori, droghe e ormoni.

Ma queste decisioni adolescenziali hanno conseguenze a vita. Ad esempio, le ragazze adolescenti che iniziano a prendere il testosterone ormone maschile rapidamente e irreversibilmente cambiano il tono della loro voce. Un piccolo ma significativo numero di ragazze si toglie il seno, nonostante il rischio di dolore e rimpianti.

Un numero crescente di donne che hanno fatto la “transizione” sta rimpiangendo il fatto di aver cambiato sesso e sta protestando contro la mancanza di cautela nell’industria medica. “C’è fretta di ottenere ormoni … anche se non sei sicuro al 100 percento di essere trans”, sostiene una giovane donna nel suo canale Twitter, @gnc_centric:

Le sinistre occidentali appoggiano pienamente questa affermazione ideologica e affermano che le leggi dovrebbero aiutare le persone a liberarsi dai loro corpi per scegliere la “identità di genere” che preferiscono.

I sondaggi mostrano che il pubblico si oppone a questa tendenza transgender e si oppongono anche alla richiesta femminista di confondere i sessi.

La pubblicità di Gillette non spiega perché desidera associare i suoi prodotti con una idea cosi` impopolare, tuttavia la stessa idea potrebbe essere popolare tra i leader nella professione pubblicitaria. In tal caso, l’annuncio potrebbe aggiudicarsi premi per lo staff pubblicitario della società, riducendo allo stesso tempo il valore economico dell’azienda per i suoi azionisti.

L’annuncio pro-transgender segue una pubblicità del Superbowl del 2019 di Gillette che suggerisce che gli uomini sono violenti e e senza freni.

Le relazioni finanziarie della società dopo la pubblicità del Superbowl hanno mostrato una crescita minima delle entrate derivanti dai prodotti di rasatura della società.

FATTI E CIFRE SULL’IDEOLOGIA TRANSGENDER

In generale, l’ideologia transgender dice che il sesso di una persona è determinato dalla sua “identità di genere”, non dalla loro biologia.

L’ideologia insiste sul fatto che i corpi di uomini e donne sono più o meno identici e si oppone alla visione del pubblico dei due sessi come simultaneamente differenti, complementari e eguali. I sostenitori del transgender vogliono imporre la loro ideologia all’America (e all’Europa) stabilendo leggi sui “diritti transgender”, che richiederebbero al Dipartimento di giustizia di penalizzare individui e gruppi che insistono sul fatto che donne e ragazze sono biologicamente diverse e hanno priorità diverse rispetto a uomini e ragazzi.

I sostenitori dell’ideologia transgender sostengono che due milioni di americani dicono di essere transgender in misura maggiore o minore.

Ma pochissime persone che si descrivono come transgender subiscono un intervento chirurgico di transizione dei genitali. Solo 4.188 americani hanno alterato chirurgicamente i loro corpi negli ospedali dal 2000 al 2014 per apparire come membri del sesso opposto, secondo uno studio medico pro-transgender. Un rapporto del Pentagono del 2018 commissionato dall’ex Segretario alla Difesa James Mattis ha detto che “le percentuali per la chirurgia genitale sono estremamente basse – il 2% degli uomini transgender e il 10% delle donne transgender”.

Il movimento transgender è vario, quindi le diverse fazioni hanno obiettivi e priorità in competizione.

Comprende le femministe che desiderano offuscare le distinzioni tra i due sessi, persone che glamorizzano le distinzioni tra i due sessi, uomini i quali seguono il transuessualismo di Blanchard che chiedono sesso da lesbiche, così come compagnie farmaceutiche e fornitori di servizi medici in cerca di guadagni. Comprende ricchi donatori, politici ambiziosi e difensori professionisti. Il movimento include anche liberazionisti sessuali e molti progressisti che sono desiderosi di liberare persone dai loro corpi, persone non politiche che stanno cercando di vivere come membri del sesso opposto, bambini di alto profilo, ragazze adolescenti in difficoltà che cercano di fuggire dalla turbolenza adolescenziale, più alcuni genitori che sono desiderosi o disposti a sostenere le richieste dei transgender.

I sondaggi mostrano che l’ideologia transgender è profondamente impopolare, specialmente tra donne e genitori. Nel 2017, l’ex presidente Barack Obama ha detto a NPR che la sua promozione dell’ideologia transgender ha reso più facile per Donald Trump vincere la presidenza.

Più sondaggi mostrano che la maggior parte degli americani desidera aiutare e confortare le persone che pensano di essere membri del sesso opposto, anche se respingono l’affermazione dell’ideologia transgender che la sessualita` delle persone è determinata dalla loro  “identità di genere”, non dalla biologia . Un sondaggio del Regno Unito mostra un simile mix di simpatia per le persone che affermano di essere transgender accanto a un’opposizione asimmetrica all’ideologia.

Eppure l’ideologia di genere sta rapidamente guadagnando potere, aiutata da enormi donazioni da parte di persone facoltose e aziende mediche. In Ohio, ad esempio, nel febbraio 2018, un giudice ha costretto i genitori di un’adolescente ad abbandonare la custodia per poter iniziare una vita di trattamenti farmacologici e interventi chirurgici che le consentiranno di apparire come un maschio.

La spinta progressista a piegare gli atteggiamenti degli americani e la loro società civile maschile e femminile intorno all’idea di “identità di genere” ha già attaccato e rotto molte delle regole sociali popolari che aiutano gli americani a gestire la cooperazione e la competizione tra uomini e donne.

Queste affermazioni a favore del genere hanno un impatto sui rifugi per donne maltrattate, sui campionati sportivi per ragazze, sui gruppi di escursionisti per ragazzi, sullle, libertà religiose, sulla libertà di parola, sullo stato sociale delle donne, sui diritti dei genitori in fatto di educazione dei figli, sulla sicurezza dei bambini, sulle pratiche per aiutare adolescenti, sui risultati sanitari, sugli ideali femminili di bellezza, cultura e società civile, sulla ricerca scientifica, sulla sicurezza carceraria, sulle cerimonie civiche, sulle regole scolastiche, sul senso della mascolinità, sulle forze dell’ordine, sulla cultura militare, e sulla la privacy sessuale dei bambini.

Fonte

Uno studio sul divario retributivo di genere rivela che Google paga meno gli uomini

Di recente, Google ha condotto uno studio per determinare se le donne e le minoranze venivano pagate meno delle loro controparti maschili – tuttavia, il gigante di Silicon Valley ha scoperto che molti dipendenti maschi venivano sottopagati.

Il New York Times riporta che Google ha recentemente condotto uno studio per determinare se i dipendenti di sesso femminile e le minoranze venissero pagati meno dei dipendenti di sesso maschile. Lo studio invece ha rivelato che più uomini ricevono per lo stesso lavoro un salario inferiore rispetto alle donne.

A seguito dello studio, Google ha versato un extra di $ 9,7 milioni in compenso aggiuntivo a 10.677 dei suoi dipendenti. Anche se gli uomini rappresentano il 69% della forza lavoro di Google, hanno ricevuto una percentuale molto più alta di questi soldi per portarli a parità di condizioni, ma il numero esatto di uomini che ha ricevuto aumenti non è stato reso chiaro

Nonostante questi risultati, Google è ancora oggetto di indagine da parte del Dipartimento del lavoro per le affermazioni secondo cui la società sottopaga regolarmente le donne. Google sta inoltre affrontando un’azione legale collettiva in cui 8.300 dipendenti attuali ed ex dipendenti affermano di aver ricevuto meno soldi delle controparti maschili.

L’amministratore delegato della società di consulenza sulla diversità Paradigm, Joelle Emerson, ha commentato la correzione del divario salariale affermando che è servito solo “a vantaggio di un gruppo che è drammaticamente sovrarappresentato nell’ingegneria e che si trova di fronte a meno ostacoli all’accesso e alle opportunità sul campo”. che Google stava promuovendo un “senso di uguaglianza imperfetto e incompleto” assicurandosi che uomini e donne ricevessero lo stesso stipendio per lo stesso lavoro. Emerson sostiene che non si tratta di “equità” e che le donne e le minoranze affrontano più ostacoli per entrare nel mondo della Silicon Valley rispetto agli ingegneri maschi.

Lauren Barbato ha detto in una riunione interna di Google nella quale si discutevano i risultati dello studio secondo cui un numero maggiore di uomini sono sottopagati rispetto alle donne che si e` trattato di una “tendenza sorprendente che non ci aspettavamo”. Leggi qui il rapporto completo sul New York Times.

Fonte

Megan Markle crescera` suo/a figlio/a seguendo l’ideologia gender fluid

Secondo quanto riferito, l’attrice Meghan Markle ha detto agli amici che lei e suo marito il principe Harry hanno intenzione di crescere il loro bambino con un “approccio fluido al genere” che si astiene dall’imporre “stereotipi”, secondo fonti che hanno parlato con Vanity Fair.


Meghan Markle, che ora si chiama formalmente Duchessa del Sussex,  dara` alla luce il suo primo figlio nelle prossime settimane e ha persino programmato un asilo nido “neutrale rispetto al genere” per il suo divertimento.

“I Sussex hanno già pianificato un asilo nido neutrale rispetto al genere e hanno optato per colori bianchi e grigi rispetto ai convenzionali blu e rosa, e questo sembra essere in linea con le idee di Meghan su come allevare bambini”, ha riferito la rivista.

“Meghan ha parlato con alcuni dei suoi amici e di come lei e Harry hanno intenzione di crescere il loro bambino. La sua parola esatta e` stata fluidita` “, ha detto una fonte vicina all’attrice. “Ha detto che hanno in programma di crescere il loro bambino con un approccio fluido al genere e che non imporrà alcun stereotipo”.

La 37enne, che è diventata famosa nel ruolo del paralegale Rachel Zane in Suits, è ben nota per le sue idee politiche progressiste, in particolare su temi come il femminismo. Nella corsa alle elezioni presidenziali del 2016, l’attrice ha descritto Donald Trump come “misogino” e “divisivo”, mentre ha anche espresso il suo disappunto per la decisione britannica di votare per lasciare l’Unione europea all’inizio di quell’anno.

Le dichiarazioni politiche della famiglia reale sono considerate una violazione del protocollo, con membri tenuti a essere pubblicamente neutrali al fine di mantenere un ampio sostegno alla monarchia come istituzione. Tuttavia, la settimana scorsa, è stato anche riferito che Markle ha espresso shock alle cifre che indicano che i professori universitari britannici sono in gran parte bianchi e maschi, portandola a concludere che il sistema era diventato troppo “maschio, pallido e stantio”.

Fonte

 

Nelle scuole del Regno Unito sara` insegnata “educazione sessuale gay e trans” ai bambini di 5 anni e la presenza sara` obbligatoria

Il governo conservatore britannico annuncera` piani per l’introduzione di lezioni sull’omosessualità e sul transgendererismo per gli studenti delle scuole primarie, nonostante una petizione ufficiale contro il movimento, firmata da oltre 100.000 persone.
Il Sunday Times riporta che il nuovo curriculum è stato finalizzato dopo una consultazione di sei mesi con il Dipartimento dell’Istruzione e sarà implementato in tutte le scuole del Regno Unito a partire dall’anno scolastico 2020-21.

Sarà insegnato agli alunni dall’età di cinque anni, e sarà illegale per i genitori non far partecipare i figlie alle lezioni nella scuola secondaria, il che significa che almeno un semestre di educazione sessuale – ma probabilmente di più – sara` frequentato da ogni studente.

Una petizione popolare al Parlamento che chiede di poter dare la possibilita` ai genitori di far saltare la lezione ai propri figli sarà discussa lunedì alla Camera dei Comuni, anche se non è previsto che ciò influisca sul programma di attuazione della legislazione.

La proposta ha incontrato resistenza da parte di comunità conservatrici, inclusi alcuni musulmani ed ebrei. In una lettera che esprime opposizione, eminenti rabbini hanno espresso il timore che alcuni genitori preferiranno escludere i propri figli dal sistema scolastico – cosa che e` permesso loro fare – piuttosto che sottoporli al nuovo curriculum.

Le domande discusse durante le lezioni, come elencato nelle attuali proposte per il curriculum, includeranno: “Quando è giusto lasciare che qualcuno mi tocchi?” Per bambini di 3 anni, e “Perché siamo tutti diversi? Va bene essere diversi? “All’età di sette anni. A 11 anni, i bambini discuteranno “Qual è la differenza tra transessuali e transessuali?” E a 16 anni verrà detto “come rivelare il fatto che hai l’HIV a un partner sessuale, alla famiglia e agli amici”.

Tra i materiali didattici per i bambini delle scuole elementari che sono attualmente in fase di sperimentazione in una scuola prevalentemente musulmana a Birmingham sono “Tango Makes Three”, un libro su due pinguini gay che si prendono cura di un uovo preso da un’altra famiglia e “My Princess Boy”. che celebra un bambino dalla pelle scura che ama travestirsi.

Gli altri obiettivi del curriculum includono educare gli studenti su questioni che sono diventate più frequenti in Gran Bretagna negli ultimi due decenni, come la mutilazione genitale femminile, il sexting, le porno revenge e il potenziale squilibrio di potere tra i sessi nelle relazioni.

Fonte

Un’altra marcia delle donne annullata. Il motivo? Non tutte le donne hanno organi genitali femminili

L’evento principale per la seconda marcia delle donne anti-Trump a Washington, DC, è ancora attivo, ma le cancellazioni delle marce “sorelle” continuano ad accumularsi tra le accuse secondo cui la leadership è antisemita.


Finora, le marce sono state annullate a Chicago, New Orleans, nello stato di Washington e in California, quest’ultima annullata perche` l’evento coinvolgeva troppe persone bianche.

Il Times Standard della California del Nord riporto` cosi` la notizia

“Dopo esserci incontrati periodicamente per diversi mesi, è diventato chiaro che ci mancava un gruppo dirigente che rappresentasse adeguatamente la nostra comunità”, ha dichiarato al Times-Standard l’organizzatore di eventi Allison Edrington.

Al di là della razza, gli organizzatori hanno stabilito che la leadership dell’evento non includeva abbastanza persone non binarie. Non tutte le donne hanno parti riproduttive femminili, ha detto Edrington.

Come riportato da Breitbart News a dicembre, il capitolo sullo stato di Washington del Women’s March si è sciolto a causa della controversia antisemita della leadership:

La fine della marcia femminista in California arriva pochi giorni dopo che il gruppo di Chicago ha annunciato che non avrebbe proseguito con i suoi piani nel 2019 per commemorare la marcia del terzo anniversario del gruppo nazionale. Quelli di Chicago hanno citato costi elevati e ore di volontariato insufficienti come ragionamento alla base dell’annullamento dell’evento.

L’Advocate ha riportato a riguardo del geuppo di New Orleans e della cancellazione dell’evento di marzo:

In una dichiarazione pubblicata sui social media il 29 dicembre, il gruppo di Baton Rouge che ha co-organizzato gli eventi di New Orleans, ha detto che il problema riguarda il fatto che i fondi, il coinvolgimento, gli sponsor e i numeri di partecipanti sono drasticamente diminuiti questo anno.”

L’ufficio nazionale di NOW ha detto che “rifiuterà il sostegno finanziario diretto finché non verranno risolte le attuali domande riguardanti la leadership”.

La polemica è iniziata quando uno dei leader della Marcia delle Donne, Teresa Shook, ha invitato i leader dell’organizzazione – Tamika Mallory, Carmen Perez, Bob Bland e l’attivista palestinese anti-israeliana Linda Sarsour a dimettersi.

Mallory ha elogiato il leader della Nation of Islam Louis Farrakhan, un antisemita ampiamente riconosciuto. Sarsour ha scritto in una dichiarazione di novembre pubblicata sul sito web di Women’s March:

La Marcia delle donne esiste per combattere il bigottismo e la discriminazione in tutte le loro forme – compresa l’omofobia e l’antisemitismo – e per sollevare la voce delle donne che sono troppo spesso tralasciate. Dovremmo essere più veloci e più chiari nell’aiutare le persone a comprendere i nostri valori e il nostro impegno nella lotta contro l’antisemitismo. Ci dispiace. Tutti i membri del nostro movimento sono importanti per noi, inclusi i nostri incredibili membri ebrei e LGBTQ. Siamo profondamente dispiaciuti per il danno che abbiamo causato, ma vi vediamo, vi amiamo e stiamo combattendo con voi.

L’Associated Press (AP) ha riferito dell’annullamento della Chicago’s Women March, con gli organizzatori che citano costi elevati e pochi volontari.

Fonte

Femministe inspirate dal movimeto #MeToo scrivono una nuova “Bibbia delle donne” perche` quella originale rinforza i punti di vista patriarcali

Più di una dozzina di teologhe femministe cattoliche e protestanti hanno riscritto alcuni passaggi chaivi nella Bibbia che ritengono siano stati male interpretati o modificati, per creare quello che dicono essere un testo delle Scritture più fedele e aggiornato.

“Mentre alcuni dicono che devi eliminare la Bibbia per essere una femminista, noi crediamo il contrario”, ha detto ad AFP Elisabeth Parmentier, uno degli autori del progetto, intitolata A Women’s Bible.

L’idea è nata all’Università di Ginevra, a sua volta un tempo focolaio di riforme religiose, gli autori tuttavia affermano di essere stati ispirati da uno sforzo più recente. Verso la fine del diciannovesimo secolo, le suffragette radicali produssero “La Bibbia della donna”, un testo controverso che contestualmente andava contro ciò che gli autori ritenevano fossero ruoli ridotti assegnati alle donne nel libro sacro in lingua inglese.

Per lo sforzo attuale, che è stato pubblicato in francese in ottobre, gli accademici affermano di aver rimosso “le letture patriarcali persistenti che hanno giustificato numerose restrizioni e divieti sulle donne”, oltre a vere e proprie traduzioni sbagliate .

Un esempio è il noto brano del Vangelo di Luca, in cui Gesù e gli apostoli visitano la casa di due sorelle, Maria e Marta. Nella storia, Maria viene lodata da Gesù perche lo sta ascoltarlo ai suoi piedi,.

“Dice che Martha assicurava il ‘servizio’, che è stato interpretato nel senso che serviva il cibo, ma la parola greca diakonia può anche avere altri significati, per esempio potrebbe significare che era un diacono”  ha detto Parmentier.

Un’altra ricerca è stata fatta per riscattare Maria Maddalena, la donna più nominata nei Vangeli, da secoli di letture e abbellimenti imprecisi che l’hanno scelta come una donna caduta o una prostituta.

“Stava accanto a Gesù, incluso mentre stava morendo sulla croce, quando tutti i discepoli maschi avevano paura. È stata la prima ad andare alla sua tomba e a scoprire la sua risurrezione “, dice Parmentier.

Gli autori hanno anche perseguito un programma più ampio di sfidare l’uso dei versetti biblici “per rafforzare la visione patriarcale della società con donne addomesticate” come il famoso passaggio nella lettera di Paolo agli Efesini, in cui scrive: “Moglie, sii soggetto al tuo marito, come al Signore. ”

“È come prendere una lettera che qualcuno manda per dare consigli e crede che valga per l’eternità”, dice Parmentier.

Mentre gran parte del testo è stato completato prima che scoppiasse lo scandalo #MeToo alla fine dello scorso anno, gli autori affermano che il loro lavoro ha acquisito una nuova risonanza e urgenza nella sua scia.

“Ogni capitolo affronta domande esistenziali per le donne, domande che si stanno ancora ponendo oggi”, ha detto Parmentier.

Fonte