Archivi Blog

L’attivista transgender che ha denunciato le estestiste per non avergli fatto la brasiliana e che voleva organizzare le sessioni di nuoto in topless per bambine accusato di sfruttamento di minori

Jessica (Jonathan) Yaniv è un maschio biologico che si identifica come femmina ed è meglio conosciuto per la sua campagna di molestie contro estetiste femminili soprannominata “Depilatemi le palle”.

L’attivista trans è molto litigioso e sta facendo causa a diversi imprenditori nella Columbia Britannica dopo che i saloni si sono rifiutati di fargli una ceretta brasiliana.

A un certo punto dell’udienza della scorsa settimana, “Jessica” Yaniv ha definito neo-nazista l’imprenditore.

La proprietaria ha detto alla corte che non si sentiva a suo agio nel fare la “ceretta a dei genitali maschili”.

A causa della follia di Yaniv che richiede alle donne di toccare i suoi genitali, molti critici lo hanno definito un predatore sessuale – e i critici potrebbero avere ragione.

Una presunta vittima di 14 anni si è fatta avanti e ha presentato una denuncia di sfruttamento minorile contro Yaniv.

La ventenne Jessica Rumpel dello stato di Washington si è fatta avanti con messaggi di testo e messaggi vocali di Yaniv che mostravano che la stava sfruttando sessualmente quando aveva solo 14 anni.

Yaniv aveva 27 anni quando ha inviato i messaggi a Rumpel di 14 anni.

Jessica Rumpel ha specificamente dichiarato a Yaniv diverse volte che aveva solo 14 anni, ma ha continuato a inviarle messaggi sessualmente espliciti, comprese foto di se stesso.

Yaniv si è anche lamentato in un messaggio di testo che Rumpel non aveva ancora 16 anni e ad un certo punto ha persino chiesto alla ragazza di mostrargli il suo tampone usato.

“Lol, ma non hai 16 anni, e questo significa che non posso fare nulla con te”, disse Yaniv a Rumpel prima di usare una tecnica predatoria suggerendo che la ragazza lo voleva

“Ho ragione”, ha continuato Yaniv al fine di colpire la ragazza.

Il Post Millennial ha riportato per la prima volta questa storia esclusiva.

Jessica Rumpel ha pubblicato le schermate dei messaggi di Yaniv sul suo account Twitter.

Secondo quanto riferito da The Post Millennial, Yaniv avrebbe anche inviato a Jessica Rumpel messaggi vocali estremamente inquietanti ed sessualmente espliciti  che le diceva che la ama.

Yaniv nega persino di conoscere Jessica Rumpel, tuttavia The Post Millennial ha confermato che i messaggi provenivano dall’account Facebook verificato da “trustednerd” di Yaniv.

Fonte