Archivi Blog

La Neolingua

Viviamo in un`epoca in cui e` difficile distinguere la verita` dalla falsita` a causa di una feroce propaganda mediatica. Con il termine inglese doublespeak si possono intendere termini eufemistici (espressioni progettate per nascondere significati piu` duri o spiacevoli), ambigui (espressioni progettate per nascondere la verità) o totali inversioni della realta` (bugie che affermano il contrario della verità). Anche se non ha mai usato il termine doublespeak (o linguaggio ambiguo), nel suo libro, 1984, molti associano tale termine a George Orwell. Dopo tutto, è stato Orwell a scrivere il motto del partito totalitario in 1984: “La guerra è pace, la libertà è schiavitù, l’ignoranza è forza” – un perfetto esempio di inversione. Orwell ha tuttavia usato il termine “neolingua” per riferirsi a un nuovo tipo di linguaggio che ha drasticamente ridotto le parole e i termini disponibili, in modo da ridurre contemporaneamente ogni forma di liberta` di pensiero nel popolo governato.

Big-Brother-Face

Molti termini neolinguistici, nel seguente elenco, sono ossimori. In molti nascondono la verità, perché è troppo cruda, sgradevole o addirittura terrificante. È di vitale importanza che ci prendiamo cura della nostra lingua, perché essa gioca un ruolo di estrema importanza nel modo in cui plasiamo il nostro mondo e nel modo in cui creiamo la nostra realtà. Utilizzando inconsapevolmente questi termini invece di quelli più precisi e veritieri, mentiamo a noi stessi, acconsentendo alla menzogna e ad essere programmati. Il politically correct è un grande esempio di come si possa controllare il linguaggio , tramite la neolingua, senza che la popolazione si renda conto di venir manipolata ed ingannata.

Di seguito analizzeremo i principali 20 temini della neolingua, utilizzati dall’elite per confondere le masse.
NEOLINGUA # 1: GUERRA AL TERRORE, TERRORISTA, TERRORISMO, COMBATTENTE NEMICO

La guerra al terrorismo è un artifcio del tutto falso e fraudolento. E ‘ stato in gran parte inventato e pubblicizzato per fornire una scusa all’elite per ignorare cose come i diritti umani, la legge naturale e la Costituzione nazionale, così come invadere, infiltrarsi e rovesciare altre nazioni. Gli Stati Uniti hanno fatto molta fatica a dare una definizione alla parola “terrorismo” da quando ci hanno dichiarato guerra. Stranamente, gli Stati Uniti non hanno raggiunto un consenso su cosa sia il terrorismo; abbiamo cosi` un’altra guerra poco chiara su un concetto in cui nessuno e` d’accordo. Questa e` la definzione di terrorismo per l’FBI, sia esso nazionale o internazionale:

“Comprende atti pericolosi per la vita umana che violano la legge federale o statale;

E`concepito per intimidire o minacciare la popolazione civile; influenzare la politica di un governo con l’intimidazione o la coercizione; o influenzare il comportamento di un governo con distruzione di massa, assassinio. o sequestro; “

Per loro stessa definizione, gli Stati Uniti sono i più grandi terroristi del mondo, in quanto agiscono mettendo in pericolo vite umane (bombe, missili, droni, guerra), uccidono civili, influenzano i governi stranieri (quando non li rovesciano – Iraq, Libia, Ucraina) ed hanno assassinato funzionari governativi stranieri tramite la CIA.

I politici usano il termine terrorista o combattente nemico per descrivere essenzialmente un membro della milizia straniera o soldato che è stato designato come il nemico e che vogliono distruggere o uccidere. Il terrorismo islamico è solo l’ultima delle incarnazioni, un termine migliore potrebbe essere terrorismo Sionista-islamico, dal momento che Israele sionista è dietro la creazione, il finanziamento e il funzionamento dell’Islam radicale, così come molti dei cosiddetti attacchi false flag “islamici” come il 9/11 e Parigi.
opponents-branded-as-extremists-300x300

Guardate la lista degli estremisti secondo il DHS…

NEOLINGUA # 2: ESTREMISMO, ESTREMISTA

L’elite ha fatto un passo avanti rispetto al terrorismo, adottando il termine estremismo. L’estremismo è il nuovo terrorismo, perché è più ampio e può essere usato per marginalizzare o criminalizzare dissidenti. Dopo tutto, chiunque potrebbe essere accusato di essere estremo, in qualche modo, giusto? Chi e` in grado di essere equilibrato in ogni singola questione?

Come vediamo nell’immagine sopra, un estremista potrebbe essere un patriota, un veterano, un giornalista alternativo, un sostenitore del controllo delle frontiere, un sostenitore dei diritti degli animali e una miriade di altre persone – quasi tutti coloro che mettono in dubbio la versione “ufficiale” della realtà. Sei un estremista?

NEOLINGUA # 3: FREEDOM FIGHTER, RIBELLE MODERATO

Dall’altro lato della medaglia, naturalmente, vi sono quei mercenari, soldati, militari a noleggio che reputiamo nostri “alleati” e non nostri nemici. In sostanza, stiamo pagando qualcuno per fare il nostro lavoro sporco. Quei ragazzi non sono terroristi; sono combattenti per la libertà o ribelli moderati! Come George Carlin ha detto:

“I terroristi israeliani sono chiamati commando; i commando arabi sono chiamati terroristi; se i combattenti del crimine combattono il crimine, e i vigili del fuoco combattono il fuoco, per cosa combattono i freedom fighters? “

NEOLINGUA # 4: PULIZIA ETNICA

La pulizia etnica è un altro esempio orribile di neolingua. La parola genocidio è troppo diretta e conflittuale, l’elite ha voluto ovviamente abbassare il tono scegliendo il termine “pulizia”. Da quando l’omicidio di massa ha qualcosa a che fare con pulizia? Questa è un’inversione totale della realtà.

NEOLINGUA # 5: INTERROGATORIO

L’interrogatorio avanzato è un modo elegante per dire qualcosa di molto più brutale e onesto: tortura. E ‘un’altra bugia. Nell’italiano corrente, interrogare significa chiedere, non  utilizzare tecniche di waterboarding per spaventare il soggetto, né spingere forzatamente il cibo nel suo retto. Eppure sappiamo da documenti degli Stati Uniti che il waterboarding, l’alimentazione dal retto e una miriade di altre atrocità sono state eseguite in luoghi come Guantanamo.

War-is-Peace

NEOLINGUA # 6: OMICIDIO EXTRAGIUDIZIALE

Proprio come i 2 termini precedenti, l’omicidio extragiudiziale è un altro tentativo di nascondere la cruda, brutale verità dietro una parola piu` gentile. Sappiamo tutti cosa significa assassinio. E ‘ un altro eufemismo ingannevole per nascondere e minimizzare la verità. In un mondo libero, equo e aperto, nessuno avrebbe il diritto di prendere la vita di un altro.

NEOLINGUA # 7: INTERVENTO UMANITARIO, RESPONSABILITA` DI PROTEGGERE (R2P)

Le Nazioni Unite, create da Rockefeller sono il veicolo previsto per inaugurare il Governo Mondiale del NWO. Non è una sorpresa, quindi, che hanno favorito l’uso dei termini e politiche conformi alla neolingua come intervento umanitario (un palese ossimoro) e la responsabilità di proteggere (R2P). Un intervento è un attacco invasivo o preventivo, ed è ovviamente illegale e ingiusto – punto. Non c’è nulla di “umanitario” nell’invadere militarmente un’altra nazione sovrana. Gli Stati Uniti, il Regno Unito e altre potenze hanno potuto perpetrare le loro politiche e omicidi di massa grazie a questo sistema, come la falsa storia delle WMD (armi di distruzione di massa) e dal pretesto di voler salvare la popolazione di una nazione da un capo vizioso e pericoloso. Quest’ultimo trucco sembra funzionare quasi ogni volta.

NEOLINGUA # 8: DANNO COLLATERALE, MANGIATORI INUTILI

Un tratto distintivo di questo tipo di termini neolinguisiti militari è la disumanizzazione – trasformando altre persone e altre vite in qualcosa di sub-umano o non umano. Quante volte abbiamo sentito che le persone uccise in un raid, in uno sciopero, o in una incursione, una invasione o una battaglia sono solo danni collaterali? Stiamo parlando di esseri umani, ma il tutto viene trattato con estrema leggerezza. Forse l’unico modo in cui i militari possono convivere con tali atrocita` e` quello di pensare alle loro vittime come a degli oggetti. Il criminale di guerra e membro dell’elite Henry Kissinger ha chiamato gli africani “mangiatori inutili”, il che ha un senso dato che ha scritto il NSSM 200 – la politica ufficiale degli Stati Uniti per lo spopolamento del 3 ° mondo .

NEOLINGUA # 9: ELIMINARE NEUTRALIZZARE DEPOPOLARE

Parlando di spopolamento, ci sono un sacco di termini eufemistici e ambigui per uccisione e omicidio. Così come oltre che a spopolare, sentiamo il termine eliminare, neutralizzare, far fuori. Vediamo nuovamente come tentano di disumanizzarci e farci accettare con lo “zucchero” la dura verita`..

NEOLINGUA # 10: DIPARTIMENTO DELLA DIFESA, DIPARTIMENTO DI SICUREZZA NAZIONALE, INTELLIGENCE

Il governo è la sede del controllo, ovviamente c’e` da aspettarsi anche qui una buona dose di neolingua. Non è divertente come nazioni, come gli Stati Uniti e il Regno Unito (e altri) abbiano un qualche Ministero o Dipartimento della Difesa, quando sono di solito loro gli aggressori e gli invasori? Suppongo che Dipartimento dell’Attacco non sia sufficientemente PR-friendly. Il DHS (Department of Homeland Security) è uno scherzo; non fa nulla per rendere sicura la persona media, ma solo l’elite di cui e` servo. L’intelligence è l’acquisizione di informazioni su un potenziale nemico attraverso lo spionaggio, ma è davvero intelligente o saggio andare in giro per il mondo a farci nemici? Intelligence militare è un altro ossimoro. Spiare e` per davvero intelligenza? Che dire dell’intelligenza emotiva? Il cuore è più grande e più potente del cervello …

NEOLINGUA # 11: WMD (ARMI DI DISTRUZIONE DI MASSA)

Perché parlare di WMD (armi di distruzione di massa) invece di dire semplicemente, armi chimiche o armi nucleari? Gli Stati Uniti hanno più WMDs di chiunque. Il Regno Unito ne ha moltissime, e Israele e` seduta su ciò che alcuni pensano sia un potente arsenale nucleare non dichiarato. Perché poche persone parlano delle WMD di queste nazioni e del loro utilizzo?

NEOLINGUA # 12: L’ANTISEMITISMO

Prima o poi, tutti i ricercatori che espongono la cospirazione in tutto il mondo devono affrontare il fatto che Israele è una nazione canaglia (di proprietà dei Rothschild), che esercita un’influenza eccessiva e sproporzionata sul mondo, commettendo un genocidio al giorno (scusate “pulizia etnica”) contro i palestinesi. Abbiamo bisogno di superare lo stigma dell’antisemitismo, che è chiaramente un termine creato per distogliere l’attenzione e le critiche da Israele.  Ecco cosa ha detto un funzionario israeliano (ex ministro israeliano Shulamit Aloni) a questo proposito:

Beh, si tratta di un trucco. Lo abbiamo sempre usato. Quando in Europa qualcuno critica Israele, alla fine si tira fuori l’Olocausto. Quando in questo paese (USA) criticano Israele, sono antisemiti … è molto facile dare la colpa alle persone che criticano alcuni atti del governo israeliano … in questo modo giustifichiamo tutto ciò che facciamo ai palestinesi.

NEOLINGUA # 13: TEORICO DELLA COSPIRAZIONE

La maggior parte delle persone non sono consapevoli che il termine teorico della cospirazione ha origine con la CIA la quale stava cercando di coprire una vera e propria analisi sull’assassinio di JFK:

“[Teoria della cospirazione e teorico della cospirazione] sono termini che rappresentano un metodo furbo per screditare truthseekers, truthtellers e investigatori. Questo schema diversivo ha funzionato bene – se queste parole vengono utilizzate in un contesto, lo screditano totalmente allontanando le persone dalla verita`. Questi termini sono diventati, nella cultura popolare, falsamente associati alla follia e all’illusione.

Così, coloro che deridono le teorie della cospirazione, spesso con poca o nessuna indagine, possono essere etichettati come teorici della coincidenza. Essi aderiscono alla teoria della coincidenza la quale si basa sul fatto che non vi sia alcun ordine del giorno del Nuovo Ordine Mondiale; gli eventi si verificano in modo casuale. “

Etichettare un Truthseeker o truthteller come un teorico della cospirazione è stato un ottimo modo per nascondere la verità, tuttavia le cose stanno cambiando in fretta.

NEOLINGUA # 14: QUANTITATIVE EASING

Ben Bernanke, ex presidente della Federal Reserve, gestita dagli illuminati, si e` guadagnato il nome di Helicopter Ben grazie al suo suggerimento riguardo il fatto che il governo dovrebbe buttare carta moneta da un elicottero. Il quantitative easing è stato un altro termine ambiguo e ingannevole per nascondere la svalutazione e l’inflazione. Le leggi fondamentali dell’economia impongono che la stampa di massa di carta moneta porterà inevitabilmente a inflazione e ad una svalutazione del denaro esistente in circolazione.

NEOLINGUA # 15: RACCOLTA DI MASSA

Ricordate quando Obama e il governo degli Stati Uniti cercarono di correre ai ripari per lo scandalo della NSA? Hanno deliberatamente cambiato il termine sorveglianza di massa nella parola raccolta di massa.

NEOLINGUA # 16: NEGATIVE CASH FLOW, NEGATIVE PATIENT CARE OUTCOME

Questi 2 termini della neolingua provengono da George Carlin. Ancora una volta, dobbiamo chiederci, perché hanno cosi` paura di essere onesti e diretti? Perché non possiamo chiamare le cose con il loro nome? Perché dobbiamo trasformare tutto in un termine militare o economico? Siamo consapevoli che la nostra società si è militarizzata, armata e commercializzata praticamente in tutto?

Guarda George Carlin sull’uso moderno della lingua:

NEOLINGUA # 17: RAGIONEVOLE SOSPETTO

Ricordate quando l’allora capo della NSA, Michael Hayden, ha cercato di convincere i giornalisti e il mondo che ci fosse un nuovo punto di riferimento nel dibattito sulla privacy e la sorveglianza? Non ci si riferiva piu` alla cosiddetta causa probabile, come precisato nel 4 ° emendamento. Si parla ora di ragionevole sospetto. Tutto cio` rappresenta un chiaro segno che i benchmark precedenti, i diritti e le limitazioni al potere centralizzato (per i quali i nostri antenati hanno combattuto così duramente) vengono erosi.

NEOLINGUA # 18: NEGAZIONISTI DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO

Il riscaldamento globale causato dall’uomo o AGW (riscaldamento globale antropogenico) è un’altra truffa gigante progettata per introdurre una carbon tax globale, una valuta ed un governo mondiale. Se non ci si attiene al programma, si viene etichettati come negazionisti del cambiamento climatico. La parola “negazionista” ha di per se connotazioni negative, è per questo che è stata scelta per cercare di sbarazzarsi dei miscredenti. Purtroppo per i manipolatori del NWO, ci sono molti scienziati che hanno confutare l’AGW e molti che hanno riconosciuto la propaganda e si sono accorti che il movimento ambientalista e` stato corrotto.

NEOLINGUA # 19: SVILUPPO SOSTENIBILE

Ci sono tanti esempi di neolingua nel corrotto movimento ambientalista. Essi possono essere tuttavia riassunti con il termine pericolosamente ingannevole di sviluppo sostenibile a lungo termine, un ritornello delle Nazioni Unite e del movimento verde controllato dall’ICLEI, che promette il controllo del mondo sotto una “patina verde”. Per ulteriori informazioni su questo, dare un’occhiata all’Agenda 21 e alla sua cugino recentemente aggiornata, l’Agenda 2030.

NEOLINGUA # 20: GLOBALISMO

Infine, il termine globalismo, in sé, è un altro termine della neolingua moderna. Coloro che sfidando il modello globalista affermano che la globalizzazione è un tentativo di indurre le persone ad accettare inconsciamente che la Terra sia un globo. Indipendentemente dal fatto che possa essere vero o falso, possiamo dire con certezza che la globalizzazione è diventata una copertura per la crescente centralizzazione del potere nella spinta verso un governo mondiale NWO. Per i manipolatori del NWO, il termine neolinguista globalismo significa accordi di libero scambio come il TTP, ovvero il libero accesso nello sfruttamento delle nazioni del terzo mondo, un solo esercito mondiale, una valuta e un governo tutto sotto il loro controllo.

CONCLUSIONE: ATTENZIONE ALLA NEOLINGUA

E ‘importante essere consapevoli della neolingua moderna, e nella maggior parte dei casi, usare consapevolmente termini e fraseggi alternativi in ​​modo da evitare il perpetuarsi di tali termini. In molti modi, creiamo il nostro mondo con il linguaggio. Ricordiamo anche le sagge parole di George Orwell:

“Il linguaggio politico è progettato per far sembrare veritiere le bugie, rendere l’omicidio rispettabile e per dare una parvenza di solidità al vento.”

Fonte

Attentato a Bruxelles: Le CONSEGUENZE in tempo reale

Segui live le conseguenze degli attacchi di Bruxelles con aggiornamenti da fonti pertinenti.

leadbrussels-702x336

Si ritiene che piu` di 30 persone abbiano perso la vita e molte decine siano state ferite all’aeroporto internazionale di Bruxelles e ad una stazione della metropolitana della città. Esplosioni gemelle hanno colpito l’aeroporto di Zaventem alle 07:00 GMT, (11 persone uccise). Un’altra esplosione ha colpito la stazione della metropolitana di Maelbeek vicino al quartier generale dell’UE un’ora più tardi, (20 morti circa).

Come sempre, quando accadono eventi tragici come questo, è della massima importanza capire la loro ricaduta: cosa succede nelle ore, nei giorni e nelle settimane successive capendo il vero ordine del giorno. Segui gli aggiornamenti in tempo reale da varie fonti.

LA NEGLIGENZA DI BRUXELLES

Il ministro dell’interno belga, Jan Jambon, ha detto che la negligenza da parte della polizia ha permesso ad uno dei kamikaze degli attentati di Bruxelles di evitare l’arresto dopo essere stato espulso dalla Turchia come terrorista l’anno scorso[.

Jambon ha affermato davanti ai parlamentari di essere pronto ad accettare la responsabilità politica, ma ha avvertito che “qualcuno è stato negligente, e non sufficientemente proattivo.”

“Qualcuno nel nostro apparato di polizia e` colpevole di negligenza”, ha detto, a Reuters.

Il Ministro degli Interni ha presentato le sue dimissioni Giovedi, ma Charles Michel, il capo del governo belga, le ha rifiutate.

Le autorità turche hanno detto all’inizio di questa settimana che Ibrahim El Bakraoui era stato arrestato ed espulso verso l’Europa lo scorso luglio, con Ankara che avvertiva il Belgio riguardo un sospetto terrorista che aveva tentato di unirsi allo Stato islamico (IS, Daesh, precedentemente ISIS / ISIL) in Siria.

Ibrahim e suo fratello Khalid El Bakraoui, entrambi resindenti a Bruxelles, sono stati i kamikaze responsabili delle esplosioni che hanno scosso l’aeroporto e una stazione della metropolitana centrale a Bruxelles Martedì, uccidendo almeno 31 persone.

Ibrahim, si è fatto esplodere in aeroporto, mentre Khalid ha fatto saltare in aria una stazione della metropolitana.

Fonte

TERRORISTI ARRESTATI DALLE AGENZIE DI SICUREZZA PRIMA DELL’ATTACCO DI BRUXELLES

Ora, è stato rivelato, che non solo erano almeno tre, gli attentatori coinvolti negli attacchi di Bruxelles, essi erano ben noti alle agenzie di sicurezza occidentali – i fratelli Brahim e Khalid El Bakraoui – sono stati entrambi arrestati, accusati, e imprigionati per crimini violenti nel 2010 e 2011, il fratello maggiore ha sparato contro la polizia con un AK-47 durante una rapina, e il fratello minore ha rubato un auto.

E ‘ ora confermato che il fratello maggiore, Brahim El Bakraoui, fu arrestato e deportato dalla Turchia l’anno scorso per sospetta attività terroristica, ma non prima che Ankara avvisasse Bruxelles in modo che El Bakraoui venisse imprigionato al suo arrivo in UE . Bruxelles, tuttavia, non riusci` ad agire prontamente, consentendo ad El Bakraoui di tornare a casa senza conseguenze.

Il terzo sospetto, Najim Laachraoui, aveva viaggiato in Siria tra il 2012-2013 ed e` un ricercato internazionale dal 2014 con l’accusa di favoreggiamento nel reclutamento degli europei per il cosiddetto “Stato islamico” (ISIS).

La più grande agenzia di stampa tedesca, la Deutsche Presse-Agentur, riporta nel suo articolo, ““Reports: Brothers known to police were among Brussels suicide bombers,” che:

Due fratelli di Bruxelles, noti alla polizia, sono tra gli attentatori suicidi che hanno compiuto gli attacchi terroristici all’aeroporto internazionale e alla metropolitana nella capitale belga.

E che:

[Khalid El Bakraoui] era stato condannato all’inizio del 2011 a cinque anni di carcere per furti d’auto, dopo essere stato arrestato in possesso di fucili Kalashnikov.
Suo fratello, 30 anni, Brahim, era stato condannato nel 2010 a nove anni di carcere per aver sparato contro la polizia con un fucile Kalashnikov nel corso di una rapina.

Il New York Times, nel suo articolo,“Brussels Attack Lapses Acknowledged by Belgian Officials,” riferisce, per quanto riguarda l’arresto e la deportazione di Brahim El Bakraoui dalla Turchia che:

La giustizia belga e il ministro degli interni hanno riconosciuto che i loro servizi avrebbero dovuto agire, quando la Turchia avviso` loro circa i due fratelli terroristi.

A quanto pare, in Belgio, si può avere un piccolo arsenale militare, usarlo anche contro la polizia, ed uscire di prigione abbastanza velocemente da recarsi in Siria per partecipare ad una nota organizzazione terroristica, per poi essere espulsi senza conseguenze, unirsi ad una rete terroristica interna composta da personaggi altrettanto noti all’intelligence belga, per effettuare infine un attacco terroristico di alto profilo.

Fonte

PROVE CHE IL GOVERNO AMERICANO HA SOSTENUTO L’EMERGERE DI ISIS IN SIRIA

CLIMA POLITICO IN EUROPA: IL BIGOTTISMO ANTI MUSULMANO LA FA DA PADRONE
Come dovrebbero, i paesi occidentali, rispondere alle minacce terroristiche? Dobbiamo aspettarci nuovi attacchi? Perché Bruxelles è diventata il bersaglio del terrorismo martedi scorso? Cosa possono fare i musulmani per debellare l’estremismo?

RT ha discusso questi ed altri problemi con degli esperti.

Segni di una nuova ondata di odio contro i musulmani si stanno gia` notando. Gli utenti di Internet hanno reagito agli attacchi, con l’hashtag #Brussels su Twitter. Tuttavia, poche ore dopo i tragici eventi, un altro hashtag – #Stop Islam era tra i più popolari in tutto il mondo.

“Il clima politico in Europa e negli Stati Uniti e` tremendo se consideriamo il livello di bigottismo antimusulmano”, ha detto Nader Hashemi, direttore del Centro per gli studi in Medio Oriente, in un colloquio con RT. “Non è mai stato così malsano. Parte di esso, può essere tuttavia attribuito all’incremento delle attività terroristiche, come quelle che abbiamo visto [Martedì a Bruxelles] e a Parigi [lo scorso anno] ” ha aggiunto.

“Utilizzando questi fatti come capro espiatorio e riversare la colpa sui musulmani, sono un insieme di vulnerabilità socio economiche che sono alla base dell’aumento di isteria, di paranoia e di sentimento anti-islamico”, ha continuato.

Hashemi suggerisce che, al fine di sradicare l’estremismo, anche le comunità musulmane, dovrebbero fare tutto il possibile.

Hashemi sostiene che da lungo tempo gli europei stanno chiedendo ai musulmani di sradicare l’estremismo all’interno della loro comunità, perché, secondo il pensiero occidentale, sono loro i responsabili.

“Non credo che siano più responsabili di quanto lo sia la razza bianca per le cose brutte che vengono perpetrate nel mondo occidentale.”

Fonte

MINISTRO ISRAELIANO: “IL BELGIO DOVREBBE PREOCCUPARSI PIU` DI TERRORISMO CHE DI CIOCCOLATO”

Dopo i brutali attacchi terroristici di Bruxelles, un politico israeliano ha scatenato l’indignazione pubblica dicendo che il Belgio dovrebbe concentrarsi piu` sul terrorismo che sul cioccolato.

MP Yisrael Katz ha accusato i leader belghi di non prendere la minaccia del terrorismo interno abbastanza sul serio.

Mr Katz e` stato intervisto a Radio Israele poco dopo gli attacchi mortali, che hanno ucciso almeno 31 persone e ferite altre 200.

Il deputato ha detto: “Se in Belgio si continua a mangiare cioccolata, ci si gode la vita e si sfoggia liberalismo e democrazia non tenendo conto del fatto che alcuni dei musulmani immigranti sono cellule terroristiche, il Paese non sara` mai in grado di combattere questi folli”.

Altri politici nel suo partito Likud hanno suggerito che il Belgio chiuda i suoi confini e la smetta di accettare rifugiati musulmani.

Fonte

L’ATTENTATORE DI BRUXELLES E` STATO DEPORTATO DALLA TURCHIA PER ATTI TERRORISTICI, LO SCORSO GIUGNO… MA LE AUTORITA` BELGHE LO HANNO LASCIATO ANDARE

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha clamorosamente affermato che uno degli attentatori di Bruxelles è stato arrestato per reati di terrorismo e deportato in Belgio lo scorso giugno.

Erdogan ha affermato che le autorità turche hanno informato il Belgio che l’uomo arrestato – Ibrahim El-Bakraoui – è stato “un Foreign Fighter”, ma gli investigatori gli hanno concesso la liberta` perché non hanno potuto stabilire legami terroristici.

La notizia solleva ancora più domande circa la capacità delle forze di sicurezza del Belgio di prevenire atti di terrore.

Parlando oggi pomeriggio, Erdogan ha detto che le autorità belghe hanno rilasciato il sospetto nonostante gli avvertimenti turchi.

Erdogan non ha identificato l’individuo, ma la televisione NTV gli ha dato il nome di Ibrahim El Bakraoui, uno dei due uomini che si sono fatti esplodere all’aeroporto di Bruxelles.

Ha aggiunto che le autorità belghe non sarebbero riuscite ad avere prove dei suoi legami terroristici”

Erdogan ha continuato a dire che le autorità consolari del Belgio sono state ufficialmente informate della sua deportazione, il 14 luglio 2015. Per essere infine poi rilasciato.

Fonte

FORTI CONTINGENTI DI POLIZIA IN TUTTA EUROPA DOPO GLI ATTACCHI DI BRUXELLES

Dopo gli attentati, pattuglie di emergenza, rinforzi nella sicurezza agli snodi di trasporto e una più pesante presenza di polizia armata sono diventati la norma in Europa.

Il coordinatore nazionale per la sicurezza e l’antiterrorismo dei Paesi Bassi (NCTV) ha detto Mercoledì che la polizia militare olandese sarebbe stata dotata di armi pesanti per garantire la sicurezza nei “siti ad alto rischio”, come edifici governativi, parlamento, istituzioni ebraiche e principali hub di transito e valichi di frontiera. L’agenzia, tuttavia, non ha specificato il tipo di armi concesse alla polizia.

In precedenza, anche la Norvegia aveva fatto dichiarazioni simili.

“Questo a causa della situazione irrisolta in Belgio, sia in termini di portata dell’attacco sia di chi c’è dietro”, ha detto il capo della polizia Roger Andresen all’emittente NTB, Martedì.

Il servizio di sicurezza della polizia norvegese (PTS) ha sottolineato che il livello della minaccia terroristica nel Paese rimane invariato – anche se non ha escluso la possibilità che la situazione possa degenerare.

“Non abbiamo informazioni che indicano che la minaccia è cambiata. Ma questo potrebbe trasformarsi in fretta “, ha detto il direttore della comunicazione della PTS Trond Hugubakken, .

“La polizia norvegese e` già in una situazione di emergenza elevata. Parte dei piani anti-terrorismo sono stati attuati dopo gli attacchi terroristici a Parigi. E queste misure sono ancora in vigore”, ha aggiunto.

Il ministero dell’Interno austriaco potrebbe dotare gli agenti di polizia di pistole private, che sarebbero in grado di utilizzare, quando sono fuori servizio per respingere un eventuale attacco terroristico. Il paese ha visto un drammatico aumento delle vendite di pistole nel corso dell’ultimo anno.

Fonte

3/22

Bones_logo (1)

ALLARMISMO DOPO GLI ATTENTATI DI BRUXELLES

Quando una notizia e` capace di gettare ombra su tutte le altre, in particolare in televisione, state attenti. E` una maniera per nascondere altre notizie importanti, distrando lo spettatore…..ci chiediamo dunque, si tratta di terrorismo o di una false flag sponsorizzata dallo stato?

Come previsto, tutti i report occidentali sono in gran parte simili, pubblicizzando il terrorismo a scapito di un’analisi indipendente e credibile.

Nella versione ufficiale compaiono gia` delle falle. La rivendicazione dell’ISIS non e` stata verificata in modo indipendente.

Stesso destino per un’altra rivendicazione: “soldati del Califfato, che indossano giubbotti esplosivi e mitragliatrici”.

Siate sospettosi sulle seguenti “prove” trovate presso i siti delle esplosioni:

-Trovato (convenientemente) un fucile d’assalto Kalashnikov;

-Una cintura esplosiva inesplosa;

-Un uomo visto allontanarsi correndo da una delle esplosioni; un sacco di gente correva ai ripari;

-Le autorità ci dicono che grazie alle immagini di una telecamera a circuito chiuso abbiamo le immagini di un uomo con un cappello che spinge un carrello carico di bagagli in aeroporto con altre due persone accanto, presubilmilmente i kamikaze – vi hanno spiegato in base a quali prove? NO….

-Una bandiera dell’ISIS, bombe inesplose, e non specificati “prodotti chimici per fabbricare bombe” vengono rinvenuti in un appartamento nel quartiere di Schaerbeek;

-Un tassista non identificato, dice che potrebbe aver portato i kamikaze all’aeroporto, non portando nessun fatto a supporto della sua affermazione – ovviamente, essendo “non identificato” sara` veramente un tassista o e` un attore?

Forse, fra qualche giorno, uno o più passaporti presumibilmente appartenenti ai sospetti terroristi verra` convenientemente trovato in uno o più siti delle esplosioni.

-Il procuratore Frederic Van Leeuw ha dichiarato: “Una fotografia dei tre sospettati di sesso maschile e` stata portata a Zaventem (un sobborgo di Bruxelles). Due di loro sembrano essersi suicidati”- in base a quali prove non è stato spiegato.

“Il terzo, che indossa una giacca di colore chiaro e un cappello, è ricercato.”

-I due presunti kamikaze indossavano abiti scuri e un guanto sulla mano sinistra, secondo i rapporti – con la possibilita` di utilizzare detonatori nascosti una persona con buon senso si chiederebbe perche` indossare un guanto, che potrebbe attirare sospetti se notato.

-Il primo ministro belga Charles Michel ha alimentato la paura, dicendo “E` successo quello che temevamo” promettendo in risposta, misure severe.

-Il primo ministro francese Manuel Valls ha dichiarato “Siamo in guerra.” Il presidente Francois Hollande ha detto che “l’Europa intera e` stata colpita.” Ha promesso “di combattere il terrorismo senza sosta, sia a livello internazionale che interno.”

-Il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier ha detto che le esplosioni di martedi` “hanno fatto breccia, nel cuore dell’Europa.”

-Il Dipartimento di Stato ha detto che “gruppi terroristici continuano a pianificare attacchi a breve termine in tutta Europa”, avvertendo i cittadini americani che viaggiano in città europee di evitare i luoghi affollati e di diffidare quando si utilizzano i trasporti pubblici.

-Obama ha chiamato “all’unità nella lotta contro il flagello del terrorismo.” La Torre Eiffel e altri monumenti del mondo sono stati illuminati nei colori nero, rosso e giallo della bandiera del Belgio.

La paura come forma di controllo viene ovviamente utilizzata per ottenere il sostegno pubblico per politiche che danneggiano il benessere pubblico, la sicurezza e i diritti fondamentali, troppo preziosi da perdere – con il fasullo pretesto di garantire una maggiore sicurezza.

In un articolo precedente ho spiegato come la possibilità di essere colpiti da un fulmine sia molto maggiore di quella di diventare una vittima di un attacco terroristico.

La morte per incidente d’auto, per malattie prevenibili, per violenze in casa, peralcolismo o per l’uso eccessivo di droghe legali nocive è infinitamente superiore – fatti che si ignorano se si vuole pubblicizzare il terrore.

Il terrorismo sponsorizzato dallo Stato definisce la politica statunitense da lunga data. Le persone sono manipolate ad ignorare le verità scomode.

Il defunto Howard Zinn, una volta chiese “Come si può fare guerra al terrorismo se la guerra è terrorismo?” Fare la guerra al terrorismo “consente al governo di portare avanti una guerra perpetua in una atmosfera di repressione”.

“Di perpetuo genera anche profitti per le aziende giuste. Ma rende il mondo un posto di gran lunga più instabile e pericoloso. ”

“Il terrorismo ha sostituito il comunismo come perno per la militarizzazione di un paese, all’estero con le “missioni di pace”, in casa grazie alla soppressione delle liberta` civili.”

Dalla seconda guerra mondiale, “non c’è stata una nazione più bellicose degli Stati Uniti. I governi sono terroristi su larga scala. ”

Nessuno nella storia e` stato piu` bellicoso degli americani. Guerre senza fine, che hanno coinvolto, per la maggior parte, innocenti. Grazie a questa sponsorizzazione della paura si giustifica l’ingiustificabile.

Fonte

IL ONE WORLD TRADE CENTER DI NEW YORK SI ILLUMINA DEI COLORI SBAGLIATI MENTRE IL MONDO PIANGE LE VITTIME DEGLI ATTENTATI DI BRUXELLES

32798A5100000578-3505434-image-a-20_1458697751656

Il One World Trade Center sembra essere illuminato con i colori sbagliati rispetto alla bandiera del Belgio, nera gialla e rossa.

La punta del grattacielo è stato illuminata di blu, bianco e rosso.

Il governatore di New York Andrew Cuomo ha annunciato Martedì che il One World Trade sarebbe stato adornato con i colori della bandiera belga, in una dimostrazione di sostegno per il Belgio.

‘Stasera, il One World Trade Center verrà colorato di nero, giallo e rosso, per dimostrare la nostra solidarieta` al popolo belga, così come hanno fatto per noi in passato.

‘Ci uniamo al lutto mondiale per le vittime di questi attacchi e rimaniamo impegnati a creare un mondo più giusto e pacifico.’

Non appena le immagini del One World Trade Center sono state twittate, e` apparso evidente a tutti l’errore cromatico.

Fonte

LA CNN MANDA IN ONDA UN VIDEO DEL 2011 SOSTENENDO CHE SI TRATTASSE DEGLI ATTACCHI A BRUXELLES

Con la pretesa di avere filmati CCTV degli attacchi di martedì a Bruxelles, la CNN ha mandato in onda una clip di una scena caotica in metropolitana con gente che fuggiva in mezzo al fumo.

Citando l’inesistente fonte twitter @OnlinMagazine, la CNN ha mostrato un video in loop di persone che freneticamente tentano di sfuggire da una metropolitana in fiamme.

UN MORMONE AMERICANO SOPRAVVISSUTO AGLI ATTACCHI DI BRUXELLES, BOSTON E PARIGI

Il missionario mormone Mason Wells, 19, è sopravvissuto al suo terzo attacco terroristico

Mason era a Parigi l’anno scorso durante gli attacchi e ad un isolato di distanza dal traguardo della maratona di Boston durante i bombardamenti

L’adolescente si e` rotto il tendine d’Achille, ha avuto lesioni da schegge e ustioni di secondo e terzo grado sul viso e sulle mani.

Nonostante le sue ferite, i suoi genitori hanno detto che è di buon umore e prevedono un pieno recupero

Il Dipartimento di Stato ha detto, Mercoledì, che almeno 12 americani sono stati feriti negli attacchi

Fonte

UN INSEGNANTE RICEVE LA VISITA DELLA POLIZIA DOPO AVER TWITTATO DEL BAMBINO MUSULMANO CHE HA CELEBRATO GLI ATTACCHI DI BRUXELLES

px1mbcB

LA TSA AUMENTA LE MISURE DI SICUREZZA, METTENDO IN GUARDIA CONTRO I LONE WOLVES

La Transportation Security Administration (TSA) sta aumentando le misure di sicurezza nei principali aeroporti degli Stati Uniti e stazioni di transito a seguito degli attacchi terroristici di Bruxelles, con i funzionari che etichettano la mossa come una precauzione, che allo stesso tempo ci permette di metterci in guardia contro nuovi attentatori solitari.

Il segretario del Department of Homeland Security Jeh Johnson ha sottolineato in una dichiarazione “non c’è nessuna informazione specifica e credibile che via sia un complotto per condurre attacchi simili negli Stati Uniti, ma la minaccia di un nuovo attacco terroristico e` tangibile.

“Siamo molto concentrati sulla minaccia rappresentata da terroristi solitari che possono non essere direttamente collegati ad una organizzazione terroristica straniera”, ha detto Johnson. “Siamo preoccupati che tali individui o piccoli gruppi radicali possano effettuare un attacco in patria.”

La TSA sta coordinando con le autorità locali e le forze dell’ordine un piano per garantire maggiore sicurezza nei principali aeroporti, così come in alcune stazioni ferroviarie e di transito.

Johnson ha chiesto al pubblico di rimanere vigile e segnalare eventuali attività sospette all’FBI. Inoltre ha incoraggiato tutti i cittadini statunitensi in Belgio di contattare i propri cari attraverso i social media, dal momento che l’uso del cellulare potrebbe essere limitato.

“Come ho già detto molte volte, ‘Se vedi qualcosa, di’ qualcosa ‘è più di uno slogan,”, ha affermato Johnson.

Più di due dozzine di persone sono state uccise e almeno 100 sono rimaste ferite a seguito di una serie di attacchi terroristici coordinati mirati all’aeroporto di Zaventem e ad una stazione della metropolitana a Bruxelles. Lo Stato islamico in Iraq e Siria (ISIS) ha rivendicato la responsabilità per le esplosioni.

Un certo numero di autorità dei trasporti degli Stati Uniti, compresa la Washington Metropolitan Area, ha annunciato di aver rinforzato il sistema di sicurezza nelle ore successive all’attentato.

Johnson ha detto che la TSA e l’U.S. Customs and Border Protection hanno già sistemi per identificare e tracciare individui sospetti in viaggio dal Belgio. Ha inoltre indicato che vi sono altre misure di sicurezza in vigore che sono “non adatte alla divulgazione pubblica.”

Leggi di più

UTENTI CRITICANO TWITTER PERCHE` CENSURA L’HASHTAG #StopIslam

‘Gli utenti di Twitter stanno sostenendo che la piattaforma censuri l’hashtag #StopIslam dopo gli attacchi terroristici a Bruxelles.

Gli ut

enti twittato con il tag per esprimere la loro frustrazione riguardo un altro attacco terroristico, e l’hashtag ha generato una grande ondata di tweets provenienti da tutto il mondo. ‘

Fonte

ERDOGAN SAPEVA DEGLI ATTACCHI A BRUXELLES?

Fonte

 

Gli attacchi a Parigi vennero predetti dall’Economist?

Nel mese di gennaio il The Economist ha pubblicato una copertina dal titolo criptico “The World in 2015” caratterizzata da diverse immagini enigmatiche. Che abbia previsto entrambi gli attacchi terroristici avvenuti a Parigi nel 2015? Vediamo…

Sulla scia dei attacchi terribili di Parigi che sono costati la vita ad (almeno) 150 persone innocenti,  mi sono subito ricordato di una specifica copertina del The Economist.

L’8 gennaio 2015, ho pubblicato un articolo su tale copertina…è piena di simboli criptici e fosche previsioni. In effetti, la copertina della rivista contiene diverse immagini strane e sinistre che sembravano annunciare un anno piuttosto violento. Considerando il fatto che il The Economist è in parte di proprietà della famiglia di banchieri Rothschild inglesi e che il suo redattore capo, John Micklethwait, frequenta le conferenze del Bilderberg, si dovrebbe prestare attenzione a questi avvertimenti.

economist_magazine_jan2015

Probabilmente la parte più enigmatica della copertura è in basso a destra dove si vedono due frecce con numeri misteriosi, un mucchio di terra e un vecchio dipinto.

dirt

Guardando indietro a quello che è successo quest’anno, questa porzione della copertina diventa piuttosto preoccupante. E’ un po’ troppo profetica.

In primo luogo, il dipinto accanto alle frecce è di Leonardo Da Vinci, La Belle Ferronière. Il dipinto si trova attualmente al Louvre, a Parigi.

In secondo luogo, i numeri sulle due frecce sono 11.5 e 11.3. I due attacchi terroristici di Parigi del 2015 si sono verificati il 5/1/15 (Charlie Hebdo) e il 13/11/15. Le cifre sulle frecce possono quindi essere riorganizzate per formare entrambe le date. Se si vuole andare più a fondo nella numerologia cabalistica, entrambe le date sommate formano il numero 12 (1 + 5 + 1 + 5 e 1 + 1 + 1 + 3 + 1 + 5).

E’ possibile notare, dietro ad Alice, un pallone da calcio, un probabile riferimento all’amichevole Francia-Germania, in diretta internazionale. La partita e’ stata interrotta a causa degli attacchi.

france-germany

2E6CBCDB00000578-3317836-A_French_couple_stand_together_inside_the_Stade_de_France_after_-a-61_1447459227212

Le masse distolgono lo sguardo dalla partita e fissano attonite l’orrore

Entrambi gli attacchi sono stati rivendicati da gruppi terroristici islamici: Al Qaeda e ISIS. Nella copertina dell’Economist vediamo un soldato dell’Isis con un fucile in mano.

cover1

La maggior parte delle vittime parigine sono state giustiziate da fucili Kalashnikov. Il terrorista è circondato da quelle che sembrano essere macchie di sangue.

La copertina mostra anche il presidente francese François Hollande … mentre guarda da un’altra parte.

Come ho detto nel mio articolo ISIS: Una creazione della CIA per giustificare la guerra all’estero e repressione in territorio americano, ho pochi dubbi che l’ISIS venga utilizzata come strumento per promuovere l’Agenda dell’elite occulta tra cui: Invadere la Siria e giustificare le misure di sorveglianza draconiane e da stato di polizia in Occidente.

Guardiamo agli effetti concreti provocati dall’ISIS quest’anno.

-Giustificare l’invasione della Siria, distruggendo infine il suo status di forza regionale
-Accelerare l’esodo di massa dei siriani verso l’Occidente
-Aprire le porte ai rifugiati siriani in tutto il mondo occidentale.
-Causare panico diffuso nel mondo occidentale con l’attacco terroristico a Parigi in modo da giustificare maggiore monitoraggio e controllo dei cittadini.
-Le news gia’ ci dicono che uno dei terroristi aveva un passaporto siriano e che Hollande sta prendendo in considerazione gli attacchi come un atto di guerra.

In breve, dopo aver costretto con il rimorso, il mondo, ad accogliere migliaia di profughi siriani in tutto il mondo, un attacco provoca paura, odio e diffidenza verso siriani e musulmani in questi stessi paesi. Le cose stanno per complicarsi.

Perché gli “illuminati” farebbero di proposito una cosa talmente orribile? Beh, il loro motto è Ordo ab Chao … Ordine dal caos.

ordo_ab_chao

Fonte

La copertina dell’Economist “World in 2015”: una miscela di simbolismo criptico e terribili predizioni

L’importante rivista The Economist ha pubblicato una edizione speciale chiamata “The World in 2015”. Sulla copertina ci sono delle immagini strane: un fungo atomico, la Federal Reserve in un gioco chiamato “Panic” e molto altro.

leadeconomist

Normalmente non dedico un intero articolo all’analisi di una copertina, ma, in questo caso, non si tratta di una pubblicazione qualsiasi. E’ contenuta nel The Economist ed è direttamente correlata all’elite mondiale. E’, in parte, di proprietà della famiglia di banchieri Rothschild inglesi e del suo redattore capo, John Micklethwait, il quale ha partecipato più volte alla Conferenza Bilderberg – la riunione segreta in cui le figure più potenti del mondo, dal mondo della politica, della finanza aziendale e dei media discutono di politiche globali. Il risultato di questi incontri è totalmente segreto. E’ quindi giusto dire che chi lavora al The Economist sa cose che la maggior parte di noi ignora. Per questo motivo, la “previsione per il 2015” contenuta nella copertina è piuttosto sconcertante.

La tetra e cupa copertina mostra personalità politiche, personaggi di fantasia e icone della cultura pop che sicuramente faranno notizia nel 2015. Tuttavia, la cosa più importante, è la presenza di una serie di immaginari estremamente simbolici i quali alludono a concetti importanti e ad eventi mondiali. Ecco la copertina:

economist_magazine_jan2015

A prima vista, notiamo personaggi politici come Obama e Putin, riferimenti alla Rugby Cup e il nuovo film di Spider-Man. Ma uno sguardo più attento rivela una pletora di concetti importanti. Eccone alcuni.

IL GLOBO A DUE FACCE

world

Un lato del globo guarda stoicamente verso l’Occidente, mentre l’altro lato appare iracondo. Rappresenta forse un confronto tra l’Oriente e l’Occidente? La copertina presenta un paio di altri simboli che si riferiscono alla “rivolta dell’Oriente”. Ciò che inquieta di più tuttavia, è che immediatamente sotto quel globo arrabbiato vi sono raffigurati un fungo atomico e il lancio di un satellite spia nello spazio.

mushroom

Sorveglianza Hi-tech e guerra nucleare. Il The Economist non è molto positivo

IL COLORE DEI VOLTI

Date un’occhiata più da vicino ai volti dei personaggi presenti sulla copertina. Alcuni sono a colori e altri sono in bianco e nero. Perché?

faces

Tra quelli in bianco e nero vi sono Putin, la Merkel, Obama, Hillary Clinton, David Cameron, Hollande e Renzi. Tra quelli a colori vediamo David Blaine, un giovane con in mano uno striscione recante la scritta “Singapore” (a Singapore si terranno i South Asian Games nel 2015). Un altro ragazzo indossa dispositivi per la realtà virtuale. Una rapida raccolta di questi dati rivela che quelli in bianco e nero sembrano essere parte dell’elite (compreso il ragazzo dell’ISIS che probabilmente lavora per loro) e quelli di colore sono “estranei”. È così che l’elite percepisce il mondo?

IL PIFFERAIO MAGICO

piper2

La presenza del Pifferaio Magico su questa copertina “del 2015” è decisamente inquietante. Il Pifferaio di Hamelin è una leggenda tedesca basata su un uomo che utilizzava il suo flauto magico per portare via i bambini dalla città di Hamelin.

800px-Pied_Piper2-e1420662741656

Il pifferaio magico conduce i bambini fuori da Hamelin. Illustrazione di Robert Browning “The Pied Piper of Hamelin

Questa figura folkloristica risalente al Medioevo si dice rappresenti la massiccia morte per peste e catastrofi, o a causa di un movimento di massiccia immigrazione. E’ inoltre una perfetta rappresentazione di come gli odierni giovani vengano “attirati” e disorientati dalla “musica” dei mass media. In maniera quasi scontata possiamo vedere un ragazzino proprio sotto il flauto del Pifferaio.

IL RAGAZZO INETTO

boy

Proprio sotto il pifferaio magico si vede un ragazzo con uno sguardo sbalordito. Sta guardando un gioco chiamato “Panic”. Le parole “Federal Reserve” e “Chi” (che probabilmente sta per China) sono in cima, mentre le parole “luce verde” e “sis!” (Che probabilmente stanno per “Iside” o “crisi”) sono sul fondo. Questo ragazzino guarda imperterrito lo svolgersi del gioco come le masse impotenti vengono a conoscenza degli eventi tramite i mass media. L’obiettivo finale del gioco è quello di causare panico in tutto il mondo attraverso delle crisi generate casualmente da coloro che controllano il gioco. Ricordo che si tratta di una copertina di una rivista Rothschild.

CROP-O-DUST

Untitled-1

Di fronte a Putin vi è un piccolo elicottero su cui è scritto Crop-O-Dust. Sembra far riferimento a  “quel processo di irrorazione delle colture con insetticidi in polvere o fungicidi da un aereo.” Proprio sotto l’elicottero c’è un ragazzino che sta mangiando. Inquietante.

kid

Seduto proprio sotto l’elicottero, questo bambino sta mangiando un pacchetto di noodles pesantemente lavorato. Sta ingurgitando il veleno diffuso dal velivolo?

CINA

china-e1420664430567

Un panda indossa una bandiera della Cina – mentre flette i muscoli, è un modo piuttosto chiaro per mostrare come la Cina stia guadagnando potere. Accanto ad essa c’è un lottatore di sumo in possesso di un grande batteria in cui le polarità (+ e -) sono chiaramente indicate. Sta alludendo a uno switch nella polarità delle potenze mondiali da Ovest ad Est?

IL FANTASMA

ghost

Da dietro la gamba di Obama vediamo emergere un fantasma che legge una rivista dal titolo “Holiday”. Perché questo fantasma, che rappresenta una persona morta, sta pianificando una vacanza? Significa forse che le masse saranno così impoverite da poter pensare alle vacanze solo una volta morte? Potrebbe rapportarsi alle innumerevoli persone che sono morte in viaggio negli ultimi mesi? Sconcertante.

LA TARTARUGA

turtle

In piedi di fronte a tutto il resto, guardandoci fissi vi è una tartaruga con delle linee che ne circondano il guscio. Cosa rappresenta? Ci sarà un grande aumento delle tartarughe nel 2015? Probabilmente no.

Una tartaruga arrabbiata è il simbolo della Fabian Society, un’organizzazione estremamente potente che ha lavorato per oltre un secolo verso la formazione di un unico governo mondiale.

when-i-strike-i-strike-hard

Il motto della Fabian Society è “Quando colpisco, colpisco duro”.

La filosofia dietro il socialismo Fabiano è fondamentalmente il modello di quello che oggi chiamiamo il Nuovo Ordine Mondiale.

La Fabian Society è un gruppo molto antico il quale ebbe origine in Inghilterra nel 1884, con lo scopo di formare uno stato unico socialista, globale. Il loro nome deriva dal nome dal generale romano Fabio, che pianificò attentamente le strategie per portare lentamente i suoi nemici alla sconfitta. Il “Socialismo Fabiano” utilizza il cambiamento incrementale per un lungo periodo di tempo in modo da trasformare lentamente uno stato anziché utilizzare una rivoluzione violenta. Si tratta essenzialmente di socialismo occulto. Il loro stemma originale era uno scudo con un lupo travestito da agnello in possesso di una bandiera con le lettere FS. Oggi il simbolo internazionale della Fabian Society è una tartaruga, con il seguente motto: “Quando colpisco, colpisco duro.”
– La Fabian Society, The Weather Eye

La Fabian Society sosteneva apertamente una società scientificamente programmata e l’eugenetica attraverso la sterilizzazione. Il suo logo originale era un lupo travestito da agnello … non credo tuttavia fosse il modo migliore per nascondere il lupo alle masse.

Fabian_Society_Logo

Il logo originale della Fabian Society

Portare avanti un sistema globale attraverso piccoli cambiamenti incrementali è esattamente ciò che l’elite mondiale sta facendo. Questo è probabilmente il motivo per cui c’è una tartaruga arrabbiata sulla copertina di questa pubblicazione Bilderberg friendly.

11.3 E 11.5

dirt

La parte in basso a destra della copertina presenta alcuni simboli più criptici. C’è un mucchio di immondizia a terra e due frecce in cui leggiamo 11,5 e 11,3. Si tratta di date da ricordare? Perché sono vicino ad un mucchio di immondizia? Se si guarda a queste figure come a coordinate, puntano da qualche parte in Nigeria. In altre parole, la presenza di 11,5 e 11,3 è un po’ inquietante, soprattutto considerando il fatto che chi ha fatto la copertina non ha voluto far capire alla gente di cosa stesse realmente parlando.

In piedi di fronte alla spazzatura vi è Alice nel paese delle meraviglie, la quale sta guardando in alto verso lo stregatto.

cat

Questo iconico gatto è noto per scomparire del tutto, lasciando visibile solo il suo inquietante sorriso. Abbiamo quindi un’altra allusione ad un mondo di fantasia, illusione e inganno, percepito da Alice – le masse. Insieme all’inclusione piuttosto inutile di David Blaine – il mago – la copertina mescola eventi del mondo reale con simboli che alludono all’inganno.

Altri simboli di rilievo su questa copertina sono un salvadanaio volante che esce dalle tasche di James Cameron; Un modello che porta una creazione di Alexander McQueen (stilista preferito della elite che morì in circostanze strane) e un ufficiale asiatica che porta una maschera per proteggerla da una malattia mortale.

Il 2015 sembra proprio fantastico!

CONCLUSIONE

L’Economist non è un giornaletto che pubblica eccentriche previsioni sul 2015 per vendere una manciata di copie in più. E’ collegato direttamente a coloro che danno forma alle politiche globali e che ne garantiscono l’attuazione. Il giornale è in parte proprietà della famiglia di banchieri Rothschild di Inghilterra e il suo editore partecipa regolarmente alle riunioni del Bilderberg. In altre parole, The Economist è collegato a coloro che hanno i mezzi e il potere per fare “predizioni” della realtà.

La copertina della rivista riflette essenzialmente l’Agenda globale delle élite ed è disseminata di simboli criptici che sembrano essere inclusi per “coloro che sanno”. E le masse, come Alice guarderanno lo stregatto scomparire, rimanendo confuse dalle illusioni, mentre il lupo travestito da agnello colpirà … e colpirà duro.

Fonte