Archivi Blog

Snapchat per il Pride Month: Il filtro “Love Has No Age” e` pura promozione della pedofilia

Una società tecnologica  ha fatto una mossa inquietante durante il “Pride Month” promosso dalla sinistra mondiale.

Per Snapchat, il gruppo LGBTQ dovrebbe includere anche i pedofili. Nella campagna per “Love Has No Labels” (L’amore non ha etichette) di Snapchat, una delle opzioni era un filtro “Love has no age” (L’amore non ha eta`). Mentre questo filtro sembra essere stato bloccato il 3 giugno, i conservatori su Twitter hanno denunciato la vicenda nel weekend del 1-2 giugno. L’utente di Twitter Ashley St. Clair ha pubblicato un video di se stessa con il filtro “Love has no age”.

Il filtro aveva diverse opzioni tra cui l’amore non ha gender, razza o religione, come parte del Pride Month, scatenato con furore dai social media. L’opzione “eta`” tuttavia non ha senso, a meno che non si intendesse giustificare la pedofilia.

Big League Politics ha riferito che “i pedofili continuano ad insistere al fine di unirsi ai ranghi dell’accettazione concessa alla comunità LGBT”. Nelle notizie, i bambini vestiti da drag queen hanno fatto notizia dalla NBC all’Huffington Post.

L’amore ha un’età, e nel mondo occidentale e` regolata da leggi simili. Qualunque cosa al di sotto di quell’età è considerata stupro. In generale, se vi sono coinvolti adulti di una certa` eta`, si va sul penale.

Snapchat è un’app progettata per gli adolescenti. Il 90 percento dei 190 milioni di utenti giornalieri dell’azienda oscilla tra i 13 e i 24 anni. L’azienda è una delle poche piattaforme di social media che stabilisce un’età minima di 13 anni in conformità con la legge sulla protezione della privacy online dei bambini (COPPA).

Snapchat, ha la reputazione di permettere l’accesso ai pedofili sull’app. Fortune ha riferito nel 2017 che i messaggi che si auto cancellano sono il marchio di Snapchat e cio` rende piu` facile per i pedopornografi sfruttare le loro vittime. Il 41% delle vittime minorenni è stato preso di mira tramite Snapchat nel 2016.

Fonte

Google vince la causa, potra` continuare a utilizzare la tecnologia di riconoscimento facciale sugli utenti senza consenso

Un giudice federale ha respinto una causa che affermava che l’uso non consensuale della tecnologia di riconoscimento facciale di Google viola i diritti alla privacy degli utenti, consentendo al gigante della tecnologia di continuare a scannerizzare e memorizzare i propri dati biometrici.


La causa, presentata nel 2016, ha affermato che Google ha violato la legge dello stato dell’Illinois raccogliendo dati biometrici – biologicamente unici per gli utenti come le impronte digitali – senza il loro consenso. I dati sono stati raccolti dalle loro immagini memorizzate su Google Foto.

I querelanti volevano più di $ 5 milioni di danni per “centinaia di migliaia” di utenti colpiti, sostenendo che la scansione non autorizzata dei loro volti era una violazione dell’Irish Biometric Information Privacy Act, che bandisce completamente la raccolta di informazioni biometriche senza consenso.

Google ha replicato che i querelanti non avevano diritto ad alcun risarcimento, in quanto non erano stati danneggiati dalla raccolta dei dati. Sabato, il giudice distrettuale degli Stati Uniti, Edmond E. Chang, si è schierato dalla parte del gigante della tecnologia, dichiarando che i querelanti non avevano subito alcun “danno concreto” e ha respinto la causa.

Oltre a consentire a Google di continuare la pratica, la sentenza potrebbe avere implicazioni per altri casi pendenti contro Facebook e Snapchat. Entrambe le società sono attualmente citate in giudizio per aver violato le stesse regole del caso in Illinois.

Tra il crescente allarme degli attivisti della privacy, la scansione biometrica è diventata sempre più onnipresente negli ultimi anni. La tecnologia è stata dispiegata negli aeroporti americani, nelle ferrovie russe e dalla polizia britannica, nonostante sia inaffidabile e non regolamentata nella maggior parte delle giurisdizioni.

Il riconoscimento facciale può essere utilizzato per identificare i volti nelle folle dai filmati CCTV, tenere traccia dei movimenti delle persone sulle reti di trasporto pubblico e monitorare i luoghi pubblici per i criminali ricercati. In Irlanda, la tecnologia viene utilizzata in maniera meno orwelliana, dove viene usata per monitorare le mungiture delle mucche da latte.

Fonte

Kevin Spacey: Le recenti accuse di violenze sessuali confermate da un video

Secondo quanto riportato da un rapporto investigativo della polizia di stato del Massachusetts, il caso di violenza sessuale nei confronti dell’attore Kevin Spacey include un video di Snapchat in cui possiamo vederlo toccare la parte anteriore dei pantaloni della presunta vittima.

Spacey sta affrontando un indecente caso di aggressione per aver presumibilmente molestato il figlio adolescente della giornalista WCVB Heather Unruh in un bar di Nantucket nel 2016.

Il rapporto della polizia di stato, che è stato archiviato con una denuncia penale nel tribunale distrettuale di Nantucket, fornisce il primo resoconto dettagliato delle presunte azioni di Spacey al bar e ristorante The Club Car due anni e mezzo fa. E include la prima dichiarazione ufficiale riguardante prove documentali di Spacey che tocca il figlio della Unruh.

“[Il figlio della Unruh] ha detto che l’intera faccenda è imbarazzante e non ha subito un profondo effetto emotivo “. [Ne ha parlato con i suoi amici e fa battute sull’argomento perche` e` il suo modo di far fronte alla vicenda », ha scritto nel suo rapporto il poliziotto Gerald F. Donovan, anche se la famiglia crede che questo possa essere un meccanismo di adattamento al problema. “[Ha] chiamato la polizia perché non vuole che quello che gli e` successo capiti a nessun altro”.

Spacey non ha potuto essere immediatamente raggiunto attraverso il numero di telefono elencato sulla documentazione della corte. MassLive ha contattato il suo avvocato Bryan Freedman per un commento.

Il reclamo penale è stato emesso contro Spacey il 20 dicembre ed è in programma l’udienza il 7 gennaio ala Nantucket District Court.

L’accusa arriva un anno dopo che Unruh ha pubblicamente accusato Spacey di aver aggredito suo figlio. Nel corso di una conferenza stampa televisiva di 30 minuti, Unruh ha detto che Spacey ha fatto ubriacare il suo figlio 18enne al ristorante Club Car a Nantucket nel luglio del 2016 e ha messo la sua mano nei pantaloni del figlio.

“Kevin Spacey gli ha comprato da bere costantemente e quando mio figlio era ubriaco, Spacey ha fatto la sua mossa aggredendolo sessualmente”, ha detto durante la conferenza stampa.

Secondo la denuncia penale, il figlio della Unruh ha riferito per la prima volta l’assalto alla polizia di Nantucket il 31 ottobre 2016 – ben prima che altre accuse contro Spacey venissero divulgate pubblicamente. Il dipartimento di polizia di Nantucket riferì tutte le domande sul caso all’ufficio del procuratore distrettuale di Cape & Islands. MassLive ha contattato l’ufficio del procuratore distrettuale per ulteriori informazioni sul rapporto iniziale.

L’indagine non è andata avanti fino a più di un anno dopo, quando la presunta vittima ha parlato con la Polizia di Stato del Massachusetts il 22 novembre 2017. Ha detto alla polizia di stato che il 7 luglio 2016 lavorava come autista di autobus al Club Car . La voce si diffuse rapidamente tra il personale che Spacey avrebbe dovuto visitare il ristorante quella sera. Alla fine del suo turno, ha chiesto a uno dei suoi colleghi di presentarlo all’attore.

Il figlio della Unruh e Spacey iniziarono a chiacchierare; Spacey disse al diciottenne che il suo cane si chiamava Boston, e il figlio della Unruh disse a Spacey che studiava economia all’università. A un certo punto, il figlio della Unruh disse a Spacey che aveva 23 anni, secondo il rapporto che ha dato alla polizia.

Spacey allora si offrì di comprargli da bere, disse il figlio della Unruh alla Polizia di Stato.

“I drink arrivarono costantemente per tutta la sera. Le cose hanno cominciato a diventare un po ‘confuse quando il ragazzo e Spacey sono andati al piano “, ha scritto Donovan nel suo rapporto. “Il giovane uomo ha detto che aveva bevuto almeno quattro o cinque birre e Spacey disse che era ora di passare al whiskey. “.

Iniziarono a cantare canzoni al piano, ha detto alla polizia. Il giovane ha detto di aver parlato a Spacey della sua fidanzata, che frequentava da cinque mesi, al punto in cui Spacey disse di smetterla di mandare sms e iniziar ea parlare delle dimensioni del suo pene.

“[Il figlio della Unruh] ha detto che non sapeva come rispondere a questa domanda”

Intorno all’una, andarono fuori a fumare una sigaretta. Spacey avrebbe chiesto al figlio di Unruh di tornare alla casa in cui si trovava – una richiesta che la presunta vittima ha detto alla polizia di aver negato a causa del precedente commento sessuale di Spacey.

“[Il figlio di Unruh] ha detto di aver visto quel commento come un chiaro segnale di avvertimento e non voleva tornare a casa di Spacey”, ha scritto Donovan.

Il ragazzo ha detto alla polizia che era a disagio e ha respinto le richieste multiple di Spacey di tornare a casa con lui. Tutto quello che voleva era una foto con l’attore, il figlio di Unruh ha detto alla polizia.

Quando sono tornati dentro, Spacey presumibilmente lo ha aggredito sessualmente. Spacey avrebbe iniziato ad accarezzarli la coscia mentre si trovava in mezzo a una folla di persone attorno al pianoforte. Il giovane ha detto alla polizia che Spacey, quindi gli ha slacciato i pantaloni e lo ha toccato senza consenso.

“[Il figlio della Unruh] non sapeva cosa fare. Non voleva avere problemi nel suo lavoro “, “Sapeva di aver solo 18 anni, e che non avrebbe dovuto bere al lavoro.”

Il ragazzo ha detto alla polizia che né lui né Spacey hanno parlato mentre l’attore lo toccava. L’adolescente ha detto alla polizia che ha tentato di spostarsi, ma Spacey ha continuato a scendere con la mano nei suoi pantaloni. Il giovane non se ne ando` dicendo che la stanza era super affollata.

Il figlio della Unruh ha detto alla Polizia di Stato che, mentre il presunto assalto continuo` per diversi minuti, ha fatto un video con Snapchat di Spacey che lo toccava per dimostrare cosa era successo e lo ha inviato alla sua ragazza.

La fidanzata ha parlato con la polizia di stato e ha detto che aveva ricevuto un video con Spacey che toccava la parte anteriore dei pantaloni del suo ragazzo..

Il giovane ha detto alla polizia che quando Spacey è andato in bagno, ha parlato con un’altra donna nel ristorante e le ha detto che credeva che Spacey stesse cercando di aggredirlo. Poi se ne andò e corse di nuovo a casa sua da ubriaco, dove disse a sua sorella cosa era successo. Sua sorella ha confermato alla polizia di stato che le aveva detto dell’incidente, descrivendolo come “stupro”.

Mentre il figlio della Unruh ha detto a Donovan che l’incidente non lo ha seriamente colpito, sua sorella ha detto di sospettare che si tratti di un “meccanismo di coping”.

“Lo ha notato da quando il comportamento di [suo fratello] in casa e` decisamente; più tranquillo del solito “, scrisse Donovan.

Il giorno dopo, la Unruh gli disse di chiamare la polizia, ma ritardò perché non voleva mettere nei guai nesssuno al bar.

La polizia di stato ha intervistato diversi membri dello staff del Club car. Nessuno ha detto di aver assistito ad un assalto. Due dissero che si ricordavano che il giovane e Spacey furono insieme durante il corso della serata, e uno ricorda che appariva “pallido, vuoto e un po ‘spaventato” dopo che “qualcosa era successo” quella notte.

Nello stesso giorno in cui la notizia e` uscita, Spacey ha pubblicato un video surreale sul suo canale Youtube. Parlando direttamente alla telecamera, Spacey ha rilasciato un monologo interpretando il ruolo del suo ex personaggio in “House of Cards” Frank Underwood – il ruolo da cui è stato licenziato dopo le accuse di cattiva condotta sessuale contro di lui sono state rese pubbliche nel 2017.

“Ma non crederesti al ​​peggio senza prove, vero? Non avresti fretta di giudicare senza fatti, vero? Dice Spacey nel video.

Spacey è stato accusato di cattiva condotta sessuale da oltre una dozzina di uomini l’anno scorso, quando il movimento Me Too ha scatenato un’ondata di accuse sepolte da tempo contro celebrità, uomini d’affari e personalità dei media. Fu inizialmente accusato pubblicamente dall’attore Anthony Rapp, che disse che Spacey gli aveva fatto avances sessuali nel 1986, quando Rapp aveva 14 anni.

Spacey è stato licenziato dal ruolo principale nel dramma politico di Netflix “House of Cards” ed è stato eliminato dal film “All the Money in the World”.

Fonte