Archivi Blog

Scienza Proibita: Dio Contro Darwin (Il paradosso dell’intollerante tolleranza)

Tutti i sistemi politici hanno il loro lessico di eufemismi, “parole d’ordine” che sono usate per distorcere i significati e manipolare le percezioni. Per la sinistra (comunisti / progressisti), una delle parole più comunemente usate è l’appello egoistico alla “tolleranza”. Ciò che la sinistra intende veramente con “tolleranza”, è che tutti gli altri debbano accettare, o almeno prendere in considerazione, qualunque follia voglia promuovere la Sinistra.

Indipendentemente dalla nostra personale opinione, dobbiamo essere tutti:

“Tolleranti”; nei confronti degli uomini che “sposano” uomini e adottano figli (altrimenti siamo “omofobi”).

“Tolleranti”; nei confronti di milioni di immigranti illegali che si riversano nel paese (altrimenti siamo “xenofobi”).

“Tolleranti”; nei confronti della manifesta incompetenza e radicalismo del presidente Barack Obama (altrimenti siamo “razzisti”).

“Tolleranti”; nei confronti delle persone che mutilano i loro genitali e si vestono come il sesso opposto (altrimenti siamo ‘transfobi’).

L’elenco delle richieste di tolleranza è infinito. Un altro eufemismo liberale è la “libertà accademica”; con la quale i professori di sinistra possono insegnare il puro marxismo inalterato ai loro studenti universitari. Va bene qualsiasi cosa, tranne che per l’insegnamento e la diffusione di qualsiasi idea che contraddica la visione del mondo “progressista”.

Ironia della sorte, è stato quel super eroe della scienza teoretica, l’agnostico Albert Einstein che ha detto:

“Il bigottismo del non credente è per me quasi divertente quanto il fanatismo del credente.”

Da nessuna parte questa ipocrita intolleranza è più evidente quando si parla di Evoluzione. In un’inversione ironica del Butler Act che ha portato allo Scopes Monkey Trial, oggi non c’è quasi un consiglio scolastico in America che possa consentire qualsiasi opinione che metta in discussione la supremazia darwiniana. Una scuola che consenta una visione critica di San. Darwin si ritroverà nella croce legale dell’ACLU, la stessa banda che ha organizzato lo Scopes Trial, che avrebbe dovuto riguardare la “libertà accademica”.

KITZMILLER vs CONSIGLIO SCOLASTICO DI DOVER

Nel 2005, l’ACLU ha denunciato un caso in Pennsylvania che ha costretto il consiglio scolastico di Dover a rimuovere ogni riferimento rispetto alla possibilità di un Design Intelligente. Nel giudicare a favore degli atei che vietarono il libro, il giudice ha decretato che il Design Intelligente non era una teoria valida e qualsiasi menzione di esso viola la Costituzione.
La decisione ha eliminato una policy che richiedeva agli insegnanti di scienze delle scuole superiori di presentare il Disegno Intelligente come solo una possibile alternativa all’evoluzione. Il “tollerante” giudice ha stabilito:

“L’incredibile stupidità del Consiglio su questa decisione è evidente se considerata contro lo scenario reale che è stato completamente rivelato attraverso questo processo: gli studenti, i genitori e gli insegnanti del Distretto scolastico di Dover non meritano di essere trascinati in questo vortice legale, con il conseguente spreco totale di risorse monetarie e personali “.

Vostro Disonore, che cosa è esattamente “incredibilmente stupido” riguardo alla semplice messa in discussione della premessa del Big Bang, del Big Blend, del Brodo Primordiale, del DNA auto-formante con un imperfetto registro geologico a sostenerlo?

E per quanto riguarda il tuo reclamo su “studenti, genitori e insegnanti” che sono “trascinati in questo vortice legale”, vorrei ricordare a te che sono stati gli atei a dare inizio al frivolo e costoso caso legale, non il Consiglio. Idiota!

LE PROTESTE DEGLI ATEI DELLA EMORY UNIVERSITY CONTRO IL DR. BEN CARSON

Nel 2012, il già citato dott. Benjamin Carson ha avuto un assaggio di quella buona “tolleranza”. Carson era stato invitato alla Emory University per celebrare l’inizio dell’anno scolastico con un discorso. Prima del discorso, quasi 500 professori, studenti e alunni hanno firmato una “lettera di preoccupazione”, esprimendo sgomento per il rifiuto dell’Evoluzione Darwiniana da parte di Carson. La stessa lettera era piena delle solite vecchie fallite logiche e pregiudizi cognitivi che abbiamo esaminato in precedenza :

“Il Dr. Carson sostiene che non ci sono prove per l’evoluzione, che non ci sono fossili di transizione che forniscono prove per l’evoluzione degli esseri umani da un antenato comune con altre scimmie (non solo scimmie – anche larve, alberi, formiche, ecc.)
… .che (non ci sono prove) che l’evoluzione sia un processo interamente casuale, e che la vita è troppo complessa per essere originata dal processo naturale dell’evoluzione. (Sì. Il codice DNA è troppo complesso per apparire in modo casuale)
… .Tutte queste affermazioni non sono corrette. (Dice chi? / Tu SJW?)
… Le prove per l’evoluzione sono schiaccianti: (Certamente!!!)
… i fossili transizionali umani-scimmia vengono scoperti ad un ritmo sempre crescente, (specie di scimmie estinte, nel migliore dei casi.)

… e i processi attraverso i quali gli organismi evolvono nuovi e più complessi piani sono ora noti per essere causati da alterazioni relativamente semplici dell’espressione di un piccolo numero di geni dello sviluppo (solo “ora conosciuti” attraverso la magia della “Biologia teoretica”)
… ..La teoria dell’evoluzione è fortemente supportata come la teoria della gravità.
…… Rifiutare l’evoluzione non tiene conto dell’importanza della scienza e del pensiero critico per la società.

CHI HA DEI DUBBI SULL’EVOLUZIONE NON PUO` ESSERE PRESIDENTE?

Durante un dibattito presidenziale repubblicano televisivo del 2008, il moderatore ha chiesto al candidato John McCain una domanda mai posta prima in un dibattito presidenziale:

Moderatore: “Credi nell’evoluzione?”

Chiaramente scosso dall’inquisitore, McCain rispose con un sorriso nervoso e una parola.

McCain: “Sì”

L’inquisitore poi continua:

Moderatore: “Sono curioso. C’è qualcuno sul palco che non crede nell’evoluzione? ”

Solo tre dei dieci candidati hanno alzato timidamente la mano per confermare la loro imperdonabile eresia. I blogger della sinistra si sono lanciati su Internet per deridere quanto “ignoranti” fossero alcuni dei candidati. Forse il moderatore avrebbe dovuto chiedere: “Credi nel brodo primordiale sovietico con il codice del DNA che ci ha portato casualmente da una ameba all’essere umano”?

Adesso i presidenti devono giurare fedelta` al darwinismo

FRANCIS COLLINS DEVE ANDARSENE!

Francis Collins, è un genetista medico ed ex capo del The Human Genome Project; un progetto di ricerca scientifica internazionale con l’obiettivo di determinare la sequenza di coppie chimiche che costituiscono il DNA umano e di mappare tutti i geni del genoma umano. Collins ha scritto numerosi libri di scienza e DNA, tra cui il suo best seller The Language of God: A Scientist Presents Evidence for Belief, in cui rivela come il suo studio sui codici del DNA lo ha portato ad abbandonare il suo precedente ateismo.

Collins è stato anche eletto all’Istituto di Medicina e all’Accademia Nazionale delle Scienze e ha ricevuto la Medaglia presidenziale della libertà e la Medaglia nazionale della scienza. Quando è stato nominato presidente del NIH (National Institute of Health) nel 2009, le parole di Collins hanno causato “preoccupazione” tra i tolleranti. Ad esempio, il grande scienziato scrisse una volta:

“Ho guidato un consorzio di scienziati per leggere i 3,1 miliardi di lettere del genoma umano, il nostro libro di istruzioni sul DNA. Come credente, vedo il DNA, la molecola dell’informazione di tutti gli esseri viventi, come linguaggio di Dio, e l’eleganza e la complessità del nostro corpo e del resto della natura come riflesso del piano di Dio.

Non ho sempre abbracciato queste prospettive. Come studente laureato in chimica fisica negli anni ’70, ero ateo, non trovando alcun motivo per postulare l’esistenza di alcuna verità al di fuori della matematica, della fisica e della chimica. ”

Oh MIO DIO! Collins crede in un Essere Intelligente che ha creato il Codice della Vita! Il discorso è stato definito da molti piccoli media liberali come “controverso”, con alcuni che chiedevano che venisse ritirato. Ma Collins è troppo rispettato, anche tra i suoi molti pari atei. Il suo lavoro non sarà in pericolo.

Probabilmente come mossa per proteggere la sua carriera, Collins afferma sorprendentemente che un Dio intelligente ha guidato il processo evolutivo. I “Poteri che sono” a volte arricciano il naso e “tollerano” un “evoluzionista teista”.

BILL NYE CONTRO KEN HAMM

Nel 2014, la celebrita` televisiva e “scienziato”, Bill Nye “the Science Guy”, ha accettato un dibattito pubblico con il creazionista Ken Ham. La sinistra atea ha poi attaccato il loro collega ateo per aver persino accettato di partecipare! È stato affermato che l’accettazione da parte di Nye della sfida ha legittimato Ham, cosa che evidentemente non meritava. Dan Arel della Richard Dawkins Foundation, dal nome del biologo evoluzionista e guru degli atei Richard Dawkins, ha condannato la decisione di Nye:

“Gli scienziati non dovrebbero discutere con i creazionisti. Punto ”

Ham, come anche gli atei furono costretti ad ammettere, surclasso` il signor Nye. Un esasperato Michael Schulson del The Daily Beast lamentava:

“La scorsa notte, è stato facile scegliere l’uomo più intelligente sul palco. Stranamente, era lo stesso uomo che stava sostenendo che la terra ha 6.000 anni.

Nye, nel frattempo, ha speso i tre quarti del dibattito suonando come uno stupido scolaretto, anche se i suoi punti erano scientificamente validi.
Potrebbe essere, signor Schulson, che l’insoddisfacente prestazione di Bill Nye avesse meno a che fare con l’essere un povero discepolo, e più sulle “difficoltà” che si presentano nel tentativo di difendere l’indifendibile?
Questi casi rappresentano solo la “punta dell’iceberg” dell’intolleranza dogmatica degli atei non scientifici. Pensaci, questo stesso libro che stai leggendo non sarebbe mai permesso all’interno di una scuola pubblica americana!

Se l’evoluzione è un “fatto provato”, ci si aspetterebbe che gli atei apprezzino l’opportunità di umiliare gli odiati creazionisti in un forum pubblico. Cosa può essere più facile che discutere per conto di una verità “comprovata”? Invece, corrono e si nascondono.
Questo ci porta alla domanda: perche` gli atei dogmatici sono così dannatamente spaventati?

ANTHONY FLEW: L’ATEO CONVERTITO VIENE PRESO DI MIRA

Anthony Flew era un filosofo inglese il più notevole per il suo lavoro relativo alla filosofia della religione. Nel corso della sua carriera ha insegnato nelle università di Oxford, Aberdeen, Keele e Reading e alla York University di Toronto.
Per gran parte della sua carriera Flew era noto come un forte sostenitore dell’ateismo, sostenendo che si dovrebbe presupporre l’ateismo fino a quando non emerga la prova empirica di un Dio. Nel 2003 è stato uno dei firmatari del Manifesto umanista (ateo). Tuttavia, nel 2004 ha affermato fedeltà al Deismo, più specificamente una credenza nel Dio di Aristotele. Flew ha dichiarato che nel mantenere il suo impegno per tutta la vita nel seguire il percorso delle prove; ora credeva nell’esistenza di Dio.
Ciò che portò principalmente l’ateo Flew, all’età di 80 anni, a riconoscere finalmente l’esistenza di una Suprema Intelligenza Creativa fu il suo studio del DNA. Flew ha anche citato la “complessità integrata” degli organismi viventi come una ragione per il suo improvviso cambiamento di opinione.

Un libro che illustra tutte le sue ragioni per cambiare la sua posizione nei confronti di Dio e`,There is a God: How the World’s Most Notorious Atheist Changed His Mind è stato scritto da Flew in collaborazione con Roy Abraham Varghese. Il libro (e la stessa conversione di Flew) divenne oggetto di polemiche e ridicolo; in seguito a un articolo apparso su The New York Times Magazine in cui si sostiene che Flew aveva rifiutato il lavoro a livello mentale, e che il libro era principalmente opera di Varghese.

Nel 2005, Flew disse a Christianity Today che sebbene non fosse sulla strada per diventare un cristiano, riaffermò il suo Deismo: “Fin dall’inizio della mia vita filosofica ho seguito la politica di Socrate e di Platone: dobbiamo seguire la discussione ovunque essa ci conduce. ”

Alla fine del 2006, Flew si unì ad altri 11 accademici per esortare il governo britannico a insegnare il design intelligente nelle scuole statali.

Nel 2007, Flew ha detto di nuovo che il suo Deismo era il risultato della sua “crescente empatia con l’intuizione di Einstein e di altri noti scienziati che doveva esserci un’Intelligenza dietro la complessità integrata dell’Universo fisico” e “la mia intuizione che l’integrazione della complessità della vita stessa – che è molto più complessa di quella dell’Universo fisico – può essere spiegata solo in termini di una Sorgente Intelligente. ”

Non sorprende che gli ex colleghi e ammiratori di Flew, tra cui Richard Dawkins, lo abbandonarono rapidamente. Prima della sua morte nel 2010, Flew ha denunciato gli intolleranti atei come “bigotti” e ha scritto:

“Sono stato denunciato dai miei compagni non credenti per stupidità, tradimento, senilità e tutto ciò a cui riesci a pensare e nessuno di loro ha letto una parola che io abbia mai scritto.

Dimentica quegli idioti, Anthony. Signor Flew, riposa in pace

 

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (L’intelligente idiota)

Il tuo umile autore ha dimostrato con chiarezza come persino alcuni degli uomini più brillanti nei loro rispettivi campi scientifici siano capaci di alcune delle piu` sorprendenti follie che si possono trovare al di fuori di un manicomio. Cosa spiega questo paradosso?

La risposta più ovvia al paradosso degli Intelligenti idioti è che le università, e persino le scuole superiori, sono diventate infestate dai liberali atei e dai marxisti che mal-educano i loro studenti. Anche se e` certamente vero, che le radici psicologiche di casi così gravi di Fallacie e Bias logici cognitivi sono molto più profonde delle cause intellettuali superficiali.
Ripercorriamo la progressione da bambino a uomo di un tipico Intelligente Idiota. Cerchiamo di usare il matematico e il cosmologo teorico St. Stephen Hawking; i media lo hanno acclamato come “l’uomo più intelligente del mondo”.

Durante gli anni formativi del piccolo Stephen in Inghilterra, i suoi istruiti genitori (il papà era un medico / la mamma era una economista) lodarono il ragazzino per aver ripetuto a pappagallo i suoi ABC e 123. In tenera età, la delicata mente del piccolo Stephen era già stata condizionata per equiparare il rigurgito accademico obbediente con lode, amore e valore personale.
All’età di otto anni, il piccolo e brillante studente era già iscritto nell’esclusiva scuola di St. Albans. Si può facilmente immaginare insegnanti e genitori orgogliosi che riversarono tutto il loro entusiasmo sull’impressionabile ragazzino con elogi dell’ego. L’inflazione dell’ego del bambino intelligente e l’associazione riflessiva del rigurgito accademico con premi (compreso l’amore dei genitori!) stavano mettendo radici nella psiche non sviluppata del piccolo Stephen Hawking.

Con argomenti quali lettura, scrittura e matematica, il sistema di rigurgito e lode è un modello di insegnamento necessario ed efficace. Questo perché le “3 R”  sono quello che sono. Non possono essere distorte. La nitida memoria di Stephen lo aiuta a questo riguardo.

Tuttavia con materie come Storia, Filosofia, Economia, Attualità, Scienza Teorica, il modello di rigurgito / ricompensa lascia il giovane Stephen vulnerabile alla manipolazione e alle informazioni errate.
La gratificazione dell’Io associata al modello di educazione al rigurgito e alla lode è stata rafforzata nella carriera scolastica di Stephen alla Middle e High School. Durante questo periodo il “talentuoso” Stephen venne separato dai suoi compagni e collocato in classi di alto livello; un’altra grande spinta al suo giovane ego.
Sicuramente, ad Hawking venne insegnato a recitare le illogiche menzogne del suo connazionale di un secolo prima, Charles Darwin. A 17 anni, il giovane matematico iniziò i suoi studi all’Università di Oxford, forse l’università più “prestigiosa” del mondo. Ora il ragazzo sapeva davvero di essere intelligente!

A Oxford, il giovane Stephen continuò a rigurgitare materie complesse come la fisica, la matematica, la biologia, l’astronomia, il calcolo ecc. Tuttavia, a Stephen fu anche insegnato a rigurgitare obbedientemente la spazzatura atea che permea le grandi Università del mondo occidentale. In quanto l’immaturo adolescente non ha mai avuto motivo di mettere in discussione l’innegabile veridicità del contenuto della Matematica classica e della Scienza che gli veniva presentato, perché dovrebbe porsi domande su cosa c’e` scritto in qualsiasi altro libro di testo o su cosa dice un professore?

A questo punto, il giovane Mr. Hawking è stato condizionato psicologicamente in modo tale da non essere in grado di distinguere tra il rigurgito basato sui fatti delle scienze classiche e le assunzioni logicamente errate che sostengono la scienza teoretica. Il suo ego è letteralmente dipendente dalla lode / buoni voti del “divino” professore che gli sta insegnando. Il diploma duramente guadagnato (e costoso!) Rappresentava l’ultima conferma, nella sua mente, che lui sapeva tutto.


Non avendo mai imparato la più importante lezione di vita – l’umiltà – Hawking procedette attraverso la vita come un caso di sviluppo arrestato. Nessuno poteva insegnargli nulla. Dopo tutto, si è laureato ad Oxford!
Quando sfidi qualcuno come Hawking nel suo sistema di credenze, la sua intera autostima viene improvvisamente minacciata. Dicendogli per esempio che il Big Bang e il Big Blend sono roba di fantascienza è l’equivalente, nella sua mente, di dire che 2 + 2 è 5!
Poiché il suo ego gonfio non può sopportare il disagio di essere fuori sincrono con l’intellettuale “della folla”, gli egomaniaci come Hawking finiranno per disprezzare chiunque metta in discussione la validità della sua “Fisica teorica”. Questa sindrome dello “scienziato pazzo” è un vero disturbo mentale!
Nonostante la sua abilità matematica, un ‘Intelligente Idiota’ come Hawking è semplicemente un cane da spettacolo pavloviano avanzato. Attraverso anni di rigurgito e rinforzo positivo, Hawking potrebbe aver imparato a creare “abbaglianti” equazioni matematiche, ma non gli è mai stata insegnata la lezione dell’umiltà!
Non sa come filosofare – auto-esaminare e auto-correggere i propri pensieri e la propria psicologia interiore – capire il mondo – capire la natura interiore dell’uomo – essere se stesso. E la sua tragica arroganza “insicura” (insicurezza) gli impedirà persino di provarci.

 

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (L’evoluzione darwiniana non rispetta il metodo scientifico)

Accanto all’attacco personale ad hominem; il mantra noioso, condiscendente e in-your-face di “scienza – scienza – scienza” è l’arma psicologica più comunemente usata dall’evoluzione. L’implicazione è che a meno che non si possieda una laurea in scienze avanzate, non e` possibile formare una opinione indipendente. Si tratta tuttavia solo di un trucco retorico.

Prima di tutto, la mancanza di un ampio “background scientifico” non squalifica necessariamente un pensatore logico dal mettere in discussione l’Evoluzione o qualsiasi altra questione relativa alla scienza. Se un uomo osserva un cielo che si oscura rapidamente in un pomeriggio estivo brutalmente caldo e umido; seguito da un improvviso calo di temperatura e da un rombo di tuono lontano; la sua mancanza di un “background in meteorologia” invaliderebbe la sua opinione riguardo al fatto che a breve piovera`?

Se un uomo sceglie di prendere l’ascensore invece di saltare da una finestra del 40 ° piano nella sua cabriolet aperta al piano terra; la sua mancanza di un “background in fisica” renderebbe invalida la sua paura di saltare dai grattacieli?

Questa idea che qualsiasi questione pertinente alla scienza, o relativa alla scienza, possa essere discussa solo da coloro che hanno le “qualifiche” giuste, è un chiaro esempio di un altro errore logico classico; l ‘”appello all’autorità”. Ogni grande filosofo dal Buddha, a Confucio, a Platone, a Socrate, a Marco Aurelio, a Gesù, a Schopenhauer e a tanti altri in particolare ha messo in guardia contro gli errori intrinseci associati a questo tipo di adorazione. Di nuovo, ripetendo ciò che Buddha espresse in un capitolo precedente, e questo non può essere enfatizzato o ripetuto abbastanza:

“Non affidarti dai resoconti, dalle leggende, dalle tradizioni, dalle scritture, dalle congetture logiche, dall’inferenza, dalle analogie, dall’accordo attraverso le vedute ponderate, le probabilità o il pensiero.”

In altre parole: “Non dare per scontato le cose, e al diavolo quegli sciocchi decorati con il diploma che pensano di sapere tutto. Usa la tua stessa ragione e osservazione!” E con questo, faremo a meno di questa spazzatura paternalistica e pacchiana sulla “mancanza di un background scientifico” una volta per tutte. Vedete, non ci vuole un “background scientifico” per capire i principi di base e senza tempo del cosiddetto “metodo scientifico”. Ironia della sorte, è il sacro Metodo scientifico che condanna la “scienza teoretica” dell’evoluzione darwiniana.

COS’E` IL METODO SCIENTIFICO?

Il metodo scientifico consiste nelle fasi del diagramma di flusso mostrate nella seguente tabella:

Ogni fase deve logicamente passare al passaggio successivo fino al completamento del processo. Non si puo` saltare nessun passo! Non appena gli standard di un determinato passo non possono essere soddisfatti, il gioco termina e l’ipotesi deve o essere scartata o venir messa in parte fino a quando non si ottengono ulteriori dati. Ora, inseriamo l'”Evoluzione” nella catena di montaggio e vediamo cosa otteniamo.

Step 1: Fai una domanda

OK. Questo è facile. Chiunque può fare una domanda su qualsiasi cosa. Ecco qui: “Come siamo giunti fin qui?”

Step 2: Fai una ricerca di base

Raccogli i dati e osservali attentamente. Se rilevi uno schema che suggerisce una conclusione plausibile, passa al passaggio successivo. Ciò che Darwin ha “scoperto” durante questo passo è che tutte le creature viventi condividono molti tratti comuni; e che le differenze tra loro sono adattamenti al loro ambiente

Step 3: Costruisci un’ipotesi

In base al tuo data mining, fai un’ipotesi plausibile su quale sia la verità. Non un qualsiasi tipo di ipotesi non un’ipotesi selvaggia e infondata; ma un’ipotesi educata basata su un modello convincente di dati. Qui, in una fase molto precoce del metodo scientifico, Darwin è già uscito dai binari. Nelle sue stesse parole da donnola:

“Le vere affinità di tutti gli esseri organici, in contraddizione con le loro somiglianze adattative, sono dovute all’eredità o alla comunità di discendenza, quindi dovrei dedurre dall’analogia che probabilmente tutti gli esseri organici che sono mai vissuti su questa terra sono discesi da una qualche primordiale forma, in cui si e` respirata per la prima volta la vita “.

Ciò che Darwin osservò non è davvero nulla che un ritardato di 8 anni, vivendo in una grotta di 10.000 anni fa, non avrebbe potuto facilmente notare da solo; vale a dire che tutte le creature hanno molti tratti in comune. Ad esempio, una lucertola ha due occhi, una bocca, denti, una lingua, quattro arti, una spina dorsale, uno scheletro, ecc; e, un essere umano ha anche due occhi, una bocca, denti, una lingua, quattro arti, una spina dorsale, uno scheletro ecc. E da questo, e nient’altro, Darwin “ipotizza” che tutti gli esseri viventi provenissero da uno  “singolo” “organismo? Davvero Carletto?

O guarda hanno due occhi e due narici di sicuro hanno un progenitore in comune

Lo stesso Darwin ammette che non ci sono dati a supporto della sua ipotesi; il che significa che l’ipotesi stessa non avrebbe mai dovuto essere messa in primo piano. Di nuovo, come precedentemente affermato, dalla sua stessa bocca:

“A riguardo di questo sterminio di un’infinità di collegamenti, tra gli abitanti viventi ed estinti del mondo, e in ogni successivo periodo tra le specie estinte e ancora più antiche, perché non tutte le formazioni geologiche sono cariche di tali legami? perche` non tutte le raccolte di resti fossili offrono una chiara evidenza della gradazione e della mutazione delle forme di vita?

Non incontriamo nessuna prova del genere. E questa è la più ovvia e forzata delle molte obiezioni usate contro la mia teoria. “

Esatto, Carletto. I MILIONI di “anelli mancanti” che sono fluiti dalla feccia del brodo primordiale da una singola cellula all’uomo moderno e ad ogni altro organismo vivente non esistevano alla fine del 1800, né sono stati ad oggi trovati, anzi, come ammettono apertamente anche gli eminenti evoluzionisti, la documentazione sui fossili sembra effettivamente mostrare che le nuove forme di vita arrivarono all’improvviso sulla scena (cosa che supporta l’Ipotesi del Progetto Intelligente)

Nondimeno, nonostante il fatto che gli standard per il “Passo dell’ipotesi” del Metodo scientifico non siano stati raggiunti, secondo la stessa ammissione di Darwin; cerchiamo, puramente per argomento, di imbrogliare un po ‘ e a chiudere un occhio per il prossimo step.

Step 4: Metti alla prova la tua ipotesi facendo un esperimento

Non so da dove cominciare nemmeno con questo. Come si costruisce un esperimento per “provare” che la bis-bis-bisnonna [x] era un pezzo di alga che apparve spontaneamente in uno stagno e “mutò” in milioni di specie di transizione, culminando in quello che siamo oggi? In assenza di qualsiasi sperimentazione, si potrebbe presumibilmente saltare questo passaggio e saltare ad un’osservazione intensa dei processi naturali nell’evoluzione; un “esperimento naturale”, per così dire.

Ma anche qui, non c’è nulla da osservare. La realtà è che l’evoluzione trans-specie non è osservabile e non è mai stata osservata, né in natura, né nella documentazione sui fossili, né in un esperimento di laboratorio. Scusate evoluzionisti, ma un frammento di cranio di qualche creatura che si presume sia un “antenato delle scimmie” non soddisfa il livello dell’osservazione scientifica; e tanto meno costituisce una prova concreta che la bis-bis-bis-bisnonna era un microscopico di feccia di stagno unicellulare.

E parlando di “semplici” organismi monocellulari (che ora sappiamo essere più complessi di sottomarini nucleari e navicelle spaziali!), Un organismo a cellula singola non è mai stato osservato “mutare” in una nuova specie di organismo a due cellule. Mio Dio! Gli evoluzionisti non possono nemmeno convalidare, né in natura né in laboratorio, il salto da un batterio cellulare a un batterio a due cellule; eppure ci chiamano “stupidi” per aver dubitato che nostra nonna si sia evoluta da un brodo primordiale.

La “semplice singola cellula” originariamente formata in modo casuale viene fornita di un proprio genoma – un chip per computer vivente, ricco di codifica del DNA che trasmette durante la riproduzione cellulare. Nulla di simile è mai stato osservato apparire spontaneamente e riprodursi in uno stagno o nel “brodo primordiale” che nessuno ha mai visto.

Ovviamente, i passaggi 5 e 6 del metodo scientifico si rendono inutili; ma non agli evoluzionisti dogmatici e ai degenerati marxisti che battono i pugni sul tavolo urlando “Scienza … scienza … scienza!” ; umiliandoti brutalmente dicendo che sei “ignorante” per aver osato mettere in discussione la loro feccia di stagno assolutamente non osservabile. La teoria dell’evoluzione transpecie non è né verificabile né osservabile. Allo stesso modo, la teoria della vita che arriva ciecamente dalla non vita non è né verificabile, né osservabile.

Diamine, queste teorie sono state create prima di comprendere il codice incredibilmente complesso che chiamiamo, genoma; un codice didattico sconvolgente che è programmato in tutti gli organismi, incluso quelli “semplici”

Secondo qualsiasi onesto rendering del metodo scientifico, l’evoluzione atea non è scienza. In effetti, non è nemmeno una buona fantasia.

In breve, non c’è nulla dietro la “Porta # 1”!

Secondo la ragione, la logica, il buon senso e il metodo scientifico; la porta contrassegnata con “Evoluzione Ateistica” non porta da nessuna parte.

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (II DNA)

Non fatevi intimidire dai “Biologi teorici” amici miei. Qualche conoscenza sul DNA e` sufficiente per declassare la nozione di evoluzione darwiniana a ridicolaggine. Qui non si vuole umiliare nessuno perché le ragioni logiche per una tale valutazione sono forti e consistenti.

DNA PER PRINCIPIANTI

Il DNA è una molecola che codifica le istruzioni genetiche utilizzate per lo sviluppo e il funzionamento di tutti gli organismi viventi. Proprio come il codice informatico, scritto da programmatori molto intelligenti, istruisce un computer a fare ciò che fa, il codice DNA contiene istruzioni genetiche complesse che determinano le nostre caratteristiche fisiche.
Le molecole di DNA consistono in due fili organici avvolti l’uno attorno all’altro per formare una doppia elica, simile nell’aspetto a un paio di capelli arrotolati l’uno intorno all’altro. Ogni filo è composto da un composto: guanina (G), adenina (A), timina (T) o citosina (C). Lasciamo la biologia pesante alla folla della scienza. Per i nostri scopi (logica e ragione), tutto ciò che devi sapere sono queste quattro lettere: G, A, T e C. Semplice!
È la sequenza di queste quattro lettere, che corre lungo la struttura dell’elica che codifica l’informazione biologica. Un gene è una sequenza di DNA che contiene informazioni genetiche e determina le caratteristiche di un organismo. Le “Regole della traduzione” sono conosciute come “Il codice genetico”.
Il Codice Genetico consiste in “parole” di tre lettere formate da una sequenza di tre nucleotidi (ad esempio ACT, CAG, TTT ecc.). Infatti un gruppo di ricercatori di Harvard una volta codificarono un intero libro nelle molecole genetiche del DNA e quindi rilessero il testo! In breve, l’intera essenza del nostro essere può letteralmente essere “letta” dai nostri codici genetici, nello stesso modo in cui si legge un libro o un codice di computer.

Spirali codificate di DNA con una estrema complessita`!

Abbiamo 6 piedi di DNA stipati nel nucleo di ogni cellula. Questo significa che ognuno di noi possiede dai 5 ai 10 miliardi di miglia di DNA.

Il DNA / codice genetico è un manuale di istruzioni incorporato che si riscrive letteralmente nella progenie di un organismo. Quindi, quando la gente dice “Hai il sorriso di tua madre”. Quello che stanno realmente dicendo è qualcosa del tipo: “Hai la sequenza di composti di ACG, TGA, GCG, AAA di tua madre”.
DNA = lettere; Geni = parole; Codice genetico = traduzione, genoma = libro

E questo è tutto ciò che devi sapere sul DNA, per i nostri scopi. Qualunque altra “biologia abbagliante” che i darwinisti vorrebbero proporti non è altro che una cortina fumogena di intimidazione intellettuale. Quanto sono complessi questi codici? Bene, i codici informatici consistono in combinazioni di sole due cifre; 0 e 1. I codici genetici si basano su combinazioni di quattro caratteri; T, G, A e C. Se impostati su carta, i nostri codici dovrebbero digitare abbastanza “Pagine” da riempire più serie di Enciclopedie! Dobbiamo credere che questo linguaggio complesso sia stato scritto, modificato e riscritto – milioni di volte – da forze cieche? Può un’esplosione in una tipografia produrre una copia perfetta della Costituzione degli Stati Uniti; seguita da successive esplosioni di scrittura per ciascuno dei 10 emendamenti (Bill of Rights) che poi seguirono?

Il programmatore e Internet blogger, Sanjay Patel offre questa osservazione:

“Ho scritto molto codice per computer ai miei tempi. A mio avviso, è difficile credere che il codice complesso si formi da solo nel DNA cellulare per creare parti complesse, processi e biomacchine. Ora ci viene detto che le stesse parti complicate e funzionali si stanno evolvendo continuamente in organismi diversi.
Quello che stanno realmente dicendo è che il codice altamente complicato e dettagliato di queste parti si e` costituito casualmente non solo una volta, ma milioni di volte. Quando un programmatore ha mai scritto 100 righe di complicato codice perché il loro laptop è stato colpito da un aumento di tensione? Quando un ingegnere alle prese con un problema ha guardato fuori dalla finestra sulla spiaggia per vedere l’equazione di cui aveva bisogno scritto nelle alghe sulla loro spiaggia?

Informazioni complesse sull’argomento di cui stiamo discutendo non derivano da forze naturali nel “mondo reale”. Affermare che il codice lungo e complesso si formerà ripetutamente nel DNA non è altro che un giro sul LE, il “Lunatic Express”. Solo perché la cellula è troppo piccola per essere vista non c’è motivo di iniziare a credere che l’inimmaginabile avvenga tra le sue mura.

Ho sempre pensato che la prima cellula riproduttiva fosse troppo complessa per essersi formata in modo naturale. Ora ci viene detto che lo stesso complesso processo avviene ed avviene ancora in maniera casuale. Leggo persone che parlano di “acquisire geni”, come se stessero assemblando mattoncini del Lego. Un nuovo gene è una linea di codice genetico incredibilmente complessa con istruzioni dettagliate. Eppure i bioblogger parlano di un nuovo codice, di nuovi geni che stanno arrivando, scomparendo e poi ricomparendo. Questa è roba di Harry Potter, non scienza.

Quanto sono cretine le persone che vogliono credere in questi giorni? Solo creatori intelligenti fanno il codice e lo ripetono dove è necessario, proprio come me. ”

Ben detto! Vedete gente, grazie agli scopritori del DNA, ora sappiamo che anche il singolo “Antenato Universale Comune” di Darwin non era la “semplice” creatura che era stata immaginata dopo tutto. È più simile a un microcomputer per computer. Persino le amebe delle singole cellule hanno un codice DNA complesso. Per qualche ragione sconosciuta, una cellula di ameba contiene in realtà più codici di DNA di una singola cellula umana!

Un microchip collegato ad ogni organismo vivente…comprese le amebe!

I discepoli di Chuckie Darwin ora “ci impongono” di credere che il brodo primordiale dei compagni Oparin e Urey abbia scritto ciecamente una ricetta per gli aminoacidi, e una ricetta separata per produrre proteine ​​dagli amminoacidi, e una ricetta separata per combinare le proteine con altri elementi essenziali e, infine, un vero e proprio libro con una grammatica perfetta, senza errori di battitura e capacità di duplicazione e modifica integrate, tutto dopo che il Grande Orologio che è l’Universo è stato formato da un Big Bang grazie ad una materia che non si sa da dove proviene!

NEGAZIONISTI DEL DNA

Il DNA fu inizialmente isolato dal medico svizzero Friedrich Miescher che, nel 1869, scoprì la sostanza microscopica nel pus delle bende chirurgiche. Ma furono James Watson (Stati Uniti) e Francis Crick (Regno Unito) a originare quello che oggi è accettato come il primo modello a doppia elica della struttura del DNA, nel 1953.
Non si può negare il genio di questi due giganti della biologia del XX secolo; e per questo, meritano molta più fama e riconoscimenti di quanto non siano stati dati loro.
Tuttavia in una splendida esibizione di bias cognitivo, Crick & Watson promossero il Codice Genetico non come una confutazione dell’evoluzione cieca, ma piuttosto come una conferma del loro ateismo.

Dal Telegraph (Regno Unito) / marzo 2003 I nostri geni rivelano la mano di Dio?

Gli scopritori della doppia elica del DNA ignorano l’idea di Dio, ma altri scienziati non ne sono così sicuri. “Gli scienziati che hanno lanciato una rivoluzione con la scoperta della struttura del DNA a Cambridge, 50 anni fa, hanno entrambi usato l’anniversario per organizzare un attacco alla religione.
Quando rivelarono la struttura a doppia elica del DNA nel 1953, Francis Crick e James Watson contribuirono a inventare la biotecnologia, fornirono le basi per comprendere la diversità della vita sulla Terra, rivelarono il meccanismo dell’ereditarietà e gettarono luce su malattie come il cancro, e persino sulle origini del comportamento antisociale.

Da Copernico a Charles Darwin, le scoperte scientifiche hanno avuto l’abitudine di offendere le sensibilita` religiose. La maggior parte degli scienziati, persino Darwin, si mossero con cautela ed evitarono di attaccare la religione, ma Watson e Crick sono entrambi schietti atei.
Parlando con The Telegraph, Crick, 86, ha dichiarato: “L’ipotesi divina è piuttosto screditata”. In effetti, dice, la sua avversione alla religione fu uno dei motivi principali che portarono alla sensazionale scoperta del 1953.

“Mi sono interessato di scienza per ragioni religiose, non c’è dubbio, mi sono chiesto quali fossero le due cose che sembrano inspiegabili e sono usate per sostenere le credenze religiose: la differenza tra cose viventi e non viventi e il fenomeno della coscienza. ”

 

Scienza Proibita: Dio Contro Darwin (La fallacia del condividere il 98% del Dna con gli scimpanze`)

Non c’è letteralmente una sola affermazione riguardante il dogma della evoluzione darwiniana che non sia stata logicamente e / o scientificamente smentita dopo un’attenta ispezione. Per necessità, nuove fallacie devono essere inventate per difendere quelle vecchie. È quasi comico guardare i trucchi subdoli dei darwinisti. Per l’illuminazione e l’intrattenimento del lettore, presentero` e confutero` ciò che è forse l’errore più comune dell’evoluzione: il trucco del DNA al 98% condiviso con gli scimpanze`. Effettivamente, una ricerca su Google con il solo termine “DNA 98%” produce 16.400.000 risultati!

MITO:

La condivisione del 98% tra DNA umano e scimpanzé è evidenza di una discendenza comune.
“Alcuni scienziati hanno scoperto decenni fa che gli scimpanzé sono i nostri cugini evolutivi più vicini, all’incirca dal 98% al 99% identici agli umani a livello genetico. Quando si tratta di DNA, un essere umano è più vicino a uno scimpanzè di quanto lo sia un topo a un ratto.
Tuttavia piccole differenze, disseminate nel genoma, hanno fatto la differenza. Agricoltura, lingua, arte, musica, tecnologia e filosofia: tutti risultati che ci rendono profondamente diversi dagli scimpanzé sono in qualche modo codificati in piccole parti del nostro codice genetico”.(Time Magazine, 1 ottobre 2006)

Quante volte lo abbiamo sentito? Questo trucco ha lo scopo di farci credere che se solo pochi elementi del codice di DNA – “frazioni minute”, come ha detto TIME- appaiono in una sequenza diversa, saremmo comunque ancora tutti scimmie. Ma la somiglianza del 98% è grossolanamente e deliberatamente fuorviante perché dipende da cosa viene confrontato. Ci sono una serie di differenze significative che sono difficili da quantificare e una serie di “difficoltà” con questa affermazione che nessun ingegnoso e complesso trucco potra` mai superare.

1. NUMERO DIVERSO DI CROMOSOMI

`Nel nucleo di ogni cellula, il DNA è strettamente impacchettato in strutture filiformi chiamate cromosomi. Gli umani hanno 23 paia di cromosomi mentre gli scimpanzé ne hanno 24. Per far riprodurre una specie, il numero di cromosomi deve corrispondere. Pertanto, affinché l’Evoluzione possa funzionare, una coppia dei nostri antenati scimmie (anello mancante), avrebbe dovuto avere un figlio con un cromosoma in meno (un evento che non è mai stato osservato in natura!); allo stesso tempo nello stesso periodo storico, un altro paio di scimmie (anelli mancanti evolutivi)”,avrebbe dovuto dare alla luce una figlia con un cromosoma in meno. Quei due “mutanti” avrebbero dovuto incontrarsi e accoppiarsi per coincidenza, producendo una nuova specie di scimmie con 23 cromosomi. Questa non è scienza. Questa è fantasia.

23 e` diverso da 24

2. MILIARDI DI INCIDENTI MUTAZIONI E INCONTRI
La succitata serie di eventi impossibili (ancora, un singolo caso non è mai stato osservato!) Rappresenterebbe solo una piccola parte delle “mutazioni” cromosomiche casuali, e degli incontri casuali tra i quasi impercettibili “mutanti”, che risalgono ai nostri primi giorni come singoli – nel brodo primordiale. Considera queste variazioni nei numeri cromosomici: il nostro distante cugino insetto, la mosca della frutta, ne ha solo 8 cromosomi; ma il nostro lontano cugino, il pesce rosso, ne ha 104. Ciò si traduce in un sacco di “mutazioni” e un sacco di occasioni di incontri romantici

Immagina di vincere alla lotteria un milione di volte, o più!

3. SEQUENZE DIVERSE
Mentre 18 coppie di cromosomi scimpanzé e umani sono molto simili; per i cromosomi 4, 9 e 12 i geni e i marcatori non sono nello stesso ordine nell’uomo e nello scimpanzé. Invece di essere “rimodellati”, come speculano gli evoluzionisti, queste differenze, logicamente, supportano la creazione separata.

4. UNA DIFFERENZA DEL 2% – 5% NON È “PICCOLA”!
Il genoma con codice complesso è così massiccio che una differenza del 2% è ENORME. La differenza del 2% di DNA (alcuni scienziati dicono che è del 5%) ammonta ancora a molti milioni di coppie di basi diverse di DNA. Questa è una bella differenza e non può essere una coincidenza ..

Viva la differenza!

5. MUTANTI E INCROCI NON POSSONO RIPRODURSI
Anche quando il conteggio del cromosoma si allinea e il genoma è molto simile, tutto in natura, sia per quanto riguarda la sopravvivenza che la capacità riproduttiva, sembra funzionare contro il cambiamento. Ad esempio, un serpente mutante a due teste può sopravvivere, ma non produrrà mai una nuova specie di serpenti a doppia testa.
Un leone e una tigre possono produrre un liger, una bestia ingombrante che non solo è incapace di sopravvivere in natura, ma non può riprodursi in cattività in quanto sterile.
Una zebra e un cavallo possono produrre un zorse; di nuovo, una creatura sterile.

Anche nel regno vegetale, gli ibridi di alcune specie di frutti producono frutti nuovi ma sterili. È così che otteniamo uve senza semi e cocomeri senza semi. Nessun seme = nessun “bambino”

L’ibrido tra zebra e cavallo e il cocomero senza semi sono stati tagliati fuori dal “sistema teorico evolutivo”?

 

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (La fallacia dell’organismo monocellullare)

Gli evoluzionisti ci assicurano, che una “semplice” forma di vita monocellulare è emersa spontaneamente da un “brodo primordiale” ricco di proteine. Attraverso il processo di fissione binaria, singole cellule batteriche si sono suddivise in organismi multicellulari. Nel corso di miliardi di anni, l’albero genealogico si è ramificato per includere tutti gli esseri viventi; dai fili d’erba, ai vermi, a Marilyn Monroe. È incredibile ciò che una cella “semplice” può fare!
Charles Darwin aveva proposto che la primissima cellula, l’antenato comune universale di tutte le forme di vita, potesse essersi formata “in un piccolo stagno caldo”. Uno dei sostenitori di Darwin, il biologo tedesco (ed esperto falegname) Ernst Haeckel, ha esaminato una miscela di fango rimosso dal fondo marino e ha affermato che si trattava di una sostanza non vivente trasformata in una sostanza vivente. Questo cosiddetto “fango che prende vita” è un’indicazione di quanto semplice fosse la vita secondo i fondatori della “Teoria dell’Evoluzione” (piegate la testa in solenne riverenza).
Invocando la “semplicità” di quella cellula originale, l’Evoluzione viene fatta sembrare in qualche modo plausibile. La falsa rappresentazione della cellula semplice originale, che si “evolve” lentamente in cellule più complesse, e in creature nel tempo, è l’unico modo in cui gli evoluzionisti possono vendere la loro scienza-spazzatura. Quindi, attacchiamo la teoria alla sua radice, “la cellula semplice”.
Per rendere la vita più facile agli evoluzionisti, concediamo loro un generoso “vantaggio” non chiedendo neppure da dove viene il “brodo primordiale”, o il Sole, o gli amminoacidi e i blocchi di proteine, o come la Terra e le sue componenti chimiche sono arrivate qui. Concentriamoci solo sulla cella. La parola cellula deriva dal latino, cella, che significa “piccola stanza”, che è essenzialmente ciò che è la cellula. La cellula è l’unità strutturale e funzionale di base di tutti gli organismi viventi. Le cellule sono la più piccola forma di vita che possono replicarsi indipendentemente.
Le cellule procariotiche, dicono, furono le prime e “più semplici” forme di vita batteriche sulla Terra, poiché hanno un processo autosufficiente incorporato in esse. Una cellula procariota ha tre regioni, ciascuna con i suoi componenti. All’esterno, flagelli e pili fuoriescono dalla superficie della cellula. Queste strutture sono fatte di proteine che facilitano il movimento e la comunicazione tra le cellule.

A racchiudere la cellula stessa è l’involucro cellulare – che consiste in una parete cellulare che copre una membrana plasmatica e un ulteriore strato di copertura chiamato capsula. L’involucro conferisce rigidità alla cellula e serve anche come filtro protettivo e barriera contro le forze esterne. Inoltre impedisce alla cellula di espandersi e di scoppiare all’incorrere di pressioni ambientali.
Infine, all’interno della cellula è la regione del citoplasma che contiene il genoma codificato complesso (Maggiori informazioni sul DNA nel prossimo capitolo). I procarioti possono anche trasportare elementi di DNA extra-cromosomico chiamati plasmidi, che codificano geni di resistenza agli antibiotici.

L’originale “semplice cellula monocellulare” “formata casualmente” ha il suo genoma; si tratta di chip per computer viventi, con una complessa codifica del DNA che trasmetteno durante la riproduzione cellulare

Vedi, caro lettore, questa “cellula semplice” batterica che accidentalmente, casualmente e “non intelligentemente” spunta fuori dal “brodo” non è così “semplice”. In realtà è una macchina multi-funzionale, multi-componente, integrata, ben oliata e vivente che i biologi cellulari possono trascorrere un’intera vita studiando. Se fosse possibile ridurti alle dimensioni di un atomo, e inserirti nelle pareti della “semplice cellula”, rimarresti incantato da questo mondo nel mondo. Sembra quasi una nano tecnologia che vive, si ripara, si protegge, si autoalimenta e, si riproduce!
Mi spiace, Darwin, ma la complessità integrata e la nanotecnologia biologica non nascono senza l’intelligenza. Persino gli atomi, le più piccole particelle di materia all’interno della cellula “semplice”, dimostrano una loro complessità ordinata e integrata. Ogni atomo è composto da un nucleo fatto di protoni e neutroni. Il nucleo è circondato da una nuvola di elettroni. Gli elettroni sono legati all’atomo dalla forza elettromagnetica e i protoni e i neutroni nel nucleo sono legati l’un l’altro dalla forza nucleare. Niente di “semplice” sulla fisica nucleare, Carletto,

Tutta la vita “semplice” è complessa e integrata; e non può venire dalla non vita. L’intelligenza non può venire dalla non intelligenza. La coscienza non può venire dalla non-coscienza. I darwinisti e i teorici del Big Bang devono tornare ai loro tavoli da laboratorio. Ma non lo faranno, perché l’empietà e la presuntuosa arroganza camminano mano nella mano.

Le tracce di un design intelligente sono presenti ovunque in natura

 

Scienza Proibita: Dio Contro Darwin (L’evoluzione dell’evoluzione)

La divertente ironia della “Teoria dell’Evoluzione” (piegare la testa in segno di riverenza mentre pronunciate la frase) è che la teoria stessa è costantemente “in evoluzione”. Dal momento che vi sono delle “difficoltà”, ammesse anche da Darwin, nel rendicontare la mancanza di fossili di transizione nella documentazione geologica, fino ai giorni nostri, i sommi sacerdoti dell’ateismo hanno veramente provato a combattere le “difficoltà” riscontrate in questa teoria che non include minimamente milioni di collegamenti evoluzionistici.

GEOLOGIA PER NOVIZI

La litania delle fallacie logiche, delle errate razionalizzazioni e delle menzogne rappresenta una testimonianza davvero stupefacente per la follia dell’uomo. Iniziamo con il ragionamento basato sulla cosiddetta “fallacia circolare” utilizzato per determinare l’età delle rocce e dei fossili.
L’uso del record geologico per stabilire l’età dei fossili è un esercizio di ragionamento circolare. Se togli l’intelligente mimetismo vedrai che i darwinisti sostengono che i fossili hanno 100 milioni di anni perché si trovano in rocce che si sono formate 100 milioni di anni fa. Alle rocce viene riconosciuta una eta` di 100 milioni di anni perché contengono le ossa dei dinosauri che morirono 100 milioni di anni fa. I fossili sono vecchi perché le rocce sono vecchie. Le rocce sono vecchie perché i fossili sono vecchi.

Per un darwinista ateo, i fossili sono la misura definitiva dell’età. Non importa cosa suggeriscono le altre prove. Si dice che le età determinate dai fossili nella roccia siano determinanti. Vedi se riesci a individuare la fallacia nella seguente spiegazione (citata in corsivo), dal manuale intitolato “Dating Rocks By Fossils”.

Sappiamo, per esempio, che gli animali marini a più zampe chiamati trilobiti erano abbondanti dal Cambriano ai primi tempi della Devonia – da 590 a 408 milioni di anni fa – e continuarono fino al Permiano – fino a 248 milioni di anni fa. 

“Sappiamo”? Cosa intende per “sappiamo”? Esattamente come facciamo a “sapere” che questi animali marini hanno 500 milioni di anni? I fossili dei nostri antenati striscianti sono dotati di un certificato di nascita?

Pertanto, se troviamo il fossile di un trilobite in una roccia, possiamo dire che la roccia è molto probabilmente Cambriana, Ordoviciana o Siluriana in età, sebbene possa essere devoniana, carbonifera o permiana. Se riusciamo a identificare il trilobite, sarà ancora meglio. 

Oh, capisco adesso. Le rocce sono vecchie perché “sappiamo” che i fossili sono vecchi. I fossili sono vecchi perché le rocce sono vecchie, a causa dei fossili che sono vecchi. Ragionamento circolare con steroidi!

Un’altra “difficoltà” sorge quando analizziamo le ipotesi sulla profondità del sedimento in relazione all’età delle rocce.
Se i sedimenti si accumulano a una velocità costante e se compattano a una velocità costante mentre si trasformano in pietra, e se non si corrodono, allora potremmo essere in grado di misurare il tempo studiando la profondità del sedimento. Se potessimo supporre che i sedimenti fangosi si accumulino ad una velocità costante di 30 piedi per 1 milione di anni, ad esempio, 300 piedi di pietra fangosa rappresenterebbero 10 milioni di anni. Semplice, vero?

In pratica, tuttavia, non è così semplice. Ci sono “difficoltà” con tali presupposti In effetti, è impossibile calcolare il tempo assoluto in questo modo. Prima di tutto, i sedimenti non si accumulano ad un tasso costante in qualsiasi ambiente. Durante un’alluvione, un fiume può depositare 10 piedi di sabbia nel suo canale in pochi giorni, mentre negli anni tra un’inondazione e un’altra depositerà solo pochi centimetri di sabbia.

Anche nell’oceano, dove ci possono volere 1000 anni per depositare una frazione di un pollice di fango, la sedimentazione è instabile. Inoltre, la velocità con cui si depositano i sedimenti varia molto nei diversi ambienti. E se teniamo conto della possibilità molto probabile di disastri di massa in tutto il mondo (grandi alluvioni, spostamenti dei poli, cambiamenti climatici, pioggie di asteroidi e Dio sa solo cos’altro) non si può dire quale impatto questi eventi epici potrebbero aver avuto sui nostri sedimenti.

Inoltre, il record delle rocce non ci dice quanti anni sono passati tra periodi di depositi. In molti luoghi, il pavimento di un fiume riceve sedimenti solo durante le inondazioni. I tempi tra le inondazioni non possono essere rappresentati da alcun sedimento. Nel corso della storia della Terra in vari luoghi, ci sono stati lunghi periodi in cui nessun deposito è stato depositato. In altri luoghi e tempi, le rocce sedimentarie sono state portate via dall’erosione. Sebbene i geologi possano a volte indovinare dove si verifica una lacuna nel record, non possiamo dire quanto sia lungo un intervallo che rappresenta.

Così vedete miei cari darwinisti, né i reperti fossili né le profondità dei sedimenti possono stabilire l’età delle rocce. Temo che dovrete chiamare un “Geologo teorico” per “dedurre” una soluzione a queste piccole “difficoltà”.

L’UOMO DI PILTDOWN ARRIVA IN SOCCORSO!

Nel 1912, gli elementi pro-darwinisti della stampa mondiale pubblicarono la scoperta dei resti fossilizzati di un “antenato umano”. Il cranio e la mascella di questo “anello mancante” sono stati scoperti in una cava di ghiaia a Piltdown, in Inghilterra. Nonostante gli sforzi di diversi scienziati per ridimensionare l’ “Uomo di Piltdown”, ci vollero 41 anni prima che l’uomo di Piltdown venisse reputato oggettivamente come una bufala (1953); una combinazione artistica di una mascella di orangotango, denti di scimpanzé e un teschio umano. Il falsario originale non è mai stato scoperto.

L’Hoax dell’uomo di Piltdown è riuscito così bene perché gran parte della stampa e la comunità scientifica volevano credere che fosse l’ “Anello Mancante” di Darwin.

Scienziati rispettati credettero nella bufala.

Durante i suoi 41 anni di popolarita`, il Piltdown Hoax fece molto per sostenere il darwinismo e minare la fede in Dio. L’esposizione definitiva della deliberata frode di Piltdown non ha ricevuto una copertura mediatica paragonabile a quella dell’hoax.. Di conseguenza, in gran parte dell’opinione pubblica, il danno ingannevole derivante dall’hoax non fu mai annullato.

IL PROCESSO DI SCOPES

In un periodo in cui l’uomo di Piltdownera ancora accettato come una scoperta scientifica legittima, un sostituto insegnante di scuola superiore, John Scopes, fu accusato di violare il Butler Act del Tennessee, che rendeva illegale insegnare l’evoluzionismo in qualsiasi scuola finanziata dallo stato. Il processo è stato deliberatamente organizzato per attirare pubblicità sull’evoluzione e Scopes stesso non era sicuro se avesse persino insegnato la teoria dell’Evoluzione, ma si è deliberatamente incriminato in modo che il caso potesse avere un imputato. Scopes è stato giudicato colpevole e multato per $ 100, ma il verdetto è stato annullato su un aspetto tecnico.

Il processo tuttavia, provocatoriamente proposto dal sindacato pro-comunista ACLU (American Civil Liberties Union) ha avuto lo scopo di attirare pubblicità a livello nazionale. Grandi reporter accorsero a Dayton, nel Tennessee, per fare un coverage dei famosi avvocati che rappresentavano ogni parte. William Jennings Bryan, tre volte candidato alla presidenza, ha sostenuto l’accusa, mentre Clarence Darrow dell’ACLU, il famoso avvocato difensore, ha difeso Scopes.
La parte clou del caso è stataa la teatrale esaminazione di Darrow da parte di Bryan, il pubblico ministero! Darrow fu in grado di confondere Bryan costringendolo a difendere l’interpretazione letterale della Genesi .Gli attacchi a Bryan dalla National Press erano frequenti quanto viziosi. Life Magazine ha assegnato a Bryan la “Medaglia d’ottone della quarta classe” per avere:

“… dimostrato con successo l’alchimia dell’ignoranza attraverso la quale l’aria calda può essere trasformata in oro, e che la Bibbia è infallibilmente ispirata, tranne dove si differenzia con lui sulla questione del vino, delle donne e della ricchezza”.

Persino la stampa europea e` stata sarcastica con Bryan.

Trent’anni dopo, il film di Broadway Inherit the Wind (1955) era basato sul processo. Trasformò Darrow e Bryan in personaggi dal nome di Henry Drummond e Matthew Brady. Il film fece di Bryan (Brady) una caricatura ancora più di quanto non lo avesse fatto la Yellow Press del 1925. Brady è raffigurato come una bestia con la schiuma alla bocca, un ultrareligioso, senza alcuna somiglianza con i veri eventi del processo. Nel vero processo, Darrow potra` aver avuto la meglio su Bryan, ma Bryan non si è mai comportato come il pazzo delirante dipinto in Inherit the Wind.

Inherit the Wind è stato successivamente trasformato in un film del 1960 con Spencer Tracy nei panni di Drummond e Fredric March nei panni di Brady. Ci sono state anche altre tre versioni televisive, sempre con “A Listers” di Hollywood come Melvyn Douglas e Ed Begley nel 1965, Jason Robards e Kirk Douglas nel 1988, e Jack Lemmon e George C. Scott nel 1999. Perche hollywood era cosi` ossessionata da produrre e esaltare così tanti film su Inherit the Wind?

Il personaggio pazzo di Brady è raffigurato mentre sventola un ventaglio in cui e` scritto: “Compliments of Mason’s Funeral Parlor”..

STEVEN JAY PROPONE GLI “EQUILIBRI PUNTEGGIATI”

Le opere di Broadway, l’hype dei media e i film di Hollywood possono essere sufficienti a predisporre gran parte del pubblico generale verso l’accettazione dell’evoluzione come fatto provato; ma più di 100 anni dopo l’Origine delle Specie di Darwin, le “difficoltà” della sua teoria e le “imperfezioni” del record geologico sono rimaste. Un secolo di ricerche incessanti ha messo a tacere le assurde predizioni dei darwinisti. Milioni di fossili dopo Darwin, ora abbiamo “ogni diritto” di mettere in discussione i sogni ad occhi aperti di Darwin.

Non ci sono ancora prove fossili che colleghino tutte le forme di vita. “Tra gli innumerevoli fossili del mondo, nessuna catena transizionale di specie può essere identificata in modo definitivo come tale Tutte le specie conosciute sembrano apparire bruscamente, senza forme intermedie, cosa che dovrebbe eclissare la teoria di Darwin, e promuovere l’idea che ogni specie e` stata creata singolarmente.

Ma ecco, come al solito fare la sua comparsa la promessa di Harvard e leggenda moderna, Steven Jay Gould – figlio di un marxista riconosciuto Nel 1971, Gould, un paleontologo e biologo evoluzionista, collaborò con Niles Eldridge per sviluppare (inventare) una nuova brillante, super duper, e migliorata, Teoria dell’Evoluzione – l'”Equilibrio Punteggiato”.

Secondo questa nuova “Teoria del giorno”, i cambiamenti evolutivi non avvengono lentamente, gradualmente e “incommensurabilmente” come il grande Darwin aveva proposto.
Gould stava ora discutendo che i cambiamenti avvenivano in tempi relativamente brevi, alternandosi a lunghi periodi di stabilità evolutiva. L’equilibrio punteggiato è, per esempio, un uccello che dà alla luce un mammifero dall’aspetto simile a quello di un “volatile”, senza lasciare alcun fossile di transizione nel registro geologico. Sostenendo che l’Evoluzione avviene in rapidi balzi, in periodi di tempo sconnessi, gli evoluzionisti risolvevano così la “difficoltà” di contabilizzare i milioni di collegamenti mancanti non trovati nella documentazione fossile.

Ciò che Gould ed Eldridge stavano dicendo in realtà è: “Vedi, in quanto i periodi in cui si sono verificati rapidi cambiamenti evolutivi erano così distanti (punteggiati), dopo tutto non c’erano milioni di specie di transizione; forse centinaia di migliaia, ma non milioni. Ecco perché la documentazione sui fossili non mostra i collegamenti mancanti tra Marilyn e il verme. ”

E proprio così, una fastidiosa “difficoltà” darwiniana secolare è stata “risolta” per sempre. Come prevedibile, il mondo scientifico e i media sono saliti a bordo di questa ultima teoria di tendenza. La maggior parte degli uomini-divinità della scienza in fretta, e in modo obbediente, hnnoa seguito l’esempio.
Tuttavia molti evoluzionisti non sono d’accordo con Gould. Vedete, questa nuova e straordinaria teoria ha il suo insieme di “difficoltà”. Sebbene il numero delle specie di transizione sarebbe notevolmente ridotto sotto il modello di Gould, dovrebbe comunque rappresentare un’enorme quantità di specie. Persino un pazzo come Gould non oserebbe suggerire che una scimmia con le pinne sia improvvisamente emersa da un uovo di pesce. Quindi, la questione del numero massiccio (anche se minore) di collegamenti mancanti rimane ancora una “difficoltà”.
Un’altra “difficoltà” implicherebbe il caso, per esempio, di un uccello con un mammifero. Perche` questa “mutazione” “cambi” il resto della specie, e` necessario che un altro mammifero dello stesso tipo, del sesso opposto, nasca nello stesso tempo nella stessa area in modo che le nuove specie migliorate possano continuare.
Nell’aprile del 2000, un mese prima della sua morte, la Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti dichiarò ufficialmente Gould come una “Leggenda vivente”. Un premio “Bugiado Vivente” sarebbe stato molto più appropriato.

 

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (l’Hoax di Ernst Haeckel)

Oltre a manipolare la geologia, Darwin si è anche buttato su conclusioni errate riguardo l’embriologia (sempre prudente mi raccomando!). Scrisse infatti che le prove embriologiche erano “seconde a nessuna per importanza” e sosteneva che le somiglianze tra embrioni di varie creature erano prove per l’Evoluzione. Nel 1864,
un vero gigante della biologia si uni` a Darwin, Ernst Haeckel.

Haeckel era un biologo tedesco, naturalista, filosofo, medico, professore e artista che ha scoperto e nominato migliaia di nuove specie. Quando un uomo della statura di Haeckel salta a bordo di un carro gli altri scienziati lo seguono a ruota. Questo “effetto lemming” è  un fenomeno psicologico, non intellettuale. Come tale, uno scienziato è chiaramente vulnerabile alla pressione dei pari come quando una nuova moda ossessiona il mondo degli adolescenti.

Durante il periodo 1866-1867, Haeckel visitò la casa di Darwin in Inghilterra, dove incontrò sia Darwin sia Thomas Huxley. Fu nel 1866 che Haeckel rese popolare la teoria della ricapitolazione embrionale; una teoria che afferma che le forme di vita superiori passano attraverso la precedente catena evolutiva prima della nascita. La “prova” di questa teoria è che vari embrioni di animali appaiono simili agli embrioni umani fin dalle prime fasi.

Nel 1868, Haeckel pubblicò un libro illustrato intitolato “The History of Creation”. Le immagini delle creature primordiali provenivano direttamente dalla vivida immaginazione di Haeckel, senza alcuna base scientifica alle loro spalle. Ma chi ha bisogno di prove? È il grande Haeckel, dopo tutto. Darwin e Huxley hanno promosso il lavoro di Haeckel sfruttando il servilismo delle loro groupie mentre Haeckel restituiva il favore.

I nostri antenati? Haeckel era anche un “artista teoretico”

Per sostenere ulteriormente questa teoria, Haeckel nel corso del 1870, disegno` una serie di embrioni che avrebbero dovuto essere di specie diverse, compresi umani. In seguito si scoprì che Haeckel aveva falsificato i disegni degli embrioni utilizzati come prova per la teoria. I colleghi scienziati di Haeckel lo hanno pubblicamente accusato di aver commesso una frode. All’inizio Haeckel si difese denunciando i suoi detrattori come se avessero un’agenda religiosa . Alla fine, Haeckel ha dovuto ammettere che i suoi disegni erano grossolanamente imprecisi. Si è scusato per la sua “follia estremamente avventata”, ma non ha mai ammesso che le immagini fossero una frode deliberata.

Gli argomenti principali per la Ricapitolazione Embrionale di Haeckel negli umani erano le “fessure branchiali” embrionali (lasciate in eredita` quando eravamo pesci), il “sacco vitellino” (lasciato dal nostro stadio di rettile) e la “coda” (rimasta dal nostro stadio di scimmia) . Tuttavia la teoria del signor Haeckel aveva anche “problemi”.
In realtà, le nostre “fessure branchiali” embrionali “da pesce” non sono fessure per respirare. Non hanno funzione respiratoria. In realtà servono a questo: la 1a coppia di “brachie” si trasforma in organi che combattono i germi; la 2 ° in canali uditivi; la 3 ° e la 4 ° diventano le ghiandole paratiroidi e del timo.

Il nostro sacco vitellino embrionale “rettile” non conserva il cibo perché la madre lo fornisce al bambino. Il “sacco vitellino” non è affatto un sacco vitellino. La sua funzione è di produrre i primi globuli.
La nostra “coda di scimmia” non è affatto una coda vestigia, solo la punta della colonna vertebrale che si estende oltre i muscoli non sviluppati dell’embrione, la cui estremità alla fine diventerà il coccige, che consente agli esseri umani di stare in piedi e sedersi come facciamo noi.

Il contributo storico di Haeckel alla promozione dell’inganno dell’evoluzione darwiniana non può non essere considerato. Prestando il suo grande nome e i suoi falsi disegni alla causa di Darwin, Haeckel “ha assicurato” che altri uomini di scienza si unissero “alla gregge dell’evoluzione”.

Cosa e` successo ad un uomo della statura di Haeckel per non solo abbandonare il suo buon senso, ma per arrivare a pubblicare falsi disegni? Qualcuno stava tirando le corde da dietro le quinte?
Incredibilmente, nonostante la frode, la teoria della ricapitolazione embrionale di Haeckel sopravvive fino ad oggi! Il suo nome, piuttosto che essere universalmente collegato alla frode scientifica, e` stato utilizzato per dare il nome ad una montagna; Mount Haeckel in California, situata a 1 miglio a sud-est da Mount Darwin!

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (Il verme e Marilyn)

“Gli evoluzionisti continuano a spiegare che tutta la vita sulla Terra discende da un comune antenato che viveva approssimativamente 3,8 miliardi di anni fa; “L’ultimo antenato universale” (UAU).

Come prova di questa teoria, l’evoluzionista citerà l’alto grado di somiglianze biologiche che esistono tra tutte le creature viventi. In effetti, tutte le cellule viventi usano lo stesso set base di amminoacidi. L’evoluzionista ragiona così: “Certo, che c’è un UAU! Guarda tutte le somiglianze fisiche e molecolari comuni a tutti gli organismi viventi. ”

Dai un’occhiata agli show sugli animali in TV e prendi nota di quante volte il narratore invochi reverenzialmente “l’evoluzione darwiniana”.

Visita uno zoo o un acquario e sentirai le guide turistiche ripetere come questo o quell’animale si sia “evoluto”. Eppure, le prove di come questo sviluppo non guidato e cieco di creature complesse sia realmente avvenuto non sono mai mostrate al pubblico; né in TV, né negli zoo, né nelle aule universitarie. La mancanza di specificità riguardante la transizione di molti milioni di anni dalla melma oceanica all’animale non ha importanza per l’evoluzionista, perché si presume che tutto si sia “evoluto” nel creato.

Abbiamo visto, in innumerevoli occasioni, l’iconica carta dell’evoluzione umana che descrive la transizione da una piccola scimmia all’uomo completamente eretto. A un’occhiata casuale, sembra quasi plausibile, vero? Dopo tutto, le somiglianze tra scimmia e uomo sono davvero notevoli; il che dimostra, beh, che le somiglianze tra scimmia e uomo sono davvero sorprendenti. E allora? Ci sono anche alcune differenze “sorprendenti”, vorrei sottolineare!

Solo qualcuno manipolato nel sostenere l’evoluzione ad ogni costo salterà automaticamente alla conclusione che l’uomo si è quindi “evoluto” da creature apeliche. Non sarebbe ragionevole suggerire che se un essere intelligente avesse progettato le varie forme di vita, avrebbe usato certe strutture di base come i suoi modelli biologici?

Nonostante le enormi differenze di aspetto, dimensioni, prestazioni, funzionalità, ecc., Una Ferrari Sports Car ha ancora molto in comune con un scuolabus (ruote, motore a combustione, trasmissione, batteria, serbatoio, freni, volante, sedili, ecc.). La Ferrari è quindi una forma “evoluta” dal Bus? O si tratta semplicemente di una struttura comune per tutti gli autoveicoli, originata dalle menti degli uomini che hanno inventato la meraviglia moderna delle automobili?

Evoluzione non intelligente delle automobili…non penso proprio

La scala evolutiva non e` una prova solida. Si tratta di un lavoro teoretico, basato su ipotesi non provate, promosso da un clamore accademico e mediatico incondizionato, che vi denuncerà brutalmente come “ignoranti” se dubitate della sua premessa.

Iniziando la transizione con una piccola scimmia a quattro zampe, i furbi creatori del sistema evolutivo si sono dati quello che credevano fosse un vantaggio di 3 miliardi di anni. Una rappresentazione più onesta avrebbe raffigurato un’ameba a cellula singola (UAU), seguita da un pesce, seguita da una sorta di pesce scimmia strisciante, seguita da una scimmia e infine da un uomo moderno.

Tuttavia una tale rappresentazione non sembrerebbe plausibile. In effetti, se una tale idea dovesse essere spinta dai media tanto quanto quella a cui tutti siamo abituati, la credenza pubblica nella transizione da ‘brodo primordiale all’uomo’ sicuramente si eroderebbe.

Quindi, per ricapitolare, cerchiamo di essere chiari su cosa significa in realtà evoluzione atea. Eccola, nella sua nuda, cruda e onesta forma.

Immagina se dovessimo rintracciare l’albero genealogico della leggendaria bellezza Marilyn Monroe, sua madre, sua nonna, la sua bisnonna, la sua trisavola ecc.
Quindi immagina di rintracciare l’albero genealogico di una larva disgustosa che al momento si sta facendo strada attraverso la carcassa in decomposizione vecchia di una settimana, a sua madre (una mosca), alla sua nonna, alla sua bisnonna, ecc – fino a quando alla fine incontriamo la stessa creatura che ci ha portato la bella Marilyn. Vedi, secondo Darwin, Marilyn e la larva sono lontani cugini!

Per favore non schiacciate piu` le mosche. Quelle piccole creaturine potrebbero un giorno “evolversi” nel sogno di ogni uomo.

Viaggi simili attraverso la nostra macchina del tempo risulterebbero in una miriade di altri sconvolgenti incontri l’Elefante e la Farfalla, la Formica e la Quercia, il Coniglio e il Tyrannosaurus Rex, e così via.

Ma cerchiamo di essere onesti e offriamo a Mr. Darwin l’opportunità di presentare il suo caso.

 

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (Il Big Bang e il Big Blend)

“Tanto tempo fa, 15 miliardi di anni fa per essere precisi, tutta la materia nell’universo era contenuta in un singolo punto, che viene considerato l’inizio dell’universo. Dopo l’esplosione iniziale (Big Bang) e la successiva espansione, l’universo si è raffreddato abbastanza da consentire la formazione di particelle, come protoni, neutroni ed elettroni. La maggior parte degli atomi prodotti dal Big Bang sono idrogeno, insieme a elio e tracce di litio. Nuvole giganti di questi elementi primordiali si unirono in seguito attraverso la gravità per formare galassie, stelle e pianeti. La magnificenza, la simmetria e la perfezione matematica dell’Universo sono nate come il risultato del caso. ”

Prima di tutto, la “Teoria del Big Bang” non è né verificabile né osservabile. Ciò di per sé non smentisce l’idea, ma prima di proclamare una cosa come un “fatto indiscutibile della scienza” e considerare gli scettici come “non istruiti”, vediamo prima alcune prove concrete; o meglio alcune convincenti “prove soft”. Non ci sono tuttavia prove osservabili e alcuni dei sostenitori del Big Bang ammettono la stessa cosa.

Nel maggio del 2004, un gruppo di 33 scienziati di alto livello ha firmato una lettera aperta in cui affermavano che la teoria del Big Bang era invalida.

Ecco un piccolo estratto:

“Oggi la teoria del Big Bang fa affidamento su un numero crescente di entità ipotetiche, cose che non abbiamo mai osservato: l’inflazione, la materia oscura e l’energia oscura sono gli esempi più importanti. Senza di loro, ci sarebbe una contraddizione fatale tra le osservazioni fatte dagli astronomi e le previsioni della teoria del Big Bang.
In nessun altro campo della fisica sarebbe accettato questo continuo ricorso a nuovi oggetti ipotetici come mezzo per colmare il divario tra teoria e osservazione. La teoria del Big Bang non può sopravvivere senza questi fattori fondanti.

Eric J Lerner di Lawrence Plasma Physics è solo uno dei tanti scienziati che cercano di combattere il Big Bang

Continuando, non è stata fornita una spiegazione soddisfacente per la provenienza di tutta questa materia pre-Big Bang. Come si è formato in un punto così denso? Voglio dire, stiamo parlando di alcune enormi quantità di materia, tutte condensate in un punto. Non possiamo semplicemente ignorare il periodo pre-Big Bang, vero?

Eppure, questo è esattamente ciò che fanno i sostenitori della teoria del big bang. Invece di affrontare queste domande vitali, scelgono semplicemente di ignorare l’origine della materia esistente nel periodo pre-Big Bang e l’ulteriore speculazione che ne deriverebbe. In una conferenza intitolata “The Beginning of Time”, il leggendario, fisico teorico, cosmologo e apertamente ateo Stephen Hawking spiega:

“In questo momento, durante il Big Bang, tutta la materia nell’universo, sarebbe stata una sopra l’altra. La densità sarebbe stata infinita. … L’universo evolverà dal Big Bang, indipendentemente da come era prima. “

OK Mr. Hawking. Qualunque cosa la tua sfera di cristallo ti dica del passato la accetterò. (nonostante il fatto che molti astronomi non sottoscrivano la teoria del Big Bang). Ma per favore parlaci del “periodo pre-Big Bang “. Secondo lei cosa e` successo? Da dove viene tutta questa materia? Quanti miliardi di anni ci sono voluti perché tutta quella roba si accumulasse e si condensasse a tal punto da riempire in seguito l’Universo corrente?

Poche righe dopo, l’uomo soprannominato dalla stampa come “l’uomo più intelligente del mondo” affronta queste domande essenziali:

“Dal momento che gli eventi pre-Big Bang non hanno conseguenze osservabili, si può anche escluderli dalla teoria e dire che il tempo è iniziato dal Big Bang. Gli eventi prima del Big Bang, semplicemente non sono definiti, perché non c’è modo di misurare quello che è successo. “

Che cosa?!

Perché Hawking, per sua stessa ammissione, non può né “definire” né “misurare” gli eventi precedenti al Big Bang? Perche` gli elimina semplicemente dalla storia cosmica. Chi è lui per dire che gli eventi pre-Bang “non hanno conseguenze osservabili”? Come può riconoscere simultaneamente che ci sono stati “eventi prima del Big Bang”, e poi dire che avvennero prima del tempo e percio` non sono considerabili. Chi è lui per decretare unilateralmente che “il tempo è iniziato dal Big Bang”

Questo non è un discorso scientifico; è il “doppio pensiero” orwelliano. I “15 miliardi di anni” di Hawking sono per l’eternità ciò che un singolo granello di sabbia è nel deserto del Sahara, moltiplicato per l’infinito. Il semidio Hawking non può cancellare il periodo pre-Big Bang più di quanto uno storico possa cancellare gli eventi avanti Cristo. “Ignorate l’antica Grecia e l’Egitto. Quelle civiltà prima di Cristo non hanno avuto “conseguenze osservabili”.

Le menti curiose vogliono sapere; come è stata creata tutta questa materia e come si è accumulata in una singola palla di neve cosmica

Non sarebbe, l’origine della materia reale, in qualunque forma pre-Big Bang, rappresentare il vero “punto di partenza” dell’Universo?
Perché la materia frammentata che fluttua nello spazio per “15 miliardi di anni” può essere definita come “l’Universo”, ma un blocco condensato di quella stessa materia che galleggia nello stesso spazio per molti anni prima non è considerato parte della storia cosmica?

L’ateo Hawking pattina attorno a una legge della termodinamica ignorandola semplicemente.

La legge afferma:

“La materia e l’energia non possono essere né create né distrutte”.

Ciò significa che non c’è nessuna nuova materia o energia che viene in esistenza e nessuna nuova materia o energia che passa alla non esistenza. L’idea dell’universo che inizia ad esistere dal nulla viola la prima legge della termodinamica, che è stata stabilita dalla stessa comunità scientifica che ora, per la maggior parte, la ignora.

Questa legge suggerisce che l’universo, e tutta la materia e l’energia al suo interno, devono avere un’origine soprannaturale che ha violato la legge – un momento speciale in cui la materia e l’energia sono state effettivamente create da una Forza Intelligente ben oltre la nostra comprensione.

Oppure, potrebbe essere che la materia e l’energia siano effettivamente eterne, e sempre presenti?

In tutta onestà, non possiamo davvero aspettarci che Hawking, o qualsiasi altro scienziato, possa rispondere definitivamente a tali domande. Ma quello che Hawking sta essenzialmente dicendo è,

“Poiché tali domande sono senza risposta, escludiamolo dal nostro sistema di credenze atea e creiamo un Big Bang della materia preesistente.”

Immagina come se tutto questo fosse un corso di cucina. Chef Hawking l’infallibile elimina la creazione, l’accumulo, la miscelazione e il lavoro di preparazione degli ingredienti reali in quanto “senza valore” per la ricetta. “Basta mettere le lasagne pre-cotte nel forno e muto”, dice il Masterchef di tutti i cuochi.

“Hawking ha parlato. Non prestare attenzione a quell’uomo (pre-Big Bang) dietro il sipario

Il tutto diventa piu` strano. Il professore paralitico argomenta attraverso fallacie:

“… il moto dei corpi nel sistema solare può essere estrapolato indietro nel tempo, ben oltre il 4000 aC , la data della creazione dell’universo, secondo il libro della Genesi. Richiederebbe quindi l’intervento diretto di Dio, se l’universo fosse iniziato in quella data. Al contrario, il Big Bang è un inizio che è richiesto dalle leggi dinamiche che governano l’universo. È quindi intrinseco all’universo e non è imposto dall’esterno (Dio).

E` veramente il meglio che sai fare? Appellarti al libro della Genesi per provare le tue teorie?

Oltre alla questione completamente schivata della formazione della materia (creazione), si pone la questione di come l’armonia e la simmetria simili a un orologio svizzero delle orbite potrebbe venir scaturita da una massiccia esplosione (o anche solo da una cieca e graduale espansione come credono altri cosmologi): un evento che altrimenti causa sempre caos casuale.

Gli scienziati teorici hanno scoperto il “Big Bang” … nella loro immaginazione!

Questa parte della narrativa sulla creazione post Big Bang può essere definita “Il Big Blend”. Il Big Blend si puo` rappresentare metaforicamente come il mettere diverse varietà di metalli e vetro in un frullatore e premere il pulsante “frulla”. Prova a ripetere questa operazione un paio di miliardi di volte e alla fine, alcune delle parti sparse si saranno unite per formare un orologio Rolex di fascia alta.

Certo, è un’analogia imperfetta perché non viene preso in considerazione l’attrazione gravitazionale di varie materie, ma si ottiene il punto. In che modo un’esplosione di materia condensata ha creato ciecamente un Rolex cosmico di orbite e sistemi solari perfetti? (per non parlare di dove proveninvano le materie prime che hanno creato il Rolex!)

In realtà, e` molto piu` probabile che ti esca un Rolex da quella miscela piuttosto che il contenuto cosmico di Hawking entri in esistenza. Oltre alla dimensione, l’Universo e i suoi elementi armoniosi formano un’orchestra molto più complessa di quanto non facciano i componenti di un Rolex. Il funzionamento del Rolex è in realtà primitivo al confronto!

Come si sono formate le particelle (protoni, neutroni ed elettroni)? Da dove viene l’idrogeno e altri gas? In che modo esattamente si “coalizzarono” ciecamente per formare galassie, stelle e pianeti perfetti? In che modo un’esplosione in un negozio di vernici produce repliche perfette della Gioconda?

La brillante banda di maghi matematici, fisici teorici e programmatori di computer di Hawking è molto abile nel creare equazioni e nella progettazione di videogiochi per “rispondere” a tali domande. Ma se le fallacie logiche giovanili di Hawking servono da indicazione, allora una persona ragionevole ha il sospetto che le equazioni e le animazioni dei cartoni siano basate su ipotesi predeterminate

Se Hawking il Santo è capace di errori di logica così colossali, davvero comici, allora che cosa dice delle sue legioni di fan che insegnano nelle élite universitarie in tutta l’America e in Europa.

Un autore nel ricercare la vita dell'”l’uomo più intelligente del mondo”, ha scoperto questa succosa piccola pepita :

“I suoi risultati scolastici, per lo piu` fallimentari come da lui stesso ammesso hanno compromesso i suoi risultati. Decise di rispondere solo a domande di fisica teorica piuttosto che a quelle che richiedevano una conoscenza fattuale. Una laurea con lode di prima classe era una condizione per essere accettato al corso di laurea previsto. Ansioso, ha dormito male la notte prima degli esami e il risultato finale era al limite tra gli onori di prima e seconda classe, rendendo necessaria una prova orale

E …

“Il primo anno di Hawking come studente per il dottorato è stato difficile. …… scoprì che la sua formazione in matematica era inadeguata per il lavoro in relatività generale e cosmologia.

A Oxford, Hawking ha avuto grandi difficolta` con la fisica classica