Archivi Blog

Epstein: Il compagno di cella minacciato

L’ex compagno di cella di Jeffrey Epstein afferma che gli è stato detto che ci sarebbe stato un “prezzo da pagare” se avesse parlato del presunto suicidio del miliardario pedofilo Epstein e sta chiedendo di essere trasferito in un’altra prigione.

L’ex poliziotto Nicholas Tartaglione ha condiviso una cella con Epstein durante il suo primo tentativo di suicidio, ma i due sono stati separati prima che Epstein si impiccasse il 10 agosto.

Ora Tartaglione chiede un trasferimento perché dice che le guardie carcerarie lo hanno minacciato e gli hanno detto di “smettere di parlare”.

“Il chiaro messaggio che ha ricevuto Tartaglione è che se avesse dato informazioni sulla struttura o sul recente suicidio di [Epstein], ci sarebbe stato un prezzo da pagare”, recita una lettera dell’avvocato di Tartaglione Bruce Barket. “Sia che gli investigatori sul suicidio abbiano scelto di intervistare il signor Tartaglione sul tentato suicidio di cui era testimone o su come viene gestita la struttura e sulle condizioni in cui i detenuti sono costretti a vivere, gli ufficiali di correzione sanno che ha informazioni potenzialmente molto dannose per le stesse persone ora incaricate di proteggere lui o i loro colleghi. ”

Il suicidio di Epstein ora è in gran parte scomparso dai titoli dei giornali, con molti dei clienti di alto profilo a cui ha fornito “servizi” che possono finalmente tirare un sospiro di sollievo.

Come riportato la scorsa settimana, le ferite di Epstein che hanno portato alla sua morte sono più comuni nelle vittime di omicidio per strangolamento che per impiccagione.

Fonte

Jeffrey Epstein e` stato ucciso?

Jeffrey Epstein è stato trovato morto nella sua cella di prigione, anche se era sotto osservazione per tentato suicidio. Ecco perché molto probabilmente Epstein è stato ucciso.

Nel mio ultimo articolo su Jeffrey Epstein, ho esposto alcuni fatti che spiegano come probabilmente sarebbe stato ucciso. Bene, dieci giorni dopo, il finanziere miliardario il cui processo avrebbe potuto rivelare le più brutte verità dell’élite mondiale, è stato trovato morto in un “apparente suicidio”. Secondo fonti, il suo corpo è stato trovato impiccato nella sua cella il 10 agosto alle 7:30 presso il Metropolitan Correctional Center di New York. È stato trasportato dalla sua cella in un ospedale di Lower Manhattan, Epstein aveva un arresto cardiaco.

Mentre i mass media hanno immediatamente spinto la tesi del suicidio, semplicemente non ha senso.

EPSTEIN ERA NELLA PRIGIONE PIU` SICURA DEGLI STATI UNITI

Il Metropolitan Correction Center

Epstein è stato detenuto presso il Metropolitan Correction Center di Manhattan, che è considerata la “prigione più severa negli Stati Uniti”. All’interno delle mura di questa prigione, le luci fluorescenti non vengono mai spente e i detenuti non sperimentano quasi alcuna interazione umana. Inoltre, Epstein era tenuto nell’area più sicura di quella prigione. I detenuti vengono tenuti nelle loro celle per 23 ore ogni giorno e le telecamere a circuito chiuso li guardano mentre fanno la doccia, vanno in bagno e siedono da soli nelle loro celle pesantemente barricate. Inoltre, Epstein era un detenuto di altissimo profilo.

In breve, ogni singola condizione era soddisfatta affinché potesse essere attentamente monitorato, sempre, da un team di persone addestrate a controllar i detenuti e rispondere prontamente in caso di crisi.

Considerando questi fatti, come è possibile che Epstein possa essersi impiccato da solo morendo senza che la sicurezza se ne accorgesse. Ma non è tutto.

EPSTEIN FACEVA PARTE DEL PROGRAMMA SUICIDE WATCH

Due settimane fa, Epstein è stato scoperto semi-cosciente, sdraiato in una posizione fetale con segni sul collo. Nonostante la costante sorveglianza, le autorità non hanno mai confermato ciò che è realmente accaduto. Tuttavia, sappiamo che l’evento ha portato Epstein ad essere inserito nel programma Suicide Watch.

Epstein, 66 anni, è stato trovato semi-cosciente con segni sul collo nella sua cella al Metropolitan Correctional Center di Manhattan, secondo le fonti. Epstein e` nel programma Suicide Watch.

Mentre le due fonti dicono che Epstein avrebbe potuto tentare di impiccarsi, una terza fonte ha avvertito che le lesioni non erano gravi, chiedendo se Epstein avrebbe potuto organizzare un attacco o un tentativo di suicidio per ottenere un trasferimento in un’altra struttura.

Un’altra fonte ha affermato che non era stato escluso un assalto e che un altro detenuto nell’unità di Epstein, identificato da fonti come Nicholas Tartaglione, era stato interrogato. Le fonti hanno anche detto che Epstein e Tartaglione erano compagni di cella.
– NBC News, Jeffrey Epstein found injured with marks on his neck in New York jail cell

In un carcere di massima sicurezza come il Metropolitan Correction Center (noto anche come “Guantanamo di New York”), il programma Suicide Watch non e` uno scherzo. Ecco cosa comporta di solito questo processo:

Il Suicide Watch è un intenso processo di monitoraggio utilizzato per garantire che una persona non possa tentare il suicidio. Di solito il termine è usato in riferimento a detenuti o pazienti in una prigione, un ospedale, un ospedale psichiatrico o una base militare. Le persone vengono messe in questo programma quando si ritiene che esibiscano segnali che indicano che potrebbero essere a rischio di commettere danni fisici o mortali.

Le persone sotto Suicide Watch vengono messe in un ambiente in cui sarebbe difficile per loro farsi del male. In molti casi, eventuali oggetti pericolosi verranno rimossi dall’area, come oggetti appuntiti e alcuni mobili, oppure potrebbero essere collocati in una speciale cella imbottita, che non ha nulla che fuoriesce dalle pareti (ad esempio, un gancio per vestiti o una staffa di chiusura della porta ) Possono essere spogliati di qualsiasi cosa con cui potrebbero farsi del male o che potrebbe essere usata come cappio, compresi lacci delle scarpe, cinture, cravatte, reggiseni, scarpe, calze, bretelle e lenzuola. In casi estremi il detenuto può essere completamente spogliato.

In casi ancora più estremi, i detenuti possono essere posti sotto “restrizioni terapeutiche”. Il detenuto è appoggiato sulla schiena su un materasso. Le loro braccia e gambe sono legate e una cintura è posizionata sul petto. In un sistema a cinque punti anche la testa è trattenuta. A un detenuto viene concesso di muoversi ogni 2 ore, rilasciandogli un arto e permettendoli di muoverlo per un breve periodo. Viene quindi legato di nuovo, e si procede all’arto successivo. Questo processo viene ripetuto fino a quando tutte le aree trattenute non sono state spostate. Questo processo di solito continua con turni di 8 ore e il detenuto ha un incontro faccia a faccia con un professionista della salute mentale almeno una volta in ogni intervallo di 8 ore. Questo non può continuare per più di 16 ore consecutive. Il detenuto viene continuamente sorvegliato dallo staff durante questo periodo.

Nei casi più estremi di autolesionismo, solo quando tutte le altre strade non hanno funzionato o sono impraticabili, è possibile usare un “contenimento chimico” per sedare il detenuto. Affinché una struttura possa amministrare una restrizione chimica, deve avere l’approvazione / raccomandazione di un professionista autorizzato della salute mentale, del responsabile della struttura e un ordine del tribunale.
– Suicide Watch, Wikipedia

Per riassumere la situazione, Epstein era all’interno della prigione più sicura degli Stati Uniti ed era un detenuto di altissimo profilo. Era nella zona più sicura di quella prigione ed era anche all’interno del programma Suicide Watch. Non c’è assolutamente alcun modo in cui avrebbe potuto morire impiccandosi senza che fosse fermato dalle guardie di sicurezza della prigione.

Chiaramente qualcosa e` successo.

LASCIATO SUCCEDERE

Le persone vicine al caso hanno avvertito del probabile omicidio di Epstein settimane prima che accadesse.

Qualche settimana fa, Spencer Kuvin, un avvocato che rappresentava tre donne nel processo del 2008 contro Epstein, ha detto questo sul primo “tentativo di suicidio” di Epstein.

“Mi chiedo se sia stato o meno un vero tentativo di suicidio in cui il signor Epstein è stato coinvolto in prigione o se potrebbero esserci o meno delle persone potenti che semplicemente non vogliono che parli. Se verrà processato, tutti quelli con cui è stato in contatto saranno distrutti dalle rivelazioni. Non ho alcun dubbio che nessuna prigione ti proteggerà quando ci sono persone potenti che vogliono raggiungerti, ovunque tu sia.– The Sun, ‘IN DANGER’  Jeffrey Epstein’s life ‘in jeopardy’ as powerful pals ‘don’t want their secrets out’, victim’s lawyer claims

Anche Qanon ha predetto la morte di Epstein poco dopo il suo arresto.

Chiaramente, molte persone sapevano sarebbe andata cosi. Inoltre, molte persone che lavorano al Metropolitan Correctional Center non sono riuscite a svolgere il proprio lavoro. E molto probabilmente gli e  stato ordinato di “chiudere un occhio”.

Perché Epstein doveva morire.

CONSEGUENZE DELLA SUA MORTE

La morte di Epstein è estremamente conveniente per l’élite mondiale. Mentre i mass media sono stati estremamente attenti a non comunicare informazioni che potrebbero danneggiare i loro proprietari elitari, un lungo processo avrebbe presentato alti rischi di perdite sensibili. Individui di grande potere provenienti da tutto il mondo erano a rischio di essere coinvolti in una sordida relazione che coinvolge il traffico e l’abuso di minori. Su una scala più ampia, la cultura malata e contorta e lo stile di vita dell’élite mondiale sarebbero venuti alla luce.

Inoltre, un’indagine più approfondita su alcune “organizzazioni senza scopo di lucro” come la Clinton Foundation (con cui Epstein era profondamente coinvolto) e il TerraMar Project di Ghislaine Maxwell avrebbero potuto aprire un gigantesco vaso di Pandora. Non vogliono che le masse scoprano il vero motivo per cui l’élite è così preoccupata per Haiti e perché così tante persone vanno lì a fare “opere di beneficenza”.

Ora che Epstein è morto, il caso federale continuerà? Anche se proseguira`, molte persone potenti sono ora fuori dai guai. E i media smetteranno gradualmente di riportare ciò che è realmente accaduto sull’isola di Epstein e sul Lolita Express.

Ancora una volta, l’élite occulta ha dimostrato il suo potere uccidendo un personaggio di alto profilo in bella vista e, probabilmente, nessuno sarà ritenuto responsabile. Tranne forse un capro espiatorio o due.

Fonte

Un migrante marocchino uccide un italiano a caso: “Era troppo FELICE e non riuscivo a sopportarlo”

I pubblici ministeri hanno detto che un sospetto ha confessato di aver ucciso Stefano Leo un italiano tretatrenne, che è stato trovato pugnalato a morte sulle rive del fiume Po a Torino il 23 febbraio, per la sola ragione che voleva uccidere qualcuno.


Il sospettato, Said Machaouat, un marocchino di 27 anni, si è costituito durante il fine settimana.

“Sono l’assassino di Stefano Leo. Devo consegnarmi. Mi sento braccato dai carabinieri”.

“Tra tutte le persone che passavano, ho scelto di uccidere questo giovane perché sembrava felice. E non potevo sopportare la sua felicità “, ha detto Mechaout, secondo i pubblici ministeri.

Mechaout non conosceva la vittima, almeno questo è ciò che ha detto ai Carabinieri.

“Quella mattina”, ha confessato, “ho deciso che avrei dovuto uccidere qualcuno. Sono andato a comprare un set di coltelli, poi gli ho gettati via tutti tranne il più affilato. Poi sono andato a Murazzi e ho aspettato. Quando ho visto quel tizio ho deciso che non potevo sopportare il suo aspetto felice. ”
“L’ho visto, mi ha guardato e ho pensato che avrebbe dovuto soffrire come me. Gli ho tagliato la gola con il coltello. “” Il movente è agghiacciante “, ha detto il procuratore torinese Paolo Borgna.
E ‘stato citato Mechaout che diceva ai procuratori Ciro Santoriello ed Enzo Bucarelli che “volevo uccidere un ragazzo come me, per portargli via tutte le sue prospettive, i suoi figli, i suoi amici e parenti”.
Il sospettato, che ha mostrato agli investigatori dove si trovava il coltello da cucina con cui ha commesso il cirmine, ha detto che era depresso dopo essersi separato dalla sua ex moglie.
“La cosa peggiore era sapere che il mio bambino di quattro anni stava chiamando un amico della mia ex compagna papà”, ha detto Mechaout.

Fonte

 

Mac Miller e` stato ucciso?

La morte di Mac Miller è avvenuta in circostanze strane ed è stata preceduta da un macabro simbolismo. Mac Miller è stato ucciso dall’industria degli Illuminati?

Il rapper e produttore Mac Miller è stato trovato senza vita in una camera da letto nella sua casa di San Fernando Valley il 7 settembre. Le autorità sono state allertate da un amico che ha fatto una telefonata al 911 dalla casa di Mac. I soccorritori sono stati chiamati per un caso di arresto cardiaco e Mac è stato dichiarato morto sulla scena. Poco dopo, è emerso che Mac e` morto per overdose.

Molti penseranno: “Beh, Mac Miller e` un grande consumatore di droga quindi non sono sorpreso che ci abbia lasciato le penne”. Ok… Tuttavia, prima di dichiarare che il “caso chiuso”, diamo un’occhiata ad alcuni fatti che lo circondano.

Per cominciare, perché la casa di Mac Miller è stata “ripulita” prima dell’indagine della polizia? Il NY Post riporta:

Mac Miller ha lasciato dietro di sé poche prove della sua apparente overdose fatale.

Le autorità hanno trovato solo una piccola quantità di polvere bianca quando hanno inspezionato la sua casa a San Fernando Valley, in California, riferiscono fonti a TMZ, aggiungendo che la residenza è stata probabilmente “pulita” dopo aver parlato con i testimoni.

La ricerca di bottigliette di pillole o di stupefacenti non ha rivelato nulla, le fonti hanno detto al sito.
– NY Post, Mac Miller’s home reportedly cleaned before cops could investigate

Ecco il primo fatto sospetto

Di cosa hanno parlato i media dopo la morte di Miller? … Ariana Grande (ancora).

DANGEROUS WOMAN

Esattamente una settimana prima della morte di Mac Miller, Ariana Grande e` stata la protagonista principale del funerale di Aretha Franklin … per tutte le ragioni sbagliate. Un anno prima, si verifico` l’attentato di Manchester ad uno dei suoi concerti. Sembra che la morte la segua. Certo, niente di tutto questo è colpa sua. È stata una pedina del settore da quando era bambina e fa quello che i suoi gestori le dicono di fare.

Nei mass media, Mac Miller veniva per lo più definito come l’ex fidanzato di Ariana Grande e molti la biasimano per la sua morte. Alcuni dicono che, dalla loro rottura, Mac Miller ne e` uscito depresso e che era ancora più incline all’abuso di droghe del solito. Ovviamente, pochissimi sapevano la vera natura della relazione tra Miller e la Grande, e cosa veramente stava succedendo nella testa del rapper. Una cosa che sappiamo è che Ariana Grande è stata, negli anni passati, una delle più grandi popstar del mondo e una pedina di alto livello nel settore. Tutto su di lei è strettamente controllato e lei è stata abituata a mettere in scena tutti i tipi di dramma dell’elite occulta.

Poiché è costantemente utilizzata per portare avanti l’agenda occulta, Ariana Grande è stata oggetto di numerosi articoli su questo sito. Più di recente, i suoi video musicali riguardavano il controllo mentale Monarch e il suo divenire una dea attraverso la Sex Magick. Fatto interessante: l’album del Mac Miller del 2016 – creato dopo aver incontrato Ariana – si chiamava The Divine Feminine. Era un’allusione allo stato di “dea” della Grande?

Pete Davidson – l’attuale fidanzato di Ariana Grande – sembra cadere nello stesso “modello” di Miller. La sua relazione con Grande sembra essere molto “consumante” mentre mostra tutti i segni di un tossicodipendente

Pete Davidson indossa una maglia rovesciata di Ariana Grande (simbolismo occulto). I suoi capelli sono ossigenati – un simbolo che a volte si riferisce al controllo mentale degli illuminati.

Quindi, anche se non possiamo incolpare Ariana Grande direttamente per la morte di Mac Miller, la relazione ha fatto sì che il rapper avesse a che fare con il lato oscuro dell’industria musicale. E, da allora, il simbolismo a lui associato e` diventato molto illuminato.

SIMBOLISMO PROFETICO

Come spesso accade in bizzarri eventi occulti, la morte di Mac Miller è stata preceduta da un cupo simbolismo. Per i principianti, questa è l’ultima foto pubblicata sul profilo Instagram di Miller, il giorno prima della sua scomparsa ..

Mac Miller nasconde un occhio.

Come già sanno i lettori di questo sito, questo è un segno di “sottomissione” all’industria dell’intrattenimento dell’élite occulta. Il fatto che sia stato pubblicato poco prima della sua morte (probabilmente non da lui) è piuttosto inquietante.

Il Ny Times ha usato questa foto per ricordare Mac Miller

Ariana Grande lo fa da anni.

Miller ha anche pubblicato una storia su Instagram in cui vediamo un giradischi che suona la sua canzone So It Goes, che presenta i testi: “Nine lives, never, die, f*** a heaven, I’m still gettin’ high.”

Uno screenshot dell’ultima storia di Miller su Instagram.

L’espressione “So It Goes” è stata resa popolare dal classico romanzo di Kurt Vonnegut Slaughterhouse Five, in cui il narratore avrebbe detto “So it Goes” dopo la morte di ogni personaggio.

Strano e` anche il simbolismo trovato nell’ultimo video di Mac Miller Self Care, diretto dal fotografo di alto profilo Christian Weber.

La prima scena è ispirata a una scena del film Kill Bill II.

In Self Care, Mac Miller è sepolto vivo.

Mac accende una sigaretta e inizia a scavare la parte superiore della bara di legno.

Scolpisce le parole “Memento Mori”, che in latino significa “ricorda la morte”.

Memento Mori è definito come “teoria e pratica della riflessione sulla mortalità” e può essere trovato in più culture nel corso della storia.

“Memento Mori Remember to Die”, 1640, incisione su legno, Folger Shakespeare Library, Washington DC.

Un anello massonico. Questo concetto di Memento Mori è estremamente importante nella Massoneria.

Dopo aver scritto Memento Mori, Mac Miller colpisce il cerchio con l’iscrizione ed esce dalla bara, che è stata sepolta sotto un cumulo di terra.

Mac Miller esce dal mucchio di terra.

Mentre sembra che Mac sia emerso vittorioso da questo evento traumatico, le cose si mettono di nuovo male.

Mentre Miller si alza, tutto intorno a lui esplode al rallentatore,.

Così, mentre Mac pensava di poter sfuggire alla morte, non lo ha fatto. E, circa due mesi dopo l’uscita di questo video, Mac è effettivamente morto.

Questo video profetico ricorda il video postumo di XXXtentacion SAD! in cui il rapper partecipa al suo funerale. La sua morte fu anch essa circondata da eventi bizzarri.

Nel suo video finale SAD !, XXXtentacion guarda il suo stesso cadavere.

CONCLUDENDO

Carl Jung ha descritto il concetto di sincronicità come “eventi che sono coincidenze significative” “senza relazione causale, ma sembrano essere significativamente correlati”. Questi eventi accadono spesso a un livello molto intimo e personale. Tuttavia, nel caso del mondo oscuro e contorto dell’élite occulta che è basato su mega-rituali e sacrifici di alto profilo, gli eventi sincronici possono essere osservati dal mondo intero.

Come visto sopra, tutto ciò che riguarda Mac Miller nelle settimane passate punta direttamente alla sua morte. E` stata tutta una coincidenza? O le persone del settore intorno a lui sapevano che sarebbe giunta la sua ora? È caduto dalle grazie del settore? Sapeva troppo? Si e` suicidato … o e` stato suicidato?

Fonte

Lady Diana: Il significato occulto della sua morte

Perché Elton John definì Lady D “England’s Rose”? Forse perché era bella o perché la rosa ha un profondo significato occulto? Questo articolo esaminerà i simboli esoterici utilizzati nei numerosi monumenti alla memoria di Diana.

1099123_f260
Per gli occultisti, Diana non era semplicemente una principessa, rappresentava il femminino sacro.
Lady Diana venne spesso considerata dai media come la “principessa del popolo”.
Amabile, gentile e bella, possedeva tutte le caratteristiche per diventare oggetto di idolatria. E così fu. Le immagini che la ritraggono assieme ai bambini africani o i suoi discorsi contro le mine antiuomo hanno colpito l’immaginazione dell’intero pianeta. Il Time Magazine disse su di lei: “Diana era bellissima, con un viso fresco dai tratti inglesi. Sfruttò appieno i suoi grandi occhi azzurri, sciogliendo i cuori degli uomini e delle donne attraverso un’espressione di completa vulnerabilità. Gli occhi di Diana, come quelli di Marilyn Monroe, contenevano un appello indirizzato non ad un singolo individuo, ma al mondo intero. Spesso sembrava sul punto di piangere, alla maniera delle raffigurazioni popolari della Vergine Maria. “

Analogamente alla Vergine Maria, Diana aveva (ed ha ancora) legioni di seguaci, che adorano la sua natura e la sua energia materna. In altre parole, sembra soddisfare il bisogno, insito negli esseri umani, di adorare una divinità femminile, che dona la vita ed è piena di compassione. I mass media svolsero un ruolo chiave nella creazione di questa icona, documentando ogni dettaglio del suo matrimonio da favola, della sua travagliata relazione con Carlo, delle sue attività umanitarie e, infine, della sua prematura scomparsa. Che Diana sia stata cresciuta per diventare una sorta di “Dea moderna” venendo infine sacrificata, in conformità con le antiche pratiche pagane? Questo potrà sembrare assurdo ai più, ma non a coloro che conoscono le pratiche occulte del mondo elitario. E’ possibile, inoltre, osservare numerosi indizi e simboli, inseriti da questo gruppo, per commemorare in modo sottile la natura occulta della morte di Lady Di. Non entreremo nei dettagli riguardanti il suo assassinio, ci sono tonnellate di siti e libri che ne parlano. Ci concentreremo piuttosto sui simboli che circondarono gli avvenimenti della sua morte e del suo memoriale, i quali portano la firma dell’elite occulta. Sono ben visibili a tutti ma possono essere riconosciuti solo da coloro che hanno “occhi per vedere e orecchie per sentire”.

Diana venne elevata al livello di Dea per diventare l’oggetto del sacrificio rituale. Questa pratica è stata accuratamente progettata da un gruppo segreto di persone illuminate, chiamate dai più “Illuminati”. Questi ultimi contano nelle proprie file leader mondiali, come la monarchia britannica e sono noti per essere profondamente versati nella ritualistica occulta. Se avete difficoltà a crederci, ricordate che i nazisti erano al potere quasi 70 anni fa, mostrando ovunque il simbolo esoterico della svastica, organizzando enormi rituali occulti e ripristinando l’immaginario pagano in Germania.

LA DEA DIANA

Nella mitologia romana, Diana era la dea della natura, del parto, della caccia ed era la protettrice dei più deboli. E’ l’equivalente della dea greca Artemide e rappresenta il Femminino Sacro, l’aspetto femminile della divinità. La Principessa Diana possedeva gli stessi attributi in quanto era una paladina della natura, si prendeva cura dei bambini del terzo mondo e partorì i futuri eredi al trono inglese. I boschetti di querce erano particolarmente sacri alla dea Diana. In epoca romana, i boschi e i santuari dedicati a Diana erano sempre situati al di fuori dei confini della città. Tali templi vennero trovati in tutta Europa. Per promuovere la somiglianza con la Dea che porta il suo stesso nome, Lady Diana fu sepolta in un boschetto della sua città natale (ne parleremo più avanti). La Dea Diana è spesso raffigurata con cervi e colombe.

artemis2-213x301-custom

Il principio femminile è spesso rappresentato dalla luna, dove quest’ultima è in opposizione al principio maschile solare. L’energia femminile è comunemente associata al pianeta Venere ed è rappresentata nel simbolismo da un fiore a cinque petali – la rosa. La dea appare inequivocabilmente in tutte le religioni, anche nel cristianesimo, sotto le spoglie della Vergine Maria. Questi simboli si riferiscono alla primitiva dea femminile  e vennero conservati/diffusi attraverso i misteri pagani e tramite i misitici insegnamenti giudaico-cristiani. Gli oderni studenti dell’occulto riconosceranno e interpreteranno facilmente quei simboli. In seguito verrà spiegato come siano stati utilizzati per associare Lady D al concetto di femminino sacro.

PONT D’ALMA – IL SITO SACRIFICALE

Come ben sapete, la principessa Diana morì in un incidente nel tunnel del Pont d’Alma, a Parigi. Il suo veicolo venne inseguito dai paparazzi i quali fecero perdere, il controllo all’autista (già abbondantemente ubriaco). Potremo discutere per giorni sulle teorie relative a questi eventi, ma non è lo scopo dell’articolo. La verità si trova nei simboli messi li appositamente perchè gli iniziati li riconoscano. Uno di questi è il luogo in cui Diana perse la vita, il tunnel del Pont D’Alma.

La città di Parigi fu costruita dai Merovingi, una dinastia medievale che governò la Francia per numerose generazioni. Prima di convertirsi al cristianesimo, la religione merovingia era una misteriosa branchia del paganesimo.

“… I re merovingi, dal loro fondatore Meroveo a Clovis (che si convertì al cristianesimo nel 496) furono ‘re pagani del culto di Diana’.”
-Clive Prince, La Rivelazione dei Templari

Il tunnel del Pont D’Alma era un luogo sacro dedicato alla dea Diana, dove si svolgevano i rituali sacrificali. Durante queste cerimonie, era della massima importanza che la vittima sacrificata morisse all’interno del tempio sotterraneo. L’assassinio di Diana fu una rievocazione di questa antica tradizione pagana. Poco dopo la morte della principessa, Rayelan Allan (un ricercatore di storia esoterica fin dai primi anni 70 sposato pure con Gunther Russbacher, un agente operativo della CIA) scrisse un articolo intitolato “Diana, Regina del Cielo”. L’articolo venne ripreso da numerosi giornali negli Stati Uniti e in Europa. Diversi autori che scrissero libri sulla morte della principessa Diana utilizzarono l’articolo di Rayelan come riferimento. Nessuno, tuttavia, comprese pienamente il significato più profondo di questo articolo. Pertanto, Rayelan decise di espanderlo in un libro. Il libro afferma che in epoca pre-cristiana, nella zona del Pont d’Alma sorgesse un tempio pagano dedicato alla dea Diana con collegato un “passaggio” diretto per il regno dei cieli. I re Merovingi (500-751) scelsero questo luogo per combattere i loro duelli: il perdente aveva la possibilità di accedere direttamente al paradiso. “Pont” significa “ponte”, “Alma” significa “anima” e per Merovingi, il sito era un ponte sul “fiume delle anime”. Quindi, il Pont D’Alma, il luogo dell’incidente in cui perse la vita la principessa Diana, significa “Ponte dell’Anima”.

LA TORCIA COMMEMORATIVA DEL PONT D’ALMA

ditorch

Se conoscete un po’ di simbolismo occulto, una torcia montata su un pentagramma nero farà sicuramente risuonare qualche campanello in voi. La torcia è uno dei principali simbolo degli illuminati (persone che hanno acquisito la conoscenza segreta). Questa torcia, eretta nel 1989, è una replica esatta di quella che regge la Statua della Libertà. Non si tratta dunque di un omaggio alla principessa Diana, ma, nel tempo, divenne il suo memoriale non – ufficiale. La torcia raggiunse tale “status” a causa della sua ubicazione, si trova infatti proprio sopra il tunnel del Pont d’Alma. Dopo la morte di Lady Di, il monumento fu riempito di fiori e note commemorative, incoraggiando la popolazione ad adottare questo punto di riferimento occulto come memoriale. Alcuni dicono addirittura che questa torcia venne eretta di proposito in modo da indicare precisamente il punto dell’omicidio. Qualunque sia il caso, il simbolo della torcia o fiamma eterna è stato utilizzato in altre uccisioni di alto profilo, ossia nella lapide di JFK.

jfk_grave1

I MEMORIALI DI LADY DI E IL SIMBOLISMO DELLA ROSA

Situato a Londra, in Inghilterra, il parco dedicato alla Principessa Diana contiene una fontana di forma ovale e un santuario. Il simbolo più significativo si può tuttavia trovare nel terreno:

407626786_97d0eaeaa9

Vediamo qui Diana rappresentata da un fiore a cinque petali (rosa), il classico simbolo occulto per rappresentare l’energia femminile. Ecco cosa Wikipedia ha da dire in proposito:

La Potentilla (dal francese, in cinque parti) è una rosa a cinque petali riscontrabile nella simbologia cristiana medievale. La rosa a cinque petali si trova spesso infissa nella parte superiore degli archi gotici, nelle porte e nelle finestre a forma di vescica pescis e fu concepita per rappresentare il grembo di Maria. Alcuni storici hanno ipotizzato che la rosa nell’architettura gotica sia un simbolo segreto del principio femminile, tra la moltitudine di simboli ermetici che si trovano in queste chiese. Il simbolo stesso risale all’epoca romana, in cui veniva chiamato la ‘Rosa di Venere’. La rosa, con la sua caratteristica forma a cinque petali
imita il percorso pentagrammale tracciato dal pianeta Venere nel cielo notturno. Questo, combinato con la bellezza naturale del fiore, lo ha reso un simbolo della dea dell’amore.

Il fiore a cinque petali, la rosa, la stella a cinque punte, la Luna e Venere possono rappresentare il principio femminile quando studiamo simbolismo occulto. Il grande rosone di Notre-Dame a Parigi rappresenta la Vergine Maria (Notre-Dame significa “Nostra Signora”). Il simbolo del pianeta Venere (♀) viene utilizzato anche per rappresentare il sesso femminile. Anche la luna è associata con il principio femminile in quanto assorbe la luce del sole ed ha effetti sulle maree (umidità = femminilità). Tali associazioni esistono fin dagli inizi del tempo e affondano le loro radici nel paganesimo antico.

V’è stato un palese sforzo per associare la principessa Diana alla divinità femminile attraverso i simboli utilizzati per commemorare la sua vita. La rosa venne utilizzata per rappresentare Diana in numerosi casi:

Monete commemorative del Royal Mint:

gb5pound1999

 

Parco commemorativo a Parigi:

princess_diana_memorial_garden

14 febbraio 2001 – Parigi, Francia (CNN) – E’ stato aperto ufficialmente un giardino dedicato alla memoria della Principessa Diana. I funzionari francesi dicono che le aiuole – fioriranno offrendo un luogo dove i bambini potranno imparare molte cose su fiori, piante, ortaggi e sul rispetto dell’ambiente.
Diana – l’ex moglie dell’erede al trono britannico, il principe Carlo – è morta a Parigi il 31 agosto 1997. Era in una macchina che si schiantò violentemente mentre era inseguita dai fotografi. Anche il suo compagno, Dodi Fayed, e il loro autista, Henri Paul, rimasero uccisi. Tuttavia, nella placca, è presente il solo nome di Diana. Un consigliere comunale si è lamentato del fatto che la principessa meritava un onore più grande di un “orto”. I funzionari britannici, però, sono rimasti pienamente soddisfatti dal sito. “Non poteva esserci migliore omaggio alla sua memoria, che un giardino in cui i bambini possono giocare e conoscere la natura”, ha detto Michael Jay, ambasciatore britannico in Francia.

Medaglione commemorativo:

diana2diana11

 

L’associazione della rosa, il simbolo occulto della divinità femminile, alla principessa Diana, venne dunque utilizzato ad-nauseam. Forse è per questo che Elton John definì Lady D “Rosa d’Inghilterra”. Per le persone normali tale connubio è insignificante, ma per gli iniziati, il simbolismo è TUTTO.

IL LUOGO DOVE E’ SEPOLTA DIANA

Diana doveva essere inizialmente seppellita nella tomba di famiglia presso la chiesa locale di Great Brington ma il progetto venne cambiato da suo fratello, il conte Spencer. Disse di esser preoccupato per la sicurezza e che voleva un luogo dove il sepolcro potessere venir curato adeguatamente e visitato nel rispetto della privacy dai suoi figli. In realtà, Diana fu sepolta in un boschetto per promuovere ulteriormente la sua somiglianza con la dea Diana. L’attuale sito di sepoltura si trova su un’isola in un lago ornamentale conosciuto come The Oval nei Pleasure Garden all’interno dell’Althorp Park (ci sarà qualche relazione con la forma ovale della fontana del Memorial Park?;)). Nelle vicinanze si trova un antico arboreto, che contiene alberi piantati dal principe William, dal principe Harry, dagli altri membri della sua famiglia e della principessa stessa. Ecco le immagini del luogo di sepoltura.

 

oval

diana1pa3108_468x702

Nota: la torcia sulla tomba. Il luogo di sepoltura di Diana cementa definitivamente la sua associazione all’antica Dea Diana venerata in boschi nascosti, al di fuori delle aree urbane.

MEMORIALE DEI NEGOZI HAROLDS

Questo è il primo monumento dedicato alla sfortunata coppia, in mostra ad Harrods – un grande magazzino situato a Londra. Il negozio era di proprietà del padre di Dodi. Il simbolismo qui è estremamente esoterico e significativo. Si merita sicuramente un approfondimento.

800px-112407-harrods-diannadodimemorial2

La yoni e il fallo erano venerati da quasi tutti i popoli antichi come appropiati simboli del potere creativo di Dio. Il Giardino dell’Eden, l’Arca, la Porta del Tempio, il Velo dei Misteri, la Vescica Piscis o Nimbo Ovale e il Santo Graal sono importanti simboli yonici, la piramide, l’obelisco, il cono, la candela, la torre , il monolito celtico, la guglia, il campanile, l’albero di maggio e la Lancia Sacra sono simboli fallici.

-Manly P. Hall

In primo luogo, vediamo le immagini di Lady Diana e Dodi Al-Fayed in due cerchi intrecciati. Nell’occultismo, il nome per i due cerchi intrecciati è “vescica piscis” e rappresentano l’energia femminile. John Yarker interpreta questo antico simbolo nel suo libro “Le Scuole Arcane”:

La Vesica Piscis, cioè due cerchi interconnessi, è anche conosciuta come “la Yoni”. Il nome “Yoni” si riferisce alla parte centrale dei cerchi intrecciati e deriva dal sanscrito, in questa antica lingua significa infatti “passaggio divino”. La yoni viene anche collegata all’unione tra maschio / femmina.

vulva

L’ovale formato dall’intersezione dei due cerchi è un simbolo universale del Femminile Divino e in questo contesto la vescica piscis è la vulva della Dea, circondata da due mezzelune: quella calante e quella crescente. La vescica piscis fu utilizzata dagli antichi pagani per rappresentare la dea Venere, è possibile trovarla anche nelle chiese.

Nella penultima foto vediamo una piramide affiancata da due candele (pilastri). Guardare con più attenzione all’interno della piramide:

274823778kekxbe_fs

Essa contiene il bicchiere di vino – con delle tracce di rossetto – usato da Lady D durante la sua ultima cena. Il simbolo del vaso vuoto all’interno di una piramide è un altra potente immagine rappresentante l’unione dei principi maschile e femminile. Il bicchiere di vino porta lo stesso significato del Santo Graal: il sacro femminile.

Nell’epoca patriarcale, le leggende sul Graal comunicavano con le parti più profonde della nostra anima in una ricerca archetipica degli aspetti femminili della divinità.

Ma ancora, un triangolo rivolto verso l’alto rappresenta il fallo e la mascolinità, mentre un triangolo rivolto verso il basso rappresenta la vagina, l’utero, la ricettività e la femminilità. Pertanto, in questo memoriale abbiamo un simbolo femminile all’interno di un simbolo fallico. La Dea Diana che si unisce al principio maschile – Dodi. Questa unione è inoltre rappresentata dall’anello di fidanzamento (dato da Dodi la notte prima della loro morte) posto sotto il bicchiere di vino.

LA STATUA COMMEMORATIVA AD HARRODS

363px-112407-harrods-diannadodimemorial1

Questa statua di bronzo è molto strana. Se la causa ufficiale della morte di Diana e Dodi fu un incidente d’auto, perché c’è scritto “vittime innocenti”? Di cosa sono state vittime? Della guida in stato di ebbrezza? O forse sono state vittime innocenti di un malato ed occulto rituale? Decisamente più probabile. Notare che sotto ai piedi di Dodi c’è un uccello morto. Che cosa rappresenta?

CONCLUDENDO

Qual è lo scopo di elevare Diana al livello di divinità attraverso il simbolismo mistico? Numerose teorie affermano che uno dei figli di Diana diventerà l’Anticristo. Hanno trasformato Diana nella Vergine Maria dell’Anticristo? L’assassinio di Diana, la “Dea della Luna” è la risposta a quello di JFK, il “Dio Sole”? Era parte di un rituale di sangue a causa della nobile genealogia della sua famiglia? La regina d’Inghilterra è in realtà una rettiliana in grado di mutare forma diventando una lucertola alta 6 piedi? Potete cercare su google qualsiasi di queste teorie e troverete più materiale di quanto possiate leggerne. Non ho nessuna prova in merito a tali argomenti perciò non darò una risposta definitiva. Una cosa è certa, i simboli non mentono. Diana era circondata dalle persone più potenti del mondo e queste persone hanno una profonda conoscenza dell’occulto. Gli iniziati sono pienamente consapevoli del fatto che il simbolismo è l’unico vero linguaggio dell’umanità e può essere compreso solo da coloro che ne sono degni. I monumenti dedicati alla principessa sono pieni di simbolismo e tutti fanno riferimento allo stesso concetto di divinità femminile. I simboli analizzati nell’articolo non erano destinati al popolo, il quale pensa ancora che Diana sia morta in un incidente d’auto. Questi codici esoterici fungono agli scopi dell’elite, che esegue rituali in base alla conoscenza segreta che possiede.

Questo articolo è pieno di simboli molto profondi e intricati, ciascuno dei quali può essere ulteriormente studiato. Se avete poca dimestichezza con i concetti discussi qui, fatevi un favore e imparatevi la lingua dei potenti.

Fonte