Archivi Blog

L’UPS non consegna piu` nelle no-go zones in Svezia

La società UPS ha smesso di consegnare pacchi nel distretto multiculturale di Rosengård a Malmö. United Parcel Service Inc. fu fondata negli Stati Uniti nel 1907 ed è diventata un’azienda multi miliardaria.

Ogni giorno, UPS gestisce merci, denaro e informazioni in oltre 200 paesi e regioni in tutto il mondo. Un’area che attualmente non riceve le spedizioni è il quartiere multiculturale di Rosengård a Malmö. UPS ha confermato che non fanno piu` consegne nella zona perché il rischio di subire rapine e altri reati è troppo alto. “I nostri conducenti sono stati attaccati e abbiamo quindi deciso di non distribuire i pacchi a Rosengård”, afferma un impiegato del servizio clienti.

La decisione è stata presa due mesi fa. Soluzioni simili sono state introdotte nelle aree di Stoccolma. E secondo UPS, i nuovi termini rimarranno in vigore fino a quando i conducenti sono a rischio di essere attaccati.
Tuttavia, secondo la polizia svedese e i politici di sinistra non ci sono “zone vietate” in Svezia. Solo 61 “aree vulnerabili”, che richiedono priorità e maggiore attenzione da parte della polizia. 23 di queste aree sono identificate come “particolarmente vulnerabili”. Un’altra manciata è considerata nella “zona a rischio”.

Molte di queste zone sono fondamentalmente gestite da criminali e la polizia non può svolgere il proprio lavoro. Incendi, attacchi con granate si verificano quasi ogni giorno. La polizia, i vigili del fuoco e gli operatori delle ambulanze vengono attaccati dai migranti impedendogli di svolgere il loro lavoro regolarmente.
La situazione è diventata così grave che i sindacati delle ambulanze hanno avanzato richieste di giubbotti antiproiettile da consegnare ai paramedici che operano nelle aree problematiche.
L’assalto con bombe di una stazione di polizia a Helsingborg è stato recentemente descritto dal primo ministro svedese Stefan Löfven come un “attacco” alla democrazia stessa.

Nella città di Södertälje, dove i migranti sono la maggioranza, una stazione di polizia è stata colpita da una sparatoria dieci volte durante la notte, anche se all’epoca non erano presenti agenti nella stazione.
Molti di questi attacchi sono stati catturati dalle telecamere di sicurezaza e sono ampiamente disponibili online. Le immagini del 2015 mostrano agenti di polizia mentre vengono attaccati.
Quattro stazioni della metropolitana di Stoccolma sono diventate così pericolose per il personale che sono in grado di svolgere i propri compiti solo con l’aiuto di polizia supplementare.

Gli addetti al parcheggio vengono cacciati o attaccati. Pertanto, le compagnie di parcheggio non possono garantire la sicurezza dei propri dipendenti.

Il servizio postale di proprietà statale PostNord ha interrotto la consegna della posta ad alcuni indirizzi vicino al sobborgo di Stoccolma di Rinkeby.
E ora UPS ha smesso di consegnare pacchi in determinate aree.
La definizione di “zona vietata” è questa: “una regione in cui le autorità al potere hanno perso il controllo e non sono in grado di far rispettare lo stato di diritto”.

Cio` significa che, senza dubbio, ci sono no go zone in Svezia – e che politici e poliziotti svedesi mentono in modo categorico.

Fonte

La Svezia sull’orlo della guerra civile

Il consigliere per la sicurezza internazionale Olle Fjordgren vede la Svezia come un treno merci che si sta per schiantare su una parete rocciosa.

“Abbiamo praticamente gettato la spugna e i criminali hanno preso il potere. In questo momento non abbiamo nulla contro cui opporci e non vedo come invertire questa tendenza “, ha detto al blog di notizie Ingrid & Maria.

Già nel 2013, la Svezia era in una guerra civile a bassa intensità che i criminali stavano vincendo, secondo Fjordgren. Ora, cinque anni dopo, hanno vinto in molte aree che a suo avviso sono giustamente chiamate no-go zone.

La riluttanza politica nell’ammettere quanto le cose stanno andando male , in combinazione con incapacità e ignoranza, ha portato la Svezia a essere molto vicina a diventare uno stato fallito.

La società gioca con regole vecchie e obsolete. La polizia pattuglia in modo tradizionale, mentre il lato opposto, i criminali, agiscono con regole completamente diverse.

Secondo lui, la ricetta contro questo è zero tolleranza come per il modello di New York. Il potere giudiziario deve rendere incapaci queste persone pericolose di scendere nelle strade, questo è l’unico modo per affrontare i problemi.

Il pietoso modello a base, di coccole, caffè e focacce, non e` stato efficace. Spetta agli stessi residenti delle no go zone, smettere di drogarsi e abbandonare la loro vita criminale. Ognuno è responsabile per se stesso.

Se continua così, Olle Fjordgren vede solo un possibile sviluppo: la guerra civile. Potrebbe iniziare nelle no go zone, o quando gli svedesi ne avranno finalmente abbastanza e decideranno che non c’è altra via d’uscita che una rivolta armata.

Sottolinea che non è troppo tardi, anche se l’orologio ha raggiunto i cinque minuti a mezzanotte. I politici devono prendere coraggio e smettere di mettere i propri interessi prima di tutto.

I politici devono essere pronti ad agire risolutamente se vogliamo avere la minima possibilità di interrompere questi sviluppi, conclude.

Fonte