Archivi Blog

Netflix: La vera ragione per cui perde sempre piu` utenti negli Stati Uniti e nel mondo

Netflix ha perso oltre 133.000 abbonati negli Stati Uniti nel secondo trimestre del 2019. I mass media non ti dicono il motivo principale per cui questo sta accadendo perché sono parte del problema.

I risultati del secondo trimestre del 2019 di Netflix sono stati nientemeno che disastrosi. Infatti, la compagnia di streaming ha visto la sua prima grande perdita di abbonati statunitensi (oltre 130.000 cancellazioni) mentre il numero di abbonamenti internazionali ha appena raggiunto il 50% di quanto previsto (2,7 milioni di nuovi clienti paganti). Le quote di mercato sono calate di oltre il 10% subito dopo la pubblicazione del rapporto.

Sono stati citati diversi motivi per la perdita di abbonati negli Stati Uniti: l’aumento dei prezzi da $ 10,99 a $ 12,99, la concorrenza da parte di altri servizi di streaming, l’arrivo di nuovi servizi di streaming (WarnerMedia, Disney e Apple) e la stagnazione della libreria di contenuti di Netflix.

Sebbene queste ragioni possano spiegare parte della perdita di abbonati, Netflix e le fonti dei mass media sembrano ignorare di proposito l’elefante nella stanza: molte persone non sono d’accordo o si relazionano con i contenuti messi a disposizione da Netflix. Inoltre, molti trovano che i film e i telefilm presenti siano tossici e dannosi per i suoi spettatori, specialmente per i giovani. Ciò è particolarmente evidente quando si guardano le serie create da Netflix.

I CONTENUTI ORIGINALI DI NETFLIX SONO TERRIBILI

Ogni anno, Netflix dedica oltre $ 12 miliardi per creare contenuti esclusivi e originali. Questa strategia ha lo scopo di attirare nuovi clienti mantenendo quelli esistenti fedeli al marchio. Tuttavia, c’è un grosso problema: quasi tutti i contenuti originali di Netflix sono pesantemente infestati da una chiara, ovvia e fastidiosa agenda. E questo irrita molte persone.

In effetti, una recensione riassuntiva dei contenuti di Netflix rivela un fatto ovvio: c’è un solo parere e punto di vista consentito su Netflix. Tutto è soggetto alla regola estremamente rigida, soffocante e oppressiva del politically correct, dell’attivismo “woke” e dell’ingegneria sociale radicale che è promossa dall’élite occulta. In breve, Netflix è un servizio di streaming di propaganda misto a contenuti personalizzati per svilire, corrompere e traumatizzare le giovani menti attraverso insidiose “opere di intrattenimento” (maggiori informazioni in seguito).

Inutile dire che molte persone non sono d’accordo con questo. Sebbene i mass media tendano a respingere ed evitare questo fatto, gran parte della popolazione statunitense è sempre più consapevole dell’agenda globale dell’élite e la respinge attivamente. Mentre i mass media si trasformano in uno strumento sempre più radicale di indottrinamento (che confina con la disperazione), un numero crescente di persone ha imparato a identificare i tentativi di propaganda inseriti nei mass media.

Quanto sopra non si applica solo agli americani “conservatori” o “religiosi”. Molte persone senza una specifica inclinazione ideologica non vogliono essere forzate o ripetere a pappagallo cio` che vien detto loro, mentre consumano intrattenimento. Vogliono solo essere intrattenuti. Caso in questione: una delle serie più popolari disponibili su Netflix è The Office, una serie che si concentra su personaggi comici e amichevoli, non sulla propaganda sociale e ideologica. La serie è il prodotto di un’altra era (2005-2013), prima della radicalizzazione dei mass media.

Ci si può solo chiedere quanti abbonati Netflix perderà quando The Office finira` nel 2020. Perché, chiaramente, Netflix non è in grado di produrre contenuti di qualità che non siano fastidiosi per una grande percentuale della popolazione mondiale.
Ecco alcuni esempi di disastri “originali” di Netflix.

BILL NYE SAVES THE WORLD

Mentre Bill Nye è soprannominato “science guy”, la serie Bill Nye Saves the World si è allontanata senza vergogna dal campo dei fatti scientifici per promuovere apertamente un’agenda radicale e altamente discutibile. Come ho spiegato nel mio articolo sulla serie, Bill Nye si è spesso concesso a condiscendenti diatribe su questioni non scientifiche che erano estremamente spiacevoli da guardare.

L’episodio The Sexual Spectrum ha incarnato tutto ciò che era sbagliato nella serie. Ecco parte di esso. Imposta la tua faccia a rabbrividire.

In questo episodio, Bill Nye sostiene che non ci sono due generi (maschile e femminile), ma uno spettro di circa 76 generi. Questa affermazione è in diretta contraddizione con gli insegnamenti della serie originale di Billy Nye the Science Guy trasmessa negli anni ’90.

Ovviamente Netflix ha rimosso questa parte della serie di Bill Nye the Science Guy. Non è possibile che i giovani siano contaminati dalla verità.

13 REASONS WHY

13 Reasons Why ruota attorno al suicidio di uno studente di 17 anni della scuola superiore. Fin dalla sua uscita, i professionisti della salute mentale hanno avvertito gli spettatori degli effetti negativi della serie sui giovani spettatori. Nel maggio 2019, il Journal of American Academy of Child & Adolescent Psychiatry ha concluso che:

13 Reasons Why è stato associato a un aumento significativo dei tassi di suicidio mensili tra i giovani americani di età compresa tra 10 e 17 anni. È richiesta cautela riguardo all’esposizione di bambini e adolescenti alla serie.

Secondo lo studio, 13 Reasons Why è stato associato ad un aumento del 28,9% dei tassi di suicidio tra i giovani direttamente dopo il rilascio nell’aprile 2017. Il numero di decessi per suicidio registrato durante quel mese e` stato superiore al numero osservato in un singolo mese durante il quinquennio esaminato dai ricercatori.

Nel mio articolo sulla serie Netflix “13 Reason Why” in cui si parla del picco nei tassi di suicidio ho spiegato:

Sotto la premessa ingannevole di “affrontare i problemi di salute mentale”, lo spettacolo in realtà celebra il suicidio. Il suicidio del personaggio principale è intriso di mistero che porta al fascino. Esponendo il male nella sua scuola, diventa anche una eroina il cui suicidio è diventato un modo efficace per fargliela pagare alle persone che l’hanno offesa.

È facile vedere come esporre un giovane con problemi di salute mentale, a uno spettacolo che ritrae un adolescente suicida come una sorta di eroe post-morte-vigilante, potrebbe portarlo a desiderare il suicidio. Attraverso dozzine di ore di arte drammatica, lo spettacolo crea un’esperienza coinvolgente che si concentra su idee, pensieri ed emozioni oscure.

Qualche giorno fa, Netflix ha montato eliminato una scena grafica raffigurante il suicidio. Troppo poco e troppo tardi.

LE TERRIFICANTI AVVENTURE DI SABRINA

La prima stagione di Le terrificanti avventure di Sabrina è talmente piena di messaggi tossici che è stato necessario un articolo piuttosto lungo per analizzare correttamente il suo contenuto. In effetti, quasi ogni scena promuove una sorta di agenda per i suoi giovani spettatori che sono portati immediatamente a relazionarsi con la protagonista Sabrina – una ragazza delle superiori che diventa una strega (donando l’anima a Satana).

Tra i messaggi promossi: il satanismo è cool e moderno, il satanismo è un alleato del femminismo e degli LGBQ, la stregoneria è un potente strumento per rovesciare il “patriarcato bianco” e altro ancora. Ci sono anche scene che sensibilizzano i minori (normalizzando l’amore dell’élite per la pedofilia), il cannibalismo che coinvolge i bambini (normalizzando l’amore dell’élite per il cannibalismo) e, naturalmente, un sacco di profanazioni del cristianesimo.

ALTRI ESEMPI

Ci sono molti altri esempi di serie originali di Netflix che promuovono l’agenda malata dell’élite occulta. Qui ce ne sono un po.

Santa Clarita Diet – una serie che parla del cannibalismo (l’ossessione segreta dell’élite occulta) 
Netflix ha preso la serie Lucifer dopo che è stata cancellata da Fox dopo tre stagioni. Come potrebbe Netflix rinunciare all’opportunità di promuovere una serie che ritrae Lucifero (la figura biblica preferita dell’élite occulta) come un affascinante giovane?

The Order parla di un adolescente che entra in una società segreta che pratica la magia nera. Ancora promozione del satanismo ai giovani.

CONCLUDENDO

Mentre la disastrosa perdita di spettatori di Netflix potrebbe essere attribuita a un aumento dei prezzi di $ 2, qui c’è chiaramente di più gioco. Negli ultimi anni, il contenuto di Netflix ha assunto una svolta radicale (che può anche essere osservata attraverso i mass media in generale) in cui la promozione di messaggi divisivi è più importante dell’intrattenimento di qualità. Credici o no, molte persone lo stanno notando e lo stanno attivamente rifiutando.

I mass media sono in una crisi di pertinenza: i loro contenuti non riflettono i valori e gli interessi di gran parte della popolazione. L’intrattenimento di oggi è completamente idiotico e senza senso. Perché? Perché le nuove serie raramente sono il prodotto di menti creative. Il più delle volte, sono sforzi forzati per mescolare il maggior numero possibile di messaggi in qualcosa che assomiglia all’intrattenimento. E le persone non vogliono pagare per questo. E` veramente così semplice.

Fonte

Miley Cyrus schiava del controllo mentale in Black Mirror – Non e` finzione

Nell’episodio Black Mirror “Rachel, Jack e Ashley Too”, Miley Cyrus interpreta il ruolo di una pop star sotto controllo mentale con un altrego, che è strettamente controllato e medicato da spietati gestori. Niente di tutto questo è “fantascienza”

Dal 2011, la serie Netflix Black Mirror e` stata seguita da milioni di telespettatori. Mentre la serie è considerata “fantascienza”, i suoi episodi si basano comunque su tendenze e prodotti reali che fanno già parte della società di oggi. Il segreto di Black Mirror: dimostrare chiaramente come siamo ad un passo da un incubo orwelliano.

La quinta stagione della serie e` leggermente diversa: include un episodio un po ‘ insolito, adottando un tono un po’ diverso ed essendo caratterizzato da una star un po ‘ inattesa: Miley Cyrus.

Nell’episodio intitolato Rachel, Jack e Ashley Too, Miley interpreta il ruolo di Ashley O, una pop star estremamente popolare tra i giovani. Scopriamo tuttavia che Ashley O è in realtà una schiava del controllo mentale con un alteregi che è strettamente controllato da una squadra di spietati manipolatori che la tengono sotto farmaci costantemente. Se hai letto altri articoli su questo sito, sai che niente di questo è finzione. Diverse pop star in realtà vivono in questo modo. Compresa Miley Cyrus che è stata una pedina del settore dell’intrattenimento fin da un’età molto giovane.

Da un’attrice bambina della serie Disney Hannah Montana, Miley si è trasformata in una pop star ipersessualizzata quando ha iniziato la sua carriera da solista. Ci sono diversi articoli su NV che spiegano esattamente come Miley è stata utilizzata dall’industria per spingere l’agenda. Il fatto che interpreti questo ruolo in un episodio di Black Mirror è … raccapricciante. Soprattutto se si considerano alcuni eventi nel passato di Miley.

Sebbene Black Mirror descriva una versione del controllo mentale igienizzata e romantica, ci sono diversi elementi di base. Ecco uno sguardo all’episodio.

POP STAR SOTTO CONTROLLO MENTALE

Ashley O nel suo video musicale Head Like a Hole. Il titolo della canzone e` simbolico.

All’inizio dell’episodio, Ashley O viene presentata come una pop star con un “empowerment vibe” che parla costantemente dell’importanza di controllare il proprio destino. Ironia della sorte, non diversamente dalla maggior parte delle pop star, non è “libera” e non ha assolutamente alcun controllo sul proprio destino.

In effetti, tutta la sua vita e la sua carriera sono controllate da sua zia Catherine, che in realtà è il suo gestore MK. Mentre lei si comporta come una figura materna calda e premurosa, Catherine fa sempre in modo che Ashley sia obbediente e produttiva attraverso pesanti interventi farmacologici.

Durante un’intervista, Catherine istruisce Ashley su cosa dire.

Mentre, di fronte alla telecamera, Ashley è divertente e sorride, ci rendiamo subito conto che è fondamentalmente una prigioniera in casa sua e della sua personalità da pop star.

Mentre è nella sua stanza, Ashley scrive segretamente canzoni oscure sulla sua situazione.

Quando Catherine sente Ashley cantare “Animal in a cage” (un modo appropriato di descrivere uno schiavo MK), le chiede se sta prendendo le sue medicine.

Negli articoli precedenti, abbiamo visto come le pop star controllate a volte tentassero di uscire dalla loro programmazionn per scrivere canzoni oneste che descrivono ciò che stanno attraversando. Ad esempio, la canzone di Kesha Dancing With the Devil, che è stata scritta mentre era sotto il controllo del produttore Dr. Luke, parla di come lei “abbia venduto la sua anima” e che “non si può tornare indietro”. Inspiegabilmente, la canzone non è mai stata pubblicata.

In un incontro con il “dottore” di Ashley, Catherine si preoccupa che sua nipote scriva “canzoni che nessuno comprera`”. La conclusione: le sue medicine devono essere cambiate.

Mentre segretamente riprende Ashley, Catherine scopre che non stava prendendo le sue medicine.

Dopo aver scoperto che Ashley voleva più controllo sulla sua vita e carriera, Catherine fa quello che qualsiasi zia premurosa farebbe: la droga abbastanza da metterla in coma.

Mentre Ashley è stata appositamente drogata dal suo gesotre, le notizie riportano che è stata ricoverata in ospedale a causa di una “reazione allergica ai molluschi”.

Una situazione simile è effettivamente accaduta a Miley Cyrus nel 2014

Uno screenshot di un vero notiziario del 2014 in cui Miley Cyrus veniva ricoverata in ospedale a causa di una “reazione allergica”. Miley in realtà ha pubblicato un’immagine sui social media di lei che stava facendo il segno dell’occhio che tutto vede, mentre era in ospedale. Un modo simbolico per dire: “Sono qui perché sono una pedina del settore”.

Ancora più strano: Miley ha filmato un video musicale inquietante MENTRE era ricoverata in ospedale.

Uno screenshot dal video Blonde SuperFreak Steals the Magic Brain raffigurante Miley Cyrus drogata con un sacco di pillole. Le viene anche rubato il cervello da una “superfreak” – una metafora per il controllo mentale. 

Black Mirror sta insinuando che la “reazione allergica” del 2014 di Miley era, in effetti, qualcos’altro?

Le scene sopra ricordano anche la situazione della vita reale di Britney Spears. Come spiegato nel mio articolo sul movimento Free Britney, Britney è stata detenuta con la forza in un centro di salute mentale dopo essersi rifiutata di prendere le sue medicine. La storia fu coperta per la prima volta dai suoi conduttori che sostenevano che stava “prendendosi una pausa a causa della cattiva salute del padre”.

Anche se ospedalizzata, Ashley O è sotto stretto controllo.

Mentre è in ospedale, il personale di “sicurezza” di Ashley impedisce ai medici di controllarla.

Tornata a casa, Ashley viene tenuta in uno stato vegetativo mentre le canzoni vengono “estratte” dai suoi sogni.

Mentre Ashley è in coma, sua zia lancia Ashley Eternal, una versione olografica del cantante, completa di una voce completamente sintetizzata.

Catherine rivela Ashley Eternal.

Anche questa scena non è fantascienza. In realtà e` successa gia` anni fa.

Nel 2014, una versione olografica di Michael Jackson si è esibita ai Billboard Awards. Non sorprendentemente, la performance è stata intrisa di agenda dell’élite occulta.

Fortunatamente per Ashley O, esce dal suo coma ed e` stata in grado di liberarsi dal controllo dei suoi handler. Alcuni critici non hanno approvato il “lieto fine” di questo episodio perché non si adattava alla visione solitamente desolante della serie Black Mirror.

Ma il finale e` stato veramente “felice”?

IL FINALE

Quando Ashley uscì dal suo coma indotto dalla droga, l’episodio si e` trasformato rapidamente in un episodio di Hannah Montana, con Miley Cyrus che scherzava con una versione robotica di se stessa. VIene poi coinvolta in un ridicolo inseguimento da parte della polizia che termina magicamente proprio davanti a Catherine, che stava ancora presentando Ashley Eternal a una folla di persone.

Nel finale surreale dell’episodio, Ashley (che è ancora in camice) esce dall’auto e mostra il dito medio a sua zia (che è ancora sul palco).

Quindi, Catherine si volta direttamente alla telecamera e dice “Oh, Fuck it”.

Cosa significa questo? Di solito, quando un personaggio rompe il quarto muro, significa che trasmette un messaggio specifico.

Durante i titoli di coda, vediamo che la carriera di Ashley ha preso una nuova direzione.

Ashley ha un nuovo look e sound grunge.

A giudicare dalla scena sopra, Ashley sembra finalmente suonare la musica che ama. Per molti, questo è un “lieto fine” che rompe con la tradizione del Black Mirror.

Tuttavia, ci sono alcuni dettagli che devono essere indicati. Innanzitutto, la canzone che esegue è una cover di Head Like a Hole dei Nine Inch Nails’. Anche il suo singolo di successo ascoltato all’inizio dell’episodio era Head Like a Hole. L’unica differenza: questa nuova versione è pop-rock anziché electro-pop. La sua vita ha effettivamente preso una nuova direzione? O è stata semplicemente manipolata?

I fan della “vecchia” Ashley O lasciano il concerto. Immagino che non si relazionassero con la sua “nuova musica”. Sopra di loro, notiamo che Ashley O ha mantenuto il suo nome. Ha solo aggiunto una parolaccia nel mezzo. Così cool…

Considerando questi fatti, uno si può chiedere: Catherine ha detto “F * ck it” perché ha deciso di lasciare andare Ashley? O ha detto “F * ck it”, la trasformero` in un nuovo personaggio (pur mantenendo il controllo su di lei)?

Andando oltre, considerando il finale stravagante dell’episodio, ci si può chiedere: Ashley O ha davvero sognato tutto questo? È ancora in coma?

CONCLUDENDO

Mentre è considerato “fantascienza”, Black Mirror ha conquistato un pubblico accanito grazie al suo fattore “wow, questo potrebbe veramente accadere”. L’episodio Rachel, Jack e Ashley Too non fa eccezione. Come visto sopra, l’episodio rappresenta Miley Cyrus – una vera pop star sotto controllato mentale – come una … pop star sotto controllo mentale. Mentre il vero controllo mentale basato sul trauma è ampiamente diverso da quello che è rappresentato in Black Mirror, il concetto di base di uno schiavo pop star è lì, portando effettivamente questa “teoria della cospirazione” alle masse.

Detto questo, Black Mirror sta tentando di esporre la verità alle masse o la sta normalizzando attraverso la programmazione predittiva? Lo stesso può essere chiesto riguardo all’intera serie: sta avvisando gli spettatori dei pericoli della tecnologia o li sta preparando a ciò che verrà?

Una cosa è certa, tutto cio` che e` prodotto da Netflix è perfettamente in linea con l’agenda delle élite. In questo episodio, hanno usato la loro pedina preferita per mettere in scena la propria schiavitu` per mero intrattenimento.

Fonte

 

Netflix promuove la pedofilia con la sua serie sull’indottrinamento drag “Dancing Queen”

Dancing Queen’ una serie con ragazzi pre-adolescenti drag, e` stata rinnovata per una seconda stagione

Mentre i concorrenti di Netflix continuano ad apparire oltre l’orizzonte, l’azienda ha reso chiara la sua posizione sul mercato in una lettera aziendale.

Come riportato da CNBC, “Le nuove forme di intrattenimento – come Fortnite e YouTube di Google – sono state reputate, nella lettera della società, le concorrenti più forti”.

Netflix è già stato accusato di consentire la fruizione di pornografia infantile nel loro servizio.

Il film argentino “Desiderio” raffigurava due ragazze di dieci anni in una situazione sessuale.

Inoltre, c’è la serie animata di Netflix, estremamente perversa, Big Mouth.

Come ha riassunto il Freedom Project “… la profanità e la grottesca immoralità e perversione rendono lo spettacolo auto-evidentemente inadatto ai bambini. D’altra parte, il ritratto costante dei genitali dei bambini e di immagini simili lo rendono evidentemente inadatto agli adulti. In breve, non è adatto a nessuno se non alle menti più depravate. Il vero obiettivo sembra essere quello di corrompere e sessualizzare più bambini. ”

Ora, Netflix è entrato in quello che alcuni considererebbero territorio inesplorato con la serie “Dancing Queen” di Netflix, una serie che si concentra su un insegnante di danza del Texas che cammina su una linea sottile nel promuovere la normalizzazione dei bambini e lo stile di vita della drag queen .

Mentre la serie non arriva fino alla follia di Michael Alig e allo sfruttamento di Desmond the Amazing, “Dancing Queen” introduce con attenzione la relazione tra Drag Queens e i bambini a un pubblico più vasto.

E con la popolarità di Desmond e il marketing per lo spettacolo, Dancing Queen è una coincidenza orribilmente programmata o sta spingendo la stessa narrativa sovversiva che si trova in altri show di Netflix.

Quindi, se volete risparmiare qualche soldo, cancellare l’abbonamento a Netflix, dovrebbe essere la prima cosa che una persona decente dovrebbe fare.

Fonte

Foto simboliche del mese (Maggio 2019)

In questa edizione di FSDM: Millie Bobby Brown, Greta Thunberg, un “drag kid” e Netflix fanno del loro meglio per mostrarci l’occhio che tutto vede.

La sedicenne svedese Greta Thunberg è attualmente (secondo i media) “uno dei nomi più caldi della politica globale”. Dal 2018, ha costantemente fatto notizia per i suoi discorsi e le sue proteste sul cambiamento climatico. Qui, Thunberg è sulla copertina della rivista i-D. Uno dei suoi occhi è nascosto con un token che dice “Salva il nostro clima”. Quel segno con un solo occhio è un’indicazione che viene utilizzata dall’élite.

In un’altra foto, l’ombra di una mano non identificata nasconde uno degli occhi di Greta. Ma perché questa ragazza dovrebbe essere usata dall’élite?

Questo titolo riassume tutto. Vogliono che la gente si faccia prendere dal panico, specialmente i giovani. Il panico porta le persone a sottoporsi alla volontà dell’élite. Qui, Greta parla al World Economic Forum – uno dei luoghi di incontro dell’élite globale.

Drag Kid” Desmond is Amazing è un altro giovane dello spettro autistico che viene pubblicizzato da tutti i mass media. Come spiegato nel mio articolo su di lui, il ragazzino drag di 11 anni è stato filmato mentre ballava in un bar gay dove i clienti gli gettavano soldi. Desmond è stato recentemente reclutato da Converse per promuovere una nuova linea di scarpe “LGBTQ + -friendly”.

Tutti quelli coinvolti sono sfruttati

L’account Instagram di The New Yorker Photography contiene molte immagini strane. Questa mostra un uomo nudo che tiene in braccio un bambino nudo. I commenti sulla foto sono stati disabilitati perché il 99% di loro riguardava l’aspetto terrorizzato del bambino e la gente si chiedeva cosa tenesse il ragazzo in mano.

Come al solito, ci sono stati un sacco di simboli dell’occhio che tutto vede su tutti i mass media questo mese. Per assicurarsi che le masse vengano esposte a questi segnali, vengono spesso visualizzate in modo prominente sulla copertina delle riviste e direttamente sui poster promozionali dei film e delle serie TV.

Non riesco nemmeno a contare il numero di poster promozionali Netflix con il segno un occhio. Netflix vuole che tu sappia che è di proprietà dell’élite occulta. Tuttavia, questo poster che promuove la serie Lucifer è il più sfacciato di sempre. La serie si concentra su Lucifer Morningstar che si ribella contro suo padre (Dio) e abbandona il suo regno per Los Angeles, dove finisce per gestire il suo nightclub “Lux”. Diventa quindi consulente del LAPD. In breve, la serie parla di rendere Lucifer simpatico e comprensivo per gli spettatori. Nel poster, Lucifero nasconde un occhio di una donna – non diversamente da come l’élite luciferina acceca parzialmente il mondo con il lavaggio del cervello.

L’immagine promozionale della nuova stagione di Black Mirror – ancora un altro “Netflix Original”

Netflix ha anche bisogno di mostrare questo segno quando promuove uno spettacolo sulle…torte

Questa è la copertina di Vogue Italia. Ironia della sorte, le parole “anticonformista” sono scritte a caratteri cubitali. Fare il segno di un occhio solo è la definizione di conformità.

Questa è la copertina di Vogue Netherlands. Forse qualcuno dovrebbe dire alla modella che un libro non va letto cosi`. Fatto interessante: la modella ha in mano il romanzo francese Viviane Élisabeth Fauville che parla di una donna con più personalità che ha ucciso il suo psicoanalista. In altre parole: MKULTRA.

Questa è la copertina della rivista Glamour con protagonista la star di Stranger Things Millie Bobbie Brown. Guardarla andare più a fondo nella pancia della bestia di Hollywood non è divertente

Un’altra foto con un occhio solo per Millie abbiamo capito che ora è di proprietà dell’élite occulta

La copertina di Country Town & House. Sì, anche in questo genere di riviste e` presente il simbolismo

Questo è una pubblicita` per Purbeck Art Weeks. L’arte moderna ha bisogno di essere associata a questa spazzatura sul controllo mentale degli Illuminati.

Il cantante country Reid Perry ha postato questa foto su Instagram con la didascalia “unisciti al culto”. Wow.

Ecco un’osservazione strana: quasi ogni articolo di notizie su una persona con un braccio bionico presenta un segno preminente dell’OK con un occhio che tutto vede.

Non sto scherzando

A quasi tutti viene detto di fare questo gesto in camera

Non potrebbero fare altro con quel braccio?

Sono sicuro che sanno anche fare altro

Il motivo e` forse da ricercare nell’agenda transumanista dell’élite?

Fonte

La serie Netflix “13 Reasons Why” collegata ad un aumento esponenziale dei suicidi

Uno studio sostenuto dall’Istituto nazionale di salute mentale ha osservato un aumento del 30% circa dei tassi di suicidio tra gli adolescenti nel mese successivo al rilascio di “13 reasons why” su Netflix.

Il Journal of American Academy of Child & Adolescent Psychiatry ha recentemente pubblicato uno studio intitolato Association Between the Release of Netflix’s 13 Reasons Why and Suicide Rates in the United States: An Interrupted Times Series Analysis e la sua conclusione è abbastanza chiara:

La messa in onda di 13 Reasons Why è stata associata a un aumento significativo dei tassi di suicidio mensili tra i giovani americani di età compresa tra 10 e 17 anni. È richiesta cautela riguardo all’esposizione di bambini e adolescenti alla serie.

Secondo lo studio, 13 Reasons Why è stato associato ad un aumento del 28,9% dei tassi di suicidio tra i giovani direttamente dopo la messa in onda nell’aprile 2017. Il numero di decessi per suicidio registrato durante questo mese è stato superiore al numero osservato in qualsiasi altro mese durante il quinquennio esaminato dai ricercatori.

Questi risultati confermano le preoccupazioni precedenti riguardo lo spettacolo. Infatti, subito dopo la sua uscita, vari specialisti e organizzazioni di salute mentale hanno messo in guardia contro gli effetti insidiosi dello spettacolo sul suo pubblico. Il problema principale: la rappresentazione grafica del suicidio unita alla glorificazione della persona che lo commette.

“Gli esperti di salute mentale descrivono lo spettacolo come preoccupante e indicano come i suoi personaggi e la rappresentazione grafica del suicidio possano rappresentare un rischio per la salute dei giovani che già lottano con problemi di salute mentale”.
– CNN, ’13 Reasons Why’ tied to rise in suicide searches online

Poco dopo la premiere dello spettacolo, uno studio ha rivelato che 13 Reasons Why è stato collegato a un aumento delle ricerche sul web relative al suicidio, in particolare a “Come suicidarsi”.

“Dopo la premiere di” 13 Reasons Why “, la ricerca della frase “come suicidarsi” è aumentata del 26% rispetto a quanto normalmente previsto per quel periodo; La ricerca “prevenzione del suicidio” è aumentata del 23%; e la ricerca “numero dell’hotline per il suicidio” è salito del 21%, in base ai dati del giornale. “Il tempo del dibattito retorico è finito”, ha detto John Ayers, professore di ricerca alla San Diego State University e autore principale dell’articolo. “Anche se 13 Reasons Why ‘ha indubbiamente dato inizio alla conversazione, è aumentata la consapevolezza e assistiamo a un aumento delle ricerche relative al suicidio – i nostri peggiori timori sono stati confermati”, ha affermato. “Migliaia di persone stanno cercando online modi per uccidersi.”
– Ibid.

13 RAGIONI PER CUI (E` DANNOSO)

Poster che promuovono 13 Reasons Why. Occhio che tutto vede/agenda dell’elite

La serie ruota intorno a uno studente di 17 anni della scuola superiore e al suo amico defunto che si è suicidato a causa di pettegolezzi, aggressioni sessuali nel suo liceo e mancanza di sostegno da parte dei suoi amici e della sua scuola. Il ragazzo che si e` suicidiato ha lasciato una scatola di cassette con i dettagli dei tredici motivi per cui l’ha fatta finita.

Nonostante la sua premessa oscura e inquietante, tutto ciò che riguarda questa serie è rivolto ad adolescenti e pre-adolescenti. Per aggiungere un tocco “teenager” in più, Netflix ha persino scelto Selena Gomez come produttore esecutivo … anche se è appena uscita dalla riabilitazione per un “problema di salute mentale non rivelato” … e anche se ha appena pubblicato un video in cui prova piacere a procurarsi dolore.

Nel suo video musicale Fetish, Selena Gomez si fa male in vari modi dolorosi e degradanti rendendola “sexy” agli occhi dei suoi giovani fan (leggi il mio articolo a riguardo qui). 

Billie Eilish, che è immensamente popolare tra gli adolescenti, è presente in entrambe le colonne sonore di 13 Reasons Why. Il suo intero atto è basato su traumi e abusi (leggi il mio articolo su di lei qui).

Sotto la premessa ingannevole di “affrontare i problemi di salute mentale”, lo spettacolo in realtà celebra il suicidio. Il suicidio del personaggio principale è intriso di mistero che porta al fascino. Esponendo il male nella sua scuola, diventa anche una eroina il cui suicidio è diventato un modo efficace per fargliela pagare alle persone che l’hanno offesa.

È facile vedere come esporre un giovane con problemi di salute mentale, a uno spettacolo che ritrae un adolescente suicida come una sorta di eroe post-morte-vigilante, potrebbe portarlo a desiderare il suicidio. Attraverso dozzine di ore di arte drammatica, lo spettacolo crea un’esperienza coinvolgente che si concentra su idee, pensieri ed emozioni oscure.

In breve, fa parte di un’ovvia agenda mediatica per svilire, corrompere e demoralizzare la popolazione, specialmente i giovani. E Netflix ne fa parte.

L’AGENDA DI NETFLIX

Negli anni passati, ho analizzato diverse serie Netflix perché, in poche parole, il servizio di streaming è ora in prima linea nella cultura popolare. Visto che la televisione via cavo sta diventando una reliquia del passato – soprattutto per i giovani – Netflix sta attualmente godendo di una posizione di quasi monopolio nei contenuti televisivi.

Per consolidare la sua posizione di potere nel settore, Netflix investe costantemente enormi quantità di denaro per la creazione di contenuti originali. Quanto? $ 12 miliardi nel 2018 e $ 15 miliardi nel 2019.

Nonostante questi enormi numeri dedicati alla creazione di contenuti, gli spettacoli selezionati come “Netflix Originals” sono accuratamente curati. Non c’è nessuna varietà di opinioni, punti di vista o prospettive. Al contrario, tutto ciò che è sponsorizzato da Netflix è pienamente e coerentemente in linea con l’agenda dell’élite globale.

Come visto negli articoli precedenti, le serie Netflix spingono chiaramente programmi specifici come la sfocatura di genere (Bill Nye Saves the World), la glorificazione del satanismo come “empowerment femminile” (Le terrificanti avventure di Sabrina) e la normalizzazione del controllo mentale basato sul trauma (Stranger Things, Black Mirror: Bandersnatch).

In ogni caso, 13 Reasons Why è probabilmente il più insidioso di tutti e lo spettacolo dovrebbe essere direttamente collegato alla morte dei giovani.

Fonte

Il significato piu` profondo di Bandersnatch

“Black Mirror: Bandersnatch” è un film interattivo che consente agli spettatori di scegliere il proprio percorso. Alcuni di questi percorsi catapultano l’audience nell’oscuro mondo dell’MK-ULTRA. Ecco uno sguardo al significato più profondo di Bandersnatch.

Descritto come un “evento Netflix”, Black Mirror: Bandersnatch è un film interattivo che consente agli spettatori di “scegliere la propria avventura”. In diverse occasioni durante il film, agli spettatori vengono presentate 2 scelte e hanno 10 secondi per decidere. Dopo la selezione, l’opzione viene riprodotta e la narrazione si adatta di conseguenza. Quindi, le scelte fatte dagli spettatori portano a diverse scene, percorsi e in ultima analisi, a diversi finali. Tuttavia, quando si raggiunge un finale, il film riconduce gli spettatori alle scelte non selezionate, rendendo facile vedere l’intero film e analizzarlo nel suo complesso.

Gli spettatori controllano le decisioni di Stefan Butler, un giovane mago del computer che sta adattando un libro fantasy in cui si sceglie la propria avventura in un videogioco. Il film sembra essere fortemente ispirato da questo documentario della BBC del 1984 che segue la creazione di un “mega-gioco” chiamato Bandersnatch dalla compagnia di software Imagine di Londra. Quel gioco non è mai stato rilasciato.

Black Mirror: Bandersnatch riprende il contesto di questo affascinante periodo della storia della tecnologia britannica e ci aggiunge un sacco di inquietudine. E, considerando il fatto che si tratta di un episodio di Black Mirror, una serie che parla degli effetti potenzialmente perversi della moderna tecnologia sull’umanità, le cose diventano molto importanti, molto rapidamente. In effetti, in diversi finali la mente della maggior parte degli spettatori “reagisce” in questo modo.

Mentre Stefan tenta di creare un gioco innovativo che consente molteplici percorsi narrativi, è anche il protagonista di un film innovativo che consente molteplici percorsi narrativi. Mentre le cose progrediscono, Stefan si rende conto di non avere il controllo della propria mente – in quanto le sue azioni sono gestite dallo spettatore. Questa consapevolezza si innesca nella discesa nella follia mentre Stefan inizia ad essere ossessionato da un simbolo specifico (chiamato “Orso Bianco”) e da un demone chiamato Pax.

In breve, lo spettatore controlla la mente di Stefan. In breve, si tratta di controllo mentale. Abbastanza opportunamente, il film è pieno di simbolismo legato al controllo mentale MK-ULTRA e al trauma. Inoltre, in alcuni percorsi narrativi, Stefan scopre di essere stato drogato, studiato e monitorato sin dalla nascita.

Mentre diverse fonti hanno analizzato Bandersnatch, quasi tutti hanno perso un punto ovvio: si tratta di controllo mentale basato sul trauma. Dal retroscena del protagonista al simbolismo MK disseminato ovunque, Bandersnatch è una “avventura” nella mente di uno schiavo. E inizia con il titolo dell’episodio.

BANDERSNATCH

Il videogioco di Stefan è basato su un libro chiamato Bandersnatch. Il modello di labirinto nella parte inferiore della copertina suggerisce la programmazione MK. Mentre le cose progrediscono, il gioco di Stefan finirà per riflettere la sua stessa lotta.

Il libro Bandersnatch e il suo autore Jerome F. Davies sono totalmente inventati. Tuttavia, le origini del nome Bandersnatch ci portano in profondità nella tradizione del controllo mentale.

Bandersnatch è il nome di una creatura immaginaria nel romanzo di Lewis Carroll del 1872 Alice Attraverso lo Specchio, il sequel di Alice nel paese delle meraviglie.

Illustrazione di Peter Newell del Bandersnatch (a destra) – un leone cornuto. Vedremo che Stefan vede i leoni ovunque nel film.

Come discusso in molti articoli su questo sito, la storia di Alice nel paese delle meraviglie è un vero e proprio script di programmazione usato nel controllo mentale basato sul trauma. Allo stesso modo in cui Alice “passa attraverso lo specchio” nel Paese delle Meraviglie, agli schiavi MK viene detto di dissociarsi, lasciando mentalmente il mondo reale a ritirarsi nel mondo interno creato dal programmatore. Per questo motivo, il simbolismo associato ad Alice nel Paese delle Meraviglie è usato nei mass media per illustrare il controllo della mente. Ovviamente, Bandersnatch non fa eccezione. Il nome stesso è un riferimento diretto ad Alice nel paese delle meraviglie. Inoltre, Stefan finisce per cercare un coniglio bianco passando attraverso uno specchio (ne parleremo più avanti).

PRIMI INDIZI CORRELATI ALL’MKULTRA

Prima di conoscere l’oscura verità su Stefan, vediamo diversi indizi sul suo controllo mentale. Tuttavia, è solo ad una seconda visione che queste scene assumono il loro pieno significato.

Stefan si sveglia e prende un paio di pillole. Scoprirà presto che è stato sotto farmaci per tutta la vita.

Mentre Stefan va in cucina a fare colazione, suo padre blocca sospettosamente la porta del suo studio. Ci sono alcuni segreti oscuri al suo interno

Il padre (e il conduttore) di Stefan spegne intensamente una sigaretta in un portacenere. Questo gesto è visto in diverse occasioni durante il film e, ogni volta, Stefan ne è disturbato. È un segnale di innesco? In seguito, Stefan userà questo posacenere per uccidere suo padre.

Mentre Stefan inizia la creazione del suo videogioco per la società di software Tuckersoft, si interessa anche alla storia oscura dell’autore del libro Bandersnatch.

Stefan legge una biografia dell’autore di Bandersnatch dal titolo “The Lives of Jerome F. Davies”. Il plurale “vive” allude a diverse personalita` MK

Mentre Stefan sfoglia le pagine, vediamo brevemente un capitolo intitolato “Mind control conspirancies”.

Stefan scopre che l’autore era ossessionato da un simbolo (chiamato “Orso Bianco”). Dopo aver ucciso e decapitato la moglie, Davies ha disegnato il simbolo usando il suo sangue. Questo ricorda i raccapriccianti omicidi commessi dai seguaci di Charles Manson (uno schiavo / conduttore MK) che ha disegnato parole e simboli sui muri usando il sangue delle sue vittime.

Ben presto, Stefan si ritrova ossessionato dagli stessi simboli di Davies. E l’Orso Bianco è uno di questi.

SIMBOLO DELL’ORSO BIANCO

Mentre sta lavorando al suo videogioco, Stefan si rende conto che il simbolo dell’Orso Bianco è dappertutto sui suoi appunti.

In Black Mirror, il simbolo dell’Orso Bianco ha diversi livelli di significato. Come illustrato sopra, rappresenta le narrative ramificate nel videogioco che Stefan sta sviluppando. Su una scala più ampia, rappresenta il libero arbitrio – la capacità di prendere decisioni – e, nel caso di Stefan – la mancanza di ciò. Per questo motivo, il simbolo finisce per rappresentare una forza superiore che ha il controllo della mente di Stefan.

Anche la casa di Stefan (e il sito di programmazione MK) reca il glifo (le linee bianche sono state aggiunte per enfatizzare).

Il simbolo dell’Orso Bianco è apparso nei precedenti episodi di Black Mirror e, ogni volta, si riferisce a una “forza” che controlla le persone. In effetti, il simbolo è stato usato per riferirsi alla cospirazione governativa, al monitoraggio high-tech, al controllo della mente e alle forze spirituali oscure. Questo simbolo rappresenta l’élite occulta?

Mentre Stefan perde la testa, ha iniziato a vedere un demone simile a un leone di nome Pax.

PAX E PACS

Mentre sta guardando un documentario sulla vita di Jerome F. Davies (l’autore del libro Bandersnatch), Stefan apprende di Pax.

“Davies si e` convinto di non aver alcun controllo sul proprio destino perché sua moglie lo riempiva di droghe psicoattive per volere di un demone chiamato Pax, una sorta di figura di leone che avrebbe visto in una visione”.

Come visto sopra, nei libri di Alice nel Paese delle Meraviglie di Lewis Caroll, Bandersnatch è un leone cornuto. Se uno passa attraverso i numerosi rami di storia di Black Mirror: Bandersnatch, i leoni iniziano ad apparire in diversi posti significativi.

Pax è un personaggio nel videogioco di Stefan.

In una storia, Colin – un programmatore “superstar” di videogiochi  alla Tuckersoft – dà a Stefan LSD un’opportunità di aiutarlo a uscire dal suo blocco creativo

Il cartone di LSD dato da Colin ha un leone su di esso. Alla fine porterà Stefan a incontrare davvero Pax. Nota importante: l’LSD è molto usato nell’MK-ULTRA.

Al culmine del loro viaggio acido, Colin spiega le oscure implicazioni del gioco Pac-Man.

“Ci sono messaggi in ogni gioco. Come Pac-Man, sai cosa significa PAC? P-A-C. Programma e controllo. Lui è il programma e il controllo. L’intera cosa è una metafora. Pensa di avere libero arbitrio, ma in realtà, è intrappolato in un labirinto, in un sistema. Tutto ciò che può fare è limitato, è perseguitato da demoni che sono probabilmente solo nella sua testa. Anche se fuggisse scivolando fuori da un lato del labirinto, cosa accardrebbe? Comparirebbe dall’altra parte. ”

Uno screenshot del gioco del 1982 Pac-Man. Colin lo descrive come una metafora della vita di Stefan come schiavo MK.

Non diversamente da Pac-Man, Stefan deve consumare costantemente pillole per andare avanti. E, mano a mano che la sua follia cresce, viene seguito anche dai demoni. Demoni veri

In trip, Colin convince Stefan che, poiché ci sono diverse realtà alternative, potrebbe saltare fuori dal balcone e non avrebbe importanza. All’osservatore viene quindi data la possibilità di far saltare Stefan o Colin. Se Colin è selezionato, salta e si uccide.

In precedenza, Colin ha presentato il suo ultimo videogioco. L’ambientazione: un ragazzo che salta da un balcone. I videogiochi di Bandersnatch prevedono eventi futuri.

Dopo la morte di Colin, Stefan lascia l’appartamento in preda al panico. Tuttavia,viene bloccato da qualcosa di spaventoso

Stefan incontra una manifestazione fisica di Pax. Questa cosa riapparirà in molte altre occasioni, specialmente quando le cose non vanno bene per Stefan.

Nel controllo mentale Monarch, agli schiavi vengono effettivamente assegnati demoni per rinforzare la programmazione.

“La programmazione coinvolge un sistema organizzativo, stabilito da un orrendo trauma, per le altre personalita` contenute nell’immaginario interno, che è guidato dai demoni, che forniscono il potere. Per rimuoverlo è necessaria una comprensione dei processi mentali coinvolti, dell’immaginario o del progetto utilizzato e delle dinamiche spirituali. ”
– Fritz Springmeier, la formula per creare uno schiavo del controllo mentale

Come detto sopra, la programmazione implica un sistema stabilito da un “orrendo trauma”. Se gli spettatori scelgono le opzioni giuste, viene rivelato il retroscena di Stefan: È un prodotto del controllo mentale basato sul trauma.

STEFAN BUTLER SCHIAVO MK

Quando Stefan riesce ad entrare nella misteriosa stanza chiusa a chiave di suo padre, scopre l’oscura verità sulla sua vita. Gli spettatori scoprono anche il significato dietro i simboli di cui Stefan era ossessionato.

Stefan scopre documenti su P.A.C.S. – Studio di programmi e controlli. Quindi Colin aveva ragione. Inoltre, nota il leone araldico sul documento – un altro riferimento a Pax.

Stefan trova un file su di lui con il simbolo dell’Orso Bianco.

All’interno del file, Stefan si rende conto di essere stato drogato, controllato e monitorato sin dalla nascita.

Stefan trova anche un nastro intitolato “Trauma Inception” che documenta il trauma che è stato costretto a vivere come parte della sua programmazione.

A questo punto, Bandersnatch si avventura in profondità nel mondo del controllo mentale basato sul trauma – noto anche come programmazione Monarch. L’obiettivo di questa pratica è di far sì che gli schiavi si dissociano dalla realtà come un meccanismo di coping per il trauma estremo. Una volta dissociati, gli schiavi diventano estremamente suggestionabili e facili da riprogrammare.

La terapeuta di Stefan (che finisce per far parte del sistema di controllo mentale) gli dice che sta iniziando a dissociarsi.

Verso l’inizio del film, la terapeuta di Stefan insiste che discute della morte di sua madre in giovane età – un evento traumatico che ha profondamente colpito il resto della sua vita. Stefan afferma che sua madre è morta a causa del Coniglio, il suo giocattolo preferito.

La madre di Stefan è morta in un incidente ferroviario. Ha perso il treno perché non riusciva a trovareil Coniglio e non voleva uscire di casa senza di lui, costringendola a prendere il treno successivo che avrebbe finito per schiantarsi.

Quindi “l’inizio del trauma” è stato causato da un coniglio bianco. Alice nel Paese delle Meraviglie, Alice viene attirata dallo specchio da un coniglio bianco.

Stefan passa “attraverso lo specchio” per rivivere il passato e recuperare il coniglio. Il tema del coniglio bianco che conduce alla dissociazione è al centro del simbolismo del controllo mentale ed è costantemente presente nei programmi di mass media a tema MK.

Il bianconiglio è una figura di programmazione per Alice nel paese delle meraviglie che permetterà di andare in posti altrimenti inaccessibili. Lui rappresenta il maestro. Il coniglio bianco è una figura importante per lo schiavo.
– Ibid.

Quando Stefan guarda il nastro “Trauma Inception”, scopre la verità sulla morte di sua madre.

Il padre di Stefan droga il cibo. Nell’attuale programmazione MK, le droghe sono usate per aumentare la suggestionabilità e amplificare il trauma.

Suo padre toglie con forza il coniglio dalle mani di Stefan. Strappare i giocattoli e gli animali domestici dai bambini è un’altra tecnica che induce il trauma

Stefan è bendato e portato nella sua “stanza” che è in realtà e` uno studio. Sua madre (un’attrice) sta per entrare nella stanza e annuncia che devono partire per prendere il treno.

Con il retroscena di Stefan, Bandersnatch copre alcuni dei principi fondamentali del controllo mentale basato sul trauma. L’onnipresenza di Pax e dell’Orso Bianco indicano la pervasività della programmazione che controlla tutti gli aspetti della sua vita.

Questo ci porta a chiederci: se Stefan è uno schiavo MK e non ha il controllo del suo destino, lo spettatore cosa rappresenta? Risposta: il conduttore. In effetti, mentre la storia avanza, Stefan diventa consapevole del fatto che è controllato dalle scelte fatte dallo spettatore e cerca di resistergli. Ma questo non funziona.

In un momento critico del film, lo spettatore viene presentato con due opzioni: uccidere il padre di Stefan o fare marcia indietro.

In precedenza nel film, il videogioco di Stefan presentava le stesse due opzioni: “Back Off” o “Kill Agent”. Inoltre, la figura sembra sospettosamente simile al padre di Stefan. Ancora una volta, un videogioco predice gli eventi a venire.

A seconda delle scelte fatte dallo spettatore, si può finire per vedere finali molto diversi. In un finale, Stefan torna indietro nel tempo, si imbarca con sua madre sul treno e muore con lei. In un altro, Stefan scopre di essere in una serie Netflix e le cose si fanno strane. Tuttavia, nella maggior parte dei finali, Stefan finisce per creare un gioco mal valutato e / o in prigione.

C’è un lieto fine da qualche parte? Non proprio. È tutto molto deprimente. Tuttavia, c’è un percorso che consente a Stefan di completare il suo videogioco e di ottenere un voto 5/5. Il percorso: Stefan deve uccidere suo padre e fare a pezzi il corpo. Dopo aver completato questo compito, Stefan sembra essere in pace con se stesso e riesce a creare il gioco perfetto. Tuttavia, poco dopo, viene arrestato e il suo gioco viene tolto dagli scaffali.

Stefan mostra la testa di suo padre nella sua stanza insieme al simbolo dell’Orso Bianco disegnato nel sangue. Il corso di Jerome F. Davies continua.

Stefan si è sbarazzato del suo programmatore MK? O ha perso la testa e ucciso suo padre?

CONCLUDENDO

Come evidenziato nei precedenti articoli su questo sito, i mass media hanno preso una direzione specifica negli ultimi anni. Anzi, oggigiorno, la maggior parte dell’intrattenimento sembra essere oscuro, sinistro, deprimente e carico di paura e paranoia. Inoltre, l’intrattenimento è sempre più pieno di immagini e storie sul controllo mentale monarch, come se ci fosse un tentativo di normalizzarlo. Netflix, il servizio di streaming che è ora in prima linea nella cultura popolare, ha lavorato duramente per produrre contenuti che si adattino a questa agenda. Nei mesi scorsi ho esplorato il simbolismo MK della serie di Netflix Stranger Things e i messaggi occulti di Le terrificanti avventure di Sabrina. Black Mirror: Bandersnatch è un’altra voce in questa crescente libreria di contenuti compatibili con l’agenda su Netflix.

Tuttavia, contrariamente ad altre serie disponibili, Bandersnatch si avventura nel territorio inesplorato dell’intrattenimento interattivo. Invece di visualizzare semplicemente “intrattenimento” relativo all’MK, gli spettatori vi prendono attivamente parte. In effetti, gli spettatori finiscono per interpretare il ruolo del gestore MK. E, come gli attuali gestori di MK, gli spettatori possono ordinare a Stefan di uccidersi o uccidere altri. Si potrebbe obiettare che dare agli spettatori questo piccolo viaggio di potere su uno schiavo MK rende l’intero mondo del controllo mentale meno orribile e persino “divertente”.

Tuttavia, dal momento che abbiamo a che fare con Black Mirror, dobbiamo fare un altro passo indietro e vedere l’obiettivo generale. Mentre gli spettatori si crogiolano nel sentimento divino di decidere il destino di Stefan, vengono anche attentamente guidati dalla narrazione. Inoltre, per tutto il tempo, gli spettatori sono monitorati e analizzati da Netflix. In effetti, ci sono già diversi articoli che spiegano il data mining delle decisioni prese dagli spettatori.

Fonte

Le terrificanti avventure di Sabrina sara` estremamente satanico

Il reboot di Netflix della sitcom “Sabrina vita da strega” sarà oscuro ed estremamente satanico. Il trailer di un minuto che promuove lo spettacolo e` abbastanza esplicativo.

“Sabrina vita da strega” era una sitcom degli anni ’90 con un gatto parlante e stupidi siparietti comici. Quindici anni dopo, Netflix ha deciso di rebootare lo spettacolo e, a giudicare dal trailer, non ci sarà traccia di alcuna comicita`. Lo spettacolo, invece, sarà una mix terrificante di sangue, vermi, Baphomet e riti satanici. Alcuni dei commenti su YouTube riassumono la situazione.

Il sito Web Netflix descrive le serie come segue:

Mentre si avvicina il suo sedicesimo compleanno, Sabrina deve scegliere tra il mondo delle streghe della sua famiglia e il mondo umano dei suoi amici.

Lo spettacolo è chiaramente rivolto ai giovani in quanto la protagonista e` un’adolescente e i suoi amici delle superiori. Mentre la serie non è ancora stata pubblicata, il breve trailer disponibile su YouTube ci dice tutto. Ricco di immagini sataniche, il trailer indica chiaramente il vero scopo di questo spettacolo: esporre i giovani al mondo satanico dell’élite occulta.

Ecco alcuni screenshot dal trailer.

Scene all’interno di una scuola superiore per assicurarsi che i giovani entrino in relazione con la storia .

Sabrina cammina con una croce rovesciata sopra di lei. Questo frame dura circa 0,3 secondi.

Bafometto come guest star

Ragazze demoni che arrivano camminando da una grotta dove, per qualche ragione, i ragazzi stanno strisciando in mutande.

Rituali occulti

Baphomet dovrebbe andare in palestra…

Baphomet, le ragazze demone e altri adolescenti che cantano “Happy Birthday” a Sabrina mentre accenna un sorriso.

Questo è più di semplice “intrattenimento”, questo è proselitismo. La serie mette in mostra gli effettivi simboli usati nel satanismo e nella stregoneria in modo che i giovani trovino la questione affascinante. La figura di Baphomet non è un “mostro” casuale, è un’antica figura archetipica associata al satanismo e alla magia nera.

Goya “Witches Sabbath (The Great He-Goat)” 1789. Notate che dei bambini vengono sacrificati.

Che Baphomet sia il “buono” o il “cattivo” della serie non è importante. Si tratta di esposizione. Come visto in innumerevoli articoli su questo sito, lo stesso esatto simbolismo appare nella moda, nei film e nei video musicali di artisti popolari tra i giovani.

La serie verrà rilasciata il 26 ottobre e includerà molte cose relative a Halloween. Questo non è solo dovuto al fatto che Halloween è una festa “spaventosa”. Si tratta in realtà di uno dei sabati più importanti dell’anno e viene celebrato nei circoli occulti con rituali e sacrifici. La vacanza si svolge durante un periodo dell’anno pensato per essere il “più vicino” al mondo degli spiriti, rendendo più facili le invocazioni. Se pensi che sia tutto ridicolo, fidati di me, l’elite pensa il contrario.

Avere giovani che assorbono una serie televisiva con tematiche sataniche poco prima di Halloween è ancora un altro modo in cui l’élite occulta inganna le masse in modo che celebrino inconsapevolmente la loro religione satanica.

Fonte

L’episodio “Sexual Spectrum” della serie Netflix “Bill Nye Saves The World”

Anche se la parola “scienza” viene utilizzata ogni 10 secondi, la serie “Bill Nye Saves The World” non si attiene ai fatti ma spinge un ordine del giorno specifico, che include la confusione dei giovani sul genere e sulla sessualità.

La gioventu` americana cresciuta nel decennio magico degli anni ’90, ricordera` probabilmente Bill Nye The Science Guy, uno spettacolo televisivo che spiegava concetti scientifici ai bambini. Lo spettacolo fu estremamente popolare perché era educativo mantenendo una certa comincita`. Purtroppo, il nuovo spettacolo di Bill Nye non è né educativo né divertente. È un tentativo sconnesso e indiretto per indottrinare la popolazione usando truffe e celebrità di serie B. Peggio ancora, usa la parola “scienza” per sostenere alcune opinioni discutibili.

Guardare il suo show e` stata una impresa. Anche dopo aver superato la parte in cui tentava una sgangerata connessione con i Millenials (con reazioni forzate ed esagerate da parte del pubblico dello studio.Bill Nye rimprovera costantemente gli spettatori. In un tono altrettanto frustrato e condiscendente, Bill Nye spesso si lancia in diatribe spiacevoli dove si trova in questioni chiaramente fuori dal campo della scienza verificabile. Le cose sono chiaramente motivate politicamente ed il tutto risulta molto fastidioso.

Sembra di essere di fronte ad un esempio di lysenkoismo:

“Il lysenkoismo può essere utilizzato metaforicamente per descrivere la manipolazione o la distorsione del processo scientifico per giungere a una conclusione predeterminata, dettata da una polarizzazione ideologica, spesso legata a obiettivi sociali o politici”.
– Wikipedia, il lysenkoismo

È durante l’episodio intitolato “The Sexual Spectrum” che viene rivelato il vero volto dello spettacolo. Non si e` trattato di scienza, ma di indrottinamento costruito per le giovani menti.

Nessuna parola può catturare veramente le implicazioni di questo episodio. Nel video seguente Rachel Bloom canta di come non esista il gender

Nel prossimo video un gelato alla vaniglia finisce in un’orgia con altri gelati. Cosa dovrebbero rappresentare gli altri gusti di gelato?

La parte piu` brutta dello show e` tuttavia quando Nye cerca di spiegare che i bambini possono determinare il proprio genere

Bill Nye continua a dire che e` un argomento molto “confuso”. Non lo è affatto. Bill Nye era solito rendere facili e comprensibili le cose difficili. Ora sta facendo il contrario.

Ecco cosa diceva Bill Nye sui generi sessuali nella trasmissione degli anni 90 (puoi vedere l’intero episodio Probability qui):

Quando Bill Nye parlava di scienza reale.

In un altro episodio, Bill Nye attacca la medicina tradizionale, implicando che le migliaia di anni di conoscenza acquisita e l’esperienza delle culture antiche sono da rifiutare in toto. Io non sono uno scienziato, ma è possibile che, forse, c’è qualche verità scientifica dietro alcuni di questi rimedi tradizionali? Quando la scienza ha smesso di apprendere e scoprire, imponendo invece la verita`?

Un altra miserabile parte dello show e` durante questa performance in solitaria dai sottotoni razzisti.

Se avete letto altri articoli su questo sito, sapete che la sfumatura tra i sessi e le differenze razziali sono attualmente punti focali dell’agenda dell’elite. Vengono promossi costantemente da ogni media.

Il motore principale di questo ordine del giorno è la “Open Society” di George Soros, un fondo che utilizza miliardi di dollari per forzare l’adozione di politiche sociali aggressive, rendendole socialmente accettabili attraverso l’indottrinamento dei mass media. Il fondo serve per mascherare divisioni, oppressioni e degenerazione sotto lo stendardo di “giustizia sociale”. L’obiettivo finale? Una cultura globale normalizzata facilmente controllabile attraverso un sistema mediatico globale egemonico.

Fatti rilevanti: Alla fine del 2015, Soros deteneva 317.534 azioni di Netflix, ovvero circa 32 milioni di dollari.

Bill Nye non sta salvando il mondo, sta servendo il suo capo.

Fonte