Archivi Blog

Lucy: Un film sulla filosofia luciferina

Lucy di Luc Besson è un film su una donna che riesce a sfruttare il 100% del suo cervello (invece del 10% normalmente utilizzato dagli esseri umani). Mentre molti spettatori sono stati confusi dallo strano mix di pseudo-scienza e scene d’azione, il nucleo del film risiede altrove: è la filosofia luciferina delle élite occulte che ha come obiettivo, il transumanesimo.

leadlucy

Lucy è un film di fantascienza che combina questioni esistenziali profonde con un mucchio di scene d’azione che coinvolgono gangster asiatici. Anche se questa dicotomia non è stata ben accolta dalla critica, c’è un messaggio esoterico nascosto dietro a tutto ciò. Lucy è molto più di un film in cui Scarlett Johanson viene ritratta come una dura – si tratta di un racconto allegorico che celebra la filosofia delle élite: il culto di Lucifero.

Il fatto che il personaggio principale si chiama Lucy è il primo indizio sulla base filosofica del film. Il nome Lucy e Lucifero derivano dal latino “lux”, che significa “luce”. Lucifero in latino significa “portatore di luce”, e i suoi adoratori credono abbia instillato la conoscenza divina (luce) nell’uomo dopo essere stato scacciato dai cieli. Nei circoli luciferini, Lucifero è percepito come un “salvatore” il quale diede all’uomo le conoscenze necessarie per ascendere alla divinità. Nel film, Lucy è una versione umana di Lucifero, in quanto la sua maggiore capacità celebrale le permette di acquisire le conoscenze necessarie per diventare un dio.

Andando oltre gli antichi racconti biblici, il film ripropone il tema “transumanista”, ovvero un sottoprodotto futuristico del pensiero luciferino. Il transumanesimo riguarda l’uomo e il suo sviluppo attraverso la tecnologia e la robotica. Per comprendere appieno Lucy, avremo bisogno di approfondire questi due concetti.

CULTO DI LUCIFERO E TRANSUMANESIMO

“Culto di Lucifero” è una parola che viene usata raramente perché la parola “Lucifero” è associata a Satana nella teologia giudaico-cristiana. E ‘, tuttavia, la filosofia che regna schiacciante nelle alte sfere della società – quello che noi chiamiamo elite occulta. Interpretato in varie forme, il culto di Lucifero può essere associato a correnti filosofiche come l’umanesimo, lo gnosticismo e il Kabbalismo ed è la forza trainante di società segrete, come i Rosacroce, i massoni, e molti altri.

Il culto di Lucifero riguarda il raggiungimento della divinità attraverso mezzi umani. Questa filosofia è rappresentata filosoficamente con due figure mitiche che hanno caratteristiche simili: Prometeo e Lucifero. Entrambi sono considerati in alcuni ambienti come benefattori dell’umanità in quanto hanno portato il fuoco e la luce (rappresentazione della conoscenza divina) ai deboli esseri umani. Diedero al genere umano i mezzi per diventare divinità.

Da questo punto di vista, i luciferini interpretano i racconti biblici da un punto di vista unico. Nella Genesi, i luciferini considerano come un eroe il serpente che diede la mela proibita ad Eva, in quanto fu colui che portò all’umanità la conoscenza del bene, del male e di tutto il resto. La storia della torre di Babele, una costruzione umana destinata a raggiungere Dio in cielo è vista con favore dai luciferini in quanto rappresenta la lotta dell’umanità per raggiungere la divinità; la costruzione di questa immensa torre è stata, però, fermata da Dio il quale è percepito come un demiurgo geloso che ha intrappolato l’uomo nel mondo fisico.

Nel 20 ° secolo, una versione high-tech di questa filosofia ha fatto la sua comparsa con il nome di transumanesimo, un movimento che cerca di spingere l’umanità verso un altro stadio di sviluppo grazie alla scienza e alla robotica. L’obiettivo finale del transumanesimo è la fusione totale tra esseri umani e robot. Mentre la maggior parte delle persone sono d’accordo con il transumanesimo, probabilmente non sanno molto sul culto di Lucifero, uno dei suoi “padri fondatori”, tuttavia capì subito la connessione.

Il filosofo inglese Max More articolò per primo i principi del transumanesimo e iniziò a promuoverlo attivamente nel 1990. Uno dei suoi saggi, dal titolo “Elogio del Diavolo” si addentra nel territorio teologico in modo da connettere il transumanesimo al culto di lucifero.

Il Diavolo -Lucifero- è una forza del bene (dove per ‘bene’ si intende semplicemente quello che io apprezzo, non volendo implicare alcuna validità universale o necessità di orientamento). «Il nome Lucifero dovrebbe rappresentare da solo un indizio importante sul suo significato simbolico. La storia è che Dio scacciò Lucifero dal Paradiso perché Lucifero aveva cominciato a mettere in discussione Dio diffondendo il dissenso tra gli angeli. Dobbiamo ricordare che questa storia è raccontata dal punto di vista dei credenti in Dio e non da quella dei luciferini (userò questo termine per distinguerci dai satanisti ufficiali con i quali ho differenze fondamentali ). La verità può benissimo essere che Lucifero abbia abbandonato il cielo di sua spontanea volontà.

Secondo More, Lucifero si auto esiliò dall’opprimente demiurgo Geova. Egli descrive quindi la base del pensiero luciferino:

Dio, essendo sadico, voleva tenersi stretto Lucifero in modo da poterlo punire per poi riprenderne il controllo. Probabilmente quello che realmente successe è che Lucifero cominciò ad odiare il regno di Dio, il suo sadismo, la sua domanda di conformità pedissequa e obbedienza, la sua rabbia psicotica in qualsiasi visualizzazione di pensiero e di comportamento indipendente. Lucifero si rese conto che non avrebbe mai potuto pensare in maniera completamente indipendente finchè fosse stato legato a dio. Lasciò quindi il cielo, quel terribile stato-spirituale governato dal cosmico Geova, con gli angeli che ebbero il coraggio di mettere in discussione l’autorità di Dio e del suo valore.

Che cosa significa tutto questo e cosa ha a che fare con Lucy? Beh, Lucy ha come temi fondamentali ciò che è possibile leggere sopra. Si tratta del desiderio dell’umanità di raggiungere la divinità attraverso la conoscenza, sul come utilizzare la scienza e la tecnologia per rompere le “barriere biologiche”.

Anche se tutto questo può sembrare positivo, c’è un preoccupante, lato oscuro: solo pochi eletti possono essere “illuminati” dalla luce di Lucifero. Il resto dell’umanità è percepita come una razza inferiore, con vite senza valore. Per questo motivo, Lucy uccide spietatamente un gruppo di persone, tra cui molti innocenti.

LUCY UNA RAGAZZA NORMALE

All’inizio del film, Lucy è una giovane donna che, chiaramente, non è un genio. E’ manipolata dal coglione del suo ragazzo che deve consegnare una valigia ad una persona in un hotel. Si ritrova alla fine vittima della mafia asiatica ed è in preda al panico e alla confusione per tutto il tempo.

lucy2

Le prime scene del film sono intercut con filmati di un ghepardo alla caccia di una preda. Si tratta di una metafora grossolana, per dire che gli esseri umani non-illuminati si comportano come animali nella giungla.

lucy3

Mentre viene maltrattata dai mafiosi, Lucy indossa un giubbotto a fantasie feline, a significare che Lucy è una normale e animalesca umana che deve ancora raggiungere un livello superiore di evoluzione.

I mafiosi finiscono per trasformare Lucy in un corriere della droga. Introducono nel suo corpo un pacchetto di CPH4, una droga sintetica che sta per invadere il mercato europeo. Dopo aver ricevuto un calcio nello stomaco, il pacchetto si rompe e il suo corpo ne assorbe il contenuto. Da qui in poi il suo cervello inizierà a svilupparsi esponenzialmente

A un certo punto, il medico dice Lucy:

“Le donne incinte producono, in piccole quantità, CPH4 nella sesta settimana di gravidanza. Per un bambino, ha lo stesso effetto di una bomba atomica. È ciò che dà il feto l’energia necessaria per formare le ossa del corpo. Ho sentito che hanno cercato di farne una versione sintetica. “

Nel contesto filosofico del film, il fatto che il farmaco è sintetico (ovvero creato dagli esseri umani), è importante in quanto si lega alla filosofia transumanista dell’evoluzione umana attraverso la scienza e la tecnologia.

C’è qualche verità scientifica nella premessa di Luc Besson? Ecco una parte di un colloquio con Besson in cui si discute la scienza dietro Lucy.

D: Alcune persone si lamentano del fatto che la scienza dietro il tuo film – cioè l’idea che gli esseri umani usino solo il 10 per cento del loro cervello – non è vera. Qual è la tua risposta?

R: Non è vero per niente. Pensano che non lo sappia? Ho lavorato su questa cosa per nove anni e pensano che sia ignorante in materia? Naturalmente so che non è vero! Ma, si sa, ci sono un sacco di fatti nel film che sono totalmente veri. Il CPH4, anche se è un nome di fantasia – perché non voglio rivelare il vero nome – esiste e viene prodotto dalle donne incinta nel sesto mese di gravidanza.

Mentre i fatti scientifici alla base del film sono nebulosi, il significato simbolico non lo è. Mentre Lucy è in procinto di trasformarsi in una supereroina transumana, il professor Norman (interpretato da Morgan Freeman) ci illustra il potere non utilizzato del cervello umano. Il suo discorso si trasforma rapidamente in una pubblicità sul transumanesimo.

lucy4

 Il Dr. Norman spiega che l’unico scopo delle cellule semplici è quello di rendere le conoscenze che hanno acquisito durevoli nel tempo. Gli unici modi per realizzare ciò a sono: diventare immortali o riprodursi…

Lucy non si riproduce.Il professor Norman dice poi qualcosa tratto direttamente da un opuscolo sul transumanesimo:

“Sta a noi forzare le regole e le leggi per passare dall’evoluzione alla rivoluzione”.

In altre parole, gli esseri umani hanno bisogno di raggiungere un altro stadio attraverso il progresso tecnologico e scientifico, non attraverso l’evoluzione naturale.

Questo è esattamente ciò che accade a Lucy. Insieme all’acquisizione di una grande quantità di conoscenze, Lucy sviluppa la percezione extra-sensoriale (ESP) ed è anche in grado di controllare la materia e le altre persone. Ma una cosa è terribilmente sbagliata: non appena Lucy diventa più intelligente, inizia a sparare e uccidere persone. Perché?

LUCY LUCIFERINA: UNA RAPPRESENTANTE DELL’ELITE

Qualcuno una volta disse: «Non si tratta di quanta conoscenza avete, si tratta di come la usate”. Cosa ha fatto Lucy dopo essere diventata la persona più intelligente sulla Terra? Ha curato il cancro? Ha trovato una soluzione alla fame nel mondo? Ha inventato un sistema economico che sia equo e redditizio per tutti i paesi della Terra? No. Ha imbracciato un fucile sparando su dei tipi asiatici. Peggio ancora, continua a causare dolore e sofferenze a persone innocenti.

lucy5

Non appena Lucy scappa dalla sua cella, uccide tutti nelle vicinanze. Uccidere tutti è un simbolo di intelligenza avanzata?

Mentre uccidere coloro che sono coinvolti nella sua cattura è in qualche modo comprensibile che lo spargimento di sangue non si fermerà di certo qui. Quando esce, spara ad un tassista sulla gamba perché non ha accettato immediatamente la sua richiesta. Più avanti nel film, Lucy guida come una pazza e provoca un tamponamento a catena di dieci auto.

lucy6

Quante persone sono rimaste uccise nella follia di Lucy? Sembra non importarle

Il dolore provocato da Lucy è anche psicologico. Quando un medico chiede a Lucy di dimostrarle i suoi poteri, “entra” nel suo cervello e gli ricorda la morte di sua figlia in dettaglio specifico. Lei avrebbe potuto raccontato il colore della sua auto, ma perché farlo quando si può parlare il ricordo più doloroso possa immaginare?

Trasformazione di Lucy prende una direzione e di essere una “brava persona” non è parte di essa molto specifica. La sua metamorfosi indotta a mancare completamente i valori morali, la compassione e considerazione per gli altri esseri umani. A quanto pare, è di essere estremamente intelligente si trasforma in un robot transumana male. Lucy si dice:

“Non mi sento il dolore, la paura, il desiderio. E ‘come tutte le cose che ci rendono umani stanno scomparendo. E ‘come il meno umano che sento, tutta questa conoscenza di tutto, la fisica quantistica, matematica applicata, l’infinita capacità del nucleo di una cellula. Sono tutti esplode dentro il mio cervello, tutta questa conoscenza. ”

Se si esamina l’evoluzione di Lucy, ci si accorge che si trasforma in esattamente ciò che l’elite occulta rappresenta. Lei usa i suoi poteri per controllare le persone e per avanzare le sue finalità, nonostante la sofferenza umana che sta causando. Si trasformò in qualcosa che non è umano e, tutto ad un tratto, gli esseri umani normali sono trattati da Lucy come esseri inferiori che sono idiota, manipolabile ed espandibile.

Durante la trasformazione di Lucy, vediamo primi piani dei suoi occhi che continuano a cambiare forma (a volte appaiono rettiliani) cosa che sottolinea il fatto che non è più umana.

Lucy non ha problemi a usare il sesso (una delle debolezze animalistiche degli umani) per ottenere ciò che vuole.

Inoltre, come l’élite occulta, spende molto tempo a controllare e monitorare i dispositivi elettronici delle persone.

Non diversamente dall’NSA, una creazione dell’élite per controllare il flusso di informazioni in tutto il mondo, Lucy può facilmente prendere il controllo dei dispositivi elettronici.

Può letteralmente visualizzare e consultare i dati emessi dai telefoni cellulari, non diversamente dalla NSA.

Naturalmente, come l’élite, può apparire in televisione. È interessante notare che la televisione nella camera d’albergo del Dr. Norman è una Samsung. Una notizia di qualche anno fa ha rivelato che le Smart TV Samsung possono ascoltare le tue conversazioni (anche quando sono disattivate) e inviare le informazioni raccolte a una “terza parte” (che può facilmente essere l’NSA).

Come l’élite occulta, Lucy non ha intrapreso una pura e nobile missione per l’illuminazione. C’è un lato oscuro delle sue azioni e, apparentemente, dal momento che lei è l’eroina del film, va tutto bene.

LUCY ASCENDE ALLO STATO DI DIVINITA`

Verso la fine del film, Lucy è piu` un essere divino che un essere umano sacrificando la sua vita terrena per diventare niente meno che un dio (non uso il termine dea perché gli dei non sono né maschi né femmine). L’incontro di Lucy con il dott. Norman all’Università La Sorbonne si trasforma in uno strano rituale occulto high-tech in cui trascende lo spazio e il tempo per raggiungere la divinità. Durante l’intero rituale, degli umani idioti si uccidono l’un l’altro.

Lo scopo ultimo della trascendenza di Lucy è di trasmettere la conoscenza che ha ottenuto, allo stesso modo in cui due semplici cellule trasmettono le loro conoscenze nel tempo. Tuttavia, secondo il dott. Norman, questa conoscenza potrebbe essere troppo per l’umanità.

“Tutta questa conoscenza, Lucy. Non sono nemmeno sicuro che l’umanità sia pronta per questo. Siamo così guidati dal potere e dal profitto. Data la natura dell’uomo, potrebbe portarci solo instabilità e caos (…). Spero solo che saremo degni del tuo sacrificio “.

Questo è il pensiero dietro le società segrete che “nascondono” la loro conoscenza occulta ai non addetti dietro diversi strati di simbolismo (occulto significa letteralmente “nascosto”). Le masse profane sono considerate troppo indegne e primitive per affrontare una conoscenza cosi` potente. In breve, i seguaci di Lucifero sono estremamente elitari.

Mentre Lucy si trasforma, emette una grande esplosione di luce. Come affermato sopra, Lucifero significa “portatore di luce”.

Lucy si trasforma gradualmente in una grande massa nera e la usa per creare un super-mega-computer per memorizzare le sue conoscenze. Lucy siede nel mezzo di un pentagramma rituale per dare al processo un sottotono occulto.

Prima di completare la sua trasformazione, Lucy usa i suoi poteri per viaggiare nello spazio e nel tempo per visitare vari punti di riferimento in tutto il mondo. Finisce faccia a faccia con Lucy, “il primo essere umano sulla Terra”.

Scoperta nel 1974 in Etiopia, Lucy è il nome dato ai resti del “primo essere umano sulla Terra” – una specie mai vista prima chiamata Australopithecus afarensis. È considerato dagli scienziati un “anello mancante” tra animali e umani.

In un gesto simbolico, Lucy punta il dito verso l’altra Lucy.

Lucy torna indietro di qualche milione di anni nel passato per incontrare Lucy, la mezza scimmia. Il pubblico assiste quindi ad una versione luciferiana della Genesi, in cui Lucifero dà la “scintilla divina” a Lucy, la mezza scimmia che alla fine separerà gli umani dagli animali.

La scena è, naturalmente, un riferimento pesante all’affresco di Michelangelo dove Dio crea Adamo. Il dipinto è anche brevemente mostrato in precedenza nel film quando il dott. Norman parla delle incredibili realizzazioni dell’umanità nonostante abbia usato solo il 10% della sua energia cerebrale

L’affresco di Michelangelo mostra Dio che dà vita ad Adamo, il primo uomo sulla Terra. La scena con le due Lucy fornisce una versione luciferina della Creazione.

Tuttavia gli umani sono ancora bloccati al 10% del loro potere cerebrale e agiscono ancora come idioti. Mentre Lucy trascende lo spazio e il tempo, un intero gruppo di persone muore a pochi passi da lei.

Questa non è semplicemente una “scena d’azione cool”. È un modo di comunicare le credenze dell’élite luciferiana: gli umani “non illuminati” sono degli idioti e meritano di morire “.

Durante gli spari tra poliziotti e criminali, una statua di Robert de Sorbon – il fondatore dell’Università viene distrutta – simbolicamente rappresenta gli esseri umani ignoranti che distruggono la conoscenza.

Dopo il rituale che ha trasformato Lucy in un dio immortale, quest’ultima da al dott. Norman una chiavetta USB contenente tutte le sue conoscenze, il che è piuttosto conveniente.

Quando un poliziotto irrompe nella stanza e chiede dove si trova Lucy, riceve un messaggio di testo che riassume l’intero film.

Lucy è diventata un essere onnisciente che è ovunque in ogni momento. Ha acquisito le qualità di un dio. Come un vero Lucifero, ha raggiunto lo stato di Dio attraverso la conoscenza.

Lo sbirro guarda poi verso il cielo con ammirazione, allo stesso modo in cui la gente di solito guarda verso il cielo quando pensa a Dio.

Il film si conclude con un’altra scena simbolica: il corpo senza vita di un gangster visto dall’alto come se fosse Lucy che si affaccia sul sacrificio di sangue che è stato richiesto per completare il rituale occulto.

Il film si conclude con la morte, il destino dei non iniziati. Sopra di lui si libra l’immortale Lucy.

CONCLUDENDO

Lucy è stato criticato dalla critica per essere un film insensato, ma essere “sensato” non era il punto di questo film. È un trattato sulla filosofia luciferiana e può essere pienamente “apprezzato” da coloro che comprendono questa filosofia. Per quelli che non lo fanno, beh, ci sono un sacco di scene d’azione per farli divertire. Nel frattempo, assorbono il significato occulto del film senza nemmeno rendersi conto di cosa sta succedendo. Queste scene d’azione dovevano essere in netto contrasto con la ricerca di conoscenza di Lucy perché i luciferiani percepiscono un forte contrasto tra loro e le masse. Mentre Lucy è impegnata a raggiungere l’immortalità e diventare una divinità, un gruppo di uomini, che non hanno la minima idea di quello che sta succedendo, si uccidono a vicenda senza una buona ragione. E a nessuno importa. Perché le loro vite sono considerate senza valore.

Quindi, al di là della premessa insensata di Lucy, c’è un messaggio molto “sensato”, uno che è tanto potente quanto inquietante: ci sono due classi di umani sulla Terra e il transumanesimo allargherà il divario tra loro. La maggior parte dei progetti che coinvolgono il transumanesimo sono stati descritti dagli osservatori come un “voler giocare a fare Dio”. Ma questa non è semplicemente un’espressione: è esattamente ciò di cui parlano i Luciferiani.

Fonte

Le bambine geneticamente modificate grazie alla tecnologia CRISPR potrebbero avere “superpoteri” mentali

Le gemelle cinesi geneticamente modificate nate resistenti all’HIV lo scorso anno potrebbero anche avere “superpoteri” mentali, un particolare che il loro creatore ha cercato di tenere nascosto – ovvero una superiorità cognitiva che potrebbe dare il via a una corsa agli armamenti genetici.

Lulu e Nana, le gemelle cinesi geneticamente modificate, sono nate HIV resistenti grazie alla tecnologia CRISPR e secondo quanto riferito potrebbero anche possedere abilità mentali marcatamente superiori legate alla stessa modificazione genetica. Una nuova ricerca ha confermato che l’eliminazione del gene CCR5 – la stessa modifica eseguita sul DNA delle ragazze – migliora significativamente la cognizione, l’apprendimento e la memoria nei topi e negli uomini.

“Probabilmente la risposta è sì, ha influito sul loro cervello”, ha detto il neurologo di Los Angeles, Alcino Silva, al MIT Technology Review, dopo aver pubblicato un articolo che dimostra il ruolo benefico della disattivazione del CCR5 nella riabilitazione post-ictus.

“Quelle mutazioni avranno probabilmente un impatto sulla funzione cognitiva nelle gemelle”, ma l’effetto è imprevedibile, ha detto, e “questo e` il motivo per cui non dovrebbe essere fatto”.

He Jiankui, ricercatore presso la Southern University of Science and Technology di Shenzhen, ha fatto notizia a novembre dopo aver affermato che il suo gruppo aveva creato i primi bambini resistenti all’HIV eliminando il gene CCR5 da embrioni umani utilizzando CRISPR, impiantando poi gli embrioni nelle donne.

“La mia reazione [alla nascita delle gemelle con il ​​CCR5 disattivato) è stata quella di una repulsione e tristezza viscerale”, ha confessato Silva esprimendo preoccupazioni per una eventuale corsa agli armamenti

Ma il ricercatore cinese ha insistito che non era sua intenzione. “Sono contrario a modificare il genoma per migliorarlo”, ha detto a una conferenza di genetica una settimana dopo la nascita delle gemelle, anche se ha ammesso di essere a conoscenza della ricerca sugli effetti della disattivazione del CCR5 sul cervello. Aggiungendo benzina alla speculazione circa le sue motivazioni. E` scomparso poco dopo la conferenza. Il suo esperimento sembra aver violato il divieto della Cina sull’uso riproduttivo del gene editing in embrioni umani, e il governo ha promesso di punire i responsabili dopo aver appreso della nascita di Lulu e Nana.

Silva ha co-scritto il primo studio pubblicato che collega il CCR5 alle capacita` cognitive nel 2016, mostrando che i topi senza CCR5 mostravano una memoria significativamente migliorata, assieme ad altre 140 altre modificazioni genetiche. Ha assistito ai rapidi progressi nel campo delle sperimentazioni cliniche in pazienti con ictus e in quelli con declino cognitivo correlato all’HIV. Ma, dice, “c’è una grande differenza tra cercare di correggere i deficit in questi pazienti e cercare di creare miglioramenti”.

Semplicemente non sappiamo quali saranno le conseguenze. Non siamo ancora pronti per questo.

Fonte