Archivi Blog

Il sistema di credito sociale cinese sta gia` impedendo a milioni di persone di viaggiare in aereo e prendere il treno

Il rapporto annuale mostra le aziende e le persone aggiunte alla lista nera di affidabilità mentre l’implementazione del sistema viene velocizzata giorno dopo giorno.

Il sistema mira a fare pressioni sui cittadini per evitare comportamenti scorretti, sebbene i difensori dei diritti umani sostengano di non tenere conto delle circostanze individuali

Milioni di individui e aziende cinesi sono stati etichettati come inaffidabili su una lista nera ufficiale che vieta loro quasi ogni tipo di attivita` compreso l’accesso ai mercati finanziari o i viaggi in aereo o in treno.

La lista nera annuale fa parte di un più ampio sforzo per aumentare la “fiducia” nella società cinese ed è un’estensione del sistema di credito sociale cinese, che dovrebbe fornire a ciascuno dei suoi 1,4 miliardi di cittadini un punteggio personale.
Il sistema di credito sociale assegna punteggi sia positivi sia negativi per un comportamento individuale o aziendale nel tentativo di esercitare pressione sui cittadini. I difensori dei diritti umani, tuttavia, temono che l’arbitrario sistema non tenga conto delle circostanze individuali.
Oltre 3,59 milioni di imprese cinesi sono state aggiunte alla lista nera di affidabilità creditizia lo scorso anno, proibendo loro una serie di attività, tra cui offerte su progetti, accesso ai mercati della sicurezza, partecipazione ad aste terrestri ed emissione di obbligazioni societarie, secondo il rapporto annuale 2018 pubblicato dal centro nazionale di informazione sul credito pubblico. Secondo il rapporto, le autorità hanno raccolto oltre 14,21 milioni di informazioni sulla “condotta inaffidabile” di individui e imprese, incluse accuse di truffatori, mancato rimborso di prestiti, raccolta di fondi illegali, pubblicità falsa e fuorviante, nonché comportamenti non civilizzati come prendere posti riservati sui treni o causare problemi negli ospedali. Circa 17,46 milioni di persone “screditate” non potrannoa comprare biglietti aerei e 5,47 milioni sono stati limitati dall’acquisto di biglietti del treno ad alta velocità, afferma il rapporto.

Oltre alle restrizioni sull’acquisto dei biglietti, le autorità locali hanno anche utilizzato nuovi metodi per esercitare pressioni su soggetti inaffidabili, tra cui impedire alle persone di acquistare assicurazioni premium, prodotti di gestione patrimoniale o immobili, oltre a svergognarli esponendo le proprie informazioni in pubblico.
Un totale di 3,51 milioni di individui e entità inaffidabili hanno rimborsato i loro debiti o pagato le tasse e le multe l’anno scorso a causa di pressioni dal sistema di credito sociale, dice il rapporto.
Il rapporto ha evidenziato problemi di inaffidabilita` con le piattaforme di prestito peer-to-peer (P2P) e recenti scandali di alto profilo in ambito medico che hanno causato rabbia pubblica.

Un totale di 1.282 operatori P2P, più della metà situati a Zhejiang, Guangdong e Shanghai, sono stati inseriti nella lista nera del credito in quanto non potevano rimborsare investitori o sono stati coinvolti in raccolte fondi illegali.
Il produttore di sanitari Quanjian Group e il produttore di vaccini Changsheng Bio-Technology sono stati aggiunti alla lista nera del credito sociale a causa del loro coinvolgimento in importanti scandali del settore sanitario.

Quanjian è stato accusato di aver fatto falsa pubblicita` sui benefici di un prodotto che un paziente di cancro di quattro anni ha bevuto, mentre Changsheng, il principale produttore cinese di vaccini antirabbici, è stato multato $ 1,3 miliardi in ottobre dopo aver scoperto ad aver fabbricato i libri contabili.
Gli avvocati temono che l’uso accelerato del sistema di affidabilità creditizia possa violare il diritto alla privacy degli individui.
“Molte persone non possono pagare i loro debiti perché sono troppo poveri, ma saranno soggetti a questo tipo di sorveglianza e questo tipo di vergogna pubblica”, ha detto un avvocato. “Violi i diritti degli esseri umani”.

Fonte

Google ha manipolato i risultati di Youtube per programmare il comportamento degli utenti

In un nuovo leak che può essere etichettato con precisione “smoking gun”, si e` scoperto che Google ha manipolato i risultati delle ricerche su YouTube al fine di manipolare comportamenti sociali e controllare le menti. Un thread di discussione interno trapelato su Breitbart News rivela che Google interviene regolarmente nei risultati di ricerca sulla sua piattaforma video di YouTube.

Secondo Breitbart, l’esistenza di una lista nera (in cui sono conservati termini considerati sensibili da Google) è stata rivelata in un thread interno di Google trapelato da una fonte interna alla società che desidera rimanere anonima. E` trapelato anche un elenco parziale dei termini contenuti nella lista nera da un’altra fonte di Google. Alcuni dei termini della lista nera includevano “aborto” e termini relativi al referendum sull’aborto irlandese, la parlamentare democratica Maxine Waters e l’attivista anti-armi e comunista David Hogg.

“Abbiamo un sacco di liste bianche e liste nere che esseri umani curano manualmente”, ha detto l’impiegato. “Speriamo che questo non sorprenda o risulti particolarmente controverso”.

Secondo la fonte, l’ingegnere del software che ha avviato la discussione ha definito la manipolazione dei risultati di ricerca relativi all’aborto una “smoking gun”.

L’ingegnere del software ha notato che il cambiamento si era verificato a seguito di un’inchiesta da parte di un giornalista di sinistra di Slate sulla prominenza dei video pro-life su YouTube e che i video pro-life sono stati sostituiti con video pro-aborto nei primi dieci risultati grazie all’intervento manuale di Google.

“La scrittrice di Slate ha detto di essersi lamentata lo scorso venerdì notando diversi risultati della ricerca prima che Google rispondesse Lunedi”, ha scritto l’impiegato. “Ed ecco, il [changelog] è stato presentato venerdì 14 dicembre alle 15:17.” -Breitbart

L’aggiustamento manuale (umano) dei risultati di ricerca da parte di una piattaforma di proprietà di Google contraddice una dichiarazione chiave fatta sotto giuramento dal CEO di Google Sundar Pichai nella sua testimonianza del Congresso all’inizio di questo mese. Pichai ha detto che la sua azienda non “interviene manualmente su alcun risultato di ricerca”. Un dipendente di Google nel thread di discussione ha attirato l’attenzione sull’affermazione di Pichai, sottolineando che “sembra che siamo piuttosto desiderosi di adeguare i nostri risultati di ricerca all’agenda politica e sociale dei giornalisti di sinistra “.

Questa e` pura distopia. Hitler assicurò che il suo ministro di propaganda fosse in grado di manipolare le menti di molti durante il suo regno tirannico. I giornalisti in America sono ora sullo stesso livello e stanno usando Google per alterare la mente e la morale di persone altrimenti buone. Viviamo in tempi strani e inquietanti.

Fonte

Il governo cinese identifica i suoi cittadini dal modo in cui camminano

Le autorità comuniste cinesi usano una tecnologia per riconoscere il passo e l’andatura per identificare i civili cinesi dal modo in cui camminano. La nuova tecnologia utilizza la forma del corpo e l’andatura per identificare le persone anche quando il loro volto non è inquadrato dalla fotocamera.

Questo incubo distopico sta rapidamente diventando una realtà per le anime che risiedono nella Repubblica popolare cinese. Già utilizzato dalla polizia per le strade di Pechino e Shanghai, il “riconoscimento del passo” fa parte di una spinta in tutta la Cina per sviluppare l’intelligenza artificiale e la sorveglianza basata sui dati che sta sollevando preoccupazioni.

Il software, creato da una società cinese di intelligenza artificiale chiamata Watrix, estrae la silhouette di una persona dal video e analizza il movimento per creare un modello del modo in cui la persona cammina. Può identificare persone a 50 metri di distanza e non richiede alcuna telecamera speciale per farlo.

La Cina sta costruendo una dittatura digitale per esercitare il controllo sui suoi 1,4 miliardi di cittadini. Come se il sistema di punteggio del “credito sociale” non fosse abbastanza terrificante, il paese continua ad aumentare il controllo sulla sua popolazione.

“L’analisi dell’andatura non può essere ingannata semplicemente zoppicando, camminando con i piedi divaricati o curvandosi, perché stiamo analizzando tutte le caratteristiche di un intero corpo”, ha detto l’amministratore delegato di Watrix Huang Yongzhen.

“Non hai bisogno della cooperazione delle persone per essere in grado di riconoscere la loro identità”, ha aggiunto Huang.

Huang è un ex ricercatore e, ovviamente, un maniaco del controllo autoritario che ha detto di aver lasciato il mondo accademico dopo aver visto quanto fosse promettente la tecnologia. Ha quindi co-fondato Watrix nel 2016 e la sua azienda è stata incubata dall’Accademia delle scienze cinese. Anche se il software non è buono come il riconoscimento facciale, Huang ha detto che il suo tasso di precisione del 94% è abbastanza buono per uso commerciale.

Ma non tutti sono entusiasti di essere monitorati mentre si occupano della propria attività. Shi Shusi, editorialista e commentatore cinese, ha affermato che non sorprende che la tecnologia stia prendendo piede in Cina più rapidamente del resto del mondo a causa dell’ossessione di Pechino e dell’enfasi sul controllo sociale.

“Utilizzare il riconoscimento biometrico per mantenere la stabilità sociale e gestire la società è una tendenza inarrestabile”, ha affermato.

“È un grande affare.”

Fonte

La Apple inizia ad utilizzare “Trust Scores” sui suoi utenti

Queste informazioni non saranno probabilmente una sorpresa per chiunque abbia prestato attenzione alla crescente propensione dei Big Tech a violare la privacy degli utenti e utilizzare i loro dati per motivi discutibili, ma eccoci qui.

Due giorni fa, il sito web di tecnologia Venture Beat ha notato strane novita` nell’ultimo aggiornamento della policy sulla privacy di Apple:

La promessa di trasparenza di Apple in merito ai dati degli utenti significa che qualsiasi nuovo aggiornamento della policy sulla privacy potrebbe rivelare che la compagnia sta facendo qualcosa di nuovo e strano con i tuoi dati. Oltre alle versioni di iOS 12, tvOS 12 e watchOS 5 di ieri, Apple ha aggiornato silenziosamente alcuni dei termini e delle informazioni sulla privacy di iTunes Store, inclusa una clausola straordinaria: ora utilizza un riassunto astratto delle chiamate o delle e-mail come misura anti-frode .

La disposizione, che appare nelle finestre di iTunes Store e Privacy dei dispositivi iOS e tvOS, dice:

Per aiutare a identificare e prevenire le frodi, le informazioni su come si utilizza il dispositivo, compreso il numero approssimativo di chiamate telefoniche o e-mail che si inviano e ricevono, verranno utilizzate per calcolare un punteggio di affidabilità del dispositivo quando si tenta un acquisto. I punteggi sono memorizzati per un tempo fisso sui nostri server.

Venture Beat sottolinea che questa disposizione è insolita, in parte perché include i televisori Apple, che non hanno la possibilità di effettuare chiamate o inviare e-mail.

Non è chiaro in che modo Apple raccoglierà i dati e

Non è altrettanto chiaro come registrare e tenere traccia del numero di chiamate o di e-mail che attraversano l’iPhone, l’iPad o l’iPod di un utente possa consentire ad Apple di verificare l’identità di un dispositivo piuttosto che controllare il suo identificatore univoco. Ognuno di questi dispositivi ha sia numeri seriali che identificativi pubblicitari unici, mentre iPhone e iPad hanno anche schede SIM con altri codici specifici del dispositivo.

Un portavoce di Apple ha contattato Venture Beat e ha confermato che il punteggio di affidabilità del dispositivo è un aggiornamento incluso in iOS 12. È stato progettato per rilevare le frodi negli acquisti di iTunes e per ridurre i falsi positivi nel rilevamento delle stesse. “Apparentemente offre a Apple una maggiore probabilità di determinare con precisione se il contenuto viene acquistato dall’acquirente con un nome effettivo”, spiega Venture Beat.

Apple afferma che continuerà a proteggere i dati e la privacy degli utenti e che i dettagli delle chiamate e delle e-mail non verranno raccolti. I dati saranno conservati per un “periodo limitato”.

Sappiamo già che giganti della Big Tech come Facebook e Google raccolgono e archiviano enormi quantità di dati degli utenti.

Parlando di Facebook, ad agosto è stato rivelato che la piattaforma dei social media valuta gli utenti in base alla loro “affidabilità”, come riportato da Engadget:

Tessa Lyons della compagnia ha rivelato al Washington Post che sta iniziando ad assegnare punteggi di reputazione agli utenti su una scala da  zero a uno. Il sistema ha lo scopo di aiutare nella lotta di Facebook alle fake news segnalando le persone che regolarmente fanno false dichiarazioni, sia che si tratti di un disaccordo ideologico o di un rancore personale. Questo non è l’unico modo in cui Facebook misura la credibilità, secondo Lyons – è solo una delle migliaia di indicatori di comportamento che Facebook sta usando.

Quali altri criteri misura Facebook per determinare il punteggio di un utente? Tutti gli utenti hanno un punteggio? Come vengono utilizzati i punteggi? Queste sono domande che rimangono senza risposta.

Facebook non rivelerà esattamente come valuta gli utenti, sostenendo che farlo potrebbe dare un vantaggio ai “cattivi utenti” che poi ingannerebbero il sistema.

Come ha recentemente sottolineato la scrittrice Engadget Violet Blue,

La società che ha la reputazione meno affidabile di tutte valuta l’affidabilità dei suoi utenti. Saremmo pazzi a pensare che non lo faccia da sempre specialmente in alcune aree. Alcuni animali sono più uguali di altri. Il fatto è che Facebook ha deciso da tempo chi era più affidabile – i suoi veri clienti, i suoi inserzionisti.

Le persone stanno abbandonando le piattaforme di social media, in particolare Facebook, in numeri da record, in parte perché sono state esposte così tante violazioni della privacy e pratiche di raccolta dei dati.

Questo e` un chiaro egnale che l’umanità si sta dirigendo verso un sistema di classificazione stile Credito Sociale cinese, in stile comunista.. Solo due giorni fa, ho pubblicato un articolo sul Social Credit Score cinese e sul suo futuro distopico, questo dimostra quanto in fretta l’agenda del nwo si sta muovendo”.

Se hai guardato la serie Netflix Black Mirror – in particolare, l’episodio chiamato Nosedive – in cui viene rappresentato l’uso crescente dei sistemi di rating del credito sociale e dei “punteggi di fiducia” il tutto ti sembrera` stranamente e terribilmente famigliare.

Se non è il governo a spiarci, lo fanno le compagnie private. La linea di sorveglianza sta diventando sempre più sfocata, poiché le aziende tecnologiche forniscono sempre più dati degli utenti (a volte forzati, a volte non) ai governi su richiesta. Edward Snowden ha esposto l’esistenza di PRISM, in base al quale l’Agenzia per la sicurezza nazionale (NSA) accede a e-mail, documenti, fotografie e altri dati sensibili degli utenti memorizzati dalle principali società. I documenti trapelati da Snowden hanno rivelato che Facebook, Google, Microsoft, Yahoo, PalTalk, AOL, Skype, YouTube e Apple forniscono alla NSA l’accesso diretto alle informazioni dei propri utenti.

Fonte

La Cina e il Social Credit Score

Con una mossa agghiacciante ma non sorprendente, la Cina comunista cerca il controllo definitivo sulla popolazione introducendo una scorecard che presumibilmente terrà sotto controllo il pubblico. Questo nuovo Grande Fratellomonitorerà tutti i cittadini 24 ore su 24 e terra` un “punteggio” delle loro attività.

Il piano del Partito Comunista in Cina è che ognuno dei suoi 1,4 miliardi di cittadini sia monitorato in un sistema di credito sociale distopico, che sara` completamente attivo a partire dal 2020.

Secondo News.com.au, un programma pilota attivo ha già visto milioni di persone a cui è stato assegnato un punteggio di 800. Quelle persone o trarranno beneficio da un punteggio elevato o subiranno le conseguenze di un basso punteggio sociale.

I dati sono combinati con le informazioni raccolte dai registri governativi delle persone, che includono informazioni mediche ed educative, insieme alle loro attivita` finanziarie e cronologia di Internet. I punteggi complessivi possono aumentare o diminuire in “tempo reale” in base al comportamento della persona, ma possono anche essere influenzati dalle persone vicine.

“Se il tuo migliore amico o tuo padre dice qualcosa di negativo sul governo, perderai anche tu punti”, riferisce l’ABC. I cinesi saranno ritenuti colpevoli per associazione e non più in grado di parlare della propria oppressione.

La partecipazione al sistema di “credito sociale” è stata annunciata per la prima volta nel 2014 ed è obbligatoria. Il governo sta tentando di controllare le azioni del pubblico nel tentativo di rafforzare l’idea che “mantenere la fiducia è positivo e rompere la fiducia è negativo”, secondo un documento governativo.

“Se le persone mantengono le promesse, possono andare ovunque nel mondo”, ha detto il direttore generale di Tianjin, Jie Cong.

Per Jie, è tutto o bianco o nero senza zone grigie.

“Se le persone non mantengono le loro promesse non saranno in grado di muoversi di un centimetro!”

Le penalità per un punteggio basso vanno dalla perdita del diritto di viaggiare in aereo o in treno, alle sospensioni dai social media e all’essere esclusi dai lavori governativi, secondo Business Insider. Il giornalista cinese Liu Hu è uno dei milioni che ha già accumulato un basso rating sociale. Liu Hu è stato arrestato, incarcerato e multato dopo aver denunciato la corruzione del governo.

 “Il governo mi considera un nemico”, ha detto Liu Hu all’ABC.

Fonte

Detto fatto: Le autorita` stanno utilizzando l’attentato di parigi per introdurre nuove leggi per il controllo delle masse

leadcia

I funzionari della CIA e dei governo di tutto il mondo stanno utilizzando gli attacchi di Parigi per spingere l’introduzione di nuove leggi per la sorveglianza globale. Ed era tutto pianificato in anticipo.

Mentre i sistemi democratici di solito impiegano mesi (se non anni) per passare nuove leggi e normative, ci sono voluti solo pochi giorni dopo gli attentati di Parigi per fregare gli onesti cittadini con leggi che diminuiscono la liberta’ di un individuo. Diverse organizzazioni stanno infatti capitalizzando dalla paura e dal panico causato dagli attacchi per portare avanti una nuova agenda ovvero un nuovo passo coraggioso verso la sorveglianza pubblica totale. Quel che è peggio: le informazioni trapelate dimostrano che le autorità erano in attesa di un attacco terroristico per proseguire con il loro piano.

In una e-mail trapelata scritta da Robert S. Litt, avvocato superiore della comunità dei servizi segreti durante il mese di agosto, il piano è chiaramente delineato: Vi è una mancanza di supporto per la messa al bando delle comunicazioni crittografate, ma un attacco terroristico potrebbe trasformare rapidamente le cose .

“Anche se il contesto legislativo è molto ostile oggi, le cose potrebbero cambiare in caso di un attacco terroristico o di un evento criminale in cui, la crittografia forte, potra essere mostrata come un ostacolo all’applicazione della legge.

Consiglio di mantenere aperte le nostre opzioni per una situazione del genere “.
– Washington Post, Obama faces growing momentum to support widespread encryption

Dopo pochi mesi da questa e-mail, un attacco terroristico si verifica a Parigi. Solo poche ore dopo gli attentati, le news stranamente accusano “le comunicazioni criptate”. Solo pochi giorni dopo gli attacchi, i funzionari chiedono … la messa al bando delle comunicazioni crittografate.

Il commissario di polizia di New York, Bill Bratton, la ha definita “una rivoluzione” dicendo che sono necessarie nuove leggi per mettere la crittografia fuori legge , aggiungendo:

” La [Crittografia] è qualcosa di cui va discusso al piu’ presto, perché non possiamo continuare ad operare completamente alla cieca.
– The Guardian, Intelligence agencies pounce on Paris attacks to pursue spy agenda

Anche il direttore della CIA John Brennan sta utilizzando gli attacchi terroristici per fare pressioni su leggi che daranno al governo illimitato accesso a tutte le comunicazioni, accusando i “gruppi per la privacy” di ostacolare il loro lavoro.

Poi Lunedi, scaricando le colpe all’inverosimile, il direttore della CIA, John Brennan, avrebbe detto che i sostenitori della privacy hanno minato la capacità delle spie di monitorare i terroristi:

“A causa di una serie di rivelazioni non autorizzate e ad un sacco di ostacoli per quanto riguarda le modalita` con cui il governo tenta di scoprire questi terroristi, ci sono state alcune azioni politiche e legali che hanno reso la capacità collettiva di trovare questi terroristi, a livello internazionale, molto scarsa”, aggiungendo che c’è un “travisamento riguardo ciò che i servizi di sicurezza di intelligence stanno facendo “.

Leggete attentamente i commenti di Brennan, perché sono molto rivelatori. Quando dice “azioni legali”, sta riferendosi al fatto che diversi tribunali federali hanno stabilito che la sorveglianza segreta di massa del governo su milioni di americani è illegale. In pratica il direttore della CIA sta dicendo che è un peccato che i servizi segreti non possano piu` operare completamente al di sopra della legge, infine utilizza i gruppi per la privacy come capri espiatori  per eventuali carenze da parte della sua agenzia. (Anche se può ancora, apparentemente, operare al di sopra della legge.)

Ancora più importante, i commenti di Brennan sono incredibilmente disonesti. Il Freedom Act post Snowden, approvato dal Congresso ha riformato uno degli innumerevoli programmi di spionaggio di massa negli Stati Uniti. Era quello che ascoltava solo le telefonate degli americani, ed e` qui il punto: è stato attivo per tutto questo tempo e  chiudera solamente alla fine del mese.
– Ibid.

Anche i funzionari di governo nel Regno Unito stanno capitalizzando sulla paura.

Dall’altra parte dell’Atlantico, i politici nel Regno Unito, che hanno già le leggi sulla sorveglianza più estese nel mondo occidentale, stanno usando la tragedia per tentare di proporre il loro nuovo e ancor più invasivo, disegno di legge per lo spionaggio di massa che mira a consentire alla polizia di vedere la cronologia web di ogni cittadino e di costringere le aziende come Apple a far girare software per il controllo.
– Ibid.

Anche il governo italiano vuole adottare norme contro la privacy. Leggete cosa ha detto Renzi ad una intervista a Skytg24, ieri 18 novembre 2015:

“Avverto in questo momento la responsabilità e la delicatezza della fase che stiamo vivendo e proprio per questo penso: cosa serve? Serve investire in cyber security per tracciare cosa passa sul web”.  Il Fatto Quotidiano – Attentati a Parigi, leggi speciali: serve una cyber intelligence equilibrata.

 

NON EFFICACE

Nessuna di queste leggi si e` mai dimostrata efficace nel prevenire attacchi terroristici. In realtà, gli attentati di Parigi hanno avuto luogo sei mesi dopo la promulgazione di una legge massiccia (e controversa) di sorveglianza in Francia.

Approvata dal Parlamento francese a maggio in risposta agli attacchi contro la rivista con sede a Parigi, Charlie Hebdo, la legge consente al governo di monitorare le telefonate ed e-mail di persone sospettate di legami con il terrorismo, senza l’autorizzazione di un giudice.

Ma va oltre. La legge impone ai fornitori di servizi Internet di installare “scatole nere” che sono progettate per aspirare e analizzare i metadati della navigazione web e di Internet in generale per spiare le abitudini di milioni di persone che usano il Web rendendo disponibili i dati ai servizi segreti.

In casi eccezionali, la legge consente al governo di distribuire i cosiddetti “cacciatori di imsi” per tenere traccia di tutte le comunicazioni di telefonia mobile in una determinata area. Questi cacciatori sono fondamentalmente progettati per impersonare torri cellulari, ma intercettano e registrano dati di comunicazione da telefoni all’interno della propria portata, e possono anche seguire i movimenti delle persone che trasportano i telefoni.

Infine, la legge consente agli agenti del governo di irrompere nelle case dei sospetti terroristi al fine di installare microfoni e telecamere di sorveglianza e keylogger sui computer, in modo da catturare ogni click e lettera digitata.
Recode, la Francia ha una nuova legge di sorveglianza potente e controversa

In breve, dopo ogni evento traumatico nel mondo occidentale (fabbricato o meno), l’attenzione è rivolta verso un elemento molto specifico e mirato che “deve essere affrontato il più presto possibile”. Questo articolo è, infatti, parte della controversa legge che è seduta sugli scaffali fino a quando non sara` fatta passare, mentre le masse resteranno a guardare in preda all’orrore. E` successo con il Patriot Act e, quasi 15 anni dopo, sta accadendo di nuovo. La loro formula è “ordine dal caos” e continua a funzionare.

Fonte