Archivi Blog

Met Gala 2019: Un riflesso perfetto dell’agenda dello showbusiness

Il MET Gala è un raduno annuale delle punte di diamante del settore che sfilano in abiti elaborati, mentre i fotografi fanno centinaia di foto da mostrare al mondo. L’obiettivo? Una raccolta fondi. Il vero obiettivo? La messa in mostra delle pedine e del programma dell’elite.

Nel mio articolo sul gala di MET dello scorso anno , ho spiegato come l’intero tema della serata si adattasse all’ossessione dell’élite di dissacrare il cristianesimo. Alcuni osservatori hanno persino descritto l’evento come “satanico”, completo di Madonna che conduce una messa nera.

Il tema di quest’anno è stato Camp: Notes on Fashion. Il nome è ispirato al saggio del 1964 di Susan Sontag che definiva il campo come “amore per l’innaturale: per l’artificio e per l’esagerazione” (casualmente, “l’amore dell’innaturale” descrive perfettamente la filosofia dell’élite occulta).

Il camp è solitamente associato alla cultura della resistenza e risale a pochi secoli fa. La prima definizione inglese del termine “camp”, che apparve in un’edizione del 1909 dell’Oxford English Dictionary, afferma:

“Ostentato, esagerato, teatrale; effeminato o omosessuale; appartenente a, o con caratteristiche omosessuali … “

Pur non essendo così controverso come il tema blasfemo dello scorso anno, il tema di quest’anno è stato un modo perfetto per spingere l’importante agenda del genere. Certo, come al solito e` presente un sacco di simbolismo elitario.

Per capire perché i MET Galas sono così coerentemente sincronizzati con l’agenda, diamo una rapida occhiata alla storia di questo evento.

MET GALA

Il MET Gala è un evento annuale di raccolta fondi a beneficio del Metropolitan Museum of Art’s Costume Institute di New York City. Il Gala è considerato un evento “lussuoso, di successo” e considerato “il gioiello della corona sociale di New York City”. L’evento è considerato uno degli eventi sociali più esclusivi al mondo e una delle più grandi serate di raccolta fondi a New York, che ha raccolto fino ad oggi ben $ 200 milioni di dollari.

Il primo gala ebbe luogo nel 1948 e, per anni, era quasi interamente costituito da membri dell’alta società newyorkese e dell’industria della moda. Negli anni ’70, l’evento iniziò a diventare più aperto includendo celebrità  come Andy Warhol, Diana Ross e Cher che si mescolavano con l’élite della città

L’evento è supervisionato dal caporedattore di Vogue, Anna Wintour, che raccoglie anche la lista degli invitati. Nel 2014, i singoli biglietti costavano $ 30.000 per coloro che non erano presenti nella lista degli ospiti ufficiali, dopo che i prezzi sono stati aumentati di $ 10.000 per aumentare l’esclusività dell’evento.

In breve, l’evento è organizzato dall’élite del settore per l’élite del settore. Al centro di tutto: le pedine dell’industria.

PEDINE

Se sei invitato al MET Gala, significa che sei una pedina del settore. E, per rappresentare questo fatto, devi indossare abiti approvati dall’élite. Ecco alcuni esempi.

Janelle Monae indossava un completo che si concentrava sul simbolo dell’occhio onniveggente.

Jared Leto – un ospite abituale al MET Gala – indossava una veste rituale rossa e reggeva una replica della sua testa mozzata. Come visto negli articoli precedenti, la testa simboleggia l’alterego di uno schiavo MK.

Jared si e` portato dietro la testa anche all’afterparty

Il costume di Ezra Miller racchiudeva tutto ciò che riguardava il MET Gala. In primo luogo, l’agenda di sfocatura di genere. In secondo luogo, le immagini MK, complete di molteplici occhi e una maschera – a rappresentare i suoi alterego.

L’outfit di Cara Delevingne era pieno di bulbi oculari e di dita sopra la testa.

Circa due anni fa, Katy Perry si è trasformata assumendo una sorta di personalita` robotica goffa e imbarazzante. Perché? Perché è quello che i suoi gestori hanno deciso per lei. Il suo ridicolo costume al MET 2019 dimostra questo fatto.

All’afterparty, la Perry indossava un costume da cheeseburger. Sicuramente si trova nella fase “imbarazzo” nella sua carriera controllata dall’elite.

Questo strano ciclo è iniziato nel periodo in cui ha indossato il “vestito piu` illuminato della storia” al MET Gala 2017

Harry Styles indossava un vestito che era decisamente in linea con l’agenda del genere

Questa è una foto di lui che esce dall’afterparty alle 6 del mattino. Sembra traumatizzato.

Michael Urie indossava un abito dualistico che incarnava pienamente l’agenda di genere.

Billy Porter fece un’entrata adatta per una regina egiziana

Spiegò quindi le ali per diventare una versione maschile di Maat.

Una classica rappresentazione di Maat

Darren Criss truccato. Deve farlo per compiacere l’elite

Molti si sono chiesti che cosa ci facesse al Gala “l’influencer” James Charles. La risposta: si adatta all’agenda gender blurring.

Non c’è molto da dire sul vestito di Maluma. Tuttavia, il semplice fatto che sia al MET Gala è la prova che è stato avviato nel settore (come affermato nel mio articolo sul video di Madonna, Medellin).

La star della NFL Odell Beckham Jr. ha cercato di fare il boss indossando un kilt. Lui non voleva indossarlo. In un’intervista con GQ, ha detto: “Ho detto di no”, domenica sera, appena 24 ore prima del Met. “Ero tipo, ‘Non c’è possibilità che lo indossi’. Purtroppo non puo` combattere l’agenda dell’elite.

C’è qualcosa di sbagliato nelle gemelle Olsen. Questo è tutto ciò che ho da dire su questa foto.

CONCLUDENDO

Le MET Galas sono un perfetto incapsulamento dell’attuale agenda dell’élite occulta. Organizzato da Vogue – un’istituzione d’élite che fa parte dell’impero dei media CondeNast – il Gala è interamente dedicato a celebrità attentamente selezionate seguendo un tema accuratamente selezionato. Il risultato netto di questo evento attentamente calcolato: notizie e social media inondati di immagini di celebrità che si vestono in abiti ridicoli per compiacere i loro maestri d’élite.

Fonte

Ian McKellen giustifica gli abusi di Spacey e Singer: Se avessero fatto coming out non avrebbero commesso crimini

L’attore Ian McKellen ha dichiarato in una nuova intervista che le accuse di cattiva condotta sessuale nei confronti di Kevin Spacey e del regista Bryan Singer potrebbero essere state evitate se avessero fatto coming out.


“La maggior parte di loro non aveva fatto coming out”, ha detto Ian McKellen a proposito degli omosessuali che sono stati accusati di cattiva condotta sessuale nell’era di #MeToo.

“Ecco quindi, il motivo per cui hanno avuto problemi con altre persone”, ha continuato. “Se fossero stati in grado di essere aperti su se stessi e sui loro desideri, non avrebbero iniziato a maltrattare la gente nel modo in cui sono stati accusati”. (quale persona soprattutto  famosa direbbe pubblicamente di essere un pedofilo? n.d.r.)

Infatti, sia Kevin Spacey che Bryan Singer sono stati accusati di cattiva condotta sessuale con uomini e possibilmente con vittime minorenni.

McKellen, lui stesso apertamente gay, ha anche detto al podcast QueerAF che anche lui sta “aspettando” di essere accusato di cattiva condotta.

“Francamente, sto aspettando che qualcuno mi accusi di qualcosa, e io che mi chiedo se sta mentendo o che sono io a non ricordare.”

Questa non è la prima volta che l’attore di X Men ha espresso alcune bizzarre affermazioni sul movimento #MeToo.

Nel 2017, McKellen ha detto che quando stava iniziando nel settore dell’intrattenimento, molte donne offrivano apertamente prestazioni sessuali in cambio di ruoli.

“Spero che stiamo attraversando un periodo che contribuirà a sradicarlo del tutto … ma dalla mia esperienza personale, quando stavo iniziando a recitare nei primi anni Sessanta, il regista del teatro a cui stavo lavorando mi mostrò alcune fotografie che ottenne da donne che stavano cercando lavoro “, ha detto, continuando,” alcune di loro avevano nella parte inferiore della loro fotografia la scritta ‘DRR’ – directors’ rights respected, Ovvero, se mi dai un lavoro, puoi fare sesso con me. ”

Fonte

Attivista Transgender si brucia la casa perche` la controversia sui diritti gay era andata scemando

L’attivista transgender Nikki Joly del Jackson, IL, i cui cinque animali domestici sono stati uccisi in un incendio nel 2017, è stata accusata di aver intenzionalmente provocato l’incendio, secondo The Detroit News.

Due pastori tedeschi e tre gatti sono morti nell’incendio che inizialmente fu investigato come un “crimine di odio” da parte dell’FBI e delle forze dell’ordine locali.

Gli investigatori hanno trovato tracce di benzina in cinque stanze al primo piano della casa, secondo il rapporto della polizia, mentre Joly è stata scoperta mentre comprava $ 10 di benzina ad una stazione di servizio locale la mattina dell’incendio “così avrebbe potuto tagliare l’erba “, secondo il rapporto. Joly si è fermata a metà strada perché era troppo caldo, mentre la polizia dice che la sequenza degli eventi “solo Joly avrebbe potuto appiccare il fuoco “.

Andò a lavorare in chiesa e ricevette una telefonata da Moore alle 1:02, dice il rapporto. Moore si era dimenticata di preparare il pranzo per cui aveva chiesto a Joly di portarglielo al lavoro. La coppia condivide una macchina.

Joly tornò a casa, a due miglia di distanza, entrò per un minuto o due e se ne andò, disse alla polizia.

L’incendio è stato segnalato dai vicini alle 1:16 del pomeriggio.

La sequenza degli eventi avrebbe reso difficile a chiunque altro se non a Joly iniziare l’incendio, ha detto Grove nel rapporto della polizia. –The Detroit News

“La timeline mostra una finestra di meno di cinque minuti perché un’altra persona potesse entrare nel residence, spargere la benzina, accendere il fuoco e poi andarsene dalla scena del crimine”, ha scritto il detective della polizia Aaron Grove.

Due settimane dopo l’incendio, Joly fu interrogata da due agenti dell’FBI e da un detective della polizia cittadina.

Durante l’intervista, ha abbassato la testa, fissando il pavimento, senza guardare i suoi interlocutori, secondo il rapporto. Non ha ammesso di aver appiccato il fuoco e non l’ha neppure negato. –The Detroit News

L’arresto di Joly, un trans biologicamente femmina che si identifica come uomo, è stata una sorpresa per la comunità gay di Jackson, poiché Joly ha contribuito ad aprire il primo centro gay della città ed è stata co-organizzatore del primo festival gay della città – guadagnandosi il premio di Cittadina dell’Anno da un giornale locale.

Successivamente le autorità hanno determinato che l’incendio era stato appiccato intenzionalmente, ma la persona che hanno arrestato è stata uno shock per i sostenitori e gli oppositori del movimento per i diritti degli omosessuali. Era il cittadino dell’anno – Nikki Joly.

“È imbarazzante”, ha detto Travis Trombley, un residente gay che ha combattuto per l’ordinanza. “Come le e` venuto in mente di danneggiare la comunità per cui ha lavorato cosi` duramente?”

Perché Joly, 54 anni, avrebbe bruciato la sua casa, rimane un mistero. Non possedeva la casa, che era assicurata dal suo proprietario, ha detto la polizia.

Il suo avvocato ha detto che la mancanza di un motivo mette in dubbio il caso. –The Detroit News

Il rapporto della polizia suggerisce tuttavia un motivo; due persone che hanno lavorato con Joly alla St. Johns United Church of Christ, dove si trova il Jackson Pride Center, hanno detto che l’attivista trans era “frustrata dal fatto che la polemica sui diritti degli omosessuali si era smorzata” e che il Jackson Pride Parade e il Festival i quali si sono svolti cinque giorni prima dell’incendio, “non aveva ricevuto molte attenzioni o proteste”.

Barbara Shelton ha contestato la versione della sua dichiarazione alla polizia, dicendo al Detroit News “Non sono sicura di averlo detto”, in una e-mail, aggiungendo “Non so nulla, non ho mai sentito Nikki commentare in alcun modo qualcosa del genere”.

Secondo l’avvocato di Joly, Daniel Barnett, “Non ha senso”, aggiungendo: “Era cittadino dell’anno, c’era già molta copertura mediatica prima dell’incendio”.

Mentre Joly era stoica in pubblico, poteva essere brusca, persino combattiva in privato, hanno detto i conoscenti. Era testarda, riluttante e non le piaceva che le sue opinioni venissero sfidate dagli altri.

Poteva anche essere ingannevole, hanno detto Shelton e James nel rapporto investigativo della polizia.

Un anno dopo l’apertura del pride center, Joly lo sposto` improvvisamente dalla chiesa. Non facendolo sapere ai funzionari della chiesa, Joly ottenne lo status di non-profit per il centro, ha detto Shelton alla polizia.

Shelton ha detto di essersi sentita tradita perché è stata lei a ottenere i finanziamenti originali per il centro facendo domanda per diverse borse di studio.

“Shelton e James hanno entrambi descritto Nikki come molto ingannevole e hanno affermato che quando si tratta di Nikki “ci sono livelli di manipolazione “, il detective della polizia Aaron Grove ha scritto nel rapporto. –The Detroit News

La drag queen locale Jeff Graves ha detto di essere allarmato dai dettagli dell’indagine, e ha affermato che se Joly viene dichiarato colpevole, cercherà di recuperare le donazioni raccolte per la difesa legale dell’attivista transgender.

Fonte

Nelle scuole del Regno Unito sara` insegnata “educazione sessuale gay e trans” ai bambini di 5 anni e la presenza sara` obbligatoria

Il governo conservatore britannico annuncera` piani per l’introduzione di lezioni sull’omosessualità e sul transgendererismo per gli studenti delle scuole primarie, nonostante una petizione ufficiale contro il movimento, firmata da oltre 100.000 persone.
Il Sunday Times riporta che il nuovo curriculum è stato finalizzato dopo una consultazione di sei mesi con il Dipartimento dell’Istruzione e sarà implementato in tutte le scuole del Regno Unito a partire dall’anno scolastico 2020-21.

Sarà insegnato agli alunni dall’età di cinque anni, e sarà illegale per i genitori non far partecipare i figlie alle lezioni nella scuola secondaria, il che significa che almeno un semestre di educazione sessuale – ma probabilmente di più – sara` frequentato da ogni studente.

Una petizione popolare al Parlamento che chiede di poter dare la possibilita` ai genitori di far saltare la lezione ai propri figli sarà discussa lunedì alla Camera dei Comuni, anche se non è previsto che ciò influisca sul programma di attuazione della legislazione.

La proposta ha incontrato resistenza da parte di comunità conservatrici, inclusi alcuni musulmani ed ebrei. In una lettera che esprime opposizione, eminenti rabbini hanno espresso il timore che alcuni genitori preferiranno escludere i propri figli dal sistema scolastico – cosa che e` permesso loro fare – piuttosto che sottoporli al nuovo curriculum.

Le domande discusse durante le lezioni, come elencato nelle attuali proposte per il curriculum, includeranno: “Quando è giusto lasciare che qualcuno mi tocchi?” Per bambini di 3 anni, e “Perché siamo tutti diversi? Va bene essere diversi? “All’età di sette anni. A 11 anni, i bambini discuteranno “Qual è la differenza tra transessuali e transessuali?” E a 16 anni verrà detto “come rivelare il fatto che hai l’HIV a un partner sessuale, alla famiglia e agli amici”.

Tra i materiali didattici per i bambini delle scuole elementari che sono attualmente in fase di sperimentazione in una scuola prevalentemente musulmana a Birmingham sono “Tango Makes Three”, un libro su due pinguini gay che si prendono cura di un uovo preso da un’altra famiglia e “My Princess Boy”. che celebra un bambino dalla pelle scura che ama travestirsi.

Gli altri obiettivi del curriculum includono educare gli studenti su questioni che sono diventate più frequenti in Gran Bretagna negli ultimi due decenni, come la mutilazione genitale femminile, il sexting, le porno revenge e il potenziale squilibrio di potere tra i sessi nelle relazioni.

Fonte

LGBTP: La spinta “liberale” verso la pedofilia

Nell’ultimo periodo i lettori di Neovitruvian avranno notato un particolare focus su argomenti come la pedofilia su youtube. Sono certo argomenti scomodi che faranno voltare lo stomaco alla maggior parte, ma bisogna parlarne.

Un nuovo trend si sta facendo strada tra liberali e comunita` LGBT: decriminalizzare la pedofilia e legittimare la pedosessualita`.

Si avete capito bene, le organizzazioni LGBT vogliono, come nuovo obiettivo nella loro agenda, trasformare la pedofilia in una inclinazione sessuale. Dopo anni di battaglie per il riconoscimento dei diritti degli omosessuali, l’ormai corrotta bestia rappresentata dalla lobby gay, vuole sdognanare il concetto di pedofilia nel nome dell'”amore libero”.

Cosa succede se osiamo criticare le idee di queste persone (dovremo vivere in democrazia fine a prova contraria), veniamo emarginati, perseguiti e ridicolizzati. Parole come PEDOFOBO saranno presto di uso comune per indicare un individuo che non accetta queste idee scellerate e malate (ovvero il sesso libero tra un adulto e un bambino).

Un bambino mezzo nudo ad un gay pride. Solo una societa` profondamente malata puo` ammettere tali spettacoli 

Citando ancora una volta YouTube possiamo osservare come la continua manipolazione dei giovani abbia dato i suoi frutti. Nel video sotto potrete (se avete pazienza e nervi saldi) ascoltare una filippica sul perche` i pedofili non vadano ostracizzati, in quanto la loro pulsione e`, semplicemente, un orientamento sessuale.

Questa Millenial ha bisogno di un serio aiuto psicologico

Scorrendo nei commenti possiamo vedere come ci siano dei fan che la difendono a spada tratta dalle reazioni negative suscitate dal suo “intervento” sul tema. Come e` possibile difendere una posizione del genere? Quanto marcio e` il pensiero di questi sciocchi?

Se il singolo youtuber puo` sembrare l’eccezione, cambiando piattaforma social, possiamo trovare proprio gruppi AntiPedofobi i quali si etichettano come MAP (Minor Attracted Person). Sostanzialmente, utilizzando le stesse tattiche dei siti AntiOmofobi, cercano di proteggere i pedofili dalle “discriminazioni” associando l’Omofobia alla Pedofobia,

La PedoFobia e` una forma di Omofobia, secondo questi liberali

Non dimentichiamoci di uno dei piu` famosi siti che sostengono la pedofilia. Vengono chiamati Pedofili Virtuosi, in quanto resistono alla tentazione di abusare di un bambino. Qui si cerca di creare una sorta di “simpatia” nei confronti del pedofilo in modo da cambiare, lentamente e progressivamente, la nostra idea sulla pedofilia e sul pedofilo in generale.

Siamo nel 2017 e dobbiamo mostrare rispetto e accettazione per questi individui sessualmente attratti dai bambini.

Ricapitolando…Al giorno oggi, il pedofilo sta conquistando lo “status” di minoranza da salvaguardare. Mentre esprimere un’opinione contraria alla “versione ufficiale”,  a livello pubblico, puo` costare il lavoro, la carriera e la propria immagine, un pedofilo e` in grado di discutere su forum, twitter e social network di quanto la sua condizione sia naturale e di come sia un martire degno di rispetto quando resiste ai suoi impulsi.

IDEE E RAGIONI DI UNA SINISTRA LIBERALE PERVERSA

La sinistra liberale occidentale difende queste ideologie basandosi sul relativismo culturale in quanto ci dice che la pedosessualita` e` solo uno dei tanti costrutti sociali e la sua attuale connotazione negativa e` solamente la conseguenza degli abusi perpetrati nei confronti delle vittime.

Il relativismo e` l’arma utilizzata dai media e dai poteri forti per uniformarci tutti al pensiero unico

Questo e` il vero pericolo del post modernismo: possiamo normalizzare qualsiasi tipo di trasgressione sotto la bandiera dell’equalita, dopotutto ogni sistema di valori e arbitrario, quindi, chi siamo noi per giudicare o criticare i pedofili?

Si tratta della naturale evoluzione della dottrina relativista/liberale dove il pedofilo merita rispetto e celebrazione in quanto resiste all’applicazione di un suo “diritto naturale” ovvero perseguire le sue pulsioni pedosessuali.

Molte di queste persone sono inoltre atee e non credono veramente nell’esistenza del bene e del male o di persone cattive che provano piacere a fare del male. Mi dispiace per loro ma il mondo e` pieno di mostri, persone che non provano alcun sentimento e non sanno essere empatici. Psicopatici e sociopatici esistono!

Mi fa strano dover spiegare questa cosa ma il vero motivo per cui la pedofilia viene considerata negativamente e` dato dal fatto che i pedofili vogliono fare del sesso con dei bambini, i quali non hanno ancora sviluppato la capacita` di comprendere cosa, questi pedofili, vogliono che facciano o che cosa stanno subendo. I bambini non capiscono il sesso non hanno conoscenze su come funziona o sul perche. Probabilmente il concetto gli spaventa e anche se dessero il loro consenso non avrebbero la minima idea delle ripercussioni sociali e fisiche di tutto cio‘.

Notiamo ancora una volta il paradosso: le femministe e la sinistra liberale in generale condannano lo stupro di una donna ma cercano di rendere accettabile l’idea di pedofilia. Fare sesso con una persona che non sa quello che sta succedendo E` stupro.

La possibilita` che un uomo abbia una relazione sessuale con un bambino e` sbagliata, come puo` un bambino, competere con la mente e la fisicita` di un adulto? Sappiamo tutti come i bambini siano facilmente manipolabili e siano disposti a credere a tutto!

Secondo questi liberali da 4 soldi, perche` non mandiamo i nostri figli a votare, non li facciamo guidare o non li lasciamo da soli con un’arma?

Il focus andrebbe completamente riportato sulle vere vittime di questi abusi ovvero i bambini. I pedofili non sono vittime e trattarli con compassione porta a creare delle barricate culturali che ostacolano delle misure efficaci contro queste persone.

I MEDIA E LA PEDOFILIA

Come se non bastasse gli stessi media spingono queste argomentazioni. Il video qui sotto e` il trailer di Mick, una serie in cui vediamo un bambino di 6 anni transgender con accessori da bondage e vestito da bambina

AMERICAN PSYCHIATRIC ASSOCIATION: NON TUTTI I PEDOFILI HANNO UN DISTURBO MENTALE

Nel tentativo di destigmatizzare la pedofilia, l’Associazione Psichiatrica Americana (APA), nell’aggiornamento del manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM) distingue tra i pedofili che desiderano il sesso con i bambini e coloro che portano a termine materialmente questi atti.

Il primo gruppo – ovvero coloro che vogliono fare sesso con minorenni, ma i cui desideri non sono dannosi per se stessi o per gli altri – non sono più classificati come malati psichiatrici nel nuovo DSM.

“La differenza [dall’ultima edizione del DSM] è che se si ha un impulso erotico perverso non si e` automaticamente malati mentali”, ha affermato Ray Blanchard, che ha co scritto il capitolo sui disturbi sessuali nel nuovo DSM.

Ma ancora dall’HuffingtonPost

10 COSE DA SAPERE PRIMA DI EMARGINARE UN PEDOFILO

3. Non tutti i pedofili sono violenti, ma il sesso tra adulti e bambini è illegale perché può causare danni psicologici duraturi al bambino. Tuttavia, la demonizzazione dell’abuso sessuale dei minori rende difficile per i pedofili cercare aiuto perché, comprensibilmente, temono il giudizio del pubblico o la cattura. Come suggerisce Paul Jones, trovare terapie per aiutare i pedofili sarebbe chiaramente una strategia di gestione del rischio migliore, ma contro tutta questa isteria e` diventato incredibilmente difficile trovare modi efficaci per trattare pedofili impedenedo loro di agire guidati dai loro istinti sessuali  (Wright , 2012).

Ecco cosa a da dire il NewYork Times:

PEDOFILIA: UN DISTURBO NON UN CRIMINE

Una parte di questo fallimento nasce dall’assunzione che la pedofilia e abuso infantile siano la stessa cosa. Si può essere pedofili ma non agire. Siti come Virtuos Pedopohiles forniscono sostegno ai pedofili che non molestano i bambini e credono che il sesso con i bambini sia sbagliato. Non è che questi individui siano pedofili “inattivi” o “non pratici”, ma piuttosto che la pedofilia sia uno status e non un atto. Infatti, la ricerca mostra che circa la metà di tutti i molestatori di bambini non sono attratti sessualmente dalle loro vittime.

Qui invece abbiamo l’opinione di Vice

UNA VITTIMA DI ABUSO SESSUALE: PERCHE` DOVREMO ESSERE PIU` EMPATICI CON I PEDOFILI

Ma Rhea Martinez, che è stata violentata e ripetutamente molestata da un amico di famiglia maschio ha un;opinione diversa. Martinez, 28, ha detto a VICE che la società dovrebbe essere più empatica verso i pedofili – e che dovrebbero avere più opzioni per ottenere aiuto.

“Penso che se avesse avuto un posto dove andare, forse non mi sarebbe mai successo nulla”, ha detto la Martinez.

Potrei andare avanti ancora a lungo, ma non me la sento.

Ecco con cosa possono entrare a contatto i nostri figli

INVERSIONE

Il liberalismo e la sinistra stanno invertendo e corrompendo tutto quello che vi e` di giusto. Essere una persona sana mentalmente e fisicamente non e` cio` a cui bisogna ambire per questi individui e gruppi. Si chiede ai bianchi di vergognarsi della propria storia e, allo stesso tempo, di essere orgogliosi se si e` attratti da un individuo dello stesso sesso.

Il culto satanico delle elite prevede l’inversione di qualsiasi simbolo, morale e credo in modo da distruggere la societa` e ricrearla a loro immagine

Gli Illuminati usano quello che io chiamo  simbolismo inverso. Ci mostrano i loro simboli, ma li presentano rovesciati. Per esempio, la colomba simboleggia la pace per la maggior parte delle persone, ma per le linee di sangue illuminate rappresenta la loro dea, la regina Semiramide [Iside]. La torcia illuminata significa libertà e libertà per la popolazione, ma per gli Illuminati è proprio il simbolo del loro controllo.

Non me ne puo` fregare di meno riguardo a cio` che si fa all’interno delle proprie mura domestiche, tuttavia il movimento LGBT con i suoi pride sta attivamente promuovendo e glorificando, comportamenti e orientamenti non naturali. E’ un attacco all’etica occidentale e al nucleo famigliare, si tratta di normalizzare disordini sessuali in modo da sfruttarli per un proposito ideologico. Si vuole sguinzagliare l’anarchia sessuale in modo da distruggere le fondamenta della societa` occidentale.

Siamo arrivati ad un punto in cui dovremo insegnare (per essere in linea con il pensiero generale) che la sessualita` non e` binaria, bensi` uno spettro di opzioni in cui ogni individuo ha la possibilita` di decidere.

Uno studio sostiene addirittura non esista l’eterosessualita`

Un recente studio pubblicato nel  Journal of Personality and Social Psychology sembra smentire l’eteronormativita’. Lo studio esamina l’espressione del gender nelle donne e misura la loro risposta fisiologica a materiale pornografico. Si e` scoperto che, indipendentemente dal modo in cui le donne riportano la loro sessualità, i loro corpi rispondono positivamente sia al sesso etero che al sesso omosessuale. Significa che, la sessualità femminile è complessa e non e` circoscritta nei rigorosi limiti dell’eterosessualita` o dell’omosessualità.

Queste persone stanno cercando di utilizzare lo stesso argomento che le lobby gay utilizzarono per promuovere la loro agenda: “Non giudicare” “Nessuno dovrebbe essere stigmatizzato per la sua identita` sessuale” “L’amore non dovrebbe essere illegale”

Siamo condizionati ad accettare la pedofilia con gli stessi schemi con cui abbiamo accettato omosessualita` e transgenderismo…I pedofili non sono un’altra minoranza in pericolo sono, potenzialmente, pericolosi predatori. Il pregiudizio e lo stigma, a volte, sono positivi: essere preoccupati se vostro figlio e` in compagnia di pervertiti e` positivo in quanto e` possibile evitare violenze e traumi.

La parola Pedofobo sta legittimamente per entrare nel vocabolario comune…non fatevi ingannare si tratta di un impulso biologico genuino. I pedofili dovrebbero vergognarsi e vivere nella paura, perche` e` proprio quest’ultima che spesso li trattiene dal commettere atti deprorevoli. Non e` la comprensione, non e` la moralita. E ` la paura di finire in galera o sotto il giudizio pubblico.

CONCLUDENDO

Il fine di questo articolo non e` creare un ambiente ostile per la popolazione gay, tuttavia va fatto riconoscere a etero e omosessuali che vi e` un gruppo di persone legate alle lobby gay impegnato a promuovere la pedofilia e alla sessualizzazione infantile. Rischiamo, non affrontando il problema, di consegnare alle prossime generazioni un mondo ancora piu` malato e perverso, in cui i bambini vivranno nella paura di essere stuprati.

Se sei un genitore e stai leggendo questo articolo cerca di parlare con tuo figlio e di mantenere sotto controllo il suo accesso ad internet e a televisione. I media lavorano incessantemente per fare il lavaggio del cervello ai piu` piccoli. Se a scuola viene affrontato il tema LGBT informati e opponiti se lo reputi inadeguato.

Come sempre, ogni singola persona e` parte del cambiamento, se non si agisce tutti assieme l’introduzione di un nuovo ordine mondiale sara` inevitabile.

Lobby Gay e implicazioni sulla società moderna

Il seguente articolo avrà come scopo, lo spiegare, il rapporto che esiste tra le elite occulte e i rappresentanti internazionali di quei movimenti a difesa dei diritti gay che, con sempre maggior visibilità e rilevanza, vengono mostrati nei telegiornali e nei giornali (corrotti).

Il mondo dell’intrattenimento e della moda, spalleggiano questi gruppi, fornendo supporto economico, ma soprattutto di immagine, proponendo film, musica, stampa e pubblicità che strizzano l’occhio ad un idea distorta di omosessualità.

LLGcarre_400x400

Lobby:

Gruppo di persone che sono in grado di influenzare a proprio vantaggio l’attività del legislatore e le decisioni del governo o di altri organi della pubblica amministrazione.

Bisogna osservare il sistema come ad un insieme omogeneo di elementi con delle “minoranze” delle “sfaccettature” le quali meritano, ovviamente, la nostra accettazione e comprensione. I poteri forti agiscono attivamente su queste minoranze per indebolire e frammentare l’omogeneità del sistema di partenza. Siamo d’accordo tutti che il sistema va cambiato, è ormai un monolite morente, inaccettabile sotto ogni punto di vista, tuttavia se il caos del cambiamento è controllato dall’elite, per i propri fini, è necessario combattere affinchè gli illuminati non abbiano successo nei loro piani.

Il motivo per cui l’elite manipola le minoranze è la facilità con cui esse possono essere gestite. Spesso tali gruppi nascono dall’insoddisfazione e della frustrazione verso un sistema malato e incompleto. Essi sono legittimi, in ogni caso, per il sistema, è necessario limitarli poichè rischiano di frastagliare lo status quo in cui gli illuminati basano il loro dominio.

Dato che la repressione, non è efficace, gli illuminati si infiltrano e prendono il controllo di questi gruppi in modo da dirigere le proteste e gli scopi affinchè tornino utili alla loro agenda. Non è originale nè sensato pensare che i movimenti per i diritti gay non siano controllati dal sistema (la stessa cosa vale per la chiesa), purtroppo è il ragionamento di molti che, pervasi da decenni di condizionamento e sentimentalismo liberale fanno occhi e orecchie da mercanti.

UN PO’ DI STORIA

Nambla

 

Cio che mi lascia scosso e sorpreso è che pure i cosiddetti teorici del complotto (gran parte) hanno idee superficiali e banali rispetto all’argomento e somigliano alle masse nelle loro insensate proteste. Combattono il vaticano, diffidano e sconsigliano i movimenti politici popolari, deridono le varie rivoluzioni e proteste portando tesi e prove dettagliate rispetto all’influenza americana, ma quando si tratta di omosessualità le uniche cose che sanno dire sono: “Omofobo” “Fascista” “Amore Libero”, trasformandosi in hippie.

Ecco per loro e per tutto il pubblico un pò di storia:

Ci sono parecchi casi in cui organizzazioni omosessuali di spicco sono state permissive nei confronti della pedofilia o la hanno attivamente promossa. Ad esempio, il Journal of Homosexulity è una rivista accademica caratterizzata dal fatto che nei suoi testi si parla in maniera “amichevole” di pedofilia.

Ad esempio, un articolo del Dr. Brongersma afferma che i genitori non dovrebbero vedere un pedofilo ” come un rivale o un concorrente, non come un ladro, ma come un partner nell’educazione del ragazzo, qualcuno che dovrebbe essere accolto in casa… ”

L’Associazione gay e lesbica internazionale (ILGA) è stata fondata nel 1978 ed è una rete mondiale di gruppi nazionali e locali omosessuali che conta 620 micro organizzazioni al suo interno. Nel 1993 l’ILGA ha ottenuto lo status consultivo al Consiglio Economico e Sociale delle Nazioni Unite (ECOSOC) ma nel 1994 le è stato tolto a causa di alcuni gruppi come la North American Man / Boy Love Association (NAMBLA) e Vereniging Martijn, i quali sostenevano o esprimevano solidarietà nei confronti dei gruppi pro-pedofilia.

L’ILGA espulse i gruppi associati alla pedofilia, ma le fu negato l’accesso all’ECOSOC sia nel 2002 che nel gennaio 2006. La NAMBLA fu membra dell’ILGA per un decennio prima di essere espulsa. NAMBLA si autodefinisce un’organizzazione omosessuale.

Il Comitato delle ONG del Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite ha costantemente respinto l’ILGA fino a quando il Consiglio economico e sociale, guidato da paesi europei, ha annullato la loro decisione.

Tra i requisiti per l’accreditamento delle ONG delle Nazioni Unite vi è che “la maggior parte dei fondi dell’organizzazione dovrebbero derivare dai contributi affiliati nazionali, da singoli membri, o altri componenti non governative.”

L’ONU sostiene che se il loro denaro provenisse in gran parte dai governi esse andrebbero considerate come entità governative.

Von Krempach ha scoperto che, la Commissione europea, un’entità intergovernativa, provvede al 68% del bilancio dell’ILGA. Il governo olandese ha fornito un supplemento di € 50.000 portando il finanziamento governativo dell’ILGA al 71%. Il resto del finanziamento dell’ILGA proviene da donatori di sinistra come George Soros (si SOROS), Sigrid Rausing, e un donatore anonimo.

george-soros

Soros finanzia tutti i falsi movimenti rivoluzionari dagli occupy alle femen…oltre a ciò sostiene anche le lobby gay come l’ILGA (complottisti omosessuali/ liberali fatevene una ragione)

L’AGENDA OMOSESSUALE

L’agenda omosessuale è un insieme centralistico di credenze e di obiettivi volti a promuovere l’ideologia omosessuale. Gli obiettivi e gli strumenti di questo movimento sono l’indottrinamento degli studenti nella scuola pubblica, limitare la libertà di parola, ottenere un trattamento speciale e interferire con la libertà di associazione.

I sostenitori dell’agenda omosessuale cercano diritti speciali per gli omosessuali che gli altri non hanno, come l’immunità dalla critica (discorso di odio/ crimini di odio). Tali diritti speciali andranno necessariamente a scapo della maggior parte della popolazione. L’agenda omosessuale è la più grande minaccia al diritto di libertà di parola oggi.

Nel 2014, una delle principali priorità dell’agenda omosessuale è quella di vietare e proibire terapia di conversione, soprattutto tra gli adolescenti. La California e il New Jersey sono stati gli unici ad aver adottato tali leggi (il governatore Chris Christie ha firmato la legge mentre stava preparando la sua campagna di rielezione) La sinistra sta spingendo leggi simili in tutti gli stati americani.

In un discorso il 10 dicembre 2013, ad una manifestazione a favore della famiglia in Giamaica, Brian Camenker del Mass Resistance ha delineato l’approccio step-by-step dell’agenda omosessuale: [1]

  • legalizzare l’omosessualità
  • promuovere il gay pride
  • chiedere leggi contro la discriminazione
  • insistere sull’adozione di bambini omosessuali ‘
  • spingere l’agenda omosessuale nelle scuole
  • forzare il “matrimonio gay” nella società
  • richiedere finanziamenti pubblici per affrontare i maggiori problemi sociali legati all’omosessualità
  • promuovere l’agenda transgender
  • imporre una perdita, su larga scala, della libertà di parola
  • divieto di consulenza per i bambini confusi da questioni omosessuali

in-our-mothers-house

La copertina di uno dei tanti libri utilizzati negli asili e nelle elementari per normalizzare l’idea di omosessualità…Si tratta forse di un lavaggio del cervello dei fanciulli?

stonewall-advert

La Stonewall, associazione pro diritti gay è onnipresente, con le sue pubblicità, nei trasporti londinesi….un ottimo modo per condizionare il pubblico. 

PIENO SUPPORTO DALLA SINISTRA

gay_communist_2_by_rls0812-d2zddo5

Vi siete mai chiesti perché praticamente tutte le elite sostengono l’omosessualità? Dopo tutto, che cosa ha a che fare la dottrina politico / economica del “da a ciascuno secondo le sue capacità, a ciascuno secondo i suoi bisogni” con il sostegno dell’omosessualità?

Il collegamento non è casuale. Queste dottrine in realtà si completano a vicenda molto bene. Vedete, una nazione che abbandona il suo fondamento morale, e svilisce l’istituzione della famiglia, degenererà al punto in cui sarà completamente alla mercè del tiranno. Distrutte psicologicamente, indulgenti, materialiste, malate per il sesso, alcoliste, tossicodipendente, femminizzate, moralmente depravate (o anche solo moralmente neutre) le persone non potranno mai resistere al male. Al contrario, la plebe edonista abbraccerà i malvagi, perché i “bravi ragazzi” in realtà innescano in loro un complesso di inferiorità.

Una nazione che è stata così corrotta nel suo giudizio e nella sua morale, che non può più distinguere tra la merda di Picasso e i capolavori di Rembrandt, tra la poesia di Kipling e le farneticazioni incoerenti di Maya Angelou, o tra le corde angeliche di Julie Andrews e l’ansimare di Beyonce – è una nazione che non sarà mai in grado di distinguere tra gli alti ideali degli uomini buoni e la demagogia ingannevole dei tiranni.

Inoltre, se alcuni sono effettivamente in grado di discernere la differenza, probabilmente saranno troppo vili e moralmente neutri per fare qualcosa. Samuel Adams lo ha sintetizzato meglio: “è facilmente osservabile, che coloro i quali cercano di distruggere le libertà del popolo, praticano ogni stratagemma per inquinare la loro morale.”

Ecco perché la sinistra promuove la degenerazione morale e il “relativismo” di tutti i tipi. E’ per questo che sentiremo di parlare di “lotte” per i diritti gay fino a che tutto ciò non verrà “normalizzato”. Raggiunto l’obiettivo (e ci siamo quasi), i pedofili cominceranno ad essere rappresentati in maniera simpatetica. Entro 10-15 anni, la pedofilia sarà accettata come uno “stile di vita alternativo”, e guai a chi osa esprimere una opinione che è “pedofobica”. Questo è quello che sta arrivando gente.

LA SITUAZIONE IN ITALIA

img_archivio1362014112336

I contestatori LGBT in una delle iniziative meno dannose…se volete approfondiamo insieme la violenza verbale, gli sputi e le varie ingiurie arrecate a anziani e bambini…Non so tuttavia se capireste il paradosso delle vostre azioni

In Italia la situazione si sta evolvendo rapidamente, con tutti i partiti, da destra a sinistra, favorevoli all’implementazione del ddl Scalfarotti che andrà a limitare la libertà di opinione, per tutelare l’ideologia gay.

In Italia le Sentinelle in Piedi sono nate in difesa della libertà di espressione messa in discussione dal ddl Scalfarotto, già approvato dalla Camera e ora al Senato. Presentato come necessario per fermare atti di violenza e aggressione nei confronti di persone con tendenze omosessuali, il testo è invece fortemente liberticida in quanto non specifica cosa si intende per omofobia lasciando al giudice la facoltà di distinguere tra un episodio di discriminazione e una semplice opinione.

«In questo modo – spiegano i referenti delle “sentinelle” – faremo capire che c’è ancora un popolo che difende principi fondamentali per una società più umana e autentica: quali la libertà di espressione e la famiglia composta da padre, madre e figlio/figli». Perché questa iniziativa? Spiegano i promotori, un gruppo di associazioni religiose e laiche che hanno ottenuto la “benedizione” della Curia torinese: «Si sta forzando la mano per fare accettare/subire ai cittadini l’ideologia di genere (gender), nata negli Stati Uniti negli anni ’70, che afferma, in sintesi, l’assenza di identità sessuale naturale nell’uomo. La sessualità totalmente slegata dalla procreazione e intesa come gioco, la conseguente perdita di valore originario del matrimonio e, quindi, della famiglia, la perdita di definizione dell’identità dell’individuo ridotto a mera unità di conto, funzionale ai progetti totalitari della finanza e dell’economia».

In Italia il disegno di legge “Scalfarotto” (n. 1052) sull’incriminazione dell’omofobia «è presentato all’opinione pubblica come atto necessario per fermare le discriminazioni contro le persone con tendenze omosessuali. Introduce, tuttavia, norme penali non necessarie perché il nostro ordinamento già punisce qualunque atto di violenza o di aggressione nei confronti di qualsiasi persona, a prescindere dal suo orientamento sessuale. Non solo: gli atti compiuti contro le persone con tendenze omosessuali sono già puniti con maggior severità di quelli compiuti contro le persone eterosessuali, perché integrano l’aggravante dei motivi abbietti (art. 61, n. 1 c.p.), applicabile ad ogni reato. Con il ddl Scalfarotto, però, può essere considerato “omofobo” e, quindi, autore di un delitto: chiunque affermi pubblicamente che la famiglia naturale è fondata sull’unione tra uomo e donna; chiunque si esprima pubblicamente come contrario al matrimonio tra persone dello stesso sesso; chiunque sia contrario all’adozione di un bambino da parte di coppie formate da persone dello stesso sesso».

Nelle scuole di ogni ordine e grado (quindi dalla scuola primaria), con l’approvazione del Ministero dell’Istruzione, circolano i manuali UNAR. «Cosa insegnano ai nostri figli? Ad esempio: “Non usare analogie che facciano riferimento a una prospettiva eteronormativa (cioè che assuma che l’eterosessualità sia l’orientamento “normale”, invece che uno dei possibili orientamenti sessuali). Tale punto di vista, ad esempio, può tradursi nell’assunzione che un bambino da grande si innamorerà di una donna e la sposerà”. Oppure: “Un pregiudizio diffuso nei paesi di natura fortemente religiosa è che il sesso vada fatto solo per avere bambini […] potremmo ribaltare la domanda chiedendoci: i rapporti sessuali eterosessuali sono naturali?”».

Le sentinelle hanno vegliato in silenzio, leggendo un libro. Nessun simbolo né vessillo era ammesso, a sottolineare che la proposta è per tutti. L’ora di testimonianza pubblica ha coinvolto i partecipanti, che alla fine si sono salutati con un fragoroso applauso spontaneo, e ha sorpreso i passanti, anche stranieri, non pochi dei quali si sono fermati a vegliare, anche solo per pochi minuti.

In una nota si legge: “Le Sentinelle non giudicano né tantomeno sono contro alcuna persona – ha detto il portavoce nel discorso iniziale -. Le sentinelle non sono “anti-gay”, come qualcuno vorrebbe far credere. Le Sentinelle sono contro la minaccia del carcere per chi si oppone all’ideologia del gender. Secondo l’ideologia gender, la differenza di sesso e la famiglia sarebbero invenzioni culturali – cioè non legate intrinsecamente alla natura umana – ed ogni bambino dovrebbe sperimentare a scuola qualsiasi tipo di esperienza sessuale. Il recente caso del liceo Giulio Cesare di Roma, con la lettura obbligatoria di brani pornografici, è un segnale che deve far riflettere. E non è un segnale isolato, specie dal mondo della scuola. L’agenda del gender contempla la sostituzione dei termini “padre” e “madre” con i termini “genitore 1” e genitore 2 e l’istituzione di nozze e adozioni per persone dello stesso sesso”.

La nota prosegue:“La legge Scalfarotto prevede fino a un anno e mezzo di carcere per chi sia giudicato responsabile di atti di discriminazione o istigazione alla discriminazione per motivi fondati sull’omofobia o la transfobia. Questo mette a rischio ogni opposizione pubblica all’ideologia del gender. Le Sentinelle rispettano ogni persona e difendono la libertà di espressione e di educazione, per tutti. Si tratta di libertà garantite dalla Costituzione e conquistate dopo il ventennio fascista e la Seconda guerra mondiale”.

tweet luxuria_MGTHUMB-INTERNA

Anche il centro destra è favorevole alle adozioni gay

CONCLUSIONE

La popolazione mondiale è stata talmente manipolata e distrutta a livello psicologico che non riesce ad affrontare la realtà e le responsabilità che da essa ne derivano. Il buonismo liberale, è valido per le fiabe e per dei film di fantascienza, ma non per la concretezza in cui viviamo. La natura ha creato l’uomo e la donna affinchè potessero procreare (per unione di opposti, legge universale e oggettiva) al fine di creare una società dinamica e in continua evoluzione.

Attualmente vogliono farci accettare l’idea che si tratti di una convenzione sociale e culturale, priva di basi scientifiche, arrivando a snaturare totalmente l’idea di famiglia (genitore1 e genitore2) in modo da rendere sempre più effettiva ed efficace l’agenda comunista che ci sta traghettando verso un nuovo ordine mondiale.

Alla fine di questo percorso, l’uomo e la donna non avranno più identità, i figli non verranno più cresciuti in un ambiente famigliare e protetto ma in centri statali dove verranno scelti e testati per ricoprire determinate posizioni pre-scelte dal sistema.

Nel giro di qualche anno saremo ridicolizzati quando parleremo di famiglia formata da uomo donna e bambini, saremo perseguiti ed arrestati per muovere critiche (se ancora potremo farlo) al concetto di adozioni/famiglia gay…

Dopo questo sarà il turno dei pedofili…Un’altra forma di amore, chi siamo noi per giudicare due persone che si amano? PEDOFOBICI