Archivi Blog

Il Satanic Temple riconosciuto come chiesa dall’IRS

L’organizzazione è il primo gruppo satanico a cui e` stato concesso il privilegio di non pagare le tasse similmente ad altre istituzioni religiose

Il Satanic Temple è stato ufficialmente riconosciuto come una chiesa dall’Internal Revenue Service, tre mesi dopo aver preso d’assalto Sundance come soggetto del documentario “Hail Satan?” Secondo un annuncio del distributore di “Hail Satan?”, Magnolia Pictures, il tempio è ora eleggibile ad uno status di totale esenzione fiscale dato ad altre istituzioni religiose.

L’ultimo documentario di Penny Lane, “Hail Satan?”, Segue la storia del Tempio satanico e le sue colorate proteste in nome della libertà religiosa e della separazione tra chiesa e stato, inclusa la spinta ad avere una statua di Baphomet collocata sul terreno dell’Arkansas State Capitol accanto alla statua dei Dieci Comandamenti.

“Alla luce degli assalti teocratici riguardo la separazione della Chiesa e dello Stato negli sforzi legislativi per stabilire un luogo di privilegio codificato per un punto di vista religioso, riteniamo che accettare l’esenzione dalle tasse religiose – piuttosto che rinunziarvi in segno di protesta – penso possa aiutarci a migliorare Affermiamo le nostre posizioni sulla parità di accesso e di esenzione mentre plachiamo le voci dubbiose sul fatto che non soddisfiamo le qualifiche di una vera organizzazione religiosa “, ha detto il co-fondatore del Tempio Satanico Lucien Greaves in una dichiarazione. “Il satanismo è qui per restare.”

Una dichiarazione sul sito web del tempio dice che l’organizzazione ha recentemente ricevuto notifica dall’IRS affermando il suo status.

Un portavoce dell’IRS non è stato in grado di confermare il riconoscimento a TheWrap, citando i regolamenti.

Per anni, il tempio satanico si è opposto legalmente all’esenzione fiscale per le istituzioni religiose; ma Greaves ha detto che la sua posizione è cambiata dopo che Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo che impone al Dipartimento del Tesoro di non prendere alcuna “azione negativa” contro le istituzioni religiose, incluse le sanzioni fiscali e la negazione dello status di esenzione fiscale.

Fonte