Archivi Blog

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (Il design intelligente)

Oltre alla ragione e alla logica deduttiva che escludono la cieca evoluzione ateista e l’evoluzione teistica, possiamo anche discernere la “prova positiva” dell’intelligenza creativa vista nella complessità integrata, nella perfetta simmetria e nella bellezza innata delle creazioni stesse. Ecco alcuni esempi sensazionali che diamo per scontato; e alcuni che forse non sapevate.

Il ragno: senza alcun addestramento matematico, goniometro, righello o compasso, il ragno tesse pazientemente un’opera d’arte geometrica che catturera` la sua vittima. Quando viene rilevata una vibrazione, il ragno arriva sulla scena per concludere la cattura. Chi ha messo uno schema così intelligente nella sua piccola testa? Come e`riuscito a dominare la geometria euclidea?

Una pianta carnivora: Né animale né insetto, questa pianta senza cervello “sa” aprire le sue “mascelle” (foglie) e “aspettare” che un insetto si posi su di esse. Quando un insetto che cammina lungo le foglie tocca un minuscolo pelo sulla superficie, il meccanismo della trappola viene attivato. Ma la trappola non si chiude subito.
Solo quando un secondo pelo viene toccato entro 20 secondi dal primo la trappola viene attivata. Le “mascelle” si chiudono e la pianta mangia l’insetto.

Questo richiede un meccanismo di innesco ridondante che serve da salvaguardia contro uno spreco di energia nell’intrappolare oggetti senza valore nutrizionale. Quindi, non solo la trappola per mosche di Venere “sa” come intrappolare le mosche, ma anche “sa” come non farsi ingannare da un falso allarme. Una trappola per topi creata dall’uomo non può farlo!

La rana pescatrice: la raccapricciante rana pescatrice cerca dimora nel mare profondo. A differenza della maggior parte dei pesci che devono seguire i loro pasti, la “pigra” rana pescatrice attira la sua cena nella sua bocca aperta. Sta in agguato con un filamento che sporge dalla sua testa, che funziona esattamente come una lenza.
Alla fine del filamento c’è una escescenza di carne chiamata “esca”. L’esca imita un piccola preda vivente. Il filamento che ha sulla sua testa fa sì che l’esca sembri un pesce minuscolo. Quando un altro pesce cerca di mangiarsi l ‘”esca”, che “per coincidenza” ciondola proprio di fronte alla bocca spalancata della Rana pescatrice; la cena è servita!

La farfalla monarca: le farfalle monarca si accoppiano e depongono le uova sulle piante. Le larve emergono, mangiano il guscio delle uova in cui erano contenute e poi si nutrono delle piante. Dopo due settimane, un bruco farà girare un blocco di seta su se stesso mentre si blocca a testa in giù. All’interno del baco, avviene una metamorfosi.
Delle bellissime farfalle monarca emergono dai bachi e aspettano che le loro ali si asciughino. E` stato dimostrato che queste nuove creature, anche a distanza di generazioni, sono capaci di migrazioni intercontinentali verso una destinazione predeterminata, e sono persino note per attraversare l’Atlantico.

I modelli di navigazione di volo delle farfalle monarca sono basati su una combinazione della posizione del sole nel cielo e una bussola auto compensante solare che dipende da un “orologio” basato sulle antenne. Usano anche il campo magnetico terrestre per orientarsi. Le antenne contengono cripto-cromo, una proteina sensibile alla parte viola-blu dello spettro luminoso. In presenza di luce violetta, funziona come una bussola chimica.

Chi ha installato una tecnologia GPS così sofisticata in un’opera d’arte volante che solo due settimane prima era un sacchettino viscido, e solo due settimane prima un bruchetto? Ah Darwin …. “Difficoltà” … “difficoltà” e sempre piu` difficolta`.

Il polpo mimetico: Il Polpo Mimetico è una creatura in grado di camuffarsi, capace di cambiare forma, in grado di contorcere il suo corpo e colore per “imitare” l’aspetto di altri 15 organismi. A volte, il mimetismo è usato per catturare la preda. Altre volte, il mimetismo è usato per spaventare i propri predatori – “trasformandosi” nel predatore del predatore!

La creatura è abbastanza intelligente da discernere quale pericolosa creatura del mare impersonare  per spaventare il proprio predatore. Ad esempio, gli scienziati hanno osservato che quando il polpo mimico viene attaccato da una damigella, imiterà il serpente di mare a bande, un noto predatore del pesce damigella!

Il pinguino imperatore: I pinguini imperatori dell’Antartide vivono a temperature che possono raggiungere -60 °, assieme a forti raffiche di vento che possono raggiungere i 100 mph. Questo uccello non vola. Si tuffa per il cibo in acque profonde, “volando” a profondità fino a 1200 piedi; che è più profondo di quanto l’Empire State Building sia alto!
Per sostenere tali profondità, il Pinguino ha ossa solide, invece di ossa vuote come le altre specie di uccelli. Ossa vuote piene d’aria causerebbero altrimenti un trauma in un’immersione profonda, molto simile a quello che potrebbe provare un subacqueo.
Per resistere al freddo, le penne del Pinguino sono molto fitte sulla superficie della pelle; con circa 100 piume che coprono un pollice quadrato. L’isolamento aggiuntivo è formato da filamenti lanuginosi tra le piume e la pelle. Le piume si ergono a terra, riducendo la perdita di calore intrappolando l’aria vicino alla pelle. Ma quando si tuffa, il piumaggio viene appiattito in acqua, impermeabilizzando così la pelle e lo strato sotto.
Per quanto incredibili siano i meccanismi bi-funzionali (immersioni e riscaldamento), l’ultima difesa del pinguino contro i venti dell’Antartide deve essere vista per essere creduta. È uno spettacolo che riscalda il cuore e` un lavoro altruistico diverso da qualsiasi cosa nel regno animale. Una colonia di pinguini formerà un gruppo compatto di 1000 uccelli. Ogni pinguino si sporge in avanti su un altro pinguino. Dato che il freddo del vento è meno grave nel centro della calca, i “bambini” sono sempre rannicchiati lì, in temperature calde riscaldate dal corpo fino a 70 gradi!

Quelli che si trovano all’esterno si muoveranno lentamente attorno al bordo della formazione e si aggiungeranno al gruppo rotante. Ogni pinguino altruista avrà la possibilita` di stare all’esterno (zona fredda) e all’interno (zona calda) in questo gruppo.
Chi ha messo questa idea nei loro piccoli cervelli collettivi? Il brodo primordiale del compagno Oparin?

L’ANATOMIA UMANA

Ricordiamo la vecchia canzone spirituale “Dem Bones”. L’affascinante piccola melodia è stata composta dal cantautore James Weldon Johnson. Non è esattamente come andare ad una classe di anatomia, ma il suo significato è comunque profondo:

Toe bone connected to the foot bone
Foot bone connected to the heel bone
Heel bone connected to the ankle bone
Ankle bone connected to the shin bone
Shin bone connected to the knee bone
Knee bone connected to the thigh bone
Thigh bone connected to the hip bone
Hip bone connected to the back bone
Back bone connected to the shoulder bone

Shoulder bone connected to the neck bone
Neck bone connected to the head bone
Now hear the word of the Lord.
Dem bones, dem bones, dem dry bones.
Dem bones, dem bones, dem dry bones.
Dem bones, dem bones, dem dry bones.
Now hear the word of the Lord

Non una di quelle ossa menzionate nella piccola canzoncina di Johnson, possono funzionare senza che nessuna delle altre sia già presente. Il sistema funziona all’unisono. Questa è la “complessità integrata” che ha spinto il filosofo Anthony Flew a convertirsi dall’Ateismo al Deismo. Se i componenti del sistema scheletrico “si sono evoluti”, in che modo le entità separate potrebbero “sapere” in anticipo che potrebbero eventualmente adattarsi ad altre parti complesse?

C’è poi l’ape, un instancabile costruttrice, impollinatrice di fiori e artigiana con una divisione del sistema di produzione del lavoro che renderebbe orgoglioso Henry Ford. No api = niente fiori. Niente fiori = niente api. Ecco di nuovo quella cosa della “complessità integrata”; un’inspiegabile “difficoltà” darwiniana che ha convertito molti atei.
C’è il maschio di pavone, che sfoggia il suo splendido piumaggio artistico, degno di ogni museo d’arte, per attirare una femmina.
Ci sono i vari millepiedi, alcuni con ben 750 zampe con piedi microscopici che marciano in sincronia senza mai inciampararsi l’un l’altro

Questi miracoli creativi guidati dal codice del DNA non sono nati dalla cieca evoluzione e apparsi a Darwin o ad Oparin. Inoltre, come ammette anche Stephen Gould nella sua teoria dell’ “Equilibrio Punteggiato”, sembra che la documentazione fossile sembri rivelare improvvisi focolai di forme di vita. Eppure l’ateo purista, continuerà a proclamare: “Il design intelligente è un’assurdità! L’evoluzione è un dato di fatto! Scienza! Scienza! Scienza!

IL DIO DEL PERFEZIONAMENTO

Sopra e oltre le magnifiche creazioni stesse; le condizioni che consentono all’universo di funzionare, e per la vita sulla Terra di esistere in primo luogo, possono verificarsi solo quando certe costanti fisiche fondamentali si trovano entro un intervallo molto ristretto. Se una qualsiasi delle diverse costanti fondamentali fosse solo leggermente diversa, l’universo non avrebbe creato la materia, strutture astronomiche, diversità elementare o vita.
Esempi di “tuning” inimmaginabilmente preciso includono i rapporti tra carbonio e ossigeno; idrogeno a ossigeno (H2O / acqua), la dimensione della carica elettrica dell’elettrone; le forze nucleari, la quantità di radiazioni, le forze gravitazionali, il rapporto delle masse del protone e dell’elettrone e la distanza della Terra dal Sole, solo per citarne alcuni. Ogni calcolo doveva essere “giusto”. Cambia uno qualsiasi di questi numeri anche minimamente, e non esiste un universo, e certamente nessuna vita umana!

Forse l’esempio più estremo di messa a punto per il mantenimento della vita riguarda la Costante Cosmologica. La Costante Cosmologica è un termine per una forza anti-gravità presente nello spazio. Quanto finemente doveva essere impostato questo settaggio?

Quando i cosmologi hanno calcolato il suo effetto sull’Universo, hanno scoperto che se questa forza fosse sballata di 1 parte in un trilione, di trilione, di trilione, di trilione, di trilione, di trilione, di trilione, di trilione, di trilione, di trilione, di trilione l’Universo sarebbe così drasticamente diverso che sarebbe impossibile per la Terra e la vita umana essere venuti all’esistenza.

Questo grado di messa a punto della vita richiede logicamente un buon esperto!
Come persino Stephen Hawking ha dovuto concedere:

“Le leggi della scienza, come le conosciamo attualmente, contengono molti numeri fondamentali … Il fatto notevole è che i valori di questi numeri sembrano essere stati adattati molto finemente per rendere possibile lo sviluppo della vita.”

Eppure, i signori Hawking, Dawkins e altri si rifiutano persino di considerare la possibilità che un tuning intelligente sia all’opera nell’Universo, optando invece per cercare (inventare) nuove e persino insane teorie su multiversi per spiegare queste cose!

Se il Sommo Designer stesso assumesse la forma di un gigante alato alto un metro e mezzo, volasse giù sulla Terra, aprendo rabbiosamente il tetto della casa degli atei, strappando i pazzi testardi dal loro letto e facendoli volare sull’Universo mentre rivelava i segreti del grande ignoto – i nostri studiosi darwinisti guarderebbero il loro Creatore e alla fine risponderebbero: “Che meraviglioso esemplare di evoluzione umana sei. Devi tornare con noi all’università in modo che i nostri colleghi possano vedere che aspetto avremo tra un miliardo di anni

IL DIO DELLA MATEMATICA

Il modello matematico della spirale di Fibonacci è perfettamente scritto nello spazio, nel nostro modello di crescita dei capelli, nelle conchiglie marine

… … nelle piante, nelle code di cavallucci marini, negli uragani e molto altro ancora.

IL CAMPO DI FORZA CHE PROTEGGE LA TERRA (una scoperta recente)

CNN, 1 dicembre 2014: la Terra ha il suo campo di forza simile a Star Trek
“L’Università del Colorado ha annunciato una scoperta a 7.200 miglia sopra la Terra di uno scudo protettivo simile ai campi di forza che potresti vedere in” Star Trek “. La scoperta di questa barriera nelle fasce di radiazioni di Van Allen suggerisce una nuova spiegazione di come gli “elettroni assassini” vengono tenuti a bada. Questo scudo invisibile, che si trova sul bordo interno della fascia esterna di Van Allen, protegge dagli elettroni ad alta energia, che hanno il potenziale per friggere i satelliti, minacciare gli astronauti e degradare i sistemi spaziali durante intense tempeste solari “.
“È come se questi elettroni si incanalassero in una parete di vetro nello spazio”, ha dichiarato Daniel Baker, direttore del laboratorio di CU-Boulder per l’atmosfera e lo spazio.

“Un po ‘come gli scudi creati dai campi di forza su” Star Trek “che erano usati per respingere le armi aliene, stiamo vedendo uno scudo invisibile che blocca questi elettroni, è un fenomeno estremamente sconcertante”.

 

Scienza Proibita: Dio Contro Darwin (Il paradosso dell’intollerante tolleranza)

Tutti i sistemi politici hanno il loro lessico di eufemismi, “parole d’ordine” che sono usate per distorcere i significati e manipolare le percezioni. Per la sinistra (comunisti / progressisti), una delle parole più comunemente usate è l’appello egoistico alla “tolleranza”. Ciò che la sinistra intende veramente con “tolleranza”, è che tutti gli altri debbano accettare, o almeno prendere in considerazione, qualunque follia voglia promuovere la Sinistra.

Indipendentemente dalla nostra personale opinione, dobbiamo essere tutti:

“Tolleranti”; nei confronti degli uomini che “sposano” uomini e adottano figli (altrimenti siamo “omofobi”).

“Tolleranti”; nei confronti di milioni di immigranti illegali che si riversano nel paese (altrimenti siamo “xenofobi”).

“Tolleranti”; nei confronti della manifesta incompetenza e radicalismo del presidente Barack Obama (altrimenti siamo “razzisti”).

“Tolleranti”; nei confronti delle persone che mutilano i loro genitali e si vestono come il sesso opposto (altrimenti siamo ‘transfobi’).

L’elenco delle richieste di tolleranza è infinito. Un altro eufemismo liberale è la “libertà accademica”; con la quale i professori di sinistra possono insegnare il puro marxismo inalterato ai loro studenti universitari. Va bene qualsiasi cosa, tranne che per l’insegnamento e la diffusione di qualsiasi idea che contraddica la visione del mondo “progressista”.

Ironia della sorte, è stato quel super eroe della scienza teoretica, l’agnostico Albert Einstein che ha detto:

“Il bigottismo del non credente è per me quasi divertente quanto il fanatismo del credente.”

Da nessuna parte questa ipocrita intolleranza è più evidente quando si parla di Evoluzione. In un’inversione ironica del Butler Act che ha portato allo Scopes Monkey Trial, oggi non c’è quasi un consiglio scolastico in America che possa consentire qualsiasi opinione che metta in discussione la supremazia darwiniana. Una scuola che consenta una visione critica di San. Darwin si ritroverà nella croce legale dell’ACLU, la stessa banda che ha organizzato lo Scopes Trial, che avrebbe dovuto riguardare la “libertà accademica”.

KITZMILLER vs CONSIGLIO SCOLASTICO DI DOVER

Nel 2005, l’ACLU ha denunciato un caso in Pennsylvania che ha costretto il consiglio scolastico di Dover a rimuovere ogni riferimento rispetto alla possibilità di un Design Intelligente. Nel giudicare a favore degli atei che vietarono il libro, il giudice ha decretato che il Design Intelligente non era una teoria valida e qualsiasi menzione di esso viola la Costituzione.
La decisione ha eliminato una policy che richiedeva agli insegnanti di scienze delle scuole superiori di presentare il Disegno Intelligente come solo una possibile alternativa all’evoluzione. Il “tollerante” giudice ha stabilito:

“L’incredibile stupidità del Consiglio su questa decisione è evidente se considerata contro lo scenario reale che è stato completamente rivelato attraverso questo processo: gli studenti, i genitori e gli insegnanti del Distretto scolastico di Dover non meritano di essere trascinati in questo vortice legale, con il conseguente spreco totale di risorse monetarie e personali “.

Vostro Disonore, che cosa è esattamente “incredibilmente stupido” riguardo alla semplice messa in discussione della premessa del Big Bang, del Big Blend, del Brodo Primordiale, del DNA auto-formante con un imperfetto registro geologico a sostenerlo?

E per quanto riguarda il tuo reclamo su “studenti, genitori e insegnanti” che sono “trascinati in questo vortice legale”, vorrei ricordare a te che sono stati gli atei a dare inizio al frivolo e costoso caso legale, non il Consiglio. Idiota!

LE PROTESTE DEGLI ATEI DELLA EMORY UNIVERSITY CONTRO IL DR. BEN CARSON

Nel 2012, il già citato dott. Benjamin Carson ha avuto un assaggio di quella buona “tolleranza”. Carson era stato invitato alla Emory University per celebrare l’inizio dell’anno scolastico con un discorso. Prima del discorso, quasi 500 professori, studenti e alunni hanno firmato una “lettera di preoccupazione”, esprimendo sgomento per il rifiuto dell’Evoluzione Darwiniana da parte di Carson. La stessa lettera era piena delle solite vecchie fallite logiche e pregiudizi cognitivi che abbiamo esaminato in precedenza :

“Il Dr. Carson sostiene che non ci sono prove per l’evoluzione, che non ci sono fossili di transizione che forniscono prove per l’evoluzione degli esseri umani da un antenato comune con altre scimmie (non solo scimmie – anche larve, alberi, formiche, ecc.)
… .che (non ci sono prove) che l’evoluzione sia un processo interamente casuale, e che la vita è troppo complessa per essere originata dal processo naturale dell’evoluzione. (Sì. Il codice DNA è troppo complesso per apparire in modo casuale)
… .Tutte queste affermazioni non sono corrette. (Dice chi? / Tu SJW?)
… Le prove per l’evoluzione sono schiaccianti: (Certamente!!!)
… i fossili transizionali umani-scimmia vengono scoperti ad un ritmo sempre crescente, (specie di scimmie estinte, nel migliore dei casi.)

… e i processi attraverso i quali gli organismi evolvono nuovi e più complessi piani sono ora noti per essere causati da alterazioni relativamente semplici dell’espressione di un piccolo numero di geni dello sviluppo (solo “ora conosciuti” attraverso la magia della “Biologia teoretica”)
… ..La teoria dell’evoluzione è fortemente supportata come la teoria della gravità.
…… Rifiutare l’evoluzione non tiene conto dell’importanza della scienza e del pensiero critico per la società.

CHI HA DEI DUBBI SULL’EVOLUZIONE NON PUO` ESSERE PRESIDENTE?

Durante un dibattito presidenziale repubblicano televisivo del 2008, il moderatore ha chiesto al candidato John McCain una domanda mai posta prima in un dibattito presidenziale:

Moderatore: “Credi nell’evoluzione?”

Chiaramente scosso dall’inquisitore, McCain rispose con un sorriso nervoso e una parola.

McCain: “Sì”

L’inquisitore poi continua:

Moderatore: “Sono curioso. C’è qualcuno sul palco che non crede nell’evoluzione? ”

Solo tre dei dieci candidati hanno alzato timidamente la mano per confermare la loro imperdonabile eresia. I blogger della sinistra si sono lanciati su Internet per deridere quanto “ignoranti” fossero alcuni dei candidati. Forse il moderatore avrebbe dovuto chiedere: “Credi nel brodo primordiale sovietico con il codice del DNA che ci ha portato casualmente da una ameba all’essere umano”?

Adesso i presidenti devono giurare fedelta` al darwinismo

FRANCIS COLLINS DEVE ANDARSENE!

Francis Collins, è un genetista medico ed ex capo del The Human Genome Project; un progetto di ricerca scientifica internazionale con l’obiettivo di determinare la sequenza di coppie chimiche che costituiscono il DNA umano e di mappare tutti i geni del genoma umano. Collins ha scritto numerosi libri di scienza e DNA, tra cui il suo best seller The Language of God: A Scientist Presents Evidence for Belief, in cui rivela come il suo studio sui codici del DNA lo ha portato ad abbandonare il suo precedente ateismo.

Collins è stato anche eletto all’Istituto di Medicina e all’Accademia Nazionale delle Scienze e ha ricevuto la Medaglia presidenziale della libertà e la Medaglia nazionale della scienza. Quando è stato nominato presidente del NIH (National Institute of Health) nel 2009, le parole di Collins hanno causato “preoccupazione” tra i tolleranti. Ad esempio, il grande scienziato scrisse una volta:

“Ho guidato un consorzio di scienziati per leggere i 3,1 miliardi di lettere del genoma umano, il nostro libro di istruzioni sul DNA. Come credente, vedo il DNA, la molecola dell’informazione di tutti gli esseri viventi, come linguaggio di Dio, e l’eleganza e la complessità del nostro corpo e del resto della natura come riflesso del piano di Dio.

Non ho sempre abbracciato queste prospettive. Come studente laureato in chimica fisica negli anni ’70, ero ateo, non trovando alcun motivo per postulare l’esistenza di alcuna verità al di fuori della matematica, della fisica e della chimica. ”

Oh MIO DIO! Collins crede in un Essere Intelligente che ha creato il Codice della Vita! Il discorso è stato definito da molti piccoli media liberali come “controverso”, con alcuni che chiedevano che venisse ritirato. Ma Collins è troppo rispettato, anche tra i suoi molti pari atei. Il suo lavoro non sarà in pericolo.

Probabilmente come mossa per proteggere la sua carriera, Collins afferma sorprendentemente che un Dio intelligente ha guidato il processo evolutivo. I “Poteri che sono” a volte arricciano il naso e “tollerano” un “evoluzionista teista”.

BILL NYE CONTRO KEN HAMM

Nel 2014, la celebrita` televisiva e “scienziato”, Bill Nye “the Science Guy”, ha accettato un dibattito pubblico con il creazionista Ken Ham. La sinistra atea ha poi attaccato il loro collega ateo per aver persino accettato di partecipare! È stato affermato che l’accettazione da parte di Nye della sfida ha legittimato Ham, cosa che evidentemente non meritava. Dan Arel della Richard Dawkins Foundation, dal nome del biologo evoluzionista e guru degli atei Richard Dawkins, ha condannato la decisione di Nye:

“Gli scienziati non dovrebbero discutere con i creazionisti. Punto ”

Ham, come anche gli atei furono costretti ad ammettere, surclasso` il signor Nye. Un esasperato Michael Schulson del The Daily Beast lamentava:

“La scorsa notte, è stato facile scegliere l’uomo più intelligente sul palco. Stranamente, era lo stesso uomo che stava sostenendo che la terra ha 6.000 anni.

Nye, nel frattempo, ha speso i tre quarti del dibattito suonando come uno stupido scolaretto, anche se i suoi punti erano scientificamente validi.
Potrebbe essere, signor Schulson, che l’insoddisfacente prestazione di Bill Nye avesse meno a che fare con l’essere un povero discepolo, e più sulle “difficoltà” che si presentano nel tentativo di difendere l’indifendibile?
Questi casi rappresentano solo la “punta dell’iceberg” dell’intolleranza dogmatica degli atei non scientifici. Pensaci, questo stesso libro che stai leggendo non sarebbe mai permesso all’interno di una scuola pubblica americana!

Se l’evoluzione è un “fatto provato”, ci si aspetterebbe che gli atei apprezzino l’opportunità di umiliare gli odiati creazionisti in un forum pubblico. Cosa può essere più facile che discutere per conto di una verità “comprovata”? Invece, corrono e si nascondono.
Questo ci porta alla domanda: perche` gli atei dogmatici sono così dannatamente spaventati?

ANTHONY FLEW: L’ATEO CONVERTITO VIENE PRESO DI MIRA

Anthony Flew era un filosofo inglese il più notevole per il suo lavoro relativo alla filosofia della religione. Nel corso della sua carriera ha insegnato nelle università di Oxford, Aberdeen, Keele e Reading e alla York University di Toronto.
Per gran parte della sua carriera Flew era noto come un forte sostenitore dell’ateismo, sostenendo che si dovrebbe presupporre l’ateismo fino a quando non emerga la prova empirica di un Dio. Nel 2003 è stato uno dei firmatari del Manifesto umanista (ateo). Tuttavia, nel 2004 ha affermato fedeltà al Deismo, più specificamente una credenza nel Dio di Aristotele. Flew ha dichiarato che nel mantenere il suo impegno per tutta la vita nel seguire il percorso delle prove; ora credeva nell’esistenza di Dio.
Ciò che portò principalmente l’ateo Flew, all’età di 80 anni, a riconoscere finalmente l’esistenza di una Suprema Intelligenza Creativa fu il suo studio del DNA. Flew ha anche citato la “complessità integrata” degli organismi viventi come una ragione per il suo improvviso cambiamento di opinione.

Un libro che illustra tutte le sue ragioni per cambiare la sua posizione nei confronti di Dio e`,There is a God: How the World’s Most Notorious Atheist Changed His Mind è stato scritto da Flew in collaborazione con Roy Abraham Varghese. Il libro (e la stessa conversione di Flew) divenne oggetto di polemiche e ridicolo; in seguito a un articolo apparso su The New York Times Magazine in cui si sostiene che Flew aveva rifiutato il lavoro a livello mentale, e che il libro era principalmente opera di Varghese.

Nel 2005, Flew disse a Christianity Today che sebbene non fosse sulla strada per diventare un cristiano, riaffermò il suo Deismo: “Fin dall’inizio della mia vita filosofica ho seguito la politica di Socrate e di Platone: dobbiamo seguire la discussione ovunque essa ci conduce. ”

Alla fine del 2006, Flew si unì ad altri 11 accademici per esortare il governo britannico a insegnare il design intelligente nelle scuole statali.

Nel 2007, Flew ha detto di nuovo che il suo Deismo era il risultato della sua “crescente empatia con l’intuizione di Einstein e di altri noti scienziati che doveva esserci un’Intelligenza dietro la complessità integrata dell’Universo fisico” e “la mia intuizione che l’integrazione della complessità della vita stessa – che è molto più complessa di quella dell’Universo fisico – può essere spiegata solo in termini di una Sorgente Intelligente. ”

Non sorprende che gli ex colleghi e ammiratori di Flew, tra cui Richard Dawkins, lo abbandonarono rapidamente. Prima della sua morte nel 2010, Flew ha denunciato gli intolleranti atei come “bigotti” e ha scritto:

“Sono stato denunciato dai miei compagni non credenti per stupidità, tradimento, senilità e tutto ciò a cui riesci a pensare e nessuno di loro ha letto una parola che io abbia mai scritto.

Dimentica quegli idioti, Anthony. Signor Flew, riposa in pace

 

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (L’intelligente idiota)

Il tuo umile autore ha dimostrato con chiarezza come persino alcuni degli uomini più brillanti nei loro rispettivi campi scientifici siano capaci di alcune delle piu` sorprendenti follie che si possono trovare al di fuori di un manicomio. Cosa spiega questo paradosso?

La risposta più ovvia al paradosso degli Intelligenti idioti è che le università, e persino le scuole superiori, sono diventate infestate dai liberali atei e dai marxisti che mal-educano i loro studenti. Anche se e` certamente vero, che le radici psicologiche di casi così gravi di Fallacie e Bias logici cognitivi sono molto più profonde delle cause intellettuali superficiali.
Ripercorriamo la progressione da bambino a uomo di un tipico Intelligente Idiota. Cerchiamo di usare il matematico e il cosmologo teorico St. Stephen Hawking; i media lo hanno acclamato come “l’uomo più intelligente del mondo”.

Durante gli anni formativi del piccolo Stephen in Inghilterra, i suoi istruiti genitori (il papà era un medico / la mamma era una economista) lodarono il ragazzino per aver ripetuto a pappagallo i suoi ABC e 123. In tenera età, la delicata mente del piccolo Stephen era già stata condizionata per equiparare il rigurgito accademico obbediente con lode, amore e valore personale.
All’età di otto anni, il piccolo e brillante studente era già iscritto nell’esclusiva scuola di St. Albans. Si può facilmente immaginare insegnanti e genitori orgogliosi che riversarono tutto il loro entusiasmo sull’impressionabile ragazzino con elogi dell’ego. L’inflazione dell’ego del bambino intelligente e l’associazione riflessiva del rigurgito accademico con premi (compreso l’amore dei genitori!) stavano mettendo radici nella psiche non sviluppata del piccolo Stephen Hawking.

Con argomenti quali lettura, scrittura e matematica, il sistema di rigurgito e lode è un modello di insegnamento necessario ed efficace. Questo perché le “3 R”  sono quello che sono. Non possono essere distorte. La nitida memoria di Stephen lo aiuta a questo riguardo.

Tuttavia con materie come Storia, Filosofia, Economia, Attualità, Scienza Teorica, il modello di rigurgito / ricompensa lascia il giovane Stephen vulnerabile alla manipolazione e alle informazioni errate.
La gratificazione dell’Io associata al modello di educazione al rigurgito e alla lode è stata rafforzata nella carriera scolastica di Stephen alla Middle e High School. Durante questo periodo il “talentuoso” Stephen venne separato dai suoi compagni e collocato in classi di alto livello; un’altra grande spinta al suo giovane ego.
Sicuramente, ad Hawking venne insegnato a recitare le illogiche menzogne del suo connazionale di un secolo prima, Charles Darwin. A 17 anni, il giovane matematico iniziò i suoi studi all’Università di Oxford, forse l’università più “prestigiosa” del mondo. Ora il ragazzo sapeva davvero di essere intelligente!

A Oxford, il giovane Stephen continuò a rigurgitare materie complesse come la fisica, la matematica, la biologia, l’astronomia, il calcolo ecc. Tuttavia, a Stephen fu anche insegnato a rigurgitare obbedientemente la spazzatura atea che permea le grandi Università del mondo occidentale. In quanto l’immaturo adolescente non ha mai avuto motivo di mettere in discussione l’innegabile veridicità del contenuto della Matematica classica e della Scienza che gli veniva presentato, perché dovrebbe porsi domande su cosa c’e` scritto in qualsiasi altro libro di testo o su cosa dice un professore?

A questo punto, il giovane Mr. Hawking è stato condizionato psicologicamente in modo tale da non essere in grado di distinguere tra il rigurgito basato sui fatti delle scienze classiche e le assunzioni logicamente errate che sostengono la scienza teoretica. Il suo ego è letteralmente dipendente dalla lode / buoni voti del “divino” professore che gli sta insegnando. Il diploma duramente guadagnato (e costoso!) Rappresentava l’ultima conferma, nella sua mente, che lui sapeva tutto.


Non avendo mai imparato la più importante lezione di vita – l’umiltà – Hawking procedette attraverso la vita come un caso di sviluppo arrestato. Nessuno poteva insegnargli nulla. Dopo tutto, si è laureato ad Oxford!
Quando sfidi qualcuno come Hawking nel suo sistema di credenze, la sua intera autostima viene improvvisamente minacciata. Dicendogli per esempio che il Big Bang e il Big Blend sono roba di fantascienza è l’equivalente, nella sua mente, di dire che 2 + 2 è 5!
Poiché il suo ego gonfio non può sopportare il disagio di essere fuori sincrono con l’intellettuale “della folla”, gli egomaniaci come Hawking finiranno per disprezzare chiunque metta in discussione la validità della sua “Fisica teorica”. Questa sindrome dello “scienziato pazzo” è un vero disturbo mentale!
Nonostante la sua abilità matematica, un ‘Intelligente Idiota’ come Hawking è semplicemente un cane da spettacolo pavloviano avanzato. Attraverso anni di rigurgito e rinforzo positivo, Hawking potrebbe aver imparato a creare “abbaglianti” equazioni matematiche, ma non gli è mai stata insegnata la lezione dell’umiltà!
Non sa come filosofare – auto-esaminare e auto-correggere i propri pensieri e la propria psicologia interiore – capire il mondo – capire la natura interiore dell’uomo – essere se stesso. E la sua tragica arroganza “insicura” (insicurezza) gli impedirà persino di provarci.

 

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (Karl ama Charles)

Alla luce di quanto abbiamo appreso nei capitoli precedenti, un uomo ragionevole deve ora chiedersi come la Grande Fiaba possa essere stata così intronizzata, così radicata e così ampiamente accettata da persone altrimenti intelligenti che avrebbero dovuto capire l’inganno. Se scienza e ragione non sono state le forze che hanno spinto l’ateismo evoluzionario non scientifico a tali altezze irraggiungibili, allora chi e` stato?


Ci sono stati due fattori essenziali che hanno contribuito alla “viralita`” dell’evoluzione:
1. Lo scetticismo del XIX secolo riguardo al letteralismo biblico era in costante crescita.
2. La potente forza internazionale del marxismo

Nel momento in cui Darwin aveva messo nero su bianco, molti tra l’Intelligentia europea e americana stavano avendo loro dubbi sui resoconti letterali del Libro della Genesi.
Non erano necessariamente atei. Ma molti erano assetati di una spiegazione alternativa della Creazione. Questi ragionevoli dubbi avevano quindi predisposto la classe intellettuale ad accettare una diversa spiegazione del mistero della vita. Il terreno di molte menti colte era già stato allentato e fertilizzato prima che Darwin pubblicasse l’Origine delle specie.

Il secondo (e più significativo) elemento del successo immediato di Darwin ha a che fare con la politica. Ancor più del denaro, la politica può essere la forza più corruttiva creata dall’uomo. Come in ogni altro mito storico, e` stato il potere della forza politicizzata a sostenere ed elavare l’evoluzione.

Ricordiamo che il compagno sovietico Oparin (sotto la supervisione di Stalin) ci diede il “brodo primordiale”. Il simpatizzante comunista Urey ci diede un esperimento di amminoacidi truccato. L’Hollywood marxista ci ha mostrato e riproposto versioni d Inherit the Wind una dopo l’altra. Il figlio di un comunista, Gould ci ha portato “l’equilibrio punteggiato”. Il modello è inconfondibile. La domanda è: perché?

L’inchiostro nell’Origine delle specie di Darwin del 1859 si era a malapena seccato quando i due uomini-divinità dell’ideologia logicamente imperfetta del comunismo, Friedrich Engels e Karl Marx, iniziassero a promuovere il lavoro di Darwin. Engels aveva in realtà acquisito una delle prime 1200 copie dell’opera di Darwin. Segui questa sequenza di eventi.

24 novembre 1859: Darwin pubblica l’Origine delle Specie

27-30 novembre 1859: Engels acquisisce le primissime copie e invia una lettera a Marx dicendogli: “A proposito, Darwin, che sto leggendo ora, è assolutamente splendido”.

19 dicembre 1860: Marx scrive una lettera a Engels nella quale gli dice che il libro di Darwin fornisce le basi della storia naturale per il punto di vista comunista:
“Queste ultime quattro settimane, ho letto ogni genere di cose. Tra gli altri, il libro di Darwin … questo è il libro che contiene le basi della storia naturale per la nostra visione.

16 gennaio 1861: Marx scrive una lettera eccitata al suo amico comunista Ferdinand Lassalle, il fondatore del movimento socialista internazionale in Germania:
“Il lavoro di Darwin è molto importante e si adatta al mio scopo in quanto fornisce una base nelle scienze naturali per la lotta di classe storica.”

18 giugno 1862: Marx aveva già riletto l’Origine delle Specie e scrive ancora a Engels: “Sono divertito da Darwin, nel quale ho guardato di nuovo”

1862: Marx cita di nuovo Darwin nelle sue teorie sul valore aggiunto:
“Nella sua splendida opera, Darwin non si è reso conto che scoprendo la “progressione geometrica” nel regno animale e vegetale, ha rovesciato la teoria di Malthus.”

Il leader comunista tedesco Wilhelm Liebknecht descrisse in seguito quanto fossero eccitati i leader comunisti dell’Ottocento sulla nuova teoria

“Quando Darwin trasse le conclusioni dal suo lavoro di ricerca e le portò alla conoscenza del pubblico, non parlammo di nient’altro per mesi, che di Darwin e dell’enorme significato delle sue scoperte scientifiche.”

Engels, Marx e Liebknecht. Le leggende del comunismo del XIX secolo erano tutte ossessionate dal darwinismo. Perché?

Lo storico Richard Weikart ha rivelato che Marx inizio` a frequentare “una serie di conferenze di Thomas Henry Huxley sull’evoluzione”. Huxley e molti nella sua famiglia erano afflitti da gravi problemi generazionali di salute mentale, che potrebbero o non potrebbero essere la ragione per la strana ossessione di Huxley nel promuovere appassionatamente una teoria che non aveva alcuna evidenza dietro di essa. A causa della sua fanatica promozione dell’Evoluzione, il biologo spaccone divenne noto come “il Bulldog di Darwin”

Perché una verità scientifica richiederebbe un “bulldog” per promuoverla e difenderla comunque? Come osservò una volta il Filosofo Sant’Agostino: “La verità è come un leone; non devi difenderla. Lascia perdere; si difenderà ‘.
Dopo un secolo e mezzo di ricerca di milioni di magici collegamenti mancanti, il darwinismo richiede ancora un intero branco di “bulldog” per difenderlo.

Il bulldog di Darwin

Nella 2a edizione di Das Kapital, Marx incluse due riferimenti espliciti a Darwin e all’evoluzione in cui metteva in relazione la teoria di Darwin con la sua opinione sulla produzione e lo sviluppo tecnologico. Marx si riferì all’Origine delle Specie come ad “un’opera epocale” e proseguì a confrontare la visione degli organi di Darwin con la sua bizzarra visione degli strumenti e della produzione. Marx fece la bizzarra argomentazione che le forze storiche avevano scelto il comunismo in una forma di sviluppo evolutivo .

In una recensione di Das Kapital, Engels ha scritto che Marx stava:
“… cercando di stabilire lo stesso graduale processo di trasformazione dimostrato da Darwin nella storia naturale come legge in campo sociale”.

16 giugno 1873: Marx invia a Darwin una copia autografata di Das Kapital, con le parole:
Charles Darwin, da parte del suo sincero ammiratore – Karl Marx.

Ottobre 1873: Darwin scrive a Marx, ringraziandolo per aver inviato il suo lavoro:
“Credo che entrambi desideriamo ardentemente l’estensione della conoscenza.

L’ammirazione di Marx per il lavoro di Darwin aveva poco a che fare con la Scienza. I comunisti credevano che Darwin fornisse una prospettiva adatta agli obiettivi del comunismo ateo. E quali erano esattamente, e sono tuttora, gli obiettivi del marxismo e del suo fratellino “liberalismo / progressismo”?
Molte persone rimangono sotto l’impressione errata che il marxismo rappresenti una teoria politico-economica legittima. Non lo è. Dietro la sua vuota promessa di un “paradiso degli operai” e di “giustizia sociale”, il Manifesto comunista di Marx e Das Kapital sono solo maschere intellettuali per uno schema globale di intensa centralizzazione governativa. Il marxismo richiede specificamente pesanti imposte sul reddito, una banca centrale con un monopolio sul credito, l’abolizione della proprietà e dell’eredità della terra privata, il controllo statale della comunicazione, l’istruzione, l’agricoltura, i trasporti, la manifattura, la medicina e l’abolizione della religione. Marx si riferisce a questo schema totalitario come “la dittatura del proletariato”.
È importante notare che lo stesso Marx era semplicemente un “front man” artificialmente gonfiato per agitatori molto più grandi, “dietro le quinte”. È un racconto affascinante, ma uno per un’altra volta.
I seguaci del culto di Marx (Rossi) promuovevano la violenza, l’invidia di classe e l’ostilità verso il libero mercato, la famiglia, gli affari, la tradizione, il cristianesimo e la religione. Oltre ai disadattati arrabbiati e criminali che adorano ancora Marx, ci sono molti idealisti ben intenzionati che cadono, si incastrano, rimangono bloccati e sprofondano tra le sue velenose promesse di un mondo migliore con “uguaglianza” e prosperità per tutti. L’icona comunista Vladimir Lenin fara` riferimento a questi individui come a “utili idioti”. Li conosciamo oggi come “liberali” o “progressisti”. Negli anni a venire, questi idealisti ingenui e irragionevoli aiuteranno molto i rossi.
L’influenza del marxismo, unita alla rapida diffusione del liberalismo / progressismo, crescerà per tutta la seconda metà del 1800 e fiorirà durante il 1900. Dopo la prima rivoluzione marxista di successo nel 1918, lo zar russo e la sua bellissima famiglia furono brutalmente assassinati. Poco dopo, Winston Churchill descrisse il comunismo internazionale come segue:

“Questa cospirazione mondiale per il rovesciamento della civiltà e per la ricostituzione della società sulla base di uno sviluppo arrestato, di una malvagità invidiosa e di una uguaglianza impossibile, è in costante crescita. Ha giocato, come una moderna scrittrice, Mrs. Webster, ha mostrato abilmente, una parte sicuramente riconoscibile nella tragedia della Rivoluzione Francese.
È stata la molla principale di ogni movimento sovversivo durante il XIX secolo; e ora finalmente questa banda di personalità straordinarie dagli inferi delle grandi città europee e americane ha afferrato il popolo russo per i capelli e sono diventati praticamente i maestri indiscussi di quell’enorme impero. ”

Quando i comunisti bolscevichi come Lenin e Stalin presero il controllo della Russia, lo zar e la sua famiglia furono radunati in una cantina; vennero poi fucilati. Seguirono il terrore di massa e l’oppressione. Sopra, vedi la grande cattedrale di Cristo Salvatore, che fu demolita nel 1931.

Nel corso dei successivi trent’anni, i comunisti atei bolscevichi della nuova Unione Sovietica procedettero quindi all’uccisione di ben 50 milioni di cristiani russi. Questo è il genere di cose che accadono quando gli uomini sostituiscono Dio.
Ora ascolta, perché questo è fondamentale. L’ostilità marxista / liberale nei confronti del cristianesimo non ha nulla a che fare con la loro incredulità nel resoconto della creazione del Libro della Genesi. La ragione per cui la sinistra è così spesso ostile nei confronti del cristianesimo e della religione in generale, è perché la religione dota i suoi seguaci di un senso interno di giusto e sbagliato. Un buon comportamento tra individui e gruppi porta alle società civili. Le persone morali e virtuose possono prendersi cura di se stesse, delle loro famiglie e anche dei meno fortunati della loro comunità, senza la necessità di un “stato sociale” onnipotente.
D’altra parte, un “proletariato” degenerato e dipendente non può essere facilmente controllato, ma può anche essere usato per sollevare e rovesciare la classe dirigente (di cui la Chiesa faceva parte). Una volta che i “capitalisti” e i chierici vengono detronizzati e uccisi, tutti quelli che parlano del “paradiso dei lavoratori” vengono messi a tacere! Dai un’occhiata alla fattoria degli animali di George Orwell e capirai.
L’osservazione che la moralità presenta un ostacolo alla tirannia è stata meglio articolata da Samuel Adams, uno dei “padri fondatori” più influenti d’America:

“È nell’interesse dei tiranni ridurre la gente all’ignoranza e al vizio: la religione e la libertà pubblica di un popolo sono intimamente connesse, i loro interessi sono intrecciati, non possono sussistere separatamente. E` sempre osservabile, che coloro che sono uniti per distruggere le libertà del Popolo praticano ogni Arte per avvelenarne la Morale.

Nel suo storico discorso di addio al Congresso e al paese, George Washington ha detto:

“Di tutte le disposizioni e le abitudini che portano alla prosperità politica, la religione e la moralità sono supporti indispensabili. Invano quell’uomo reclamerebbe il tributo del patriottismo, se cercasse di sovvertire questi grandi pilastri della felicità umana.
Il semplice politico, allo stesso modo dell’uomo pio, dovrebbe rispettarli e amarli. Un volume non può tracciare tutte le loro connessioni con la felicità privata e pubblica. Si chieda semplicemente: dov’è la sicurezza della proprietà, della reputazione, della vita, se il senso dell’obbligo religioso diserta i giuramenti che sono gli strumenti di indagine nei tribunali?

Che differenza tra la filosofia dei fondatori saggi e virtuosi d’America e le sciocchezze senza senso di Marx ed Engels!

Il saggista Brandon Smith aggiunge questa osservazione sulla necessità rivoluzionaria marxista di rimuovere la bussola morale pubblica interna:

“Il problema è che l’umanità non è solo legata a un lato oscuro, ma siamo anche cablati con una coscienza, la maggior parte di noi almeno. Tutte le persone nascono con una comune bussola morale che è spesso espressa in varie opere religiose È una voce universale, o guida, che possiamo scegliere di ascoltare o di ignorare. Gli psicopatici organizzati hanno lottato per secoli con l’esistenza di questa bussola innata. ”
Vedete, le nostre coscienze rappresentano una minaccia per le forze corrotte che cercano di governare l’umanità come se fosse una colonia di formiche. Non è abbastanza per la PRC (Predatory Ruling Class) essenzialmente schiavizzare l’umanità. La PRC deve anche corrompere le persone, specialmente i bambini. Una popolazione moralmente “analfabeta” non riconoscerà mai il male della tirannia, per non parlare dei padroni. Sono troppo occupati a rincorrere dollari, a comprare roba di cui non hanno bisogno, ubriacarsi, guardare la televisione spazzatura, adorare eroi sportivi e avere sesso a buon mercato e senza amore. Fai ingurgitare ogni tanto qualche antidepressivo e non si ribelleranno alla loro amata Repubblica Popolare Cinese.

Questo tema è stato brillantemente profetizzato in 1984 di George Orwell e in Brave New World di Aldous Huxley.
Quale modo migliore per i Rossi & i Liberali di “avvelenare la morale” se non distruggere la religione? E quale modo migliore di abbattere la religione se non sostituire il Dio della creazione intelligente con il dio del finto darwinismo?

I protagonisti del potere dietro la sinistra internazionale, che si nascondono dietro l’etichetta di comunismo, socialismo democratico, liberalismo, femminismo, progressismo, globalismo, ecc., Si preoccupano di come ha avuto origine della vita allo stesso modo in cui si preoccupano dei “lavoratori” o dei ” povero “o” dell’ambiente “o”  dei diritti umani “. La religione, e il concetto stesso di un Designer Intelligente ostacolano il loro piano di accaparramento del potere per svilire l’umanità e trasformarci tutti in lavoratori schiavi del debito.
Per questa ragione, Dio doveva essere “ucciso”

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (L’evoluzione darwiniana non rispetta il metodo scientifico)

Accanto all’attacco personale ad hominem; il mantra noioso, condiscendente e in-your-face di “scienza – scienza – scienza” è l’arma psicologica più comunemente usata dall’evoluzione. L’implicazione è che a meno che non si possieda una laurea in scienze avanzate, non e` possibile formare una opinione indipendente. Si tratta tuttavia solo di un trucco retorico.

Prima di tutto, la mancanza di un ampio “background scientifico” non squalifica necessariamente un pensatore logico dal mettere in discussione l’Evoluzione o qualsiasi altra questione relativa alla scienza. Se un uomo osserva un cielo che si oscura rapidamente in un pomeriggio estivo brutalmente caldo e umido; seguito da un improvviso calo di temperatura e da un rombo di tuono lontano; la sua mancanza di un “background in meteorologia” invaliderebbe la sua opinione riguardo al fatto che a breve piovera`?

Se un uomo sceglie di prendere l’ascensore invece di saltare da una finestra del 40 ° piano nella sua cabriolet aperta al piano terra; la sua mancanza di un “background in fisica” renderebbe invalida la sua paura di saltare dai grattacieli?

Questa idea che qualsiasi questione pertinente alla scienza, o relativa alla scienza, possa essere discussa solo da coloro che hanno le “qualifiche” giuste, è un chiaro esempio di un altro errore logico classico; l ‘”appello all’autorità”. Ogni grande filosofo dal Buddha, a Confucio, a Platone, a Socrate, a Marco Aurelio, a Gesù, a Schopenhauer e a tanti altri in particolare ha messo in guardia contro gli errori intrinseci associati a questo tipo di adorazione. Di nuovo, ripetendo ciò che Buddha espresse in un capitolo precedente, e questo non può essere enfatizzato o ripetuto abbastanza:

“Non affidarti dai resoconti, dalle leggende, dalle tradizioni, dalle scritture, dalle congetture logiche, dall’inferenza, dalle analogie, dall’accordo attraverso le vedute ponderate, le probabilità o il pensiero.”

In altre parole: “Non dare per scontato le cose, e al diavolo quegli sciocchi decorati con il diploma che pensano di sapere tutto. Usa la tua stessa ragione e osservazione!” E con questo, faremo a meno di questa spazzatura paternalistica e pacchiana sulla “mancanza di un background scientifico” una volta per tutte. Vedete, non ci vuole un “background scientifico” per capire i principi di base e senza tempo del cosiddetto “metodo scientifico”. Ironia della sorte, è il sacro Metodo scientifico che condanna la “scienza teoretica” dell’evoluzione darwiniana.

COS’E` IL METODO SCIENTIFICO?

Il metodo scientifico consiste nelle fasi del diagramma di flusso mostrate nella seguente tabella:

Ogni fase deve logicamente passare al passaggio successivo fino al completamento del processo. Non si puo` saltare nessun passo! Non appena gli standard di un determinato passo non possono essere soddisfatti, il gioco termina e l’ipotesi deve o essere scartata o venir messa in parte fino a quando non si ottengono ulteriori dati. Ora, inseriamo l'”Evoluzione” nella catena di montaggio e vediamo cosa otteniamo.

Step 1: Fai una domanda

OK. Questo è facile. Chiunque può fare una domanda su qualsiasi cosa. Ecco qui: “Come siamo giunti fin qui?”

Step 2: Fai una ricerca di base

Raccogli i dati e osservali attentamente. Se rilevi uno schema che suggerisce una conclusione plausibile, passa al passaggio successivo. Ciò che Darwin ha “scoperto” durante questo passo è che tutte le creature viventi condividono molti tratti comuni; e che le differenze tra loro sono adattamenti al loro ambiente

Step 3: Costruisci un’ipotesi

In base al tuo data mining, fai un’ipotesi plausibile su quale sia la verità. Non un qualsiasi tipo di ipotesi non un’ipotesi selvaggia e infondata; ma un’ipotesi educata basata su un modello convincente di dati. Qui, in una fase molto precoce del metodo scientifico, Darwin è già uscito dai binari. Nelle sue stesse parole da donnola:

“Le vere affinità di tutti gli esseri organici, in contraddizione con le loro somiglianze adattative, sono dovute all’eredità o alla comunità di discendenza, quindi dovrei dedurre dall’analogia che probabilmente tutti gli esseri organici che sono mai vissuti su questa terra sono discesi da una qualche primordiale forma, in cui si e` respirata per la prima volta la vita “.

Ciò che Darwin osservò non è davvero nulla che un ritardato di 8 anni, vivendo in una grotta di 10.000 anni fa, non avrebbe potuto facilmente notare da solo; vale a dire che tutte le creature hanno molti tratti in comune. Ad esempio, una lucertola ha due occhi, una bocca, denti, una lingua, quattro arti, una spina dorsale, uno scheletro, ecc; e, un essere umano ha anche due occhi, una bocca, denti, una lingua, quattro arti, una spina dorsale, uno scheletro ecc. E da questo, e nient’altro, Darwin “ipotizza” che tutti gli esseri viventi provenissero da uno  “singolo” “organismo? Davvero Carletto?

O guarda hanno due occhi e due narici di sicuro hanno un progenitore in comune

Lo stesso Darwin ammette che non ci sono dati a supporto della sua ipotesi; il che significa che l’ipotesi stessa non avrebbe mai dovuto essere messa in primo piano. Di nuovo, come precedentemente affermato, dalla sua stessa bocca:

“A riguardo di questo sterminio di un’infinità di collegamenti, tra gli abitanti viventi ed estinti del mondo, e in ogni successivo periodo tra le specie estinte e ancora più antiche, perché non tutte le formazioni geologiche sono cariche di tali legami? perche` non tutte le raccolte di resti fossili offrono una chiara evidenza della gradazione e della mutazione delle forme di vita?

Non incontriamo nessuna prova del genere. E questa è la più ovvia e forzata delle molte obiezioni usate contro la mia teoria. “

Esatto, Carletto. I MILIONI di “anelli mancanti” che sono fluiti dalla feccia del brodo primordiale da una singola cellula all’uomo moderno e ad ogni altro organismo vivente non esistevano alla fine del 1800, né sono stati ad oggi trovati, anzi, come ammettono apertamente anche gli eminenti evoluzionisti, la documentazione sui fossili sembra effettivamente mostrare che le nuove forme di vita arrivarono all’improvviso sulla scena (cosa che supporta l’Ipotesi del Progetto Intelligente)

Nondimeno, nonostante il fatto che gli standard per il “Passo dell’ipotesi” del Metodo scientifico non siano stati raggiunti, secondo la stessa ammissione di Darwin; cerchiamo, puramente per argomento, di imbrogliare un po ‘ e a chiudere un occhio per il prossimo step.

Step 4: Metti alla prova la tua ipotesi facendo un esperimento

Non so da dove cominciare nemmeno con questo. Come si costruisce un esperimento per “provare” che la bis-bis-bisnonna [x] era un pezzo di alga che apparve spontaneamente in uno stagno e “mutò” in milioni di specie di transizione, culminando in quello che siamo oggi? In assenza di qualsiasi sperimentazione, si potrebbe presumibilmente saltare questo passaggio e saltare ad un’osservazione intensa dei processi naturali nell’evoluzione; un “esperimento naturale”, per così dire.

Ma anche qui, non c’è nulla da osservare. La realtà è che l’evoluzione trans-specie non è osservabile e non è mai stata osservata, né in natura, né nella documentazione sui fossili, né in un esperimento di laboratorio. Scusate evoluzionisti, ma un frammento di cranio di qualche creatura che si presume sia un “antenato delle scimmie” non soddisfa il livello dell’osservazione scientifica; e tanto meno costituisce una prova concreta che la bis-bis-bis-bisnonna era un microscopico di feccia di stagno unicellulare.

E parlando di “semplici” organismi monocellulari (che ora sappiamo essere più complessi di sottomarini nucleari e navicelle spaziali!), Un organismo a cellula singola non è mai stato osservato “mutare” in una nuova specie di organismo a due cellule. Mio Dio! Gli evoluzionisti non possono nemmeno convalidare, né in natura né in laboratorio, il salto da un batterio cellulare a un batterio a due cellule; eppure ci chiamano “stupidi” per aver dubitato che nostra nonna si sia evoluta da un brodo primordiale.

La “semplice singola cellula” originariamente formata in modo casuale viene fornita di un proprio genoma – un chip per computer vivente, ricco di codifica del DNA che trasmette durante la riproduzione cellulare. Nulla di simile è mai stato osservato apparire spontaneamente e riprodursi in uno stagno o nel “brodo primordiale” che nessuno ha mai visto.

Ovviamente, i passaggi 5 e 6 del metodo scientifico si rendono inutili; ma non agli evoluzionisti dogmatici e ai degenerati marxisti che battono i pugni sul tavolo urlando “Scienza … scienza … scienza!” ; umiliandoti brutalmente dicendo che sei “ignorante” per aver osato mettere in discussione la loro feccia di stagno assolutamente non osservabile. La teoria dell’evoluzione transpecie non è né verificabile né osservabile. Allo stesso modo, la teoria della vita che arriva ciecamente dalla non vita non è né verificabile, né osservabile.

Diamine, queste teorie sono state create prima di comprendere il codice incredibilmente complesso che chiamiamo, genoma; un codice didattico sconvolgente che è programmato in tutti gli organismi, incluso quelli “semplici”

Secondo qualsiasi onesto rendering del metodo scientifico, l’evoluzione atea non è scienza. In effetti, non è nemmeno una buona fantasia.

In breve, non c’è nulla dietro la “Porta # 1”!

Secondo la ragione, la logica, il buon senso e il metodo scientifico; la porta contrassegnata con “Evoluzione Ateistica” non porta da nessuna parte.

Scienza Proibita: Dio Contro Darwin (La fallacia del condividere il 98% del Dna con gli scimpanze`)

Non c’è letteralmente una sola affermazione riguardante il dogma della evoluzione darwiniana che non sia stata logicamente e / o scientificamente smentita dopo un’attenta ispezione. Per necessità, nuove fallacie devono essere inventate per difendere quelle vecchie. È quasi comico guardare i trucchi subdoli dei darwinisti. Per l’illuminazione e l’intrattenimento del lettore, presentero` e confutero` ciò che è forse l’errore più comune dell’evoluzione: il trucco del DNA al 98% condiviso con gli scimpanze`. Effettivamente, una ricerca su Google con il solo termine “DNA 98%” produce 16.400.000 risultati!

MITO:

La condivisione del 98% tra DNA umano e scimpanzé è evidenza di una discendenza comune.
“Alcuni scienziati hanno scoperto decenni fa che gli scimpanzé sono i nostri cugini evolutivi più vicini, all’incirca dal 98% al 99% identici agli umani a livello genetico. Quando si tratta di DNA, un essere umano è più vicino a uno scimpanzè di quanto lo sia un topo a un ratto.
Tuttavia piccole differenze, disseminate nel genoma, hanno fatto la differenza. Agricoltura, lingua, arte, musica, tecnologia e filosofia: tutti risultati che ci rendono profondamente diversi dagli scimpanzé sono in qualche modo codificati in piccole parti del nostro codice genetico”.(Time Magazine, 1 ottobre 2006)

Quante volte lo abbiamo sentito? Questo trucco ha lo scopo di farci credere che se solo pochi elementi del codice di DNA – “frazioni minute”, come ha detto TIME- appaiono in una sequenza diversa, saremmo comunque ancora tutti scimmie. Ma la somiglianza del 98% è grossolanamente e deliberatamente fuorviante perché dipende da cosa viene confrontato. Ci sono una serie di differenze significative che sono difficili da quantificare e una serie di “difficoltà” con questa affermazione che nessun ingegnoso e complesso trucco potra` mai superare.

1. NUMERO DIVERSO DI CROMOSOMI

`Nel nucleo di ogni cellula, il DNA è strettamente impacchettato in strutture filiformi chiamate cromosomi. Gli umani hanno 23 paia di cromosomi mentre gli scimpanzé ne hanno 24. Per far riprodurre una specie, il numero di cromosomi deve corrispondere. Pertanto, affinché l’Evoluzione possa funzionare, una coppia dei nostri antenati scimmie (anello mancante), avrebbe dovuto avere un figlio con un cromosoma in meno (un evento che non è mai stato osservato in natura!); allo stesso tempo nello stesso periodo storico, un altro paio di scimmie (anelli mancanti evolutivi)”,avrebbe dovuto dare alla luce una figlia con un cromosoma in meno. Quei due “mutanti” avrebbero dovuto incontrarsi e accoppiarsi per coincidenza, producendo una nuova specie di scimmie con 23 cromosomi. Questa non è scienza. Questa è fantasia.

23 e` diverso da 24

2. MILIARDI DI INCIDENTI MUTAZIONI E INCONTRI
La succitata serie di eventi impossibili (ancora, un singolo caso non è mai stato osservato!) Rappresenterebbe solo una piccola parte delle “mutazioni” cromosomiche casuali, e degli incontri casuali tra i quasi impercettibili “mutanti”, che risalgono ai nostri primi giorni come singoli – nel brodo primordiale. Considera queste variazioni nei numeri cromosomici: il nostro distante cugino insetto, la mosca della frutta, ne ha solo 8 cromosomi; ma il nostro lontano cugino, il pesce rosso, ne ha 104. Ciò si traduce in un sacco di “mutazioni” e un sacco di occasioni di incontri romantici

Immagina di vincere alla lotteria un milione di volte, o più!

3. SEQUENZE DIVERSE
Mentre 18 coppie di cromosomi scimpanzé e umani sono molto simili; per i cromosomi 4, 9 e 12 i geni e i marcatori non sono nello stesso ordine nell’uomo e nello scimpanzé. Invece di essere “rimodellati”, come speculano gli evoluzionisti, queste differenze, logicamente, supportano la creazione separata.

4. UNA DIFFERENZA DEL 2% – 5% NON È “PICCOLA”!
Il genoma con codice complesso è così massiccio che una differenza del 2% è ENORME. La differenza del 2% di DNA (alcuni scienziati dicono che è del 5%) ammonta ancora a molti milioni di coppie di basi diverse di DNA. Questa è una bella differenza e non può essere una coincidenza ..

Viva la differenza!

5. MUTANTI E INCROCI NON POSSONO RIPRODURSI
Anche quando il conteggio del cromosoma si allinea e il genoma è molto simile, tutto in natura, sia per quanto riguarda la sopravvivenza che la capacità riproduttiva, sembra funzionare contro il cambiamento. Ad esempio, un serpente mutante a due teste può sopravvivere, ma non produrrà mai una nuova specie di serpenti a doppia testa.
Un leone e una tigre possono produrre un liger, una bestia ingombrante che non solo è incapace di sopravvivere in natura, ma non può riprodursi in cattività in quanto sterile.
Una zebra e un cavallo possono produrre un zorse; di nuovo, una creatura sterile.

Anche nel regno vegetale, gli ibridi di alcune specie di frutti producono frutti nuovi ma sterili. È così che otteniamo uve senza semi e cocomeri senza semi. Nessun seme = nessun “bambino”

L’ibrido tra zebra e cavallo e il cocomero senza semi sono stati tagliati fuori dal “sistema teorico evolutivo”?

 

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (La fallacia del super-ratto)

Tutti abbiamo sentito parlare dei “Super Ratti” – quei “miracoli” dell’evoluzione che sono “mutati” in creature indistruttibili ed immuni a qualsiasi veleno per ratto. Con infinito entusiasmo, i discepoli di Darwin sostengono che queste creature siano la prova finale dell’evoluzione (sotto steroidi). Nonostante la pateticita` della cosa il fenomeno dei Super Ratti rimane la miglior prova che gli evoluzionisti possono sfoggiare a sostegno dell’illusione darwiniana: “prima cellula-ameba-pesce-anfibio-sciammia-uomo”. Ecco un tipico (articolo del Telegraph) esempio, di cosa viene fatto passare per “scienza”, e “giornalismo” in quest’epoca:

I NUOVI SUPER RATTI SI EVOLVONO RESISTENDO AL VELENO

I ratti, in tutta la Gran Bretagna stanno evolvendo, sviluppando una resistenza al veleno cosa che li rende quasi impossibile da uccidere.

“Le mutazioni genetiche hanno prodotto una nuova generazione di” super-ratti”con il DNA che protegge i topi dalle normali tossine,” Professor Robert Smith presso l’Università di Huddersfield.

 

E così, costantemente, la fallacia “dell’evoluzione” viene promossa per mezzo stampa, viene insegnata nelle scuole, imposta dallo Stato, non e` messa in discussione e non sara` mai messa in discussione. La caratteristica più frustrante di questo grande equivoco è che è così semplice da capire. Tutto ciò che serve è un po ‘di senso critico e un po’ di buon senso.

In questo momento potreste dirmi, “Aspetta un minuto Neo. Il fenomeno del Super Ratto e` reale. I topi senza immunita` muoiono. Quei ratti che hanno la fortuna di essere immuni sopravvivono e la progenie di quei sopravvissuti eredita l’immunità. Cosa c’è di così difficile da capire?”

Beh, non c’è niente di difficile da capire, e nessuno contesta l’esistenza dei Super Ratti. Tuttavia il fenomeno dimostra solamente la selezione naturale (o, in questo caso, selezione naturale artificialmente indotta) — non “l’evoluzione”. Il topo rimane un topo! Niente è cambiato. Niente si e` “evoluto”. Niente e` “mutato”. Non e` stata aggiunta nessuna riga al complesso codice genetico nessun gene e` stato aggiunto al corredo genetico originale del ratto. I topi sopravvissuti erano già geneticamente immuni al veleno. I morti non lo erano. Che tipo di “scienziato” folle potrebbe mai accettare il vaneggio darwiniano prima cellula – ameba – pesce – anfibio – scimmia – uomo partendo dal concetto di selezione naturale?

La linea di fondo rimane: l’evoluzione trans-specie per non parlare di quella trans-genere, trans-famiglia, trans-ordine, trans-classe, trans-phylum, trans-regno – non è mai stata osservata; né nella documentazione fossile, né nell’attuale mondo naturale. Infatti, per definizione, l’evoluzione trans-specie Evolution non è osservabile. “Non possiamo osservare l’evoluzione trans-specie perché i cambiamenti sono così sottili e si accumulano nell’arco di 100 di milioni di anni – tuttavia…. crediamo sia accaduto.”

Non è scienza. Sono congetture selvagge. Darwin stesso ammise che i reperti fossili non supportavano la sua teoria. E, chiunque cerchi di utilizzare i ‘super’ ratti come mezzo per aggirare questa difficoltà darwiniana non osservabile è o un criminale, un folle, o semplicemente qualcuno che non ha riflettuto molto sulla questione.

Gli atei evoluzionisti devono ancora osservare un singolo caso di evoluzione trans-specie, tuttavia, sulla base del fenomeno dei “super-Ratti”, pensano di scalare velocemente la scala della classificazione biologica arrivando all’evoluzione trans-regno – la quale sostiene che, sia la bella donna qui sopra e la rosa che sta annusando hanno la stessa bisnonna.

Per fugare al meglio la fallacia del super ratto, per il bene di coloro che ancora non hanno capito la fregatura, facciamo un’analogia con le armi biologiche. La tecnologia per armi biologiche specificamente progettate per colpire una determinata razza esiste. Speriamo che non esistano armi in qualche laboratorio segreto! Supponiamo tuttavia che qualche criminale voglia contaminare le acque e le sorgenti del Giappone con un arma biologica che è letale per le persone con un certo gene specifico. (Questo e` il parallelo con il veleno per topi).

Cosa succederebbe? Ovviamente, gli abitanti asiatici del Giappone sarebbero morti dopo aver bevuto l’acqua avvelenata. Ma per quanto riguarda la piccola minoranza di bianchi espatriati, turisti, insegnanti, missionari e altri, presenti in Giappone al momento del grande avvelenamento? L’arma biologica non li avrebbe uccisi. I “bianchi del Giappone” sarebbero sopravvissuti, invariati, trasmettendo la loro immunità genetica alla loro prole. (Qui l’analogia con il super-ratto). Cento anni dopo, il Giappone potrebbe essere una fiorente nazione di 10 milioni di persone bianche!

Ora, quale folle potrebbe ipotizzare, no, dichiarare, che gli asiatici del Giappone sono “mutati” in bianchi? Capite il mio punto? Eppure e` questa la follia che le Accademie e le Universita` vogliono farci digerire schernendo allo stesso tempo i dubbiosi definendoli “ignoranti” e “anti-scientifici”.

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (La fallacia dell’organismo monocellullare)

Gli evoluzionisti ci assicurano, che una “semplice” forma di vita monocellulare è emersa spontaneamente da un “brodo primordiale” ricco di proteine. Attraverso il processo di fissione binaria, singole cellule batteriche si sono suddivise in organismi multicellulari. Nel corso di miliardi di anni, l’albero genealogico si è ramificato per includere tutti gli esseri viventi; dai fili d’erba, ai vermi, a Marilyn Monroe. È incredibile ciò che una cella “semplice” può fare!
Charles Darwin aveva proposto che la primissima cellula, l’antenato comune universale di tutte le forme di vita, potesse essersi formata “in un piccolo stagno caldo”. Uno dei sostenitori di Darwin, il biologo tedesco (ed esperto falegname) Ernst Haeckel, ha esaminato una miscela di fango rimosso dal fondo marino e ha affermato che si trattava di una sostanza non vivente trasformata in una sostanza vivente. Questo cosiddetto “fango che prende vita” è un’indicazione di quanto semplice fosse la vita secondo i fondatori della “Teoria dell’Evoluzione” (piegate la testa in solenne riverenza).
Invocando la “semplicità” di quella cellula originale, l’Evoluzione viene fatta sembrare in qualche modo plausibile. La falsa rappresentazione della cellula semplice originale, che si “evolve” lentamente in cellule più complesse, e in creature nel tempo, è l’unico modo in cui gli evoluzionisti possono vendere la loro scienza-spazzatura. Quindi, attacchiamo la teoria alla sua radice, “la cellula semplice”.
Per rendere la vita più facile agli evoluzionisti, concediamo loro un generoso “vantaggio” non chiedendo neppure da dove viene il “brodo primordiale”, o il Sole, o gli amminoacidi e i blocchi di proteine, o come la Terra e le sue componenti chimiche sono arrivate qui. Concentriamoci solo sulla cella. La parola cellula deriva dal latino, cella, che significa “piccola stanza”, che è essenzialmente ciò che è la cellula. La cellula è l’unità strutturale e funzionale di base di tutti gli organismi viventi. Le cellule sono la più piccola forma di vita che possono replicarsi indipendentemente.
Le cellule procariotiche, dicono, furono le prime e “più semplici” forme di vita batteriche sulla Terra, poiché hanno un processo autosufficiente incorporato in esse. Una cellula procariota ha tre regioni, ciascuna con i suoi componenti. All’esterno, flagelli e pili fuoriescono dalla superficie della cellula. Queste strutture sono fatte di proteine che facilitano il movimento e la comunicazione tra le cellule.

A racchiudere la cellula stessa è l’involucro cellulare – che consiste in una parete cellulare che copre una membrana plasmatica e un ulteriore strato di copertura chiamato capsula. L’involucro conferisce rigidità alla cellula e serve anche come filtro protettivo e barriera contro le forze esterne. Inoltre impedisce alla cellula di espandersi e di scoppiare all’incorrere di pressioni ambientali.
Infine, all’interno della cellula è la regione del citoplasma che contiene il genoma codificato complesso (Maggiori informazioni sul DNA nel prossimo capitolo). I procarioti possono anche trasportare elementi di DNA extra-cromosomico chiamati plasmidi, che codificano geni di resistenza agli antibiotici.

L’originale “semplice cellula monocellulare” “formata casualmente” ha il suo genoma; si tratta di chip per computer viventi, con una complessa codifica del DNA che trasmetteno durante la riproduzione cellulare

Vedi, caro lettore, questa “cellula semplice” batterica che accidentalmente, casualmente e “non intelligentemente” spunta fuori dal “brodo” non è così “semplice”. In realtà è una macchina multi-funzionale, multi-componente, integrata, ben oliata e vivente che i biologi cellulari possono trascorrere un’intera vita studiando. Se fosse possibile ridurti alle dimensioni di un atomo, e inserirti nelle pareti della “semplice cellula”, rimarresti incantato da questo mondo nel mondo. Sembra quasi una nano tecnologia che vive, si ripara, si protegge, si autoalimenta e, si riproduce!
Mi spiace, Darwin, ma la complessità integrata e la nanotecnologia biologica non nascono senza l’intelligenza. Persino gli atomi, le più piccole particelle di materia all’interno della cellula “semplice”, dimostrano una loro complessità ordinata e integrata. Ogni atomo è composto da un nucleo fatto di protoni e neutroni. Il nucleo è circondato da una nuvola di elettroni. Gli elettroni sono legati all’atomo dalla forza elettromagnetica e i protoni e i neutroni nel nucleo sono legati l’un l’altro dalla forza nucleare. Niente di “semplice” sulla fisica nucleare, Carletto,

Tutta la vita “semplice” è complessa e integrata; e non può venire dalla non vita. L’intelligenza non può venire dalla non intelligenza. La coscienza non può venire dalla non-coscienza. I darwinisti e i teorici del Big Bang devono tornare ai loro tavoli da laboratorio. Ma non lo faranno, perché l’empietà e la presuntuosa arroganza camminano mano nella mano.

Le tracce di un design intelligente sono presenti ovunque in natura

 

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (l’Hoax di Ernst Haeckel)

Oltre a manipolare la geologia, Darwin si è anche buttato su conclusioni errate riguardo l’embriologia (sempre prudente mi raccomando!). Scrisse infatti che le prove embriologiche erano “seconde a nessuna per importanza” e sosteneva che le somiglianze tra embrioni di varie creature erano prove per l’Evoluzione. Nel 1864,
un vero gigante della biologia si uni` a Darwin, Ernst Haeckel.

Haeckel era un biologo tedesco, naturalista, filosofo, medico, professore e artista che ha scoperto e nominato migliaia di nuove specie. Quando un uomo della statura di Haeckel salta a bordo di un carro gli altri scienziati lo seguono a ruota. Questo “effetto lemming” è  un fenomeno psicologico, non intellettuale. Come tale, uno scienziato è chiaramente vulnerabile alla pressione dei pari come quando una nuova moda ossessiona il mondo degli adolescenti.

Durante il periodo 1866-1867, Haeckel visitò la casa di Darwin in Inghilterra, dove incontrò sia Darwin sia Thomas Huxley. Fu nel 1866 che Haeckel rese popolare la teoria della ricapitolazione embrionale; una teoria che afferma che le forme di vita superiori passano attraverso la precedente catena evolutiva prima della nascita. La “prova” di questa teoria è che vari embrioni di animali appaiono simili agli embrioni umani fin dalle prime fasi.

Nel 1868, Haeckel pubblicò un libro illustrato intitolato “The History of Creation”. Le immagini delle creature primordiali provenivano direttamente dalla vivida immaginazione di Haeckel, senza alcuna base scientifica alle loro spalle. Ma chi ha bisogno di prove? È il grande Haeckel, dopo tutto. Darwin e Huxley hanno promosso il lavoro di Haeckel sfruttando il servilismo delle loro groupie mentre Haeckel restituiva il favore.

I nostri antenati? Haeckel era anche un “artista teoretico”

Per sostenere ulteriormente questa teoria, Haeckel nel corso del 1870, disegno` una serie di embrioni che avrebbero dovuto essere di specie diverse, compresi umani. In seguito si scoprì che Haeckel aveva falsificato i disegni degli embrioni utilizzati come prova per la teoria. I colleghi scienziati di Haeckel lo hanno pubblicamente accusato di aver commesso una frode. All’inizio Haeckel si difese denunciando i suoi detrattori come se avessero un’agenda religiosa . Alla fine, Haeckel ha dovuto ammettere che i suoi disegni erano grossolanamente imprecisi. Si è scusato per la sua “follia estremamente avventata”, ma non ha mai ammesso che le immagini fossero una frode deliberata.

Gli argomenti principali per la Ricapitolazione Embrionale di Haeckel negli umani erano le “fessure branchiali” embrionali (lasciate in eredita` quando eravamo pesci), il “sacco vitellino” (lasciato dal nostro stadio di rettile) e la “coda” (rimasta dal nostro stadio di scimmia) . Tuttavia la teoria del signor Haeckel aveva anche “problemi”.
In realtà, le nostre “fessure branchiali” embrionali “da pesce” non sono fessure per respirare. Non hanno funzione respiratoria. In realtà servono a questo: la 1a coppia di “brachie” si trasforma in organi che combattono i germi; la 2 ° in canali uditivi; la 3 ° e la 4 ° diventano le ghiandole paratiroidi e del timo.

Il nostro sacco vitellino embrionale “rettile” non conserva il cibo perché la madre lo fornisce al bambino. Il “sacco vitellino” non è affatto un sacco vitellino. La sua funzione è di produrre i primi globuli.
La nostra “coda di scimmia” non è affatto una coda vestigia, solo la punta della colonna vertebrale che si estende oltre i muscoli non sviluppati dell’embrione, la cui estremità alla fine diventerà il coccige, che consente agli esseri umani di stare in piedi e sedersi come facciamo noi.

Il contributo storico di Haeckel alla promozione dell’inganno dell’evoluzione darwiniana non può non essere considerato. Prestando il suo grande nome e i suoi falsi disegni alla causa di Darwin, Haeckel “ha assicurato” che altri uomini di scienza si unissero “alla gregge dell’evoluzione”.

Cosa e` successo ad un uomo della statura di Haeckel per non solo abbandonare il suo buon senso, ma per arrivare a pubblicare falsi disegni? Qualcuno stava tirando le corde da dietro le quinte?
Incredibilmente, nonostante la frode, la teoria della ricapitolazione embrionale di Haeckel sopravvive fino ad oggi! Il suo nome, piuttosto che essere universalmente collegato alla frode scientifica, e` stato utilizzato per dare il nome ad una montagna; Mount Haeckel in California, situata a 1 miglio a sud-est da Mount Darwin!

Scienza Proibita: Dio contro Darwin (Darwin demolisce la sua stessa teoria)

* Le parole del naturalista / geologo Charles Darwin (tra  virgolette) sono tratte dal suo famoso: Sull’origine delle specie, (1859).

“Dovremmo essere estremamente cauti nel dire che ogni tipo di organo o istinto, o qualsiasi altro essere, sia arrivato al suo stato attuale con molti passaggi graduali.”

Mi dispiace signor Darwin. La scienza non funziona in questo modo. C’è questo concetto noto come “Il metodo scientifico”, forse dovresti cercarlo su Google: Il metodo richiede che un’ipotesi sia messa in pratica attraverso la sperimentazione, l’osservazione, lo scetticismo, il collaudo, l’indagine e il riesame del risultato. Solo dopo che tale processo è completato, una scoperta può essere veramente classificata come scientifica. Chiedendoci di applicare “estrema cautela” non alla credenza nell’Evoluzione, ma piuttosto all’incredulità nell’idea, Darwin sta capovolgendo il Metodo Scientifico. L’onere della prova è su di te, non su di noi.

Ehi Darwin dov’è la tua “estrema cautela” nel dichiarare coraggiosamente che l’uomo si è evoluto dal brodo primordiale monocellulare?

“Le reali affinità di tutti gli esseri organici, in contraddizione con le loro somiglianze adattative, sono dovute all’eredità o alla comune discendenza”

E come sei arrivato esattamente a questa conclusione. Basandoti su quale scienza?

“Devo dedurre dall’analogia che probabilmente tutti gli esseri organici che sono mai vissuti su questa terra sono discesi da una qualche forma primordiale, alla quale venne instillato il soffio vitale”.

Whoah Darwin! Rallenta tigre! “Dedurre”? … “Analogia”? …. “Probabilmente”? Scusa Charles. Questa non è scienza. Questa è una congettura e tu, dannazione, lo sai bene. Cosa è successo a quella “estrema cautela” di cui ci hai messo in guardia?

Continua pure, Darwin.

“Ci sono, bisogna ammettere, casi in cui e` difficile far quadrare la teoria dell’evoluzione; e uno dei più curiosi di questi è l’esistenza di due o tre caste definite di operai o femmine sterili nella stessa comunità di formiche, ma ho cercato di mostrare come questa difficoltà possa essere superata. “

Quindi hai trovato alcune “difficoltà speciali” con la tua teoria; e poi “hai tentato di mostrare” come “la difficoltà” potrebbe essere “superata”? Certamente, tali “difficoltà” non sono, il primo luogo il risultato della tua teoria che non è corretta! Un po ‘di scienza “teorica” può risolvere qualsiasi cosa, eh Charles? Parlando di “difficoltà”, come si fa a “superare” il problema dei milioni di collegamenti mancanti, sia viventi che fossili, che avrebbero dovuto esistere durante lo sviluppo evolutivo di tutte le creature. Dov’è il fossile della creatura che collegava Marilyn & il Verme e i milioni che lo hanno preceduto?

“Un numero interminabile di forme intermedie deve essere esistito, che collega tutte le specie di ciascun gruppo con ognuna delle varietà attualmente in esistenza. Potrebbero sorgere alcune domande come ad esempio come mai non vediamo queste forme incomplete intorno a noi Oppure coma mai tutti gli esseri organici  non sono fusi in un inestricabile caos?”

Questo voglio sapere Darwin! Dove sono questi “numeri interminabili” di esseri transizionali?

“Rispetto alle forme esistenti, dovremmo ricordare che non abbiamo il diritto di aspettarci (salvo in rari casi) di scoprire collegamenti diretti tra loro, ma solo tra ciascuna forma estinta e soppiantata. Anche su una vasta area, che durante un lungo periodo è rimasta stabile, e di cui il clima e le altre condizioni di vita non cambiano andando da un distretto occupato da una specie a un altro distretto occupato da una specie strettamente affine, non abbiamo diritto di aspettarci di trovare varietà intermedie.

Oh. Capisco. “Non ci dobbiamo aspettare” alcuna prova effettiva. Perdonami per essere così impertinente. D’ora in poi, prenderò semplicemente la parola al valore nominale, usando “estrema cautela” con qualsiasi scetticismo presente nella mia mente ignorante.

Scherzi a parte, immagina un avvocato che dichiari alla giuria in un caso di omicidio: “Non abbiamo il diritto di aspettarci alcuna prova che colleghi l’imputato al crimine. Sì, deve essere ammesso, che vi sono serie “difficoltà” con il caso, ma possiamo ancora dedurre la sua colpevolezza per analogia. ”
Torniamo alla nostra conversazione con St. Darwin l’infallibile:
Signor Darwin, in che modo la sua teoria spiega la complessità integrata di tutti i sistemi viventi? Prendi ad esempio, l’occhio. L’occhio ha così tanti elementi e funzioni altamente complessi e completamente integrate. In che modo tutti questi elementi si sono “evoluti” ciecamente e indipendentemente l’uno dall’altro?

“Supporre che l’occhio con tutti i suoi inimitabili accorgimenti per regolare l’attenzione su distanze diverse, per ammettere quantità diverse di luce e per correggere l’aberrazione sferica e cromatica, sarebbe il risultato della selezione naturale, sembra, lo confesso liberamente, totalmente assurdo.

Questo è esattamente quello che dico!

Darwin di nuovo:

“Quando fu detto per la prima volta che il sole era fermo e il mondo girava, il senso comune dell’umanità reputo` falsa tale dottrina; il vecchio detto Vox populi, vox Dei, come ogni filosofo sa, non può essere considerato attendibile dalla scienza. “

Irrilevante! Non ti ho chiesto di Galileo. Ti ho chiesto di spiegare la complessità integrata dell’occhio nel contesto dell’evoluzione.

“La ragione mi dice che, se si possono dimostrare numerose gradazioni da un occhio semplice e imperfetto a uno complesso e perfetto e che ogni grado di sviluppo è utile al suo possessore, come è certamente il caso; se inoltre, l’occhio varia sempre e le variazioni sono ereditate, come del resto è certamente il caso e se tali variazioni dovrebbero essere utili a qualsiasi animale in condizioni di vita mutevoli, dovremo accettare la teoria sebbene appaia impossible alla nostra immaginazione “

Ancora e ancora e ancora, la strategia usata da Darwin e` quella di fare inizialmente una grande concessione, assicurandoci poi che, una volta compreso il suo modo di vedere le cose, le obiezioni spariranno.

Ripetutamente, mette a rischio la propria teoria attraverso queste ammissioni apparentemente dannose, per salvarsi poi con congetture. Mentre da una parte si appella alla ragione, la sua “ragione” non implica nient’altro che un’immaginazione eccessivamente attiva accoppiandola con tattiche di dibattito per cui sono noti famigerati e sciatti sofisti.
Quando si discute dei reperti fossili, Darwin utilizza di nuovo la stessa tecnica
Signor Darwin, perché i reperti fossili geologici non rivelano il “numero interminabile” dei collegamenti mancanti che ha citato? Voglio dire, i nostri musei sono pieni di fossili di così tante specie estinte. Perché i fossili di alcune specie sono così abbondanti, mentre quelli di altri “anelli mancanti” non sono affatto visibili negli strati geologici?

“Su questa dottrina dello sterminio di un’infinità di collegamenti, tra gli abitanti viventi ed estinti del mondo, e in ogni successivo periodo tra le specie estinte e ancora più antiche, perché non tutte le formazioni geologiche sono cariche di tali legami? Perché ogni raccolta di resti fossili non offre una chiara evidenza della gradazione e della mutazione delle forme di vita? Non incontriamo prove del genere, e questa è la più ovvia e forzata delle molte obiezioni mosse contro la mia teoria.

Oh, quindi non ero il primo a notare questa piccola “difficoltà”! Dimmi, signore. Come hai “risolto” questo problema?

“Posso rispondere a queste domande e obiezioni gravi solo sulla supposizione che il registro geologico sia molto più imperfetto di quanto creda la maggior parte dei geologi ….

Ovviamente! Non è la teoria di Darwin il Grande che è imperfetta; è il record geologico che è “imperfetto”! Brillante! E il registro non è semplicemente imperfetto, ma in realtà “molto più imperfetto” di quanto possano immaginare persino quei maledetti geologi idioti.

“Che il registro geologico sia imperfetto lo ammetteranno tutti; ma che sia imperfetto nella misura in cui ho bisogno, ben pochi saranno inclini ad ammetterlo. “

Uh, Darwin; forse non dovresti usare termini come “nella misura che richiedo”. Un semplice mortale privo di “estrema cautela” potrebbe avere l’impressione che tu stia manipolando le percezioni per adattarle a una teoria che non puoi per orgoglio scartare.

Se osserviamo intervalli di tempo abbastanza lunghi, la geologia dichiara chiaramente che tutte le specie sono cambiate; e sono cambiate nel modo in cui la mia teoria richiede, perché sono cambiati lentamente

Apetta un minuto! Hai appena detto, in modo chiaro e inequivocabile, che il registro geologico contraddiceva la tua teoria solo perché il registro era “molto più imperfetto” di quanto la maggior parte dei tuoi colleghi scientifici si rendesse conto. Ora stai affermando che lo stesso identico record geologico “dichiara chiaramente” che la tua teoria è giusta?

Dici che i tuoi colleghi scienziati “non hanno il diritto di aspettarsi” che l’imperfetto registro geologico possa essere utilizzato per confutare la tua teoria, eppure ti basi sullo stesso registro per sostenere che la tua teoria sia corretta. Questo è un doppio pensiero orwelliano.

Signor Darwin, sei persino più pazzo dei signori Oparin, Hawking e Urey. O quello o sei un maledetto truffatore in cerca di fama immeritata. Non è chiaro se fai parte di un manicomio o di una cella di prigione; ma questa immondizia contraddittoria certamente non appartiene alle nostre scuole e alle nostre università; a meno che non sia usata per insegnare agli studenti una lezione sugli errori logici o sulla psicosi.

Charles Darwin; sei sicuro che il tuo nome non sia Charles Dickens? Almeno i suoi racconti hanno una componente morale.

Il Grande Charles Darwin esposto come il Grande Mago di Oz. Si può leggere l’intero libro sulle origini della specie su Internet (come ho fatto io) e notare l’infestazione di errori logici, pregiudizi cognitivi e affermazioni qualificanti che appaiono in tutte le sue prolisse pagine. Il bizzarro auto-discredito di Darwin inizia proprio nell’introduzione. Quello che segue qui è un estratto sorprendente. Leggilo lentamente:

“Questo estratto, che ora pubblico, deve necessariamente essere imperfetto. Non posso qui fornire riferimenti e autorità per le mie numerose dichiarazioni; e devo fidarmi del lettore che ripone una certa fiducia nella mia accuratezza. Senza dubbio gli errori si sono insinuati, anche se spero di essere sempre stato cauto nel fidarmi solo delle buone autorità. Posso qui dare solo le conclusioni generali alle quali sono arrivato, con alcuni fatti illustrati, ma che, spero, nella maggior parte dei casi saranno sufficienti. Nessuno può sentirsi più ragionevole di me della necessità di pubblicare qui di seguito in dettaglio tutti i fatti, con riferimenti, su cui sono state fondate le mie conclusioni; e spero in un futuro lavoro per farlo. Perché so bene che in questo volume non c’e` un singolo punto discusso i cui fatti potrebbero essere stravolti per generare conclusioni direttamente opposte a quelle in cui sono arrivato. Un risultato equo può essere ottenuto solo dichiarando e bilanciando completamente i fatti e gli argomenti su entrambi i lati di ciascuna domanda; e questo non può essere fatto qui.

In altre parole: “Questa non è scienza. Sto solo per scrivere cazzate speculative per vedere se riesco ad attirare attenzione ed avere successo.

Ciononostante, il libro di Darwin fu assorbito e pubblicizzato acriticamente da alcune élite accademiche, giornali e, stranamente, da comunisti e anarchici. Le icone comuniste Karl Marx e Freidrich Engels divennero all’istante grandi fan e promossero pesantemente le idee di Darwin alle loro legioni di rivoluzionari rossi. Il fatto che la sinistra politica, per i suoi fini ulteriori, abbia dato un enorme impulso iniziale al darwinismo è assolutamente innegabile. I dettagli e le motivazioni dell’ossessione marxista per l’evoluzione saranno esaminati in un capitolo successivo.

Nonostante qualche opposizione molto critica da parte di molti all’interno della comunità scientifica, Il nuovo dogma di Darwin ha iniziato a prendere piede come una nuova app di successo ai giorni nostri. Nel 1911, all’imbroglione fu dedicato un importante porto; Darwin, Australia.

Al massimo, tutto ciò che Darwin riuscì a dimostrare fu che variazioni minori e adattamenti all’interno di una specie possono verificarsi attraverso il fenomeno della “Sopravvivenza del piu` forte”. Ad esempio, supponiamo di dover inserire una popolazione razziale mista di umani nell’assolata Africa centrale, in condizioni primitive. Con il passare dei secoli, quelli con la pelle piu` bianca e sensibileall’interno del gruppo probabilmente sarebbero emigrati verso nord; perché la loro razza non bruci e muoia di cancro alla pelle.
I neri ricchi di melanina, d’altra parte, potrebbero adattarsi bene al calore del sole e rimanere in Africa; i loro ex vicini con la testa rossa ora prosperano e si riproducono nel clima più fresco d’Europa. Questo è tutto ciò che significa “Selezione naturale” e “Sopravvivenza dei più forte”. Ciò non significa che i genitori dei rossi di capelli abbiano iniziato a dare alla luce bambini neri o viceversa, per non parlare della nascita di specie completamente nuove!

Suggerire che le minuscole differenze nella varietà dei becchi osservati nei “Fringuelli di Darwin”, ciascuno ben adattato alla fornitura di cibo locale, in qualche modo provi che le cellule si siano evolute dal brodo primordiale a un pesce, in scimmia e infien nell’uomo, è un balzo irresponsabile e assurdo di fede che dovrebbe essere meritatamente denunciato; non con “estrema cautela”, ma con una “estrema ridicolizzazione”.