Archivi Blog

Storia Proibita: La TimeLine del Nuovo Ordine Mondiale (1971-1980)

1971: L’AGITATORE MARXISTA SAUL ALINSKI PUBBLICA “RULES FOR RADICALS”

Saul Alinsky è un marxista di Chicago che odia l’America, nato da immigrati ebrei russi fuggiti dalle rivolte antisemite e antimarxiste della Russia zarista. Alinsky è il fondatore di una “tattica di agitazione” conosciuta come “organizzazione di comunità”. Alinksy crede che l’America sia troppo forte per essere abbattuta dalla rivoluzione violenta. Invece di inefficaci violenze, Alinsky consiglia ai giovani radicali di diventare attivi nelle loro comunità locali e di infiltrarsi nel sistema politico. Gli organizzatori di comunità sono molto abili nella guerra politica, portano agitazione nei quartieri neri e cercano di sabotare le elezioni.

Il suo classico del 1971, Rules for Radicals, è dedicato a Satana, il primo rivoluzionario secondo Alinsky. RFR sarà una sorta di bibbia per gli agitatori, gli organizzatori di brogli elettorali e gli attivisti liberali. Stabilisce strategie intelligenti per infiltrarsi nel sistema con l’intento di sovvertirlo dall’interno.

Tra i noti devoti di Alinsky ci sono la futura First Lady Hillary Clinton, che ha scritto la sua tesi di laurea sulle idee di Alinksy. Un altro futuro studente delle tattiche di Alinsky è il presidente Barack Obama, che lavorerà effettivamente come “organizzatore di comunità” a Chicago negli anni ’90.

Alinsky insegnò ai radicali marxisti degli anni ’60 come infiltrarsi all’interno delle istituzioni americane. Hillary e Obama hanno entrambi studiato i suoi lavori

DICEMBRE 1970: VIENE FONDATA L’AGENZIA PER LA PROTEZIONE DELL’AMBIENTE

L’isteria ambientale guidata dai media culmina con l’istituzione di un nuovo dipartimento del governo. L’Agenzia per la protezione dell’ambiente (EPA) avra` a sua disposizione ampi poteri per “proteggere l’ambiente”.

Con il passare dell’anno, regolamentazioni ambientali non necessarie, eccessive e dittatoriali renderanno molte aziende americane incapaci di competere con le controparti straniere. Insieme a pesanti tassazioni e contenziosi frivoli, i regolamenti EPA, spesso basati su “scienza spazzatura”, hanno costretto gli americani a chiudere le loro attivita` o li hanno costretti a trasferirsi all’estero.

Citando la burla del “Global Warming”, l’EPA oggi sta facendo salire le bollette dell’elettricità, erodendo la sovranità nazionale e distruggendo posti di lavoro.

Sotto pressione, il presunto “conservatore” Nixon ha notevolmente ampliato le dimensioni e il potere distruttivo del governo federale.

AGOSTO 1971: NIXON RECIDE OGNI COLLEGAMENTO TRA ORO E DOLLARO

Il presidente Richard Nixon (CFR) sciocco` i conservatori quando porto` gli Stati Uniti completamente fuori dallo Standard Aureo. Prima di questa mossa, il complesso governativo / federale non poteva prendere in prestito o creare nuova valuta “dal nulla” a meno che non avesse una certa porzione di quella quantità di oro in deposito a Fort Knox. Ora che lo standard aureo e` stato eliminato, gli Stati Uniti possono spendere incautamente per poi prendere in prestito denaro contraffatto dalla Federal Reserve di proprietà sionista. Questa è la vera causa dell ‘”inflazione”.

Negli anni successivi, il valore del dollaro diminui`. Quando i partner commerciali stranieri come le nazioni arabe videro che il dollaro ora valeva 35 centesimi, triplicarono il prezzo del petrolio per compensare. Quando i prezzi del gas triplicano da 0,50 cent a gallone a $ 1,50, “le nazioni OPEC” vennero accusate per la recessione inflazionistica.

FEBBRAIO 1972: NIXON VISITA MAO IN CINA/ IL PRESIDENTE AMERICANO PARLA DI UN NUOVO ORDINE MONDIALE

Mao non è solo uno dei più grandi assassini di massa nella storia del mondo, la sua banda ha anche assassinato i prigionieri di guerra statunitensi durante la guerra di Corea. Questo non significa nulla per i globalisti del CFR e per l'”anti-comunista” Richard Nixon.

Mao servi` gli obiettivi globalisti consolidando la Cina di Chiang Kai Shek sotto il controllo statale centralizzato. Gli oceani di sangue che ha versato, in questo modo, non riguardarono i globalisti. Era giunto il momento di “aprire” la Cina ad una graduale transizione futura nel Nuovo Ordine Mondiale.

A tal fine, Nixon andra` in Cina come aveva fatto l’anno prima il Segretario di Stato Henry Kissinger (CFR). In un discorso davanti a Mao, Nixon esprime il suo desiderio di “costruire un nuovo ordine mondiale” che includa (intrappoli) la Cina di Mao. Questa visita segna l’inizio della crescita economica della Cina e della sua transizione nella “comunità mondiale”.

Ironia della sorte, entro 30 anni, una Cina post-comunista e più orientata al mercato inizierà a dimostrare tendenze nazionaliste indipendenti – un’offesa intollerabile per i globalisti.

Con le mani sporche del sangue di milioni di persone Mao stringe la mano a Nixon

MAGGIO 1972: IL GOVERNATORE DELL’ALABAMA, WALLANCE SFIDA L’ENSTABLISHMENT

Il governatore George Wallace era candidato con i democratici per la presidenza nel ’64, e di nuovo come candidato al partito nel 1968. Era un populista anti-establishment e segui` la tradizione di Huey Long (assassinato nel 1935 mentre era in procinto di sfidare FDR all’interno del suo stesso partito). Wallace era un nazionalista che voleva vincere la guerra del Vietnam velocemente o ritirarsi totalmente. È anticomunista, si oppone agli aiuti stranieri e si oppone al Globalismo.
Facendo eco a Huey Long, Wallace dichiaro`: “Non c’è minima differenza tra repubblicani e democratici”.

Nel gennaio del 1972, Wallace si dichiaro` nuovamente candidato democratico`, entrando in campo contro i liberali George McGovern e Hubert Humphrey. Nelle elezioni primarie della Florida, Wallace ebbe i voti di ogni singola contea! Per i prossimi quattro mesi, la campagna di Wallace fu un successo. Poi, durante una campagna nel Maryland il 15 maggio, venne colpito da 5 colpi di pistola da “un pistolero solitario” Arthur Bremer. Il governatore Wallace rimane paralizzato e la sua campagna termina, anche se continua a vincere altre due primarie.

Come RFK nel 1968, Wallace è stato ucciso prima che potesse vincere la nomination democratica.

GENNAIO 1973: HENRY KISSINGER TRADISCE L’AMERICA IN VIETNAM/ ABBANDONA I PRIGIONIERI DI GUERRA STATUNITENSI AI COMUNISTI

Negli accordi di pace di Parigi del 1973, gli Stati Uniti accettano di porre fine alla guerra del Vietnam. I negoziatori per i colloqui sono l’agente Rockefeller Henry Kissinger (CFR) per gli Stati Uniti e Le Duc Tho per il Vietnam del nord comunista. Per la gioia dei media statunitensi, Kissinger premia il Vietnam del Nord. Non solo il Nord potra` continuare ad occupare il Sud con le sue truppe ma l’assetto politico postbellico è configurato in modo tale da garantire un dominio comunista del Vietnam del Sud dopo la guerra.

Desideroso di concludere la guerra e vincere il premio Nobel per la pace, il sionista Kissinger rinuncia consapevolmente ai prigionieri di guerra americani ancora detenuti dai comunisti. Kissinger e Le Duc riceveranno entrambi premi Nobel per la pace.

Henry the K “e Comunist Le Duc – Henry è tutto sorrisi mentre tradisce sia i prigionieri di guerra del sud che degli Stati Uniti.

22 GENNAIO 1973: L’AMERICA RENDE LEGALE L’ABORTO

Il complesso globalista / comunista non ha mai avuto alcun riguardo per la vita umana, nata o non nata. Il suo ultimo successo pro-morte / anti-moralità è la decisione della Corte Suprema, che ignora i diritti degli stati, e rende l’aborto legale. Questa decisione ha impoverito la cultura moderna, inaugurando un’era (1973-Presente) in cui donne americane disinformate hanno aborti (40 milioni e passa!)

Ironia della sorte, la querelante nel caso, una donna del Texas di nome Norma McCorvey (soprannominata Jane Roe), negli anni successivi, avrebbe rimpianto la sua decisione di abortire diventando un feroce attivista pro-life.

Anche se il dibattito sull’aborto infuria fino ai giorni nostri, i media globalisti non mostrano MAI al pubblico alcuna immagine di ciò che veramente e` un aborto. Le femministe e i media promuovono il mito secondo il quale un bambino non nato è solo “una massa di cellule”. La maggior parte delle persone a favore dell’aborto, appena vedono immagini o video su cosa sia un aborto, iniziano subito a rivedere la propria posizione. Ecco perché le immagini in cui si illustrano le procedure dell’aborto sono nascoste alla vista pubblica.

La cultura della morte! I media globalisti non ti mostreranno mai che aspetto ha un bambino abortito.

LUGLIO 1973: DAIVD ROCKEFELLER E ZBIGNIEW BREZEZSKI FONDANO LA COMMISSIONE TRILATERALE

La Commissione trilaterale (TC) fu istituita per favorire la cooperazione tra Stati Uniti, Europa e Giappone. Il presidente del CFR David Rockefeller aveva proposto la sua creazione alla riunione del Bilderberg nel 1972. Il professor della Columbia Zbigniew.Brzezinski, organizzo` la TC, reclutando 300 persone tra l’élite della finanza, dell’economia, della politica e dei media.

Il tenente Goldwater accuso` la TC di essere un complotto:

“La Commissione Trilaterale rappresenta uno sforzo abile e coordinato per prendere il controllo e consolidare i centri del potere … Ciò che i trilateralisti intendono è la creazione di un potere economico mondiale superiore ai governi politici degli stati nazionali coinvolti. Come gestori del sistema, governeranno il futuro. “

Larry McDonald, leader del Georgia Congressman e della Birch Society, richiese l’avvio di un’indagine.

GLOBO-DEMONI! I fondatori della Commissione Trilaterale: Z-big, Henry the K e King David Rockefeller. Il logo sembra rappresentare un 6-6-6.

SETTEMBRE 1973: AUGUSTO PINOCHET METTE IN SCENA UN COLPO DI STATO ANTI MARXISTA IN CILE

La “sinistra” comunista è in subbuglio per un colpo di stato anti-marxista in Cile. Il generale Augusto Pinochet ne ha abbastanza del governo socialista “democratico” del marxista Salvador Allende. Prendendo il potere, Pinochet scaccio` la feccia marxista che ha devastato l’economia del Cile. Ridimensiono` il governo, taglio` le tasse e privatizzo` le industrie statali.

Sotto la pressione dalla “comunità mondiale”, l’amato generale lascio` il govrno nel 1990. Come risultato delle sue riforme, il Cile è ancora l’economia più prospera del Sud America. I globalisti non amano essere imbarazzati in questo modo. In Gran Bretagna, per un intervento chirurgico alla schiena, nel 1998, l’85enne Pinochet fu arrestato per “violazioni dei diritti umani” commesse contro i comunisti spagnoli.

Ironicamente, il capo comunista cubano Fidel Castro, i cui plotoni hanno ucciso migliaia di prigionieri e le cui carceri sono famose per torturare i prigionieri politici , è stato premiato in Spagna nello stesso momento in cui venne emesso il mandato per Pinochet. Pinochet fu finalmente rilasciato, ma sarà perseguitato dagli “intellettuali” del Cile fino alla sua morte nel 2006.

1- Euro-globalisti arrestarono Pinochet nel 1998. Morì nel 2006
2- Allende con Castro
3- Il Generale Pinochet ha salvato il Cile

1975: GLI AMERICANI SE NE VANNO DAL VIETNAM CON LA CODA TRA LE GAMBE/ I ROSSI UCCIDONO MILIONI DI PERSONE

L’improvvisa partenza degli USA lasciò gli alleati sud vietnamiti destabilizzati indifesi e nelle mani dei comunisti del Nord. Milioni di pro-americani terrorizzati cercano di scappare su barconi mal ridotti per fuggire dai comunisti che, come al solito, iniziarono ad uccidere, torturare e arrestare i loro nemici.

Destabilizzata, anche la vicina nazione della Cambogia cade al comunismo. Lì, il “Khmer Rouge” uccide 2 milioni di persone (1/3 della popolazione!) Il globalista Henry Kissinger (CFR / TC) – e gli “attivisti pacifisti” amanti del marxismo che hanno così ostacolato lo sforzo bellico americano – non versarono alcuna lacrima.

Spinti in mare dagli amici comunisti di Kissinger, moriranno circa in 200.000.

1973-1975: DUE DIMISSIONI E DUE TENTATI OMICIDI FECERO (QUASI) ELEGGERE NELSON ROCKEFELLER A PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI

L’ambizioso governatore repubblicano Nelson Rockefeller (NY) sognava di essere presidente. I conservatori come Barry Goldwater non permetteranno mai a questo Globalista di vincere la nomination. Tuttavia dopo una serie di eventi bizzarri, stranamente simili alla rapida ascesa di Teddy Roosevelt, “Rocky” arriva letteralmente a pochi passi dal realizzare il suo sogno.

10 ottobre 1973: il vicepresidente conservatore Spiro Agnew è costretto a dimettersi per uno scandalo (spinto dai media) che riguardava un caso di “evasione fiscale”.

12 ottobre 1973: i leader del Congresso democratico costringono il presidente Nixon a selezionare Gerald Ford (TC) come vicepresidente.

9 agosto 1974: il presidente Nixon si dimette per il “Scandalo Watergate” (spinto dai media) Il vicepresidente Ford diventera` presidente.

19 dicembre 1974: con la benedizione del Congresso democratico, Ford sceglie Rockefeller come vicepresidente. I conservatori sono arrabbiati.

1974-1975: Rockefeller e Kissinger provocano divisioni all’interno dell’amministrazione Ford.

5 settembre 1975: la radicale Lynette Fromme punta la pistola contro la testa del presidente Ford, ma viene arrestata da un agente dei servizi segreti prima di poter premere il grilletto.

22 settembre 1975: la radicale Sarah Jane Moore spara a Ford, mancando la testa di soli 6 pollici. Viene affrontata da un presente mentre stava per sparare un secondo colpo.

Ford si candido` alle elezioni nel 1976, ma lascio` Rockefeller fuori dai suoi piani dopo che Goldwater e Ronald Reagan minacciarono di negare il loro supporto.

Ford, il quale presto` servizio nella Warren Commission che copri` l’omicidio di JFK, non voleva fare la stessa fine!

Una serie di eventi molto strani e due radicali squilibrati hanno reso l’elezione di Nelson Rockefeller quasi possibile

1971-1979: IL POPOLARE SHOW DELLA CBS “ALL IN THE FAMILY” FA IL LAVAGGIO DEL CERVELLO AGLI AMERICANI CON PROPAGANDA MARXISTA

Nei giorni precedenti alla TV via Cavo / Satellite, c’erano solo 3 reti (CBS, ABC, NBC) e alcuni canali locali tra cui scegliere. Dal 1971 al 1979, lo spettacolo più quotato (di gran lunga!) e` la sitcom “All in the Family”, prodotta dai sionisti-marxisti Norman Lear e Bud Yorkin.

Ambientato nel Queens, New York nel salotto della famiglia Bunker, ogni episodio contiene discussioni politiche tra Archie (vecchio repubblicano conservatore) e alcuni giovani personaggi liberali (Michael, Gloria, Irene, Lionel, Maude)

Gli argomenti di Archie vengono sempre proposti in un tono rabbioso, buffo e bigotto verso neri, ispanici ed ebrei. I liberali nello show, tuttavia sono sempre raffigurati come intelligenti e “tolleranti”.

Settimana dopo settimana, il massiccio pubblico nazionale non può fare a meno di ridere di Archie, cosi` stupido e arrabbiato.
Nel subconscio della mente pubblica, gli ideali conservatori si associano alla stupidità e all’odio, mentre le opinioni liberali sono associate all’educazione e alla tolleranza.

Nell’ultimo anno del lungo decennio di AITF, Archie “matura” in un uomo più liberale e simpatico, che accetta un socio ebreo e addirittura adotta una figlia ebrea.

Il pubblico di AITF (e altri spettacoli) non poterono rilevare la manipolazione psicologica, ma il ritratto poco lusinghiero che AITF ci propone di Archie, insieme alla sua eventuale redenzione, allontanerà gradualmente milioni di spettatori dal pensiero conservatore, verso una visione più marxista del mondo.

Il severo “conservatore” Archie urla sempre e dice cose stupide. Il suo genero “liberale”, Michael, e` quello cool.

1976-1980: IL DISASTRO DI JIMMY CARTER

A seguito dello scandalo del Water Gate e il discusso perdono di Nixon da parte di Gerald Ford per il suo ruolo nel cover-up, l’elezione del 1976 sarà sicuramente un grande anno per i democratici. Dal nulla, lo sconosciuto Governatore della Georgia venne pubblicizzato dai media democratici. Che storia fantastica! Un umile ex “agricoltore di arachidi” sconvolge l’establishment! …………

Non esattamente. A quanto pare, Jimmy Carter è un membro originale della Commissione Trilaterale. L’elezione del 1976, quindi, vede Gerald Ford (TC) contro Jimmy Carter (TC) – una vittoria per il Nuovo Ordine Mondiale. Dopo la vittoria di Carter, Brzezinski viene nominato Consigliere per la sicurezza nazionale. Nei prossimi 4 anni, “Zbig” e il suo finto burattino “coltivatore di arachidi”:

  1. Tradiranno il governo nicaraguense anticomunista. Risultato: L’anticomunista Anastasio Somosa viene esiliato. Il Nicaragua cade nelle mani dei rossi.
  2. Tradiranno il governo anti-comunista della Rhodesia. Risultato: l’anti-comunista Ian Smith viene espulso. La Rhodesia cade nelle mani del comunista razzista nero Robert Mugabe
  3. Tradiranno i ribelli anticomunisti in Angola. Risultato: il regime comunista angolano è rafforzato ed e` protetto contro le forze ribelli anticomuniste di Jonas Savimbi. (UNITA)

MARZO-MAGGIO 1978:IL PRIMO MINISTRO ITALIANO ALDO MORO VIENE RAPITO E ASSASSINATO

Henry Kissinger è molto arrabbiato con il primo ministro italiano, Aldo Moro. Di sua iniziativa e sfidando i globalisti, Moro sta elaborando un accordo con i comunisti d’Italia. Secondo i termini del “Compendio Storico”, i democristiani di Moro formeranno un governo di coalizione che includerà i comunisti. Indubbiamente ciò porterebbe ad una politica estera più neutrale nei confronti dell’Unione Sovietica.

Non è che Kissinger e i suoi amici globalisti siano “anti-comunisti”. Sono anti-russi. Che sia uno zar come Nicola; o un segretario generale comunista come Breznev; o un libero mercato democratico come Putin; l’obiettivo è sempre lo stesso: soggiogare il continente eurasiatico sotto il controllo del Globalismo.

Ogni leader nazionale che si avvicina troppo alla Russia dovrà quindi essere punito in un modo o nell’altro. Ricordiamo il destino del presidente Lincoln (ucciso), il presidente francese Carnot (ucciso), il presidente Taft (messo fuori servizio).

Il 16 marzo 1978, un’unità che si dice appartenente al gruppo militante comunista noto come le Brigate Rosse blocca il convoglio di due auto che trasporta Moro e lo rapisce, uccidendo le sue cinque guardie del corpo. Due mesi dopo, il primo ministro viene ucciso. La conseguente reazione anticomunista scatena “Il Compromesso Storico” e riporta l’Italia nella sfera della globalizzazione anti-sovietica. L’omicidio di Aldo Moro fu un colpo basso per i comunisti, ma una buona notizia per i globalisti – tutto indica che sia stata la Cia a rapire Moro e dare poi la colpa ai comunisti italiani.

La vedova di Moro racconterà in seguito l’incontro di suo marito con Henry Kissinger e un funzionario dell’intelligence americana non identificato. Avvertirono Moro di non perseguire la strategia di portare il Partito Comunista nel suo gabinetto, dicendogli:

“Devi abbandonare il piano di voler riunire tutte le forze politiche nel tuo governo  … o la pagherai cara”.

Moro fu così scosso dal commento che si ammalò e minacciò di lasciare la politica.

Rapito dalle “Brigate rosse” (CIA) – tenuto in ostaggio per quasi due mesi – assassinato a sangue freddo

OTTOBRE 1979: NASCE IL DIPARTIMENTO DELL’EDUCAZIONE AMERICANO

Il presidente Jimmy Carter fonda il Dipartimento dell’educazione. Per 200 anni, gli americani furono persone ben istruite, senza l’aiuto di una burocrazia federale. Per quale motivo l’America ha improvvisamente bisogno di un nuovo Gabinetto? La risposta si rivelerà negli anni a venire, in quanto il Dipartimento per l’educazione degli Stati Uniti, collegato all’ONU, crescera` forte e potente influenzando ogni livello sociale.

Di conseguenza, i bambini americani oggi non imparano quasi nulla sulle dottrine fondanti dell’America o sulla sua vera storia.
Invece di imparare a pensare in modo critico, i giovani studenti sono alimentati con la forza dalla propaganda globalista e socialista, con favole sul riscaldamento globale, con l’odio per gli ideali americani, con una “educazione sessuale” pornografica e basata sulle gioie dell’omosessualita`. Abbiamo dunque ragazzi stupidi che diventeranno facilmente “cittadini globali” facilmente controllabili.

Il DOE globalista ha deliberatamente distrutto i giovani americani, trasformandoli in adulti non pensanti.

1979: LA NASCITA DEI “NEO CONSERVATORI”/ IL SABOTAGGIO DEI VALORI CONSERVATORI DA PARTE DI EX MARXISTI

Il termine “neoconservatore” ebbe origine nei primi anni ’70 e fiorì nel 1979. I fondatori del neoconservatorismo (neo-con) sono “ex-marxisti” autoproclamati i quali hanno capito il loro errore e sono ora desiderosi di abbracciare il conservatorismo americano.

Il primo grande intellettuale a fare “coming out” come neo-con è Irving Kristol (CFR) – “Il Padrino” dei neo-con. Kristol spiega le sue opinioni in un articolo del 1979 “Confessioni di un autoconsapevole” neoconservatore.

I conservatori creduloni accolgono gli infiltrati neocon a braccia aperte nei loro circoli. Non passerà molto tempo prima che questi sionisti “ex-marxisti” violino il vero conservatorismo. I neocon sono i globalisti che si differenziano dagli altri globalisti “liberali” in un settore chiave. Mentre i globalisti del Bilderberger / TC non hanno un amore o una lealtà speciale per Israele, i neocon-globalisti sono fan di Israele, i primi sionisti.

Questa divisione interna, all’interno della più ampia famiglia criminale del Nuovo Ordine Mondiale è un’estensione della tesi “Sionismo contro Bolscevismo” di Churchill di cui scrisse circa 60 anni prima … Il figlio di Kristol, William Kristol, fonderà il controverso progetto per il New American Century che richiederà una nuova “Pearl Harbor” negli anni successivi.

DICEMBRE 1979: BRZEZINSKI TRASCINA I SOVIETICI NELLA SUA TRAPPOLA AFGHANA

I globalisti hanno a lungo aiutato la diffusione del comunismo per i propri scopi. Il comunismo è uno strumento per rovesciare le nazioni tradizionaliste e del libero mercato. Il piano a lungo termine, tuttavia, è quello di unire le nazioni comuniste in un Nuovo Ordine Mondiale che è un mix di corporativismo e comunismo.

I sovietici a Mosca hanno i loro piani di dominio del mondo, o almeno di influenza mondiale. Ma non possono competere con i globalisti che li hanno creati.

Zbigniew Brzezinski sviluppo` un piano per attirare l’Unione Sovietica in una guerra costosa e destabilizzante in Afghanistan. Nello stesso modo in cui la guerra russo-giapponese indebolì la Russia zarista nel 1905, la trappola afgana di Brzezinski avrebbe indebolito lo stato sovietico.

In un’intervista con una rivista francese, Zbig viene a conoscenza della guerra sovietico-afgana:

Domanda: L’ex direttore della CIA, Robert Gates, ha dichiarato nelle sue memorie [“From the Shadows”], che i servizi di intelligence americani hanno iniziato ad aiutare i mujaheddin in Afghanistan 6 mesi prima dell’intervento sovietico. In quel periodo eri il consigliere per la sicurezza nazionale del presidente Carter. Quindi hai avuto un ruolo in questa faccenda. È corretto?”
Brzezinski: “Sì. Secondo la versione ufficiale della storia, gli aiuti della CIA ai mujahedin iniziarono nel 1980, cioè dopo che l’esercito sovietico invase l’Afghanistan, il 24 dicembre 1979. Ma la realtà, segretamente custodita fino ad ora, è completamente diversa In effetti, era il 3 luglio 1979 quando il presidente Carter firmò la prima direttiva per gli aiuti segreti agli oppositori del regime filo-sovietico a Kabul. E proprio quel giorno, scrissi una nota al presidente in cui gli spiegai che a mio parere questo aiuto avrebbe indotto un intervento militare sovietico “.
Domanda: “Quando i sovietici hanno giustificato il loro intervento affermando che intendevano combattere contro un coinvolgimento segreto degli Stati Uniti in Afghanistan, la gente non li ha creduti, tuttavia c’era una base di verità. ? Non rimpiangi nulla riguardo quelle scelte?”

Brzezinski: “Rimpiangere cosa?” Quell’operazione segreta era un’idea eccellente: ha avuto l’effetto di trascinare i russi nella trappola afgana e pensi che sia pentito?
Il giorno in cui i sovietici varcarono ufficialmente il confine, scrissi al presidente Carter. Ora abbiamo l’opportunità di dare all’URSS la sua guerra del Vietnam. In effetti, per quasi 10 anni, Mosca ha dovuto condurre una guerra insostenibile da parte del governo, un conflitto che ha provocato la demoralizzazione e infine la rottura dell’impero sovietico. “

La trappola afghana di Zbig non riguardava “l’anti-comunismo”. È nata in modo tale che un gruppo di criminali (i globalisti) possa trarre vantaggio da un altro gruppo di criminali (sovietici) e intrappolarli nel futuro governo mondiale.

Brzezinski (sopra) e la CIA armarono combattenti afghani contro i sovietici

NOVEMBRE 1980: CONSERVATORI IN FESTA, REGAN VIENE ELETTO PRESIDENTE

L’ex governatore della California, Ronald Reagan, sconfisse l’ex capo della CIA George HW Bush in un’amara lotta repubblicana. I conservatori speravano che Reagan avrebbe distrutto Jimmy Carter.

Reagan era un sostenitore di Goldwater e un informatore anti-rosso durante i suoi giorni come attore di Hollywood. Durante la sua campagna, sostenne di voler adottare una linea dura contro i sovietici e predico` le virtù del governo limitato, di uno standard aureo, meno spese e tasse. Si impegno` persino a far sì che la Commissione Trilaterale non controllasse la sua amministrazione!

L’ambiente politico tuttavia fara` si che Reagan si circondi di manipolatori TC / CFR, compresa la sua scelta come Vice Presidente – George HW Bush. Con inflazione, tasse e disoccupazione alle stelle, il carismatico Reagan sconfigge facilmente Carter.

Reagan era un uomo onesto che perse il controllo della sua presidenza nei confronti dei globalisti e dei sionisti che erano stati messi tutti intorno a lui.

Annunci

La vittoria di Trump: Una svolta storica

Devo ammetterlo. Non mi aspettavo proprio che Donald Trump diventasse il 45esimo presidente degli Stati Uniti d’America. Tutto gli erano contro: La campagna elettorale di Hillary venne finanziata in maniera molto piu` esigua rispetto a quella di Trump; Quasi ogni mass media era contro di lui; Nessuna celebrita si e` fatta avanti per sostenerlo; E ‘ stato etichettato come razzista e misogino; Tutte le figure di spicco del suo partito lo hanno abbandonato; Gran parte della sua politica era in netto contrasto con gli obiettivi dell’élite mondialista; Robert De Niro ha addirittura detto che voleva prenderlo a pugni.

leadtrump

Nonostante tutto questo, Trump ha vinto. Hillary ha perso nonostante fosse sostenuta dall’intero establishment – comprese le organizzazioni d’elite come la Commissione Trilaterale e il Council on Foreign Relations – Come è successo? Si tratta di una ‘ribellione contro l’elite’ come alcuni giornalisti hanno sostenuto … o l’elite sta posizionando il capro espiatorio perfetto per l’Evento?

Una cosa è certa, una voce si e` chiaramente sentita: Quella dei bianchi conservatori dalle aree rurali. Guardando la mappa elettorale, Trump ha vinto quasi il 100% delle aree corrispondenti a questo dato demografico. Hanno notato che il loro attuale governo asseconda ogni possibile minoranza, emarginandoli di fatto? Hanno per caso la sensazione che i valori liberali promossi dai Democratici non sono piu` conciliabili con le loro prospettive conservatorici? Pensano forse che la ‘razza’ americana sia in pericolo a causa di un costante flusso di immigrazione clandestina? Si rifiutano forse di sostenere l’atteggiamento tollerante del governo contro l’Islam? Trump e` stata la risposta a questi dubbi e interrogativi.

VISCERALE

Mentre i media di tutto il mondo, scrivono pagine su pagine analizzando i risultati di questa elezione, basterebbe una parola a descrivere queste elezioni: “viscerali”.

L’elettorato di Trump ha avuto una reazione viscerale a Trump e una reazione viscerale opposta alla Clinton. Eleggere Trump era una mossa scaturita dalle viscere e dagli istinti piuttosto che da calcoli razionali. Trump non ha mai fatto menzione di politiche complesse o di calcoli astrusi. Ha semplice rappresentato se stesso.

Trump era in contrasto con il ‘programma liberale’ presente nei mass-media: politically correct, ‘social justice warriors’ e con l’ordine del giorno delle forze globaliste (durante la sua campagna ha anche citato George Soros) . Trump non ha promesso indecifrabili numeri o nuove politiche, ha promesso di liberare l’America da entita` e cose che ha descritto come parassitarie, che si tratti di un governo troppo influente, dei clandestini, di paesi stranieri che necessitano di aiuto, ecc Questo ha provocato una reazione positiva viscerale da una base demografica il cui motto potrebbe facilmente essere “Andatevene dal mio giardino o vi sparo”.

E ADESSO?

Detto questo, Trump manterra` davvero le sue promesse? Colui che si è descritto come un ‘non politico’ è diventato un politico. E, come sappiamo benissimo, ciò che viene detto durante la campagna elettorale spesso differisce notevolmente con ciò che accade realmente quando si e` al governo. Ricordate quando Obama promise di chiudere Guantanamo più di otto anni fa? Ebbene, dopo due mandati, non è accaduto. Neanche c’ha provato.

Trump costruira` effettivamente un muro? Riuscirà a deportare milioni di immigrati illegali? Riuscirà a bloccare i musulmani dall’entrare negli Stati Uniti? Molte delle sue promesse sono chiaramente incostituzionali. Entità come il Senato, la Camera dei rappresentanti e la Corte Suprema possono facilmente dissolvere qualsiasi politica che non superi il loro esame. Alcuni fatti storici però danno a Trump un potere senza precedenti: I repubblicani controllano tutti e tre i rami del governo e Trump dovra` nominare un giudice della Corte Suprema.

POSSIBILI SCENARI

Mentre Trump sembra essere in contrasto con l’elite mondiale, e` probabile che in futuro verra` utilizzato per far avanzare l’agenda dell’elite. L’intera popolazione americana, in particolare quelli che hanno votato per lui, hanno bisogno di rimanere vigili e mettere sempre in discussione l’ordine del giorno.

In primo luogo, la promozione di una ‘guerra razziale’ è una cosa che va avanti da anni e Trump potrebbe essere utilizzato per spingere ulteriormente tale ordine del giorno. I leader delle comunità di bianchi e neri stanno infoltendo le proprie file. La natura razziale della politica di Trump potrebbe far degenerare la situazione.

Trump ha spesso sottolineato la nozione di ‘legge e ordine’ quando ha affrontano i problemi nelle aree urbane. Non c’e` bisogno di essere astrofisici per vedere l’ascesa di un regime totalitaro e di uno ‘stato di polizia’ dopo il possibile Evento.

Infine, alcuni osservatori teorizzano che l’elite ‘punira`’ gli Stati Uniti, con una crisi economica costruita a tavolino o qualcosa del genere. L’elezione di Trump combinata con l’inaspettato Brexit del Regno Unito ci mostrano come due delle piu` potenti nazioni del mondo si stanno comportando da  ‘canaglie’. Potrebbero essere raddrizzate dall’elite mondiale con dolorosi metodi economici.

La vittoria di Trump è dunque un evento inatteso ma storico. Mentre può essere interpretato come uno schiaffo al volto del élite politica, si apre anche un percorso di estrema incertezza. Una presidenza Clinton sarebbe stata estremamente prevedibile e in perfetta continuità con la precedente amministrazione. Al contrario, è estremamente difficile prevedere in quale direzione una presidenza Trump andrà. Una cosa è certa, lo stesso governo ombra che ha governato il paese (e il mondo) per decenni, è ancora lì. E il fattore ‘caos’ di Trump potrebbe benissimo giocare a loro favore.

Fonte

La battaglia elettorale tra la Clinton e Trump e` una farsa

Da una parte: un miliardario accusato di razzismo e xenofobia. Dall’altra: Una burattina completamente al servizio dell’elite. E in mezzo, gli elettori che si chiedono il motivo per cui la loro democrazia li costringa a scegliere tra due opzioni cosi` terribili.

leadpres-702x336

Mi e stato chiesto molte volte perche scrivessi di cultura popolare quando avrei potuto concentrarmi su questioni “più importanti”, come le elezioni presidenziali. Una risposta secca? Le elezioni presidenziali non sono importanti. A rischio di sembrare un vecchio cinico: Si tratta di una farsa. Non importa chi è in carica, l’agenda e` sempre la stessa, ed e dettata da persone molto lontane da cio ` che potremo chiamare un processo democratico. Per questo motivo, le elezioni presidenziali non sono altro che due gigantesche marionette seguite da un pubblico altrettanto enorme. Mentre le masse vengono abbagliate dalle folli buffonate di tali pupazzi, solo pochi prestano attenzione ai burattinai. Sia che si tratti di democratici o repubblicani, lo stesso governo ombra è dietro le quinte, a dettare le politiche nazionali ed internazionali.

Le elezioni presidenziali, insieme al circo mediatico che le circonda, non sono un “processo democratico”. Si tratta di una facciata con poca o nessuna sostanza. Alcuni problemi vengono discussi, mentre altri sono totalmente ignorati. Le elezioni di quest’anno funzionano allo stesso modo. L’agenda è già impostata ed i candidati stanno svolgendo il loro ruolo. Mentre sembrano essere in netta opposizione su vari argomenti, i candidati sono in realtà parte della stessa squadra.

safe-home-golf-torre

Trump e Clinton al Trump National Golf Club nel 2008.

Il modo in cui le persone si infervorano per i loro candidati, urlando slogan ridicoli e insultando gli avversari, ricorda la folla di un incontro di wrestling – in cui entrambi i lottatori prendono lo stipendio dallo stesso capo per dare spettacolo sul ring. Trump sembra saperne qualcosa.

donaldtrumpwwe

Trump a WrestleMania 23 nel 2007.

Alcuni dicono che Trump sia diverso: “E ‘ un estraneo che riuscira a cambiare le cose!” Trump è davvero qualcosa di caotico – e questo è esattamente ciò che “loro” vogliono. E ‘ fondamentalmente un kamikaze della politica destinato a schiantarsi ed in ultima analisi svanire nel nulla. Nel frattempo, Hillary è stata presentata come la candidata standard, con una carriera politica impopolare, lì solo perche` “era il suo turno”. Questa è la farsa delle elezioni del 2016.

AGENDA PER IL 2016: TERRORISMO ED IMMIGRAZIONE FORZATA

Un rapido sguardo ai titoli dei giornali di tutto il mondo nel corso degli ultimi anni, rivela un forte tema ricorrente: il terrore e l’immigrazione forzata. Questo programma è stato imposto nella maggior parte dei paesi occidentali ed è stato un tema caldo in ognuno di essi. Tutto cio` ha inevitabilmente provocato paura, tensione e divisione … un cocktail perfetto per giustificare una maggiore repressione.

In effetti, negli ultimi anni l’agenda globale della elite è stata particolarmente raccapricciante. In primo luogo, ha permesso la creazione di ISIS in modo da provocare terrore, divisione, e caos in Medio Oriente. In una fase successiva il terrore e la violenza sono stati “esportati” nel mondo occidentale attraverso innumerevoli attacchi terroristici (leggere il mio articolo intitolato ISIS: una creazione della CIA per giustificare la guerra all’estero e repressione in territorio americano per maggiori informazioni).

Nel frattempo, in Europa e America, si e` spinto sul punto “dobbiamo accogliere i rifugiati”, con la conseguente rapida migrazione di centinaia di migliaia di rifugiati siriani colpiti dalla violenza. Ecco una semplice equazione: Migrazione + Terrore = paura, rabbia, tensione e panico. Il caos e l’incertezza risultanti  sono il risultato che “loro” stanno cercando di ottenere.

Il motto della elite è Ordo Ab Chao (ordine dal caos). Essendo questo il loro credo, l’elite sta volutamente cercando di portare il caos al fine di giustificare la grave repressione. L’atteggiamento “dobbiamo accogliere i rifugiati”, che ha assunto l’Occidente non e` frutto del caso. E ‘il risultato di pressioni da una persona e di una organizzazione estremamente potenti: George Soros e la sua Open Society Foundations.

GEORGE SOROS E LA OPEN SOCIETY FOUNDATIONS

108431009-jpg-crop_-cq5dam_web_1280_1280_jpeg-476x320

George Soros

Nel 2015, molti paesi occidentali accettarono una quantità senza precedenti di rifugiati siriani in un processo frettoloso, impopolare, e un po ‘ improvvisato. Le nazioni che hanno accolto piu` immigrati sono la Germania (100.000), Svezia (65.000), Regno Unito (7.000) e Francia (7000), insieme a Ungheria, Danimarca, Canada e Australia. Questo sforzo concertato è stato spinto dalla stessa fonte, la Open Society Foundations. E il miliardario dietro a tutto è George Soros.

George Soros è un finanziere ungherese-americano, un membro di spicco della elite mondiale ed e` un attore importante nella formazione di un Nuovo Ordine Mondiale. Questo ex membro del Consiglio di Amministrazione del Council on Foreign Relations (CFR) ha sostenuto e finanziato numerose organizzazioni e politiche che consentano la globalizzazione. Ha finanziato la campagna di Obama e visita regolarmente la Casa Bianca per garantire che le sue politiche siano rispettate.

La sua Open Society Foundations (OSF) è stata una forza potente che ha spinto l’immigrazione di massa in tutto il mondo. In una nota trapelata nel maggio 2016, la OSF e` orgogliosa della sua influenza nelle politiche di immigrazione mondiali (potete leggere l’intero memo qui):

Un promemoria  di nove pagine dal titolo “Migration Governance and Enforcement,” ci permette di comprendere come l’ONG abbia influenzato la politica di immigrazione su scala globale.

“La corrente crisi dei rifugiati sta creando spazio per rivedere la governance della migrazione e del regime internazionale dei rifugiati”, afferma il rapporto, aggiungendo che le ambizioni del gruppo comprendono “l’aumentare e proteggere i diritti dei migranti “.

“Abbiamo puntato a prevenire la violazione dei diritti dei migranti, riducendo al minimo i controlli alle frontiere e diminuendo l’uso diffuso di detenzione e deportazione,” (rapporto OSF).

“Abbiamo volutamente evitato il termine ‘governance globale’, perché non esiste un unico sistema a livello globale per la gestione della migrazione,” afferma il rapporto preparato dagli operativi di Soros Anna Crowley e Kate Rosin.

Il memo trapelato chiarisce anche che l’ONG vede la crisi come un’opportunità per espandere la sua agenda globalista.

“Mentre le nostre aspirazioni si sono evolute, i nostri obiettivi si sono spostati dalla semplice riduzione del danno a soluzioni più proattive basate su policy che permettano di influenzare il popolo”, afferma il rapporto.

“L’attuale clima presenta nuove opportunità per riformare la governance della migrazione a livello globale, sia attraverso il sistema multilaterale esistente, o cercando soluzioni piu` innovative.”

La relazione esamina anche gli errori nel capitalizzare le opportunità per stimolare il sostegno del “livello base” per questioni migratorie e di finanziamento, ma dice “la crisi dei rifugiati sta aprendo nuove opportunità.”

Il rapporto trapelato lamenta anche la “ascesa della destra radicale”, la quale sostiene che ” gli argomenti tradizionali non funzionano”, tuttavia, l’ONG sta “sperimentando con tematiche e argomentazioni, sia a livello di elite che a livello popolare.”

Invece di cercare di arginare il flusso di migranti, le nazioni, secondo il memo, dovrebbero,accettare la “crisi attuale come la nuova normalità” e guardare avanti per soluzioni di pianificazione a lungo termine.

“Vi è la necessità di creare più spazio per la riflessione, e di sviluppare strategie a medio e lungo termine.”
-– The Daily Caller, “Leaked Soros Memo: Refugee Crisis ‘New Normal,’ Gives ‘New Opportunities’ For Global Influence”

L’impopolare politica sull’immigrazione della Merkel (lasciare aperti i confini) e programmi simili in tutto il mondo sono un risultato diretto degli sforzi Soros ‘. Non fatevi ingannare: l’organizzazione Soros ‘non sta promuovendo l’immigrazione per compassione. La fretta, il flusso non filtrato di immigrati privi di documenti puo portare ad episodi di schiavitu, prostituzione, criminalità e abusi sui minori. Invece di integrare gli immigrati in modo corretto, permettendo loro di diventare a pieno titolo cittadini naturalizzati, il corrente processo a cui vanno incontro gli immigrati permette la creazione di una seconda classe di cittadini che è vulnerabile e soggetta ad abusi.

Mentre ciò accade, in Europa si verificano orribili attacchi terroristici (che si tratti di operazioni false flag o no). Naturalmente, questo ha portato molte persone a dire: «Forse dovremmo stare attenti a chi entra nel nostro Paese”.

Negli Stati Uniti, le fondazioni di Soros hanno lavoro per facilitare il flusso di immigrati clandestini dal Messico. Un memo dell’OSF OSF trapelato nel febbraio 2016 dimostro` anche che l’organizzazione sembrava influenzare la Corte Suprema per quanto riguarda le decisioni circa l’immigrazione clandestina.

Come detto in precedenza gli americani cominciano a preoccuparsi per i loro confini e per gli immigrati che li attraversano. Donald Trump e` il salvatore di queste persone.

TRUMP E LA DESTRA ALTERNATIVA

L’idea di confini sicuri e l’integrazione degli immigrati legali sono questioni politiche reali che dovrebbero essere discussi in un contesto razionale e sensibile. Tuttavia associando le politiche anti-Soros a contesti più ampi come il razzismo e il fascismo, l’intero argomento è screditato e respinto dal dibattito pubblico.

Le elezioni presidenziali del 2016 sono il momento ideale per l’attuazione dell’Agenda. Mentre molti si chiedono come un personaggio come Donald Trump sia riuscito a diventare un candidato alla presidenza, la risposta è abbastanza “deplorevole”: Viene utilizzato per screditare coloro che sono contro l’ordine del giorno di Soros.

Tutta la campagna di Trump ha ruotato intorno all’immigrazione. Tuttavia, invece di affrontare questi problemi in un contesto razionale (che è ciò che la maggior parte degli elettori vorrebbe), non manca mai di dire quella parola o frase in piu` scadendo nel bigottismo. Sostenendo che “il Messico sta mandando criminali e stupratori” e proponendo un divieto di immigrazione musulmana, Trump è, abbastanza intenzionalmente, “andato troppo oltre”. Naturalmente, i mass media sanno come costruirci una storia intorno:

2016-09-19-20_23_12-settings

Una delle tante notizie che associa Trump ai movimenti estremisti e razzisti.

I mass media hanno anche documentato la nascita di un movimento soprannominato “Alt-Right” (Alternative Right/ Destra Alternativa).

A riguardo, esiste anche una pagina di Wikipedia.

La destra alternativa è un segmento ideologico di destra che funge da alternativa al conservatorismo tradizionale negli Stati Uniti. E ‘stato descritto come un movimento unificato, a supporto del candidato presidenziale repubblicano Donald Trump, e in opposizione al multiculturalismo e all’immigrazione.

La destra alternativa non ha una ideologia ufficiale, anche se diverse fonti sostengono che si ispiri al nazionalismo bianco, alla supremazia bianca, all’antisemitismo, al populismo di destra, al nativismo, e al movimento neoreazionario.

Molti degli appartenenti si divertono online postando meme offensive per esprimere le proprie opinioni, su siti web come 4chan.
– Wikipedia

Nonostante il fatto che il nucleo di questo movimento sia guidato da troll che cercano di mettersi in mostra, i giornali e i mass media se ne sono usciti con titoli alquanto scioccanti. L’obiettivo: Equiparare Trump e le sue politiche al razzismo.

2016-09-20-15_55_05-settings

Un tipico titolo sulla destra alternativa

2016-09-20-15_54_17-settings

Un’altro…questa volta il soggetto sono i gay

2016-09-20-15_55_29-settings

….

2016-09-21-12_12_00-settings

Anche il figlio di Trump e` stato associato a gruppi di odio

Alla luce delle polemiche che circondano Trump, Hillary diventa la scelta “razionale” e “ragionevole”. Lei è la candidata di default. Anche molti repubblicani non vogliono essere associati a Trump.

2016-09-21-10_15_33-settings

L’ex presidente Bush, repubblicano, vota per…i democratici?

2016-09-21-10_19_20-settings

Il Segretario di Stato di George W. Bush, Colin Powell, non è un fan di Trump.

HILARY LA CANDIDATA STANDARD

Cerchiamo di essere realistici. Anche se sembrera` un testa a testa, Hillary è destinata a vincere.

Non piace a nessuno. Non ha un piano. Ed e` completamente serva dell’elite mondiale, dei banchieri e di tutte le lobby immaginabili. Ma lei è “destinata” ad essere presidente. E Soros stesso è coinvolto attivamente nella nella sua campagna.

Il miliardario George Soros e altri donatori liberali finanzieranno una nuova campagna di $ 15 milioni di dollari per mobilitare i latinos e altri immigrati, questo autunno, nella speranza di canalizzare l’indignazione per la retorica politica di Donald J. Trump e altri repubblicani nel tentativo di massimizzare i voti per i democratici .
-– NY Times, Soros and Other Liberal Donors to Fund Bid to Spur Latino Voters

I Clinton sono profondamente coinvolti nelle organizzazioni d’élite come il Bilderberg, la Commissione Trilaterale e il Council on Foreign Relations (CFR). Hillary ha partecipato alla riunione del Bilderberg nel 1997. Suo marito Bill Clinton ha partecipato alla riunione nel 1991 – due anni prima di essere eletto presidente. Bill Clinton è anche membro della Commissione Trilaterale, un “gruppo di discussione” influente fondato da David Rockefeller.

Ecco la Clinton da senatrice di New York, mentre dice di aspettare con impazienza che il CFR “le dica cosa fare”:

Anche se Hillary non ha presentato una sola idea originale per migliorare il paese, ci ha fornito un motivo per votarla: E` una donna.

Senza nemmeno menzionare la serie di morti misteriose che circondano i Clinton e l’imbarazzante scandalo delle e-mail, si può già capire che Hillary non e` nulla di nuovo. In realtà, lei è l’incarnazione del candidato ideale dell’elite. Tuttavia, la maggior parte delle persone concluderanno che alla fine, si tratta del “male minore”.

CONCLUDENDO

Il pubblico americano è costretto a scegliere tra due opzioni – ed entrambi sono terribili. Infatti, le due opzioni sono fondamentalmente la stessa opzione. Come la maggior parte delle elezioni presidenziali in passato, il vincitore è già stato scelto dall’élite globale. A meno che non si verifichi un evento inaspettato, Hillary è la vincitrice per default . Il ruolo di Trump in questa farsa è quello di guidare il movimento anti-Soros, associandolo a termini negativi come “razzismo”, o destra alternativa..

In questo senso, Trump è utile come Hillary per l’elite. Entrambi hanno un ruolo. L ‘ “estraneo” probabilmente rimarra` fuori dalla casa bianca e la “insider” ci rimarra` dentro. Le elezioni presidenziali del 2016 sono una farsa completa.

Fonte