Archivi Blog

Sarah Silverman: Greta Thunberg e` Gesu`

L’attrice comica Sarah Silverman ha dichiarato di aver visto la seconda incarnazione di Gesù Cristo nell’allarmista svedese sedicenne Greta Thunberg.

“Pensi di riconoscere Gesù quando tornerà? Lo vedo dappertutto. Lui si è incaranato in questa ragazza. E non lo vedete nemmeno. “Sarah Silverman su Twitter, collegandosi a un articolo della Thunberg che e` apparso sul The Daily Show di Comedy Central con Trevor Noah.

“In realtà sappiamo che dovremo affrontare delle conseguenze per quello che sta succedendo nella nostra vita, e sta già accadendo ora. E peggiorerà. E quindi penso che sia per questo che così tanti giovani, in particolare, si preoccupano di questo ”, ha detto la Thunberg a Noah. “E, naturalmente, la consapevolezza non e` ancora al livello giusto. Le persone sono ancora molto inconsapevoli (piu` che altro si informano), è la mia esperienza. E, quindi, dobbiamo continuare, ma puoi vedere come tra i giovani la preoccupazione sia maggiore. ”

Celebrata dalla sinistra di Hollywood – la star degli Avengers, Chris Evan l’ha definita una “persona impressionante” e la star di The Office Rainn Wilson ha detto che la Thunberg è la sua “eroina” . L’attivista svedese e` negli Stati Uniti per spaventare la popolazione sulla “crisi climatica” in arrivo.

 

L’attivista verde ha partecipato a un “Global Climate Strike” alla Casa Bianca venerdì, dove bambini e adolescenti si sono radunati contro i combustibili fossili e il capitalismo.

“Siete un paese così grande. In Svezia, quando chiediamo ai politici di fare qualcosa, dicono, “Non importa cosa facciamo, perché basta guardare gli Stati Uniti”, ha detto la Thunberg a NPR. “Penso che [gli Stati Uniti abbiano] un’enorme responsabilità” [ nel guidare gli sforzi per il clima]. Hanno la responsabilità morale di farlo. “

Fonte

Paura come forma di controllo: La Fake News dei Fuochi in Amazzonia

Per tutta questa settimana, i media mainstream hanno cercato di spaventarti con storie strazianti sugli incendi in Amazzonia.

Una storia del Washington Post intitolata “Bolsonaro, Trump e i nazionalisti che ignorano il disastro climatico” cita Vitor Gomes, uno scienziato ambientale dell’Università Federale di Para:

“Non ricordo incendi simili in passato.”

Secondo la BBC:

La foresta pluviale amazzonica del Brasile ha registrato un numero record di incendi quest’anno, secondo i nuovi dati delle agenzie spaziali.

Il National Institute for Space Research (Inpe) ha dichiarato che i suoi dati satellitari hanno mostrato un aumento dell’84% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Secondo NPR:

Secondo questo attivista ambientalista recidivo:

Gli incendi hanno generato un hashtag – #PrayforAmazonia – e attirato l’inevitabile competizione (ed esibizione) di virtu` da parte dei “santi viventi”, con Jennifer Lopez, Madonna, Leonardo DiCaprio e Kris Jenner tra coloro che hanno espresso con entusiasmo la loro preoccupazione sui social media.

Anche i politici sono saltati sul carro:

 

Tuttavia quasi tutto quello che hai letto o sentito parlare degli incendi in Amazzonia nei media mainstream è #FakeNews.

Come molte delle storie di terrorismo ambientale che periodicamente attanagliano i mass media, è un panico che è stato deliberatamente e cinicamente alimentato da gruppi di eco-attivisti di sinistra per una serie di scopi:

  • Generare isteria pubblica al fine di scatenare azioni governative costose e inutili che nessuna sobria analisi costi-benefici potrebbe mai giustificare
  • Aumentare la “consapevolezza” – e, per estensione, il denaro – per la causa verde
  • Screditare i conservatori, specialmente quelli che sono propriamente scettici sull’agenda verde, come il presidente Trump e il suo omologo brasiliano Jair Bolsonaro
  • Rafforzare nell’immaginazione popolare l’idea che la crescita economica e le espressioni della sovranità nazionale – in questo caso gli interessi degli agricoltori brasiliani – sono intrinsecamente dannose per l’ambiente
  • Promulgare l’idea comune che l’Amazzonia è il “polmone del pianeta” e quindi sacrosanta e inviolabile più o meno allo stesso modo degli orsi polari, dei ghiacciai, delle isole del Pacifico, della Grande barriera corallina, ecc.
  • Prestare falsa credibilità all’affermazione della sinistra globale secondo cui il pianeta sta vivendo una #EmergenzaClimatica
    Invocare lo spettro del Green New Deal.
  • Sfruttare l’insaziabile richiesta dei media mainstream di storie di terrorismo ambientale, specialmente nella “stagione sciocca” di agosto quando mancano notizie vere

Ecco la verità sugli incendi dell’Amazzonia:

Gli incendi sono principalmente su terreni agricoli, non sulla foresta pluviale vergine …

Non c’è nulla di anormale in questa stagione di incendi

Anche la NASA lo ammette!!!

La deforestazione sta diminuendo non aumentando

La foresta pluviale amazzonica NON produce il 20% dell’ossigeno del mondo (h / t Dennis Ambler)

Da un articolo del New York Times del 2014 di Nadine Unger, assistente professore di chimica dell’atmosfera a Yale:

Inoltre, è un mito che la fotosintesi controlla la quantità di ossigeno nell’atmosfera.

Anche se tutta la fotosintesi sul pianeta venisse fermata, il contenuto di ossigeno nell’atmosfera cambierebbe di meno dell’1 percento.

La foresta pluviale amazzonica è spesso percepita come il polmone del pianeta.

Infatti, quasi tutto l’ossigeno che l’Amazzonia produce durante il giorno rimane lì e viene riassorbito dalla foresta di notte.

In altre parole, la foresta pluviale amazzonica è un sistema chiuso che utilizza tutto il proprio ossigeno e anidride carbonica.

Non e` stata sempre foresta pluviale … (h / t Dennis Ambler)

Da un articolo del 2008 “Brasile: l’Amazzonia antica in realtà era altamente urbanizzata”

Usando le immagini satellitari, gli scienziati hanno scoperto i resti di città un tempo densamente popolate nel Brasile occidentale, un’area che si pensava fosse una foresta vergine.

Il rapporto dell’edizione di venerdì della rivista Science descrive gruppi di città e piccoli villaggi collegati da complesse reti stradali e disposti attorno a grandi piazze centrali. Le ricerche hanno anche scoperto segni di agricoltura, gestione delle zone umide e allevamenti ittici negli antichi insediamenti che ora sono quasi completamente coperti dalla foresta pluviale.

Come ha scritto il professor Philip Stott, professore emerito di biografia alla School of Oriental and African Studies, University of London, nel 2003:

Alla fine dell’ultima era glaciale – da circa 12.000 a 18.000 anni fa – i tropici erano coperti da prati stagionali di savana, più freschi e molto più secchi di adesso. Non c’erano foreste pluviali nella penisola malese e in gran parte dell’Amazzonia e, nonostante il crescente sviluppo umano dello spazio forestale, esistono ancora più foreste pluviali di quante ne esistessero allora.

Qualunque cosa dicano i gretini del mondo, non esiste una regola adamantina secondo cui il Brasile – o i suoi vicini – debbano rimanere perennemente coperti di foreste pluviali.

Fonte

 

Un recente e famoso studio sul riscaldamento globale si e` rivelato una bufala

Uno studio ampiamente pubblicizzato il quale concludeva che il riscaldamento globale è molto peggiore di quanto si pensasse in precedenza è stato messo in dubbio da un errore matematico, riporta Michael Bastasch del Daily Caller.

La scienziata di Princeton Laure Resplandy e i ricercatori dell’Istituto di oceanografia di Scripps hanno concluso in ottobre che gli oceani della Terra hanno conservato il 60% in più di calore rispetto a quanto si pensasse negli ultimi 25 anni, suggerendo che il riscaldamento globale era molto peggiore di quanto si credesse.

Il rapporto e` stato discusso e analizzato dai media di tutto il mondo, tra cui il Washington Post, il New York Times, la BBC, Reuters e altri.

Il Washington Post, ad esempio, riporto`: “Una quantità di calore più elevata del previsto negli oceani, significa che ogni anno viene trattenuto più calore nel sistema climatico terrestre. In sostanza, più calore negli oceani e` un segnale che il riscaldamento globale è più avanzato di quanto pensassero gli scienziati in precedenza ”

Il New York Times e` per lo meno sceso a compromessi, sostenendo che le stime, “se dimostrate accurate, potrebbero essere un’altra indicazione che il riscaldamento globale degli ultimi decenni ha superato le stime prudenti ed è correlato più strettamente con il “worst case scenario” predetto dagli scienziati “.

Sfortunatamente per il team di Princeton-Scripps, sembra che il loro rapporto sia impreciso.

Lo scienziato indipendente Nic Lewis ha scoperto che lo studio presentava “errori apparentemente seri (ma sicuramente involontari) nei calcoli”. Le scoperte di Lewis sono state rapidamente confermate da un altro ricercatore. -Daily Caller

“Solo poche ore di analisi e calcoli, basati solo su informazioni pubblicate, sono stati sufficienti a svelare errori apparentemente seri (ma sicuramente involontari) nei calcoli”, ha scritto Lewis in un post pubblicato sul sito web di Climate Etc. .

Dopo aver corretto l’errore di matematica, Lewis ha scoperto che il tasso di riscaldamento oceanico “è nella media rispetto alle altre stime mostrate e al di sotto della media del periodo 1993-2016

La conclusione di Lewis è stata replicata e supportata dal professore dell’Università del Colorado, Roger Pike, Jr., che ha twittato il suo lavoro.

Lewis ha scoperto che gli autori dello studio, guidati dalla scienziata della Princeton University Laure Resplandy, hanno commesso un errore nel calcolare la tendenza lineare del riscaldamento dell’oceano stimato tra il 1991 e il 2016. Lewis ha anche criticato le previsioni sul modello climatico, che generalmente sovrastimano il riscaldamento.

Resplandy e i suoi colleghi hanno stimato il calore dell’oceano misurando il volume di anidride carbonica e ossigeno nell’atmosfera. I risultati: gli oceani assorbivano il 60% in più di calore di quanto si pensasse in precedenza. Lo studio ha fatto solo squillare campanelli di allarme, soprattutto sulla scia dell’ultima valutazione del clima delle Nazioni Unite. -Daily Caller

Fonte

.

Ocasio-Cortez: Per sconfiggere il Global Warming dobbiamo utilizzare gli stessi piani con cui abbiamo sconfitto i nazisti

La socialista democratica Alexandria Ocasio-Cortez ha detto venerdì in un evento per la sua campagna elettorale che il piano degli Stati Uniti per battere il riscaldamento globale dovrebbe essere copiato pari pari da quello utilizzato dagli Stati Uniti per sconfiggere la Germania nazista negli anni ’40.

“Stiamo parliamo di minacce esistenziali, l’ultima volta che abbiamo avuto a che fare con una vera minaccia esistenziale e` stato durante la seconda guerra mondiale”, ha detto la Ocasio-Cortez. “La abbiamo gia` affrontata e abbiamo un piano per risolverla.”

“Nessuna di queste sono nuove idee”, ha continuato Ocasio-Cortez. “Quello che avevamo era una minaccia esistenziale nel contesto di una guerra: avevamo una minaccia esistenziale diretta con un’altra nazione, questa volta era la Germania nazista e l’asse, che in modo esplicito si sono inimacate gli Stati Uniti”.

“Quello che abbiamo fatto è stato mobilitare la nostra intera economia e industria e abbiamo messo centinaia di migliaia se non milioni di persone a lavorare per difendere le nostre coste e difendere questo paese”, ha affermato. “Dobbiamo fare la stessa cosa e rendere le nostra energia al 100% rinnovabile, questa e` la sola verita`.”

“Può sembrare davvero ambizioso, può sembrare davvero ‘radicale’ come ci piace dire a noi”, ha continuato la candidata al Congresso. “Ma il punto è che abbiamo a che fare con una verità radicale e una realtà radicale, e più scegliamo di ignorarla, peggio faremo ai nostri figli e ai nostri nipoti, e francamente a noi stessi”.

La Ocasio-Cortez non ha tenuto conto del fatto che gli Stati Uniti, un anno dopo dall’essersi ritirati dall’accordo sul clima di Parigi, guidano la classifica di chi sta riducendo maggiormente le emissioni di CO2 mentre molte altre nazioni stanno violando le promesse prese sugli accordi.

E` tutta una bufala per spillare soldi ai cittadini!

Fonte

Scienza Proibita: La Bufala del Riscaldamento Globale (Le bugie sulla Green Economy)

Anche se non è la ragione principale della bufala del RG / CC, il fatto che alcuni dei più ricchi magnati del mondo stiano già approfittando e guadagnando ancora di più dalla “green economy” aggiunge enorme potenza e slancio alla beffa. Miliardari come Richard Branson, Warren Buffett, Jeff Bezos, Jack Ma, Bill Gates, Elon Musk, Tim Cook e Mark Zuckerberg sono solo alcuni dei grandi nomi pronti a “salvare il pianeta”.

Un’iniziativa di investimento, Breakthrough Energy Ventures, è guidata da Bill Gates di Microsoft. I finanziatori del fondo hanno un valore complessivo di circa $ 150 miliardi. Questo club di miliardari ha unito le forze per formare una coalizione a sostegno dell'”energia pulita” che si e` ingrandito dopo i colloqui sul clima di Parigi del 2015. I grandi investitori di denaro sono attratti dall’energia verde perché la sempre crescente forza governativa che sta dietro allo slogan di “salvare il pianeta” sta già creando un enorme mercato artificiale, garantendo allo stesso tempo profitti con sussidi diretti e indiretti dei contribuenti.

Comprendendo la direzione della politica, i membri del calub di milionari hanno fatto le loro scommesse puntando su vento, energia solare, bio-carburanti ecc. E non amano perderci! Faranno tutto il necessario per aiutare il continuo sviluppo di progetti che possono essere remunerativi in questi ambiti, incluso finanziare “scienza falsa” denunciando pubblicamente i veri scienziati come “negazionisti”. Ed è per questo che assistiamo al paradosso apparentemente contraddittorio di tanti grandi “capitalisti” i quali “vanno a letto” con i grandi globalisti-marxisti su questa finta “crisi” del Rg / CC.

A un livello inferiore a quello del club di miliardari abbiamo il club dei multi milionari- ambiziosi scalatori che sperano un giorno di unirsi ai ranghi della lista Forbes del Big B Club. Prendendo spunto dalla folla degli “smart money”, molti MM sono diventati “verdi”. Capisci che questi drogati di denaro e potere non si preoccupano di “salvare il pianeta”. La maggior parte di loro sono abbastanza intelligenti e ben collegati da capire che la “scienza” dietro il RG / CC è falsa

LA TRUFFA DELL’EOLICO

Sia in termini di energia a basso costo che di quantita` di “lavori verdi”, l’energia eolica ha fallito, in modo spettacolare, nell’offrire ciò che hanno promesso i verdi e i grandi investitori. L’inefficiente industria eolica è molto costosa, trasferendo i suoi costi ai consumatori e ai contribuenti creando allo stesso tempo relativamente pochi posti di lavoro.

Ironia della sorte, i parchi eolici devono ancora contare sulla combustione di combustibili fossili quando il vento non soffia e le turbine non riescono a girare. In tutta Europa, le stazioni nazionali di carbone sono state chiuse per raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni di carbonio. Quindi, quando i parchi eolici vengono a mancare, le nazioni devono importare carbone e petrolio.

A parte il fatto che le emissioni di CO2 sono innocue e che il RG / CC è una truffa, i parchi eolici non hanno ridotto né le emissioni né il costo dell’elettricità. Nei giorni senza vento, i clienti di grandi dimensioni possono essere temporaneamente messi offline. Mentre i poveri e gli anziani sono stati colpiti più duramente dalle bollette dell’elettricità, gli unici beneficiari della truffa del vento sono i ricchi investitori che ricevono il benestare del governo.

Non solo i mostri meccanici sono costosi, inefficaci, brutti e letali, molti sono rimasti inattivi e sono costosi da riparare

Bob Adelman scrive nel New American:

Headline: 14,000 Idle Wind Turbines a Testament to Failed Energy

“Quando Element Power ha annunciato il 10 aprile la chiusura di un accordo per la costruzione di turbine eoliche per Blackrock in Irlanda, nulla è stato detto riguardo alle oltre 14.000 turbine eoliche che giacciono inutilizzate in tutto il mondo . Invece, Jim Barry, amministratore delegato di BlackRock, il più grande gestore patrimoniale del mondo, ha espresso grande piacere per la sua nuova avventura con Element.
….
Quelle 14.000 turbine eoliche che si trovano inutilizzate nelle zone di Altamont Pass, Tehachapin e San Gorgonio in California e in altre parti del mondo testimoniano il continuo e accelerato fallimento della speranza sull’esperienza, finanziata con denaro dei contribuenti. E queste aree sono state selezionate come “le migliori zone ventose sulla terra”, che ora, secondo lo scrittore di Natural News Jonathan Benson, sono solo “spazzatura post-industriale che non genera altro che la morte di uccelli”.

Una volta che i fondi dei contribuenti verranno ritirati, l’economia reale del mantenimento di queste costose mostruosità sara` così prepotentemente negativa da lasciarli marcire – scheletri che provano la frode e l’inganno dell’intero meme del riscaldamento globale. ”

I warmists possono cercare di “controllare” dqueste “verità scomode”, ma la realtà rimane: i parchi eolici non generano elettricità su una base commercialmente valida. L’industria dsopravvive solo grazie a generosi sussidi governativi, rubati ai contribuenti e ridistribuiti a ricchi investitori, produttori e proprietari di terreni in cerca di affitto. È una bufala economica, costruita su una bufala scientifica. In effetti, è così grave che persino i media del riscaldamento mainstream e le pubblicazioni dell’industria eolica hanno dovuto concedere alcune “verità scomode”.

Newsweek: (11 aprile 2015): qual è il vero costo dell’energia eolica?

“In quanto consumatori, paghiamo l’elettricità due volte: una volta attraverso la nostra bolletta mensile dell’elettricità e una seconda volta attraverso le tasse che finanziano enormi sussidi per l’energia eolica e altri produttori di energia inefficienti.
La maggior parte delle stime dei costi per l’energia eolica non tiene conto del pesante onere di tali sussidi sui contribuenti statunitensi. Ma se gli americani realizzassero l’intero costo della generazione di energia dall’energia eolica, sarebbero meno disposti a pagare il conto – perché è più di quanto la maggior parte della gente pensi.

Negli ultimi 35 anni, l’energia eolica – che ha fornito solo il 4,4% dell’elettricità negli Stati Uniti nel 2014 – ha ricevuto US $ 30 miliardi in sussidi e sovvenzioni federali. Questi sussidi proteggono le persone dalla scomoda verità di quanto costa effettivamente l’energia eolica e trasferisce denaro dai contribuenti medi ai ricchi proprietari di parchi eolici, molti dei quali sono unità di compagnie straniere.
La società di consulenza finanziaria Lazard mette il costo di generare un megawattora di elettricità dal vento a una gamma di $ 37 a $ 81. In realtà, il vero prezzo è significativamente più alto.
Ciò rappresenta uno spreco di risorse che potrebbero essere meglio spesi dai contribuenti stessi. Persino i presunti vantaggi ambientali di affidarsi maggiormente all’energia eolica sono discutibili a causa della sua inaffidabilità – non c’e` sempre vento – il che significa che una fonte di energia di riserva stabile deve essere sempre online per subentrare durante i periodi di quiete “.

Mensile energia eolica: (14 maggio 2015) guasti annuali delle pale stimati: circa 3.800

“Bellamy, co-fondatrice della società di consulenza sulle fonti rinnovabili Aarufield Ltd, ha sottolineato che i guasti alle pale sono la causa principale delle richieste di risarcimento assicurativo nel mercato statunitense. Rappresentano oltre il 40% dei sinistri, davanti ai riduttori (35%) e ai generatori (10%). L’industria eolica si trova inoltre di fronte a una lotta per assicurare i materiali in fibra di carbonio di cui ha bisogno per progetti di pale più leggere e più potenti, ha avvertito la Bellamy.

“C’è una crescente competizione per questi materiali dalle industrie automobilistiche e aerospaziali”, ha affermato. “E sono disposti, e in grado, a pagare il necessario ….

Recenti esempi di guasti alle pale includono una pala di una turbina 3MW di Vestas V90 che si è spezzata in un parco eolico nel nord della Danimarca l’anno scorso. A quel tempo, Vestas disse che i venti non erano particolarmente forti.

In un altro caso l’anno scorso, GE è stata costretta a sostituire 33 pale sulle sue turbine in un parco eolico del Michigan dopo che una pala si è rotta.

Probabilmente il problema più grande è stato affrontato da Siemens nel 2013, quando è stata costretta ad eliminare 700 pale eoliche in tutto il mondo. Ciò è stato causato da un cedimento nella pala B53. ”

C’e` bisogno di una sola pala per ferire o uccidere qualcuno, cosa che  aumenta ulteriormente i costi dell’assicurazione di responsabilità civile. Aggiungi un altro chiodo alla bara dell’energia eolica – tutto sulla base di una bufala!

LA TRUFFA DEL SOLARE

Analogamente alle loro stravaganti affermazioni sull’energia eolica, la mafia dell’energia verde usa spesso un termine manipolativo per impressionare i sempliciotti. Quel termine è “capacità di generazione elettrica”.

Il termine vuoto è progettato per far credere che il vento o l’energia solare abbiano una capacità illimitata di fornire elettricità in modo efficiente, economico e affidabile. Ma quando si parla di energia, la “capacità” non è altro che un termine tecnico che indica la massima capacità momentanea di produrre elettricità. Non è legato alla consistente, capacità di produrre elettricità, che è l’unica cosa che conta per la nostra economia moderna.

Le forme convenzionali di energia sono affidabili – cioe` sempre disponibili. Carbone, petrolio, gas, energia idroelettrica e energia nucleare sono fisse e note perché le loro fonti di combustibile sono immagazzinabili e controllabili. Ma per l’energia solare ed eolica, le cui fonti di combustibile sono intermittenti, imprevedibili e spesso non disponibili, un termine come “capacità di generazione elettrica” ​​non ha senso, e gli ecologisti lo sanno!

Un campo di pannelli solari può operare vicino alla capacità in una soleggiata giornata estiva, ma quando arrivano le nuvole e le stagioni più fresche, quell’abilità può scomparire. E di notte, i brutti pannelli ovviamente hanno zero capacità di generare elettrica. Ai fini di fornire alla società energia elettrica a basso costo e su richiesta, questo è inutile. Ignora le sviolinate degli esperti e dei media sul solare. La falsa industria dell’energia solare non può sopravvivere senza massicci sussidi governativi – un fatto che persino i warmisti concederanno, sebbene a malincuore, mentre sostengono ancora più sussidi

I quartieri del New Jersey sono disseminati di questi strumenti orrendi orribili, costosi e inefficienti— tutto sulla base di una bufala!

In Germania, dove il solare è di gran moda, i tedeschi devono ancora acquistare abbastanza capacità reale da fonti affidabili per dare a tutti l’elettricità di cui hanno bisogno. Pertanto, il solare e il vento sono inutili e persino problematici poiché aggiungono elettricità imprevedibile e destabilizzante alla rete elettrica. Questo spreco spiega perché i tedeschi pagano 3-4 volte il costo dell’elettricità rispetto agli americani.

Scrivendo a Forbes, l’avvocato e promotore dell’energia del libero mercato Alex Epstein ci avverte:

The Myth of Wind e Solar ‘Capacity’ (29 marzo 2016)

“Ogni volta che senti affermazioni sulla capacità del vento e dell’energia solare, ricorda che dal momento che la loro capacità affidabile è zero, più” capacità “significa una grandezza maggiore e prezzi più alti – a meno che qualcuno non possa creare impianti solari o eolici indipendenti con una unita` che immagazzina l’energia . La mancanza di una singola fabbrica di questo tipo nel mondo dimostra quanto sarebbe inefficace e complicato un tale accordo. “Nonostante massicci sussidi governativi, l’energia solare rimane più costosa dell’elettricità generata alla vecchia maniera. Le sovvenzioni, rubate ai contribuenti, includono un credito fiscale solare del 30% per gli investimenti solari, che è stato prorogato fino al 2019 dal Congresso. Come il vento, questa “industria” finta può sopravvivere solo attraverso la coercizione del governo, e beneficia solo gli investitori ben collegati e gli uomini d’affari solari.

Uno degli esempi più scioccanti della Fake Economics dell’energia solare è quello del Solyndra Scandal del 2009. Solyndra è stata una società di pannelli solari della California che ha ricevuto 535 milioni di dollari in prestiti come “stimolo” governativo a basso interesse nel 2009. Solo due anni dopo, Solyndra è crollata – danneggiando i contribuenti!

Questa società non redditizia e disonesta non si sarebbe mai qualificata per un finanziamento così generoso da una banca o un venture capitalist, ma poiche` il clown della Casa Bianca, che aveva promesso di “abbassare i livelli del mare”, era talmente determinato a buttare via soldi nell'”Energia verde”, le povere basi di Solyndra furono doverosamente ignorate dai funzionari federali che erano sotto pressione per buttare via i soldi.

LA FRODE DEL “BIO-FUEL”

Si supponeva che la feccia di stagno e altri “biocarburanti” fossero anch’essi fonti di combustibile “rivoluzionarie” che avrebbero ridotto la nostra “dipendenza dal petrolio straniero” e sostituito i “combustibili fossili del pianeta”. In un mercato veramente libero, questa idea fallita sarebbe giustamente morta di morte naturale molti anni fa. Ma ancora una volta, a causa del sostegno del governo (contribuente), la “rivoluzione” dei biocarburanti persiste anno dopo anno.

I biocarburanti derivano da fonti quali alghe, olio vegetale, mais (etanolo), materiale raccolto e letame – solo per citarne alcuni. Proprio come il vento e il sole, la truffa di biocarburanti è inefficiente, costosa e dipendente dal commercio forzato e dai sussidi. Robert Bryce, un anziano del Manhattan Institute, ci spiega con numeri reali la faccenda.

The National Review (25 gennaio 2016): The Biofuel Scam is worst than Solyndra

L’ultimo esempio di follia dei biocarburanti è arrivato mercoledì scorso, quando la Marina degli Stati Uniti ha annunciato lo spiegamento di ciò che definisce la “Grande Flotta Verde”. A San Diego per l’evento erano presenti il ​​Segretario della Marina Ray Mabus e il Segretario all’agricoltura Tom Vilsack, un ex governatore dell’Iowa. I due ufficiali sono volati in mare in un elicottero in modo da poter vedere il cacciatorpediniere far rifornimento con una miscela di carburante diesel e biocarburante. L’evento di San Diego è solo l’ultimo esempio di come chi guadagna con i biocarburanti abbia usato i militari per mettere le mani sui soldi dei contribuenti. Il giorno della Terra del 2010, la Marina ha fatto volare un F / A-18 usando una miscela di carburante per aviogetti convenzionale e biocarburante derivato da camelina, una pianta della famiglia della senape … Il costo di quel carburante: circa $ 67 al gallone.

Nel 2012, la Marina ha pagato $ 424 a gallone per i biocarburanti derivati ​​dalle alghe. Quello stesso anno, in un altro esempio molto pubblicizzato della Grande Flotta Verde, ha speso circa $ 27 al gallone per 450.000 galloni di biocarburante. Una delle aziende che ha ottenuto un lucrativo contratto di biocarburanti dall’esercito è stata la Solazyme Inc., con sede a San Francisco. Secondo il Congressional Research Service, nel 2009, Solazyme ha ottenuto un contratto da 223.000 dollari per 1.500 litri di carburante a base di alghe. Questo funziona a $ 149 per gallone. … Solazyme è stata anche una grande donatorice per cause democratiche, dando circa $ 300.000 a candidati e comitati democratici. La società ha anche donato tra $ 100.000 e $ 250.000 alla Fondazione Bill, Hillary e Chelsea Clinton. Il fiasco di Solyndra riguardava un prestito di 535 milioni di dollari che avrebbe dovuto aiutare la società a produrre pannelli solari. Invece, nel 2011, l’azienda è fallita. Ma il prestito Solyndra rappresenta solo circa la metà dell’oltre $ 1 miliardo che il Dipartimento dell’Energia ha fornito a varie società per la ricerca e lo sviluppo di biocarburanti cellulosici.

Quel denaro è stato speso nonostante le ricerche dimostrino che la produzione di biocarburanti cellulosici probabilmente produce emissioni di anidride carbonica superiori a quelle della benzina convenzionale. Il denaro del DOE è solo una parte della follia. Sempre mercoledì scorso, Reuters ha osservato che la Marina ha “concesso $ 210 milioni per aiutare tre imprese a costruire raffinerie per produrre biocarburanti usando biomassa legnosa, rifiuti urbani e grasso da cucina usato”.

Nonostante decenni di promozione, oltre a anni di mandati e sussidi, i biocarburanti non hanno mai intaccato in modo significativo il nostro bisogno di petrolio. E visti i ripetuti fallimenti di varie società di biocarburanti, è improbabile che lo facciano.

Oggi, le distillerie di etanolo consumano circa il 40% di tutta la produzione di mais domestico per produrre un equivalente di carburante di circa 600.000 barili di petrolio al giorno. E ci sono voluti circa quattro decenni di mandati e sussidi per l’industria del mais-etanolo per crescere fino a quella dimensione. Confrontiamo questo risultato con quello che è successo nella zona petrolifera. Dal 2006, grazie alla rivoluzione dello shale, la produzione nazionale di petrolio è aumentata di oltre 3,6 milioni di barili al giorno. Così, nell’ultimo decennio, il settore petrolifero ha aumentato la produzione di sei volte la produzione totale di ogni distilleria di etanolo in America.
L’aumento della produzione di petrolio è avvenuto perché le aziende private rischiavano miliardi di dollari, e così facendo hanno innovato tutto, dai trapani alle pompe di fango. Il risultato: drammatiche riduzioni dei prezzi del petrolio e del gas naturale, che stanno ora risparmiando miliardi di dollari ai consumatori americani all’anno. Nonostante questi fatti, la lobby dei biocarburanti continua a farsi strada a Washington e, sfortunatamente, al Pentagono. Questa è l’assoluta follia della politica energetica americana.

1. Le sconcertanti rivelazioni di Robert Bryce basate sui fatti riguardo i ridicoli costi dell’ “energia verde” sono occasionalmente presentate in nuovi spettacoli via cavo, ma MAI nelle pagine del The New York Slimes o in nessuno dei principali programmi di notizie di rete. 2. La “Grande Flotta Verde” si alimenta con biocarburanti che costano fino a $ 430 al gallone. 3. I campi fertili dello Iowa sono per la crescita del CIBO – non per produrre inutili bio carburanti

IL COSTO UMANO DEL SALVARE IL PIANETA

La bufala del RG / CC sarebbe molto divertente, se non fosse per le difficoltà che sta causando e le vite che sta distruggendo. Per tutti noi che viviamo nel demente mondo occidentale dove la nuova religione di “salvare il pianeta” dal RG / CC ha portato alla classificazione normativa della innocua CO2 come “inquinante”, le tariffe elettriche sono aumentate continuamente  Vedi se riesci a ricavare un estratto conto bancario o bolletta elettrica di 10 o 15 anni fa e nota la grande differenza che stai pagando mese su mese. Per le famiglie a basso reddito, questa diminuzione del reddito disponibile rende la vita ancora più difficile.

I minatori di carbone in Europa e in America hanno sofferto di più – con 83.000 minatori di carbone americani che hanno perso il posto di lavoro come risultato diretto delle sanzioni dell’EPA.  In stati come Kentucky, West Virginia, Ohio, Illinois e Pennsylvania, gli uomini che lavorano sodo con le famiglie per nutrirsi si sono incamerati in una povertà estrema, tutto sulla base di una dannata bufala!

Il costo di “salvare il pianeta” aumenta anche il costo delle nuove auto (a causa di requisiti di emissione più severi e non necessari) e costringe i poveri a cambiare le loro auto usate perché le “riparazioni” e le modifiche spesso sono molto costose . Quanto ironico è il fatto che questi “liberali” warmisti, ii quali professano di amare così tanto i poveri, sostengano una colossale frode che trasferisce la ricchezza dai poveri e dal mezzo agli investitori verdi miliardari.

UCCIDERE Il SOGNO AFRICANO

L’Africa, anche se generalmente povera, è molto ricca di risorse e non manca di uomini disoccupati che muoiono di lavoro (ecco perché così tanti si stanno riversando in Europa!) Con un po ‘ di esperienza esterna da Occidente e Cina, il continente ha enormi potenziale di sviluppo agricolo, industriale ed economico.
Ma ancora una volta, sono proprio le stesse forze politiche “liberali” che professano di amare i poveri e i neri così tanto da impedire alle nazioni africane di sollevare milioni di loro dalla povertà estrema. I politici africani corrotti, trattenuti nel libro paga occidentale noti come “aiuti stranieri”, contribuiscono a facilitare questa oppressione. Alcune cliniche in Africa sono alimentate da pannelli solari che non forniscono abbastanza elettricità sia per il frigorifero medico che per le luci allo stesso tempo. L’autore keniota e l’economista di libero mercato James Shikwati ci spiegano

“C’è qualcuno che vuole uccidere il sogno africano e il sogno africano è quello di svilupparsi Il potere rinnovabile è una sperimentazione lussuosa … Non vedo come un pannello solare possa alimentare un’industria siderurgica, piuttosto una radio a transistor. “Non toccare le tue risorse, non toccare il tuo olio, non toccare il tuo carbone”. Questo è un suicidio. ”

Shikwati descrive l’idea di limitare le persone più povere del mondo a fonti energetiche alternative come “l’aspetto più moralmente ripugnante della campagna del riscaldamento globale”.

1. Poche persone capiscono come le regolamentazioni legate allo scherzo del riscaldamento stiano sollevando la bolletta dell’elettricità 2. Il minatore di carbone disoccupato Eddie Jones cerca lavoro a computer nel Kentucky Career Center 3. L’economista keniano James Shikwati non vuole “aiuti esteri ” per l’Africa. Vuole lo sviluppo – ma i warmisti occidentali dicono “No!”

 

Scienza Proibita: La bufala del Riscaldamento Globale (La Falsa Logica dei Cambiamenti Climatici)

GLI ARGOMENTI SCIENTIFICI E RETORICI DEL RG/CC SONO BASATI SULLE CLASSICHE FALLACIE LOGICHE DEFINITE DALLA FILOSOFIA GRECO-ROMANA

Studiando gli argomenti a favore del RG / CC creato dall’uomo, lo studioso di filosofia classica non può fare a meno di essere folgorato sia dalla quantità che dalla gravità delle classiche falllacie logiche proposte dai warmisti. Un errore logico è un difetto nel ragionamento. Sono illusioni di pensiero e possono essere molto complesse.

Questi errori possono derivare dalla deliberata disonestà, dalle insicurezze psicologiche (oltre all’essere errate) o solo da una parziale o totale mancanza di vera educazione. I sostenitori del governo, del mondo accademico e dei media generalmente rientrano in una di queste categorie.

Metti via la tua mentalità scientifica per ora. Preparati ad una lezione di filosofia

L’appello alla autorita` fallace

Esempio: il professor Mann è un esperto di climatologia e afferma che la CO2 prodotta dall’uomo porterà a un riscaldamento globale catastrofico
Perché questo è fallace? L’argomento non è basato su alcun fatto, ma solo su un appello alla presunta “autorità” del professor Mann. Non prova nulla.

L’appello al motivo fallace

Esempio: il senatore Paul si oppone alla regolazione della CO2 perché rappresenta lo stato minerario del Kentucky.
Perché questo è fallace? L’argomentazione non è basata su alcun fatto, ma unicamente sull’assegnazione di un potenziale motivo alla “negazione” del senatore Paul. Potrebbe benissimo essere che il senatore Paul comprenda alcuni fatti che lo portano a concludere che la CO2 non è un problema, dopo tutto.

La fallacia dell’attacco ad hominem

Esempio: l’uso del termine idiota “Negazionista del Clima” o il raggruppamento dei non credenti  tra le file dei “teorici della cospirazione”, dei “non istruiti” o dei “pazzi”.

Perché questo è fallace? Gli insulti non sono basati su alcun fatto. Potrebbe essere perfettamente accettabile chiamare un “negazionista” stupido o “pazzo” se il RG / CC fosse chiaramente provato – ma semplicemente non è stato dimostrato.

Invece di presentare prove scientifiche per dimostrare la loro falsa teoria, i sostenitori screditano i veri scienziati definendoli “negazionisti del cambiamento climatico”. Questa è propaganda, non scienza

Argomento che deriva dalla fallacia

Esempio: quando il realista del clima, il senatore Jim Inhofe (R-OK), in un tentativo fuorviante di deridere i warmisti, ha portato una palla di neve al Senato da un’insolita tempesta di neve che aveva colpito Washington, DC, i warmisti non caddero nell’acrobazia di Inhofe liquidandolo come qualcuno che scambia tempo metereologico per il clima. Inhofe (che, ironia della sorte, è molto ben informato sull’argomento del falso RG / CC) è stato spietatamente deriso per giorni dalla stampa warmista. Per estensione, tutti i “negazionisti del clima” sono stati descritti come sciocchi dalla mentalità semplice che scambiano in modo ignorante le condizioni climatiche quotidiane con le tendenze climatiche a lungo termine. Perché questo è fallace? La fissazione tattica dei warmisti su un singolo errore logico commesso dal senatore Inhofe, non nega in alcun modo la montagna di altre prove che distruggono la loro falsa scienza del RG / CC creato dall’uomo.

La fallacia della complessita` e della verbosita`

Esempio: le esaurienti spiegazioni tecniche offerte per ogni dettaglio minore del RG / CC combinato con la fisica teorica e i modelli computerizzati.
Perché questo è fallace? Questa tattica serve a confondere e intimidire coloro che non hanno una preparazione tecnica, mentre abbagliano quelli con la passione per la matematica e la fisica. L’errore sta nel fatto che non esiste una connessione dimostrabile tra i calcoli complessi e la realtà fisica. Un complesso intreccio di scienza, per quanto brillantemente ingegnoso possa essere, non dovrebbe essere confuso con la scienza attuale.

La fallaccia dell’appello al luogo comune

Esempio: molti non credenti ora affrontano un “suicidio della carriera” o almeno una battuta d’arresto professionale, se osano esprimere la loro incredulità. Questo è particolarmente vero tra i giovani scienziati emergenti. Un’altra variante di questa tattica è il lavaggio del cervello obbligatorio dei giovani studenti dalla scuola media fino alla scuola superiore
Perché questo è fallace? Usa la forza piuttosto che i fatti e la persuasione per “educare” i non credenti.

La fallacia Ad Populum

Esempio: l’affermazione che vi sia un “consenso” tra gli scienziati e / o il pubblico in generale che il GW / CC creato dall’uomo sia un fatto.
Perché questo è fallace? A parte il fatto che si tratta di una dannata menzogna, l’argomento non è basato su alcun fatto, ma solo sul presupposto che la maggioranza abbia sempre ragione.

Dire bugie

Esempio: la manipolazione di dati scoperti dal “Climategate Scandal” o il comodo “aggiustamento” dei dati RSS via satellite.P erché questo è fallace? Questo è autoesplicativo. Basti dire che una volta che una persona viene sorpresa a mentire, un uomo ragionevole ha tutto il diritto di non credere e di ignorare anche le altre affermazioni del bugiardo.

+Riesci a individuare i tre errori contenuti nel “tweet” di Obongo?
1. Appello all’Autorità degli “scienziati” 2. Appello Ad Populum alla maggioranza del 97% 3. La richiesta del 97% è una palese bugia inventata da un attivista verde e da un “sondaggio” truccato.

Il trucco del “Fact Check”

Esempio: un giornalista warmista o un gruppo di sinistra (come Snopes, FactCheck.org, Skeptical Science ecc.), Che finge di essere “obiettivo”, “analizzerà” una vera affermazione che contraddice una menzogna warmista, e quindi falsamente dichiarera: "Abbiamo" controllato "questa affermazione e abbiamo scoperto che e` un fake.”
Perché questo è fallace? Il falso “fact-checking” è solo una forma sofisticata di menzogna – confezionata in modo tale da apparire oggettiva, autorevole e definitiva. I warmisti usano questo piccolo trucco molto frequentemente.

Fallacia sillogistica / Fallacia esistenziale / Luogo Comune

Esempio: Headline: New York Times, (20 giugno 2017): troppo caldo per volare? I cambiamenti climatici possono dare problemi in aereo

Si noti come il titolo assume automaticamente, come dato, che il RG / CC esista, e quindi lo colleghi alle cancellazioni di voli aerei (a causa di un’ondata di caldo a Phoenix). Un’altra variazione comune di questo errore tra i warmisti viene impiegata quando sono sfidati sull’assenza di un effettivo riscaldamento.

Perché questo è fallace? L’ipotesi del RG/CC creato dall’uomo non è stata stabilita dai fatti ne dall’osservazione. Mantenendo costantemente la menzogna come presupposto a priori, al lettore viene lasciata la falsa impressione che in precedenza sia stata dimostrata come vera.

La fallacia emozionale

Esempio: l’uso di simpatici orsi polari e cuccioli di orso polare come volto del RG / CC

Perché questo è fallace? Chi non ama i cuccioli di orso? L’idea che piccoli cuccioli coccolosi si stiano estinguendo a causa della CO2 prodotta dall’uomo, fa sì che le persone dal cuore tenero perdano il loro senso del giudizio. Non ci sono fatti qui — solo un subdolo strattone alle corde del cuore.

La fallacia degli aneddoti

Esempio: l’affermazione secondo cui un determinato paese ha vissuto la sua estate più calda in 100 anni.

Perché questo è fallace? Su questo nostro enorme pianeta, ci sarà sempre una regione che ha appena sperimentato un calore insolito, e ci saranno contemporaneamente regioni che stanno vivendo un insolito freddo. Le eccezioni non provano nulla.

La fallacia dell’onere della prova

Esempio: il warmista sfiderà i “negazionisti” a debunkare una particolare affermazione sulle loro teorie relative ai campioni di ghiaccio all’interno delle calotte o sugli anelli degli alberi.

Perché questo è fallace? L’onere della prova è sulla persona che fa un determinato assunto, non su qualcun altro per dimostrare che e` in errore. Chi di noi, se falsamente accusato da un intelligente teorico, di aver commesso un omicidio irrisolto molti anni fa, sarebbe in grado di confutare la teoria? Nondimeno, la maggior parte delle affermazioni dei riscaldatori sono state comunque smentite.

Caso chiuso

Esempio: I warmisti affermano che “la scienza è risolta” o “il dibattito è finito”.

Perché questo è fallace? Anche se può sembrare impressionante per gli utenti facilmente impressionabili, questo argomento non offre fatti o prove. È solo retorica senza senso. Quando una questione diventa veramente risolta scientificamente, non è più necessario dichiarare che è risolta, poiché diventa evidente.

Dichiarare, con grande passione, che “il dibattito è finito” non prova nulla

Ripetizioni (più un pregiudizio cognitivo che un errore logico)

Nel corso del tempo, il semplice grado di potere e la ripetizione dietro il RG / CC ha convinto anche le persone più “istruite” della veridicità della “scienza”. A causa del fatto che a nessuno piace ammettere di essere stato fregato – e ancora meno persone piace andare contro le opinioni della “maggioranza” dei loro coetanei – le credenze instillate da questo tipo di campagna pubblicitaria e propaganda possono essere estremamente difficili da dissipare. In realtà è molto più facile ingannare le persone piuttosto che convincerle che sono state ingannate.
Nondimeno, per un uomo pensante, un clamore pervasivo, la pressione dei pari e la “opinione pubblica” non sostituiranno mai l’evidenza totalmente inesistente del riscaldamento causato dall’uomo.

I signori Aristotele, Socrate e Platone stanno roteando nella loro tomba osservando gli errori logici fatali dei warmisti e dei loro ingenui seguaci

CINQUE TIPI SI SCIENZIATI CHE PROMUOVONO L’ERRATA LOGICA E SCIENZA DIETRO IL RISCALDAMENTO GLOBALE

È divertente sentire la gente parlare degli “scienziati” con toni servili di deferenza e riverenza – come se chiunque fosse laureato in scienze fosse una sorta di semi-Dio o Sommo Sacerdote consacrato, infallibile e incorruttibile. Certamente, i veri praticanti della vera scienza meritano il nostro rispetto e gratitudine. Ma non commettere errori, come tutte le altre professioni, le scienze sono infestate da ignoranti che non hanno né la formazione filosofica né gli standard etici per essere degni dei loro titoli.
I falsi scienziati che promuovono la burla del GW / CC rientrano in una delle cinque categorie:

1) L’ambizioso

Questo personaggio squallido è molto consapevole del denaro e della notorietà che attende lo scienziato che è disposto a prostituirsi avidamente. L’ambizioso scienziato è un criminale che venderebbe sua madre per una possibilita` di ricevere il premio Nobel, o anche solo di comparire nei “prestigiosi” New York Slimes o Scientific American.

Ovviamente, il soggetto non crede davvero alla spazzatura che sputa, ma molto similmente ad un “testimone esperto” corrotto in un caso giudiziario, “dimostrerà” qualunque cosa i suoi supervisori vogliano che “provi”.

2) L’uomo affamato

Non tutti quelli con una laurea in scienze possono andare a lavorare in un laboratorio d’élite, all’università o alla NASA. Molti scienziati mediocri devono “pubblicare o morire”, oppure vivere di borse di ricerca. L’uomo affamato funziona allo stesso modo dello scienziato ambizioso che abbiamo visto in precedenza. La differenza è che probabilmente lo sta facendo con riluttanza solo per poter pagare i suoi prestiti studenteschi o per sfamare la sua famiglia – e non necessariamente per avidità o fama.

3) L’attivista politico

Uno scienziato con una tendenza marxista-globalista promuoverà il  RG / CC perché le sue “soluzioni” implicano l’intensa centralizzazione del potere del governo, più tasse, più controllo sull’industria privata e la proprietà, e una diminuzione generale della sovranità

Alcuni scienziati warmisti mentono per i soldi. Altri sono semplicemente pazzi e vogliono essere parte di una dittatura globale.

4) Lo stupido ovvero il pensatore di gruppo

Come una mandria di lemming, pecore o bovini che si affollano; o uno stormo di uccelli che cambia bruscamente direzione da destra a sinistra; o come ragazze adolescenti che seguono ciecamente l’ultima mania della moda; la nostra natura animale fa sì che molti di noi gravitano automaticamente verso la direzione del nostro gruppo di pari. Gli scienziati non sono affatto immuni da questo fenomeno psicologico naturale. In effetti, molti di loro, nonostante la loro abilità con la matematica e il ricordo di fatti e figure simili a computer, sono in realtà tra i semi-ritardati più stupidi e obbedienti conformisti che tu abbia mai incontrato. Dai a uno di questi pagliacci un’Equazione quadratica, e lui la risolverà sul retro del tovagliolo. Ma chiedi a “Rain Man” di allacciarsi il laccio delle sue scarpe e guardalo mentre si blocca nella piu` completa confusione.

Una volta che alcuni “grandi nomi” e pubblicazioni ben note iniziano a propendere verso quella o questat “teoria del mese”, molti degli scienziati minori seguiranno. Il Group-Thinker-Lemming differisce dall’ambizioso arrivista, dall’uomo affamato e dall’attivista politico perché lui, ubriaco di matematica e facilmente influenzato da scienziati “famosi”, crede davvero in questa merda!

Alcuni di questi soggetti si potrebbero effettivamente realizzare nel loro particolare ramo scientifico, ma tendono a rimandare ad altri “specialisti” quando vagano fuori dal loro campo di competenza. Una volta ingannati dalla raffinata sofferenza e dalla “fisica teorica” ​​dei loro abili superiori scientifici, la stessa presunzione e arroganza del pensatore di gruppo lo renderanno impossibile da  deprogrammare con i fatti.

5) Il codardo

In parte per la preoccupazione di commettere un “suicidio di carriera” come la dottoressa Judith Miller ha messo in guardia, ma soprattutto per paura di essere etichettato come “negazionista del clima” dai media e dai suoi pari, il codardo, docilmente, portera` avanti l’inganno. A differenza dell’affamato, molti codardi sono finanziariamente stabili. È soprattutto la pressione dei pari che motiva il loro sostegno alla beffa. Al massimo, il Vigliacco potrebbe mettere in discussione “quanto devastante” il RG / CC sarà, ma lo farà, tutto sommato, rimanendo unito al carrozzone.

Metti insieme quei cinque gruppi, amplifica le loro voci con 40 anni di propaganda di Fake News e “l’educazione” dei bambini delle scuole – e boom! Hai un gruppo centrale di scienziati controllabili che, con miliardi di dollari in contanti e miliardi derivanti dalle pubblicità dei media può facilmente convincere gli scienziati che dicono la verità che i media censurano rigorosamente dalla stampa e dalla radio.

Ecco come funziona la dinamica sociale. Criminali, comunisti, pazzi e codardi che fingono di praticare “scienza”. Inutile dire che l’avidità, la fama, la paura, la politica e il pensiero di gruppo si sommano alla pessima logica e scienza del RG/CC. A proposito, questa stessa dinamica di gruppo può essere applicata a giornalisti, politici, professionisti e “educatori”.

L’ILLOGICITA` DEI WARMISTI PUNTA IL DITO CONTRO FATTI OPPOSTI PER GIUSTIFICARE SEMPRE E COMUNQUE IL RISCALDAMENTO GLOBALE

Quando il discorso logico e ragionato fallisce, un po ‘ di meritata beffeggiatura basata sui fatti è il modo migliore per esporre un truffatore bugiardo o un idiota ben intenzionato. Fai una bella risata a queste sciocche affermazioni contraddittorie – con titoli di supporto basati su affermazioni di “scienziati” finanziati dai sussidi.

PIOVOSITÀ

RG / CC causa tempo secco …
• National Wildlife Federation: Global Warming and Drought (9)

… e fa anche piovere …
• The Guardian (Regno Unito): il riscaldamento globale sta aumentando i tassi di piovosità

TEMPERATURE
RG / CC provoca temperature elevate …
• National Wildlife Federation: riscaldamento globale e ondate di calore

… e provoca anche il freddo …
• Scientific American: il riscaldamento globale può significare inverni piu` rigidi

GHIACCIO POLARE
RG / CC fa sciogliere il ghiaccio polare …
• Weather Underground: Arctic Sea Ice Decline

… e fa sì che il ghiaccio polare si espanda …
• Nature: il riscaldamento degli oceani può essere un importante fattore di espansione dei ghiacci nell’Antartico

VENTI
RG / CC causa venti più deboli … ..
• Scientific American: i cambiamenti climatici possono significare meno venti

• Science Live: il riscaldamento globale indebolisce i venti

e provoca anche venti più forti …
• ABC (Australia): Australian scientists say strong winds in Pacific Behind pause in Rising Temperatures

• Università della California a Santa Cruz: I venti costieri più forti a causa dei cambiamenti climatici possono avere effetti di vasta portata

GHIACCIAI
RG/ CC fa sciogliere i ghiacciai …
• National Geographic: The Big Thaw: As climate warms, how much, and how quickly, will Earth’s glaciers melt?

e….

• National Geographic: alcuni ghiacciai in crescita a causa dei cambiamenti climatici, lo studio suggerisce

ATOLLI
RG / CC e` la causa della scomparsa degli atolli
• Università delle Nazioni Unite: isole Atollo e cambiamenti climatici: Stati in via di estinzione?

e RG / CC fa sì che gli atolli riappaiano …
• Telegraph (Regno Unito): le isole del Pacifico crescono, non si restringono a causa dei cambiamenti climatici

URAGANI / TIFONI
RG / CC provoca più uragani …
• UK Independent: il riscaldamento globale sta causando più uragani

e… RG/ CC causa meno uragani.
• NASA: in un mondo di riscaldamento, le tempeste possono essere meno potenti

Vedete, con la falsa logica del riscaldamento, qualunque cosa accada, gli “scienziati” del riscaldamento e i loro co-cospiratori nei media hanno una spiegazione!

Se esce testa, vincono e se esce croce, vincono lo stesso.

Se vuoi davvero goderti una bella risata, dai un’occhiata alla lista completa degli effetti collaterali causati da RG / CC – meticolosamente compilati e collegati su http://www.numberwatch.co.uk/warmlist.htm.  Troverai di tutto, dagli attacchi di uccelli, all’indigestione, al virus del Nilo occidentale, alla depressione, ai senzatetto, all’AIDS, alle frane, agli incidenti stradali e centinaia di esilaranti “conseguenze”. E si può essere sicuri che per ciascuno di questi “studi”, gli “scienziati” dietro di loro ricevettero una generosa sovvenzione da qualche fondazione “filantropica” di governo o di sinistra.

1. Time Magazine: troppo caldo, è RG / CC. 2. Rivista Newsweek: bufere di neve, anche questo è RG / CC. —- Tutto quello che possiamo fare è ridere di loro.

QUALCHE PARADOSSO IRONICO SULL’ENERGIA VERDE

CO2 E CALORE AUMENTANO L’INVERDIMENTO DEL PIANETA

Chiedi a qualsiasi albero, cespuglio o filo d’erba quali due cose vorrebbe per Natale, soprattutto. Oltre alle precipitazioni adeguate, i nostri amici verdi risponderebbero sicuramente: a) Più CO2 e b) più calore.
Quindi, se l'”energia verde” come l’energia solare ed eolica sostituiscono le emissioni di CO2 (cibo vegetale) di gas, petrolio e carbone, non staremo quindi riducendo la quantità di verde? E se la riduzione di CO2, come sostengono i warmisti, riduce il presunto calore, non stiamo riducendo anche la vegetazione? In realtà sarebbe più accurato riferirsi al consumo di “combustibili fossili” come alla vera “energia verde”.

I LIVELLI DI CO2 SONO SUPERIORI NELLE GIUNGLE E NEI BOSCHI

Le osservazioni satellitari mostrano che i livelli più elevati di CO2 sono presenti nelle regioni non industrializzate, come l’Amazzonia,. I warmisti hanno tentato di dissipare questa realtà sostenendo, senza prove solide, che l’Amazzonia assorbe la stessa quantità di CO2 che emette, ma resta il fatto che le concentrazioni qui sono più elevate rispetto alle aree industriali vicine.

I warmisti si lamentano sempre della “deforestazione”. Ma se le aree non sviluppate presentano livelli di CO2 più elevati rispetto alle aree sviluppate (probabilmente a causa della decomposizione della vegetazione, della respirazione degli animali, delle termiti, ecc.), Potremmo non essere in grado di impedire lo “scioglimento dell’Antartide” se non bruciando l’intera Amazzonia! L’incendio dolosopotrebbe aumentare i livelli di CO2, ma a lungo andare i livelli di CO2 diminuirebbero “salvando il pianeta”. Giusto?

(* Dato che i riscaldatori / liberali dogmatici si rendono privi di senso dell’umorismo e sono spesso privi dell’intelligenza, desideriamo chiarire che in realtà non stiamo sostenendo la distruzione dell’Amazzonia!)

1 e 2: Salva gli orsi polari! Spiana l’Amazzonia! 3: Le grandi termiti e i lombrichi Amazzoni fanno parte del motivo per cui la giungla emette molta CO2.

LA “GREEN ENERGY” UCCIDE MILIONI DI UCCELLI

I warmisti assumono solitamente un comportamento disonesto lamentandosi di questa o quella “specie in pericolo” minacciata dal RG / CC. Oh! Come sono finte le lacrime che scorrono quando un uccello o una balena rimane intrappolata in una fuoriuscita di petrolio! Ma l’inarrestabile uccellocausto causato dalle pale eoliche (brutte da morire) non sembra disturbarli affatto.

La folle spinta a sostituire l’innocuo carbone con questi sistemi eolici sta avendo un impatto devastante sulla fauna selvatica. Con il permesso speciale del governo, ben 3.000 aquile calve, il simbolo dell’America, vengono distrutte dalle turbine eoliche ogni anno. Se qualche americano dovesse uccidere uno di questi magnifici e rari uccelli (solo 100.000 stimati negli Stati Uniti), si troverebbe di fronte alla prigione! Evidentemente, la mafia verde si preoccupa solo della fauna selvatica e dei “delicati ecosistemi” quando si adatta alla loro agenda più ampia.

Il Wall Street Journal ha riportato:
“Uno studio del 2013 nel Bulletin della Wildlife Society ha stimato che le turbine eoliche hanno ucciso circa 888.000 pipistrelli e 573.000 uccelli (inclusi 83.000 rapaci) solo nel 2012. Ma la capacità eolica è aumentata di circa il 24% e potrebbe triplicare entro il 2030 sotto il piano della Casa Bianca per passare alla clean energy. “Non sappiamo quanti uccelli vengono uccisi oggi dalle turbine eoliche perché l’industria eolica non deve riportare i dati”, afferma Michael Hutchins dell’American Bird Conservancy. “È considerato un segreto commerciale …. aquile reali, che sono più rare delle aquile calve e vengono colpite da turbine eoliche in numero molto maggiore “. Così il gioco è fatto. I riscaldatori più santi di te sono in realtà anti-alberi e anti-uccelli — così come anti-scienza e anti-libertà

Un peccato contro Dio e la Natura, tutto sulla base di un HOAX! Migliaia di maestose aquile sono “senza vento” – un tocco tragicamente poetico che simboleggia l’uccisione dell’America – mentre i minatori di carbone perdono i loro mezzi di sussistenza

CREDENZE INSTILLATE CON LA PAURA E LA COERCIZIONE SPENGONO IL FUNZIONAMENTO LOGICO DEL CERVELLO

È un fatto osservabile e provato dalla scienza medica che uno stato di paura, o anche solo ansia di basso livello, attiva i centri reattivi del cervello umano mentre “chiude” l’area in cui avviene l’analisi ponderata. Chi di noi non ha preso una decisione sbagliata mentre era in uno stato di stress?
La paura, l’intimidazione sociale e persino l’isteria sono state usate per spegnere il pensiero logico e quindi vendere al pubblico – specialmente donne e bambini – la beffa del RG / CC creato dall’uomo! Non sono necessarie parole per dimostrare questo punto. Ogni immagine vale 1000 parole — e ci sono 1000 immagini per provarlo.+

PERCHE` I WARMISTI E I FALSI SCIENZIATI ODIANO COSI` TANTO LA FILOSOFIA?

I principi senza tempo della logica e della filosofia greco-romana che abbiamo appena rivisto (da non confondere con la inutile masturbazione mentale su cui molti pseudo-intellettuali moderni amano impegnarsi con in mano un latte comprato da Starbucks) espongono un ciarlatano o un ignorante ogni volta. Infatti, armato di nient’altro che il segmento precedente di Fallacie Logiche, qualsiasi “Mario Rossi” può facilmente abbattere uno di questi “scienziati” e umiliarlo.

Il falso scienziato è quindi costretto a dichiarare: “non c’è dibattito” perché sa che non può vincere un dibattito! Proprio come il Conte Dracula davanti a un crocifisso o cosparso di Acqua Santa, lo Scienziato Fasullo si ritrarrà in agonia di fronte al Metodo di indagine socratico.

Pertanto, non è sorprendente, ma è prevedibile che i falsi scienziati del riscaldamento esprimano un tale aperto disprezzo e ostilità per la disciplina millenaria che dovrebbe servire come fondamento di tutte le attività intellettuali e anche della comprensione comune e quotidiana delle situazioni della vita. Eccoli, nelle loro stesse parole, deridere la filosofia – le stesse regole del pensare che usiamo per perseguire la verità e mascherare le bugie e gli errori.

Neil DeGrasse Tyson: “La filosofia non è un contributo produttivo alla nostra comprensione del mondo naturale …. Questa (filosofia) può davvero rovinarti. ”

Stephen Hawking: “La filosofia è morta. I filosofi non hanno tenuto il passo con gli sviluppi moderni nella scienza. Gli scienziati sono diventati i portatori della torcia della scoperta nella nostra ricerca di conoscenza. ”

Bill Nye: “La filosofia è importante per un po ‘…Tuttavia si rischia di essere rindondanti … Tenete a mente, anche gli umani creano filosofie tutte loro. “

Vedete, quando un falso scienziato ha bisogno di aggirare le regole eterne con cui si rivela una menzogna, semplicemente le ridicolizza, le dichiara “morte” o rifiuta la verità stessa definendola “relativa”. È come se un ladro vi dicesse che l’installazione di un sistema di allarme domestico, adottare un grosso cane da guardia e tenere una pistola carica sotto il letto non siano sistemi efficaci per evitare i furti; o come un criminale nervoso, sotto interrogatorio, il quale che i test del poligrafo (rivelatore di bugie) non sono mai accurati,

La filosofia tuttavia non è morta. La teoria del RG / CC creato dall’uomo è, e i signori Tyson, Hawking e Nye lo sanno – ed è per questo che vogliono sostituire la filosofia (greco per “amore della saggezza”) con “scienza teorica” ​​(amore per il chiacchiericcio sofistico, e` composta da equazioni matematiche truccate e modelli di computer manipolati).

Tyson, Nye e i “pettegoli” di “Weekend at Bernie’s” si basano tutti su classici errori logici per vendere alle loro sciocchezze. L’unica cosa che può fermarli è la logica schietta, ovvero la filosofia.

Scienza proibita: La Bufala del Riscaldamento Globale (Cos’e` il Riscaldamento Globale?)

L ‘”Effetto serra” noto anche come “riscaldamento globale” o “cambiamento climatico” si riferisce al riscaldamento che si verifica quando alcuni gas nell’atmosfera terrestre intrappolano il calore.

Questi gas, per lo più emessi naturalmente, permettono alla luce del sole di illuminare ma impediscono al calore di fuoriuscire, come le pareti di vetro di una serra.

In primo luogo, la luce del sole brilla sulla superficie terrestre, dove viene assorbita e quindi irradiata nell’atmosfera sotto forma di calore. Nell’atmosfera, le molecole di “gas serra” trattengono parte di questo calore perché non sono trasparenti ad alcune lunghezze d’onda della radiazione termica. Quando i gas serra assorbono l’energia termica infrarossa; la loro temperatura aumenta. Il resto fugge nello spazio. Più gas serra sono nell’atmosfera, più calore viene trattenuto.

Il biossido di carbonio (CO2), insieme al vapore acqueo (H2O), metano (CH4) e protossido di azoto (N2O), sono considerati “gas serra”. La CO2 viene prodotta e assorbita da varie fonti naturali ed e` essenziale per la crescita delle piante . Ma poiché anche l’attività umana industriale e automobilistica (automobili, aeroplani, ciminiere, ecc.) Emettono CO2, si afferma che i meccanismi naturali della Terra non possono bilanciare tutta questa CO2 extra.

Si dice che se la CO2 prodotta dall’uomo e, in misura minore, l’N2O e il CH4 non sono tenuti sotto stretto controllo dal governo, le emissioni faranno si che una grande quantita` di calore venga intrappolata “all’interno della serra” provocando lo scioglimento del ghiaccio polare terrestre dall’Antartide e dalla Groenlandia che inondera` le aree costiere del mondo in modo catastrofico. Si prevede inoltre che il riscaldamento globale / cambiamento climatico (GW / CC) aumenti il numero delle forti tempeste e delle estreme oscillazioni della temperatura.

 1970: IL PRIMO EARTH DAY

L’Earth Day è un evento annuale a livello mondiale che si svolge ogni 22 aprile. L’evento è stato concepito dall’attivista liberale John McConnell nel 1969 in una conferenza delle Nazioni Unite a San Francisco. Un radicale hippie comunista e assassino condannato di nome Ira Einhorn affermo` di essere stato un co-fondatore della Giornata della Terra.

Sebbene i liberali sostengano che l’affermazione di Einhorn non sia vera, fu in effetti uno dei principali organizzatori degli eventi di Filadelfia del Earth Day nel 1970.
Un altro dei giocatori chiave (i giocatori che siamo in grado di vedere) dietro il lancio della Giornata della Terra è stato il senatore liberale Gaylord Nelson (D-WI), che in seguito è stato riconosciuto per i suoi sforzi con una medaglia della libertà presidenziale  da Bill Clinton.

La Giornata della Terra nel 1970 è stata lanciata con una insolita fanfara e clamore mediatico, incluse le prime pagine in quasi tutti i giornali in America, e uno speciale della CBS TV ospitato dal leggendario anchorman, Walter Cronkite, alias “L’uomo più affidabile d;America”. Oltre ai grandi eventi organizzati a New York e da Einhorn in Philadelphia, le celebrazioni si sono svolte in duemila college e università, circa diecimila scuole primarie e secondarie e centinaia di comunità in tutta America.

Era ovvio che la classe dominante americana, attraverso i suoi media interamente controllati, stava fortemente spingendo la nuova “vacanza comandata”.  Per quanto riguarda il motivo presunto – la “causa” che ha spinto tante persone ben intenzionate ma ignoranti nelle strade – si trattava di “salvare il pianeta ” dall’estrazione di petrolio, dall’inquinamento atmosferico, dall’inquinamento delle acque e da varie crisi ancora da scoprire (o inventate).

L'”opinione pubblica” artificialmente scatenata nata dall’evento ha portato all’istituzione dell’EPA (Environmental Protection Agency) meno di 8 mesi dopo. Come tutte le nuove agenzie governative, l’EPA è partito in piccolo e con poteri limitati. Oggi, quasi mezzo secolo dopo, l’EPA è la più dittatoriale ed economicamente distruttiva tra tutte le agenzie di regolamentazione americane. L’agenzia, fuori controllo, è addirittura arrivata al punto di dichiarare come “inquinante” la CO2 (cibo per le piante). Ma certo. L’assassino comunista e co-fondatore della Giornata della Terra Ira Einhorn dovra` aver sorriso dalla sua cella di prigione.

Walter Cronkite e la massiccia promozione dei media di “Earth Day 1970” è stata una sicura indicazione di una spinta globalista per qualche programma sinistro

ANNI 80: L’EFFETTO SERRA/ IL RISCALDAMENTO GLOBALE

Dopo alcuni inverni più rigidi del normale in Nord America, il tentativo di creare terrore per una vicina era glaciale fu vanificato alla fine degli anni ’70 (ne parleremo più avanti). Vedete, la difficoltà nel propagandare la bufala dell’era glaciale è che richiede un’espansione meridionale osservabile anno dopo anno della copertura di ghiaccio permanente nelle aree abitate. Questo è essenzialmente ciò che è un’era glaciale. Le persone che vivono nel nord dovrebbero notare che la neve che scende in inverno improvvisamente non si scioglie in estate. Altrimenti, la paura dell’era glaciale non intaccherra` i cuori delle persone.

In un momento in cui la popolazione mondiale e le emissioni di CO2 (nutrimento per le piante) erano molto più basse di quelle odierne, le preoccupazioni per un’età glaciale sono state improvvisamente sostituite da racconti di un “effetto serra” che dovrebbe provocare il caos entro l’anno 2000.

Dopo quasi 40 anni, nessuna delle terribili previsioni si sono avverate. Il nuovo giorno del giudizio e` stato posticipato nel fututo.

Creando la truffa di un “Effetto Serra” provocato dalla CO2 la quale blocca il calore in modo che non possa sfuggire nell’atmosfera superiore, i poteri che sono hanno prodotto delle “Fake News” portando il pubblico a credere che il ghiaccio polare un giorno si sarebbe sciolto a causa del “calore intrappolato” – inondando così le nostre coste. Dal momento che nessuno vive realmente all’interno della Groenlandia o dell’Antartide, dobbiamo credere agli “scienziati” i quali ci dicono che il ghiaccio polare si sta gradualmente “sciogliendo” e che il problema aumentera` esponenzialmente in futuro.

1980-GIORNI NOSTRI: I MEDIA OPERANO CON REGOLE SEVERE/MAI INTERVISTARE UNO SCIENZIATO CONTRARIO AL RISCALDAMENTO GLOBALE

Attraverso così tante grandi e “prestigiose” istituzioni dei “media mainstream” degli Stati Uniti e dell’Europa, c’è stata una totale assenza di voci opposte sulla questione della GW / CC (Global Warming/Climate Chagne). Una scrupolosa ricerca negli archivi del poderoso New York Times e del Washington Post ci mostrera` le tesi di tutti i principali sostenitori del riscaldamento globale (come Stephen Schneider, Michael Mann, James Hansen e altri); ma mai, e intendo mai, nessuna contro-tesi dei più importanti “negazionisti del cambiamento climatico” (come Richard Lindzen, John Coleman, Fred Singer e altri).

Se i “negazionisti” hanno mai avuto l’occasione di essere intervistati, è sempre stato un evento ironico con un intervistatore ostile e retoricamente esperto che controlla strettamente la direzione della conversazione. Mai le solide argomentazioni dei “negazionisti” sono state presentate per intero, e senza interruzioni contraddittorie.

Anche le principali reti di notizie (ABC, NBC, CBS, PBS, CNN) non danno ai “negazionisti” la possibilita` di parlare, così come le principali riviste di stampa e di notizie online (Time, Newsweek, US News e World Report, l’Economist, il Huffington Post ecc.) E riviste scientifiche / naturalistiche (Popular Science, Nature, Scientific American, National Geographic, Discover ecc.). Anche la presunta “conservatrice” FOX News e il Wall Street Journal, sebbene permettano un dibattito generale sulla causa e sull’estensione del “problema”, forniscono solo una copertura limitata agli scienziati che negano del tutto il GW / CC creato dall’uomo.

L’esempio più eclatante di censura è stata la decisione dell’ultimo minuto della PBS di fermare l’eccellente documentario britannico The Greenhouse Conspiracy dalla messa in onda su una stazione affiliata nel 1991. La produttrice della PBS Linda Harrar ha detto, riguardo la sua decisione di bloccare il film:

“Non sono sicuro che sia utile includere ogni singolo punto di vista.”

Come può essere che clown che si definiscono scienziati come Bill Nye e Neil DeGrasse Tyson vengano intervistati come “autorità” sul tema GW / CC, mentre gli uomini seri di vera scienza, uomini considerati élite nei loro campi, vengano ignorati? In che modo PBS e il National Geographic Channel possono mandare in onda “pseudocumentari” sul GW / CC, ma non hanno mai trasmesso una serie di film creati da professionisti che sfidano il dogma ufficiale? I media hanno la responsabilità morale nei confronti del pubblico di presentare tutti i lati di un dato problema. Chi diavolo sono loro per decidere cosa dovresti e non dovresti vedere?

Questa palese selettività costituisce una prova chiara, convincente e innegabile che i capi dei grandi media sono in collusione per negare l’accesso dei “negazionisti” al pubblico. Non può esserci altra deduzione logica

CENSURA!

1987: I PROTOCOLLI DI MONTREAL E IL BUCO NELL’OZONO

Anni prima che l’isteria sul “riscaldamento globale” diventasse il problema dominante della vita quotidiana, la crisi più urgente riguardava il fittizio “buco nello strato di ozono”, che si dice essere causato da clorofluorocarburi (CFC) trovati in spray e refrigeranti. Il “buco”, ci è stato detto, stava lasciando entrare pericolose radiazioni dannose per la vita. Il protocollo di Montreal ha accettato di limitare le sostanze chimiche che presumibilmente danneggiano lo strato di ozono.

L’imbroglio dell’assottigliamento dello strato di ozono non è oggetto di questa esposizione e non vogliamo discorrere dal nostro argomento principale. Solleviamo questo problema solo perché è davvero affascinante, alla luce dell’isteria che un tempo circondava questa “crisi”, di come nessuno ne parli ormai più. Proprio come nel panico per la mini era glaciale degli anni ’70, l’isteria dell’ozono sembrò improvvisamente ridursi quando “L’effetto serra” ebbe il ruolo di protagonista.

Evidentemente, i pianificatori di alto livello erano, in momenti diversi, non del tutto sicuri su quale bufala ambientale scommettere. Quando finalmente trovarono un accordo e pensarono di puntare esclusivamente sull “Effetto Serra / Riscaldamento Globale”, tutti i media cominciarono ad informare il pubblico che “il buco nello strato di ozono” aveva improvvisamente smesso di espandersi, come se qualcuno avesse premuto un interruttore. Molto strano!

L’ansia da bombolette spray killer era molto diffusa negli anni 80 e 90. La passione si e` spenta per non distrarre il pubblico dal Climate Change

E le pioggie acide???

1988 – VIENE FONDATO L’IPCC DELL’ONU

Il Gruppo di esperti intergovernativi delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (IPCC) è stato formato per raccogliere e valutare le prove sul “riscaldamento globale”. Molti dei piu` influenti sacerdoti del culto del “Riscaldamento Globale” siedono o consigliano questo pannello, e vengono pagati molto bene per farlo.

La “prestigiosa” ossessione delle Nazioni Unite per questo problema non solo dà maggiore credibilità alla “crisi”, ma consente all’organismo mondiale di acquistare sostegno per “salvare il pianeta” dai paesi più poveri non sviluppati in cambio di pacchetti di aiuti al posto dell’industrializzazione. L’IPCC è una delle forze trainanti che promuovere questo scherzo e trova “soluzioni”

La formidabile influenza dell’ONU e l’influenza poco conosciuta sui programmi di educazione pubblica globale aggiungono credibilità alle false affermazioni dei warmisti

MARZO 1989:IL DISASTRO PETROLIFERO EXXON VALDEZ VIENE UTILIZZATO PER DENIGRARE L’ESTRAZIONE DI PETROLIO

Sebbene questo particolare evento non avesse nulla a che fare con la campagna di propaganda per vendere il GW / CC, fu effettivamente usato per attaccare e controllare ulteriormente l’industria petrolifera –  uno dei principali obiettivi nascosti dei sostenitori del riscaldamento globale.
La fuoriuscita di petrolio di Exxon Valdez si è verificata nel Prince William Sound, in Alaska, quando la gigantesca petroliera ha colpito una scogliera e ha versato 10,8 milioni di galloni di petrolio greggio nel corso di pochi giorni. Fu, al momento, la peggiore fuoriuscita di petrolio nella storia. La posizione remota del Prince William Sound rese difficili gli sforzi per contenere la fuoriuscita di petrolio che si estendeva per centinaia di miglia di costa dell’Alaska e per a 10.000 miglia quadrate di oceano.

Notte dopo notte, per settimane, i telespettatori sono stati sottoposti alla vista “straziante” di foche, lontre e uccelli coperti di petrolio. La copertura dell’inchiesta sullo sversamento è durata per mesi. Certamente, la storia era degna di nota. Il problema era che la prolungata e pesante copertura di un evento in cui nessuno era stato ucciso, e la fustigazione pubblica di Exxon e del capitano della nave, Joseph Hazelwood, erano grossolanamente sproporzionati e ingiusti.
Il fatto che i meccanismi naturali di pulizia della natura potessero, e lo fecero, riportare la regione a condizioni originarie entro diversi anni non fu mai riportata. Gli spettatori rimasero con la falsa impressione che un pezzo di Alaska fosse sparito per sempre.
La copertura esagerata e spaventosa dell’evento ha inferto un enorme e duraturo colpo alla reputazione dell’industria petrolifera, un duro colpo che sicuramente deve aver soddisfatto i pianificatori della beffa GW / CC. Arrivando solo un anno prima del ventesimo anniversario della “Giornata della Terra”, lo sversamento di Exxon Valdez ha dato agli attivisti verdi e ai loro padroni nascosti un’altra ragione per gridare: “Vedi. Vi abbiamo detto che dobbiamo abbandonare il petrolio “.

In effetti, i warmisti stanno ancora parlando di Exxon Valdez e continuano a mentire su come la regione “non si sia mai completamente ripresa”. Il contenzioso correlato contro Exxon non si è concluso fino al 2016

I warmisti usavano le immagini tristi di uccelli e lontre coperti d’olio per protestare implacabilmente contro il petrolio. Le potenti immagini della storia sono state tenute in vita dai media per mesi. Anche oggi, nonostante il fatto che l’area sia pulita come prima dello sversamento, continuano a portare avanti l’evento. Perché?

APRILE 1990: NEL VENTESIMO ANNIVERSARIO DELLA GIORNATA DELLA TERRA L”INIZIATIVA DIVENTA GLOBALE

La macchina mediatica si e` data da fare per promuovere artificialmente il ventesimo anniversario della Giornata della Terra. Per quanto provino, la “vacanza” non è mai stata realmente presa dalle grandi masse d’America. Tuttavia, tra la sinistra politica (persone che credono nel grande governo e nel governo internazionale) la Giornata della Terra del 1990 è stata un grande evento.

È stato un attivista e membro di sinistra del governo, Dennis Hayes, che ha organizzato la grande campagna e ha reso la 20 ° Giornata della Terra un evento globale. Circa 750.000 persone si sono incontrate in Central Park a New York City (almeno questo è ciò che sostengono gli organizzatori). A Washington DC sono apparsi 100.000 – 250.000 (a seconda del numero dei quali si vuole credere). In tutta l’America e in tutto il mondo, molti altri militanti di sinistra e sciocchi liberali ben intenzionati si sono mobilitati in 141 paesi diversi per creare una “consapevolezza” globale sulle questioni ambientali.
A differenza del Earth Day 1970, tenutosi in un’epoca in cui le prime teorie sul raffreddamento globale stavano nascendo, la Giornata della Terra del 1990 si concentrò molto e diede un enorme impulso internazionale allo scherzo dell’ “Effetto serra / Riscaldamento globale”. Dal clamore suscitato dalla Giornata della Terra del 1990 è arrivata la spinta pianificata per una grande conferenza che si sarebbe materializzata nella forma del Summit della Terra delle Nazioni Unite del 1992 a Rio de Janeiro.

La folla manipolata dai media di tutto il mondo ha cercato di “salvare il pianeta”.

1990- 1996: I MEDIA BERSAGLIANO I BAMBINI CON PROPAGANDA 

Il programma televisivo per bambini, Captain Planet and the Planeteers è stato trasmesso dal Globalista (una persona che vuole un governo mondiale) Ted Turner dal 1990 al 1992. Una serie sequel, The New Adventures of Captain Planet è stata successivamente trasmessa dal 1993 al 1996 . Milioni di bambini vulnerabili, ora trentenni, sono stati così sottoposti al lavaggio del cervello in giovane età da spaventosi cartoni animati che vedevano Capitan Planet dai capelli verdi e i suoi giovani “Planeteers” combattere contro affari malvagi e “eco-cattivi” come “Hoggish Greedly” “.

In un episodio, Greedly, un cattivo dall’aspetto mostruoso, complotta per bruciare deliberatamente più carbone e petrolio che può per sciogliere il ghiaccio polare e inondare il mondo. Solo Capitan Planet e i Planeteers possono fermarlo. Ecco alcuni dei dialoghi spaventosi di quell’episodio:

Greedly: bruceremo la Terra fino a quando questo posto (il Polo Nord) è caldo come i tropici. Bruceremo tutto il carbone e il petrolio che possiamo trovare.

Il socio di Greedly: Permettimi di mostrarti cosa succederà se lo farai. La combustione libererà tonnellate di anidride carbonica nell’aria. La luce solare che normalmente rimbalzerebbe nello spazio sara` intrappolata dall’aumento di anidride carbonica. È come tirar su i  finestrini su un’auto parcheggiata al sole o come una serra. Dopo alcuni anni, questo riscaldamento globale scioglierà il ghiaccio polare, innalzando il livello del mare in tutto il mondo, modificando le condizioni meteorologiche e peggiorando le tempeste.
(musica spaventosa)

Fortunatamente per il mondo, Captain Planet è stato in grado di contrastare la cospirazione di Greedly e “salvare il pianeta” – almeno per ora. Come per tutti gli episodi di capitan Planet, il pagliaccio dai capelli verdi ha chiuso lo show con un piccolo discorsetto.
Captain Planet: in tutto il mondo, ogni giorno viene aggiunta altra (anidride carbonica). Ecco perché è così importante bruciare meno di quei carburanti che inquinano l’atmosfera e rendono la terra più calda … Dobbiamo smetterla. Il potere è tuo!

Ogni bambino innocente che guardava questa cagata è stato influenzato – anche traumatizzato – da queste sfacciate menzogne (che analizzeremo in seguito). Anche le action figures di Capitan Planet e un gioco da tavolo di University Games vennero distribuite ai bambini. Sebbene il “supereroe” non abbia mai raggiunto il livello di “Spider Man” o “Super Man”, milioni di bambini dipendenti dalla TV sono stati effettivamente corrotti e oggi camminano tra di noi da adulti con un pregiudizio odioso nei confronti di affari, industria e mercato libero, e un pregiudizio venerabile a favore del grande governo e di organismi internazionali come le Nazioni Unite – esattamente come Ted Turner, che ha donato $ 1 MILIARDO all’ONU, e la sua folla globalista aveva programmato.
E così avvenne che milioni di bambini creduloni, in un periodo in cui mancavano della capacità emotiva e intellettuale di resistere a un così intelligente lavaggio del cervello, si prepararono a credere a queste sciocchezze diventando adulti.

1. Nei primi anni ’80, le immagini della Statua della Libertà, semi sommersa, come gli esperti prevedevano sarebbe stata nel 2000, furono usate per spaventare i bambini delle scuole in tutta l’America. 2. Capitan Planet e i planeters: Propaganda rivolta a bambini indifesi – molti dei quali da allora sono diventati adulti

1992: L’EARTH SUMMIT DI RIO

La propaganda ambientalista degli ultimi due decenni ha fornito ai promotori e agli agitatori globalisti la necessaria copertura per organizzare un “Summit della Terra” a Rio de Janeiro, in Brasile, per “salvare il pianeta”. Solo il fatto che le delegazioni di 172 paesi abbiano partecipato a questa convulsa conferenza ha convinto molti milioni di persone del fatto che doveva esserci un po ‘di verità in questo “effetto serra”. Perché altrimenti funzionari di così tanti paesi parteciparono a un evento del genere?

Anchee se non emersero cambiamenti di politica evidenti dal “Summit della Terra”, si inizio` a configurare il quadro per i futuri protocolli e accordi che vediamo oggi applicati- come l'”Agenda 21″ che minerà i diritti di proprietà e trasferirà un enorme potere ai governi centralizzati e istituzioni internazionali come le Nazioni Unite, Per ora, l’importante punto del Vertice della Terra a Rio è che Il grande spettacolo diede un altro enorme impulso di propaganda pubblica ai promotori dell ‘”Effetto serra” – che presto si chiamera` “Riscaldamento Globale”.

I potenti convocati a Rio per “salvare il pianeta” dal riscaldamento globale e da altre “crisi” ambientali – mentre i media di Establishment pubblicizzano l’evento su stampa e in TV.

1992: IL SENATORE GORE PUBBLICA “EARTH IN THE BALANCE”

Mentre il Summit della Terra si concludeva a Rio, il 22 giugno 1992, il senatore degli Stati Uniti e il futuro vicepresidente, Al Gore (D-TN) pubblico` Earth in the Balance: Ecology and the Human Spirit, un libro in cui domandava un “Global Marshall Plan (* uno schema post WW2 per ricostruire l’Europa) per” salvare il pianeta “. Il libro altamente allarmista è stato pubblicizzato dalle stelle dal New York Times e dal resto della Piranha Press – facendo guadagnare al già ricco senatore un sacco di denaro dai diritti d’autore. Poiché il rilascio coincise con la stagione elettorale presidenziale, Gore (la futura scelta di Bill Clinton per il suo vice-presidente) e il suo libro pieno di errori furono riempiti di enorme pubblicità.

L’importante contributo di Gore a far avanzare la lunga marcia di questa beffa risiede nel fatto che è diventato il più alto e più visibile funzionario pubblico a mettere il suo nome dietro al “fatto” del “Riscaldamento Globale”. Alto, bello, articolato e pubblicizzato con le stelle da Hollywood e dalle Fake News, l’amico onnipresente di Bill Clinton ha venduto la truffa meglio e ad un pubblico più vasto di quanto chiunque altro avesse fatto prima. Grazie a Gore e ai poteri che lo sostenevano, la credenza nella “crisi” del “riscaldamento globale” non si limitava più esclusivamente ai vecchi hippy e ai ragazzi del college di sinistra. Con un leader politico “rispettato” come Al Gore “moderato” molti altri americani iniziarono a piegarsi verso la fede.

L’espansione propagandistica dell'”intellettuale” Al Gore e il suo problema domestico ovvero il “Riscaldamento globale” andarono di pari passo.

1997: I PROTOCOLLI DI KYOTO

Il Protocollo di Kyoto è un trattato internazionale che estende la Convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 1992 (UNFCCC) elaborata a Rio cinque anni prima. Proprio come Rio 1992, anche il più sobrio evento di Kyoto (tenutosi a Kyoto, in Giappone) è stato promosso dai media, anche se non così intensamente.
Le nazioni si impegnarono a Kyoto per ridurre le emissioni di CO2, sulla base di un presunto “consenso scientifico” esplicabile in due punti a) il “riscaldamento globale” era un fatto e b) era probabile che la CO2 prodotta dall’uomo stesse causandolo. Il Protocollo di Kyoto fu adottato nel dicembre del 1997 e divenne legge internazionale per i paesi che vi partecipavano nel febbraio 2005. Sebbene il presidente degli Stati Uniti George Bush avesse sostanzialmente ritirato gli Stati Uniti dal Protocollo volontario nel 2001, il futuro presidente Obama avrebbe lavorato ancora una volta verso i suoi obiettivi. Lentamente ma inesorabilmente, queste conferenze internazionali porteranno il mondo sempre più vicino all’obiettivo finale, che non ha nulla a che fare con “salvare il pianeta”.

I protocolli non decisero nulla sul breve termine ma aiutarono a porre le basi per quelli a lungo termine. Al Gore fece il discorso di apertura

2005-PRESENTE: LA BUGIA DEL CONSENSO SCIENTIFICO

Con l’interezza del Partito Democratico ora dietro la bufala e impaziente di imporre nuovi regolamenti e tasse per combattere il GW / CC, la macchina della propaganda si è scontrata con il mito del consenso scientifico quasi universale su GW / CC. Nel 2013 è stato pubblicato uno studio FAKE molto pubblicizzato secondo cui il 97% degli scienziati erano d’accordo con la “scienza stabilita”.

Uno dopo l’altro, le persone veramente “intelligenti” e gli scienziati famosi sono stati arricchiti e resi famosi dai media, sottoscrissero i loro nomi alla grande causa. C’era Bill Nye, lo “scienziato” d’azione affermativa Neil DeGrasse-Tyson, Stephen Hawking, Bill Gates di Microsoft, Mark Zuckerberg di Facebook, Nobel, scienziati della NASA e altri assortiti personaggi del mondo tecnologico e scientifico.
Bene, ora, se così tante persone “intelligenti” credono (o sostengono di credere?) nella “scienza stabilita” del GW / CC, allora solo una persona “ignorante” o “pazza” potrebbe negare la verità, giusto? Queste alte e possenti approvazioni della falsa teoria, combinate con l’infantile sminuire i miscredenti con l’etichetta sprezzante, “Climate Change Denier”, si sono combinate per creare un ambiente accademico, sociale e politico soffocante in cui persino scienziati addestrati, per non parlare di noi semplici mortali, ora hanno paura di esprimere pubblicamente anche il minimo dubbio sul dogma del GW / CC. Solo questa PAURA è la prova che la grande “causa” di “salvare il pianeta” si basa sul marketing e sul lavaggio del cervello, non sulla scienza.

Il non-scienziato Bill Nye, l’astro-astrofisico “sovversivo” Neil DeGrasse Tyson e il globalista Bill Gates vogliono che chiudiamo le nostre menti e ascoltiamo solo loro perché sono apparentemente più intelligenti di noi. Purtroppo, invece di usare le proprie facoltà di pensiero critico, molte persone basano il proprio giudizio su tali opinioni da “persone intelligenti”.

2006-GIORNI NOSTRI: IL COSTANTE ATTACCO AI BAMBINI

In linea con gli obiettivi dichiarati dall’UNESCO – l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’educazione, la scienza e la cultura – l’intero establishment scolastico degli Stati Uniti (e dell’Europa occidentale) si è unito al potente movimento per “salvare il pianeta”. Quasi tutte le scuole superiori in America ora hanno un curriculum di “scienze ambientali”.
Non sono necessarie ulteriori parole. Basta guardare le immagini – tenendo presente che questa è solo una frazione di ciò che è là fuori nelle nostre scuole elementari e nelle sezioni per bambini delle librerie / Amazon.

2005: IL TERMINE RISCALDAMENTO GLOBALE COMINCIA AD ESSERE USATO COMUNEMENTE NEI DISCORSI PUBBBLICI

Mentre il XX secolo si chiudeva, le letture della temperatura del satellite del sensore remoto (RSS) – che avevano mostrato un leggero riscaldamento durante la metà degli anni ’90 – non registravano più temperature in aumento. In un primo momento, la pausa nel “Riscaldamento globale” è stata spiegata come temporanea “anomalia”, non in alcun modo in contraddizione con la teoria, ma mentre mesi e mesi di non riscaldamento trasformati in anni di inverni molto rigidi, in America e in Europa, gli “scienziati” adattarono la teoria del “Riscaldamento Globale” sostenendo che il freddo estremo può anche essere una manifestazione della “crisi”. E quindi, il termine generico “Cambiamenti climatici” era più comunemente usato come supplemento, anche se non necessariamente come rimpiazzo, per “Riscaldamento globale” – un termine che a sua volta aveva sostituito lo sciocco slogan del 1980, conosciuto come “Effetto serra”.

Vedete, le serre reali bloccano il calore principalmente perché i loro tetti in vetro massiccio ingrandiscono la luce del sole mentre intrappolano il calore con una barriera fisica. L’analogia ambientale con le serre doveva essere sostituita con il termine “Riscaldamento globale” perché “Effetto serra” era semplicemente troppo bizzarro e idiota.

“Il cambiamento climatico” copre tutto. Freddo estremo, caldo estremo, tempeste estreme, pioggia estrema, siccità estreme. Il freddo normale, il caldo normale, le tempeste normali e le piogge normali — spiegano tutto come se avesse a che fare con il clima, non con il clima a lungo termine. Qualunque cosa accada, “Climate Change” può essere usato per spiegarlo.

1. Un numero del 1996 della rivista Newsweek assicura ai suoi lettori che le recenti “bufere di neve, inondazioni e uragani” erano dovuti al “riscaldamento globale”. Anni dopo, il termine “Cambiamenti climatici” è stato creato dagli uomini di marketing dietro questa truffa. 2. Anche i tornado sono frutto del GW / CC ora.

Da “Effetto serra” a “Riscaldamento globale” a “Cambiamenti climatici” — Per mantenere a galla la truffa, i pianificatori dovevano continuare a cambiare il nome della crisi per adattarsi ai dati contraddittori.

2006: INCONVENIENT TRUTH DI AL GORE DIVENTA UN BEST SELLER E UN FILM

Nella più vicina corsa alle elezioni presidenziali della storia, il vicepresidente Al Gore ha perso per poco contro George Bush nel 2000. L’incredibilmente ambizioso Gore era così avvilito che si era fatto crescere la barba e avvolgere dalla depressione buttando su 50 kg in un anno. Mio Dio, Albert! La fama e il potere significano davvero tanto per te?

Gore finalmente riacquistò il suo status di star pubblicando An Inconvenient Truth nel 2006. Affrontando esclusivamente la “crisi” di ciò che era ormai definito solo “Global Warming” (l’etichetta “Effetto serra” non era più efficace perché era troppo ridicola) il libro pieno di errori (ne parleremo più avanti) servì anche da base per una versione cinematografica diretta da Davis Guggenheim e narrata da Gore.

Il finto film di Gore è stato presentato in anteprima al Sundance Film Festival del 2006. Sia il libro che il film sono stati debitamente spinti dalla Piranha Press, tanto che il primo e` diventanto il top nella lista del best-seller del New York Times; e il film documentario ha vinto due Academy Awards. Aggiungendo l’insulto all’idiozia, Gore assetato di soldi / fama è stato poi insignito del Premio Nobel per la Pace nel 2007 per il suo attivismo asinino.

Il mondo è impazzito! Greasy Gore diventa il numero 1 nella lista NY Times, colleziona un Academy Award e un Nobel per la pace.

2007 IL LIBRO DI GORE VIENE TRASFORMATO IN UN LIBRO PER BAMBINI E LETTO NELLE SCUOLE

Scholastic Books distribuisce libri alle scuole a livello nazionale (in America). Nel 2007, l’enorme azienda ha davvero contribuito a spingere il carrozzone del “Global Warming” in modo sostanziale. Dal sito Web di Scholastic.com (2007):

“Una scomoda verità” per bambini: il best-seller ora disponibile nella versione per bambini – Di Aaron Broder

“Le calotte polari ai poli Nord e Sud si stanno sciogliendo, causando un graduale aumento del livello del mare.La scorsa estate è stata una delle più calde mai registrate.Il numero di uragani e trombe d’aria sta gradualmente crescendo.Qual è la causa di tutta questa insolita attività globale? Due parole: riscaldamento globale.

Il riscaldamento globale è il tema di un nuovo libro per bambini basato su un best-seller per adulti. Una scomoda verità è stata adattata per bambini di età compresa tra 8 e 12 anni (Viking Children’s, 10 aprile 2007, 92 pagine). “

Ormai, non si poteva sfuggire alla costante ondata di propaganda sofisticata che veniva data in pasto al pubblico, specialmente ai giovani vulnerabili. La truffa era diventata “mainstream” – con sempre più scettici che mantenevano i loro dubbi privati in modo da evitare di essere scherniti.

2008: VIENE PRODOTTO UN REMAKE DI THE DAY THAT THE EARTH STOOD STILL 

The Day the Earth Stood Still è un adattamento del film di fantascienza del 1951 con lo stesso nome. Questa volta, il tema del film non era la minaccia della guerra nucleare, ma piuttosto “salvare il pianeta” dalle attività create dall’uomo. Anche se il termine esatto “Riscaldamento globale” non è mai stato usato, quella era la presunzione comune del pubblico. Il film è incentrato sul personaggio “Klaatu” – un alieno inviato per convincere l’umanità a riformare il suo comportamento verso l’ambiente o affrontare l’estirpazione tramite il suo gigantesco robot.

Il film, che ha scelto Keanu Reeves come Klaatu, ha beneficiato di un sacco di pubblicità. Durante il weekend di apertura, e nonostante la scarsa risposta della critica, ha raggiunto il primo posto, incassando 30 milioni di dollari da 3.560 teatri. Nonostante le recensioni negative, l’appello al botteghino di Reeve e il clamore mediatico iniziale lo hanno mantenuto tra i primi 10 per le prime quattro settimane nelle sale. Gli alti e potenti pianificatori dietro lo spavento del “Riscaldamento Globale” comprendono molto bene il potere del film come mezzo per manipolare la mente pubblica. E sono stati “in combutta” con l’alta e possente Hollywood di sinistra per molto tempo.

2008: LA CAMPAGNA “WE CAN SOLVE IT”

Molti milioni di spettatori e lettori sono stati esposti alla campagna pubblicitaria “We Can Solve It!”. Le pubblicità sdolcinate erano caratterizzate da avversari politici “che non sempre sono d’accordo”, seduti su una panchina amorosa insieme e concordando sul fatto che la “crisi” di GW / CC doveva essere “risolta”. I liberal-democratici erano a bordo del GW / CC Express sin dall’inizio della truffa. Lo scopo di questa campagna di propaganda era di prendere di mira repubblicani e conservatori con la falsa idea che GW / CC non fosse un movimento politico, ma piuttosto, qualcosa che era in tutti i nostri interessi “risolvere”.
Ecco il dialogo della pubblicita` con la speaker per i democratici Nancy Pelosi e l’ex speaker dei repubblicani, Newt Gingrich:

Pelosi: Ciao. Sono Nancy Pelosi, democratica per tutta la vita e presidente della Camera.

Gingrich: E io sono Newt Gingrich, repubblicano per tutta la vita.

Pelosi: e` difficile che ci incontriamo faccia a faccia. Vero Newt?

Gingrich: No. Ma siamo d’accordo, il nostro paese deve agire per affrontare il cambiamento climatico.

Pelosi: Abbiamo bisogno di forme di energia più pulite e ne abbiamo bisogno velocemente.

Gingrich: Se un numero sufficiente di noi richiede un’azione dai nostri leader, possiamo scatenare l’innovazione di cui abbiamo bisogno.

Pelosi: vai su wecansolveit.org. Insieme possiamo farlo.

Un altro spot televisivo ha visto il reverendo “conservatore” Pat Robertson e il reverendo “liberale” Al Sharpton su un divanetto in spiaggia, concordando sulla necessità di affrontare GW / CC. E ancora un altro presentava una studentessa democratica di sesso femminile e una studentessa di medicina repubblicana, anche loro d’accordo, nonostante i diversi background, che il GW / CC doveva essere “risolto”.

2008-2016: L’ELEZIONE E LA PRESIDENZA DI BARACK OBAMA

L’elezione del senatore Barack Obama (D-IL) – d’ora in avanti chiamato affettuosamente “Obongo” – alla presidenza degli Stati Uniti è stato un grande passo avanti per la “causa” di fermare l’inesistente GW / CC dopo quasi un quarto di secolo di graduale modellamento della mente pubblica, il truffatore convinto non aveva davvero dovuto vendere la truffa perché era già stata accettata, in un modo o nell’altro, da poco più della metà di tutti gli elettori. Durante un discorso di Berlino dell’estate 2008 davanti a una folla di 200.000 imbecilli tedeschi, il candidato ha parlato di “Riscaldamento globale” e “innalzamento del livello del mare” come se fosse già un fatto stabilito e ha dichiarato le sue intenzioni di fermarlo. Fatti una scorpacciata di questo vomito presidenziale:

Mentre parliamo, le auto a Boston e le fabbriche a Pechino stanno sciogliendo le calotte polari nell’Artico, riducendo le coste nell’Atlantico e portando la siccità nelle fattorie dal Kansas al Kenya.

“Stasera, parlo davanti a te non come candidato alla presidenza, ma come cittadino – un fiero cittadino degli Stati Uniti e un concittadino del mondo ….
Questo è il momento in cui dobbiamo riunirci per salvare questo pianeta. Se risolviamo il problema non lasceremo ai nostri figli un mondo in cui gli oceani si alzano e la carestia si diffonde e terribili tempeste devastano le nostre terre. ”

Cerchiamo che ogni nazione – inclusa la mia – agirà con la stessa serietà di propositi e ridurrà il carbonio che inviamo nella nostra atmosfera. Gente di Berlino – gente del mondo – questo è il nostro momento. Questo è il nostro tempo.

In un’intervista al San Francisco Chronicle, il candidato Obongo dichiarò apertamente che intendeva far andare in bancarotta le compagnie del carbone e aumentare i costi dell’elettricità. Un estratto:

“Penso che l’aria pulita sia critica e il riscaldamento globale sia fondamentale. … (Secondo il suo piano) se qualcuno vuole costruire una centrale elettrica a carbone, può farlo. È solo che li manderà in bancarotta perché verra` richiesta una somma enorme per tutto quel gas serra che viene emesso “.
Ha aggiunto:
“Secondo il mio piano … le tariffe dell’elettricità saliranno necessariamente alle stelle.”

Incredibilmente, sotto l’EPA di Obongo, il CO2 (cibo vegetale) è stato classificato come “inquinante” – con i media che incoraggiavano le sue azioni economicamente distruttive fino in fondo. L’industria privata è stata quindi sottoposta a regolamentazioni senza precedenti e costosi progetti per combattere un problema fittizio. Fortunatamente, e con grande piacere degli operai del carbone disoccupati, il presidente Trump, che una volta aveva “twittato” che riteneva che il riscaldamento globale fosse una burla, avrebbe in seguito abrogato alcune di queste restrizioni nel 2017

1. Berlino: Obama dice a 200.000 imbecilli urlanti che abbasserà il livello del mare. 2. Trump sa che sono tutte cazzate 3. Compiaciuto e arrogante Obongo parla freddamente di aziende in bancarotta e di tagliare posti di lavoro senza nemmeno battere ciglio

MARZO 2009: IL PRINCIPE CARLO AFFERMA CHE CI RIMANGONO SOLO 100 MESI PER SALVARE IL PIANETA

La stampa mondiale annunciò l’evento con grande clamore quando quel damerino senza valore dalle orecchie di elefante noto come “Il principe di Galles” aggiunse il suo nome al cast di all-star della mitologia GW / CC.

The Herald of Scotland (12 marzo 2009):

Prince Charles: 100 mesi per scongiurare il catastrofico cambiamento climatico
“Il principe Carlo ha avvertito ieri sera che l’umanità ha otto anni per salvare il pianeta da un disastro creato dal clima.

L’erede al trono ha detto a 150 uomini d’affari a Rio de Janeiro, in Brasile, che “le migliori proiezioni ci dicono che abbiamo meno di 100 mesi per modificare il nostro comportamento prima di rischiare cambiamenti climatici catastrofici e gli orrori inimmaginabili che questo porterebbe”. (enfasi aggiunta)

Ha aggiunto: “Qualsiasi difficoltà che il mondo affronterà oggi non sarà nulla in confronto ai pieni effetti del riscaldamento globale sull’economia mondiale, e si tradurrà in vasti movimenti di persone in fuga o inondazioni o siccità, in una produzione incerta di alimenti e in mancanza di acqua e, naturalmente, aumentando l’instabilità sociale e il potenziale conflitto.
“Influirà sul benessere di ogni uomo, donna e bambino sul nostro pianeta.”

Questo avvertimento di 100 mesi ha provocato il nuovo giorno del giudizio a luglio 2017. Fortunatamente per Charles, nel 2015, la sua previsione di “100 mesi” e` stata aggionata a “in altri 30 anni”.
Daily Mirror (19 luglio 2015): il principe Carlo dice che abbiamo solo 30 anni per salvare il pianeta dalla catastrofe

Prince Charles 2009: ci restano solo 8 anni per “salvare il pianeta”. Prince Charlie 2015: ci restano solo 30 anni per “salvare il pianeta

2009: Scienziato Nasa: Ci restano solo 4 anni per salvare il pianeta

DICEMBRE 2009: LA CONFERENZA DI COPENAGHEN SUL CLIMA

La conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2009 si è tenuta a Copenaghen, in Danimarca. Un quadro generale per la mitigazione dei cambiamenti climatici oltre il 2012 doveva essere concordato in tale sede. Ha riconosciuto il GW / CC come una crisi e ha dichiarato che dovrebbero essere intraprese azioni per mantenere gli aumenti di temperatura al minimo. Il ridicolo documento non era giuridicamente vincolante e non conteneva alcun impegno per ridurre le emissioni di CO2. Ciononostante, la conferenza e` stata pubblicizzata molto, venendo addirittura soprannominata “Hopenhagen” dai warmisti, fornendo un ulteriore impulso di propaganda al movimento GW / CC La conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici del 2009 si è tenuta a Copenaghen, in Danimarca.

L’ultimo giorno di “Hopenhagen”, il buffone del presidente americano, che ha corso su una piattaforma di “speranza” con il preciso obiettivo di fermare “l’innalzamento del livello del mare” – si e` rivolto ai truffatori e agli sciocchi riuniti.

Un altro po` di vomito:

“Buongiorno, è un onore per me entrare a far parte di questo illustre gruppo di leader provenienti da nazioni di tutto il mondo, siamo qui a Copenaghen perché il cambiamento climatico rappresenta un pericolo grave e crescente per il nostro popolo. come me, siete convinti che questo pericolo sia reale, non una finzione, questa è scienza. Senza controllo, i cambiamenti climatici porranno rischi inaccettabili per la nostra sicurezza, le nostre economie e il nostro pianeta.
Quindi la domanda che abbiamo di fronte non è più la natura della sfida: la domanda è la nostra capacità di raggiungere l’obiettivo. Perché mentre la realtà del cambiamento climatico non è in dubbio, la nostra capacità di intraprendere azioni collettive è in bilico. ”
Credo che possiamo agire con coraggio e in modo decisivo di fronte a questa minaccia comune. Ed è per questo che sono venuto qui oggi. Come l’economia più grande del mondo e la seconda fonte di emissioni al mondo, l’America ha la sua parte di responsabilità nell’affrontare il cambiamento climatico e intendiamo assumerci questa responsabilità

2015: ANCHE IL PAPA E` ALLARMATO PER i “CAMBIAMENTI CLIMATICI”

Il cripto-marxista argentino Papa Francesco ha emesso un’enciclica senza precedenti (una forma più morbida di editto) intitolata Laudato Si, che ha essenzialmente diretto i suoi 5.000 sacerdoti ad accettare che il “peccato” del “Cambiamento climatico” è reale e ad istruire i membri della loro chiesa ad unirsi alla chiamata per “l’azione”.

Sebbene non sia altrettanto influente come nei decenni o nei secoli passati, il Papa cattolico ha ancora un enorme seguito internazionale e porta un alto grado di “autorità morale”, anche per i non cattolici.
L’approvazione senza precedenti del Papa liberale su ciò che, in sostanza, è davvero una questione politica, ha dato un forte impulso alla spinta per il grande “Accordo sul clima” internazionale che doveva avvenire a Parigi nel 2016. Prima di Parigi 2016, lo spregevole attivista di sinistra che si maschera da “santo” ha sfruttato spudoratamente la sofferenza delle persone nelle Filippine devastate dalla tempesta collegando in modo subdolo un letale tifone del 2013 ai “Cambiamenti climatici”. Il falso papa ha dichiarato:

“È l’uomo che schiaffeggia continuamente la natura, abbiamo in qualche modo preso possesso della natura, penso che abbiamo sfruttato troppo la natura, penso che l’uomo sia andato troppo oltre

Gli incontri in Perù non mi hanno soddisfatto, sono rimasto deluso. C’era una mancanza di coraggio. Speriamo che a Parigi i rappresentanti abbiano più coraggio per andare avanti “.

Il sostegno del Papa al grande scherzo diede un enorme impulso alla propaganda e portò molti nuovi credenti.

Immagine 1: Il papa globalista con una storia politica di sinistra (Teologia della liberazione) ha lasciato intendere che il tifone del 2013 che ha devastato le Filippine fu causato da “emissioni di carbonio”.

“È urgente sviluppare una politica in modo che nei prossimi anni riduciamo drasticamente l’anidride carbonica e altre emissioni di gas altamente inquinanti”.

– Papa Francesco

DICEMBRE 2015: GLI ACCORDI SUL CLIMA DI PARIGI

L’Accordo sul clima di Parigi (alias Paris Climate Accord) è un accordo all’interno del quadro preesistente delle Nazioni Unite. Le parti dell’accordo sono destinate ad attenuare le emissioni di gas serra e perseguire fonti di energia alternative “energia verde” a partire dal 2020. A partire da giugno 2017, 150 stati lo hanno ratificato.

L’accordo richiede che ogni paese riferisca regolarmente sul proprio contributo per mitigare il “riscaldamento globale”. Anche se non esiste un meccanismo di applicazione internazionale per imporre la conformità, i politici nei paesi di tutto il mondo ora hanno una base legale per adattare le politiche all’interno delle rispettive nazioni – costose restrizioni che possono essere imposte dalla forza governativa. Questo è ciò che rende lo schema di Parigi così pericoloso

Poiché la Costituzione degli Stati Uniti richiede una maggioranza di 2/3 al Senato per approvare un trattato, il Presidente Obongo ha dovuto emettere un “Ordine esecutivo” illegale per aggirare la legge e intrappolare l’America nell’Accordo di Parigi. La minoranza in diminuzione degli americani che ancora nutrono alcun rispetto per la Costituzione furono inorriditi dalla presa di potere di Obongo. Ma i ministri della propaganda del New York Times e del resto della Piranha Press si sono affrettati a lodarlo per la sua “leadership” nel combattere la “crisi”. L’effettiva firma dell’Accordo di Parigi da parte delle parti non è avvenuta fino al 22 aprile 2016 (Giornata della Terra). Ha avuto luogo presso le Nazioni Unite.

Nel 2017, il presidente Trump, che una volta correttamente fece riferimento al “Global Warming” come ad una “beffa”, ha da allora attenuato la sua posizione per motivi politici, tuttavia, ritirò gli Stati Uniti dall’accordo. Ciò ha causato una diffusa condanna tra i globalisti negli Stati Uniti e in Europa, oltre che da Obongo e Papa Francesco. Nonostante il ritiro di Trump, molti sindaci e governatori democratici in tutta l’America hanno annunciato la loro intenzione di utilizzare il potere dei loro uffici per mettere in atto i costosi obiettivi climatici di Parigi 2016 nelle loro giurisdizioni. Ed è del tutto possibile che un futuro presidente degli Stati Uniti possa ricongiungersi. La truffa di Parigi è quindi ancora uno schema pericoloso.

2016: LEONARDO DI CAPRIO FA UN DOCUMENTARIO SUL CAMBIAMENTO CLIMATICO

Il “crockumentary” della Super-star Leonardo DiCaprio sul “Climate Change” segna la sua introduzione come nuovo volto del movimento per “salvare il pianeta”. Il pacchetto di bugie, massicciamente pubblicizzato dalla Piranha Press, è intitolato Before the Flood.
Il film è stato presentato al Toronto International Film Festival a settembre 2016, prima di essere trasmesso sul National Geographic Channel poche settimane dopo. Per aumentare il pubblico, la propaganda di DiCaprio è stata resa ampiamente disponibile e gratuita su diverse piattaforme.
Alla prima europea di Londra nell’ottobre 2016, DiCaprio ha presentato il film come segue:

“Siamo andati in ogni angolo del mondo per documentare gli impatti devastanti dei cambiamenti climatici e messo in discussione la capacità dell’umanità di invertire quello che potrebbe essere il problema più catastrofico che l’uomo abbia mai affrontato.Abbiamo una difficile sfida davanti a noi.Tutto quello che abbiamo visto in questo viaggio ci mostra che il clima del nostro mondo è incredibilmente interconnesso e che è vicino al punto di rottura “.

Bugie! E, scusami un attimo…quanto di questa “pericolosa” CO2 hai emesso tu e il tuo equipaggio volando in “ogni angolo del globo”, eh Professor DiCaprio?

 

Pochi anni dopo il suo imbarazzante scandalo per violenza sessuale  – in cui fu accusato di masturbarsi con forza su una massaggiatrice professionista – e il successivo divorzio da parte di sua moglie, il ruolo di Gore come principale volto pubblico della beffa fu assunto dal giovane DiCaprio – mostrato con il co-cospiratore Papa Francesco nell’immagine 2.