Archivi Blog

Buon 2018: L’Albero Della Vita

Il 2017 è stato un anno governato dalla politica. Ogni singolo fatto e problema è diventato politico. Le notizie di quest’anno sono state infatti monopolizzate da persone su entrambi i lati di un divario sempre più ampio e divergente, coprendosi le orecchie e urlando su come hanno ragione – e su come l’altra parte sia sbagliata e cattiva.

Sebbene non ci sia nulla di sbagliato nel farsi coinvolgere in politica, essere ossessionati dalle costrizioni sociali può portare a ignorare le verità universali.

Neovitruvian non parla mai di politica. Il suo scopo va ben oltre il tentativo di eleggere un politico. Riguarda l’impatto invisibile della cultura e del simbolismo sulla psiche umana e la consapevolezza che il nostro ambiente attuale è tossico e dannoso per la mente e l’anima.

Dal 2008, ho messo in evidenza i molti modi in cui la cultura popolare è tossica e come si rivolge costantemente ai nostri impulsi più oscuri. Nel 2018 stiamo assistendo alle conseguenze di una simile cultura: una generazione eccessivamente incline all’ansia, alla depressione e al suicidio. Le persone cercano di estraniarsi cosi` tanto dalla realta` che decine di migliaia (solo negli Stati Uniti) stanno morendo per abuso di oppioidi – farmaci creati dalle compagnie farmaceutiche per intorpidire il dolore.

Mentre le celebrità fanno canzoni riguardo l’abuso di sostanze, le persone si stanno letteralmente addormentando fino a morire. La crisi degli oppioidi è di per sé simbolica e, sfortunatamente, illustra perfettamente lo stato mentale della nostra generazione. È sintomatico di un palpabile mal-di-vivere, un malessere dell’anima che ha bisogno di essere guarito. Diversi fattori stanno causando questo clima e la nostra costante esposizione ai media e ai suoi messaggi distorti è una grande parte dell’equazione. Come abbiamo visto quest’anno, i messaggi di film e video musicali, continuano a raggiungere nuovi minimi di depravazione mentre cercano di arrivare ai bambini (piu` piccoli sono meglio e`).

Lo scorso giugno, ho pubblicato un articolo intitolato C’e` qualcosa di terribilmente sbagliato in molti “video per bambini” su YouTube nel quale ho esposto i contenuti inquietanti trovati in “video per bambini” su YouTube. La piattaforma video è stata inondata da migliaia di video indirizzati a bambini pieni di contenuti che sono traumatizzanti, terrificanti, sessuali o totalmente disgustosi. Ancora peggio, alcuni video sono presi di mira da pedofili.

Soprannominato “Elsagate” da alcune comunità online (perché spesso presentano personaggi popolari per bambini come Elsa), questi video raccolgono miliardi di visualizzazioni e rivelano bambini e neonati in atteggiamenti inquietanti.

Fortunatamente, qualcosa di buono è venuto dalla nostra vigilanza collettiva. In risposta allo sdegno, YouTube “ha chiuso più di 270 account e rimosso oltre 150.000 video” dalla piattaforma. YouTube ha anche “rimosso le pubblicita` da quasi 2 milioni di video e oltre 50.000 canali mascherati da contenuti adatti alle famiglie” e “ha disattivato i commenti su oltre 625.000 video presi di mira dai pedofili”.

Mentre questo potrebbe essere un passo nella giusta direzione, il ventre del male e` attivo appena sotto la superficie, sfornando costantemente video di stelle e idoli che promuovono l’autodistruzione. Solo quest’anno abbiamo visto, Selena Gomez (Fetish): Sintomi di una cultura popolare malata, e Illuminati: Lil Uzi Vert in “XO Tour Llif3”/Un nuovo satanista nell’industria musicale

Il simbolismo che viene sottolineato su Neovitruvian è la manifestazione esteriore, facilmente percettibile di una oscura sottocorrente, una filosofia sotterranea che guida le azioni di coloro che detengono il potere. Comprendere questa mentalità – per quanto possa essere perturbante e inquietante – consente di navigare nel mondo con gli occhi veramente aperti.

C’è un processo in movimento e ogni anno è più visibile. In effetti, c’è uno sforzo cosciente e deliberato per allontanare le masse da ciò che è vero e autentico al fine di spostarle in un ambiente creato artificialmente, creato su misura per soffocare lo spirito umano. Più ci allontaniamo dalla verità, dalla salute, dall’equilibrio e dall’armonia, più facile sarà il controllo.

Per questo motivo, è essenziale, più che mai, rimanere radicati e collegati a ciò che la vita è veramente. Dobbiamo riconnetterci con la vita con la V maiuscola. Che cosa è la vita con la V maiuscola vi domanderete? Beh, come te, lo sto ancora scoprendo. Tuttavia, so che, sin dall’alba dei tempi, è stata rappresentata da un simbolo semplice ma potente: un albero.

Immaginate un grande albero, con le massicce radici ancorate saldamente al terreno che è pieno di sostanze nutritive e i suoi rami alti raggiungono i raggi del sole. In tutte le età e in tutte le culture, il simbolo dell’albero rappresenta la Vita … con la V maiuscola.

L’ALBERO DELLA VITA

L’albero della vita può essere trovato nei canoni di innumerevoli religioni e mitologie. È un archetipo secolare che simboleggia la connessione tra la Terra e il cielo.

Si trova nel cristianesimo, ebraismo, islam, induismo e buddismo. L’albero della vita fa anche parte delle mitologie egiziana, persiana, cinese, germanica, celtica, azteca e irochese. In quasi tutti i casi, l’albero è associato alla conoscenza della vita e descritto come una chiave per l’immortalità.

Per esempio, all’inizio della Bibbia, nella Genesi, l’albero della vita è nell’Eden, protetto da due cherubini. Separati dall’albero, Adamo ed Eva si trovarono soggetti alla morte fisica e spirituale.

Un dipinto del XIX secolo raffigurante l’albero della vita nell’Eden custodito da due cherubini.

Alla fine della Bibbia, nell’ApocalisseT, lo stesso albero è menzionato di nuovo: “A chi vince, darò il diritto di mangiare dall’albero della vita, che è nel paradiso di Dio”.

Rappresentazione del 17 ° secolo dell’albero della vita nel palazzo di Shaki Khans, Azerbaijan.

Una rappresentazione dell’albero della vita norvegese Yggdrasil del 1847,

Sebbene ogni cultura abbia una propria elaborata storia che circonda la loro versione dell’Albero della Vita, il messaggio principale è lo stesso: è attraverso l’essenza di questo albero, che è radicato nella vera fonte della vita, che si può davvero prosperare.

Oggi, molti di noi sono completamente disconnessi da quest’albero. E quelli al potere stanno facendo del loro meglio per spingerci il più lontano possibile. Attraverso un’agenda degradante e ripugnante, cercano di disconnetterci dal nucleo di quell’albero e dalla sua saggia essenza vivificante. Vogliono che siamo come foglie secche, distaccate dall’albero e che fluttuano senza meta alla mercè dei venti che scelgono di soffiare contro di noi.

Invece, come un albero, dobbiamo essere saldamente radicati in terreni fatti di valori forti, solida conoscenza e paziente saggezza. Come un albero, dobbiamo raggiungere i cieli e permettere ai nostri frutti di essere maturati dal sole.

Mentre l’Albero della Vita ha un profondo significato spirituale, si possono fare semplici passi per ricollegarsi ad esso. Disconnetti dalla luce ipnotica degli schermi e dai suoni nauseanti dei media. Riconnettiti con la natura, con gli elementi e con la vita sulla terra. Respira l’aria fresca, guarda le stelle e ammira la forza miracolosa che anima tutti gli esseri viventi. Allontanati dal vertiginoso tormento della società e risincronizzati con il ritmo equilibrato della natura. Prenditi del ​​tempo per connetterti veramente con i tuoi cari, con i tuoi vicini e, naturalmente, con te stesso.

Perché, sebbene essere consapevoli dei mali di questo mondo è importantissimo, non dobbiamo permettere a noi stessi di essere consumati da essi. Dobbiamo usare questa conoscenza per identificare ciò che è tossico, non per diventarne ossessinati, focalizzarci chiaramente su ciò che è sano. Sebbene tutti desideriamo cambiare il mondo in meglio, la vera sfida delle nostre vite è cambiare noi stessi, migliorandoci.

Grazie per aver letto i miei articoli, per averli condivisi sul web e per aver contribuito con i vostri pensieri attraverso commenti e messaggi. Oggi più che mai abbiamo bisogno di pensatori indipendenti che facciano affidamento su una solida bussola morale – non un programma predeterminato – per capire il mondo, per parlare, e lottare per ciò che è giusto.

Fonte

Annunci