Archivi Blog

Il governo italiano e i 60.000 spioni

Domenica il governo italiano ha annunciato le intenzioni di creare un esercito di spie per monitorare il distanziamento sociale, affermando che recluterà 60.000 persone per monitorare le attività dei loro amici e vicini e assicurarsi che aderiscano alle norme segregatorie.

I rapporti indicano che il governo puntera` soprattutto sui disoccupati, in particolare quelli che hanno presentato domanda di indennità di recente.

Vuole che diventino “assistenti civici”, che segnaleranno infrazioni sull’uso di maschere per il viso e altre regole ordinate dallo stato a seguito del blocco del coronavirus.

Gli informatori non riceveranno uniformi o badge e saranno semplicemente incorporati nella popolazione, il che significa che chiunque potrebbe essere una spia del governo.

Non è senza precedenti in Italia, dato che il sindaco di Roma Virginia Raggi ha utilizzato un sito Web in cui gli italiani possono informare i loro vicini se li vedono infrangere le regole di allontanamento sociale.

L’annuncio è stato fatto dal ministro degli Affari regionali e delle autonomie Francesco Boccia e dal sindaco di Bari (Puglia), Antonio Decaro, che ricopre la carica di presidente dell’Associazione nazionale dei comuni italiani.

“Stiamo gradualmente entrando in una nuova normalità in cui vi è una progressiva ripresa delle attività produttive e i cittadini tornano nelle città giorno dopo giorno”, si legge in una nota.

I comuni “saranno in grado di trarre vantaggio dal contributo degli “assistenti civici” per applicare tutte le misure messe in atto per contrastare e contenere la diffusione del virus, a cominciare dal distanziamento sociale”. aggiunge la dichiarazione.

“Ora è il momento di reclutare tutti quei cittadini che vogliono aiutare il Paese, dimostrando un grande senso civico”, conclude la dichiarazione.

Queste spie del distanziamento sociale, che ricordano gli informatori di partito di 1984 di Orwell, sono state impiegate anche in altri paesi.

“La famiglia era diventata in effetti un’estensione della psicopolizia. Era un dispositivo per mezzo del quale tutti potevano essere circondati giorno e notte da informatori che li conoscevano intimamente. ”
– George Orwell, 1984

Fonte

Twitter censurera` le “Teorie del Complotto” sul Coronavirus con degli “avvisi”

“Questi avvisi informeranno le persone che le informazioni contenute nel Tweet sono in conflitto con le indicazioni degli esperti di salute pubblica prima che vengano visualizzate.”

Twitter censurera` i contenuti relativi a Covid-19 con degli “avvisi” se non sono conformi alle linee guida degli “esperti di salute pubblica”, in un tentativo della compagnia di social network di sopprimere le informazioni sulla pandemia globale.

La società afferma che gli avvisi si estenderanno a qualsiasi cosa ritenuta non conforme al parere delle autorità sanitarie. La mossa è fornire agli utenti un “contesto aggiuntivo”, secondo il direttore delle politiche pubbliche Nick Pickles.

I messaggi di avviso nasconderanno il tweet dalla vista (censurandolo) a meno che l’utente non faccia clic su di esso.

 

“Questi avvisi informeranno le persone che le informazioni contenute nel Tweet sono in conflitto con la guida degli esperti di salute pubblica prima che vengano visualizzate”, ha dichiarato la società in un post sul blog.

I tweet presi di mira dagli avvertimenti includeranno semplicemente il fatto di mettere in dubbio la necessità di praticare l’allontanamento sociale o indossare una maschera, secondo i rapporti.

La società afferma di avere in atto un sistema a più livelli per determinare quanto sia “severa” la “teoria della cospirazione”.

Twitter ha dichiarato a PC mag che “Ad esempio, un tweet che dice” indossare una maschera ti farà star male “potrebbe facilmente mettere le persone a rischio. Un tweet che dice “COVID proviene da un laboratorio in Cina”, d’altra parte, non presenta rischi immediati “.

La disinformazione sul Coronavirus che risultata essere “moderatamente” dannosa, recherà un’etichetta sotto il contenuto che dice “Scopri i fatti su COVID-19” e fornirà un link a una “pagina curata da Twitter o una fonte attendibile esterna”.

Al fine di identificare i tweet offensivi, Twitter afferma che “farà affidamento su partner fidati per identificare i contenuti che potrebbero provocare danni offline”.

Twitter sta seguendo ancora la strada di Google e Facebook, nella rimozione di contenuti che ritengono inaffidabili.

Diversi video sono stati vietati da YouTube e Facebook negli ultimi giorni e settimane, inclusi i medici che si dichiarano contrari al lockdown e alle misure utilizzate per combattere il virus.

Fonte

 

L’Italia Orwelliana

In Italia sta circolando un video che mostra un poliziotto armato che interrompe bruscamente le celebrazioni di una messa in una piccola città del nord della Lombardia, ordinando al sacerdote di interrompere immediatamente la celebrazione e di far uscire i partecipanti.

Il sacerdote rifiuta e prosegue la messa, dicendo al Carabiniere di avere solo 13 partecipanti a messa ben distanziati tra loro e ognuno con una maschera. Il sacerdote verrà successivamente multato per un importo di 680 euro e ciascuno celebrante 280 euro, tutti per violazione delle attuali misure del governo contro gli incontri pubblici a causa del Covid-19.

Non importa se il poliziotto ignorava totalmente il Codice Penale italiano che afferma (art. 405) che chiunque interrompa i riti religiosi all’interno di un’area pubblica o di un edificio pubblico (una chiesa in questo caso) potrebbe subire una pena detentiva fino a 2 anni. Non importa l’art. 19 della costituzione italiana che tutela specificamente la libertà di religione e i riti religiosi. L’attuale governo italiano, probabilmente il peggiore della storia italiana recente e remota, ha abbandonato ogni possibile maschera di decenza e rispetto delle leggi fondamentali come la Costituzione italiana che – teoricamente – dovrebbero essere al di sopra di qualsiasi altra legge del paese.

Questo episodio è solo un’altra scena orwelliana che qualcuno avrebbe considerato impossibile solo poco tempo fa. Gli italiani si stanno rapidamente abituando a scene da incubo che potrebbero benissimo essere la trama di un film horror trash, come un convoglio dell’esercito che trasporta cadaveri dalle aree più colpite per essere cremati altrove e senza un funerale (e soprattutto senza autopsia) ai droni ed elicotteri che volano sopra un pedone solitario lungo una spiaggia o un parco pubblico, fino alle minacce della polizia che vuol fare multe “senza motivo” giustificato.

Ragione, logica, decenza e buon senso sono finiti tutti fuori dalla finestra velocemente e nessuno avrebbe potuto immaginarlo solo pochi mesi fa. La principale autorità morale che avrebbe dovuto mettere in discussione l’attuazione di misure folli si è rapidamente ridotta al silenzio. In effetti, la chiesa cattolica ha rapidamente adottato misure che nella maggior parte dei casi sono andate oltre quanto richiesto dalle autorità pubbliche, chiudendo chiese, messe e funerali, senza fare domande. E, come nel caso del prete che ha insistito per celebrare la messa, lo ha rapidamente liquidato come un reietto ribelle e inopportuno.

Inoltre, l’attuale governo italiano, a.k.a. La Giunta, ci ricorda in effetti una giunta militare sudamericana che ha dirottato il potere con un colpo di stato. Chiama questo colpo di stato come vuoi, Pandemia, Covid-19, il Virus, qualunque cosa. Le libertà civili sono state sospese anche al di là delle semplici necessità mediche e della ragionevolezza, molto peggio di qualsiasi altro paese in Europa. I governi italiani di oggi sembrano una replica di un governo fantoccio istituito da potenze straniere, proprio come nel 1943, dopo che l’Italia fu divisa in due governi, uno a sud nella zona occupata dagli Alleati e uno a nord nella zona occupata dalla Germania. Nessuno ha eletto questo governo, i suoi ministri, il Primo Ministro, i viceministri. Appartengono a una strana coalizione di ex arcinemici che divenne – durante la notte – amica per condividere il potere.

Il M5S (Movimento 5 stelle) e il PD (Partito Democratico) erano nemesi l’uno dell’altro prima che questo nuovo governo si formasse nel 2019 in quella che evidentemente e` stata una tipica commedia all’italiana. Ora vanno molto d’accordo, non solo politicamente, ma anche, che coincidenza, geograficamente. A parte alcuni ministri e vice ministri, la maggior parte dei membri di questo governo proviene dall’Italia meridionale, incluso il Primo Ministro Conte. La stragrande maggioranza di loro non ha precedenti esperienze lavorative di alcun genere se non essere un politico sin dalla loro giovinezza.

Dopo una serie infinita di nuove misure e restrizioni, il più delle volte in contraddizione reciproca, e in aperta violazione delle leggi costituzionali, il governo ha finalmente imposto un blocco nazionale a metà marzo, quando era davvero troppo tardi, mentre migliaia di persone provenienti da tutta Italia hanno avuto il tempo di tornare nelle loro città e villaggi dalla zona più colpita d’Italia, la Lombardia. Il fatto che la pandemia non si sia effettivamente diffusa – a parte pochi casi isolati – nell’Italia meridionale è stata una benedizione, in quanto avrebbe potuto essere un disastro di proporzioni bibliche dato che il sistema di assistenza sanitaria pubblica nel sud è notoriamente inferiore agli standard.

L’attuale ministro italiano della sanità pubblica, Roberto Speranza (nomen omen) è un esempio appropriato di come funziona questo governo. Con una laurea in scienze politiche e nessuna esperienza in campo medico, ha nominato un team di (cosiddetti) esperti guidati da un altro esperto che ha affermato di essere un membro dell’OMS, tra gli altri onori e risultati medici.

Ma solo pochi giorni fa l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) si è sentita in dovere di rilasciare una dichiarazione ufficiale in cui ripudia formalmente il dott. Walter Ricciardi, l’ultra esperto del ministro Speranza, dicendo che non e` mai stato un membro dell’OMS, avvertendo che le sue opinioni “Non dovrebbero essere associate” con quelle dell’OMS. In realtà il ragazzo è un ex attore di serie B in film italiani poco conosciuti, ma una laurea in igiene medica e le giuste connessioni politiche gli hanno valso un posto di alta reputazione come direttore dell’ISS (l’Istituto Nazionale della Salute) fino al 2018, quando si è dimesso dopo un’inchiesta ha rivelato le sue collaborazioni (mentre direttore dell’ISS) con le case farmaceutiche e i suoi sforzi per rendere obbligatorio un vaccino contro il meningococco B che si è rivelato completamente inutile.

Non ci vuole una laurea in scienze politiche per notare che si tratta di un governo fatto di patetici Quislings, le cui uniche preoccupazioni sono di mantenere i loro (redditizi) posti il ​​più a lungo possibile seguendo gli ordini loro imposti su base giornaliera da Bruxelles o Berlino. Quando altri paesi hanno offerto il loro aiuto come la Russia, nonostante le dichiarazioni di calorosa gratitudine da parte della maggior parte delle autorità locali più colpite dal virus, le informazioni e gli aggiornamenti si sono interroti bruscamente. Ciò è accaduto dopo che La Stampa, notoriamente uno dei principali esponenti giornalieri pro UE di Torino, ha espresso dubbi aperti sulle “vere motivazioni” della Russia per essere così generosi con l’Italia.

Tutti concordano sul fatto che le restrizioni imposte agli italiani e alle loro libertà civili non sono solo draconiane: sono insensate anche dal punto di vista medico di base, implementate ufficialmente per diminuire la diffusione del virus, ma in realta` utili solo a distruggere il morale e la volontà delle persone. Perchè è così? Perché il peggio deve ancora venire. La volontà e la risoluzione degli italiani devono essere spezzate al fine di inaugurare tagli e “riforme” in stile greco che porteranno l’Italia in ginocchio, costringendola ad accettare qualsiasi misura imposta dall’UE.

L’acronimo onnipresente in questi giorni in Italia non è Covid. È MES, che sta per Meccanismo europeo di stabilità. Saltando tutti i tecnicismi non necessari, descrivero`  a cosa servira` in termini semplici. Questo governo Quisling, avendo ostinatamente rifiutato di adottare misure economiche che tutti gli altri paesi europei hanno implementato, sta semplicemente esponendo l’economia a un grave rischio di default. Quando ciò diventerà inevitabile, allora il MES interverrà e costringerà l’Italia, al fine di “essere salvata” dal completo collasso, ad accettare una raccapricciante varietà di misure di “recupero” proprio come è accaduto in Grecia negli anni precedenti.

Deja-vu, ancora una volta. Proprio come nel 2011 le improvvise – forzate – dimissioni di Berlusconi alla carica di primo ministro italiano hanno portato il presidente Giorgio Napolitano a formare un nuovo governo non eletto incaricato delle “riforme economiche” guidate dal tecnico europeo Mario Monti, il calvario si ripete nel 2020, per gentile concessione del “nemico invisibile” (aka Covid-19), assieme all’inevitabile arresto improvviso dell’economia italiana, così una “task force” di esperti che sovrintende alle politiche economiche del governo è stata nominata dal presidente italiano Mattarella.

Vi presento Vittorio Colao, il cui CV è praticamente un cliché che non vale la pena menzionare. L’ex CEO di Vodafone, MBA presso Harvard, esperienze in Morgan Stanley, McKinsey, Unilever e l’elenco potrebbe continuare all’infinito. Per non parlare del suo rapporto personale con Bill Gates, George Soros e altri simili.

Subito dopo essere stato nominato, Colao ha chiesto per se stesso e per i suoi “esperti” associati la completa immunità civile e penale. Pensi che una richiesta così particolare – come dire – abbia fatto notizia? Quasi. Dobbiamo a pochi rappresentanti dei partiti di opposizione che in qualche modo la notizia e` filtrata. Silenzio completo dei media mainstream. Cosa dovremmo pensare? Che questo gruppo di esperti stia evidentemente pensando di violare le leggi esistenti, per non dire altro. Sarà interessante vedere cosa accadrà nelle prossime settimane. Nel frattempo, gli italiani sono sempre più stanchi di questo blocco brutale e inutile.

Fonte

 

Un gruppo di linguisti tedeschi decide di “vietare” la parola “Isteria Climatica”

Un gruppo di linguisti tedeschi che decide ogni anno una nuova parola da “vietare” ha annunciato che il termine “isteria climatica” non deve esistere perché mina la propaganda sul riscaldamento globale causato dall’uomo.

Prima di tutto, fermati qualche minuto a pensare che esiste un’organizzazione composta da linguisti creata esclusivamente per “vietare” parole e termini che non gli piacciono. La loro azione è conosciuta come “Non-parola dell’anno”.

Stanno letteralmente tentando di ricreare il dizionario della neolingua del film 1984, che si riduce di anno in anno per eliminare la lingua e limitare il pensiero libero e la libertà di parola, rendendo più difficile per le plebe esprimere la propria opposizione al Partito.

Come forse hai sospettato, ogni parola o termine già “vietato” dal gruppo negli ultimi anni ovviamente sono quelli usati dai conservatori per sfidare le “idee” di sinistra.

I termini “non parolizzati” negli ultimi anni includono “versione alternativa”, “Lügenpresse” (stampa bugiarda) e “turismo del benessere” (riferendosi agli “stranieri in Germania che presumibilmente fanno ricorso al sistema di welfare”.)

Il gruppo esiste per scoraggiare l’uso di parole che “discriminano i gruppi sociali o possono essere eufemistici o fuorvianti”.

Forse in preda al panico per il fatto che un numero sempre maggiore di tedeschi staa respingendo il culto del cambiamento climatico causato dall’uomo nonostante la propaganda radicale, quest’anno il gruppo di esperti ha scelto di “eliminare” il termine “isteria climatica”.

Secondo il panel, che non contiene scienziati, il termine “scoraggia gli sforzi per proteggere il clima, sfida il movimento per la protezione del clima e scredita importanti discussioni sui cambiamenti climatici”.

“Mantenere il dizionario della neolingua il più sottile possibile nella speranza che ciò restringa il nostro raggio di pensiero è una priorità progressiva”, scrive Dave Blount. “Qualsiasi parola o termine che può essere usato per minare l’ideologia di sinistra verrà alla fine rimosso dal vocabolario consentito. Questo è il punto di avere un dizionario della neolingua.

Fonte

Nazioni Unite: Depopolazione globale come risposta ai cambiamenti climatici

Un gruppo di scienziati del clima che lavorano per le Nazioni Unite chiede una riduzione della popolazione umana al fine di evitare il riscaldamento globale.

In uno studio pubblicato martedì sulla rivista BioScience, il gruppo intergovernativo delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici ha avanzato l’idea del controllo della popolazione globale, sostenendo che incredibili catastrofi sono proprio dietro l’angolo se gli abitanti della terra non riducono drasticamente il loro numero.

“Gli scienziati hanno l’obbligo morale di avvertire chiaramente l’umanità di qualsiasi minaccia catastrofica e di ” dirlo direttamente “, ha avvertito il gruppo di allarmisti climatici. “Sulla base di questo obbligo e degli indicatori grafici presentati di seguito, dichiariamo, con oltre 11.000 scienziati firmatari da tutto il mondo, chiaramente e inequivocabilmente che il pianeta Terra sta affrontando un’emergenza climatica”.

Oltre a eliminare gradualmente i combustibili fossili e “mangiare principalmente cibi a base vegetale riducendo il consumo globale di prodotti di origine animale”, l’IPCC afferma che “la popolazione mondiale deve essere stabilizzata – e, idealmente, gradualmente ridotta – in un quadro che garantisca l’integrità sociale “.

Esistono politiche comprovate ed efficaci che rafforzano i diritti umani riducendo al contempo i tassi di fertilità e riducendo gli impatti della crescita della popolazione sulle emissioni di GHG e sulla perdita di biodiversità. Queste politiche rendono i servizi di pianificazione familiare disponibili a tutte le persone, rimuovono gli ostacoli al loro accesso e raggiungono la piena equità di genere, compresa l’istruzione primaria e secondaria come norma globale per tutti, in particolare ragazze e giovani donne.

Nella spaventosa neolingua orwelliana, l’IPCC conclude che le politiche per ridurre la popolazione “agiranno effettivamente per sostenere la vita” sulla Terra.

Mentre le Nazioni Unite stanno tentando di rinominare la loro campagna decennale dopo essere state “incoraggiate da una recente ondata di preoccupazione”, l’obiettivo di ridurre la popolazione fino all’80% è stato un punto fermo dell’agenda delle Nazioni Unite.

Fonte

Ignorare l’esperimento gender che e` in atto sui vostri bambini, non lo fara` scomparire magicamente

Con il lancio del nuovo programma governativo di studi sul sesso Ford, sembrerebbe che tutte le speranze di impedire ai bambini dell’Ontario di essere indottrinati nelle pericolose nuove ideologie di genere le quali stanno scatenando caos nel mondo occidentale siano ormai perse. Nonostante la promessa di Ford di rimuovere del tutto la teoria del genere, essa rimane saldamente in atto e i bambini pre-adolescenti saranno ancora introdotti all’argomento. L’impatto di questo, come indica un rapporto agghiacciante di Barbara Kay al National Post all’inizio di questa estate, sarà sia terribile che duraturo. So di averlo già detto decine di volte, ma è così essenziale che lo comprendiamo: si tratta di un esperimento sociale sui bambini con effetti devastanti e permanenti su di essi.

Come ho riferito in precedenza, il numero di bambini canadesi che si identificano come transgender sta aumentando a un ritmo allarmante e le istituzioni canadesi sembrano essere in linea con l’agenda degli attivisti trans, rendendo obbligatorio per tutti i canadesi credere o almeno fingere di credere – che il genere sia fluido. Ecco perché Jonathan “Jessica” Yaniv sta facendo fallire con successo le estetiste che hanno rifiutato di depilarli i genitali, ed è per questo che un giudice canadese ha recentemente dichiarato che un padre che tenta di dissuadere il figlio dal “transizionare” da maschio a femmine costituisce “violenza familiare”.

I momenti importanti del movimento trans non sono ancora finiti, e sospetto che stiamo solo vedendo l’inizio di questa mania di genere. Ad esempio, considera questa storia dalla CBC:

Una clinica per persone transgender a Kingston, Ontario, si sta espandendo nella speranza di servire più pazienti. La dottoressa Ashley Waddington, un ginecologo, ha aperto la clinica a luglio 2017 dopo aver notato un numero crescente di pazienti in cerca di terapia di soppressione mestruale. Quella che è iniziata come una piccola clinica si è presto ampliata e crescerà di nuovo in autunno. La Waddington ha dichiarato di essere sorpresa dalla richiesta.

La clinica era molto più frequentata di quanto mi aspettassi”, ha detto. Waddington ha detto che ha ampliato la clinica quando la lista di attesa ha raggiunto i 150 pazienti. “Ad un certo punto è passato più di un anno e non siamo riusciti a raggiungerli abbastanza in fretta”, ha detto … La clinica offre trattamenti ormonali e cure pre e post intervento, nonché supporto di salute mentale ai pazienti e alle loro famiglie.

“Anche le famiglie che sono molto favorevoli a volte hanno bisogno di un piccolo sostegno, perché è un grande cambiamento da apportare se tuo figlio o tua sorella o tua madre stanno attraversando un cambiamento”, ha detto la Waddington. Molti medici hanno seguito la formazione e anni di pratica medica senza incontrare pazienti transgender. La clinica recentemente ampliata sarà alla Queen’s University, dove la Waddington spera di arruolare studenti di medicina in modo che la prossima generazione di medici abbia le conoscenze di cui hanno bisogno per curarli.

“Uno degli obiettivi della nostra clinica è quello di essere una fonte di istruzione”, ha detto. “Uno dei nostri obiettivi è in realtà quello di metterci fuori dal mercato …. Alla fine, non ci sarà la necessità di avere una clinica specializzata.”

Penseresti che la Waddington e i suoi alleati sarebbero un po ‘ più curiosi del fatto che molti medici hanno trascorso decenni a non incontrare mai bambini che sentivano di essere nati nel corpo sbagliato, ma ora all’improvviso ce ne sono centinaia e le liste di attesa si stanno riempiendo. I medici, a quanto pare, non possono tenere il passo con la domanda. La disforia di genere è stata a lungo riconosciuta come una condizione reale ma rara, quindi perché sembra diffondersi così rapidamente? La risposta, ovviamente, è culturale, ma non sentirai nessuno ammetterlo.

I bambini transgender non si moltiplicano improvvisamente. Vengono reclutati e il linguaggio utilizzato per giustificare questo si sta evolvendo quasi altrettanto rapidamente, motivo per cui gli interventi di cambio di sesso vengono ora definiti “interventi di affermazione di genere”. la nuova frase, ovviamente, implica che la bambina o il bambino che sono stati “trattati” in realtà erano da sempre del sesso opposto, e che fortunatamente ora ci sono medici disposti a tagliare peni e i seni scomodi e altre parti del corpo indesiderate al fine di aiutarli ad apparire come sembrano (ma riflettiamo un istante: i bambini raggiungono effettivamente un livello di autocoscienza che permette loro di giustificare una mutilazione permanente del loro corpo? Questa domanda scomoda viene ignorata da quasi tutti). Se i bambini si renderanno conto, da adulti, che si è trattato di un terribile errore, le loro esperienze saranno debitamente ignorate dai media e demonizzate dagli attivisti trans.

Ciò che stiamo osservando è a dir poco un riallineamento radicale delle istituzioni della nostra società dietro una pericolosa ideologia che usa i bambini come cavie per lanciare l’ultima, e piu` grande battaglia nella guerra culturale per l’autonomia corporea totale: il disimpegno del sé dalla realta` biologica.

Fonte

La guerra e` pace, la liberta` e` schiavitu`, l’ignoranza e` forza, il raffreddamento e` riscaldamento

L’America si sta “godendo” un inverno pieno di neve con un clima freddo e gelido. Ovviamente il sistema ha gia` schierato i suoi bugiardi seriali per assicurare che questo tipo di condizioni climatiche serve solo a dimostrare che il nostro pianeta sta diventando, sempre più….caldo.

Tutti questi saccenti sono stati “attivati” dal tweet del presidente Trump all’inizio di questa settimana in cui si prendono in giro i warmisti (coloro che credono che le temperature si stiano alzando  causa della CO2).

Naturalmente, questo tweet ha scatenato pure una reazione massiccia da parte di quei giornali “imparziali e neutrali” di sinistra.

“Look at This Embarrassing F*cking Moron”, urlò Esquire.

“Debunking the utter idiocy of Donald Trump’s global warming tweet”, ha detto CNN.

“Here’s Why the Crazy Cold Temperatures Prove Global Warming is Real”, afferma Forbes in tono rassicurante.

“What Trump keeps getting wrong about Global Warming”, riporta il Washington Post.

Ma qui c’è il mio titolo preferito da NBC News …. “Yes, it can be this cold outside in a time of global warming.”

Ci sono tre slogan del Partito in 1984 di George Orwell, il suo capolavoro su un governo centralizzato che tutto controlla ed e` basato su bugie, terrore e propaganda. Vedi se riesci a capire quale slogan del Partito ho inventato tra i quattro:

La guerra è pace
La libertà è schiavitù
L’ignoranza è forza
Temperature polari significano che il nostro pianeta sta diventando più caldo

I warmisti dicono che questa ondata di freddo non significa che il pianeta non si stia scaldando nel corso degli anni, il che sarebbe ragionevole se non fossero gli stessi warmisti che ci dissero che il riscaldamento globale significava “fine della neve“, o che quest’inverno sarebbe stato “più caldo della media“, o che una precendente stagione calda dimostrava che il pianeta si stava riscaldando.

Quest’ultimo esempio è interessante:

Vedete, l’anno scorso i nostri warmisti ci hanno detto che il caldo dimostrava che il pianeta si stava scaldando, il che significa che dovremo rinunciare alla nostra libertà donandola ad un governo centralizzato al fine di salvare il pianeta. Tuttavia … quest’anno un periodo di clima gelido dimostra egualmente che il pianeta si sta scaldando e che tutti noi dovremo rinunciare alle nostre libertà donandola ad un governo centralizzato al fine di salvare il pianeta.

Quindi, qualunque cosa accada, indipendentemente da quanto la temperatura sia fredda o calda o temperata, tutto dimostra che il Riscaldamento Globale è reale.

Ehi, ricordi quando i Warmisti ci hanno detto che il riscaldamento globale avrebbe peggiorato gli uragani?

Ricorda, quando quella previsione scientifica fu umiliata da una bassa attività degli uragani, quegli stessi warmisti ci dissero che questa mancanza di attività degli uragani dimostrava che il riscaldamento globale era davvero reale!

Ricordate nel 2005 quando i media dell’establishment ci dissero che entro il 2015 il riscaldamento globale avrebbe spinto il costo del petrolio fino a 9 dollari al gallone (oggi è $ 2,08), il costo del latte fino a 12 dollari al gallone (2,99 dollari), e New York sarebbe stata sott’acqua?

Ricordate che durante quel periodo cruciale tra il 2005 e il 2015, quel decennio prima dell’imminente inondazione di Manhattan, l’establishment non ha rimosso nessuno del suo personale dalla città di New York che stava per essere allagata  (secondo i warmisti)? Infatti, mentre la CNN ci diceva che il livello dei mari si stava alzando, la CNN spostava gran parte della sua base operativa dalla sicurezza interna di Atlanta a Manhattan; L’ex-società madre della CNN, Time Warner, ha speso miliardi per trasferire il suo quartier generale a due isolati dal mare a New York.

E, abbastanza presto, ti chiederò se ricordi come Alexandria Ocasio-Cortez – un membro del Congresso – andò in TV e disse che il mondo sarebbe finito in 12 anni a causa del Global Warming.

Vedete, non importa cosa succede, non importa come sia il tempo, non importa come saranno le loro previsioni, non importa quanto spesso si comportino come se non credessero nel riscaldamento globale, i truffatori del clima continuano a urlare Vedi?? Te lo avevamo detto noi! – e lo fanno quasi sempre da una base operativa  selvaggiamente costosa collocata sulla stessa costa che sostengono sarà presto sott’acqua.

Qualunque studioso di storia può guardare indietro e scoprire che tutti i socialisti assassini di massa della storia – da Hitler a Stalin a Mao – hanno fabbricato audaci menzogne ​e capri espiatori come mezzo per consolidare il potere in una maligna autorità centrale.

La libertà è schiavitù.

La guerra è pace.

L’ignoranza è forza.

Il raffreddamento e` riscaldamento

 

Dangerous For Our Democracy: Il video virale e l’ipocrita copertura mediatica

Una compilation video che mostra come innumerevoli giornalisti di reti locali leggano gli stessi identici script negli Stati Uniti è un ricordo agghiacciante della natura orwelliana e fortemente controllata dei mass media. Ancora più agghiacciante: la copertura mediatica di questo video.

Sì, quello che sta accadendo in questo video è davvero “estremamente pericoloso per la nostra democrazia”. Il video virale, pubblicato online da Deadspin, riunisce i segmenti di una varietà di stazioni televisive di proprietà del Sinclair Broadcast Group – il più grande operatore di stazioni televisive negli Stati Uniti. Dozzine di telegiornali, ridotti allo stato di pappagalli, recitano la stessa sceneggiatura, che ovviamente viene da “i poteri forti”. L’inquietante atmosfera orwelliana emanata dal video e il suo editing intelligente evidenziano chiaramente il fatto che i mass media sono di proprietà di poche mega-aziende.

In un tocco di ironia, lo script letto dai giornalisti avvisa minacciosamente gli spettatori a riguardo delle “notizie false e tendenziose che circolano sui social media”, nello stesso modo in cui il Grande Fratello si scaglia contro il “psicoreato” in 1984 di Orwell.

Mentre il video evidenzia la funzione propagandistica dei mass media, i media lo hanno utilizzato per generare altra propaganda.

MEDIA TWIST

Dopo che il video è diventato virale, le principali testate giornalistiche hanno reagito con indignazione e disgusto. Non ci e` voluto  molto prima che la colpa fosse attribuita a Sinclair, un “conglomerato dei media conservatore e pro-Trump”.

Un titolo di giornale sul video che devia dalla vera natura del problema

Un titolo della CNN sul video.

Il giornalista Dan Rather ha pubblicato un tweet rabbioso sul video.

Il video, che mette in evidenza un problema importante che è dilagante su tutti i mass media, viene utilizzato per attaccare una società specifica: Sinclair Broadcast Group. La CNN sta già riferendo che la candidata del partito Democratico nel Kentucky, Amy McGrath, sta ritirando le sue pubblicità dalle stazioni di Sinclair e sta chiedendo un boicottaggio. Sinclair è l’unica azienda colpevole di tali manomissioni? Ovviamente no.

Il fatto che le fonti dei media stiano tentando di inquadrare questo tema in un dibattito liberal-conservatore mette in evidenza solo la mediocrità, la mancanza di obiettività e il pregiudizio completo del giornalismo moderno. Se i giornalisti fossero in realtà “imparziali”, farebbero notare che tutte le fonti dei media sono di proprietà di una manciata di conglomerati che sono collegati alla stessa élite mondiale.

NON SI TRATTA DI LIBERALI CONTRO CONSERVATORI

Se si osserva da vicino il video sopra, si può facilmente notare che lo stesso script è stato letto su reti CBS, ABC, NBC e FOX. Ciò significa che è stato letto su OGNI importante rete televisiva negli Stati Uniti, e queste stazioni sono di proprietà di mega compagnie che sono rappresentate in organizzazioni d’élite come il Council on Foreign Relations, il gruppo Bilderberg e così via. NBC è di proprietà di Comcast; La CBS è di proprietà di Viacom; ABC è di proprietà della Walt Disney Company; Le stazioni TV di Fox sono di proprietà della 21st Century Fox che è stata venduta a … la Walt Disney Company.

Il fatto che le notizie locali siano scritte dai poteri forti è tutt’altro che nuovo. Questo è successo per decenni. Ecco alcuni esempi di diversi anni fa.

I mass media stanno attualmente manipolando la storia per trasformarla in un dibattito politico e attaccare una società specifica.

In tal modo, ignora volutamente la verità fondamentale sul video. Il segmento delle notizie riguardava il non fidarsi delle “false notizie sui social media”. I mezzi di comunicazione di massa hanno creato il termine “notizia falsa” per censurare e sopprimere notizie reali, cosi` reali da andare contro gli interessi dell’élite e che rivelano verità poco lusinghiere (pedogate).

Negli ultimi anni, un numero crescente di persone ha imparato importanti fatti attraverso notizie “alternative”. Ciò ha impaurito a morte l’elite, portandola ad utilizzare tutta la sua influenza nei mass media per darci avvertimenti orwelliani sulle “Fake News”. Questo è ciò che i giornalisti sono costretti a recitare ogni giorno. Non si tratta di liberali contro conservatori. Si tratta di giornalismo che cerca la verità contro la propaganda sponsorizzata dalle élite.

Fonte

Detto fatto: Le autorita` stanno utilizzando l’attentato di parigi per introdurre nuove leggi per il controllo delle masse

leadcia

I funzionari della CIA e dei governo di tutto il mondo stanno utilizzando gli attacchi di Parigi per spingere l’introduzione di nuove leggi per la sorveglianza globale. Ed era tutto pianificato in anticipo.

Mentre i sistemi democratici di solito impiegano mesi (se non anni) per passare nuove leggi e normative, ci sono voluti solo pochi giorni dopo gli attentati di Parigi per fregare gli onesti cittadini con leggi che diminuiscono la liberta’ di un individuo. Diverse organizzazioni stanno infatti capitalizzando dalla paura e dal panico causato dagli attacchi per portare avanti una nuova agenda ovvero un nuovo passo coraggioso verso la sorveglianza pubblica totale. Quel che è peggio: le informazioni trapelate dimostrano che le autorità erano in attesa di un attacco terroristico per proseguire con il loro piano.

In una e-mail trapelata scritta da Robert S. Litt, avvocato superiore della comunità dei servizi segreti durante il mese di agosto, il piano è chiaramente delineato: Vi è una mancanza di supporto per la messa al bando delle comunicazioni crittografate, ma un attacco terroristico potrebbe trasformare rapidamente le cose .

“Anche se il contesto legislativo è molto ostile oggi, le cose potrebbero cambiare in caso di un attacco terroristico o di un evento criminale in cui, la crittografia forte, potra essere mostrata come un ostacolo all’applicazione della legge.

Consiglio di mantenere aperte le nostre opzioni per una situazione del genere “.
– Washington Post, Obama faces growing momentum to support widespread encryption

Dopo pochi mesi da questa e-mail, un attacco terroristico si verifica a Parigi. Solo poche ore dopo gli attentati, le news stranamente accusano “le comunicazioni criptate”. Solo pochi giorni dopo gli attacchi, i funzionari chiedono … la messa al bando delle comunicazioni crittografate.

Il commissario di polizia di New York, Bill Bratton, la ha definita “una rivoluzione” dicendo che sono necessarie nuove leggi per mettere la crittografia fuori legge , aggiungendo:

” La [Crittografia] è qualcosa di cui va discusso al piu’ presto, perché non possiamo continuare ad operare completamente alla cieca.
– The Guardian, Intelligence agencies pounce on Paris attacks to pursue spy agenda

Anche il direttore della CIA John Brennan sta utilizzando gli attacchi terroristici per fare pressioni su leggi che daranno al governo illimitato accesso a tutte le comunicazioni, accusando i “gruppi per la privacy” di ostacolare il loro lavoro.

Poi Lunedi, scaricando le colpe all’inverosimile, il direttore della CIA, John Brennan, avrebbe detto che i sostenitori della privacy hanno minato la capacità delle spie di monitorare i terroristi:

“A causa di una serie di rivelazioni non autorizzate e ad un sacco di ostacoli per quanto riguarda le modalita` con cui il governo tenta di scoprire questi terroristi, ci sono state alcune azioni politiche e legali che hanno reso la capacità collettiva di trovare questi terroristi, a livello internazionale, molto scarsa”, aggiungendo che c’è un “travisamento riguardo ciò che i servizi di sicurezza di intelligence stanno facendo “.

Leggete attentamente i commenti di Brennan, perché sono molto rivelatori. Quando dice “azioni legali”, sta riferendosi al fatto che diversi tribunali federali hanno stabilito che la sorveglianza segreta di massa del governo su milioni di americani è illegale. In pratica il direttore della CIA sta dicendo che è un peccato che i servizi segreti non possano piu` operare completamente al di sopra della legge, infine utilizza i gruppi per la privacy come capri espiatori  per eventuali carenze da parte della sua agenzia. (Anche se può ancora, apparentemente, operare al di sopra della legge.)

Ancora più importante, i commenti di Brennan sono incredibilmente disonesti. Il Freedom Act post Snowden, approvato dal Congresso ha riformato uno degli innumerevoli programmi di spionaggio di massa negli Stati Uniti. Era quello che ascoltava solo le telefonate degli americani, ed e` qui il punto: è stato attivo per tutto questo tempo e  chiudera solamente alla fine del mese.
– Ibid.

Anche i funzionari di governo nel Regno Unito stanno capitalizzando sulla paura.

Dall’altra parte dell’Atlantico, i politici nel Regno Unito, che hanno già le leggi sulla sorveglianza più estese nel mondo occidentale, stanno usando la tragedia per tentare di proporre il loro nuovo e ancor più invasivo, disegno di legge per lo spionaggio di massa che mira a consentire alla polizia di vedere la cronologia web di ogni cittadino e di costringere le aziende come Apple a far girare software per il controllo.
– Ibid.

Anche il governo italiano vuole adottare norme contro la privacy. Leggete cosa ha detto Renzi ad una intervista a Skytg24, ieri 18 novembre 2015:

“Avverto in questo momento la responsabilità e la delicatezza della fase che stiamo vivendo e proprio per questo penso: cosa serve? Serve investire in cyber security per tracciare cosa passa sul web”.  Il Fatto Quotidiano – Attentati a Parigi, leggi speciali: serve una cyber intelligence equilibrata.

 

NON EFFICACE

Nessuna di queste leggi si e` mai dimostrata efficace nel prevenire attacchi terroristici. In realtà, gli attentati di Parigi hanno avuto luogo sei mesi dopo la promulgazione di una legge massiccia (e controversa) di sorveglianza in Francia.

Approvata dal Parlamento francese a maggio in risposta agli attacchi contro la rivista con sede a Parigi, Charlie Hebdo, la legge consente al governo di monitorare le telefonate ed e-mail di persone sospettate di legami con il terrorismo, senza l’autorizzazione di un giudice.

Ma va oltre. La legge impone ai fornitori di servizi Internet di installare “scatole nere” che sono progettate per aspirare e analizzare i metadati della navigazione web e di Internet in generale per spiare le abitudini di milioni di persone che usano il Web rendendo disponibili i dati ai servizi segreti.

In casi eccezionali, la legge consente al governo di distribuire i cosiddetti “cacciatori di imsi” per tenere traccia di tutte le comunicazioni di telefonia mobile in una determinata area. Questi cacciatori sono fondamentalmente progettati per impersonare torri cellulari, ma intercettano e registrano dati di comunicazione da telefoni all’interno della propria portata, e possono anche seguire i movimenti delle persone che trasportano i telefoni.

Infine, la legge consente agli agenti del governo di irrompere nelle case dei sospetti terroristi al fine di installare microfoni e telecamere di sorveglianza e keylogger sui computer, in modo da catturare ogni click e lettera digitata.
Recode, la Francia ha una nuova legge di sorveglianza potente e controversa

In breve, dopo ogni evento traumatico nel mondo occidentale (fabbricato o meno), l’attenzione è rivolta verso un elemento molto specifico e mirato che “deve essere affrontato il più presto possibile”. Questo articolo è, infatti, parte della controversa legge che è seduta sugli scaffali fino a quando non sara` fatta passare, mentre le masse resteranno a guardare in preda all’orrore. E` successo con il Patriot Act e, quasi 15 anni dopo, sta accadendo di nuovo. La loro formula è “ordine dal caos” e continua a funzionare.

Fonte