Archivi categoria: La testimonianza di Nayirah

33 Cospirazioni che si sono rivelate VERE (Parte 1)

Teoria della cospirazione è un termine che in origine serviva per indicare qualsiasi reclamo di diritto civile, penale o cospirazione politica. Tuttavia, ora è usato esclusivamente per riferirsi a ogni stana teoria che spieghi un evento storico o attuale come il risultato di un complotto segreto promosso da cospiratori in possesso di un incredibile potere e astuzia. Cospirare significa “entrare in un accordo segreto per compiere un atto illegittimo o illecito o usare tali mezzi per raggiungere un fine legittimo.” Il termine “teoria della cospirazione” è spesso utilizzato dagli studiosi e nella cultura popolare per indicare un segreto militare, bancario , o di azioni politiche che mirano a rubare il potere, il denaro, o la libertà, al “popolo”.

Per molti, le teorie della cospirazione sono nella natura dell’uomo. Non tutte le persone in questo mondo sono oneste, lavorano sodo e sono trasparenti nelle loro azioni.Siamo certamente d’accordo su questo.Come ha fatto allora il termine  “teoria della cospirazione” ad essere raggruppato nelle aree della finzione, della fantasia e del folklore? Forse è una congiura,forse no…

Gli scettici sono importanti per avere una visione obiettiva della realtà, tuttavia, lo scetticismo non deve essere usato come rafforzativo per la versione ufficiale dei fatti. In effetti, una teoria della cospirazione può sostenere idee che vanno contro alla realtà dei fatti propinata dai media ufficiali. Pertanto, quando gli scettici tentano di ridicolizzare una teoria della cospirazione utilizzando la versione ufficiale come mezzo per provare che la cospirazione è falsa, in effetti, stanno solo rafforzando l’originale visione ufficiale della storia e  a conti fatti non sono più da considerarsi degli “scettici”. Questo non è scetticismo, si tratta solo di un modo conveniente per l’enstablishment di far apparire le sue azioni corrette sempre e comunque. In realtà, gli “articoli di debunking” trattano solo di cospirazioni marginali, evitando di addentrarsi su quelle più popolari e conosciute. Questo fa si che tutte le cospirazioni su un tema risultino folli. Le riviste degli scettici hanno proprio fatto questo, ridicolizzando la cospirazione sull’11 settembre. Si riferiscono a meno del 10% delle molte differenti teorie cospirative circa l’11 settembre analizzando solo quelle meno popolari, controbattendo a dei punti di vista strani e facilmente smascherabili. Questa procedura è stata utilizzata come “inchiesta finale” per le inchieste sulle teorie cospirative. Comodo, eh?

Qui sotto verranno riportate 33 cospirazioni VERE, supportate da fatti. Queste non sono Teorie, sono FATTI indiscutibili e non “debunkabili”.

1.L’affare Dreyfus

Alla fine del 1800 in Francia, l’ufficiale dell’artiglieria ebreo Alfred Dreyfus è stato ingiustamente imputato per tradimento grazie a falsi documenti del governo, e condannato all’ergastolo. Il governo francese ha cercato di insabbiare il tutto, ma Dreyfus fu infine graziato dopo che l’affare fù reso pubblico (un atto che è accreditato allo scrittore Émile Zola).

2.La Mafia:

Questa società segreta del crimine era praticamente sconosciuta fino al 1960, quando Joe Valachi per primo rivelò i segreti della società.Quello che fino ad allora era conosciuto era che esisteva il crimine organizzato, ma non che la portata del loro potere li metesse in condizione di aiutare organi come la CIA, i politici e le maggiori imprese del mondo.

3.MK-ULTRA:

Dal 1950 al 1970, la CIA gestiva un progetto per il controllo mentale volto a trovare un “siero della verità” per l’uso sulle spie comuniste. Ai soggetti per i test venivano somminstrate LSD e altre droghe, spesso senza il consenso, e alcuni sono stati torturati. Almeno un uomo, il civile biochimico Frank Olson, che stava lavorando per il governo, è morto a causa degli esperimenti. Il progetto è stato finalmente esposto dopo gli accertamenti da parte della Commissione Rockefeller.

Un breve video sull’MK-ULTRA da un documentario dal titolo I segreti della CIA:

L’Mk-Ultra si è ora evoluto nel progetto Monarch di cui sono vittime le maggiori pop star del mondo.

4.Operazione Mockingbird:

Anche dal 1950 al ’70, la CIA pagò un certo numero di giornalisti nazionali e stranieri ben noti (da grandi nomi dei media come Time, The Washington Post, il New York Times, CBS e altri) per pubblicare la propaganda della CIA. La CIA riferì anche di aver finanziato almeno un film, cioè “Animal Farm” di George Orwell. Il Comitato della Chiesa, infine espose l’attività nel 1975.

5 Il progetto Manhattan:

Il Progetto Manhattan era il nome in codice di un progetto condotto durante la seconda guerra mondiale per sviluppare la prima bomba atomica. Il progetto è stato guidato dagli Stati Uniti, ed ha incluso la partecipazione del Regno Unito e del Canada. Formalmente designato come il Manhattan Engineer District (MED), si riferisce specificamente al periodo 1.942-1.946 quando era sotto il controllo della US Army Corps of Engineers, sotto l’amministrazione del generale Leslie R. Groves. La ricerca scientifica fù diretta dal fisico americano J. Robert Oppenheimer. Le radici del progetto risiedono nel timore degli scienziati che la Germania potesse costruire armi atomiche proprie. Nato da un piccolo programma di ricerca, nel 1939, il Progetto Manhattan alla fine impiegò più di 130.000 persone e costò circa 2 miliardi di dollari (22 miliardi di dollari per il valore attuale).

Portò alla creazione di centri di ricerca che operarono in totale segretezza.Al momento della sua massima attività questo progetto divenne una delle più grandi cospirazioni conosciute. Intere  città vennero costruite per brevi periodi di tempo, impiegando molte persone, il tutto al massimo livello di segretezza.Il governo non lo ammise mai, i media non riportarono alcuna notizia e la gente non ne seppe niente per oltre 25 anni. Il progetto di ricerca si svolse in oltre trenta luoghi diversi tra Stati Uniti, Canada e Regno Unito. I tre centri di ricerca e siti di produzione primari del progetto  furono gli impianti di produzione del plutonio in quello che oggi è il sito di Hanford, c’erano poi gli impianti di arricchimento dell’uranio a Oak Ridge, nel Tennessee, e laboratori sulla ricerca delle armi e design ora conosciuti come Los Alamos National Laboratory. Il MED mentenne il controllo sulla produzione di armi degli Stati Uniti fino alla formazione della Commissione per l’energia atomica, nel gennaio 1947.

6.L’amianto:

Tra il 1930 e il 1960, i produttori fecero di tutto per evitare che si venisse a conoscenza del legame tra amianto e malattie respiratorie, compreso il cancro, evitando così di essere processati. I lavoratori americani avevano infatti citato in giudizio l’azienda di Johns Manville nel lontano 1932, ma fu solo nel 1962 che gli epidemiologi sancirono in maniera definitiva ciò che i produttori sapevano già da tempo e cioè che l’amianto provoca tumori.

7.Il Watergate:
Gli ufficiali del partito Repubblicano vennero spiati nel quartier generale del partito democratico dall’hotel Watergate nel 1972. Mentre le teorie della cospirazione suggerivano che stessero avvenendo tramacci sporchi, fu solo nel 1974 che la Casa Bianca divulgo i nastri che dimostravano che vi era un collegamento tra questi fatti e il presidente Nixon che dovette dimettersi.
8.Lo studio sulla sifilide di Tuskegee:
Il Public Health Service degli Stati Uniti ha effettuato uno studio clinico su 400 uomini afro-americani poveri malati di sifilide nel periodo 1932-1972. Durante lo studio gli uomini hanno ricevuto trattamenti inefficaci e spesso pericolosi, le vere cure sono state impedite proprio per poter studiare meglio l’evolversi della malattia. Mentre lo studio inizialmente doveva durare solo sei mesi, ha continuato per 40 anni. Circa 200 degli uomini sono morti per la sifilide o complicanze legate alla malattie.
9.Operazione Northwoods:

All’inizio degli anni 60, i capi militari statunitensi elaborato piani per creare il sostegno del pubblico per una guerra contro Cuba, e spodestare Fidel Castro dal potere. I piani includevano attacchi terroristici nelle città americane, uccidendo persone innocenti e soldati americani, far saltare in aria una nave degli Stati Uniti, assassinare gli emigrati cubani, affondare le barche dei profughi cubani, e diorattare degli aerei. I piani sono stati tutti approvati dalla Joint Chiefs of Staff, ma respinti dai dirigenti civili, per poi essere messi sotto chiavi per quasi 40 anni.

L’autore James Bamford, in “Un pretesto per la guerra», discute i documenti declassificati dal titolo “Operazione Northwoods” che rivelano che nel 1962 la CIA stava progettando di inscenare falsi attacchi terroristici contro gli Stati Uniti dando poi la colpa a Cuba per iniziare una guerra:


10.La Testimonianza di Nayirah:
Una ragazza di 15 anni di nome “Nayirah” testimoniò davanti al Congresso degli Stati Uniti di aver visto soldati iracheni togliere i bambini dalle incubatrici in Kuwait, provocandone la morte. La testimonianza ha aiutato a ottenere il sostegno delle masse per la guerra del Golfo nel 1991, si è poi scoperto poi però che la testimonianza era falsa. La società di pubbliche relazioni Hill & Knowlton, che è stata alle dipendenze dei cittadini per un Kuwait libero, aveva preparato la testimonianza a tavolino.Risultò che la ragazzina aveva preso lezioni di recitazione, su richiesta della CIA ed era in realtà la nipote di un politico influente in Kuwait .Si scoprì in seguito che il vero nome di Nayirah era Nayirah al-Sabah, figlia di Nasir bin Saud Al-Sabah, l’ambasciatore del Kuwait per gli Stati Uniti. Il Congressional Human Rights Caucus, di cui il deputato Tom Lantos è stato co-presidente, era stato responsabile nell’aver divulgato le affermazioni di Nurse Nayirah. Quando la veridicità della ragazza fu messa in dubbio dall’organo indipendente di controllo sui diritti umani, Lantos rispose: “Non avrei mai pensato che uno dei testimoni del Caucus all’ambasciata del Kuwait non fosse credibile. Non ho alcun elemento per credere che la sua storia non sia vera, ma il punto della questione va oltre. Anche se si ipotizza che la storia della donna è fittizia dalla A alla Z, ciò non diminuisce l’enorme numero di diritti umani violati in questa regione “. Nonostante questo, il repubblicano dell’Human Rights Caucus, John Edward Porter, ha reagito alle rivelazioni, dicendo che se avesse saputo che la ragazza era figlia dell’ambasciatore, non le avrebbe permesso di testimoniare”.
11.COINTELPRO (acronimo di Counter Intelligence Program)

Cointelpro era una serie di progetti condotti dal Federal Bureau of Investigation (FBI) volti ad individuare e distruggere le organizzazioni di dissidenti politici all’interno degli Stati Uniti. L’FBI fece operazioni sotto copertura fin dal suo inizio, tuttavia le operazioni di COINTELPRO avvennero tra il 1956 e il 1971. La motivazione sventolata dell’FBI all’epoca era quella della “protezione della sicurezza nazionale, la prevenzione dalla violenza, e il mantenimento dell’attuale ordine politico e sociale.” Secondo i documenti FBI, l’85% delle risorse del COINTELPRO sono stati utilizzate per l’infiltrarsi, distruggere, emarginare, e / o sovvertire i gruppi sospettati di essere sovversivi, come ad esempio le organizzazioni comuniste e socialiste, o il movimento per i diritti delle donne; i gruppi militanti nazionalisti dei neri, e il Movimento nonviolento per i diritti civili, comprese persone del calibro di Martin Luther King Jr. e di altri associati alla Southern Christian Leadership Conference come la National Association for the Advancement of Colored People, il Congress of Racial Equality, l’American Indian Movement, e altri gruppi per i diritti civili, una vasta gamma di organizzazioni etichettate come “Nuova sinistra”, compresi gli Students for a Democratic Society, la National Lawyers Guild , il Weathermen, quasi tutti i gruppi che protestavano contro la guerra del Vietnam, e anche i singoli studenti che manifestavano senza affiliazione ad un gruppo politico.. L’altro 15% dei fondi sono stati spesi da COINTELPRO per emarginare e sovvertire i “gruppi di odio bianco”, tra cui il Ku Klux Klan e il National States’ Rights Part ‘. Le direttive che disciplinano il COINTELPRO sono state emessi dal direttore dell’FBI J. Edgar Hoover, che ha ordinato agli agenti dell’FBI di “rendere pubbliche, disgregare, sviare, screditare o altrimenti neutralizzare” le attività di questi movimenti e il loro leader.

Ecco un documentario sul COINTELPRO:

Main Core è il nome in codice di un database gestito dal 1980 da parte del governo federale degli Stati Uniti, che contiene dati personali e finanziari di milioni di cittadini americani ritenuti minacce alla sicurezza nazionale. I dati, che provengono dalla NSA, dall’FBI, dalla CIA, e da altre fonti, vengono raccolti e memorizzati senza garanzie o ordini del tribunale.Si crede che il database di Main Core abbia avuto origine con la Federal Emergency Management Agency (FEMA) nel 1982, seguendo le disposizioni del “Piano per la continuità delle operazioni” di Ronald Reagan delineato nella direttiva della National Security (NSD) 69, dal titolo ” Enduring National Leadership “, attuata il 14 settembre 1982.

Fino al 2008 vi sono riportati otto milioni di americani nel database delle possibili minacce, spesso per motivi banali, che il governo può scegliere di rintracciare, interrogare o imprigionare in un momento di crisi.

L’esistenza della banca dati fù per la prima volta scoperta grazie ad una relazione nel maggio 2008 di Christopher Ketcham e nel luglio 2008 da Tim Shorrock.