Archivi categoria: Gialli

Chi ha ucciso la ragazza del lago?

COMO – E’ di una donna di 36 anni residente in Canton Ticino, in Svizzera, e scomparsa da casa il 25 marzo scorso, il cadavere ripescato l’altro ieri nel lago di Como a Laglio. Lo riferisce la polizia cantonale ticinese che sta collaborando alle indagini dei carabinieri di Como senza tuttavia fornire ulteriori particolari, comprese le generalità della donna. Di lei, al momento, non si sa il nome ma alcuni dettagli. Era nata e risiedeva in Svizzera, nella zona di Mendrisio, proprio a cavallo del confine italiano. Era una casalinga, sposata e madre di un bambino. A riconoscerla è stato il fratello. Questo omicidio si va ad aggiungere ad una serie di casi irrisolti, dal 1996 fino ad oggi, con protagoniste ragazze (solitamente prostitute). Il modus operandi era simile, sgozzata, impacchettata e gettata dentro il lago.

Gli accertamenti dell’inchiesta della procura di Como hanno per ora stabilito che la donna è stata colpita da un oggetto contundente alla nuca, quindi sgozzata e, in seguito, gettata nel lago. Gli investigatori, coordinati dal pm Antonio Nalesso, avevano diffuso le foto scattate al cadavere per cercare di trovare persone in grado di identificare la donna, in particolare le immagini con il volto della ragazza, del braccialetto che aveva al polso e dei due piccoli tatuaggi disegnati sulla sua pelle bianca, cupido e un sole

Adesso però la palla passa alla polizia svizzera, soprattuto se, come si sta ipotizzando il luogo del delitto sia appunto Mendrisio e solo dopo il cadavere sia stato gettato nel lago di Como, molto più a nord di dove è stato ripescato, trascinato poi dalle correnti vicino alla spiaggetta di Laglio.Il cadevere è stato ripescato in un sacco di plastica come i precedenti.

Caratteristiche:

– Il luogo è al confine tra Svizzera ed Italia

– La ragazza viene ritrovata avvolta in un sacco di plastica

– Viene ritrovata in una spiaggetta nella zona

-Viene massacrata di colpi

– Il luogo

– Un tatuaggio è un sole formato di fiamme

– Un tatuaggio è un angelo

TWIN PEAKS

Laura Palmer

TRAMA:

La mattina del 24 febbraio, nell’apparente tranquilla cittadina di Twin Peaks, nello Stato di Washington, al confine con il Canada, Pete Martell scopre sulla riva del fiume il corpo senza vita di una ragazza nuda avvolta in un telo di plastica. Sulla scena arrivano lo sceriffo Harry S. Truman, i suoi uomini e il dott. William Hayward, che accertano che la ragazza morta è Laura Palmer, una delle ragazze più popolari del liceo cittadino. La notizia si sparge tra gli abitanti della piccola città, scatenando reazioni di incredulità e dolore.

Nel frattempo, lungo i binari della ferrovia, una seconda ragazza, Ronette Pulaski, viene trovata mentre vaga in stato confusionale. Dopo questo fatto l’agente speciale FBI Dale Cooper è chiamato ad investigare. L’esame da parte di Cooper del corpo di Laura rivela la presenza di una piccola lettera R inserita sotto un’unghia della mano. Egli riconosce in essa il biglietto da visita dell’assassino che aveva già ucciso una ragazza chiamata Theresa Banks un anno prima in una città a sud-est dello Stato.


Cooper scopre ben presto che la personalità e le relazioni sociali di Laura non erano come apparivano, e che lei era ben lontana dall’immagine di angelo del focolare che anche gli amici più intimi le attribuivano. Si viene a sapere che Laura tradiva il suo fidanzato Bobby Briggs con l’ombroso motociclista James Hurley, un fatto noto alla migliore amica della ragazza, Donna Hayward. Cooper inoltre trova tracce di cocaina nel diario di Laura, segno di una tossicodipendenza che lei condivideva con Bobby. Intanto, Donna e James iniziano ad indagare per conto proprio sulla morte di Laura, finendo per ritrovarsi coinvolti in una passionale vicenda sentimentale.

Si notano molte somiglianze tra il telefilm del 1991 e il caso di questi giorni della donna uccisa a Como. Anche gli stessi paesaggi (non vi sono purtroppo ancora foto ma appena escono le metto), sono del tutto simili, monti,il lago e i boschi. La ragazza trovata sulla riva di una spiaggetta in un sacco di plastica, il tutto vicino al confine. Ci sono troppe coincidenze….Per chiarire il quadro vi invito a vedere questo filmato, soprattutto il primo minuto che descrive anche con le immagini il ritrovamento di Laura Palmer:

Fire walk with me