Il laboratorio cinese che studia “i patogeni piu` pericolosi del mondo” si trova a Wuhan

Alcuni si chiedono se il virus sia stato “accidentalmente” rilasciato.

Un laboratorio di biosicurezza di livello 4 che studia i “patogeni più pericolosi al mondo” ha sede a Wuhan, epicentro dell’epidemia di coronavirus che ha colpito la Cina, portando alcuni a sostenere che il virus sarebbe stato accidentalmente rilasciato.

In un articolo del 2017, Nature ha fatto riferimento all’Istituto di ricerca medica dell’Università di Wuhan, che ospita il laboratorio di biosicurezza livello 4 (BSL-4), che è costato 300 milioni di yuan (44 milioni di dollari USA).

Tra gli scopi del laboratorio vi era anche un piano per studiare “l’agente patogeno che causa la SARS”, spingendo la rivista Nature a riportare le preoccupazioni sulla sicurezza del laboratorio.

“Il virus SARS è fuggito dalle strutture di contenimento di alto livello a Pechino più volte”, osserva l’articolo, facendo riferimento a Richard Ebright, un biologo molecolare della Rutgers University.

Sul sito di Zero Hedge ci si chiede se il laboratorio di Wuhan sia “la versione cinese dell’Umbrella Corp”, un riferimento alla società farmaceutica dell’universo di Resident Evil che ha segretamente sviluppato armi biologiche.

Secondo il loro articolo, l’ubicazione del centro di ricerca di Wuhan “pone la domanda immediata se l’epidemia di coronavirus non sia un virus armato che è appena sfuggito al controllo del laboratorio”.

La spiegazione ufficiale è che il coronavirus proviene da un mercato illegale di frutti di mare a Wuhan.

Fonte

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 24 gennaio 2020, in Uncategorized con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. L’epidemiologia del 2002/3 si dice (nei libri di virologia medica) che sia stato da una mutazione di salto di specie tra pipistrello a zibetto (Paguna larvata) in quanto erano usati nella gastronomia cinese e quindi le loro carni vendute nel mercato cinese. In TV si sente che quello di quest’anno sia dovuto ad un serpente, (forse più al simbolo dell’unita clinica di bioingegneria come la congrega del serpente nella serie televisiva The Librarian XD) sta di fatto che i coronavirus sono i miglior virus più malleabili e gestibili in ambito laboratoristico per queste caratteristiche: elevata citopaticità in coltura per cellule VERO
    ampio spettro d’ospite (quindi si replicano in varie cellule di animali di diversa specie)
    crescita ottimale a 37° (temperatura umana)
    resistenza da interferon alfa (farmaco contro infezione virale)
    malleabile dal punto di vista laboratoristico (supporta delezioni e inserzioni senza che si altera la capacità replicativa)
    si può mescolare il proprio patrimonio genetico con un virus analogo.

    In memoria a Carlo Urbani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: