Regno Unito: Un poliziotto musulmano assunto per promuovere la diversita` faceva parte di una gang che abusava di bambini

Un ufficiale di polizia musulmano nel Regno Unito, assunto per promuovere la diversità, faceva in realta` parte di una banda di gang che abusava e vendeva bambini.

Amjad Ditta, noto anche come Amjad Hussain, è stato accusato di reati sessuali contro bambini di età compresa tra 13 e 16 anni.

Nel 2016 Ditta è stato nominato ufficiale della diversità “per aumentare il numero di persone di etnia nera e minoritaria (BME) che si candidano per unirsi alla forza di polizia” dopo che il primo ministro Theresa May ha dichiarato che il numero di ufficiali neri e asiatici nel Regno Unito non era “abbastanza.”

Al momento della sua nomina, Ditta ha affermato che le forze di polizia dovrebbero riflettere la comunità che servono in termini di diversità.

Tre anni dopo, emerge che Ditta ha abusato della sua posizione nei confronti di ragazze adolescenti.

“Le accuse includono diversi reati di stupro, violenza sessuale, fornitura di droga e traffico … (Ditta) era un ufficiale in servizio quando ha commesso i reati”, riferisce BBC News.

Ora è stato sospeso dal servizio.

Gli altri uomini arrestati come parte del traffico sessuale includono Vaqaas Abbas, Nadeem Adalat, Sajid Adalat, Vaseem Adalat, Amjad Ditta, Christopher Eastwood, Metab Islam, Mohammed Rizwan Iqbal, Ishtiaq Latif, Asad Mahmood, Arfan Mir, Younis Mohammed aka Khan, Nadeem Nassir, Shahzad Nawaz, Shazad Nazir e Sohail Zafar.

Tutti nomi britannici tradizionali!

Il Regno Unito ha avuto numerosi scandali che coinvolgono bande di musulmani in tutto il paese.

In alcuni casi, l’abuso sui minori è stato coperto dalle autorità per timori riguardo al poiltically correct.

Fonte

 

Informazioni su neovitruvian

Non fidatevi dei vostri occhi, sono facilmente ingannabili, ricercate in voi stessi quella forza che vi permette di distinguere il vero dal falso. Il mondo così come è non va. Mi basta questo.

Pubblicato il 22 dicembre 2019, in Uncategorized con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 1 Commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: