Archivio mensile:settembre 2019

Regno Unito: Il servizio sanitario nazionale offre interventi di cambio genere a bambini di 3 anni

Una divisione del National Health Service (NHS) del Regno Unito offre ora servizi di transizione di genere a bambini di età compresa tra tre e quattro anni.

Il Gender Identity Development Service tratta i bambini con presunta disforia di genere su Internet, offrendo loro terapia, diagnosi e persino farmaci che alterano gli ormoni.

Va da sé che diagnosticare un bambino di cinque anni come transgender è ridicolo. La decisione del SSN di adottare tali pratiche probabilmente porterà a problemi psicologici duraturi per migliaia di bambini.

Più di 2.500 bambini sono già stati indirizzati alla divisione servizi transgender del programma sanitario nazionale.

I “professionisti” medici stanno diagnosticando i bambini con disforia di genere su Skype e altri servizi software di teleconferenza.

I principali endocrinologi hanno denunciato i tentativi di elementi politicamente corretti della comunità medica di estendere il trattamento di transizione di genere ai bambini, ma sono stati per lo più respinti come bigotti di destra dalle istituzioni mediche dell’establishment.

In alcuni casi, ai bambini di età inferiore ai dieci anni vengono somministrati ormoni che bloccano l’inizio della pubertà. I medici ritengono che ritardare la pubertà darà ai bambini più tempo per decidere sul proprio genere. Normalmente dovrebbe essere ovvio che affrontare la pubertà stessa aiuta le persone a comprendere e abbracciare la loro identità di genere data naturalmente, ma tale nozione viene ignorata da elementi radicali della comunità medica.

Fonte

Il 90% della plastica che inquina gli oceani proviene da Asia e Africa

Nonostante noi occidentali veniamo sgridati quasi quotidianamente da baby attivisti climatici come Greta Thunberg, uno studio ha scoperto che circa il 90% dei rifiuti di plastica che inquinano gli oceani della terra proviene dall’Asia e dall’Africa.

Durante il suo tour negli Stati Uniti, la Thunberg ha citato “immagini orribili di plastica negli oceani”, come uno dei motivi principali per cui gli americani dovrebbero ascoltarla.

Tuttavia, i ricercatori del centro tedesco Helmholtz per la ricerca ambientale hanno scoperto che e` attraverso un piccolo numero di fiumi che la stragrande maggioranza dell’inquinamento da plastica si diffonde negli oceani e nessuno di questi si trova nei paesi occidentali.

“I 10 fiumi che trasportano piu` rifiuti sono responsabili dell’88-95 percento dello scarico globale nel mare”, ha detto al Daily Mail il dott. Christian Schmidt, un idrogeologo che ha guidato lo studio. “I fiumi con i più alti carichi di plastica stimati sono caratterizzati da un’elevata popolazione – ad esempio lo Yangtze con oltre mezzo miliardo di persone”.

Dei primi dieci fiumi che producono il maggior inquinamento, otto sono in Asia e due in Africa. Il fiume Yangtze in Cina e il fiume Gange in India sono i principali responsabili dell’inquinamento da plastica.

Mentre agli occidentali viene detto di cambiare il loro stile di vita e di avere un minor numero di bambini per salvare il pianeta, praticamente non viene detto nulla alle persone dei paesi responsabili della stragrande maggioranza dell’inquinamento.

Questo è probabilmente uno dei motivi principali per cui molti in Occidente rimangono scettici sui veri motivi del movimento ambientalista.

Fonte.

Gli insegnamenti segreti di tutte le ere: La croce e la crocifissione

Una delle leggende più interessanti riguardanti la croce è quella conservata in Aurea Legenda, di Jacobus de Vorgaine. La storia riguarda Adamo, che, sentendo vicina la fine della sua vita, supplicò suo figlio Seth di fare un pellegrinaggio nel Giardino dell’Eden e di farsi dare dall’angelo di guardia all’ingresso l’Olio della Misericordia che Dio aveva promesso all’umanità . Seth non conosceva la strada; ma suo padre gli disse che era verso est e che il sentiero sarebbe stato facile da seguire, perché quando Adamo ed Eva furono banditi dal Giardino del Signore, sul sentiero che i loro piedi avevano calpestato l’erba non crebbe mai piu`.

Seth, seguendo le indicazioni di suo padre, scoprì il Giardino dell’Eden senza difficoltà. L’angelo che sorvegliava il cancello gli permise di entrare e in mezzo al giardino Seth vide un grande albero, i cui rami raggiungevano il cielo. L’albero aveva la forma di una croce e si trovava sull’orlo di un precipizio che conduceva verso il basso nelle profondità dell’inferno. Tra le radici dell’albero vide il corpo di suo fratello Caino, tenuto prigioniero dagli arti intrecciati. L’angelo si rifiutò di dare a Seth l’Olio della Misericordia, ma gli presentò invece tre semi dall’albero della vita (alcuni dicono che fosse l’albero della conoscenza). Con questi Seth tornò da suo padre, che fu così felice da non desiderare piu` di vivere. Tre giorni dopo morì e i tre semi furono sepolti nella sua bocca, come aveva ordinato l’angelo. I semi divennero un alberello con tre tronchi in uno, che assorbì in sé il sangue di Adamo, in modo che la vita di Adamo fosse sull’albero. Noè scavò e porto` via questo albero nell’Arca. Dopo che le acque si calmarono, seppellì il cranio di Adamo sotto il Monte Calvario e piantò l’albero sulla cima del Monte Libano.

Mosè vide un essere in mezzo a questo albero (il roveto ardente) e da esso tagliò la bacchetta magica con la quale fu in grado di estrarre l’acqua da una pietra. Ma poiché non riuscì a invocare il Signore la seconda volta che colpì la roccia, non gli fu permesso di portare il sacro bastone nella Terra Promessa; così lo piantò sulle colline di Moab. Dopo molte ricerche, re David scoprì l’albero; e suo figlio, Salomone, cercò di usarlo come uno dei pilastri nel suo tempio, ma i suoi falegnami non poterono tagliarlo in modo che si adattasse; era sempre o troppo lungo o troppo corto. Alla fine, disgustati, lo gettarono da parte e lo usarono come ponte per collegare Gerusalemme con le colline circostanti. Quando la regina di Saba venne a visitare il re Salomone, dovette attraversare questo ponte. Invece, quando vide l’albero, si rifiutò di metterci sopra il piede, ma, dopo essersi inginocchiata e pregato, si tolse i sandali e prosegui` affrontando la corrente del fiume. Ciò impressiono` cosi` tanto il re Salomone, che ordinò che il tronco fosse ricoperto d’oro e posto sopra la porta del suo tempio. Rimase lì fino a quando suo nipote avido rubò l’oro e seppellì l’albero in modo che il crimine non fosse scoperto.

Dal terreno dove fu seppellito l’albero immediatamente emerse una sorgente d’acqua, che divenne nota come Bethesda. Ad esso i malati di tutta la Siria vennero per essere guariti. Alla fine il tronco galleggio` in superficie e venne usato di nuovo come ponte, questa volta tra il Calvario e Gerusalemme; e su di esso Gesù passò per essere crocifisso. Non c’era legna sul Calvario; così l’albero fu tagliato in due parti per servire da croce su cui fu crocifisso il Figlio dell’Uomo. La croce fu sistemata proprio nel punto in cui era stato sepolto il cranio di Adamo. Più tardi, quando la croce fu scoperta dall’imperatrice Helena, il legno fu trovato di quattro diverse varietà contenute in un albero (che rappresentano gli elementi), e in seguito la croce continuò a guarire tutti i malati a cui era permesso toccarla.

L’idea prevalente che la riverenza per la croce sia limitata al mondo cristiano è smentita persino dall’indagine più superficiale del suo posto nel simbolismo religioso. I primi cristiani usavano ogni mezzo possibile per nascondere l’origine pagana dei loro simboli, dottrine e rituali. O distrussero i libri sacri di altri popoli tra i quali si stabilirono, o li resero inaccessibili agli studenti di filosofia comparata, apparentemente credendo che in questo modo avrebbero potuto sradicare ogni traccia dell’origine precristiana delle loro dottrine. In alcuni casi sono stati manomessi gli scritti di vari autori antichi, i passaggi di natura compromettente sono stati rimossi o il materiale estraneo interpolato. Il passaggio apparentemente spurio in Giuseppe riguardo a Gesù è un esempio fatto per illustrare questa propensione.

LE BIBLIOTECHE PERDUTE DI ALESSANDRIA

Prima dell’era cristiana, settecentomila dei libri più preziosi, scritti su pergamena, papiro, e cera, e anche tavolette di pietra, terracotta e legno, vennero raccolti da tutte le parti del mondo antico e conservati ad Alessandria , in edifici appositamente preparati allo scopo. Questo magnifico deposito di conoscenze è stato distrutto da una serie di tre incendi. Le parti sfuggite all’incendio di Cesare per distruggere la flotta nel porto furono distrutte intorno al 389 d.C. dai cristiani in obbedienza all’editto di Teodosio, che aveva ordinato la distruzione del Serapeo, un edificio sacro a Serapide in cui i volumi sono stati mantenuti. Questa conflagrazione avrebbe distrutto la biblioteca che Marco Antonio aveva presentato a Cleopatra per compensare in parte quella bruciata nel fuoco dell’anno 51.

A questo proposito, HP Blavatsky, in Iside svelata, ha scritto: “Loro [i Rabbini di Palestina e i saggi] dicono che non tutti i rotoli e i manoscritti, riportati nella storia, sono stati bruciati da Cesare, dalla folla cristiana, nel 389, e dal generale arabo Amru, scomparvero come si crede comunemente; e la storia che raccontano è la seguente: Al momento della lotta per il trono, nel 51 a.C., tra Cleopatra e suo fratello Dionigi Tolomeo, Bruckion, che conteneva oltre settecentomila rotoli tutti rilegati in legno e pergamena ignifuga, stava subendo riparazioni e che gran parte dei manoscritti originali, considerati tra i più preziosi, e che non erano duplicati, furono conservati nella casa di uno dei i bibliotecari. * * * Trascorsero diverse ore tra l’incendio della flotta, ordinato di Cesare, e il momento in cui i primi edifici situati vicino al porto presero fuoco a loro volta; e * * * i bibliotecari, aiutati da diverse centinaia di schiavi, riuscirono a salvare i rotoli piu` preziosi”. Con ogni probabilità, i libri salvati giacciono sepolti in Egitto o in India, e fino a quando non vengono scoperti il ​​mondo moderno dovra` rimanere nell’ignoranza riguardo a molte grandi verità filosofiche e mistiche. Il mondo antico comprendeva più chiaramente questi collegamenti mancanti: la continuità dei Misteri pagani nel cristianesimo.

LA CROCE NEL SIMBOLISMO PAGANO
Nel suo articolo su Croce e Crocifissione nell’Enciclopedia Britannica, Thomas Macall Fallow getta molta luce sull’antichità di questo ideografo. “L’uso della croce come simbolo religioso in epoca precristiana, e tra i popoli non cristiani, può

STORIA DELLA CROCE SANTA.

Dalla storia della Santa Croce di Berjeau.

(1) Adamo istruisce Seth su come raggiungere il Giardino dell’Eden. (2) Seth posiziona i tre semi dell’albero della vita sotto la lingua dell’Adamo morto. (3) La regina di Saba, rifiutando di mettere i suoi piedi sull’albero sacro, passo` attraverso il fiume. (4) Il posizionamento dell’albero sacro sopra la porta del Tempio di Salomone. (5) La crocifissione di Cristo su una croce fatta dal legno dell’albero santo. (6) Distinguere la vera croce dalle altre due testando il suo potere per far rivivere un cadavere.

probabilmente essere considerato quasi universale, e in molti casi era collegato a qualche forma di adorazione della natura “.

Non solo la croce stessa è un oggetto familiare nell’arte di tutte le nazioni, ma la venerazione per essa è una parte essenziale della vita religiosa della maggior parte dell’umanità. È un simbolo comune tra gli indiani d’America: nord, centro e sud. William W. Seymour afferma: “La dea azteca della pioggia portava una croce in mano e i Toltechi affermavano che la loro divinità, Quetzalcoatl, insegnava loro il segno e il rituale della croce, quindi il suo bastone, o scettro di potere, assomigliava piu` a una croce e il suo mantello era coperto di croci rosse. ” (La croce nella tradizione, storia e arte.)

La croce è anche venerata da giapponesi e cinesi. Per i Pitagorici il più sacro di tutti i numeri era il 10, il cui simbolo è una X, o croce. In entrambe le lingue giapponese e cinese il carattere del numero 10 è una croce. La ruota della vita buddista è composta da due croci sovrapposte, e i suoi otto punti sono ancora conservati nella cristianità nella croce dalla forma particolare dei Cavalieri Templari, che è essenzialmente buddista. L’India ha conservato la croce, non solo nelle sue sculture e dipinti, ma anche nella sua architettura; un gran numero dei suoi templi – come le chiese e le cattedrali della cristianità – si erigono su basi cruciformi.

Sui mandala dei tibetani, il cielo è disposto sotto forma di croce, con un re demone in ciascuna delle quattro porte. Una straordinaria croce di grande antichità fu scoperta nelle grotte dell’isola di Elephanta nel porto di Bombay. Croci di vario genere erano motivi preferiti nell’arte di Caldea, Fenicia, Egitto e Assiria. Agli iniziati dei Misteri Eleusini della Grecia fu data una croce che sospesero attorno al collo su una catena o corda, al momento dell’iniziazione. Per i Rosacroce, gli Alchimisti e gli Illuminati, la croce era il simbolo della luce, poiché ciascuna delle tre lettere L V X derivano da una parte della croce.

LA CROCE TAU

Esistono tre forme distinte di croce. La prima si chiama TAU (più correttamente TAV). Assomiglia molto alla moderna lettera T, costituita da una barra orizzontale appoggiata su una colonna verticale, i due bracci sono della stessa lunghezza. Una quercia tagliata alcuni piedi sopra il terreno e la sua parte superiore posata su quella inferiore in questa forma era il simbolo del dio druido Hu. Si sospetta che questo simbolo abbia avuto origine tra gli egiziani dalla diffusione delle corna di un toro o di un ariete (Toro o Ariete) e dalla linea verticale della sua faccia. Questa tipologia di croce a volte è descritta come la croce martello, perché se tenuta dalla sua base verticale non è diversa da un martello o un martelletto. In una delle leggende massoniche cabalistiche, Chiram Abiff riceve un martello a forma di TAU dal suo antenato, Tubal-Caino. La croce TAU è conservata nella moderna muratoria sotto il simbolo della riga a T. Questa sembra essere la forma più antica di croce.

La croce TAU era incisa sulla fronte di ogni persona ammessa nei Misteri di Mitra. Quando un re veniva iniziato ai Misteri egiziani, la TAU veniva posta contro le sue labbra. Veniva tatuata sui corpi dei candidati in alcuni dei misteri indiani d’America. Per il cabbalista, la TAU rappresentava il paradiso e le tetradi di Pitagora. Il Caduceo di Hermes era uno sviluppo della croce TAU. (Vedi Albert Pike.)

LA CROCE ANSATA

Il secondo tipo era quello di una croce a T, o TAU, sormontata da un cerchio, spesso sotto forma di un ovale verticale. Questo fu chiamato dagli antichi Crux Ansata, o croce della vita. Era la chiave dei Misteri dell’antichità e probabilmente ha dato origine alla storia più moderna della chiave d’oro di San Pietro per il paradiso. Nei Misteri d’Egitto il candidato attraversava tutte le forme di pericoli reali e immaginari, tenendo sopra la sua testa la Crux Ansata, davanti al quale i poteri delle tenebre non potevano che sottomettersi. Allo studente vengono ricordate le parole In hoc signo vinces. La forma TAU della croce non è diversa dal sigillo di Venere, come ha notato Richard Payne Knight. Egli afferma: “La croce in questa forma è talvolta osservabile su monete, e molte di loro sono state trovate in un tempio di Serapis [il Serapeo], demolito dall’imperatore Teodosio”.

Augusto Le Plongeon, nei suoi Sacred Mysteries Among the Mayas and Quiches, osserva che la Crux Ansata, che chiama La chiave del Nilo e il simbolo dei simboli, nella sua forma completa o come un semplice TAU, doveva essere visto adornare il seno di statue e bassorilievi a Palenque, Copan e in tutta l’America centrale. Nota che era sempre associato all’acqua; che tra i babilonesi era l’emblema degli dei acquatici; tra gli scandinavi, del paradiso e dell’immortalità; e tra i Maya, di ringiovanimento e libertà dalla sofferenza fisica.

Per quanto riguarda l’associazione di questo simbolo con le acque della vita, il Conte Calice d’Alviella, nella sua Migrazione dei simboli, richiama l’attenzione sul fatto che uno strumento simile alla Crux Ansata e chiamato Nilometro veniva usato dagli antichi egizi per misurare le inondazioni del fiume Nilo. È probabile che questa relazione con il Nilo abbia fatto si che venisse considerato il simbolo della vita, poiché l’Egitto dipendeva interamente dalle inondazioni di questo fiume per l’irrigazione necessaria per assicurare raccolti sufficienti. Nei rotoli di papiro viene mostrato la Crux Ansata che fuoriesce dalla bocca dei re egiziani quando perdonarono i nemici, e veniva sepolta con loro per indicare l’immortalità dell’anima. Fu trasportata da molti dei e dee e apparentemente significava la loro divina benevolenza e potere vitale. Il Museo del Cairo contiene una magnifica collezione di croci di molte forme, dimensioni e disegni, a dimostrazione del fatto che erano un simbolo comune tra gli egiziani.

LE CROCI CATTOLICHE ROMANE E GRECHE

La terza forma di croce è quella di tipo romano o greco, che è strettamente associata alla crocifissione di Gesù Cristo, sebbene sia improbabile che la croce usata assomigli alla sua forma moderna più familiare. Esistono infinite varietà di croci, che differiscono nelle proporzioni relative delle sezioni verticali e orizzontali. Tra gli ordini segreti di diverse generazioni troviamo croci composte, come la tripla TAU nell’arco reale della massoneria e le doppie e triple croci del simbolismo sia massonico che cattolico romano.

Per il cristiano la croce ha un duplice significato. Innanzitutto, è il simbolo della morte del suo Redentore, attraverso il cui martirio sente di prendere parte alla gloria di Dio; secondo, è il simbolo dell’umiltà, della pazienza e del peso della vita. È interessante che la croce sia sia un simbolo di vita sia un simbolo di morte. Molte nazioni hanno profondamente considerato l’aspetto astronomico della religione, ed è probabile che persiani, greci e indù consideravano la croce come un simbolo degli equinozi e dei solstizi, nella convinzione che in certe stagioni dell’anno il sole fosse simbolicamente crocifisso su questi angoli celesti immaginari.

Il fatto che così tante nazioni abbiano considerato il loro Salvatore come una personificazione del globo solare è una prova convincente che la croce deve esistere come elemento astronomico nell’allegoria pagana. Augusto Le Plongeon credeva che la venerazione per la croce fosse in parte dovuta al sorgere di una costellazione chiamata Croce del Sud, che precedeva immediatamente le piogge annuali, e poiché i nativi di quelle latitudini si affidavano interamente a queste piogge per aumentare i loro raccolti, videro la croce come promessa annuale delle tempeste in avvicinamento, che per loro significavano vita.

Vi sono quattro elementi di base (secondo la filosofia antica e la scienza moderna) e gli antichi li rappresentavano con le quattro braccia della croce, ponendo alla fine di ogni braccio una misteriosa creatura cabalistica per simboleggiare il potere di uno di questi elementi. Quindi simboleggiavano l’elemento terra con un toro; quello dell’acqua con uno scorpione, un serpente o un’aquila; quello del fuoco con un leone; e quello dell’aria da una testa umana circondata da ali. È significativo che le quattro lettere incise su pergamena (alcuni dicono legno) e fissate alla sommità della croce al momento della crocifissione siano le prime lettere di quattro parole ebraiche che rappresentano i quattro elementi: “Iammin, il mare o acqua; Nour, fuoco; Rouach, l’aria; e Iebeschah, la terra arida “. (Vedi Morale e Dogma, di Albeit Pike.)

Che una croce possa essere formata aprendo o spiegando le superfici di un cubo ha fatto sì che quel simbolo fosse associato alla terra. Sebbene una croce all’interno di un cerchio sia stata a lungo considerata come un segno del pianeta Terra, dovrebbe davvero essere considerata come il simbolo dell’elemento composito terra, poiché è composta dai quattro triangoli degli elementi. Per migliaia di anni la croce è stata identificata con il piano di salvezza per l’umanità. Gli elementi – sale, zolfo, mercurio e azoto – usati nella fabbricazione della pietra filosofale in alchimia, erano spesso simboleggiati da una croce. Anche la croce dei quattro angoli cardinali aveva il suo significato segreto, e gruppetti di 3 massoni vanno ancora verso i quattro punti cardinali della bussola alla ricerca della Parola perduta.

Il materiale di cui era formata la croce era considerato un elemento essenziale nel suo simbolismo. Pertanto, una croce d’oro simboleggiava l’illuminazione; una croce d’argento, purificazione; una croce di metalli di base, umiliazione; una croce di legno, aspirazione. Il fatto che

LA FIGURA DELL’ISOLA DI PASQUA CHE MOSTRA IL CRUX ANSATA 

Che la Croce Ansata sia migrata in molte parti della terra è dimostrato dal fatto che è stata scolpita sul retro di almeno una delle misteriose figure in pietra trovate sull’isola di Pasqua nel sud del Pacifico. La statua in questione – una delle più piccole del gruppo – fu portata a Londra da una nave a vela, ed è ora al British Museum; la Crux Ansata sul retro è chiaramente visibile.

tra molte nazioni era consuetudine aprire le braccia in preghiera ha influenzato il simbolismo della croce, che, a causa della sua forma, è diventato un emblema del corpo umano. Si ritiene che le quattro principali divisioni della struttura umana – ossa, muscoli, nervi e arterie – abbiano contribuito al simbolismo della croce. Ciò è dovuto in particolare al fatto che i nervi spinali si incrociano alla base della colonna vertebrale ed è un promemoria che il “Nostro Signore è stato crocifisso anche in Egitto”.

L’uomo ha quattro veicoli (o mezzi) di espressione per mezzo dei quali l’ego spirituale contatta l’universo esterno: la natura fisica, la natura vitale, la natura emotiva e la natura mentale. Ognuno di questi partecipa in linea di principio a uno degli elementi primari e le quattro creature assegnate loro dai cabalisti hanno reso la croce simbolica della natura composta dell’uomo.

LA CROCIFISSIONE – UNA ALLEGORIA COSMICA

Moltissimi salvatori sono morti per i peccati dell’uomo e per mano dell’uomo, e attraverso le loro morti hanno intercesso in cielo per le anime dei loro carnefici. Il martirio del Dio-uomo e la redenzione del mondo attraverso il Suo sangue è stato un principio essenziale di molte grandi religioni. Quasi tutte queste storie possono essere ricondotte al culto del sole, poiché la gloriosa sfera del giorno è il Salvatore che muore ogni anno per ogni creatura nel suo universo, ma anno dopo anno risorge vittorioso dalla tomba dell’inverno. Senza dubbio la dottrina della crocifissione si basa sulle tradizioni segrete dell’Antica Saggezza; ricorda costantemente che la natura divina dell’uomo è perpetuamente crocifissa sull’organismo animale. Alcuni misteri pagani includevano nella cerimonia di iniziazione la crocifissione del candidato su una croce o la posa del suo corpo su un altare cruciforme. È stato affermato che Apollonio di Tiana (l’Anticristo) fu iniziato nell’Arcano dell’Egitto nella Grande Piramide, dove rimase appeso a una croce fino a perdere conoscenza e poi fu deposto nella tomba (il cofano) per tre giorni. Mentre il suo corpo era privo di sensi, si pensava che la sua anima passasse nei regni degli immortali (il luogo della morte) Dopo aver sconfitto la morte (riconoscendo che la vita è eterna) tornò di nuovo al corpo, che poi si sollevò dalla bara , dopo di che fu salutato come un fratello dai sacerdoti, che credevano fosse tornato dalla terra dei morti. Questo concetto era, in sostanza, l’insegnamento dei Misteri.

I SALVATORI CROCIFISSI

L’elenco dei mortali senza morte che hanno sofferto per l’uomo affinché potesse ricevere il dono della vita eterna è imponente. Tra quelli connessi storicamente o allegoricamente con una crocifissione sono Prometeo, Adone, Apollo, Arys, Bacco, Buddha, Christna, Horus, Indra, Ixion, Mitra, Osiride, Pitagora, Quetzalcoatl, Semiramide e Giove. Secondo i frammentari resoconti esistenti, tutti questi eroi hanno dato la vita al servizio dell’umanità e, con una o due eccezioni, sono morti come martiri per la causa del progresso umano. In molti modi misteriosi il modo della loro morte è stato progettato in modo nascosto, ma è possibile che molti di loro siano stati crocifissi su una croce o un albero. Il primo amico dell’uomo, l’immortale Prometeo, fu crocifisso sull’apice del Monte Caucaso e un avvoltoio fu posto sul suo fegato per tormentarlo per l’eternità graffiando e strappando la sua carne con i suoi artigli. Prometeo disobbedì all’ordine di Zeus portando fuoco e immortalità all’uomo, quindi l’uomo soffrì fino alla venuta di Ercole che lo liberò dalla sua prigionia.

Per quanto riguarda la crocifissione del Mitra persiano, JP Lundy ha scritto: “Dupuis ci dice che Mitra fu messo a morte per crocifissione, e resuscitò il 25 marzo. Nei Misteri persiani il corpo di un giovane, apparentemente morto, veniva esibito, pretendendo che fosse stato riportato in vita. Si credeva che con le sue sofferenze avesse operato la loro salvezza, e per questo motivo fu chiamato il loro Salvatore. I suoi sacerdoti osservarono la sua tomba fino alla mezzanotte della vigilia del 25 marzo; quando all’improvviso della luce emerse da tutte le parti, il sacerdote gridò, Rallegrati, O sacro iniziato, il tuo Dio è risorto. La sua morte, i suoi dolori e le sue sofferenze hanno operato la tua salvezza. ” (Vedi il Cristianesimo monumentale).

In alcuni casi, come in quello del Buddha, il mito della crocifissione deve essere preso in senso allegorico piuttosto che letterale, poiché il modo della sua morte è stato registrato dai suoi stessi discepoli nel Libro del Grande Decesso. Tuttavia, il semplice fatto che il riferimento simbolico alla morte su un albero sia stato associato a questi eroi è sufficiente per dimostrare l’universalità della storia della crocifissione.

L’equivalente indiano di Cristo è l’immortale Christna, che, seduto nella foresta suonando il flauto, incantava gli uccelli e le bestie con la sua musica. Si suppone che questo Salvatore dell’umanità divinamente ispirato sia stato crocifisso su un albero dai suoi nemici, ma è stata posta grande cura nel distruggere qualsiasi prova che vada in quella direzione. Louis Jacolliot, nel suo libro La Bibbia in India, descrive così la morte di Christna: “Christna capì che era giunto il momento per lui di lasciare la terra e tornare nel seno di colui che lo aveva mandato. Proibi` ai suoi discepoli di seguirlo, un giorno, andò a fare le sue abluzioni sulle rive del Gange * * *. Arrivato al fiume sacro, si tuffò tre volte in esso, poi, inginocchiandosi e guardando il cielo, pregò, aspettando la morte. In questa posizione fu trafitto dalle frecce da uno di quelli di cui aveva svelato i crimini e che, sentendo parlare del suo viaggio nel Gange, aveva, con dei compagni, seguito un piano per assassinarlo* * *. il corpo del Dio-uomo fu sospeso sui rami di un albero dal suo assassino, affinché potesse diventare preda di avvoltoi. Dopo la notizia della morte, la gente venne in mezzo alla folla diretta da Ardjouna, il più caro dei discepoli di Christna, per recuperare i suoi resti sacri, ma il corpo mortale era scomparso – senza dubbio aveva riacquistato le dimore celesti * * * e l’albero a cui era stato attaccato si era improvvisamente coperto di grandi fiori rossi e aveva diffuso attorno a sé il profumo più dolce. ” Altri resoconti sulla morte di Christna dichiarano che fu legato a un albero a forma di croce prima che le frecce fossero puntate su di lui.

L’esistenza in The Hindu Pantheon di Moor di una immagine di Christna con ferite da chiodi nelle mani e nei piedi, e un immagine in Ancient Faiths di Inman che mostra una divinità orientale con quello che potrebbe benissimo essere un buco in un piede, dovrebbe essere un motivo sufficiente per ulteriori approfondimenti su questo argomento da parte di menti imparziali. Per quanto riguarda le sorprendenti scoperte che possono essere fatte lungo queste linee, JP Lundy nel suo Monumental Christianity presenta le seguenti informazioni: “Da dove i persiani ottennero la loro profezia su Cristo, e la sua misericordia salvifica e l’amore mostrati sulla croce “Sia il simbolo che il crocifisso reale e` presente in tutti i loro monumenti. Se proveniva dall’India, come ci è arrivato, se non dal centro comune e originale di tutta la religione primitiva e pura? C’è un piatto straordinario, illustrativo dell’intero soggetto, la cui rappresentazione ritengo sia anteriore al cristianesimo, è copiata dal Pantheon indù di Moor, non come una curiosità, ma come il monumento più singolare del crocifisso. Non mi azzardo a dargli un nome, diverso da quello di una crocifissione nello spazio. * * * Può essere l’uomo-vittima, della mitologia indù, che si è offerto in sacrificio al mondo? Può essere il secondo Dio di Platone che ha lasciato la sua impressione nell’universo sotto forma di croce? O è il suo uomo divino che sarebbe stato flagellato, tormentato, incatenato, accecato; e infine, avendo subito ogni sorta di mali, sarebbe stato crocifisso? Platone apprese la sua teologia in Egitto e in Oriente e deve aver saputo della crocifissione di Krishna, Buddha, Mithra. Ad ogni modo, la religione dell’India aveva la sua mitica vittima crocifissa da molto prima del cristianesimo,

LA CROCE TAU.

La croce TAU fu il segno che il Signore disse al popolo di Gerusalemme di segnarsi sulla fronte, come riferito dal profeta Ezechiele. Fu anche posto come simbolo di liberazione su coloro che erano accusati di crimini ma che vennero assolti

Sia la croce che il cerchio erano simboli fallici, poiché il mondo antico venerava i poteri generativi della Natura in quanto espressivi degli attributi creativi della Divinità. La Crux Ansata, combinando il TAU maschile con l’ovale femminile, ha esemplificato i principi della generazione.

APOLLONIO DI TYANA.

Da Historia Deorum Fatidicorum.

Per quanto riguarda Apollonio e i suoi straordinari poteri, Francis Barrett, nella sua Biografia di Antiqua, dopo aver descritto come Apollonio represse una rivolta senza dire una parola, continua: “Ha viaggiato molto, si è professato legislatore; ha capito tutte le lingue, senza averle imparate; aveva la sorprendente facoltà di sapere che cosa fu fatto a una distanza immensa, e al tempo in cui l’Imperatore Domiziano fu accoltellato, Apollonio, che si trovava a grande distanza e si trovava nel mercato della città, esclamò: “Colpisci! Colpisci! -” è il momento, il tiranno non c’è più. Comprendeva il linguaggio degli uccelli, ha condannato la danza e altre diversioni di quel tipo. Ha raccomandato la carità e la pietà; ha viaggiato in quasi tutti i paesi del mondo; ed è morto ad un’età molto avanzata. “

Il mondo moderno è stato ingannato nel suo atteggiamento verso le cosiddette divinità pagane, ed è arrivato a vederle in una luce completamente diversa dai loro veri personaggi e significati. Il ridicolo e la calunnia accumulati dalla cristianità su Christna e Bacco sono eccellenti esempi della persecuzione dei principi immortali da parte di coloro che non hanno assolutamente percepito il significato segreto delle allegorie. Chi era l’uomo crocifisso della Grecia, riguardo a quali vaghe voci sono venute a galla? Higgins pensa che fosse Pitagora, la vera storia della cui morte fu soppressa dai primi autori cristiani perché era in conflitto con i loro insegnamenti. Era vero anche che i legionari romani portavano sul campo di battaglia stendardi su cui erano croci che portavano l’uomo solare crocifisso?

LA CROCIFISSIONE DI QUETZALCOATL

Uno dei più notevoli tra i salvatori del mondo crocifissi è il dio dei venti e del sole centroamericano, Quetzalcoatl, riguardo alle cui attività venivano mantenute grandi segretezze dai sacerdoti indiani del Messico e dell’America centrale. Questo strano immortale, il cui nome significa serpente piumato, sembra essere uscito dal mare, portando con sé una croce misteriosa. I suoi abiti erano impreziositi da nuvole e croci rosse. In suo onore, grandi serpenti scolpiti nella pietra furono collocati in diverse parti del Messico.

La croce di Quetzalcoatl divenne un simbolo sacro tra i Maya e, secondo i documenti disponibili, gli angeli indiani Maya avevano croci di vari pigmenti dipinti sulla fronte. Croci simili furono poste sopra gli occhi di quelli iniziati nei loro Misteri. Quando Cortez arrivò in Messico, portò con sé la croce. Riconoscendo questo, gli indigeni pensarono che fosse tornato Quetzalcoatl, poiché quest’ultimo aveva promesso di tornare in futuro e riscattare il suo popolo.

In Anacalypsis, Godfrey Higgins getta un po ‘ di luce sulla croce e il suo simbolismo in America: “Gli Incas avevano una croce di marmo molto fine, o un bellissimo diaspro, lucidato a specchio era custodito in una camera sacra di un palazzo e tenuto in grande venerazione. Gli spagnoli arricchirono questa croce di oro e gioielli e la collocarono nella cattedrale di Cuzco. I templi messicani hanno la forma di una croce e si affacciano sui quattro punti cardinali. Quexalcoatl è rappresentato nei dipinti del Codice Borgiano inchiodato alla croce. A volte anche i due ladri sono lì crocifissi con lui. In Vol. II. tavola 75, il Dio è crocifisso nei Cieli , in un cerchio di diciannove figure, il numero del ciclo metonico. Un serpente lo sta privando degli organi generativi. Nel Codice Borgiano, (pp. 4, 72, 73, 75,) il dio messicano è rappresentato crocifisso e inchiodato sulla croce e appeso ad un altro punto con una croce tra le mani. E in un caso, in cui la figura non è semplicemente delineata, la croce è rossa, i vestiti sono colorati e il viso e le mani sono piuttosto scuri.

La crocifissione della Parola nello spazio, la crocifissione della colomba spesso vista nel simbolismo religioso – entrambi questi sono ricordi del paganesimo. Il fatto che una croce sia formata dalle ali spiegate di un uccello in relazione al suo corpo è senza dubbio uno dei motivi per cui gli egiziani hanno usato un uccello per simboleggiare la natura immortale dell’uomo e spesso lo mostrano librarsi sul corpo mummificato di i morti e portando in uno dei suoi artigli il segno della vita e nell’altro il segno del respiro.

I CHIODI DELLA PASSIONE

I tre chiodi della Passione hanno trovato la loro strada nel simbolismo di molte razze e fedi. Ci sono molte leggende su questi chiodi. Una di queste è che originariamente c’erano quattro chiodi, ma uno è stato smaterializzato da un cabalista e mago ebraico proprio mentre stavano per inserire i chiodi nei piedi del Maestro. Quindi è stato necessario incrociare i piedi. Un’altra leggenda narra che uno dei chiodi fu martellato nella corona e che esiste ancora come diadema imperiale di una casa europea. Ancora un’altra storia narra che uno dei chiodi si trovi nel cavallo di Costantino. È improbabile, tuttavia, che i chiodi fossero fatti di ferro, poiché a quel tempo era consuetudine usare pioli di legno affilati. Hargrave Jennings, nei suoi Rosacroce, I loro riti e misteri, richiama l’attenzione sul fatto che il segno usato in Inghilterra per designare la proprietà reale e chiamato la freccia larga non è altro che i tre chiodi della crocifissione raggruppati insieme, e che posizionandoli punto a punto si forma l’antico simbolo della croce egizia TAU.

Nella sua antica massoneria, Frank C. Higgins riproduce il grembiule massonico di una colossale figura di pietra a Quirigua, in Guatemala. L’ornamento centrale del grembiule sono i tre chiodi della Passione, disposti esattamente come la larga freccia britannica. Che tre chiodi debbano essere usati per crocifiggere il Cristo, tre assassini per uccidere Chiram Abiff e tre ferite per uccidere il principe Coh, l’Osiride messicano, è significativo.

CW King, nei suoi Gnostici e i loro resti, descrive così una gemma gnostica: “Il pleroma gnostico, o combinazione di tutti gli Æoni [è] espresso dal contorno di un uomo che tiene un rotolo * * *. La mano sinistra è formata come tre punte o chiodi piegati; inconfondibilmente lo stesso simbolo che Belus tiene spesso nella sua mano estesa sui cilindri babilonesi, successivamente scoperto dai cabalisti ebrei nei punti della lettera Shin e dai mistici medioevali nei Tre Chiodi della Croce “. Da questo punto Hargrave Jennings continua le speculazioni di King, notando la somiglianza del chiodo con un obelisco o pilastro e che il valore cabalistico della lettera ebraica Shin, o Sin, è 300, vale a dire 100 per ogni chiodo.

I chiodi della Passione sono simboli molto importanti, specialmente quando si realizza che, secondo i sistemi esoterici della cultura, ci sono alcuni centri segreti di forza nei palmi delle mani e nella pianta dei piedi.

I chiodi e il flusso di sangue e acqua dalle ferite erano il simbolo di alcune pratiche filosofiche segrete del Tempio. Molte divinità orientali hanno simboli misteriosi su mani e piedi. Le cosiddette impronte di Buddha sono solitamente abbellite da un magnifico raggio di sole nel punto in cui il chiodo trafigge il piede di Cristo.

Nelle sue note sulla teologia di Jakob Böhme, il Dr. Franz Hartmann riassume così il mistico simbolismo della crocifissione: “La croce rappresenta la vita terrestre e la corona di spine le sofferenze dell’anima nel corpo elementare, ma anche la vittoria dello spirito sugli elementi dell’oscurità. Il corpo è nudo, per indicare che il candidato all’immortalità deve spogliarsi di tutti i desideri per le cose terrestri. La figura è inchiodata sulla croce, che simboleggia la morte e la resa della volontà personale e che non dovrebbe tentare di realizzare nulla con il proprio potere, ma semplicemente servire come strumento in cui viene eseguita la Divina Volontà. Sopra la testa sono incise le lettere: INRJ il cui significato più importante è: In Nobis Regnat Jesus (Dentro noi stessi regna Gesù). Ma questo significato di questa iscrizione può essere praticamente conosciuto solo da coloro che sono effettivamente morti relativamente al mondo dei desideri e si sono alzati al di sopra della tentazione; o, per esprimerlo in altre parole, quelli che sono diventati vivi in ​​Cristo e in cui è stato stabilito il regno di Gesù (la santa volontà-amore che scaturisce dal cuore di Dio). “Una delle interpretazioni più interessanti dell’allegoria della crocifissione è quella che identifica l’uomo Gesù con la coscienza personale dell’individuo, è questa coscienza personale che concepisce e dimora nel senso di separazione, e prima che l’anima aspirante possa riunirsi al sempre presente e tutto- pervadente Padre questa personalità deve essere sacrificata affinché la Coscienza Universale possa essere liberata.

LA CROCIFISSIONE Di QUETZALCOATL.
(Dal Codice Borgianus.)

LA CROCIFISSIONE NELLO SPAZIO.

Dall’anacalipsi di Higgins.

Di questo straordinario disegno orientale, J. P. Lundy ha scritto: —- Sembra un crocifisso cristiano sotto molti aspetti, e in altri no. Il disegno, l’atteggiamento e i segni dei chiodi nelle mani e nei piedi indicano un’origine cristiana; mentre la coroncina partica di sette punte, l’assenza del legno e della solita iscrizione e i raggi di gloria sopra sembrano indicare un’origine cristiana. Può essere la vittima, l’uomo o il sacerdote parte della mitologia indù, che ha offerto un sacrificio per salvare il mondo? “

La supremazia quantica di Google: Le criptovalute e i segreti militari saranno facilmente violabili

Google ha annunciato di aver raggiunto la “supremazia quantica” con un computer quantistico da 53 qubit che rendera` estremamente facile violare criptovalute e i segreti militari protetti da crittografia in un nuovo straordinario sviluppo che cambierà il mondo.

Il nuovo processore quantistico della Big Tech Corporation ha impiegato solo 200 secondi per completare un’attività di elaborazione che normalmente richiederebbe 10.000 anni su un supercomputer.

Il computer quantistico a 53 qubit può violare qualsiasi crittografia a 53 bit in pochi secondi, il che significa che la crittografia a 256 bit di Bitcoin è vulnerabile una volta che Google portera` il suo calcolo quantico a 256 qubit, cosa che secondo i loro scienziati sarà possibile entro il 2022.

Anche la crittografia militare moderna alla fine sarà resa obsoleta dato che il numero di qubit nei computer quantistici di Google raddoppierà almeno ogni anno, secondo il rapporto, crescendo a un “doppio tasso esponenziale”, che è persino più veloce della Legge di Moore.

Di questo passo, Google sarà in grado di infrangere tutta la crittografia militare entro il 2024, una prospettiva spaventosa visti gli stretti legami della società con la Cina.

Anche le prospettive di Google del controllo di una così vasta potenza di supercomputer quando applicata al campo della sorveglianza sono agghiaccianti.

“Google arriverà rapidamente a dominare il mondo, controllando la maggior parte dei soldi, tutti i discorsi, tutta la politica, la maggior parte della scienza e della tecnologia, la maggior parte dei media e tutti i funzionari pubblici”, scrive Mike Adams.

“Google diventerà la forza autoritaria dominante sul pianeta Terra e tutti gli umani saranno sottomessi alle sue esigenze. Democrazia, verità e libertà saranno annientate. ”

Leggi l’articolo completo di Adams per una panoramica completa di ciò che ciò significa per il futuro: un sistema tremendo controllato da Google che mette in ridicolo Skynet, che controlla tutti i segreti, le comunicazioni e le transazioni finanziarie.

Fonte

41-0: Gli “esperti del clima” non hanno mai azzeccato una delle loro predizione apocalittiche

Per più di 50 anni gli allarmisti climatici nella comunità scientifica e nel movimento ambientalista non hanno azzeccato una previsione corretta, ma hanno un altro record: aver sbagliato 41 previsioni.
In altre parole, in almeno 41 occasioni, questi cosiddetti esperti hanno previsto che una terribile catastrofe ambientale fosse imminente … e non è mai successo nulla.

Nemmeno una volta! – non sono riusciti a prevedere nulla di corretto.

Rifletti su questo … i cosiddetti esperti climatici detengono attualmente un risultato di 0-41 con le loro previsioni, ma quelli di noi che sono scettici sulla previsione numero 42, quella che dice che se non ci convertiamo immediatamente al socialismo e permettiamo ad Alexandria Ocasio Cortez e a Greta Thunberg di controllare e organizzare le nostre vite, il pianeta diventerà inabitabile.

Perché una persona sana di mente ascolta ancora qualcuno che ha sbagliato per ben 41 volte?

Perché dovremmo ristrutturare completamente la nostra economia e sacrificare la nostra libertà personale per gli “esperti” che hanno puntualmente sbagliato?

Se avessi un consulente per gli investimenti che continua a sbagliare, aspetteresti l’errore numero 42 per cambiarlo?

Ovviamente no. Lo licenzieresti dopo due o tre pronostici falliti.

E se questo non fosse abbastanza folle, l’ultimo stratagemma è quello di utilizzare una ragazzina di 16 anni per diffondere la previsione numero 42, perché è molto più credibile in quel modo.

A volte ci si deve fermare un momento e…ridere.

Ad ogni modo, voglio che tu abbia i dati, quindi condividili e stampali e quando i tuoi figli/amici/nipoti ecc… tornano dai loro “scioperi climatici” mostraglieli.

ELENCO DELLE PREVISIONI CLIMATICHE DEGLI ALLARMISTI

Ecco la fonte per le previsioni da 1 a 27. Come vedrai, le singole fonti non sono cavolate, ma studi scientifici e rapporti dei media su previsioni “esperte”. Le fonti per i numeri 28-41 sono collegate individualmente.

  1. 1967: Previsioni di carestia entro il 1975
  2. 1969: Tutti spariranno in una nuvola di vapore blu entro il 1989
  3. 1970: Era glaciale entro il 2000
  4. 1970: l’America sara` soggetta al razionamento dell’acqua entro il 1974 e al razionamento alimentare entro il 1980
  5. 1971: Nuova era glaciale in arrivo entro il 2020 o il 2030
  6. 1972: Nuova era glaciale entro il 2070
  7. 1974: I satelliti spaziali mostrano la nuova era glaciale in arrivo
  8. 1974: Un’altra era glaciale?
  9. 1974: Esaurimento dell’ozono un “grande pericolo per la vita”
  10. 1976: Consenso scientifico sul raffreddamento del pianeta, carestie imminenti
  11. 1980: La pioggia acida uccide la vita nei laghi
  12. 1978: Nessun segno di rallentamento nel trend di raffreddamento degli ultimi 30 anni
  13. 1988: Siccità regionali (che non sono mai avvenute) negli anni ’90
  14. 1988: Le temperature a Washington raggiungeranno livelli record
  15. 1988: le Isole Maldive saranno sott’acqua entro il 2018 (non lo sono)
  16. 1989: L’innalzamento dei livelli del mare cancellerà le nazioni se non sara` fatto nulla entro il 2000
  17. 1989: La West Side Highway di New York City sara` sott’acqua entro il 2019 (non lo è)
  18. 2000: I bambini non sapranno cos’è la neve
  19. 2002: Carestia tra 10 anni se non rinunciamo a mangiare pesce, carne e latticini
  20. 2004: la Gran Bretagna sarà la Siberia entro il 2024
  21. 2008: L’artico sarà senza ghiaccio entro il 2018
  22. 2008: Il Genio del Clima Al Gore prevede che l’Artico sara` senza ghiaccio entro il 2013
  23. 2009: Il Genio del Clima, il Principe Carlo d’Inghilterra afferma che abbiamo 96 mesi per salvare il mondo
  24. 2009: il Primo Ministro britannico annuncia 50 giorni per “Salvare il pianeta dalla catastrofe”
  25. 2009: Il Genio del Clima Al Gore sposta la previsione del 2013 sull’Artico senza ghiaccio al 2014
  26. 2013: Artico senza ghiaccio entro il 2015
  27. 2014: Solo 500 giorni prima del “Chaos Climatico”
  28. 1968: Il mondo sara` sovrappopolato
  29. 1970: il mondo avra` utilizzato tutte le sue risorse naturali
  30. 1966: Il petrolio finira` in 10 anni
  31. 1972: Esaurimento del petrolio in 20 anni
  32. 1977: il Dipartimento dell’Energia afferma che il petrolio raggiungera` il suo picco nella produzione negli anni ’90
  33. 1980: Il petrolio raggiungera` il suo picco nel 2000
  34. 1996: Il petrolio raggiungera` il suo picco nel 2020
  35. 2002: Il petrolio raggiungera` il suo picco  nel 2010
  36. 2006: Super Uragani!
  37. 2005: Manhattan sott’acqua entro il 2015
  38. 1970: i cittadini nelle citta` dovranno indossare maschere antigas entro il 1985
  39. 1970: L’accumulo di azoto renderà inutilizzabile tutti i terreni
  40. 1970: Tutti i pesci moriranno dal decadimento dell’inquinamento
  41. Anni ’70: Api Killer!

Scusate, esperti … Scusate, consenso scientifico … Solo un pazzo cadrebbe in errore per la 42esima volta.

Fonte

Gli oscuri messaggi di “K-12” di Melanie Martinez

Lodato per i suoi “messaggi sociali”, il film “K-12” con Melanie Martinez è in realtà pieno di messaggi sinistri enfatizzati da un profondo simbolismo. Ecco uno sguardo al vero significato di “K-12”.

Melanie Martinez è stata scoperta a The Voice nel 2012. Mentre si occupava principalmente di musica acustica, il suo suono e la sua immagine hanno preso una direzione diversa dopo essere stata scritturata con la Atlantic Records.

Nonostante il fatto che Melanie Martinez abbia 24 anni, il suo intero atto ruota attorno ad un mondo bambinesco. Nei suoi video, Melanie indossa spesso babydoll mentre canta canzoni con titoli come Sippy Cup. Tuttavia, l’argomento delle canzoni è quasi sempre oscuro e inquietante. Il primo album della Martinez, Cry Baby, è stato descritto dalla cantante come “un bambino che fa esperienza da adulto”. Quando si guarda più da vicino al contenuto di quell’album, le cose peggiorano ulteriormente.

Ad esempio, nel video Pacify Her, Melanie è in una culla e tenta di sedurre un ragazzo con mosse sexy (i commenti sul video di YouTube sono stati disabilitati a causa di un gran numero di post negativi). Nello stesso album, la canzone Tag You Are It parla del suo rapimento e dell’abuso da parte di “lupi”. Il video Mad Hatter parla del suo essere “pazza”, probabilmente a causa dello stupro. Senza fare un’analisi approfondita di quell’album, Cry Baby riguarda la sessualizzazione dei bambini, la distruzione della loro innocenza e la celebrazione del controllo mentale basato sul trauma (che si basa sul rapimento e l’abuso dei bambini).

Combinazione di un immaginario fanciullesco con immagini sessuali: il marchio di Melanie Martinez.

In breve, Melanie Martinez è una pedina del settore che sta spingendo la sua contorta agenda.

SUPPORTATA DALL’INDUSTRIA

Dopo aver firmato con Atlantic Records, Melanie ha creato una personalita` e un universo basato su colori pastello, roba per bambini e un sacco di simbolismo. Se hai letto gli articoli sulle Immagini simboliche del mese su questo sito, probabilmente riconoscerai subito il simbolismo.

Melanie fa spesso il segno di un occhio che tutto vede, una prova del controllo da parte del settore.

Qui, usa un occhio finto per fare il segno dell’occhio che tutto vede. 

Una farfalla monarca in bocca: un riferimento alla programmazione monarch

In posa con maschere che rappresentano le molteplici alter-personas degli schiavi MK

La rimozione della personalita` principale – altri riferimenti al controllo mentale.

Serve spiegare l’immagine

Nel 2017, la promettente carriera di Melanie ha subito un brusco stop: un’amica di nome Timothy Heller l’ha accusata di stupro durante un pigiama party. Heller ha twittato:

“Non ho mai detto di sì. Ho detto di no, più volte. Ma ha usato il suo potere su di me e mi ha distrutto. Per non fare confusione, sono stata molestata dalla mia migliore amica … ho subito sesso orale e poi sono stata penetrata con un giocattolo sessuale senza che mi venisse chiesto. È quello che è successo. “

Queste accuse hanno portato a un forte contraccolpo e hanno fatto si che l’hastag #MelanieMartinezIsOverParty diventasse virale sui social media con i fan che si sono sbarazzati velocemente dei prodotti e degli album di Melanie Martinez.

Il giorno successivo alle accuse, la Martinez ha twittato una risposta alle accuse di Heller, dicendo che era “inorridita e rattristata” e che Heller “non ha mai detto di no a ciò che [hanno] scelto di fare insieme”.

Queste accuse non hanno dissuaso la Atlantic Records dall’investire pesantemente in Melanie. In effetti, la compagnia ha speso oltre $ 6 milioni per finanziare K-12, un lungometraggio che dovrebbe essere un accompagnamento visivo del suo nuovo album con lo stesso nome.

A settembre 2019, K-12 è stato rilasciato su YouTube, Amazon e simili, con una forte campagna promozionale, un’anteprima del film e un tour mondiale.

Melanie mentre promuove K-12 in un programma tv

I media hanno rapidamente elogiato K-12 per i suoi messaggi contro il “bullismo, la transfobia e la disuguaglianza di genere”. Tuttavia, come al solito, hanno perso completamente il messaggio centrale dietro tutto. Ed è piuttosto oscuro.

I TEMI DI K-12

K-12 si svolge nello stesso universo delle opere precedenti di Melanie mentre interpreta nuovamente il ruolo di una ragazza di nome Cry Baby. In K-12, Cry Baby viene inviata in un collegio pieno di persone cattive e di alcuni amici. In America, “K-12” si riferisce al sistema scolastico. Nel film, Cry Baby inizia all’asilo e, mentre passa attraverso i gradi, le sue canzoni e il suo stile diventano sempre più “maturi”.

Nel corso del film vengono affrontati diversi temi come il bullismo e la transfobia. E, mentre alcuni messaggi sono stati realizzati perche` le ragazze vi si identificassero (c’è una ragazza che ha il suo primo ciclo), i temi chiave di K-12 sono più oscuri e simbolicamente pesanti. Ecco uno sguardo ad essi.

LILITH

Ogni volta che qualcosa va storto, Cry Baby e le sue amiche invocano i loro poteri magici per reagire. Questo è rappresentato da occhi completamente neri, un simbolo che ora è presente su tutti i mass media.

Nelle prime scene del film, vediamo che Cry Baby ha poteri magici. Parla anche di un angelo che le ha parlato in un sogno:

“Come si chiamava quell’angelo? Willy o Layla? No, penso che fosse Lilith. “

Questo nome è estremamente simbolico e fornisce un contesto importante per il resto del film. In effetti, Lilith è una figura “demoniaca” archetipica che fa parte della tradizione di innumerevoli civiltà. Nelle storie popolari e nei testi religiosi, Lilith è identificata come la prima moglie di Adamo, il serpente del Giardino dell’Eden e la sposa di Satana.

“Per 4000 anni Lilith ha vagato per la terra, entrando nella mitica immaginazione di scrittori, artisti e poeti. Le sue origini oscure risiedono nella demonologia babilonese, dove amuleti e incantesimi venivano usati per contrastare i poteri sinistri di questo spirito alato che predava donne incinte e neonati. Successivamente Lilith emigrò nel mondo degli antichi ittiti, egiziani, israeliti e greci. Fa un’apparizione solitaria nella Bibbia, come un demone del deserto evitato dal profeta Isaia. Nel Medioevo riappare nelle fonti ebraiche come la terribile prima moglie di Adamo.

Nel Rinascimento, Michelangelo interpretava Lilith come una donna, metà serpente, attorcigliata attorno all’Albero della Conoscenza. Il romanziere irlandese James Joyce l’ha scelta come “patrona degli aborti”.

L’antico nome “Lilith” deriva da una parola sumera per demoni femminili o spiriti del vento: il lilītu e il relativo ardat lilǐ. Il lilītu abita in terre deserte e spazi aperti in campagna ed è particolarmente pericoloso per le donne incinte e i neonati. I suoi seni sono pieni di veleno, non di latte. L’ardat lilī è una donna sessualmente frustrata e sterile che si comporta in modo aggressivo nei confronti dei giovani.

Nella maggior parte delle manifestazioni del suo mito, Lilith rappresenta il caos, la seduzione e l’empio. Eppure, in ogni suo aspetto, Lilith ha lanciato un incantesimo sull’umanità. ”
– Janet Howe Gaines, seduttrice, eroina o assassina?

Una classica rappresentazione di Lilith avvolta dal serpente nel Giardino dell’Eden.

Nei tempi moderni, Lilith è stata reclamata dalle studiose femministe che la percepiscono come una potente figura femminile che ha respinto l’autorità di Adamo e Dio per ottenere la libertà.

“Secondo le femministe, Lilith è un modello per l’indipendenza sessuale e personale. Sottolineano che solo Lilith conosceva l’ineffabile nome di Dio, che era solita sfuggire al giardino e al marito intransigente. E se era il proverbiale serpente nel Giardino dell’Eden, il suo intento era quello di liberare Eva con il potere della parola, della conoscenza e della forza della volontà. In effetti Lilith è diventata un simbolo femminista così potente che la rivista “Lilith” prende il nome da lei. ”
– Ariela Pelaia, Lilith, dal periodo medievale ai moderni testi femministi

La figura di Lilith ha anche forti legami storici con la stregoneria poiché è considerata la “strega originale”. In K-12, Cry Baby e le sue amiche possiedono poteri magici che sono alimentati da Lilith.

L’amica di Cry Baby la incoraggia a usare i suoi poteri per combattere contro coloro che la opprimono.

In K-12, la maggior parte dei cattivi sono cattivi … ragazzi. Rappresentano il patriarcato e la stregoneria viene presentata come un modo efficace per combattere contro di essa (lo stesso messaggio si trova nella serie per adolescenti di Netflix Le terrificanti avventure di Sabrina).

RAGAZZI CATTIVI

Un tema importante in K-12 è che gli uomini sono cattivi e che meritano di essere puniti. Fa parte di una nuova ondata di femminismo radicale che non cerca l’uguaglianza, ma la vendetta.

Nel film, la maggior parte dei ragazzi e degli uomini sono ritratti come cretini depravati che (quando non mangiano la colla) non possono fare a meno di urlare parole misogine alle ragazze. Ad esempio, quando Cry Baby chiede di interpretare il ruolo del presidente nella recita scolastica, un ragazzo si gira e dice:

Che idiota.

La risposta di Cry Baby è:

“Avere una maggiore capacità di sentire ed esprimere le emozioni è una delle qualità che ci rendono superiori al tuo genere”.

La sua risposta in sostanza dice: “Non siamo uguali, siamo migliori di te”. E se ti dicessi che i sessi non sono effettivamente in competizione e che si completano a vicenda? Non lo trovi bello? Ma ciò non viene insegnato ai bambini. Si tratta di riempirli di odio e rabbia.

Durante la recita scolastica, Cry Baby va fuori scena e usa la sua magia per bruciare il viso di questo ragazzo usando un ferro da stiro – un simbolo dell’oppressione domestica femminile. Il fatto che questo ragazzo non la stesse effettivamente opprimendo, ma recitando un ruolo non sembra disturbare nessuno.

In un’altra scena, una delle amiche magiche di Cry Baby parla da sola mentre sta scrivendo un saggio:

“Un trattato sull’educazione condivisa. I ragazzi sono il problema. “

Questa scena benigna che la maggior parte delle persone probabilmente non ha notato riassume la lezione di base che viene insegnata alle ragazze attraverso “l’intrattenimento”. Ragazzi cattivi, odio e` bene.

In Strawberry Shortcake, i ragazzi sono raffigurati come animali selvaggi e squilibrati che non riescono a “tenerlo nei pantaloni”.

La storia principale viene risolta attraverso la rimozione simbolica del patriarcato.

Cry Baby salva tutti trasformandosi in una ragazza di nome Lorelai che usa il sesso per ingannare il figlio del preside.

Come Lilith, il nome Lorelai ha un pesante significato simbolico. Nel folklore tedesco, Lorelei è il nome di una sirena femmina la cui bellezza e canzoni fanno naufragare e morire i marinai.

Un dipinto del XIX secolo di Lorelei che incanta gli uomini facendoli naufragare del pittore tedesco Carl Joseph Begas.

Attraverso l’uso di potenti simboli e riferimenti storici, K-12 racconta una storia di vendetta contro la tradizione patriarcale usando la stregoneria e la sessualità femminile. Mentre uno può essere d’accordo o no con questa narrazione, K-12 possiede altri temi con cui e` difficile concordare.

SESSUALIZZAZIONE DEI BAMBINI

Come visto sopra, un tema ricorrente delle opere di Melanie Martinez è la combinazione di cose per bambini con situazioni adulte. In K-12, la sessualizzazione dei bambini è un tema importante.

All’inizio del film, Cry Baby canta Wheels on the Bus, una canzone ispirata all’omonima canzone per bambini. Tuttavia, nella versione di Cry Baby, le cose prendono una strana svolta. Lei canta:

Counting trees as they pass me by
And I’m trying not to look across the aisle
‘Cause Maya’s letting Dan put his hand up her skirt
And she’s got her hand down his pants

Cosa?

Ancora peggio, l’autista del bus sta guardando tutto. Cry Baby canta:

I know the driver sees it
I know he’s peeking in the rearview mirror
He says nothing

L’autista del bus osserva i bambini mentre fanno queste cose.

Quindi la strada per andare a scuola inizia con un autista di autobus che è probabilmente un pedofilo. Non è un buon inizio. Mentre le ragazze scendono dall’autobus, hanno un messaggio per l’autista

Le mutandine di Cry Baby e della sua amica dicono “F *** Off”.

Queste ragazze stanno “attaccando” l’autista dell’autobus? O gli stanno davvero dando quello che vuole?

Più avanti nel film, la canzone Teacher’s Pet parla dell’amica di Cry Baby che ha una relazione sessuale con la sua insegnante. Il coro della canzone dice:

“I know I’m young, but my mind is well beyond my years”

È una fantasia pedofila.

L’insegnante si avvicina alla ragazza.

La canzone parla fondamentalmente della ragazza che desidera più attenzione da parte dell’insegnante.

 

“It’s for all the right reasons, baby
Don’t care ’bout grades, just call me your lady
If I pass this quiz, will you give me your babies?
Don’t call me crazy
You love me, but you won’t come save me
You got a wife and kids, you see them daily
Don’t know why you even need me”

Poi le cose prendono una piega più strana: l’insegnante droga la ragazza e cerca di … sezionarla.

Dopo essere stata drogata dall’insegnante, Angelita si restringe. L’insegnante si toglie i vestiti e tenta di sezionarla.

Quindi cosa sta succedendo in nome di Dio? Se la ragazza era chiaramente disposta a fare cose, perché doveva anche drogarla? Perché c’è un contesto più ampio riguardo all’abuso sui minori. Fa parte della programmazione Monarch. La scena riguarda il drogare uno schiavo MK per indurre un trauma attraverso l’abuso.
Per comprendere appieno la trama contorta di K-12, è necessario comprendere un fatto importante: la scuola è in realtà un sito di programmazione per il controllo mentale.

K-12: UN SITO DI PROGRAMMAZIONE PER IL CONTROLLO MENTALE

Come visto sopra, la programmazione Monarch è un tema ricorrente importante nelle opere di Melanie Martinez. La narrazione principale di K-12 riguarda i bambini che vengono inviati a un sito di programmazione MK. Lì, Cry Baby è soggetto a traumi fisici e sessuali al fine di causare dissociazione.

All’inizio del film, Cry Baby disegna un cuore attorno alla scritta “First Day of Hell”. Gli schiavi MK sono programmati per credere che il loro dolore sia bene. Lilith dirà a Cry Baby la stessa cosa più avanti nel film.

Prima di andare a scuola, vediamo la madre di Cry Baby svenuta sul pavimento.

Nell’attuale programmazione Monarch, i bambini vengono spesso rapiti da genitori inadatti.

Angelita, l’amica di Cry Baby sembra avere un passato oscuro. Ad un certo punto dice alla sua amica:

– Il y a du sang partout.
– What does that mean?
– There’s blood everywhere. I don’t really know French. It’s just something I picked up as a kid. Had a French nanny.

La sua famiglia è stata uccisa prima che fosse rapita?

Mentre Cry Baby passa attraverso i gradi di K-12, gli spettatori vengono trattati con una forte dose di sfacciate immagini MK. In Show and Tell, Cry Baby viene raffigurata come un burattino che canta nel settore della musica.

Un insegnante esegue uno spettacolo di marionette per la classe

Ci rendiamo quindi conto che Cry Baby è il burattino che viene controllato da un gestore.

Durante il coro, canta:

“Art don’t sell
Unless you’ve f*cked every authority”

Ma l’arte di Melanie Martinez sta vendendo … quindi … cosa sta dicendo?

L’esibizione termina con il burattino lanciato sul pavimento, con le viscere esposte. Controllo mentale basato sul trauma.

Cry Baby viene quindi portata in una barella da infermiere malvagie che la drogano. Le cose diventano palesemente MKULTRA.

Cry Baby e Angelita sono attaccati a una specie di macchina (elettroshock?) Mentre i conigli bianchi guardano.

K-12 contiene molti riferimenti ad Alice nel paese delle meraviglie. Abbastanza opportunamente, questa storia di una ragazza che sfugge alla realtà per entrare nel Paese delle Meraviglie è una delle principali sceneggiature della programmazione Monarch. Man mano che gli schiavi subiscono un intenso trauma, viene loro detto di “passare attraverso lo specchio” ed entrare nel Paese delle Meraviglie per sfuggire al dolore – codice per la dissociazione, l’obiettivo finale della programmazione Monarch.

Nella fiaba, Alice segue un coniglio bianco nel Paese delle Meraviglie. Questo è il motivo per cui ci sono molti conigli bianchi inquietanti in K-12.

Dopo tutto questo abuso, Lilith appare alle ragazze che cercano il suo aiuto.

Lilith appare alle porte di un portale magico verso un posto migliore.

Mentre le ragazze pregano Lilith di portarle con sé, lei dice loro di rimanere lì e sopportare più sofferenza:

“Dobbiamo sentire il dolore fisico di questo mondo perché l’unico modo in cui possiamo veramente imparare è attraverso l’esperienza”.

Alla fine del film, Lilith e il suo portale appaiono di nuovo. Le ragazze finalmente passano attraverso il portale.

Considerando il fatto che il portale è un gateway per la libertà e il sollievo dalla sofferenza, è molto probabilmente una metafora della dissociazione.

Ciò significa che Lilith non le sta veramente liberando, sta promuovendo la loro programmazione. Ciò significa anche che tutti i messaggi “social” nel film non sono in realtà liberatori, stanno promuovendo la programmazione dello spettatore.

“Non e` giusto! Ho bisogno di più prove! ”

Il segno di un occhio che tutto vede riassume il vero messaggio del film. La ricerca di Cry Baby per la libertà è in realtà una strada per un maggiore controllo da parte dell’élite occulta.

CONCLUDENDO

K-12 è il perfetto seguito per le precedenti opere di Melanie Martinez. Sostenuto con un budget enorme fornito da Atlantic Records, K-12 nasconde, sotto strati di abiti carini e orgie di color pastello, una storia oscura e ingannevole piena di potente simbolismo.

Rilasciato durante il periodo dell’anno del “ritorno a scuola”, K-12 è un altro tentativo di educare i bambini con l’agenda dell’élite occulta. La stessa agenda esatta può essere trovata in altri spettacoli per “adolescenti” come Le terrificanti avventure di Sabrina, che hanno mostrato in modo bizzarro la sessualizzazione dei bambini unita al messaggio che lo pseudo-satanismo è il modo migliore per combattere il patriarcato.

In breve, si tratta di un grande inganno. Mentre finge di affrontare i problemi vissuti dai bambini, K-12 in realtà promuove la loro sessualizzazione. Mentre finge di promuovere l’amore e l’accettazione, in realtà promuove l’odio e la divisione tra i sessi. Mentre finge di difendere la libertà, in realtà è un veicolo per l’indottrinamento sociale.

E questa è l’unica lezione che deve essere appresa oggi.

Fonte

Greta Thunberg: Menzogne e falsita` all’udienza sulla “crisi climatica” negli Stati Uniti

“Voglio che vi uniate sotto la bandiera della scienza”, ha detto Greta Thunberg alla commissione per gli affari esteri e alla commissione ristretta sulla crisi climatica.

Finalmente, qualcosa su cui io e la 16enne attivista del clima svedese, possiamo essere d’accordo. Anch’io credo con passione che, se i governi del mondo dovranno spendere oltre 1,5 trilioni di dollari dei nostri soldi all’anno per “combattere i cambiamenti climatici”, ci sia la necessita` di produrre qualche prova credibile del fatto che questa spesa sia necessaria.

Ho pensato che, forse, alcune di queste credibili prove sarebbero state presentate all’audizione sulla crisi climatica di ieri, sottotitolata “Voci alla guida della prossima generazione sulla crisi climatica globale”.

Invece, tutto quello che ho sentito era la solita scienza spazzatura, statistiche false e assurdità insensate rigurgitate da bambini – alcuni che affermavano di avere problemi di salute mentale – a cui e` stato lavato il cervello a scuola dai loro insegnanti di estrema sinistra.

Ecco alcune delle bugie che ho notato. I miei commenti sono in corsivo.

Committee Chairman Rep. Bill Keating (D-MA)

“Assistiamo quotidianamente agli effetti del cambiamento climatico, che si tratti di tempeste, incendi boschivi, inondazioni e altri disastri che si verificano …”

Questi sono eventi meteorologici, non eventi climatici. Succedono da tempo immemorabile.

“… con frequenza e intensità crescenti.”

Non ci sono prove di questo. Al contrario, sappiamo, ad esempio, che l’attività degli uragani è attualmente ai minimi storici.

“C’e` un aumento della migrazione a causa dell’innalzamento del livello del mare.”

Nessuna persona, in qualsiasi parte del mondo, è emigrata a causa dell’innalzamento del livello del mare.

“Minacce per cibo e acqua.”

L’aumento dei livelli di CO2 sta rendendo verde il pianeta. L’uso improprio di terreni agricoli per coltivare biocarburanti rappresenta una minaccia molto più grande per le forniture alimentari globali rispetto ai cambiamenti climatici. Non ci sono prove che i cambiamenti climatici abbiano influenzato l’approvvigionamento idrico.

“Questa è la realtà che stiamo affrontando proprio ora a causa dei cambiamenti climatici”.

Questa è una realtà che esiste solo nell’universo parallelo occupato da politici, star di hollywood.

“Lo vedo ogni volta che vado a casa.”

L’aneddoto di Parti-pris non è una prova, tanto mento scienza.

L’America sa come gestire una crisi.

Non c’è  alcuna crisi climatica.

I nostri ospiti sarebbero piu` felici e più sicuri di perseguire il loro percorso scolastico e i propri sogni – piuttosto che protestare e spingere i loro governi ad agire.

I tuoi ospiti sicuramente dovrebbero essere/andare a scuola. Il fatto che siano seduti qui oggi e siano incoraggiati a ricattare emotivamente il Congresso affinché agisca, il che quasi sicuramente peggiorerà la vita, delle generazioni future, è a dir poco vergognoso.

È giunto il momento di raccogliere questa lotta e portare con noi il resto del mondo. Aspettare che altri paesi facciano la cosa giusta è scommettere male sul nostro futuro.

Il disarmo unilaterale era una cattiva idea durante la corsa agli armamenti della guerra fredda. È un’idea altrettanto negativa per quanto riguarda le emissioni di CO2. La Cina e l’India stanno rapidamente espandendo le loro economie indipendentemente dalla CO2. Perché l’America dovrebbe ostacolare la propria economia quando gli altri stanno crescendo? Questo, essenzialmente, è il motivo per cui il presidente Trump ha ritirato gli Stati Uniti dall’accordo di Parigi.

Il rapporto IPCC ci avverte che senza tagli alle emissioni di carbonio il mondo potrebbe vedere un innalzamento medio del livello del mare di 62 centimetri nel corso della vita delle persone nate oggi. Gli scienziati sono gravemente preoccupati che l’innalzamento del livello del mare potrebbe essere ancora più veloce.

I livelli del mare sono aumentati di circa 1,9 mm all’anno nel corso del 20 ° secolo e sono aumentati di circa 1,8 mm all’anno dal 1970. Sono 18 mm per decennio, quindi 180 mm per secolo – o solo 18 cm. Avresti bisogno di un aumento piuttosto massiccio delle tendenze attuali per ottenere qualcosa di simile a un rialzo di 60 cm – e non ci sono prove che ciò stia accadendo o che avverra` in futuro.

Rep. Adam Kinzinger (R-IL)

Il cambiamento climatico è reale e il modo migliore per combatterlo è ridurre le emissioni di carbonio della nostra nazione e quella del resto del mondo.

Il clima è cambiato negli ultimi 4,5 miliardi di anni; è vero. Non ci sono prove convincenti che suggeriscano che la CO2 prodotta dall’uomo – il “carbonio” – sia significativamente responsabile. La CO2 non è una manopola di controllo magica.

“Diversificazione”, “Tecnologie guidate dal mercato”, “Mettere gli Stati Uniti in prima linea nella tecnologia ambientale”.

Questo è solo lo specioso linguaggio che i legislatori del finto mercato usano per cercare di convincerti che non c’è nulla di sinistro nel reindirizzare l’intera economia verso la truffa della decarbonizzazione verde.

Rep. Kathy Castor (D-FL)

“La combustione di combustibili fossili riscalda il pianeta e altera il clima terrestre. Gli scienziati ci dicono che oltre la metà dell’inquinamento da carbonio che è stato emesso nell’atmosfera si è verificato da quando [il primo congresso] ha tenuto l’udienza [sui cambiamenti climatici] nel 1988. ”

L’anidride carbonica è un gas benefico che inverdisce il pianeta. Rinominarlo “inquinamento” è una bugia. Poiché non vi è alcuna prova che la CO2 antropogenica stia riscaldando significativamente il pianeta, non vi è motivo di preoccuparsi degli aumenti della CO2 atmosferica.

Jamie Margolin, 17enne attivista per la giustizia climatica di Seattle

“Lobbisti di aziende che guadagnano miliardi di dollari dalla distruzione del futuro della mia generazione”.

Stronzate di sinistra. I lobbisti più pericolosi sono quelli per l’industria delle energie rinnovabili costosa, inefficace e dannosa per l’ambiente. Sono i combustibili fossili molto disprezzati, che alimentano l’economia, fanno funzionare i macchinari dell’ospedale, portano i bambini a scuola, forniscono il materiale sintetico per le giacche indossate dai bambini idioti durante le proteste climatiche …

“Voglio che tutto il Congresso ricordi la paura e la disperazione con cui la mia generazione vive ogni giorno.”

Jamie è un’accusa tragica e pietosa della propaganda climatica, che ha privato i bambini impressionabili della loro felice infanzia spensierata riempiendo la testa di una totale assurdità.

“Durante la mia vita la distruzione che abbiamo visto provocata dalla crisi climatica non farà che peggiorare”.

Citazioni necessarie.

“La realtà è che la mia generazione vive in un pianeta che sta collassando”.

I ragazzini che sono d’accordo con questo dovrebbero smetterla con l’erba.

“I crostacei, le orche, i salmoni e tutta la splendida fauna selvatica della mia casa nel Pacifico nord-occidentale stanno morendo a causa dell’acidificazione degli oceani causata dalla crisi climatica”

Una totale assurdità, non importa quanto tu possa sembrare un adolescente imbronciato e sfigato. L’acidificazione degli oceani è una bugia propagandistica verde. [Vedi questo articolo per i dettagli] Gli oceani rimangono decisamente alcalini. Non ci sono prove che questo fenomeno inesistente stia uccidendo i crostacei, per non parlare delle orche. Perché il Congresso sta perdendo tempo ad ascoltare questa propaganda di seconda mano?

Vic Barrett, 21 anni, Honduras

“Nonostante le avversità schiaccianti abbiamo organizzato la nostra comunità e ci siamo emancipati per proteggere il nostro futuro. Tuttavia, la lotta continua per me e la mia gente. Con l’aumentare della temperatura, l’innalzamento del livello del mare, le tempeste diventano più intense e frequenti e le barriere coralline e le attività di pesca da cui dipendiamo scompaiono, la terra oceanica che la mia famiglia ha abitato per generazioni e che dovrei ereditare sarà subacquea se il Il governo federale degli Stati Uniti continua a promuovere un sistema energetico basato sui combustibili fossili “.

Nel caso in cui tu abbia mai dubitato che il verde sia il nuovo rosso. Questo linguaggio rivoluzionario marxista lo suggerisce fortemente.

“Queste comunità in prima linea in tutto il mondo stanno già avvertendo gli effetti in modo sproporzionato. Questi sono composti da persone come me: giovani, neri e marroni, LGBTQ, comunità indigene che corrono un rischio significativamente più elevato rispetto alla popolazione generale. ”

Anche le politiche gender vengono tirare in ballo. Questo ragazzo ha ascoltato troppe conferenze di sinistra.

“Io stesso ho sentito direttamente le conseguenze del cambiamento climatico. Crescendo a New York, sono stato colpito dall’uragano Sandy, alimentato dai cambiamenti climatici, che ha lasciato la mia famiglia e la mia scuola devastati. ”

Sandy non è stato causato o esacerbato dal “riscaldamento globale”. Questo è un mito urbano di sinistra.

“Provo ancora grave ansia per aver vissuto un altro disastro causato dal clima. Come qualcuno che già lotta con l’ansia e la depressione … ”

Mi dispiace ragazzo, ma i tuoi modesti problemi di salute mentale non sono un motivo per ostacolare l’economia degli Stati Uniti con un’inutile regolamentazione verde.

Benji Backer, 21 anni, American Conservation Coalition

“I mercati e la concorrenza riducono le emissioni molto di più rispetto alla regolamentazione pesante”.

Finalmente qualcosa di sensato da uno dei ragazzi che si rivolgono oggi al Congresso.

Rep. Garret Graves (R-LA)

“Tutta questa faccenda è una farsa. Quando si guarda alla scienza, Miss Thunberg, quando si guarda ai fatti, i fatti sono che non è stata la legislazione Waxman-Markey a portare gli Stati Uniti a guidare il mondo nella riduzione delle emissioni. In realtà è stata la gente a fare la cosa giusta. Attraverso l’innovazione, attraverso l’efficienza energetica, attraverso la conservazione. ”

Amen, fratello.

Rep. Abigail Spanberger (D-VA)

“Stiamo affrontando una minaccia esistenziale … un’esacerbazione dei conflitti all’estero è una minaccia per tutti noi”.

Il meme “il cambiamento climatico provoca guerre” è un altro mito urbano greenie / di sinistra.

Greta Thunberg, 16 anni, attivista climatica svedese

“Le persone non sembrano essere molto consapevoli della scienza.”

E indovinate quale attivista climatica di 16 anni con la coda, che ha abbandonato la scuola predica male e razzola peggio…?

Fonte

Muore un accusatore anonimo di Kevin Spacey

Il massaggiatore di sesso maschio che ha affermato di essere stato aggredito sessualmente dall’attore Kevin Spacey è morto, complicando il caso legale contro l’attore di House of Cards.
Secondo quanto riferito, la morte dell’accusatore anonimo è stata resa pubblica in un tribunale dagli avvocati di Spacey. Non si sa ancora la causa di morte. Gli avvocati dell’attore hanno dichiarato di essere stati informati della morte della persona l’11 settembre.

Spacey affronta le accuse secondo cui nel 2016 ha aggredito il terapeuta afferandogli le mani e portandosele ai genitali. E` anche accusato di avergli afferrato le spalle nel tentativo di baciarlo e di toccare i suoi genitali.

Il due volte vincitore del premio Oscar avrebbe anche chiesto di eseguire un atto sessuale sul terapeuta.

Non è chiaro come la morte del massaggiatore avrà un impatto sul caso contro Spacey, che continua a sostenere la sua innocenza.

L’Hollywood Reporter, che per primo ha riportato la notizia della morte dell’individuo, ha osservato che il caso “potrebbe continuare grazie agli eredi di  questo John Doe”, sebbene il problema dell’anonimato complica il tutto”.

La rivista specializzata ha affermato che gli eredi dovrebbero probabilmente identificare l’accusatore deceduto dopo aver ottenuto il via libera per gestire le sua proprietà in tribunale. Anche allora, “la perdita del testimone più importante del presunto attacco sessuale renderebbe difficile il piano accusatorio”.

Spacey è stato accusato da più uomini di cattiva condotta e aggressione sessuale, incluso l’attore Anthony Rapp, che ha affermato di essere stato minorenne quando Spacey si sarebbe comportato in maniera sconsiderata.

Le accuse lo hanno portato al licenziamento da House of Cards, in cui interpretava il politico senza scrupoli Frank Underwood, il quale saliva al potere eliminando abilmente i suoi avversari.

Il personaggio dell’attore è stato ucciso e lo spettacolo e` terminato l’anno scorso.

Spacey – il cui vero nome è Kevin Fowler – ha recentemente ottenuto una vittoria legale quando un procedimento penale contro di lui è stato archiviato a luglio dopo che la persona che ha accusato l’attore di violenza sessuale ha smesso di collaborare al caso.

Fonte

La BBC insegna ai bambini delle elementari che ci sono 100 generi diversi

La British Broadcasting Company (BBC) ha detto ai bambini delle elementari che ci sono oltre 100 generi sessuali come parte della sua serie di video “Teach”, che ha destato preoccupazioni fra molti genitori.

“Sai, ci sono così tante identità di genere”, dichiara il preside in risposta alla domanda del bambino. “Sappiamo che abbiamo maschi e femmine, ma ora ce ne sono oltre 100, se non di più”.

Il video per scolari di età compresa tra 9 e 12 anni fa parte di nove nuovi film della BBC Teach prodotti come materiale di supporto per il curriculum di educazione personale, sociale e sanitaria (PSHE) nelle scuole del Regno Unito.

La editorialista del Telegraph, Celia Walden, ha scritto una recensione negativa del programma, che definisce una “sciocchezza nociva” che avvelena le menti dei bambini, un prodotto della moderna “narrativa sulla diversità di genere”.

La BBC si sta abbandonando alla “propagazione della disinformazione”, scrive la signora Walden, tradendo in tal modo il suo dovere giornalistico “di non trattare le mode, ma i fatti”.

“Sta volontariamente deformando le loro menti”, continua, la BBC sta contribuendo a rendere la nuova generazione di bambini “ossessionata dal sé come i presunti adulti”.

L’espressione del sé non significa più “apprezzare l’individualità e produrre qualcosa di più ampio valore culturale”, lamenta Walden, ma “piegarsi su se stessi e comportarsi in modo spudoratamente egoista”.

“Tutto ciò probabilmente ci lascerà con una generazione di giovani adulti persi, confusi e arrabbiati che faranno una domanda a cui sara` molto difficile rispondere:” Come avete permesso che accadesse? ”

Fonte

Gli insegnamenti segreti di tutte le ere: La Cristianita` Mistica

La vera storia della vita di Gesù di Nazaret non è mai stata spiegata al mondo, né nei Vangeli accettati né negli Apocrifi, anche se alcuni commenti possono essere trovati in alcuni dei commenti scritti dai Padri ante-Nicene. I fatti riguardanti la sua identità e missione sono tra i misteri inestimabili conservati fino ad oggi nelle volte segrete sotto le “Case dei Fratelli”. Ad alcuni dei Cavalieri Templari, che furono iniziati negli arcani dei Drusi, dei Nazareni, degli Esseni, dei Johanniti e di altre sette che abitano ancora luoghi remoti e inaccessibili della Terra Santa, fu raccontata parte della strana storia. La conoscenza dei Templari sulla storia antica del cristianesimo fu senza dubbio una delle ragioni principali della loro persecuzione e del loro annientamento finale. Le discrepanze negli scritti dei primi Padri della Chiesa non solo sono inconciliabili, ma dimostrano senza dubbio che anche nei primi cinque secoli dopo Cristo questi uomini istruiti avevano come base dei loro scritti qualcosa di un po ‘ più sostanziale del folklore e del sentito dire. Per il credente semplice tutto è possibile e non ci sono problemi. La persona senza emozioni alla ricerca di fatti, tuttavia, si trova di fronte a una serie di problemi con fattori incerti, di cui i seguenti sono tipici:

Secondo la concezione popolare, Gesù fu crocifisso durante il trentatreesimo anno della sua vita e nel terzo anno del suo ministero dopo il suo battesimo. Intorno al 180 d.C., San Irenæus, vescovo di Lione, uno dei più eminenti teologi ante-Nicene, scrisse contro le eresie, un attacco alle dottrine degli gnostici. In quest’opera Irenæus dichiarò sull’autorità degli stessi Apostoli che Gesù visse fino alla vecchiaia. Citando l’autore: “Loro, tuttavia, per poter stabilire la loro falsa opinione riguardo a ciò che è scritto, “per proclamare l’anno accettabile del Signore “, sostennero che predicò per un solo anno, e poi soffrì nel dodicesimo mese. [ Parlando così], distruggono tutta la sua opera e lo derubano di quell’età che è più necessaria e più onorevole di ogni altra; quell’età più avanzata, intendo, durante la quale insegno. Eccelleva su tutti gli altri, come avrebbe potuto avere i suoi discepoli, se non avesse insegnato? E come avrebbe potuto insegnare, a meno che non avesse raggiunto l'età di Maestro? Perché quando fu battezzato, non era alla fine del suo trentesimo anno, ma era all'inizio (basandosi su Luca, che menziono la sua eta, disse: “Ora Gesù era all’inizio dei suoi trent’anni”, quando arrivò a ricevere il battesimo); e (secondo questi uomini) predico` solo un anno, calcolando il suo battesimo. Dopo aver compiuto il suo trentesimo anno ha sofferto, essendo in realtà ancora un giovane uomo il quale non aveva raggiunto l’età avanzata. Ora, il primo stadio della vita abbraccia i trent’anni e si estende fino al quarantesimo anno, penso tutti siano d’accordo su questo; ma dal quarantesimo e dal cinquantesimo anno un uomo inizia a declinare verso la vecchiaia, che il Nostro Signore raggiunse mentre adempiva ancora all’ufficio di Maestro, proprio come testimoniano il Vangelo e tutti gli anziani; coloro che conversarono in Asia con Giovanni, discepolo del Signore, (affermarono) che Giovanni trasmise loro quell’informazione. E rimase in mezzo a loro fino al tempo di Traiano. Alcuni di loro, inoltre, videro non solo Giovanni, ma anche gli altri apostoli, e ascoltarono lo stesso racconto da loro e testimoniarono della (validità della) dichiarazione. A chi dovremmo piuttosto credere? Ad uomini come questi, o come Tolomeo, che non hanno mai visto gli apostoli e che nemmeno nei loro sogni hanno mai visto la minima traccia di un apostolo? ”

Commentando il passaggio precedente, Godfrey Higgins osserva che fortunatamente è sfuggito alle mani di quei distruttori che hanno tentato di rendere coerenti le narrazioni evangeliche cancellando tutte queste affermazioni. Osserva anche che la dottrina della crocifissione era un vexata questio tra i cristiani anche durante il secondo secolo. “Le prove di Irenæus”, dice, “non possono essere toccate. Su tutti i principi della sana critica e della dottrina delle probabilità, è insuperabile.”

Va inoltre notato che Irenæus preparò questa affermazione per contraddire un’altra apparentemente attuale ai suoi tempi, secondo cui il ministero di Gesù durò solo un anno. Di tutti i primi Padri, Irenæus, che scrisse entro ottanta anni dalla morte di San Giovanni Evangelista, avrebbe dovuto avere informazioni ragionevolmente accurate. Se i discepoli stessi hanno riferito che Gesù visse fino ad un’eta` avanzata, perché il misterioso numero 33 è stato scelto arbitrariamente per simboleggiare la durata della sua vita? Gli episodi della vita di Gesù furono volutamente modificati in modo tale che le sue azioni si adattassero più strettamente al modello stabilito dai numerosi dei-Salvatore che lo hanno preceduto? Il fatto che queste analogie siano state riconosciute e utilizzate come leva per la conversione di Greci e Romani è evidente da una lettura degli scritti di Giustino Martire, un’altra autorità del II secolo. Nelle sue Apologie, Giustino si rivolge così ai pagani:

“E quando diciamo che la Parola, è stata prodotta senza unione sessuale, e che Lui, Gesù Cristo, il nostro Maestro, è stato crocifisso e morto, risorto, e risuscitato in cielo, non proponiamo nulla di diverso da ciò in cui credete riguardo a coloro che chiamate figli di Giove. * * * E se affermiamo che la Parola di Dio è nata da Dio in un modo peculiare, diverso dall’ordinario processo di generazione, non dovrebbe essere nulla di straordinario per te, che dici che Mercurio è la parola angelica di Dio. Ma se qualcuno obietta che è stato crocifisso, anche in questo è alla pari con quei tuoi famosi figli di Giove, che hanno sofferto come abbiamo ora enumerato.”

Da ciò è evidente che i primi missionari della Chiesa cristiana erano molto più disposti ad ammettere le somiglianze tra la loro fede e le fedi dei pagani rispetto ai loro successori nei secoli successivi.

Nel tentativo di risolvere alcuni dei problemi derivanti da qualsiasi tentativo di descrivere una cronaca accurata della vita di Gesù, è stato suggerito che in quel periodo potrebbero essere vissuti in Siria due o più insegnanti religiosi che portavano il nome di Gesù, Jehoshua o Giosuè, e che le vite di questi uomini possano essere state confuse nelle storie del Vangelo. Nelle sue sette segrete di Siria e Libano, Bernard H. Springett, un autore massonico, cita un libro antico, il cui nome non era libero di rivelare a causa della sua connessione con il rituale di una setta. L’ultima parte della sua citazione è pertinente all’argomento in questione:

“Ma Geova diffuse il seme degli Esseniani, nella santità e nell’amore, per molte generazioni. Poi venne il capo degli angeli, secondo il comandamento di DIO, a suscitare un erede della Voce di Geova. E, in quattro generazioni inoltre nacque un erede che si chiamò Giosuè ed era figlio di Giuseppe e Mara, devoti adoratori di Geova, che si distinsero da tutte le altre persone tranne che dagli Esseniani. E questo Giosuè, a Nazaret, ristabilì Geova e restaurò molti dei riti e delle cerimonie perdute. Nel trentaseiesimo anno della sua età fu lapidato a morte a Gerusalemme * * * ”

LA TAVOLA ROTONDA DI RE ARTU`.

Da I ​​Rosacroce, i loro riti e misteri di Jennings.

Secondo la tradizione, Artu, raggiunta l'eta di quindici anni, fu incoronato re di Gran Bretagna, nel 516 d.C. Poco dopo la sua ascesa al trono, fondò l’Ordine dei Cavalieri della Tavola Rotonda a Windsor. Successivamente i Cavalieri si incontrarono ogni anno a Carleon, Winchester o a Camelot, per celebrare la Pentecoste. Da tutte le parti d’Europa arrivarono i coraggiosi e gli audaci, in cerca di ammissione in questo nobile ordine di cavalieri britannici. La nobiltà, la virtù e il valore erano i suoi requisiti e coloro che possedevano queste qualità in misura notevole furono accolti alla corte di Re Artù a Camelot. Avendo raccolto su di lui i cavalieri più coraggiosi e nobili d’Europa, re Artù ne scelse ventiquattro che eccellevano in tutti gli altri in audacia e integrità costruendo il Cerchio della Tavola Rotonda. Secondo la leggenda, ciascuno di questi cavalieri era così grande in dignità e potere che nessuno poteva occupare un posto più elevato dell’altro, quindi quando si radunarono al tavolo per celebrare l’anniversario della loro fondazione era necessario usare una tavola rotonda che tutti potessero occupare con uguale importanza.

Mentre è probabile che l’Ordine della Tavola Rotonda avesse i suoi rituali e simboli distintivi, la loro conoscenza non è sopravvissuta ai secoli. Elias Ashmole, nel suo volume sull’Ordine della Giarrettiera, inserì una piastra a doppia pagina che mostrava le insegne di tutti gli ordini di cavalieri, quello per il simbolo della Tavola Rotonda fu lasciato in bianco. Il motivo principale della perdita del simbolismo della Tavola Rotonda fu la prematura scomparsa di Re Artù sul campo di Kamblan (542 d.C.) nel quarantunesimo anno della sua vita. Mentre distrusse il suo mortale nemico, Mordred, in questa famosa battaglia, ci lascio` non solo la sua stessa vita, ma le vite di quasi tutti i suoi Cavalieri della Tavola Rotonda, che sono morti difendendo il loro comandante.

Nel secolo scorso sono stati pubblicati numerosi libri per integrare le magre descrizioni nei Vangeli di Gesù e nel Suo ministero. In alcuni casi queste narrazioni affermano di essere basate su antichi manoscritti scoperti di recente; in altri, su rivelazioni spirituali dirette. Alcuni di questi scritti sono altamente plausibili, mentre altri sono incredibili. Ci sono voci persistenti che Gesù abbia visitato e studiato sia in Grecia che in India, e che venne prodotta una moneta in suo onore in India. È noto che in Tibet esistano documenti paleocristiani e i monaci di un monastero buddista di Ceylon conservano ancora un documento che indica che Gesù soggiornò con loro e divenne familiare con la loro filosofia.

Sebbene il primo cristianesimo mostri ogni prova di influenza orientale, questo è un argomento che la chiesa moderna rifiuta di discutere. Se si stabilira` senza ombra di dubbio che Gesù era un iniziato ai misteri pagani greci o asiatici, è probabile che l’effetto sui membri più conservatori della fede cristiana sara` cataclismico. Se Gesù era Dio incarnato, come scoprirono i solenni concili della chiesa, perché nel Nuovo Testamento troviamo questa frase “proclamato da Dio sommo sacerdote secondo l’ordine di Melchisedec“? Le parole “secondo l’ordine” rendono Gesu` membro di un ordine dove ci sarebbero stati degli adepti con pari o addirittura superiore dignità a lui. Se i “Melchizedek” fossero stati i sovrani divini o sacerdotali delle nazioni della terra prima dell’inaugurazione del sistema di sovrani temporali, allora le dichiarazioni attribuite a San Paolo indicherebbero che Gesù o era uno di questi “eletti filosofici” o che stava tentando di ristabilire il loro sistema di governo. Si ricordi che Melchizedek eseguì la stessa cerimonia del bere il vino e dello spezzare il pane fatto da Gesù nell’Ultima Cena.

George Faber dichiara che il nome originale di Gesù era Jescua Hammassiah. Godfrey Higgins ha scoperto due riferimenti, uno nel Midrashjoholeth e l’altro nell’Abodazara (primi commenti ebrei sulle Scritture), secondo cui il cognome della famiglia di Joseph era Pantera, poiché in entrambe queste opere si afferma che un uomo fu guarito “nel nome di Gesù ben Pantera”. Il nome Pantera stabilisce una connessione diretta tra Gesù e Bacco – che è stato allattato dalle pantere ed è talvolta raffigurato mentre cavalca uno di questi animali o in un carro trainato da loro. La pelle della pantera era anche sacra in alcuni cerimoniali iniziatici egiziani. Il monogramma IHS, ora interpretato nel senso di Iesus Hominum Salvator (Gesù Salvatore degli Uomini), è un altro collegamento diretto tra i riti cristiani e bacchici. IHS deriva dal greco ΥΗΣ, che, come indica il suo valore numerico (608), è emblematico del sole e costituiva il nome sacro e nascosto di Bacco. (Vedi I druidi celtici di Godfrey Higgins). Sorge la domanda: il primo cristianesimo romano fu confuso con l’adorazione di Bacco a causa dei numerosi parallelismi nelle due fedi? Se cio` potra` essere provato come vero, molti enigmi finora incomprensibili del Nuovo Testamento saranno risolti.

Non è affatto improbabile che Gesù stesso abbia originariamente proposto come allegorie le attività cosmiche che in seguito furono confuse con la sua stessa vita. Che il Χριστός, Christos, rappresenti l’energia solare venerata da ogni nazione dell’antichità non può essere tralasciato. Se Gesù rivelò la natura e lo scopo di questo potere solare sotto il nome e la personalità di Christos, dando così a questo potere astratto gli attributi di un dio-uomo, seguì un precedente stabilito da tutti i precedenti Insegnanti del mondo. Questo uomo-dio, così dotato di tutte le qualità della Divinità, indica la divinità latente in ogni uomo. L’uomo mortale raggiunge la deificazione solo attraverso l’unione con questo Sé divino. L’unione con il Sé immortale costituisce l’immortalità, e quindi chi trova il suo vero Sé viene “salvato”. Questo Christos, o uomo divino nell’uomo, è la vera speranza che l’uomo ha di salvarsi – il mediatore vivente tra la divinità astratta e l’umanità mortale. Poiché Atys, Adone, Bacco e Orfeo erano con ogni probabilità in origine uomini illuminati che in seguito furono confusi con i personaggi simbolici che crearono come personificazioni di questo potere divino, così Gesù fu confuso con il Christos, o dio-uomo, le cui meraviglie Predicava. Poiché il Christos era l’uomo-dio imprigionato in ogni creatura, era il primo dovere dell’iniziato di liberare, o “resuscitare”, questo Eterno dentro di sé. Colui che ottenne la riunione con il suo Christos fu di conseguenza definito un uomo cristiano o battezzato.

Una delle dottrine più profonde dei filosofi pagani riguardava il Dio-Salvatore universale che elevò le anime degli uomini rigenerati in cielo attraverso la sua stessa natura. Questo concetto fu senza dubbio l’ispirazione per le parole attribuite a Gesù: “Io sono la via, la verità e la vita: nessun uomo viene al Padre se non per mezzo di me”. Nel tentativo di distinguere la persona di Gesù dal suo Christos, gli scrittori cristiani hanno messo insieme una dottrina che deve essere risolta nei suoi costituenti originali se si vuole riscoprire il vero significato del cristianesimo. Nelle narrazioni evangeliche il Christos rappresenta l’uomo perfetto che, dopo aver attraversato le varie fasi del “Mistero” simboleggiato dai trentatré anni, sale nella sfera celeste dove si riunisce con il suo Eterno Padre. La storia di Gesù come la storia massonica di Hiram Abiff – e` parte di un rituale iniziatico segreto appartenente ai primi misteri cristiani e pagani.

Durante i secoli appena precedenti l’era cristiana, i segreti dei misteri pagani erano gradualmente caduti nelle mani del profano. Per lo studente di religione comparata è evidente che questi segreti, raccolti da un piccolo gruppo di fedeli filosofi e mistici, furono rivestiti con nuovi abiti simbolici e così conservati per diversi secoli sotto il nome di cristianità mistica. Si suppone generalmente che gli Esseni fossero i custodi di questa conoscenza e anche gli iniziatori e gli educatori di Gesù. In tal caso, Gesù fu indubbiamente iniziato nello stesso tempio di Melchizedek, dove Pitagora aveva studiato sei secoli prima.

Gli esseni – la più importante delle prime sette siriane – erano un ordine di pii uomini e donne che vivevano vite di ascetismo, trascorrendo le loro giornate in semplice lavoro e le loro serate in preghiera. Giuseppe Flavio, il grande storico ebreo, ne parla nel modo più assoluto. “Insegnano l’immortalità dell’anima”, dice, “e che bisogna puntare a migliorarsi sempre nel bene”. Aggiunge: “Eppure il loro corso della vita è migliore di quello degli altri uomini e si dedicano completamente all’allevamento.” Il nome Essene dovrebbe derivare da un’antica parola siriana che significa “medico” e si ritiene che queste persone abbiano avuto come scopo dell’esistenza la guarigione dei malati nella mente, nell’anima e nel corpo. Secondo Edouard Schuré, avevano due principali comunità, o centri, uno in Egitto sulle rive del lago Maoris, l’altro in Palestina a Engaddi, vicino al Mar Morto. Alcune autorità fanno risalire gli Esseni alle scuole di Samuele il Profeta, ma la maggior parte concorda su un’origine egiziana o orientale. I loro metodi di preghiera, meditazione e digiuno non erano diversi da quelli dei santi uomini dell’Estremo Oriente. L’appartenenza all’Ordine Essene era possibile solo dopo un anno di prova. Questa scuola di mistero, come tante altre, aveva tre gradi e solo pochi candidati li superarono con successo tutti. Gli esseni furono divisi in due comunità distinte, una composta da celibi e l’altra da membri sposati.

Gli esseni non divennero mai mercanti o entrarono nella vita commerciale delle città, ma si mantennero con l’agricoltura e l’allevamento di pecore per la lana oltre che attraverso mestieri come artigianato e carpenteria. Nei Vangeli e negli Apocrifi, Giuseppe, il padre di Gesù, viene indicato sia come falegname che come vasaio. Nel vangelo apocrifo di Tommaso e anche in quello di Matteo, il bambino Gesù viene descritto mentre lavorava l’argilla formando passeri, che prendevano vita e volavano via quando batteva le mani. Gli esseni erano considerati la classe di ebrei meglio istruita e ci sono resoconti sulla loro scelta come tutor per i figli degli ufficiali romani in Siria. Il fatto che così tanti artigiani fossero elencati tra i loro numeri è responsabile del fatto che l’ordine sia considerato un capostipite della moderna massoneria. I simboli degli Esseni includono una serie di strumenti dei costruttori, e furono segretamente impegnati

 

GIORGIO IL GRANDE E IL COLLARE DELLA GIARRETTIERA.

Dall’ordine della giarrettiera di Ashmole.

L’Ordine della Giarrettiera fu probabilmente formato da Edoardo III a imitazione dei Cavalieri della Tavola Rotonda di Re Artù, la cui istituzione fu dispersa dopo la battaglia di Kamblan. La storia popolare secondo cui la giarrettiera della contessa di Salisbury era l’ispirazione originale per la fondazione dell’ordine è insostenibile. Il motto dell’Ordine della Giarrettiera è “Honi soit qui mal y pense” (Svergognato colui che la pensa male). San Giorgio è considerato il Patrono dell’ordine, poiché simboleggia la natura superiore dell’uomo che vince il drago della sua stessa natura inferiore. Mentre si suppone che San Giorgio abbia vissuto durante il terzo secolo, è probabile che fosse un personaggio mitologico mutuato dalla mitologia pagana.

nell’erezione di un tempio spirituale e filosofico per servire come dimora per il Dio vivente.

Come gli gnostici, gli esseni erano emanazionisti. Uno dei loro principali oggetti era la reinterpretazione della Legge mosaica secondo certe chiavi spirituali segrete conservate da loro dal momento della fondazione dell’ordine. Ne conseguirebbe quindi che gli esseni erano cabalisti e, come molte altre sette contemporanee fiorenti in Siria, attendevano l’avvento del Messia promesso nei primi scritti biblici. Si ritiene che Giuseppe e Maria, i genitori di Gesù, fossero membri dell’Ordine Esseno. Giuseppe fu per molti anni il maestro di Maria. Secondo il Protevangelium, era vedovo con figli adulti, e nel Pseudo Vangelo di Matteo fa riferimento a Maria come ad una bambina di età inferiore rispetto ai suoi nipoti. Nella sua infanzia Maria era dedicata al Signore e gli scritti apocrifi contengono molti resoconti di miracoli associati alla sua prima infanzia. Quando aveva dodici anni, i sacerdoti si consultarono sul futuro di questa bambina che si era dedicata al Signore, e il sommo sacerdote ebreo, con il pettorale, entrò nel Santo dei Santi, dove gli apparve un angelo, dicendo: “Zaccaria, vai avanti e convoca i vedovi del popolo e lascia che prendano una verga a testa e lei sarà la moglie di lui a cui il Signore mostrerà un segno”. Uscendo per incontrare i sacerdoti alla testa dei vedovi, Giuseppe raccolse le verghe di tutti gli altri uomini e le diede in custodia ai sacerdoti. Ora la verga di Giuseppe era lunga solo la metà delle altre e i sacerdoti nel restituire le verghe ai vedovi non prestarono attenzione a quella di Giuseppe, ma la lasciarono nel Santo dei Santi. Quando tutti gli altri vedovi avevano ricevuto le loro bacchette, i sacerdoti attesero un segno dal cielo, ma non accadde nulla. Giuseppe, a causa della sua età avanzata, decise di non partecipare: chiese il ritorno della sua canna, perché per lui era inconcepibile che dovesse essere scelto. Ma un sommo angelo apparve al sommo sacerdote, ordinandogli di restituire la canna corta che giaceva inosservata nel Santo dei Santi. Mentre il sommo sacerdote consegnava la verga a Giuseppe, una colomba bianca volò via da essa e si posò sulla testa del vecchio falegname, e gli fu data la bambina.

L’editore di The Sacred Books and Early Literature of the East richiama l’attenzione sullo spirito peculiare con cui viene trattata l’infanzia di Gesù nella maggior parte dei libri apocrifi del Nuovo Testamento, in particolare in un’opera attribuita a Tommaso che risale al 200 d.C. circa: “Cristo è rappresentato quasi come un diavoletto, maledicendo e distruggendo coloro che lo infastidiscono”. Quest’opera apocrifa, calcolata per ispirare i suoi lettori con paura e tremore, era popolare durante il Medioevo perché era in pieno accordo con lo spirito crudele e perseguitante del cristianesimo medievale. Come molti altri primi libri sacri, il libro di Tommaso fu fabbricato per due scopi strettamente affini: primo, per eclissare i pagani nel miracolo; secondo, ispirare tutti i non credenti con il “timore del Signore”. Scritti apocrifi di questo tipo non hanno in realtà basi possibili. I “miracoli” un tempo punto di forza del cristianesimo erano ora diventati il suo piu` grande punto debole.

Nel Vangelo di Nicodemo si afferma che quando Gesù fu portato alla presenza di Pilato, in molti chinarono i loro capi in suo omaggio nonostante tutti gli sforzi fatti dai soldati per impedirlo. Nelle lettere di Pilato sembra anche che Cesare, essendo adirato nei confronti di Pilato per aver giustiziato un uomo giusto, ordino` che fosse decapitato. Pregando per il perdono, Pilato fu visitato da un angelo del Signore, che rassicurò il governatore romano promettendogli che tutta la cristianità avrebbe dovuto ricordare il suo nome e che quando Cristo sarebbe venuto per la seconda volta per giudicare il suo popolo, (Pilato) avrebbe dovuto presentarsi davanti a lui come suo testimone.

Storie come quelle precedenti rappresentano le incrostazioni che si sono attaccate al corpo del cristianesimo nel corso dei secoli. La stessa mente popolare è stata il guardiano auto-nominato e il perpetuatore di queste leggende, contrastando amaramente ogni sforzo per spogliare la fede di queste discutibili accumulazioni. Mentre la tradizione popolare spesso contiene alcuni elementi basilari della verità, questi elementi sono di solito distorti. Pertanto, mentre le generalità della storia possono essere fondamentalmente vere, i dettagli sono irrimediabilmente errati. Della verità come della bellezza si può dire che è più ornata quando e` disadorna. Attraverso la nebbia di racconti fantastici che oscurano il vero fondamento della fede cristiana è debolmente visibile a pochi discernenti una grande e nobile dottrina comunicata al mondo da un’anima grande e nobile. Giuseppe e Maria, due anime devote e sante, consacrate al servizio di Dio e che sognavano la venuta di un Messia per servire Israele, obbedirono alle ingiunzioni del sommo sacerdote degli Esseni di preparare un corpo per la venuta di un grande anima. Così da un’immacolata concezione nacque Gesù. Per immacolato si intende pulito, piuttosto che soprannaturale.

Gesù fu allevato ed educato dagli Esseni e in seguito iniziato nel più profondo dei loro Misteri. Come tutti i grandi iniziati, dovette viaggiare in direzione est e senza dubbio gli anni silenziosi della sua vita sono stati spesi familiarizzando con quell’insegnamento segreto che in seguito fu comunicato da Lui al mondo. Avendo sperimentato le pratiche ascetiche del Suo ordine, raggiunse il Battesimo. Dopo essersi ricongiunto così con la sua stessa fonte spirituale, andò poi avanti nel nome di Colui che era stato crocifisso da prima dei mondi e, radunandosi attorno a Lui discepoli e apostoli, li istruì in quell’insegnamento segreto che era stato perso – almeno in parte – dalle dottrine di Israele. Il suo destino è sconosciuto, ma con ogni probabilità ha subito quella persecuzione che è la sorte di coloro che cercano di ricostruire i sistemi etici, filosofici o religiosi dei loro tempi.

Alle moltitudini Gesù parlava in parabole; con i suoi discepoli utilizzava la stessa metodologia, elevandola a livello filosofico. Voltaire affermò che Platone avrebbe dovuto essere canonizzato dalla Chiesa cristiana, poiché, essendo il primo sostenitore del mistero di Christos, contribuì più alle sue dottrine fondamentali di qualsiasi altro individuo. Gesù rivelò ai Suoi discepoli che il mondo inferiore è sotto il controllo di un grande essere spirituale che lo aveva modellato secondo la volontà dell’Eterno Padre. La mente di questo grande angelo era sia la mente del mondo che la mente mondana. Affinché gli uomini non morissero di mondanità, l’Eterno Padre ha inviato alla creazione il più grande ed esaltato dei Suoi poteri: la Mente Divina. Questa Mente Divina si è offerta come sacrificio vivente ed è stata spezzata e divorata dal mondo. Avendo dato il suo spirito e il suo corpo in una cena segreta e sacra alle dodici creature razionali, questa Mente Divina divenne parte di ogni essere vivente. All’uomo fu così permesso di usare questo potere come un ponte attraverso il quale poteva passare e raggiungere l’immortalità. Colui che innalzò la sua anima a questa Mente Divina e lo servì fu giusto e, avendo raggiunto la giustizia, liberò questa Mente Divina, che in seguito tornò di nuovo alla sua stessa fonte divina. E poiché aveva portato loro questa conoscenza, i discepoli si dissero l’un l’altro: “Ecco, è lui stesso questa mente personificata!”

IL CICLO ARTURIANO E LA LEGGENDA DEL SANTO GRAAL

Secondo la leggenda, il corpo del Christos (la Legge Spirituale) fu dato in custodia a due uomini, di cui i Vangeli fanno ben poca menzione

JAKOB BÖHME, IL TEOSOFO TEUTONICO.

Dalla traduzione di William Law delle opere di Jakob Böhme.

Jakob Böhme nacque nell’anno 1575 in un villaggio vicino a Gorlitz, e morì in Slesia nel 1624. Non frequento` molto la scuola e venne preso come apprendista in tenera età presso un calzolaio. In seguito divenne calzolaio, si sposò e ebbe quattro figli. Un giorno, mentre si occupava del negozio di scarpe del suo maestro, entrò un misterioso straniero che, mentre sembrava possedere solo pochi beni materiali, appariva il più saggio e nobile nella realizzazione spirituale. Lo sconosciuto chiese il prezzo di un paio di scarpe, ma il giovane Böhme non osò dire un prezzo, per paura di dispiacere al suo padrone. Lo sconosciuto insistette e Böhme finalmente si espresse dicendo il prezzo. Lo sconosciuto le acquistò immediatamente e se ne andò. Poco distante lungo la strada il misterioso straniero si fermò e gridò a gran voce: “Jakob, Jakob vieni fuori.” Stupito e spaventato, Böhme corse fuori di casa. Lo strano uomo fissò i suoi occhi: grandi occhi che brillavano e sembravano pieni di luce divina. Prese la mano destra del ragazzo e si rivolse a lui nel modo seguente: “Jakob, tu sei piccolo, ma sarai grande e diventerai un altro Uomo. Perciò sii pio, temi Dio e riverisci La sua Parola. Leggi diligentemente le Sacre Scritture, in cui hai conforto e istruzione. Perché sopporti molta miseria e povertà e subisci persecuzioni, ma sii coraggioso e perseverante, Dio ama ed è gentile con te. ” Profondamente colpito dalla previsione, Böhme divenne sempre più intenso nella sua ricerca della verità. Alla fine i suoi lavori furono riformulati. Per sette giorni rimase in una condizione misteriosa durante la quale gli furono rivelati i misteri del mondo invisibile. Si dice che Jakob Böhme abbia rivelato a tutta l’umanità i segreti più profondi dell’alchimia. È morto circondato dalla sua famiglia, le sue ultime parole sono “Ora vado quindi in Paradiso”.

Questi erano Nicodemo e Giuseppe d’Arimatea, entrambi uomini devoti che, sebbene non elencati tra i discepoli o gli apostoli del Christos, erano tra tutti gli uomini scelti per essere custodi dei suoi sacri resti. Giuseppe d’Arimatea fu uno dei fratelli iniziati e viene chiamato da A. E. Waite, nella sua Una nuova enciclopedia di massoneria, “il primo vescovo della cristianità”. così come il potere temporale (o visibile) della Santa Sede è stato istituito da San Pietro (?), così il corpo spirituale (o invisibile) della fede è stato affidato alla “Chiesa segreta del Santo Graal” attraverso la successione apostolica da Giuseppe d’Arimatea, nella cui custodia erano stati dati i simboli perpetui dell’alleanza: la coppa sempre fluente e la lancia sanguinante.

Presumibilmente obbedendo alle istruzioni di San Filippo, Giuseppe d’Arimatea, portando le sacre reliquie, raggiunse la Gran Bretagna dopo aver attraversato molte e varie difficoltà. Qui gli fu assegnato un sito per l’erezione di una chiesa, e in questo modo fu fondata l’Abbazia di Glastonbury. Giuseppe ha piantato il suo bastone sulla terra e ha messo radici, diventando un miracoloso cespuglio di spine che sbocciava due volte l’anno e che ora è chiamato la spina di Glastonbury. La fine della vita di Giuseppe d’Arimatea è sconosciuta. Secondo alcuni si ritiene che fosse sepolto nell’Abbazia di Glastonbury. Sono stati fatti ripetuti tentativi di trovare il Santo Graal, che molti credono essere stato nascosto in una cripta sotto l’antica abbazia. Il calice di Glastonbury scoperto di recente e dal devoto supposto essere il Sangreal originale difficilmente può essere accettato come autentico dall’investigatore critico. Al di là del suo interesse intrinseco come reliquia, come il famoso calice di Antiochia, in realtà non prova nulla quando ci si rende conto che praticamente si sapeva poco di più sui Misteri Cristiani diciotto secoli fa di quanto si possa scoprire oggi.

L’origine del mito del Graal, come di quasi tutti gli altri elementi del grande dramma, è curiosamente sfuggente. Basi sufficienti per questo possono essere trovate nel folklore delle Isole britanniche, che contiene molti resoconti di calderoni magici, bollitori, tazze e corna da bere. Le prime leggende del Graal descrivono la coppa come un corno. Il suo contenuto era inesauribile e coloro che bevevano da esso non avevano mai fame o sete. Un resoconto afferma che, per quanto disperatamente malata possa essere una persona, sarebbe guarita. Alcune autorità ritengono che il Santo Graal sia la perpetuazione della coppa santa usata nei riti di Adone e Atys. Una tazza o un calice di comunione veniva usato in molti degli antichi Misteri, e il dio Bacco è spesso simboleggiato sotto forma di vaso, coppa o urna. Nell’adorazione della natura, il Graal, che scorre sempre, significa la generosità del raccolto mediante il quale viene sostenuta la vita dell’uomo; come la brocca senza fondo di Mercurio, è la fontana inesauribile della fonte naturale. Dalle prove a disposizione sarebbe davvero errato attribuire un’origine puramente cristiana al simbolismo del Graal.

Nel ciclo Arturiano appare una figura strana e misteriosa – Merlino, il mago. In una delle leggende che lo riguardano è dichiarato che quando Gesù fu mandato a liberare il mondo dalla schiavitù del male, l’avversario decise di inviare un anticristo per annullare le sue fatiche. Il diavolo quindi sotto forma di un orribile drago rapi` una giovane donna che si era rifugiata nel santuario per sfuggire al male che aveva distrutto la sua famiglia. Quando nacque Merlino, suo figlio, aveva le caratteristiche della madre umana e del padre demone. Merlino, tuttavia, non servì i poteri delle tenebre ma, convertendosi alla vera luce, mantenne solo due dei poteri soprannaturali ereditati da suo padre: profezia e miracoli. La storia del padre infernale di Merlino deve davvero essere considerata come un’allusione allegorica al fatto che fosse un “figlio filosofico” del serpente o drago, un titolo applicato a tutti gli iniziati dei Misteri, che riconoscono così la Natura come la loro madre mortale e saggezza nella forma del serpente o drago come il loro Padre immortale. La confusione del drago e del serpente con i poteri del male è risultata come inevitabile conseguenza dell’errata interpretazione dei primi capitoli della Genesi.

Artù, da bambino venne affidato alla custodia di Merlino, il Mago, e nella sua giovinezza fu da lui istruito nella dottrina segreta e probabilmente iniziato ai segreti più profondi della magia naturale. Con l’aiuto di Merlino, Artu divenne il principale generale della Gran Bretagna, un grado di dignità che è stato confuso con la regalità. Dopo che Arthur aveva estratto la spada di Branstock dall’incudine e stabilito in tal modo il suo divino diritto alla leadership, Merlino lo aiutò ulteriormente a mettere in salvo la sacra spada Excalibur dalla Signora del Lago. Dopo l’istituzione della Tavola Rotonda, dopo aver adempiuto al suo dovere, Merlino scomparve, secondo un resoconto svani` nell’aria, dove esiste ancora come un’ombra che comunica con i mortali; secondo un altro, si ritiro` da solo in una grande volta in pietra che sigillò dall’interno.

È abbastanza certo che molte leggende su Carlo Magno furono in seguito associate ad Artu, il quale ha istituito l’Ordine della Tavola Rotonda a Winchester. In una storia il Tavolo era dotato dei poteri di espansione e contrazione in modo che quindici o millecinquecento potessero essere seduti attorno ad esso, secondo qualunque necessità potesse sorgere. I resoconti più comuni fissano il numero di cavalieri che potevano sedere contemporaneamente alla Tavola Rotonda a dodici o ventiquattro. I dodici significano i segni dello zodiaco e anche gli apostoli di Gesù. I nomi dei cavalieri e i loro stemmi araldici erano impressi sulle loro sedie. Quando ventiquattro sono mostrati seduti al Tavolo, ciascuno dei dodici segni dello zodiaco è diviso in due parti – uno luminoso e uno oscuro – per indicare le fasi notturna e diurna di ciascun segno. Mentre ogni segno dello zodiaco ascende per due ore ogni giorno, così i ventiquattro cavalieri rappresentano le ore, i ventiquattro anziani davanti al trono nell’Apocalisse e le ventiquattro divinità persiane che rappresentano gli spiriti delle divisioni del giorno. Al centro della Tavola c’era la rosa simbolica della Passione di Nostro Signore Gesù Cristo, il simbolo della risurrezione in quanto “risuscitò” dai morti. C’era anche un misterioso posto vuoto chiamato Seggio Vacante in cui nessuno poteva sedere se non colui che aveva avuto successo nella sua ricerca del Santo Graal.

Nella personalità di Artu si trova una nuova forma del mito cosmico sempre ricorrente. Il principe d’Inghilterra è il sole, i suoi cavalieri sono lo zodiaco e la sua spada lampeggiante può essere il raggio del sole con cui combatte e sconfigge i draghi dell’oscurità o può rappresentare l’asse terrestre. La tavola rotonda di Artu` è l’universo; il Seggio Vacante il trono dell’uomo perfetto. Nel suo senso terrestre, Artu era il Gran Maestro di una confraternita segreta cristiano-massonica di mistici filosofici che si definivano cavalieri. Artu ricevette la posizione esaltata di Gran Maestro di questi Cavalieri perché era riuscito ad estrarre la spada (spirito) dall’incudine dei metalli di base (la sua natura inferiore). Come sempre accade, lo storico Artu` presto fu confuso con le allegorie e i miti del suo ordine. Dopo la morte di Artu` sul campo di Kamblan, i suoi Misteri cessarono ed esotericamente fu portato via su una chiatta nera, come è così magnificamente descritto da Tennyson nel suo Morte d’Artu`. Anche la grande spada Excalibur fu ricacciata nelle acque dell’eternità – tutto ciò è una vivida rappresentazione della discesa della notte cosmica alla fine del Giorno della Manifestazione Universale. Il corpo dell’Artu` storico fu probabilmente sepolto nell’Abbazia di Glastonbury, un edificio strettamente identificato con i riti mistici sia del Graal che del ciclo arturiano.

I rosacroce medievali erano indubbiamente in possesso del vero segreto del ciclo arturiano e della leggenda del Graal, gran parte del loro simbolismo era stato incorporato in quell’ordine. Sebbene sia la più ovvia di tutte le chiavi del mistero di Christos, la leggenda del Graal ha ricevuto la minima considerazione.

IL SIMBOLISMO DEL NIMBO E DELLE AUREOLE.

Dal manuale del simbolismo cristiano di Audsley.

Gli aloni dorati intorno alle teste degli dei pagani e dei santi cristiani si riferiscono sia al loro essere immersi nella gloria del sole sia al fatto che un sole spirituale nella loro stessa natura irradia il suo raggio di luce e li circonda di splendore celeste. Ogni volta che il nimbo è composto da linee radianti diritte, ha un significato solare; ogni volta che linee curve vengono utilizzate per i raggi, partecipa alla natura lunare; ogni volta che sono uniti, simboleggia una fusione armoniosa di entrambi i principi. Il nimbo circolare è solare e maschile, mentre il nimbo a forma di losanga, o vesica piscis, è lunare e femminile. Lo stesso simbolismo è conservato nelle finestre circolari a forma di losanga delle cattedrali. C’è una scienza completa contenuta nella forma, nel colore e negli ornamenti degli aloni di santi e martiri. Un semplice anello d’oro circonda di solito la testa di un santo canonizzato, mentre Dio Padre e Dio Figlio hanno un’aureola molto più ornata, di solito ornata con una croce di San Giorgio, una croce fiorita o una croce lilla, con solo tre delle braccia visibili.